Sei sulla pagina 1di 18

LA CINA E VICINA, AUGURI!

(, !)

Pechino 18/08/2011: La stabilit economica del mondo dipende dalle relazioni sino-americane - secondo il vicepresidente Cinese Xi Jinping e in base alle nuove circostanze Cina e Stati Uniti condividono comuni interessi e hanno comuni responsabilit, il rafforzamento dei nostri rapporti nellinteresse non solo delle nostre due nazioni ma anche del mondo intero. Sono assolutamente fiducioso - ha risposto il vicepresidente USA, Biden - nel fatto che la stabilit economica del mondo dipenda non poco dalla cooperazione tra Stati Uniti e Cina.

Pechino 18/08/2011, Biden e Xi Jinping

La storia si ripete e uno 18 Agosto 2011, tenete ben a mente questa data, perch entrer nei libri di storia, infatti, il giorno in cui stato decretato il declassamento, termine molto usato recentemente in ambito finanziario, dellEuropa da partner storico degli USA, a provincia secondaria di un impero che ha spostato, definitivamente, il suo baricentro dallAtlantico al Pacifico.

Pechino: tradizione e modernit

Aggiungo che questo impero ha ora due capitali: Washington e Pechino e non pi una sola, quella americana comera fino a ora; la storia si ripete per lennesima volta, siamo nuovamente allimpero romano diviso tra Roma e Costantinopoli. Inoltre ed decisamente clamoroso, stata la Cina stessa ad auto-eleggersi co-protagonista della scena internazionale e innalzare Pechino al rango di nuova capitale dellimpero. Con un uno-due da campione del ring, ha messo gli USA nellangolo; prima ha bacchettato pubblicamente Obama sulle misure economiche necessarie per fronteggiare la crisi ritagliandosi cos il ruolo di arbitro, quindi ha convocato Biden ufficialmente per colloqui di routine, ma nella sostanza per gettare sul tavolo di questi colloqui tutto il peso dei miliardi di dollari di titoli di Stato americani che sono nel portafoglio del fondo sovrano cinese. Il fondo CIC China Investment Corporation costituito nel 2007, in quattro anni diventato il maggior creditore degli Stati Uniti, investendo ogni anno decine e decine di miliardi di dollari in buoni del tesoro americani. In altri termini il padrone ha chiamato a rapporto il Central Huijin Inv.: il braccio dipendente per decretarne operativo del fondo CIC definitivamente lo stato di dipendenza finanziaria e mettere allincasso gli interessi di questa dipendenza, trasformandola in sudditanza politica.

Levidenza empirica di questa sudditanza politica, stata la clamorosa retromarcia, anzi la chiamerei conversione a U di Biden, circa la questione Taiwan e Tibet; il vice-presidente USA, nel corso dei colloqui, ha sposato apertamente le posizioni cinesi, abbandonando senza mezzi termini al loro destino il governo di Taipei e Tenzin Gyatso, il Dalai Lama. Infatti, Obama ha dovuto ricevere il Dalia Lama nel retrobottega della Casa Bianca per non dare troppo nellocchio e ha dovuto fermare il contratto di fornitura dei caccia F-16 al Governo di Taiwan, ufficialmente per una revisione delle condizioni, ma offthe-record tutti, inclusa la General Dynamics (il fornitore), lo considerano ormai carta straccia. La storia si ripete e due
Il Dalai Lama e Obama

Guardando a questoperazione di auto-investitura operata dal governo cinese, mi venuto in mente che anche in questo caso la storia si ripete.

Abbiamo gi assistito a qualcosa di simile: il 2 Dicembre 1804 a Parigi nella Chiesa di Notre- Dame, Napoleone Bonaparte si auto incoron Imperatore dei francesi, alla presenza di Papa Pio VII. Come certo saprete non vero che Napoleone strapp la corona dalle mani del Papa durante la cerimonia, per non assoggettarsi all'autorit pontificia e sancire cos la superiorit del suo potere su quello del Papa. Quella dello strappo dalle mani del Papa della corona solo una notizia apocrifa messa in giro ad arte, quasi certamente dallo stesso entourage di Napoleone, la verit che Pio VII si aspettava quella mossa e, infatti, non tocc mai la corona con le sue mani. Lateo-laicista-rivoluzionario Napoleone, persecutore della Chiesa, pur sapendo che il Papa non si sarebbe mosso, volle comunque la sua presenza, anche solo quale spettatore, per certificare lauto-investitura e quella presenza, bench forzata e inerte, ebbe leffetto voluto: consacr Napoleone imperatore.

