Sei sulla pagina 1di 45

I sistemi radianti e il comfort ambientale negli edifici ospedalieri

Progettazione di un sistema a soffitto radiante per stanze di degenza


Alba 23 marzo 2001

DIMENSIONAMNTO IMPIANTO A SOFFITTO RADIANTE

Dimensionamento Il dimensionamento di un impianto a soffitto per la climatizzazione di un edificio deve tener conto di due regimi di funzionamento: quello invernale e quello estivo per entrambi i quali vanno garantite condizioni di comfort.

marted 13 aprile 2004 SISTEMI RADIANTI E COM FORT AMBIENTALE

Progettazione 1. Calcolo dei carichi termici 2. Si identifica il regime stagionale pi critico (di solito quello estivo) 3. Si esegue il dimensionamento per tale stagione (pannelli e aria primaria) 4. Si verificano le condizioni di benessere nella stagione considerata 5. Si valutano le condizioni operative che garantiscono il comfort desiderato nella restante parte dell'anno.

marted 13 aprile 2004 SISTEMI RADIANTI E COM FORT AMBIENTALE

Se la stagione critica quella estiva

1. il soffitto in grado di coprire l'intero carico sensibile


aria dimensionata su carico latente

2. il soffitto non in grado di coprire l'intero carico sensibile


- Impianto ausiliario dimensionato sul carico latente
- Dimensionamento dei due impianti sul carico sensibile
marted 13 aprile 2004 SISTEMI RADIANTI E COM FORT AMBIENTALE 5

Se la stagione critica quella invernale


Aria primaria dimensionata per rinnovo e umidit.

Il soffitto radiante copre tutto il carico termico:


aria solo per rinnovo

Il soffitto radiante non copre tutto il carico termico


necessit di unintegrazione con aria, radiatori o pavimento radiante
marted 13 aprile 2004 SISTEMI RADIANTI E COM FORT AMBIENTALE

Restante parte dellanno Una volta eseguito il dimensionamento del soffitto per la stagione pi gravosa, si determinano le condizioni di lavoro per la restante parte dellanno ossia:
temperatura dellacqua di mandata del soffitto temperatura e umidit specifica dellaria immessa

marted 13 aprile 2004 SISTEMI RADIANTI E COM FORT AMBIENTALE

CALCOLO DELLA RESA DEL SOFFITTO

Rese in camera di prova secondo EN14240 e EN14037

marted 13 aprile 2004 SISTEMI RADIANTI E COM FORT AMBIENTALE

Resa
In raffrescamento q=K' x 9.17 x DT 0,967 In riscaldamento q = K' x 52.07x DT 1.11078 K un fattore che dipende dalla ventilazione, dallirraggiamento delle facciate e dallaltezza del soffitto. Si consiglia T = 9 C per il funzionamento estivo (t. amb. 26 C, T media acqua 17 C) Per la stagione invernale (t. amb. 20 C , T media acqua 34C) si pu arrivare a T = 13-14 C

marted 13 aprile 2004 SISTEMI RADIANTI E COM FORT AMBIENTALE

10

Fattore correttivo K
fattore di altezza che tiene conto dell'altezza del locale fattore di ventilazione: in quanto anche in presenza di un leggero movimento d'aria la resa risulta maggiore fattore di facciata

marted 13 aprile 2004 SISTEMI RADIANTI E COM FORT AMBIENTALE

11

Resa con vel. dellaria di 0,1 m/s e soffitto a 3 m


Giacoklima me tallico
23 0 22 0 21 0 20 0 19 0 18 0 17 0 16 0 15 0 14 0 13 0 12 0 11 0 10 0 90 80 70 60 50 40 30 20 10 0 1 2 3 4 5 6 7 8

