Sei sulla pagina 1di 24

Poste Italiane spa Sped. abb. postale DL 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art.

1, DCB Forl Redazione: via del Seminario, 85 47521 Cesena tel. 0547 300258 fax 0547 328812

Gioved 1 settembre 2011


anno XLIV (nuova serie)

numero 30 euro 1,20

30
12 Parrocchie
Nelle comunit le feste entrano nel vivo
a Da San Mauroda Fambettola, Gattolino a Gatteo e SantEgidio

Cesena
Primo settembre la Giornata del Creato

Chiesa e tasse
Non privilegi ma esenzioni per rilevanza sociale
ntervista al giurista e rettore delllUniversit Lumsa Giuseppe Dalla Torre

Cesena
Si avvicina linizio dellanno scolastico
razie zione La ComitiGcorsi diallassociava studio gratuito per studenti

13,16,17

i celebra alle 21 al Monte a Cesena con la messa del vicario Virgilio Guidi

EDITORIALE Uscire dal pantano


di Francesco Zanotti

Dopo unestate disastrosa, il comparto frutticolo cesenate cerca soluzioni

are e disfare tutto un lavorare. Sembra ispirata a questo detto la fase 2 dellultima manovra economica predisposta dal governo. Il 5 agosto scorso la Bce ha imposto allItalia le misure da attuare per dare segnali concreti ai mercati che stavano andando a picco. O intervenite sul serio, oppure qui si va a fondo, grosso modo stato questo il messaggio inviato al nostro Paese. Il 12 agosto venuta fuori la ricetta lacrime e sangue che ha fatto impallidire un po tutti. Via le province sotto i 300mila abitanti, via i piccoli comuni, quelli con meno di mille persone. Veniva anche istituito un contributo di solidariet sulla parte eccedente i redditi superiori ai 90mila euro. Nei giorni seguenti le polemiche sono state furibonde. Prima di tutto perch non stata tenuta in nessuna considerazione la famiglia, la vera tartassata da un sistema scale che la ignora del tutto. Poi per le levate di scudi delle diverse categorie colpite. Ognuno, per quanto ha potuto, ha tentato di salvare i propri interessi. Tutti sono sembrati privi di una visione pi generale che da decenni manca in chi guida il nostro Stato. Luned scorso ad Arcore si svolto un vertice della maggioranza che ha ridisegnato gli interventi necessari per sistemare i nostri conti. Limpianto di met agosto stato capovolto. Quello che era vero alla vigilia delle ferie non stato confermato al rientro dalle vacanze. Non ci saranno aumenti per lIva, via la tassa di solidariet, sono stati salvati i piccoli comuni. Verranno azzerate tutte le province e si proceder al dimezzamento del numero dei parlamentari, ma con un intervento di modica costituzionale che rimanda i provvedimenti alle calende greche. Davanti a questi scenari, diversi interrogativi diventano dobbligo: come possibile stravolgere tutto nel breve volgere di 15 giorni? Con quale orizzonte si lavora quando si imbastiscono manovre economiche cos importanti? Quali bisogni vengono tenuti presenti? Limpressione di chi opera sul territorio che si proceda a tentoni, senza un orizzonte dinsieme che faccia comprendere ai cittadinicontribuenti che si sta operando nellinteresse superiore del Paese, con lo sguardo volto alle nuove generazioni. La crisi esiste e non va nascosta. Ciascuno chiamato a compiere sacrici, inutile ignorarlo. Prima che sia troppo tardi occorre investire sul futuro, con programmi almeno decennali, in una sorta di rilancio nazionale indispensabile per uscire dal pantano in cui rischiamo di affogare.

Frutta al bivio

Un frutteto abbattuto, immagine sempre pi frequente nelle campagne romagnole

Il settore ortofrutticolo non tira pi. I prezzi di pesche e nettarine sono stati al di sotto dei costi di produzione e gli agricoltori non sono in grado di chiudere in attivo i propri bilanci. Se ne parlato durante un incontro alla presenza dellassessore provinciale allagricoltura, del presidente del Consorzio agrario e di diversi agricoltori. Per risalire la china, servono anche idee. Lazienda New Factor di Rimini propone di ampliare, in tutta la Romagna, la coltura del noce che pu portare un discreto reddito per ettaro. Primo Piano alle pagg. 4-5

WWW.CORRIERECESENATE.IT
Aggiornamenti quotidiani dal territorio Vai sul sito internet e informati con le ultime notizie

Opinioni

Gioved 1 settembre 2011

Guerra in Libia, ancora troppo sangue


il finale di partita. La fine di Gheddafi certa, ignoto solo quanto sangue coster lagonia. Oggi si combatte a Tripoli e il colonnello fuggito con i figli che gli sono rimasti fedeli. Gioca ancora con comunicati radiofonici per illudere ancora chi spara nel suo nome a Sirte e non ha altre informazioni, ma sa di essere alle battute finali. La Libia un lago di sangue. La comunit internazionale poteva evitare il bagno di sangue? Intervenire subito per far rispettare la no fly zone, subito dopo i primi bombardamenti aerei su Bengasi, quando i primi due piloti libici disertarono fuggendo a Malta perch si rifiutavano di bombardare i loro stessi compatrioti, avrebbe fatto durare meno lagonia del regime. Gli insorti erano gi a Tripoli, senza avanzate, ma per la naturale adesione della popolazione al fronte degli oppositori. Le esitazioni hanno dato campo libero a Gheddafi che invert lequilibrio portando le truppe fedeli e mercenari alle porte di Bengasi. La risoluzione Onu arrivata a situazione degenerata. Lintervento militare degli alleati stato cos molto pi violento e pi lunga lagonia. Vi un terzo ordine di responsabilit, oltre a quella del leader sanguinario e a quella indiretta delle esitazioni internazionali: la responsabilit di chi ha protetto Gheddafi sino a ieri. Esattamente un anno fa il Re dei re

La risoluzione Onu arrivata a situazione degenerata. Lintervento militare degli alleati stato cos molto pi violento e pi lunga lagonia

A proposito di Ici, festivit e varie ed eventuali Chiesa, una presenza che c anche se a qualcuno sfugge
lberto Melloni, dalle colonne del Corriere della Sera, torna a parlare della Chiesa e di quanto dovrebbe fare di fronte allattuale crisi globale. In particolare, sul giornale del 28 agosto suggerisce ai vescovi di non sottovalutare la richiesta che arriva da pi parti e che riguarda i sacrifici che anche la Chiesa dovrebbe fare nellindomabile montare della crisi. Melloni si riferisce a questioni che riguardano lIci, le festivit, l8 per mille mettendo in verit nel calderone temi molto diversi e lasciando anche capire che in alcune occasioni le eventuali polemiche sollevate a carico della Chiesa sono strumentali. Polemiche e obiezioni che riconosce, tra laltro, ben respingibili con argomenti tecnicamente e giuridicamente forti. Melloni arriva comunque a porre una questione cruciale che riguarda la fede nella povert come via necessaria alla Chiesa, secondo il dettato conciliare. Fede che sarebbe stata erosa dal denaro a disposizione anche grazie all8 per mille. La conseguenza? Una perdita di credibilit della Chiesa quando invece le sarebbe sempre pi necessaria per svolgere un ruolo decisivo in questi tempi di crisi e di grandi svolte per il Paese. Senza sottovalutare la questione della povert (e della fattispecie del rapporto col denaro e il potere), tuttavia non pare che largomento tenga del tutto. In realt, al di l delle polemiche strumentali, proprio la Chiesa da pi parti e ripetutamente indicata come un riferimento importante nella vita delle persone e del Paese. Lo con i suoi vertici il Papa e i vescovi e anche con lagire quotidiano della comunit dei credenti, uomini e donne che sono in prima fila, oggi come ieri, nel loro tentativo di vivere il Vangelo e di affrontare, ispirati dal Vangelo, le cose di tutti i giorni e le emergenze della nostra societ. Questi uomini e donne sono i primi, probabilmente, che avvertono come Melloni le difficolt di una coerenza ricercata e pur sempre inadeguata. Insieme alla passione che permette di non mollare mai e continuare ad agire nella direzione della pace, della fratellanza, dellaccoglienza, della condivisione. Sono, queste, parole e azioni che servono oggi, che vanno

La Vignetta

controcorrente e sono in grado anche di dare qualche risposta alla crisi contemporanea. Non che manchino, dunque. Forse le si sottovalutano, le si ascolta poco nella loro sostanza. Magari non sanno tradursi in leadership politiche e probabilmente bisogna anche considerare che sono voci di minoranza. Tuttavia conservano forza, soprattutto nelle realt concrete, sui territori, che innervano non di rado di entusiasmo e di speranza. Sta anche qui la questione della povert, evangelica e conciliare. Alberto Campoleoni

dellAfrica come amava farsi definire, veniva accolto a Roma con tutti gli onori, in un tripudio di buffonate e ragazze a pagamento. Il governo italiano gli offr, unico al mondo, una vetrina internazionale per legittimare ancora la sua leadership pesantemente contestata in patria. Tuttora ci si chiede perch abbiamo dovuto assistere a quella pagliacciata e perch il premier italiano, quando era importante segnalare al leader libico la compattezza del giudizio europeo di fronte ai primi spari contro i manifestanti a febbraio, abbia affermato di non voler disturbare. La politica internazionale non un gioco: laccoglienza italiana stata usata da Gheddafi per zittire gli oppositori mostrandosi autorevole, capace di tutelare gli interessi nazionali e umiliare gli antichi nemici. Abbiamo dato ossigeno al suo potere, un potere che non da oggi gronda sangue. Il secondo pensiero riguarda il futuro. Parte del governo transitorio si avvale del consenso di ex membri del regime e la composizione sociale ed etnica della Libia particolarmente varia. Se lapertura di un dialogo di ricomposizione nazionale in febbraio avrebbe potuto contare sul comune desiderio di democrazia, oggi pesano i diversi ruoli militari giocati dalle trib in questi mesi. Il governo transitorio ha gestito la rappresentanza del paese allestero, ma non sappiamo quanto possa durare il suo consenso una volta insediato a Tripoli. Qualche speranza pu venir dalla imminente Conferenza di pace proposta da Obama e Sarkozy a Parigi, purch il tutto avvenga sotto legida dellOnu. Infine una preoccupazione. Quale pace sar possibile? Il sangue la rende difficile, ma senza riconciliazione non c futuro. Troppo spesso abbiamo assistito a liberatori che si sono trasformati in nuovi tiranni. La riconciliazione ha bisogno di tempo, ma anche di evitare attese inutili che alimentano o cristallizzano il rancore. Se un ruolo pu giocare il nostro paese proprio questo. Riccardo Moro

Gioved 1 settembre 2011

Primo piano

Nuone colture Da dieci anni a San Martino in Strada di Forl si sperimentano noceti di tipo industriale. La raccolta meccanizzata e il reddito sfiora i 5000 euro lettaro

I noci sostituiranno i peschi?


l posto dei peschi, noci? E la suggestiva proposta di Alessandro Annibali, amministratore delegato della New Factor di Coriano (Rimini), una delle maggiori aziende italiane che lavora e trasforma frutta secca. La New Factor da oltre un decennio ha avviato una sperimentazione per produrre noci nella campagna romagnola. E i risultati, dal punto di vista del bilancio economico, sono pi che soddisfacenti, ma a due condizioni: che si abbiano a disposizione acqua e almeno 10 ettari di superficie, meglio ancora se 20 o 30 in quanto la coltura totalmente meccanizzata. "In Europa - spiega Annibali - si consumano 450mila tonnellate di noci lanno. Di queste, circa 12mila sono di Sorrento, 30mila francesi, e la maggior parte del resto viene dalla California. Quindi i margini per aumentare lofferta di prodotto nazionale ci sono, abbondantemente, ma ci si deve credere. La noce ormai riconosciuta come prodotto nutriente e, tre noci al giorno, sono consigliate dai medici per lapporto benefico di vitamine e grassi poliinsaturi. Si inseriscono alla perfezione in una dieta equilibrata. Ritengo che la Romagna possa rappresentare, in futuro, un polo produttivo nazionale di noci le quali possono essere considerate un tassello di quel mosaico che Nerio Alessandri di Technogym chiama Wellness Valley e che identifica nel nostro territorio". Come dice Annibali, vi quindi ampio spazio per una produzione italiana di

Annibali - aveva la propria pianta di noce che raggiungeva anche dimensioni ragguardevoli. Il liquore Nocino lo ha riproposto Pellegrino Artusi di Forlimpopoli che disponeva, certamente, della materia prima. San Lorenzo in Noceto una localit il cui nome la dice lunga sulla presenza di questa pianta. Ecco perch penso che questa produzione, che ha un passato, possa avere anche un futuro in Romagna". Ma come sono le noci romagnole? Si tratta di una noce proveniente da unantica variet francese, successivamente migliorata dallUniversit di Davis in California. La variet si chiama Chandler e ha caratteristiche ben definite e riconoscibili: un guscio sottile e facile da aprire, gheriglio bianchissimo, una

Annibali di New Factor: "E una pianta che si sempre adattata alle nostre zone"
alta qualit che preceda quella californiana di circa 45 giorni (il tempo del trasporto via mare). Vi sono inoltre ampie possibilit di commercializzazione della noce sgusciata per lindustria alimentare. Per Annibali la produzione locale di noci pi che un progetto, ma una realt a San Martino in Strada, in zona Forl. Qui New Factor sta portando avanti un progetto di coltivazione delle noci molto innovativo. Il noce da frutto entra in

produzione al terzo anno, con il raggiungimento della piena maturit attorno al nono anno. La longevit della pianta permette poi una produzione continua per oltre 30 anni. Non si sa ancora lesatta vita media di un noceto da frutto, dato che in California tale coltura nata negli anni 70 e i primi impianti, di oltre 30 anni, sono ancora pienamente produttivi. La produzione media vendibile annua di noci di variet selezionate (Chandler, Howard), in piena produzione, di 4,5 tonnellate ad ettaro, con punte di 5 tonnellate negli anni ottimali. Attualmente si pu calcolare una produzione lorda vendibile (Plv) di 6.000/7.500 euro lettaro lanno. Il costo di produzione a regime di circa 2.200 euro

considerando i costi diretti, che diventano circa 3.000 euro ad ettaro considerando anche i costi indiretti di unazienda romagnola tipo. In piena produzione si pu pertanto avere un margine lordo di circa 4.000-5000 euro lettaro. Il punto di equilibrio economico della coltivazione, se non intervengono fattori anomali, viene raggiunto allottavo anno. La raccolta, ovviamente, fatta a macchina e occorrrono grandi disponibilit di acqua per lirrigazione localizzata. Ma il noce non avulso dalla storia romagnola. Non come il kiwi che stato importato 30 anni fa da tuttaltra parte del pianeta. E una pianta che in Romagna ha radici profonde. "Ogni casa colonica - aggiunge

La variet utilizzata Chandler e ha gheriglio bianco con elevata resa


resa di gheriglio superiore al 50 per cento del peso totale della noce col guscio, un sapore delicato, poco tannico, con retrogusto che ricorda il miele, una pezzatura media molto grande, oltre 32 mm, un guscio non sbiancato, solo lavato e spazzolato, dal riconoscibile color paglierino con leggere striature scure. Cristiano Riciputi

Programma della manifestazione

MOSTRASCAMBIO
del 3 e 4 settembre 2011
Sabato 3 settembre
ore 10,30 ore 10,30 ore 21 ore 24 Inaugurazione ufficiale della manifestazione Mostra e vendita moto-auto storiche (piazza S. Pertini) Proseguimento della Mostrascambio (notturno) Chiusura della prima serata

Domenica 4 settembre
ore 8 ore 8,30 Apertura della Mostrascambio PARTENZA ZIR DE BOSCH 24 EDIZIONE RADUNO AUTO-MOTO DEPOCA (piazza Foro Boario) ore 16,30 Arrivo auto-moto depoca. Passerella ore 24 Chiusura della manifestazione

Prossima edizione MOSTRASCAMBIO: 12-13 maggio 2012

Primo piano
Incontro a Bulgarn sui problemi della frutticoltura Presenti lassessore Bagnara e Tramonti del Consorzio agrario Occorrono regole chiare e contratti con i supermercati

Gioved 1 settembre 2011

Cdo agroalimentare
Eccendenze e carenze alimentari
"Dopo anni in cui si parlava di eccedenze alimentari, oggi si torna a fare i conti con carenze di prodotti alimentari. E le cause sono molteplici". E questo uno dei concetti emersi venerd 26 agosto durante un incontro promosso dalla Compagnia delle opere agroalimentare al Meeting di Rimini. "In questo periodo di crisi - ha detto il presidente della Cdo agroalimentare, il cesenate Camillo Gardini - si scopre che non solo le aziende frutticole non fanno reddito, ci sono milioni di persone, anche in Italia, che hanno difficolt a fare acquisti regolari di alimenti". Lo ha confermato anche Marco Lucchini, direttore generale del Banco Alimentare. "Lanno scorso abbiamo distribuito 45mila tonnellate di cibo a famiglie indigenti - ha affermato

Pesche alla frutta

Cristiano Riciputi

esche e nettarine pagate agli agricoltori al di sotto dei costi di produzione: una situazione che si ripetuta anche nel 2011. Se ne parlato a met agosto a Bulgarn, durante una serata organizzata nellambito della festa parrocchiale. Presenti lassessore provinciale allagricoltura, Gianluca Bagnara, e Filippo Tramonti, presidente del Consorzio agrario. "Questa stata unannata di normale produzione - ha detto Bagnara - e i prezzi sono crollati. Purtroppo, non nulla di straordinario. Il sistema ortofrutticolo deve ridurre i costi, ad esempio razionalizzando le strutture cooperative. Poi occorrono delle leggi, che in parte esistono gi, che tutelino il produttore. Ad esempio degli accordi per cui prezzi e qualit della frutta sono concordati, fra organizzazioni di produttori e supermercati, prima della campagna. E poi DA SINISTRA, FILIPPO TRAMONTI, PRESIDENTE DEL CONSORZIO AGRARIO tempi di pagamenti brevi". E GIANLUCA BAGNARA, ASSESSORE Tramonti ha sottolineato il PROVINCIALE ALLAGRICOLTURA ruolo che il Consorzio agrario interpreta verso il mondo produttivo: non solo come fornitore di mezzi tecnici quali concimi, antiparassitari, sistemi di irrigazione e difesa, ma anche con la consulenza dei tecnici. "Ormai sono rimasti solo i tecnici del Consorzio agrario, o quasi, a fare consulenza in campo agli agricoltori", ha ribadito Tramonti. "Tecnici di altre strutture, loro malgrado, passano pi della met del tempo in ufficio per risolvere i problemi burocratici degli

agricoltori. Problemi inerenti, ad esempio, allOrganizzazione comune di mercato. I nostri invece hanno la possibilit di dedicarsi totalmente ai problemi dei coltivatori cercando, insieme a loro, le migliori soluzioni". Ad esempio, nelle ultime settimane il Consorzio ha organizzato delle giornate divulgative per spiegare gli ultimi ritrovati in fatto di difesa dei frutteti con reti antigrandine, di tecnologie per gli impianti di irrigazione, di attrezzature e tecniche per il settore delle olive e dellolio, in grande espansione nel cesenate. Tornando al tema dei prezzi (bassi) della frutta estiva, Bagnara ha precisato come la pensa sui contributi che sindacati e Op, le organizzazioni dei produttori, chiedono a gran voce. "Secondo me sbagliato chiedere contributi che, di fatto, sono poco pi di unelemosina. Ho sentito parlare di aumentare le quote dei ritiri o i centesimi da dare per ogni chilo

di frutta ritirata. Questi sono concetti vecchi, di 20 o 30 anni fa, che non sono al passo con i tempi. Sono retaggi del passato, concetti che lopinione pubblica ha bocciato da tempo. Limpresa agricola non deve chiedere elemosina: deve avere il diritto di vendere ci che produce, sempre che sia di qualit, a un prezzo equo. Chi riceve lelemosina resta sempre in una posizione di sudditanza". Ma allora, cosa fare per dare un minimo di reddito ai produttori? "Occorrono delle leggi che tutelino la produzione. Un primo tentativo, in questo senso, stato fatto dalla Francia. Allinizio di ogni anno agricoltori e Gdo, cio le grandi catene dei supermercati, stipulano i contratti e determinano indicativamente il prezzo della frutta, le quantit da conferire, le campagne promozionali. Cos le strutture sanno gi come lavorare e possono programmarsi. Un altro aspetto molto importante, che viene deciso prima, riguarda i tempi di pagamento. Attualmente la Gdo paga a 4, 5 o anche 6 mesi. E quando in ballo ci sono milioni di euro, chiaro che questi vanno a incidere come costi finanziari sul sistema produttivo. Dato che i supermercati incassano ogni giorno denaro contante, ci si deve accordare per pagamenti ragionevoli, a 30 o 60 giorni al massimo". Un altro strumento da utilizzare quello delle assicurazioni sul reddito, gi diffuso negli Stati Uniti ma inesistente, o quasi, in Italia. Cos come esistono le assicurazioni contro le calamit atmosferiche, occorre valutare lipotesi di assicurarsi il reddito contro le calamit dei mercati.

