Sei sulla pagina 1di 10

Violenza sulle donne nella Televisione messicana, formato realt o rappresentazione sociale novellistica ?

A cura di Laura Elena Sanz Medina Corso Scienze della Comunicazione Matricola 583404

Quasi da tre decenni lo scenario televisivo di intrattenimento in Messico viene governato dalle telenovelas o novelas, serie televisive che non solo hanno offerto ai telespettatori lacrime e sorrisi, ma porgono stereotipi sociali, generalmente di svantaggio economico e di genere, cos come idoli e miti, che lasciano alla societ in una specie di limbo, fra la realt e l'illusione. La costruzione sociale della fragilit e debolezza della donna messicana, secondo le novelas, viene stabilita dalla sua nascita. Alla donna si attribuisce un ruolo secondario nella societ e dentro la famiglia, le si attribuisce un carattere servizievole e sottomesso, col valore primordiale della castit prima del matrimoni; dopo, la dedizione alla cura della prole, e, alla preghiera in uno scambio di favori divini. La si mette a riguardo dentro casa e le si da il necessario, nel mnage casalingo, oltre al ferro da stiro , alla scopa e al detersivo, si include (il diversivo o dispersivo della realt) l'oggetto prezioso che la collega col mondo che persino la rappresenta, la Televisione. Ma, pure dentro casa la donna non al sicuro e subisce violenze, sia dal padre, marito o fratello padrone, sia dal sistema giudiziario che dovrebbe metterla in salvo, violentando i suoi diritti e sottomettendola alla discriminazione sociale. Quindi, le novelas, che rappresentano questa violenza, influenzano gli individui e li inducono a comportamenti aggressivi contro le donne e alla sopraffazione di esse? Dall'osservazione empirica si individuano gli oggetti d'analisi che permettono di rispondere alla domanda: -Come primo oggetto troviamo la funzione mediatica della Televisione Messicana e la sua motivazione per produrre novelas. -Secondo oggetto: la rappresentazione sociale nelle novelas, per indurre gli individui ad un comportamento di violenza e in specifico alla manifestazione della violenza contro le donne. Per le basi teoriche si prenderanno spunti dal Libro La Teoria Generale dei Media, di F.Boni e la Teoria della Coltivazione di G.Gerbner. Per poi approfondire l'analisi sulla La Teoria delle Rappresentazioni SocialI di S. Moscovici. Il campo d'analisi, sar la serie televisiva La Rosa de Guadalupe, produzione del gruppo Televisa, essendo una delle teleserie drammatiche che hanno pi penetrazione nell'audience televisivo messicano, inoltre perch la sua drammaticit pretende rappresentare generalmente casi quotidiani di violenza di genere nella societ messicana e perch ne fa uso della rappresentazione della fede o credenza religiosa che tutto oggi governa in gran parte la societ messicana, stabilendone i valori morali e comportamentali. Nonostante la serie presenti altri tipi di violenza, come quelli verso i bambini o altri soggetti della societ, questo studio si limita alla violenza di genere, gi che va diretta ai soggetti considerati prediletti consumatori della televisione messicana e per essere considerati soggetti pi deboli dal senso comune sociale messicano. Penetrazione delle novelas nel quotidiano femminile. La donna messicana povera e disperata, ammansita e sottomessa, lascia la sua sorte a una certa forza sopra umana che faccia il miracolo divino di donarle l'uomo poco culto ma ricco, che sia in grado d'accettarla per il valore intrinseco che ha; appunto, quanto e perch vale la donna messicana povera, incolta, sottomessa e ignorante? vale semplicemente per essere donna, di cuore limpido anche se brutta e trascurata, per

