Sei sulla pagina 1di 52

Roma, Piazza Venezia 5

Tel. 06 688281
GIOVED 11 AGOSTO 2011 ANNO 136 - N. 190
Milano, Via Solferino 28 - Tel. 02 6339
Servizio Clienti - Tel. 02 63797510
In Italia con "Sette" EURO 1,50
Fondato nel 1876 www.corriere.it
b ugirl it
EMMA r Te 05 1 1 776
C e io e A/ 2
Giannelli
Ucciso a diciotto anni
con un coccio di bottiglia
Perch servono
i ticket alla svedese
Scenari
DISAGI
E AMBIGUIT
DI FRONTE
ALLA CRISI
Bocci, Costa, Sconcerti
alle pagine 44 e 45
Vcr||cc nc||a no||c. Ancora con|ras|| con |a lca
di Virginia Piccolillo
a pagina 25
A PAGINA 20 Fasano, Giuzzi e Rosa
Il racket
Oggi in edicola a 1 euro
pi il prezzo del quotidiano
Dopo 17 anni
Le rivolte verso il Nord, Cameron per la linea dura
LINCERTEZZA
NON RISPARMIA
NESSUNO
A PAGINA 41
NON POSSIAMO
ASPETTARE
OTTO GIORNI
Rifiuti nel Napoletano
di ZYGMUNT BAUMAN
Sarkozy rientra
e prepara i tagli
Arrestati
venti
centurioni
(abusivi)
Con Sette
Ora a Brera piove su Raffaello
di MAURIZIO FERRERA
Q
ueste non sono rivolte del pane o della fame. Queste sono rivolte di consumatori
deprivati ed esclusi dal mercato. Le rivoluzioni non sono la conseguenza
inevitabile delle ineguaglianze sociali, lo sono invece i terreni minati. (Nella foto: il
saccheggio di un negozio a Birmingham) CONTINUA A PAGINA 18 - ALLE PAGINE 16 E 17
C
i sono numerose
contraddizioni nella
reazione del Pd al
precipitare degli eventi.
Aveva contestato al
governo il rinvio delle
misure impopolari a
dopo le prossime
elezioni, ma ora
sembra opporsi al loro
anticipo; chiede un
governo tecnico
guidato da unalta
personalit dotata di
credibilit in Europa,
ma definisce
massacro sociale ci
che qualsiasi governo
tecnico farebbe col suo
sostegno.
CONTINUA A PAGINA 41
Berlusconi: misure entro il 18. Le parti sociali: il governo non ci ha detto niente
P
o
s
t
e
It
a
lia
n
e
S
p
e
d
.
in
A
.P
.
-
D
.L
.
3
5
3
/
2
0
0
3
c
o
n
v
.
L
.
4
6
/
2
0
0
4
a
r
t
.
1
,
c
1
,
D
C
B
M
ila
n
o
Inediti dautore
Evil di Buticchi
LItalia sconfigge
la Spagna mondiale
Sul tavolo pensioni
e prelievo straordinario
9
7
7
1
1
2
0
4
9
8
0
0
8
1
0
8
1
1
>
l||| da condom|n|o c || capo|avoro v|cnc sa|va|o |n cr|rcm|s da||c |n||||ra/|on|
F
O
T
O
G
R
A
M
M
A
di GIANGIACOMO
SCHIAVI
di FRANCESCO
GIAVAZZI
di PIERLUIGI
BATTISTA
Un morto nel camion
inghiottito dalla strada
di ANTONIO POLITO
A Monza
A PAGINA 6
A PAGINA 23
Timori sulla Francia, banche a picco
R
E
U
T
E
R
S
L
e Borse europee, nel
loro catastrofico pre-
cipitare, non posso-
no attendere il 18
agosto. E se i riti della politi-
ca sono lunghi e farragino-
si, i mercati, invece, sono
brutalmente impazienti.
Perci lannuncio che solo
dopo Ferragosto verr con-
vocato un Consiglio dei mi-
nistri straordinario per va-
rare le misure anticrisi (sia
pur con leventuale conces-
sione di un improbabile an-
ticipo di qualche ora) pu
impressionare solo chi as-
suefatto ai ritmi elefantiaci
della nostra politica. Ma i
giorni del vuoto e della non
decisione condannano al-
lincertezza e al panico chi
investe, chi compra, chi
vende, chi risparmia. Un di-
sastro nel disastro.
Il vuoto temporale, dun-
que. Ma anche il vuoto del-
le idee. Mentre il sottose-
gretario Letta si dice corruc-
ciato perch negli ultimi
cinque giorni gli eventi so-
no precipitati, mentre il mi-
nistro Tremonti considera
obsoleta (da ristruttura-
re) la manovra gi durissi-
ma annunciata a luglio, al-
linizio delluragano, non
emerge nessuna idea credi-
bile su come e dove e quan-
to ristrutturare. Rimbal-
zano i no. Il no di Bossi a
interventi sul sistema pen-
sionistico. Il no del pre-
mier alla patrimoniale. Il
no globale del Partito de-
mocratico che definisce
massacro sociale misure
che qualunque governo, an-
che non presieduto da Ber-
lusconi, sarebbe costretto a
prendere. Il no a prescinde-
re della Camusso (sciopero
generale?). E le incertezze
su liberalizzazioni e costi
della politica.
CONTINUA A PAGINA 6
Il dipinto di Raffaello esposto alla pinacoteca di Brera
L
indice Vix, che
misura le attese
degli investitori
sulla volatilit
della Borsa di New York
nei prossimi 30 giorni, sa-
lito marted a 48, tre volte
il valore di inizio luglio.
Non l80 dei giorni del fal-
limento della Lehman, ma
a parte quellepisodio il
valore pi elevato da anni.
Nulla meglio di questo nu-
mero spiega ci che sta ac-
cadendo nei mercati: un
improvviso aumento del-
lincertezza. Che cosa
cambiato in quattro setti-
mane?
Che dopo una crisi finan-
ziaria la ripresa fosse lenta
non una novit. Lo abbia-
mo imparato dal libro di
Kenneth Rogoff e Carmen
Reinhart (This time is dif-
ferent, Princeton Universi-
ty Press, 2009) o semplice-
mente osservando il Giap-
pone dopo la crisi della fi-
ne degli anni Ottanta. Che
la ripresa lenta di Europa e
Stati Uniti fosse in parte
compensata dalla grande
vitalit delle economie dei
Paesi emergenti, continua
a essere vero.
Le imprese, soprattutto
quelle americane, macina-
no profitti e raramente so-
no state tanto liquide: se
non investono per via del-
lincertezza sulleconomia,
non perch manchino le ri-
sorse per finanziare nuovi
progetti. N una novit
che linvecchiamento della
popolazione metta a ri-
schio nel mondo occidenta-
le i conti pubblici. E neppu-
re una novit che da oltre
un decennio la nostra eco-
nomia non cresca e che ci
sia la maggior preoccupa-
zione di chi ha prestato de-
naro al Tesoro italiano.
CONTINUA A PAGINA 6
di ALESSANDRA MUGLIA
di FRIGNANI e RONCONE
Cro||ano | |||o||. |u |u||c |c 8orsc. H||ano pcrdc || G.G%. Par|| c |c voc| d| un dcc|assamcn|o. man|crrcmo |a |r|p|a A
Sul tavolo, tra le misure
possibili per ottenere il pa-
reggio di bilancio al 2013,
ci sono gli interventi su
pensioni e assistenza so-
ciale. Nonch dismissioni
e privatizzazioni. Temi af-
frontati nel vertice nottur-
no da Berlusconi a Palazzo
Grazioli, in cui si sono ri-
proposte le distanze con
la Lega.
Resta, pur tra molti dub-
bi e nonostante le smenti-
te di circostanza, lipotesi
di imposta patrimoniale.
Chiesta a gran voce dai sin-
dacati, il governo lha pre-
sentata un po come lulti-
ma spiaggia. Non unop-
zione facile da far digerire
alla maggioranza e allo
stesso Silvio Berlusconi.
Sarebbe una forma di pre-
lievo straordinario che col-
pirebbe la ricchezza mobi-
liare e gli immobili, facen-
do salve le prime case.
DA PAGINA 8 A PAGINA 11
U
n tetto che perde, lac-
qua che filtra e un ca-
polavoro di Raffaello che
rischia di essere danneg-
giato. Accade alla Pinaco-
teca di Brera: il dipinto, Lo
sposalizio della Vergine,
stato spostato in extremis.
Brera un caso disperato.
Ledificio, da anni, in
pessime condizioni.
A PAGINA 41
A PAGINA 24 Sacchi, Valtolina
I RAGAZZI DEVIATI DAL CONSUMISMO
Le scelte del Pd
morto a 18 anni, Lorenzo Cenzato (fo-
to), ucciso con un coccio di bottiglia, vicino
a Monza. Confessa un ecuadoriano 17enne.
Dopo la tregua di marted, anco-
ra una giornata nerissima per le
Borse. stato il mondo bancario a
pagare il prezzo pi alto. Piazza Af-
fari, maglia nera, segna un -6,6%,
bruciando 22 miliardi.
La Francia. I timori ieri si sono
concentrati anche sulla Francia.
Ma di fronte alle voci di un possibi-
le declassamento, Parigi avverte:
manterremo la tripla A. Sarkozy,
tornato nella capitale francese,
convoca un vertice allEliseo e an-
nuncia misure anti-deficit il 24
agosto.
Palazzo Chigi. Il presidente del
Consiglio Silvio Berlusconi spiega
che adotter misure entro il 18. Le
parti sociali: il governo non ci ha
detto nulla.
DA PAGINA 2 A PAGINA 15


2 Primo Piano
Gioved 11 Agosto 2011 Corriere della Sera
#
I ribassi storici di Piazza Affari MILANO
14 gennaio 1994
Sono i giorni delle
dimissioni del
governo Ciampi.
L'incertezza politica
sfocer nello
scioglimento delle
Camere da parte
del presidente
Oscar Luigi Scalfaro
-6,11%
11 settembre 2001
Crollano le torri
gemelle. Lattacco
terroristico allAmerica
si ripercuote
negativamente
sullandamento delle
Borse
-7,57%
6 ottobre 2008
A pochi giorni dal
crac di Lehman
Brothers, la Borsa
di Milano viene
travolta dalle
vendite su tutto
il comparto
bancario
-8,24%
5 marzo 2009
Le previsioni di
recessione profonda
affondano le Borse
europee mentre la
Bce riduce i tassi
all1,5% con un
taglio di mezzo
punto
-5,39%
14 maggio 2010
In uno dei
passaggi pi
delicati della crisi
sul debito con
i timori di un
fallimento di Atene,
Milano ne risente
pesantemente
-5,26%
La caduta delle banche
9.00
I peggiori
I migliori
Intesa
Sanpaolo
Ubi
Banca
Prysmian
Mps
Fondiaria
Sai
Tods
Parmalat
-13,72%
-10,17%
-9,81%
-9,78%
-9,56%
+2,54%
+2,06%
S
o
c
i
t

G
e
n
e
r
a
le
In
t
e
s
a
S
a
n
p
a
o
lo
C
r

d
it

A
g
r
ic
o
le
S
a
U
b
i B
a
n
c
a
S
c
p
a
M
P
S
B
n
p
P
a
r
ib
a
s
U
n
ic
r
e
d
it
S
p
a

B
a
n
c
o
P
o
p
o
la
r
e
S
c
a
r
l
N
a
t
ix
is
B
a
n
c
a
P
o
p
o
la
r
e

d
i M
ila
n
o
-14,74%
-13,72%
-11,81%
-10,17%
-9,78% -9,37% -9,11%
-9,47% -9,36%
-8,91%
LONDRA
9.00 11.00 13.00 15.30 17.30
5.250
5.125
4.995
-3,05% FRANCOFORTE
11.00 13.30 15.30 17.45 9.00
-5,13%
6.000
5.818
5.553
6.46 9.30 12.14 14.58 17.42
3.232
3.118
3.003
PARIGI -5,45%
4.99
3.0
MILANO Gi. Pesante-
mente gi. Senza freni e sen-
za alcun controllo. Ma con la
mano della speculazione que-
sta volta evidente. Soffia sul
panico e lo alimenta, portan-
do tutti i listini europei alla
giornata pi nera da quando
iniziata la crisi. Solo Londra
limita i danni al 3%. Ogni al-
tra Borsa del continente col-
lassa ben oltre il 5%. E Piazza
Affari, di nuovo, la peggio-
re: -6,65%.
Non tuttavia Milano, lepi-
centro di ieri. Parigi. Sono le
voci che, a poco pi di unora
dalla chiusura delle contratta-
zioni, sussurrano di una delle
tre grandi agenzie di rating
pronta a togliere la tripla A an-
che alla Francia. un falso:
Moodys e Fitch lhanno appe-
na confermata pubblicamen-
te, Standard & Poors (quella
del downgrade agli Usa) lave-
va fatto gi nei giorni scorsi.
Dovranno ribadirlo tutte e tre
in serata, che non solo il mas-
simo dei voti ai francesi non
in discussione ma lo stesso ou-
tlook, ossia le prospettive, per
quel che le riguarda rimane
stabile. comunque troppo
tardi, il disastro ormai com-
pletato. I mercati, tutti, aveva-
no incominciato ad amplifica-
re nettamente le perdite sulla
scia di Wall Street. Le banche,
ovunque, erano tornate in ci-
ma allelenco dei titoli pi ber-
sagliati. Ora disfatta comple-
ta. A Parigi, Socit Gnrale
crolla di colpo fino al 20%.
Con s, insieme agli altri istitu-
ti di credito, trascina lintero li-
stino: -5,45%.
Va dappertutto allo stesso
modo. E a Piazza Affari, anco-
ra una volta, peggio che al-
trove. Come le altre Borse ave-
va aperto in grande spolvero.
Leuforia per la chiusura di
Dow Jones e Nasdaq, la sera
prima, in mezzora porta lin-
dice Ftse Mib a sfiorare addi-
rittura il 3%. Ma solo lenne-
simo rialzo illusorio. Si sgon-
fia subito, a Milano (e nel re-
sto dEuropa) i listini tornano
in negativo alla velocit della
luce. Breve pausa con perdite
azzerate, da noi, quando arri-
vano i risultati dellasta Bot, a
rendimenti in calo dal 3,67%
al 2,959% per con domanda
doppia rispetto ai 6,5 miliar-
di dellofferta (e con un buon
ritorno degli investitori este-
ri, secondo gli operatori). Do-
podich, solito copione choc.
Arriva la pre-apertura di
Wall Street: segnala un forte
calo. Reazione europea: disce-
sa pesante di tutti gli indici.
Arrivano i primi numeri del
Dow Jones: -1,5%, -2,8%, -4%.
Specchio europeo: indici in ca-
duta libera ovunque. Anche
perch al quadro nero di fatti
concreti (paura di una nuova
recessione, crisi dei debiti
pubblici, quasi totale assenza
di fiducia nelle capacit dei
governi di rompere la spirale)
che compone il peggiore incu-
bo dei mercati si nel frattem-
po aggiunto un nuovo tassel-
lo. La Francia ammette impli-
citamente di non sentirsi al ri-
paro, Nicolas Sarkozy inter-
rompe le vacanze per una riu-
nione demergenza allEliseo.
Lobiettivo rassicurare le
piazze finanziarie anticipan-
do le misure sui conti dello
Stato. Non funziona. La specu-
lazione cambia bersaglio (o lo
allarga) ormai ogni giorno,
ha gi fatto rotta anche su Pa-
rigi e un escamotage dellulti-
ma ora (quasi letteralmente)
comunque lo trova: le voci
sul declassamento saranno
pure false, ma intanto aprono
ben pi di una breccia. Combi-
nata alleffetto Wall Street,
che al l a fi ne chi uder a
-4,63%, butta gi lo stesso eu-
ro: da 1,44 a 1,41 dollari. E poi
Francoforte: -5,13%. Madrid:
-5,49%. Londra: -3%.
Resta in ogni caso a Milano
il conto dei danni che pi fa
paura. Si guarda a Roma, si
aspettano il Consiglio dei mi-
nistri e le drasti-
che misure pro-
messe. Quellat-
tesa per co-
stata, anche ie-
ri, raffiche di ri-
bassi, banche in
rosso profondo,
altri 22 miliardi
di capitalizzazio-
ne bruciata. E un pericoloso
passo avanti verso il punto
p i b a s s o d e l l a c r i s i
2008-2009. I 14.676 punti del
Mib, ieri, riportano Piazza Af-
fari ai livelli del 18 marzo
2009. I l mi ni mo, quot a
12.621, appare nei numeri an-
cora lontano. Ma era stato toc-
cato solo nove giorni prima.
Raffaella Polato
RIPRODUZIONE RISERVATA
I governi e le banche centrali hanno ampi margini per reagire
alla crisi Timothy Geithner, segretario al Tesoro degli Stati Uniti
Banche in vendita
Venti di recessione
Le voci su Parigi
Ponzellini: i gestori tornano sui Btp
e tradiscono gli istituti di credito
Wall Street a picco, cede il 4,6%. Milano la peggiore, gi del 6,6%
Timori per il declassamento di Parigi. Bene i Bot, sotto il 3%

MILANO Cosa successo


oggi? Direi che molto semplice:
gli investitori sono corsi a ripren-
dersi le posizioni sui bond, che di-
fesi dalla Bce sono pi sicuri e in-
teressanti, e hanno "mollato" la
parte equity direttamente alterna-
tiva ai titoli di Stato: le banche.
Massimo Ponzellini presidente
della Popolare di Milano e di Im-
pregilo. Ha lavorato per cinque an-
ni alla Bers e successivamente in
Lussemburgo alla Bei, la Banca eu-
ropea per gli investimenti, dove
stato vicepresidente responsabile
di crediti e finanziamenti. I merca-
ti li conosce bene e li "tratta" con
un certo disincanto: agosto, il
momento "migliore" per la specu-
lazione, dice.
Ma secondo la Consob le ven-
dite allo scoperto sono minime.
Insomma: proprio panic sel-
ling.
Sulla possibilit di monitorare
la speculazione internazionale ho
qualche dubbio. Ma i grandi inve-
stitori non si fanno prendere dal
panico. Si muovono con lucidit.
Sulla Bce stata esercitata una
grande pressione perch interve-
nisse a difesa dei bond in euro. E
lo ha fatto. Ora il debito sovrano
di Paesi come lItalia considera-
to di nuovo pi sicuro delle azio-
ni, soprattutto bancarie, che sono
"naturalmente" linvestimento fi-
nanziario pi simile ai bond stata-
li.
Ma ci basta a spiegare crolli
cos "spaventosi" come quello di
Socit Gnrale?
Su SocGen ci sono state anche
notizie relative ad alcuni rischi
sui crediti, che hanno un valore
di sistema e lintero sistema ban-
cario francese ne stato "contagia-
to". Detto questo, la Bce nei primi
di luglio ha deciso in controten-
denza di aumentare i tassi al-
l1,5% mentre la Fed dice che la-
scia il denaro a costo zero. Ha dife-
so la moneta, il bene supremo. E
se vuoi comprare la valuta lo fai
attraverso i titoli di Stato, quin-
di....
Ieri per c stato anche un al-
larme declassamento sulla Fran-
cia, che stato smentito.
La speculazione ne ha approfit-
tato. Ci non significa che ci sia-
no "connivenze" fra agenzie di ra-
ting e speculazione, bens che il
ruolo del rating da collaterale di-
ventato centrale, dirimente per
gli investimenti. Con effetti forte-
mente distorsivi. Ci sono board in-
ternazionali sulla caccia alla bale-
na: ci potr essere un board anche
che "richiami" le agenzie di rating
ad atteggiamenti pi responsabili
e prudenti, no? Qualche tempo fa
ho detto che le agenzie di rating
sono come la guida Michelin: se
non paghi il pasto non ti d le stel-
le. I soli a protestare e a dirmi "co-
me si permette" sono stati quei ga-
lantuomini della Michelin. A par-
te le battute, per, i primi a essere
responsabili e prudenti devono es-
sere gli investitori.
In che senso in questo caso?
Non possibile che un declas-
samento comporti unimmediata
corsa a vendere: il titolo senza
doppia o tripla A resta pur sem-
pre quello che era due mesi pri-
ma. Non si pu avere una visione
di cos corto periodo.
Non c anche un effetto Ame-
rica sullEuropa?
Si, diretto, ma non si tratta di
quello che intende lei: gli investi-
tori Usa sono pi patrioti dei no-
stri. LAmerica ha bisogno e loro
sono tornati a comprare america-
no. Hanno "mollato" lEuropa e, al-
linterno di scelte di portafoglio,
hanno preferito lasciar perdere le
banche e hanno venduto. Il "buy
american" funziona sempre. Per il
corrispettivo europeo c solo la
Bce...
Sergio Bocconi
RIPRODUZIONE RISERVATA
Il vaso di coccio sono
state le banche, crollate
ovunque: perch
involucro del debito
e perch i grandi
investitori si sono
spostati sui titoli di Stato
Intervista Il presidente della Banca Popolare di Milano
Ben Bernanke,
il presidente della Fed,
ha dichiarato marted
che la crescita Usa
pi lenta delle
previsioni e che non
alzer i tassi fino al 2013
I mercati Il crollo
Per tutta le giornata di
ieri si sono rincorse le
voci, poi smentite, di un
declassamento sul
rischio di credito anche
della Francia, che ha il
voto massimo, la tripla A
Euro debole
Il vertice
Debito francese e banche affondano le Borse
Nonostante la
smentita della
perdita della
tripla A
2
3
Il tavolo
convocato
durgenza ieri
dal presidente
francese
Nicolas
Sarkozy con il
primo ministro
Franois Fillon
Bpm
Il
presidente
di Bpm
Massimo
Ponzellini
Tre ragioni per un ribasso
1


3 Primo Piano
Corriere della Sera Gioved 11 Agosto 2011
#
11.210
10.953
10.696
15.30 17.15 19.00 20.45 22.30
-6,65%
Ieri
11.00 13.00 15.30
16.200
15.400
DOW JONES -4,63%
200 0
115.
15
5.30
5.40
30
400
0
0
MADRID
9.00 11.00 13.00 15.30 17.30
8.500
8.700
8.300
8.100
7.900
-5,49%
10.6
La Bce ha raggiunto il limite, ogni ulteriore misura dovr
essere fatta dai governi Mervyn King, ovcrna|orc dc||a 8an| o| En|and

Lo tsunami
Ieri lindice Stx600, che
misura landamento dei
titoli europei, ha perso il
3,7%, 174 miliardi di
capitalizzazione
Federico Ghizzoni. amm|n|s|ra|orc
dc|ca|o d| un|Crcd||. la banca d|
P|a//a Cordus|o |cr| ha pcrso |n 8orsa
|| 9.37%. sccndcndo so||o |a so||a d|
un curo (O.9G). || m|n|mo dc||anno
Il calo ci ricorda quello che accaduto alcuni anni fa,
ma le somiglianze sono poche Vikram Pandit, Cco d| C|||roup
Frdric Ouda. prcs|dcn|c d| Soc||
Cnra|c. la banca |ranccsc c ouc||a
chc ha scna|o || rccord dc||c pcrd||c.
ha ch|uso a| -l/.7/%. dopo csscrc
arr|va|a anchc o||rc || -2O%
Martin Blessing. prcs|dcn|c d| Commcr/ban|.
la scconda banca |cdcsca. chc ha ch|uso
|| sccondo |r|mcs|rc 2Oll con un |on|o
dc| 93% dc|| u||||. ha ccdu|o |cr|
su||a p|a//a d| lranco|or|c || 7.73%
Bob Diamond, amm|n|s|ra|orc dc|ca|o d|
8arc|ays. l| cro||o dc||c banchc ha
co|p||o anchc |a Cran 8rc|ana c
||s|||u|o d| crcd||o |n|csc ha ccdu|o
su| ||s||no d| londra |8%
Emilio Botin. prcs|dcn|c dc| 8anco
San|andcr. l| pr|nc|pa|c |s|||u|o d|
crcd||o spano|o. |cr| -8.3%. cap||a||//a
53.5 m|||ard|. lc||u|||ma scmcs|ra|c ha
prcscn|a|o u|||| pcr /.l m|||ard|
Corrado Passera. amm|n|s|ra|orc dc|ca|o
d| ln|csa Sanpao|o. la p|u randc
banca ||a||ana ha |asc|a|o |cr| su|
campo || l3.72%. |a ma|orc pcrd||a
|ra || |s|||u|| d| crcd||o dc| Pacsc
Banchieri e perdite
Voci incontrollate
Sul mercato si sono diffuse
voci di un taglio
del rating della Francia
dallattuale tripla A e di gravi
difficolt di Socit Gnrale
I risparmiatori
e la voglia
di investire
a breve termine
Leffetto
domino,
pesa ancora
Atene
MILANOLa tempesta delle Bor-
se si spostata sulle banche euro-
pee, da Parigi a Londra a Milano, bru-
ciando in totale 174 miliardi di capi-
talizzazione, in contemporanea con
le voci pi allarmistiche su un possi-
bile declassamento del rating della
Francia (attualmente tripla A, cio il
massimo della affidabilit) e di gravi
difficolt di uno degli istituti pi
grandi dOltralpe, Socit Gnrale
(SocGen). A questo si devono aggiun-
gere i timori per un ritorno in reces-
sione delleconomia, sulla base delle
indicazioni negative arrivate marte-
d sera dalla Federal Reserve america-
na. La somma di questi fattori ieri
stata micidiale. SocGen ha perso il
14,7%, Crdit Agricole l11,8%, Bnp
Paribas il 9,4%, la spagnola Santan-
der l8%, linglese Barclays l8,7%, le
italiane Intesa Sanpaolo il 13,7%, Uni-
Credit il 9,3%, Mps il 9,7%, trascinan-
do a terra le rispettive borse. Milano
ha perso oltre il 6,6%, pari a 21 miliar-
di di euro di capitalizzazione: oggi
tutto il listino di Piazza Affari vale cir-
ca 330 miliardi, vicino ai minimi del
2009, con un calo del 35% negli ulti-
mi sei mesi. Parigi ha chiuso in calo
del 5,45%, Madrid del 5,4%, Londra
del 3%. In una giornata cominciata in
negativo, si aggiunto anche la sedu-
ta in calo di Wall Street a imprimere
unulteriore spinta al ribasso: in sera-
ta il Dow Jones arrivato a perdere il
4,63% e il Nasdaq il 4,09%.
I mercati sono stati schiacciati
fin dal mattino da massicci ordini
di vendita, raccontano trader e ge-
stori, ai quali non sono corrisposti
analoghi volumi di acquisti: da qui
il crollo ancora pi fragoroso dei ti-
toli, nonostante che tutte e tre le
agenzie di rating Standard & Poors,
Moodys e Fitch abbiano smentito
nel corso della giornata ogni indi-
screzione su una bocciatura della
Francia. Anche il summit allEliseo
del presidente Nicolas Sarkozy con
i ministri-chiave del governo per
decidere interventi demergenza
stato utilizzato per soffiare sul fuo-
co della speculazione: a un certo
punto, racconta un operatore, si era
sparsa la voce che anche i vertici di
SocGen partecipassero alla riunio-
ne perch in gravi problemi di liqui-
dit. Nonostante le smentite di
ogni rumor da parte della banca gui-
data da Frdric Ouda e la richie-
sta alla Consob francese (la Amf) di
aprire unindagine sullorigine di
questi rumors la perdita per listi-
tuto arrivata anche a toccare il
21%. E le banche francesi si sono ac-
codate, anche perch viste deboli in
quanto fra le pi esposte ai titoli del
debito pubblico italiano, circa 350
miliardi. Tutto ci nonostante la re-
te di protezione tesa dalla Banca
centrale europea, che ha continuato
anche ieri ad acquistare sul merca-
to il debito di Italia e Spagna. In
una situazione in cui si comincia a
puntare il faro sui fondamentali del-
la Francia, questo ha effetti anche
sulla percezione della tenuta del
suo sistema bancario, anche per lat-
teggiamento pi lassista della ban-
ca centrale, rispetto ai rigore adotta-
to per esempio dalla Banca dItalia
nei confronti degli istituti naziona-
li, la lettura di Stefano Andreani,
responsabile azionario di Crdit
Suisse Italia.
Anche le banche italiane sono sta-
te contagiate nel crollo, in particola-
re Intesa Sanpaolo, sulla quale si
abbattuta unondata di vendite con
volumi superiori al 50% rispetto al-
la media degli ultimi tre mesi. Ma
tutti i titoli bancari sono stati pena-
lizzati, tanto da subire durante la se-
duta anche sospensioni per eccesso
di ribasso: il caso di UniCredit, In-
tesa Sanpaolo e Ubi. Il gruppo di
Piazza Cordusio arrivato a rompe-
re la soglia di 1 euro, livello che non
toccava dallaprile del 2009. Ieri ha
chiuso a 0,96 euro. Il calo degli isti-
tuti italiani potrebbe dipendere dal-
le speculazioni su un possibile ab-
bassamento dei tassi da parte della
Bce, continua Andreani, mentre i
loro piani industriali sono costruiti
sulle attese di un rialzo dei tassi, sul-
la base degli scenari validi ancora
pochi mesi fa. La profittabilit delle
banche molto legata al livello dei
tassi della Bce. E se a questo si ag-
giungono i fattori macroeconomici,
con i timori di una discesa delle eco-
nomie in zona recessiva, lo scena-
rio appare parecchio negativo. Per-
ch se leconomia non tira, gli utili
delle banche evaporano e i loro pa-
trimoni ne risentono. I mercati tut-
to questo lo sanno e lo scontano fin
da subito.
Come valore di Borsa, nelle ulti-
me settimane a Piazza Affari sono
stati bruciati i 10 miliardi raccolti
con gli aumenti di capitale di Intesa
Sanpaolo (5 miliardi), Montepaschi
e Banco Popolare (2 miliardi ciascu-
no) e Ubi Banca (1 miliardo), por-
tando la capitalizzazione delle pri-
me sei banche quotate a 55 miliar-
di, praticamente quanto la sola spa-
gnola Santander. E questo inevita-
bilmente riporta allattenzione il te-
ma della scalabilit delle banche
italiane, cui fa argine lo scudo alza-
to dalla Banca dItalia che deve auto-
rizzare ogni acquisto di quote oltre
il 10%, o comunque rilevanti in un
istituto italiano. Non ci sarebbero
state comunque operazioni massic-
ce di vendite allo scoperto, quelle
che di solito sono causa del crollo
dei listini. La Consob, che ha avvia-
to il monitoraggio di queste opera-
zioni al ribasso insieme con lautori-
t europea di controllo sui mercati,
lEsma, ha fatto sapere che fino a ie-
ri sono state contenute entro limi-
ti fisiologici.
Fabrizio Massaro
RIPRODUZIONE RISERVATA
Raffica di sospensioni al ribasso, da Intesa a UniCredit
Il caso Sono || |crmomc|ro dc| ||mor| su| mcrca||. l|mpa||o dc| poss|b||c |a||o dc| |ass| 8cc

Lasta Bot Il salvataggio


Il colpo ai big europei del credito:
SocGen brucia il 20% in un giorno
MILANO La crisi fa tornare la
voglia di Bot. Lasta di ieri ha fatto
il tutto esaurito, collocando titoli a
12 mesi per 6,5 miliardi a fronte di
una domanda quasi doppia, pari a
12,642 miliardi. Con un
rendimento medio lordo del
2,959%, in calo di 0,711 punti
rispetto allasta del 12 luglio. La
crisi rivitalizza vecchie dinamiche.
I rendimenti interessanti e le
scadenze brevi hanno attirato sia
linvestitore retail sia
listituzionale, sia domestico sia
internazionale, che pu fare carry
trade a tassi remunerativi, visto
che il rischio Italia sul Bot annuale
oggi vale 200 punti base, valuta
Alessandro Ravogli, responsabile
del reddito fisso per Banca Imi. La
buona disponibilit di cassa in
Italia, a seguito delle recenti
scadenze fiscali, ha consentito di
annullare lasta dei Btp, prevista a
met agosto, consentendo di non
mettere ulteriore pressione al
mercato in un momento difficile,
aggiunge Ravogli. E, in un mercato
altamente volatile, mette in guardia
contro la speculazione fai da te.
Giuliana Ferraino
RIPRODUZIONE RISERVATA
MILANO Cattive notizie dalla
Grecia, alle prese con il
prolungamento (rollover) dei
suoi titoli di Stato in scadenza
nel 2020 sulla base di uno
scambio volontario con i suoi
creditori, ma anche impegnata
in un difficile percorso di
risanamento dei suoi conti
pubblici.
La scarsa adesione delle banche
ha costretto il governo di Atene
ad annunciare che la Grecia
estender i termini dello
scambio di titoli di Stato per
includere il debito in scadenza
dopo il 2020, nel tentativo di
piazzare 135 miliardi. Un nuovo
schiaffo agli istituti di credito
europei creditori di Atene.
Deludenti anche gli ultimi dati
sui conti pubblici, diffusi dal
ministero delle Finanze greco: il
deficit di Atene nei primi 7 mesi
dellanno salito a 15,51
miliardi di euro rispetto ai
12,45 miliardi di un anno fa,
mentre le entrate nette sono
cadute del 6,4% e le spese sono
cresciute del 7,1%.
Giu. Fer.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Pure adrenalin


4
Gioved 11 Agosto 2011 Corriere della Sera

5 Primo Piano
Corriere della Sera Gioved 11 Agosto 2011
#
Kupchan: Usa paralizzati dallo scontro politico. LEuropa? Tornano le logiche nazionali
Negli anni Novanta ammiravamo il modello giapponese. Poi quello americano. Ora ci impressiona la Cina
Una crisi che mette a rischio le democrazie
Lintervista
DAL NOSTRO INVIATO
NEW YORK La crisi del 2008
stata essenzialmente economico-finan-
ziaria. Quella di oggi nasce dai proble-
mi irrisolti di allora, ma una crisi es-
senzialmente politica. Se non viene argi-
nata rischia di mettere in pericolo la sta-
bilit delle democrazie occidentali.
LAmerica vive una spaventosa era di
polarizzazione: la lotta politica si radi-
calizzata fino al punto di paralizzare il
governo. LEuropa ha fatto il percorso
inverso, si deideologizzata, e questo
positivo. Ma infestata da governi de-
boli, mentre le logiche nazionali torna-
no a prendere il sopravvento. Stiamo
s pr of onda ndo i n una c r i s i di
governabilit dellOccidente proprio
mentre scopriamo di aver sbagliato la
nostra analisi sulla Cina: credevamo
che il regime autocratico avrebbe pro-
dotto una leadership di predoni e di in-
capaci. Eravamo convinti che la diffu-
sione del benessere avrebbe spinto la
nuova classe media a chiedere pi liber-
t. Invece Pechino riuscita a sviluppa-
re un sistema relativamente meritocrati-
co con una dirigenza spesso competen-
te. E il ceto medio pi un fattore di
difesa dello "status quo" che di spinta
alla democratizzazione
Charles Kupchan, docente della Ge-
orgetown University e acuto analista di
politica internazionale che venne chia-
mato a occuparsi dei problemi europei
nella Casa Bianca di Bill Clinton, stato
uno dei primi studiosi a suonare lallar-
me sui rischi della radicalizzazione del
confronto politico negli Usa, come ha
sottolineato anche Paul Kennedy in
una recente intervista a Ennio Caretto
per il Corriere.
Il suo saggio La fine dellera ame-
ricana pubblicato nel 2002 stato
profetico per quanto riguarda gli
Usa. Meno per lEuropa che lei vedeva
in ascesa e destinata a divenire pi in-
fluente nel mondo.
vero. Oggi assistiamo a una perdi-
ta di potere politico ed economico degli
Usa ma anche dellEuropa, con uno spo-
stamento dei rapporti di forza verso
lAsia, che ha tre dimensioni. La prima
quella economica che si manifesta in
modo particolarmente acuto sotto i no-
stri occhi proprio in questi giorni. Nella
migliore delle ipotesi vivremo una ri-
presa lenta e accidentata. Ma dobbiamo
anche chiederci se lOccidente non stia
andando verso un cambiamento pi ra-
dicale del suo modello economico, un
mutamento che sar anche di paradig-
ma culturale in seguito a fenomeni di
deindustrializzazione che stravolgono
il mercato del lavoro. Io voglio credere
di no, penso che ogni sistema abbia
giorni buoni e cattivi. Negli anni Novan-
ta ammiravamo il modello giapponese.
Poi toccato a quello Usa. Ora ci impres-
siona la Cina. Credo che nel mondo
avremo coesistenza e competizione tra
diversi sistemi, certo non pi il domi-
nio, assoluto negli ultimi due decenni,
del modello di capitalismo liberaldemo-
cratico. Ma, ripeto, dobbiamo chiederci
se non stia avvenendo anche qualcosa
di pi profondo e destabilizzante.
E le altre due dimensioni?
Sono politiche. Una riguarda lEuro-
pa che si frammentata a livello di
governi ma anche di velocit delle eco-
nomie e ha perso dinamismo, fino al
punto di innestare la retromarcia. Non
diventato lattore politico di primo
piano che avevo previsto nel mio libro
di dieci anni fa. Altri Paesi non solo
la Cina: il Brasile, la Turchia, lIndia
hanno rapidamente raggiunto una rile-
vanza che non avevamo immaginato.
Questo cambia gli equilibri mondiali.
Le tempeste sui mercati riflettono an-
che questo cambiamento. Il terzo fatto-
re riguarda lAmerica in preda a una po-
larizzazione sulla quale avevo lanciato
lallarme, avendola vista nascere negli
anni 90 con Clinton assediato alla Casa
Bianca dal Congresso a maggioranza re-
pubblicana di Newt Gingrich.
Ora siamo andati ben oltre. Colpa
anche della debolezza della leader-
ship di Obama?
Purtroppo i nostri sono problemi
profondi e strutturali, non quelli tempo-
ranei legati a una crisi di leadership.
Problemi istituzionali, una vera crisi di
governabilit. Per certi versi stiamo
messi peggio dellEuropa. Che debole,
di nuovo chiusa nei diversi steccati na-
zionali, coi partiti maggiori insidiati da
nuove minoranze radicali come quelle
della destra xenofoba. Ma che ha anche
saputo superare le vecchie dispute ideo-
logiche tra destra e sinistra e, a livello
di si ngol i St at i , ha r ecuper at o
governabilit. Qui, negli Usa, abbiamo
fatto il percorso opposto. Eravamo prag-
matici, sapevamo decidere nellinteres-
se comune. Durante la "guerra fredda"
non cerano molte differenze ideologi-
che tra repubblicani e democratici. An-
ni in cui voi in Italia eravate dilaniati
dallo scontro tra comunisti e anticomu-
nisti, mentre a Londra conservatori e
"labour" litigavano su tutto, dal ruolo
del mercato allenergia nucleare, al
"welfare". Oggi le ricette dei "tory" pos-
sono essere facilmente confuse con
quelle di Blair o Gordon Brown. Mentre
da noi scoppiano guerre ideologiche su
tutto: repubblicani e democratici sem-
brano vivere in mondi opposti.
Perch accaduto?
I motivi sono vari. Visibili come
lemergere di una concezione della poli-
tica che soprattutto "fund raising" e
campagna elettorale continua. E meno
visibili, come la crescente divisione re-
gionale il Nordest quasi tutto demo-
cratico, il Sud e il West delle montagne
in mano ai repubblicani che rendo-
no gli Stati Uniti meno omogenei. O co-
me il "redistricting": un fenomeno poco
noto di ridisegno dei collegi elettorali
sulla base della composizione sociale
delle comunit sul territorio. Una volta
erano gli elettori a scegliersi i legislato-
ri; ora sono i legislatori che si scelgono
i loro elettori.
I Paesi emergenti che fino a qual-
che anno fa guardavano al modello li-
beraldemocratico ora sembrano ten-
tati dallefficienza dellautocrazia ci-
nese.
Credo ripeto che avremo com-
petizione tra sistemi diversi. Ma sulla
Cina dobbiamo ragionare. Non solo ab-
biamo sbagliato come dicevo sul
ruolo del ceto medio e la competenza
della classe dirigente di Pechino. Si ri-
velata carente anche la nostra analisi
sulladattabilit alla globalizzazione.
Pensavamo che i sistemi liberali e de-
centralizzati fossero quelli maggior-
mente capaci di raccogliere le sfide del
cambiamento e invece il sistema centra-
lizzato di Pechino si dimostrato a suo
modo efficace, uno stabilizzatore nella
crisi. Ma anche i cinesi hanno i loro pro-
blemi e io non vedo un Occidente spac-
ciato.
Massimo Gaggi
RIPRODUZIONE RISERVATA
Dormite tranquilli: questo ancora il Paese guida del mondo.
Supereremo le difficolt Jamie Dimon, presidente Jp Morgan
Dobbiamo ammetterlo, abbiamo sbagliato sul ceto
medio e sulle capacit della classe dirigente di Pechino
1.200
miliardi di dollari, lentit
del piano di riduzione del debito
pubblico americano che
dovr essere formulato
entro il prossimo
23 novembre dai
rappresentanti della
commissione bipartisan.
Democratici e repubblicani
stanno scegliendo i componenti
Abbiamo discusso di Europa. BofA nel mirino dei mercati

Tassi bassi
fino a met 2013
Banche, dal 1938
lanno peggiore

DAL NOSTRO INVIATO


NEW YORK Dormite tranquilli,
questo ancora il Paese guida del mon-
do. Quello che ha le migliori universi-
t, la ricerca pi avanzata, lesercito pi
forte, una ferrea etica del lavoro. Sono
cose che non scompaiono da un giorno
allaltro, resteranno con noi per decen-
ni. Abbiamo difficolt, ma le superere-
mo.
Quando Jamie Dimon ha pronuncia-
to ieri mattina la sua accalorata difesa
dellAmerica in televisione, molti com-
mentatori sono rimasti perplessi: Sem-
bra il discorso di un candidato della Ca-
sa Bianca, non dellamministratore de-
legato della Jp Morgan Chase. Forse
vuole proporsi per la successione di
Geithner al Tesoro. Commenti tra lat-
tonito e lironico che hanno spezzato la
tensione di unaltra giornata pazza nel-
la quale la Borsa Usa caduta a precipi-
zio, trascinata dallallarme-banche che
si va diffondendo sulle due sponde del-
lAtlantico.
Il buongiorno lha dato la celebre
analista Meredith Whitney che ha para-
gonato le banche a degli zombie. Le
voglio bene, ma queste sono porche-
rie, ha replicato Dimon.
E mentre a Wall Street tornava lon-
data delle vendite dopo la momentanea
euforia seguita marted alla decisione
della Fed di inchiodare i tassi a zero per
almeno altri due anni (lindice Dow Jo-
nes alla fine ha perso 519 punti, quasi
cento in pi di quelli recuperati il gior-
no prima), a Washington il capo della
Banca centrale, Ben Bernanke, stato ri-
cevuto da Barack Obama. Un vertice de-
finito di routine dalla Casa Bianca,
ma che in un momento come questo as-
sume il sapore del consulto demergen-
za.
Pochi isolati pi in l, al Congresso,
intanto, i repubblicani hanno nomina-
to i loro sei rappresentanti nella com-
missione bipartisan che entro il 23
novembre dovr formulare un piano di
riduzione del debito pubblico di alme-
no altri 1.200 miliardi di dollari. Davan-
ti al presidente che chiede anche ai ric-
chi di contribuire sul piano fiscale ai ne-
cessari sacrifici e incuranti dei sondag-
gi secondo i quali una maggioranza de-
gli americani considera ora il partito
conservatore in modo molto pi negati-
vo di quello democratico, i repubblica-
ni hanno dato il delicato incarico solo a
parlamentari che hanno firmato il giu-
ramento di Americans for Tax Re-
form: si sono impegnati, cio, per
iscritto a non avallare per nessun moti-
vo alcun aumento delle tasse. Nessuno
dei pontieri repubblicani, come quel-
li della Gang of Six, disposti a discute-
re di riforma tributaria, sono stati inse-
riti nella commissione. Linizio del ne-
goziato, insomma, non dei pi inco-
raggianti.
Quanto allo Stock Exchange, le noti-
zie dei crolli dei titoli di grandi istituti
di credito francesi, italiani, ma anche te-
deschi e inglesi sono piovute su un
mercato gi nervoso da giorni per le
crescenti difficolt del gigante Bank of
America (BofA), sotto tiro per le irrego-
larit commesse negli anni scorsi sul
fronte dei mutui e per le difficolt della
sua unit di investment banking:
quella Merrill Lynch che tre anni fa fu
salvata incorporandola in Bank of Ame-
rica un attimo prima di fare la fine della
Lehman Brothers.
Ieri mattina BofA ha subito perso il
10% circa. Anche laltro gigante Citi-
group ha subito un calo della stessa en-
tit, mentre Jp Morgan e American Ex-
press hanno limitato la flessione al 5%.
A quel punto, con BofA sotto tiro per le
sue molte vulnerabilit ( stata denun-
ciata dal gruppo assicurativo Aig e dal-
lo Stato di Washington per la questione
dei mutui, mentre i tentativi di patteg-
giare altre procedure dinfrazione nello
Stato di NewYork hanno avuto esito al-
terno), il capo dellistituto, Brian Moy-
nihan, ha deciso di convocare una con-
ference call per spiegare agli analisti fi-
nanziari la situazione e cercare di placa-
re lansia dei mercati.
Gli operatori sanno che questo non
il 2008, che il crollo della Lehman nac-
que da una situazione diversa. Ma co-
minciano ad essere allarmati dal modo
in cui vengono attaccati gli ultimi vago-
ni del convoglio, i pi deboli. Tre anni
fa caddero prima Bear Stearns, poi Leh-
man, mentre Merrill Lynch si salv per
un pelo. Oggi gli attacchi ricominciano
prendendo di mira la banca che ha in
pancia quella stessa Merrill.
M. Ga.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Secondo tonfo
in tre sedute
Come previsto, marted la
Federal Reserve, al termine
della riunione del Fomc
(Federal open market
committee, il braccio di politica
monetaria della Banca
centrale), ha deciso di lasciare i
tassi di interesse allinterno di
un range tra lo 0 e lo 0,25%, il
minimo storico a cui erano stati
portati nel dicembre 2008. La
Fed ha anche annunciato che i
tassi negli Usa rimarranno su
livelli eccezionalmente bassi
almeno fino alla met del
2013, e la Banca centrale
pronta a varare altre misure
straordinarie per stimolare
leconomia.
Per gli istituti finanziari Usa, il
2011 dovrebbe essere il
peggiore anno dal 1938. E per
Bank of America, che ha un
portafoglio di asset peggiore
di quello delle sue rivali ed
oberata da cause legate a
titoli garantiti da mutui ad
alto rischio (lultima intentata
da Aig per circa 10 miliardi di
dollari), questanno dovrebbe
essere ancora pi negativo. In
una settimana il valore di
mercato di BofA crollato
perdendo oltre 33 miliardi di
dollari. Ora lamministratore
delegato Brian Moynihan
(nella foto) deve rassicurare
azionisti e mercati.
I nostri sono problemi
profondi e strutturali.
Non temporanei
Intervento Fed
Crisi Bank of America
I mercati Gli Stati Uniti
Sulla scia dei timori
provenienti dal Vecchio
continente, a Wall Street
lindice Dow Jones ha chiuso
ieri la seduta con il secondo
tonfo in tre giorni, perdendo
il 4,63% a 10.719 punti, in
calo di 520 punti.
Laccelerazione delle perdite
in chiusura ha trascinato al
ribasso anche il Nasdaq
sceso del 4,09% a 2.381
punti, e lo S&P 500 in calo
del 4,42% a 1.120 punti.
Al crollo delle azioni si
accompagnato un nuovo
record delloro, che ha
toccato i 1.784 dollari
loncia.