Gli agricoltori: "Nella pratica non cambia mai niente"


Durante la serata non sono mancati gli interventi degli agricoltori. "Quelli che ho sentito - ha detto Giancarlo Babbi, produttore della zona di Gambettola - sono tutti discorsi condivisibili. Per alcune cose le stiamo sentendo da anni e nessuno fa niente. Ci troviamo con investimenti fatti, spesso sotto consiglio delle cooperative e dei tecnici, mutui da pagare e ricavi che non coprono neanche le spese. A queste condizioni, mi chiedo a chi giova continuare. Ma soprattutto: con pi di 40 anni, e con 30 anni di questo lavoro dietro alle spalle, come potrei reinventarmi e fare qualcosa di diverso? Non di certo facile". Sul fronte degli investimenti ha replicato Bagnara: "In taluni casi, negli anni passati, molti agricoltori sono stati spinti a fare investimenti usufruendo delle agevolazioni e dei contributi dellOcm. Ma non si tenuto conto che poi le rate sono comunque da pagare anche quando i prezzi sono bassi". Certi investimenti, come trattori molto costosi, potrebbero essere evitati. Un esempio? Mettersi daccordo fra 3 o 4 vicini e comprare un unico trattore, invece che 3 o 4 mezzi. Unipotesi che in molti scartano a priori mentre molti analisti, soprattutto alla luce della crisi degli ultimi anni, prendono in forte considerazione. Anche perch uno spreco acquistare un mezzo da 40 o 50mila euro e usarlo pochissimo. A conclusione dellincontro il parroco don Agostino Galassi stato ringraziato dai presenti e dai relatori per la sensibilit dimostrata nellaver organizzato, durante la festa parrocchiale, un incontro su un tema di cos stretta attualit. "Il merito va al comitato organizzatore - ha concluso il parroco -. Ma non dobbiamo dimenticarci del problema dei lavoratori stranieri, molto sentito in zona, che spesso sono senza casa e senza un appoggio. Lauspicio quello di poter

accogliere questa gente in modo che, oltre al lavoro, abbiano anche un tetto. Serve limpegno di tutti: istituzioni, parrocchia, imprenditori e gente comune. Cr

Lucchini - ma ora abbiamo solo 4 mesi di tempo per evitare uningiustizia. Una legge comunitaria limita la distribuzione gratuita di certi alimenti e noi rischiamo di scendere a sole 10mila tonnellate che non sono contemplate dalla legge. Occorre fare qualcosa al pi presto, in quanto non si possono abbandonare a se stesse tante famiglie disagiate". Lucchini ha spiegato che gli alimenti raccolti dal Banco, distribuiti poi a migliaia di associazioni sul territorio italiano, arrivano a quasi 3 milioni di persone. A collaborare con il Banco vi sono le grandi catene di supermercati, come la Coop. Allincontro era presente il presidente Coop, Vincenzo Tassinari, il quale ha affermato che "nellultimo anno i consumi sono calati in maniera vistosa. Ce ne accorgiamo dai fatturati. E chiaro che ci sono fasce di popolazione che non hanno risentito minimamente della crisi e consumano come prima. Soprattutto questi consumatori pretendono, quando si parla di alimenti, prodotti italiani che diano la certezza della salubrit". Il titolo del convegno era: "Cibo, qualit o quantit per nutrire il pianeta?" Giuseppe Battagliola, fondatore de La Linea verde che produce verdure di quarta gamma, cio lavate, tagliate, imbustate e pronte per il consumo, ha detto che la sua ditta punta alla qualit cercando comunque di incrementare la produzione. "La quarta gamma in forte crescita e per questo siamo giunti ad aprire sei stabilimenti produttivi, di cui uno in Spagna. Fino a 20 anni fa eravamo una piccola azienda agricola come tante altre, fondata da mio padre. Noi abbiamo intrapreso la strada imprenditoriale e dellinnovazione, ma lui ci ha insegnato i valori del rispetto, della lealt, e la fede in Dio". E sul tema della qualit intervenuto anche Stefano Berni, direttore del Consorzio Grana Padano. "Siamo circondati da prodotti stranieri e la legge permette che non sia indicato in etichetta. Ad esempio, in pochi sanno che la met dei formaggi non a marchio, ma con nomi di fantasia, che si comprano in Italia, sono esteri. Ma la legge permette di indicare come provenienza la nazione in cui sono stati confezionati. Ed cos anche per il prosciutto crudo: a parte le Dop di Parma, San Daniele, Carpegna e pochi altri, il 50 per cento del mercato fatto da prosciutti esteri". Gardini, cesenate dorigine ma residente a Bologna da molti anni, ha chiuso il convegno auspicando che le politiche agricole non vadano a discapito delle fasce pi deboli della popolazione. Cris. Ric.

Gioved 1 settembre 2011

Vita della Diocesi

NOTIZIARIO DIOCESANO

Gioved 1 settembre la 6 Giornata del Creato


Messa al Monte celebrata dal vicario monsignor Virgilio Guidi
Organizzata dalle Commissioni diocesane Gaudium et Spes e per lEcumenismo e il dialogo interreligioso, gioved 1 settembre alle 21, presso la Basilica del Monte, a Cesena, verr celebrata una Liturgia della Parola presieduta dal vicario generale monsignor Virgilio Guidi, con la partecipazione di ministri di altre fedi cristiane. La Giornata di questanno - con tema In una terra ospitale educhiamo allaccoglienza - sensibilizza ciascuno di noi a educarci allaccoglienza e a nuovi stili di vita che favoriscano una moltiplicazione della condivisione delle risorse della terra, consentendo a ogni persona di condurre unesistenza dignitosa.

IL GIORNO DEL SIGNORE


Ascoltate oggi la voce del Signore
Domenica 4 settembre XXIII Domenica Tempo Ordinario - Anno A Ez 33,1.7-9; Sal 94; Rm 13,8-10; Mt 18,15-20
cristiano cerca il bene anche del peccatore, sullesempio di Ges. strumento di riconciliazione. A volte forse ci capita di pubblicizzare il fratello che ha sbagliato, di farlo oggetto delle nostre chiacchiere e dei nostri facili e la domenica della correzione spietati giudizi. Certo, la correzione fraterna. Appartiene al discorso fraterna non facile n da fare, n da ecclesiale di Ges, al capitolo 18 accettare. Dobbiamo convertirci tutti di Matteo. La comunit cristiana alla correzione, ricordando le parole non perfetta, coesistono il bene e il della lettera agli Ebrei: Non disprezzare male. Come comportarsi nei confronti la correzione del Signore e non ti perdere del fratello che sbaglia? Ges indica un danimo quando sei ripreso da Lui; metodo graduale nella correzione perch il Signore corregge colui che egli fraterna: prima il dialogo personale, poi ama e percuote colui che riconosce con i testimoni e infine la separazione, come figlio. Sul momento ogni se il peccatore si ostina. Nella comunit correzione non sembra causa di gioia, siamo tutti responsabili. Al profeta Dio ma di tristezza: dopo per arreca un dice: ti ho posto come sentinella, anche frutto di pace e di giustizia. La famiglia a te chieder conto della perdizione del il primo luogo dove fare esperienza di fratello. Di fronte al fratello che sbaglia, correzione fraterna, sia dei genitori verso la nostra reazione non deve essere i figli, sia dei figli verso i genitori. La lindifferenza, come Caino. Una correzione fraterna appartiene al sentinella ha il dovere di avvisare. Un compito educativo sempre per tutti, padre non deve sempre tacere, degli adulti verso i piccoli e viceversa. leducatore non pu sempre permettere Perch questo gesto sia vero e credibile tutto. Non si tratta di intromettersi negli chiede a ciascuno di noi di vivere da veri affari degli altri, ma di sentirsi discepoli di Ges. Chiediamo a Dio corresponsabili del bene degli altri. La Padre che ci doni un cuore e uno spirito correzione fraterna larte della carit, nuovo, perch ci rendiamo sensibili alla un purissimo gesto di carit, una mano sorte di ogni fratello, secondo il tesa verso chi caduto per aiutarlo a comandamento dellamore, di cui siamo rialzarsi. una specie di elemosina sempre debitori. spirituale, scrive San Tommaso. Il Sauro Rossi

La Parola di ogni giorno


luned 5 settembre beata Teresa di Calcutta Col 1,24-2,3; Sal 61; Lc 6,6-11 marted 6 Santa Regina vergine Col 2,6-15; Sal 144; Lc 6,12-19 mercoled 7 SantUmberto Col 3,1-11; Sal 144; Lc 6,20-26 gioved 8 Nativit B.V. Maria Mi 5,1-4a; Sal 12; Mt 1,1-16.18-23 venerd 9 San Pietro Claver 1Tm 1,1-2.12-14; Sal 15; Lc 6,39-42 sabato 10 San Gregorio Magno Col 1,21-23; Sal 53; Lc 6,1-5

Domenica 18 settembre lAssemblea diocesana degli operatori pastorali


A Palazzo Ghini di Cesena e Messa in Cattedrale
Alla ricerca del tesoro (Mt 13,44-46). Educare alla fede i fanciulli e i ragazzi il tema dellAssemblea diocesana di tutti gli operatori pastorali che si terr domenica 18 settembre nel salone di Palazzo Ghini, in corso Sozzi a Cesena. AllAssemblea diocesana sono invitati i membri del Consiglio pastorale diocesano e dei Consigli pastorali parrocchiali e delle Unit pastorali, i sacerdoti, i diaconi, le famiglie religiose, i rappresentanti delle aggregazioni laicali e gli operatori pastorali parrocchiali. Lappuntamento per le 15; dopo la preghiera iniziale, il vescovo Douglas Regattieri presenter le Linee pastorali per il biennio 2011-2013 Alla ricerca del tesoro. Educare alla fede i fanciulli e i ragazzi; presentazione del programma dellanno pastorale 2011-2012 (a cura di monsignor Walter Amaducci). Alle 16,30 testimonianze sulla sperimentazione di diversi itinerari catechistici in atto. Alle 18, in Cattedrale a Cesena, solenne celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo Douglas e consegna delle Linee pastorali alla diocesi.

A MESSA DOVE
8.45 San Giuseppe (corso U. Comandini) 9.00 Santo Stefano, San Bartolo, San Paolo, San Domenico, Diegaro, Pievesestina, Ponte Pietra, chiesa Benedettine, Santa Maria Nuova, San Vittore, San Carlo, Macerone, San Tomaso, Diolaguardia, Valleripa 9.15 San Martino in Fiume 9.30 Madonna delle Rose, Osservanza, Boccaquattro, SantEgidio, Villachiaviche, Santuario dellAddolorata, San Mauro in V., Formignano, Bagnile, Casale 9.45 Rio Marano, Bulgarn 10.00 Cattedrale, Case Finali, San Rocco, Cappella del Cimitero, Santa Maria della Speranza, San Pio X, Cappuccini, Basilica del Monte, Istituto Lugaresi, SantAndrea in Bagnolo, Carpineta 10.30 Santuario del Suffragio, Cappella del cimitero, Torre del Moro, Casalbono, Borello, Bulgaria 10.45 Ronta 11.00 Santo Stefano, San Paolo, San Bartolo, San Pietro, San Giovanni Bono, Villachiaviche, Addolorata, San Domenico, SantEgidio, Calabrina, Calisese, Capannaguzzo, Gattolino, Madonna del Fuoco, San Giorgio, San Demetrio, San Mauro in V., Martorano, Pievesestina, Pioppa, Ponte Pietra, Santa Maria Nuova, San Martino in Fiume, San Carlo, San Vittore, Tipano, Macerone, Ruffio 11.15 Diegaro, Madonna delle Rose, Sorrivoli 11.30 Cattedrale, Osservanza, San Rocco, Santa Maria della Speranza, San Pio X, Basilica del Monte, Istituto Lugaresi 17.00 Cappella del Cimitero 17.30 Cappella osp. Bufalini 18.00 Cattedrale 18.30 San Domenico, San Rocco, San Pietro 19.00 Osservanza 20.00 San Bartolo Gatteo a Mare; 8.30 Bagnarola, Sala, Boschetto; 9.00 Cappuccini di Cesenatico, San Pietro, San Giuseppe, Valverde; 9.30 Villalta; 10,30 Cappuccini di Cesenatico, San Giuseppe; 11.00 Bagnarola, Santa Maria Goretti, Sala, Cannucceto; 11.15 San Giacomo, Boschetto, Gatteo a Mare; 17.30 Cappuccini di Cesenatico; 17.45 San Giuseppe; 18.30 Valverde, Zadina (Park Hotel); 18.45 San Giuseppe; 21 San Giacomo, San Pietro, Boschetto Longiano Sabato: 18.00 Santuario SS. Crocifisso; 20.00 Crocetta; 20,30 Budrio Festivi: ore 7,30 Santuario SS. Crocifisso; 8.00 Budrio; 8.45 Longiano-Parrocchia; 9,30 Budrio, Santuario SS. Crocifisso; 10.00 Badia, Balignano; 10.15 Montilgallo; 11.00 Budrio, Longiano-Parrocchia, San Lorenzo in Scanno; 11.15 Crocetta; 18.00 Santuario Santissimo Crocifisso. Gatteo ore 20.00 (sabato); 9 / 11.15 / 18.00 SantAngelo: 20.00 (sabato); 8, 45 Casa di riposo, 9,30 - 11. Istituto don Ghinelli: 18,30 (sabato), 7,30. Gatteo a Mare: ore 17.00 (sabato); 8.00 / 11.15. Villamarina: 16.00 (sabato), 10. Gambettola chiesa SantEgidio abate: 20.30 (sabato), 8.30 / 10.30 / 18.00 Consolata: 19.00 (sabato); 7,30 / 9,30. Montiano ore 20.00 (sabato); 9 / 11. Montenovo: ore 20.00 (sabato, chiesina del castello), 8,30 / 11. Mercato Saraceno 10.00; Cella: 8.30, 11.00; San Damiano: 11.30; San Romano: 11.00; Taibo: 10.00; Montejottone: 8.30; Montecastello: 11.00; Montepetra: 8.30; Linaro: 18.00 (sabato), 11; Piavola: 17.00 (sabato, chiesa San Giuseppe), 10.00 (chiesa parrocchiale); Ciola: 8.30 Sarsina Casa di Riposo: ore 16 (sabato). Concattedrale: 18 (sabato), 7.00 / 9.00 / 11.00 / 17.00; Tavolicci: 16.00 (sabato); Ranchio: 20,30 (sabato), 8.00 / 11.00; 9.30; Sorbano: 9.30; Turrito: 17.00 (sabato), 10.00; San Martino: 9.30; Quarto: 10.30; Romagnano: 11,15; Pagno: 16.00 (seconda domenica del mese, salvo variazioni); Corneto: 11.00; Pereto: 10.00 Civitella di Romagna Giaggiolo 16 (sabato), 9.30; Civorio 9.30 San Piero in Bagno chiesa parr. ore 17.00 (sabato); 8.30 / 11.00 / 17.00. Chiesa San Francesco: 7.00 / 10.00 / 18. Bagno di Romagna ore 17.30 (sabato); 11.15 / 18.30; Selvapiana: 11,15; Acquapartita: 16 (sabato) Alfero ore 18 (sabato); 11.15 / 17.30; Riofreddo: 10.00. Verghereto ore 16 (sabato), 9.15; Balze: 16 (sabato), 11.30; eremo di SantAlberico: 16.00; Montecoronaro: 17 (sabato), 10.30; Ville: 9.30; Trappola 9.30; Capanne: 11.00

Messe feriali a Cesena

7.00 Cattedrale, San Rocco, Cappuccine, Cappella dellospedale; 7.30 Basilica del Monte; 7.45 Chiesa Benedettine; 8.00 Cattedrale, San Pietro, San Bartolo, San Paolo, Santuario dellAddolorata; 8.30 Madonna delle Rose, San Domenico, San Rocco, Santo Stefano, Case Finali, Cappella cimitero; 9.00 Suffragio, Addolorata; 9.30 Boccaquattro, Osservanza; 10.00 Cattedrale; 17.00 Cappella dellospedale (no al sabato); 17.30 Istituto Lugaresi, San Giuseppe Artigiano (Villachiaviche); 18.00 Cattedrale, Madonna delle Rose, San Domenico, San Rocco, Osservanza; 18.30 San Pietro, SantEgidio, Santa Maria della Speranza, San Bartolo 20.00 San Giovanni Bono (Ponte Abbadesse) 20.30 San Pio X (Vigne).

Sabato e vigilie
15.30 Macerone (Casa Lieto Soggiorno) 17.00 Cappella del Cimitero, Luzzena (1 sabato ), Bora (2 sabato) 17.30 Santuario del Suffragio, Istituto Lugaresi 18.00 Cattedrale, Cappuccini, Santuario dellAddolorata (chiesa dei Servi), Santo Stefano, Diegaro, Madonna delle Rose, San Paolo, San Vittore 18.30 San Pietro, San Rocco, San Domenico, SantEgidio, Case Finali, Santa Maria della Speranza 19.00 Osservanza, San Giorgio, San Bartolo 20.00 Tipano 20.30 San Pio X, San Giovanni Bono, Villachiaviche, Borello, Ponte Pietra, Ruffio, Calisese, Torre del Moro, Santa Maria Nuova, Pievesestina, Gattolino, Bulgaria, San Cristoforo, Bulgarn, Pioppa, Martorano

DIOCESI DI CESENA|SARSINA - SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1911

Messe festive
7.00 Cattedrale 7,30 Santuario dellAddolorata, Cappuccine, Cappella dellospedale Bufalini, Calabrina, San Mauro in Valle, Ponte Pietra, Macerone, San Giuseppe Artigiano 8.00 San Pietro, Santa Maria della Speranza, San Giorgio, Gattolino, San Pio X, San Giovanni Bono, SantEgidio, Basilica del Monte, Calisese, Torre del Moro, Capannaguzzo, Bulgaria, Ronta, Borello 8.30 Cattedrale, San Rocco, Case Finali, Martorano, Cappella del cimitero, Madonna del Fuoco, Tipano, San Cristoforo, Ruffio, Roversano

Comuni del comprensorio


Cesenatico Sabato: ore 16 Boschetto; 17 Gatteo a Mare; 17,30 Cappuccini di Cesenatico; 18,30 Valverde; 18,45 San Giuseppe; 19 camping Cesenatico; 20,30 Santa Maria Goretti, Villata, Sala; 21 San Giacomo, San Pietro (Ponente), Boschetto Festivi: 7 San Giacomo; 7.30 San Giuseppe, Valverde; 8.00 Santa Maria Goretti,

Direttore editoriale Piero Altieri Direttore responsabile Francesco Zanotti Vicedirettore Ernesto Diaco
Membro della Federazione Italiana Settimanali Cattolici Associato allUnione Stampa Periodica Italiana

Testata che fruisce di contributi di cui allart. 3 comma 3 della legge n. 250 del 7/8/1990 Giornale locale ROC (Registro degli operatori di comunicazione)

Redazione via del Seminario, 85, 47521 Cesena (Fc) tel. 0547 300258, fax 0547 328812, www.corrierecesenate.it Segreteria e Amministrazione corso Sozzi, 39, Palazzo Ghini, Cesena, tel. e fax 0547 27234. Orario: feriali ore 9-11,30. Conto corrente postale n. 14191472 E-mail: redazione@corrierecesenate.it Abbonamenti annuo ordinario euro 45; sostenitore 70; di amicizia 100; estero (via aerea) 80. Settimanale dinformazione Autorizz. Trib. Forl n. 409, 20/2/68 Iscrizione al Registro nazionale della stampa n. 4.234 Editore e Propriet Diocesi di Cesena-Sarsina Stampa Galeati Industrie Grafiche spa www.galeati.it via Selice, 187/189 - 40026 Imola

Tiratura del numero 29 del 25 agosto 2011: 8.300 copie Questo numero del giornale stato chiuso in tipografia alle 18 di marted 30 agosto 2011

Vita della Diocesi


Suor Maria Pia Presepi nuova madre abbadessa delle Cappuccine
ello spirito della nostra NChiara, in unioneagosto, Madre santa fraterna e ducia reciproca, sabato 20 nel cuore carisma delle origini in un respiro ampiamente ecclesiale. La comunit ha eletto la nuova Madre dellanno clariano, le suore clarisse Cappuccine Abbadessa nella persona di suor Maria Pia di Cesena vissuto un momento di grazia nello Presepi, a cui il vescovo ha consegnato il sigillo svolgersi del Capitolo elettivo presieduto da e le chiavi del monastero, e alla quale le sorelle monsignor Douglas Regattieri, vescovo della hanno espresso la propria liale obbedienza nostra diocesi di Cesena-Sarsina. con labbraccio di pace, in un clima di Il Capitolo, che come vuole la Chiesa si tiene francescana letizia e comunione fraterna. ogni tre anni, costituisce un evento importante Nella celebrazione eucaristica il vescovo ha per le fraternit, perch richiede un profondo sottolineato come lamore fraterno nasce rinnovamento interiore e rende fecondo il dallamore di Dio e ne un riverbero: in una

Gioved 1 settembre 2011

comunit fondata sullamore di Dio, lamore fraterno si concretizza nel servizio umile e gratuito delle sorelle. Alla madre Chiara De Giovanni, che ha guidato la comunit negli ultimi nove anni, il grazie riconoscente delle sorelle per il servizio svolto con generosa e instancabile dedizione fraterna. Con il Magnicat, il canto di Maria, le Clarisse rendono grazie al Signore che anche oggi rinnova le sue meraviglie in chi con cuore libero e docile si rende disponibile ad accogliere la sua Grazia.

Stralci dellomelia del vescovo Douglas Regattieri atrono a Sarsina in occasione della festivit di San Vicinio P

Convegno nazionale a Rimini Diaconi a servizio del Vangelo


Numeroso il gruppo di Cesena-Sarsina
Si svolto a Rimini dal 3 al 6 agosto il convegno nazionale e il gruppo dei diaconi della diocesi di Cesena-Sarsina si distinto per il numero di partecipanti, secondo solo alla rappresentanza dei diaconi della diocesi ospitante. Il 6 agosto stato il giorno nale molto denso di signicato. Dopo la celebrazione delle lodi con la meditazione di don Luca Bassetti, stato proiettato un lmato realizzato dal presidente Enzo Petrolino sul Progetto di adozione dei diaconi cubani, con immagini, interviste e testimonianze. Alle 9,30 stata la volta di monsignor Giancarlo Bregantini, arcivescovo di Campobasso, presidente della Commissione episcopale per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace, che ha tenuto una relazione sul tema ormai tempo di svegliarsi dal sonno (Rm 13,11); diaconi educati al servizio del Vangelo per il bene della societ. Monsignor Bregantini ha centrato il suo intervento su cinque segni del diaconato che sono anche cinque doni che i diaconi ricevono con lordinazione. LA TERRA, che ogni diacono riceve in dono e sceglie con lincardinazione. Unincardinazione che non solo una questione giuridica ma , innanzitutto, il primo dei grandi segni e doni di Dio. Una terra che va amata con CUORE verginale. Come modello ha indicato San Giuseppe, vero esempio per i diaconi, che ha saputo operare scelte di campo in un contesto difficile gettando il cuore oltre lostacolo e passando dal destino al progetto, dallormai allancora. Laltro dono sono i POVERI che sono i segni della presenza di Cristo che i diaconi incontrano lungo il cammino della vita. Il quarto dono il VANGELO che va meditato con la lectio quotidiana e attualizzato con le scelte di vita. Lultimo dono quello della PREGHIERA con linvito a pregare frequentemente per la comunit. Lintercessione una parte importante della preghiera del diacono: essa unarma potente contro le divisioni e le discordie. Le conclusioni sono state tratte dal presidente Enzo Petrolino che ha sottolineato come questo convegno 2011 sia stato volutamente diverso dagli altri per i temi scelti. Si cercato, infatti, di gettare uno sguardo sul mondo e su come i diaconi possono e debbano impegnarsi osando il coraggio della speranza per il bene della Chiesa e della nostra societ. necessario che i diaconi si facciamo missionari e avviino sperimentazioni occupando spazi diaconali specici come quello della famiglia. Occorre far crescere famiglie diaconali che si facciano carico delle nuove povert. Molto importante e signicativa allora stata la presenza delle spose anche a questo convegno. Una presenza da coltivare e far crescere cercando di avviare una rete delle spose che diventi luogo permanente di incontro e di confronto. Gabriele Lughi

La stessa novit da rinnovare ogni giorno


ubblichiamo stralci dellomelia che il vescovo Douglas Regattieri ha tenuto nella concattedrale di Sarsina alla messa delle 11 di domenica 28 agosto, festa di San Vicinio, patrono della diocesi e primo vescovo di Sarsina. Ora che Lui, Ges, salito al cielo, il tempo della Chiesa: Ges affida a suoi apostoli il Vangelo. Lo affida a delle persone, diremmo noi oggi, inaffidabili perch poco prima (cfr. i versetti precedenti questa pagina evangelica: Mc 16, 14-15) il

C bisogno di far s che con la luce della fede noi entriamo dentro ai problemi della storia, dentro alle pieghe e alle piaghe della storia di oggi e vi portiamo luce e speranza
vangelo di Marco racconta: Alla fine apparve anche agli Undici, mentre erano a tavola, e li rimprover per la loro incredulit e durezza di cuore, perch non avevano creduto a quelli che lo avevano visto risorto. E disse loro: Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo a ogni creatura. Portare il Vangelo a tutti. La questione sempre quella: la fede in lui! (). A ciascuno di voi nel santo battesimo stata affidata la missione di testimoniare il Vangelo ai fratelli. Il sacerdote infatti toccando le nostre orecchie e la nostra bocca ha detto: Il Signore ti conceda di ascoltare presto la sua parola e di professare la tua fede. Ma lo facciamo nostro il Vangelo ogni giorno, per poterlo dire agli altri, con la parola e con la vita? O anche per noi la parola del Vangelo diventata cosa di routine parola che non ci turba e non ci scuote pi? Ci ha detto il profeta Isaia nella prima lettura: Prorompete insieme in canti di gioia, rovine di Gerusalemme (Is 52, 9). Siamo noi le rovine di Gerusalemme: con le nostre fragilit e i nostri peccati. E tuttavia dobbiamo prorompere in canti di gioia perch a noi, rovine, ha affidato un compito grande: trasmettere la fede, annunciare il Vangelo, portare la speranza al mondo di oggi. Io non posso dire che qui oggi, in questa nostra Basilica, mentre onoriamo il nostro Santo patrono, non c la fede. Anzi! Credo per di poter dire a me e a voi, fratelli carissimi, che c bisogno di purificare la nostra fede, di rinnovarla, di manifestarla come cosa meno
LA CATTEDRALE DI SARSINA E UNIMMAGINE DI SAN VICINIO, PRIMO VESCOVO DI SARSINA

SUL SITO

WWW.CORRIERECESENATE.IT
DISPONIBILE IL TESTO DELLLOMELIA COMPLETA HE IL VESCOVO DOUGLAS HA TENUTO A SARSINA IN OCCASIONE DELLA FESTA DI SAN VICINIO (DOMENICA 28 AGOSTO)

abitudinaria, di facciata, che non tocca la nostra vita, che non condiziona le nostre scelte. C bisogno di far s che con la luce della fede noi entriamo dentro ai problemi della storia, dentro alle pieghe e alle piaghe della storia di oggi e vi portiamo luce e speranza. Siamo mezzi e strumenti di luce e di

speranza per i nostri fratelli? Origene (un autore cristiano del secondo secolo) ha scritto: Non pensare che basti il rinnovamento della vita avvenuto una volta per tutte, allinizio; continuamente ogni giorno bisogna rinnovare la stessa novit!. Ecco: rinnovare la stessa novit!