sapere amare, per saper perdere, e, sopratutto per la capacit d' immedesimarsi in quella sorta di autocompassione che la TV le porge. La produzione televisiva del gruppo Televisa e non solo, trova in questo immedesimarsi della donna il consumatore prediletto, l'oggetto del consumo televisivo (Chomsky); cio, la speranza ingenua e ignara della realizzazione umana femminile. Oltre a innumerevoli novelas, nel 1985 sperimenta una nuova formula diretta ad un pubblico puramente femminile, producendo la serie Mujer, casos della vida Real condotta da Silvia Pinal. Il programma era basato su casi successi nella vita reale, casi che venivano ricostruiti mediaticamente a seconda delle testimonianze di chi li aveva vissuti; generalmente erano casi di sofferenza e disperazione di alcune donne messicane. Queste testimonianze, arrivavano in redazione in forma di lettere, che la conduttrice, all' inizio di ogni episodio riferiva a maniera d'introduzione, mantenendo sempre l'anonimato dell'emittente. Silvia Pinal, venne ad essere l'oggetto di culto mediatico, gi ch, dietro il suo ruolo di conduttrice, c'era il ruolo di donna di successo, madre sola e lavoratrice, bella e forte. Rappresentava il s rinnegato alla donna che la stava guardando. La merce diventa oggetto di culto. Nasce TV Azteca, disposta a dare guerra a Televisa, che crea nuovi stili di fare novelas e che inoltre mette in onda l'analogo programma prodotto da ARGOS 1 Lo que callamos las mujeres. Cos la concorrenza si fa muro contro muro e Televisa si trova nel bisogno d'attualizzarsi creando novelas ancora pi violente e crude che rispecchino i maltrattamenti alle donne con un'ammorbidente divino che faccia rinascere nuovamente l'oggetto di culto e che prenda posizione di voce sociale. Crea la serie televisiva di connotazione religiosaLa Rosa de Guadalupe(RDG); diretta da Carlos Mercado Ordua e trasmessa fino ad'oggi. La RDG giorno dopo giorno e ad ogni capitolo proietta l'immagine della speranza e il miracolo; per tanto risulta imprescindibile che la Lupita o mi morenita (cos chiamata la vergine di Guadalupe dai messicani) 2 faccia da sottofondo nello scenario di lacrime,
1 In una intervista l'attuale direttore di ARGOS, dichiara:Son muchos aos de costumbre. Ninguna cadena de televisin en el mundo tiene la penetracin que la televisin comercial tiene en Mxico, bueno, s, en Albania, ecc.; en esas naciones haba una sola televisin que entraba a todos los hogares. Televisa tiene una penetracin de ms de 80%, TV Azteca 17%. Pero apenas hace unos aos que TV Azteca imita a Televisa. No hay una diferencia entre lo que hacen una y otra emisora. [] Termina generando una especie de adiccin a ese tipo de contenidos. Es tal el peso de tantas horas, tantos aos de contenido de ese tipo, que ir a contrapelo es muy difcil, y tienen xito porque su penetracin es brutal y sus modelos de reproduccin y publicidad de lo que realizan son enormes.(Revista proceso edicin electrnica, Las telenovelas, factor de atraso: Epigmenio Ibarra, http://ht.ly/4GMKG) 2 L'appellativo con cui i cattolici venerano Maria in seguito a una presunta apparizione che sarebbe avvenuta in Messico nel 1531. Secondo il racconto tradizionale, Maria sarebbe apparsa a Juan Diego Cuauhlatoatzin, un azteco convertito al cristianesimo, sulla collina del Tepeyac a nord di Citt del Messico, pi volte tra il 9 e il 12 Dicembre 1531. Il nome Guadalupe sarebbe stato dettato da Maria stessa a Juan Diego: alcuni hanno ipotizzato che sia la trascrizione in spagnolo dell'espressione azteca Coatlaxopeuh, "colei che schiaccia il serpente" . Un giorno Maria le disse a Juan; raccoglie queste rosse col tuo mantello e portale al Vescovo, Juan Diego port le rosse al Vescovo, facendole cadere, e nel suo mantello apparse impressa l'immagine della Guadalupe. A memoria dell'apparizione, sul luogo fu subito eretta una cappella, sostituita dapprima nel 1557 da un'altra cappella pi grande, e poi da un vero e proprio santuario consacrato nel 1622. Infine nel 1976 stata inaugurata l'attuale Basilica di nostra signora di Guadalupe. Nel santuario conservato il mantello (tilmtli) di Juan Diego, sul quale raffigurata l'immagine di Maria,

preghiere, sofferenze, violenze e miracoli (T.V Azteca mette in onda A cada quien su santo, concorrenza muro contro muro).