Supervertice Obama-Bernanke
LAmerica rivive la paura Lehman
Indice Dow Jones
Casa Bianca Barack Obama ieri ha incontrato il presidente della Fed Ben Bernanke
Il libro The End of the American
Era, scritto e pubblicato nel
2002 da Charles Kupchan
Il caso America


6 Primo Piano
Gioved 11 Agosto 2011 Corriere della Sera
Gli impegni presi per la riduzione del deficit dei conti pubblici
sono inviolabili e saranno mantenuti Nicolas Sarkozy, presidente francese
DAL NOSTRO INVIATO
PARIGI La Francia sotto
assedio. I mercati, alla ricerca
del prossimo Paese a rischio de-
classamento, lhanno presa di
mira: la Borsa di Parigi ha chiu-
so ieri a picco, gi del 5,45%.
Una giornata segnata dal crollo
dei titoli bancari. A risentirne di
pi sono stati gli istituti france-
si, molto esposti per ripianare il
debito sovrano greco. Poi i mer-
cati legano a Parigi i possibili ri-
schi su Italia e Spagna. Il record
negativo lo ha registrato Socit
Gnrale che ha perso il 14,74%.
Il panico arrivato al suo culmi-
ne a poche ore dalla chiusura
dei mercati. A scatenare le vendi-
te la moltiplicazione delle voci
sulla Francia come prossimo
bersaglio, dopo gli Usa, delle
agenzie di rating allindomani
dellallarme lanciato dalla Diw
(lIstituto tedesco per la ricerca
economica) sulla possibile per-
dita francese della tripla A, rilan-
ciato anche dal Financial Ti-
mes.
Voci che hanno allarmato Ni-
colas Sarkozy. Dopo la vacanza
antipanico con lavoro a distanza
sostenuta allindomani del de-
classamento Usa per non alimen-
tare il nervosismo dei mercati,
ieri andata in scena la mobilita-
zione politica. Il presidente fran-
cese ha interrotto il suo soggior-
no in Costa Azzurra, il ministro
Fillon rientrato dalla Toscana,
per un vertice urgente allEliseo
sulla crisi con i ministri compe-
tenti e il governatore della Ban-
ca di Francia, Christian Noyer.
Al termine lannuncio ufficiale:
nuovi sforzi saranno richiesti al
Paese che con il peggior rappor-
to tra debito pubblico e Pil e il
pi alto deficit primario (3,1%)
lultimo dei Paesi primi della
classe con tripla A. La tabella di
marcia per decidere le misure di
riduzione del deficit, nellambi-
to del budget 2012, prevede un
primo incontro Sarkozy-Fillon
mercoled 17 per un esame delle
proposte e il 24 agosto una riu-
nione con i ministri per le deci-
sioni definitive, riferisce lEli-
seo. I margini di manovra sono
stretti visto che il governo si
gi impegnato per ridurre il de-
bito pubblico quest'anno pa-
ri al 5,7% del Pil portandolo
al 4,6% nel 2012 e al 3% nel
2013. Un programma che per-
mette di recuperare 3 miliardi di
euro nel 2012 e altrettanti nel
2013, dopo gli 11 gi recuperati
questanno. Non vogliamo au-
mentare le tasse,
elimineremo alcu-
ne agevolazioni fi-
scali ha chiarito
i e r i V a l r i e
Pcresse. Tra le
ipotesi, un ina-
sprimento della
supertassa patri-
moniale per red-
diti oltre il milione e un ulterio-
re taglio dei funzionari pubblici.
Il ministro Baroin ha precisato
che le misure sono intangibili
e saranno tenute qualunque sia
levoluzione della situazione eco-
nomica. Misure dolorose e im-
popolari a pochi mesi dalle ele-
zioni. Sul filo del rigore Sarkzoy
si sta giocando altri cinque anni
di presidenza.
Alessandra Muglia
RIPRODUZIONE RISERVATA
Le voci (smentite) sul declassamento. Vertice straordinario allEliseo

Misure antideficit
Pisani-Ferry:
Ma Francia e Italia
non sono la Grecia
MILANO Italia e Francia non sono la
Grecia. E quello che sta succedendo sulle
piazze finanziarie ingiustificato. Il vero
pericolo? I mercati possono essere soggetti a
profezie che si autoavverano, valuta Jean
Pisani-Ferry, leconomista francese direttore
del pensatoio Bruegel di Bruxelles. Spiega:
Una cosa avere un problema reale di
solvibilit come era il caso della Grecia,
unaltra questione sollevare dubbi sulle
politiche fiscali di un Paese. I mercati sono
nervosi per la combinazione di diverse
notizie diffuse nelle ultime settimane: prima i
dati sul rallentamento della crescita
americana, con un Pil molto inferiore alle
attese. Poi la delusione iniziale sul summit
europeo del 21 luglio, che ha trovato
laccordo sul fondo salva Stati, ma senza
precisare quando sar ratificato n specificare
quando lEfsf sar pronto a intervenire. Infine
il downgrade del debito Usa da parte di
S&Ps. Un paradosso, perch dopo il
declassamento, il rendimento dei titoli del
Tesoro americano sceso, segnalando che
lAmerica ancora il Paese pi sicuro dove
investire. Eppure bastato per far partire
unonda durto. Se gli Usa perdono la tripla A,
la domanda : chi sar il prossimo. Risposta
ovvia ma sbagliata: la Francia, o il Regno
Unito, che fuori dalla zona euro.
Una conseguenza del caos delle ultime
settimane il nuovo ruolo politico della
Bce, che oggi deve giocare un ruolo che va
oltre il suo mandato, visto che lEfsf non
ancora attivo. Ed per questo che impone
condizioni in cambio del suo intervento,
sostiene Pisani-Ferry.
Giuliana Ferraino
gferraino@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA
Il governo
I mercati Il rating
I mercati
Il 24 agosto
il governo
varer le misure
antideficit
II colloquio
SEGUE DALLA PRIMA
Le parti sociali, convocate in una mega riunione
in cui la parata di tutti i ministri schierati enfaticamen-
te per la grande occasione che poi si rivelata inutile,
nicchiano, contestano misure che non esistono, affida-
te ancora al cicaleccio dei corridoi, alle indiscrezioni
pi o meno interessate. Addirittura annunciano che
sul mercato del lavoro faranno da sole, e che il gover-
no si astenga dallintervenire: praticamente unesorta-
zione ad abdicare. Passa il tempo, ma gli appuntamen-
ti con la decisione non sono rispettati. il trionfo della
politica dei veti e dei ricatti reciproci, della difesa degli
orticelli di ciascuno. Nella maggioranza denunciano
complotti e lamentano accorati la prepotenza dei mer-
cati che mirerebbero alla sostituzione di questo gover-
no. Ma forse i mercati, e con loro i cittadini, i rispar-
miatori, gli imprenditori, i lavoratori vorrebbero sem-
plicemente un governo. Un governo, nella tempesta
che scuote il mondo, che facesse il governo. Che deci-
desse, e in fretta. E non traccheggiasse di settimana in
settimana. Non indicasse date improbabili. Non lesi-
nasse sui tagli e sui risparmi. Se una guerra quella
che deve essere combattuta, le decisioni non possono
sottostare alla normalit paludosa dei vertici tra i parti-
ti. La guerra non pu sguarnire nessun fronte, e un
governo che si impigliasse in una trattativa in cui ogni
sua componente scarica solo sugli altri il gravame del-
limpopolarit risulterebbe un governo inadeguato, su
cui non investire nessuna fiducia. Aspettando, scettici
e impotenti, il 18 agosto, mentre le Borse bruciano e
lattesa diventa un dramma.
Pierluigi Battista
RIPRODUZ ONE RISERVATA
Non possiamo aspettare otto giorni
Lincertezza non risparmia nessuno
Sarkozy torna a Parigi e prepara i tagli
Jean Pisani-Ferry,
direttore del
pensatoio Bruegel
di Bruxelles.
Leconomista
stato consigliere
economico del
ministero delle
Finanze francese
SEGUE DALLA PRIMA
E allora perch improvvisamente tanta incertez-
za? A mio parere il motivo lo ha spiegato Alberto
Alesina sul Corriere dell'8 agosto: la percezione
che non vi sia una chiara leadership politica. Ci
che manca il riconoscimento della gravit della
situazione e la dimostrazione di voler e saper af-
frontare i problemi con urgenza e non rimandarli,
ovvero un atteggiamento di lungimiranza al di l
delle scadenze elettorali.
Pesa l'assurda discussione americana sul tetto
al debito, e in Europa, il non aver ancora dato se-
guito alle decisioni del vertice di Bruxelles di lu-
glio, in particolare non aver ancora modificato le
regole operative del Fondo europeo per la stabili-
t finanziaria (EFSF). E cos il peso di evitare un
collasso cade tutto sulle spalle delle banche centra-
li: la Fed e la Bce.
Anche nell'autunno del 2008, dopo Lehman, fu-
rono le banche centrali a salvare il mondo. Ma i
loro interventi furono presto accompagnati da
una risposta politica forte, disegnata negli incon-
tri del G7 di Washington e del G20 di Londra.
I mercati sanno bene che le banche centrali pos-
sono offrire un sollievo solo temporaneo. Non
possono risolvere n i problemi della crescita, n
quelli dell'invecchiamento. E rispetto a tre anni fa
le loro armi oggi sono spuntate. La crisi quindi
nelle mani dei governi. Se non intervengono rapi-
damente e in modo credibile, a questi livelli del
Vix le economie occidentali entrano in stallo.
Francesco Giavazzi
RIPRODUZIONE RISERVATA


7
Corriere della Sera Gioved 11 Agosto 2011

Il ministro Sacconi
Il diario
Berlusconi: c attesa per un provvedimento
E Tremonti: la manovra va ristrutturata
Il tonfo
Nuovo Cdm
gioved prossimo?
E il compleanno
di Tremonti
ROMA Nella giornata
che ha visto il crollo della Bor-
sa italiana si tiene la seconda
riunione tra governo, guida-
to da Silvio Berlusconi, e par-
ti sociali (rappresentanti del-
limpresa dei sindacati delle
banche). Una riunione attesa
da tutti e dalla quale ci si
aspettava venissero rese note
le misure anticrisi preannun-
ciate venerd scorso da Berlu-
sconi e Giulio Tremonti, sot-
to limpulso delle istituzioni
finanziarie europee. Ed ap-
punto il premier che in aper-
tura e cos facendo inten-
de rimarcare il suo ruolo di
guida dellesecutivo con-
ferma che il pareggio di bilan-
cio sar anticipato al 2013, co-
s come limpegno a inserire
questo vincolo nella Costitu-
zione, modificandone lattua-
le testo. Faremo tutto presto
e bene assicura Berlusconi
, abbiamo constatato che
cera attesa per un provvedi-
mento del governo. Io e il mi-
nistro Tremonti ci siamo im-
pegnati a convocare un proba-
bile Consiglio dei ministri en-
tro il 18 agosto, e forse ad an-
ticipare quella data. E non si
esclude che il governo do-
po lillustrazione delle misu-
re al Parlamento da parte di
Tremonti si riunisca gi
domani alla vigilia della pau-
sa di Ferragosto, proprio per
trasmettere lidea che c una
forte volont di reagire.
Lo stesso Tremonti osserva
che occorre ristrutturare la
manovra da 48 miliardi di eu-
ro approvata in luglio. I nuo-
vi obiettivi sono questi: il rap-
porto tra deficit e Pil per il
2011 sar del 3,8% (era previ-
sto al 3,9), sar tra l1,5 e
1,7% nel 2012 (era stimato
nel 2,7%) e sar in parit nel
2013.
Insomma, la situazione
cambiata, aggiunge il sottose-
gretario alla presidenza Gian-
ni Letta, con accenti di una ta-
le gravit che lasciano inten-
dere ladozione di misure ur-
genti. E cos prende corpo
lipotesi che il governo ricor-
ra allo strumento del decreto
legge. Letta, infatti, rivela che
lesecutivo sta valutando tut-
te le possibilit e tutte le ipo-
tesi. Servono, insiste, scel-
te rapide e coerenti. E il mo-
tivo evidente perch men-
tre in corso lincontro, arri-
vano notizie sul crollo della
Borsa di Milano, la peggiore
in Europa, e sullaumento del-
lo spread tra i titoli pubblici
italiani e quelli tedeschi. No-
nostante gli interventi della
Bce la speculazione ha sem-
pre nel mirino lItalia.
Berlusconi e i ministri, pe-
r, non mostrano le carte che
intendono giocare, anzi le ten-
gono ben coperte creando co-
s un certo disappunto nei
rappresentanti delle parti so-
ciali. Si parla di probabili ta-
voli tematici dedicati al lavo-
ro, alle infrastrutture, alle li-
beralizzazioni e alle privatiz-
zazioni. Riassume il ministro
del Lavoro Maurizio Sacconi:
A questo punto il governo
a dover decidere nel nome
delle sue primarie responsabi-
lit.
Lorenzo Fuccaro
Twitter@Lorenzo Fuccaro
RIPRODUZIONE RISERVATA
I mercati LItalia
Il premier: entro il 18
decideremo e bene
Letta: tutto possibile
Mentre in corso la
riunione con le parti
sociali, arriva la notizia
del crollo di Piazza Affari
ROMA Ore 17 interno giorno. Sala Verde
al terzo piano di Palazzo Chigi sede del governo
italiano. Sala affollata ma non strapiena. Tutti i
presenti sono seduti. Tremonti, Brunetta e Fitto
parlano tra loro, in attesa. Entra Berlusconi. Un
timido ciao tra Tremonti e Berlusconi. Il pre-
mier si siede tra lui e il sottosegretario Letta.
Ore 17.10 Lesempio di Francoforte
Berlusconi: In questi giorni successo di
tutto. Faccio lesempio della Borsa di Francofor-
te che avuto unoscillazione del cinque per cen-
to mentre prima le oscillazioni di quel mercato
andavano al massimo tra un +0,20, quando an-
dava molto bene e un -0,20 quando andava ma-
le: ecco questo d il senso di quello che sta acca-
dendo. A Giulio la parola.
Ore 17.15 Tutto, presto e bene
Tremonti: Sono occorse due questioni a li-
vello europeo che hanno fatto rivedere il tutto.
La prima, il mancato impegno di alcuni Paesi
europei sul fondo europeo anticrisi. La secon-
da: le notizie dallAmerica. Per questo la mano-
vra economica va ristrutturata. Confermo che
faremo tutto presto e bene.
Ore 17.21 Legame crescita-pareggio
Marcegaglia: Il tema dellurgenza pressan-
te alla luce di quanto accaduto sul mercato e in
base alla lettera della Bce, la tempestivit nelle
decisioni un elemento importante. Il pareggio
di bilancio si pu ottenere anche se non luni-
ca strada con una riduzione dei costi della politi-
ca e per fare questo serve una volont seria e
A questo punto il
governo a dover decidere
nel nome delle sue
primarie responsabilit
La decisione
Dov la lettera Bce?
Ma il sottosegretario:
Contenuto confidenziale
Potevate non invitarci
Il summit,
il confronto
e gli scenari
sulla crisi
ROMA Un Consiglio dei
ministri straordinario il 18
agosto o entro questa data.
Lipotesi stata ventilata
dal premier Silvio
Berlusconi: in questo modo
chiamerebbe se stesso e i
ministri a un insolito lavoro
a ridosso di Ferragosto. Una
convocazione per
lesecutivo che, se
confermata per il 18,
avrebbe anche leffetto di
rovinare la festa al
ministro dellEconomia
Giulio Tremonti (a destra,
assieme al premier), che
proprio il 18 agosto compie
64 anni. A rischio, quindi, il
tradizionale appuntamento
a Calalzo, in Cadore, dove il
superministro
dellEconomia solito
festeggiare il compleanno,
spesso in compagnia di
Bossi e Calderoli.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Tavolo
A Palazzo Chigi,
il vertice di unora
e mezza tra governo
e parti sociali sulle
misure per anticipare
il pareggio di bilancio.
Presenti quasi tutti
i componenti
dellesecutivo;
dallaltro lato
del tavolo, i leader
sindacali e una folta
rappresentanza
delle imprese, a partire
dalla leader
di Confindustria Emma
Marcegaglia. Nel corso
della riunione
il presidente del
Consiglio Silvio
Berlusconi anticipa
il varo di un decreto
legge sulle misure
anticrisi chieste
allItalia dalla Banca
centrale europea
8 Primo Piano
Gioved 11 Agosto 2011 Corriere della Sera
#


La fretta
Il giudizio
La previdenza un tab
per il Carroccio
Attentato al Nord
toccare quelle di anzianit
Vertice nella notte da Berlusconi. Contrasti su pensioni e prelievo straordinario
MILANO Tutti giurano che, in realt, non
ce ne sarebbe stato bisogno: Luomo era gi
convinto. Eppure, quellanonimo lavoratore
della Tenaris di Dalmine che sabato scorso, a
Pontida, si intrattenuto a lungo con
Umberto Bossi pare che un ruolo, nel
rafforzare la linea del Carroccio, lo abbia
giocato davvero: Il Capo racconta un
dirigente padano era davvero colpito,
loperaio gli ha raccontato cosa sono quattro
decenni in fonderia. E dunque la linea : le
pensioni, almeno quelle di anzianit, sono
tab. Non sono oggetto di trattativa. Al
massimo, e a fatica, si potr ragionare sui
tagli alle pensioni di reversibilit. E questo
avrebbe detto Umberto Bossi a Silvio
Berlusconi durante il summit che si svolto a
Palazzo Grazioli tra lo stato maggiore di Lega
e Pdl. Sullargomento ha poi lasciato la parola
a Rosy Mauro, a cui stata opposta la
considerazione che anche Roberto Maroni, da
ministro al Welfare, aveva disposto lo
scalone con lelevamento dellet
pensionabile da 57 a 60 anni. Ma il Carroccio
sarebbe rimasto sulle sue posizioni. Per noi
spiega il dirigente in camicia verde
sarebbe un suicidio cruento. Perch la verit
che di 57enni con oltre quarantanni di
contributi, sotto alla linea gotica non ne
trovi. Pi chiaro ancora: il taglio delle
pensioni di anzianit sarebbe un attentato al
Nord. Va detto che a fronte di tanta
convinzione, dentro al movimento si registra
anche qualche apprensione: Spiace per
Tremonti. Ma tutti noi speriamo che Bossi
abbia tenuto e tenga duro. In realt, stato
lo stesso capo padano, ieri mattina, a
raccontare di aver gi resistito allinsistenza
di Giulio Tremonti sullargomento, affrontato
luned mattina a Gemonio. Ma nel Carroccio
si discute soprattutto di unaltra idea,
probabilmente contenuta nella maxi bozza di
riforme che Roberto Calderoli ieri sera ha
portato allincontro con Silvio Berlusconi e il
Pdl. Un deciso taglio ai costi (non solo) della
politica cos congegnato: fissata una certa
soglia (negli esempi di 5.000 euro netti al
mese), e per tutto lo stipendio che eccede tale
tetto, la met rimane allo Stato. Ma
attenzione: questo vale non solo per
parlamentari, consiglieri regionali o eletti a
qualsiasi titolo. Nelle speranze del Carroccio
deve valere per tutti coloro che percepiscono
stipendi pubblici: dai magistrati ai grand
commis, dai funzionari regionali e degli enti
locali ai manager delle aziende pubbliche.
Vedremo maligna un deputato se i
sindacati faranno le barricate per una
sforbiciata ai super redditi pubblici. Laltra
autentica linea del Piave sono i Comuni.
Loro, secondo la Lega, hanno gi dato. Un
brutto segnale stata la mancata
convocazione dellAnci allincontro con le
parti sociali, anche se Calderoli, con ogni
probabilit, li far intervenire. E, a quanto
dato sapere, nella stessa maxi bozza del
ministro alla Semplificazione, i municipi
virtuosi sono assolutamente salvaguardati. E
poi c la tassa sui patrimoni. Il capogruppo
alla Camera Marco Reguzzoni ieri lo ha detto
chiaro: Escludo ogni tipo di patrimoniale.
Ma se alla fine dovesse essere, sia ebbene
s alla Robin Hood. O cos si ripete
dentro il partito. Ci significa che fatta
rigorosamente salva la prima casa, dovr
colpire in maniera assolutamente mirata i
grandi patrimoni, e solo quelli, per tre anni.
Marco Cremonesi
RIPRODUZ ONE RISERVATA
vera. Senza crescita non ci sarebbe un pareggio
durevole dei conti pubblici.
Ore 17.25 Il metodo Aspen
Letta: Vi prego, interventi di tre minuti, se-
guiamo il metodo Aspen.
Ore 17.26 Le calende greche
Bonanni (Cisl): Si accavallano gli eventi, bi-
sogna fare presto, si deve dire bene cosa si deve
fare, la gente vuole una scala di equit al di l di
un linguaggio criptico. Tutti vogliamo equili-
brio da parte della classe dirigente. Quello che
la classe dirigente non ha fatto in trentanni ora
deve farlo, senza andare alle calende greche.
Tremonti: Sottoscrivo in tutto quello che ha
detto Bonanni. N una parola in pi, n una in
meno.
Ore 17.35 A questi non si chiede
Camusso (Cgil): Questi sono i capitoli a cui
non si pu chiedere risorse: pensioni, redditi
da lavoro, sanit, assistenza.
Ore 17.47 La manifestazione
Centrella (Ugl) consegna a Berlusconi un do-
cumento dei lavoratori della Iribus (che stanno
manifestando sotto Palazzo Chigi) a nome di
Cgil, Cisl, Uil, Cisa e Ugl.
Ore 17.50 I tagli alla politica
Angeletti (Uil): Bisogna sbrigarsi.
Ore 17.55 Perch ci avete chiamato?
Marino (Confcooperative): A sei giorni dal
decreto legge non serve solo un annuncio, ser-
ve sapere che cosa si far. Che ci avete chiamato
a fare? Non ci avete detto nulla.
Ore 18.00 Gli appunti di Letta
Letta: Marino un ottimo cronista, ma le
sue conclusioni sono in contrasto con la crona-
ca dei fatti. In questi cinque giorni tutto cam-
biato, tutto precipitato. La realt in cos rapi-
da evoluzione, al punto che diversa dallavvio
di questo tavolo. Bisogna adeguare il metodo al-
la realt che muta. Da parte nostra n scorrettez-
za n incoerenza ma solo volont di cooperazio-
ne. (Giungono notizie del crollo della Borsa e
dellaumento dello spread ndr). Sappiamo che
servono scelte rapide e coerenti e il governo sta
valutando tutte le possibilit e tutte le ipotesi.
Noi vi abbiamo chiamato per questo: per senti-
re il vostro parere. Le cose che leggete sui gior-
nali non sempre sono vere. (E intanto Letta
prendeva appunti).
Ore 18.05 Il ruolo della Lega
Silva (Sinpa): Avanti cos, la Lega daccor-
do.
Ore 18.07 Cosa diciamo al Paese?
Poletti (Legacoop): Siamo preoccupati per
questa riunione se non si trovano soluzioni con-
crete da comunicare al Paese.
Ore 18.09 Tavoli e riunioni modulari
Sacconi: Nei prossimi giorni questo tavolo
si deve rimodulare a seconda dellinteresse del-
le parti. Occorrono riunioni modulari a seconda
dei temi.
Ore 18.20 Dov la lettera Bce?
Malavasi (Cna, Rete imprese): Dov la lette-
ra della Bce?. Letta: La lettera della Bce non ce
la vogliamo tenere per noi. Il contenuto confi-
denziale, non potevamo renderla pubblica. In
ogni caso la lettera un episodio legato a vicen-
de che si muovono di giorno e di notte in ma-
niera frenetica.
Ore 18.31 La delusione
Camusso: Che incontro deludente. Serve sa-
pere qual il presupposto da cui partire, cio la
lettera della Bce per sapere le misure....
Ore 18.36 La preoccupazione di Letta
Letta: Le sue (di Camusso, ndr) preoccupa-
zioni sono anche le nostre.
Ore 18.40 Termina lincontro
Lincontro termina: il pi breve tra un go-
verno e le parti sociali che a memoria duomo si
ricordi.
M.Antonietta Calabr
mcalabro@corriere.it
RIPRODUZIONE R SERVATA
Il ministro Gelmini: siamo
in emergenza, ma
lurgenza non deve essere
cattiva consigliera
La linea del Senatur
La Camusso? Sembra il
capo di un sindacato
greco..., avrebbe detto il
premier Berlusconi
Cna Il presidente Ivan Malavasi
Ci metto la faccia, si fa come dico io
Carroccio
Il leader della Lega
e ministro alle
Riforme per
il federalismo
Umberto Bossi, 70
anni il prossimo
19 settembre: ieri
era a Roma per
partecipare a un
incontro con il
premier Silvio
Berlusconi
(Foto Cavicchi)
Cgil Susanna Camusso, segretario nazionale
ROMA Sa che forse anche lui
dovr cedere qualcosa. Che potreb-
be alla fine anche essere necessario
rimangiarsi quel piuttosto che im-
porre agli italiani una patrimonia-
le, mi dimetto pronunciato appe-
na due giorni fa, nonostante ancora
ieri sera tenesse duro: Dobbiamo
agire su altre voci, tagliare le fonti
di spesa, i costi della politica, poi
certo andr rivisto, purtroppo, an-
che qualcosa sulle pensioni, ma io
a patrimoniali o cose simili non cre-
do, e non voglio cedere..., ripeteva
Silvio Berlusconi ai suoi e a Umber-
to Bossi, con il quale ha trattato fi-
no a notte, in un vertice con lo sta-
to maggiore della Lega, del Pdl e
con Tremonti durato oltre quattro
ore, non sufficienti a sciogliere i no-
di, soprattutto su pensioni - sulle
quali la Lega non vorrebbe interve-
nire - e patrimoniale.
Siamo ancora in alto mare,
confessavano a notte fonda nel Pdl.
Ma Silvio Berlusconi sa che questo
il momento decisivo per il futuro
del suo governo, per quello che di
lui si dir negli anni a venire, e an-
che per il Paese. E attacca: Non c
nessuno che possa sostituirmi a Pa-
lazzo Chigi, non lo vogliono nem-
meno i vertici della Bce o i nostri
partner europei, perch si fidano di
me: questa manovra siamo in gra-
do di farla, farla bene, e la faremo.
Io ci metto la faccia, e voglio sia fat-
ta come dico io.
Il suo partito in realt - che ieri
notte, dopo il vertice a palazzo Gra-
zioli, tornato a riunirsi per fare
il punto in una frenetica ricerca
della quadra - pi possibilista sul
fatto che, alla fine, una qualche for-
ma di eurotassa bisogner pur
imporla. Lipotesi di patrimoniale
non esiste, non si capisce come sia
uscita, scandisce Cicchitto allusci-
ta del vertice. Ma nellincontro, ra-
gionano, si ragionato eccome su
ipotesi di interventi fiscali che
potrebbero riguardare linnalza-
mento dellIva ma anche una sorta
di prelievo straordinario per il qua-
le gi si ipotizzano nomi: contri-
buto per lItalia il pi gettonato.
Daltra parte, nel pomeriggio, in
una sorta di pre-vertice ristretto
del Pdl, si faceva questo ragiona-
mento: meglio chiedere un sacrifi-
cio ora, e una volta sola, a chi pu,
che spalmarlo in mille rivoli, per-
ch se si ha il coraggio di dire agli
italiani come stanno le cose, agen-
do una volta per tutte, magari ci si
rilancia per il 2013, sosteneva un
ministro convinto che va spinto
Berlusconi in questa direzione.
In ogni caso nel vertice del Pdl,
sia Alfano che Cicchitto, a Tremon-
ti hanno chiesto chiaro e tondo di
non farci trovare davanti ad una
manovra che non sia condivisa: il
premier dovr esserne protagoni-
sta perch sar lui a doversene as-
sumere oneri ed onori. Ma oggi
sono piuttosto gli oneri quelli che
affannano il premier. La dramma-
tizzazione del quadro politico e fi-
nanziario dato ieri sia da Berlusco-
ni che da Letta che da Tremonti al-
le parti sociali servita anche a pre-
parare il campo a misure che po-
trebbero essere prese prima di
quanto annunciato ufficialmente:
tra il 14 e il 16 stato detto al
tavolo. Prima della riapertura dei
mercati e sullonda di giornate che
si prevedono tanto emergenziali
da frenare proteste e voci conside-
rate pi che stonate. Come quella
del segretario Cgil Camusso, che ie-
ri minacciava anche uno sciopero
generale: Sembra il capo del sinda-
cato greco..., raccontano abbia
commentato il premier.
Ma per le prossime ore il proble-
ma del premier soprattutto inter-
no: come far quadrare i conti della
manovra se la Lega si oppone a
qualsiasi intervento sulle pensio-
ni? Perch lui e il Pdl, invece, sulla
previdenza spingono: sia su una ri-
duzione drastica delle pensioni di
reversibilit, sia a una disincentiva-
zione per quelle di anzianit (pi
complicato toccare let per lusci-
ta dal lavoro delle donne). Nella
notte, lidea prevalente in casa Pdl
era che sulle pensioni si arriver a
una mediazione. Sulla patrimonia-
le o tassa di scopo che dir si voglia,
invece, si ragiona e si preme e si va-
lutano pro e contro: Il fatto che
Berlusconi con la sua posizione dra-
stica ci ha spiazzato... Vediamo se
si convince a cedere qualcosa per,
perch comunque i conti alla fine
devono tornare in qualche mo-
do..., confessava un ministro.
E molto dipender appunto dal-
latteggiamento della Lega: La ma-
novra sar pesante e dovr essere
condivisa, tutti dovremo essere di-
sponibili, predicava ieri sera il mi-
nistro Fitto. Prendendosi il tempo
necessario: vero che siamo in
emergenza dice Mariastella Gel-
mini , ma lurgenza non deve es-
sere cattiva consigliera....
Paola Di Caro
RIPRODUZIONE R SERVATA
Dietro le quinte Il Cavaliere contrario alla patrimoniale, ma nel Pdl si preme. Bossi resiste sulla previdenza
9 Primo Piano
Corriere della Sera Gioved 11 Agosto 2011
#


10 Primo Piano
Gioved 11 Agosto 2011 Corriere della Sera
I
sindacati frenano, la Lega titubante, ma con
tutta probabilit anche le pensioni finiranno nel
pacchetto per anticipare il pareggio di bilancio. Si
parla con sempre maggior insistenza del blocco
delle pensioni di anzianit, con un progressivo e
rapido innalzamento della quota data dalla somma
dellet e dellanzianit contributiva, oggi pari a
96, fino a livello 100. Che di fatto, nel 2015,
chiuderebbe definitivamente la porta ai
pensionamenti anticipati.
Molto probabile anche
lagganciamento immediato
dellet per la pensione di
vecchiaia (oggi 65 anni) alle
speranze di vita, che
porterebbe gi nel 2013 a un
aumento di tre mesi dellet.
Si ipotizza anche il passaggio
molto pi rapido delle donne,
nel settore privato, dal limite dei 60 ai 65 anni.
Linnalzamento graduale previsto dallultima
riforma, varata un mese fa, parte nel 2020 per
terminare nel 2032. Troppo lungo, e poco utile alle
casse dello Stato. Attuato in un solo anno, cosa che
comunque appare improbabile, il passaggio ai 65
anni porterebbe un risparmio di oltre 10 miliardi.
Il blocco delle anzianit ne vale due. Dalla riforma
delle pensioni di invalidit e di reversibilit
potrebbero saltar fuori altri tre o quattro miliardi
di euro. RIPRODUZIONE RISERVATA
I
l federalismo fiscale ci porter alla crisi,
sostengono sindaci e governatori, ma intanto la
crisi porta il federalismo. Nel piano che il governo
sta mettendo a punto c infatti anche lanticipo
del federalismo fiscale. Dal 2012, dunque, arriva
lImu, la nuova imposta municipale unica e
scatter il meccanismo dei costi standard per la
sanit. La nuova tassa comunale assorbir le
imposte catastali e ipotecarie che si versano
quando si acquista un
immobile, lIci e lIrpef sul
reddito delle seconde case.
Laliquota di base prevista dal
decreto legislativo di
attuazione del federalismo
municipale stata fissata al
7,6 per mille, ma dovr essere
confermata. Sempre dal 2012,
quindi due anni prima del
previsto, il federalismo busser anche alle porte
delle Regioni. Scatta infatti il nuovo regime
dellIrpef: non pi compartecipazione, ma solo
addizionali, che potranno essere manovrate dai
governatori insieme allIrap. Il meccanismo
sempre lo stesso: tasse locali pi alte, tasse statali
pi basse e minori trasferimenti dal centro alla
periferia. Il grosso dei risparmi arriverebbe per
dai costi standard nella sanit, che secondo gli
esperti potrebbero tradursi in una minor spesa di
almeno 5 miliardi di euro. RIPRODUZIONE R SERVATA
S
i parte con il nuovo articolo 41 della
Costituzione sulliniziativa economica
privata, che sar riscritto per chiarire che tutto
libero, tranne ci che espressamente vietato
dalle leggi, passando dalla maggior flessibilit
del mercato del lavoro, per arrivare ad una
nuova stagione di privatizzazioni, a partire dal
BancoPosta. Nel piano del governo c anche un
consistente pacchetto di liberalizzazioni e
dismissioni. Si torna a
parlare, dunque,
dellabolizione dei vincoli
per laccesso alle professioni
(tentata senza successo con
lultima manovra), ma anche
della liberalizzazione dei
servizi pubblici locali. E si
punta a rendere pi flessibile
il mercato del lavoro,
soprattutto in uscita. Un argomento che le parti
sociali vorrebbero discutere solo tra di loro, ma
sul quale il governo insister. Alle porte ci sono
anche nuove dismissioni. Tra le aziende
pubbliche il principale indiziato il
BancoPosta, ma il piano del governo
prevederebbe procedure accelerate e vincolanti
anche per la privatizzazione degli immobili e
delle aree edificabili trasferite con il federalismo
demaniale dallo Stato alle Regioni, Province e
Comuni. RIPRODUZIONE RISERVATA
S
e ne parla ormai da pi di quindici anni,
ritornello fisso di ogni riforma fiscale
annunciata, ma questa volta per il riordino della
tassazione sulle rendite finanziarie sembra proprio
arrivato il momento. prevista, tanto per
cambiare, dalla delega per la riforma delle tasse
anticipata qualche settimana fa dal ministro
dellEconomia, ma lesigenza del pareggio di
bilancio sta spingendo per la sua attuazione
rapida. Pi per ragioni di
equit, a dire il vero, che per
motivi di cassa. Per tutte le
rendite finanziarie, cio i frutti
del risparmio, oggi tassate in
diversa maniera, si ipotizza
unaliquota unica al 19-20%.
Cos scenderebbero le tasse
sugli interessi maturati sui
depositi e conti bancari (oggi
gravati da unimposta del 27%) e salirebbero quelle
su obbligazioni (esclusi Bot e Btp) e sui capital
gain (che subiscono unimposta del 12,5%, tra le
pi basse dEuropa). Gli incassi per lo Stato
deriverebbero solo dallaumento di questultima
voce. In tempi normali potrebbe generare un
gettito di 1-1,5 miliardi. Ma con questi chiari di
luna sui mercati difficile ipotizzare grandi
capital gain. Anche se, fatta eccezione per i titoli
di Stato, il fisco diverrebbe davvero neutrale nei
confronti del risparmio. RIPRODUZIONE RISERVATA
0ua||ro arcc d| poss|b||c |n|crvcn|o nc| pacchc||o d| m|surc a||o s|ud|o dc||csccu||vo I contenuti
La patrimoniale non ci sar, perch non nella nostra
concezione politica ed un errore Maurizio Lupi, Pd|
La ripresa
Sette miliardi per azzerare il fabbisogno
No alladdizionale libera per i Comuni
e reintroduzione dellIci sulla prima casa

Dallanno prossimo
imposta municipale unica
Aree edificabili e BancoPosta
Alle porte nuove dismissioni
Sulle rendite finanziarie
laliquota unica del 20%
Le donne Il decentramento I vincoli I guadagni
Pensionamenti anticipati:
possibile stop dal 2015
ROMA Era il suo ultimo gior-
no di lavoro. Da oggi, infatti, il sin-
daco Gianni Alemanno doveva esse-
re in Kenya, ospite di Maurizio Leo
(deputato pdl, ndr). E invece? Non
parto pi. Resto per seguire, anche
per lAnci, le misure contro la crisi.
Sindaco, il suo collega Flavio To-
si, leghista, ha aperto alla patri-
moniale. Che ne pensa?
Apprezzo il suo coraggio. Tosi
ha eliminato un tab del centrode-
stra.
Quindi anche lei daccordo?
Serve uno scambio sociale: au-
mento della tassazione sui patrimo-
ni da un lato, innalzamento dellet
pensionabile dallaltro. Altrimenti si
rischia di incidere sulla "carne vi-
va": i servizi sociali ed essenziali.
Per chi deve scattare la patrimo-
niale?
Per i patrimoni di un certo rilie-
vo. Mentre per le rendite finanziarie
il 20% di cui parla il governo va be-
ne, valutando anche lapplicazione
ai Bot e ai Btp.
Dove, invece, vanno ridotte le
tasse?
Sui redditi, sulle famiglie e sulle
imprese. Se riusciamo a far restare
100 euro in pi nelle tasche degli ita-
liani pi poveri, questi soldi servi-
ranno a far riprendere i consumi.
Reintrodurrebbe lIci sulla pri-
ma casa?
No, anche se la situazione mol-
to critica. Lanno scorso i Comuni
hanno avuto 1,5 miliardi di minori
trasferimenti, per questanno sono
gi un miliardo e potrebbero au-
mentare, dal 2013 si salir a 3 mi-
liardi. Un massacro. Ma labita-
zione in cui si vive la "caset-
ta". Certo, se poi uno ha la villa
di tre piani, quella rientra nella
patrimoniale.
Favorevole o contrario a
unaddizionale libera
per i Comuni?
Contrario: inciderebbe sui reddi-
ti e a Roma siamo gi al massimo.
Serve, invece, sbloccare subito lI-
mu (imposta municipale unica) pre-
vista nel 2014.
Riforma delle pensioni: quali le
misure da adottare?
Alzare let pensionabile anche
per le donne. Quello sarebbe un in-
tervento strutturale, il blocco delle
pensioni di anzianit no.
Secondo lei, quant il minimo
per una pensione?
Se non ci sono altri redditi, 700
euro. Quando vado nei mercati, mol-
te signore anziane mi dicono di vive-
re con poco pi della met.
Qual il costo della politica pi
odioso per i cittadini?
Le auto blu. Al Comune usiamo
al massimo le Fiat Punto. Io ho una
Lancia Delta, quella della Polizia che
mi scorta.
Roberto Maroni vorrebbe uno
spacchettamento del ministero
dellEconomia, perch Giulio Tre-
monti ha troppo potere...
Sono polemiche sbagliate. Le de-
cisioni economiche le prende il go-
verno. Se gli altri ministri non rie-
scono ad imporsi con Tremonti,
non se la devono prendere con lui.
Il riavvicinamento tra Berlusco-
ni e Fini?
Rivendico la scelta di non aver
seguito il presidente della Camera,
ma ora non bisogna escludere nes-
suna convergenza, anche con lUdc.
Si deve ragionare su un nuovo cen-
trodestra, che faccia le primarie.
Lei si presenterebbe?
Parteciper a quelle per il sinda-
co. Le voglio fare, anche da uscente:
e non un modo per sfuggire.
Ernesto Menicucci
RIPRODUZIONE RISERVATA
Cento euro in
pi nelle tasche
dei pi poveri
serviranno a
far riprendere i
consumi
I mercati Gli interventi
Lintervista l| s|ndaco d| Roma. scrvc uno scamb|o soc|a|c. aumcn|o dc| prc||cvo su| pa|r|mon| da un |a|o c |nna|/amcn|o dc||c|a pcns|onab||c da||a||ro

ENTI LOCALI E FEDERALISMO VENDITA DI BENI PUBBLICI RISPARMIO TASSATO


Nel settore privato
si passerebbe
dal limite dei 60
a quello dei 65 anni
Dal 2012
il federalismo
busser anche alle
porte delle Regioni
Si parla anche
di abolizione dei
vincoli per laccesso
alle professioni
Incassi per lo Stato
solo dallaumento
delle tasse
sui capital gain
PREVIDENZA
Sul tavolo pensioni
e assistenza sociale
Lipotesi patrimoniale
Alemanno: tassare le rendite smetta di essere un tab
Nel Pdl
Gianni
Alemanno
ROMA Tutto possibile dice Gianni Letta. E tra le cose
possibili per sistemare i conti pubblici, nonostante le smentite di
circostanza, c anche limposta patrimoniale. Nei contatti infor-
mali avuti anche ieri, ai sindacati e alle imprese il governo lha
presentata un po come lultima spiaggia. Non unopzione facile
da far digerire alla maggioranza e allo stesso Silvio Berlusconi.
Non incontra consensi, ma potrebbe rendersi necessaria per otte-
nere la quadratura dei conti, con lanticipo del pareggio di bilancio
al 2013. Chiesta a gran voce dai sindacati, per il momento la patri-
moniale resta sul tappeto. Sarebbe una forma di prelievo straordi-
nario che colpirebbe la ricchezza mobiliare e gli immobili, facendo
salve le prime case. Un modo per controbilanciare i sacrifici che
verranno chiesti nello stesso tempo alle classi pi deboli, con un
nuovo intervento sulle pensioni e la riforma dellassistenza socia-
le. Questultima, prevista per delega nel 2013 e 2014, dovr essere
anticipata di almeno un anno e mezzo, ma difficilmente riuscir a
portare in cassa i 20 miliardi stimati.
Per ottenere il pareggio di bilancio nel 2013, bisogner interve-
nire anche su altri fronti. Le pensioni, innanzitutto. Ma anche qui
ci sono resistenze e pressioni perch linasprimento sulle pensioni
di anzianit venga diluito nel tempo, riducendo di conseguenza i
possibili risparmi. Nelle intenzioni dellesecutivo c anche un pia-
no di dismissioni e privatizzazioni, a cominciare dai servizi pubbli-
ci locali. Ma anche questa carta difficile da giocare in un periodo
in cui difficile trovare compratori sul mercato. Tra le opzioni c
anche lanticipo del federalismo fiscale, con pi autonomia agli
enti locali, ma meno soldi dallo Stato, e una stretta sulla sanit.
Ma la coperta resta corta, per azzerare il fabbisogno netto servono
7 miliardi entro lanno, da 20 a 23 nel 2012 e 20 nel 2013. E gira,
gira, il discorso torna a cadere sullimposta patrimoniale, che resta
ben nascosta in un cassetto. Almeno fino a venerd, quando le Bor-
se lasceranno alla politica due o tre giorni di respiro.
a cura di Mario Sensini
R PRODUZIONE RISERVATA


Berlusconi
allultima chance
Esecutivo tecnico?
Non serve
2013
I mercati Le reazioni
Marcegaglia: ma il Paese ne ha bisogno. Cgil, idea sciopero generale
ROMA Il segretario Cgil, Su-
sanna Camusso, parla di incontro
non allaltezza dei problemi da af-
frontare e della trasparenza che sa-
rebbe necessaria e non esclude lo
sciopero generale, scatenando la re-
azione del Pdl, che parla di atto an-
tinazionale. Anche secondo il lea-
der della Cisl, Raffaele Bonanni, che
pure sollecita al governo misure
eque, lo sciopero proprio quel-
lo che non occorre. Ai mercati serve
un segnale di coesione. Emma
Marcegaglia al termine dellincon-
tro non si scompone, ma traspare la
delusione: Il Paese incalza ha
bisogno di risposte e che si faccia
presto e si faccia bene.
Sono diverse le reazione dei tre
protagonisti al termine dellincon-
tro con il governo, anche se allusci-
ta sindacati, organizzazioni datoria-
li e banche, firmatari dellappello di
fine luglio, si presentano con una
posizione unica: Tutti noi abbia-
mo sottolineato la necessit dellur-
genza vista la situazione dei merca-
ti finanziari, dice la presidente di
Confindustria, facendo da portavo-
ce.
Per quelli che al secondo incon-
tro (dopo quello di una settimana
fa) si aspettavano i dettagli sul pia-
no del governo per arrivare al pareg-
gio di bilancio nel 2013 e aderire al-
le indicazioni della Bce, ieri c stata
una fumata nera. La manovra sar
ristrutturata, questa lunica certez-
za dopo unora e mezzo di colloqui.
Ma dove sono i contenuti? Dovete
chiederlo al governo, risponde Em-
ma Marcegaglia. E lo ripete anche la
leader della Cgil Susanna Camusso.
Bonanni, invece, non sorpreso:
Non c da giocare con i mercati
aperti. A me interessava di pi quel-
lo che noi avevamo da dire: occorre
rigore, responsabilit, equit. Il
che significa, declina: tagliare i co-
sti della politica, rivedere lassetto
delle Regioni e delle Province, anti-
cipare la riforma fiscale, introdurre
laliquota unica, da portare dal
12,5% al 20%. Poi va lanciata ag-
giunge il segretario una crociata
contro lelusione, levasione fiscale.
Abbiamo condiviso il principio
che questa manovra deve essere
una manovra di rigore e di equit:
nello specifico abbiamo chiesto che
ci sia un taglio ai costi della politica
e a tutta larticolazione complessa e
costosa dello Stato. Cos Marcega-
glia ha sintetizzato la posizione por-
tata allincontro, concordata anche
in un prevertice con le sigle al tavo-
lo del governo, ieri pomeriggio. Le
parti sociali hanno chiesto che ac-
canto al rigore, ci siano anche una
serie di provvedimenti che aiutino,
sostengano e stimolino la crescita:
liberalizzazioni, privatizzazioni, in-
frastrutture, pubblica amministra-
zione e semplificazione.
Se finora il fronte non si scom-
posto, accorrer testarlo alla prova
dei fatti. Sul prelievo fiscale dai pa-
trimoni, per esempio. La Cgil insi-
ste. Ma vanno superate le posizione
degli industriali. Marcegaglia ha
aperto uno spiraglio: Credo sia giu-
sto che in questo momento di emer-
genza per il Paese chi ha di pi pos-
sa dare un po di pi, escludendo
per lipotesi di una patrimoniale.
Sul tema lavoro la concordia
sul metodo, ma poi nel merito le co-
se potrebbero cambiare. una que-
stione che deve essere nella totale,
unica ed esclusiva disponibilit del-
le parti, scandisce Marcegaglia,
che ha annunciato: ci incontrere-
mo tra di noi presto. Secondo alcu-
ni il governo non ci sente. Uno de-
gli elementi venuto fuori dal tavolo
di ieri , infatti, un tavolo tematico
anche sul lavoro: Insistono
scuote la testa Vincenzo Scudiere,
segretario confederale della Cgil
di intervenire sul mercato del lavo-
ro. Non un tab secondo Bonan-
ni. Anchegli concorde nel lasciare
la materia alle parti, per poi dice:
Anche il governo una parte, gesti-
sce il pubblico impiego.
Ma le minacce alla coesione sono
anche altre. Se il piano del governo
dovesse prevedere interventi sulle
pensioni e la riforma dello Statuto
dei lavoratori, la linea potrebbe
spezzarsi. Se la manovra colpir i
soliti noti ci mobiliteremo per cam-
biarla, ha gi detto Susanna Ca-
musso. E al solo sentire nominare
lo sciopero gi si sollevano reazio-
ni. Da Bonanni: Mettiamo in ulte-
riore difficolt le aziende? Svuotia-
mo ancora le buste paga? Che segna-
le diamo ai mercati?. Allo stato
maggiore pdl: i capigruppo Mauri-
zio Gasparri e Fabrizio Cicchitto bol-
lano la reazione della Cgil come un
tentativo pregiudiziale di radicaliz-
zazione dello scontro sociale, Gae-
tano Quagliariello come un atto
che pu classificarsi come antina-
zionale.
Melania Di Giacomo
RIPRODUZIONE RISERVATA
Sul Financial Times
lanno in cui il governo
ha previsto il pareggio
di bilancio dello Stato:
inizialmente la data
fissata era il 2014
Le parti sociali insoddisfatte
Dal governo niente risposte
MILANO Per il Financial Times Berlusconi ha
di fronte lultima chance per tagliare il deficit
e varare le riforme, mettendo gli interessi della
nazione davanti a quelli suoi personali, agli affari
di famiglia e ai guai giudiziari. Ci di cui lItalia
soffre, per il quotidiano economico della City,
un deficit di leadership politica. Scettico sulla
capacit del premier di essere allaltezza, il Ft
non crede per allipotesi di un governo tecnico.
RIPRODUZ ONE RISERVATA
Al vertice Da sinistra,
Raffaele Bonanni, Emma
Marcegaglia e Luigi Angeletti
Confronto 8onann| (C|s|) conc|||an|c. a mcrca|| apcr|| non s| |oca. c una rco|a
11 Primo Piano
Corriere della Sera Gioved 11 Agosto 2011
#


La scheda
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE
BRUXELLES Non erano
solo Susanna Camusso o
Emma Marcegaglia, ieri se-
ra, ad attendere notizie sicu-
re sulle nuove misure econo-
miche del governo. Attende-
vano e attendono an-
che altri ascoltatori molto
pi lontani, a Francoforte o
a Bruxelles: i capi della Ban-
ca centrale europea e della
Commissione Europea, co-
protagonisti a buon diritto
di questi ultimi 15 giorni di
discussione intorno al caso
Italia.
In assenza delle notizie at-
tese, sono mancate anche le
reazioni ufficiali. Ma le fonti
ufficiose, in entrambi le se-
di, concordano: i riflettori
sono tutti accesi, la situazio-
ne italiana seguita giorno
per giorno, quasi ora per
ora. Anzi: la pi seguita in
tutta la Ue, perch lItalia
la terza economia dellUnio-
ne. E c una novit impor-
tante: allormai famosa lette-
ra della Bce al governo di Ro-
ma quella che anche ieri
il sottosegretario Gianni Let-
ta ha ricordato per il suo ca-
rattere di estrema riservatez-
za stata data una rispo-
sta. Silvio Berlusconi ha co-
municato a Jean-Claude Tri-
chet, il presidente della Bce,
che saranno presi i provve-
dimenti richiesti a Roma
dalle autorit finanziarie eu-
ropee, misure che il presi-
dente del Consiglio annun-
cer di qui al 18 agosto: il
gioco di sponda fra Palazzo
Chigi e lEurotower ormai
quasi obbligato, tutte le
mosse nel vivo dellemer-
genza sono concordate, co-
me del resto avviene con
Madrid, e con altre capitali.
Lo stesso, o quasi, per
quanto riguarda il rapporto
con la Commissione Euro-
pea. Bruxelles ha moltiplica-
to nelle ultime settimane i
segnali di preoccupazione
per Italia e Spagna: ha ricor-
dato pi volte che i due Pae-
si non hanno bisogno di un
piano di salvataggio come
quello approntato della Gre-
cia, che le misure da loro an-
nunciate vanno nella dire-
zione giusta, ma allo stesso
tempo ha battuto sul concet-
to dellurgenza: fare in fret-
ta, avviare le riforme pro-
messe il pi in fretta possi-
bile.
E poi altra raccomanda-
zione costante accanto al-
le misure di riduzione del
deficit mettere a punto an-
che quelle che possano favo-
rire la crescita. E su questi
fronti, la Commissione Eu-
ropea si attende dallItalia
uninformazione puntuale:
per questo, com stato ripe-
tuto anche ieri dai suoi por-
tavoce, si trova in costante
contatto con le autorit ita-
liane e con quelle di Spa-
gna, Francia e Germania.
Ma nello stesso tempo,
Bruxelles ricorda anche che
lItalia non inquadrata in
alcun programma europeo
di assistenza, quindi non vi
sono squadre di esperti che
vigilano sulla messa in atto
delle misure.
C poi qualcosaltro, che
non compare nelle dichiara-
zioni ufficiali, e che per
ben presente in tutte le voci
ai piani alti della Commis-
sione: la preoccupazione
per le condizioni in cui av-
verr il ritorno al lavoro di
settembre, in molti Paesi, e
per le tensioni sociali che
potrebbero seguire a que-
stestate di tempesta econo-
mica e finanziaria, dopo le
inevitabili manovre di risa-
namento varate dai gover-
ni. Se non bastassero altri
segnali, forse lo dicono an-
che i Parlamenti e i pre-
mier, dal Lussemburgo al
Belgio, che rientrano in anti-
cipo dalle vacanze. La preoc-
cupazione riguarda Grecia,
Portogallo, Irlanda, Spagna,
Italia, ma anche Paesi come
la Francia, che ora sembra
lambita a sua volta dalla
tempesta.
Sar un grande banco di
prova per le istituzioni euro-
pee, affermano in molti. Ma
lEuropa dovr farsi un esa-
me di coscienza, ribattono
altri: Il deficit di politica
della Ue ha un prezzo che pa-
ghiamo caro dice leuro-
parlamentare del Pd Debora
Serracchiani . Nonostan-
te i notevoli progressi com-
piuti dal Parlamento euro-
peo, soprattutto con il Trat-
tato di Lisbona nel suo ruo-
lo di effettiva rappresentan-
za politica dei cittadini euro-
pei, innegabile che i gover-
ni non hanno fatto la loro
parte come avrebbero dovu-
to, anzi, sotto certi aspetti si
pu dire che lirrigidimento
delle politiche nazionali ci
abbia fatto fare passi indie-
tro.
Luigi Offeddu
loffeddu@rcs.it
RIPRODUZIONE RISERVATA
La Bce e la lettera
inviata allItalia
Il mercato del lavoro
e le pensioni
Le garanzie
e lacquisto dei Btp
Il deficit di politica della Ue ha un prezzo che paghiamo caro. I governi non
hanno fatto la loro parte come avrebbero dovuto Debora Serracchiani, europarlamentare pd
Bruxelles: Costante contatto con lItalia. Berlusconi ha risposto a Trichet
DallExpo alle moschee:
la linea Pisapia piace a destra
Preoccupazione per le
condizioni in cui avverr
il ritorno al lavoro di
settembre in molti Paesi

I mercati LEuropa
In una lettera del 5
agosto il presidente della
Bce Trichet e il
governatore di Bankitalia
Draghi suggeriscono al
governo le mosse da
compiere per bloccare
lattacco dei mercati
Diverse le richieste
fatte pervenire al
nostro Paese:
modifiche al mercato
del lavoro, taglio dei
costi della politica e
interventi sulle pensioni
Il peso dellItalia
La situazione del nostro
Paese la pi seguita a
Bruxelles perch lItalia
la terza economia dellUe
I timori
Luned la Bce, ottenute le
garanzie dal governo
italiano sullanticipo del
pareggio di bilancio al
2013 e i decreti sulle
liberalizzazioni, ha varato
lacquisto dei nostri Btp
Lattesa della Bce, riflettori puntati su Roma
MILANO Il segnale lo lanci Giuliano
Ferrara subito dopo la prima del sindaco in
arancione a Palazzo Marino. A un lettore che
lamentava il gi serrato dialogo con centri
sociali e abusivi, lElefantino rispose in
due-righe-due: Darei a Pisapia un paio di
minuti di stato di grazia. pi sportivo. Dopo
una campagna elettorale assai muscolare,
quello di Ferrara fu un primo segnale di
distensione verso il sindaco appena eletto,
certo dal suo punto di vista un po estremista
ma da sempre, almeno, sincero garantista. Il
Foglio tornato ieri a lodare il sindaco
gentile. Applaudendolo per la posizione
assunta su uno dei temi caldi della piazza
milanese: le moschee. Bene se Pisapia fa il
realista. Il realismo, appunto. Nel
centrodestra il sindaco che viene dalla sinistra
e che per amministra con buon senso piace
sempre di pi. La tendenza sera gi intuita a
poche ore dal trionfo, nella piazza Duomo
vestita di arancione da dove Nichi Vendola
chiedeva agli elettori in festa di abbracciare i
fratelli rom. Lavvocato di Sel diger a fatica le
parole del leader pugliese. Lindomani gli
mand a dire: Non conosce Milano. E poi
Expo. Quanti applausi da destra al sindaco che
in continuit con la Moratti firma laccordo
sulle aree col ciellino Formigoni. Una colata
di cemento lo attaccarono i compagni. Una
scelta di buon senso, secondo lo stesso
governatore. Che in pi duna occasione non
ha mancato di lasciar intendere come il
dialogo con Palazzo Marino avesse solo da
guadagnarci dalla sostituzione di Lady Letizia
con lavvocato gentile. Ma a ben vedere a
tracciare il solco stato ancora una volta lui: il
Cavaliere. A maggio, in piena campagna
elettorale, Silvio Berlusconi raccont
pubblicamente: Pisapia? Sono stato allievo di
suo padre alluniversit, quindi ho simpatia
nei suoi confronti. Per la cronaca il Cavaliere
si preoccup di aggiungere: Devo dire che si
messo con una squadra difficile da approvare.
A. Se.
R PRODUZIONE RISERVATA
Il sindaco di Milano e i consensi di Ferrara e Formigoni
Preoccupato Lo sguardo del presidente della Banca centrale europea, Jean Claude Trichet, e il simbolo della moneta unica (Epa)
Sindaco Giuliano Pisapia, 62 anni
1
2
3
12 Primo Piano
Gioved 11 Agosto 2011 Corriere della Sera

