Sei sulla pagina 1di 5

1

Notizie dal gruppo di Sinistra Ecologia Libert al Comune di Novara 8 Settembre 2011

Finalmente!!
Con la storica vittoria del centrosinistra alle elezioni di maggio si apre una stagione nuova per la nostra citt, la speranza concreta di un cambiamento nel segno della solidariet, dei diritti e di una Novara pi vivibile e accogliente. Questa vittoria non nata per caso, ma si inserisce in un movimento ben pi vasto che sta rinnovando e ridisegnando il nostro paese. Il grandissimo successo dei referendum del 12 e 13 giugno ci mostra infatti un' Italia migliore che vuole mettere la sostenibilit e il bene comune al di sopra degli interessi oligarchici di persone e gruppi che vogliono solo perpetuare il proprio potere. Questa newsletter intende informare gli iscritti, i simpatizzanti e tutti i cittadini delle iniziative del gruppo di SEL all'interno di questa amministrazione. Fatela girare il pi possibile tra gli amici, i colleghi, i vicini e i conoscenti perch questa citt ha finalmente bisogno di respirare aria nuova. Gli eletti di Sinistra Ecologia Libert al Comune di Novara
Nicola Fonzo,Vicesindaco. Assessore alla progettazione e manutenzione edifici pubblici, strade, pubblica illuminazione e ai rapporti con il Consiglio Comunale Alfredo Reali, Consigliere. Capogruppo Delegato per la pace, i diritti umani e la nuova cittadinanza

Livio Rossetti, Consigliere. Vice Presidente del Consiglio Comunale

Marco Pagani, Consigliere. Presidente V Commissione Ambiente, Mobilit, Politiche Energetiche, Sostenibilit

Novara Citt per la pace


Con la delibera 208 del 25 di agosto 2011, la giunta comunale ha aderito al Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani, e quindi da ora Novara pu definirsi a buon titolo Citt per la pace. La delibera recepisce il testo integrale della mozione presentata dal consigliere Alfredo Reali. Giunge cos finalmente a compimento un percorso iniziato nel 2004, quando l'allora consigliera Anna Cardano aveva formalmente richiesto alla vecchia amministrazione l'adesione al coordinamento, adesione che era stata rifiutata con le motivazioni risibili che potete leggere nell'inserto qui sotto.

pace

25 settembre: tutti alla marcia per la pace Perugia - Assisi!


Un solo essere, purch sia intimamente persuaso, sereno e costante, pu fare moltissimo, pu mutare situazioni consolidate da secoli, far crollare un vecchiume formatosi per violenza e vile silenzio (Aldo Capitini,1966) Quest'anno la ma marcia della pace Perugia Assisi particolarmente importante per tre motivi: si tratta del 50 anniversario della prima marcia organizzata da Aldo Capitini; la nostra Amministrazione ha dichiarato Novara Citt per la pace; per la prima volta il Comune di Novara parteciper ufficialmente e con piana adesione alla marcia con il gonfalone della citt. Per questo il gruppo consiliare di SEL invita tutti gli iscritti e i simpatizzanti a partecipare alla marcia. Si sta organizzando un pullman per la citt di Novara. Diffondete per favore il pi possibile questo messaggio; partecipare insieme alla marcia per la pace un bel modo di iniziare il lavoro di amministrazione di questa citt.