Il fattore religioso, riportato nella RDG, ha come compito cogliere la superstizione come paralizzatore sociale; promuovere la fede, educare alla sottomissione o rassegnazione. Dunque troviamo davanti a degli interessi di alcuni gruppi che governano in Messico; come l'interesse del gruppo elitario Los Legionarios de Cristo3 che usano il fattore religioso per combattere la laicit del paese. La responsabilit didattica delegata dallo Stato alla industria televisiva 4 e per ultimo quella sublime e quasi impercettibile propaganda politica che gi da due anni, vengono praticando i partiti politici per motivi delle prossime elezioni del 2012.
La priorit degli affari, sopratutto privati e privatistici sulle grandi questione di interesse pubblico e collettivo. La sfere della quotidianit come sfera della domesticit controllata da un Altro anonimo, alienante e di fatto poco interessante, fatta come solo di prescrizioni ortodosse e ricette ritualistiche. Sfera femminile, sfera della gestione casalinga che si impone e al massimo si interessa della visione del telegiornale rotocalco confezionato a bell'a posta per un pubblico siffatto, o del talk show spettacolarizzato dove esperti dei senso comune ed esperti divulgatori si offrono ad un consumo di massa anonimo e disinformato[...]Geerz, Le arene comunicative del senso comune ovvero il cittadino meta informato, Lalli Pina)

La miscela emotiva mantiene sull'orlo della catarsi la telespettatrice, che approfitta degli spazi pubblicitari, per inquadrarsi in alcuno degli stereotipi del capitolo in onda, chiamare la vicina a condividere il momento o mettere in atto lo stimolo comportamentale. Inizia la performance ritualistico.
Mientras plancho veo la RDG que me pone a chillar, porque las mujeres sufrimos mucho
ritratta come una giovane indiana: per la sua pelle scura. 3'E una congregazione Religiosa di diritto Pontificio, fondata nel 1941 da Marcial Maciel, morto nel 2008. La congregazione Religiosa ha gran potere economico e politico in Messico, ha fondato diversi collegi in diversi paese del mondo. Nel 2008 Marcial Maciel, prima della morte, fu coinvolto in scandali di Pederastia, da parte di ex-membri della legione. 4A mediados de marzo pasado, Lujambio (Secretario de Educacin)sorprendi durante la ceremonia por los 30 aos del Instituto Nacional para la Educacin de los Adultos (INEA) con la exaltacin a la telenovela. All entreg la presea al Compromiso con el Futuro de Mxico a gente de Televisa y TV Azteca, entre los cuales la recibi Juan Osorio debido a que promueve al INEA en su historia Una familia con suerte, transmitida por el canal 2. El titular de la SEP (Secretaria de Educacin Publica)impresion al ensalzar al productor de teledramas de Televisa: No s cuantos valores podramos estar promoviendo dentro de las telenovelas que millones de personas ven, pero estoy cierto de que Juan nos ayuda, y eso es valiossimo.(http://ht.ly/4GMKG)

Hijoles ya va a llegar mi viejo y no he hecho de tragar, 'ora si me va a poner...