Ora, a Pechino successa pi o meno la stessa cosa, il governo capitalcomunista Cinese ha voluto la presenza, direi anche questa forzata e inerte, del governo capitaldemocratico per antonomasia, cio quello USA, per certificare la propria auto-investitura a primo attore o forse meglio dire regista, del governo mondiale o NWO (new world order), chiamatelo come preferite, la sostanza non cambia.
Lincoronazione di Napoleone (particolare) J.L.David (1807) Louvre (Paris)

La storia si ripete e tre Ci che forse pi strabiliante in tutto questo labilit con la quale i cinesi hanno messo nel sacco gli USA e il mondo intero, daltronde sono loro che hanno inventato la famosa storia del: sedersi sulla sponda del fiume, eccetera. Infatti, dopo avere tentato per circa mezzo secolo di esportare nel mondo il comunismo in forma dideologia attraverso linculturazione di generazioni di giovani rivoluzionari con il falso mito delluguaglianza sociale, ( sufficiente scorrere lalbum fotografico del 68 per rendersene conto), nel 89, subito dopo piazza Tienanmen, il governo cinese decise di salire sul carro di quello che sembrava allora il vincitore, cio il capitalismo. Quando i cinesi presero questa decisione, tutti, anchio, pensammo che il nostro sistema li avrebbe fagocitati e normalizzati, invece ora chiaro che hanno adottato il sistema capitalista solo per usarlo quale mezzo di diffusione della loro forma di governo, quella comunista; insomma una sorta di cavallo di Troia per conquistare con lastuzia ci che non erano riusciti a conquistare con lassedio ideologico, ecco che la storia si ripete unaltra volta.

Il 68

Il capital-comunismo La forma di governo comunista non prevede la democrazia (etimologia: demos= popolo, kratos= governo) ovvero il governo del popolo ha, infatti, un modello di governo piramidale, con una rigida penetrazione e omologazione verso il basso delle decisioni prese dal ristretto gruppo dirigente che occupa il vertice della piramide. Certamente lattuale sistema cinese pi soft rispetto a quello di Mao, ma solo in apparenza perch comunque non ammette contradditorio alla linea di governo, partendo dal presupposto o forse meglio dire dalla presunzione che questa linea sia perfetta o almeno la migliore nella situazione data, anche perch non esistono veri e propri organi di controllo autonomi in grado di verificare queste decisioni.

Il Quarto Stato G.Pellizza da Volpedo (1901) Museo del Novecento (Milano)

Comunque come la girate o la voltate, siamo davanti ad una dittatura di pochi, a un governo oligarchico, una sorta di corte imperiale, dove sicuramente avvengono molti intrighi di palazzo e dove luso della violenza e del ricatto, per emergere e primeggiare, certamente comune; questa violenza usata anche contro di tutti quelli, in realt pochi, che dissentono dalle decisioni imperiali. Insomma la forma di governo ideale per il NWO, il nuovo ordine mondiale, che per funzionare e raggiungere il risultato che si prefigge, cio il controllo totale, ha bisogno di un gruppo di comando ristretto, in grado di decidere e mantenere ferme le decisioni prese senza dover rendere conto alla massa e soprattutto senza contradditorio. Questo governo mondiale, a mio modesto avviso, alle porte se non gi operante e qualora realizzato, completamente, trasformerebbe in profeta il visionario Orwell e il suo libro 1984 da romanzo diventerebbe una rivelazione.

A.G.Orwell (1903-1950) 1984: Il grande fratello

Lallievo supera il maestro La Cina ha applicato alla lettera ci che gli abbiamo insegnato noi capital-democratici, superandoci nel risultato; ha accumulato immense risorse di denaro prendendolo dalle nostre tasche grazie al massiccio afflusso dei loro prodotti nei nostri paesi, prodotti venduti con un VA (ndr: valore aggiunto o plusvalore) enorme grazie al costo di produzione bassissimo. Inoltre con lattivo della bilancia commerciale e il surplus di denaro generato da questo attivo, mentre si comprava il mondo occidentale, ha finanziato lo sviluppo scientifico, fino a raggiungerci e superarci in molti settori tecnologici. Ora in perfetta osservanza con i dettami delletica capitalista riguardo alla propriet, reclama il diritto di fare ci che ritiene giusto con quello che ha comprato, che ritiene di sua propriet. Bisogna anche dire che in questa conquista-acquisto silenziosa e apparentemente incruenta, la Cina stata affiancata da alcuni alleati subalterni, soprattutto tra i paesi arabi, in particolare quelli ricchi grazie ai proventi derivanti dalla vendita del petrolio. Infatti, la Cina oltre a superarci sul piano economico-tecnologico, ci ha superato anche sul piano diplomatico; ha smesso di offrire ideologia, come faceva in passato e ha iniziato a offrire accordi economici, chiaramente migliorativi rispetto ai nostri e soprattutto tecnologia, in particolare militare, anche questa ormai pari o superiore alla nostra.