Vertice teso, poi il s al pareggio di bilancio nella Carta
Enrico Letta
I mercati Le opposizioni
ROMA Abbiamo rag-
giunto un risultato molto posi-
tivo. Lascia il Nazareno al-
lora di cena Walter Veltroni,
contento perch il Pd ha accol-
to una sua proposta destinata
a diventare, gi da oggi, un ca-
vallo di battaglia. Dimezzare,
con un taglio netto e una leg-
ge di un solo articolo, leserci-
to di 630 deputati e 315 sena-
tori. Una mossa dallalto valo-
re simbolico, che avrebbe, al
contempo, un impatto signifi-
cativo sui conti pubblici.
Il Pd va allattacco, denun-
cia che il governo brancola
nel buio, si prepara a rinno-
vare a Berlusconi la richiesta
di dimettersi per lasciare spa-
zio a un governo di larghe in-
tese. Ma al tempo stesso vuol
dare limmagine di una forza
di opposizione responsabile,
che di fronte allemergenza
non si tira indietro. Oggi da-
vanti alle commissioni con-
giunte Affari costituzionali e
Bilancio di Camera e Senato,
per il Pd parler Pier Luigi Ber-
sani: Lincontro con le parti
sociali stato deludente. Par-
ler con una voce sola, per-
ch il messaggio di un Pd uni-
to arrivi chiaro e forte agli elet-
tori.
Ma raggiungere una linea
comune non stato semplice,
dopo che la posizione barri-
cadera del segretario aveva
scoraggiato molti, non solo
nella minoranza. Ieri al vertice
si discusso per ore, un ca-
minetto allargato in un clima
da gabinetto demergenza. To-
ni accesi, discussione appro-
fondita e a tratti tesa. Come si
fa a criticare in Parlamento la
scelta di inserire in Costituzio-
ne il pareggio di bilancio? Su
questo punto hanno incalzato
Veltroni, Gentiloni, Baretta,
Morando, in un crescendo di
voci: un obiettivo sacrosan-
to. Un traguardo che, per dir-
la con Enrico Letta, fa parte
del nostro Dna. Il responsabi-
le economico Stefano Fassina
rimasto isolato in una posi-
zione intransigente e molto
scettica si mostrata anche la
presidente, Rosy Bindi.
Ma la linea fi-
loeuropeista ha
prevalso. E cos
Bersani ammor-
bidir la sua po-
sizione, chiede-
r al governo di
stare attento a
nonfarne unvin-
colo troppo rigi-
do per non da-
r battaglia e an-
zi si dir dispo-
sto a discutere
larticolo 81. Di-
verso il discorso sul 41, che ri-
guarda la libert dimpresa.
Siamo contrari a cambiarlo
spiega il vicesegretario Letta,
il quale insiste sulla richiesta
di dimissioni al governo: Tut-
ti gli esecutivi i cui Paesi sono
andati in default, dalla Grecia
allIrlanda, sono andati a casa.
Il governo dica la verit in Par-
lamento e noi metteremo in
campo le nostre proposte, per
contribuire a salvare il Paese
con lo spirito di coesione na-
zionale chiesto dal capo dello
Stato.
Dalla maggioranza il Pd pre-
tende, come dice Francesco
Boccia, trasparenza, verit e
rigore. Quanti titoli di Stato
italiani intende comprare la
Bce? E perch il governo tace e
non cerca un contatto con le
opposizioni? Berlusconi non
ha chiamato, Tremonti nem-
meno. E se Bersani sperava al-
meno in una telefonata di
Gianni Letta, neanche il sotto-
segretario si fatto sentire.
sorprendente teme Paolo
Gentiloni , la sensazione
che stiano ai preliminari e non
abbiano le idee chiare. E la pa-
trimoniale? Bersani si oppone
alle misure una tantum, per
al vertice molti della minoran-
za di Modem, tra cui Paolo Gia-
retta, si sono detti daccordo
con la proposta di Beppe Fioro-
ni di tassare i grandi patrimo-
ni mobiliari. Se i saldi non si
toccano restano solo due stra-
de per non colpire unicamen-
te i ceti medio bassi, cio lIva
e la patrimoniale. Non vorrei
che finissimo scavalcati da Ca-
sini..., ha avvertito Gentiloni.
Ma Bersani si dato un limite.
Affermare che chi ha di pi
deve dare di pi, senza per
chiedere esplicitamente la tas-
sazione dei grandi patrimoni.
Nei giorni scorsi saltava
agli occhi la distanza tra le po-
sizioni del Pd e quelle del ter-
zo polo, finch ieri Bersani ha
sentito Pier Ferdinando Casi-
ni e i due leader si sono trova-
ti daccordo sulla strategia del
marciare divisi per colpire
uniti. Con lobiettivo di un
governo di larghe intese che
realizzi le riforme pi urgenti.
Per lIdv parler Antonio Di
Pietro e chieder a Berlusconi
di non mettere le mani nelle
tasche dei pi poveri: Siamo
pronti a fare il nostro dovere
per ridare fiducia ai mercati,
ma non ad accettare lennesi-
ma stangata iniqua. Nichi
Vendola, leader di Sel, non
invece disposto ad alcuna for-
ma di dialogo e chiede di inter-
rompere subito questa sta-
gione malata. Non per con
un governo istituzionale, per-
ch sarebbe la coda avvelena-
ta della storia del trasformi-
smo italiano.
M. Gu.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Abbiamo
raggiunto
un risultato
molto positivo
Walter Veltroni
ROMA Flavio Tosi e Attilio Fon-
tana la pensano come me.
I sindaci leghisti di Verona e Vare-
se?
Hanno gli stessi problemi che ho io
a Torino e condividono le mie preoccu-
pazioni. Come gli stessi problemi han-
no Pisapia, de Magistris ed Emiliano.
Credo che alcune proposte possano tro-
vare largo consenso tra molti sindaci.
La contromanovra di Piero Fassi-
no, sindaco?
La premessa che da 10 anni a que-
sta parte le manovre di risanamento so-
no state fondate sulla riduzione delle ri-
sorse a disposizione degli enti locali. At-
tenzione, perch il soffietto della fisar-
monica non pu essere compresso ol-
tre ogni limite. Ogni ulteriore riduzio-
ne mette in discussione beni e servizi
essenziali per i cittadini.
Come vede le riforme allo studio
del governo?
Con seria preoccupazione. Salvo
le pensioni, tutte le altre materie por-
tano a riduzioni di risorse per gli enti
locali. Ritengo un grave errore non
aver convocato al tavolo delle parti
sociali i rappresentanti di Regioni,
Comuni e Province.
Lei cosa avrebbe detto?
Avrei chiesto che ogni taglio di ri-
sorse preveda meccanismi compen-
sativi. Se lo Stato non in grado di
assicurare le risorse, consenta agli en-
ti locali lautonomia di rivolgersi ai
propri cittadini. Io avanzo 6 proposte.
Si dia ai comuni la libert di utilizzare
addizionali e ogni sindaco valuter se
deve ricorrervi e come. Si anticipi dal
2014 al 2012 lentrata in vigore dellI-
mu, limposta comunale sulle seconde
case e sugli immobili non da abitazio-
ne prevista dal federalismo fiscale.
Terzo punto?
Si sperimenti limposta comunale
sui servizi prevista nellimpianto origi-
nario del federalismo fiscale. Quarto, si
tolga la norma introdotta nel "millepro-
roghe" che riduce in modo pesante la
possibilit per i comuni di contrarre
mutui penalizzando gli investimenti.
Quinto, si rinnovi anche per 2012 e
2013 la norma per cui i dipendenti pub-
blici che hanno compiuto 40 anni di
servizio vadano in pensione senza dero-
ghe, perch questo aiuta la riduzione
degli organici. E si corregga il patto di
stabilit interno.
Come?
Calcolando in modo diverso la spe-
sa da investimento rispetto alla spesa
corrente. E non nemmeno giusto con-
teggiare nel patto quel che i comuni
spendono per conto dello Stato.
Quanto vale la sua manovra?
Il governo potrebbe mettere in cam-
po le misure di rientro dal debito verso
il pareggio e consentire ai comuni di-
sponibilit di risorse su un principio di
autonomia e responsabilit.
Le colpe di Tremonti?
Ci siamo visti pi volte e non cre-
do sia interessante la discussione re-
trospettiva, la cosa importante far
le scelte giuste.
Il pareggio di bilancio?
Stiamo attenti a costituzionaliz-
zarlo senza che lo facciano gli altri
Paesi europei, rischiamo di imporci
un vincolo decompetitivo. E se la
Francia non lo fa? Ci mettiamo in
una condizione di svantaggio. Dob-
biamo batterci perch la norma sia
adottata anche dagli altri Paesi.
E la patrimoniale?
Berlusconi fa il gioco delle tre carte
se vuole risanare i conti e ridurre le tas-
se. Nellemergenza giusto chiedere
un contributo ai cittadini, perch il pas-
saggio stretto e non si scappa.
Le piace il Bersani barricadero?
Bersani dice una cosa semplice e
chiara. Noi siamo pronti a farci carico
dellemergenza, per vogliamo essere
sicuri che non si chieda il nostro con-
senso per misure sbagliate, inutili e
dannose per i cittadini.
Monica Guerzoni
RIPRODUZIONE RISERVATA
Lintervista Piero Fassino, sindaco di Torino

Va consentito ai Comuni
di utilizzare le addizionali
La proposta del Pd:
dimezzare gli onorevoli
Tutti gli esecutivi
dei Paesi in default,
dalla Grecia allIrlanda,
sono andati a casa
Leader pd
Pier Luigi
Bersani,
leader
del Partito
democratico,
59 anni, ieri
a Roma fuori
dalla sede del
partito, dove
ha incontrato
alcuni dirigenti
democratici
per discutere
la strategia
sulla crisi
(Ansa)
Il sindaco
Piero Fassino,
61 anni,
ex segretario
dei Ds,
stato eletto
sindaco di Torino
il 16 maggio
scorso: era alla
guida di una
coalizione
di centrosinistra
composta da otto
liste, e ha preso
il 56,66% dei voti
13 Primo Piano
Corriere della Sera Gioved 11 Agosto 2011

ar r i vat o i l moment o di acqui st ar e l a t ua nuova For d. Non aspet t ar e, or a di muover si .
Ford Ka
ESP, Start&Stop, Clima e Radio CD
8.500
Ford Fiesta 5 porte
5 airbag, ESP, Clima e Radio CD
9.750
Fino a 4.000 euro di vantaggio su Ka e Fiesta.
Oferta valida no al 31/08/2011 per Ka
+
1.2 benzina e per Fiesta
+
5 porte 16V 1.2 benzina 60CV. Solo per vetture in stock, grazie al contributo dei FordPartner. IPT esclusa.
Ka: consumi da 4,9 a 4,1 litri/100 km(ciclo misto); emissioni CO
2
da 115 a 109 g/km. Fiesta: consumi da 4,1 a 7,1 litri/100 km(ciclo misto); emissioni CO
2
da 107 a 129 g/km. Le vetture in foto possono contenere accessori a pagamento.
14
Gioved 11 Agosto 2011 Corriere della Sera

Risparmio
Approfondimenti
Lanomalia belga: debiti e nessun governo ma il Pil sale
Il primo consiglio quello di mantenere
i nervi saldi: cio non vendere sui ribassi
E poi si pu diversificare, come possibile
con le gestioni azionarie o obbligazionarie
Pensando per al lungo periodo
Il caso A 8rurc||cs manca un csccu||vo da /2G |orn|. cppurc |a crcsc||a a ||nc 2Oll |occhcra || 2./%
Risparmio
gestito
l |ond| comun|
sono una cassa
co||c|||va chc
raruppa ||
r|sparm|o d| p|u
r|sparm|a|or|. ||
dcnaro v|cnc
|nvcs|||o da||a
Soc|c|a d|
cs||onc |n a/|on|
||a||anc c
s|ran|crc.
obb||a/|on|. |||o||
d| S|a|o a scconda
dc||a ||po|o|a. l|
r||orno d|pcndc
dc||c a|||v||a |n cu|
c |nvcs|||o ||
|ondo. a cscmp|o.
un obb||a/|onar|o
arca curo ha un
pro|||o
r|sch|o|rcnd|mcn-
|o |n ||nca con
ouc||o dc| |||o|| d|
S|a|o. un
a/|onar|o ||a||ano
con ouc||o d|
P|a//a A||ar|
Cos
Pi difese con gli obbligazionari
D
accordo. La prima regola
non farsi prendere dal panico.
Anche nel pieno di una turbo-
lenza finanziaria come quella delle ulti-
me settimane, il consiglio degli opera-
tori mantenere i nervi saldi e non
buttarsi senza paracadute. Che vuol di-
re non vendere per svendere. Limpat-
to sul portafoglio familiare sarebbe
uno schianto doloroso e spesso ingiu-
stificato.
Ma se ora si volesse comprare visto
che tutto a buon mercato, eccetto
loro che continua a macinare record
su record per unoncia? Le azioni sono
in picchiata e i titoli di Stato vanno in
altalena spinti o meno dagli interventi
della Bce. un controsenso investire
ora? Per tanti risparmiatori un otti-
mo momento per comprare ma con
cautela perch non si sa quanto questo
momento pu durare, spiega Marco
Caprotti, Editor and analyst di Mornin-
gstar Italy. Dai risultati comparati dei
cinque migliori fondi azionari e obbli-
gazionari elaborato da Morningstar
Italy risulta che nonostante tutto i tito-
li di Stato tengono. Gli investitori si
buttano sul mercato obbligazionario,
sui governativi e sui corporate con i
giudizi pi alti. E a guardare i rendi-
menti di quei fondi viene da pensare
che abbiano dentro tanta Germania e
tanta Francia. Insomma, i bond resi-
stono ma ormai linvestitore medio si
deve abituare allincertezza. Dopo che
sono venuti meno alcuni punti fermi
come lequivalenza titoli di Stato ugua-
le tranquillit. Lultimo infarto lo ha
provocato la notizia dellabbassamen-
to del giudizio sul debito a lungo termi-
ne degli Stati Uniti, fino a poco tempo
fa insospettabili: i mercati americani e
internazionali hanno reagito accusan-
do pesanti ribassi, segnale che gli inve-
stitori non intendono pi esporsi.
Nemmeno le parole del presidente Ba-
rack Obama sono riuscite a placare lin-
cendio. Ma se la situazione questa,
come orientarsi? I fondi azionari so-
no quelli che stanno andando peggio
analizza Caprotti perch questa
crisi del debito ha generato una forte
avversione al rischio. Gli investitori
preferiscono non avere in mano i titoli
di societ europee. Per i rendimenti a
un mese si pu parlare di batoste.
Quelli a tre anni sono appena accettabi-
li, ma del resto si stava iniziando ad
uscire dalla crisi precedente. Se si cer-
ca la sicurezza (e di conseguenza rendi-
menti contenuti) bene orientarsi
sui titoli di Stato dei Paesi con la tripla
A, come Germania, Olanda, Austria,
Francia e Finlandia, spiega Angelo
Drusiani, gestore obbligazionario di
Banca Albertini Syz, che aggiunge:
bene farsi affiancare da un intermedia-
rio per scegliere la tipologia del prodot-
to e la scadenza. Il risparmiatore, co-
munque, attento: Il rischio emitten-
te continua Drusiani percepito
abbastanza alto dagli investitori. Del
resto pesa lincognita di quali saranno
le quotazioni senza lintervento delle
autorit centrali.
Le reazioni di questi giorni, per,
mostrano soprattutto investitori che
impulsivamente preferiscono vendere
anzich comprare. Sbagliando: Un ri-
sparmiatore investe oggi spiega
Marco Caprotti per avere una prote-
zione del capitale da qui a 15-20 anni.
Perci deve ragionare nel lungo perio-
do e non farsi toccare dalle notizie del
breve e medio termine. Sembra faci-
le. Ma se i mercati sono irrazionali, fi-
guriamoci un piccolo/medio risparmia-
tore. E lo sa bene chi lavora in banca,
che, in questi giorni nonostante sia
periodo di ferie tempestato di tele-
fonate di clienti dalle spiagge: chiedo-
no solo di vendere.
Resta per il problema di come gesti-
re i propri risparmi. La parola magica
che si sente ripetere diversificare:
Significa costruire un portafoglio
quanto pi possibile eterogeneo
continua Caprotti . Pi asset permet-
tono di resistere nei momenti di crisi,
ce ne sar uno che far da cuscinetto.
Per farlo non si deve necessariamente
avere un capitale cospicuo. Esistono
tanti modi. Un esempio? Scegliere un
fondo con molti titoli di societ euro-
pee che lavorano con la Cina. Vuol dire
puntare sulla corsa futura, in modo in-
diretto, dei mercati emergenti. Non im-
porta avere mille fondi, ma cercare
quello pi adatto. E la scelta dello
strumento giusto presuppone informa-
zione: Bisogna capire cosa si compra
insiste Caprotti . Sapere cosa c
allinterno, farsi unanalisi. Il rispar-
mio gestito lalternativa allinvesti-
mento diretto del proprio denaro. Ma
anche scegliere loperatore importan-
te: Meglio preferire i gestori di fondi
che hanno dimostrato di saper resiste-
re bene alle crisi finanziarie, che han-
no avuto buone performance o limita-
to le perdite suggerisce Caprotti .
Tenendo ben presente, per, che la si-
curezza negli investimenti non esiste. I
risultati passati non sono una garanzia
per quelli futuri.
Francesca Basso
fbasso@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA
Il premier che non c
Mercati nella bufera
Che cosa fare
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE
BRUXELLES C un Paese, in
Europa, dove laltra sera il primo
ministro ha spiegato dalla tv: Noi
stiamo meglio dellItalia, abbiamo
meno debiti, cresciamo pi in fret-
ta. E lui Yves Leterme un
primo ministro facente funzioni, e
il suo il Belgio lunico Paese
in Europa senza governo, ormai da
426 giorni, record mondiale assolu-
to per una crisi politico-istituziona-
le: eppure, precisamente come ha
detto il suo premier, va meglio del-
lItalia e di svariati altri Paesi. Tan-
t vero che il suo prodotto interno
lordo ha seguito negli anni della cri-
si un andamento a rimbalzo, ma
sempre al di sopra delle medie eu-
ropee: +0,8% nel 2008, -2,7% nel
2009 (-4,1 per la media dellEurozo-
na) e +2,1% nel 2010 (dato medio
dellEurozona: +1,8%). Quanto al
2011, le previsioni della Commis-
sione Europea confermano: Belgio,
+2,4%; media Eurozona, +1,6%.
Con un governo federale, o sen-
za, ai belgi andata sempre nello
stesso modo: non male. Anche per-
ch i governi locali delle due comu-
nit, la fiamminga e la francofona,
sono sempre al loro posto, garan-
tendo la continuit amministrati-
va: e forse questo spiega in parte il
mistero del presunto Lucignolo
che guadagna i primi banchi della
classe. Unaltra spiegazione sta nel-
la vicinanza del locomotore Germa-
nia, le cui accelerate si riflettono
sempre sul vagone belga. E unaltra
spiegazione ancora, sta nella pro-
duttivit che Germania o no i
6 milioni di belgi fiamminghi e i 4
milioni di francofoni hanno sem-
pre condiviso come tradizione na-
zionale, al di l di ogni baruffa inter-
na.
Il vuoto politico dura dal giugno
2010, tutto come congelato in una
macchina del tempo: Yves Leterme,
premier facente funzioni di oggi,
il capo dei democristiani fiammin-
ghi che allora vinsero le elezioni;
Elio Di Rupo mediatore nomina-
to dal re Alberto II il capo dei
socialisti francofoni che allora le
persero. E anche colui che riprende-
r fra poco i negoziati fra gli 8 parti-
ti dellOctopus (o polpo, dallin-
glese, com stata battezzata la ga-
lassia dei vari gruppi). Niente acca-
dr, per, prima che finiscano le va-
canze istituzionali. E qui stato ne-
cessario sciogliere un altro mi-
ni-garbuglio: i Parlamenti locali
stanno infatti godendo 3 settimane
di ferie concesse loro da Di Rupo,
su suggerimento del re, per stare
un po con le vostre famiglie. E do-
po Ferragosto riapriranno i batten-
ti. Ma il Parlamento federale? Tem-
pesta finanziaria o no, stando alla
tradizione, avrebbe dovuto riaprire
solo per il secondo marted di otto-
bre, per il discorso dellUnione
del premier: chiunque egli sia, an-
che se solo una sorta di ammini-
stratore pro tempore. Ora, proprio
sullonda dellemergenza in tutta
Europa, si deciso che il Parlamen-
to riaprir in anticipo, cio ai primi
di settembre. Anche perch ci sono
da ratificare le decisioni assunte al
vertice dei capi di Stato e di gover-
no della Ue, il 21 luglio: e soprattut-
to il potenziamento del Fondo salva
Stati (Efsf) che dovrebbe garantire
il secondo salvataggio della Grecia,
e forse dicono le Cassandre
quello di altre nazioni nei prossimi
mesi. I deputati torneranno, ci sar
forse qualche mugugno: e il Pil, sen-
za governo, continuer a salire.
L.Off.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Le spiegazioni
I governi locali delle due comunit,
la fiamminga e la francofona, sono
per sempre al loro posto. Unaltra
spiegazione per la crescita sta
nella vicinanza della locomotiva
Germania
l| 8c||o c scn/a ovcrno da|
|uno 2OlO. Yvcs lc|crmc c
prcm|cr |accn|c |un/|on|. l|
par|amcn|o |cdcra|c avrcbbc
dovu|o r|prcndcrc | |avor| a mc|a
o||obrc ma. su||onda
dc||cmcrcn/a dcb||o |n |u||a
Europa. s| r|un|ra a |n|/|o sc||cmbrc
COME SCEGLIERE
I FONDI COMUNI
E RESISTERE AI CROLLI
15 Primo Piano
Corriere della Sera Gioved 11 Agosto 2011
#


La ferma risposta della polizia di Londra va attuata anche in altre
citt della Gran Bretagna Ed Milliband, leader dei laburisti inglesi
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE
LONDRA La controf-
fensiva in corso. Dice Da-
vid Cameron: con ogni mez-
zo per portare in carcere i
criminali. Sedicimila uomi-
ni per pattugliare le strade,
cannoni ad acqua e pallotto-
le di gomma per respingere
gli assalitori. E tribunali
aperti di giorno e di notte
per processare immediata-
mente i saccheggiatori, sen-
za tante storie e complimen-
ti: subito davanti alle corti,
subito la sentenza e subito
la prigione. Adulti, adole-
scenti e bambini. Gli arresta-
ti sono gi 1.200, identifica-
ti dalle camere a circuito
chiuso, chi preso in flagran-
te, chi raggiunto a casa gra-
zie ai controlli e ai riconosci-
menti.
Un bollettino da batta-
glia. E parole da battaglia.
Ma David Cameron deve fa-
re anche ammenda. Ammet-
te che c qualcosa di pro-
fondamente sbagliato nella
nostra societ. Questi gio-
vani protagonisti delle rivol-
te non rappresentano la
maggioranza ma sono sac-
che di disagio verso cui oc-
corre agire con severit e
con politiche pi efficaci.
Deve esserci responsabili-
t nella nostra societ, dob-
biamo avere un codice di va-
lori per la convivenza. Il
premier britannico sfodera
la tolleranza zero per pro-
mette maggiore sensibilit
e attenzione per larea del
malcontento. Non consen-
tiremo che vinca la cultura
della paura.
Londra si lecca le ferite
ma resta in allerta. Oggi si
decider se sospendere lini-
zio del campionato di calcio
previsto per sabato.
Alcune squadre della Pre-
mier League, a cominciare
dal Tottenham, il cui stadio
in una delle strade della pe-
riferia nord dove gli inciden-
ti sono stati pi feroci e do-
ve i timori di nuovi scontri
sono ancora alti. Fuori Lon-
dra dopo linferno di ieri la
situazione di allarme: a
Manchester, a Liverpool, a
Salford, a Nottingham, a Lei-
cester. E soprattutto a Bir-
mingham dove sono morti
tre asiatici, travolti da unau-
to nel corso degli assalti.
Camminavano ed erano
impegnati in unazione di di-
fesa della zona sconvolta dai
saccheggi. La vettura salita
sul marciapiede, li ha centra-
ti in pieno e schiacciati.
Uccisi deliberatamente?
Un delitto razzista compiuto
da una gang? Un tragico inci-
dente? Un uomo stato arre-
stato. chiaro che in una si-
tuazione di gi gravissima
tensione una notizia del ge-
nere rischia di diventare la
scintilla di una catena senza
fine di vendette. Birmin-
gham la seconda citt per
popolazione nel Regno Uni-
to. Tre abitanti su dieci non
sono europei. Gli equilibri
fra le etnie sono difficili. Ba-
sta poco e la pace salta. Ecco
perch i leader di tutte le co-
munit si sono impegnati
subito a calmare gli animi af-
fiancati dal pap delle tre vit-
time che ha invitato a non
aggiungere violenza a vio-
lenza.
Ore di tregua. A Londra,
nel Centro e nel Nord dellIn-
ghilterra la rivolta congela-
ta. Presto per dire che sta-
ta domata. Scotland Yard di-
chiara di essere pronta al
peggio. La furia sembra es-
sere passata.
Ma nessuno si fida.
F. C.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Misure repressive
Tre morti a Birmingham: investiti deliberatamente da unauto
Autorizzati i cannoni ad
acqua. Ma il premier
ammette: C qualcosa
di sbagliato nella societ
Esteri
Cameron sceglie la linea dura
Mille arresti e processi lampo
Leader David Cameron (Afp)
Scena
del crimine
Un esperto della
scientifica al
lavoro sul luogo
dove ieri 3
persone sono
state investite e
uccise, a
Birmingham (Ap)
Inghilterra La controffensiva funziona, ma nelle citt del Nord non si placano gli scontri
16
Gioved 11 Agosto 2011 Corriere della Sera

DAL NOSTRO INVIATO
LONDRA Hanno un nome:
Brooms army, lesercito delle
scope. E un obbiettivo dichiarato:
Dimostriamo a noi stessi e al
mondo che esiste una Londra civi-
le, si legge nelle migliaia di mes-
saggini di appello per volontari dif-
fusi su Twitter e nei siti locali. Due
giorni fa hanno preso possesso dei
quartieri pi devastati della capita-
le con le loro brigate di militanti
emerse dai fumi degli incendi ap-
pena spenti, attraverso il velo di
sbigottito terrore che asserraglia-
va la popolazione, forti e fieri, ar-
mati soltanto di scope e, i pi orga-
nizzati, di guanti di gomma.
Sono rimasta affascinata da
questo guizzo morale di civilt. De-
vo ammettere che luned e marte-
d ero come annichilita. Possibile
che Londra, la mia citt di adozio-
ne da quasi sei anni, fosse diventa-
ta improvvisamente una giungla
di bande criminali pronte a deru-
bare, bruciare e vandalizzare in
ogni momento? Poi ho visto leser-
cito delle scope, la maggioranza si-
lenziosa dei cittadini che non si la-
sciano mettere i piedi in testa. E
non ho potuto fare altro che unir-
mi a loro, spiega Megan Ellis,
35enne immigrata nel 2005 dal-
lAustralia, oggi maestra elementa-
re, incontrata a Claphan Junction,
uno dei quartieri nelle periferie
sud della citt che luned notte era
stato investito dalle violenze. Ieri
era uno dei pochi volontari rima-
sti a spazzare la strada. China di
fronte a una libreria dalle vetrate
infrante si dava da fare con una
scopa e un grosso sacco di plastica
dove raccogliere rottami, schegge
e ci che resta dei cassonetti della
spazzatura. Gran parte del quartie-
re, sebbene pesantemente danneg-
giato, gi stato ripulito. Qui mar-
ted pomeriggio era arrivato anche
il sindaco di Londra, Boris John-
son, che con un gesto da sperimen-
tato populista, dopo essere stato
duramente criticato dai locali, spe-
cie i negozianti, per quella che ac-
cusano essere la passivit crimi-
nale delle forze dellordine di
fronte ai saccheggi, si era impos-
sessato con gesto repentino di una
scopa dal lungo manico branden-
dola come un trofeo e scatenando
lapplauso della piccola folla. Gra-
zie a tutti per essere scesi nelle
strade con una scopa. Voi siete lo
spirito pi autentico della nostra
comunit, ha gridato tra gli inci-
tamenti e il consenso generale. Pa-
nifici e pasticcerie distribuiscono
dolci ai volontari, privati passano
per offrire bevande e sorrisi. Lo
stesso avviene nelle zone di Hack-
ney, Camden e Chalk Farm.
La mobilitazione corre sui
messaggi rilanciati dai telefo-
nini. la risposta a chi accu-
sa le nuove tecnologie della
comunicazione di essere com-
plici dei banditi. Twitter
non c'entra nulla. Dipende
da come viene usato, ag-
giunge con un sorriso la
giovane australiana. I me-
dia inglesi confermano
che lo stesso avviene nel-
le altre citt investite dai
disordini. Le nostra difese so-
no le nostre scope, scrivono via
sms. Tanti sottolineano il carattere
apolitico del movimento: Non la-
sciamo che i politici si impadroni-
scano dei nostri slanci civili. In Li-
verpool un barista ha inaugurato
una pagina su Facebook titolata
La pulizia di Liverpool. Tra i
suoi associati un supermercato lo-
cale disposto a donare scope, una
cooperativa che offre sacchi di pla-
stica per la raccolta rifiuti e un bar
che ha distribuito 100 tra caff e
t. Ma, se il volontarismo si dimo-
stra larma migliore per combatte-
re il diffuso senso dimpotenza e la
paura, anche vero che lemergere
di nuovi dettagli sulle dinamiche
dei saccheggi non fa che accresce-
re le inquietudini collettive. Ieri po-
meriggio ancora a Claphan i testi-
moni raccontavano d'intere fami-
glie arrivate per derubare. Ho vi-
sto di persona genitori mandare i
figli di nove o dieci anni nei nego-
zi in fiamme dicendo loro cosa
prendere, per lo pi scarpe, vestiti
e articoli da cucina. Almeno tre fa-
miglie sono passate di fronte alle
vetrate del nostro locale luned se-
ra dopo le nove, racconta Jenny
Kruse, cameriera ventenne del Fal-
con Pub che si trova solo a 10 me-
tri da un grande palazzo devastato
dalle fiamme. I padri attendeva-
no i figli in auto poco lontano.
Hanno caricato i bagagliai e sono
fuggiti indisturbati, aggiunge il
proprietario di origine indiana di
una rivendita di giornali.
In serata tuttavia proprio il vo-
lontarismo, o meglio i suoi eccessi
pi militanti, erano diventati tema
di accesa controversia. Linnocen-
te ed encomiabile spirito civico
che caratterizza i soldati delleser-
cito delle scope si accompagna in-
fatti al crescere delle organizzazio-
ni di autodifesa violenta. gi av-
venuto nei quartieri a maggioran-
za Sikh, turca e dimmigrati dal
Bangladesh, dove nelle notti scor-
se gruppi di autodifesa hanno ag-
gredito i potenziali saccheggiatori.
Le televisioni segnalano che ora
stanno scendendo in campo gli
estremisti della English defence le-
ague, lorganizzazione xenofoba di
estrema destra che da anni lotta
contro limmigrazione. Laltra sera
la polizia ha dovuto intervenire
per evitare che tre giovani di colo-
re venissero linciati dai vigilantes
su un bus a Eltham. Sembra che
gli estremisti cerchino ora nuovi
consensi proprio sfruttando il desi-
derio di mobilitazione tra la popo-
lazione. Contro il pericolo del far-
si giustizia da soli dunque sce-
so in campo ancora Boris Johnson:
Giusto che i negozianti difenda-
no i loro locali. Ma devono farlo in
modo ragionevole. Non vogliamo
vigilantes.
Lorenzo Cremonesi
RIPRODUZIONE RISERVATA
la mob||||a/|onc v|a sms. 0|mos|r|amo d| csscrc un Pacsc c|v||c. l| s|ndaco !ohnson. no a||c souadrc d| v|||an|cs Il reportage
Non il momento per pensare a tagli sostanziali nel numero di
poliziotti Boris Johnson, sindaco di Londra
Condanno fermamente la repressione e luccisione dei dimostranti
a Londra Mahmoud Ahmadinejad, presidente iraniano
Migliaia di persone ripuliscono i quartieri di Londra
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE
LONDRA Sembrava un ange-
lo, un angelo col caschetto di capelli
rossi. Avr avuto quindici o sedici
anni, una ragazzina bellissima. Poi
l'angelo diventata una strega. Era
con alcuni giovani, suoi amici, che
allimprovviso si sono scatenati.
Hanno sfasciato senza una ragione
le mie vetrine e razziato ogni cosa. E
lei se la rideva tranquilla e mi pren-
deva in giro: te la fai sotto eh? Que-
gli occhi, quelle parole di sfida non
li dimenticher mai.
Onelia Giarratano vive a Londra
da 16 anni. Con il marito ha aperto
un negozi o di parrucchi ere a
Clapham Junction, il sud ovest di
Londra, dove le trib si sono scate-
nate nella notte di marted. Certo
che li ho visti quei vandali. Alcuni
mascherati, alcuni no. Adolescenti,
bianchi e neri, ventenni, trentenni.
Unorda di selvaggi. E si sapeva che
sarebbero arrivati, il tam tam era
partito nel pomeriggio. Hanno agito
indisturbati, cerano solo dieci poli-
ziotti, perch hanno mandato solo
dieci poliziotti?.
L vicino, a due passi dal negozio
c un campo giochi. Punto di ritro-
vo di una delle bande del quartiere
che sono tre e in guerra fra loro. Ma
per la rivolta hanno fatto un patto:
pace per qualche giorno e tutti insie-
me a bruciare la citt. Ecco una delle
facce di queste giornate londinesi,
la faccia delle gang dei minorenni.
Una delle tante perch i protagoni-
sti delle barricate e dei saccheggi
hanno storie diverse, et diverse, li-
neamenti e colori della pelle diversi,
asiatici, afrocaraibici, turchi, ingle-
si. Ed difficile trovare un filo che li
accomuna. Ci sono i profili di ragaz-
zine bionde e di ragazzine nere. Ci
sono i profili persino di bambini co-
me quello immortalato in bicicletta
che fugge col cestino pieno di pac-
chi e pacchettini rubati da un magaz-
zino.
Le televisioni a circuito chiuso,
sparse in ogni angolo della citt,
hanno immortalato quei volti e i fo-
togrammi vengono distribuiti da
Scotland Yard. Il tabloid Sun invita
alla delazione: chi li conosce li de-
nunci. E i tribunali hanno l'ordine
di restare aperti 24 ore su 24. Chi ca-
de nella rete va a processo a qualsia-
si ora del giorno.
Niente sconti, mano dura con gli
angeli dellintifada. La sfilata co-
minciata. Ed sorprendente scopri-
re, dopo tante parole, la vera identi-
t dei teppisti e delle teppiste, dei ri-
voltosi e delle rivoltose che hanno
depredato vestiti, telefoni, televiso-
ri, creme, formaggi, vino e birra, tut-
to ci che riuscivano. Disagio, narci-
sismo, esclusione dalla societ dei
consumi. Analisi importanti. Ma
pur sempre discorsi generici. La real-
t, che salta fuori dalle udienze alla
corte di Highbury Corner, dice an-
che altre cose. Banye Canon, 20 an-
ni, che si portato via uno scatolo-
ne di alimentari, universitario del-
lEssex. Nan Assante, 19 anni, che
ha fatto shopping in un supermer-
cato, uno steward al Holland Park
Opera House. Adrian Cotton, 25 an-
ni, che ha ribaltato gli scaffali di una
drogheria, camionista. E Shereka
Leigh, che si procurata il guarda-
roba da Jd Sport, una mamma sin-
gle. Fitzroy Thomas, 43 anni, che ha
spaccato le vetrine del ristorante
Nandos, uno chef. invece un
alunno modello di grade A il quat-
tordicenne (niente nome) che si
intascato un cellulare. Alexis Bailey,
31 anni, lavora in una scuola ele-
mentare e si improvvisato ladro a
Croydon. Un altro minorenne, sma-
scherato dalle telecamere e processa-
to, pure lui uno studente: pescato
dalle immagini con bottiglie di
whisky e 50 pacchetti di chewing
gum. Poi le due sorelle, 14 e 16 an-
ni, che tornate da pap e mamma
con un televisore hanno ammesso:
I nostri genitori si sono messi a ri-
dere. Infine un undicenne, bambi-
no bravo e simpatico, ha passato
una notte in prigione: ha ammesso
di aver rubato una pattumiera da 50
sterline, ora dovr rispettare il copri-
fuoco dalle 6 di sera al mattino.
Teppisti delle gang giovanili in
combutta fra loro, come quelli di
Clapham Junction. Ma tanta gente
comune. Disoccupati e occupati. Ma-
schi e femmine. Poveri e non pove-
ri. Di tutte le etnie, di tutte le et. Ec-
co perch la rivolta di Londra preoc-
cupa: non c solo il disagio delle pe-
riferie. C una partecipazione attiva
e passiva, trasversale. Ordinaria, im-
prevedibile follia collettiva.
Fabio Cavalera
RIPRODUZIONE RISERVATA

Volontari
Ero annichilita dalla
violenza. Poi ho visto
la gente che puliva. Sono
scesa in strada anchio
Tra i fermati molti ragazzi perbene
E anche un undicenne finito in cella
Lidentit svelata
Identikit 0a| pr|m| proccss| cmcrc un mosa|co d| c|n|c. rcdd||| cd c|a. un||o so|o da||a |o|||a co||c|||va
A giudizio
La polizia invita la gente a
denunciare i vandali. E i
tribunali hanno avuto lordine
di lavorare 24 ore su 24
Denuncia
la donna d|vcn|a|a |amosa pcr ||
sa||o da| suo appar|amcn|o |n
||ammc ha un nomc. r||cr|va |cr| ||
Guardian. 0| or||nc po|acca.
Hon||a Konc/y|. 32 ann|. v|vc a
londra da| mar/o scorso
Chi li conosce? la po||/|a d|
Hanchcs|cr ha d|||uso su ln|crnc| |c
|mma|n| d| a|cun| |ovan| sospc||a||
d| v|o|cn/c (foto sotto) ch|cdcndo
a|u|o a| pubb||co pcr |dcn||||car||
(mc|.po||cc.u||d|sordcrsuspcc|s|).
Lo chef, la single, il bambino: le facce della rivolta
Cos lesercito delle scope
si riappropriato della citt
In fuga dal fuoco
La campagna del quotidiano
britannico The Sun che
invita i lettori a identificare
dalle immagini i colpevoli dei
saccheggi. Il titolo chiaro:
Denuncia il cretino
Caccia alluomo
La T-shirt
Quelli che
saccheg-
giano
sono
gentaglia
17 Esteri
Corriere della Sera Gioved 11 Agosto 2011

18 Esteri
Gioved 11 Agosto 2011 Corriere della Sera
#
QUEI FIGLI UMILIATI DEL CONSUMO
ALLASSALTO DELLE NUOVE CATTEDRALI
Quando lesclusione dal mercato considerata uno stigma
Ed Miliband
Il leader dei
laburisti ha
parlato di
orribili scene
di devastazione
e lodato la
ferma risposta
della polizia
Ken Livingstone
Per lex sindaco
di Londra gli
scontri sono una
conseguenza
dei tagli
massicci attuati
da Cameron
SEGUE DALLA PRIMA
I
terreni minati sono quelle aree disse-
minate a caso di ordigni esplosivi: si
pu star certi che alcuni di essi, a un
certo punto, salteranno in aria, ma nessu-
no in grado di affermare esattamente
quali e quando. Se le rivoluzioni sociali so-
no invece fenomeni mirati, ecco che pos-
sibile intervenire per identificarle e disin-
nescarle in tempo. Ma non le esplosioni
da terreno minato. Nel caso dei terreni mi-
nati per mano di soldati di un esercito, si
possono inviare soldati di qualche altro
esercito a rintracciare le mine per disar-
marle. Un compito rischiosissimo, come
dice ladagio dei militari: Lo sminatore
pu sbagliare una sola volta. Ma nel ca-
so di terreni minati predisposti dalle dise-
guaglianze sociali persino un simile rime-
dio, per quanto pericoloso, fuori della
nostra portata: il compito di interrare le
mine e quello di dissotterrarle deve esse-
re eseguito dal medesimo esercito, che
non pu tuttavia smettere di aggiungere
nuovi ordigni, n evitare di camminarci
sopra allinfinito. Disseminare le mine
e cadere vittima delle esplosioni diventa
allora un circolo inevitabile e inarrestabi-
le.
Le diseguaglianze sociali, di qualunque
genere esse siano, derivano dalla divisio-
ne tra coloro che hanno e coloro che non
hanno, come fece notare Miguel Cervan-
tes de Saavedra cinquecento anni or so-
no. Ma a seconda delle epoche, lavere o
non avere certi oggetti rappresenta, ri-
spettivamente, la condizione pi ardente-
mente ambita o pi ferocemente risenti-
ta. Due secoli fa in Europa, e ancora pochi
decenni fa in molti luoghi lontani dallEu-
ropa, e oggigiorno nei teatri bellici dove
si combattono guerre tribali o dove detta-
no legge i tiranni, il principale oggetto del
contendere tra i ricchi e i poveri era la pa-
gnotta, o la ciotola di riso. Grazie a Dio,
alla scienza, alla tecnologia e ad alcuni
espedienti politici di buon senso, abbia-
mo superato queste emergenze. Il che
non vuol dire, tuttavia, che lantico diva-
rio sia morto e sepolto. Al contrario... Gli
oggetti del desiderio, la cui assenza provo-
ca una reazione scomposta e rabbiosa, so-
no oggi sempre pi numerosi e variegati
il loro numero, anzi, aumenta di gior-
no in giorno, assieme alla tentazione di
impadronirsene. Cos crescono di pari
passo il malumore, la rabbia, lumiliazio-
ne, il risentimento rinfocolato dal non
averli, come pure limpulso di distrugge-
re tutto ci che non si pu ottenere. Il sac-
cheggio e lincendio dei negozi sono la
conseguenza di quello stesso impulso e
soddisfano quello stesso desiderio.
Oggi siamo tutti consumatori, innanzi-
tutto e soprattutto consumatori, consu-
matori per diritto e per dovere. Il giorno
dopo la tragedia dell11 settembre, nel
suo appello lanciato agli americani per in-
coraggiarli a superare il trauma e tornare
alla normalit, il presidente Bush non tro-
v niente di meglio da dire che ricomin-
ciate a comprare. il livello della nostra
attivit di acquirenti e la facilit con cui ci
sbarazziamo di un oggetto di consumo
per sostituirlo con una versione pi nuo-
va e aggiornata a fissare i parametri fon-
damentali del nostro status sociale e il no-
stro punteggio nella corsa al successo. A
tutti i problemi che incontriamo sul no-
stro cammino, noi cerchiamo la soluzio-
ne nei negozi.
Dalla culla alla bara, siamo stati istruiti
e addestrati a considerare i negozi come
farmacie traboccanti di medicamenti per
curare o almeno alleviare ogni malattia e
afflizione della nostra vita individuale e
collettiva. I negozi e lo shopping acquisi-
scono pertanto una vera e piena dimensio-
ne escatologica. I supermercati, nella cele-
bre citazione di George Ritzer, sono diven-
tati le nostre cattedrali; e di conseguenza,
mi sia consentito di aggiungere, la lista
della spesa diventata il nostro breviario,
le processioni nei centri commerciali i no-
stri pellegrinaggi. Nulla ci emoziona e ci
riempie di entusiasmo come acquistare
per impulso e scartare oggetti che non ci
piacciono pi per sostituirli con altri, pi
invitanti. La pienezza della gioia del con-
sumo equivale alla pienezza della vita.
Compro, ergo sono. Comprare o non com-
prare, questo il problema.
Per i consumatori senza accesso al mer-
cato, i veri poveri di oggi, il non poter ac-
quistare lo stigma odioso e doloroso di
una vita incompiuta, la conferma della
propria nullit e incapacit. Non semplice-
mente l assenza di
ogni piacere, bens
lassenza della dignit
umana, limpossibili-
t di dare un senso al-
la propria vita e, da ul-
timo, la privazione
stessa di umanit, au-
tostima e rispetto per
gli altri.
I supermercati sa-
ranno anche cattedra-
li aperte al culto per i
fedeli, ma per gli esclu-
si, gli scomunicati, gli
indegni, per tutti colo-
ro che sono stati allontanati dalla Chiesa
del Consumo, essi rappresentano le posta-
zioni del nemico, erette nei deserti del-
lesilio. Quei bastioni fortificati sbarrano
laccesso ai beni che tutelano altri da un
cos triste destino. Il presidente Bush sa-
rebbe daccordo nellaffermare che essi
impediscono il ritorno alla normalit
(e addirittura laccesso alla normalit, per
quei giovani che non hanno mai parteci-
pato al culto). Griglie e saracinesche di
ferro, telecamere di sorveglianza, guardie
di sicurezza appostate allingresso e in
borghese allinterno, non fanno altro che
confermare latmosfera di campo di batta-
glia e di ostilit in corso. Queste cittadelle
armate e sorvegliate, popolate di nemici
asserragliati nel territorio di coloro che
non hanno, ricordano agli abitanti, gior-
no dopo giorno, la loro miseria, la loro in-
capacit, la loro umiliazione. Insolenti nel-
la loro presuntuosa e arrogante inaccessi-
bilit, sembrano urlare parole di sfida e
provocazione: ma a che cosa?
Testo pubblicato
sul Social Europe Journal
(traduzione di Rita Baldassarre)
RIPRODUZ ONE RISERVATA
Lanalisi Il sociologo polacco riflette sulla rabbia dei giovani britannici
Il dibattito Per Paolo Ferrero i vandali esprimono un disagio sociale. Vendola: sbagliato criminalizzare il fenomeno
Nessun cittadino dovrebbe contribuire a dare soldi a chi ruba
e mostra disprezzo per il Paese Dalla petizione online firmata finora da 80 mila cittadini
Le posizioni inglesi

Il premier britannico David Came-


ron li ha definiti semplici crimina-
li, il leader laburista Ed Miliband si
ben guardato dal solidalizzare con lo-
ro e ha lodato la ferma risposta delle
forze dellordine. Ma per la sinistra
italiana questa una lettura a dir po-
co miope. Ieri su Il Fatto Quotidiano
leditoriale di Paolo Flores DArcais
parlava di rabbia sacrosanta e Libe-
razione titolava Questa la ribellio-
ne degli esclusi dal denaro. Mentre
su Il Manifesto Tariq Ali ironizzava
sulle dure punizioni evocate dal go-
verno britannico per i manifestanti
trovati con una cerbottana in mano.
Sono posizioni che a Londra ha
espresso solo un eretico come lex
sindaco Ken Livingstone.
Paolo Ferrero, segretario di Rifon-
dazione comunista, non ha dubbi:
La tesi di Cameron completamente
sbagliata e ipocrita. Non sono dei cri-
minali. Un criminale agisce secondo
un principio di razionalit. Questi so-
no ragazzi cresciuti tra gli strati pi
emarginati della societ senza lavoro
n casa che ogni giorno si confronta-
no con pubblicit che esaltano consu-
mi roboanti veicolando il messaggio
che se non sei ricco sei cretino. una
generazione al macero grazie alle poli-
tiche dei conservatori inglesi che han-
no permesso a chi era ricco di diventa-
re ricchissimo. In questo contesto di
disagio sociale si determinano le ri-
volte. Pi in Europa si proseguir con
la politica neoliberista che toglie agli
strati deboli pi probabile che rea-
zioni di questo tipo le ritroveremo da
tutte le parti.
Ferrero fa notare che la prima
volta dalla fine della Seconda guerra
mondiale che la gente guarda al futu-
ro pensando che i figli staranno peg-
gio di loro. Questo provoca un im-
barbarimento della societ. I fatti di
Londra spiega ancora Ferrero ci
insegnano che bisogna cambiare regi-
stro e mettere sotto controllo la specu-
lazione finanziaria.
Anche Nichi Vendola, leader di Sini-
stra ecologia e libert, pensa che sia
autolesionistico rinunciare a vedere
e a capire un fenomeno che ha ormai
una portata continentale. Secondo il
governatore della Puglia ci sono due
fratture che fungono da detonatore
della rabbia: quella generazionale in
cui i giovani vivono una permanente
deprivazione del futuro e quella socia-
le di chi costretto a una condizione
materiale arida e povera anche nelle
metropoli della ricchezza e del welfa-
re. Le piazze e le periferie implodo-
no a Parigi come a Madrid, a Londra
come al Cairo per testimoniare fisica-
mente continua Vendola anche
attraverso un rifiuto estremo, il pro-
prio disagio. Si fa male a criminalizza-
re tutto questo.
Non daccordo Ivan Scalfarotto,
vicepresidente del Pd. La rabbia non
mai sacrosanta dice al telefono
da Londra chi vandalizza comun-
que dalla parte del torto. Lordine
pubblico importante e la sinistra di-
venta credibile quando se ne fa garan-
te. Deve essere chiaro al cittadino che
il rispetto delle norme un elemento
di coesione sociale. Ci sono decine
di centinaia di migliaia di cittadini,
sottolinea Scalfarotto, che esprimono
la propria rabbia andando a votare o
in altri modi civili: Io sto dalla loro
parte e anche da quella delle forze del-
lordine. Questo non vuol dire che
non ci si debba prendere cura del disa-
gio.
Monica Ricci Sargentini
msargentini@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA
E in Italia la sinistra radicale capisce la rivolta

Oggi siamo tutti


consumatori,
per diritto e per dovere
Intellettuale
Zygmunt Bauman
(foto Cendamo),
84 anni, un
sociologo e
filosofo polacco
di origini ebraiche
La storia
Lasci la Polonia
nel 68 per
londata di
antisemitismo.
Insegn in Israele,
poi si trasfer nella
britannica Leeds,
dove vive
Il percorso
Dallortodossia
marxista Bauman
ha elaborato
categorie
fondamentali nella
sociologia
contemporanea,
come quella di
societ liquida
Le opere
Tra i suoi libri:
Modernit
liquida, Vite di
scarto,
Consumo,
dunque sono
Sciacalli Saccheggio di un negozio nel centro di Birmingham (Reuters)


19
Corriere della Sera Gioved 11 Agosto 2011

SOVICO (Monza) Un col-
po solo. Il collo di bottiglia,
spezzato e usato come un pu-
gnale, taglia la pelle e arriva fi-
no alla carotide. Poi le urla. Il
sangue inarrestabile. E la fuga.
Quella dellassassino di Loren-
zo Cenzato, 18 anni compiuti a
febbraio, nato e cresciuto a So-
vico, 8.100 abitanti, tasso dim-
migrazione del 7%, nel cuore
della Brianza. Lorenzo muore
in meno di cinque minuti. So-
no da poco passate le tre del
pomeriggio.
La corsa del suo assassino,
subito identificato dai carabi-
nieri di Monza grazie alle testi-
monianze degli amici, termina
prima di sera. Vagava in stra-
da, aveva cercato di tornare a
casa ma cerano gi le pattu-
glie. Diciassette anni, le sue ini-
ziali sono L.T., ecuadoriano e
vive a Vedano al Lambro con il
patrigno e la madre. Meno di
cinque chilometri da Sovico.
Quando lo interrogano non
riesce a spiegare cosa sia suc-
cesso. Ha bevuto. La conferma
arriva dallalcoltest. Fuori dalla
caserma di Biassono si raduna-
no gli amici di Lorenzo: Date-
lo a noi. Restano fino alluna
di notte. Sono una ventina.
Chi abita a Sovico fatica a
trovare una ragione per quan-
to accaduto. Per tutto il giorno
una processione davanti al
luogo dellomicidio: il centro
del paese, giardini ben curati,
grandi pini che fanno ombra,
panchine, la biblioteca, il muni-
cipio, la parrocchia e un ponte
di legno che collega i due lati
del viale. In cima lex serra di
una villa storica, restaurata e
affidata dal Comune agli Alpi-
ni e al Cai. Lorenzo morto
proprio davanti allingresso.
Secondo la ricostruzione dei
carabinieri, pochi minuti pri-
ma si era fermato in un nego-
zio di alimentari assieme a un
amico, figlio del titolare. Ave-
vano preso un paio di bottiglie
di birra. Poi, per strada, hanno
incontrato un terzo amico e in-
sieme sono andati allex serra,
dove ad attenderli ce nera un
quarto. Con lui una faccia mai
vista in zona. Amico di amici.
Lassassino.
Si stappano le birre e forse
qualcuno fuma uno spinello.
Si parla di tutto e di niente. An-
che di una ragazza. Una ragaz-
za che, forse, interessava a Lo-
renzo. Poi la discussione si ac-
cende: Non mi devi risponde-
re in questo modo. Gli insulti
e una sassata. Il giovane ecua-
doriano prende una bottiglia
di birra, rompe il collo contro
il gradino della scalinata e par-
te contro Lorenzo. Gli amici
sconvolti danno lallarme. Dal
comando dei vigili, proprio di
fronte, escono due agenti. Ma
lomicida gi scappato in mo-
torino. Tra i primi a soccorrere
Lorenzo Cenzato c il sindaco
del paese Alfredo Colombo.
lui ad avvisare la famiglia:
Era amico di mio figlio, erano
coetanei. Linterrogatorio du-
ra fino a notte fonda. C il pm
di Monza, Stefania Di Tullio, e
quello della Procura dei mino-
ri di Milano, Michela Bordieri:
Mi ha spinto per primo. Ho
solo reagito. Il 17enne poi
crolla: Si, lho ucciso io, ma
non ricordo altro. In caserma
c anche lavvocato dufficio.
Scatta il fermo per omicidio vo-
lontario.
Cesare Giuzzi
Riccardo Rosa
RIPRODUZIONE RISERVATA
Nonno eroe
salva i nipoti
e annega
Confessa 17enne. Caserma assediata: datelo a noi
La confidenza
La famiglia l| r|cordo. c usc||o d| casa. cra bc|||ss|mo. vo|cvo abbracc|ar|o c non |ho |a||o
Chiss come si sente,
poverino. Me lo ha
portato via per sempre
ma anche la sua vita
rovinata per sempre