Per la donna messicana si sforza...a compiere un cambiamento, rimanendo immobile nell'attesa che si avveri;
Cmo pude caer tan bajo,virgencita aydame, perdoname por favor, ya no quiero seguir en sto, ayudame a salir, yo no quiero ser prostituta -Alix llora bajo la ducha mientras reza a la virgen, arrepentida por haber entrado al negocio de la prostitucin, para poderse comprar ropa de marca; en tanto que sobre su bur aparece una rosa blanca. La Rosa de Guadalupe Prostituta adolescente

Quindi la donna soffre della sofferenza altrui, del fatto d'essere donna e di dover lavorare persino quando guarda la sua novela preferita. Cos la Televisione si incarica di mantenerla in quello spazio temporale parallelo; fra la quotidianit e la extraquotidianit. Inoltre capace di raggiungere le consumatrici al di l delle mura domestiche, perch viene sottoposta a bombardamenti continui di messaggi mediali, in questo caso la violenza nelle novelas.
S il culto riminiscenza, fate questo in memoria di me

In Messico ovunque la donna vada, si trova una televisione sempre accesa sullo stesso canale televisivo. La televisione appare nelle sale d'attesa degli ospedali, delle dipendenze pubbliche, nelle banche, ecc.. Dunque, come fruitrice forzata rimane intrappolata in quel ciclo che non si ferma mai, fra la realt e l'illusione, fra l'immedesimarsi o il riconoscere la propria condizione socioeconomica. Quindi, la tv generalista, oltre a violentare simbolicamente e non rispettare l'appropriatezza della fascia oraria e n tanto meno del genere, esposta in quella maniera cosi morbosa, raggiunge chiunque, perci, chiunque pu guardare una novela violenta, come si forzassero anche gli altri attori sociali a vivere nel violento quotidiano. A tale bombardamento non si pu negare, che l'aumento della violenza in Messico sia influenzato dalle novelas. Per nemmeno si pu dare la responsabilit di tutto alla Televisione. Ci che importante la natura del cambiamento, in base a cui la rappresentazioni sociali diventano capaci d'influenzare il comportamento dell'individuo che fa parte di una comunit.. Questo il modo in cui sono intimamente create, dato che in questa forma che il processo collettivo stesso penetra-quale fattore determinante- nel pensiero individuale.(S. Moscovici, Le rappresentazioni sociali, pp.19)

Diritti delle donne, definizione della violenza di genere.


La donna prima di essere donna un essere umano e come tale va rispettata

La lotta femminista ha reso frutti, conseguendo la concettualizzazione della violenza di genere e la creazione di leggi ad hoc. Per in Messico, paese che ha dovuto adattare completamente al proprio sistema legislativo quello Internazionale, si trova con la difficolt

pragmatica del diritto e la difesa delle donne, perch i precetti giuridici adottati escludono i gruppi etnici multiculturali e plurilinguistici che esistono nel paese; inoltre perch la recente crescita di gruppi mafiosi impediscono il lavoro della autorit, corrompendola. La concettualizzazione della violenza di genere la troviamo nella Dichiarazione sull'eliminazione della Violenza contro le donne delle Nazioni Unite del 1994: Art.1
"Violenza contro le donne" significa ogni atto di violenza fondata sul genere che abbia come risultato, o che possa probabilmente avere come risultato, un danno o una sofferenza fisica, sessuale o psicologica per le donne, incluse le minacce di tali atti, la coercizione o la privazione arbitraria della libert, che avvenga nella vita pubblica o privata".

