Sei sulla pagina 1di 2

MIRACOLO A MILANO

Tam Tam

26 AGOSTO 2011

VITA

10

Il vero ribaltone allambrosiana, quello dal basso verso lalto


stato la pi grande sorpresa politica dellanno. Ha riportato la sinistra al governo nella citt di Berlusconi, dopo 20 anni. In questa intervista Giuliano Pisapia fa il bilancio dei suoi primi mesi da sindaco. Soffro per la troppa burocrazia. Ma le energie che abbiamo rimesso in movimento cambieranno la citt
di Riccardo Bonacina il sindaco delle sorprese, ovvero Giuliano Pisapia, il candidato di Sinistra Ecologia Libert che, in un contesto moderato come quello milanese, vince prima le primarie del centrosinistra e poi batte il sindaco uscente Letizia Moratti con il 55,1% dei consensi, il pi sorpreso di tutti. Ma la sua una sorpresa un po amara: limpatto con la macchina amministrativa e la burocrazia comunale e con le risorse scarse della Tesoreria gli sta impedendo di essere il sindaco tra i cittadini che vorrebbe essere. Passo ore e ore alla scrivania o in compiti di rappresentanza che sono richiesti ovviamente a un sindaco, tanto pi se nuovo. Se potessi evitare tutto questo e stare in mezzo alla citt Ogni giorno firmo circa 20 deleghe allAvvocatura dello Stato perch difenda il Comune nelle con-

lera Pisapia
D
OPO POCO PI DI DUE MESI DI GOVERNO,

troversie con i cittadini che fanno causa: una pratica frustrante perch nel 90% sono cause perse. Spesso riguardano situazioni che costerebbe meno risolvere una volta per tutte. E ogni giorno altrettante firme vanno su pratiche ancor pi dolorose, quelle di richiesta di Trattamento sanitario obbligatorio: penso alla solitudine delle famiglie e di chi soffre disagi. Firmare un peso perch ti chiedi come mettere in campo risposte adeguate. Il neo sindaco soffre, davvero vorrebbe stare in strada e nei quartieri, il set che lui ha preferito, rispetto ai salotti tv, nei lunghi mesi della campagna elettorale quando ha puntato tutto sulla capacit

dascolto. Soffre, ed preoccupato perch sa che il feeling con la citt a tempo determinato e i primi due mesi della sua gestione saranno ricordati per lintroduzione dellIrpef comunale e per laumento del costo dei biglietti di tram e metr. Sindaco, ma in un quadro cos complesso per il debito pubblico e la scarsit di risorse, alla fine cosa riesce a fare unamministrazione cittadina? Non rischia una sindrome di impotenza? una domanda che mi faccio sempre anchio. Unamministrazione comunale deve innanzitutto spiegare bene ai cittadini cosa dipende da lei e cosa no, per questo insisto molto sulla necessit del dialogo e della comunicazione. In secondo luogo deve deHo puntato sulle periferie perch l cerano naturalmente i problemi; ma l ho cidere le priorit della sua azione e mettere le scoperto anche energie che avevano solo persone giuste al posto giusto. Lobbligo quello bisogno di ascolto per esprimersi di valorizzare tutte quel-

11

VITA

26 AGOSTO 2011

MIRACOLO A MILANO
Campagna da film il una settimana di passioni CASO Milano 55,1 Cronaca diconcorso al Festival di Locarno. stato presentato fuori
Su un progetto di Luca Mosso e Bruno Oliviero, una cinquantina di registi milanesi han deciso di raccontare lultima settimana (da domenica 22 a marted 31 maggio, il giorno dopo i risultati del ballottaggio) della campagna elettorale per le elezioni comunali a Milano. Il risultato unopera collettiva, realizzata con un budget di 30mila euro.

La lunga marcia
Il 13 luglio 2010 Giuliano Pisapia, avvocato, ex parlamentare di Rifondazione Comunista, annuncia la sua discesa in campo per la carica di sindaco. Il 14 novembre partecipa alle elezioni primarie per la scelta del candidato sindaco della coalizione di centrosinistra; Pisapia, partendo dalliniziale sostegno di Sinistra Ecologia Libert e Federazione della Sinistra, ottiene la candidatura con il 45% delle preferenze, superando il candidato ufficiale del PD, larchitetto Stefano Boeri, fermatosi al 40% dei voti, e gli altri due sfidanti, il costituzionalista Valerio Onida e lambientalista Michele Sacerdoti. L11 novembre, bufera nel faccia a faccia di Sky TG24 tra la Moratti e Pisapia, con il primo cittadino che ripesca una vecchia accusa nei confronti dellavvocato.

Alle urne
Al primo turno delle elezioni comunali di Milano (15 - 16 maggio) ottiene a sorpresa il 48,04% dei consensi, andando cos al ballottaggio con la stessa Moratti, attestatasi invece al 41,58%. Al secondo turno (29 - 30 maggio) vince il ballottaggio con il 55,11% dei voti contro il 44,89% della Moratti.