trend dellattivo della bilancia commerciale cinese 2007/2009

Se a questa strategia certamente accattivante, aggiungiamo quel rancore di fondo presente nel mondo arabo verso noi occidentali per il passato remoto coloniale e il passato prossimo dindiscriminato sfruttamento delle loro risorse, ecco che la Cina ha avuto gioco facile nel conquistare alleati in grado di investire, insieme con lei, ingenti somme di denaro per acquistare il debito dei paesi occidentali. Tra laltro faccio presente che molto di questo debito stato accumulato dagli stati occidentali Il presidente cinese e il re dellArabia Saudita per sostenere i consumi interni dei nostri paesi, cio ci siamo indebitati per comprare i loro prodotti, per consumare di pi nellillusione di raggiungere cos la felicit, pensate che beffa, che assurdit! Piccolo inciso mentre la Cina accumulava questenorme surplus della bilancia commerciale grazie allirrisorio costo del lavoro con cui produceva i prodotti che ci hanno venduto, noi in occidente gridavamo allo scandalo per quella moderna forma di schiavismo. Contemporaneamente per le nostre industrie correvano in Cina, scortate dai nostri politici, a produrre con quella mano dopera sottopagata, per accumulare profitti che sono stati trasferiti nei paradisi fiscali, con ulteriore danno per la nostra economia. La nostra sinistra sindacal-politica in tutto questo, si stracciava le vesti nei soliti talk show televisivi, per stigmatizzare il comportamento anti sociale di quegli imprenditori rei di de-localizzare ma, piccolo particolare, quelle vesti erano fatte di cashmere made in P.R.C. (People Republic of China), il migliore, ca va sans dire. Il dragone rosso o il grande drago rosso? Il giornalista Antonio Socci ha scritto un articolo molto interessante (da cui ho copiato il saluto finale, per trasformarlo nel titolo di questo scritto) in merito allultima evoluzione della situazione internazionale che consiglio vivamente di leggere: Il Dragone Rosso Stimo Socci e seguo i suoi scritti da tempo, conosco la sua appartenenza, senza se e senza ma, come direbbe qualche nostro politico istrione, alla Chiesa Cattolica, per nel suo articolo lascia sospesa, anzi aperta, facendola solo intravedere senza citarla esplicitamente, una questione di fondo, legata alla visione escatologica, prettamente Cattolica, del corso della storia.

Prodi in Cina da Primo Ministro

Il dragone rosso: simbolo del potere imperiale cinese

Pi volte nel suo articolo richiama il dragone rosso, il simbolo della Cina, del potere Imperiale, per identificare questa nazione, ma non fa nessun riferimento allimpressionante relazione che questo simbolo ha con la nostra fede Cattolica. Infatti, il grande drago rosso, appunto un dragone rosso, , nellApocalisse di Giovanni, satana che combatte contro la donna coronata di dodici stelle; lesegesi biblica vede in quella donna, Maria, la Madonna, ma vede anche la Chiesa nel combattimento, appunto escatologico, con satana. C anche unaltra coincidenza tra quel passo dellApocalisse e lattuale situazione: come detto il dragone rosso il simbolo della Cina, mentre la bandiera dellUnione Europea, cio il suo simbolo, blu - azzurra, come il colore classico con cui viene, da sempre, raffigurato il manto della Madonna ed ha nel mezzo dodici stelle disposte in cerchio, come una corona, che simboleggiano i paesi fondatori dellUnione.

La bandiera dellUE

Questa bandiera fu adottata, cos com tuttoggi, dal Consiglio dEuropa, ma fu pensata per rappresentare tutta lEuropa e non una particolare organizzazione come il Consiglio o lUnione Europea, insomma come per il dragone rosso questa bandiera un simbolo didentit storico-culturale pi che didentit politica. La bandiera fu approvata definitivamente dal Comitato dei Ministri dei paesi fondatori a Parigi l8 dicembre 1955, forse questa data non dice nulla a molti di voi, ma per noi Cattolici una Solennit la celebrazione dellImmacolata concezione (ndr: dogma esclusivo della fede Cattolica) della Vergine Maria, cio della Madonna. Il dio denaro e lagnello sacrificale Ammetterete che ci sono delle strane coincidenze simboliche in tutto questo e se le incrociamo con il momento storico che stiamo vivendo, abbastanza facile arrivare a una conclusione: LEuropa lagnello da sacrificare in olocausto al dio denaro, sullaltare della crescita economica del nuovo impero cino-americano. Ho scritto prima cino, perch la guida ormai quella, gli americani sono solo zavorra, necessaria, per ora, ma comunque solo zavorra, pertanto non possiamo contare troppo sul loro aiuto. Badate bene non faccio riferimento allApocalisse in senso catastrofico, anche perch non quello il significato, letimologia di questa parola, il vero significato, , infatti: rivelazione.
Il declino dellimpero USA

Non credo che ci aspetti una guerra mondiale o almeno lo spero vivamente, ma possibile leggere in quella rivelazione scritta dallApostolo Giovanni unallegoria di ci che abbiamo davanti agli occhi; insomma cerchiamo sempre di vaticinare il futuro, rincorriamo i calendari Maya, paghiamo profumatamente ciarlatani che si spacciano per maghi, ci attacchiamo a improbabili oroscopi e infantili scaramanzie, mentre abbiamo, la nostra cultura ha, tutto scritto da duemila anni e lo dimentichiamo.
Euro da conio scaramantico