Nello specifico, nello Stato del Messico 5, uno dei 32 Stati della Repubblica Messicana, occupa il secondo posto nella violenza di genere dopo Ciudad Juarz; nel quale di recente si creata la Procura per i delitti di genere, modificando i precetti giuridici penali e concettualizzando il reato di femicidio nell'art. 242 bis del Codice Penale, pubblicato nella Gaceta Oficial, 11 Marzo 2011. Il femicido, generalmente viene perpetrato dopo il processo di violenza al quale sotto messa la donna. Nell'ordine: violenza economica, psicologica, sociale, fisica, sessuale che generalmente culmina col femicidio sia privato che non privato, ovvero, commesso da parte del partner o da parte di un soggetto estraneo ad una relazione sentimentale (padre, fratello, zio, ecc.). Teoria della coltivazione G.Gerbener si occupo degli effetti della televisione nel processo di costruzione sociale del sapere comune, nei pregiudizi e negli stereotipi. Secondo la sua ipotesi, il processo di trasmissione, cos come l'accettazione dell'immaginario della realt un processo di coltivazione a lungo termine, cumulativo e non intenzionale. Gerbner segnala che la televisione ha un ruolo centrale nella societ che coltiva gi dall'infanzia le predisposizioni e preferenze, che comunemente vengono trasmesse dalla famiglia, cio, la televisione il primo mezzo di sociabilizzazione, nonch d'informazione, per una societ eterogenea che inoltre ha un sistema comune a tutti. Quindi la televisione rappresenta una funzione di controllo sociale, che crea il consenso e garantisce l'ordine. Per non tutti i fruitori del mezzo d'informazione soffrono lo stesso stimolo o influenza, gi che, sostiene, che sopratutto i telespettatori pi assidui tendono a rappresentare la realt sociale a seconda dei modelli televisivi. Questa teoria conferma che i consumatori televisivi di novelas in Messico, sottoposti a un bombardamento di rappresentazione sociale e di stereotipi socialmente violenti e di svantaggio economico, tendono ad essere i soggetti di consumo pi vulnerabili alla rappresentazione distorta della realt; con comportamenti violenti e atteggiamenti di ansia e depressione, nel caso delle donne che inoltre tendono a crearsi il proprio concetto di
5Il governatore attuale Enrique Pea candidato alla presidenza nei comizi del 2012 e appartiene al PRI, partito di centro destra; oltre ad essere del PRI, appartiene al gruppo Atlacomulco (composto da imprenditori e politici, generalmente integranti della stessa famiglia) il quale ha firmato un convegno con il gruppo Televisa e T.V Azteca per la diffussione degli spot politici, da poco ha spossato alla attrice di novelas Angelica Rivera, famosa per la sua participazione come protagonista nella novela La Gaviota, donna povera e ignorante in attessa del suo principe azurro. La loro relazione sentimentale lo ha resso noto a livello nazionale, giocando con la popolarit della moglie e con la sua apparenza di galn de novela .

vittime, innescando il processo a catena della violenza di genere nella propria pelle. Ma esiste un elemento fondamentale, ovvero quello culturale. Questo ha la caratteristica di predisporre gli individui di determinati estratti sociali a comportamenti prestabiliti, sia delle consuetudini , sia dei pregiudizi che si trascinano gi dalla gestazione. Ad esempio : La sottomissione della donna , il suo comportamento virginale e la mancata spinta a studiare. Per l'uomo, la predisposizione e ovviamente il ruolo contrario alla donna, perch vede nel padre padrone l'ideale del macho messicano, che dimostra amore picchiando alla sua donna. E' bene precisare, che questi comportamenti si osservano generalmente nelle classi sociali deboli, per esistono classi sociali alte, di taglio conservatore che manifestano il loro comportamento predisposto al machismo e alla sottomissione economica della donna. Rappresentazioni Sociali di S.Moscovici
Guardiamo la pipa vera che galleggia nell'aria e ci accorgiamo che vera, mentre l'altra solo una rappresentazione.