La ricostruzione
TORINO Non vorrei mai
essere costretto a uccidere
qualcuno. Pier Angelo Conza-
no, il gioielliere che ieri pome-
riggio, reagendo a una rapina,
ha freddato con un colpo di pi-
stola un uomo di 35 anni, lo
aveva confidato ad Anna, una
sua cliente, meno di un anno
fa proprio al banco dellorefice-
ria che portava il suo nome,
nellelegante quartiere della
Crocetta, in corso Re Umberto,
a Torino. Poi Conzano ha deci-
so di trasferire il negozio in
unaltra zona, nella multietni-
ca San Salvario: Qui laffitto
troppo alto e di affari se ne
fanno pochi, in via Ormea c
pi passaggio. Alla sua clien-
te Conzano aveva spiegato:
Nel nostro lavoro si corrono
molti rischi, la rapina pu av-
venire in qualunque momen-
to, specie dove mi trasferir.
Ma io so come difendermi. Qui
dietro indicava il retrobotte-
ga ho una pistola. Aggiun-
ge ora Anna: Conzano non
certo una persona violenta, tut-
taltro, se ha sparato perch
stato costretto. Perch ieri po-
meriggio, poco prima delle
17.30, mentre lorefice stava
servendo una cliente, nel nego-
zio sono entrate due persone:
Mi sembravano a posto ha
detto il gioielliere ai carabinie-
ri e ho aperto loro la porta
senza sospettare. Ma i due era-
no rapinatori, si sono avvicina-
ti al bancone e hanno mostra-
to le due pistole (risultate poi
essere giocattoli). Il gioielliere
ha subito cercato di prendere
la sua di pistola, una Beretta ca-
libro 9x21 regolarmente de-
nunciata; ne nata una breve
colluttazione. Conzano riusci-
to a impugnare larma e ha spa-
rato. Un solo colpo alla spalla
di Francesco Procopio, 35 an-
ni, disoccupato, sposato e pa-
dre di due bambini, qualche
piccolo precedente penale per
reati contro il patrimonio. Il ra-
pinatore sanguinava copiosa-
mente, stato soccorso dal
complice e i due hanno tentato
la fuga a piedi, mentre un ter-
zo malvivente, a bordo di una
Renault Modus (ritrovata poco
lontano), si allontanava rapida-
mente. Ferito e sorretto, Proco-
pio non riuscito a percorrere
pi di unottantina di metri,
poi crollato al suolo tra due
auto parcheggiate ed morto
poco dopo larrivo dei soccor-
si. Il proiettile ha conferma-
to il medico legale ha reciso
larteria omerale. Il complice,
Iaris Iacono, 31 anni, pregiudi-
cato, rimasto accanto al com-
pagno e si poi consegnato
spontaneamente ai carabinieri
del nucleo Radiomobile. Sul
posto, per i rilievi, il reparto
scientifico dellArma, il magi-
strato di turno, il sostituto pro-
curatore Marco Sanini e i co-
lonnelli Emanuele Caminada e
Domenico Mascoli. Fonti vici-
ne agli inquirenti confermano
che Conzano sar indagato per
omicidio colposo, in quanto
il colpo di pistola non stato
esploso alle spalle. Comunque,
gli sar contestato leccesso di
legittima difesa, perch le ar-
mi dei due malviventi erano
dei giocattoli. Ma mio marito
non lo poteva sapere. Quella
gente ha fatto i conti senza
loste, ha puntualizzato il fi-
glio dellorefice, accorso in via
Ormea con la madre.
Marco Bardesono
RIPRODUZIONE RISERVATA
Torino Co|po d| p|s|o|a a||ar|cr|a duran|c una co||u||a/|onc. un comp||cc c s|a|o arrcs|a|o poco dopo. |a||ro c |u||o
Cronache
Bari
DAL NOSTRO INVIATO
SOVICO(Monza) Si va a vede-
re le stelle cadenti, stasera? Loren-
zo aveva dei desideri da chiedere al
cielo. Forse voleva ritrovare lamore
perduto cinque mesi fa quando
scrisse sulla sua pagina Facebook:
Passato da una relazione aperta a
single. O magari avrebbe invocato
le stelle per diventare giardiniere,
una passione che lo aveva convinto
a provare con la scuola di agraria,
dal prossimo primo settembre, do-
po la resa con lIstituto professiona-
le industriale.
Del giorno di San Lorenzo, Lollo
(come lo chiamavano gli amici) non
ha visto nemmeno il tramonto e
mentre il sole calava allorizzonte, al-
le otto di sera, sua madre Carolina
cercava le parole per raccontare un
po di lui. Quanti ricordi, quante
immagini ho in mente... Stamattina
era a casa, me lo sono guardato a
lungo dice. Una specie di presenti-
mento, come se lo stesse vedendo
per lultima volta. Ho pensato "
bellissimo", gli ho detto "perch
uno di questi giorni non andiamo a
giocare a minigolf come quando eri
bambino"? Lo volevo abbracciare
ma mi sono trattenuta. Lo faccio
sempre e non so perch stavolta
non lho fatto.
Non si perdoner mai, Carolina,
di aver mancato labbraccio del suo
Lorenzo, lultimo. Le mani asciuga-
no lacrime che non riesce a fermare
quando dice anche Chicca sente
che lui non c pi. Chicca il cane
di casa Cenzato, le si avvicina per
guadagnarsi una carezza. Lei lo ac-
contenta. Ha tre anni e aveva tre
mesi quando Lorenzo lha presa con
s ricorda . Lha cresciuta, la
coccolava, la baciava, la portava fuo-
ri. Suo marito Renato viene a dirle
che lui vorrebbe tornare sul luogo
del delitto, Vado a vedere com la
situazione annuncia. Lei ci pensa
un momento e poi rinuncia: preferi-
sce ricordare Lorenzo davanti al-
luscio che la saluta, bellissimo,
non coperto da un telo verde, per
terra, 5 ore dopo lomicidio. Od-
do, morto, Carolina lo ripete co-
me se glielo avessero detto da un mi-
nuto. Ma vero? proprio vero?.
La voce sulla cattura dellassassi-
no arriva in fretta: Piango anche
per quel ragazzino dice lei. Non
vorrei essere nei suoi panni, chiss
come si sente dentro, poverino, chis-
s cosa pensa di quello che ha fatto.
Non credo che volesse uccidere il
mio Lorenzo. Me lo ha portato via
per sempre ma anche la sua vita
rovinata per sempre. La memoria
rintraccia tutte le parole che vorreb-
be dire a suo figlio se per magia tor-
nasse a casa, adesso. Il ricordo va al-
le tante volte che proprio lei gli ha
chiesto: Ti manca qualcosa Loren-
zo? Ti abbiamo fatto mancare qual-
cosa nella vita? Sembra di sentire
la sua voce mentre sorride e rispon-
de: Mamma non potevo nascere in
una famiglia migliore.
Qualche volta lo sgridavo.... Ca-
rolina segue il filo di pensieri e im-
magini che sembrano lontanissimi.
Andavo in camera sua ad abbassa-
re la musica, anche di notte. E poi
con quel motorino quante ne ha fat-
te... smontava e rimontava pezzi.
Gli amici provano a dirle qualcosa
che fermi quelle lacrime: un ricordo
buffo, un dettaglio sullorto, sul tem-
po, su Chicca. Lei si passa le mani
sulle guance ancora una volta e pro-
va a sorridere. Abbraccia tutti, spie-
ga che laltra figlia, Mara, in ferie
e ancora non sa il peggio. Le abbia-
mo detto che ha fatto un incidente,
non che morto. Ci pensa un atti-
mo. Quella parola: morto. Me lo di-
ca lei. vero?.
Giusi Fasano
R PRODUZIONE RISERVATA
La mamma: piango anche per quel giovane
La lite dopo unoffesa
Sgozzato con una bottiglia
I due stavano bevendo e
fumando con altri amici.
Il ragazzo, colpito al collo,
morto in pochi minuti
Ho una pistola
ma non vorrei
mai dover uccidere
Assalto con armi finte: gioielliere spara, muore rapinatore
BARI Le onde sono
molto alte. Perch il
vento di maestrale soffia
forte. Ma il nonno non
perde di vista i suoi due
nipotini di 12 e 13 anni,
entrambi in mare. Poi si
accorge che i cuginetti
sono in difficolt.
Nessuna esitazione prima
di lanciarsi in acqua.
Seguito dal padre di uno
dei due ragazzini. A
larghe bracciate riesce a
raggiungerli e a salvarli.
Poi il nonno eroe,
Antonio Amodio, 64 anni,
muore annegato. Non ha
pi la forza di tornare a
riva e il suo corpo viene
scaraventato sugli scogli.
Dove pi tardi carabinieri
e guardia costiera lo
ritrovano.
La tragedia sul litorale tra
Cozze e Mola di Bari, una
trentina di chilometri da
Bari: qui la vittima, un
tecnico elettronico in
pensione di Conversano
(Bari) ma da anni
residente in Francia,
stava trascorrendo le
vacanze con la sua
famiglia italofrancese.
Erano arrivati in Puglia
solo qualche giorno fa.
Ieri mattina alle 8 erano
gi tutti in spiaggia:
nonostante il mare forza
cinque la coppia di
cuginetti si tuffata in
acqua per giocare tra i
cavalloni. Quando li ha
visti annaspare il nonno
si tuffato, seguito dal
genero che per ha avuto
un malore ed rimasto
indietro. A salvataggio
compiuto la corrente ha
allontanato il 64enne
dalla riva che, in pochi
istanti, stato sopraffatto
dalla forza del mare, ha
iniziato a bere acqua e
annaspare. Il suo corpo
finito sugli scogli. Inutili i
tentativi di rianimarlo. Il
sostituto procuratore di
Bari, Angela Maria Morea,
non ha disposto
lautopsia. I piccoli sono
stati accompagnati in
ospedale: solo qualche
escoriazione e ferite sulle
gambe. Ma un forte stato
di choc per la perdita del
nonno eroe.
Angela Balenzano
RIPRODUZIONE RISERVATA
Il cucciolo Chicca, il cane di Lorenzo
I rilievi Sopra, gli amici sul
luogo della lite (Newpress).
A destra, il giovane in una
foto su Facebook
Disperazione Il gioielliere che ha ucciso il rapinatore (Ansa)
Monza Avcva l8 ann|. larcssorc sudamcr|cano. non dovcva par|arm| cos|
20
Gioved 11 Agosto 2011 Corriere della Sera
#


21
Corriere della Sera Gioved 11 Agosto 2011

Il Centro Servizi Vulcano Buono sempre aperto.
CIS.
CI RIVEDIAMOPRESTO.
Chiudiamo sabato 13.
Ma da luned 22 agosto
siamo di nuovo con voi.
Domenica 28 aperti!
La citt degli affari
Nola (Na) - Numero verde: 800 235744 - Info Tel. 081 5108366 - 3134000 e-mail: info@cis.it - www.cis.it
22
Gioved 11 Agosto 2011 Corriere della Sera

A
ngelo Ferraro deve
essere senzaltro una
brava persona. Tuttavia,
destino vuole che sia indagato
per voto di scambio
politico-mafioso, nonch
cugino dellex consigliere
regionale Nicola Ferraro,
arrestato nel 2009 con accuse
ancora pi pesanti di quelle
toccate al suo quasi omonimo
e parente, compresa quella di
associazione mafiosa. Il
sindaco di Casal di Principe
Pasquale Martinelli ha
premiato le virt del primo
Ferraro con la nomina ad
assessore, accompagnata da
una valanga di deleghe.
Istruzione, Opere pubbliche, e
Urbanistica, e infine la gestione
dei beni confiscati ai clan
camorristi. Lo conosco e lo
stimo, perch ognuno risponde
di persona davanti alla legge.
Una difesa che denota
consapevolezza dellesistenza
di un leggerissimo problema di
opportunit. Difficilmente la
scelta di far gestire a un
indagato per questioni
connesse alla mafia i terreni
confiscati ai mafiosi verr
catalogata tra le grandi idee
dellumanit. Ma c un altro
dettaglio, legato alla
toponomastica. Martinelli
infatti il primo cittadino di un
Comune del quale si molto
discusso negli ultimi anni,
Casal di Principe. Il feudo dei
Casalesi, di Sandokan
Schiavone e dei suoi affiliati.
Gomorra, a farla breve. Il
sindaco ha ragione nel rifiutare
la criminalizzazione a priori.
Ma la nostra disgraziata epoca
si nutre soprattutto di simboli.
Quel che purtroppo emerge
dalla sua scelta lassoluta
incoscienza della realt del
Comune che chiamato ad
amministrare, della percezione
che agli occhi dellItalia intera
ha assunto Casal di Principe,
della necessit che avrebbe
quella terra sfortunata di un
messaggio che vada in
direzione contraria. A essere
davvero sinceri, fatichiamo
ancora a crederci. Pensavamo
infatti si trattasse del classico
ballon dessai agostano, una di
quelle notizie un po farlocche
che talvolta aiutano a riempire
le pagine estive dei giornali,
come lavvistamento degli Ufo
nei campi di grano della
Pianura padana, la formula per
dimagrire senza alcuna dieta, la
riduzione dei costi della
politica. Invece tutto vero. A
Casal di Principe realt batte
immaginazione 2-0. Palla al
centro, e complimenti
vivissimi al sindaco.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Minacce e violenze dei soldati romani del Colosseo
Retromarcia
sul Parco Vianello
ROMA Allora nun avete
capito: da qui ve ne dovete
ann, ve lo abbiamo detto gi
una volta. Questa zona no-
stra.... Il vigile travestito da net-
turbino spazza i sampietrini,
ascolta tutto. E non aspetta al-
tro. Davanti a lui ci sono tre ex
centurioni cinquantenni, figu-
ranti del Colosseo carichi di pre-
cedenti di polizia, trasformati
ora in imprenditori turistici:
spintonano un gruppetto di gui-
de rivali, intimorite dalla loro
presenza, ma rinfrancate dal fat-
to che la zona circondata da
agenti sotto copertura. Alla pre-
senza di comitive di turisti e ven-
ditori ambulanti la scena si ripe-
te come ogni mattina allAnfitea-
tro Flavio. Una guerra infinita
che i regolamenti comunali non
riescono a controllare, forse per-
ch gli affari che si fanno accom-
pagnando i turisti al Colosseo
(come anche ai Musei Vaticani)
si aggirano su centinaia di mi-
gliaia di euro allanno. E cos,
quando ci sono problemi, scatta-
no le minacce, gli avvertimenti,
in qualche caso come avve-
nuto nei mesi scorsi i pestag-
gi, gli incendi di auto e scooter,
le telefonate anonime.
Tutto documentato dalle
squadre di vigili urbani che ieri
hanno fermato e identificato 20
persone, fra centurioni in costu-
me, guide turistiche e i titolari
di cinque agenzie a gestione fa-
miliare, intestate a mogli e co-
gnati degli ex antichi romani,
appartenenti a sette famiglie
molto conosciute ai Fori Impe-
riali. In nove sono stati denun-
ciati per violenza privata, ma gli
agenti del I e del XVII gruppo del-
la Municipale invieranno una re-
lazione in Procura su tutta linda-
gine: non si esclude che la posi-
zione degli indagati, alcuni dei
quali titolari di uffici turistici a
Prati, possa aggravarsi perch
fra i reati ipotizzati potrebbe
configurarsi anche quello di as-
sociazione a delinquere. Finora
sono sei le denunce presentate
ai vigili negli ultimi mesi: quat-
tro da parte dei responsabili di
agenzie regolari che vendono
pacchetti turistici, e due da turi-
sti bolognesi raggirati e poi mi-
nacciati dagli ex centurioni ai
quali avevano chiesto indietro i
soldi per una visita mai fatta ai
Musei Vaticani. Insultate, minac-
ciate e allontanate con modi bru-
schi dal luogo di lavoro, alcune
delle vittime hanno registrato le
telefonate di avvertimento dei
concorrenti e le hanno conse-
gnate alla Municipale. Cos
scattata loperazione di ieri mat-
tina, a quattro giorni dal falso al-
larme bomba al Colosseo
e dalle polemiche sulla
scarsa sicurezza dei monu-
menti romani.
Ma sorprendere i ras
dei Fori Imperiali non sta-
to semplice: Siamo sem-
pre gli stessi, ci conoscono
di faccia spiegano i vigili
quindi per questa volta
abbiamo deciso di invertire i
ruoli. Gli agenti del XVII, com-
petente su Prati, si sono travesti-
ti da netturbini, e in tre da centu-
rioni, per sorvegliare da vicino
le vittime delle minacce dispo-
ste a fare da esca. Quelli del I, in
servizio in centro, hanno fatto
lo stesso ai Musei Vaticani, a Pra-
ti appunto, vicino alla fermata
Ottaviano della metropolita-
na.
Il via alla retata arrivato
quando gli ex centurioni hanno
alzato le mani sulle guida-esca,
gi avvertite con le buone da
una capetta delle agenzie con-
correnti. stata lei a innescare
la spedizione punitiva, le basta-
ta una telefonata. E a surriscalda-
re una mattinata gi ad alta ten-
sione si aggiunta laggressione
ai tre vigili centurioni allAltare
della Patria: tre veri antichi ro-
mani li hanno presi per imposto-
ri e li hanno colpiti con le spade
di legno. In un attimo gli agenti
li hanno sopraffatti e ammanet-
tati, fra i turisti sempre pi scon-
certati.
Rinaldo Frignani
RIPRODUZ ONE RISERVATA
Se lassessore
anti Gomorra
un indagato
Faccio in modo che a
nessuno venga in mente
di togliermi il lavoro
Guadagno 1.200 euro
al mese, non mi lamento
Permessi? Nessuno
Qui siamo tutti
abusivi da 20 anni
di MARCO IMARISIO
ROMA Aho! Americ... te voi
fa na foto cor centurione?.
Non sono americano, sono un
giornalista del Corriere della Se-
ra... posso farle qualche doman-
da?
Ammazza... E che mintervisti?
Ecco, aspetta che scendo... Adisposi-
zione: Alessio Di Porto di anni 28,
centurione romano... in realt uffi-
cialmente disoccupato, abito con
mamma mia a viale Marconi.
Da quanto tempo fa questo lavo-
ro?
Cos, vestito cos, da quattro an-
ni. Per lavoravo qui intorno al Co-
losseo gi da molto prima....
Che lavoro faceva?
Come sarebbe che lavoro face-
vo? Me davo da fa, marrangiavo...
s, insomma, avevo un banchetto...
vendevo le statuette, le cartoline...
facevo labusivo.
E adesso?
Adesso so centurione.
No, dico: adesso non pi abusi-
vo? Siete regolarizzati? Lei ha un
permesso?
Un permesso? Qui? Ah ah ah!....
Siete in regola, s o no?
Qui so anni che aspettiamo des-
sere messi in regola dal Comune.
Stiamo tutti in lista dattesa. Pur-
troppo il Campidoglio s dimentica-
to di noi.
Non ci credo. Nessuno di voi...
Fa un po come te pare... Io so
abusivo, per scrivi che vorrei tanto
essere messo in regola.
E i vigili urbani? Laggi c una
pattuglia...
Lasciali sta i vigili... Con noi so
bravi, chiudono un occhio....
Lei quanto guadagna?
Al mese? Intorno ai mille e 200
euro... lo stipendio di un impiega-
to. No no, non mi posso lamentare.
Anche perch qui siamo in trenta-
cinque a lavorare, e pure se un la-
voro faticoso....
(A questo punto passa una turi-
sta, molto bionda, molto carina e
molto ancheggiante. Il centurione si
distrae, si toglie lelmo, si asciuga il
sudore sulla fronte, fa la faccia da
piacione).
dellEst, sicuro. Sono diventa-
to esperto, sono una specie di stu-
dioso, ormai. Le ragazze dellEst le
riconosci subito perch....
Mi stava dicendo che il suo un
lavoro faticoso...
Beh, stai sotto al sole a picco e
non ti puoi nemmeno distrarre un
momento. Devi sempre essere bra-
vo ad attirare lattenzione del turi-
sta. Lo devi far ridere, devi fargli ve-
nire voglia di farsi una foto ricor-
do... E io, in questo, modestia a par-
te, so bravino.
Che tecnica usa?
Mi muovo, faccio la battuta, ge-
sticolo, parlo, muovo la spada... Me
lhanno detto in tanti: tu sei spreca-
to a fa er gladiatore, tu dovresti fa
er cinema, er teatro... Ma quando?
Io non ho tempo, devo stare qui, al
posto mio.
Da quanti anni ci siete voi che...
Noi che facciamo gli artisti di
strada? Perch io mi sento un arti-
sta... C il mangiafuoco? C il gioco-
liere? C quello che cammina sui
trampoli? Beh, poi ci sono pure io,
che con ironia ricordo ai turisti di
tutto il mondo cosa stata Roma,
cosa sono stati i romani e....
Da quanto tempo esiste questo
genere di arte da strada?
Mah, saranno una ventina di an-
ni. Cominciarono due centurioni,
che mo so vecchietti, due sordomu-
ti che sinventarono questo lavoro
che sar pure una mascherata, ma
che io mi devo comunque tenere
stretto. Perch se no....
Se no cosa?
Beh, ti faccio un esempio: metti
che un giorno arrivano cinque rume-
ni alti e grossi, e quando i rumeni
so grossi, so come armadi che cam-
minano. Arrivano gi vestiti da cen-
turioni e ti dicono: qui, ora, lavoria-
mo noi. Tu, a quel punto, che fai?.
Ecco, appunto: lei che fa?
Niente. Io sto qui, mi comporto
bene... Insomma faccio in modo che
a nessuno venga in mente di venir-
mi a togliere il lavoro.
Paga tangenti a qualcuno?
Chi? Io? No no, escluso....
Le risulta che alcuni di voi, vesti-
ti o da gladiatori o a centurioni, si-
ano in realt dei capi clan che con-
trollano lintera zona che va dal Co-
losseo a piazza Venezia?
Non mi risulta.
Sicuro?
Sicuro.
Senta, lei pensa che...
Senti, io mo per penso che ci
avrei pure un po da lavor... Dai, fai
il bravo....
(Cera un cielo magnifico, e su
quel cielo si stagliava il Colosseo.
Sotto, i vigili urbani, in perfetta uni-
forme, fumavano, parlavano al cel-
lulare, e uno mangiava il gelato).
Fabrizio Roncone
RIPRODUZIONE RISERVATA
Lintervista La polizia urbana chiude un occhio
Racket dei centurioni, 20 fermi
Parma
Il video
Sindaco A destra, il sindaco
Pasquale Martinelli (Lapresse)
Casal di Principe

Roma Vigili travestiti da netturbini per raccogliere prove sul mercato nero delle guide in costume
Dopo le proteste
di cittadini e
associazioni antimafia,
il Comune di Parma ha
fatto retromarcia sulla
decisione di intitolare un
parco della citt a Sandra
e Raimondo Vianello:
il parco torner ad essere
intitolato ai giudici
Falcone e Borsellino.
In posa
A destra
Alessio
Di Porto,
28 anni:
da quattro
centurione
romano
(Benvegn
-Guaitoli)
A sinistra, un finto
gladiatore circondato
dai turisti (foto
Benvegn, Guaitoli,
Lannutti). In alto, un
fotogramma del video
girato dalla polizia
municipale per fermare
il racket dei centurioni
PREZZI DI VENDITA ALL'ESTERO: Albania e 2,00; Argentina $ 6,80 (recargo envio al interior $ 0,50); Austria e 2,00; Belgio e 2,00; Brasile R$ 7,00; Canada CAD 3,50; CH Fr. 3,00;
CH Tic. Fr. 3,30 (con Sette); Cipro e 2,00; Croazia Hrk 15; CZ Czk. 61; Danimarca Kr. 18; Egitto e 2,00; Finlandia e 2,50; Francia e 2,00; Germania e 2,00; Grecia e 2,00; Irlanda e
2,00; Lux e 2,00; Malta e 2,10; Marocco e 2,20; Monaco P. e 2,00; Norvegia Kr. 22; Olanda e 2,00; Polonia Pln. 9,10; Portogallo/Isole e 2,00; Romania e 2,00; SK Slov. e 2,20;
Slovenia e 2,00; Spagna/Isole e 2,00; Svezia SeK 25; Tunisia TD 3,50; Turchia e 2,00; UK Lg. 1,80; Ungheria Huf. 550; U.S.A. USD 3,50. ABBONAMENTI: Per informazioni sugli
abbonamenti nazionali e per l'estero tel. 0039-02-63.79.85.20 fax 02-62.82.81.41 (per gli Stati Uniti tel. 001-718-3610815 fax 001-718-3610815; per il Brasile Numero verde 0800-558503
solo per San Paolo e 00xx11-36410991 per tutte le altre localit). ARRETRATI: Tel. 02-99.04.99.70. SERVIZIO CLIENTI: 02-63797510 (prodotti collaterali e promozioni).
S.p.A.
CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
PRESIDENTE
Piergaetano Marchetti
CONSIGLIERI
Giovanni Bazoli, Luca Cordero di Montezemolo,
Diego Della Valle, Antonello Perricone,
Giampiero Pesenti e Marco Tronchetti Provera
DIRETTORE GENERALE SETTORE QUOTIDIANI ITALIA
Giulio Lattanzi
2011 RCS QUOTIDIANI S P.A.
Sede legale: Via Angelo Rizzoli, 8 - Milano
Registrazione Tribunale di Milano n. 139 del 30 giugno 1948
Responsabile del trattamento dei dati (D. Lgs. 196/2003): Ferruccio de Bortoli
privacy.corsera@rcs.it - fax 02-6205 8011
COPYR GHT RCS QUOTIDIANI S P.A.
Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo quotidiano pu essere riprodotta
con mezzi grafici, meccanici, elettronici o digi ali. Ogni violazione sar perseguita a nor-
ma di legge.
DIREZIONE, REDAZIONE E TIPOGRAFIA 20121 Milano - Via Solferino, 28 - Tel. 02-6339
DISTRIBUZIONE m-dis Distribuzione Media S.p.A.
Via Cazzaniga, 19 - 20132 Milano - Tel. 02-2582 1 - Fax 02-2582.5306
PUBBLICIT RCS Pubblicit
Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano - Tel. 02-50956543 - www.rcspubblici a.it
EDIZIONI TELETRASMESSE: Tipografia RCS Quotidiani S.p.A. 20060 Pessano con Borna-
go - Via R. Luxemburg - Tel. 02-95.74.35.85 S RCS Produzioni S.p.A. 00169 Roma - Via
Ciamarra 351/353 - Tel. 06-68.82.8917 S SEPAD S.p.A. 35100 Padova - Corso Stati Uniti 23 -
Tel. 049-87.00.073 S Niber S.r.l. 40057 Cadriano di Granarolo dellEmilia (Bo) - Via Don G.
Minzoni 54 - Tel. 051-76.55.67 S Tipografia SEDIT Servizi Editoriali S.r.l. 70026 Modugno
(Ba) - Via delle Orchidee, 1 Z.I. - Tel. 080-58.57.439 S Societ Tipografica Siciliana S.p.A.
95030 Catania - Strada 5 n. 35 - Tel. 095-59.13.03 S Centro Stampa Unione Sarda S.p.A.
09034 Elmas (Ca) - Via Omodeo - Tel. 070-60.131 S BEA printing bvba - Maanstraat 13, 2800
Mechelen, Belgium S Sports Publications Production 70 Seaview Drive, Secaucus, NY
07094 S CTC Coslada - Avenida de Alemania, 12 - 28820 Coslada (Madrid) S La Nacin -
Bouchard 557 - 1106 Buenos Aires S Taiga Grfica e Editora Ltda - Av. Dr. Alberto Jackson
Byington N1808 - Osasco - So Paulo - Brasile S Miller Distributor Limited Miller House,
Ai port Way, Tarxien Road Luqa LQA 1814 - Malta S Hellenic Distribution Agency (CY) Ltd
208 Ioanni Kranidioti Avenue, Latsia - 1300 Nicosia - Cyprus
PREZZI: * Non acquis abili separati, il gioved (nella regione Sardegna la domenica) Corriere della
Sera + Sette e 1,50 (Corriere e 1,20 + Set e e 0,30); il sabato Corriere della Sera + IoDonna e 1,50
(Corriere e 1,20 + IoDonna e 0,30) . A Como e prov., non acquistabili separati: m/m/v/d Corse a +
Cor. Como e 1,00 + e 0,20; gio. Corsera + Sette + Cor. Como e 1,00 + e 0,30 + e 0,20; sab. Corsera +
IoDonna + Cor. Como e 1,00 + e 0,30 + e0,20. In Campania, Puglia, Matera e prov., non acquistabi-
li separati: lun. Corse a + CorrierEconomia del CorMez. e 0,80 + e0,40; m/m/v/d Corse a + CorMez.
e 0,80 + e 0,40; gio. Corsera + Set e + CorMez. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40; sab. Corsera + IoDonna +
CorMez. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40. In Veneto, non acquis abili separati: m/m/v/d Corsera + CorVen.
e 0,80 + e 0,40; gio. Corse a + Set e + CorVen. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40; sab. Corsera + IoDonna +
CorVen. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40. In Trentino Alto Adige, non acquis abili separati: m/m/v/d
Corsera + CorTrent. o CorAltoAd. e 0,80 + e 0,40; gio. Corsera + Set e + CorT ent. o CorAltoAd. e
0,80 + e 0,30 + e 0,40; sab. Corsera + IoDonna + CorTrent. o CorAl oAd. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40. A
Bologna e prov. non acquis abili separati: m/m/v/d Corsera + CorBo e 0,53 + e 0,67; gio. Corsera +
Set e + CorBo e 0,53 + e 0,30 + e 0,67; sab. Corsera + Io Donna + CorBo e 0,53 + e 0,30 + e 0,67. A
Firenze e prov. non acquis abili separati: l/m/m/v/d Corse a + CorFi e 0,53 + e 0,67; gio. Corsera +
Set e + CorFi e 0,53 + e 0,30 + e 0,67; sab. Corsera + Io Donna + CorFi e 0,53 + e 0,30 + e 0,67.
ISSN 1120-4982 - Certificato ADS n. 7100 del 21-12-2010
La tiratura di mercoled 10 agosto stata di 700.440 copie
FONDATO NEL 1876
DIRETTORE RESPONSABILE
Ferruccio de Bortoli
CONDIRETTORE
Luciano Fontana
VICEDIRETTORI
Antonio Macaluso
Daniele Manca
Giangiacomo Schiavi
Barbara Stefanelli
4
* Con "Io Donna" e 3,00; con "Style Magazine" e 3,50; con "Corriere Enigmistica" e 2,80; con "Agatha Christie" e 8,40; con "Geo" e 4,00; con "La Cucina del Corriere della Sera" e 6,40; con "I Classici dellArte" e 8,40; con e"LEuropeo" e 9,40; con "La storia universale Disney" e 9,49; con "Biblioteca della mente" e 11,40; con "Il mio nome Pino
Daniele" e 11,40; con "Classici dellavventura" e 8,40; con "Supereroi. Le leggende Marvel" e 11,49; con "Io scrivo" e 14,40; con "Il Mondo" e 4,30; con "Inediti dautore + Sette" e 2,50; con "Inediti dautore + Io Donna" e 4,00
23 Cronache
Corriere della Sera Gioved 11 Agosto 2011

MILANO Lultima imma-
gine della Pinacoteca di Brera
rimanda al destino degli anti-
chi palazzi dei nobili decaduti:
lacqua che zampilla dal muro
come una fontana, allagando
tutta la balconata fino a invade-
re le sale. E costringendo a spo-
stare un dipinto. Non un qua-
dro qualunque, ma lultimo re-
stauro del museo milanese, e
cio Lo sposalizio della Vergi-
ne, capolavoro cinquecentesco
nella sala del Raffaello.
A rendere nota la notizia la
Uil-Bac (beni e attivit cultura-
li) tramite un impressionante
video rilasciato allAnsa che do-
cumenta la se-
quenza datata
tardo pomerig-
gio dell11 giu-
gno scorso, a se-
guito di un vio-
lento temporale.
Con lacqua che
esce dal muro
esterno e lopera
pr o nt a me nt e
spostata dalla sa-
la XXIV al deposi-
to a vista della sa-
la XXIII, per poi
essere ricolloca-
ta su un suppor-
to distante qual-
che centimetro
dal muro. Sia-
mo intervenuti
subito assicu-
ra la sovrinten-
dente per il Patri-
monio storico
della Lombardia,
Sandrina Bande-
ra , tutto na-
to dallesplosio-
ne di un canale
di scarico dellac-
qua, posto tra un
doppi o muro.
Un problema sto-
rico delledificio.
Ma gli esperti
del Politecnico
che hanno fatto
le perizie ci han-
no garantito che
non ci sono ri-
schi.
La pubblicazione del video
quindi da intendersi come una
mossa del sindacato per rispon-
dere allannuncio del ministro
per i Beni culturali, Giancarlo
Galan, sul rilancio del progetto
Grande Brera. Unoperazione
nata nel 2008 che prevede il
parziale spostamento dellAcca-
demia delle Belle arti nellex
area militare di via Mascheroni
e che lo scorso mese ha visto
entrare in gioco una cordata di
imprenditori guidata dallex
sindaco Letizia Moratti. Obietti-
vo: lasciare la Pinacoteca e la Bi-
blioteca Braidense nella sede
storica di via Brera 28 e nel vici-
no Palazzo Citterio.
Un anelito di grandeur che
secondo la Uil contrasta con
limmagine di fatiscenza emer-
sa dal video. La Grande Brera
attacca il sindacato un
accordo da 170 milioni. Soldi
che non ci sono. la solita poli-
tica dellannuncio. Come sem-
pre, il denaro il protagonista.
E lo conferma la sovrintenden-
te: A settembre partiranno i la-
vori per rifare il tetto sul lato di
via Brera. Ma servirebbero altri
1,4 milioni di euro per il resto
della copertura. Il problema,
comunque, resta: Il nostro bu-
dget di 700 mila euro e noi ne
spendiamo 800 solo di utenze.
Servirebbe un investimento co-
me quello del Dopoguerra. An-
che da Roma ricordano la ri-
strutturazione del 1946-50:
stato lultimo serio intervento
conferma il consigliere di
Galan, Franco Miracco ma il
ministro ha disposto che siano
trovati i fondi. Sul tema inter-
viene anche lassessore milane-
se alla Cultura, Stefano Boeri:
Grande Brera una sfida: po-
tenzialmente il secondo polo
museale italiano dopo gli Uffi-
zi, ma continua a mancare un
piano di fattibilit. Preoccupa-
to anche il commissario straor-
dinario di Brera, Mario Resca:
Non sapevo niente dellinci-
dente dichiara il manager
e comunque sono lunico
commissario lasciato senza sol-
di, cos mi impediscono di lavo-
rare. Dimettermi? No. Ma ben
venga una cordata di privati.
Annachiara Sacchi
Giacomo Valtolina
R PRODUZIONE RISERVATA
Le foto
Papa, dateci
i tabulati
del telefono
Dipinto spostato in extremis. Resca: lasciato senza soldi
MILANO Non ne sapevo
niente. Lho letto adesso su Inter-
net.
Come? Dopo quasi due mesi?
Appunto. Aldo Bassetti, presi-
dente dellassociazione Amici di
Brera, anima della Pinacoteca, ri-
sponde piuttosto seccato. Non
ero assolutamente al corrente di
quello che successo allo "Sposa-
lizio".
Cera da aspettarselo?
Gli incidenti sono sempre pos-
sibili e imprevedibili.
Ma?
Evidentemente la manutenzio-
ne di Brera non stata considera-
ta con la dovuta attenzione. E in-
vece uno stabile di quel valore de-
ve essere una priorit assoluta. Se
solo me lo avessero detto....
Cosa vuol dire?
Voglio dire che gli Amici di
Brera hanno finanziato, senza che
nessuno lo chiedesse, la riparazio-
ne di alcune porzioni del tetto che
sovrasta la Biblioteca Braidense.
Quando?
Lintervento, concluso pochi
mesi fa, nasce da una mia visita
alla Braidense in una giornata pio-
vosa del 2009: notai gravi perdite
dacqua su una preziosa collezio-
ne di libri, cui si era cercato di ri-
mediare con una copertura di pla-
stica. Mi sarei sentito colpevole
se non avessi fatto un gesto di re-
sponsabile generosit.
Risultato?
Con il Fai collaborammo a
una raccolta di fondi: con unasta
benefica di vini raccogliemmo in
tutto 28 mila euro e sistemammo
il tetto. E non lunica iniziativa
che porta il nostro nome.
Per esempio?
Sempre gli Amici di Brera han-
no regalato alla Pinacoteca un
quadro del Maestro della Pala
sforzesca. Si trattato di uno sfor-
zo finanziario di 50 mila euro. Ma
se ci avessero detto delle infiltra-
zioni....
Cosa avreste fatto?
Con quei fondi avremmo ripa-
rato il tetto della Sala XXIV.
Troppo tardi.
Ritengo gravissimo constata-
re a quali rischi si costretti a in-
correre quando la manutenzione
assolutamente insufficiente e
non regolarmente programma-
ta.
La colpa?
Difficile dirlo, i soggetti coin-
volti nella gestione della Pinacote-
ca, dalla Sovrintendenza ai mini-
steri al Demanio, sono talmente
tanti che impossibile trovare un
responsabile. E ormai inutile
cercare colpevoli.
Perch?
Bisogna guardare avanti. La
sovrintendente Sandrina Bandera
intervenuta in modo tempesti-
vo e me ne congratulo. Ora, per,
necessario monitorare tutta la
struttura della Pinacoteca.
A. Sac.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Lintervista A|do 8assc|||. prcs|dcn|c dc||assoc|a/|onc Am|c| d| 8rcra
Il pannello
Acqua dal muro
la parc|c dovc cra
co||oca|o Lo sposalizio
della Vergine. c v|s|b||c
|a macch|a dovu|a
a|||n||||ra/|onc
dacoua. l| muro cra
|a dopp|o. 3O ann|
|a s| crano vcr|||ca||
|| s|css| prob|cm|.
a| |cmp| dc||a
r|s|ru||ura/|onc
||rma|a da||arch||c||o
V|||or|o Crco|||
(Fotogramma)
Troppi gestori, nessuno si sente responsabile
I pm alla Camera
La crepa
lacoua c |uor|usc||a
a ||o||| da una crcpa
chc s| cra |a apcr|a
|n prcccdcn/a. 0||rc
ad a||aarc ||
pav|mcn|o dc|
lo|a|o. |acoua c
pcnc|ra|a a|||n|crno
dc||a P|naco|cca
(Fotogramma)
Dopo
linfiltrazione
dacqua il
dipinto stato
spostato su un
pannello
distante diversi
cm dalla parete,
costruito per
loccasione
(Fotogramma)
Brera, infiltrazioni dacqua dal tetto
Il Raffaello sommerso (e salvato)
DAL NOSTRO INVIATO
NAPOLI Alla ricerca
delle talpe giudiziarie, la
Procura di Napoli chiede
almeno lutilizzo dei
tabulati telefonici di
Alfonso Papa. La richiesta
giunta ieri alla Camera
accompagnata da nuove
carte che sostengono la
necessit di verificare, visto
che non pu essere
intercettato, almeno i
contatti del parlamentare,
accusato assieme a Luigi
Bisignani e al carabiniere
latitante Enrico La Monica
di associazione a delinquere
intenta a raccogliere notizie
segrete ai fini del ricatto e
dellaggressione politica.
Accusa confermata dal
Riesame. Si cercano gli
scagnozzi e le truppe
sulle quali Papa pu
contare. I giudici citano
un magistrato che,
sentito dai pm, conferma
lesistenza di quelle truppe
che indicava di essere a
disposizione del Papa per le
sue attivit poco ortodosse
e riferisce fatti di svariati
anni addietro. Duro il
giudizio su Papa e
Bisignani e il loro largo
utilizzo delle schede
pulite: strumento
essenziale per le attivit
illecite svolte dagli
indagati, necessarie quanto
le armi con matricola
abrasa per un rapinatore.
V.Pic.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Finanziatore
Aldo Bassetti,
imprenditore e
collezionista: Non
sapevo nulla
Arte la sovr|n|cndcn|c dc||a p|naco|cca m||ancsc. scrvc un |nvcs||mcn|o. comc nc| 0opoucrra
24 Cronache
Gioved 11 Agosto 2011 Corriere della Sera

DAL NOSTRO INVIATO
CASALNUOVO (Napoli)
Fermatevi. Attenti. Noo!.
Gridava Pasquale Corcione.
A squarciagola. Gridava an-
che sua figlia Valentina, le
mani alzate nel buio, nel va-
no tentativo di fermare quel
camion per la raccolta dei ri-
fiuti che filava, drit-
to dritto, verso la
voragine che aveva
appena ingoiato la
strada. Poi un boa-
to. La terra si aper-
ta ancora e ha in-
ghiottito anche lau-
tocompattatore. As-
sieme allautista, ri-
masto schiacciato, e a due ad-
detti, rimasti feriti. morto
cos, verso luna di notte, a
Casalnuovo, paesotto di 52
mila anime in provincia di
Napoli, Raffaele Di Monda,
43 anni di Mariglianella, spo-
sato, padre di due figli. A nul-
la sono valsi gli sforzi di un
vigile del fuoco che ha ri-
schiato la vita per tirarlo fuo-
ri dalle lamiere, precipitando
lui stesso nella voragine che
si aperta nel sottosuolo ric-
co di grotte e infiltrato dalle
falle di una rete idrica fati-
scente.
I suoi colleghi lo hanno
tratto in salvo e portato in
ospedale, assieme ai due ad-
detti, Antonio Siviero e Augu-
sto Pellegrino, entrambi di
57 anni, che nel momento
del crollo erano sulle pedani-
ne esterne del mezzo di rac-
colta. Uno in prognosi riser-
vata, laltro ha lesioni guari-
bili in sette giorni.
Ora i carabinieri indaga-
no. Le polemiche per quella
rete idrica malridotta fiocca-
no. E le autorit cittadine si
sfilano costituendosi parte ci-
vile nellinchiesta e dando la
colpa alla ditta di manuten-
zione che fa solo rattoppi.
Francesco Esposito, 46 an-
ni, geometra, che abita in zo-
na, punta il dito sulla manca-
ta prevenzione: A Casalnuo-
vo esistono vistose infiltra-
zioni di acqua. Nel punto del-
la voragine cera da sempre,
e lo sapevano tutti, una cavi-
t un tempo adibita a deposi-
to di vini. La manutenzio-
ne fondamentale spiega
il presidente dellOrdine dei
geologi della Campania,
Francesco Peduto . Ad
Afragola un anno fa croll
una palazzina. Anche nel sot-
tosuolo di Casalnuovo ci so-
no numerose cavit, cui si
aggiungono i tagli operati
per le fogne. Molte sono no-
te, altre no. Basterebbe un
geologo per tracciarne una
mappa.
Gennaro Iovino, consiglie-
re dellOrdine campano dei
geologi, aggiunge: Casal-
nuovo unarea piroclastica.
Il terreno si formato con i
materiali vulcanici del Vesu-
vio e dei Campi Flegrei, che
sono friabili ed erodibili.
evidente che, sommate alle
cavit create dal prelevamen-
to di materiale tufaceo per
uso edilizio, rendono elevato
il rischio in caso di piogge o,
come sembra al momento
probabile in questa circostan-
za, di infiltrazioni.
Virginia Piccolillo
RIPRODUZIONE RISERVATA
Lassassino
di Corrao
tenta il suicidio
La vittima
M
i sempre rimasto in gola, come si di-
ce a Napoli, il ricordo del Vesuvio paci-
ficamente fumante sul golfo, che spes-
so la notte riluceva di fuochi e dei lampi lumi-
nosissimi di piccoli scoppi e di microeffusioni
del grande vulcano nelloscurit pregna dei
salsi umori dellattiguo mare. E sempre ho so-
gnato di rivederlo, quel pennacchio, trattenu-
to solo dal timore inseparabile dal pensiero di
quel gigante addormentato.
Per noi napoletani amare il Vesuvio qual-
cosa di tanto naturale e connaturato da non
doversi neppure preoccupare di capire o defi-
nire questo amore; e nessuna napoletanit
possibile a prescindere dallidea e dallimmagi-
ne del monte, la cui vista da ogni parte incom-
be sulla citt e ne definisce limmagine.
Questo, per, che cosa ha a che fare con
leventuale proclamazione del Vesuvio tra le
sette meraviglie del mondo? A prescindere dal
fatto che le meraviglie del mondo della tradi-
zione classica erano opera delluomo, e non
della natura, e a prescindere dal fatto che sulle
pendici del vulcano luomo ha fatto (e fa) di
tutto per guastare lopera della natura, dicia-
mo la verit: quante sono le meraviglie del
mondo? Se si pone mente alla inesauribile e
indescrivibile variet e bellezza dei luoghi del
mondo, le meraviglie sono tante che neppure
lUnesco, che si arrogato il diritto di procla-
mare questa o quella come patrimonio del-
lumanit, si riconoscerebbe capace e compe-
tente a numerarle.
Ma sia pure concessa una tale proclamazio-
ne, che ne ricaverebbe Napoli? Purtroppo, vi-
viamo in un tempo in cui limmagine della cit-
t (e dei napoletani) offuscata da molti, trop-
pi guasti. Ogni tanto sentiamo dire che la squa-
dra di calcio, le regate veliche o qualcosaltro
di simile riscattano la citt. unillusione.
Non cos. Non basta a tanto neppure la stra-
ordinaria vitalit artistica, teatrale e musicale
della citt. E come potrebbe tutto ci bastare
in una citt in cui, anche a prescindere dal de-
turpante e mastodontico problema dei rifiuti,
la malavita organizzata e non, una disoccupa-
zione clamorosa, innumerevoli deficienze del-
la vita civile e dei servizi pubblici, antichi e
nuovi problemi sociali e urbanistici (e mi fer-
mo qui) sono tali da scompensare fatalmente
e molto pesantemente tutto il buono che in es-
sa sempre vi stato e vi (e che non poco)?
Insomma, lidea di Peppino Di Capri (votare
il Vesuvio nel concorso della NewOpenWorld
per scegliere le nuove sette meraviglie natura-
li del mondo, ndr) mi sembra molto pi nobi-
le e generosa che sensata e di una qualsiasi effi-
cacia pratica. Uno solo dei malanni napoleta-
ni, risolto, farebbe molto, molto di pi.
RIPRODUZ ONE RISERVATA
Cede la strada: muore lautista che trasportava i rifiuti
Il concorso
MARSALA (Trapani) Ha
tentato il suicidio nel
carcere di Marsala, nel
Trapanese, Saiful Islam, il
badante del Bangladesh
che ha confessato
lomicidio dellex senatore
del Pci ed ex sindaco di
Gibellina,
Ludovico
Corrao
(nella foto).
Islam, 21
anni, ha
provato a
sbattere
ripetutamente la testa
contro il cancello, ma
stato fermato dagli agenti
penitenziari che lo
sorvegliano dal momento
del suo arrivo in prigione,
avvenuto domenica notte.
Corrao stato sgozzato
domenica scorsa nel
Baglio delle Case Di
Stefano, sede della
Fondazione Orestiadi dove
risiedeva, a Gibellina.
Nello stesso paese,
allinterno della Chiesa
Madre, si svolgeranno
oggi alle 10 i funerali.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Lex senatore
Aveva 43 anni
Non si accorto
del vuoto
davanti a lui
Il Vesuvio tra le 7 meraviglie?
Pensiamo prima allimmondizia
Voragine inghiotte un camion
Quadro Nella foto un dipinto del Vesuvio di Renoir
Il cratere Il recupero del camion finito nella voragine che si aperta in via Strettola uccidendo il conducente (foto Ansa/Sky)
di GIUSEPPE GALASSO
Napoli Sgombrate 25 famiglie. Polemiche sulla gestione della rete idrica e del sottosuolo
INCIDENTI SUI CAMPI
Regole ferree
Leggo per lennesima volta
(Corriere, 9 agosto) che un
bambino o un ragazzo
stato ucciso da una porta
del gioco del calcio
cadutagli addosso. Ma di
cosa sono fatte queste
strutture? Di piombo?
Mettiamo delle nuove
regole ferree. Il telaio delle
porte da gioco per calcio e
calcetto per dilettanti siano
fatte, una volta per tutte, di
profilati di alluminio.
cos difficile? Che sia un
gioco, non unecatombe.
Roberto Nuara
roberto_nuara@tin.it
SANTANTIMO
Ingresso allabbazia
Quale persona disabile mi
stato negato laccesso alla
bellissima Abbazia di
SantAntimo nel comune di
Montalcino (Siena) perch
dotata di barriere
architettoniche insuperabili
per i portatori di handicap.
Lho fatto presente
allabate che mi ha detto di
aver sottoposto il problema
alla Soprintendenza,
essendo labbazia di
propriet dello Stato, ma di
non aver ancora ricevuto
risposta. Non sono
unesperta ma penso che
basterebbero due scivoli a
norma per permettere a chi
nella vita stato pi
sfortunato di accedere
allinterno per pregare e
gustare una meravigliosa
architettura romanica.
Giuliana Ferrazza, Roma
SULLA SPIAGGIA
Prodotti in vendita
Sulle spiagge gli
extracomunitari vendono
braccialetti, giocattoli, altri
prodotti palesemente
contraffatti e privi
dellomologazione. Prodotti
oltretutto tossici.
Quando si parla di caccia
allevasione fiscale perch
non risalire a chi li
rifornisce e produce
questa roba?
Elvi Quintavalle, Napoli
SUL TERMINILLO
Divieto ignorato
Pian de Rosce, a met tra
Rieti e il Terminillo, una
splendida oasi di serenit.
Per vorrei sapere perch le
stesse guardie, che multano
in citt anche chi
parcheggia con una ruota
fuori posto, non
sanzionano quella ventina
di automobili e pi, che, a
Rosce, ignorando il divieto
di accesso, percorrono la
strada bianca e vi
parcheggiano, facendo
passare chi passeggia
dallaria pura al polverone!
Mauro Mai, Rieti
Lettere e interventi
Le lettere vanno indirizzate al Corriere della Sera,
via Solferino 28, 20121 Milano. Fax: 02.6282.7579
E-mail: lettere@corriere.it, oppure al sito
www.corriere.it. La rubrica di Sergio Romano
riprender luned 29 agosto.
25 Cronache
Corriere della Sera Gioved 11 Agosto 2011
#


