Sei sulla pagina 1di 13

MANUALETTO Guida per clienti redatto da Per. Ind. Zoldan Andrea www.zclima.

it ______________________________________________________________________________________________________

5. Ponti termici e infiltrazioni


5.1. Introduzione
Nella progettazione dellisolamento termico degli edifici, oltre al corretto dimensionamento dellisolamento delle strutture opache e finestrate, di enorme importanza verificare che non vi siano ponti termici o infiltrazioni.

5.2.

Ponti termici
Si definisce ponte termico la parte della struttura di un edificio che presenta caratteristiche termiche significativamente diverse da quelle circostanti. In particolare la presenza di un ponte termico consente flussi di calore pi rapidi rispetto a quelli della struttura isolata. I ponti termici determinano due possibili inconvenienti: Raffreddamento delle zone pi prossime, con conseguente creazione di condensa e quindi di muffe; riduzione del potere isolante complessivo della parete;

Un ponte termico incide negativamente sull'isolamento di un edificio perch costituisce una via privilegiata per gli scambi di calore da e verso l'esterno. Le cause principali della formazione dei ponti termici sono: - Discontinuit tra materiali e tra le strutture (angoli, pilastri, tramezze, travi); - Discontinuit geometriche (terrazze, scale, balconi, sporgenze) - Discontinuit dellisolamento. I punti pi critici sono:

I pilastri e le travi nelle strutture in c.a.; I pavimenti appoggiati a terreno; Le parti dei serramenti a contatto con le pareti; Le tramezze nel caso di isolamento dallinterno; I cassonetti delle finestre;

Le dispersioni dei ponti termici possono essere calcolate mediante il valore di trasmittanza lineare (in w/ mK) moltiplicando lo stesso per la lunghezza del ponte termico. Di seguito vengono illustrati alcuni ponti termici e relativa trasmittanza lineare tratti dalla UNI EN ISO 14683.

MANUALETTO Guida per clienti redatto da Per. Ind. Zoldan Andrea www.zclima.it ______________________________________________________________________________________________________

MANUALETTO Guida per clienti redatto da Per. Ind. Zoldan Andrea www.zclima.it ______________________________________________________________________________________________________

MANUALETTO Guida per clienti redatto da Per. Ind. Zoldan Andrea www.zclima.it ______________________________________________________________________________________________________

MANUALETTO Guida per clienti redatto da Per. Ind. Zoldan Andrea www.zclima.it ______________________________________________________________________________________________________

MANUALETTO Guida per clienti redatto da Per. Ind. Zoldan Andrea www.zclima.it ______________________________________________________________________________________________________

MANUALETTO Guida per clienti redatto da Per. Ind. Zoldan Andrea www.zclima.it ______________________________________________________________________________________________________

MANUALETTO Guida per clienti redatto da Per. Ind. Zoldan Andrea www.zclima.it ______________________________________________________________________________________________________

I ponti termici non sono una fatalit, ma sono errori di progettazione e/o esecuzione, quindi evitabili a priori con un minimo di cura da parte di progettisti e maestranze. Nelle costruzioni meno recenti infatti era duso installare lisolamento verso il lato interno della parete e quindi era inevitabile la formazione di ponti termici. Una possibile soluzione, invece, costituita dall'isolamento a cappotto. Un'altra possibilit data dalla demolizione delle parti che costituiscono il ponte termico (es: balconi, sporgenze di tetti, ecc.). Ovviamente nella ricostruzione si far ben attenzione a non commettere gli stessi errori, i balconi ad esempio, anzich essere gettati insieme alla soletta saranno sostituiti da balconi autoreggenti (tipo palafitte) collegati all'edificio tramite tasselli. In alternativa, per il caso specifico possono essere installate delle armature termicamente disaccoppiate o isolare completamente il balcone Di seguito si riportano alcuni esempi per lattenuazione dei ponti termici: BALCONE ISOLATO TOLTALEMNTE

MANUALETTO Guida per clienti redatto da Per. Ind. Zoldan Andrea www.zclima.it ______________________________________________________________________________________________________