le potenzialit che ci sono sul territorio, sapere intercettare le energie e metterle a sistema. Far circolare le soluzioni innovative additandole ad esempio. In campagna elettorale ho puntato moltissimo sulle periferie perch mi sono reso conto che l cerano naturalmente i problemi e andava ricercato il consenso; ma l cerano anche energie che avevano solo bisogno di ascolto per esprimersi. Adesso il problema riuscire a liberarle. da l che vengono le idee. Quello che incredibile, rispetto ad altre citt, che a Milano la protesta, in genere, non il comitato contro, ma il comitato per qualcosa, dai giardini al tempo libero, dagli asili nido alla cura delle lapidi... Come questa sua capacit di ascolto si tradurr in azione di governo? Nella disponibilit a far spazio alla voglia di partecipazione dei cittadini. Per questo ho voluto i delegati del sindaco nelle zone, per avere antenne sul territorio e non per-

dere quel rapporto fiduciario che si instaurato nei mesi scorsi. Ho scoperto che tutte le consulte aperte dalla precedente giunta in questi anni non hanno funzionato. Perci abbiamo deciso di riattivarle: la consulta per le persone con disabilit, quella per le 2G, eccetera... Diamo loro qualche possibilit di strumentazione e un rapporto diretto con gli assessori competenti. Un segno sono stati i bandi relativi alle nomine del Comune sulle partecipate, aziende o fondazioni. Vi siete rivolti direttamente ai cittadini e alle associazioni... Abbiamo deciso di coinvolgere la gente in percorsi di nomina solitamente riservati alla politica politicante. un segnale a cui credo molto perch uno cos capisce la provenienza dei candidati. Il gruppo dei saggi che abbiamo istituito verificher le candidature e alla fine la scelta sar mia e della Giunta. Lunica nomina su cui ho inciso indirettamente la scelta del presidente dellAmsa. una donna ed stata apprezzata da tutti. Siete stati accusati di spoil system duro riguardo ai consulenti esterni ma anche sul Pgt che conteneva tanti punti interessanti, come il principio secondo cui i servizi alla persona non consumano volumetria. La vostra sembrata la solita logica del tutto sbagliato, tutto da rifare Non vero. Sul Pgt lidea di non azzerare tutto nasce proprio dal fatto che ci sono tanti spunti buoni che vanno mantenuti. E quello che lei segnala certamente un ambito che terremo in gran conto. Ma il fatto che il Piano generale del territorio non sia stato pubblicato non dipende da noi, poteva farlo la precedente Giunta. Se lavessero voluto pubblicare lavrebbero potuto fare. Anche sullExpo abbiamo avuto una posizione ragionevole e abbiamo lavorato bene con la Regione nellinteresse della citt. Non mi sono impuntato neppure sul ruolo di commissario straor-

dinario di Expo che per legge il sindaco me lopera di chi tesse i fili della societ pro tempore, anche se il decreto presi- sia lopera pubblica pi importante. Non denziale indicava la Moratti come sin- conoscevo lespressione usata dal cardinal daco pro tempore sino al 2016! Erano tal- Scola, ma in effetti bellissima e illumimente convinti di vincere Expo 2015 nante. Dalle primarie in poi molti mi chiesar una grande opportunit per Milano devano: Come far a cercare il consenso e non la vogliamo perdere, perci ci siamo nel mondo cattolico?. Una domanda che assunti le responsabilit necessarie senza non ho mai capito. Ci sono certamente punti che ci dividono ma sono differenze fondamentalismi. Se Milano fosse un plastico sul quale de- che hanno un senso in parlamento, non molire le opere realizzate per iniziativa quando devi fare del bene alla tua citt. di cittadini e delle loro organizzazioni, re- Per favorire il bene di Milano i punti in sterebbe poco. Ospedali, universit, luoghi comune sono molti di pi delle differendi cura e di soccorso, fondazioni Ha la per- ze. Sono certo che anche con il nuovo arcezione che il vero cuore pulsante di questa civescovo ci sar grande collaborazione. A Milano c una grande quantit di ricchezcitt, la sua struttura portante, visto anche za, eppure neanche il centrodestra riuil numero di realt del terzo settore, sia ancora questo, prima I punti in comune sono molti di pi ancora della moda o della Borsa? delle differenze: sono certo che anche con il vero punto di riparAngelo Scola, il nuovo arcivescovo tenza. Pensavo di conoscere bene Milano; in di Milano, ci sar grande collaborazione campagna elettorale ho scito a catalizzarla per il bene comune. Non invece scoperto una realt pi ricca di teme che con la sinistra al governo i ricchi quanto immaginassi. In ogni zona e quarsi arrocchino ancora di pi? tiere ci sono gruppi di giovani meno giovani e anziani che in questi anni, nono- Io sono molto fiducioso. Il privato a Milastante la disillusione rispetto alla politica, no, se trova uno scopo e una gratificaziosi sono occupati dei temi pi diversi, dagli ne, pronto a dire la sua. Deve per avere asili nido fino allo sport. Sono per stati due garanzie: che non ci siano sprechi e completamente ignorati dalla politica e che non si agisca in modo ideologico. Fiper questo si sono isolati guardando solo nora, secondo me, queste garanzie non le al loro mondo. Favorire una rete tra loro hanno avute. Nella trasparenza e nella sar uno dei modi per far rinascere la Mi- coerenza di obiettivi condivisi occorre che lano del passato. quella dellilluminismo tutti partecipino alla costruzione di risposocialista e cattolico, unico riferimento ste per la citt. lopposto dello statalismo. la partecipazione individuale che per pensare ad un futuro. Forse proprio Milano potr dare un segnale diventa ricchezza collettiva. Lei ha firmato la petizione Sulla fame non importante a chiusura dellAnno del volonsi specula. Manterr limpegno di verifitariato proponendo un grande appuntacare gli investimenti del Comune? mento. E poi a settembre arriver il nuovo arcivescovo che ha recentemente parlato Ho chiesto espressamente a Davide Corritore (il direttore generale del Comune, dellamicizia civica Sono convinto che Milano possa dare un ndr) di fare tutte le verifiche necessarie. segnale a tutto il Paese facendo capire co- Ci stiamo lavorando seriamente.