26
Gioved 11 Agosto 2011 Corriere della Sera

27 Cronache
Corriere della Sera Gioved 11 Agosto 2011
#
La trama
l| Mos in Egitto d|
C|oach|no Ross|n|
(l792-l8G8) c
amb|cn|a|o a|
|cmp| dc||a
pr||on|a dc|
popo|o cbra|co.
r|do||o |n sch|av||u
da| |araonc c
||bcra|o da| pro|c|a
Hosc. chc sca|cn
sc||c p|ahc con|ro
| pcrsccu|or|
Il regista
Craham V|c| (nella
foto). d|rc||orc
ar||s||co dc||a
8|rm|nham 0pcra
company
Lallestimento
lc||a vcrs|onc d|
V|c|. |a cond|/|onc
dc| popo|o cbra|co
pr||on|cro |n E|||o
c paraona|a a
ouc||a dc|
pa|cs||ncs| d| o|
La scheda
DAL NOSTRO INVIATO
PESARO Mos come Bin
Laden, barba scura, copricapo
bianco, giubbotto mimetico,
intona Dal tuo stellato so-
glio alzando il mitra al cielo.
La piaga biblica della pioggia
di fuoco trasformata in una
schiera di kamikaze con cintu-
re esplosive lampeggianti di
rosso. Un manipolo di teste di
cuoio che irrompono in pla-
tea puntando le armi contro
gli spettatori. Nessun Mar
Rosso si apre, gli ebrei fuggo-
no dallEgitto attraverso un
varco in un muro evocatore
di quello erto a Gaza, da cui
per spunta un carro armato
con bandiera israeliana Fa-
r molto discutere, e forse an-
che di pi, questo Mos in
Egitto stasera in scena al Festi-
val rossiniano di Pesaro con
Roberto Abbado sul podio del-
lOrchestra del Teatro comu-
nale di Bologna, nel cast So-
nia Ganassi, Riccardo Zanella-
to, Alex Esposito, Dmitry Kor-
chak.
Il regista inglese GrahamVi-
ck ha voluto leggere il capola-
voro rossiniano come una pa-
rabola contro il fondamentali-
smo delle religioni monotei-
ste. La storia di Mos che in-
voca Dio perch colpisca con
bibliche piaghe lintero popo-
lo egiziano diventa cos meta-
fora delluso improprio della
divinit a fini politici e di po-
tere. Ma i riferimenti espliciti
allattualit, lallusione a un
popolo ebraico di ieri uguale
identico ai palestinesi di oggi,
di perseguitati che si fanno
persecutori, hanno allarmato
alcuni spettatori presenti alla
applauditissima prova genera-
le dellaltro ieri, subito preoc-
cupati che in scena serpeg-
giassero umori antisemiti.
Mi hanno raccontato di una
visione registica schierata
contro gli ebrei e questo mi
ha molto rattristata, com-
menta Liliana Segre, una delle
ultime sopravvissute a Au-
schwitz, nonch melomane
frequentatrice assidua del fe-
stival rossiniano. Per ag-
giunge dato che non ho an-
cora visto lo spettacolo, mi ri-
servo i giudizi a dopo.
Quanto a Vick, la sua tesi
che nel Vecchio Testamento
siano celati i germi del fanati-
smo e della violenza. Quello
invocato da Mos un Dio di
rabbia e distruzione sostie-
ne . strano che arrivi il co-
mandamento "non uccidere"
proprio da Colui che ha ucci-
so tutti i primogeniti dellEgit-
to e ha permesso di essere
brandito come unarma dal
suo profeta. Bisogna sempre
diffidare di chi si definisce "il
popolo di Dio", di chi dichiara
guerra in Suo nome. Credersi
gli eletti del Signore una for-
ma bella e buona di razzismo.
Un veleno per lumanit.
Vale per ebrei come per il
mondo islamico. Eppure,
quel Mos abbigliato come
un terrorista, fin troppo ugua-
le al "signore del terrore"
vero, somiglia a Bin Laden, an-
zi direi che ne larchetipo
conferma Vick . Mos rias-
sume in s tutti i fondamenta-
lismi. Non dimentichiamo
che ogni terrorista anche il
guerriero della libert agli oc-
chi di qualcunaltro. E del re-
sto anche Rossini ce lo presen-
ta sempre furente, minaccio-
so. La sua guerra contro gli
egiziani somiglia molto a una
"guerra santa", speculare alle
attuali jihad. Rileggendo lope-
ra di Rossini ho sentito il biso-
gno di tener conto di quanto
accaduto in Medio Oriente
negli ultimi dieci anni.
Ma lallestimento di Vick
non esclude altre drammati-
che, recenti, sopraffazioni del-
luomo sulluomo. I prigionie-
ri ebrei incappucciati e co-
stretti dai soldati egiziani a
camminare a quattro zampe
tenendoli a guinzaglio sono
una chiara citazione degli or-
rori di Guantanamo. Cos co-
me i primogeniti egiziani che
stramazzano soffocati da un
gas letale mandato dal Cielo
rinviano inevitabilmente alla
strage del Teatro Dubrovka di
Mosca o a quella dei bambini
ceceni di Beslan. Nessuna in-
tenzione di provocare, di fare
arrabbiare qualcuno. Ho cer-
cato solo di presentare i vari
punti di vista, di spingere lo
spettatore a ripensare alla no-
stra storia, a riflettere, a parte-
cipare, anche emotivamente.
Le grandi storie pongono
grandi domande. il loro me-
rito, il senso della loro conti-
nua vitalit.
Giuseppina Manin
RIPRODUZIONE RISERVATA
Ebrei persecutori e kamikaze biblici nel capolavoro di Rossini
Ho tenuto conto di
quanto accaduto in
Medio Oriente negli
ultimi dieci anni
Bossi junior
al Cepu?
Solo un tutor
dinglese
La piaga
Il terrorista
Mos-Bin Laden, polemica allopera
Due scene
dellopera che
verr
rappresentata
questa sera. La
piaga biblica del
fuoco viene
sostituita da un
attacco di
kamikaze con
cinture esplosive

In via Bellerio
Festival S|ascra a Pcsaro |a vcrs|onc r|v|s|a da| rc|s|a V|c|. lu| s| d||cndc. c con|ro |u||| | |ondamcn|a||sm|
Nella foto grande,
nellangolo a
sinistra, il Mos di
Graham Vick,
ispirato a Bin Laden.
In alto, la locandina
del Rossini Opera
Festival di Pesaro,
in programma fino
al 23 agosto
MILANO Il Cepu ha
pescato il Trota, titola
Vanity Fair: Bocciato alla
maturit, Renzo Bossi ha
trovato un modo pi rapido
per laurearsi (a domicilio, e
gratis). Ricordando la non
felice carriera scolastica del
figlio del Senatur
bocciato tre volte prima di
arrivare alla maturit il
settimanale racconta di
come sia normale che per
affrontare luniversit
(facolt di Economia), abbia
pensato a un sostegno. E
infatti si iscritto al Cepu.
Ma Renzo Bossi (in alto,
Fotogramma) non uno
studente qualunque: nel suo
caso (visti i pressanti
impegni politici:
consigliere regionale
lombardo) non lui ad
andare in classe a seguire le
lezioni, sono i tutor (gli
insegnanti di sostegno del
Cepu) che si recano
direttamente a casa sua. Un
"servizio a domicilio" che
rappresenta uneccezione
assoluta nellofferta Cepu.
Un trattamento di favore
che comunque non viene
pagato da Bossi: tutte le
spese per istruire il Trota
sarebbero sostenute dal
patron del Cepu, quel
Francesco Polidori che gi
paga i corsi delle tre
"olgettine" Iris Berardi, Aris
Espinosa e Ioana Visan. Il
secondogenito del leader
della Lega, per, smentisce
la ricostruzione: Se il mio
nome utile per fare
pubblicit al Cepu non lo
so, ci che certo che
Vanity Fair ha diffuso una
bella balla ferragostana.
Semplicemente io faccio un
corso di inglese con il Cepu
e linsegnante lo incontro,
per comodit, nella sede
della Lega in via Bellerio,
una volta alla settimana,
quando gli impegni me lo
permettono. E non vero
che io non paghi i corsi.
Semplicemente, come fanno
in molti, ho un conto aperto
che saldo semestralmente, a
seconda del numero di ore
realmente fatte.
RIPRODUZIONE RISERVATA
www.formenterapalace.com
Pi i nformazi oni
(+34) 606 550 190
Vendita appartamenti
di lusso afacciati sul mare
info@formenterapalace.com


lic scatenati sui lati B nelle spiagge
italiane ma fra tutti continua a
calamitare quello di Michelle
Hunziker che a 34 anni non sfigura
neppure nel confronto con la figlia
Aurora sulla sabbia di Varigotti.
Ricordate, correva lanno 1995 e una
giovanissima Michelle fu scelta per la
campagna di Roberta, intimo
pubblicizzato nel tempo con fanciulle
fotografate di spalle e dotate sul
fondoschiena, si part nel 1984 con
Rosa Fumetto per arrivare a Nina
Senicar. Adesso Michelle fa la saggia
e fa la mamma e dice di preoccuparsi
pi di sua figlia che della propria
forma fisica, specialmente sollecita
ora che per Aurora arrivata una
sorellina, perch pap Ramazzotti ha
fatto il bis con la nuova compagna
Marica Pellegrinelli. Il mio cuore si
rinnova di gioia infinita, quella che
auguro a tutti. Marted 2 agosto alle
19.07 nata Raffaela Maria. Grazie
Marica per questo stupendo regalo,
grazie Auri per lamore che ci dai.
Siete la mia vita, ha puntualmente
annunciato su Facebook. Va da s che
Auri sta per Aurora Sophie, 15 anni a
dicembre, e la rete si giustamente
commossa: 21.830 mi piace e 6.865
commenti dedicati al pap pi
bravo del mondo. proprio vero
che i padri stanno cambiando e onore
a chi di fronte allarrivo di una nuova
vita nella sua vita, ricorda e rende
pubblico amore alla figlia che cera
gi, rassicurandola via Internet. En
attendant la canzone dedicata.
R PRODUZIONE RISERVATA
I
l concetto di realt aumentata si sta pian piano diffonden-
do nellimmaginario comune. Ma per capire fino in fondo
di cosa si tratta, la cosa migliore provarla sul proprio telefo-
nino o tablet. Scegliere una app con cui iniziare dipende solo
dalle nostre esigenze. Se siamo in vacanza unottima scelta
pu essere Wikitude (gratis per iOS, An-
droid, Symbian e Bada). Disponibile anche in
italiano, il programma non fa altro che ricono-
scere loggetto che stiamo inquadrando con la
camera un monumento, un edificio stori-
co, una piazza per un totale di pi di 100 milio-
ni di luoghi nel mondo e subito intorno a
esso, sul display, ci fornisce una serie infinita
di notizie correlate. Da articoli storici e culturali presi da
Wikipedia ai commenti di altri viaggiatori, fino alla presenza
nei dintorni di ristoranti, sportelli bancomat e alberghi.
vitadigitale@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA
La morte del pianista
e quel cadavere
della ballerina sul letto
Il legale della famiglia di
lei: Lui si sarebbe ucciso
dopo averla assassinata?
Ho le prove che non si
conoscevano nemmeno
Lui era in auto, in casa sua cera la donna
Colpevoli
e innocenti
La ragazza
RRR
C
La relazione
Andrea Dittmerova
aveva 22 anni,
lavorava in un night club
e sognava di diventare
una veterinaria
unestate italiana
E la chiamano estate
G
li assegni li ha trovati la
madre. Due. Compilati e in-
testati a Massimiliano per
un totale di 50 mila euro,
Banca di Roma. Erano del-
linizio del 2003, mai incas-
sati. Perch? Quale spesa riguardavano?
E poi perch conservarli? Eppure Massi-
miliano Lisini non era uno che se la pas-
sava bene. Quarantasette anni, pianista e
candidato alle Comunali di Trieste del
2006 per la Lega Nord, per anni aveva ti-
rato a campare con i soldi dellaffitto del
negozio di sua madre, Mafalda Orel.
Ogni tanto suonava in qualche locale, un
passato da insegnante di musica e il so-
gno di diventare compositore. Soldi sem-
pre pochi.
A casa avr lasciato una lettera dad-
dio ipotizzarono i carabinieri la mattina
del 17 luglio 2007 davanti al suo cadave-
re. Era in una Lancia Lybra dai finestrini
sigillati e con il tubo di scappamento col-
legato allabitacolo. Sdraiato al posto di
guida, vestiti addosso, braccia sulle gam-
be e documenti in tasca. Ultimo scorcio
di mondo: la collina del Santuario maria-
no di Monte Grisa, a pochi chilometri da
Trieste. Un suicidio, pensarono tutti fin
dal primo momento. Strano, per, che
fosse reclinato anche il sedile del passeg-
gero. Perch mai?
Due ore pi tardi la scena si sposta nel
suo appartamento triestino, per quel-
lipotetica lettera daddio. Roba di routi-
ne, tuttal pi un paio di paginette di ver-
bale. E invece no. Da questo punto in
poi, la storia di Massimiliano si compli-
ca sempre pi, diventa un rebus che an-
cora oggi irrisolto. Tanto complicato
che per due volte il giudice delle indagi-
ni preliminari Raffaele Morvay si rifiu-
tato di chiudere le indagini, come chiede-
va il pubblico ministero della procura di
Trieste Giorgio Milillo. Quindi il giallo
quanto mai aperto.
Non cerano lettere da suicida, a casa
di Massimiliano. Sul letto, sotto una co-
perta, cera il corpo senza vita e in avan-
zato stato di decomposizione di una don-
na, nuda. I carabinieri la identificarono
in fretta. Era Andrea Dittmerova, una ce-
ca di 22 anni che si guadagnava da vive-
re facendo la ballerina di night club, una
famiglia di origini poverissime e un so-
gno: diventare veterinaria. Andrea, si
scopr, era da poco tempo ospite di Mas-
similiano, amica, forse fidanzata. Ma lav-
vocato della sua famiglia, Luciano
Sanpietro, giura di avere le prove per di-
mostrare che in realt i due non si cono-
scevano nemmeno. E allora com che
il cadavere di Andrea era proprio a casa
di Massimiliano? Quale pista seguire? Ce
n una che stata sempre esclusa, quel-
la politica. Troppo pochi i 12 voti raccol-
ti alle Comunali da quel pianista solita-
rio e troppo pochi anche i contatti con i
compagni di partito.
Gli accertamenti medico-legali dico-
no che la ballerina mor respirando gas
metano quandera probabilmente gi
stordita da una miscela di farmaci e dro-
ga. I fornelli della cucina erano stati la-
sciati aperti, porte e finestre sigillate da
una guarnizione che fungeva da isolan-
te scrive il pubblico ministero nella
sua prima richiesta di archiviazione. La
Procura indag per mesi e alla fine con-
cluse: lui ha ucciso lei e poi, per il rimor-
so, si tolto la vita. Scrisse il pm: con
fortissima probabilit la morte della
Dittmerova riconducibile allazione
del Lisini, pur ammettendo che in que-
sta storia c una irrimediabile sicurez-
za: non si potr mai sapere lesatta dina-
mica dei fatti.
Poniamo per un momento che sia ve-
ro e che mio figlio sia un assassino si
sforza di immaginare Mafalda Orel, con-
vinta invece che suo figlio sia stato ucci-
so. Ma io dico: se ammazzi una persona
e poi vuoi toglierti la vita senza soffrire
che senso ha andare a morire lontano
con i gas di scarico della macchina?. A
rigor di logica il discorso non fa una pie-
ga: Allora potevi rimanere nella casa
dellomicidio e lasciarti morire col meta-
no... insiste la mamma di Massimilia-
no. Il suo avvocato, Giovanni Di Lullo, si
oppose alla prima archiviazione con
unobiezione elementare: Se si accusa
una persona di essere un assassino quan-
tomeno si controllano i suoi ultimi con-
tatti telefonici. Cosa che la procura non
aveva fatto. Cos il gip rifiut di accanto-
nare il caso e ordin quei controlli. Altri
mesi di indagini, stavolta con i tabulati
telefonici svelati. Ma ancora niente di de-
cisivo, secondo i magistrati. Quindi: nuo-
va richiesta di archiviazione. Ma co-
me? protest la signora Mafalda. Si ar-
riva alle utenze telefoniche e finisce tut-
to l? Altro giro di opposizione, altro no
del gip: Ci sono det-
tagli da approfondi-
re, linchiesta non si
chiude. E siamo an-
cora qui, sempre
con la stessa doman-
da: stato un omici-
dio-suicidio o un du-
plice omicidio?
La signora Mafal-
da giura che non
moller fino alla ve-
rit. Ma qual la
verit per una ma-
dre rimasta sola e
che prima di Massi-
miliano aveva gi perduto Alessandro,
laltro suo figlio morto suicida? Lei ipotiz-
za il movente economico, scenari da rac-
conto noir, addirittura pensa che sia sta-
to un omicidio anche quello del figlio
Alessandro. La disperazione autorizza
tutto, si sa. Eppure il giudice Morvay ha
rifiutato due volte di scrivere la parola fi-
ne per questa storia. E se questa donna
vecchia e sola avesse ragione?
Giusi Fasano
RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giallo Lisini Dal sedile reclinato agli assegni mai incassati: i dubbi sul suicidio di Massimiliano
La madre
La ballerina
La vettura
Personaggi
e interpreti
Michelle in spiaggia
identica agli esordi
Unapp al giorno
di FEDERICO CELLA
(
di Maria Luisa Agnese
Una foto per sapere tutto
Il 17 luglio 2007 Massimiliano Lisini viene tro-
vato morto nella sua auto a pochi chilometri
da Trieste. A casa del pianista gli investigatori
si imbattono in un altro cadavere, gi in de-
composizione: quello di Andrea Dittmerova,
una ballerina da night club. Un omicidio-suici-
dio? la pista pi probabile, ma non al di l di
ogni ragionevole dubbio. Perch Massimilia-
no non si tolto la vita nel suo appartamento
con il gas con cui avrebbe ucciso la ragazza?
Mafalda Orel, mamma
di Massimiliano. La donna
convinta che il figlio
non sia un assassino
e che qualcuno lo abbia
ucciso. In passato
la Orel aveva gi perso
un altro figlio, Alessandro,
morto suicida
(foto Marino Sterle)
Andrea Dittmerova,
22enne originaria della
Repubblica Ceca, lavorava
come ballerina in un night
club. Venne trovata morta
a casa di Massimiliano
Lisini: fu uccisa
dallinalazione del gas
metano e il suo corpo era
in stato di decomposizione
La Lancia Lybra sul
Monte Grisa, a pochi
chilometri da Trieste,
dove la mattina del 17
luglio 2007 fu trovato
il corpo di Lisini. Un
passato da insegnante
di musica, luomo
si manteneva facendo
il pianista nei locali
Il musicista Massimiliano
Lisini, quando mor aveva
47 anni (foto Sterle)
Il confronto
Michelle
Hunziker
in spiaggia
il mese scorso
a Varigotti
(Splash News)
Sotto, Michelle
nella foto della
campagna per
Roberta del 95
28 Cronache
Gioved 11 Agosto 2011 Corriere della Sera
#


29 Cronache
Corriere della Sera Gioved 11 Agosto 2011
(
D
a quando comparsa La montagna magica (2010)
il conformismo italiano ha subito ripudiato La mon-
tagna incantata. In testa a una copertina come questa,
con una cima cos aspra eppure cos rapinosa, presto
non vedremo pi quellaggettivo, incantata, che ci ha ac-
compagnato per quasi un secolo. Le nuove traduzioni
aggiornano la lingua. Ma non detto che siano sempre
convincenti. Se la scelta dellaggettivo magica discen-
de dallammissione di Thomas Mann daver pensato al
Flauto di Mozart, magica dopo montagna non pi
preciso di incantata. In tedesco Zauber significa luna
e laltra cosa; in italiano tale sdoppiamento non regge.
Per noi, magici sono gli oggetti creati dalluomo, i suoi
manufatti, il flauto, la bacchetta, lacciarino. Mai la natu-
ra produce magia. Chi dice magico un giardino o un bo-
sco? I giardini sono incantati, come incantati, eventual-
mente, sono i boschi o, incantate, le montagne.
RIPRODUZIONE RISERVATA
di ANDREA BALLARINI
S
eduzione. No, non so con quante donne sono stato, non mi
mai passato per la testa di contarle = Potrei recitarle tutte in
sequenza, ma non lo faccio perch non fa fino S di unantipatia
insopportabile: lo detesto = Un tipo molto interessante. Credo che
mi far baciare S Come diceva Proust, lasciamo le donne belle agli
uomini senza fantasia = S, vabb... S un bellissimo ragazzo e poi
cos educato, gentile... = S, s, va bene, gentile, per alla terza
uscita almeno a baciarmi poteva provarci. Sar mica gay? S Con le
donne tutta questione di tempismo: bisogna saper cogliere il
momento = Ci provo sempre con tutte, statisticamente qualcuna ci
sta S Un sorriso e ho visto la mia fine sul tuo viso = ...che non parla
neanche bene litaliano, per si vede che si fa capire bene
RIPRODUZ ONE RISERVATA
Il trekking nei tunnel
della miniera pi alta
N
on ce lha fatta Sissi,
lirrequieta imperatri-
ce dAustria, ma tutto
era pronto perch sa-
lisse lass a Montene-
ve, tra la Val Passiria e
la Val Ridanna, in Alto Adige, lulti-
ma settimana di settembre del
1898. Sissi aveva espresso questo
desiderio a Merano, durante le va-
canze in agosto, allHotel Karersee.
Erano pronti 50 minatori incaricati
di rendere cavalcabile parte del sen-
tiero. Era pronta la slitta per portare
poi limperatrice. Ma da Ginevra il
10 settembre di quellanno si diffu-
se nel mondo la notizia che lanar-
chico Luigi Lucheni con una lima
appuntita aveva ucciso la sovrana
pi amata.
Oggi al rifugio Monteneve, 2.355
metri, arrivano migliaia di escursio-
nisti. Siamo nelle Alpi Breonie di Po-
nente, lungo il confine italoaustria-
co. Qui c una storia da raccontare,
una storia affascinante, durata 800
anni: quella della pi alta miniera
dEuropa compresa tra i 2.000 e i
2.500 metri, di cui si ha notizia
fin dal 1237, dove largento
estratto serviva al duca del Tiro-
lo per coniare i primi talleri
nella zecca di Merano. Cento-
cinquanta chilometri di galle-
rie scavate nella roccia, con
cunicoli anche strettissimi,
chiusa nel 1985, oggi trasforma-
ta dalla Provincia di Bolzano in
un percorso museale dove si en-
tra vestiti da minatori con casco,
stivali, mantello e torcia.
Al rifugio si sale solo a piedi. La via
pi breve parte da Platterkfel, lun-
go la strada che da Merano sale al
Passo del Rombo, dove si stacca un
sentiero forestale che in poco pi di
due ore porta alla meta. Ma un altro
itinerario giunge dal versante oppo-
sto, dalla Val Ridanna, attraverso la
Forcella di Monteneve (4 ore). Las-
s si incrociano anche il Giro dei
13 Rifugi e lAlta Via Tirolese.
Dove sorge il rifugio Montene-
ve, incredibile a dirsi, a quella
quota e cos fuorimano, cera il
villaggio di San Martino, documen-
tato fin dal 500, il pi alto dEuro-
pa. Un paese edificato perch potes-
sero abitarci i minatori, anche un
migliaio nel periodo doro. Con tan-
to di chiesa, e da fine 800 con scuo-
la, banda musicale, compagnia de-
gli Schtzen. Persino con il cinema
dal 1956 in poi (le pizze dei film le
portava il parroco). Tutti gli edifici
erano collegati fra di loro sottoter-
ra, e a loro volta con la galleria di
San Martino (cos non si usciva al-
laperto visto che in miniera si lavo-
rava anche dinverno). Poi un incen-
dio del grande dormitorio dei lavo-
ratori nel 1967 pose fine alla vita mi-
neraria, dalla parte della Val Passi-
ria. Oggi il rifugio Monteneve
composto dalla restaurata casa de-
gli impiegati (1899) e dallalbergo
annesso (1904). Ci sono 100 posti
letto tra stanze e confortevoli dormi-
tori. In agosto arrivano tanti italia-
ni dice Widmann Heinz, che in-
sieme alla moglie da 16 anni gesti-
sce il rifugio . Il grande alpinista
Hans Kammerlander viene a trovar-
ci 3-4 volte durante lestate. Sui ta-
voli servono la minestra del minato-
re, con verdura, orzo e carne, e Gro-
stl alla tirolese con patate, cipolla,
carne e insalata di cappuccio, man-
giato nella padella di ferro.
Ma dobbligo la visita della minie-
ra. Ci sono itinerari guidati di varie
difficolt. Dal breve e facile percor-
so nella galleria Paradiso, al-
lescursione avventurosa, per cam-
minatori allenati e che non soffrono
di claustrofobia, tra buie gallerie,
pozzi, profonde fenditure, tratti nel-
lacqua e strettoie. unesperienza
unica, attraverso tutta la zona mine-
raria, compreso un viaggio con un
trenino da miniera per 3 chilometri
e mezzo. Lemozione pi forte si
prova nella galleria Karl, del 1600,
stretta in alcuni punti 45 cm, lunga
2 km e mezzo, orizzontale, 900 me-
tri sotto la cima della montagna. Si
cammina curvi, con lacqua che ti ar-
riva fino al ginocchio, il buio rotto
solo dal fascio di luce delle lampa-
de, i riflessi lucidi della galena ar-
gentifera (si ricavava piombo, ar-
gento e dalla blenda lo zinco). Un
mestiere durissimo spiega Ga-
briel Rainer, guida alle miniere dal
versante della Val Ridanna, il cui pa-
dre era minatore . La silicosi colpi-
va quasi tutti ed era dura arrivare a
50-60 anni. Ma un mestiere di cui
quegli uomini andavano orgogliosi
aggiunge Hermann Schlzhorn,
responsabile della miniera in chia-
ve turistica quando nella loro
uniforme con il cappello con pen-
nacchio e stemma, la giacca di pan-
no nero chiusa da 9 bottoni dorati,
zappetta e spadino, sfilavano davan-
ti allimperatore a Innsbruck.
Massimo Spampani
RIPRODUZIONE RISERVATA
Vacanze intelligenti
Lex villaggio San Martino
Con le torce e un trenino
in un museo lungo 150 km

etropensieri
Attraversarono Pertinace, presero per Barbaresco...
Il Barbaresco di questo e il Barbaresco di quello, il
Barolo di Tizio e di Caio, il cru di qui e il cru di l.
Qui tutti hanno il loro vino che meglio di quello
del vicino, una cantina dietro laltra. Siamo diventati,
qui in Langa, una grande cantina: la Ferrari del
vino...E anche la Ford... Ma qui, tolto qualche nome
sacro, Mascarello, Gaja, Ratti, relativamente da
poco tempo che si imparato a fare del vino che non
bruci lo stomaco... Qui in Langa tutta
uninvenzione. Inventiamo da sempre. Ci siamo
inventati la Langa, un paradiso di vigna per amanti
del vino e turisti... Tutte balle. Qui non sai cosa fare
se non mangiare e
ubriacarti, se te lo puoi
permettere... Nessuno
ha pi i modi del
contadino, salvo rare
eccezioni di vecchi e
giovani ecologisti, verdi,
nostalgici dello slow food.
Il resto chimica e
meccanica in mano a
enologi, tecnici, pubblicitari, rappresentanti
internazionali... Paesi stretti e campagna chiusa da
capannoni industriali, una lunga fila di hangar che
impediscono la vista sulle colline. Outlet, Trony, Casa
della Luce, Divani & Divani... Capannoni che
marcano le strade come un unico, gigantesco, Lego...
No, che di questa retorica del vino non ne posso
pi... Non c pi posto per niente, per un ricordo,
sembriamo nati tutti signori da quando questa non
pi terra di malora... Dimenticarsela dimenticare
anche il dolore di tanto sangue versato. Queste sono
colline di sangue, prima che di vino. E invece zitti,
chi vuole ricordarselo? Qui il 25 festeggiano con "Go
wine" e il porro di Cervere in piazza Duomo, altro
che i caduti della Resistenza. Da quando non c pi
fatica non c pi memoria... Dal fondovalle
salirono verso Barolo, fra vigneti pastellati, filari
dopo filari, spaziosi, dritti e regolari come linee di
uno spartito musicale, una geometria spaziale che si
faceva sempre pi astratta (le Langhe sono
bellissime anche destate, anche per chi non pu
permettersi grandi Baroli che ora tra laltro sono
fuori stagione; si gira alternando gola e memoria, tra
le colline dei partigiani di Beppe Fenoglio e le osterie
approvate da Carlin Petrini; e altri romanzi, come il
favolesco Di viole e liquirizia di Nico Orengo, qui
saccheggiato, sono eccellenti guide per il viaggiatore
ambivalente; e poi ad agosto nessuna persona
sensata ti dice ah, vai nelle Langhe per mangiare i
tartufi?, come se non ci fosse altro, accidenti).
RIPRODUZIONE RISERVATA
M
o
n
t
e
n
e
v
e
R
di Maria Laura Rodot
Alto Adige In funzione dal Duecento, venne chiusa nel 1985
Tratto comune delle citt cinesi medie la quantit di grattacieli vuoti. In attesa
di inquilini dalle campagne (e che speriamo possano pagare) @dariodivico
Le monete del duca
Non solo Barolo
Le Langhe dagosto
tra gola e memoria
Largento estratto
serviva al duca del Tirolo
per coniare i primi talleri
nella zecca di Merano
di FRANCO CORDELLI
Come si mangia
Il men ricco di portate e la
carte: minestra del minatore con
verdura, orzo e carne, canederli
al formaggio, arrosto di caprone
RRRRRRRRRR voto
8
Il panorama
Il rifugio si trova a 2.355 metri
in un vasto pascolo alpino:
rocce scure metamorfiche
contrastano con il verde dei prati
RRRRRRRRRR voto
7,5
I prezzi
Si spendono 35 euro a persona
per una camera da 3 letti,
colazione compresa (30 euro
per i soci dei vari club alpini)
RRRRRRRRRR voto
8,5
Storie di copertine
Quello che intendiamo veramente
quando facciamo gli educati
Twitter
di Dario Di Vico
Dallalto,
limperatrice
dAustria Sissi,
Andreas Hofer
e Luis
Durnwalder
Mann e laggettivo sbagliato
Lo scrittore
Beppe Fenoglio
nacque ad Alba
nel 1922. Mor
nel 63, cinque
anni dopo usc
Il partigiano
Johnny
(foto Agnelli)
La banda
Una fotografia
del 1912
A sinistra,
lalpinista Hans
Kammerlander
La pagella
La
montagna
incantata
Il romanzo
di Thomas
Mann fu
pubblicato
nel 1924
Nei cunicoli Una cordata di turisti con elmetti e stivali nei tunnel della miniera


30
Gioved 11 Agosto 2011 Corriere della Sera

I Giochi del Corriere
w
w
w
.a
le
a
ja
c
t
a
.n
e
t
CRUCIVERBA
SOLUZIONI
SUDOKU
Come si gioca. Inserite i numeri da 1 a 9
in ogni riga, colonna e riquadro.
MEDIO
LHO LETTO SUL CORRIERE
DIFFICILE
DIABOLICO

P
u
z
z
e
s
b
y
P
a
p
p
o
c
o
m
S U D O K U D I F F I C I L E S U D O K U M E D I O S U D O K U D I A B O L I C O
Goditi la vita!
Scegli i saldi Chateau dAx.
Messaggio pubblicitario con finalit promozionale. Salvo approvazione di Findomestic Banca S.p.A. Al fine di gestire le tue spese in modo responsabile, Findomestic ti ricorda, prima di sottoscrivere il contratto, di prendere visione di tutte le condizioni economiche e contrattuali,
facendo riferimento alle Informazioni Europee di Base sul Credito ai Consumatori presso il punto vendita. Chateau dAx, fornitore di beni e servizi per la promozione e collocamento di contratti di finanziamento di Findomestic Banca S.p.A., per lacquisto dei propri beni e
servizi legato da rapporti contrattuali con uno o pi finanziatori.
Periodo validit saldi secondo disposizioni regionali. I saldi estivi non sono applicati su tutti i prodotti esposti. Offerta limitata ai modelli oggetto della campagna pubblicitaria e valida
solo nei negozi che aderiscono alliniziativa. Cuscinetti optional. Rivestimento a scelta tra i tessuti della categoria Special.
Vai su www.chateau-dax.it e guarda il filmato con tutte le offerte!
140 negozi in Italia aperti anche domenica pomeriggio - numero verde 800-132 132
SPECIALE
tutta la casa
Chateau dAx
da meno di
10.000
prima rata gennaio 2012
Saldi 50% del
1 980
990
NESTORE
LETTO CON RETE
ORTOPEDICA E CONTENITORE
CHE RIALZA IL PIANO DEL LETTO
PER RIFARLO FACILMENTE
a partire da
31 Giochi
Corriere della Sera Gioved 11 Agosto 2011

Giunta Regione Marche
P.F. Sistemi informativi e telematici
ESITO DI GARA
Procedura aperta per laffidamento di servizi di
manutenzione, help desk, assistenza tecnico-si-
stemistica e formazione utenti del sistema in-
formativo delle attivit veterinarie e alimenti
(SIVA) e del portale www.veterinariaalimenti.it,
per la durata di 3+2 anni. Importo a base di ap-
palto euro 600.000,00 (iva esclusa).
LAmministrazione regionale rende noto che lap-
palto in oggetto stato aggiudicato con Decreto
del Dirigente della P.F. Sistemi informativi e tele-
matici n. 107/INF del 30/06/2011 alla societ
Logix S.r.l. - Software e Consulenza - con sede le-
gale in Venezia (VE) Parco Vega Via delle Indu-
strie, 19/b CAP 30175 - C.F./P.I. 01569290420
per un punteggio pari a 76,8333/100 e per lim-
porto di Euro 450.004,38 (IVA esclusa)
IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
(Ing. Massimo Trojani)
ESTRATTO BANDO DI GARA
Oggetto: Bando europeo per sistemi di accu-
mulo stazionario di energia elettrica - Electri-
cal Energy Storage (EES)
Procedura e Criterio di Aggiudicazione:
Offerta economicamente pi vantaggiosa
Denominazione conferita allappalto dal-
lente aggiudicatore: APR000043342
Tipo di appalto: Fornitura.
Luogo di consegna: Italia
CPV (vocabolario comune per gli appalti):
31400000
Divisione in lotti: Si 4 lotti indivisibili even-
tualmente cumulabili
Quantitativo o entit totale: n 4 installa-
zioni apparati di accumulo stazionario di
energia con range di potenza -2 MVA ed
energia 0,5- 2 MWh
Opzioni: No
Durata della fornitura: 18 mesi.
Tipo di procedura: Negoziata.
Termine per il ricevimento delle doman-
de di partecipazione: 21.09.2011 - ore
16:00.
Testo integrale del Bando: Il testo integrale
del Bando stato pubblicato sul supplemento
alla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea
(GU/S) del 03.08.2011 con il numero 2011/S
147 - 245057.
Il Responsabile DOAAPR-ACQ
Maurizio Mazzotti
Enel S.p.A. Viale Regina Margherita, 137
00198 Roma
BANDO DI GARA
La Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Di-
rezione Centrale finanze, patrimonio e program-
mazione Servizio risorse finanziarie - Corso
Cavour n. 1 - 34132 TRIESTE bandisce una
gara ai sensi del D.lgs.163/2006 con procedura
aperta per lassunzione di due mutui a tasso
fisso. La gara suddivisa in due lotti: I LOTTO -
mutuo a fronte di un contributo pluriennale dal
2011 al 2022 di euro 960.000,00 annui; II
LOTTO - mutuo a fronte di un contributo plu-
riennale dal 2011 al 2019 di euro 630.000,00
annui. Tutti gli atti di gara e le condizioni sono
disponibili sul sito www.regione.fvg.it. link:
Bandi e Avvisi della Regione, Direzione centrale
finanze, patrimonio e programmazione. Bando
di gara inviato alla GUUE in data 28/07/2011.
IL RUP
Dott. Paolo Viola
CONSIP S.p.A. a socio unico
Via Isonzo, n. 19/E
00198 - Roma
AVVISO DI GARA
E indetta una gara a procedura aperta ai sensi dellart. 54 del
D.Lgs. n. 163/2006 per la fornitura di carburanti per autotra-
zione e gaso io da riscaldamento mediante consegna a domi-
cilio e dei servizi connessi per le Pubbliche Amministrazioni.
La gara effettuata secondo la procedura fissata dal D.Lgs.
n. 163/2006 e successive modificazioni ed integrazioni ed
aggiudicata secondo il criterio del prezzo pi basso. La pre-
sente procedura si svolge, ove non diversamente previsto dal
Disciplinare di gara, attraverso un sistema telematico confor-
me a lart. 77 del D. Lgs. n. 163/2006 come indicato nel
Disciplinare di gara.
Il bando di gara pubblicato sulle Gazzette Ufficiali della
U.E. e della Repubblica Ita iana, alle quali stato inviato il
29/07/2011, nonch sul profilo del committente www.acqui-
stinretepa.it.
La documentazione ufficiale di gara disponibile in duplice
formato: elettronico, firmato digitalmente, scaricabile dai siti
www.acquistinretepa.it, www.consip.it, e www.mef.gov.it;
cartaceo, ritirabile presso la Consip S.p.A.. Si precisa che la
versione in formato elettronico firmata digitalmente costitui-
sce loriginale della documentazione di gara, mentre la ver-
sione cartacea ne la copia conforme.
Le imprese interessate possono ritirare la documentazione di
gara in formato cartaceo (Capitolato dOneri e relativi allega-
t ) tutti i giorni feriali, escluso il sabato, dalle ore 9.00 a le ore
12.00, entro le ore 12.00 del 27/09/2011, presso gli uffici
della Consip S.p.A., in Via Isonzo, 19/E, 00198 - Roma.
Si fa presente che gli uffici della Consip S.p.A. resteranno
chiusi dal giorno 08/08/2011 al giorno 19/08/2011.
Le offerte dovranno essere presentate entro il termine peren-
torio delle ore 12.00 del 27/09/2011, presso la sede di Consip
S.p.A., in Via Isonzo, 19/E, 00198 - Roma.
Informazioni e/o chiarimenti sul Bando, Capitolato dOneri,
Capitolato Tecnico e sugli a tri atti di gara, potranno essere
richiesti mediante fax al n. 06.85449288 o allindirizzo di
posta elettronica oil@acquistinretepa.it entro le ore 12.00
del 07/09/2011.
La procedura di aggiudicazione sar aperta alle ore 15.00
del 27/09/2011 presso Consip S.p.A., Via Isonzo n. 19/E,
00198 - Roma.
Dott. Domenico Casalino
(LAmministratore Delegato)
LAMIAT S.p.A. con socio unico indice la
seguente gara:
* [Rif. PA 22/11] Servizio di pre-pulizia,
imballaggio, smaltimento sovvallo e tra-
sporto dei rifiuti provenienti da raccolta dif-
ferenziata imballaggi in plastica. Importo a
base di gara: 427.500,00 + IVA. La docu-
mentazione della gara disponibile sul sito
aziendale: http://www.amiat.it Sezione
Appalti e Gare. Il bando stato inviato
alla G.U. della Comunit il 29/07/2011.
LAmministratore Delegato
Dott. Maurizio Magnabosco
CASSA DEPOSITI E PRESTITI SPA
ESTRATTO BANDO DI GARA
1) Ente aggiudicatore: Cassa depositi e prestiti S.p.A. Via
Goito, 4 00185 - Roma. 2) Tipo di procedura e criterio di ag-
giudicazione: Procedura ristretta per la definizione di accordi
quadro aventi ad oggetto la fornitura di servizi per lo sviluppo,
la manutenzione evolutiva ed assistenza applicativa dei sistemi
informatici di Cassa Depositi e Prestiti SpA, ai sensi dellart.
55 del D.Lgs. n. 163/2006 e s.m.i., con il criterio dellofferta
economicamente pi vantaggiosa. Oggetto dellappalto: For-
nitura di servizi per lo sviluppo, la manutenzione evolutiva ed
assistenza applicativa dei sistemi informatici di Cassa Depositi
e Prestiti SpA. Il servizio articolato in 3 distinti lotti ovvero in
tre distinti Accordi Quadro, ciascuno per un periodo di 48 mesi
e per un importo complessivo pari a Euro 5.440.000,00 per il
Lotto 1, Euro 3.520.000,00 per il Lotto 2 e Euro 2.300.000,00
per il Lotto 3. Lotto 1 - CIG: 3075058223; Lotto 2 - CIG:
3075206C42; Lotto 3 - CIG: 3075341BAA. 3) Durata dellap-
palto: 48 mesi. 4) Importo dellappalto: 11.260.000,00, iva
esclusa. 5) Termine per la presentazione delle offerte: entro
le ore 12.00 del 15/09/2011 presso il seguente indirizzo: Cassa
depositi e prestiti S.p.A. U.O. Acquisti Via A. Farnese n. 1 -
00192 Roma - Allattenzione dellavv. Anna MAZZEO. 6) Bando
pubblicato sulla GUUE il 02-08-2011 (rif. 2011/S 146-243113)
e sulla GURI n. 93 del 08/08/2011. 7) Bando integrale e tutti i
documenti di gara sono disponibili sul sito www.cassaddpp.it.
8) Responsabile del procedimento: il Responsabile dellUnit
Acquisti di CDP S.p.A., Anna Mazzeo.
Il Responsabile Unit Acquisti - Anna MAZZEO
REGIONE DEL VENETO
AZIENDA SANITARIA ULSS N. 3
BASSANO DEL GRAPPA
Avviso esito di gara europea a procedura
ristretta per laffidamento del servizio di ossige-
noterapia domiciliare per gli assistiti residenti
nel territorio dellAzienda ULSS n. 3 di Bassano
del Grappa e dellAzienda ULSS n. 6 di Vicenza.
Ditta aggiudicataria: R.T.I Vitalaire Italia S.p.A.
(Mandataria) di Milano - Medicair Italia s.r.l.
(Mandante) di Pogliano Milanese (MI). Importo
aggiudicazione: 3.007.333,00 + IVA.
f.to Il Responsabile del Servizio
Approvvigionamenti
(ing. Giuseppe Centenaro)
FONDAZIONE CNAO
CENTRO NAZIONALE DI ADROTERAPIA ONCOLOGICA
Estratto avviso di aggiudicazione gara comunitaria
La Fondazione CNAO - Centro Nazionale di Adrotera-
pia Oncologica, con sede legale in Milano, CAP.
20123, Via Caminadella 16 e sede operativa in Pavia,
CAP 27100, Strada Privata Campeggi, snc, ha aggiu-
dicato, col criterio del prezzo pi basso, la gara dal ti-
tolo Procedura aperta per laffidamento della
fornitura di energia elettrica sul libero mercato per il
punto di prelievo di Pavia della Fondazione CNAO.
CIG:1502603338 alla GALA S.p.A., Via Borsieri, 20,
00195 Roma ad 2.091.859,862, IVA esclusa.
Numero delle offerte ricevute: 1. Numero delle offerte
valide: 1. Laggiudicazione definitiva avvenuta in
data 24.6.2011. Lavviso di aggiudicazione stato
trasmesso in GUCE il 29.7.2011.
MINISTERO DELLA DIFESA
POLO DI MANTENIMENTO PESANTE SUD SERVIZIO AMMINISTRATIVO. - Sez - CONTRATTI
NOLA - Via S. Paolo Belsito, 135
ESTRATTO AVVISO DI GARA PROCEDURA RISTRETTA IN AMBITO UE
AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE: Polo di Mantenimento Pesante Sud - 80035 Nola (NA) -
via S. Paolo Belsito, 135. C.F. 84005590637. OGGETTO: Fornitura di un semirimorchio. CODICE
CIG 3106832EDB. LOTTO: UNICO. ENTITA DELLAPPALTO: 125.000,00 (iva esclusa). LUOGO
DI CONSEGNA: Polo Mantenimento Pesante Sud - Nola. MODALITA DI AGGIUDICAZIONE: prezzo
pi basso. TERMINE SCADENZA DOMANDE DI PARTECIPAZIONE: In carta legale o resa legale
entro e non il 19/09/2011 con allegati le certificazioni richieste nella sezione Prescrizioni partico-
lari. PRESCRIZIONI PARTICOLARI: 1) Certificato o dichiarazione sostitutiva circa liscrizione alla
CCIAA.; 2) Certificato o dichiarazione sostitutiva di assenza di procedure concorsuali; 3) dichiara-
zione attestante la regolarit contributiva e assicurativa; 4) dichiarazione attestante la regolarit
rispetto agli obblighi relativi al pagamento delle imposte; 5) dichiarazione attestante lassenza di
procedimenti che implicano lapplicazione di una delle misure di prevenzione di cui allart. 3 della
legge 1423/1956 o di una delle cause ostative previste dallart. 10 della legge 575/1965; 6) certi-
ficazione o dichiarazione attestante lassenza di sentenza di condanna passata in giudicato per reati
gravi in danno dello Stato o della Comunit, o per reati di partecipazione a un organizzazione
criminale, corruzione, frode, riciclaggio, quali definiti dagli atti comunitari citati allart. 45, par. 1,
Direttiva Ce 2004/18; 7) mancata violazione del divieto di intestazione fiduciaria; 8) assenza
della sanzione interdittiva di contrarre con PP.AA.; 9) possesso certificazione ISO Serie 9001/2000
e/o UNI 9001/2005 e/o successive; 10) dichiarazione attestante limpegno a fornire il mezzo in
provvista completo di omologazione europea. La mancanza di uno dei documenti prescritti
sar motivo di esclusione dallinvito alla partecipazione della presente gara. Per ulteriori
informazioni le ditte possono contattare la Sezione Contratti di questo Ente (tel. 081/5105577
dr. Napolitano) o il Direttore lavori email corrado.messina@esercito.difesa.it o sul sito
www.esercito.difesa.it/bandidigara/pagine/default.aspx.
IL DIRETTORE - Brig. Gen. Gian Paolo SCENNA
MINISTERO DELLA DIFESA
POLO DI MANTENIMENTO PESANTE SUD SERVIZIO AMMINISTRATIVO.- Sez - CONTRATTI
NOLA - Via S. Paolo Belsito, 135
ESTRATTO AVVISO DI GARA PROCEDURA RISTRETTA IN AMBITO UE
ENTE APPALTANTE: Polo di Mantenimento Pesante Sud - 80035 Nola (NA) - via S. Paolo Bel-
sito, 135. OGGETTO: Revisione di motori per stazioni di energia. CODICE CIG 30992351A1.
LOTTO: UNICO. ENTITA DELLAPPALTO: quantit indeterminata per un valore di 333.334,00
IVA esclusa. LUOGO DI ESECUZIONE: Polo Mantenimento Pesante Sud - Nola. MODALITA
DI AGGIUDICAZIONE: prezzo pi basso cosi come previsto dal capitolato tecnico. TERMINE
SCADENZA DOMANDE DI PARTECIPAZIONE: In carta legale o resa legale entro e non oltre le
ore 12,00 del 19/09/2011 con allegati le certificazioni richieste nella sezione Prescrizioni par-
ticolari. PRESCRIZIONI PARTICOLARI: 1) Certificato o dichiarazione sostitutiva circa liscri-
zione alla C.C.I.A.A.; 2) certificato o dichiarazione sostitutiva di assenza di procedure
concorsuali; 3) dichiarazione attestante la regolarit contributiva e assicurativa; 4) dichiara-
zione attestante la regolarit rispetto agli obblighi relativi al pagamento delle imposte; 5) di-
chiarazione attestante lassenza di procedimenti che implicano lapplicazione di una delle
misure di prevenzione di cui allart. 3 della legge 1423/1956 o di una delle cause ostative pre-
viste dallart. 10 della legge 575/1965; 6) certificazione o dichiarazione attestante lassenza di
sentenza di condanna passata in giudicato per reati gravi in danno dello Stato o della Comunit,
o per reati di partecipazione a un organizzazione criminale, corruzione, frode, riciclaggio, quali
definiti dagli atti comunitari citati allart. 45, par. 1, Direttiva Ce 2004/18; 7) dichiarazione at-
testante la mancata violazione del divieto di intestazione fiduciaria; 8) dichiarazione attestante
lassenza di sanzioni interdittive di contrarre con PP.AA; 9) possesso certificazione di confor-
mit alle norme AQAP serie 2000 e/o ISO Serie 9001/2008 o successive, 10) dichiarazione
che attesti il possesso delle seguenti infrastrutture e attrezzature: a) apposite ed idonee aree
custodite in sicurezza (recintata e sorvegliata) adibita alla ricezione e stoccaggio di materiali
militari; b) Banco per la prova motori; c) adeguati impianti di sollevamento e dei manuali
tecnici dei motori oggetto della gara; 11) pregressa esecuzione nel triennio precedente di at-
tivit inerenti la revisione di motori per stazioni denergia, il cui importo medio annuo deve
essere pari almeno ad 300.000,00, con lindicazione della tipologia di contratto, durata, va-
lore ed ente committente, certificata mediante dichiarazione, sottoscritta in conformit alle di-
sposizioni del DPR 445/2000. La mancanza di uno dei documenti prescritti sar motivo di
esclusione dallinvito alla partecipazione della presente gara. Per ulteriori informazioni le
ditte possono contattare la Sezione Contratti di questo Ente (tel. 081/31221319 - 081/5105577
dr. Napolitano) o allindirizzo di posta elettronica corrado.messina@esercito.difesa.it o
al sito www.esercito.difesa.it/bandidigara/pagine/default.aspx.
IL DIRETTORE - Brig. Gen. Gian Paolo SCENNA
SANZIONI TRASPARENZA BANCARIA
In ottemperanza alle disposizioni dellart. 145, comma 3, del d.lgs. n. 385/93, con riferimento
alle inosservanze della normativa sulla trasparenza delle condizioni contrattuali e dei rapporti
con i clienti, si pubblica per estratto il provvedimento della Banca dItalia del 24 maggio 2011
(delibera n. 653/2011).
VISTO il decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 (Testo unico delle leggi in materia ban-
caria e creditizia - TUB) e successive modifiche e integrazioni;
VISTA la legge 28 dicembre 2005, n. 262 recante Disposizioni per la tutela del risparmio e la
disciplina dei mercati finanziari;
VISTI il provvedimento della Banca dItalia n. 473798 del 27 aprile 2006 recante Modalit or-
ganizzative per lattuazione del principio della distinzione tra funzioni istruttorie e funzioni de-
cisorie nellambito della procedura sanzionatoria (art. 24, comma 1, della legge 28 dicembre
2005, n. 262) e le Istruzioni di vigilanza in materia di procedura sanzionatoria amministrativa;
CONSIDERATO che la Vigilanza Bancaria e Finanziaria della Banca dItalia ha accertato con ri-
guardo al Credito Cooperativo Fiorentino Campi Bisenzio, ora in amministrazione straordinaria,
le irregolarit di seguito indicate:
OMISSIS
9. inosservanza delle disposizioni in materia di trasparenza da parte del Direttore generale
(art. 116, D.lgs. 385/93; Disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi
bancari e finanziari del 29.07.2009).
CONSIDERATO che le suddette irregolarit sono state contestate secondo le formalit previste
dallart. 145 TUB ai soggetti ritenuti responsabili e alla banca, responsabile in solido;
CONSIDERATO che, valutati le irregolarit accertate, le controdeduzioni presentate e ogni altro
elemento istruttorio, la Commissione per lesame delle irregolarit, nella riunione n. 6/2011 del
3 marzo 2011, a conclusione dellistruttoria, ha ritenuto sussistenti le violazioni accertate e ha
giudicato le controdeduzioni prodotte dagli interessati non idonee a giustificare i comportamenti
oggetto di contestazione;
VISTA la nota n. 441947 del 23 maggio 2011 - corredata dal parere n. 442654 del 23 maggio
2011 dellAvvocato Capo - con la quale la Commissione per lesame delle irregolarit, in
osservanza del principio della distinzione tra funzioni istruttorie e funzioni decisorie rispetto
allirrogazione della sanzione, fissato dallart. 24 della legge n. 262/05, ha proposto al Direttorio
della Banca dItalia lapplicazione di sanzioni amministrative pecuniarie di cui allart. 144 TUB
nei confronti degli interessati, trasmettendo i relativi atti;
IL DIRETTORIO
Preso atto che sussistono, in base alle motivazioni esposte nella citata proposta della
Commissione, qui integralmente richiamate e recepite, gli estremi per lirrogazione di sanzioni
amministrative pecuniarie;
DISPONE
A carico delle persone di seguito indicate, nella qualit per ciascuna di esse precisata, sono
inflitte, ai sensi dellart. 144 TUB, le seguenti sanzioni amministrative pecuniarie:
OMISSIS
Ex Direttore generale:
- BIAGINI Piero Italo
OMISSIS
Per le irregolarit sub 6), sub 8) e sub 9), euro 20.000,00
OMISSIS
Firmato digitalmente da
FABRIZIO SACCOMANNI
Delibera n. 653/2011
PROCEDURA APERTA AVVISO DI AGGIUDICAZIONE
Progettazione del risanamento conservativo delledificio contraddistinto dalla
p.ed. 1/1 c.c. Sacco cd. edificio delle Zigherane sito in Rovereto, piazza
Manifattura 1.
Societ Appaltante: Manifattura Domani S.r.l. piazza Manifattura 1, ROVERETO
38068
Punti di contatto: Tel. +390464443313 - Posta elettronica: www.manifactor.it - Fax:
+390464443312
Denominazione conferita allappalto: progettazione del risanamento conservativo
delledificio delle Zigherane e della realizzazione di nuova costruzione interrata.
CODICE CIG: 125375033A
Bando pubblicato: il 04/03/2011 sulla Gazzetta Ufficiale dellUnione Europea (2011/S
440-072931)
Base dAsta: 987.014,00 Euro
Criteri di aggiudicazione: offerta economicamente pi vantaggiosa.
Nr. offerte pervenute: 30
Aggiudicazione: 391.500,00 Euro, con 80,71 punti su 100.
Impresa Aggiudicatrice: VIA INGEGNERIA SRL di Roma
Data di aggiudicazione e di invio alla GUCE: 29 luglio 2011
Rovereto, 11 agosto 2011
Manifattura Domani S.r.l.
Il Presidente - Gianluca Salvatori
COMUNITA MONTANA ALBURNI
Via Uliveto - Controne (SA) - Tel. 0828/972210 Fax 0828/971368
AVVISO DI PUBBLICAZIONE DI ESITO DI GARA
OGGETTO: Appalto di forniture di macchine forestali per il servizio di prevenzione A.I.B., in attuazione del
progetto Acquisto di attrezzature e mezzi innovativi per il potenziamento degli interventi di prevenzione
e lotta attiva degli incendi - Progetto A, finanziato nellambito del P.S.R. 2007/2013 - Misura 226 - azione
d). PROCEDURA DI AGGIUDICAZIONE PRESCELTA: Procedura aperta ai sensi dellart. 55, del D.Lgs.
163/06. NATURA E QUANTITA DEI PRODOTTI FORNITI: Lappalto prevede la fornitura, in lotti, dei seguenti
mezzi e attrezzature: - Lotto n. 1 - Fornitura di n. 1 automezzo con allestimento antincendio da 2500 litri
con sistema specialistico di spegnimento; - Lotto n. 2 - Fornitura di n. 1 macchina operatrice semovente,
con modulo AIB. DATA DI AGGIUDICAZIONE DELLAPPALTO: 05/04/2011. CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE
DELLAPPALTO: Secondo il criterio dellofferta economicamente pi vantaggiosa, valutata ai sensi dellart.
83 del D.Lgs. 163/2006. NUMERO DI OFFERTE RICEVUTE: Lotto n. 1: Ditta Piemme&Matacena S.r.l., Ditta
Primosole Veicoli Industriali S.r.l. - Lotto n. 2: Ditta COMACA di Pucciarelli A & Carucci F. S.n.c.. NOME E
INDIRIZZO DELLAGGIUDICATARIO: Lotto n. 1: Ditta Piemme&Matacena S.r.l., Via Polveriera, 47/b, 80141
Napoli; Lotto n. 2: Ditta COMACA di Pucciarelli A & Carucci F. S.n.c., loc. Casale, 84030 Caggiano. PREZZO
DI AGGIUDICAZIONE: Lotto n. 1: 346.500,00; Lotto n. 2: 35.348,00. DATA DI PUBBLICAZIONE DEL
BANDO SULLA G.U.CE: 29/12/2010. Il presente avviso stato inviato allUfficio delle Pubblicazioni Ufficiali
delle Comunit Europee in data 04/08/2011 e ricevuto da parte del predetto ufficio in pari data.
Controne, 04/08/2011
Il Responsabile dellArea Tecnica - geom. Luciano Cennamo
COMUNITA MONTANA ALBURNI
Via Uliveto - Controne (SA) - Tel. 0828/972210 Fax 0828/971368
AVVISO DI PUBBLICAZIONE DI ESITO DI GARA
OGGETTO: Appalto di forniture di macchine forestali per il servizio di prevenzione A.I.B., in attuazione del
progetto Acquisto di attrezzature e mezzi innovativi per il potenziamento degli interventi di prevenzione
e lotta attiva degli incendi - Progetto B, finanziato nellambito del P.S.R. 2007/2013 - Misura 226 - azione
d). PROCEDURA DI AGGIUDICAZIONE PRESCELTA: Procedura aperta ai sensi dellart. 55, del D.Lgs.
163/06. NATURA E QUANTITA DEI PRODOTTI FORNITI: Lappalto prevede la fornitura, in lotti, dei seguenti
mezzi e attrezzature: - Lotto n. 1 - Fornitura di n. automezzi fuoristrada allestiti con modulo antincendio
da 400 litri - Fornitura di n. 1 modulo AIB; - Lotto n. 2 - Fornitura di n. 2 macchine operatrici semoventi,
con moduli AIB. DATA DI AGGIUDICAZIONE DELLAPPALTO: 05/04/2011. CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE
DELLAPPALTO: Secondo il criterio dellofferta economicamente pi vantaggiosa, valutata ai sensi dellart.
83 del D.Lgs. 163/2006. NUMERO DI OFFERTE RICEVUTE: Lotto n. 1: Ditta Piemme&Matacena S.r.l., Ditta
CO.VE.I. S.r.l. - Lotto n. 2: Ditta COMACA di Pucciarelli A & Carucci F. S.n.c.. NOME E INDIRIZZO DEL-
LAGGIUDICATARIO: Lotto n. 1: Ditta Piemme&Matacena S.r.l., Via Polveriera, 47/b, 80141 Napoli; Lotto
n. 2: Ditta COMACA di Pucciarelli A & Carucci F. S.n.c., loc. Casale, 84030 Caggiano. PREZZO DI AGGIU-
DICAZIONE: Lotto n. 1: 308.800,00; Lotto n. 2: 70.696,00. DATA DI PUBBLICAZIONE DEL BANDO
SULLA G.U.CE: 29/12/2010. Il presente avviso stato inviato allUfficio delle Pubblicazioni Ufficiali delle
Comunit Europee in data 04/08/2011 e ricevuto da parte del predetto ufficio in pari data.
Controne, 04/08/2011
Il Responsabile dellArea Tecnica - geom. Luciano Cennamo
COMUNITA MONTANA ALBURNI
Via Uliveto - Controne (SA) - Tel. 0828/972210 Fax 0828/971368
AVVISO DI PUBBLICAZIONE DI ESITO DI GARA
OGGETTO: Appalto misto di fornitura e lavori relativo alla realizzazione di un Sistema di videosorve-
glianza delle aree boschive di pertinenza della Comunit Montana Alburni - Area Nord e Area Sud, fi-
nanziato nellambito del P.S.R. 2007/2013 - Misura 226 - azione c). PROCEDURA DI AGGIUDICAZIONE
PRESCELTA: Procedura aperta ai sensi dellart. 55, del D.Lgs. 163/06. NATURA E QUANTITA DEI PRO-
DOTTI FORNITI: Lappalto prevede la fornitura di impianti tecnici, per la realizzazione del sistema di vi-
deosorveglianza, e la realizzazione di opere edili, per linstallazione dei supporti delle postazioni di
videosorveglianza. DATA DI AGGIUDICAZIONE DELLAPPALTO: 09/05/2011. CRITERIO DI AGGIUDI-
CAZIONE DELLAPPALTO: Secondo il criterio dellofferta economicamente pi vantaggiosa, valutata ai
sensi dellart. 83 del D.Lgs. 163/2006. NUMERO DI OFFERTE RICEVUTE: Teletron Euroriceche S.r.l -
Elmas (CA); DAB Sistemi Integrati S.r.l. - Roma; R.T.I. Elsag Datamat S.p.A - Tech-Tron S.r.l. - Genova;
I.R.T.E.T. S.r.l. - Casagiove (CE); S.M.A. S.p.A. Firenze; S.E.T.I. S.n.c. -Scafati S.r.l.; R.T.I. I&SI - Teore-
matica S.p.A. - Aprilia (LT); Alpitel S.p.A. - Nucetto (CN). NOME E INDIRIZZO DELLAGGIUDICATARIO:
DAB Sistemi Integrati S.r.l. - Via Tiburtina 1135 - Roma. PREZZO DI AGGIUDICAZIONE: 457.744,20.
DATA DI PUBBLICAZIONE DEL BANDO SULLA G.U.CE: 31/12/2010. Il presente avviso stato inviato
allUfficio delle Pubblicazioni Ufficiali delle Comunit Europee in data 04/08/2011 e ricevuto da parte
del predetto ufficio in pari data.
Controne, 04/08/2011
Il Responsabile dellArea Tecnica - geom. Luciano Cennamo
Roma Servizi per la Mobilit S.r.l.
Via di Vigna Murata 60 - 00143 Roma
ESTRATTO DI BANDO DI GARA N. 2/2011
SI COMUNICA CHE SULLA GAZZETTA UFFI-
CIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA N. 94
DEL 10/08/2011 E STATO PUBBLICATO IL
BANDO RELATIVO AD UNA GARA PUBBLICA
CON PROCEDURA APERTA AI SENSI DEL
D.LGS. 163/06 E S.M.I., INDETTA DA ROMA
SERVIZI PER LA MOBILITA S.R.L. PER LAFFI-
DAMENTO DELLE ATTIVITA OPERATIVE RELA-
TIVE AL SERVIZIO DI CAR-SHARING IN ROMA.
IL SUDDETTO BANDO E STATO INVIATO ALLA
GAZZETTA UFFICIALE DELLUNIONE EUROPEA
IN DATA 04/08/2011.
LAMMINISTRATORE DELEGATO
(Dr. Enrico Sciarra)
PROVINCIA DI SIENA
SETTORE FORMAZIONE E LAVORO
AVVISO DI AGGIUDICAZIONE DI GARA
CON PROCEDURA RISTRETTA
Si rende noto che stato affidato lappalto relativo alla Gara esperita
con procedura ristretta per laffidamento della realizzazione di un
Servizio di Orientamento, Accompagnamento al lavoro e politiche
attive per giovani e adulti, per la durata di 24 mesi, avvenuta con le
modalit della procedura di cui allart. 27 del D. Lgs. n. 163/06 e con
il criterio di aggiudicazione: offerta economicamente pi vantag-
giosa ai sensi dellart. 83 del D.Lgs. n. 163/2006. Importo a base
di gara soggetto a ribasso: 824.670,00, Iva esclusa oltre ad
8.330,00, Iva esclusa, per oneri della sicurezza. Hanno inviato of-
ferte n. 4 ditte. Ditta aggiudicataria: Centro Studi Pluriversum srl,
con sede in Siena, Via Roma 75/77, con una offerta pari a
832.175,00 di cui 8.330,00 per oneri per la sicurezza. Latto di af-
fidamento pubblicato allAlbo Pretorio della Provincia di Siena, sul
sito www.provincia.siena.it e www.impiego.provincia.siena.it.
IL DIRIGENTE - Dr.ssa SIMONETTA CANNONI
UNIONE EUROPEA
Fondo sociale europeo
AZIENDA LOMBARDA PER LEDILIZIA RESIDENZIALE DI MONZA E BRIANZA
ESTRATTO BANDO DI GARA N. 11 - 2011
LA.L.E.R. di Monza e Brianza ha indetto una gara dappalto, mediante procedura aperta ai sensi dell art. 3, comma 37 e art. 55, comma
5), D.Lgs. 163/2006 per laffidamento dei servizi tecnici di progettazione definitiva ed esecutiva integrale e coordinata concernenti la re-
dazione del progetto definitivo ed esecutivo integrale e coordinato ai sensi dellart. 93 del D.Lgs. 163/06 e D.P.R. 207/10, afferenti la co-
struzione di n. 3 edifici per complessivi n. 84 alloggi, da realizzare in Comune di Monza - Quartiere Cantalupo - nellambito del Contratto
di Q.re Cantalupo in Monza - D.G.R. n. 4448 del 05/05/2008 - Gara 11/2011. CPV 71240000-2. Importo complessivo dellappalto,
comprensivo di oneri per la sicurezza e spese pari ad 518.551,76= (IVA esclusa). C.I.G. 3104318440. C.U.P B59D10000190000. Criterio
di aggiudicazione: offerta economicamente pi vantaggiosa ai sensi dellart. 83, D.Lgs. n. 163 del 2006. Durata dellappalto o termine
di esecuzione: Progetto definitivo: giorni 60 (sessanta) naturali e consecutivi decorrenti dalla comunicazione di affidamento incarico.
Progetto esecutivo comprensivo del Piano di Sicurezza e Coordinamento di cui allart. 100 del D.Lgs. 81/08.: giorni 45 (quarantacinque)
naturali e consecutivi decorrenti dalla data di comunicazione, da parte del Responsabile di Procedimento, di avvio della fase esecutiva.
Lofferta dovr pervenire ad A.L.E.R. Monza e Brianza - Ufficio Appalti - via Baradello n. 6, 20900, Monza, entro e non oltre il termine pe-
rentorio delle ore 12,00 del giorno 14/11/2011. La documentazione di gara, disponibile in formato elettronico scaricabile dal sito
www.aler.mb.it; tutta la documentazione di gara disponibile presso A.L.E.R. Monza e Brianza - Ufficio Appalti - allindirizzo di cui
sopra, nelle seguenti giornate: luned, marted e gioved dalle ore 9:00 alle ore 12:30; il mercoled orario continuato, dalle ore 9:00 alle
ore 16:30, il venerd dalle ore 9:00 alle ore 12:00. Si precisa che gli uffici di Aler Monza e Brianza saranno chiusi dal 08/08/2011 al
19/08/2011 compresi. Informazioni e chiarimenti sugli atti di gara possono essere richiesti esclusivamente a mezzo fax al n.
+39/039.217.8416, e-mail ufficio.appalti@aler.mb.it, per appalti@pec.aler.mb.it, entro e non oltre il termine delle ore 12:00 del giorno
04/11/2011. La gara sar dichiarata aperta alle ore 10:00 del giorno 16/11/2011 presso gli uffici A.L.E.R. Monza e Brianza di cui sopra.
Il Responsabile del Procedimento - Arch. Adolfo Boffi
AZIENDA LOMBARDA PER LEDILIZIA RESIDENZIALE MONZA E BRIANZA
ESTRATTO BANDO DI GARA N. 08-2011
LA.L.E.R. Monza e Brianza ha indetto una gara dappalto, mediante procedura aperta ai sensi dellart. 3, comma 37 e art. 55, comma 5,
D.Lgs. 163/2006 per laffidamento dei servizi tecnici attinenti allarchitettura e allingegneria, concernenti lesecuzione delle prestazioni
di direzione dei lavori e coordinamento per la sicurezza in fase di esecuzione, afferenti i lavori relativi allintervento di nuova costruzione
di nr. 1 fabbricato di propriet di Aler Monza e Brianza per complessivi n. 42 alloggi di edilizia residenziale pubblica e relativi box interrati,
da realizzarsi nel Comune di Lissone (MB) - via Nigra - nellambito del Contratto di Quartiere II: via di Vittorio, via Martiri della Libert,
Comune di Lissone (MB). CPV 71240000-2. Importo complessivo dellappalto, comprensivo di oneri per la sicurezza e spese pari ad
248.397,00= (IVA esclusa), di cui oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso di 4.000,00= (IVA esclusa). C.I.G. 3077676294. C.U.P.
I91D10000030007. Criterio di aggiudicazione: offerta economicamente pi vantaggiosa ai sensi dellart. 83, D.Lgs. n. 163 del 2006.
Durata dellappalto o termine di esecuzione: non meno di 540 (cinquecentoquaranta) giorni naturali e consecutivi decorrenti dalla data
di sottoscrizione del verbale di inizio attivit. Lofferta dovr pervenire ad A.L.E.R. Monza e Brianza - Ufficio Appalti - Via Baradello n. 6
- 20052 Monza, entro e non oltre il termine perentorio delle ore 12:00 del giorno 26/09/2011. La documentazione ufficiale di gara, di-
sponibile in formato elettronico scaricabile dal sito www.aler.mb.it; tutta la documentazione di gara disponibile presso A.L.E.R. Monza
e Brianza - Ufficio Appalti - allindirizzo di cui sopra, nelle seguenti giornate: luned, marted e gioved dalle ore 9:00 alle ore 12:30; il
mercoled, orario continuato, dalle ore 9:00 alle ore 16:30, il venerd dalle ore 9:00 alle ore 12:00. Si precisa che gli uffici di Aler Monza
e Brianza saranno chiusi dal 08/08/2011 al 19/08/2011 compresi. Informazioni e chiarimenti sugli atti di gara possono essere richiesti
esclusivamente a mezzo fax al n. +39/039.217.8416, e-mail ufficio.appalti@aler.mb.it, per appalti@pec.aler.mb.it, entro e non oltre
il termine delle ore 12:00 del giorno 18/09/2011. La gara sar dichiarata aperta alle ore 10:00 del giorno 28/09/2010 presso gli uffici di
A.L.E.R. Monza e Brianza di cui sopra.
Il Responsabile del Procedimento - Arch. Adolfo Boffi
32
Gioved 11 Agosto 2011 Corriere della Sera

