Sei sulla pagina 1di 4

EUROPA E INTERCULTURA: PROGETTARE LA DIDATTICA ED UNA METODOLOGIA INTERCULTURALE - Stereotipo

e sociotipo

Introduzione

I termini di stereotipo e sociotipo sono strettamente legati al concetto di cultura. Levi-Strauss definisce cultura tutto ci che non natura. La natura pone il bisogno di nutrirsi, coprirsi, procacciarsi il cibo e sopravvivere. Le diverse culture offrono modelli culturali volti alla ricerca del modo migliore di raggiungere tali obiettivi come, ad esempio, quello di procurarsi il cibo, prepararlo e distribuirlo, il modo di creare delle abitazioni, le regole di corteggiamento e cos via. Dagli anni 50 in poi lantropologia culturale ha elaborato e imposto il concetto di relativismo culturale secondo cui ogni cultura, in quanto risposta originale ai bisogni di natura, degna di rispetto. Alcuni modelli culturali tuttavia possono risultare pi produttivi di altri e quindi costituiscono la civilt di un popolo allinterno della quale possibile riconoscere dei tratti caratterizzanti. possibile rintracciare cos, nelle diverse culture, degli elementi peculiari che rappresentano una parte distintiva e identificativa di una civilt, che non per totalizzante. Nel corso del tempo tali tratti distintivi di un popolo o di una civilt sono stati interpretati in una maniera rigida e riduttiva trasformandosi in ci che oggi definiamo stereotipo. La psicologia sociale si serve di questo termine nel senso di categoria generalizzata, di prodotto errato e di abitudini fisse, differenziando tra oggettivazioni culturali, schemi cognitivi e opinioni e immagini che caratterizzano gruppi sociali1. Analogamente al pregiudizio anche lo stereotipo sinonimo di una opinione acritica, perci gli stereotipi vengono confrontati con le realt alle quali si

Cometa, Coglitore, Mazzara, Dizionario degli studi interculturali, 2006 p. 451.

riferiscono e quindi generalmente riconosciuti come non corrispondenti alla realt o corrispondenti solo in parte. Lo stereotipo ha tuttavia una funzione molto importante, cio quella di aiutare lindividuo per mezzo di semplificazioni a differenziare, definire e stabilizzare la realt circostante. Anche se questa semplificazione non rappresenta la realt oggettiva, funge comunque per lindividuo da orientamento. Gli stereotipi offrono quindi motivi e materiali per costruire limmagine complessiva della propria nazione, come delle altre, e - in un ottica educativa ed interculturale - costituiscono un punto di partenza per affrontare un percorso di conoscenza di una cultura altra fino ad arrivare al concetto di sociotipo.

Attivit
Proposta: Si considerino, almeno due tipi di stereotipi, riferiti ad altre culture, si faccia unanalisi dei tratti salienti e uno studio delle motivazioni secondo il percorso sperimentato.

I tedeschi sono amanti della birra

La predilezione per la birra da parte dei tedeschi nota sin dal 99 d.c. quando Tacito, nella sua monografia Germaniae descrive accuratamente le abitudini dei popoli che abitavano li inospitali zone bagnate dal Reno. Lo scrittore latino afferma che i germani fabbricavano e bevevano abitualmente lidromele, una bevanda ottenuta dalla fermentazione di granoturco e di miele. Sin dallantichit, dunque, la produzione e la stima della birra una tradizione ben nota e documentata. In epoca moderna e contemporanea, poi, tale cultura andata ampliandosi, infatti in Germania ancora oggi tra i maggiori produttori ed esportatori di birra. E risaputo che i tedeschi siano molto orgogliosi delle tradizioni e della cultura che contraddistinguono il loro popolo. Pertanto la passione per la birra, bevanda che considerata da tempo simbolo della Germania, da pensarsi quasi come una

dichiarazione di patriottismo. Lo stereotipo che ritiene i tedeschi amanti della birra spesso accompagnato ad un altro, pi maligno, che li ritiene eccedenti nellassunzione della stessa bevanda. Le motivazioni che possono spingere a bere fino a procurarsi ebbrezza sono molte diverse, ma in genere, alla base c sempre il desiderio di evadere dalla quotidianit e di provare sensazioni diverse dalle solite. E chiaro che questo desiderio non tipicamente tedesco, bens condiviso da altri popoli, ma, poich in Germania, la vita pubblica regolata da un sistema legislativo molto complesso e intransigente, la ricerca di evasione probabilmente pi marcata. Ogni anno a Monaco di Baviera si festeggia lOKTOBER FEST, cio all'inizio del mese di ottobre c' la festa della birra che attira persone da ogni parte d'Europa. Non solo si festeggia a Monaco, ma anche in altre citt della Germania come Stoccarda. Queste ricorrenze durano un mese circa. La Germania la maggiore produttrice di birra poich dotata di vasti campi di malto che ne permettono la produzione e l'esportazione in vari Paesi. Gli inglesi e il t delle cinque Quanto il t faccia parte della cultura inglese si capisce da un tipico idiom della lingua inglese: Its not my cup of tea! che significa Non fa per me!. Ma quali sono le origini di questo tradizionale rito? Il t probabilmente la quintessenza delle bevande inglesi, nonostante non sia originario delle isole britanniche. Fu importato dalla Cina solo verso la met del XVII secolo. Dal 1840 divenne una vera e propria moda con la Duchessa Anna di Bedford, che inizi la tradizione con una semplice tazza di t accompagnata da pane e burro, servita intorno alle quattro e mezza del pomeriggio. Divenne presto unabitudine per lei che cominci ad invitare le sue amiche e successivamente si trasform in un evento sociale alla moda. Durante let vittoriana le signore della upper-class si cambiavano dabito, indossavano guanti e cappellini e prendevano parte allafternoon tea, servito tra le quattro e le cinque del pomeriggio, non solo

per gustare un buon t, ma anche per passare del tempo conversando amabilmente. Il tradizionale afternoon tea consiste in una selezione di delicati sandwich (compresi i famosi sandwich al cetriolo), scones serviti con creme e marmellate e il classico Earl Gray o Darjeeling Tea. Talvolta cerano anche torte e pasticcini. Il t veniva servito in tazze di fine porcellana cinese da una teiera in argento, bevuto con latte e con laggiunta di zollette di zucchero. E tuttora possibile gustare il tradizionale t allinglese in alcuni hotel di lusso come il Claridges, il Dorchester, il Ritz e il Savoy di Londra. Nella quotidianit, lusanza si trasformata e dal lusso e ricercatezza della tradizione si passati ad una semplice mug con t accompagnato da biscotti acquistati al supermercato. I ritmi frenetici della vita moderna danno meno spazio alle frivole conversazioni di un tempo, ma certo il t rimane un punto fermo della cultura britannica e lEnglish Tea ha tuttora un gusto particolare.