Sei sulla pagina 1di 6

n.

S AGOSTO 2011

IL TRC
tutto quello che vorresti sapere sull'opera
che far fare a Riccione un salto nel presente

Un moderno sistema di trasporto pubblico


!l metro di costa (o Trc, Trasporto rapido costiero) un
sistema di trasporto collettivo che correra tra Rimini e
Riccione lungo una corsia riservata (larga dai 3,5 ai /
metri), integrata nel contesto circostante grazie strutture
di arredo urbano.
Da Rimini a Riccione in 23' minuti
Grazie alla corsia riservata, dalla stazione di Rimini a
quella di Riccione ci si impieghera 23 minuti, con una
frequenza di passaggio tra un mezzo e l'altro di //8
minuti.
15 stazioni e 2 capolinea per servire
residenti e turisti
Sono 15 le stazioni e 2 i capolinea del Trasporto Rapido
Costiero lungo i 9,6 chilometri che separano la stazione
di Rimini da quella di Riccione.
1500 passeggeri, comodamente seduti e
rilassati
! mezzi del Trc saranno in grado di `mettere a sedere'
1500 passeggeri all'ora. La modernita dei mezzi (comode
poltrone, climatizzazione) rendera il viaggio confortevole
e riposante.
In un'ora 700 auto in meno sulla strada di
casa
!l metro permettera un notevole alleggerimento del
traffico automobilistico tra Rimini e Riccione. Si calcola
che, a pieno regime, l'uso dell'auto verra ridotto di circa
15 mila macchine al giorno.
L'inquinamento da gas di scarico ridotto
dell'11%
L'inquinamento atmosferico da polveri sottili sara
ridotto dell'11 rispetto al totale attualmente
emesso lungo la costa. Si tratta di circa 50
tonnellate in meno di polveri sottili (Pm10).
Silenzioso, agevole e profondamente
europeo
Tutti i mezzi del Trc sono elettrici, su gomma, non
inquinanti e assolutamente silenziosi. Nolte grandi
citta d'Europa hanno adottato questa sistema. Tra
le altre Eindhoven, !stanbul, Douai, Haifa,
Amsterdam, Colonia.
Nessuna barriera e di nessun tipo
!l Trc non ha barriere alte o basse ma una sede sicura e
protetta da banchine il cui allineamento alla porta di
entrata permette estrema facilita di salita sul mezzo ai
diversamente abili.
Si riqualifica e si rende pi sicura la
mobilit lungo la costa
Lungo il percorso verranno realizzati 9 sottovia, 2 ponti e
un ponticello, 3 sottopassi pedonali e + carrabili alla linea
ferroviaria. Per 9 sottopassi esistenti sono previsti
prolungamenti o ristrutturazioni.