Moscovici riprende il concetto di rappresentazione sociale dal concetto di rappresentazione collettiva di E. Durkheim,ma a differenza di questi, particolarmente interessato alle dinamiche e strutture della rappresentazione, quindi alla psicologia sociale. M. parte dalla diversit degli individui, degli atteggiamenti e dei fenomeni, nella loro stranezza e imprevedibilit. Tuttavia, una rappresentazione sociale, non un insieme di conoscenze, valori e modelli di comportamento, ma una realt condivisa, un fatto sociale che nasce della comunicazione interattiva della societ, si forma attraverso due processi: Il processo di ancoraggio un processo di concatenazione delle idee insolite a uno stato di comprensione e categorizzazione:ordina le idee e le mette nel contesto familiare. Classificazione il dare nome a qualcosa. Cos che classificando l'inclassificabile e nominando ci che non nominabile si in grado d'immaginarlo e per tanto di rappresentarlo: portare l'oggetto rappresentato a un processo di integrazione dello stesso oggetto della rappresentazione sociale in quel sistema simbolico, normativo e cognitivo gi esistente, dove interagisce e, incluso, modifica. Al classificare una persona, la s racchiude in una serie di limitazioni, tali linguistiche, geografiche, comportamentali e di quotidianit. Inoltre quando questa classificazione raggiunge la sua conoscenza, il suo comportamento sar influenzato tanto d'avere atteggiamenti richiesti da chi lo ha classificato. Quindi si stabiliscono gli stereotipi. Il processo di oggettivazione dotare di significato una cosa, trovare la qualit iconica di una idea o di un essere impreciso, riprodurre un concetto in un'immagine. Moscovisci ci parla del riempire il vuoto con una idea, ovvero con una immagine; d come esempio la rappresentazione di Dio come idea del padre, quindi se Dio invisibile, con la immagine proiettata da ci che implica padre, gli si d una sostanza e lo si fa visibile. Sottolinea M. che le rappresentazioni sociali, secondo la psicologia sociale; sono variabili indipendenti, stimoli esplicativi; dove ogni stimolo viene selezionato da una serie di stimoli,

tendenzialmente produttori d'un infinit di reazioni possibili. Quelle reazioni emotive generalmente vengono prodotte secondo la categorizzazione nelle quali queste vengono ordinate e secondo le immagini a cui si attribuisce un nome. Per tanto il nostro pensiero bicasuale, stabilendo una relazione fra causa ed effetto ed una relazione di fini e mezzi. La televisione e lofferta mediale, come le novelas costituiscono una componente di primaria importanza nei processi di oggettivazione e ancoraggio, in ragione dei quali si origina e si consolida una rappresentazione sociale. Perch vero che quando si etichetta un oggetto o una persona, avviene l'accettazione. Dunque se si pu parlare dell'oggetto o della persona, allora avviene la rappresentazione dell' inconsueto come consueto e si pu riprodurre secondo i modelli familiari. Quindi la televisione oltre ad essere un mezzo di comunicazione, secondo la teoria della coltivazione, anche un mezzo di sociabilizzazione che toglie potere ai mezzi primari sociabilizzanti come la famiglia; mezzi che si impoveriscono a livello cognitivo, culturale e psicologico, lasciando gli individui pi esposti al potere influenzante che le novelas, in questo caso, hanno su di loro. Queste influenze che, essendo prodotte da un mezzo sociabilizzante, si possono presupporre come immagini, pi o meno rappresentanti la realt, tal volta rappresentanti una realt distorta,immagini che possono modificare il comportamento degli individui esposti o predisposti psicologicamente. Generalmente quella esposizione mediatica, riguarda comportamenti di violenza con potenziali didattici, che comprendendo un vero insegnamento comportamentale violento e praticabili nella vita reale. Sono effetti d'imitazione che generalmente si manifestano nei consumatori assidui. Le probabilit per cui l'effetto d'imitazione venga compiuto maggiore se la violenza televisiva rappresentata o compiuta da personaggi attraenti, se non viene punita oppure premiata; se viene utilizzata una componente comica o umoristica che segue la violenza o la si presenta di maniera giustificabile.(Wilson, Donnerstein, Linz, Kunkel, Potter, Smith, Blumenthal y Gray, 1996).
Mereces ser tratada as, has trado la vergenza a est familia, no mereces nuestro respeto! -I genitori d'Elissa la accusano di non essere una brava figlia, perche diventata madre a 15 anni, conseguenza di una agressione sessuale avuta un giorni di ritorno a casa dopo aver fatto i compiti a casa d'una amica. Capitolo: Algo raro tiene Elisa La Rosa de Guadalupe. No, no hija, ya ves lo que pasa por ac, ya no se puede salir a la calle, cada da hay ms mujeres muertas, hasta en la RDG no los dicen... Mi madre al telefono.