Gioved 1 settembre 2011

Vita della Chiesa

Dalla Gmg al Congresso Eucaristico che si svolger ad Ancona dal 3 all11 settembre
i sono tre ambiti, che saranno approfonditi nella settimana del Congresso eucaristico, che secondo me sono particolarmente vicini ai giovani: sono laffettivit, la fragilit e la cittadinanza. Reduce dallappuntamento della Gmg Madrid, dove ha accompagnato i giovani della sua diocesi e ha tenuto le catechesi, lo sguardo di monsignor Edoardo Menichelli, arcivescovo di Ancona-Osimo, naturalmente gi rivolto al Congresso eucaristico nazionale (Cen), che si svolger proprio in Ancona dal 3 all11 settembre, un evento che si concluder con la presenza del Papa che presieder la celebrazione eucastica nellarea portuale della citt. Monsignor Menichelli se dovesse motivare i giovani a venire al Cen dopo lesperienza della Giornata mondiale di Madrid, cosa direbbe? Le motivazioni non sono mai esterne, vanno trovate interiormente. Ma potrei dire cos: loggetto del nostro convenire sempre la nostra persona, Ges Cristo, che abbiamo trovato a Madrid, troveremo ad Ancona e un altro giorno troveremo in un altro tipo di esperienza. Quello che conta, poi, il senso della Chiesa e lascolto del maestro, del Papa: credo che siano elementi sono sufficienti perch ogni ragazzo superi qualche legittima difficolt, e poi, utilizzando uno slogan, si potrebbe dire chi ama trova sempre tempo per le cose che ama. Come fare perch i giovani scoprano veramente la bellezza e la centralit del sacramento dellEucarestia? Il tema del Cen Signore da chi andremo? ha un sottotitolo singolare: lEucarestia per la vita quotidiana che sar sviluppato attraverso alcuni ambiti che secondo me toccano da vicino i giovani: laffettivit, la cittadinanza e la fragilit. Sono aspetti sui quali la cultura che viviamo per un verso disattenta e per laltro verso diseducativa. Prendiamo laffettivit: il pensiero dominante di oggi la coniuga soprattutto sul versante del mi

I volti della freschezza

Ad Ancona
Tutto pronto per laccoglienza dei pellegrini che, dal 3 all11 settembre, parteciperanno ad Ancona al 25esimo Congresso eucaristico nazionale (Cen) sul tema Signore da chi andremo? LEucaristia per la vita quotidiana. Al momento sono oltre 20mila le iscrizioni pervenute alla segreteria organizzativa, ma la cifra sta aumentando di giorno in giorno e, per la data conclusiva si prevede larrivo di almeno 100mila persone. Per questo nellarea portuale a ridosso della Fincantieri, che domenica 11 settembre ospiter lincontro con Benedetto XVI, fervono i preparativi. La nave dei Vescovi. Nei giorni scorsi stata presentata anche laccoglienza dei 200 vescovi che saranno alloggiati sulla Riviera del Conero, una nave passeggeri da 800 posti ormeggiata alla banchina n. 12, proprio a ridosso del palco dove il Papa celebrer la messa. Lalbergo galleggiante stato messo a disposizione dal gruppo Frittelli Maritime spa. Sul traghetto troveranno inoltre spazio gli uffici della Cei e un gruppo di famiglie numerose. Saranno almeno 25mila i pasti preparati e serviti, ad Ancona, durante la settimana del Cen. Oltre alla ristorazione, la Protezione Civile si occuper anche della distribuzione dellacqua minerale. Lapprovvigionamento prevede lallacciamento alla rete idrica di circa 20 fontanelle lungo i principali percorsi e la disponibilit di acqua minerale, fino a un massimo di 250mila bottigliette, nelle zone stabilite. Verranno posizionati 12 chilometri di transenne per delimitare le aree e i percorsi interessati, a salvaguardia dei pellegrini, delle autorit e dello stesso Santo Padre. Sono state individuate 10 aree parcheggio per pullman in grado di ospitare fino a 1.300 automezzi, utilizzabili da circa 60 mila pellegrini. Le Ferrovie dello Stato incrementeranno di 15 corse i collegamenti con Ancona nella giornata di domenica 11 settembre, quando transiteranno verso la stazione centrale treni ogni 20 minuti che implementeranno di oltre 20mila persone i passeggeri trasportati con i treni ordinari. Altri convogli aggiuntivi saranno disponibili nelle varie giornate del Cen.

piace. LEucarestia ci educa invece allaffettivit e allamore come dono di s. E per quanto riguarda la fragilit e cittadinanza? La cultura contemporanea sembra che abbia scartato la fragilit, una dimensione che luomo di oggi non coltiva pi. Bisogna essere capaci di capire che la fragilit non una diminuitio, ma una qualit della vita che pu essere messa anchessa nelle mani dellEucarestia e trarre da questultima le motivazioni perch diventi seme di speranza. Del resto Ges stesso ha assunto la fragilit umana. Per quanto riguarda la cittadinanza mi sembra che oggi ognuno abbia alzato uno steccato su una porzione del creato, su una parte, un territorio e dica a qualcun altro: tu qui non ci devi venire.

Invece noi dobbiamo proporre o riproporre un pensiero che parte da quello che io chiamo il banchetto. Dio ha preparato per lumanit il banchetto del creato, che per tutti, ha preparato il banchetto eucaristico, ed per tutti, ha preparato il banchetto delleternit, ed per tutti. Dunque il creato per tutti, ma per starci bene devi sapere che sei figlio di Dio e fratello degli altri e non puoi escludere un tuo simile o uno simile a te figlio del Padre. Che impressione le hanno fatto i giovani incontrati a Madrid? Ho trovato lesperienza della Gmg spagnola molto viva e molto nuova: quello che mi ha impressionato, di questa edizione, come questa nuova generazione di ragazzi che partecipano sia una generazione esigente. Lho visto almeno in due aspetti: lattenzione e la pazienza nellascolto e soprattutto la freschezza delle domande, che chiedevano un aiuto per mettere insieme la vita con il progetto evangelico. Il modo in cui si ponevano i ragazzi mi ha molto toccato e impressionato e mi ha fatto pensare al congresso

eucaristico. Mi sembrato di trovare nelle loro domande e nelle risposte che io, e anche altri confratelli abbiamo cercato di dare, un primo passo verso questa riduzione della distanza culturale tra quello che celebriamo e quello che viviamo. Perci io mi auguro che la presenza dei giovani al Cen sia numerosa, anche se comprendo qualche difficolt, perch sono convinto che il sacramento stesso dellEucarestia ci d la spinta e ci fa trovare la motivazione per far s che la vita sia autentica. Incontri come la Gmg o il Cen di Ancona parlano veramente alla vita dei giovani? La vita nostra un continuo camminare e le difficolt che ho incontrato io da ragazzo non sono uguali a queste, come quelle di oggi non sono quelle che si incontreranno tra dieci anni. Limportante avere dentro quel qualcosa che non ti fa essere soddisfatto, che non ti fa sentire arrivato, devi essere sempre capace di rimotivarti su un cammino e queste esperienze offrono questa possibilit. I ragazzi partecipano a questi incontri perch tutti avvertono che la proposta evangelica talmente forte immodificabile che si pu coniugare nel tempo che vivi.

VALORE CITT srl Societ del COMUNE DI CESENA


ASTE PUBBLICHE IMMOBILIARI
Nelle giornate di GIOVED 29 SETTEMBRE, GIOVED 6 e VENERD 7 OTTOBRE 2011, avranno luogo gli esperimenti delle ASTE PUBBLICHE relative ai seguenti BENI IMMOBILI:
1) Podere S. Andrea (Cesena Loc. Pievesestina Via Fiume di S. Andrea): superficie di circa mq. 13.631. Base dasta . 28.000 Asta prevista per il giorno 29/09/2011 12) Ex scuola elementare Ponte Cucco (Cesena Loc. Ponte Cucco Via Prov.le Cervese n. 1818): immobile recuperabile ad uso residenziale. Asta prevista per il giorno 6/10/2011 Base dasta . 220.000 oltre IVA 2) Podere S. Tomaso (Cesena Loc. Madonna dellOlivo Via Madonna dellOlivo): superficie di circa mq. 99.719. 13) Area edificabile rotonda Case Finali (Cesena, tra Via Fiorenzuola e Viale Marconi): trattasi della capacit edificatoria correlata allarea suddetta, corrispondente ad una SUL di circa mq. 430,35 Base dasta . 239.000 Asta prevista per il giorno 29/09/2011 Asta prevista per il giorno 7/10/2011 Base dasta . 215.000 oltre IVA 3) Podere S. Andrea 2 (Cesena Loc. Pievesestina Via Fiume di S. Andrea): superficie di circa mq. 5.832. Asta prevista per il giorno 29/09/2011 Base dasta . 16.000 14) Area edificabile Ronta (Cesena loc. Ronta tra Via Ronta e Via Dei Ciclamini): porzione di comparto edificabile a destinazione polifunzionale. Sup. catastale dellarea in vendita pari a mq. 8.740 4) Podere S. Andrea 2A (Cesena Loc. Pievesestina Via Fiume di S. Andrea): superficie di circa mq. 37.925. Asta prevista per il giorno 7/10/2011 Base dasta . 340.000 oltre IVA Base dasta . 103.000 Asta prevista per il giorno 29/09/2011 15) Area edificabile Pievesestina (Cesena loc. Pievesestina prospiciente Via Colombara): porzione di comparto edi5) Podere S. Martino 6 (Cesena Loc. S. Martino in Fiume Via Boscone): superficie di circa mq. 51.044. ficabile a destinazione polifunzionale. Sup. catastale dellarea in vendita pari a mq. 3.689 Asta prevista per il giorno 29/09/2011 Base dasta . 138.000 Base dasta .145.000 oltre IVA Asta prevista per il giorno 7/10/2011 6) Ex scuola elementare Pioppa (Cesena Loc. Pioppa Via Cervese n. 7180): 16) Ex scuola elementare San Cristoforo (Cesena Loc. S. Cristoforo Via S. Cristoforo n. 4200): immobile recupeimmobile recuperabile ad uso residenziale. rabile ad uso residenziale, commerciale e terziario. SUL di circa mq. 740 con possibilit ampliamento Base dasta . 670.000 oltre IVA Asta prevista per il giorno 7/10/2011 Base dasta . 580.000 oltre IVA Asta prevista per il giorno 29/09/2011 7) Podere S. Martino 5 (Cesena Loc. S. Martino in Fiume Via San Martino): superficie di circa mq. 25.587. 17) Negozio in C.so Comandini (Cesena C.so U. Comandini, 10/A): unit immobiliare ad uso commerciale e terziario posta nel centro storico di Cesena. Sup. di circa mq. 60. Asta prevista per il giorno 6/10/2011 Base dasta . 75.000 Asta prevista per il giorno 7/10/2011 Base dasta . 180.000 oltre IVA 8) Podere Palazzo (Cesena Loc. Lizzano Via Com.le Lizzano): superficie di circa mq. 112.052 Base dasta . 230.000 Per informazioni relative agli IMMOBILI, BANDI DI GARA e MODALIT DI PARTECIPAZIONE: Asta prevista per il giorno 6/10/2011 consultare il sito internet www.valorecitta.it; 9) Podere Buscabella 2 (Cesena Loc. Bagnarola Via Boscabella): superficie di circa mq. 51.321 Asta prevista per il giorno 6/10/2011 Base dasta . 139.000 telefonare al numero sotto indicato, dal luned al venerd, ore 9-13, 15-19; rivolgersi allufficio di Valore Citt (c/o Comune di Cesena - settore Patrimonio, ingresso lato Rocca Malatestiana, 1 10) Podere Bagnile 14 (Cesena Loc. Bagnile Via Masiera 1a): superficie di circa mq. 59.517 piano) nelle giornate di mercoled e venerd, ore 9,30-12. Base dasta . 235.000 Asta prevista per il giorno 6/10/2011 Iscrivendosi alla NEWSLETTER di Valore Citt (vedi apposita sezione presente nel sito www.valorecitta.it) sar possibile ricevere utili aggiornamenti in merito alle pi importanti novit. 11) Podere Bagnile 11 (Cesena Loc. Bagnile prospiciente Via Pisignano): superficie di circa mq. 4.875. Asta prevista per il giorno 6/10/2011 Base dasta . 20.000 Tel. 0547 356810 - Fax 0547 356821- e-mail: info@valorecitta.it Lamministratore delegato dott. Alder Abbondanza

Attualit
Terra Santa
Pellegrini in calo. Ma non manca ottimismo
ellegrini in forte in Terra PSanta, complici lacalo di Paesi crisi economica e linstabilit sviluppo economico, in linea con i dati sul turismo del 2010, che parlavano di 2 milioni e 805mila presenze straniere in Israele, da aprile ad oggi il segno diventato negativo come conferma alla Custodia, Renato Zanon, operatore a Gerusalemme della Brevivet, tra i principali organizzatori italiani di pellegrinaggi: Dalle prenotazioni pensavamo a un 2011 boom e invece da maggio alla prima met di agosto il calo stato pauroso. Varie le ragioni del calo, afferma la Custodia, dalla crisi economica allinstabilit dei Paesi dove sono in corso rivolte e conitti, tuttavia, i pellegrini hanno

Gioved 1 settembre 2011

connanti con Israele e Territori Palestinesi. Ma i tour operator sono ottimisti e incoraggiano i fedeli: Venite in Terra Santa, non c nessun pericolo, Gerusalemme aspetta sempre i suoi gli. Secondo quanto riferito dalla Custodia di Terra Santa, dopo che nei mesi scorsi si era registrato un grande afflusso di pellegrini da tutto il mondo, segnando un momento importante in termini di

potuto godere di una situazione tranquilla che ha permesso loro di visitare i luoghi santi senza problemi. Tuttavia non mancano segnali di ripresa: Dalla seconda met di agosto no a novembre spiega Zanon - ci sono moltissime richieste. Ottimismo anche dal ministero del Turismo palestinese: Abbiamo partecipato a molte ere e mostre turistiche - afferma Jiries J.Qumsiyeh - il nostro scopo far conoscere la ricchezza storica, artistica e religiosa della Palestina. Per questo invitiamo tutti a venire in Terra Santa. Non c nessun pericolo.

Chiesa e tasse. Intervista al giurista e rettore della Lumsa Giuseppe Dalla Torre
hiesa e tasse. Mentre il Parlamento discute una nuova manovra economica tornata a farsi sentire la polemica sui benefici fiscali della Chiesa, con particolare riferimento allesenzione dal pagamento dellIci. Pubblichiamo lintervista a Giuseppe Dalla Torre, giurista e rettore della Lumsa (Libera Universit Maria Ss.ma Assunta), rilasciata allagenzia Sir.

In questi giorni tornata allordine del giorno la questione dei presunti benefici fiscali di cui gode la Chiesa in Italia, con una richiesta di soppressione dellesenzione Ici. Perch queste polemiche periodicamente riemergono? In parte per disinformazione, in parte per strumentalizzazione. Si fa una grande confusione, si confonde il Vaticano - che un altro Stato e non gode di esenzioni - con la Chiesa cattolica, e a sua volta questa Lesenzione allIci riguarda la rilevanza sociale di tante realt. La questione con una pluralit di enti e Quindi il costo sociale sarebbe istituzioni che hanno una dei presunti benefici fiscali di cui gode la Chiesa in Italia riemerge periodicamente peggiore del guadagno qualificazione cattolica. Questa fiscale? disinformazione. C poi una Esatto, non sarebbe un danno strumentalizzazione dovuta al per la Chiesa, ma per la societ. fatto che si vuol colpire, da parte di alcune pubblici, purch vi si svolga unattivit di un biglietto forze politiche ideologicamente orientate, rilevanza sociale e che non comporti un Certamente, se viene utilizzato per le Nel dibattito pubblico, e in particolare sui questa ramificazione forte della Chiesa guadagno. La Chiesa le tasse le paga: per gli attivit parrocchiali, e dunque non vi media, si registra continuamente nella societ. immobili non esenti come negozi, lucro, non si pu accomunare a unattivit confusione tra Chiesa e Vaticano alberghi, oppure dati in affitto, cos come commerciale. Sono anni che si discute attorno a questa Facciamo chiarezza: ci sono agevolazioni per quelle attivit commerciali, ad esempio questione, ma tutti gli sforzi per fare fiscali per realt che fanno capo alla in materia editoriale o di produzione Un noto periodico ha aperto su chiarezza sembrano inutili. Stiamo Chiesa? E quali sono? massmediale. questargomento il numero in edicola parlando di diocesi, parrocchie, enti Lesenzione dallIci (Imposta comunale titolando la santa evasione. Che ne ecclesiastici, istituzioni di carattere sugli immobili) riconosciuta per alcuni Alla fine, la polemica sulle tasse riguarda pensa? religioso e cos via. Sono tutti soggetti immobili non commerciali nei quali si lIci Innanzitutto questa non unevasione in giuridici distinti. Accomunarli come svolgono attivit di particolare rilevanza S, perch unorganizzazione religiosa, quanto prevista dalla legge, che permette unire sotto ununica bandiera e confondere sociale. Non soltanto la Chiesa cattolica, laddove produce un reddito, soggetta al alla Chiesa, come pure agli altri enti nelle lo Stato, le regioni, i comuni, pi tutti gli pertanto, a beneficiarne, ma tutti gli enti regime fiscale comune. Pensiamo alla medesime condizioni, di non pagare enti pubblici e privati: si creerebbe solo non commerciali pubblici e privati, laici e parrocchia con un cinema parrocchiale. unimposta. Levasione, invece, il non una gran confusione. La Chiesa una religiosi, di altre Chiese, organizzazioni di pagamento di quanto dovuto secondo la realt complessa, non si pu definire volontariato, ong, onlus, enti no profit E Purch il cinema effettui unattivit legge. Semmai da parte di alcuni si parla di genericamente. pure immobili dello Stato e di altri enti commerciale, chiedendo il pagamento di privilegio, ma anche questo improprio.

Non sono privilegi

Privilegio, infatti, definisce un trattamento di favore privo di ragionevolezza. E questo non vero: lesenzione dallIci estesa a tantissimi altri soggetti, sia religiosi sia laici, non riguarda solo la Chiesa, e perci siamo gi al di fuori del concetto di privilegio. Poi non vi mancanza di ragionevolezza; anzi, al contrario, la ragione ben precisa. Si tratta di servizi a carattere sociale di cui vi bisogno, come scuole materne nei piccoli centri, case di riposo, strutture di accoglienza per studenti e lavoratori fuori sede, mense per gli indigenti. Attivit che meritano di essere aiutate perch, laddove venissero meno, non se ne occuperebbe certamente il mercato for profit, e gli enti pubblici non riescono a soddisfare il bisogno. Se effettivamente si facesse pagare lIci, molti di questi servizi chiuderebbero, ossia lo Stato verrebbe a dare un colpo mortale a un settore solidaristico cui pensa solo il privato no profit.