T
utti con la coscienza a
posto. Nellinfinito
dibattito sul caro-benzina,
il ministro Romani fa
sentire la sua voce: A
nessuno pu essere
consentito di speculare e
neanche solo di apparire
che voglia approfittare.
Lautorevole intervento
nasce dalla constatazione
che con riferimento alla
riduzione delle quotazioni
internazionali del petrolio,
che stanno determinando
analoghe riduzioni nelle
quotazioni internazionali
dei prodotti raffinati,
appare inaccettabile che
non si determini
immediatamente una
corrispondente riduzione
dei prezzi alla pompa per
la benzina e il gasolio. E
il responsabile allo
Sviluppo economico lancia
quindi un invito a tutta
la filiera, prime fra tutte le
compagnie, a cui
richiesto di recepire e
adeguare con la massima
tempestivit le variazioni
del mercato. Invito
subito raccolto dallUnione
petrolifera. Che, anzi,
rivendica negli ultimi
giorni ripetute riduzioni
dei prezzi interni,
probabilmente non ancora
recepite dai consumatori.
Insomma, ognuno ha fatto
la propria parte. Anche gli
automobilisti faranno la
loro. Pagando di tasca
propria la nuova
stangata di Ferragosto
di 100 milioni per il
mancato adeguamento dei
prezzi, secondo le stime
delle associazioni dei
consumatori.
G. Dos.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Indagine della Sec per corruzione
Limprenditore Vincent
Bollor, con il 5,35%
capofila del nucleo dei soci
francesi di Mediobanca
Energia Rosso di 382 milioni nel secondo trimestre dellanno, ristrutturazione al via
Mediobanca, mosse francesi
sul rinnovo del patto
Bollor pi vicino al 6%, Groupama si prepara a salire
Il banchiere Emilio Botn,
presidente di Banco
Santander: probabile
luscita da Mediobanca
Il direttore generale del
gruppo assicurativo e
finanziario Groupama Jean
Azma
Cambiamenti in vista nel
gruppo di soci francesi, con
luscita di Botin e la crescita
nel patto di Groupama
Protagonisti
Il peso dOltralpe
Con luscita di Botn il
peso del nucleo dOltralpe
diminuir nel capitale
anche se non nel patto
MILANO Nei giorni scor-
si Vincent Bollor ha approfit-
tato dei prezzi bassi per arro-
tondare la sua quota in Medio-
banca e portarla cos al 5,35%.
Non improbabile che, compli-
ci le quotazioni, limprendito-
re bretone compri ancora nelle
prossime settimane, visto che
in Piazzetta Cuccia autorizza-
to a salire fino al 6%.
solo lultima mossa del so-
cio francese che, se possibile,
ha sottolineato una volta di
pi di non aver alcuna inten-
zione in questo momento di
uscire dal capitale e dal patto
della banca daffari. E che non
perde occasione per sottolinea-
re che la situazione in Medio-
banca stabile. In effetti lac-
cordo parasociale scade a fine
dicembre, ma chi si aspettava
terremoti ha gi avuto modo
di ricredersi. Il testo del patto
stato modificato a fine luglio
con i dovuti riflessi anche sulla
governance della banca, rifles-
si che hanno confermato la
strada della maggiore autono-
mia dellistituto e del manage-
ment, sottolineata nel passag-
gio dal dualistico al modello
tradizionale "rivisitato" con i
cinque dirigenti top presenti
in consiglio e nellesecutivo. In
questa direzione la novit prin-
cipale fra quelle approvate ri-
guardano il passaggio a mag-
gioranza dei manager nel comi-
tato nomine, che ha rilievo
strategico in Mediobanca per-
ch decide le candidature per i
vertici delle partecipazioni stra-
tegiche, cio Generali, Tel-
co-Telecom e Rcs Mediagroup.
Il patto a fine luglio si an-
che portato avanti su possi-
bili modifiche della composi-
zione. Entro il 30 settembre
vanno comunicate le eventuali
disdette allaccordo parasocia-
le che oggi vincola il 44,4% del
capitale. Non sono attese parti-
colari novit: ancora lettere
non sono pervenute, ma sul
mercato data per probabile la
disdetta di Sal. Oppenheim
(Deutsche Bank) presente con
l1,70%, e possibile quella di
Commerz (1,70%). Il patto ha
poi gi stabilito che, nel caso
decidesse di uscire Emilio
Botn, che ha l1,84%, la compa-
gnia francese Groupama guida-
ta da Jean Azema avr la possi-
bilit di vincolare (nel patto)
la quota attualmente fuori, pa-
ri all1,83% e salire cos nellac-
cordo al 4,9%. Il peso del grup-
po francese rester cos inva-
riato nel patto, anche se dimi-
nuir complessivamente nel
capitale dellistituto. Non ci so-
no poi particolari rumor su al-
tre eventuali disdette, mentre
considerato possibile un in-
cremento della quota da parte
di Diego Della Valle, che pu
salire dallo 0,48% fino al 2%.
Le modifiche del patto, che
nei loro aspetti riguar-
danti la governance
della banca sono state
frutto di un dialogo
fra il top management
e i soci principali, e
che hanno portato
inoltre a tetti di et
per i vertici, sono sta-
te approvate allunani-
mit. I francesi hanno
aderito anche alla mo-
difica che cancella la prerogati-
va di poter accogliere nel loro
gruppo nuovi soci senza il vo-
to del patto. Un aspetto non se-
condario che sembra segnala-
re cambiamenti negli equilibri
della geografia dei soci, allin-
terno della quale appare cre-
sciuta lattenzione del primo
azionista (con l8,66%) Unicre-
dit.
Patto a parte, comunque, le
prossime scadenze per Piazzet-
ta Cuccia riguardano il consi-
glio che si terr il 21 settembre
sul bilancio chiuso al 30 giu-
gno (e che dovr anche decide-
re la rettifica sulla partecipazio-
ne di Telco-Telecom, dopo la
svalutazione da 2,2 euro a 1,8
per azione gi deliberata da Tel-
co) e lassemblea di fine otto-
bre che sar chiamata anche al
rinnovo del board. Ma anche
in questo caso non sono attese
rivoluzioni.
Sergio Bocconi
RIPRODUZIONE RISERVATA
Economia
MILANO Effetto Fukushi-
ma. Le conseguenze (non radio-
attive) del disastro della centra-
le giapponese dello scorso mar-
zo sono arrivate anche in Euro-
pa, e si sono abbattute come un
macigno sui conti del colosso
tedesco dellenergia E.On, tra-
scinandoli in profondo rosso
per la prima volta nella sua sto-
ria.
Gli indicatori finanziari del
gruppo hanno risentito pesan-
temente della decisione della
cancelliera Angela Merkel, che
allindomani della tragedia che
ha sconvolto lintero Giappone
ha annunciato il totale abban-
dono del nucleare in Germania,
con la chiusura immediata di ot-
to reattori, due dei quali pro-
prio di E.On, fino al progressi-
vo spegnimento di tutti gli altri
entro il 2022. La rinuncia allato-
mo nella politica energetica te-
desca, accompagnata anche dal-
limposizione di una tassa sul
combustibile nucleare, ha ta-
gliato, secondo E.On, di 1,9 mi-
liardi di euro il beneficio di eser-
cizio nel secondo trimestre. Da
qui la pesante perdita, nello
stesso periodo, che ha registra-
to un rosso di 382 milioni, tan-
to da contribuire in maniera de-
terminante a un tracollo del-
lutile del 71% nei primi sei me-
si 2011, a 900 milioni. Per reagi-
re alla critica situazione finan-
ziaria, il gruppo ha comunicato
lavvio di una massiccia ristrut-
turazione che, anche attraverso
il taglio di 9 mila-11 mila po-
sti di lavoro, in gran parte am-
ministrativi (su un totale di 79
mila dipendenti), dovrebbe ga-
rantire una riduzione dei costi
annuali di 1,5 miliardi. Il mio
obiettivo ha spiegato il ceo
del gruppo, Johannes Teyssen
di creare una nuova E.On
che sia pi rapida e snella e che
possa operare con successo a li-
vello globale, con costi sensibil-
mente ridotti.
Gabriele Dossena
RIPRODUZIONE RISERVATA
Stop ai reattori
La lente
E.On in perdita, a rischio 11 mila posti
Pesa laddio al nucleare della Merkel
Piazzetta Cuccia Entro settembre le possibili disdette di Sal, Commerz e Botin
La scelta tedesca
di abbandonare latomo
e spegnere 17 impianti
Goldman Sachs sotto inchiesta per corruzione da parte
dellautorit di Borsa Usa per un affare andato male con il
fondo sovrano di Tripoli. Goldman avrebbe offerto una
compensazione da 50 milioni di dollari ai funzionari libici.
BENZINA, LINVITO
DI ROMANI
NON SMUOVE
I PETROLIERI
Indici delle Borse Cambi FTSE MIB La settimana A2A La settimana
FTSE MIB 14.676,04 -6,65%
FTSE It.All Share 15.398,42 -6,07%
FTSE It.Star 9.436,11 -2,12%
Dow Jones 10.719,94 -4,62%
Nasdaq 2.381,05 -4,09%
Londra 5.007,16 -3,05%
Francoforte 5.613,42 -5,13%
Parigi (Cac40) 3.002,99 -5,45%
Hong Kong 19.783,67 2,34%
Tokio (Nikkei) 9.038,74 1,05%
1 euro 1,4367 dollari 0,70%
1 euro 109,8400 yen -0,36%
1 euro 0,8843 sterline 1,28%
1 euro 1,0451 fr. sv. -1,34%
1 euro 9,2323 cor.sve. 0,21%
S&P 500 1.120,76 -4,42% Madrid 7.966,00 -5,49% 1 euro 1,4133 dol.can. -0,07%
Titoli di Stato
Btp 01-01/11/11 1,900% 100,34 -
Btp 09-01/07/12 2,500% 99,78 2,44
Btp 10-15/12/12 2,000% 98,35 3,01
Btp 02-01/02/13 4,750% 101,85 2,86
Btp 08-15/12/13 3,750% 100,10 3,25
Btp 10-01/11/13 2,250% 97,04 3,39
Btp 11-01/04/14 3,000% 97,84 3,50
Btp 04-01/02/15 4,250% 100,70 3,52
Btp 10-15/04/15 0,742% 96,35 3,73
Btp 06-15/09/17 2,100% 92,82 5,51
Btp 96-01/11/26 7,250% 115,16 4,97
Btp 11-15/09/26 3,100% 85,39 6,68
Btp 05-01/02/37 4,000% 76,82 5,20
Btp 07-01/08/39 5,000% 87,98 5,26
Cct 07-01/12/14 0,980% 94,08 3,98
Cct 08-01/09/15 0,800% 92,42 4,12
Cct 09-01/07/16 1,140% 90,68 4,18
Ctz 10-31/12/12 - 95,91 3,07
Titolo Ced. Quot. Rend. eff.
10-08 netto %
Titolo Ced. Quot. Rend. eff.
10-08 netto %
Ceo Johannes Teyssen di E.On
Goldman Sachs sotto inchiesta
KIT DI FISSAGGIO PER PONTI E CAPSULE.
PRODOTTO TASCABILE CHE CONSENTE
DI RIFISSARE DA SOLI PONTI, CORONE,
CAPSULE E DENTI A PERNO.
PRONTO INTERVENTO DENTALE
LEGGERE ATTENTAMENTE LE ISTRUZIONI PER LUSO
CAPSULE E PONTI STACCATI?
FIMO srl - MILANO
tel. 0266983865 www.fimosrl.it
CITTA DI ERCOLANO
(Provincia di Napoli)
ESTRATTO BANDO DI GARA
C.I.G. 30341904CB C.P.V. 90910000; 77310000; 98371110
Il giorno 11.10.2011 alle ore 10,00 nellUfficio del Dirigente del Settore Affari Generali e Pianificazione presso il
Palazzo Municipale si terr un pubblico incanto per laffidamento del servizio di pulizia, manutenzione verde pubblico
e cimitero comunale, per la durata di mesi 48 (mesi quarantotto) e per un importo complessivo a base dasta di .
8.000.000,00 (euro ottomilioni/00), oltre IVA. Il servizio finanziato con fondi del bilancio comunale. La gara sar te-
nuta mediante asta pubblica con il criterio offerta economicamente pi vantaggiosa, ai sensi dellart. 83 del D. Lgs. n.
163/2006 e s. m. e i., secondo i criteri di valutazione e la relativa ponderazione, e con lapplicazione dei dettami di cui
agli artt. 86, 87 e 88 del D. Lgs. n. 163/2006 e s. m. e i. (individuazione e verifica delle offerte anomale). I criteri di va-
lutazione sono indicati nel bando integrale e nel disciplinare di gara. Il contratto verr stipulato a corpo, ai sensi
dellart. 53, comma 4, del D.Lgs. n. 163/2006 e s.m. e i.. Le modalit di partecipazione sono indicate e riportate nel
bando e nel disciplinare di gara. Lavviso stato inviato alla G.U.C.E in data 03.08.2011 ed pubblicato sulla Gazzetta
Ufficiale della Repubblica Italiana - V Serie Speciale n. 92 del 05.08.2011, allAlbo Pretorio Informatico del Comune
di Ercolano per gg. 52 a decorrere dal 03.08.2011 al 26.09.2011, sul sito informatico del Ministero dellInfrastrutture
e Trasporti www.serviziocontrattipubblici.it e, sul sito informatico dellOsservatorio Regionale www.sitar-campania.it
e sul sito informatico dellEnte www.comune.ercolano.na.it. Termine ultimo per la presentazione delle offerte: ore
12,00 del 26.09.2011. Il capitolato speciale di appalto, il bando e il disciplinare di gara con allegati modelli sono di-
sponibili e scaricabili sul sito web dellEnte www.comune.ercolano.na.it. Il responsabile del procedimento: Sig. Bambi
Catello (081/7881214). Per tutto quanto non previsto nel presente avviso si fa espresso riferimento alle norme con-
tenuto nel bando integrale e nel disciplinare di gara, nonch alla disposizioni in materia di pubblici appalti.
Il Dirigente del Settore Affari Generali - dott. Francesco Zenti
COMUNE DI SALERNO
Ai sensi del D.Lgs. 163/2006 si rende noto:
che stata espletata la gara relativa ai lavori di risanamento e miglioramento della viabilit in via
Manganario e via Lanzalone. Importo dellappalto a base di gara 1.587.996,86 (compresi di oneri
di sicurezza pari ad 32.086,10 ed. 7.603,99 per oneri di discarica entrambi non soggetti a ribasso
dasta) CIG 0471075761; - che laffidamento dei lavori di cui trattasi avvenuto mediante procedura
aperta ai sensi dellart. 55 comma 5 del D. Lgs 163/06 e s.m.i., con il criterio dellofferta economica-
mente pi vantaggiosa ai sensi dellart. 83 del D.Lgs 163/06; che stato pubblicato lavviso in merito
allesito della gara con aggiudica in favore del CONSORZIO STABILE APPALTI GRANDI OPERE S.p.A.,
in sigla AGO S.p.A., per limporto, al netto del ribasso del 34,119%, di 1.058.491,43 (comprensivi di
oneri di sicurezza pari a 32.086,10 ed 7.603,99 per oneri di discarica non soggetti a ribasso dasta);
- che con deliberazione di G.M. n. 230 del 04/03/2011 stata disposta la risoluzione in danno del rap-
porto contrattuale instauratosi con il CONSORZIO STABILE APPALTI GRANDI OPERE S.p.A. in sigla
AGO S.p.A. ed stato stabilito di ricorrere alla facolt prevista dallart. 140 comma 1 del D.Lgs. n. 163
del 12.04.206 e, per leffetto, con determina n. 1071 dell08.03.2011 stato disposto laffidamento dei
lavori di cui trattasi, allimpresa SACCO GIOVANNI s.r.l. con sede alla via Mar Tirreno, 57 84098
PONTECAGNANO FAIANO (SA) C.F. e P.IVA 04495380656, risultata 2 classificata e resasi disponibile
allesecuzione dei lavori con il medesimo ribasso dasta del 34,199% offerto dalla Impresa affidataria
del risolto contratto. Il presente avviso annulla e sostituisce quello precedente, pubblicato sulla Gazzetta
Ufficiale n. 124 del 25.10.2010 e allAlbo Pretorio dal 15.10.2010 al 30.10.2010.
Il Dirigente del Servizio Appalti Contratti - Avv. Aniello Di Mauro
33
Corriere della Sera Gioved 11 Agosto 2011