W/m2

Raffre ddame nto

Ris ca ldame nto

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

De lta T

marted 13 aprile 2004 SISTEMI RADIANTI E COM FORT AMBIENTALE

12

ESEMPIO DI DIMENSIONAMENTO

Camera degenza tipo

Camera tipo di superficie pari a 22,3 m, altezza libera 3,3 m, altezza controsoffitto 3 m. marted 13 aprile 2004
SISTEMI RADIANTI E COM FORT AMBIENTALE 14

Serie GK Tipologia GK 60x60 liscia

GK60x60 (modulo 600x600 mm) Pannelli 575x575 mm lamiera liscia RAL 9003 Struttura portante a vista PSV

marted 13 aprile 2004 SISTEMI RADIANTI E COM FORT AMBIENTALE

15

Serie GK Tipologia GK 60x60 liscia

marted 13 aprile 2004 SISTEMI RADIANTI E COM FORT AMBIENTALE

16

GK60x60: camera con controsoffitto

marted 13 aprile 2004 SISTEMI RADIANTI E COM FORT AMBIENTALE

17

GK60x60: struttura portante a vista base 12 mm

marted 13 aprile 2004 SISTEMI RADIANTI E COM FORT AMBIENTALE

18

GK60x60: camera con pannelli attivabili e lampade

marted 13 aprile 2004 SISTEMI RADIANTI E COM FORT AMBIENTALE

19

Condizioni ambiente richieste Condizioni estive 26 C 50 % U.R.

Condizioni invernali

22 C

Carichi termici estivi camera tipo

Carico frigorifero totale (QF ) Carico sensibile (QTS ) Carico latente (QTLL)

2250 W 2000 W 250 W

Carico termico invernale camera tipo Carico termico totale 1350 W


marted 13 aprile 2004 SISTEMI RADIANTI E COM FORT AMBIENTALE 20

Dimensionamento

Portata aria di rinnovo T mand. aria estiva Potenza sensibile aria (Q Potenza latente (Q
s-aria s-aria

135 m/h (2 vol/h) 17 C ) 400 W 250 W

A carico del soffitto radiante resa il carico sensibile residuo Potenza sensibile soffitto (Q
s-soff

1600 W

marted 13 aprile 2004 SISTEMI RADIANTI E COM FORT AMBIENTALE

21

Calcolo pannelli attivi

Dimensioni pannello

575 mm x 575 mm 0,61 m

Resa estiva (

T = 9 C )

100 W/m (Rest) 33 W/pannello (Rest-pann)

marted 13 aprile 2004 SISTEMI RADIANTI E COM FORT AMBIENTALE

22

Calcolo pannelli attivi

Il dimensionamento eseguito in raffrescamento Nr. totale pannelli interi e attivabili 54

N . pann.att. =

QS soff

est pann

Nr. pannelli attivi


marted 13 aprile 2004 SISTEMI RADIANTI E COM FORT AMBIENTALE

49
23

Definizione pannelli attivi

marted 13 aprile 2004 SISTEMI RADIANTI E COM FORT AMBIENTALE

24

Definizione distribuzione e collegamenti

marted 13 aprile 2004 SISTEMI RADIANTI E COM FORT AMBIENTALE

25

Definizione distribuzione e collegamenti

marted 13 aprile 2004 SISTEMI RADIANTI E COM FORT AMBIENTALE

26

Definizione distribuzione

Nr. massimo pannelli in serie Nr. serie Nr. collettori

17 3 1

(in abbinamento alla camera a fianco)

