Sei sulla pagina 1di 4

Scopri il tuo ritmo classi II A e II B di Via Mazzini

IV Circolo Grosseto

Nel video di documentazione sono stati selezionati i seguenti passaggi: 1= Scopriamo il ritmo di un brano di musica popolare sarda scandendolo con la voce ed il battito delle mani 2= Sulla base musicale del brano di musica sarda aggiungiamo i legnetti 3= Il ritmo del : i bambini ritmano il valzer con i legnetti 4= Le bambine ballano il valzer 5 = Invenzioni di 2 bambine di II Bdella parte finale del brano 6 = Filastrocca Fare e Disfare in musica che sintetizza in rima il senso della RicercAzione di Musica 2020 e della lezione aperta ai genitori Brani utilizzati AI NINNORA (tradizionale sardo da Progetti Sonori 2003) Canto popolare sardo con sonorita molto accattivanti. INFORMAZIONI TECNICHE: noi abbiamo fatto cosi Abbiamo concentrato la nostra attenzione sulla parte ritmica che si ripete tra una strofa e laltra e nel finale del brano musicale. (Utilizzando la bocca, le mani, il corpo, e successivamente i legnetti, ci siamo lasciati coinvolgere da questo ritmo energetico che e piaciuto molto a tutti i bambini).

AIULE (tradizionale da Progetti Sonori 2003)

TESTO In mezzo al prato un albero ce Con tante nespole AIULE Ma dimmi un po , ma dimmi perche Cadon le nespole AIULE. N.B le parole evidenziate sono state memorizzate attraverso un gesto-chiave INFORMAZIONI TECNICHE Questo e stato il nostro primo brano con il ritmo del . Inizialmente abbiamo soltanto ascoltato il brano musicale e seguito il ritmo accorgendoci che non si batteva piu con 4 movimenti (4/4/) Abbiamo poi utilizzato il corpo come in una danza spontanea : questa scelta ha facilitato lascolto del movimento forte. Successivamente ho elicitato attraverso indizi che si trattava del ritmo del valzer, associandolo anche allascolto del valzer Il bel Danubio blu che e stato riconosciuto da alcune bambine. Abbiamo lavorato in cerchio scandendo il ritmo : A) battendo le mani sul movimento forte (il primo movimento) B) con le mani sulle ginocchia (II e III movimento) in 2 ascolti separati

Abbiamo associato alla musica il movimento delle sole gambe, delle sole braccia e poi progressivamente di tutto il corpo: questa attivita e piaciuta molto alle bambine. I bambini hanno lavorato piu volentieri scandendo il ritmo del primo movimento con i legnetti

Per la memorizzazione della strofa: 1. Abbiamo scelto un gesto chiave per facilitare la memorizzazione della sequenza: prato/ albero/ tante/ un po/ perche/ cadono/. 2. Le vocali sono state memorizzate attraverso giochi di articolazione della bocca: notando cioe i cambiamenti della posizione della bocca durante lemissione delle 5 vocali e procedendo dal lento al veloce (come un treno che progressivamente si mette in moto e poi va a regime) 3. Abbiamo notato come questo brano si prestasse ad essere variato e alcune bambine hanno provato a reinventare la II parte della strofa (gioco del variare e inventare).

FARE E DISFARE IN MUSICA (materiale inedito, autrice Leandra Allegro) Filastrocca di apertura della lezione aperta ai genitori FARE E DISFARE IN MUSICA Come momento conclusivo della RicercAzione di Musica 2020 classi II A e II B di Via Mazzini: TESTO Grazie alla musica//si puo realizzare La magia dellINVENTARE E se tu ASSEMBLI O SMONTI E COME crear tanti piccoli PONTI Quello che tu // ora vedrai E un passaggio di piccolo TRY FARE E DISFARE//questo e il tema Di una sessione di MUSICA INTERA Insieme col ritmo, col corpo e la voce// Noi ti invitiam A NON PERDER LA PACE E ad entrare //con tanto coraggio Nel nostro mondo DI SOGNO E INVENTAGGIO Qui centra tutto://EMOZIONE, CUORE E DANZA E grande e la nostra speranza: Che insieme a noi//potrai assaporare Cio che la musica ci ha fatto INVENTARE E continuare// la grande avventura Del crescere insieme rispettando la nostra NATURA:

NOI SIAMO BAMBINI//MA SIAMO PERSONE Con indole, gusti e gran propensione A sviluppare/ la FANTASIA Con immagini, giochi e musica mia Di questo noi, // ti daremo un assaggio Su comodo siedi: NON SARA UN MIRAGGIO! Ma un dono damore// ti abbiam riservato Da viver con noi senza prendere FIATO La musica in noi //RISUONA POTENTE Con luci, colori e ritmo INSISTENTE. Di questo ora//ti rendiamo PARTECIPE SI APRE IL SIPARIO SEDUTO....SI PARTE!!! INFORMAZIONI TECNICHE Ho diviso le 2 classi in tre gruppi: Un gruppo ritmico che inizialmente sosteneva con i legnetti i 4 movimenti (di semiminima), alla fine invece abbiamo usato la suddivisione a crome con la voce (ta ta ta ta, ta ta, ta ta) sincronico con Un gruppo di 7 soliste che dicevano la prima frase di ogni strofa; Il coro che invece rispondeva con la seconda frase di ogni strofa accompagnandosi da un gesto chiave che e risultato fondamentale per memorizzazione. I bambini hanno memorizzato la filastrocca scegliendo insieme le parole chiave e trovando un gesto comune (questo e visibilissimo nel video). Dopo gli input iniziali, il gruppo dei solisti ha lavorato a cerchio gestendo autonomamente la memorizzazione e sostenendosi reciprocamente con il ritmo Anche il gruppo del coro,piu o meno ha seguito lo stesso procedimento. Questo gruppo e stato da me maggiormente sostenuto nel memorizzare la sequenza (loro rispondevano con 14 frasi diverse) La sezione ritmica ha lavorato separatamente e per meno tempo: assemblandosi solo quando gli incastri delle bambine (botta e risposta) erano gia consolidati. Motivazione: Il testo e stato inventato per spiegare in modo giocoso e in rima ai genitori quale sarebbe stato il senso di fare una lezione aperta ai genitori e muoverci come avevamo sempre fatto tra di noi in laboratorio: smontando e assemblando o viceversa e non come il precedente anno scolastico in una performance . Ricadute positive: il linguaggio ritmico, la rima e luso del gesto chiave ha favorito la MEMORIZZAZIONE: abbiamo parafrasato le parole piu difficili, abbiamo condiviso la scelta delle parole chiave.

Pur lavorando con tutti, la divisione del lavoro in tre gruppi ha consentito di facilitare laiuto reciproco e la ricerca di soluzioni condivise nelle sezioni (proposta di alcune bambine piu creative e accettazione da parte del gruppo).