Nome Data Valuta Quota/od. Quota/pre.
AcomeA SGR - numero di tel. 800.89.39.89
info@acomea.it
AcomeA America (A1) 08/08 EUR 9,941 10,608
AcomeA America (A2) 08/08 EUR 9,986 10,654
AcomeA Asia Pacifico (A1) 08/08 EUR 3,130 3,193
AcomeA Asia Pacifico (A2) 08/08 EUR 3,131 3,194
AcomeA Breve Termine (A1) 08/08 EUR 11,473 11,404
AcomeA Breve Termine (A2) 08/08 EUR 11,479 11,410
AcomeA ETF Attivo (A1) 08/08 EUR 3,521 3,565
AcomeA ETF Attivo (A2) 08/08 EUR 3,518 3,562
AcomeA Eurobbligazionario (A1) 08/08 EUR 12,388 12,284
AcomeA Eurobbligazionario (A2) 08/08 EUR 12,396 12,292
AcomeA Europa (A1) 08/08 EUR 8,675 8,979
AcomeA Europa (A2) 08/08 EUR 8,689 8,994
AcomeA Globale (A1) 08/08 EUR 7,231 7,551
AcomeA Globale (A2) 08/08 EUR 7,251 7,571
AcomeA Italia (A1) 08/08 EUR 13,218 13,567
AcomeA Italia (A2) 08/08 EUR 13,233 13,581
AcomeA Liquidit (A1) 08/08 EUR 7,749 7,731
AcomeA Liquidit (A2) 08/08 EUR 7,749 7,731
AcomeA Obbligaz. Corporate (A1) 08/08 EUR 6,289 6,241
AcomeA Obbligaz. Coroprate (A2) 08/08 EUR 6,298 6,249
AcomeA Paesi Emergenti (A1) 08/08 EUR 5,725 5,928
AcomeA Paesi Emergenti (A2) 08/08 EUR 5,730 5,933
AcomeA Patrimonio Aggressivo (A1) 08/08 EUR 3,061 3,159
AcomeA Patrimonia Aggressivo (A2) 08/08 EUR 3,066 3,164
AcomeA Patrimonio Dinamico (A1) 08/08 EUR 4,124 4,160
AcomeA Patrimonio Dinamico (A2) 08/08 EUR 4,129 4,165
AcomeA Patrimonio Prudente (A1) 08/08 EUR 4,878 4,862
AcomeA Patrimonio Prudente (A2) 08/08 EUR 4,882 4,865
AcomeA Performance (A1) 08/08 EUR 16,870 16,819
AcomeA Performance (A2) 08/08 EUR 16,888 16,836
AKROS ABSOLUTE RETURN 30/06 EUR 493346,694 502898,350
AKROS DYNAMIC 30/06 EUR 475184,347 485093,775
AKROS MARKET NEUTRAL 30/06 EUR 489430,093 495886,939
AKROS LONG/SHORT EQUITY 30/06 EUR 505392,243 506605,477
www.albertinisyz.it
Tel 02 30306.1
Albertini Syz Multistrategy Cl.A 30/06 EUR 647035,133 650883,637
Albertini Syz Multistrategy Cl.B 30/06 EUR 464786,948 467313,932
Albertini Syz Innovation Cl.A 30/06 EUR 640669,011 647842,144
Albertini Syz Innovation Cl.B 30/06 EUR 485802,335 490994,739
Amundi Absolute 02/08 EUR 5,259 5,282
Amundi Azioni QEuro 08/08 EUR 10,524 10,961
Amundi Breve Termine 08/08 EUR 7,389 7,348
Amundi Corporate 3 anni 02/08 EUR 95,512 96,034
Amundi Corporate Giugno 2012 02/08 EUR 4,895 4,900
Amundi Dynamic Allocation 08/08 EUR 5,083 5,142
Amundi Equipe 1 08/08 EUR 5,239 5,242
Amundi Equipe 2 08/08 EUR 5,149 5,157
Amundi Equipe 3 08/08 EUR 5,083 5,086
Amundi Equipe 4 08/08 EUR 4,686 4,709
Amundi Eureka BRIC Ripresa 2014 02/08 EUR 5,533 5,534
Amundi Eureka China Double Win 02/08 EUR 5,850 5,888
Amundi Eureka Cina Ripresa 2015 02/08 EUR 5,253 5,275
Amundi Eureka Doppia Opp 2014 02/08 EUR 5,090 5,150
Amundi Eureka Double Call 02/08 EUR 5,350 5,474
Amundi Eureka Double Win 02/08 EUR 5,685 5,813
Amundi Eureka Double Win 2013 02/08 EUR 4,856 5,009
Amundi Eureka Dragon 02/08 EUR 6,522 6,531
Amundi Eureka Oriente 2015 02/08 EUR 5,035 5,055
Amundi Eureka Ripresa 2014 02/08 EUR 5,349 5,426
Amundi Eureka Ripresa Due 2014 02/08 EUR 4,988 5,137
Amundi Eureka Settori 2016 02/08 EUR 4,631 4,673
Amundi Eureka USA 2015 02/08 EUR 5,090 5,162
Amundi Europe Equity 08/08 EUR 3,904 3,974
Amundi For. E. Eq. Op. 2013 02/08 EUR 4,600 4,695
Amundi For. E. Eq. Op. Due 2013 02/08 EUR 4,599 4,679
Amundi For. Em.MktEq.R.2014 02/08 EUR 5,110 5,110
Amundi For. Gar. Hi. Div. 2014 02/08 EUR 4,895 4,877
Amundi Form Gar.E.Mk.Eq.R 2013 02/08 EUR 5,039 5,034
Amundi Form Gar.Eq.R.DUE 2013 02/08 EUR 4,964 4,943
Amundi Form Gar.Eq.Recall 2013 02/08 EUR 4,921 4,899
Amundi Form Gar.Mer.Emergenti 02/08 EUR 5,743 5,739
Amundi Form Garantita 2012 02/08 EUR 5,047 5,044
Amundi Form Garantita 2013 02/08 EUR 4,978 4,968
Amundi Form Garantita Due 2013 02/08 EUR 4,996 4,977
Amundi Form Priv.Div.Opportunity 02/08 EUR 5,008 5,005
Amundi Global Emerging Equity 08/08 EUR 4,778 4,896
Amundi Global Equity 08/08 EUR 4,026 4,118
Amundi Liquidit 08/08 EUR 8,993 8,988
Amundi Obbligazionario Euro 08/08 EUR 5,380 5,327
Amundi Pacific Equity 31/05 EUR 4,725 4,714
Amundi Pi 08/08 EUR 5,611 5,605
Amundi Premium Power 08/08 EUR 5,064 5,083
Amundi Private Alfa 2007 02/08 EUR 4,845 4,864
Amundi QBalanced 08/08 EUR 8,177 8,170
Amundi QReturn 08/08 EUR 5,496 5,510
Amundi USA Equity 31/05 EUR 4,846 4,839
Unibanca Plus 08/08 EUR 5,178 5,178
Numero Verde 800 255783
info@animasgr.it - www.animasgr.it
Anima America 09/08 EUR 3,766 3,591
Anima Asia 09/08 EUR 5,728 5,828
Anima Convertibile 09/08 EUR 6,004 5,972
Anima Emerging Markets 09/08 EUR 9,197 9,389
Anima Europa 09/08 EUR 3,542 3,486
Anima Fondattivo 09/08 EUR 13,035 12,860
Anima Fondimpiego 09/08 EUR 18,726 18,815
Anima Fondo Trading 09/08 EUR 11,467 11,171
Anima Liquidit 09/08 EUR 6,649 6,651
Anima Obbligaz Euro 09/08 EUR 7,014 7,021
Anima Obiettivo Rend. 09/08 EUR 5,776 5,816
Americhe 09/08 EUR 8,545 8,251
Corporate Bd 09/08 EUR 7,220 7,273
Emerging Markets Bd 09/08 EUR 6,581 6,644
Emerging Markets Eq 09/08 EUR 6,170 6,340
Europa 09/08 EUR 11,514 11,406
Iniziativa Europa 09/08 EUR 6,045 5,918
Italia 09/08 EUR 12,137 12,072
Monetario 09/08 EUR 11,958 11,955
Pacifico 09/08 EUR 4,463 4,553
Pianeta 09/08 EUR 10,060 10,091
Risparmio 09/08 EUR 7,477 7,480
Sforzesco 09/08 EUR 9,943 9,955
Tesoreria 09/08 EUR 6,873 6,870
Valore Globale 09/08 EUR 17,714 17,346
Visconteo 09/08 EUR 33,430 33,385
Capitale Piu' C.Azionario 09/08 EUR 4,212 4,155
Capitale Piu' C.Bilanc. 15 09/08 EUR 5,144 5,141
Capitale Piu' C.Bilanc. 30 09/08 EUR 4,804 4,808
Capitale Piu' C.Obbligaz. 09/08 EUR 5,446 5,441
AZIMUT SGR - tel.02.88981
www.azimut.it - info@azimut.it
Azimut Bilanciato 08/08 EUR 21,777 22,171
Azimut Formula 1 Absolute 08/08 EUR 5,941 6,022
Azimut Formula 1 Conserv 08/08 EUR 6,166 6,200
Nome Data Valuta Quota/od. Quota/pre.
Azimut Formula Target 2013 08/08 EUR 6,455 6,440
Azimut Formula Target 2014 08/08 EUR 6,044 6,065
Azimut Garanzia 08/08 EUR 12,199 12,114
Azimut Prev. Com. Crescita 08/08 EUR 9,120 9,177
Azimut Prev. Com. Equilibrato 08/08 EUR 10,551 10,557
Azimut Prev. Com. Garantito 08/08 EUR 9,651 9,607
Azimut Prev. Com. Protetto 08/08 EUR 11,425 11,398
Azimut Reddito Euro 08/08 EUR 15,392 15,114
Azimut Reddito Usa 08/08 EUR 5,682 5,661
Azimut Scudo 08/08 EUR 7,321 7,237
Azimut Solidity 08/08 EUR 7,626 7,518
Azimut Strategic Trend 08/08 EUR 4,685 4,795
Azimut Trend America 08/08 EUR 8,157 8,658
Azimut Trend Europa 08/08 EUR 9,926 10,205
Azimut Trend Italia 08/08 EUR 11,794 12,231
Azimut Trend Pacifico 08/08 EUR 6,013 6,091
Azimut Trend Tassi 08/08 EUR 8,748 8,618
Azimut Trend 08/08 EUR 17,473 18,527
AZ FUND MANAGEMENT SA
AZ F. Active Selection 08/08 EUR 4,520 4,592
AZ F. Active Strategy 08/08 EUR 4,768 4,780
AZ F. Alpha Man. Credit 08/08 EUR 5,051 5,074
AZ F. Alpha Man. Equity 08/08 EUR 3,806 3,965
AZ F. Alpha Man. Them. 08/08 EUR 3,008 3,152
AZ F. American Trend 08/08 EUR 2,089 2,221
AZ F. Asset Plus 08/08 EUR 5,150 5,170
AZ F. Asset Power 08/08 EUR 4,757 4,831
AZ F. Best Bond 08/08 EUR 4,969 5,004
AZ F. Best Equity 08/08 EUR 4,722 4,858
AZ F. Bond Trend 08/08 EUR 5,309 5,241
AZ F. Bot Plus 08/08 EUR 5,155 5,130
AZ F. Commodity Trading 08/08 EUR 4,856 4,900
AZ F. Conservative 08/08 EUR 5,457 5,416
AZ F. Corporate Premium 08/08 EUR 4,951 4,931
AZ F. Dividend Premium 08/08 EUR 4,632 4,698
AZ F. Emer. Mkt Asia 08/08 EUR 5,448 5,674
AZ F. Emer. Mkt Europe 08/08 EUR 3,668 3,919
AZ F. Emer. Mkt Lat. Am. 08/08 EUR 5,397 5,702
AZ F. European Dynamic 08/08 EUR 4,283 4,360
AZ F. European Trend 08/08 EUR 2,444 2,513
AZ F. Formula 1 Absolute 08/08 EUR 4,332 4,404
AZ F. Formula 1 Alpha Plus 29/07 EUR 5,366 5,357
AZ F. Formula 1 Alpha Plus 20 08/08 EUR 4,282 4,286
AZ F. Formula 1 Conserv. 08/08 EUR 4,605 4,634
AZ F. Formula 1 Dynamic Trading 08/08 EUR 5,417 5,413
AZ F. Income 08/08 EUR 5,520 5,421
AZ F. Institutional Target 08/08 EUR 4,927 4,902
AZ F. Italian Trend 08/08 EUR 2,402 2,492
AZ F. Opportunities 08/08 EUR 3,643 3,814
AZ F. Pacific Trend 08/08 EUR 3,506 3,553
AZ F. Qbond 08/08 EUR 4,906 4,928
AZ F. QProtection 08/08 EUR 4,785 4,784
AZ F. Qtrend 08/08 EUR 4,554 4,688
AZ F. Reserve Short Term 08/08 EUR 6,050 6,024
AZ F. Solidity 08/08 EUR 5,221 5,158
AZ F. Strategic Trend 08/08 EUR 4,314 4,416
AZ F. Trend 08/08 EUR 3,869 4,104
AZ F. US Income 08/08 EUR 5,657 5,637
Carige Azionario Europa 09/08 EUR 4,870 4,789
Carige Azionario Internazionale 09/08 EUR 6,293 6,108
Carige Azionario Italia 09/08 EUR 4,165 4,118
Carige Bilanciato 10 09/08 EUR 5,451 5,460
Carige Bilanciato 30 09/08 EUR 5,006 5,008
Carige Bilanciato 50 09/08 EUR 5,529 5,515
Carige Corporate Euro 09/08 EUR 6,652 6,685
Carige Total Return 1 09/08 EUR 5,114 5,102
Carige Total Return 2 09/08 EUR 4,362 4,343
Carige Liquidita Euro 09/08 EUR 6,380 6,380
Carige Monetario Euro 09/08 EUR 11,692 11,703
Carige Obblig Euro 09/08 EUR 10,975 10,996
Carige Obblig Euro Lungo Termine 09/08 EUR 5,779 5,796
Carige Obblig Globale 09/08 EUR 6,074 6,093
Fondo Pensione Aperto Carige
Difesa Classe A 29/07 EUR 13,671 13,655
Difesa 29/07 EUR 13,478 13,466
Obiettivo TFR Classe A 29/07 EUR 11,037 11,164
Obiettivo TFR 29/07 EUR 10,895 11,023
Rivalutazione Classe A 29/07 EUR 10,484 10,686
Rivalutazione 29/07 EUR 10,149 10,351
Valorizzazione Classe A 29/07 EUR 12,696 12,708
Valorizzazione 29/07 EUR 12,426 12,443
Num tel: 178 311 01 00
www.compamfund.com - info@compamfund.com
Bluesky Global Strategy A 09/08 USD 1307,639 1316,053
Bond Euro A 09/08 EUR 1166,231 1169,401
Bond Euro B 09/08 EUR 1138,835 1141,942
Bond Risk A 09/08 EUR 1162,404 1175,382
Bond Risk B 09/08 EUR 1127,705 1140,308
CompAM Fund - Em. Mkt. Corp. A 09/08 EUR 1384,335 1398,826
CompAM Fund - Em. Mkt. Corp. B 09/08 EUR 1347,430 1361,690
European Equity A 09/08 EUR 1080,048 1061,228
European Equity B 09/08 EUR 1037,268 1019,209
Multiman. Bal. A 08/08 EUR 105,393 106,285
Multiman. Bal. M 08/08 EUR 106,963 107,864
Multiman. Eq. Afr. & Mid. East A 03/08 EUR 73,054 73,679
Multiman. Eq. Afr. & Mid. East M 03/08 EUR 74,785 75,414
Multiman.Target Alpha A 03/08 EUR 106,967 107,892
DB Platinum
Agriculture Euro R1C A 08/08 EUR 83,770 85,910
Comm Euro R1C A 08/08 EUR 148,960 152,790
Comm Harvest R3C E 09/08 EUR 103,960 104,680
Croci Germany R1C A - EUR - -
Currency Returns Plus R1C 09/08 EUR 944,160 949,120
Dyn Aktien Pl R1C A 09/08 EUR 95,730 96,660
DB Platinum IV
Croci Euro R1C B 09/08 EUR 76,460 75,710
Croci Japan R1C B 09/08 JPY 5758,320 5866,380
Croci US R1C B 09/08 USD 100,460 96,630
Dyn. Bd Stabilitt Plus R1C A 09/08 EUR 96,080 96,250
Dyn. Cash R1C A 09/08 EUR 101,350 101,350
Dyn. ETF Selector 3 R1C A 08/08 EUR 98,720 98,420
Dyn. ETF Selector 6 R1C A 08/08 EUR 85,430 84,820
Dyn. ETF Selector 8 R1C A 08/08 EUR 102,660 102,350
Paulson Global R1C E 03/08 EUR 7998,380 8204,840
Sovereign Plus R1C A 09/08 EUR 103,180 103,670
Systematic Alpha Index R1C A 03/08 EUR 10199,670 10145,700
Tel. 02/88219.1 - direzione@gruppoesperia.com
www.gruppoesperia.com
Duemme Sicav
Asian Equities C 09/08 JPY 5325,000 5549,000
Bond Euro Area C 09/08 EUR 137,250 136,150
Bond Inflation Linked C 09/08 EUR 99,010 98,260
Corporate Bond Euro C 09/08 EUR 119,910 120,030
Dynamic Allocation 09/08 EUR 75,180 77,320
Efficient 09/08 EUR 98,550 98,710
Equity Opportunity C 09/08 EUR 104,890 107,990
Euro Equities C 09/08 EUR 73,520 77,940
Euro Investments C 09/08 EUR 101,460 101,730
Flexible Strategies C 09/08 EUR 90,220 90,730
Global Allocation C 09/08 EUR 94,240 95,650
Global Convertible Plus 09/08 EUR 94,480 94,540
Gov Bond Euro Medium Term C 09/08 EUR 115,490 113,960
Italian Stocks 09/08 EUR 63,830 65,220
Money Market C 09/08 EUR 105,920 105,580
Private Equity Strategies C 09/08 EUR 75,510 79,620
Revenues C 09/08 EUR 97,220 98,080
Sector Investments 09/08 EUR 81,280 83,670
Strategic Portfolio C 09/08 EUR 78,720 83,050
Trading 09/08 EUR 104,660 106,470
Nome Data Valuta Quota/od. Quota/pre.
US Equities C 09/08 USD 98,540 100,570
Usa Short Term C 09/08 USD 111,560 111,560
Duemme Sgr
Duemme Hedge Dynamic 31/05 EUR 415459,745 418410,385
Duemme Hedge Performance 31/05 EUR 573681,251 573572,108
Duemme Hedge Protection 31/05 EUR 575578,405 571552,543
www.eurizoncapital.it
tel. 02 88101
Eurizon Az Asia Nuove Econom. 08/08 EUR 10,267 10,546
Eurizon Az Area Euro 08/08 EUR 20,954 21,842
Eurizon Az Energie Mat Pr 08/08 EUR 8,194 8,652
Eurizon Az Internazionale Etico 03/12 EUR 5,271 5,291
Eurizon Az Salute E Amb 08/08 EUR 13,237 13,870
Eurizon Az Teconol Avanz 08/08 EUR 3,629 3,817
Eurizon Azioni America 08/08 EUR 7,819 8,324
Eurizon Azioni Europa 08/08 EUR 7,193 7,492
Eurizon Azioni Finanza 08/08 EUR 13,950 14,831
Eurizon Azioni Internazionali 08/08 EUR 6,483 6,809
Eurizon Azioni Italia 08/08 EUR 9,415 9,700
Eurizon Azioni Pacifico 08/08 EUR 3,667 3,756
Eurizon Azioni Paesi Emergenti 08/08 EUR 8,313 8,665
Eurizon Azioni PMI America 08/08 EUR 18,167 19,919
Eurizon Azioni PMI Italia 08/08 EUR 3,738 3,836
Eurizon Azioni PMI Europa 08/08 EUR 7,306 7,711
Eurizon Bilanc Euro Multiman 08/08 EUR 33,591 33,895
Eurizon Diversificato Etico 08/08 EUR 7,758 7,698
Eurizon Focus Cap Protetto 12/2014 08/08 EUR 4,768 4,682
Eurizon Focus Gar 06/2012 08/08 EUR 5,087 5,067
Eurizon Focus Gar 09/2012 08/08 EUR 5,053 5,019
Eurizon Focus Gar 12/2012 08/08 EUR 5,052 5,004
Eurizon Focus Gar 03/2013 08/08 EUR 5,072 5,007
Eurizon Focus Gar II Sem 06 08/08 EUR 5,220 5,221
Eurizon Focus Gar I T 07 08/08 EUR 5,118 5,111
Eurizon Focus Gar II T 07 08/08 EUR 5,090 5,084
Eurizon Focus Gar III T 07 08/08 EUR 4,947 4,936
Eurizon Focus Gar IV T 07 08/08 EUR 5,136 5,123
Eurizon Liquidita' A 08/08 EUR 7,282 7,265
Eurizon Liquidita' B 08/08 EUR 7,481 7,464
Eurizon Obbligazioni Etico 08/08 EUR 5,405 5,352
Eurizon Obbligazioni Euro Corp 08/08 EUR 5,677 5,681
Eurizon Obbligazioni Euro Corp BT 08/08 EUR 7,590 7,589
Eurizon Obbligazioni Cedola 08/08 EUR 5,997 5,953
Eurizon Obbligazioni Emergenti 08/08 EUR 12,096 12,148
Eurizon Obbligazioni Euro 08/08 EUR 13,983 13,744
Eurizon Obbligazioni Euro BT 08/08 EUR 15,041 14,944
Eurizon Obbligazioni Euro HY 08/08 EUR 7,416 7,481
Eurizon Obbligazioni Internazionali 08/08 EUR 8,747 8,618
Eurizon Obiettivo Rendimento 08/08 EUR 8,002 8,002
Eurizon Profilo Conservativo 08/08 EUR 5,429 5,412
Eurizon Profilo Dinamico 08/08 EUR 5,138 5,154
Eurizon Profilo Moderato 08/08 EUR 5,297 5,290
Eurizon Rendimento Assoluto 2 A 08/08 EUR 5,215 5,215
Eurizon Rendimento Assoluto 3 A 08/08 EUR 5,383 5,399
Eurizon Team 1 08/08 EUR 5,956 5,938
Eurizon Team 2 08/08 EUR 5,628 5,594
Eurizon Team 3 08/08 EUR 4,659 4,618
Eurizon Team 4 08/08 EUR 3,903 3,904
Eurizon Team 5 08/08 EUR 3,729 3,724
Eurizon Tesoreria Dollar 08/08 EUR 11,741 11,739
Eurizon Tesoreria Euro A 08/08 EUR 7,688 7,670
Eurizon Tesoreria Euro B 08/08 EUR 7,754 7,736
Eurizon Tesoreria Dollar $ 08/08 USD 16,658 16,661
Eurizon Rendita 08/08 EUR 5,841 5,858
Eurizon Soluzione 10 08/08 EUR 6,731 6,719
Eurizon Soluzione 40 08/08 EUR 5,862 5,913
Eurizon Soluzione 60 08/08 EUR 22,427 22,802
Eurizon Strategia Prot III Trim 11 08/08 EUR 5,246 5,247
Passadore Monetario 08/08 EUR 7,142 7,111
Teodorico Monetario 08/08 EUR 7,499 7,470
Unibanca Azionario Europa 08/08 EUR 5,176 5,410
Unibanca Monetario 08/08 EUR 5,750 5,730
Unibanca Obbligaz Euro 08/08 EUR 5,784 5,727
EQUITY- I 30/06 EUR 564467,902 564465,484
ABS- I 30/06 EUR 7673,807 7738,711
Tel: 848 58 58 20
Sito web: www.ingdirect.it
Dividendo Arancio 09/08 EUR 34,220 33,420
Convertibile Arancio 09/08 EUR 48,210 48,130
Euro Arancio 09/08 EUR 53,720 53,780
Bilancio Arancio 01/03 EUR 48,380 48,320
Borsa Protetta Agosto 03/08 EUR 55,080 54,800
Borsa Protetta Febbraio 03/08 EUR 50,660 52,190
Borsa Protetta Maggio 03/08 EUR 53,920 55,070
Borsa Protetta Novembre 03/08 EUR 52,880 53,750
Inflazione Pi Arancio 09/08 EUR 49,450 49,700
Mattone Arancio 09/08 EUR 33,670 32,650
Profilo Dinamico Arancio 09/08 EUR 49,180 51,270
Profilo Equilibrato Arancio 09/08 EUR 49,880 50,790
Profilo Moderato Arancio 09/08 EUR 50,230 50,440
Top Italia Arancio 09/08 EUR 36,620 36,430
La lista completa dei comparti Invesco autorizzati in Italia
disponibile sul sito www.invesco.it
Invesco Funds
Asia Balanced R 09/08 USD 9,270 9,400
Asia Balanced E 09/08 EUR 11,210 11,380
Asia Consumer Demand R 09/08 USD 9,130 9,340
Asia Consumer Demand E 09/08 EUR 8,120 8,310
Asia Infrastructure R 09/08 USD 8,320 8,550
Asia Infrastructure E 09/08 EUR 9,150 9,410
Balanced-Risk Allocation R 09/08 EUR 10,400 10,450
Balanced-Risk Allocation E 09/08 EUR 12,430 12,500
Em. Loc. Cur. Debt R-Dis.M 09/08 USD 9,862 10,048
Em. Loc. Cur. Debt E 09/08 EUR 10,329 10,524
Em. Loc. Cur. Debt A-Dis.M 09/08 USD 11,099 11,308
Energy R 09/08 USD 7,570 8,330
Energy E 09/08 EUR 15,600 17,180
Euro Corp. Bond R-Dis.M 09/08 EUR 9,761 9,905
Euro Corp. Bond R 09/08 EUR 9,841 9,986
Euro Corp. Bond E 09/08 EUR 12,993 13,185
Euro Corp. Bond A-Dis.M 09/08 EUR 10,878 11,038
Euro Inflation-Link. Bond R 09/08 EUR 9,936 9,999
Euro Inflation-Link. Bond E 09/08 EUR 14,159 14,247
Gold & Precious Metals R 09/08 USD 8,720 8,800
Gold & Precious Metals E 09/08 EUR 7,760 7,830
Greater China Eq. R 09/08 USD 8,840 9,010
Greater China Eq. E 09/08 EUR 22,100 22,540
Pan European Eq. R 09/08 EUR 8,210 8,480
Pan European Eq. E 09/08 EUR 9,390 9,690
Pan European Struct. Eq. R 09/08 EUR 8,630 8,930
Pan European Struct. Eq. E 09/08 EUR 7,540 7,800
Invesco Funds II
Global Small Cap Value R 09/08 USD 29,560 30,230
Global Value Eq. R 09/08 USD 32,040 32,650
Japanese Eq. Advantage R 09/08 JPY 1569,000 1577,000
Japanese Value Eq. R 09/08 JPY 564,000 569,000
US Value Eq. R 09/08 USD 15,890 16,410
Per ulteriori informazioni, visitate il sito
www.invescopowershares.net
Dynamic US Market 09/08 EUR 5,287 5,008
EQQQ 09/08 EUR 37,341 35,678
EuroMTS Cash 3 Months 09/08 EUR 101,998 101,991
FTSE RAFI Asia Pacific Ex-Jap 09/08 EUR 4,622 4,740
Nome Data Valuta Quota/od. Quota/pre.
FTSE RAFI Dev. 1000 Fund 09/08 EUR 7,727 7,554
FTSE RAFI Dev. Europe Mid-Sm 09/08 EUR 7,733 7,565
FTSE RAFI Emerging Mkts 09/08 EUR 6,108 6,243
FTSE RAFI Europe 09/08 EUR 6,128 6,073
FTSE RAFI Hong Kong China 09/08 EUR 12,708 13,215
FTSE RAFI Italy 30 09/08 EUR 4,100 4,098
FTSE RAFI Switzerland 09/08 EUR 6,851 6,661
FTSE RAFI US 1000 09/08 EUR 5,942 5,670
Global Agriculture NASDAQ OMX 09/08 EUR 8,259 8,089
Global Clean Energy 09/08 EUR 3,610 3,494
Global Listed Private Eq. 09/08 EUR 5,011 4,854
MENA NASDAQ OMX 09/08 EUR 7,341 7,541
Palisades Global Water 09/08 EUR 6,663 6,500
Tel: 02 77718.1
www.kairospartners.com
KAIROS PARTNERS SGR
Kairos Div. + I 30/06 EUR 533874,087 543385,719
Kairos Div. + P 30/06 EUR 528572,217 538171,624
Kairos Equity A 30/06 EUR 754306,267 762646,247
Kairos Fix. Inc. A 30/06 EUR 575556,357 582044,040
Kairos Fix. Inc. I 30/06 EUR 511779,649 517563,477
Kairos Italia A 31/07 EUR 539387,930 537897,196
Kairos Low Vol. A 30/06 EUR 734261,952 739653,675
Kairos Low Vol. B 30/06 EUR 502668,298 506551,662
Kairos Low Vol. I 30/06 EUR 511095,346 514856,123
Kairos Medium Term A 30/06 EUR 548506,054 557665,398
Kairos Medium Term B 30/06 EUR 519340,284 528412,063
Kairos Multi-Str. A 30/06 EUR 793065,641 805118,049
Kairos Multi-Str. B 30/06 EUR 567088,255 576022,490
Kairos Multi-Str. I 30/06 EUR 528151,964 536050,760
Kairos Global 08/08 EUR 5,591 5,673
Kairos Income 08/08 EUR 6,737 6,708
Kairos Small Cap 08/08 EUR 9,086 9,261
KAIROS INTERNATIONAL SICAV
KIS - Ambiente A 08/08 EUR 93,080 95,030
KIS - Ambiente I 08/08 EUR 93,120 95,080
KIS - Absolute A 08/08 EUR 91,410 92,240
KIS - Absolute F 08/08 EUR 90,860 91,690
KIS - Absolute I 08/08 EUR 91,610 92,430
KIS - Ambiente D 08/08 EUR 92,540 94,490
KIS - Ambiente F 08/08 EUR 92,190 94,130
KIS - Ambiente X 08/08 EUR 93,340 95,300
KIS - America A-USD 05/08 USD 196,040 209,160
KIS - America D 05/08 EUR 137,230 146,480
KIS - America F 05/08 EUR 138,730 148,080
KIS - America X 05/08 EUR 139,690 149,060
KIS - Asia A 05/08 EUR 123,990 129,400
KIS - Asia D 22/07 EUR 128,560 127,790
KIS - Asia F 05/08 EUR 123,210 128,610
KIS - Bond A 08/08 EUR 107,060 106,650
KIS - Bond D 08/08 EUR 106,280 105,880
KIS - Bond F 08/08 EUR 106,850 106,450
KIS - Bond I 08/08 EUR 107,340 106,930
KIS - Dynamic A 08/08 EUR 116,570 116,510
KIS - Dynamic D 08/08 EUR 115,430 115,370
KIS - Dynamic F 08/08 EUR 116,430 116,370
KIS - Dynamic I 08/08 EUR 116,740 116,680
KIS - Dynamic X 08/08 EUR 117,580 117,510
KIS - Global A 08/08 EUR 77,030 78,180
KIS - Global D 08/08 EUR 74,560 75,680
KIS - Global F 08/08 EUR 76,620 77,770
KIS - Global I 08/08 EUR 77,090 78,240
KIS - Global X 08/08 EUR 78,030 79,190
KIS - Income A 08/08 EUR 106,180 105,870
KIS - Income D 08/08 EUR 104,280 103,980
KIS - Income I 08/08 EUR 107,030 106,710
KIS - Income X 21/06 EUR 107,500 107,500
KIS - Long - Short A 05/08 EUR 107,270 108,840
KIS - Long - Short D 05/08 EUR 106,120 107,680
KIS - Long - Short F 05/08 EUR 107,020 108,590
KIS - Long - Short I 05/08 EUR 107,340 108,910
KIS - Long - Short X 05/08 EUR 108,230 109,800
KIS - Selection A 05/08 EUR 109,660 111,440
KIS - Selection F 05/08 EUR 109,360 111,150
KIS - Selection I 05/08 EUR 109,770 111,550
KIS - Sm. Cap A 08/08 EUR 85,930 87,570
KIS - Sm. Cap D 08/08 EUR 85,160 86,780
KIS - Sm. Cap F 08/08 EUR 85,720 87,350
KIS - Sm. Cap I 08/08 EUR 86,120 87,760
KIS - Sm. Cap X 08/08 EUR 87,150 88,800
KIS - Target 2014 X 08/08 EUR 106,580 106,540
KIS - Trading A 08/08 EUR 83,790 85,650
KIS - Trading D 08/08 EUR 82,670 84,510
KIS - Trading F 08/08 EUR 83,500 85,360
KIS - Trading I 08/08 EUR 83,960 85,820
KIS - Trading X 08/08 EUR 84,560 86,430
KIS - Trend A 05/08 EUR 100,130 99,170
KIS - Trend F 05/08 EUR 99,860 98,910
KIS - Trend I 05/08 EUR 100,280 99,320
ASIAN OPP CAP RET EUR 09/08 EUR 7,923 8,016
DYNAMIC GROWTH RET EUR 09/08 EUR 769,316 768,571
FLEX DUR CAP RET EUR A 09/08 EUR 1113,316 1114,950
FLEX QUANTITATIVE HR6 A EUR 09/08 EUR 94,641 94,834
FLEX STRATEGY RET EUR 09/08 EUR 100,513 100,118
HIGH GROWTH CAP RET EUR 09/08 EUR 61,875 61,698
ITALY CAP RET A EUR 09/08 EUR 18,538 18,504
SHORT DURATION CAP RET EUR 09/08 EUR 901,798 902,300
www.newmillenniumsicav.com
Distributore Principale: Banca Finnat Euramerica - Tel: 06/69933475
NM Augustum Corp Bd A 09/08 EUR 158,870 160,210
NM Augustum High Qual Bd A 09/08 EUR 129,880 130,260
NM Augustum Pan European Eq A 09/08 EUR 69,350 69,370
NM Euro Bonds Short Term A 09/08 EUR 128,130 127,960
NM Euro Equities A 09/08 EUR 32,680 32,360
NM Global Equities A 09/08 EUR 50,470 48,580
NM Inflation Linked Bond Europe A 09/08 EUR 102,960 103,090
NM Large Europe Corp A 09/08 EUR 115,550 116,280
NM Previra World Cons A 09/08 EUR 116,360 116,220
NM Q7 Active Eq. Int. A 09/08 EUR 69,840 70,720
NM Q7 Globalflex A 05/08 EUR 104,420 105,980
NM Total Return Flexible A 05/08 EUR 114,530 114,700
Numero verde 800 124811
www.nextampartners.com-info@nextampartners.com
Nextam Bilanciato 09/08 EUR 5,596 5,567
Nextam Flessibile 09/08 EUR 4,241 4,211
Nextam Obblig. Misto 09/08 EUR 5,866 5,857
NEXTAM PARTNERS SICAV
AAM Pro Select A 10/08 EUR 4,630 4,611
AAM Pro Select I 10/08 EUR 4,683 4,663
BInver International A - EUR - -
BInver International I - EUR - -
Citic Securities China A - EUR - -
Citic Securities China I 25/11 EUR 5,016 -
Fidela A 10/08 EUR 4,829 4,831
Fidela I 10/08 EUR 5,158 5,160
Income A 10/08 EUR 5,296 5,302
Income I 10/08 EUR 5,306 5,312
International Equity A 10/08 EUR 4,849 4,746
International Equity I 10/08 EUR 4,851 4,748
Italian Selection A 10/08 EUR 4,547 4,524
Italian Selection I 10/08 EUR 4,579 4,555
Liquidity A 10/08 EUR 5,292 5,293
Liquidity I 10/08 EUR 5,333 5,334
Multimanager American Eq.A 10/08 EUR 3,148 3,175
Multimanager American Eq.I 10/08 EUR 3,246 3,276
Multimanager Asia Pacific Eq.A 10/08 EUR 3,944 4,047
Multimanager Asia Pacific Eq.I 10/08 EUR 4,051 4,157
Multimanager Emerg.Mkts Eq.A 10/08 EUR 4,022 4,171
Nome Data Valuta Quota/od. Quota/pre.
Multimanager Emerg.Mkts Eq.I 10/08 EUR 4,104 4,256
Multimanager European Eq.A 10/08 EUR 3,215 3,294
Multimanager European Eq.I 10/08 EUR 3,302 3,383
Strategic A 10/08 EUR 4,504 4,478
Strategic I 10/08 EUR 4,625 4,598
www.oysterfunds.com
Absolute Return EUR2 09/08 EUR 146,720 146,710
Asia Opport. EUR2 09/08 EUR 142,930 147,030
Asia Opport. USD2 09/08 USD 145,750 149,930
Credit Opport. EUR2 09/08 EUR 161,350 161,350
Diversified EUR 09/08 EUR 219,400 218,710
Dynamic Allocation EUR 09/08 EUR 133,890 133,050
Emerg. Mkts Dynamic EUR2 09/08 EUR 95,770 97,560
Emerg. Mkts Dynamic USD2 09/08 USD 101,830 103,770
Euro Liquidity EUR 09/08 EUR 151,146 151,161
Europ. Corporate Bds EUR 09/08 EUR 199,720 201,480
Europ. Fixed Income EUR 09/08 EUR 192,930 193,220
Europ. Opport. EUR 09/08 EUR 246,410 241,990
Europ. Opport. EUR2 09/08 EUR 138,500 136,020
Europ. Small Cap EUR 09/08 EUR 233,600 227,700
ForExtra Yield (EUR) EUR 09/08 EUR 158,180 158,180
Global Convertibles EUR 09/08 EUR 186,400 184,640
Global Convertibles USD 09/08 USD 183,670 181,930
Italian Opport. EUR 09/08 EUR 23,230 22,920
Italian Value EUR 09/08 EUR 170,210 167,630
Japan Opport. EUR 09/08 EUR 110,370 111,570
Japan Opport. JPY 09/08 JPY 10645,000 10762,000
LatAm Opport. EUR2 09/08 EUR 134,280 130,180
LatAm Opport. USD2 09/08 USD 136,670 132,510
Market Neutral EUR 09/08 EUR 150,320 150,320
US Dollar Bds USD 09/08 USD 321,440 321,610
US Dynamic EUR 09/08 EUR 94,490 89,420
US Dynamic USD 09/08 USD 98,500 93,220
US Small Cap USD 09/08 USD 169,200 159,210
US Value EUR 09/08 EUR 125,620 119,530
US Value USD 09/08 USD 127,220 121,080
World Opport. EUR 09/08 EUR 121,750 119,050
World Opport. USD 09/08 USD 250,550 244,980
3A Dyn. UCITS Fd (EUR) A 05/08 EUR 989,150 989,150
Tel: 0041916403780
www.pharusfunds.com info@pharusfunds.com
PS - Absolute Return 10/08 EUR 96,260 96,980
PS - Absolute Return B 10/08 EUR 101,230 101,980
PS - Aliseo A 09/08 EUR 91,830 93,750
PS - Best Global Managers A 09/08 EUR 100,290 101,800
PS - Best Global Managers B 09/08 EUR 101,500 103,000
PS - Bond Opportunities 10/08 EUR 138,370 139,490
PS - Bond Opportunities B 10/08 EUR 102,410 103,230
PS - Inter. Equity Quant A 09/08 EUR 87,820 94,840
PS - Inter. Equity Quant B 09/08 EUR 88,230 95,280
PS - Liquidity 10/08 EUR 118,850 118,920
PS - Market Neutral 25/07 EUR 85,430 86,140
PS - Market Neutral B 25/07 EUR 81,100 81,770
PS - Opportunistic Growth 10/08 EUR 92,850 93,130
PS - Podium Flex A 09/08 EUR 93,140 94,280
PS - Podium Flex C 28/04 USD 99,820 100,000
PS - Soprarno Global Macro A 10/08 EUR 98,300 96,500
PS - Soprarno Global Macro B 10/08 EUR 98,690 96,890
PS - Soprarno Relative Value A 10/08 EUR 93,300 93,160
PS - Soprarno Relative Value B 10/08 EUR 93,310 93,170
PS - Strategic Colibr 10/08 EUR 70,640 68,870
PS - Titan Aggressive 09/08 EUR 90,920 101,590
PS - Titan Conservative 09/08 EUR 95,910 98,170
PS - Valeur Income 10/08 EUR 101,030 101,520
PS - Value 09/08 EUR 91,000 94,610
PS - Value B 09/08 EUR 92,320 95,970
www.pegasocapitalsicav.com
Strategic Trend Inst. C 08/08 EUR 101,830 101,420
Strategic Trend Retail C 08/08 EUR 101,180 100,780
Numero Verde 800-533377 - www.schroders.it
Schroder International Selection Fund SICAV
Asia Pacific Property Sec. A 09/08 USD 112,110 113,980
Asian Bond Abs.Re. A 09/08 USD 12,280 12,310
Asian Convertible Bd A 09/08 USD 104,890 105,980
Asian Equity Yield A 09/08 USD 19,130 19,580
Asian Smaller Companies A 09/08 USD 155,000 159,130
BRIC (BR,RU,IN,CH) A 09/08 EUR 122,370 131,130
BRIC (BR,RU,IN,CH) A 09/08 USD 174,590 185,960
China Opportunities A 09/08 USD 210,440 221,150
Em. Eur. Dbt Abs. Ret. A 09/08 EUR 17,640 17,710
Emerging Asia A 09/08 EUR 15,580 16,160
Emerging Asia A 09/08 USD 22,240 22,920
Emerging Europe A 09/08 EUR 18,670 19,860
Emerging Markets A 09/08 EUR 8,100 8,580
Emerging Markets A 09/08 USD 11,580 12,200
Emerging Mkts Dbt Abs Ret A 09/08 USD 26,270 26,300
EURO Active Value A 09/08 EUR 21,600 21,570
EURO Bond A 09/08 EUR 15,660 15,730
EURO Corporate Bond A 09/08 EUR 16,100 16,210
EURO Equity A 09/08 EUR 16,940 17,280
EURO Government Bond A 09/08 EUR 8,710 8,680
EURO Liquidity A 09/08 EUR 121,790 121,800
EURO Short Term Bond A 09/08 EUR 6,730 6,720
European Allocation A 09/08 EUR 17,270 17,370
European Defensive A* 09/08 EUR 9,170 9,170
European Dividend Max. A 09/08 EUR 63,370 65,100
European Equity Alpha A 09/08 EUR 32,810 33,490
European Equity Yield A 09/08 EUR 9,730 10,010
European Large Cap A 09/08 EUR 132,150 134,390
European Smaller Comp A 09/08 EUR 17,420 17,640
European Special Sit A 09/08 EUR 88,990 90,020
Glb Emer Mkt Opps A 09/08 USD 12,630 13,320
Glb Emer Mkt Opps EUR A 09/08 EUR 11,440 12,140
Global Bond A 09/08 USD 11,480 11,460
Global Convertible Bd A 09/08 USD 101,940 103,500
Global Clim.ChgeEq.A 09/08 USD 7,860 8,080
Global Corporate A 09/08 USD 8,820 8,880
Global Credit Duration A 09/08 EUR 105,960 106,120
Global Div.Maximiser A 09/08 USD 6,800 6,950
Global Energy A 09/08 USD 32,440 34,150
Global Equity A 09/08 USD 13,390 13,760
Global Equity Alpha A 09/08 EUR 78,420 80,790
Global Equity Alpha A 09/08 USD 112,030 114,710
Global Equity Yield A 09/08 EUR 69,970 72,030
Global Equity Yield A 09/08 USD 99,840 102,160
Global High Yield A 09/08 USD 30,340 31,190
Global Infl Linked Bond A 09/08 EUR 26,520 26,520
Global Prop Securities A 09/08 USD 104,740 108,140
Global Smal Companies A 09/08 USD 107,960 110,630
Greater China A 09/08 USD 33,780 34,860
Indian Equity A 09/08 USD 118,000 119,840
Italian Equity A 09/08 EUR 17,480 17,760
Japanese Equity A 09/08 JPY 510,680 518,780
Japanese Large Cap A 09/08 JPY 691,740 704,590
Japanese Smal Companies A 09/08 JPY 49,600 50,150
Latin American Fund A 09/08 EUR 30,490 33,040
Latin American Fund A 09/08 USD 43,770 47,150
Middle East A 09/08 USD 7,520 7,690
Pacific Equity A 09/08 EUR 7,270 7,490
Pacific Equity A 09/08 USD 10,390 10,640
QEP Global Quant Act Val A 09/08 EUR 87,510 90,180
QEP Global Quant Act Val A 09/08 USD 125,930 128,980
Strategic Bond A 09/08 USD 131,710 133,020
Swiss Equity A 09/08 CHF 20,470 21,390
Swiss Equity Opps A 09/08 CHF 85,510 89,210
Swiss Small & Mid Cap A 09/08 CHF 17,010 17,730
Nome Data Valuta Quota/od. Quota/pre.
UK Equity A 09/08 GBP 2,670 2,700
US All Cap A 09/08 USD 90,360 93,900
US Dollar Bond A 09/08 USD 19,180 19,210
US Dollar Liquidity A 09/08 USD 105,130 105,130
US Large Cap A 09/08 EUR 43,220 45,010
US Large Cap A 09/08 USD 61,770 63,940
US Small & Mid-Cap Equ A 09/08 EUR 92,710 96,750
US Small & Mid-Cap Equ A 09/08 USD 133,070 138,000
US Smaller Companies A 09/08 USD 65,850 68,730
*I LIVELLI DI PROTEZIONE RELATIVI AI FONDI DEFENSIVE
SONO CONSULTABILI SUL SITO INTERNET WWW.SCHRODERS.IT
www.sorgentegroup.com
Fondo Donatello-Michelangelo Due 31/12 EUR 54575,179 56242,509
Fondo Donatello-Tulipano 31/12 EUR 49811,098 50282,489
Fondo Donatello-Margherita 31/12 EUR 28627,386 27332,950
Fondo Donatello-David 31/12 EUR 57372,027 57301,183
Fondo Donatello-Puglia Uno 31/12 EUR 55416,101 -
Caravaggio di Sorgente SGR 31/12 EUR 2981,761 3083,178
Si tratta di Fondi Immobiliari chiusi
Tel: 800/614614
Bim Az. Small Cap Italia 09/08 EUR 5,967 5,912
Bim Azionario Europa 09/08 EUR 8,082 7,986
Bim Azionario Globale 09/08 EUR 3,419 3,365
Bim Azionario Italia 09/08 EUR 5,579 5,549
Bim Azionario USA 09/08 EUR 5,262 5,046
Bim Bilanciato 09/08 EUR 20,450 20,327
Bim Corporate Mix 09/08 EUR 5,564 5,602
Bim Flessibile 09/08 EUR 3,630 3,662
Bim Obblig. Breve Term. 09/08 EUR 6,548 6,545
Bim Obblig. Globale 09/08 EUR 5,909 5,930
Bim Obbligazionario Euro 09/08 EUR 6,947 6,952
Sicav Asia Flessibile 09/08 EUR 5,615 5,683
Sicav Azionario Euro 09/08 EUR 4,576 4,537
Sicav Azionario Italia 09/08 EUR 8,548 8,499
Sicav Bil.Equ. Italia 09/08 EUR 5,060 5,056
Sicav Fortissimo 09/08 EUR 2,211 2,160
Sicav Europa Flessibile 09/08 EUR 4,583 4,564
Sicav Monetario 09/08 EUR 7,473 7,472
Sicav Obblig. Area Europa 09/08 EUR 9,513 9,545
Sicav Patrimonio Globale 09/08 EUR 4,695 4,664
Sicav Patrimonio G. Reddito 09/08 EUR 7,059 7,055
Synergia Azionario Europa 09/08 EUR 5,035 4,978
Synergia Azionario Globale 09/08 EUR 5,286 5,211
Synergia Azionario Italia 09/08 EUR 4,622 4,597
Synergia Az. Small Cap Italia 09/08 EUR 4,700 4,658
Synergia Azionario USA 09/08 EUR 5,471 5,269
Synergia Bilanciato 15 09/08 EUR 5,152 5,142
Synergia Bilanciato 30 09/08 EUR 5,181 5,162
Synergia Bilanciato 50 09/08 EUR 5,169 5,139
Synergia Monetaria 09/08 EUR 5,027 5,021
Synergia Obbl. Corporate 09/08 EUR 5,460 5,491
Synergia Obbl. Euro B.T. 09/08 EUR 5,042 5,037
Synergia Obbl. Euro M.T. 09/08 EUR 5,189 5,195
Synergia Tesoreria 09/08 EUR 5,072 5,068
Synergia Total Return 09/08 EUR 5,083 5,080
Symphonia MS Adagio 09/08 EUR 5,674 5,701
Symphonia MS America 09/08 EUR 3,505 3,546
Symphonia MS Asia 09/08 EUR 4,951 5,003
Symphonia MS Europa 09/08 EUR 4,798 4,892
Symphonia MS Largo 09/08 EUR 5,250 5,310
Symphonia MS P. Emer. 09/08 EUR 11,999 12,277
Symphonia MS Vivace 09/08 EUR 4,626 4,726
Tel. 02 - 430241
www.ubipramerica.it
UBI Pr. Active Beta 08/08 EUR 4,546 4,599
UBI Pr. Active Duration 08/08 EUR 5,539 5,515
UBI Pr. Alpha Equity 08/08 EUR 4,879 4,911
UBI Pr. Azionario Etico 08/08 EUR 4,170 4,288
UBI Pr. Azioni Euro 08/08 EUR 4,819 4,974
UBI Pr. Azioni Europa 08/08 EUR 5,035 5,233
UBI Pr. Azioni Globali 08/08 EUR 3,943 4,165
UBI Pr. Azioni Italia 08/08 EUR 3,913 4,018
UBI Pr. Azioni Mercati Emerg. 08/08 EUR 9,914 10,437
UBI Pr. Azioni Pacifico 08/08 EUR 6,118 6,274
UBI Pr. Azioni USA 08/08 EUR 3,610 3,882
UBI Pr. Bilanc. Euro Rischio Cont. 08/08 EUR 5,584 5,632
UBI Pr. Euro B.T. 08/08 EUR 6,694 6,609
UBI Pr. Euro Cash 08/08 EUR 7,272 7,241
UBI Pr. Euro Corporate 08/08 EUR 7,918 7,929
UBI Pr. Euro Medio/Lungo Ter. 08/08 EUR 6,931 6,827
UBI Pr. Obblig. Dollari 08/08 EUR 5,165 5,142
UBI Pr. Obblig. Glob. Alto Rend. 08/08 EUR 9,312 9,488
UBI Pr. Obblig. Globali 08/08 EUR 5,921 5,868
UBI Pr. Obblig. Globali Corp. 08/08 EUR 7,246 7,243
UBI Pr. Portafoglio Aggressivo 08/08 EUR 4,723 4,872
UBI Pr. Portafoglio Dinamico 08/08 EUR 5,234 5,324
UBI Pr. Portafoglio Moderato 08/08 EUR 5,789 5,815
UBI Pr. Portafoglio Prudente 08/08 EUR 6,093 6,090
UBI Pr. Privilege 1 08/08 EUR 5,401 5,425
UBI Pr. Privilege 2 08/08 EUR 5,301 5,358
UBI Pr. Privilege 3 08/08 EUR 5,108 5,193
UBI Pr. Privilege 4 08/08 EUR 4,723 4,841
UBI Pr. Privilege 5 08/08 EUR 4,363 4,512
UBI Pr. Tot. Ret. Mod. A 08/08 EUR 5,029 5,000
UBI Pr. Tot. Ret. Mod. B 08/08 EUR 5,057 5,027
UBI Pr. Tot.Ret. Dinamico 08/08 EUR 4,771 4,817
UBI Pr. Total Return Prudente 08/08 EUR 10,562 10,493
www.vitruviussicav.com
Asian Equity B 09/08 EUR 72,710 73,980
Asian Equity B 09/08 USD 100,650 102,430
Capital Opportunities 18/07 USD 96,280 96,310
Capital Opportunities Hdg 18/07 EUR 90,790 90,860
Emerg Mkts Equity 09/08 USD 417,430 420,700
Emerg Mkts Equity Hdg 09/08 EUR 413,250 416,350
European Equity 09/08 EUR 190,830 188,310
Greater China Equity 09/08 EUR 80,850 82,580
Greater China Equity 09/08 USD 114,660 117,180
Growth Opportunities 09/08 USD 49,650 47,780
Growth Opportunities Hdg 09/08 EUR 55,240 53,150
Italian Equity 18/07 EUR 80,850 80,860
Japanese Equity 09/08 JPY 85,220 86,600
Japanese Equity Hdg 09/08 EUR 112,960 114,770
Reserve Liquidity 18/07 EUR 117,940 117,940
Swiss Equity 09/08 CHF 83,180 83,290
Swiss Equity Hdg 09/08 EUR 62,740 62,950
US Equity 09/08 USD 103,650 99,520
US Equity Hdg 09/08 EUR 116,210 111,550
Tel 0332 251411
www.ottoapiu.it
8a+ Eiger 09/08 EUR 4,012 3,967
8a+ Gran Paradiso 09/08 EUR 5,352 5,311
8a+ Latemar 09/08 EUR 4,913 4,898
8a+ Matterhorn 29/07 EUR 574915,278 592613,056
8a+ Monviso 09/08 EUR 4,921 4,980
Legenda: Quota/pre. = Quota precedente; Quota/od. = Quota odierna 13 DDDAB
34
Gioved 11 Agosto 2011 Corriere della Sera