Un serio e responsabile
salto nel presente

Ogni cittadino italiano passa, mediamente, 2 mesi
all'anno imbottigliato nel traffico. Ci sono quasi 800
automobili ogni 1000 persone, con un conseguente
impatto devastante sulla salute, sul degrado dei territori,
sulla possibilita di stare sul mercato delle imprese e delle
comunita locali. Nigliorare la vita delle citta significa
innanzitutto modificare la cultura del muoversi, oggi
dominata dall'auto privata. La soluzione praticata nelle
citta europee piu all'avanguardia il potenziare, il
rendere piu efficiente, il ripensare il sistema di trasporto
pubblico, aggredendo progressivamente lo strapotere
della macchina.
!l Trasporto rapido costiero (Trc) o metro di costa la
risposta strategica a questa esigenza di maggiore
vivibilita che esprime in maniera pressante il territorio
della costa riminese. La dove oggi si impiegano 45
minuti per percorrere il tratto dalla stazione ferroviaria
di Rimini a quella di Riccione- tempo che lievita nei giorni
estivi `da bollino nero' a un'ora e +5 minuti-, un mezzo
elettrico, non inquinante, comodo, climatizzato,
all'avanguardia anche nell'aspetto impieghera 23
minuti. Ouindici stazioni e due capolinea per servire
ogni 7]S minuti la fascia di territorio piu ricca di
funzioni e luoghi di incontro d'!talia (1500 alberghi, 2
Palacongressi, 2 stazioni ferroviarie, 2 ospedali, un
Aeroporto, la Narina di Rimini, i centri sportivi di
Riccione, le scuole medie superiori, le colonie marine,
oltre 500 tra pubblici esercizi e ristoranti, il porto di
Riccione etc.): un mezzo in grado di trasportare `in prima
classe' 1500 persone all'ora, gia adottato ad
Eindhoven come ad Amsterdam, ad Haifa come a !stabul
che ci riallineera alle citta europee all'avanguardia in
termini di mobilita legata al rispetto dell'ambiente.
E' chiaro che il metro di costa cambier il modo di
praticare la mobilit. E' una vera e propria
rivoluzione nel sistema di trasporto riminese
perch intorno ad esso gireranno i collegamenti
interni e gli snodi (parcheggi, transit point, bike
sharing, navette, nuove stazioni} dalla linea di
costa da Cattolica alla Fiera di Rimini ai centri
storici e al territorio urbano. Il primo passo la
costruzione della tratta tra Rimini e Riccione;
quindi seguir quello dalla stazione di Rimini alla
Nuova Fiera e infine quello tra la stazione di
Riccione e quella di Cattolica. E' anche la risposta
alle Ferrovie Italiane che stanno di fatto
azzerando i treni a percorrenza locale,
provocando un disagio vero a territori ad alto
flusso turistico come quello riminese.
!l metro di costa permettera di ridurre l'inquinamento da
gas di scarico delle automobili dell'11% rispetto ai valori
attuali. Una cifra enorme che supera di gran lunga ogni
misura, ogni blocco del traffico, adottato per migliorare
la qualita dell'aria. !n un anno ben 50 tonnellate in
meno di polveri fini (Pm10) circoleranno nel nostro
sistema respiratorio.
Neno inquinamento, meno smog, meno rumore dei
mezzi, meno auto i strada, meno tempo in attesa ai
semafori e negli ingorghi. !l metro di costa un piu
capace di spazzare via i tanti meno che adesso frenano
la qualita di vita di riminesi e turisti. Per questo
realizzarlo non un salto nel futuro ma semmai un salto
consapevole e responsabile in un presente, gia reale e
efficiente nelle citta europee piu vicine ai bisogni dei
cittadini.

Lavori al via per il metro di costa

Comincia nel mese di agosto
2011 la fase preparatoria
all'avvio del cantiere vero e
proprio del metro di costa, il
mezzo moderno, elettrico, non
inquinante, circolante su corsia
protetta, capace di trasportare
1500 persone all'ora, dalla
stazione ferroviaria di Rimini a
quella di Riccione. Seguiranno le tratte `stazione di
Rimini/ Fiera di Rimini' e `stazione di Riccione/Cattolica'
per un unico collegamento che, nel raggio di 25
chilometri dara risposte decisive e moderne alle
esigenze di un trasporto meno caotico e inquinante per
residenti e turisti . Si tratta senza dubbio della soluzione
di trasporto pubblico piu innovativa e piu necessaria mai
realizzata sul territorio riminese. Alla dittatura dell'auto
privata, causa prima della congestione del traffico,
dell'inquinamento atmosferico e in generale del grado di
vivibilita , si contrappone un modernissimo e pulito
sistema di trasporto collettivo che vedra il metro di costa
integrato nelle 15 stazioni e nei 2 capolinea alle linee
di autobus, ai parcheggi per auto e bici, agli snodi da e
per i luoghi piu frequentati e utilizzati delle citta lungo la
costa.

Siamo destinati a passare tutto il
tempo negli ingorghi dell'Adriatica?

