Sei sulla pagina 1di 2

elle-d

Posts is

normale un peggioramento della vista durante questo periodo trattandosi nella maggior parte delle volte di una situazione transitoria e reversibile. Diversi studi, fra i quali il pi recente condotto in Germania dallUniversit di Friburgo nel 2010, hanno confermato che durante la gravidanza ed il successivo periodo di allattamento la donna pu accusare alterazioni della vista, intolleranza alle lenti a contatto e peggioramento di preesistenti patologie oculari quali ad esempio quelle della retina, prime fra tutte la retinopatia diabetica. doveroso pertanto distinguere due condizioni. La prima, quella pi favorevole e transitoria, caratterizzata da un abbassamento della vista che colpisce quasi tutte le donne in gravidanza e che possiamo considerare in un certo senso fisiologica in quanto dovuta allazione degli ormoni che si riflette su variazioni dello spessore della cornea e sulla qualit della secrezione lacrimale. Infatti laumento di estrogeni e progesterone comporta da un lato laumento dello spessore corneale e quindi linsorgenza di un difetto dellaccomodazione con difficolt di messa a fuoco (miopia); dallaltro verso responsabile insieme alla gonadotropina corionica di uninstabilit e di una facile rottura del film lacrimale, cio di quel velo acquoso che ha il compito di proteggere ed idratare la cornea. Proprio per questo gli occhi risultano pi sensibili alle aggressioni esterne (smog, fumo, vento, aria), ed per questa particolare sensibilit che la lacrimazione diventa in questo periodo pi frequente ed abbondante rispetto alla norma. Tuttavia leventuale abbassamento della vista non deve preoccupare o creare allarmismi, nemmeno durante il periodo dellallattamento: durante questa fase infatti la vista pu diminuire ulteriormente, ma si tratta comunque di un disturbo temporaneo. Terminato il periodo di allattamento, lacuit visiva originaria viene di norma recuperata totalmente. La seconda condizione quella che desta maggiori preoccupazioni perch riguarda alcune donne gi precedentemente affette da patologie quali lipertensione, il diabete, la gestosi, la miopia degenerativa (maligna) che sono tutti disturbi che tendono ad aggravare o favorire la comparsa di danni allocchio che pertanto rappresenta uno degli organi da monitorizzare frequentemente con periodiche ed approfondite visite specialistiche durante tutto il periodo di gestazione e di allattamento.

Disturbi della vista in gravidanza e durante lallattamento

elle-di | centro di medicina tradizionale e complementare http://elle-di.it info@elle-di.it

elle-d

Posts is

Concludendo, nel caso le future mamme siano gi soggette a problemi visivi, comunque meglio prenotare una visita oculistica per tenere sotto controllo la situazione. Una prima visita si pu fare subito allinizio della gravidanza, con lo scopo di determinare lo stato della vista, in modo da stabilire un parametro di riferimento con cui fare il confronto nelle successive visite. Durante la gravidanza preferibile optare per gli occhiali e sospendere temporaneamente lutilizzo di lenti a contatto. Una seconda visita pu essere effettuata una quindicina di giorni prima della data presunta del parto e avr la finalit di determinare, in termini di diottrie, il peggioramento del difetto di vista verificatosi durante tutto il periodo della gravidanza. Con questa visita di controllo, loculista riuscir ad individuare anche la presenza di altri problemi che potrebbero peggiorare nel corso del parto, come per esempio un difetto alla retina. Unaltra visita opportuna al termine del periodo dellallattamento, per confermare che il calo della vista durante il periodo passato fosse solo un disturbo passeggero dovuto appunto ai cambiamenti ed alle variazioni dellassetto ormonale. A cura del Dott Diego Vecchi Specialista in Oculistica.

elle-di | centro di medicina tradizionale e complementare http://elle-di.it info@elle-di.it