Un continente in decadenza economica, culturale e tecnologica Nella pratica, restando alla razionalit tanto cara ai laicisti e senza voler fare collegamenti con testi CristianoCattolici che possono essere indigesti sempre ai laicisti di cui sopra, comunque evidente che il ruolo di vittima sacrificale dellEuropa scritto a lettere di fuoco nella nostra, di noi europei, inutilit. Siamo un continente a crescita zero o gi di l, sia demograficamente, sia economicamente, pertanto come mercato siamo poco attraenti; dir di pi, dal punto di vista economico siamo addirittura un peso perch consumiamo molte materie prime che sono invece ora necessarie allo sviluppo del nuovo impero cinoamericano, soprattutto di quello cino e non offriamo in cambio nulla di concreto. Fino a pochi anni fa ai cinesi andava bene cos, perch ci vendevano i loro prodotti, ma ora siamo in crisi, compriamo meno, mentre, al contrario, il mercato interno cinese in forte crescita ed ormai molto pi attraente di quello europeo per le loro industrie, che hanno per bisogno di energia, cos come il mercato dellauto, per crescere, ha bisogno di carburante. Proprio il petrolio, guarda caso, il maggior problema per la Cina, perch priva di questa materia prima indispensabile al suo sviluppo ed essendo le riserve mondiali di greggio in declino inarrestabile, necessario che qualcuno consumi meno petrolio per consentire al paese dei mandarini il pieno raggiungimento degli obiettivi di crescita fissati dal governo di Pechino e qual il continente che consuma tanto petrolio da doversi addirittura inventare una guerra in Libia per accaparrarsi quelle risorse e non produce nulla di utile per il resto del mondo? ai posteri lardua sentenza.
La domanda di petrolio della Cina previsioni al 2030 con tasso di crescita in rallentamento dal 2015 e con tasso di crescita in continuo rialzo (Le Monde 2011)

A questo aggiungete che il governo cinese non ha pi bisogno del surplus della bilancia commerciale perch ha gi acquistato tutto ci che serviva alla sua strategia di conquista della leadership mondiale, mentre ha bisogno di continuare a tenere piena la pancia dei sudditi per evitare che si mettano a pensare a stolte ideologie quali: libert, democrazia. Inoltre devono pompare liquidit nel mercato interno per accelerare lo sviluppo e sostenere la crescita, pertanto necessario aumentare il valore del lavoro, i salari, per mettere in tasca La grandeur cinese ai cittadini-consumatori pi soldi da spendere, con conseguente perdita di competitivit per lesportazioni e ulteriore calo dinteresse per un mercato lontano e in crisi qual il nostro. Concludo dicendo che anche culturalmente, intendo chiaramente la cultura di oggi: cinema, TV, web, noi europei non siamo in grado di produrre nulla dinteressante per loro, usiamo una forma comunicativa comprensibile solo a noi, perch parliamo solo di noi, delle nostre abitudini del nostro modo di essere, per non parlare poi del nostro apporto tecnologico: zero, insomma non creiamo pi niente dinteressante, di appetibile per loro, neanche sotto laspetto culturale o scientifico. Pertanto, cari amici razional-laicisti-relativisti-agnostici-atei, per tutte queste piccole cosette pratiche e concrete che di noi europei, i cinesi non sanno pi cosa fare, siamo completamente inutili in un mondo dove vige la cultura dellutilitarismo, del concreto, del razionale da voi tanto voluto e amato e potete scommetterci che non avranno remore a sacrificarci quale olocausto al loro sviluppo. La storia si ripete e quattro Vorrei ricordare che anche questa situazione si gi verificata in passato, pur con prodromi ed esiti diversi; la Compagnia delle Indie importava in Europa e in particolare in UK, dalla Cina: spezie, seta, prodotti in genere e anche molte materie prime. Questi fiorenti commerci avevano portato a un deficit commerciale dellEuropa verso la Cina, molto elevato perch noi Europei non producevamo nulla da esportare che piacesse ai cinesi. Quando questo enorme deficit rischi di mettere in crisi leconomia Britannica, i dirigenti della Compagnia delle Indie furono richiamati allordine e invitati a porre rimedio; tentarono di tutto, arrivando addirittura a cercare di vendere ai cinesi dagherrotipi erotici o pornografici, ma il normotipo della donna europea non era di gradimento per i maschi dellimpero celeste.

La Compagnia delle Indie Orientali

La situazione ebbe una svolta, purtroppo per i cinesi pessima, quando dallIndia, colonia Britannica, la Compagnia inizi a esportare e vendere in Cina grossi quantitativi di oppio. Chiaramente questa mossa riport in equilibrio la bilancia commerciale, ma cost diverse generazioni di cinesi tossicodipendenti e gener un profondo odio contro gli occidentali da parte della popolazione locale che vedeva il degrado morale che luso delloppio ingenerava nella loro terra.