Attualit

Gioved 1 settembre 2011

11

Si conclusa a Rimini la 32esima edizione della grande kermesse di Cl

SuperAbile di Arianna Maroni


ACCESSIBILI... NON A CASO!
Ma tu, che turista-viaggiatore sei? Sei un Vchc? lacronimo di Wellchair-cabin seat, significa che sei in carrozzella e che in treno ti devono portare a bordo, e all'aeroporto ti devono assistere dallingresso fino alla tua poltrona. Oppure un Vchs (ti serve assistenza fino alla scaletta dellaereo)? Non sarai semplicemente un Vchr (ti basta essere scortato fin sotto la scaletta)? Poi magari appartieni alla categoria Blind (ciechi o ipovedenti). Oppure Deaf (sordi). Magari sei banalmente un Child (bambino). A molti capita di essere Anpr (anziani un po rincoglioniti). Con la consueta vena ironica e lefficacia che li connota, Patrizio Roversi e Syusy Blady, i pi popolari turisti per caso, sul loro sito raccolgono, e lanciano, lappello e lattenzione alla fruibilit degli spazi, delle strutture, dei viaggi da parte di tutti, persone disabili e non. Partendo appunto dalle parole, dagli acronimi. Qualche settimana fa sono tornata dalle vacanze con degli amici e uno di loro era un Vchc (ti devono assistere dallingresso dellaeroporto fino alla tua poltrona); non sapevo nemmeno esistesse una definizione simile, eppure quando il tuo compagno di viaggio deve salire in aereo e si trova momentaneamente in carrozzella, qualcosa occorre fare. Unassistenza improvvisata prima dellimbarco, ma comunque eccellente. Gli acronimi sopra citati fanno parte delle specifiche da sottolineare quando si acquista un biglietto del treno o dellaereo. Resta il fatto che tutti - chi pi chi meno, compreso quelli che vanno alla ricerca spasmodica dovunque di una presa per ricaricare il computer o il telefonino, o quelli che viaggiano con animali - tutti abbiamo delle disabilit o comunque delle esigenze particolari. Ergo: discutere di accessibilit serve a tutti. Eh s, perch un viaggio, una struttura, un luogo accessibile diventa un luogo migliore per tutti. I due viaggiatori, Patrizio Roversi e Syusy Blady hanno ricevuto e continuano a ricevere numerose sollecitazioni ad affrontare laccessibilit degli itinerari di viaggio. Per questo sul sito ci sono dei turistipercaso che si danno da fare in merito (Fabrizio che come Rotex gestisce un forum chiamato Viaggi a Rotelle, Laura Rampini col suo Liberamondo, lamico Rolando racconta il suo meraviglioso giro del mondo da solo). Ma a convincere la coppia a entrare nel merito della questione stata anche la visita nella loro redazione di Silvia Bonoli e Roberto Vitali, direttrice e presidente di V4A (Village for all), che gli hanno proposto di collaborare. Da qui, come raccontano Patrizio e Syusy, la proposta estesa a tutti i turistipercaso di terra, di acqua e di cielo, di carta e di sito: cerchiamo di inserire nei nostri prossimi diari di viaggio annotazioni il pi precise possibile sullaccessibilit, perch non si tratta di un dettaglio. Dateci consigli per stilare una griglia di riferimento comune.

i Rimini eeting d M

Mobilitazione entusiastica di coscienze


opo che quasi 800mila persone ribadito anche da Emma Fattorini, conformate per accogliere in s la da 38 nazionalit diverse hanno professore di Storia contemporanea relazione, laltro da s. Questo incontro partecipato ai 113 incontri con alluniversit La Sapienza di Roma, gi possibile nella misura in cui luomo 321 oratori, hanno visitato le 10 presente al primo Meeting in qualit di riscopre totalmente la propria umanit. mostre, hanno visto i 26 spettacoli - grazie giornalista de Il Manifesto, della quale il sorprendente il fatto che il 23 sia stata al contributo di 3872 volontari, fra i quali 23 agosto, alla presentazione del libro presentata la traduzione in lingua araba 140 stranieri con alcune ragazze islamiche Non storie, storie vere. Vite al bivio di del libro di don Giussani Il rischio identificabili dal velo - si concluso il 27 suor Francesca Bassi, ed. Cantagalli, educativo, fatta da Abdel-Fattah Hassan, agosto il 32esimo Meeting per lamicizia stato letto un messaggio nel quale, dopo professore di letteratura italiana alla Ain fra i popoli con lannuncio che il avere ricordato le entusiasmanti Shams University del Cairo ed esponente prossimo si terr sempre alla fiera di esperienze fatte con don Lino Mancini e dei Fratelli Musulmani per i quali stato Rimini dal 19 al 25 agosto 2012 e che avr la comunit di Giovent Studentesca di parlamentare. Nelleditoriale del sito come titolo La natura delluomo Cesena e don Ricci di Forl, ha scritto: La www.ilsussidiario.net il 23 agosto scriveva: rapporto con linfinito. Questo tema si certezza di essere tutti dipendenti, deboli Non a caso lidea fondamentale di questo lega molto bene a quello del Meeting e bisognosi ci che accomuna davvero libro che uneducazione vera appena terminato su E lesistenza lessere umano, laico o credente. () Ecco uneducazione dellumano, delloriginale diventa una immensa certezza. Perfino il allora il nuovo vero terreno di incontro: che in noi, cio del cuore. () Il cuore giornalista Michele Smargiassi su La un umanesimo nel quale nessun uomo o delluomo lo stesso in tutti i Paesi e in Repubblica del 26 agosto si sentito in donna sia autosufficiente. E le donne tutti i continenti. dovere di scrivere: Ma chi passi qualche questo lo sanno molto bene perch sono Stefano Salvi giorno al Meeting non pu non ammettere che nulla di tutto questo esisterebbe se non poggiasse su una sorprendente capacit di mobilitazione delle coscienze, di sincero A caratterizzare la 32esima edizione della rassegna anche la presenza, per la prima volta in forma ufficiale, coinvolgimento intimo, su una di una delegazione del Consiglio nazionale della Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici). stato il leva di massa di entusiasmi portavoce del Meeting, Matteo Lessi, - ha spiegato al Sir, Francesco Zanotti, presidente della Fisc - a proporre come ormai pochi movimenti in la partecipazione dei settimanali diocesani. Da qui la decisione di una piccola delegazione, guidata dallo Italia sanno suscitare, e nessuno stesso Zanotti, di partecipare alla rassegna il 24 e 25 agosto. Ne hanno fatto parte il delegato Fisc per da altrettanto tempo. Questo lEmilia Romagna, Giulio Donati, il delegato Fisc per la Sardegna, Simone Franceschi, Chiara Genisio, avviene perch, come troviamo consigliere nazionale Fisc e Carlo Camoranesi consigliere nazionale e delegato Marche della Fisc. scritto nel comunicato stampa La nostra partecipazione - ha proseguito il presidente Fisc - voleva essere prima di tutto un modo per conclusivo, ci troviamo di fronte prendere coscienza della realt del Meeting e favorire una conoscenza reciproca. Nei due giorni trascorsi a persone certe di una sola abbiamo avuto modo di partecipare ad alcuni incontri e visitare due mostre come quella sugli Apostoli a cosa, essenziale, cara a ognuno: Cafarnao e quella sui 150 anni sussidiariet, ma soprattutto di entrare in contatto con il popolo del Meeting la propria esperienza di uomini e il loro entusiasmo. Credo che il rapporto tra esistenza e certezza sia un tema che interessi anche i veri, certi e perci irriducibili a settimanali diocesani. Un primo contatto tra la Fisc e il Meeting che il presidente Zanotti non esclude possa qualsiasi tipo di potere, perch ripetersi nei prossimi anni. Siamo convinti - ha spiegato - che lesperienza del Meeting nellestate italiana riconoscono che le forze che sia un punto fermo per molti e una testimonianza di esperienza cristiana che dice molto al Paese. Di per s cambiano la storia sono le stesse rappresenta una grande notizia che come settimanali diocesani non pu non interpellarci. Unoccasione che, che cambiano il cuore grazie anche ai servizi del Sir, riporta nei nostri territori quei dibattiti che sono emersi in questo contesto, delluomo. Luomo infatti non raccontando anche laltra faccia della luna, ovvero, tutto quelle storie che faticano ad emergere nel caos del artefice di se stesso, ma segnato circo mediatico. da qualcosa daltro. Al Meeting Michele Luppi 2011 questo concetto stato

La prima volta della Fisc al Meeting

il Periscopio

di Zeta

In Emilia Romagna sono tornati i ticket sanitari. E a pagare sono sempre gli stessi

A PARTIRE DA LUNED 28 AGOSTO SONO STATI APPLICATI I NUOVI TICKETS SANITARI

Il reddito familiare lordo

ono tornati i ticket sulle prestazioni sanitarie e sui farmaci. Loperazione antipatica in se stessa, ma pu aiutare a essere virtuosi, anche se quando si parla di salute non si pu ragionare solo in termini monetari. Occorre avere a cuore il bene della persona, sempre e comunque. Ci sono anche tanti sprechi, bisogna ammetterlo. Per combatterli occorrerebbe mettere in campo politiche autorevoli. Il provvedimento della regione EmiliaRomagna non mi pare in questa direzione. Non tiene in nessuna considerazione la famiglia, gi bastonata su pi fronti. Da luned scorso ci vuole unautocertificazione che tenga conto del reddito familiare lordo. S, avete capito bene: il reddito familiare lordo, un concetto che se non sbaglio esiste solo per questa fattispecie. Non finisce qui la telenovela. Non bastano gli interventi che giungono da pi parti perch si tenga finalmente conto della famiglia. Siamo intervenuti su pi versanti

anche noi la scorsa settimana. Oltre al danno c anche la beffa. I conviventi sono favoriti rispetto a chi sposato. Per loro, infatti, non ha valore lindicazione di reddito familiare perch vengono considerati come singoli. E pensare che da anni i conviventi chiedono gli stessi diritti dei coniugi. I doveri da che parte stanno? Non ho sentito nessuno alzare la voce per lequiparazione alle famiglie costituite davanti alla legge. Conviventi e famiglie stessi diritti, ma non stessi doveri: strano questo nostro amato Paese. Davvero strano, e strabico. curiosa anche la nuova norma in tema di pensioni. Via gli anni del riscatto del servizio militare e quelli del corso di laurea dal conteggio dellanzianit lavorativa. Ovvio che la norma riguarder solo chi ancora occupato, perch chi ha acquisito i diritti non viene pi toccato. Penalizzati sono sempre quelli che oggi sono ancora sulla breccia, una minoranza purtroppo. Un altro cambio di regole verso chi ha sottoscritto anni fa un patto che ora viene disatteso. Bel modo di trattare i propri cittadini nei quali di certo non cresce la stima verso uno Stato che pare colpire nel mucchio, senza una strategia di lungo periodo.

Infine c chi invoca lIci sui beni della Chiesa. Un bel polverone sul nulla, gi pi volte chiarito (cfr. pag. 9). Inutile, comunque, tentare di spiegare a chi non vuole comprendere. Il quotidiano Avvenire ha dedicato paginate intere allargomento, rintracciabili anche sul sito www.avvenire.it che anche da qui rilancio. (712)

12

Gioved 1 settembre 2011

Cesena
migliori, la banca estense ha cercato di fare un passo di qualit nel rapporto tra istituto di credito, dipendenti e clientela. Dopo i saluti del presidente Sergio Lenzi - "da agricoltore ammiro molto Cesena, ma tutta limprenditoria romagnola per noi degna di interesse" - la parte del leone stata del professor Lucio Poma, docente di economia e politica industriale allUniversit di Ferrara. Il docente ha illustrato una crisi che viene da lontano ("parte almeno dal 2000, il Pil ristagna da allora") e che non pu essere denita crisi mondiale, n nanziaria: "Ci sono paesi, come Cina, India o Brasile, per certi versi la Russia, che non sono stati toccati. Per cui la crisi non globale. E non passeggera: non basta aspettare la ripresa della domanda, che soffi di nuovo il vento. Le vele delle aziende sono rotte, tutto sta cambiando e gli imprenditori devono ripensare completamente il modo di fare impresa". Lincontro della Carife ha cercato di ridare agli investitori uniniezione di ducia nelleconomia, analizzando scenari nanziari di lungo periodo, quasi un secolo. (Mb)

Crisi economica

Alla ne tutta una questione di ducia. Investire in unazienda signica credere nel potenziale di crescita di quella societ. Chi vende azioni, allopposto, spesso non ha pi ducia nei mercati o nei propri investimenti. Leconomia, e le banche, vivono di ducia. Un sentimento che devessere accompagnato per da dati concreti e poggiare su basi di solida razionalit. Per questo la Cassa di Risparmio di Ferrara, il mese scorso, ha organizzato a Cesena un incontro seminariale sulleconomia. Non limitandosi a invitare a cena i propri clienti

I corsi gratuiti dei prof della Comitiva

Studiare sempre una grande opportunit


coprire che lo studio Con "Settembre insieme" si pu essere una propongono ai ragazzi che grande occasione": questo uno degli frequenteranno la prima superiore obiettivi della Comitiva, momenti di studio per prepararsi unassociazione di insegnanti che gratuitamente mettono la loro al nuovo anno scolastico professionalit a disposizione degli studenti delle scuole secondarie di secondo grado di e di studio per gli studenti Cesena. In particolare per il mese di settembre la di tutte le classi Comitiva ha organizzato liniziativa "Settembre prenderanno il via gioved insieme" che propone ai ragazzi che 22 settembre (alle 15). frequenteranno la prima superiore momenti di Durante lanno non studio per prepararsi al nuovo anno scolastico. Nei mancheranno momenti di marted e gioved delle prime due settimane di approfondimento di tematiche culturali e di settembre (6, 8, 13, 15 settembre) nelle aule della attualit e saranno organizzati momenti di Fondazione Sacro Cuore (via don Minzoni, 57) sostegno alla preparazione delle prove scritte insegnanti delle scuole medie inferiori e superiori dellesame di Stato e dei percorsi multidisciplinari. aiuteranno gli studenti nel ripasso della "La Comitiva- spiega la presidente Giovanna Fedi matematica e nellavviamento al latino. Poi a vuole essere un luogo dove i giovani sono aiutati a partire dallinizio dellanno scolastico e fino alla sua conclusione ogni marted e gioved dalle 15 alle prendere sul serio i bisogni legati alla scuola e ha lobiettivo di motivare allo studio attraverso una 17 nei locali della scuola Sacro Cuore sar possibile compagnia in cui tessere una vera relazione ricevere un aiuto nello svolgimento dei compiti per educativa. Il fine non solamente far studiare i le materie di italiano, storia, geografia, latino, ragazzi, ma farli crescere nello studio, affinch greco, matematica, fisica, filosofia, inglese, chimica, scienze ed estimo. Gli incontri di recupero scoprano il fascino della conoscenza, aiutati dalla

"S

compagnia di chi pi grande. La proposta fatta alla libert del ragazzo che pu frequentare il Centro senza essere obbligato: questo atteggiamento di accoglienza favorisce il sorgere di unamicizia tra adulti e studenti che fa scoprire che aiutare i ragazzi nel loro bisogno concreto educa prima di tutto gli adulti stessi" Per informazioni e iscrizioni telefonare al numero 320-2224291. Barbara Baronio

Nozze di smeraldo
Domenica 4 settembre CARLA e SERGIO festeggiano quarantanni di matrimonio. Auguri vivissimi dai figli Michelangelo e Romeo

Gli "Amici del Monte" in visita a Longiano

"Longiano fra arte, paesaggio e convivialit": la Societ Amici del Monte propone per il pomeriggio di sabato 10 settembre una visita guidata nella cittadina di Longiano, sulle colline del comprensorio cesenate. Alle 15,45 partir un autobus dalla Barriera (alle 15 presso distributore Agip di via Costa). La visita si apre con il Museo della ghisa e, successivamente, i partecipanti si recheranno alla raccolta di arte moderna e

contemporanea "Fondazione Balestra" (presso il castello malatestiano). Alle 17,30 arrivo alla villa di Domenico Neri, a Longiano, dove nellanteatro del giardino si terr unedizione autunnale de "I suoni dello spirito". Seguir buffet e ritorno. Per info e iscrizioni: Nives e Umberto Gaggi presso erboristeria del Monte, oppure ai numeri 0547 610399, 329-6484489.

Cesena

Gioved 1 settembre 2011

13

Parrocchie San Mauro in Valle e SantEgidio, la settimana parrocchiale


ontinua per tutto il fine settimana la festa ricreativa della parrocchia di San Mauro in Valle di Cesena. Dopo la cena delle famiglie di gioved sera, la festa proseguir venerd 2 settembre con lo spettacolo della scuola di ballo "Casadei" alle 21. Durante la serata sar offerto il vin brul a tutti gli intervenuti. Sabato 3 settembre i momenti ricreativi avranno inizio dal pomeriggio. Alle 16 ci sar Pompieropoli per i bambini. Nella serata alle 20,30 si terr la distribuzione gratuita del volume "Nuova patente a punti per la 3 et" e sar illustrato il testo. Il libro, nato su richiesta del parroco don Guido Rossi in vista delle nuove modifiche al codice della strada stato realizzato grazie alla disponibilit di Balduino Simone, dirigente generale di Pubblica Sicurezza, che ha scritto questa guida culturale e pratica rivolta agli adulti per conservare la patente di guida ed evitare incidenti E rivolta anche ai giovani invitandoli ad avere sempre atteggiamenti etici, corretti e saggi. Alle 21,30 si rider con "Sgabanaza". Al termine dello spettacolo ci sar ciambella e albana per tutti gli spettatori. Domenica 4 settembre, dopo la messa delle 11, in programma un grande pranzo di beneficienza a cui sono invitati tutti i parrocchiani ed amici (alle 12,30). Sin dalle 17 si esibir lorchestra spettacolo "Renzo e Luana", che animer tutta la giornata. La festa si concluder, alle 22, con lestrazione dei biglietti della sottoscrizione a premi. Tutte le sere nellarea della festa sar possibile giocare alla ruota del prosciutto, sfidare la fortuna nella ricca pesca e cenare nello stand gastronomico. Non mancheranno giochi per i piccoli e i gonfiabili. "Come ogni anno - continua don Rossi - la realizzazione della festa un vero e proprio momento di aggregazione per tutti, in cui caratteri, attitudini e carismi diversi sono impegnati nella realizzazione di uniniziativa in cui al centro di tutto c la passione e il desiderio di stare insieme e condividere dei bei momenti

Gattolino
LA TESTIMONIANZA DI SUOR ADALGISA Tutto pronto per la festa parrocchiale a Gattolino, comunit guidata da don Luciano Zanoli. Domenica 4 settembre ci sar un momento molto importante con la messa

Comunit in festa
con i propri amici". Per marted 6 settembre la parrocchia organizza unuscita a Mirabilandia, iscrizioni al 0547/330599. Barbara Baronio SANTEGIDIO "Servire regnare": poche parole ma dal profondo significato. A queste si rimandano tutte le attivit di settembre della parrocchia di SantEgidio, mese della ripresa per eccellenza perch il 1 del mese si celebra proprio il santo protettore. Il programma delle celebrazioni denso di eventi: si parte la sera di gioved 1 con la messa presieduta dal vescovo Douglas Regattieri, alle 20,30. Sabato 3 partono le attivit di catechismo e formazione, con liscrizione ai gruppi di catechesi. Domenica 4, ore 16, torna un bellappuntamento sempre molto atteso e partecipato: la messa con lunzione degli infermi. una celebrazione dedicata in particolare a chi pi fatica ad accostarsi alla messa, per impedimenti fisici o altro: grazie a un servizio di accompagnamento anziani e malati vengono portati in chiesa per partecipare insieme alla messa e un seguente pomeriggio di ricreazione festosa e mangereccia. Si prosegue luned 5 sera con le confessioni comunitarie per arrivare a una novit di questanno: la giornata della cooperazione, gioved 8 dalle 19. "In collaborazione con la Banca di Cesena abbiamo organizzato una serata di festa con stand gastronomici, richiamandoci allo stile cristiano dellattenzione al sociale, stile proprio delle casse rurali nate nel secolo scorso, per le quali non era solo il profitto a far da guida, ma principi quali letica, la fraternit, la cooperazione", spiega don Gabriele Foschi, parroco di SantEgidio. Gli appuntamenti proseguono con lassemblea pastorale di venerd 9 e la fiorita dei bambini nel pomeriggio di sabato 10, momento di preghiera alla Madonna per i pi piccoli, invitati a portare un fiore: "Il fiore pi bello la propria vita donata a Ges". Si arriva poi al culmine: la celebrazione eucaristica comunitaria di domenica 11, alle 11, seguita dai vespri solenni alle 18 e dalla cena insieme dalle 19. Durante tutto il mese sar attivo uno stand di pescalotteria di beneficenza. Si chiuder poi con la Cresima domenica 25 e il mandato a catechisti ed educatori domenica 2 ottobre. Claudia Coppari

solenne alle 11 e la concomitante testimonianza di suor Adalgisa Moretti che festeggia i 50 anni di professione. Suor Adalgisa fa parte dellordine delle Figlie del Crocifisso ed nipote del compianto don Armando Moretti. "Attualmente - scrive la religiosa - mi trovo in un paese collinare, Castelnuovo della Misericordia, della provincia di Livorno. Opero nella scuola dellInfanzia come coordinatrice e presto servizio in parrocchia con la catechesi . Il tempo libero per le persone che soffrono, per le famiglie e per quanti hanno bisogno di conforto e sostegno morale e spirituale .Nella casa in cui vivo presente una struttura che ospita una casa famiglia per minori". La festa prosegue poi per tutta la settimana. Marted 6, in serata, sar riproposta la recita "I combinati sposi" che rievoca le tradizioni legate ai matrimoni dei primi del 900 in Romagna. Venerd 9 dopo la messa alle 20,30 si terr la processione per le vie del paese. Sabato 10 la serata sar animata dal gruppo musicale Cheope. Domenica 11, la messa delle 11 sar presieduta da don Luigi Moretti. Nel pomeriggio spazio alle tradizioni con la mostra di trattori depoca e la trebbiatura di una volta. In serata, spettacolo con i ballerini di Crisa Dance.

Cari futuri sposi,


vi invitiamo a visitarci per offrirvi le nostre splendide proposte per la vostra LUNA DI MIELE: viaggi, soggiorni, crociere. Sconti fino a 400 euro a coppia e la vostra lista di nozze da noi gestita gratuitamente. Vi aspettiamo in agenzia per ritirare il nostro bel catalogo a voi dedicato! VIAGGI VENERI ROBINTUR CESENA SIAMO SPECIALISTI IN VIAGGI DI NOZZE

I NOSTRI VIAGGI E PELLEGRINAGGI DI GRUPPO VIAGGI VENERI-ROBINTUR


LOURDES: pellegrinaggio con volo speciale da Rimini
3 giorni dal 19 al 21 settembre e dal 13 al 15 ottobre da 560 euro

VIAGGI DI GRUPPO A NEW YORK

6 giorni, ponti di novembre e dicembre 2011 dal 27 ottobre al 1 novembre e dal 6 all11 dicembre Voli da Milano e Roma, visite della citt, cena, assistenza Ponte di di novembre: 25 ottobre-5 novembre 2011 Grecia, Israele, Turchia (12 giorni)

da 1.430 euro

TEMPO DI CROCIERE! RITORNO IN TERRASANTA

da 670 euro

LA LUNGA ESTATE NELLA MAGNIFICA ISOLA DI ISCHIA

Hotel 3 stelle a Forio dIschia, 8 giorni/7 notti. Viaggio in pullman da Bologna compreso! Partenza 23 ottobre e 30 ottobre (ponte), pens completa e bevande 660 euro

VIAGGI VENERI

- CESENA - via S. Quasimodo, 256 Tel. 0547 610990 - veneri@robintur.it - www.robintur.it

PRENOTA DA NOI LE TUE VACANZE CON I NOSTRI PREZZI BLOCCATI&FINITI


NON PAGHERAI NEPPURE UN EURO IN PI PER SUPPLEMENTI CARBURANTE, VISTI, SPESE DAGENZIA, ECC: TUTTO COMPRESO!