Ogni sondaggio o ricerca di
mercato mette in evidenza
come nella provincia di
Rimini il problema n. 1 sia la
mobilita. Le stesse indagini
demoscopiche vedono a
larga maggioranza i cittadini
proporre come soluzione il potenziamento del trasporto
pubblico, con frequenze cadenzate e tempi certo di
arrivo/partenza. Sono circa 25 mila le auto private
che tutti i giorni si muovono tra Rimini e Riccione: dieci
chilometri scarsi coperti in +5 minuti in inverno e in
un'ora e mezzo/ un'ora e +5 minuti in estate. E' un
paradosso: allorch l'anno prossimo sara istituito il treno
ad alta velocita, si fara prima ad andare da Nilano a
Rimini (entro le due ore) che da Rimini a Riccione!
Tempo sottratto alla famiglia, al lavoro, allo studio, al
divertimento e interamente `regalato' allo stress. !l metro
di costa, a pieno regime, trasportera 1500 persone
all'ora (tra le quali centinaia di studenti), togliendo
potenzialmente dalle strada riminesi migliaia di
automobili, con un immediato beneficio sul
decongestionamento della viabilita. !n ogni parte
d'Europa dove questo sistema stato adottato-
Eindhoven, Douai, Amsterdam, Haifa, Colonia tra
le altre- o comunque dove in uso un sistema analogo
di trasporto pubblico, la filosofia alla base ha dato
risultati concreti e verificabili sull'innalzamento della
qualita di vita dei territori: una linea di trasporto pubblico
orizzontale, moderno e fissa intorno alla quale si realizza
un sistema intermodale di mobilita con parcheggi
scambiatori, car e bike sharing, navette che trasportano
passeggeri in un raggio di 1,5 chilometri, percorsi
ciclopedonali, stazioni attrezzate per essere punti ricchi
di servizi e riqualificanti la fascia urbana. Cambia
radicalmente il modo di muoversi, migliorando l'esistenza
delle persone. Dobbiamo abituarci a passare ore del
nostro tempo negli ingorghi o possiamo pensare di fare
quello che stanno gia facendo citta europee attente
prima di tutto alla qualita di vita dei loro cittadini?

50 tonnellate di smog in
meno nei nostri polmoni

L'aria delle citta sempre piu
irrespirabile. Ouesto porta gli
enti pubblici, anche pressati
dalla rigorosa normativa
dell'Unione Europea che prevede
sanzioni pecuniarie per i paesi
che superano i limiti
d'inquinamento atmosferico
fissati dalla legge, a mettere in
atto soluzioni solo parzialmente valide e comunque
impopolari. A gran voce si richiedono interventi
strutturali per migliorare l'aria che si respira: il metro di
costa uno di questi interventi. Grazie a questo sistema
innovativo e pulito (elettrico, su gomma) di trasporto
pubblico, migliaia di cittadini residenti tra Rimini e
Riccione (in seguito tra Rimini e Cattolica) e altrettanti
turisti potranno lasciare l'auto a casa o in albergo, con
conseguente beneficio sulla produzione di PN10 (le
famose polveri fini che danneggiano il sistema
respiratorio). Con il metro di costa funzionante, si
prevede un abbattimento dello smog pari all'11%del
dato attuale. !n soldoni significano 50 tonnellate
all'anno in meno di polveri fini che si depositeranno nei
polmoni di bambini, anziani, giovani, adulti. Neno
malattie respiratorie e una qualita dell'aria superiore.

5a|ut| da L|ndhoven



nella clLLa olandese dl Llndhoven sl chlama 'hlleas' ed
e ln funzlone da 6 annl. Canl alorno LrasporLa mlallala dl
passeaaerl- sLudenLl, anzlanl, LurlsLl, professlonlsLl- dal
cenLro all'aeroporLo. Senza un mlnuLo dl rlLardo, sla ln
lnverno che d'esLaLe.

Iac|||t d| accesso e d| b|g||etto

un unlco blalleLLo - da| costo omogeneo a||e tar|ffe de|
trasporto pubb||co |oca|e v|gent| - permeLLera dl
vlaaalare lndlfferenLemenLe su meLr dl cosLa e bus dl
llnea, permeLLendo ll faclle scamblo.

INICCln1 A 8lCClCnL

ua lunedl 8 aaosLo 2011 e
aperLo presso ll Comune dl
8lcclone l'lnfo olnL 18C,
ovvero un punLo lnformaLlvo
a dlsposlzlone della
clLLadlnanza per fornlre LuLLe
le lnformazlonl rlauardanLl ll
proaeLLo del meLr dl cosLa e
l suol svlluppl ln relazlone al nuovo lano del 1rafflco dl
8lcclone. l alornl e all orarl dl aperLura sono l seauenLl: dal
lunedl al venerdl dalle 8.30 alle 12.30. A dare le spleaazlonl
Lecnlche sul proaeLLo del 1rc ll aeomeLra Saul Saponl. '18C
operazlone Lrasparenza- 1uLLo quello che c'e da dlre, LuLLo
quello che c'e da sapere sull'opera che fa fare a 8lcclone un
salLo nel fuLuro' e la head llne dl quesLa lnlzlaLlva lnformaLlva.