La rivolta dei Taiping (1849-1853)

Odio che culmin nelle due guerre delloppio, che portarono alloccupazione coloniale della Cina e alla rivolta prima dei Taiping e quindi dei boxer (1899-1901), rivolta che cost numerose vittime agli occupanti occidentali e obblig tutte le forze coloniali, tra le quali anche lItalia a un massiccio intervento militare. Questa ferita, come quella inflitta dai Giapponesi nelloccupazione tra il 37 e il 45, non si mai rimarginata nella memoria collettiva del popolo cinese. Le radici culturali e i ricordi fotografici Tornando a oggi, possiamo dire che lunica cosa rimasta allEuropa dinteressante per il resto del mondo sono le vestigia di un passato glorioso, una sorta di parco dei divertimenti a tema, da visitare e fotografare. Purtroppo per, anche questaspetto per i cinesi secondario e sacrificabile, infatti, se lex imperatore del mondo, lo yankee, non aveva radici culturali proprie e per questo veniva in Europa, per trovarle, il nuovo imperatore, il mandarino, ha una storia millenaria come la nostra e pertanto qui non cerca radici, ma solo ricordi fotografici da sfoggiare al rientro a casa. Circa dieci anni fa quando lavoravo con la Cina, venne in Italia, ospite della Societ di cui ero consulente, il Governatore della Provincia del Gansu, le province in Cina sono come le nostre Regioni. Ero in macchina con lui e altri della sua delegazione, passando vicino alla Galleria Nazionale di arte moderna che si trova a Roma, attratto dalla costruzione mi chiese cosera e gli spiegai che si trattava del museo dove erano esposte le opere dei maggiori autori moderni italiani e anche di alcuni artisti europei, dallottocento in poi. Dopo alcuni istanti di silenzio, con un sorriso velatamente ironico, mi disse: Per gli americani un quadro dellottocento antico perch prima Galleria Nazionale dArte Moderna - Roma non hanno nulla, invece per voi europei, come per noi cinesi, un quadro dellottocento moderno perch prima abbiamo secoli e secoli di arte e cultura. Che dire, aveva pienamente ragione ed esattamente per questo motivo, che noi europei siamo poco interessanti per loro anche sotto laspetto della storia, mentre lo eravamo moltissimo per gli americani, perch per i cinesi siamo una curiosit culturale, per gli americani eravamo e siamo le loro radici culturali. 10

La Grande Muraglia? pietre, solo pietre. Quanti di voi conoscono la cultura cinese? Intendo non in modo superficiale ma approfondito? Direi senzaltro pochi, normale non una mancanza da parte nostra, noi abbiamo la nostra cultura e a quella abbiamo sempre fatto riferimento. La cultura cinese, come la loro cucina, per noi pi una curiosit, esattamente come sono per loro la nostra cultura e anche la nostra cucina. Ora vi faccio unaltra domanda, se per migliorare il vostro standard di vita e soprattutto quello dei vostri figli, vi dicessero che necessario radere al suolo la Grande Muraglia cinese, avreste remore? Che significato ha per voi la muraglia cinese?

The Great Wall

Permettetemi di rispondere anche per voi: solo pietre, pietre una sopra laltra, ecco cos la muraglia per noi, per carit pietre impilate architettonicamente bene, ma sempre e solo pietre, mentre per loro un simbolo di forza, di lotta, di potenza il simbolo del loro passato millenario e glorioso, come il dragone; ora fatevi la stessa domanda, per al contrario e mettete un cinese al vostro posto e il Colosseo al posto della muraglia, secondo voi cosa risponderebbe il cinese? cambiando lordine dei fattori, il risultato non cambia!

La coda del Dragone


Un altro aneddoto, forse conosciuto perch apparso su un paio di riviste, che ho vissuto personalmente: ero a Hong Kong, subito fuori la city, in un ristorante sul mare, in una baia con il porto turistico e una grande costruzione residenziale, di lusso, che si snodava per diverse centinaia di metri sulla costa dalla parte opposta della baia. La costruzione era moderna, colorata, non eccessivamente alta, come invece sono i grattacieli della city, comunque sempre una ventina di piani e aveva una particolarit: a met circa della costruzione cera unapertura quadrata che si estendeva per diverse decine di metri in lunghezza e per alcuni piani in altezza, esattamente al centro dello sviluppo verticale dellimmobile, diciamo tra il decimo e il quindicesimo piano, era molto visibile. Incuriosito, chiesi a uno dei commensali Hong Kong La baia dallHotel Carlton cinesi che mi ospitavano, cosa fosse quellapertura, che significato avesse e, uno di questi, il pi anziano, mi disse che l terminava la coda del dragone rosso simbolo della Cina, del suo potere imperiale.

11

Nelliconografia classica cinese, il dragone ha la testa a nord, sotto la Mongolia, la bocca aperta rivolta a occidente, cio verso lEuropa, il corpo che si snoda su tutto il paese, con la coda che finisce in mare e quella coda entra in mare nel sud del paese, proprio dalle parti di Hong Kong. Pertanto, mi spieg sempre il mio cortese ospite, seguendo la filosofia taoista del feng shui che regola la costruzione e larredamento delle case in Cina, larchitetto ha lasciato lapertura per permettere alla coda del drago di arrivare liberamente al mare. Capite bene che chi ha questa visione della vita, rinuncia cio a un grande profitto, pensate, infatti, a quanti metri quadri di appartamenti da vendere ha rinunciato quel Feng Shui: aria e acqua costruttore cinese per rispettare il dragone, cio il suo paese, non avr certamente nessuna remora ad affondare leconomia di un continente, quello europeo, per giovare al suo paese, cio al dragone. Il dragone ci presenta il conto! Lultimo aneddoto che cito anche questo legato alla visita del Governatore del Gansu; nei giorni della sua permanenza in Italia andammo a visitare molte imprese, attive in settori produttivi dinteresse per lo sviluppo economico della Provincia da lui guidata. Alcune di queste erano in Veneto e chiaramente per cortesia, ma anche per opportunismo commerciale, portai il Governatore a visitare Venezia e tra le varie tappe ci fermammo con il motoscafo anche sullisola di San Giorgio, di fronte a Piazza San Marco, dove c una bellissima Basilica.