14

Gioved 1 settembre 2011

Cesena

Si paga di pi per farmaci e visite, sono esclusi coloro che hanno gi esenzioni Si paga in base al reddito che va autocertificato

I moduli
Riguardo allautocertificazione, la devono compilare tutti coloro che non sono esenti, chi ha lesenzione per patologia (per tutte le prestazioni e farmaci che non riguardano la stessa patologia), ogni singolo componente del nucleo familiare (anche minori, per i quali firma il genitore). Il modulo deve essere compilato in duplice copia. Deve essere allegata sempre la fotocopia del documento di identit (carta didentit, passaporto, patente di guida, patente nautica, libretto pensione, patentino abilitazione conduzione impianti termici, porto darmi). Per i minori sufficiente il documento di identit del genitore che autocertifica. Per assistenza nella compilazione lutente pu avvalersi della consulenza di Patronati, Caf, associazioni di categoria. Lautocertificazione pu essere consegnata unitamente ad una copia del documento presso tutti gli sportelli dellAusl cesenate, i CAF e Patronati, gli sportelli delle strutture sanitarie private convenzionate se il cittadino esegue le prestazioni presso una di queste strutture (Malatesta Novello, S. Lorenzino, Columbus, Terme Sant Agnese, Arcade). Per le visite specialistiche il ticket aumenta di 5 euro per tutti, indipendentemente dal reddito. Chi esente continuer ad esserlo. Per la prima visita il ticket sar dunque di 23 euro, per quelle di controllo di 18 euro. Viene introdotto anche un ticket di 46,15 euro per le prestazioni di chirurgia ambulatoriale della cataratta e della sindrome del tunnel carpale. Non cambia nulla per quanto riguarda i ticket e le esenzioni attuali del Pronto Soccorso. Allo stesso tempo, sono confermate tutte le attuali esenzioni nazionali e regionali: bambini fino a 6 anni di et e anziani dai 65 anni, con reddito familiare lordo inferiore o uguale a 36.152 euro, persone con invalidit e con malattie croniche, donne in gravidanza, disoccupati, lavoratori in cassa integrazione e loro familiari.

Sanit Aumenti e certificazioni E un caos


a luned 29 agosto anche a Cesena, cos come in tutta lEmilia Romagna, sono stati introdotti i ticket su farmaci e viste specialistiche, ma modulati su fasce di reddito definite sulla base di unautocertificazione, e salvaguardando le attuali esenzioni. Si tratta di un adempimento previsto dalla manovra finanziaria del Governo del luglio scorso, che ha tagliato 834 milioni di euro annui dal Fondo sanitario nazionale, 100 dei quali in Emilia Romagna. La Regione Emilia Romagna, pur dovendo uniformarsi, ha tuttavia deciso di non applicare il ticket previsto di 10 euro per tutte le prestazioni e per tutti i cittadini. Il ticket sulla farmaceutica, fino a oggi assente in Emilia Romagna, sar modulato in base al reddito familiare annuo lordo autocertificato. Tale

LOSPEDALE BUFALINI (FOTO ARCHIVIO GIUSEPPE MARIGGI

ticket non riguarda chi ha un reddito inferiore ai 36.153 euro e chi gi usufruisce di unesenzione per reddito, et, patologia cronica o altre condizioni. Ad esempio, con reddito fra 36mila e 70mila euro la tassa di un euro a confezione (con tetto di 2 euro per ricetta); di 2 euro a confezione (con tetto di 4 euro per ricetta) per redditi da 70mila a 100mila euro e infine 3 euro a confezione (con tetto di 6 euro per ricetta) con redditi oltre i 100mila euro. Per la risonanza magnetica e la tac il ticket di 36,15 euro fino a 36mila euro di reddito; 50 euro fino a 100mila e 70 euro oltre i 100mila euro di reddito. I cittadini possono consultare, anche per un aggiornamento in tempo reale del materiale informativo disponibile, il sito internet dellAusl di Cesena (www.ausl-cesena.emr.it). Ci si pu rivolgere anche al numero verde del Servizio sanitario regionale 800 033 033, con telefonata gratuita

sia da fisso che da cellulare, nei giorni feriali dalle 8,30 alle 17,30 e il sabato dalle 8,30 alle 13,30. Il reddito familiare annuo lordo, in base al quale viene calcolato il ticket, deve essere dimostrato dai cittadini attraverso unautocertificazione che dovr essere compilata per ogni componente del nucleo familiare una sola volta. In questo modo ciascun cittadino sar in possesso del modulo con cui accedere a tutti i servizi, unitamente alla prescrizione. I dati dellautocertificazione saranno registrati nellanagrafe sanitaria con il relativo codice di fascia di reddito, che a regime sar automaticamente riportato in ogni prescrizione. In fase di avvio, tale codice potr essere riportato manualmente dallo stesso cittadino su ogni ricetta, nellapposito spazio previsto per le esenzioni. Non tenuto a compilare alcuna autocertificazione chi ha un reddito superiore a 100.000 euro. Va sottolineato che lautocertificazione ha durata illimitata: sar compito del cittadino provvedere a compilarne una nuova qualora la variazione del reddito lo ricollochi in una differente fascia.

Alla rotonda sulla via Emilia lavori a pieno ritmo

Lavori a pieno ritmo e nessun particolare inconveniente per la circolazione. Questa la situazione allincrocio fra la via Emilia e via del Mare a una settimana dal trasferimento del cantiere sul lato opposto e delle conseguenti modiche del traffico. Finora confermano il sindaco Paolo Lucchi e lassessore alla Mobilit Maura Miserocchi che hanno effettuato una verica direttamente sul cantiere il nuovo assetto non ha creato grossi problemi, mentre nei prossimi giorni possibile che si registri qualche disagio in pi, di cui ci scusiamo n da ora. Ma tutto dovrebbe

risolversi velocemente: nel giro di poche settimane, infatti, le opere pi consistenti di costruzione della rotonda saranno concluse e questo consentir di riaprire completamente la via Emilia. Gli ultimi lavori riguarderanno la sistemazione del marciapiede e degli arredi e potranno essere eseguiti senza interferire sullassetto della circolazione. Nella foto di Pippo, i lavori allintersezione fra la via Emilia e la via del Mare, di fronte al ristorante da Baldo.

viale Carducci, 49 47521 Cesena tel. e fax 0547 22211 cell. 336 548370

ZONA OSPEDALE In palazzina al primo piano con ascensore appartamento di mq. commerciali 135 composto da salone, cucina abitabile, 3 letto, 2 bagni, balcone, ampio garage. OTTIMO STATO. 320.000 euro / Rif. 0988

info@agenziamedri.com

maurizio@agenziamedri.com

CASE FINALI immerso nel verde appartamento nuovo a piano terra con ingresso indipendente e spaziosa corte privata. Riscaldamento a pavimento, aspirazione centralizzata, predisposizione aria condizionata. Informazioni in ufficio. ZONA OSSERVANZA in condominio ben conservato servito di ascensore appartamento al secondo piano internamente da ristrutturare composto da ampio ingresso, soggiorno, cucina, bagno (possibilit di secondo bagno), ripostiglio, 2 letto, balcone, cantina e garage. 235.000 euro / Rif. 0905 IN ZONA OSSERVANZA, MONTE, MADONNA DELLE ROSE: VENDESI SOLUZIONI ABITATIVE DI PRESTIGIO

MADONNA DELLE ROSE Trilocale al quinto piano con loggia panoramica composto da soggiorno, cucina, letto matrimoniale, bagno, cantina e garage. In parte da rivedere 180.000 euro / rif. 1017 ZONA CENTRALE - VIALE CARDUCCI In condominio ben conservato al piano terzo con ascensore appartamento internamente da rivedere composto da ingresso, soggiorno di mq. 30, cucina, 2 letto matrimoniali, disimpegno, bagno, balcone, cantina. Impianti Autonomi. 260.000 euro / Rif. 0963 ZONA VIGNE in contesto tranquillo e ben servito appartamento al 1 piano con ascensore composto da cucina abitabile, ampio salotto, 2 letto matrimoniali, 2 bagni, 2 balconi, garage. Aria condizionata, impianti autonomi e a norma. 200.000 euro / Rif. 1069 TIPANO 2 villette in bifamiliare con spaziosa zona giorno, 3 letto, 3 bagni, sottotetto, portico, ampio giardino con attrezzaia. Info in ufficio. / Rif. 0564

LOCAZIONI
ZONA CENTRALE appartamento anno 2004 con soggiorno-angolo cottura, 2 letto, 2 bagni, 2 balconi, garage. Impianti autonomi. ARREDATO. 650 euro RIO MARANO villetta abbinata ben rifinita e di circa 150 mq. con a piano terra sala con angolo cottura, 2 camere da letto, 2 bagni, giardino, portico e posto auto; al piano interrato ampia taverna, cantina, ripostiglio, lavanderia. NON ARREDATA. 1100 euro / Rif. 1037 ZONA STADIO in casa bifamiliare appartamento al piano primo recentemente ristrutturato composto da soggiorno-cucina, 2 letto, bagno, balcone, posto auto. Arredato solo di cucina. 700 euro / Rif. 1044

Cesenatico

Gioved 1 settembre 2011

15

A Cesenatico da diversi anni attiva la Congrega dei velisti

Cento anni
"I cento anni della nonna". Maria Mussoni, da tutti conosciuta come nonna Nina, ha compiuto un secolo di vita. E stata festeggiata attorniata da amici e familiari. Un traguardo quello dei centanni che vale una grande e indimenticabile festa, soprattutto quando la centenaria in questione quanto mai arzilla e in piena salute. Nonna Nina nata a Rimini il 28 agosto 1911, quando lallora capo del governo del Regno dItalia era Giovanni Giolitti. Maria Mussoni era ancora fanciulla nel periodo della Grande guerra. E vissuta a Rimini no ai 33 anni, per poi trasferirsi a Cesenatico subito dopo il passaggio del fronte. Seguiva il marito che lavorava alle telecomunicazioni, ed era lui, difatti, il tecnico che installava, su pi ampia scala, i primi telefoni nelle case dei cesenaticensi. A met degli anni 60, nel pieno boom

ociazioni Ass

Vela, una passione ma anche unarte antica P

er chi ama il mare, il vento e le imbarcazioni, la cosa migliore da fare prendere lezioni di vela. Per imparare a timonare una barca spinta avanti dal vento basta davvero poco: un pizzico di buona volont ed unadeguata tecnica. Un prerequisito dobbligo per mettersi in barca saper stare a galla. Questo la base che serve quanto meno per cominciare, indicata dal mastro Fiv, Enrico Pozzani, in forza allo storico sodalizio della Congrega velisti di Cesenatico. "Occorre formarsi di un bagaglio minimo, peraltro sempre utile, di nozioni di basi sul mare - invita Pozzani - come ad esempio conoscere la direzione da dove spira il vento, cosa fare per virare e far Messa in acqua una barca, anche se cambiare rotta allo scafo. Tutte cose piccola, necessario saper spostare la quasi pi difficile da dire che da fare barra del timone, stringere il vento e una volta che si mette piede in barca. procedere di bolina. Oppure ancora Poi il resto viene da s naturalmente e allontanarsi della direzione del vento, con unadeguata pratica". procedere con andature di traverso o "Essere poi un discreto velista al lasco con la vela allascata e pi significa anche essere un buon gonfia di vento. Tutte cose che si marinaio -aggiunge- E questa una apprendono passo dopo passo, cos gran bella soddisfazione...".

come la terminologia tecnica. "Insegnare a tavolino la vela pu risultare pi complicato di quanto sia nella realt -avverte Enrico Pozzai-. Poi per, quando si sale a bordo, tutto risulta molto pi semplice e naturale. Servir amalgamare lequipaggio, e prestare attenzione a quanto imparte listruttore mentre la vela prende vento e lo scafo scivola via sullonda". Terminata la fase teorica e pratica della scuola, apprese le basi, la soddisfazione di dire "ho frequentato un corso di vela" sempre tanta, specie quando si torna a casa delle vacanze. Alla Congrega Velisti, ragazzini, giovani e adulti hanno la possibilit di provare, imparare e praticare questo sport che ha in s il sapore di unarte antica. Si apprende che a bordo bisogna innanzitutto far squadra, ma che altrettanto importante prendere decisioni in autonomia e con il coraggio della scelta che pare pi giusta in una determinata circostanza. La Congrega Velisti di Cesenatico mette a disposizione per la scuola di vela catamarani "Mattia Declic" "Felix" per gli appassionati di derive e multiscafi, derive collettive quali i "Tridente", da doppio come i "420". I corsi si svolgono in estate e comprendono nel prezzo la tessera della Federazione italiana vela (con copertura assicurativa) e il manuale dellallievo. La durata dei corsi in genere di dieci giorni per trenta ore di lezioni (dal luned al venerd pomeriggio). Le lezioni a terra come in mare sono tenute da istruttori federali. Sulle derive ai corsi di base fanno seguito quelli intermedi, pensati per chi proviene da esperienze di vela precedenti. C la possibilit di partecipare a corsi Weekend, svolti per coloro che per lavoro o studio sono liberi soltanto nel fine settimana. Per saperne di pi: Congrega Velisti Cesenatico, via Cavour , 27 - telefono sede 0547-80655, fax 0547-679661, cellulare 349-2531925, posta elettronica congrega@tin.it Antonio Lombardi

del turismo balneare, i coniugi aprirono una pensione in zona Boschetto. Qui nonna Nina, per oltre ventanni, ogni estate, simpegnava alacremente ai fornelli. Faceva la cuoca e serviva pranzo e cena ai villeggianti ospiti. Tuttora la pensione gestita in famiglia, dal glio Otello, dalla nuora Oride e dalle glie Michela e Roberta. Per festeggiare il compleanno della nonna i familiari si sono riuniti per una grande festa che, considerato il periodo stagionale, ha coinvolto anche i clienti storici, cio quelli che da quasi trentanni frequentano e soggiornano alla pensione del Boschetto. An. Lo.

Il turismo si promuove anche attraverso la bicicletta


Tour in Germania ai primi di agosto
Buoni esiti per la promozionale di Cesenatico al Br Radltour. Dal 30 luglio al 5 agosto Cesenatico ha partecipato al tour cicloturistico in Baviera Br Radltour, azione promozionale organizzata dal Comune in collaborazione con Gesturist Spa e le

associazioni economiche della citt. Si svolta al cospetto di vasto pubblico di cicloturisti e famiglie molto interessate a Cesenatico ed entroterra da andarci in sella alla bici. Il tour cicloturistico in Germania si svolto nella prima settimana di agosto e ha coinvolto 1200 cicloturisti impegnati in un tour itinerante in sette tappe sulle strade e percorsi della Baviera (Ulm, Dillingen, Dinkelsbuehl, Uffenheim, Karlstadt, Bad Neustadt, Coburg) e in parte lungo la

Romantische Strasse. In ogni citt bavarese, tappa del BR Radltour, stata organizzata una grande festa con un ricco programma serale di concerti, giochi ed enogastronomia, che ha coinvolto ogni volta pi di 4000 persone tra i partecipanti al tour e residenti nei dintorni. La manifestazione, giunta questanno alla 22 edizione, si avvale della diretta televisiva giornaliera a cura di Bayerischer Rundfunk.

Il nostro impegno per chi si impegna


Il leasing della

FEDERIMPRESE EMILIA-ROMAGNA

e degli Istituti Azionisti: Cassa di Risparmio di Cesena Banca di Romagna Banca CRV Cassa di Risparmio di Vignola Cassa di Risparmio di Cento Cassa di Risparmio di Rimini Cassa di Risparmio di Fabriano e Cupramontana Emil Banca Socit Gnrale

16

Gioved 1 settembre 2011

Valle del Rubicone


La parrocchia di San Lorenzo Martire, guidata da don Giuseppe Calandrini, festeggia la Madonna del Popolo. Domenica 4 settembre la messa sar celebrata alle 7,30, alle 11,15 e alle 16. Al termine di questultima celebrazione ci sar la processione con la statua della Madonna. Il programma ricreativo aprte gioved 1 settembre con la magia del mago Cotechino. La serata terminer con il nutella party. Venerd 2 spazio al buonumore con la Compagnia de Bosch. Durante la serata, piadina e prosciutto offerti dallavis locale. Sabato 3 ci sar musica dal vivo con lorchestra Roberto Scaglioni e vino e polenta per tutti. Domenica 4 alle 17,30 musica con il corpo bandistico di Gambettola. In serata spettacolo di danza con i ragazzi della scuola di Settecrociari. Durante la serata di domenica sar attivo lo stand gastronomico. Sar possibile giocare alla pesca e partecipare allestrazione nale.

A Gatteo la festa parrocchiale entra nel vivo

Gocce di memoria
Una sfilata per ricordare
Si chiama "Gocce di memoria" ed levento che caratterizzer Roncofreddo, Montiano, Sogliano al Rubicone e Cesena nel prossimo ne settimana. Un raduno con slata di mezzi storico-militari con un percorso tra le colline romagnole in vista del 67 anniversario della Liberazione. La rievocazione dovuta alla storia della Linea Gotica, il sistema difensivo che arrest il Fronte della seconda guerra mondiale nella nostra Penisola con una tta rete di forticazioni che tagliava lItalia in due da Massa a Pesaro. Un sistema che si modellava per oltre 300 chilometri sulla morfologia del territorio che dispiegava mezzi e uomini in grande quantit; questi eventi hanno lasciato una scia silenziosa di tracce materiali

A Gambettola un ricco programma

Intensa settimana per la parrocchia


ndate in tutto il mondo e fate discepoli tutti i popoli della terrainsegnando loro ad osservare tutto ci che vi ho comandato". Questo il brano scelto dal parroco don Claudio Turci per guidare le meditazioni per i festeggiamenti dei santi patroni: santEgidio Abate, titolare della chiesa parrocchiale l1 settembre e la Madonna delle Grazie, patrona della comunit l8 settembre. Il tema sempre attuale dellevangelizzazione sar guidato dalle riflessioni di padre Angelo Casadei, missionario della Consolata. La festa parrocchiale dar loccasione di poter rimirare, nella chiesa parrocchiale, limmagine della Madonna del Rosario, una statua restaurata dopo anni di abbandono e tornata a disposizione del culto, che stata collocata vicino allaltare laterale della Madonna delle Grazie. Il programma religioso prender avvio con la solennit di santEgidio abate il primo settembre: alle 20,30

"A

Due grandi appuntamenti di musica con David Pacini e Renzo e Luana

sar celebrata la messa nel campo sportivo e al termine si terr la processione con limmagine del santo. Gioved 8 settembre, solennit della Madonna delle Grazie, alle 16,30 la messa sar presieduta dal vicario generale don Virgilio Guidi e animata dalla corale "Vivaldi" di Gambettola. Alle 17,30 ci sar la processione lungo corso Mazzini accompagnato dal Corpo Bandistico "Citt di Gambettola". Il programma ricreativo avr inizio luned 5 settembre con lapertura alle 19 dello stand gastronomico, della grande pesca di beneficenza (primo premio un week-end ad Abano

Terme e secondo premio un televisore Lcd 42"). Alle 21 ci sar lo spettacolo di Formazione Minima in "Selezionata Accuratamente". Marted 6 settembre previsto lo spettacolo di danza "Danza destate" offerto dal Centro Studi Danza e arti coreografiche di Eleonora Pandolfini e Giorgia Muratori. Mercoled 7 settembre alle 21 musica con lorchestra di David Pacini. Gioved 8 settembre la musica sar quella di Renzo e Luana. Dal 5 settembre all8 settembre, alle 21, presso il circolo parrocchiale, torneo di maraffa "SantEgidio". Piero Spinosi

Festa dellUrgon

Sono passati 2060 anni da quando Giulio Cesare pass il Rubicone. Lanniversario non poteva passare inosservato allassociazione Pro Rubicone la quale il 4 settembre celebra la 21esima Festa campestre alle sorgenti dellUrgn. "Abbiamo in programma una domenica - spiega il presidente Rino Zoffoli - ricca di iniziative. Il ritrovo alle 15 al Passo dei Meloni, in localit Bagnolo di Sogliano. Il saluto di benvenuto sar dato dai sindaci della zona. Ci sar lincontro delle comunit romagnola e sarda con lomaggio oreale alla celletta della Madonna del Rubicone".

Dopo la rievocazione degli eventi di 2060 anni fa e la leggenda della Malanotte di Calisese, sar assegnato il premio Urgonauta 2011. Lassociazione questanno premier Gianluca Bagnara, assessore provinciale allagricoltura ed Edo Lelli, imprenditore. "Un altro momento importante aggiunge il presidente - sar la premiazione del concorso di poesia e narrativa Urgonautiche. Tutti i visitatori che saliranno al Passo del Meloni potranno vedere lesposizione dei prodotti tipici di fattoria e degustare vino, ciambella e polenta". (Nella foto, Rino Zoffoli)

nel nostro territorio, ma soprattutto hanno segnato la memoria delle popolazioni locali. Proprio su questo fatto si basa levento: una grande carovana di mezzi e uomini che visiteranno i luoghi della memoria nel Rubicone. Il programma prevede sabato 3 settembre alle 10 la sistemazione dei mezzi lungo le vie di Roncofreddo, a cui seguir la visita al Museo del Fronte e la partenza della colonna per Montiano, ripercorrendo le strade della liberazione. Nel pomeriggio i veicoli partiranno alla volta di Cesena con la sosta in viale Mazzoni. Domenica 4 settembre alle 10 a Roncofreddo ci sar la cerimonia al parco delle Rimembranze e alle 12 la partenza della colonna con la destinazione "Cippo" a cui seguir il percorso della colonna per le strade dellottava armata con ingresso a Sogliano e visita al museo Linea Christa. Alle 15 previsto il rientro a Roncofreddo. Cristina Fiuzzi

La Fotonotizia | Il campo di Calisese

La Fotonotizia | Estate a Montenovo

Si svolto dal 13 al 20 agosto a Mareson di Zoldo (BL) il camposcuola delle parrocchie di Calisese - Casale e Badia. I partecipanti sono stati 120. La figura di san Francesco ha accompagnato il campo dei ragazzi delle medie, mentre il capitolo 21 del vangelo di Giovanni e stralci del libroPer sempredi SusannaTamaro hanno guidato i giovanissimi. Due, inoltre, le uscite per ammirare le bellezze del monte Civetta e del Pelmo. Grande la gioia e la gratitudine per la visita del vescovo Douglas che ha presieduto, venerd 19 agosto, la concelebrazione a conclusione del campo.