marted 13 aprile 2004 SISTEMI RADIANTI E COM FORT AMBIENTALE

27

Calcolo portate e perdite di carico

Kv GK60 T Resa pannello Resa serie

2,50 2,5 C 33 W/pann. 562 W

marted 13 aprile 2004 SISTEMI RADIANTI E COM FORT AMBIENTALE

28

Calcolo portate

Pserie =

1.163 T

serie

Portata serie
marted 13 aprile 2004 SISTEMI RADIANTI E COM FORT AMBIENTALE

193,3 l/h

29

Calcolo perdite di carico

Pserie 1 p = N . pann.serie Kv 100

p serie
marted 13 aprile 2004 SISTEMI RADIANTI E COM FORT AMBIENTALE

1020 mm

30

Collettori di distribuzione

marted 13 aprile 2004 SISTEMI RADIANTI E COM FORT AMBIENTALE

31

Schema di centrale

marted 13 aprile 2004 SISTEMI RADIANTI E COM FORT AMBIENTALE

32

Schema di centrale

marted 13 aprile 2004 SISTEMI RADIANTI E COM FORT AMBIENTALE

33

Trattamento aria Batteria di raffreddamento (stanza singola) Potenza S/T Sens. Lat. 1500 W 0.53 795 W 705 W

marted 13 aprile 2004 SISTEMI RADIANTI E COM FORT AMBIENTALE

34

Controllo risultati
DATI UTA (camera tipo) Portata Carico asportato in ambiente (Timm 17 C x 9,25 g/kg) (temp. est. 32C DT acqua 7-12 C) Carico latente asportato in ambiente Carico sensibile asportato in ambiente Anche il carico latente coperto 250 kW 400 kW 135 m/h 650 W

marted 13 aprile 2004 SISTEMI RADIANTI E COM FORT AMBIENTALE

35

FUNZIONAMENTO INVERNALE
CARICO INVERNALE Resa richiesta 1500 W 30,6 W/pannello 92,6 W/m DT richiesto T ambiente T media acqua DT acqua T mandata acqua Resa invernale 14 C 22 C 36 C 2,3 C 37,2 C 1500 W

Il carico invernale coperto

marted 13 aprile 2004 SISTEMI RADIANTI E COM FORT AMBIENTALE

36

REGOLAZIONE SOFFITTO RADIANTE

Controllore di rete KM20x


Il controllore KM20x GIACOKLIMA svolge 2 funzioni fondamentali: gestisce e coordina il funzionamento di tutti i dispositivi bus GIACOKLIMA collegati allimpianto e ne amplia le funzioni rispetto al funzionamento stand-alone agisce come interfaccia per la supervisione locale e per la telegestione

marted 13 aprile 2004 SISTEMI RADIANTI E COM FORT AMBIENTALE

38

Unit I/O KPM20


Comando attuatore #8 Comando attuatore #1 Alimentazione KPM20 (24Vac)

Controllo motore valvola miscelatrice Sonda anticondensa Bus secondario (termostati K481) Comando circolatore

Richiamo attenuazione (notte) Commutazione ESTATEINVERNO Bus primario (controllore)

Sonda T (ritorno od esterna)

Sonda T (mandata)

marted 13 aprile 2004 SISTEMI RADIANTI E COM FORT AMBIENTALE

39

Termostati ambiente K481 -K483


Da esterno (anche con sonda di umidit relativa integrata e con funzione anticondensa) Da incasso (anche con sonda di umidit relativa integrata e controllo deumidificazione)

marted 13 aprile 2004 SISTEMI RADIANTI E COM FORT AMBIENTALE

40

Unit display KD200


Lunit display KD200 un terminale di visualizzazione e controllo che pu funzionare esclusivamente in combinazione con il controllore GIACOKLIMA KM202. Il KD200 dotato di tastiera, display e interfaccia di comunicazione. Lunit display KD200 rappresenta linterfaccia locale uomo/macchina per il controllore KM202. La visualizzazione delle informazioni e le azioni determinate dallazionamento dei tasti del KD200 sono gestite dal controllore.

marted 13 aprile 2004 SISTEMI RADIANTI E COM FORT AMBIENTALE

41

Regolazione Schema generale


KPM20 - 3
OE N P CL E OS

U.R. REF.

U.R. REF.