Consulte di zona: facciamo ripartire la partecipazione


Le attivit dei comitati di quartiere negli ultimi 30 anni hanno rappresentato una storia straordinaria di partecipazione alla vita e al governo della citt e la loro abolizione rappresenta un fatto assolutamente negativo. Per questo il gruppo consiliare di SEL intende rivitalizzare la partecipazione dei cittadini attraverso le consulte di zona. Il consigliere Livio Rossetti ha presentato una bozza di delibera consiliare che verr prossimamente discussa. Tra i punti salienti della delibera c' l'istituzione di 10 consulte ( previsto l'accorpamento di alcuni quartieri) formate da nove membri. Potranno fare parte delle consulte i rappresentanti di associazioni presenti nel quartiere e tutti i cittadini, italiani, comunitari ed extracomunitari disposti a collaborare all'attivit pubblica. Le consulte potranno avanzare proposte al Consiglio, alla Giunta e al Sindaco, esprimere pareri in occasione dei criteri per la formazione del bilancio preventivo ed esercitare il diritto di accesso ai documenti e agli atti amministrativi. Tra i compiti delle consulte vi saranno inoltre anche il monitoraggio del territorio per segnalare eventuali problematiche e disservizi, la valutazione su proposte di nuovi insediamenti di particolare interesse pubblico o impatto ambientale, le proposte di modifica alla viabilit locale, le proposte di intervento sulle aree a verde pubblico.

partecipazione

Il decalogo della Giunta Ballar per i lavori pubblici


Quello dei lavori pubblici uno degli ambiti dellattivit comunale che pi direttamente oggetto delle attenzioni dei cittadini. Lo stato di conservazione delle strade e degli edifici pubblici una delle carte di identit del Comune. In questo ambito cos delicato, ci proponiamo dieci obiettivi concreti e realisticamente raggiungibili.

1-Diritto di precedenza alle piccole cose.


Prioritaria e costante sar l'attenzione e la cura ai piccoli interventi di manutenzione ordinaria, che riguardino marciapiedi, strade, rallentamenti stradali, criticit ai passaggi, segnaletica, aree verdi e aree destinate al gioco dei bambini, cura e decoro delle strade e delle piazze con puntuale attenzione rivolta al miglioramento e all'accessibilit per tutte le persone , soprattutto per quelle diversamente abili. In concreto: provvederemo alla mappatura dell'attuale condizione della citt, intervenendo prontamente sulle numerose situazioni precarie allo stato esistenti; a breve periodo, istituiremo un numero verde, con il compito di evadere la soluzione delle piccole manutenzioni; nel medio periodo, verificheremo la fattibilit di utilizzare le potenzialit del web affinch ogni cittadino possa segnalare direttamente alla struttura competente la situazione delle strade e dei marciapiedi; istituiremo una "task force" di operai ed addetti alla manutenzione, presentando uno specifico progetto che coinvolga persone in attesa di occupazione;

di novaresi di stare assieme in contesti magici per la storia che rappresentano e per il pregio architettonico ed artistico Per Casa Bossi, l'Amministrazione far la sua parte pur con le note criticit finanziarie. Il movimento popolare e le iniziative scaturite, negli ultimi mesi, meritano il convinto sostegno del Comune anche stanziando apposite risorse, che possano consentire da subito un utilizzo pubblico e in prospettiva un recupero delledificio che pu diventare una vera e propria vetrina delleccellenza novarese;

3- Cantiere Comune. Ogni cantiere dell'Amministrazione dovr distinguersi per: trasparenza, tempi e sicurezza. Sul sito internet sar attivata un'apposita sezione collegandosi alla quale sar visibile lo stato di avanzamenti dei lavori ed ogni notizia utile (progettisti, oneri, ditte esecutrici, imprevisti);

4 Le grandi opportunit. Vogliamo coglie-

opere pubbliche

2-Monumenti da vivere. Vogliamo completare rapidamente i lavori che interessano gli edifici pubblici d'eccellenza della citt: Broletto, Castello, Cupola, Teatro Faraggiana. Nel merito di alcuni progetti, manteniamo inalterate le critiche espresse sia in campagna elettorale che nel precedente mandato amministrativo. Per quanto sar possibile, ci impegneremo per modificare le criticit pi evidenti dei progetti. La vera sfida, tuttavia, riguarda la funzionalit di quei luoghi, che devono tornare ad essere vissuti dalla comunit. Emblemi della socialit, di un ritrovato desiderio

re appieno le potenzialit per il riassetto della citt, rappresentate da alcuni progetti strategici: Pisu e Movicentro, rivisitando criticamente alcune ipotesi di lavoro gi avanzate dalla precedente Amministrazione;

5- Piano triennale delle opere pubbliche. -


urgente definire le priorit del vigente Piano Triennale delle Opere Pubbliche, dando veloce avvio ai lavori per la zona di Veveri e prevedendo un primo intervento sulle piste ciclabili;

6- Ufficio integrato per ledilizia scolastica.