Basilica di San Giorgio Maggiore bacino di San Marco (Venezia)

Entrammo nella Basilica, appunto di San Giorgio, dove troneggia un dipinto del Santo a cavallo che trafigge il drago con la lancia, nella pi classica iconografia Cristiana, il Governatore diede uno sguardo sfuggente e tir dritto uscendo subito.

12

Devo dire che l per l non percepii nulla di strano, ma la sera, a cena, il primo segretario del Governatore mi avvicin e con fare diplomatico mi disse: Sua Eccellenza ha voluto dimenticare ci che successo oggi pomeriggio, perch la stima e in questi giorni ha molto apprezzato la sua professionalit, ma per il futuro faccia maggiore attenzione!. Rimasi alquanto perplesso e chiesi al mio interlocutore il significato di quanto mi aveva detto e la risposta fu: Quel quadro, in quella Chiesa, unoffesa al nostro paese, alla San Giorgio uccide il Drago Vittore Carpaccio (1506) Basilica di S.Giorgio (Venezia) nostra cultura, il drago il simbolo del potere imperiale cinese e per noi una grave offesa vedere rappresentata luccisione di un drago come se noi sputassimo sulla croce, quale simbolo delle vostre radici culturali. La Cina ha subito per anni la spocchia dei paesi occidentali che bollavano quel paese come: in via di sviluppo se non sottosviluppato, ostentando una sorta di superiorit genetica quasi fosse un paese di categoria inferiore; negli ultimi tre secoli, li abbiamo prima occupati, drogati e depredati, poi lasciati in balia dei Giapponesi che ne hanno fatta macelleria, quindi sbeffeggiati per il loro fanatismo ideologico e combattuti nelle guerre locali della seconda met del 900, ora ci stanno presentando il conto di questi comportamenti ed un conto salato, molto salato. La lettura della rivelazione Ripeto non ho nessuna visione catastrofica, non immagino guerre nucleari o assalti allarma bianca di un miliardo di cinesi alle frontiere, ma apocalittica certamente s. Chiaramente, come ho gi scritto, apocalittica nel senso di rivelazione, avvenimenti che se, pur descritti in una forma, in un genere letterario a prima vista criptico, se sono letti senza pregiudizi o scetticismi inutili, possono diventare chiarissimi e rivelare un possibile futuro.
Esercito Popolare di Liberazione della Repubblica Popolare Cinese Escludendo le parti del Libro dellApocalisse di carattere prettamente teologico, quali la discesa della Gerusalemme dal cielo o la schiera dei Santi in vesti candide e la sua funzione complessiva allinterno della Bibbia, per la quale rimando alle prossime righe, ci sono alcuni avvenimenti che Giovanni descrive con un genere letterario che possiamo definire allegorico.

13

LApostolo ha cercato di descrivere le visionirivelazioni avute, relative a certi accadimenti, usando la terminologia a lui pi familiare, cio con espressioni letterarie consone allepoca in cui ha scritto questo Libro. Pensate a un uomo del primo secolo dopo Cristo che ha la visione di un aereo o della televisione, o di un elicottero dassalto che spara razzi, non deve essere semplice da rendere a parole, vorrei vedere voi descrivere queste visioni solo con le conoscenze dellepoca. Breve inciso c al capitolo nove del Libro la descrizione di un esercito di enormi cavallette, il primo guai seguito al suono della tromba del quinto Angelo: avevano il ventre simile a corazze di ferro e il rombo delle loro ali come rombo di carri trainati da molti cavalli lanciati allassalto, avevano code come gli scorpioni e aculei e cosa sono questi se non elicotteri Apache o Mangusta allassalto con missili (aculei) sotto le alette laterali? Il pi bel romanzo davventura Il Libro dellApocalisse di San Giovanni nel suo insieme la descrizione del combattimento escatologico che coinvolge Dio e satana con oggetto di conquista luomo o meglio la sua anima e si conclude con la vittoria di Ges e con la promessa del Suo ritorno glorioso al termine della storia creata, alla fine dei tempi. La nostra Sacra Scrittura, la Bibbia, Antico e Nuovo Testamento, inizia con il Libro della Genesi, i cui primi tre capitoli contengono la rivelazione della creazione del mondo, delluomo e del peccato originale con labbandono di Dio da parte delluomo e finisce con lApocalisse con la rivelazione della nuova Gerusalemme, cio il ritorno a Dio delluomo la sua riconciliazione definitiva con Lui e larrivo di Ges, Re glorioso delluniverso. Dalla Genesi allApocalisse narrato il cammino di salvezza offerto alluomo da Dio; in pratica La Bibbia , che il Signore mi perdoni questa blasfemia, il romanzo di avventura pi bello e avvincente mai scritto, perch narra la storia della nostra salvezza, della salvezza del genere umano, attraverso il combattimento, tra mille peripezie, contro il nemico, cio satana e lApocalisse di San Giovanni latto finale di questo romanzo.
Elicottero dattacco Hughes AH-64 Apache