1e|efono 0541 608209
|nfotrc@comune.r|cc|one.rn.|t
www.amr|m|n|.|t/metro-d|-costa.htm|
www.comune.r|cc|one.rn.|t
7 domande su| 1rasporto kap|do Cost|ero


Che cos' || metr d| costa o 1rc?
L' una meLropollLana leaaera dl superflcle
cosLlLulLa da velcoll a ruoLe aommaLe, a Lrazlone
eleLLrlca, che corre su una corsla sLradale rlservaLa,
sul laLo monLe della llnea della ferrovla. Culndlcl le
fermaLe e due l capollnea nella prlma LraLLa, da
8lmlnl a 8lcclone, lunaa 9,6 chllomeLrl. Seaulranno le
LraLLe sLazlone dl 8lmlnl/llera dl 8lmlnl e sLazlone dl
8lcclone/CaLLollca per un LoLale dl 25 ch||ometr|. l mezzl
sono doLaLl dl slsLeml auLonoml dl aulda che le
conducono ln LuLLa slcurezza lunao la loro sede non
accesslblle alle auLo. L'accesso al velcoll del meLr e
esLremamenLe faclle arazle all'alllneamenLo delle
banchlna alla porLa dl enLraLa. L'opera porLera una vera
rlvoluzlone nel slsLema dl LrasporLo cosLlero e camblera
radlcalmenLe LuLLo ll slsLema dl moblllLa urbana arazle al
colleaamenLl che l mezzl pubbllcl saranno ln arado dl
lnLearare al percorso del meLr.
Una vo|ta rea||zzato, |a c|rco|az|one strada|e sar
stravo|ta o |n parte |nterrotta r|spetto ad
adesso?
L'occupazlone dello spazlo laLo monLe della ferrovla e
rldoLLa al mlnlmo. La prova e che non venaono abbaLLuLl
edlflcl lunao la corsla preferenzlale proLeLLa del 18C.
lnolLre con all ulLlml aaalusLamenLl del proaeLLo, c'e un
ulLerlore dlmlnuzlone dell'occupazlone dello spazlo.
Lunao l quasl 10 km dl percorso Lra 8lmlnl e 8lcclone
non vlene lnLerroLLa nessuna sLrada, ne soppresso
alcune senso dl marcla. Al conLrarlo venaono reallzzaLl
nuovl aLLraversamenLl e nuovl soLLopassl, mlallorando la
moblllLa e rendendola anche esLeLlcamenLe plu
aradevole.
Cuanto costa? Ch| |o f|nanz|a
ll proaeLLo deflnlLlvo per la reallzzazlone
dell'opera prevede una spesa dl 92 mlllonl dl euro,
del quall 42,8 mlllonl flnanzlaLl dal MlnlsLero alle
lnfrasLruLLure e dal MlnlsLero delle llnanze, le resLanLl
rlsorse provenaono da 8ealone, Comunl dl 8lmlnl e
8lcclone e Aaenzla MoblllLa. ll flnanzlamenLo sLaLale e ll
plu conslsLenLe mal eroaaLo nella sLorla da 8oma al
LerrlLorlo rlmlnese.
I| progetto vecch|o? Ch| |o ha autor|zzato?
ll proaeLLo deflnlLlvo del meLr dl cosLa e sLaLo
approvaLo dal MlnlsLero alle lnfrasLruLLure nel
2006. SuccesslvamenLe sono sLaLe apporLaLe alcune
mlallorle, rlchlesLe ln parLlcolare dal Comune dl 8lcclone
nel 2009. l fondl sLaLall ClL (Comitato
Interministeriale per la Programmazione
Economica) sono sLaLl dellberaLl nel dlcembre 2010
sulla base dl un esame Lecnlco e dell'esame dell'ufflclo
MoLorlzzazlone del MlnlsLero delle lnfrasLruLLure. ll
mezzo scelLo e Lra l plu modernl ln clrcolazlone. L' sLaLo
acqulsLaLo da clLLa francesl, olandesl e recenLemenLe da