Per concludere; E' vero che la rappresentazione sociale data nelle novelas, tende a formulare stereotipi in Messico, tanto vero il fatto che molti comportamenti vengono riprodotti, sia nell'immaginario collettivo come nella pratica sociale. Il protrarsi dei comportamenti comuni, come il vittimismo delle donne messicane, il machismo degli uomini, il culto divino della speranza e la sottomissione,stimolati mediaticamente dalla televisione, fanno s che la societ sia stigmatizzata, senza che venga analizzata la sua realt nella sua complessit. Per tanto, l'incremento della violenza sociale solo una percezione sociale, perch questa da sempre esistita, prima ancora della televisione, ed grazie a quella rappresentazione che la gente ne parla pi spesso formandosi in opinione pubblica. La violenza contro le donne generata anche dalla nascita dei gruppi mafiosi, dalle difficolt economiche della societ e dal gioco di potere a cui i partiti politici si dedicano, lasciando la Nazione in balia di s stessa: una societ fluttuante. Quindi si crea una sorta di generalizzazione paradossale che asseconda interessi politici ed economici, cristallizzando le condizioni degli strati sociali pi deboli nella propria immutabilit. E allora il fatto che l'oggetto di rito usi altri oggetti ritualizzanti come lo sono la Madonna di Guadalupe e il miracolo, fanno delle novelas la creazione pi fantastica della industria televisiva messicana.

Bibliografia
D.Hesmondhalhg, Media Production a cura di, Ulrico Hoepli, Milano, 2011, pp 5-12 F.Boni, Teoria dei Media, Il Mulino, Bologna, 2006, pp 78-101, 132-136, 191,192 P. Lalli, Le arene comunicative del senso comune, ovvero il cittadino meta-informato, in QuotidianaMente, a cura di M. Protti, Lecce, Prensa Multimedia, 2001, pp 9 e 10 S. Moscovici, Estratto dal volume Le rappresentazioni sociali, a cura di R.M. Farr e S.Moscovici, Il Mulino, pp 23-98

Artculos 6, 7, 10, 11, 12, 13, 16, 18 y 20 de la Ley General de Acceso de las Mujeres a una Vida Libre de Violencia, en Diario Oficial de la Federacin,1 de febrero del 2007 (documento en lnea en http://www.diputados.gob.mx/LeyesBiblio/pdf/LGAMVLV.pdf). Sitio uficial del Gobernador Enrique Pea Nieto,(http://www.quien.com/perfiles/enriquepena-nieto)
Las telenovelas, factor de atraso: Epigmenio Ibarra, Revista Proceso, edicin electrnica, (http://ht.ly/4GMKG) Apariciones de Santa Mara de Guadalupe, Sito Ufficiale della Basilica di Guadalupe, (www.virgendeguadalupe.org.mx/Apariciones.html) Notas periodisticas. -La increble vida de Marcial Maciel El Pas (http://www.elpais..com/articulo/reportajes/increible/vida/Marcial/Maciel/elpepusocdmg/20100124el pdmgrep_6/Tes) -Las mujeres sin nombre, La Jornada online, (www.lajornada.unam.mx-2010-06-04) -La doble vida de Marcial Maciel, El Milenio , edicin elettronica, (www.elmilenio.com.mx) -Hayan mujeres asesinadas universal.com.mx.notas-731202) en Ecatepec, El Universal de Mxico, (www.el

-Revista electronica Boca de Polen (www.bocadepolen.org-genero-y-diversidad-sexual-PDF)