La creazione di Adamo (particolare) Michelangelo Buonarroti (1511) Cappella Sistina (Citta del Vaticano)

14

La visione escatologica Questo il punto di vista escatologico al quale mi riferisco, sin dallinizio del mondo c un combattimento in atto, che non detto si svolga sempre in modo cruento, anzi dopo secoli di uso delle armi probabile che satana stia tentando altre strade quello attuale sembra pi uno scontro tra civilt, tra culture, a suon di miliardi. Ora indubbio che il depositario della cultura Cristiano-Cattolica sia il Vecchio Continente, pertanto consapevoli o no, chiunque tenta di conquistare, per assoggettarla, lEuropa e cancellarne cos anche le radici Cristiane, aiuta chi vuole eliminare la Chiesa. Ricordo a tutti che questo sradicamento culturale stato tentato ripetutamente nel corso degli ultimi secoli, basti pensare a tutte le filosofie e ideologie ateo-illuministe dallumanesimo, allodierno relativismo laicista, ma quello che ci andato pi Basilica di San Pietro (Roma) vicino proprio il comunismo che ha tentato di seminare il deserto della fede nei paesi dove ha governato, alcuni dei quali, tutti quelli Est-Europei di antichissima tradizione Cristiana. Non tutto quello che esiste, visibile Ho molti amici non credenti e ogni qual volta, nelle nostre discussioni, entra in ballo il demonio ridono e mi tacciano di bigotto superstizioso, per carit ognuno ha ci che si merita, evidentemente mi merito questi epiteti, per posso garantirvi che io ho la certezza dellesistenza del demonio. Non ne conosco la forma, n la sostanza, ma sono certo della sua esistenza e so anche che il pi intelligente e astuto di tutte le creature, s perch anche lui come noi creatura e non certamente creatore. Con la sua astuzia da sempre condiziona i comportamenti degli esseri umani, siano questi consapevoli di questo condizionamento o no e a differenza di Dio che chiama alla libert, nella piena libert decisionale delluomo, lui, il demonio, attira e intrappola e da questa prigionia difficile uscire. Se avete voglia, leggetevi, nel XXIII canto dellInferno della Divina Commedia, quello famoso per il Conte Ugolino, il passo relativo al colloquio di Dante con Fra Alberigo e capirete cosa intendo dire quando parlo di persone prigioniere del demonio. Ci sono varie gradazioni di prigionia, si parte dal carcere duro, il 41bis, cio gli indemoniati, i posseduti, per arrivare alla libert vigilata, cio quelli che pensano di essere superiori e trasformano in dio il proprio io e solo a questo rendono onore e diventano cos facili prede del padre di tutti i vizi che non lozio, ma lorgoglio che ha portato Lucifero (satana) a dire no e porta, in egual misura, tutti gli uomini che rifiutano Dio allo stesso no.

Lucifero: il pi astuto degli angeli decaduti

15

Scusate questa divagazione ma era necessaria per evitare fraintendimenti, io, infatti, non penso che la Cina sia satana, n tantomeno che i cinesi siano demoni, ma penso che ci siano alcune persone, purtroppo anche in posti di comando, che non sono propriamente degli stinchi di santo. Queste persone attingono sicuramente ispirazione da qualcosa che non ha nulla a che vedere con lAmore di Dio, con il bene, anzi il suo esatto contrario ed questo il vero problema. Un uomo mite e umile Vi devo confessare che quando ho iniziato a scrivere queste pagine il mio cuore non era certo leggero, ho quattro figli giovani e una nipotina di venti mesi, se questo scenario futuro, riguardasse solo me non sarei particolarmente preoccupato, ma pensare alla loro vita in un mondo governato da pochi tecnocrati dediti solo al profitto e pronti a tutto per questo profitto, questa possibilit sinceramente mi affliggeva. Come spesso mi accade, per, succede qualcosa che completa il quadro mentale allinterno del quale si Congresso del Partito Comunista Cinese generano questi pensieri o se preferite chiamatele pure: folli elucubrazioni, non mi offendo. Laltra sera un uomo di ottantaquattro anni, minuto, dallaspetto gracile e dai modi miti e umili, rimasto fermo e sereno, sempre sorridente, mentre una bufera di vento e pioggia faceva saltare il programma del suo intervento davanti a oltre un milione di persone per lo pi ragazzi. Ho seguito, sin dallinizio, levolversi in diretta TV e la sua calma e fermezza davanti a quella situazione inattesa, hanno tenuto quel milione e pi di persone al loro posto sotto vento e pioggia, la forza che sprigionava quelluomo era talmente evidente che ha rinfrancato e sostenuto tutti. Proprio quel forte evento atmosferico, cio un accadimento apparentemente negativo, che ha stravolto il programma, impedendo a quelluomo di parlare, ha messo in luce da dove viene la forza che in lui, come in tutti quelli che hanno fede.