A Montenovo il mese di agosto stato denso di attivit. La comunit parrocchiale ha organizzato il centro estivo che ha coinvolto diversi bambini e ragazzini della zona. "Vogliamo ringraziare - spiegano gli educatori - don Elvezio Motta e tutti i genitori che continuano a credere nella valenza delle attivit estive, che ci hanno portato alla settima edizione del centro estivo in parrocchia, che da alcuni anni resiste e si migliora grazie alla collaborazione con la parrocchia di Montiano".

Valle del Savio

Gioved 1 settembre 2011

17

Previsto un impianto a biomasse

Sarsina
Al Monte di San Vicinio
Si rinnova la tradizione che vuole i sarsinati, nel ne settimana successivo alla festa del patrono (28 agosto), in pellegrinaggio al monte di San Vicinio. La partenza ssata per sabato 3 settembre, con il ritrovo in piazza Plauto alle 17. Dopo un breve momento di preghiera in Cattedrale i partecipanti, dal centro storico plautino, si incammineranno verso il monte che, secondo la tradizione, Vicinio scelse per dedicarsi alla solitudine, alla meditazione, alla penitenza e alla preghiera. Allarrivo, previsto intorno alle 21, dopo una suggestiva camminata lunga 10 chilometri circa, verr concelebrata dai sacerdoti della Cattedrale la messa allaperto. La camminata al monte di San Vicinio sempre molto partecipata. Tanti sono i pellegrini che, pur non accingendosi a percorrere tutto il tragitto a piedi, decidono di partecipare alla messa serale, dando vita ad uno scenario piuttosto suggestivo di preghiera e raccoglimento. La tradizione tramanda che Vicinio fu eletto vescovo direttamente da Dio, come risulta dalla scena del quadro che si trova nella Cappella a lui dedicata, allinterno della Cattedrale di Sarsina. "Poesia e leggenda - dicono gli esperti inorano la biograa del primo vescovo, alla cui elezione avrebbero concorso addirittura due angeli bianchi, con linfula episcopale in mano, nel cielo di Musella, localit dove si erge il monte". Michela Mosconi

Verghereto: il bilancio non piange troppo


nche il comune di Verghereto deve fare i conti con una riduzione negli introiti dalle multe e ha quindi provveduto ad alcune variazioni al bilancio 2011, col voto contrario della minoranza. Alcuni maggiori introiti registrati per su alcune voci e su contributi regionali permettono di superare "brillantemente" il problema e di inserire a bilancio la previsione dei 700.000 euro di spesa per la realizzazione dellimpianto a biomassa con alimentazione a cippato, previsto ad Alfero. Alla fine delle variazioni, grazie ad ulteriori 350.000 euro di contributi regionali e alla previsione di accendere un mutuo per 300.000 euro (per impianto a biomasse), il bilancio prevede addirittura 645.215 euro in pi di entrate, e anche di spese, passando da un totale di 4.223.388 euro a 4.868.604. Lassessore al bilancio Bernardo Milanesi ha comunicato che a seguito di verifiche si sono registrate ulteriori entrate per circa 30.000 euro sullIci

Dalla Regione arriveranno 350mila euro per costruire la centrale per produrre energia
del 2006-2007-2008 e di 4.600 euro sulla tassa rifiuti per il 2006. I proventi da sanzioni amministrative relative alle infrazioni al codice della strada sono per state decurtate per 134.050 euro, passando da 969.068 a 835.018. Dallaltro lato per calano anche delle spese, come quelle previste per lattivit di carattere tecnicoamministrativo (spedizione multe e controllo pagamenti) affidata allesterno (- 20.000 euro) e quella per la manutenzione straordinaria della segnaletica stradale (-23.909,92 euro). Lassessore Milanesi ha poi riferito che "si rende necessario rimpinguare il capitolo degli incarichi dellufficio tecnico di 30.000 euro circa", che poi sarebbe la spesa per il pagamento dei professionisti incaricati dalla Misericordia per la progettazione preliminare di palestra e impianto a biomasse. E stato poi inserito a bilancio il nuovo progetto riguardante la realizzazione della centrale termica a biomassa con alimentazione a cippato, con una previsione di spesa di 700mila euro. "I soldi - ha detto tra laltro il capogruppo di minoranza Giovannetti - si prendono sempre dai progetti delle strade e invece le nostre strade necessitano di manutenzione. Alcune, ad Alfero, sono piene di buche". Alberto Merendi

Loratorio si trova in una delle zone pi remote e incontaminate della diocesi, in comune di Sarsina

Vetracchio, una chiesa sistemata dai residenti


Puntuale, anche questanno arrivata la festa della Madonna delle Grazie presso loratorio di Vetracchio, in parrocchia di Tezzo in comune di Sarsina. Domenica 4 settembre alle 16 sar celebrata la messa a fianco della cappella dal parroco don Renzo Marini. Ci si fermer poi insieme per un momento di festa, dove a tutti i presenti sar poi offerto un ricco rinfresco-cena come vuole lospitalit che propria della piccolissima frazione. A Vetracchio, forse il luogo pi remoto di tutta la diocesi anche se non troppo lontano dai centri abitati, il tempo sembra proprio essersi fermato. Vi si ammirano ancora file di grandi pagliai, vecchi e nuovi, vi sono strumenti da lavoro in legno ancora in uso e fino a qualche anno fa i campi venivano arati ancora con laiuto delle bestie. Qui nel 1982 venne girato un documentario, dove vennero catturate tutte le immagini di un ciclo annuale di vita contadina, dalla semina del grano alla raccolta, alla vendemmia e alluccisione del maiale. Le case, del sette-ottocento, sono raccolte in due borgate dove vi abitano ancora sette persone, che accolgono amici e visitatori con premure e attenzioni davvero singolari. Fino agli anni 60 i residenti erano oltre cinquanta. Nel 1954 venne costruita la chiesetta, lungo la via per la Casella, per dar modo a due religiosi originari del luogo ora defunti, padre Graziano e padre Giovanni Santucci, di poter celebrare la messa durante le vacanze estive passate nelle case natali. Consacr la chiesa monsignor Bandini, arrivato a cavallo del mulo perch la strada fu aperta nel 1958, come vivo ricordo degli abitanti rimasti. nei mesi scorsi tre volontari hanno risistemato la chiesa e tutto il piazzale esterno. Daniele Bosi

Ponte Giorgi

Piatti tipici romagnoli, accompagnati da pizzichi di novit e voglia di scoprire sapori particolari. Pasta fatta in casa e dolci scrupolosamente secondo le ricette delle nostre nonne

Ristorante Albergo Bar


47020 Cella di Mercato Saraceno (Fc) Tel. 0547 96581-96563 - fax 0547 96636 pontegiorgi2004@libero.it

18

Gioved 1 settembre 2011

Solidariet
Carceri in Libia
Gli archivi rischiano di perdersi
Gli archivi delle prigioni e altre informazioni di grande importanza rischiano di andare persi in Libia poich i centri di detenzione sono in condizioni dinsicurezza e i documenti vengono distrutti o portati via. quanto ha vericato la delegazione di Amnesty International presente in Libia, che ha chiesto al Consiglio nazionale di transizione (Cnt) di proteggere queste prove in luoghi sicuri e di rivolgersi a coloro che hanno sottratto documenti affinch vengano restituiti. Gli archivi delle prigioni e altre prove possono essere di grande importanza per eventuali futuri processi relativi ai crimini commessi sotto il regime del colonnello Ghedda - ha dichiarato Claudio Cordone di Amnesty International -. Queste prove potrebbero far venire alla luce informazioni sui prigionieri scomparsi in Libia negli ultimi decenni, comprese le migliaia di persone catturate dalle forze pro-Ghedda dallinizio della rivolta. Luned 28 agosto la delegazione di Amnesty International ha visitato la prigione di Abu Salim, rinvenendo documenti sparsi in giro nel cortile del carcere e in buste situate in almeno due stanze. Tra i documenti rinvenuti cerano dossier di prigionieri detenuti per zandaqa (eresia), il reato per il quale venivano condannati molti oppositori di Ghedda; un documento che ordinava lespulsione di una donna somala sieropositiva e un altro relativo a un libico accusato di aver commesso attentati terroristici in Iraq. I ricercatori di Amnesty International hanno visto persone aggirarsi tra i documenti della prigione di Abu Salim. Alcuni li portavano via come souvenir, nonostante le proteste dei parenti di un uomo ucciso in quella prigione nel massacro di 1.200 detenuti avvenuto nel giugno 1996. Non vi erano guardie n altre persone che vigilavano sulla documentazione sparpagliata in giro. I prossimi giorni rischiano di essere decisivi per conservare i documenti delle prigioni, delle basi militari e anche delle abitazioni private degli ex dirigenti del regime. Devessere fatto ogni sforzo per conservarli e metterli al sicuro, in modo che si possa stabilire la verit e si possano portare di fronte a un giudice i responsabili, dichiara Cordone.

Limpegno della San Vincenzo de Paoli con i detenuti del carcere riato di Forl, tra incontri, ascolto e sostegno. Con un pensiero al poi Volonta

Una boccata dossigeno


a San Vincenzo porta la carit dietro le sbarre. da ormai un decennio che lassociazione cattolica cesenate attiva nel carcere di Forl, per portare soccorso materiale e psicologico a chi sta scontando la pena detentiva. Non dimentichiamoci mai che i detenuti sono persone profondamente sofferenti, per il rimorso dei reati commessi, per il distacco dalle famiglie, per la limitazione della libert e per la precariet dei luoghi di detenzione. Il carcere il luogo privilegiato

Lassociazione pi antica
Presente a Cesena dal 1887 - la pi antica associazione cittadina - la Societ San Vincenzo de Paoli pu contare su una tta rete di soci (130 iscritti distribuiti in 11 parrocchie) che opera ogni giorno nel silenzio per cercare di dare risposta a ogni tipo di bisogno sia morale che materiale. Lo scorso anno ha aiutato oltre 1.600 persone. Per informazioni: tel. 0547.300741, 338.2949685. tenuto dal vescovo Douglas Regattieri. I vicenziani hanno ben chiaro quale sia il momento pi difficile per i carcerati, ovvero luscita dalla prigione: spesso infatti vengono emarginati, quasi sembrasse impossibile scrollarsi di dosso letichetta di delinquenti. Si sta concretizzando il progetto di trovare un lavoro agli ex detenuti grazie alla disponibilit di alcuni imprenditori locali - dice -. Inoltre, ci stiamo attivando per realizzare allinterno della casa circondariale forlivese un laboratorio di pasta fresca per la sezione femminile e uno per il confezionamento di prodotti per uso commerciale. Non poniamo limiti alla Provvidenza.

In autunno il vescovo di Cesena-Sarsina Douglas Regattieri terr al carcere della Rocca di Forl un ciclo di incontri di catechesi
dellingiustizia, lede la dignit e i diritti fondamentali delle persone, debutta Luigi DallAra, coordinatore regionale della Societ San Vincenzo de Paoli. E cos tutto ci che ritenuto scontato per chi libero, diventa una boccata dossigeno per chi invece conduce la vita parallela della galera. Ogni settimana forniamo

ai detenuti generi di prima necessit - prosegue -, li incontriamo e sosteniamo nei momenti di sconforto e ci confrontiamo periodicamente con gli assistenti sociali della casa circondariale per pianificare la nostra attivit. Un aspetto importante sono i momenti di condivisione e di riflessione. I primi di agosto abbiamo

organizzato un torneo di ping pong che si trasformato in un momento di fratellanza, dove i detenuti, in un clima di serenit, hanno potuto dialogare a lungo con la dirigenza del carcere e con i volontari sottolinea DallAra -. In autunno prenderanno il via due cicli di incontri: uno a carattere filosofico e un altro di catechesi

Francesca Siroli

Pensionati Inpdap: le detrazioni fiscali per i familiari a carico


Ogni anno i contribuenti pensionati, per poter usufruire delle detrazioni scali per familiari a carico, devono presentare unapposita domanda e i dati relativi ai familiari per i quali si richiedono lattribuzione del benecio scale. Dallanno 2011 gli interessati sono sollevati dallobbligo di presentare ogni anno allistituto, quale sostituto dimposta, la domanda contenente la richiesta delle detrazioni scali per familiari a carico. Pertanto lInpdap riconoscer le detrazioni per i carichi di famiglia sulla base dellultima dichiarazione presentata dal contribuente che, tuttavia, sar tenuto a comunicare tempestivamente allistituto ogni variazione. Inoltre, per effetto della intervenuta modica legislativa, lInpdap non proceder alla sospensione dellattribuzione del benecio scale con la rata di agosto. Da ultimo, per quanto riguarda le detrazioni sul reddito, queste continueranno ad essere attribuite direttamente dallistituto, in base ai dati reddituali in suo possesso.

NOTIZIARIO PENSIONATI
Europa aumenteranno del 42 per cento, passando da 87 milioni a 126 milioni. LUe nella sua strategia Europa 2020 ha riconosciuto che linvecchiamento demograco costituisce al contempo una sda e unopportunit per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva.

a cura del Sindacato Pensionati FNP CISL (tel. 0547 644611 - 0547 22803) e per il Patronato INAS CISL (tel. 0547 612332) via R. Serra, 12 - Cesena

Donne Fnp Cisl: Pi attenzione


Per la seconda volta nellarco di questanno un gran numero di donne italiane si sono riunite al di fuori di qualsiasi banale folclore o tutela di partiti e/o organizzazioni. Lo hanno fatto nello stupore generale del Paese che le pensava rassegnate. Un milione di presenze a febbraio a Roma e duemila a Siena, nel torrido caldo di luglio, con la volont di andare oltre qualsiasi divisione ideologica, culturale, partitica, per rivendicare unite e a gran voce alcuni prioritari ed elementari diritti. Diritto al lavoro, nel rispetto della parit tra i generi, ma sottolineando ed esigendo la considerazione e il rispetto delle differenze. Avere la certezza del lavoro anche per garantirsi la possibilit di esercitare la piena libert nella responsabilit e nellautonomia. Il diritto al lavoro non pu essere mai disgiunto dal diritto alla conciliazione con i tempo di vita, per coniugare famiglia, maternit e professione. Basta sottostare al vincolo della scelta tra lavoro o maternit. Basta ai lavori precari e marginali perch madri. I gli sono di entrambi i genitori, che devono avere il diritto di averli, e sono il futuro del Paese, che deve assicurare loro, n

2012 anno dedicato allinvecchiamento attivo


Vivere di pi e vivere meglio, potenzialit e sde del cambiamento demograco: ecco uno dei temi su cui lUnione Europea, impegnata da tempo nellattivit di ricerca sullinvecchiamento attivo, ha invitato gli Stati a lavorare in vista dellanno 2012 tutto dedicato a questa porzione di popolazione. Le proiezioni demograche infatti confermano per il prossimo futuro il fenomeno dellinvecchiamento quale processo irreversibile. Gli over 65 in

benessere della propria famiglia. I pensionati iscritti alla Fnp Cisl, per il rilascio della nuova autocertificazione tic- Inoltre le linee di indirizzo si propongono lobiettivo di ket, possono rivolgersi, oltrech presso tutte le sedi Caaf Cisl di Cesena e del eliminare ogni sorta di comprensorio, anche presso la sede Fnp-Cisl di Cesena in via Renato Serra, 15. disomogeneit nei criteri Tutte le mattine dalle 8 alle 12 (tel. 0547 22803).Occorre portare un documento diagnostici, nelle procedure didentit valido e la dichiarazione dei redditi o il cud. Chi ha gi fatto negli scorsi mesi di maggio e giugno lautocertificazione per le esenzioni del ticket (65 diagnostico-terapeutiche e nei requisiti strutturali per ogni anni di et e fino a 36.152 euro di redditi) non deve fare altra autocertificazione, fase di assistenza, rendere pi essendo quella valida anche in questa occasione. Questa nuova autocertificazione va fatta da tutti (esclusi i pensionati di cui sopra) in quanto oltre alle even- trasparenti, chiare e certe le azioni compiute per i pazienti tuali esenzioni (redditi fino a 36.152 euro) consente una diversificazione delle in stato vegetativo e di quote di pagamento correlata a redditi superiori. minima coscienza. Nella fase acuta previsto che sia ridotta dallinfanzia, i servizi indispensabili a quanto pi possibile la permanenza in vengono riconosciute e valorizzate una buona crescita e, nel contempo, quanto meritano. La battaglia, limpegno reparti di rianimazione e intensivi e che serenit alla famiglia nel saperli il paziente sia collocato al pi presto in che le donne del sindacato conducono custoditi e protetti. ambienti sub-intensivi, dove possa insieme agli uomini, prosegue senza Le donne della Fnp Cisl, che hanno molte essere affidato a professionisti rinunce o rassegnazioni. e vecchie ragioni per protestare e per particolarmente esperti nel settore delle rivendicare, riconoscono che la politica, i Assistenza alle persone in stato gravi cerebro lesioni acquisite. Nella fase partiti, i governi - vecchi e nuovi - hanno vegetativo e di minima coscienza post-acuta si prevedono unit dedicate fortemente trascurato i problemi e i alla neuro-riabilitazione intensiva con il Per lassistenza alle persone in stato diritti femminili, le cui conseguenze collegamento in rete con gli altri servizi vegetativo e in stato di minima coscienza di riabilitazione, sia a breve che a lungo pesano anche sui nuclei familiari. I sono state pubblicate le linee di indirizzo termine. Per i pazienti in condizioni problemi presenti nel nostro Paese, quali nellambito della Conferenza linsufficiente sviluppo, la stabili, laccordo stabilisce lassistenza permanente per i rapporti tra lo stato, le disoccupazione, il precariato, la domiciliare integrata in strutture regioni e le province autonome. difficolt alla conciliazione, la extraospedaliere. Si dovr tenere conto denatalit, la povert estrema e relativa, Il documento prevede la realizzazione di della scelta migliore sia per le condizioni un sistema integrato ospedale-territorio coinvolgono donne, giovani, lavoratori del paziente che per quelli della anziani non ancora pensionabili, famiglie per costruire un percorso di dimissione famiglia. La scelta, in ogni caso, potr protetta. Ci permette di ridurre la e pensionati. Sono questioni che vanno cambiare in funzione dei possibili poste senza separazione dei sessi, perch permanenza nei reparti di rianimazione e mutamenti di queste condizioni. Le intensivi e favorire un pi rapido sintrecciano. strutture extraospedaliere, inoltre, trasferimento del paziente in ambienti Lintelligenza, i risultati nello studio, la potranno essere utilizzate anche per pi adeguati a fornire unassistenza pi bravura, limpegno e le capacit ricoveri momentanei, cosiddetti di attenta agli aspetti funzionali e femminili, da parte della societ sollievo, per le famiglie impegnate riabilitativi della persona, nonch al affermano le donne della Fnp Cisl - non nellassistenza domiciliare del familiare.

Ticket

Per il rilascio dellautocertificazione

Cultura&Spettacoli
a poesia... nasce da giovani. Con questo slogan partir domenica 4 settembre, dalle 18,30 in avanti, un primo originale esperimento di reading di poesia davanti alla casa che fu di Marino Moretti. Sulle barche storiche del porto canale di Cesenatico salir una ciurma di poeti giovani e non solo che leggeranno le loro opere insieme a quelle del padrone di casa Marino Moretti. Il tutto parte da unidea di Davide Rondoni, condivisa e messa in atto da Casa Moretti in collaborazione con un gruppo di poeti noti e meno noti, ma tutti interessanti da ascoltare: hanno gi dato la loro

Gioved 1 settembre 2011

19

Poesie sul portocanale di Cesenatico

adesione Martina Abbondanza, Pasquale DAlessio, Valerio Grutt, Isabella Leardini, Roberto Mercadini, Mariachiara Rafaiani, Antonio Riccardi, Stefano Simoncelli, Francesca Seragnoli, mentre con funzione di presentatori ma soprattutto di istigatori ci saranno Davide Rondoni e Gianfranco Lauretano. Uniniziativa per mettere al centro del canale del genio - il porto canale di Cesenatico disegnato da Leonardo - una cosa fragile eppure fortissima; tenue, ma capace di dare sapore alla vita; evanescente come le parole, eppure eterna: in una parola, la poesia.

Cinema di Filippo Cappelli


Uci Savignano

FRIGHT NIGHT Il vampiro della porta accanto


di Craig Gillespie Cosa faresti se scoprissi che il vicino di casa in realt un pericoloso vampiro? Ecco il dubbio del giovane Charlie Brewster, ex nerd con la passione per i film horror. Remake del famoso Ammazzavampiri, quando nel 1985 fece scalpore grazie alla grande dose di ironia che veniva iniettata in un genere come lhorror. Oggi pi facile: dopo Sam Raimi e Peter Jackson, anche lo splatter pi estremo diventato fonte di risate liberatorie. Un progetto, quello di Fright Night, che pare quindi gi bruciato in partenza, visto che la carica eversiva delloriginale divenuta una consuetudine. Eppure, a venticinque anni di distanza, il meccanismo funziona ancora. La trama: Las Vegas. Una serie di efferati omicidi e sparizioni sconvolge la citt. Lo studente Ed Lee (Christopher Mintz-Plasse) si rivolger a Charley Brewster (Anton Yelchin), altro ragazzo con cui cresciuto e che adesso lo snobba cercando di buttarsi alle spalle il suo passato da nerd, visto che oltre a essere riuscito a conquistare la ragazza pi ambita della scuola (Imogen Poots) Charley ora entrato anche nella cerchia degli studenti pi popolari. Dopo Conan e laction-thriller Professione assassino ancora un rifacimento per la nutrita programmazione estiva in via di conclusione. Stavolta si ripesca addirittura un classico horror-comedy come Ammazzavampiri di Tom Holland che nel filone vampiri anni 80 ormai un titolo di culto insieme al Lost Boys di Joel Schumacher. Il regista Craig Gillespie apporta dei piccoli ritocchi qua e l alla storia onde renderla pi confortevole e appetibile a chi cerca brividi light allinsegna dello scanzonato, ma loperazione si rivela senza troppe pretese fin dallutilizzo del 3D, blando e innocuo come la birra analcolica. A resistere e mantenere in piedi la baracca sono ancora le buone cose delloriginale del 1985, come la commistione horror/comedy e la vis comica e il carisma di David Tennant, che dimostra di aver imparato bene la lezione del trentennio addietro. Male invece il vampiro Colin Farell, che in canotta appare fuori luogo come Bossi a un pranzo di gala dell800. Mostra petto e muscoli ipervitaminizzati, ma la seduzione con cui un vampiro deve riuscire a farsi invitare a entrare in casa dalla sua stessa vittima , letterariamente e cinematograficamente, tutta unaltra cosa. Note: nel cast figurano lo Jerry Dandridge delloriginale Chris Sarandon che appare in un cameo e la Toni Colette della serie tv United States of Tara.