clLLa della Cermanla. L' prodoLLo anche ln verslone ad
ldroaeno olLre che eleLLrlco e dlesel (sl pu avere
anche ln verslone blmodale). lnsomma ll meLr dl
cosLa rlmlnese e all'avanauardla della mlallore
Lecnoloala europea.
5erve davvero? Non sarebbe stato || caso d|
concentrars| su a|tre pr|or|t?
La moblllLa e ll problema n. 1 del LerrlLorlo
rlmlnese. Senza una revlslone complesslva e radlcale
revlslone del 1rasporLo pubbllco locale conLlnueremmo
ad avere una vlablllLa lnLasaLa, un Lrafflco
conaesLlonaLo, un lnqulnamenLo alLlsslmo, con sanzlonl
da paaare all'unlone Luropea per all sforamenLl per ll
M10 (polverl flnl) e CC2. l probleml della moblllLa non
sl rlsolvono solo cosLruendo nuove sLrade ma sposando
la culLura del LrasporLo pubbllco. uobblamo auardare
all'Luropa dove oanl arande ma anche le plccole e
medle clLLa hanno fllovle, meLrovle e meLropollLane. 1ra
8lmlnl e 8lcclone vlaaalano olLre 13.000 passeaaerl ln un
alorno esLlvo medlo. Cffrendo un servlzlo plu quallflcaLo
possono declsamenLe crescere, come dlmosLrano le
prolezlonl sLudlaLe dall'unlverslLa La Saplenza dl 8oma.
lu persone sul meLr, meno auLo prlvaLe a
conaesLlonare sLaLale e vle lnLerne.
Ma non abb|amo g| |a ferrov|a? L' vero che c'
un muro d| 8 metr| a separare || metr da| resto?
nessun muro dl cemenLo alLo 8 meLrl. una
sempllce dlvlslone, ln llnea con un esLeLlcamenLe
aradevole arredo urbano, Lra la corsla preferenzlale
proLeLLa e la sLrada normale dl alLezza llmlLaLa (un
meLro e 20 cenLlmeLrl). La ferrovla non pu essere usaLa
per un cadenzamenLo al 7 o al 9 mlnuLl per e da
8lcclone. La ferrovla non poLra mal aaranLlre 13 fermaLe
plu le due sLazlonl da capollnea. La ferrovla svolae e
sempre plu svolaera ln passaLo un alLro Llpo dl servlzlo:
colleaa punLl dlsLanLl ln poco Lempo e sl va affermando
l'AlLa veloclLa. Le funzlonl del coslddeLLl acceleraLl" e
LermlnaLa e le fermaLe locall ormal sono un rlcordo del
passaLo, come lnseana ll caso dl Mlsano e ora anche
CaLLollca.
La v|cenda de| metr d| costa s|m||e a que||a
tormentata de| C|v|s a 8o|ogna?
A 8oloana cl sono sLaLl deall errorl che qul non
sono sLaLl commessl. ll hlleas e un mezzo affldablle ln
produzlone ed ln conLlnuo mlalloramenLo, soLLoposLo a
prove, a collaudl e a cerLlflcazlonl e che prlma dl essere
messo ln eserclzlo vlene soLLoposLo a LuLLl LesL posslblll
e prevlsLl per leaae. L' quesLa la dlfferenza con 8oloana.
lnsomma la vlcenda sla dal punLo proaeLLuale che
ammlnlsLraLlvo e compleLamenLe dlversa. l lavorl sono
esaLLamenLe deflnlLl. 1uLLl l rlcorsl al 1ar sono sLaLl vlnLl.
1
2
3
4
5
6
7
1emp| r|dott| d| percorrenza (23 mlnuLl Lra l
capollnea SLazlone dl 8lmlnl e SLazlone dl
8lcclone)

k|spetto per |'amb|ente (mezzl allmenLaLl
ad enerala eleLLrlca, un decremenLo
nell'lnqulnamenLo da aas dl scarlco dl 30
LonnellaLe all'anno)