Benedetto XVI nel pieno della tempesta di pioggia e vento a Madrid il 20 Agosto 2011

16

Quel milione e oltre di persone, sotto la pioggia battente, allingresso di qualche grammo di farina e acqua, trasformati in ostia, si sono tutte inginocchiate a terra nel fango e in un assoluto silenzio hanno adorato per venti minuti quei pochi grammi di farina e acqua.

Adorazione, preghiera e condivisione

solo acqua e farina? Quella farina trasformata in pane vivo in effetti, era ed Ges, il Signore, il vero e unico Re dellUniverso e in quel momento stato evidente che la forza di quelluomo mite e umile, che in realt un gigante della storia come il suo predecessore, sta tutta l in Ges, in nessun altro e tanto meno in se stesso, nel suo io. Non poteva esserci messaggio migliore per il mondo, luomo, anche se Papa scompare davanti al Signore, siamo servi inutili dobbiamo solo fidarci, affidarci, avere fede, in Ges, il resto lo fa Lui. Il Papa teologo, che Dio ci conservi il pi a lungo possibile Benedetto XVI, ha dovuto rinunciare alla catechesi, ma ha trovato ugualmente la sua vittoria, il suo successo, nel Santissimo, affidandosi a Lui, a quei pochi grammi di farina e acqua.

Il Santissimo

Forse questo successo agli occhi di chi vede solo laspetto secolare della storia non c, perch non riesce a vederlo, ma per chi come me cerca di guardare allaspetto escatologico, spirituale, della storia e della vita, quello che accaduto nella veglia per lAdorazione Eucaristica a Madrid ha un enorme significato. Quello stravolgimento inaspettato del programma ha dato significato a tutto il resto, perch quello non era un evento sportivo o, uno spettacolo, era un incontro, un incontro con il Signore e proprio quellincontro diventato lunico avvenimento, il vero evento. Dio Amore, bene assoluto ed lunico Creatore, il resto della storia e della vita interpretato da creature, non esiste il dio del male, esiste lodio, esiste la malvagit, esiste linvidia, esiste lorgoglio, esistono le inclinazioni negative che spingono luomo a compiere il male ed esiste un ispiratore di queste inclinazioni negative, satana, ma esiste anche un trionfatore certo della storia: Ges, perch scritto ed Parola di Dio che le porte degli inferi non prevarranno.

17

Come si esce dalla societ dei consumi Leconomista-filosofo francese Serge Latouche ha scritto un libro, pubblicato nel 2011 che sintitola Come si esce dalla societ dei consumi, in questo libro sono trattati tutti i principali temi e argomenti riguardanti la necessit di abbandonare l'illusione, pericolosa secondo lui, di una crescita illimitata in un pianeta dalle risorse limitate. Non si tratta, a suo giudizio, di contrapporre un tipo di sviluppo "buono" a uno "cattivo", ma di uscire dalla logica e dall'ideologia dello sviluppo stesso. La crisi economica attuale pu essere vista, Serge Latouche secondo lautore, come una buona notizia, se servir ad aprire gli occhi sullinsostenibilit del "progresso" che l'Occidente ha realizzato fin qui. Per Latouche, infatti, la via della decrescita serena passa in primo luogo per una presa di coscienza che lo sviluppo un'invenzione dell'uomo, e che il rapporto tra uomo e natura pu essere rimodellato in una dimensione molto diversa che definisce "conviviale". E ci nel rispetto della legge dell'entropia e all'insegna di quella che egli chiama "opulenza frugale": meno consumi materiali e pi ricchezza interiore, meno "ben-essere" e pi "ben vivere". (da Politicambiente.it Maggio 2011)

Conclusione Questo sar il futuro, lEuropa dovr sacrificare la sua opulenza consumista perch costretta dalla crisi e dallincombenza del nuovo impero, del NWO, ma ritrover in se stessa nelle sue radici culturali, una migliore ragione di vita. Non pi avere per essere, ma amare per essere e la radice della nostra cultura, della cultura europea, Cristiana ed proprio l, nel rapporto con il Dio-Amore che luomo europeo ritrover la vera ragione di vita, una nuova via, una rinascita. Quanto successo a Madrid, solo il preambolo, un piccolo aperitivo, di questa nuova via, un esempio di come pu essere la societ quando c amore e comunione, quando c il Dio-Amore presente nel cuore dei singoli e nella comunione con gli altri.

Ges confido in Te, mi fido ti Te, ho fede in Te!

Scusate, dimenticavo, anche questo futuro damore lo potete leggere nellApocalisse, infatti, dopo la faccenda della Donna coronata di stelle e del grande drago rosso, prima dello scontro finale e del ritorno glorioso di Ges, il drago sar sconfitto e imprigionato nello stagno di fuoco per mille anni, durante i quali ci sar un tempo di pace ma questa unaltra storia, un altro capitolo della avventura. 18