232 2 2627 2 2 3 3 3 333435363738394041 424344 4 5 8 9 0 1 2 C 24ac V

C NC NO 1 2 3

SEC BUS
R T R T C mV + - o s

4 5 6 7

Co m AI 2 A I S E T A K S M E R MAI BUS 1 N B C U DP + V P D T + R R T C o V s - m 8 14 9 10111213 5 6 7 1 1 1 1819202122

C H R N O WT R O I N E

LEVEL 2

KPM20 - 2
CL S E O OP N E

U.R . REF.

8 9 0 1 2 2 2 3 3 3 3 3 3 4 3 5 3637 38 39 40 41 4 2 4 3 4 4

24ac V

C NC NO 1 2 3

SECBUS 4

R T R T C mV + - o s

Co m C H R N O WT R O I N E MAI BUS N AI 2 A I S E T A K S M E R 1 B C U DP + V P D T + R R T C o V s - m 5 6 7 8 9 1 0 1 1 1 2 1 3 1 4 1 1 1 18 1 9 2 0 2 1 2 2 5 6 7

KPM20 - 1
2 3 2 4
C L OE S

U.R. REF.

U.R. REF.

5 2
P N OE

24ac V

C NC NO
1 2 3

SEC BUS
R T R T C m + - o

DP
s V

Co m

+ V P AI 2 A I D 1 S E T A K S ME R R R T C o V s T + - m B C U 9 1011121 3 14 1 1 1 181 9 2 0 2 1 2 2 5 6 7

C H R N O WT R O I N E

MA I B US N

BASEMENT LEVEL - RADIANS CEILING CONTROL ZONE

K365p

KM202
CL E OS

KPM20 - 0
OE N P

- All t he b us wirin g IS ABSO LUTELY T O BE KEPT SEPARATED F ROM POWER WIRING - Use f or b oth prim ary and seco nda ry Bus 4 x0.25 mm 2 shie d ed e lectric l wir e - Prima ry a nd Se cond ary Bu s ar e to be in stalled conn ecting in "ch ain wa y" all the d evice s so t hat t he wir e e nter s an d goe s out from ea ch sing e l de vice a s clea rly ind icated into the sc heme - Th e Net Cont roller an d th e Displa y ar e to be co nnect ed th rou gh 4 x0.25 mm 2 sh ielded elec tric wir e in d irect co nne ction.
1

3 22425 26272829303132 3 3 3 3 3738394041 42434 4 5 6 C 4 2 Va c

C NC NO 1 2 3

SEC BUS

T R + R C o V s T - m

Co m C H O N WN T E R O I R AI 2 AI 1 S E A C K U M R MAI BUS N T B S E P D + V P D R T R T C mV s + - o 4 5 6 7 8 9 1 1 1 1 14151617 1 19202122 0 2 3 8

KD 200 Display

MAIN Bus SECONDARY Bus

BOTKINSKAYA HOSPITAL 1/6 GENERAL CONN ECTIONS LAYOUT

U.R. REF.

2 6 2 7 2 2 3 3 3 3 3 3 4 3 5 3637 38 39 40 41 4 2 43 44 8 9 0 1 2

ROOM 4.21 K481AY002

U.R . REF.

232 2 4 5 2627 C

ROOM 2.47 K481AY002

R OOM 7.1 A K481AY002

R OOM 7.1 B K481AY002

R OOM 7.6 A K481AY002

R OOM 7.6 B K481AY002

U.R. REF.

ROOM 7.55 A R OOM 7.55 B R OOM 3.44 K481AY002 K481AY002 K481AY002

R OOM 1.32 A R OOM 1.32 B K481AY002 K481AY002

R OOM 7.5 K481AY002

R OOM 7.4 K481AY002

R OOM 7.1 A K481AY002

R OOM 7.1 B K481AY002

Regolazione Regolazione temperatura ambiente


MAIN B US 4x 0. 25 mm2 s hielded to KP M20-3

24Vac

KPM20 - 2
A ddr 2
1 0

MAIN B US 4x 0. 25 mm2 s hielded from KPM20-1

OP E N

C LO S E

23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 4344 C

At Start-Up, every electro-t hermal actuat or requires 24VA of power Aft er 30 sec from Start-Up, every electr-thermal actuator requires 8VA