Iac|||t d| ut|||zzo e access|b|||t a||e
fermate (13 sLazlonl + 2 capollnea)

Meno traff|co per c|ttad|n| e tur|st| |ungo |e
arter|e v|ar|e pr|nc|pa|| (poLenzlalmenLe 13
mlla auLo ln meno al alorno sulle sLrade
rlmlnesl)

k|qua||f|caz|one urbana de||e aree |n cu| s|
muove || metr (nuove sLruLLure dl arredo
urbano, sLazlonl mulLlservlzl,
rlplanLumazlone delle alberaLure abbaLLuLe)

L|evato confort d| v|agg|o (LuLLl seduLl,
cllmaLlzzazlone, faclllLa dl sallLa e dlscesa
per l dlversamenLe ablll, blalleLLo dal cosLo
uauale a quello deall auLobus)




Il metro di costa vengono avviati esattamente in
coincidenza dei 150 anni dell'arrivo della ferrovia a
Rimini con l'inaugurazione della Bologna Forl Rimini
(4 ottobre 1S61} e dei 150 dell'Unit di Italia. Una
coincidenza da valorizzare. Anche quella volta ci furono
polemiche tra chi voleva la ferrovia lontana dal mare e
chi vicina. Papa Pio IX sostenne che Rimini avrebbe
avuto uno sviluppo legato al mare, anche e soprattutto
alla luce dell'inaugurazione, nel 1S43, del primo
stabilimento balneare. Sulla base di tale ragionamento
la ferrovia si realizzo dove ancora oggi, vale a dire in
zona turistica, a due passi dalla spiaggia.
Da| metr a||a
r|qua||f|caz|one urbana


a realizzazione del TRC cambia sostanzialmente lassetto
della mobilit collettiva nellarea Rimini Riccione.
Schematizzando si pu affermare che da una
configurazione dei servizi di tipo tentacolare, si passa ad una
struttura ad albero: Attualmente infatti i servizi di trasporto
pubblico si attestano sulla stazione, collegando il centro e tutte
le altre principali destinazioni, utilizzando mezzi su gomma
(filobus e autobus) che operano sulla viabilit ordinaria in forma
promiscua con i mezzi privati. Ci con le inevitabili
conseguenze negative sulla tempistica e qualit del trasporto
(ritardi, ingorghi, smog). Con il metr di costa si realizza invece
un tronco principale, su cui operano mezzi ad alta capacit e
frequenza, con certezza di orario essendo in sede propria.

Lungo il tronco si innesteranno una pluralit di servizi (autobus
urbani), e altre modalit di trasporto (percorsi ciclabili e
pedonali, parcheggi di scambio), per servire nel modo pi
capillare le aree di origine della domanda residenziale e
turistica, e le maggiori destinazioni per la popolazione residente
(centro storico, centri direzionali, ospedale, scuole e altri servizi
di interesse urbano e sovracomunale) e per quella turistica
(laeroporto, la spiaggia, gli alberghi e i pubblici esercizi, le
zone e i poli di attrazione turistica).

La realizzazione della infrastruttura principale del sistema
la prima condizione necessaria per realizzare il nuovo
assetto.

Occorre intervenire sullintero sistema della mobilit con un
ventaglio di opere e di provvedimenti per garantire un pieno
utilizzo della grande capacit di trasporto collettivo offerto dal
TRC e per integrarlo nellassetto urbanistico della citt. Decisivi
saranno quindi i punti di interconnessione, e in particolare:
il nodo primario della stazione di Rimini, su cui si
attestano tutte le forme di mobilit, da affrontare con un
progetto unitario, che risolva tutti gli aspetti di complessit
dellarea, e privilegiando lo scambio diretto fra le linee del
trasporto pubblico;
il capolinea di Riccione, su cui convergono le linee
dirette a Cattolica (fino alleventuale prolungamento in
progetto del TRC), verso lentroterra (tutta larea della
Valconca) e ai grandi parchi tematici, oltre agli altri servizi
urbani di prossimit;
la fermata di via Chiabrera, la pi vicina allospedale, al
polo scolastico di Colonnella, e ad altri importanti servizi
territoriali, come la sede delle aziende multiservizi;
la fermata di via Cavalieri di Vittorio Veneto, la pi
vicina allaeroporto, ottimizzando la vicinanza con la
fermata del treno di Miramare, in unarea molto densa e
con spazi da riqualificare.
L
1.
2.
3.
4.
LL 51A2ICNI

Culndlcl sLazlonl, due capollnea e mlalloramenLl per
camblare alla radlce la moblllLa
Lcco nel deLLaallo le 13 fermaLe e l due capollnea della
prlma LraLLa del meLr dl cosLa, da 8lmlnl a 8lcclone.

