Sei sulla pagina 1di 2

Addio

La donna incinta dai lunghi capelli rossi guard intensamente una signora dallo sguardo preoccupato. << Ma, Aberdeen, non mai successa una cosa del genere, non puoi sapere cosa potrebbe accadere >> disse la pi anziana sistemandosi lo chignon gi perfetto. Si erano incontrate nella casa di campagna della giovane madre, durante una tempestosa notte senza luna n stelle. Il vento batteva violentemente sulle finestre e sulle porte. << Lill, sai che non cos, il codice molto chiaro in merito. >> rispose con voce spenta Aberdeen. Sul volto il sorriso dolce e tuttavia leggermente incerto, gli occhi socchiusi vedevano un futuro che non poteva essere, consideravano chiss quali possibilit. << Capisci che non ho scelta? Ne potrebbe sopravvivere solo uno di noi, in qualunque caso >> << Non puoi pensare che la Magia non abbia un piano di riserva per questi casi, Abby! >> protest Lill profondamente contrariata. Non poteva accettare che la strega abbandonasse ogni speranza. E senza neanche cercare soluzioni alternative! << Ma c in gioco la vita di mio figlio! Non posso rischiare la sua vita per salvare la mia, non permetter che accada, io non io non >> e con queste parole gli occhi gi colmi di lacrime di Aberdeen strariparono e le bagnarono il viso. Cominci a singhiozzare, piangendo disperata sulla spalla di Tomelilla. Era cos giovane e bella, con quei suoi occhi acquamarina, e la fluente chioma fiammeggiante. Poi qualcosa cambi, e la donna si port la mano al pancione. << Il bimbo scalcia,eh? >> disse commossa Lill. Sorrideva perch sicuramente sarebbe cresciuto forte e in salute. Ma Aberdeen era molto pallida, con ancora le guance bagnate. Non sembrava felice.

<< No, Lill... >> disse guardandola negli occhi. << Si sono rotte le acque. >> per un momento Tomelilla rimase interdetta, e un gemito sfugg alle labbra di Aberdeen. << OH SANTO CIELO! Vado subito a chiamare il dottor Pestemon! Aspettami qui, torner tra un attimo! Non ti muovere, capito Abby? >> disse la saggia strega. << Certo, sta tranquilla. >> rispose debolmente la donna. Era troppo dolorante per non sembrare convincente; cos Tomelilla spar dalla porta senza aspettare un istante di pi. Velocemente Aberdeen vol fuori per dirigersi verso la scogliera. *** Unora dopo nacque la bambina (era una femmina) e la madre, con un sorriso fugace in volt, spar tra le onde del mare in fin di vita ma serena, perch aveva assicurato alla sua adorata figlia un futuro. << Addio >> sussurr, prima di essere inghiottita da unenorme cavallone. La tempesta si plac e il sole sorse presto. La bambina apr i suoi occhietti scuri e guard quel sole un po nascosto. Dovera la mamma?