Nello spirito di trasversalit delle deleghe e di collaborazione interassessorile, riteniamo che gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria su scuole ed asili vadano ricondotti ad un unico ufficio integrato che coordini i tempi e le attivi-

t, eliminando l'attuale ed assurda frammentazione delle competenze;

7- Ufficio integrato della viabilit. Con analoga logica intendiamo accorpare in un'unica struttura la progettazione, la manutenzione delle strade e la segnaletica

8- Progetto fotovoltaico. Intendiamo pianificare e realizzare gradualmente un "progetto fotovoltaico"' che passi sia attraverso la rimozione dell'eternit ancora presente sui tetti delle scuole e delle strutture sportive sia con l'installazione di impianti fotovoltaici , che consentiranno quindi un evidente risparmio energetico;

9- Protocollo per gli appalti pubblici. Poich


riteniamo che il Comune debba essere un esempio per tutti in ordine al tema della legalit, avvieremo da subito la verifica dello stato di attuazione del Protocollo sugli appalti e lavoreremo al potenziamento dell' Osservatorio; Particolare attenzione sar dedicata alla scelta dei criteri per la selezione delle offerte presentate nellambito della gara: garanzia di tempi certi, della qualit dellopera da realizzare e del controllo delloperato a consuntivo

10- Incarichi professionali. Intendiamo definire e applicare una procedura trasparente per gli incarichi di progettazione e di collaudo delle opere pubbliche Nicola Fonzo

Verso rifiuti zero


Il miglioramento della gestione del ciclo dei rifiuti stato il tema di un incontro tenutosi il 1 settembre tra l'Amministrazione di Novara (presenti l'Assessore all'Ambiente Rigotti, il presidente della V commissione Pagani, il direttore tecnico dell'ASSA e alcuni funzionari) e il Comitato Ambientalista Rifiuti del Piemonte. Le questioni all'ordine del giorno erano due: Trattamento a freddo del rifiuto residuo, in modo da ridurre la quantit di materiale conferito in discarica e produrre sabbia sintetica; Passaggio alla TARSU puntuale, che permette di risparmiare ai cittadini che producono meno rifiuti. L'esperienza del Centro di Riciclo di Vedelago (TV) dimostra che possibile aumentare significativamente la quota di materiali che possono essere riciclati, fino all'80% e anche oltre. Il trattamento a freddo riguarda le plastiche non PE e PET, le plastiche sporche, gli elementi di arredo e i prodotti in multimateriale. Il materiale viene triturato e poi estruso per produrre granuli di sabbia sintetica, utilizzabili nell'industria edilizia e nello stampaggio di prodotti plastici. L'esperienza della cooperativa erica di Alba (CN) mostra che possibile passare da una tassa per i rifiuti parametrata solo sui m degli alloggi ad una tassa puntuale che tiene conto della quantit di rifiuti non recuperabili prodotta oltre che del numero di componenti delle famiglie. L'ASSA ha mostrato dubbi e perplessit su ambedue le proposte, rivendicando il lavoro fin qui svolto, che ha portato Novara tra i primi posti in Italia per la raccolta differenziata, con una tassa che significativamente pi bassa della media. Nel corso dell'incontro il consigliere Pagani ha affermato che i buoni risultati ottenuti da ASSA in passato non escludono di poter migliorare ulteriormente, sia per gli obiettivi indicati dai membri del CARP, sia per la riduzione dei rifiuti e il miglioramento della qualit della raccolta differenziata. I prossimi passi verso la riduzione dei rifiuti prevedono una visita presso l'impianto di Vedelago e un incontro informale con il presidente della Cooperativa Erica, prima di effettuare un'audizione formale in commissione ambiente.

ambiente