1. k|m|n| 5taz|one
2. arco Ausa
3. V|a asco||
4. V|a Lagomagg|o
5. V|a Ch|abrera
6. V|a k|membranze
7. V|a 5|racusa
8. V|a Leonardo da V|nc|
9. V|a I|ab||and|a
10. M|ramare
11. V|a Cava||er| d| V|ttor|o Veneto
12. V|a Ange|on|
13. V|a|e La 5pez|a
14. V|a|e Verd|
15. V|a|e ucc|n|
16. orto d| k|cc|one
17. k|cc|one 5taz|one


LL MIGLICkIL Lk kICCICNL

A segu|to de||e r|ch|este avanzate da||'Amm|n|straz|one
comuna|e su terr|tor|o r|cc|onese || Com|tato d|
Coord|namento de| 1kC ha adeguato || progetto
or|g|nar|o a||e caratter|st|che de||a c|tt per
r|equ|||brare su| terr|tor|o r|cc|onese || p|ano de||e
opere c|v||| funz|ona|| a| progetto.

ln parLlcolare:

- k|duz|one per || 1kC a una so|a v|a d| corsa
ln sede proLeLLa nel LraLLo La Spezla -
8lcclone l.S.", per consenLlre su LuLLo ll
LerrlLorlo rlcclonese || manten|mento de||e
due cors|e d| marc|a |n part|co|are ne| v|a||
Aosta, k|m|n|, M|||e e Magno||e.

- Iermata Ange|on|: mlallorare la vlablllLa
della curva flnale del vlale AosLa e prevedere
un arande parcheaalo scamblaLore.

- Iermata La 5pez|a: leaaero sposLamenLo
verso nord della fermaLa per salvaauardare
vlale venLlmlalla.

- Iermata Verd|: leaaero sposLamenLo verso
nord per non compromeLLere ll dopplo senso
dl clrcolazlone ln un LraLLo dl vlale 8lmlnl.

- 1ratto v|a 5av|gnano: reallzzazlone dl una
plsLa clclo pedonale su vlale alesLrlna a
mare della ferrovla flno al lunaomare e
rea||zzaz|one de| nuovo marc|ap|ede su
tutto || |ato monte de| v|a|e k|m|n| e
s|stemaz|one de||e fogne b|anche ne||a zona
d| v|a 8o|ogna.

- Iermata orto: nuovo sottopasso su||a v|a
8e|||n| e nuova mob|||t de||a zona monte
de| orto.


- 1ratta Ceccar|n|: nuovo sottopasso c|c|o
pedona|e per co||egare v|a|e Ceccar|n|
monte - mare dlreLLamenLe dal marclapledl
laLo monLe dl vlale del Mllle e delle
Maanolle.

- lorLe aLLenzlone al p|ano de| verde lnLorno all'opera
con la planLumazlone ln loco dl nuove alberaLure
sul laLo monLe del
percorso e dl slepl,
arbusLl, ramplcanLl e
alberaLure a plccolo
fusLo sul laLo mare.

- lmpeano dl Aaenzla
MoblllLa a r|pr|st|nare,
nelle aree lndlcaLe
dall'AmmlnlsLrazlone, le a|berature abbattute con
alLre planLe dl 1 arandezza (plnl) ln mlsura almeno
doppla rlspeLLo all'eslsLenLe (360 plnl, per una
spesa dl clrca 300.000 t).




NEWSLETTER: "RICCIONE CITTA' IN MOVIMENTO" - N. S AGOSTO 2011
A cura degli uffici interni del Comune di Riccione - !n formato .pdf e c.i.p.
www.comune.riccione.rn.it - su Facebook al profilo BOULEvARD PAESAGG! R!CC!ONE" - mail: stampa@comune.riccione.rn.it