InVal di Fassa visitato il Museo della grande guerra

Ai piedi della Marmolada un po di storia romagnola


l diario del forlivese Alfredo Ortali uno dei libri pi venduti al museo della grande guerra alla Marmolada, mentre la divisa originale del capitano faentino Giuseppe Ceroni uno dei pezzi forte del museo stesso. Siamo in Val di Fassa, nel cuore delle Dolomiti, zona dove i turisti romagnoli giungono a frotte. Furono i parroci delle nostre parrocchie che, fin dagli anni 60, iniziarono i campiscuola in queste zone e da allora lamore per queste montagne non mai venuto a meno. Ma qui si scoprono anche segni di romagnoli che, durante la prima guerra mondiale, lasciarono il segno. A fine luglio Andrea de Bernardin, direttore del Museo della Grande guerra al Passo Fedaia, ai piedi della Marmolada, ha tenuto una serata sulla prima guerra mondiale in piazza a Canazei. E qui stato citato Ortali: il cui diario stato pubblicato un paio danni. Ortali, nel 1915 - spiega De Bernardin - si era arruolato volontario, spinto da ideali mazziniani. Faceva parte della brigata Cacciatori delle Alpi e combatt sulla Marmolada in condizioni, soprattutto nei mesi invernali, davvero critiche. Il freddo, le valanghe, la fatica derivante dagli oltre 3000 metri del ghiacciaio, a volte erano condizioni ben peggiori rispetto alle incursioni nemiche. Il libro di Ortali uno dei pi acquistati del museo, soprattutto dai romagnoli che lo visitano. E sono tanti - spiega il direttore - i turisti

LA DIVISA DEL CAPITANO FAENTINO GIUSEPPE CERONI, ESPOSTA NEL MUSEO DELLA GRANDE GUERRA IN VAL DI FASSA. RENDE PERFETTAMENTE LIDEA DI COME POTEVA ESSERE LASPETTO DI UN CAPITANO DELLESERCITO ITALIANO CENTANNI FA.

In mostra il diario del forlivese Alfredo Ortali e la divisa originale del capitano faentino Giuseppe Ceroni
romagnoli che vengono fino al passo Fedaia. Qui si possono ammirare tantissimi reperti che, nel corso degli anni, sono stati trovati e catalogati. Fra questi anche la divisa di un capitano faentino, Giuseppe Ceroni. Alcuni anni fa, il figlio del capitano Ceroni, venuto a conoscenza dellapertura del museo, decise di regalarla in modo potesse essere ammirata da tutti gli appassionati e gli storici. La divisa stata esposta su un manichino e dotata di altri accessori (fondina per la pistola, spada) in modo da rendere perfettamente lidea di come poteva essere laspetto di un capitano dellesercito italiano centanni fa. La divisa ottimamente conservata - spiega il direttore del museo, De Bernardin - e rappresenta una testimonianza del passato molto importante nellottica della grande guerra. Su in Marmolada arrivarono tantissimi soldati romagnoli, per un semplice motivo: in tanti si arruolarono presso il 51 reggimento Alpi nella brigata Cacciatori delle Alpi. I ritrovamenti in zona, cos frequenti nei primi decenni del 900, ora sono ormai esauriti se non a due condizioni: o con luso di un metaldetector, oppure conoscendo certi anfratti del ghiacciaio dove, con lo scioglimento progressivo, riemergono antiche testimonianze di 100 anni fa. E spesso il ghiacciaio restituisce anche delle salme perfettamente conservate. Lultimo ritrovamento sulla Marmolada, del 28 agosto, come comunica De Bernardin. Si tratta di una boccetta integra, con tappo, piena di un liquido bianco. Probabilmente alcol puro, altrimenti con il congelamento il vetro si sarebbe rotto. Non va dimenticato che oggi, rispetto a 100 anni fa, il ghiacciaio della Marmolada si ridotto di molto: nel 1910 si estendeva per 392 ettari, mentre oggi circa la met. In pi, lo spessore dello strato di ghiaccio calato di alcune decine di metri. Cristiano Riciputi

alla libreria cattolica SAN GIOVANNI


DONNE NEL MEDIOEVO. IL GENIO FEMMINILE NELLA STORIA DEL POPOLO DI DIO
di papa Benedetto XVI, Ed. Marietti 1820, luglio 2011, euro 12 Leditrice Marietti 1820 ha pubblicato, con il titolo Donne nel Medioevo. Il genio femminile nella storia del popolo di Dio la raccolta delle catechesi fatte il mercoled da papa Benedetto XVI su Ildegarda di Bingen (il primo e l8 settembre 2010), Chiara dAssisi (il 15 settembre 2010), Matilde di Hackeborn (il 29 settembre 2010), Gertrude la Grande (il 6 ottobre 2010), Angela da Foligno (il 13ottobre 2010), Elisabetta dUngheria (il 20 ottobre 2010), Brigida di Svezia (il 27 ottobre 2010), Margherita dOingt (il 3 novembre 2010), Giuliana di Cornillon (il 17 novembre 2010), Caterina da Siena (il 24 novembre 2010), Giuliana di Norwich (il primo dicembre 2010), Veronica Giuliani (il 15 dicembre 2010), Caterina da Bologna (il 29 dicembre 2010), Caterina da Genova (il 12 gennaio 2011) e Giovanna dArco (il 26 gennaio 2011).

via Isei 15, Cesena (tel. 0547 29654)


filosofa e psicologa allUniversit di Milano, scrive nella postfazione a p. 140: La configurazione delle sante donne a Cristo valsa la soluzione a qualsiasi contrapposizione e diversit fra i sessi e ha potenziato la capacit insita nella donna di abbracciare il mondo, di concorrere a rendere lessere umano simile al Cristo. La tensione verso limmedesimazione con Cristo ha compreso in s la responsabilit di portare il mondo e luniverso a Lui, ha comportato unazione di orientamento e di convocazione al Figlio. Infatti come troviamo scritto nel pensiero di Benedetto XVI stampato nellultima pagina di copertina, Sono i santi coloro che cambiano il mondo in meglio, lo trasformano in modo duraturo, immettendo le energie che solo lamore ispirato dal Vangelo pu suscitare. I santi sono i grandi benefattori dellumanit!.

Nella sua prefazione Andr Vauchez, professore emerito di storia medioevale presso lUniversit di Paris X Nanterre, afferma a p. 9: Il papa pone giustamente laccento su due aspetti fondamentali: la cultura religiosa delle donne di cui parla e le loro esperienze mistiche. Smentendo un luogo comune duro a scomparire, egli sottolinea il fatto che anche quando per umilt queste donne si dichiarano illetterate, ci non significa che devono essere da noi considerate ignoranti, quanto piuttosto sprovviste di una formazione di tipo scolastico. Tanto vero che dimostrano di possedere una solida cultura biblica, derivante dalla frequentazione dei testi liturgici. Anche le loro visioni o rivelazioni non devono essere considerate come dei sogni pi o meno fasulli, perch trovano corrispondenza in alcuni concetti teologici ben identificabili. Maria Mara Monetti,

20

Gioved 1 settembre 2011

Cesena & Comprensorio


San Piero in Bagno
Festa di SantAntonio

Cervia

Manifesti storici
Fino al 29 settembre presso lenoteca "Il Faggio" dalle 21,10 alle 23, sono esposti manifesti originali di ne Ottocento e primi anni del Novecento,stampati dalla tipograa Saporetti di Cervia e Biasini di Cesena. In particolare quelli della "Festa di san Lorenzo" (1888), dello "Sposalizio del mare" (1897), della Festa dellAscensione" (1863).

Cesena

Un decesso sul lavoro


Manuel Sbrighi, 40enne di Ronta, morto venerd scorso a seguito delle ferite riportate in un incidente sul lavoro. Loperaio stava lavorando in unazienda nella zona artigianale di Torre del Moro quando stato travolto dal muletto che stava sistemando.

Domenica 4 settembre, alla chiesa di San Francesco, si celebra la Festa di SantAntonio da Padova e da gioved sera parte il Triduo di preparazione, con la messa alle 20,30 e la predicazione di padre Damiano Bichi. Domenica 4 prevista la celebrazione della messa alle 7 e alle 10 della messa solenne. Alle 17 sono in programma la solenne consacrazione eucaristica, la processione per le vie del paese. Alle 18 ultima messa. La festa si concluder nella serata col concerto della banda Santa Cecilia, alle 20,30, lesibizione di Sgabanaza alle 21,30, e fuochi darticio alle 22,30. (Alme)

Notizie flash Cesena


Cavalli in pista
AllIppodromo del Savio si disputer sabato 3 settembre il LXXVII Campionato europeo di trotto, VIII trofeo gruppo Hera e XII Prova Grand Circuit Uet 2011 per un premio di 300mila euro sulla distanza di 1660 metri. Linizio della serata di gare che chiuderanno la stagione 2010-2011 ssato alle 20.

A Mercato Saraceno un palio storico


I cavalieri degli otto antichi Castelli di Mercato Saraceno si sderanno nel Palio del Saraceno, domenica 4 settembre. Si tratta dellundicesima edizione del torneo che si svolge dal 1998, non essendosi disputato nel 2000 e lanno scorso a causa del maltempo. Sono coinvolti nella gara i rappresentanti di Bacciolino, Ciola, Colonnata,

Linaro, Monte Castello, Monte Iottone, del borgo di San Damiano e del Castello di Taibo. Lultimo vincitore stato Stefano Calbucci, cavaliere di Taibo su Aster del Saraceno. Nutrito il programma predisposto dalla Pro Loco e dal Comitato organizzatore della manifestazione. Sabato 3 settembre in piazza Gaiani dalle 19 saranno allestiti laccampamento militare, il mercato medievale e lo spazio giochi. Seguiranno la slata storica in piazza Mazzini e la cena medievale. Domenica 4 nel pomeriggio si svolger il corteo storico per le vie cittadine, poi si esibir la compagnia dArme Arpa del diavolo. Alle 17,30 avr inizio il torneo cavalleresco allArena dei Tigli.

Cesenatico
Libri di storia
Doppio appuntamento venerd 2 settembre alle 18 al ristorante Freula in corso Garibaldi. Giancarlo Mazzuca e Luciano Foglietta presenteranno il libro "Sangue romagnolo. I compagni del duce Arpinati Bombacci Nanni". Alessandro Mischi presenter il libro "Il battito nelle corde. Dai campi da tennis a quelli di concentramento e ritorno".

A Gambettola il 3 e il 4 settembre

Bagno
Concerto in basilica
Nella basilica di Santa Maria Assunta, domenica 4 settembre alle 21, terr un concerto il Quintetto di ottoni dellOrchestra larmonica di Roma formato da Flavio e Massimo Patella alla tromba, Luigi Ginesti al corno, Filippo Cangiamila al trombone e Agostino Marzoli alla tuba. Lingresso libero.

Tutti i pezzi rari alla Mostrascambio


i "rinnova", per le vie del centro di Gambettola, sabato 3 e domenica 4 settembre 2011, lappuntamento per gli appassionati dellantichit, con la "Mostrascambio di auto-moto depoca e cose del passato". La manifestazione che si avvale del patrocinio del Comune di Gambettola, Provincia Forl-Cesena e Regione Emilia-Romagna, organizzata dal comitato "Mostrascambio" presieduto da Carlo Zavatta, con il valido contributo dei propri collaboratori. Come ogni anno, gi da tempo, sono stati confermati tutti gli spazi espositivi che ospiteranno oltre 800 banchi, con il rammarico di chi avrebbe voluto partecipare ma non riuscito nellintento. La manifestazione, che giunta alla 48^ edizione, richiama ogni anno migliaia di visitatori, non solo collezionisti ed appassionati del passato, ma anche semplici curiosi, che per due giorni rovisteranno fra le mercanzie esposte.

Sarsina

In programma anche il raduno "E zir de Bosch" di auto depoca per veicoli immatricolati entro il 1975
Corso Mazzini, le vie Garibaldi, Gramsci, Matteotti, Don Minzoni, Curiel, vicolo e viale Carducci, le piazze II Risorgimento, Foro Boario, Pertini, Cavour e il Giardinetto dello Straccivendolo accoglieranno il lungo multicolore serpentone di bancarelle. Francobolli e monete, antichi arnesi da lavoro artigianali e del mondo agricolo, pizzi e merletti, mobili e suppellettili, divise militari, bossoli e munizioni, vecchi motori e ricambistica in genere, dischi in vinile, antichi strumenti musicali e vecchi grammofoni, insomma di tutto e di pi. A far da corollario, domenica 4 settembre, da piazza Foro Boario alle 8,30, in programma la partenza della 24esima edizione del "Zir De Bosch", raduno di auto depoca riservato a 50 veicoli costruiti entro il 1975. Lescursione turistico-culturale prevede come meta lEremo di Montecopiolo, con sosta fino al pranzo in programma a Villagrande, ed il ritorno con sfilata e premiazione ricordo ai partecipanti. Piero Spinosi

Poesie in dialetto
A Pian di Mej, localit di Careste di Sarsina, sabato 3 settembre alle 16 saranno lette poesie e prose di Tonina Facciani nel dialetto locale. Seguir una merenda.

Cesenatico
Mostre darte
Al Grand Hotel di Cesenatico per tutto il mese di settembre saranno in esposizione opere di Anna Maria Nanni. Altri suoi dipinti saranno in mostra al ristorante Binario 27 di Pievesestina nei pressi del casello di Cesena Nord.

Bagno
Fiera del marted
Fino al 27 settembre continua la era del marted. Fin dal pomeriggio bancarelle in piazza e nelle vie del centro storico con antiquariato, bigiotteria, libri, stampe artistiche,tele stampate, ceramiche artistiche, erboristeria e piante officinali, artigianato artistico e tradizionale, ori secchi, vasellame e vetri.

Venerd 9 la nazionale cantanti a Gatteo

Grande entusiasmo sta suscitando la notizia della sda nazionale CantantiGatteomarevillage Team, prevista per venerd 9 settembre alle 20.30 presso il campo sportivo di Gatteo a Mare. Il ricavato andr a favore della Casa di Accoglienza "Fracassi" di SantAngelo e dellIstituto Don Ghinelli di Gatteo. Oltre 2.000 biglietti sono stati venduti in due settimane e ora possibile acquistarli anche presso lIpermercato Rubicone. Due grandi protagonisti del palco sanremese

hanno gi confermato la loro presenza in campo tra le la della Nazionale: Marco Masini ed i Sonhora, duo costituito dai fratelli Luca e Diego Fainello, che hanno vinto, con il brano "Lamore", la sezione giovani del Festival di Sanremo 2008. Capitanati da Enrico Ruggeri affronteranno il Gatteomarevillage Team, squadra formatasi per loccasione composta da rappresentanti locali del mondo della politica, del turismo, dello sport e dello spettacolo. (Cf)

Pievesestina
Tartarughe e acquari
Si terranno nei padiglioni di Cesena Fiera, sabato 3 e domenica 4 settembre, due mostre mercato: la decima edizione della pi grande mostra dedicata alle tartarughe e la mostra mercato di acquari, pesci e laghetti. Ingresso unico 7 euro.

Savignano

E morto Angelo Marconi


La scorsa settimana morto Angelo Marconi, di 81 anni. Originario di Savignano, era un imprenditore ed era vicepresidente dellAccademia dei Filopatridi per la quale aveva svolto un lavoro intenso. A Cesena era stato presidente della Banca popolare.

Cesena

Mostre darte

Cesena
San Pio X

Mercato Saraceno
Musica popolare

Alla galleria ex Pescheria sabato 3 settembre alle 18 sar inaugurata la mostra di Silvano Tontini con opere ispirate al decennale del crollo delle Torri Gemelle a New York, alle tragedie africane e mediorientali, al colpo di Stato in Cile dell11 settembre 1973. Rimarr aperta no al 18, dal marted al venerd dalle 16 alle 20; il sabato e la domenica anche dalle 10 alle 13. Linaugurazione della mostra alla scalinata della Rocca avverr domenica 11 settembre alle 10,30.

La comunit parrocchiale di San Pio X, alle Vigne, festeggia i 50 anni della propria fondazione. Venerd 2 settembre, dopo la celebrazione della messa, si terr una tavola rotonda sui 50 anni di storia della comunit parrocchiale. Domenica 4 settembre, alle 10, la messa sar celebrata dal cardinale Agostino Cacciavillan.

Il centro storico, gioved 8 settembre dalle 21, sar animato dallesecuzione di musica popolare e tradizionale di Romagna. La Pro loco allestir stand gastronomici con piadina e prodotti tipici locali. Venerd 9 alle 21,15 il compositore spagnolo Llorenc Barber e la cantante messicana Montserrat Palacios daranno vita a un concerto interagendo con tutte le campane del paese.

Sport
Sidermec F.lli Vitali
In Toscana vince Michelangelo Riciputi
La Sidermec - Vitali continua a mietere successi. La societ di ciclisti juniores ha una compagine che riesce a imporsi in tutte, o quasi, le gare disputate. Lultimo a salire sul podio stato Michelangelo Riciputi che ha vinto in Toscana. Ha compiuto una splendida prodezza nel nale della 52^ Coppa Remo Puntoni aggiudicandosi per distacco la corsa grazie a un allungo sulla salita di Montecarlo a 11 chilometri dalla conclusione. Con lui in testa, dopo uno scatto effettuato a 17 chilometri dal traguardo, cerano anche Michelotti e Lavazza che in salita hanno dovuto mollare Riciputi, che ha compiuto i dieci chilometri nali con una vantaggio che oscillava tra i 15 ed i 25 secondi. Dietro di lui, un drappello di una decina di corridori non riuscito ad acciuffarlo. Sul traguardo di San Salvatore, nella gara organizzata dal Club Ciclistico Marco Giovanetti, ex campione olimpionico nella 100

Gioved 1 settembre 2011

21

chilometri a cronometro a Los Angeles nel 1984 e vincitore nella sua splendida carriera di un Giro di Spagna e di un campionato italiano, che era al seguito della corsa, lemiliano aveva ancora quindici secondi di margine. Dopo tre terzi posti e altri piazzamenti arrivata la prima vittoria stagionale, mentre il suo compagno di squadra Zennaro vinceva la volata degli inseguitori. Il primo dei toscani stato lazzurro Verona giunto settimo, seguito da Anforini, Pieroni e Sacchetti.

Foto darchivio

Calcio a 5 La societ guidata dal presidente Ceccarelli gioca nel nuovo palazzetto
Cristiano Riciputi
amici: Stefano Ceccarelli, Alberto Conti, Matteo Tutto pronto per lavvio del Ercolani, Andrea Moretti e campionato di serie C di Paolo Pieri, tutti reduci da calcio a 5 che vede, fra le unannata infelice con i squadre protagoniste, il colori del Cesena Calcio a Torresavio Futsal Cesena. Cinque. Si appena La presentazione ufficiale concluso, con un amara c stata sabato scorso alla retrocessione, il presenza di tutti i dirigenti Campionato di Serie B e dei giocatori. La prima della principale squadra di partita si gioca il 10 Calcio a 5 cesenate, e il settembre. futuro sembra tuttaltro "Il nostro obiettivo quello che roseo, visto che i di disputare un dirigenti sembrano campionato al vertice - ha intenzionati a smembrare esordito il presidente la squadra per allearsi con Stefano Ceccarelli - in i "nemici-amici " del modo da migliorare il terzo Dribbling Cesena, societ posto dello scorso anno. al tempo militante nel Per fare questo abbiamo Campionato di Serie C1. confermato lallenatore Alla fine i cinque Massimiliano Castellani e scelgono di abbandonare rinforzato la squadra la squadra per la quale anche per andare a giocano da anni. sopperire alcune Pur in presenza di varie partenze eccellenti. Le offerte di mercato presso premesse per fare bene ci altre formazioni della sono tutte: ora sar il zona, viene presa la campo a decidere". Il decisione di rimanere La squadra cesenate gioca per le prime posizioni in classifica e punta massaggiatore della uniti creando una nuova squadra Giovanni Rossi squadra, autogestita in su un gruppo consolidato rafforzato da alcuni nuovi innesti di qualit che per 30 anni ha tutto e per tutto, manipolato i muscoli dei richiamando vecchi campioni del Cesena calcio. squadre del campionato". Recapiti). "E consolante - ha detto compagni di squadra e amici. Bisogna La Futsal gioca le partite casalinghe Su 20 giocatori in organico, pi della Pieri - vedere tanti giovani che si per prima cosa dare un nome alla nel nuovo palazzetto di via Fausto met proviene dal settore giovanile, impegnano e dedicano il tempo libero creatura e viene scelta quella che Coppi, di fronte al Carisport. Le segno che trova conferma la volont allo sport. A noi non pi giovani tutto ormai da anni la denominazione partite si disputano alle 15 del sabato dei dirigenti di puntare sui giovani. ci fa bene allo spirito". Amadori ha ufficiale internazionale della pomeriggio. "Si tratta di un impianto Fra le novit in cantiere vi un ringraziato i giocatori per quanto disciplina e cio "Futsal". ideale per il calcio a 5 - rimarca il progetto per il coinvolgimento dei hanno fatto nella scorsa stagione: "Ci Questa parola, che in portoghese presidente - che permette al pubblico bambini delle elementari fino ai avete fatti divertire e siete stati significa letteralmente "calcio da di seguire le gare con comodit e ai ragazzi delle superiori per avvicinarli a bravissimi anche quando abbiamo salotto", trae spunto dalle origini giocatori di avere lo spazio sufficiente questo sport. In collaborazione con perso". brasiliane del calcetto, che nel paese anche a bordo campo. Certo, laffitto Palace sport events di Forl, la societ La prima gara di campionato, sabato sudamericano uno sport molto che paghiamo al Comune rappresenta organizza lezioni di calcetto e inviter 10 settembre alle 15 al Palazzetto di praticato e molto seguito. gran parte del nostro budget annuale, giovani e famiglie ad assistere alle via Fausto Coppi, vedr la Futsal Come colori sociali, tanto per restare ma non possiamo certo lamentarci partite casalinghe. Cesena impegnata contro Faventia. nelle tradizioni calcistiche della citt dellimpianto, alla luce soprattutto di Senza amici la societ non potrebbe di Cesena, vengono scelti il bianco e il dove sono costrette a giocare altre esistere e alla presentazione erano La storia nero. presenti Graziano Pieri (Carpenteria L A.S. Futsal Cesena 2000 nasce metallica) e Lorenzo Amadori (Cesena nellestate del 2000, fondata da cinque
LE NUOVE MAGLIE DELLA FUTSAL . IL PRESIDENTE CECCARELLI IL TERZO DA SINISTRA. PRIMO DA SINISTRA IL DS PAOLO IONETTI. LALLENATORE MASSIMILIANO CASTELLANI IL SECONDO DA DESTRA