C NC NO
1 2 3

SEC BUS
R T+ R T- C om V s

Co m DP +V DP

AI2 AI 1

C R N O WI T H O N ER S TB A K E C SUM MER

MAIN B US
RT R - Com V + T s

4 5 6 7 8

9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 2122

SECONDA RY BUS 4x0. 25 mm2 shielded

Addr. 0
1 0

Addr. 1
1 0

STANZA 235

K481A
NO

K481A
NO C NC

STANZA 236

C NC

RT + R T C m o V+

RT + R T C m o V+

4B S U

4 BUS

3-C1 235 2-C1 235 1-C1 235

3- C1 236 2-C1 236 1-C1 236


LINE 24V~ NEUTRAL

Regolazione Schema generale


Electrical Transformer 230V~/24V~, power 15VA. The power 230V~ of the electrical transformer and of the pump have to be the same. to the network controller KM202

24 V~

Motore valvola miscelatrice


COM 1 DOWN 2

Mixing valve motorized-actuator 3 floating point - 24V~

UP

KPM20 - 0
C OS L E

OP E N

Addr 0
1 0

23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 4 1 42 43 44

24Vac

4 x 0,25 shielded

C NC NO 1 2 3

SEC BUS
R T+ R -C om V s T

DP

Co m +V P D

AI2 AI 1

C H R O WI N E ON T R S E B C K S MME R T A U

MA IN B U S
R T+ R T - C om V s

4 5 6 7

8 9 10 1 1 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22

Normally Open NO contact to pump

4 x 0,25 shielded

230V~

Circolatore soffitto radiante M1


to the other I/O device KPM20

sensor connection - 2x0.5 mm2 - not shielded

Delivery Temperature sensor K363P

Principali referenze in campo ospedaliero


Na me Ospedale "Maggiore della Carit" - Infectious disease ward Ospedale Civile di Lugo La Provvidenza Ospedale di Cit tadella - Psychiatry Ospedale Padova Ospedale di Cisanello - High burned ward Casa di cura "Villa dei Fiori" Ospedale de la Sant a Creu i Sant Pau Mesos Oudenrijn Hospital Ospedale La Tour - Mat ernity ward Ospedale Milinette Torino - Dentist ward Ospedale Empoli Centro dialisi RENDIAL - BARI Centro dialisi OSTIA Centro dialisi LATINA Centro dialisi Francavilla Centro dialisi Rom a Via delle Medaglie d'Oro Botkinskaya Hospital Ospedale S. Giuseppe Na tion Italia Italia Italia Italia Italia Italia Italia Spagna Olanda Svizzera Italia Italia Italia Italia Italia Italia Italia Russia Italia Buil di ng Hospital Hospital Old people's hom e Hospital Hospital Hospital Hospital Hospital Hospital Hospital Hospital Hospital Dialysis center Dialysis center Dialysis center Dialysis center Dialysis center Hospital Hospital Syste m Metallic ceiling Metallic ceiling Metallic ceiling Gipscarton ceiling Metallic ceiling Metallic ceiling Metallic ceiling Metallic ceiling Metallic ceiling Metallic ceiling Metallic ceiling Metallic ceiling Metallic ceiling Metallic ceiling Metallic ceiling Metallic ceiling Metallic ceiling Gipscarton ceiling Metallic ceiling Si te Novara Lugo di Romagna (RA) Busto Arsizio (VA) Cittadella (PD) Padova Pisa Acerra (NA) Barcellona Ut recht Ginevra Torino Empoli Bari Ostia Lat ina Francavilla (PE) Roma Mosca Empoli

marted 13 aprile 2004 SISTEMI RADIANTI E COM FORT AMBIENTALE

45