BALCONE CON DISACCOPPIAMENTO TERMICO

ISOLAMENTO DEL TETTO PIANO

MANUALETTO Guida per clienti redatto da Per. Ind. Zoldan Andrea www.zclima.it ______________________________________________________________________________________________________

ISOLAMENTO PARETE A CONTATTO CON TERRENO

ISOLAMENTO TERMICO IN CORRISPONDENZA DI UNA FINESTRA

MANUALETTO Guida per clienti redatto da Per. Ind. Zoldan Andrea www.zclima.it ______________________________________________________________________________________________________

ISOLAMENTO TERMICO DEL CASSONETTO DELLE FINESTRE

5.3.

Infiltrazioni
Oltre ai ponti termici, nonostante un buon isolamento termico, non si riescono ad ottenere i risparmi energetici determinati aritmeticamente. In molti casi questo dovuto a costruzioni non stagne, vale a dire permeabili allaria e al vento. Questi vizi costruttivi si osservano soprattutto (ma non esclusivamente) nelle costruzioni di tipo leggero, per esempio di legno e tetti. Gi le minime fughe nellinvolucro delledificio (per esempio nella barriera vapore o nei raccordi di finestre, lucernari, camini e pareti culminanti) provocano delle enormi dispersioni di calore a causa di un ricambio aria incontrollato. In inverno fuoriesce laria calda e umida degli interni che pu provocare danni da condensa alla costruzione.

MANUALETTO Guida per clienti redatto da Per. Ind. Zoldan Andrea www.zclima.it ______________________________________________________________________________________________________

5.4.

Controllo mediante blower door test e termografia.


Limpermeabilit allaria degli edifici, e quindi leventuale presenza di infiltrazioni, viene determinata in base a dei valori indicativi che possono essere verificati mediante il cosiddetto Blower-Door-Test che va eseguito prima di applicare il rivestimento interno, dato che altrimenti risulter difficile apportare delle migliorie a livello di tenuta al vento. Negli edifici dotati di sistemi di ventilazione controllati come gli edifici a basso consumo energetico e le case passive il Blower-Door-Test rientra ormai nello standard della tecnica. Per la verifica e leliminazione dei ponti termici, possibile invece effettuare unindagine termografia a raggi infrarossi. Grazie a questa verifica infatti si possono controllare i punti freddi delle strutture ed intervenire adeguatamente. BLOWER DOOR TEST Il test completo si articola in diverse fasi: 1. nella prima fase viene creata e mantenuta una differenza di pressione tra linterno e lesterno costante di 50 Pa; durante questa fase viene ispezionata lintera superficie dellinvolucro edilizio alla ricerca dei punti non ermetici che causano le maggiori perdite di carico termico per infiltrazione; 2. nella seconda fase viene generata un depressione decrescente, a partire da valori pari a circa 70 Pa e si prosegue a passi di 5 Pa sino a raggiungere un valore finale di 25 Pa. Per ogni step vengono registrati i volumi daria che si perdono attraverso i punti di permeabilit e viene calcolato lindice di quantit daria penetrata in un ora (n50); 3. nella terza fase viene creata una sovrapressione e viene ripetuta la sequenza di cui alla fase precedente. Questo per valutare anche le dispersioni dovute alle diverse guarnizioni. Il risultato finale del test rappresenta il numero di ricambi orari del volume di aria interna che si ha attraverso le fessure dellinvolucro, la cui sommatoria definisce la perdita totale.

MANUALETTO Guida per clienti redatto da Per. Ind. Zoldan Andrea www.zclima.it ______________________________________________________________________________________________________

ANALISI TERMOGRAFIA Per mezzo di un'immagine termografica possibile rilevare le differenti temperature esistenti su una superficie, in modo da individuare eventuali anomalie nell'esecuzione della coibentazione oppure determinare ponti termici strutturali. Leffettuazione di una diagnosi termografica in combinazione con il Blower Door test rappresenta lapproccio ideale per lindividuazione e lo studio nel dettaglio delle dispersioni termiche causate dalla tenuta allaria dellinvolucro edilizio.