La Futsal mira al primo posto

DIPLOMI - RECUPERO ANNI SCOLASTICI


DA ANNI NELLA TUA CITT

CENTRO STUDI CARTESIO


Sono aperte le iscrizioni allanno scolastico 2011-2012 - VUOI RECUPERARE GLI ANNI SCOLASTICI PERDUTI? - TI SERVE UN DIPLOMA PER INSERIRTI NEL MONDO DEL LAVORO?
IL CENTRO STUDI CARTESIO TI OFFRE LA POSSIBILITA DI CONSEGUIRE UN DIPLOMA E DI RECUPERARE GLI ANNI SCOLASTICI, CON LAIUTO DI DOCENTI QUALIFICATI E CON GRANDE ESPERIENZA NEI SEGUENTI INDIRIZZI:

GEOMETRA - RAGIONERIA - LICEO SCIENTIFICO - DIRIGENTE DI COMUNIT LICEO CLASSICO - ITI - LICENZA MEDIA - LICEO SOCIO PSICO-PEDAGOGICO CONTATTACI PER INFORMAZIONI tel. 0547 24700 - Viale Mazzoni 31/A 47521 Cesena (Fc) Cell. 347.9761004 e-mail: centro.cartesio@libero.it www.paginegialle.it

22

Gioved 1 settembre 2011

Sport Csi

Pagina a cura del Centro Sportivo Italiano Comitato di Cesena

In vista della fusione in una nuova Societ, la parola a Giuseppe Degli Angeli rvista e Renato Quadrelli, presidenti delle due Societ nate a Cesena nel 1995 Inte

Pattinaggio artistico a rotelle, nasce la Societ Csi San Marco


bbiamo incontrato i presidenti delle due Societ cesenati di pattinaggio artistico a rotelle Giuseppe Degli Angeli del Csi Cesena e Renato Quadrelli dellUsd San Marco - per parlare dellimminente fusione delle due Societ in unico sodalizio e della situazione generale in cui versa questo sport nella nostra citt. Quale la storia delle due Societ? Degli Angeli: La societ Csi Cesena di pattinaggio nata nel 2005 per il forte impegno di una collaboratrice del comitato cesenate del Csi, Annamaria Martini, e in seguito, sotto la guida dellallenatrice Chiara Alberini, cresciuta sia in termini qualitativi che per numero di adesioni. Attualmente la societ vanta 34 atlete iscritte. Quadrelli: LUsd San Marco di pattinaggio nata anchessa nel 2005 assieme al Csi Cesena e, dopo poco tempo, ha avuto lopportunit di fare attivit per proprio conto, dato che il movimento sorto attorno a tale disciplina era cresciuto e si era incrementato in modo cospicuo e la parrocchia di Case Finali, presso la quale opera la nostra Societ, ha dato una mano mettendo a disposizione strutture al chiuso e allaperto, idonee per lattivit di avviamento. Oggi la nostra Societ annovera 20 atleti/e iscritti/e. Come sar denominata la nuova Societ che avr inizio dal mese di settembre, e quali sono i problemi che dovr affrontare? Degli Angeli: La nuova societ si chiamer Csi San Marco pattinaggio artistico a rotelle e costituir per il comitato cesenate del Csi unoccasione preziosa e unica per promuovere con

Se cadi... lesercizio continua


maggiore forza e visibilit il pattinaggio nella nostra citt e per fare sinergia in un momento in cui sempre pi difficile sostenere i costi di unattivit sportiva: avere una sola organizzazione, una sola segreteria e ottimizzare gli spazi significa compiere un deciso passo in avanti per garantire lo sviluppo di questa disciplina. Quadrelli: Vorrei aggiungere a quanto detto da Degli angeli che le difficolt nascono anche dal reperimento di figure professionali specifiche: fortunatamente la nuova Societ si potr avvalere della collaborazione della riminese Claudia Celli, attuale responsabile del Csi Cesena, che si occuper in modo particolare del settore agonistico, mentre per la preagonistica e lavviamento dovrebbe essere confermata la disponibilit di una giovane atleta cresciuta in questi nelle fila dellUsd San Marco. Segno questo della vitalit del pattinaggio: questo sport nella l pattinaggio artistico a rotelle - ha specicato il presidente Renato Quadrelli - oltre a richiedere doti tecniche speciche, ha anche una sua valenza educativa. infatti contraddistinto dalla capacit di poter recuperare dopo un errore: chi sbaglia cade a terra, ma si rialza e continua ad effettuare lesercizio noncurante della caduta, incoraggiato dallincitamento dei compagni/e nellesercizio di singolo o preso per mano e aiutato cos a riprendersi da parte del compagno/a nellesercizio di squadra.

utilizzate e quali sono le prospettive? Degli Angeli: Attualmente utilizziamo la palestra della scuola primaria Oltresavio e la pista posta nel cortile dellistituto Lugaresi (questultima durante il periodo primaverile ed estivo). Entrambe per non sono strutture adatte per lallenamento della preagonistica e dellagonistica. Si verifica cos la triste situazione che atlete di un certo livello sono costrette a trasferirsi a Forl o a Rimini, citt dotate di un pattinodromo. Quadrelli: Le strutture che mette a disposizione la parrocchia di Case Finali sono il teatro multifunzionale e la piattaforma polivalente esterna. Dai contatti avuti con lamministrazione comunale di Cesena si appurato che purtroppo questa non disponibile a investire in strutture private gi esistenti (parco giochi di Sant Egidio e di Rio Marano) e che lunico impianto di propriet comunale la pista di pattinaggio di Ponte Pietra, che andrebbe ampliata, dotata di spogliatoi e coperta con una tensostruttura. Ora vorrei rivolgere una domanda al presidente Degli Angeli: quali sono i prossimi appuntamenti di inizio attivit? La Societ, che ha avuto il merito di portare per la prima volta una gara ufficiale di pattinaggio artistico a rotelle nel nostro territorio nel 2010 (replicata anche nel 2011), il Trofeo Primavera, che si svolto nella palestra comunale di Cesenatico, apre la propria stagione 2011/2012 con due appuntamenti: lOpen day dell11 e del 18 settembre, che si terranno nella pista sita nellarea cortilizia dellistituto Lugaresi dalle 16 alle 18 e costituiranno un momento aperto a tutti per provare il piacere di avvicinarsi a questa disciplina cos affascinante e agli atleti. E della Societ per poter riprendere la normale attivit di allenamento. Marco Fiumana

nostra citt ha pochi anni di vita. I primi passi di questa fusione dovranno essere comunque fatti nella direzione giusta per non compromettere il cammino gi intrapreso, e in tal senso auspichiamo unulteriore sinergia con unaltra societ di pattinaggio che lavora nel comprensorio cesenate, la Roller Cesenatico. Lassenza a Cesena di un pattinodromo ha sempre preoccupato entrambe le Societ. Quali strutture vengono adesso

ad Ancona Lassociazione invitata a partecipare al 25esimo Congresso eucaristico nazionale, dal 3 all11 settembre

Il Centro Sportivo sar presente


Anche il Csi chiamato a partecipare allappuntamento del 3-11 settembre prossimo, nella metropolia di Ancona-Osimo per la celebrazione del 25esimo Congresso eucaristico nazionale. Gi in occasione della Conferenza nazionale dei presidenti tutti i componenti lassociazione erano stati invitati, come singoli e come gruppi, a prendere parte allevento. Anche il Consiglio nazionale stato convocato allinterno del Congresso eucaristico, nella giornata del 9 settembre. Allinterno del vasto programma dellevento, sono diversi i momenti in cui la presenza del Csi particolarmente pertinente: domenica 4 settembre, per la festa dedicata ai ragazzi dagli 8 ai 12 anni; mercoled 7 settembre, con loccasione di riflessione sul lavoro e la festa, aperta a tutti gli operatori dello sport di base, mentre ad Ancona, Falconara e Osimo saranno in corso attivit sportive e culturali per ragazzi e giovani; sabato 10 settembre, quando a Senigallia previsto un incontro specifico per i dirigenti Csi; domenica 11 settembre, infine, per la Messa presieduta da Benedetto XVI. Nei giorni scorsi don Mario Lusek, direttore dellufficio Cei per la pastorale del turismo, tempo libero e sport ha rinnovato a tutta lassociazione linvito ad essere presenti, raccomandando in modo particolare la partecipazione alla giornata del 7 settembre, che ha per titolo Eucaristia nel tempo delluomo.Il programma della giornata - spiega don Lusek nella sua lettera di invito - nella sua articolazione riprende uno degli ambiti del Congresso Ecclesiale di Verona, che quello del lavoro e festa, e attraverso le iniziative previste cercher di far respirare, sentire e vivere la festa come elemento del quotidiano con forti correlazioni con il rito, la liturgia, i sacramenti e in particolare con lEucaristia. Allo stesso tempo cercheremo di comprendere come il gioco, nella sua dimensione umana, pu educare al mistero, alla trascendenza, alla contemplazione. La prospettiva con la quale guardare al tema che senza la festa, luomo vivrebbe chiuso nella fatica, rannicchiato nel suo egocentrismo, e forse anche disperato. La festa un grande dono di Dio per luomo. La festa una protesta contro le schiavit del lavoro, il culto del denaro, ledonismo facile. Non c festa senza trascendenza. Il tempo della festa d senso al tempo feriale perch rigenera nel cuore delluomo la voglia di vivere.

ROMAGNA INIZIATIVE
per lo sport e il sociale

Pagina Aperta

Gioved 1 settembre 2011

23

Il direttore risponde

LOcchio indiscreto

La scrittura come esperienza di vita e ricerca di condivisione


Carissima Debora, intanto ti sono molto grato per la tua lettera e per la passione che metti in quello che fai. Dalle tue righe si avverte che ti sta a cuore la tua adolescenza e anche quella dei tuoi amici. E questo gi un gran bel dato, non sempre scontato in tanti ragazzi della tua et. Per quanto riguarda la tua proposta che raccolgo, vediamo leffetto che fa il tuo scritto che finir anche sul nostro sito online (www.corrierecesenate.it). Verificheremo insieme se questo interesse che tu manifesti condiviso anche da altri. Qua troverai sempre la disponibilit verso chi si interessa delle sorti delle nuove generazioni, troppo spesso trattate male da noi adulti che invece dovremmo fare un pi serio esame di coscienza. La stima verso i giovani si dimostra con lesigere molto da chi sta accanto. Non sufficiente una serie infinita di strumenti elettronici o di playstation di ultima generazione per manifestare il bene verso una persona. Prima di tutto ci vuole la condivisione dei cuori rivolti verso un traguardo comune. Poi viene tutto il resto. Ciao e a presto. Francesco Zanotti zanotti@corrierecesenate.it
per vacanze, cure e lavoro. Ai primi di agosto rientra in Kenya febbricitante; il viaggio certo non lo aiuta. Ricoverato in ospedale, termina il suo il pellegrinaggio sulla terra nei primi minuti del nuovo giorno, il 12 agosto 2011, a 84 anni e otto giorni. Che posso dire di un missionario come lui? In realt mi sembra di essere molto presuntuoso a scrivere di lui, perch lho conosciuto bene solo in questi ultimi dodici anni. Ci incontriamo, e un po anche scontriamo, durante il capitolo generale del 1999 a Sagana, Kenya. I suoi interventi rivelavano amore per la missione, ottimismo nel futuro, fiducia nei giovani missionari dallAfrica e America latina e una grande libert interiore nellaffrontare i problemi senza stereotipi e convenzionalit. Viene eletto vice superiore generale. Ricordo che ebbi una forte reazione negativa: per bravo e santo che fosse, era pur sempre un 72enne matusa, con buona pace del largo ai giovani. Da allora lho conosciuto pi da vicino e mi sono ricreduto su di lui. Svolge il suo servizio di vice per sei anni con una passione, coraggio, competenza e delicatezza che gli hanno vinto molti cuori. La sua libert interiore gli permette di affrontare i problemi dellistituto con grande creativit; la fiducia nelluomo gli d il tocco paterno e fermo con cui gestisce con amore e rispetto tanti casi, anche difficili; la passione per Dio lo aiuta a restare focalizzato sulle priorit della missione, come essenzialit e sobriet di vita. Viaggia sempre leggero, una sola valigetta, e, nonostante la sua gamba, va su e gi per il mondo, visitando e incontrano tutti i confratelli, senza risparmiarsi. Scaduto il termine del suo mandato, ritorna in Kenya ed mandato allAllamano House, il seminario teologico, come formatore e direttore spirituale e assistente al giovane rettore. A 78 anni si ritrova in mezzo ai giovani, che ama riamato (basta leggere su facebook i commenti dei suoi ex-allievi per capire laffetto che hanno avuto per lui). Let non un ostacolo. Anzi! Lesperienza da vice generale ne ha affinato la sensibilit, lumanit e la capacit di andare allessenziale. La sua presenza diventa punto di riferimento e d sicurezza. C sempre. Lesempio di vita, la capacit di dialogo, la chiarezza e coerenza danno i loro frutti. I rapporti presentati annualmente ai su-

arissimo direttore, ho 16 anni e frequento la scuola '"Iris Versari" di Cesena. In classe siamo sempre state numerose: quasi trenta ragazze, tutte con hobby, desideri, pensieri e facolt diverse. So per certo che per un'intera generazione, la tecnologia ha segnato i suoi sviluppi ovunque, ma soprattutto nella nostra mente. Tanti giovani ormai odiano la penna e adorano internet. All'inizio quest'idea piaceva poco, ma adesso penso che un problema concreto non ci sia: possiamo infatti spostarci sulla stessa barca per comunicare tutti insieme nel modo pi veloce, efficace e divertente. Scrivere non solo dipingere una parola dopo l'altra. La gente ha bisogno di farlo, per parlare, per pensare, per capire, imparare Pi di altri, i giovani, consapevoli di avere una vita davanti, consapevoli che giunto il momento di iniziare a pensare al loro futuro in maniera solida, seria e responsabile. Dedicare uno spazio per questo periodo della loro crescita, potrebbe spingerli a risolvere i conflitti o i dubbi della loro adolescenza (spesso lasciati senza una risposta): dai pi banali ai pi importanti e pesanti. Si potrebbe creare un indirizzo email aperto sempre, disposto ad aiutarli, a capirli e rispettarli per le loro idee del futuro: una sorta di chiacchierata fra coetanei per migliorare se stessi e la loro realt. Debora Carrieri

Potare le piante ornamentali non mai facile, figuriamoci se si tratta di alberi alti pi di 20 metri. Nei giorni scorsi gli operai del Comune hanno regolato la chioma delle piante poste allintersezione fra la via Emilia e la via Montiano, a Case Castagnoli a Cesena. Un lavoro impegnativo che serve a prevenire la caduta di rami sulla strada.

In ricordo di padre Antonio Bellagamba


Raccontare di padre Antonio Bellagamba richiederebbe un libro. Nato il 4 agosto 1927 a Gambettola da Angelo e Maria Mortani, entrato nel seminario diocesano di Cesena ancora bambino nel 1938, frequenta gli studi liceali e filosofici a Fano, quindi accolto tra i Missionari della Consolata dove emette i primi voti nel 1949 ed ordinato sacerdote nel 1952 dal cardinale Fossati a Torino. Dopo alcuni anni come assistente nei seminari, nel 1958 si reca a Londra per lo studio dellinglese; inviato in Kenya, i primi mesi insegna nel seminario di Nyeri, poi viceparroco a Nanyuki e infine vice rettore nel seminario San Paolo ancora a Nyeri. Ritornato a Londra per pochi mesi, viene destinato agli Stati Uniti a met del 1962. In quel paese nel 1970 si laurea in Psicologia e vi resta fino al 1985 ricoprendo per dieci anni diversi incarichi nel seminario missionario di Buffalo. Nel 1985 ritorna in Kenya, suo primo amore. L insegna psicologia pastorale alla Chiea, lIstituto Cattolico di educazione superiore. In contemporanea il direttore delle Pontificie Opere Missionarie nazionali del Kenya, contribuendo alla nascita e sviluppo di tali opere nel Paese. Lidillio keniano interrotto bruscamente nel 1993 quando richiamato negli Stati Uniti perch i confratelli lo vogliono come loro superiore regionale. Come tale, nel 1999, partecipa al decimo Capitolo generale del Missionari della Consolata che si svolge a Sagana nel Kenya. L, grazie alla sua freschezza mentale e a dispetto dellet, eletto vice superiore generale di tutto lIstituto, incarico che ha svolto per sei anni con competenza e passione, facendosi apprezzare per il tratto delicato usato nellaffrontare anche le questioni pi spinose. Ha gi 78 anni quando finalmente pu ritornare ancora una volta nellamato Kenya e si ritrova formatore nel seminario teologico, dove pu mettere a frutto la sua competenza professionale e lesperienza acquisita in tanti anni. Verso la fine del 2009 ecco una nuova sfida: accetta la responsabilit di coordinare linizio della causa di beatificazione del grande cardinale di Nairobi, Maurice Otunga, morto santamente nel 2003. Obbedisce, e appoggiato al suo inseparabile bastone, comincia questo nuovo servizio cui si dedica con la solita competenza e passione. A giugno 2011 rientra in Italia

periori su ogni seminarista rivelano una conoscenza profonda di ognuno e un lavoro attento, delicato e profondo. Abile e profondo conferenziere, predica ritiri ed esercizi spirituali a confratelli, sacerdoti, suore e laici. La domenica si reca volentieri dal seminario al Santuario della Consolata di Nairobi (25 km di distanza) per la messa e confessioni (a volte per diverse ore di fila). A 82 cambia di nuovo lavoro. La Chiesa locale chiede qualcuno che prenda in mano la causa di beatificazione del cardinal Maurice Otunga. Obbedisce convinto com che la beatificazione di un santo sacerdote della statura del cardinale pu fare solo bene ai tutti i sacerdoti africani che finalmente avranno uno di loro come esempio da imitare. Torna in Kenya. Il buon senso forse direbbe che meglio si fermi in Italia, viste le sue condizioni. Ma deve rientrare, probabilmente vuole dare le consegne, perch sente che non ce la fa pi. Il Signore lo chiama l, trovandolo pronto. Il gioved pomeriggio riceve gli olii santi, prega con chi glieli amministrava, cosciente dice il suo Amen e fa il segno della Croce. Nella notte, ai primi minuti del venerd 12, la morte venuta come un ladro e lha condotto a Casa, l dove il suo Signore ha gi preparato un posto per lui. Il suo funerale sar una festa di amici, celebrato nel santuario della Consolata dove era ben conosciuto, apprezzato e amato. Immagino il coro dei giovani e le danze, e il cardinale John Njue che ne tesse le lodi con il nunzio apostolico che assiste, e i quattro vescovi della Consolata, e lex vicepresidente del Kenya e forse il presidente della Repubblica stesso, e tanta gente. Grazie Signore per il dono di padre Tony. padre Luigi Anataloni imc

A proposito di Onu e Libia


Carissimo direttore, venticinquemila morti stimati in Libia, emergenza umanitaria, un Paese distrutto, ma sono salvi i giacimenti petroliferi. Questo il risultato di una guerra ancora una volta non dichiarata e camuffata da intervento umanitario e di pace sotto legida dellOnu, peacekeeping, nella terminologia militare anglosassone. Un intervento umanitario non dovrebbe essere la causa diretta o indiretta (danni collaterali) di tanta sofferenza e morte. Tralascio il ruolo politico di Berlusconi con lamico Gheddafi. Ne ha riso il mondo politico intero. Io mi sono vergognato di essere italiano. Nonostante due guerre mondiali e altri teatri di guerra, gli uomini non impareranno mai il detto evangelico amatevi lun laltro e il grido inascoltato del Papa polacco mai pi guerre. Grazie dellospitalit. Cordialmente. Antonio Marino Savoia Carissimo Savoia, in merito alla guerra contro Gheddafi le consiglio la lettura del pezzo che trova a pagina 3, dalleloquente titolo: Guerra in Libia, ancora troppo sangue. Il pezzo tratto dallagenzia Sir, quella che produce servizi per i settimanali diocesani, ed a firma di Riccardo Moro. Cordialit. Fz

PA R R O C C H I A D I G A M B E T T O L A

1 - 8 s e t t e m b re 2 0 1 1

Festa dei patroni SantEgidio e Madonna delle Grazie


PROGRAMMA RELIGIOSO
Gioved 1 settembre: Festa di SantEgidio abate, titolare della parrocchia 6 Giornata per la salvaguardia del Creato ore 8,30 Messa e Adorazione Eucaristica dalle 9 alle 11 ore 20,30 Messa nel campo sportivo. Al termine, processione con limmagine di SantEgidio. Benedizione dellacqua, del paese... Venerd 2 settembre: Messa ore 8,30 e 20 ore 15 Confessione nuova 5 elementare Sabato 3 settembre: Messa ore 8,30 e 20 (festiva) Domenica 4 settembre: Messa alle 8,30, 10, 11,15 e 18 Luned 5 settembre: Messa ore 8,30 e 20 ore 15 Confessione ragazzi 1 e 3 media Marted 6 settembre: Messa ore 8,30 ore 19 Messa famiglie, giovani e adulti Mercoled 7 settembre: Messa ore 8,30 e 20 Guider le riflessioni della Messa serale padre Angelo Casadei Da venerd 2 a mercoled 7 settembre (esclusi sabato e domenica) verr portata la Comunione a malati e anziani

PROGRAMMA RICREATIVO
Luned 5 settembre ore 19 apertura stand gastronomico ore 21 spettacolo teatral-musicomico di cantautorato italiano FORMAZIONI MINIMA SELEZIONATA ACCURATAMENTE Marted 6 settembre ore 19,45 apertura stand gastronomico CENIAMO INSIEME (famiglie, giovani...) ore 21,15 spettacolo di danza DANZA DESTATE con la partecipazione della scuola Centro studi danza e arti coreografiche Mercoled 7 settembre apertura stand gastronomico ore 19 ore 21 serata musicale con DAVID PACINI Gioved 8 settembre ore 19 apertura stand gastronomico ore 21 orchestra Renzo&Luana

Nel centro del paese, gioved 8 settembre dalle 19,30 si svolgeranno Giochi di squadra a cui parteciperanno associazioni, gruppi, bar e chiunque voglia partecipare

Gioved 8 settembre

Solennit della MADONNA DELLE GRAZIE


ore 8,30 - 10 - 11,15 Messe ore 16,30 Messa solenne presieduta dal vicario generale monsignor Virgilio Guidi e animata dalla corale A. Vivaldi di Gambettola ore 17,30 Processione lungo corso Mazzini, accompagnata dal corpo bandistico Citt di Gambettola. La cittadinanza invitata ad addobbare balconi e finestre al passaggio della Madonna. Al termine, atto di affidamento della comunit parrocchiale alla Madonna delle Grazie

Dal 5 all8 settembre in funzione la tradizionale

Pesca di beneficenza
1 Premio: week end per due persone ad Abano Terme 2 Premio: Tv plasma Panasonic 42 (con il contributo della Bcc Sala di Cesenatico) Tutte le sere dalle 19 funziona uno

stand gastronomico
con piatti tradizionali e alcune specialit romagnole, come tagliolini di pesce, trippa, grigliata di carne, frittura di pesce

Veduta aerea della cittadina di Gambettola (foto G. Mariggi)