Piazza Affari
DALLA CADUTA SI SALVANO
TODS E PARMALAT
N
elle Borse europee tornato il
panico e Piazza Affari, che pure
aveva iniziato la giornata in un clima
pi sereno grazie al buon esito
dellasta dei Bot, alla fine ha fatto
peggio di tutte. Lindice Ftse Mib
crollato del 6,65% a quota 14.676, un
livello che riporta il listino italiano indietro di quasi
due anni e mezzo, a fine marzo 2009. La nuova
ondata di vendite ha travolto i titoli bancari, in una
giornata dominata dalle voci pi disparate: dalla
possibilit di un declassamento del debito francese
(smentito da Moodys e Fitch) fino alle presunte
difficolt di Socit Gnrale. Per Intesa Sanpaolo e
Ubi Banca la perdita stata addirittura a due cifre
percentuali (-13,72% e -10,17% rispettivamente),
dopo le inevitabili sospensioni al ribasso, che peraltro
hanno coinvolto numerosi altri titoli. Vicine ai dieci
punti percentuali anche le flessioni di Prysmian
(-9,81%), Monte Paschi (-9,78%) e Fonsai (-9,56%).
Dal disastro generale si sono salvati, allinterno del
paniere dei 40 titoli principali, due societ-simbolo
dell'industria italiana: Parmalat (+2,06%) e
soprattutto Tods (+2,54%), promossa dagli analisti di
Citigroup con la raccomandazione buy (comprare).
RIPRODUZIONE RISERVATA
A.S. Roma .....................(ASR) 0,640 -0,54 -39,38 0,640 1,249 86,2
A2A.......................................(A2A) 0,854 -5,48 -18,51 0,854 1,231 2754,8
Acea......................................(ACE) 5,025 -4,83 -41,36 5,025 8,580 1107,0
Acegas-Aps...........................(AEG) 3,588 +4,97 -1,09 3,418 4,640 189,7
Acotel Group * ......................(ACO) 26,600 -1,44 -39,53 26,500 44,140 116,6
Acque Potabili .......................(ACP) 0,839 +4,03 -41,53 0,807 1,477 31,8
Acsm ....................................(ACS) 0,855 -4,95 -21,05 0,855 1,192 65,1
AdF-Aerop.Firenze ..................(AFI) 10,800 +2,96 -0,28 9,820 12,500 97,6
Aedes * ...................................(AE) 0,086 -3,93 -55,63 0,085 0,231 63,6
Aedes 14w *.....................(WAE14) 0,014 -3,57 -67,78 0,012 0,049
Aeffe *...................................(AEF) 0,660 +3,61 +29,92 0,477 1,477 72,5
Aicon * ...................................(AIC) 0,130 -6,81 -26,51 0,130 0,281 14,8
Alerion ..................................(ARN) 4,700 +2,62 -11,07 4,580 5,820 201,2
Amplifon...............................(AMP) 3,776 -4,60 -0,11 3,598 4,502 862,9
Ansaldo Sts *.........................(STS) 5,540 -4,65 -39,65 5,540 9,600 799,3
Antichi Pell ..............................(AP) 0,415 +0,07 -12,00 0,400 0,596 18,9
Apulia Pront...........................(APP) 0,250 -6,26 -29,18 0,219 0,384 61,4
Arena ....................................(ARE) 0,010 -59,38 0,010 0,029 15,2
Arkimedica...........................(AKM) 0,091 -12,50 -79,89 0,091 0,453 8,4
Ascopiave *...........................(ASC) 1,462 -1,22 -7,53 1,462 1,718 347,5
Astaldi * ................................(AST) 3,920 -2,10 -20,89 3,638 5,960 399,1
Atlantia ..................................(ATL) 10,680 -2,47 -27,56 10,680 16,095 6912,8
Autogrill ................................(AGL) 7,935 -2,64 -25,49 7,935 10,970 2062,6
Autostrada To-Mi .....................(AT) 6,890 -3,16 -32,52 6,890 11,400 630,6
Autostrade Mer. ................(AUTME) 19,300 +2,06 -15,35 18,910 24,380 84,7
Azimut..................................(AZM) 4,654 -5,94 -31,11 4,654 8,461 691,0
B&C Speakers ...............(BEC) 2,680 -0,59 -28,72 2,670 4,080 29,7
Banca Generali .....................(BGN) 6,470 -5,06 -29,37 6,470 11,560 748,0
Banca Ifis *...............................(IF) 4,300 -2,05 -18,71 4,300 5,585 232,4
Banca Pop. Emilia R. .............(BPE) 5,980 -8,70 -37,05 5,980 9,895 1577,5
Banca Pop. Sondrio.............(BPSO) 4,982 -4,56 -19,65 4,922 6,600 1565,2
Banco Popolare .......................(BP) 1,085 -9,36 -55,98 1,085 2,753 2014,0
Banco Popolare w10.........(WBP10)
Basicnet................................(BAN) 2,000 -3,38 -28,57 2,000 3,100 122,7
Bastogi......................................(B) 1,250 -2,27 -18,57 1,188 1,660 22,2
BB Biotech *............................(BB) 42,140 +1,47 -13,29 41,530 55,000
Bca Carige............................(CRG) 1,240 -6,06 -21,02 1,240 1,812 2057,8
Bca Carige r........................(CRGR)
Bca Finnat * ..........................(BFE) 0,390 -0,36 -21,29 0,382 0,522 140,9
Bca Intermobiliare .................(BIM) 3,500 -16,27 3,500 4,388 539,6
Bca Pop.Etruria e Lazio * .......(PEL) 1,543 -7,77 -49,41 1,543 3,210 121,8
Bca Pop.Milano......................(PMI) 1,319 -8,91 -50,51 1,309 3,163 574,1
Bca Pop.Milano 13w.......(WPMI13) 0,390 -13,27 -67,47 0,369 1,254
Bca Pop.Spoleto....................(SPO) 2,252 +0,99 -34,63 2,188 3,455 67,0
Bca Profilo ............................(PRO) 0,306 -1,45 -30,43 0,306 0,440 205,6
Bco Desio-Brianza ................(BDB) 3,388 -4,56 -16,35 3,380 4,120 407,3
Bco Desio-Brianza rnc ........(BDBR) 2,900 -3,33 -21,89 2,900 3,750 38,4
Bco Santander ....................(SANT) 5,900 -7,60 -25,13 5,900 9,300
Bco Sardegna rnc ...............(BSRP) 6,720 -1,25 -28,89 6,720 9,950 45,9
Bee Team..............................(BET) 0,410 +2,40 +2,09 0,380 0,541 26,3
Beghelli ...................................(BE) 0,451 -6,04 -34,35 0,451 0,732 94,4
Benetton Group.....................(BEN) 4,336 -4,75 -13,28 4,202 5,725 820,5
Beni Stabili ...........................(BNS) 0,466 +1,86 -27,24 0,455 0,765 890,5
Best Union Co......................(BEST)
Bialetti Industrie *...................(BIA) 0,247 +3,51 -30,11 0,235 0,425 18,8
Biancamano *.......................(BCM) 1,415 +1,43 +7,20 1,286 2,012 49,3
Biesse * ................................(BSS) 3,012 -6,69 -44,01 3,012 7,810 86,7
Bioera.....................................(BIE) 0,486 +1,67 -51,98 0,478 1,012 14,1
Boero Bart.............................(BOE)
Bolzoni *................................(BLZ) 2,010 -0,30 -5,74 1,999 2,350 52,0
Bon.Ferraresi ...........................(BF) 20,770 -5,16 -29,43 20,770 31,430 122,0
Borgosesia..............................(BO) 1,079 -16,42 0,995 1,349 48,5
Borgosesia rnc......................(BOR)
Brembo * ..............................(BRE) 6,240 -6,59 -20,46 6,240 10,310 441,4
Brioschi ..................................(BRI) 0,120 -1,07 -13,85 0,120 0,173 95,2
Bulgari ..................................(BUL) 12,170 +48,96 7,280 12,330 4095,9
Buone Societ .......................(LBS) 0,328 +4,13 -15,90 0,300 0,755 3,3
Buongiorno *.........................(BNG) 1,021 -9,41 -12,29 1,021 1,460 116,3
Buzzi Unicem........................(BZU) 6,500 -9,47 -25,16 6,500 10,760 1130,7
Buzzi Unicem rnc ................(BZUR) 3,620 -8,03 -33,58 3,620 6,090 154,8
Cad It * ..........................(CAD) 3,712 -1,80 -9,35 3,450 4,447 33,3
Cairo Comm. *........................(CAI) 2,490 -2,35 -8,20 2,490 3,290 202,7
Caleffi....................................(CLF) 1,270 +0,79 +9,77 1,120 1,399 15,9
Caltagirone ..........................(CALT) 1,594 -0,31 -9,89 1,594 2,118 188,5
Caltagirone Ed.......................(CED) 1,330 -2,92 -22,63 1,330 1,945 167,2
Camfin .................................(CMF) 0,277 -4,34 -25,73 0,277 0,429 197,6
Camfin 09-11 w ............(WCMF11) 0,035 -6,76 -47,81 0,036 0,083
Campari ................................(CPR) 5,155 -1,34 +5,74 4,438 5,935 3041,4
Cape Live ................................(CL) 0,140 -6,67 -44,33 0,132 0,411 7,2
Carraro ...............................(CARR) 2,498 -1,65 -35,74 2,498 4,468 116,8
Cattolica As.........................(CASS) 15,830 -3,36 -17,34 15,120 20,310 880,6
CDC......................................(CDC) 1,348 +2,98 -17,85 1,240 1,939 16,0
Cell Therap...........................(CTIC) 0,739 -2,12 -54,97 0,739 1,932
Cembre * .............................(CMB) 6,440 -2,35 +3,70 5,965 8,715 113,2
Cementir *............................(CEM) 1,710 -2,29 -19,05 1,660 2,340 277,3
Cent. Latte Torino * ................(CLT) 1,970 -2,38 -19,59 1,948 4,100 20,1
Ceram. Ricchetti .....................(RIC) 0,208 -8,05 -17,70 0,208 0,305 17,0
CHL.......................................(CHL) 0,085 -1,51 -35,95 0,084 0,150 13,6
CIA.........................................(CIA) 0,241 -2,82 -18,58 0,241 0,340 22,0
Ciccolella ................................(CC) 0,476 -2,00 -26,87 0,476 0,777 87,2
Cir..........................................(CIR) 1,372 -3,38 -0,07 1,337 1,789 1124,0
Class Editori ..........................(CLE) 0,277 +2,74 -38,49 0,263 0,520 29,0
Cobra * .................................(COB) 0,821 -3,01 -38,17 0,821 1,440 34,0
Cofide ...................................(COF) 0,650 -0,76 -3,49 0,642 0,784 464,4
Cogeme Set ..........................(COG) 0,102 -8,11 -72,36 0,102 0,371 6,9
Conafi Prestito' .....................(CNP) 0,750 -4,64 -24,85 0,715 1,070 35,3
Cred. Artigiano ......................(CRA) 1,129 -3,09 -13,02 1,106 1,461 326,7
Cred. Bergamasco...................(CB) 22,000 -0,27 +6,90 20,300 24,770 1349,5
Cred. Emiliano.........................(CE) 2,622 -14,76 -43,88 2,622 5,505 929,1
Cred. Valtellinese .................(CVAL) 2,266 -6,13 -31,59 2,266 3,695 633,3
Cred. Valtellinese 10w ....(WCVA10)
Cred. Valtellinese 14w ....(WCVA14) 0,113 -10,94 -49,96 0,105 0,281
Crespi ...................................(CRE) 0,046 -0,43 -52,22 0,046 0,161 7,2
Csp .......................................(CSP) 0,880 -2,22 -18,22 0,880 1,295 30,2
D'Amico *........................(DIS) 0,701 +0,57 -29,05 0,697 1,000 105,7
Dada * ....................................(DA) 1,983 -3,74 -59,45 1,983 5,020 33,3
Damiani *.............................(DMN) 1,028 +2,80 +22,38 0,819 1,260 82,4
Danieli ..................................(DAN) 15,280 -4,68 -36,86 15,280 24,580 657,9
Danieli rnc..........................(DANR) 7,990 -5,50 -39,33 7,705 13,690 335,4
Datalogic * ............................(DAL) 6,000 +1,87 -1,07 5,490 6,540 342,7
De'Longhi .............................(DLG) 6,710 -0,74 +14,90 5,820 9,300 1031,8
Dea Capital *.........................(DEA) 1,166 -15,51 +1,39 1,125 1,600 394,1
Diasorin *...............................(DIA) 26,950 -3,41 -14,58 26,710 36,090 1546,3
Digital Bros *..........................(DIB) 0,937 -4,44 -38,79 0,937 1,573 13,2
Dmail Group * ......................(DMA) 2,400 -1,40 -17,67 2,306 3,265 18,4
DMT * ..................................(DMT) 17,500 -4,32 +13,78 15,040 23,510 203,7
Edison ............................(EDN) 0,742 -5,78 -14,28 0,736 0,907 3925,7
Edison r ..............................(EDNR) 0,882 -2,00 -27,81 0,880 1,287 99,3
EEMS * ...............................(EEMS) 0,740 -1,46 -43,85 0,740 1,539 33,2
El.En. * ..................................(ELN) 10,000 -4,67 -21,01 10,000 15,140 50,2
Elica * ...................................(ELC) 0,994 -1,24 -31,01 0,994 1,768 63,7
Emak * ...................................(EM) 3,140 -4,15 -28,88 3,140 4,600 89,4
Enel.....................................(ENEL) 3,378 -6,37 -10,52 3,378 4,832 32954,1
Enel Green Pw....................(EGPW) 1,511 -2,70 -3,88 1,511 2,048 7739,5
Enervit ..................................(ENV) 1,970 -1,50 +58,36 1,217 2,398 35,1
Engineering * ........................(ENG) 20,510 -2,33 -4,56 20,510 24,320 257,7
Eni .........................................(ENI) 12,170 -5,73 -25,88 12,170 18,420 50650,6
Erg........................................(ERG) 7,900 -6,95 -23,67 7,900 10,440 1217,8
Ergy Capital...........................(ECA) 0,322 -5,91 -33,92 0,322 0,498 31,7
Ergy Capital 11w................(WECA) 0,012 -7,69 -59,32 0,012 0,029
Ergy Capital 16w............(WECA16) 0,080 -1,23 -39,85 0,078 0,143
Esprinet * ..............................(PRT) 3,222 +3,27 -43,07 3,120 6,275 167,6
Eurotech * .............................(ETH) 1,595 -1,42 -14,71 1,588 2,440 57,4
Eutelia...................................(EUT)
Exor ......................................(EXO) 15,540 -4,25 -37,67 15,540 25,760 2591,7
Exor prv.................................(EXP) 13,890 -2,80 -26,12 13,890 21,300 1119,0
Exor risp................................(EXR) 11,060 -14,59 -40,86 11,060 20,100 113,5
Exprivia *...............................(XPR) 0,720 -2,04 -24,49 0,720 1,155 37,5
Falck Renewables * .........(FKR) 0,860 -5,29 -48,65 0,860 1,758 258,4
Ferragamo...........................(SFER) 10,150 -0,49 9,950 13,700 1788,5
Fiat............................................(F) 4,726 -8,23 -32,73 4,726 8,050 5491,8
Fiat Ind. priv............................(FIP) 3,000 -3,23 -52,00 3,000 7,415 324,1
Fiat Ind. risp ...........................(FIR) 3,274 -9,31 -47,02 3,274 7,395 276,7
Fiat Industr................................(FI) 6,275 -8,26 -30,28 6,275 10,660 7329,8
Fiat prv....................................(FP) 3,008 -7,73 -43,14 3,008 6,385 335,7
Fiat rnc....................................(FR) 3,072 -6,40 -41,87 3,072 6,375 262,7
Fidia * ...................................(FDA) 2,700 -2,88 -26,78 2,700 4,140 14,3
Fiera Milano * .........................(FM) 4,000 +1,01 -8,05 3,912 4,916 171,4
Finarte C.Aste .......................(FCD)
Finmeccanica........................(FNC) 4,824 -4,19 -43,97 4,824 9,865 2858,8
FNM.....................................(FNM) 0,380 -4,62 -24,73 0,380 0,515 99,0
Fondiaria-Sai .........................(FSA) 1,334 -9,56 -63,49 1,334 4,366 515,6
Fondiaria-Sai rnc.................(FSAR) 0,830 -6,54 -67,80 0,830 2,941 109,5
Fullsix....................................(FUL) 1,660 +50,91 1,071 3,262 18,4
Gabetti Pro.S. .................(GAB) 0,067 -2,19 -69,54 0,067 0,245 16,8
Gabetti Pro.S. 13w.........(WGAB13) 0,025 -75,05 0,021 0,098
Gas Plus................................(GSP) 2,400 +4,35 -39,24 2,300 4,160 108,8
Gefran * ..................................(GE) 3,710 -0,64 -17,19 3,620 5,250 54,0
Gemina ................................(GEM) 0,596 -2,38 +10,28 0,532 0,766 881,8
Gemina rnc ........................(GEMR) 0,885 -6,89 0,844 1,170 3,3
Generali ....................................(G) 10,680 -7,37 -25,83 10,680 16,990 17223,8
Geox .....................................(GEO) 2,900 -3,27 -15,76 2,900 4,950 778,0
Greenvision ............................(VIS) 4,750 -1,86 +1,12 4,290 5,195 27,8
Gruppo Coin..........................(GCN) 6,470 -0,23 -16,84 6,415 7,870 926,3
Gruppo Edit. L'Espresso...........(ES) 1,290 -3,08 -24,61 1,290 2,104 547,9
Gruppo Minerali M...............(GMM) 3,190 -28,64 3,190 4,490 19,1
Hera ...............................(HER) 1,128 -6,70 -27,23 1,128 1,760 1306,9
I Grandi Viaggi..................(IGV) 0,850 -3,95 +3,72 0,776 1,080 38,2
IGD *......................................(IGD) 1,089 +4,41 -25,92 1,025 1,755 337,7
Il Sole 24 Ore ........................(S24) 0,900 -3,17 -35,48 0,900 1,510 40,6
Ima * .....................................(IMA) 12,570 -6,19 -16,03 12,570 15,200 485,8
Immsi ....................................(IMS) 0,604 -2,58 -27,23 0,604 0,910 205,0
Impregilo................................(IPG) 1,557 -6,54 -27,41 1,557 2,462 646,9
Impregilo rnc........................(IPGR) 7,310 -2,01 -5,68 7,310 8,200 11,9
Indesit....................................(IND) 4,714 -4,54 -42,48 4,622 9,015 553,0
Indesit rnc ...........................(INDR) 5,300 -0,56 -23,02 5,300 7,340 2,6
Intek.......................................(ITK) 0,345 +2,07 -12,33 0,327 0,540 45,5
Intek 11w..........................(WIT11) 0,011 -56,40 0,009 0,029
Intek r ................................(ITKRP) 0,735 +5,08 +7,30 0,660 0,815 4,1
Interpump * ..............................(IP) 4,400 -2,00 -23,28 4,038 6,175 432,3
Interpump 12 w * ..............(WIP12) 0,720 +5,88 +7,95 0,583 0,874
Intesa Sanpaolo......................(ISP) 1,132 -13,72 -41,27 1,132 2,429 18889,9
Intesa Sanpaolo rnc..............(ISPR) 0,955 -10,54 -43,09 0,955 2,087 936,8
Invest e Sviluppo ....................(IES) 0,566 -4,87 -54,35 0,566 1,870 7,3
Invest e Sviluppo 09w......(WIES12) 0,002 -10,00 -37,93 0,002 0,007
Irce *......................................(IRC) 1,860 +17,05 1,528 2,708 51,2
Iren ........................................(IRE) 0,884 -6,16 -29,62 0,884 1,407 1077,6
Isagro * ..................................(ISG) 2,716 +0,59 -21,90 2,664 4,034 48,7
IT WAY * ................................(ITW) 1,330 -2,49 -48,33 1,330 2,764 10,4
Italcementi................................(IT) 4,630 -7,03 -29,85 4,630 7,650 870,4
Italcementi rnc .......................(ITR) 2,150 -5,78 -41,06 2,150 3,886 236,2
Italmobiliare...........................(ITM) 23,000 -2,21 -10,64 23,000 29,900 513,1
Italmobiliare rnc...................(ITMR) 13,870 -0,43 -22,47 13,870 19,730 228,8
Italy 1 Invest w...................(WIT1)
Italy 1 Invest. ..........................(IT1) 9,630 -1,63 8,768 9,955 144,5
Juventus FC * ...............(JUVE) 0,790 -0,19 -17,23 0,780 0,986 160,2
K.R.Energy......................(KRE) 0,029 -5,54 -58,03 0,029 0,074 30,4
K.R.Energy 12w..............(WKRE12) 0,012 -41,46 0,010 0,024
Kerself ..................................(KRS) 1,348 -5,47 -61,24 1,348 3,700 24,6
Kinexia..................................(KNX) 1,450 +1,97 -32,08 1,400 2,135 30,9
KME Group ...........................(KME) 0,264 +0,19 -20,12 0,264 0,391 119,6
KME Group 09w.............(WKME09) 0,005 -5,88 -72,88 0,005 0,021
KME Group 11w.............(WKME11) 0,007 -2,82 -51,41 0,004 0,017
KME Group rnc ...................(KMER) 0,580 -0,85 -0,26 0,576 0,724 25,4
La Doria *..........................(LD) 1,569 +0,58 -16,19 1,549 2,068 48,2
Landi Renzo *..........................(LR) 1,807 -2,85 -39,41 1,807 3,015 206,4
Lazio .....................................(SSL) 0,474 -1,33 -37,78 0,410 0,761 32,3
Lottomatica ...........................(LTO) 11,340 -3,41 +20,51 8,925 15,440 2003,9
Luxottica ...............................(LUX) 19,200 -0,26 -16,19 18,810 23,490 9043,1
Maire Tecnimont ..............(MT) 0,805 -6,99 -76,10 0,805 3,638 269,1
Management e C. .................(MEC) 0,205 -4,21 -4,30 0,205 0,230 99,8
Marcolin ...............................(MCL) 4,210 +1,35 -7,83 4,084 5,470 270,3
MARR * ..............................(MARR) 7,850 -10,18 7,800 9,460 522,3
Mediacontech ......................(MCH) 1,700 -5,03 -27,66 1,700 2,470 31,6
Mediaset ................................(MS) 2,450 -5,41 -46,09 2,450 4,923 2962,0
Mediobanca............................(MB) 5,400 -4,59 -20,12 5,400 8,010 4744,7
Mediolanum.........................(MED) 2,248 -8,17 -28,12 2,248 4,084 1731,8
Meridiana Fly........................(MEF) 0,050 -3,66 +10,62 0,043 0,092 70,5
Meridie...................................(ME) 0,137 -2,21 -59,91 0,137 0,358 7,2
Meridie 11w....................(WME11) 0,006 +5,66 -68,72 0,005 0,018
Mid Industry Cap ...................(MIC) 9,500 -5,00 9,365 10,730 36,1
Milano Ass. ..............................(MI) 0,239 -11,27 -68,65 0,239 0,895 486,0
Milano Ass. rnc......................(MIR) 0,243 -4,89 -68,84 0,243 0,868 25,5
Mirato * ................................(MRT)
Mittel .....................................(MIT) 2,140 -1,38 -30,29 2,140 3,197 151,7
MolMed ...............................(MLM) 0,401 -4,50 -2,08 0,381 0,767 86,3
Mondadori ..............................(MN) 1,945 -1,67 -27,83 1,945 2,868 484,3
Mondo HE.............................(MHE) 0,475 +2,53+199,31 0,157 0,720 10,0
Mondo Tv * ...........................(MTV) 5,100 +3,03 +7,99 4,690 7,200 21,8
Monrif ..................................(MON) 0,345 -0,55 -14,05 0,345 0,460 53,1
Monte Paschi Si. ................(BMPS) 0,420 -9,78 -42,12 0,420 0,859 4748,6
Montefibre..............................(MF) 0,122 -4,69 -19,15 0,119 0,175 16,0
Montefibre rnc....................(MFNC) 0,259 -12,10 0,243 0,330 6,7
Monti Ascensori ....................(MSA) 0,240 +0,50 -71,72 0,228 0,848 3,0
Mutuionline *........................(MOL) 4,100 -2,52 -16,84 4,100 5,579 163,3
Nice *............................(NICE) 2,754 -1,64 -9,48 2,754 3,400 320,9
Noemalife .............................(NOE) 5,570 -12,83 5,540 6,390 24,1
Novare....................................(NR)
Olidata ............................(OLI) 0,352 +3,04 -41,75 0,342 0,670 12,0
Panariagroup * ...............(PAN) 1,120 -27,04 1,099 1,622 49,0
Parmalat ................................(PLT) 1,584 +2,06 -23,48 1,479 2,640 2763,6
Parmalat 15w ................(WPLT15) 0,598 +12,74 -43,47 0,517 1,554
Piaggio...................................(PIA) 2,138 -8,00 -11,74 2,138 3,000 822,0
Pierrel ...................................(PRL) 1,713 -7,41 -48,36 1,713 3,813 26,8
Pierrel 12w.....................(WPRL12) 0,066 +39,62 -69,91 0,040 0,245
Pininfarina............................(PINF) 2,894 -1,83 -24,83 2,894 7,100 91,4
Piquadro .................................(PQ) 1,925 +4,17 -0,26 1,811 2,910 96,5
Pirelli & C. ...............................(PC) 5,235 -2,70 -14,67 5,235 7,675 2593,1
Pirelli & C. rnc .......................(PCP) 4,054 +1,86 -28,88 3,900 6,310 49,8
Poligr. S.Faustino *.................(PSF) 6,310 -0,63 -30,54 6,310 10,110 7,5
Poligrafici Editoriale...............(POL) 0,400 -4,74 -18,28 0,400 0,495 54,2
Poltrona Frau.........................(PFG) 0,981 -0,15 +1,24 0,892 1,468 142,4
Pop Emilia 01/07.............(BPER15)
Pramac .................................(PRA) 0,760 +1,33 -26,92 0,750 1,205 23,7
Prelios...................................(PRS) 0,221 -8,18 -51,48 0,221 0,593 197,2
Premafin Finanziaria ................(PF) 0,277 -3,52 -63,79 0,277 0,792 117,8
Premuda .................................(PR) 0,620 +3,33 -17,61 0,600 0,766 117,0
Prima Industrie * ....................(PRI) 6,100 -2,56 -15,86 6,100 10,030 53,2
Prima Industrie 13w *......(WPRI13) 1,930 +22,23 1,200 2,973
Prysmian...............................(PRY) 9,650 -9,81 -25,19 9,650 15,950 2189,9
R. De Medici * ..................(RM) 0,210 +0,43 -11,48 0,200 0,249 77,3
R. Ginori 1735.........................(RG) 0,320 -29,98 0,290 0,584 14,4
R. Ginori 1735 11w..........(WRG13) 0,022 +62,96 0,006 0,027
Ratti ......................................(RAT) 1,950 -4,41 +4,50 1,618 2,420 53,4
RCF.......................................(RCF) 0,788 -6,97 0,720 0,887 25,2
RCS Mediagroup ...................(RCS) 0,760 -0,52 -27,48 0,760 1,354 566,8
RCS Mediagroup risp ..........(RCSR) 0,644 -6,33 -11,29 0,644 0,880 19,2
RDB * ...................................(RDB) 0,425 -0,02 -79,07 0,425 2,078 19,9
Realty Vailog............................(IIN) 2,400 -0,62 2,300 2,890 54,0
Recordati *............................(REC) 6,455 -1,53 -8,96 6,455 7,805 1371,0
Reply * ..................................(REY) 17,000 -2,58 -14,01 17,000 21,490 159,2
Retelit .....................................(LIT) 0,330 -7,04 0,330 0,607 53,3
Retelit 11w......................(WLIT12) 0,064 +45,45 0,031 0,183
Risanamento...........................(RN) 0,138 -8,00 -37,58 0,138 0,293 117,4
Rosss....................................(ROS) 1,000 -28,16 1,000 1,392 11,6
Sabaf S.p.a. * .................(SAB) 15,900 -1,24 -37,13 15,900 25,300 185,5
Sadi .......................................(SSI) 0,236 +0,30 -28,74 0,235 0,400 21,9
Saes *.....................................(SG) 6,270 +2,79 -7,79 6,100 8,800 92,8
Saes rnc *.............................(SGR) 4,400 -1,57 -11,11 4,324 6,180 32,9
Safilo Group...........................(SFL) 8,485 +0,24 -38,16 8,465 13,720 490,7
Saipem.................................(SPM) 27,840 -2,32 -26,11 27,060 38,520 12651,6
Saipem risp........................(SPMR)
Saras ....................................(SRS) 1,031 -9,88 -35,56 1,031 2,022 1038,6
Sat ........................................(SAT) 9,600 -4,19 9,105 10,700 95,9
Save....................................(SAVE) 6,830 -1,09 -9,78 6,830 8,100 380,5
Screen Service......................(SSB) 0,467 +0,86 -26,63 0,430 0,640 62,8
Seat PG...................................(PG) 0,045 -3,62 -44,49 0,045 0,095 90,8
Seat PG r ..............................(PGR) 1,200 +46,34 0,725 1,700 0,8
Servizi Italia * .........................(SRI) 5,045 +2,96 -15,21 4,900 7,350 80,2
Seteco International * ............(STC)
SIAS .......................................(SIS) 5,555 -2,37 -23,48 5,515 8,780 1300,0
Snai ......................................(SNA) 2,200 -2,22 -16,82 2,200 2,773 256,1
Snam Gas .............................(SRG) 3,536 -2,43 -4,88 3,536 4,286 12915,2
Sogefi *...................................(SO) 1,990 -1,68 -20,56 1,930 2,950 237,3
Sol ........................................(SOL) 5,460 +0,37 +10,30 4,930 6,050 497,1
Sopaf.....................................(SPF) 0,039 -2,27 -49,41 0,039 0,096 17,1
Sorin.....................................(SRN) 1,667 +3,09 -2,80 1,617 2,102 792,3
Stefanel * ............................(STEF) 0,434 +0,12 -11,47 0,429 0,660 35,9
Stefanel risp * ...................(STEFR)
STMicroelectr. ......................(STM) 4,362 -6,95 -45,75 4,362 9,645
Tamburi ...........................(TIP) 1,440 -1,37 +2,56 1,400 1,590 193,6
Tamburi 13w ...................(WTIP13) 0,180 -18,18 0,071 0,473
TAS .......................................(TAS) 0,688 +1,33 +0,73 0,493 1,450 29,5
Telecom IT..............................(TIT) 0,802 -3,72 -18,30 0,802 1,144 11144,0
Telecom IT Media .................(TME) 0,166 -4,72 -30,62 0,166 0,240 251,1
Telecom IT Media rnc .........(TMER) 0,280 -13,18 0,280 0,400 1,5
Telecom IT rnc......................(TITR) 0,719 -2,97 -12,48 0,719 1,025 4480,4
Tenaris ..................................(TEN) 11,450 -4,42 -38,11 11,450 18,510
Terna ....................................(TRN) 2,804 -2,84 -12,10 2,804 3,476 5741,7
TerniEnergia *........................(TER) 2,656 -0,75 -27,23 2,544 3,780 76,1
Tesmec * ...............................(TES) 0,410 -0,02 -36,68 0,410 0,712 45,8
Tiscali.....................................(TIS) 0,048 -3,41 -39,83 0,048 0,090 91,4
Tiscali 14w......................(WTIS14) 0,001 -39,13 0,001 0,003
Tod's.....................................(TOD) 78,850 +2,54 +6,74 71,950 96,550 2457,0
Toscana Fin .............................(TF) 1,500 +4,46 1,436 1,720 45,9
Trevi Fin.Ind. ...........................(TFI) 7,170 -0,42 -33,98 7,170 11,340 473,0
TXT e-solution *.....................(TXT) 8,200 +2,89 +51,85 5,360 9,500 21,6
UBI Banca .......................(UBI) 2,490 -10,17 -59,95 2,490 7,374 2354,7
Uni Land ...............................(UNL)
Unicredit ...............................(UCG) 0,967 -9,37 -38,95 0,967 1,997 19451,6
Unicredit risp ......................(UCGR) 1,661 -2,24 -13,26 1,600 2,150 41,3
Unipol ....................................(UNI) 0,285 -2,86 -39,17 0,285 0,548 613,8
Unipol 13w......................(WUNI13) 0,012 -48,31 0,009 0,024
Unipol prv ............................(UNIP) 0,225 -5,02 -37,82 0,225 0,419 303,3
Unipol prv 13w...............(WUNP13) 0,012 -2,52 -49,57 0,011 0,025
Valsoia............................(VLS) 4,160 +1,27 -0,42 4,108 4,780 42,9
Viaggi Ventaglio .....................(VVE)
Vianini Industria......................(VIN) 1,218 +0,25 -7,31 1,150 1,520 36,7
Vianini Lavori .........................(VLA) 3,670 -8,25 3,658 4,640 159,9
Vittoria Ass. *.........................(VAS) 3,250 +1,37 -9,34 3,206 4,110 218,0
Yoox *...........................(YOOX) 9,530 +0,32 -3,83 8,150 13,320 521,0
Yorkville Bhn ...........................(BY) 1,988 -8,13 -62,84 1,988 5,350 2,0
Zignago Vetro *.................(ZV) 4,812 -1,11 -0,53 4,736 5,690 387,6
Zucchi ...................................(ZUC) 0,720 -4,07 +55,90 0,445 1,569 18,5
Zucchi rnc...........................(ZUCR) 0,689 +4,32 +35,80 0,469 1,150 2,3
B.O.T.
Nome Titolo Tel. Prezzo Var. Var. Min Max Capitaliz
Rif. Rif. 03-01-2011 Anno Anno (in milioni
(euro) (in %) (in %) (euro) (euro) di euro)
Nome Titolo Tel. Prezzo Var. Var. Min Max Capitaliz
Rif. Rif. 03-01-2011 Anno Anno (in milioni
(euro) (in %) (in %) (euro) (euro) di euro)
Nome Titolo Tel. Prezzo Var. Var. Min Max Capitaliz
Rif. Rif. 03-01-2011 Anno Anno (in milioni
(euro) (in %) (in %) (euro) (euro) di euro)
Nome Titolo Tel. Prezzo Var. Var. Min Max Capitaliz
Rif. Rif. 03-01-2011 Anno Anno (in milioni
(euro) (in %) (in %) (euro) (euro) di euro)
15.08.11 3 99,966 -
15.09.11 34 99,901 0,89
14.10.11 63 99,786 1,06
15.11.11 95 99,635 1,18
15.12.11 125 99,448 1,37
16.01.12 157 99,159 1,71
15.02.12 187 98,934 1,87
15.03.12 216 98,715 1,93
16.04.12 248 98,416 2,12
15.05.12 277 98,259 2,06
15.06.12 308 97,717 2,49
16.07.12 339 97,574 2,21
Borsa Italiana Quotazioni in diretta sul telefonino: invia QUOTA <sigla titolo>, ad esempio: QUOTA ACE al numero 482242. Costo 0,5 Euro per SMS ricevuto. Info su www.corriere.it/economia
Valuta al 12-08-11 Monete auree
10 ago Denaro Lettera
Sterlina (v.c) 260,29 292,83
Sterlina (n.c) 260,29 293,86
Sterlina (post.74) 260,29 293,86
Krugerrand 1.084,20 1.249,83
Marengo Italiano 205,03 234,99
Marengo Svizzero 204 233,44
Marengo Francese 203,48 233,44
Oro
10 ago Mattino Sera
Oro Milano (Euro/gr.)
Oro Londra (usd/oncia) 1.753,75 1.772,00
Argento Milano (Euro/kg.)
Platino Milano (Euro/gr.)
Palladio Milano (Euro/gr.)
1 sett. 1,222 1,239
1 mese 1,380 1,399
2 mesi 1,438 1,458
3 mesi 1,545 1,566
4 mesi 1,600 1,622
5 mesi 1,666 1,689
6 mesi 1,741 1,765
7 mesi 1,798 1,823
8 mesi 1,845 1,871
9 mesi 1,900 1,926
10 mesi 1,959 1,986
11 mesi 2,023 2,051
12 mesi 2,083 2,112
Euribor
Periodo T. 360 T. 365 Periodo T.360 T.365
Tassi
Italia 1,50 1,50
Area Euro 1,50 1,50
Canada 1,00 0,00
Danimarca 1,00 1,00
Finlandia 1,50 1,50
Francia 1,50 1,50
Giappone 0,30 0,10
G.B. 0,00 0,50
USA 0,75 0,25
Svezia 2,00 2,00
Sconto Interv Sconto Interv Scadenza Giorni Pr.Netto Rend. Scadenza Giorni Pr.Netto Rend.
* Titolo appartenente al segmento Star.
A
B
C
E
G
R
S
T
U
L
M
V
Z
F
Dati a cura dellagenzia giornalistica Radiocor. Monete Auree: ConFinvest F.L. Milano
D
P
Y
H
J
K
O
N
I
(a. pu.) durata poco pi di due anni la fulgida A del
credito cooperativo. Addio differenza di genere con le
grandi banche: anche gli istituti territoriali, ultimo baluar-
do delle piccole aziende in cerca di prestiti, soffrono e per-
dono voti dalle agenzie di rating. Ieri anche Fitch, dopo
Standard & Poors tre mesi fa, ha declassato Iccrea Holding,
la cassaforte delle Bcc, le banche di credito operativo, da
A ad A-. Lo stesso trattamento ha riservato alle sue
due principali sussidiarie, Iccrea Banca e Banca Agrileasing.
Il giudizio riflette lindebolimento della qualit dellattivo
e la pressione sulla redditivit in un contesto difficile
spiega la nota . Nonostante una generazione di ricavi soli-
da, la performance operativa modesta e i crediti deteriora-
ti lordi sono pi che raddoppiati negli ultimi due anni, toc-
cando il 10,5% degli impieghi. Gi nel bilancio 2010 del
gruppo Iccrea, del resto, la retromarcia era scritta nero su
bianco, accanto alla segnalazione di un attivo consolidato
sceso da 5,4 a 4,6 miliardi: Il gruppo bancario Iccrea, nel
suo ruolo di riferimento delle piccole e medie imprese clien-
ti delle Bcc, non poteva non essere investito dalla dinamica
della crisi. solo dal marzo 2008 che Iccrea Holding ha il
voto da Fitch: una A piena, fino a ieri. Si aggiungeva alla
A concessale da Standard & Poors, nel novembre 2007:
ma anche quella stata abbassata il 6 maggio scorso, ad
A-, per di pi con prospettive negative.
Piccolo non pi bello? Certo il declassamento di Iccrea
si aggiunge a un altro smacco per il credito cooperativo:
lesclusione, allo stato attuale degli accordi, dalla neonata
Banca del Sud voluta dal Tesoro. Era solo il 3 marzo 2010
quando Alessandro Azzi, presidente di Federcasse (che rag-
gruppa le Bcc), present ufficialmente, presenti Silvio Berlu-
sconi e Giulio Tremonti, il Comitato promotore della Banca
del Mezzogiorno: del quale fu per di pi eletto presidente il
vicepresidente di Federcasse, Augusto DellErba. Ora la su-
perbanca per finanziare le piccole imprese nel Sud partita,
ma solo sulle ali delle Poste. Le Bcc (per ora) non ci sono.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Tempesta libica su Saras
(a. pu.) Tempesta dalla Libia su Sarroch. Mentre il petro-
lio segnava ieri un recupero a 82 dollari, la Saras dei Morat-
ti, che nella cittadina sarda ha gli impianti di raffineria, ha
chiuso ieri la seconda trimestrale del 2011 con una perdita
netta rettificata di 44,3 milioni di euro, contro i 2,4 milioni
di guadagno del secondo trimestre 2010 (nonostante un au-
mento dei ricavi del 21%, a 2,638 miliardi). Il primo even-
to significativo indicato nella relazione per spiegare il ca-
so la crisi libica: Ha causato un repentino incremento
del prezzo del greggio, non adeguatamente riflesso nel prez-
zo dei prodotti petroliferi, scrive la nota. E aggiunge: Ha
avuto un effetto specifico sulla raffineria di Sarroch che ha
dovuto adeguarsi alla mancanza di alcuni grezzi peculiari,
le cui caratteristiche li rendevano idonei a essere utilizzati
in cicli particolarmente redditizi. Sui margini di raffinazio-
ne di Saras (gi in marcata contrazione, dice il bilancio),
a fine esercizio e alle attuali condizioni di mercato, la crisi
libica avr un impatto di 210-350 milioni, stato detto ieri
agli analisti. Il presidente Gian Marco Moratti si detto otti-
mista perch, se considerati nel semestre, i conti segnano
ricavi al +31% e un risultato netto in miglioramento rispet-
to al gennaio-giugno 2010 (4,9 milioni anzich 27,4); e an-
che perch, ha detto, lintero settore della raffinazione eu-
ropea si dovuto adeguare alla contrazione dei margini per
la crisi libica. Ma ieri la Saras ha perso in Borsa come le
banche travolte dalla speculazione, circa il 10%, contro il
-6,65% del Ftse Mib. E il titolo viaggia ormai intorno alleu-
ro, contro i 6 con cui la societ fu portata in Borsa, nel
2006, dalle banche creditrici.
RIPRODUZIONE RISERVATA
La protesta di Massa
(m. g.) Una fabbrica chiusa e occupata, 350 operai licen-
ziati, un presidio di quasi un anno dei lavoratori interrotto
ieri da un blitz delle guardie giurate. Alla Eaton di Massa,
multinazionale Usa di componentistica auto, chiusa e di-
menticata dalla propriet dal 2008, un centinaio di operai
ha manifestato davanti ai cancelli minacciando azioni cla-
morose. Il governatore della Toscana, Enrico Rossi (Pd), ha
definito un affronto il blitz delle guardie giurate e si di-
chiarato solidale con gli operai. Che volevano forzare i can-
celli per rientrare in fabbrica, ma hanno poi deciso di aspet-
tare un nuovo incontro tra i loro avvocati e propriet statu-
nitense.
RIPRODUZIONE RISERVATA
di GIACOMO FERRARI
Sussurri & Grida
indici
MERCATI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 10-08 var.%
Amsterdam (Aex) . . . . . . . . . . . . . 277,27 -3,41
Brent Index . . . . . . . . . . . . . . . . . 106,46 +5,01
Bruxelles-Bel 20 . . . . . . . . . . . . 2091,74 -2,92
DJ Stoxx Euro . . . . . . . . . . . . . . . 214,06 -4,85
DJ Stoxx Euro50 . . . . . . . . . . . . 2153,77 -6,12
DJ Stoxx UE . . . . . . . . . . . . . . . . 223,50 -3,75
DJ Stoxx UE50. . . . . . . . . . . . . . 2118,85 -4,46
FTSE Eurotr.100. . . . . . . . . . . . . 1890,93 -4,38
Hong Kong HS . . . . . . . . . . . . . 19783,67 +2,34
Johannesburg . . . . . . . . . . . . . 25808,41 -0,56
Londra(FTSE100) . . . . . . . . . . . . 5007,16 -3,05
Madrid Ibex35 . . . . . . . . . . . . . . 7966,00 -5,49
Oslo Top 25. . . . . . . . . . . . . . . . . 316,48 -1,40
Singapore ST. . . . . . . . . . . . . . . 2821,09 -2,18
Sydney (All Ords) . . . . . . . . . . . . 4207,35 +2,70
Toronto(300Comp) . . . . . . . . . . 12198,89 +0,74
Vienna (Atx). . . . . . . . . . . . . . . . 2093,45 -2,18
Zurigo (SMI) . . . . . . . . . . . . . . . 4791,96 -4,12
selezione
FRANCOFORTE. . . . . . . . . . . . . . . 10-08 var.%
Allianz . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 70,96 -8,05
Bayer Ag. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 42,51 -5,60
Beiersdorf . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 40,08 -1,00
Bmw . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 55,62 -5,13
Commerzbank Ag . . . . . . . . . . . . . . 1,97 -7,73
Deutsche Bank n. . . . . . . . . . . . . . 28,77 -7,42
Deutsche Post . . . . . . . . . . . . . . . . 10,35 -4,83
Deutsche Telekom n . . . . . . . . . . . . 9,11 -3,31
Dt Lufthansa Ag. . . . . . . . . . . . . . . 11,51 -3,92
Hugo Boss Ag . . . . . . . . . . . . . . . . 64,98 +2,36
Metro Ag. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 29,96 -1,75
Porsche Vz . . . . . . . . . . . . . . . . . . 41,78 -2,37
Siemens n . . . . . . . . . . . . . . . . . . 70,51 -5,02
Volkswagen Ag . . . . . . . . . . . . . . 102,95 -1,67
PARIGI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 10-08 var.%
Air France. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6,67 -7,16
Air Liquide . . . . . . . . . . . . . . . . . . 84,35 -3,81
Alstom . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 30,57 -6,77
Axa SA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 10,04 -10,64
Bnp . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 35,61 -9,47
Cap Gemini . . . . . . . . . . . . . . . . . . 27,95 -3,40
Carrefour . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 17,41 -6,15
Casino . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 52,64 -2,52
Ciments Francais. . . . . . . . . . . . . . 57,47 -3,35
Crdit Agricole . . . . . . . . . . . . . . . . 6,07 -11,81
Danone. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 45,16 -2,87
France Tlcom. . . . . . . . . . . . . . . 12,38 -4,07
Havas. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2,78 -2,97
L'Oral . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 75,63 -0,94
Michelin . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 47,65 -3,03
Peugeot S.A. . . . . . . . . . . . . . . . . . 19,72 -5,89
Renault . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 27,26 -5,81
Saint-Gobain. . . . . . . . . . . . . . . . . 31,43 -8,05
Sanofi-Synthelab. . . . . . . . . . . . . . 44,19 -6,50
Socit Gnrale . . . . . . . . . . . . . . 22,18 -14,74
Sodexho Alliance . . . . . . . . . . . . . . 50,32 +0,92
Total . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 31,66 -4,36
NEW YORK. . . . . . . . . . . . . . . . . . 10-08 var.%
Amazon Com. . . . . . . . . . . . . . . . 194,13 -5,34
American Express . . . . . . . . . . . . . 42,80 -7,16
Apple Comp Inc. . . . . . . . . . . . . . 363,69 -2,76
At&T. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 27,88 -3,36
Bank of America . . . . . . . . . . . . . . . 6,77 -10,92
Boeing . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 57,41 -7,91
Carnival . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 29,42 -7,60
Caterpillar Inc . . . . . . . . . . . . . . . . 83,51 -4,54
Cisco Systems. . . . . . . . . . . . . . . . 13,73 -2,31
Citigroup Inc . . . . . . . . . . . . . . . . . 28,49 -10,47
Coca-Cola Co . . . . . . . . . . . . . . . . 63,96 -4,08
Colgate Palmolive . . . . . . . . . . . . . 80,18 -3,75
Dow Chemical . . . . . . . . . . . . . . . . 28,12 -4,22
DuPont . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 44,83 -4,02
Exxon Mobil . . . . . . . . . . . . . . . . . 68,03 -5,04
Ford Motor . . . . . . . . . . . . . . . . . . 10,41 -4,58
General Electric. . . . . . . . . . . . . . . 15,09 -5,45
General Motors . . . . . . . . . . . . . . . 23,92 -6,34
Goldman Sachs . . . . . . . . . . . . . . 110,34 -10,10
Hewlett-Packard . . . . . . . . . . . . . . 29,92 -5,11
Honeywell . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 43,22 -7,57
Ibm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 162,54 -4,73
Industrie Natuzzi Sp. . . . . . . . . . . . . 3,05 -1,29
Intel Corp . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 19,93 -3,25
Johnson & Johnson . . . . . . . . . . . . 60,20 -3,22
JP Morgan . . . . . . . . . . . . . . . . . . 34,37 -5,58
Lockheed Martin . . . . . . . . . . . . . . 66,87 -5,66
Luxottica Grp Spa . . . . . . . . . . . . . 27,01 -2,24
McDonald's. . . . . . . . . . . . . . . . . . 84,08 -2,19
Merck & Co. . . . . . . . . . . . . . . . . . 29,81 -4,52
Microsoft . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 24,20 -5,39
Monsanto Co. . . . . . . . . . . . . . . . . 65,81 -2,20
Morgan Stanley . . . . . . . . . . . . . . . 16,45 -9,67
Nike Inc. Cl. B . . . . . . . . . . . . . . . . 79,33 -3,84
Occidental Pet . . . . . . . . . . . . . . . . 81,25 -3,74
Pfizer . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 17,05 -3,13
Procter & Gamble . . . . . . . . . . . . . 58,51 -2,84
Texas Instruments . . . . . . . . . . . . . 26,50 -2,18
Unilever NV . . . . . . . . . . . . . . . . . 30,61 -4,79
Us Steel Corp. . . . . . . . . . . . . . . . . 28,86 -4,60
Walt Disney. . . . . . . . . . . . . . . . . . 31,54 -9,11
Whirlpool . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 57,42 -4,04
Xerox . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7,71 -5,63
Yahoo Inc . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11,77 -2,61
LONDRA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 10-08 var.%
3i Group . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 220,51 -0,40
Anglo American . . . . . . . . . . . . . 2408,03 -0,47
AstraZeneca . . . . . . . . . . . . . . . 2628,40 +1,19
B Sky B . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 658,91 +0,60
Barclays Plc . . . . . . . . . . . . . . . . 167,62 -6,52
BP . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 401,72 -0,87
British Airways . . . . . . . . . . . . . . 276,46 -2,14
British Telecom . . . . . . . . . . . . . . 164,90 -1,73
Burberry Group . . . . . . . . . . . . . 1295,81 +2,76
Glaxosmithkline . . . . . . . . . . . . . 1245,53 +0,20
Marks & Spencer. . . . . . . . . . . . . 336,56 +2,05
Pearson Plc. . . . . . . . . . . . . . . . 1059,09 -2,84
Prudential . . . . . . . . . . . . . . . . . . 594,06 -2,93
Rolls Royce . . . . . . . . . . . . . . . . . 574,93 -0,10
Royal & Sun All . . . . . . . . . . . . . . 112,68 -2,44
Royal Bk of Scot . . . . . . . . . . . . . . 27,15 +3,60
Schroders Plc . . . . . . . . . . . . . . 1404,17 -3,96
Unilever Plc. . . . . . . . . . . . . . . . 1926,42 -0,24
Vodafone Group. . . . . . . . . . . . . . 158,35 -1,95
ZURIGO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 10-08 var.%
Nestl. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 45,35 -2,89
Novartis . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 39,99 -4,69
Ubs . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 10,03 -5,38
Borse Estere
A NewYork valori espressi in dollari, a Londra
in pence, a Zurigo in franchi svizzeri
Credito cooperativo, dopo due anni addio alla A
35 Economia/Mercati Finanziari
Corriere della Sera Gioved 11 Agosto 2011

36
Gioved 11 Agosto 2011 Corriere della Sera

37
Corriere della Sera Gioved 11 Agosto 2011

I soliti noti, qualche sorpresa (italiana) e alcuni nomi
civetta per attrarre scommesse. Chiari segnali che forse
il toto-Nobel non va preso troppo sul serio; non prima
che, nellimminenza della designazione autunnale, i
bookmaker registrino da ambienti vicini agli accademici
di Svezia fughe di notizie e voci pi concrete, rendendo
plausibili le quotazioni. Per ora, come il calcio
destate: c spazio per tutti. Secondo Unibet, agenzia di
scommesse anglo-svedese, favorito il giapponese
Haruki Murakami, dato a 6.50. Seguono lamericano
Cormac McCarthy (a 7,50), lindiano Vijaydan Detha (a
8), il coreano-americano Chang-rae Lee (10,50) e lo
statunitense Jonathan Franzen (12,50), consacrato da
Freedom. Per gli italiani, chi ha la quota pi bassa
favorito rispetto a chi ha la quota pi alta
Umberto Eco (nella foto), in nona posizione a 25 (la
stessa quota che ha Twitter per il Nobel per la Pace).
Segue Andrea Camilleri a 35 e Roberto Saviano a 110.
Tra Eco e Camilleri, ci sono autori di difficile appeal
per il Nobel, anche se di grande richiamo per il
pubblico: Paolo Coelho e addirittura J. K. Rowling
(entrambi a 30). Lultima magia di Harry Potter?
Pi facilmente, uno specchietto degli allibratori
per le allodole.
Nobel, Murakami favorito
Il primo italiano Eco
(e c anche la Rowling)
La morte sospetta di Albert Camus nel 1960, il ruolo del Kgb sovietico, il
brano postumo del poeta ceco Jan Zbrana non tradotto in italiano che
suggeriva la tesi dellattentato, il ruolo del ministro degli Esteri sovietico
Shepilov: gli elementi segnalati dal Corriere il 1 agosto suscitano
svariati commenti in tutta Europa. Lultimo, del filosofo francese Michel
Onfray, la cui biografia su Camus uscir a gennaio: Che i sovietici
volessero farla finita con lui certo, ma non in questo modo.
Fenomeni Ha|apar|c c Pas|crna|. To//| c To|||cn. pcrs|no larry Po||cr. |a corsa ad annc||crs| au|or| c pcrsona| |n nomc dc||a |cdc
Le troppe conversioni postume
Se la stampa cattolica arruola tutti i grandi scrittori nelle sue file
BOOKMAKER
L
a questione poniamola cos: ha senso inseri-
re autori famosi, magari estranei al Vange-
lo, nella categoria dei credenti? Non si ri-
schia di moltiplicare le etichette, creando
un recinto dei salvati da contrapporre agli altri, i
sommersi nel mare del materialismo?
Dubbi e domande legittime, se si scorrono molte
pagine culturali della stampa cattolica. Non c qua-
si grande scrittore di cui non si scopra, sottolinei e
valorizzi una qualche tensione metafisica, suffi-
ciente a giustificare magari nel titolo a tutta pagi-
na letichetta di cristiano. A volte in maniera
per nulla sorprendente, come nel caso di Dostoe-
vskij e Pasternak, che il Meeting ciellino di Rimini,
a partire dal 21 agosto, metter al centro di mostre e
incontri pubblici. Altre volte scoprendo in un causti-
co polemista come Karl Kraus una tensione alla
trascendenza ( il caso di Avvenire). E poi in suc-
cessione: ecco il giornalista Ryszard Kapuscinski tra-
sformato in reporter di Dio che sispirava a San
Francesco. A Cesare Pavese, 60 anni dopo il suici-
dio, si attribuisce il mestiere di credere. Con
sprezzo dei valori teologici e letterari, la saga di Har-
ry Potter accostata al pensiero di San Paolo (una
trovata di Jesus, il mensile dei Paolini). E non si
pu dire che la tendenza sia limitata a Santa Roma-
na Chiesa: il pastore valdese Peter Ciaccio pubblica
Il Vangelo secondo Harry Potter, sottolineando
affinit fra il tema della predestinazione del maghet-
to e letica protestante. (Da notare limmediata di-
sputa su Internet fra sostenitori della magia bian-
ca, alleata della fede, e nemici di qualsiasi pozione
fattucchiera, pronti ad appigliarsi alla Bibbia del
Deuteronomio e del Levitico pur di condannare ma-
ghi e streghe allinferno).
Insomma, tempo di meditare. Una cosa pub-
blicare una lettera inedita in cui lo scrittore verista
Federigo Tozzi raccontava nel 1913 la sua conversio-
ne; unaltra puntare sul giallo religioso di Curzio
Malaparte suggerendo lidea del suo lieto ritorno fi-
nale a Dio; unaltra ancora presentare le preghiere
immaginate da Tolkien nella fantastica lingua degli
elfi, corredandole di traduzione a fronte, come invo-
cazioni mistiche alla Madonna. Perch, cos agen-
do, si imbocca un piano inclinato, al termine del
quale ci sono lOsservatore Romano che esalta il
fumetto di Tex Willer; Civilt Cattolica che, per la
penna di padre Antonio Spadaro, scrive senzombra
di ironia: I cristiani e gli hacker oggi, in un mondo
votato alla logica del profitto, hanno comunque
molto da darsi, come dimostra del resto anche
lesperienza degli hacker che fanno della loro fede
un impulso del loro lavoro creativo. Oppure il teo-
logo Brunetto Salvarani che paragona il pastore ri-
formato Karl Barth al cartone animato di Bart (vedi
il saggio Per una teologia allaltezza dei Simp-
son); o la serie semiumoristica sul tipo Il Vangelo
secondo Charlie Brown, dove il cagnolino Snoopy
una specie di predicatore laico.
Nasce un sospetto: che la moda delle acquisizio-
ni religiose postume ricalchi quella politico-ide-
ologica di qualche stagione fa, quando la destra
si divertiva a far arrabbiare la sinistra annettendosi
Pasolini e Che Guevara, mentre la sinistra rinviava il
boomerang al mittente strappandogli Nietzsche,
Ezra Pound o Cline. Con la differenza che il terzo
polo di oggi, pur allinsegna della fede, mostra trat-
ti non meno onnivori dei due predecessori.
Non stupiamoci, allora, che il critico Ermanno
Paccagnini, professore alla Cattolica, invochi lauto-
rit di un maestro come don Giuseppe De Luca con-
tro la tentazione delle agiografie: Lui sosteneva gi
negli anni Trenta che esistono dei cattolici, e grazie
a Dio sono molti, e fra loro esistono degli scrittori,
ma grazie a Dio sono pochi. Perch il rischio pro-
prio che letichetta prevalga sul valore letterario:
Non conta accertare se il tale scrittore fosse cattoli-
co o musulmano, ma approfondire il suo modo di
interrogare se stesso, nel rapporto che stabilisce
con il mistero e lassoluto. Secondo Henri de Lu-
bac, ricorda Paccagnini, lidea di Dio nelluomo
inestirpabile e si potrebbe arrivare a sostenere che
tutti, in fondo, sono cristiani inconsapevoli.
Certo, tantissimi si sono interrogati sul senso ul-
timo del vivere: da Kafka a de Unamuno, da Sartre a
Camus. Non c il rischio, per, che in un panorama
cos indistinto si smarrisca il senso delle differen-
ze? No, secondo Paccagnini, perch lemozione sta
nellincontro con qualcosa che non pu essere rin-
chiuso in un recinto. Per esempio il fatto che Sar-
tre, prigioniero in un campo nazista, sent il biso-
gno di scrivere un dramma dedicato al Natale.
Etichette di cattolicit, visioni chiuse, rituali
da imporre a tutti i costi: ecco quello che fa inorridi-
re un romanziere notoriamente religioso come Lu-
ca Doninelli. Qui va a finire che mi dimetto da
scrittore cattolico. Perch dovrei farmi imprigiona-
re in un simile spazio chiuso? Perch domandarmi
se un libro ispirato da Dio? un interrogativo isla-
mico, buono per il Corano, non per la cultura in ge-
nere e nemmeno per la Bibbia. Il confine si deve
tracciare, se mai, fra chi vive solo nel presente e chi
crede alla dimensione dellEssere, alla possibilit di
un rinvio a qualcosaltro che stia al di sopra di noi.
Ma non occorre essere religiosi: penso a Barthes, a
Foucault. Mentre chi perde il senso dellEssere, co-
me successo allo scrittore americano David Foster
Wallace, finisce per provarne una nostalgia strazian-
te. Il vero rischio insomma, per Doninelli, che la
stampa cattolica diventi un club cui possibile
iscriversi. Tutto il contrario di quel che dovrebbe
fare un ambiente intellettuale alla ricerca della veri-
t: Non mi ha mai interessato sapere se un autore
credente, eterosessuale o no, sposato o single.
Peggio di tutto, naturalmente, sono le acquisizio-
ni in articulo mortis, per le quali Claudio Magris ri-
spolvera ironicamente un vecchio titolo di James
Bond: Vivi e lascia morire. Non che gli unici colpe-
voli siano i cattolici tiene a precisare perch
anche i comunisti si erano affrettati ad avanzare i
loro diritti di eredit su Malaparte e in generale tut-
ti, magari isolando indebitamente un particolare
che fa comodo, tirano acqua al mulino della pro-
pria chiesa. Quel che trova inaccettabile in queste
operazioni lallusione a una implicita aristocra-
zia dello spirito, il fatto di considerare alcuni ago-
nizzanti pi eccellenti di altri, come se la conversio-
ne di un vip non equivalesse a quella di un indivi-
duo qualsiasi. Conclusione salomonica di Magris:
Gli avvoltoi ci sono dappertutto.
Ma creano grandi danni, incalza Paccagnini: Ba-
sta pensare a quanto la disputa sulla sua apparte-
nenza alla destra o alla sinistra abbia danneggiato Il
Gattopardo. Per non parlare del Signore degli anel-
li: negli anni 70 mi toccava leggerlo di nascosto, per
paura dessere considerato fascista.
Che letichetta allora sia una tentazione inestir-
pabile? Ci aspettano nuove disquisizioni sul mistici-
smo nascosto nel Deserto dei Tartari di Buzzati e
nel crocifisso parlante di Guareschi (gi indicato
dallo stesso Paccagnini come il vero protagonista
dei suoi romanzi, al posto di Don Camillo e Peppo-
ne)? E che dire della religione gnostica che secon-
do Avvenire il re della fantascienza Philip Dick
avrebbe avuto intenzione di fondare? O il limite in-
superato del paradosso destinato a restare quello
del germanista Italo Chiusano, che confess desser-
si convertito dopo aver letto LAnticristo di Nietz-
sche?
RIPRODUZIONE RISERVATA
Onfray scettico sullattentato a Camus
Cultura
Malaparte
di DARIO FERTILIO
Tozzi
Appartenenze
(1898-1957)
Ha scritto
tra laltro
Kaputt
e La pelle
Pasternak
M
I
C
H
E
L
A
N
G
E
L
O
,

C
O
N
V
E
R
S
I
O
N
E
D
I
S
A
N
P
A
O
L
O

(
C
A
P
P
E
L
L
A
P
A
O
L
I
N
A
)
Il rischio che letichetta prevalga
sul valore letterario, come ai tempi delle
polemiche incrociate di destra e sinistra
(1890-1960)
lautore
del Dottor
ivago. Usc
in Italia nel 57
(1883-1920)
lautore
di Tre croci
e Con gli
occhi chiusi
38
Gioved 11 Agosto 2011 Corriere della Sera

R
oberto Busa, gesuita
e pioniere dellinfor-
matica linguistica,
morto all Aloisia-
num di Gallarate. Nella chie-
sa di questo centro della
Compagnia di Ges domani
mattina, alle 10, si svolgeran-
no i funerali. Era nato a Vicen-
za il 28 novembre 1913, fre-
quent il seminario di Bellu-
no. Uno dei suoi compagni di
studi fu Albino Luciani, il fu-
turo papa Giovanni Paolo I.
La sua vastissima ricerca nel-
lambito dellinformatica ha
suggerito listituzione del
Roberto Busa Award, la
massima onorificenza del set-
tore. Del resto, egli fu il pio-
niere dellipertesto attivo e di
Internet, ben quindici anni
prima delle ricerche degli
scienziati americani pi noti,
quali Nelson e Engelbart.
La sua ricerca prese avvio
con un libro di quasi trecen-
to pagine dal titolo accademi-
co, una delle sue tesi di lau-
rea: La terminologia tomisti-
ca dellinteriorit. Lo pubbli-
cava nel 1949 il compianto
editore Bocca di Milano (falli-
r qualche anno pi tardi).
Questopera rappresenta la
sua rivoluzione copernicana
perch il concetto di interio-
rit, centro della ricerca a
cui stava attendendo, era pre-
sente in Tommaso nella for-
ma essere in; tuttavia, le ri-
correnze della particella in
non erano reperibili in alcu-
na delle tradizionali concor-
danze dedicate alle opere del
pensatore medievale allora
disponibili. Nacque, insom-
ma, da tale carenza il deside-
rio di dare vita a un indice to-
mistico completo.
Alla fine degli anni Quaran-
ta, a New York, per realizzare
con mezzi innovativi il suo
progetto, contatt Thomas
Watson Sr., numero uno e pa-
dre della Ibm. Lo convinse.
Pass dalle schede perforate
ai nastri magnetici e a quel
che necessitava, sino a quan-
do riuscir a pubblicare a
Stoccarda, tra il 1974 e il 1980,
56 volumi di circa mille pagi-
ne luno (per la precisione so-
no 62.550) con il suo In-
dex Thomisticus Sancti Tho-
mae Aquinatis Operum Om-
nium Indices ed concordanti-
ae. Era lindicizzazione com-
pleta 1 milione e mezzo di
righe, 9 milioni di parole
di tutte le occorrenze di ogni
singolo termine usato negli
scritti del filosofo, resa poi di-
sponibile in Cd-Rom (1990) e
qualche anno pi tardi in
Dvd. Dal 2005 in rete. Chi
desiderasse conoscere le fasi
di questa avventura ha le ol-
tre quattrocento pagine che
padre Busa ha lasciato in Fon-
damenti di informatica lin-
guistica (Vita e Pensiero,
1987), dove descrive il meto-
do seguito per realizzare lIn-
dex Thomisticus.
Ha insegnato, tra laltro, al-
la Gregoriana e alla Cattolica
di Milano, oltre che allAloi-
sianum; tra le cattedre rico-
perte vi sono quelle di ontolo-
gia, teodicea e metodologia
scientifica. Qualche anno fa
parl del progetto di un Lessi-
co Tomistico Biculturale, che
sarebbe stato utile per inter-
pretare i concetti latini di
Tommaso nella cultura di og-
gi. Era inoltre ritornato sulle
traduzioni automatiche, e
poi chiss che altro stava stu-
diando. Di lui si pu veramen-
te dire: la sua stata una gior-
nata operosa.
RIPRODUZIONE RISERVATA
La collezione di Beuys rifiutata dallItalia
B
euys, lo sciamano. Beuys, il profeta
della natura. Beuys, lanarchico del-
larte. Ma anche Beuys lo scomodo,
il fastidioso, linutile. Almeno per lItalia,
non certo per la Svizzera che lo celebra
con una grande mostra alla Kunsthaus di
Zurigo, dal titolo Joseph Beuys. Difesa del-
la Natura (sino al 14 agosto, per loccasio-
ne uscito da Electa il libro Beuys Voice)
frutto di una straordinaria donazione del
valore di diversi milioni di euro da parte
di Lucrezia De Domizio Durini, sua colle-
zionista e musa.
Ma sorge una domanda: perch questa
immensa collezione, concepita e creata in
Italia finita in Svizzera invece di approda-
re in qualche museo del nostro Paese?
uno dei tanti casi di malcostume cultura-
le? Lucrezia De Domizio Durini trattiene il
fiato, poi si sfoga, la voce lacerata da una
vita in compagnia di migliaia di sigarette,
poi una breccia in gola si trasforma in ur-
lo: LItalia non ne posso pi, comple-
tamente fuori dai circuiti internazionali,
vittima del malaffare, della politica, degli
interessi economici e questo accade an-
che nellarte. Sono davvero amareggiata.
Lucrezia De Domizio Durini da sempre
(come testimonia il ponderoso libro di
mille pagine) stata col marito Buby una
mecenate dellartista tedesco. Beuys un
artista completamente fuori da ogni cata-
logazione e la sua forza stata quella di
imporsi oltre che per le sue opere per la
potenza teorica in cui metteva in gioco
completamente se stesso, il suo corpo e la
sua storia.
Lucrezia Durini ha condiviso e sostenu-
to i fondamenti del suo pensiero. Dallidea
secondo cui ogni persona un artista,
allimpianto ideologico per un migliora-
mento delle esistenze e della societ.
La mostra raccoglie un centinaio di
opere che compongono il grande ciclo Di-
fesa della Natura realizzato durante il sog-
giorno (dal 1972 al 1985) di Beuys a Bolo-
gnano, in Abruzzo, sede della residenza
della famiglia Durini. Luomo e la natura
con lanimo riconciliato costruiranno un
mondo vero era il credo dellartista. E la
rassegna non altro che il perseguimento
di questa volont, cos come Beuys teoriz-
zava la Living Sculpture: nulla fermo,
tutto in divenire, filosofia spirituale (ed
etica) che rende questo autore tedesco
(morto nel 1986) uno dei protagonisti as-
soluti dellarte contemporanea, fortemen-
te politico e al tempo stesso anche profeti-
co: La rivoluzione dentro di noi. Luni-
ca rivoluzione possibile nelle nostre
idee.
Chi era Joseph Beuys? si chiede Lu-
crezia Durini. Un artista stravagante dal
cappello di feltro? Un poeta amante della
natura? Un filosofo predicatore? Era sem-
plicemente un uomo che amava gli uomi-
ni e la natura dove gli uomini vivono. Ha
dedicato la sua vita al miglioramento del-
la societ. Per tutto questo la Durini sem-
bra non darsi pace: In questi ultimi anni
ho proposto a diversi musei italiani di rea-
lizzare mostre su Beuys, ma ho ricevuto
solo dei no. Come posso donare a un mu-
seo unintera collezione se prima mi vie-
ne rifiutata anche una semplice mostra?
Pensi, al museo di Rivoli, ad esempio, vo-
levo donare unopera, il celebre Ombrello
che il simbolo delloperazione Olivesto-
ne. La direttrice di allora, era il 2002, Ida
Giannelli, lo rifiut. Chiedevo solo venis-
se resa pubblica la notizia della donazio-
ne. Mi stato detto che non era costume
del museo. Non mi sono fermata: ho pro-
posto le mostre della mia collezione a di-
versi musei, da Catanzaro a Pescara, da
Bologna a Roma. Un rifiuto su rifiuto. So-
lo Gabriella Belli ha organizzato due mo-
stre nel corso di questi ultimi anni nel
suo Mart di Rovereto. E a quel museo ho
donato la grande opera del Grassello che
occupa unintera stanza (2002).
Eppure Beuys ha amato tanto lItalia,
il Paese che ha visitato di pi al mondo. A
volte mi chiedo dove sono finiti quei criti-
ci come Bonito Oliva, Germano Celant,
Bruno Cor che gli erano intorno come
api hanno dimenticato tutto Ma sa
perch accaduto questo? continua la
Durini la figura di Beuys a infastidire.
Larte di Beuys era nella sua stessa esisten-
za, nelle sue idee, nel rispetto dei valori
umani. Il suo comportamento etico resta
ancora un monito e fa paura. Oggi lItalia
appare come una grande trappola, anche
burocratica, che rischia di far finire tutto
ai topi. Ma laspetto pi preoccupante
quello culturale. Diciamola tutta: dovrem-
mo cominciare a fare una tangentopoli
sul sistema dellarte. Molti artisti fanno
da portaborse ai critici e i critici da porta-
borse alla politica. sotto gli occhi di tut-
ti. Non serve essere addetti ai lavori, arti-
sti o storici dellarte. E se vogliamo dire
davvero come stanno le cose, per molti,
larte un grande luogo daffari, di affari
temo non proprio puliti.
Lucrezia Durini parla senza una pausa:
Nessuno si chiesto perch sappiamo
tutto, o quasi, dei politici, ma niente del
sistema dellarte? Eppure, intorno a tutto
questo c un enorme giro di denaro, tal-
volta sporco. Se qualcuno si sente offeso
da queste parole mi denunci. Non aspetto
altro. Ho 75 anni, da 45 convivo con larte
e lotto per la mia indipendenza. La crisi
di questo momento storico culturale, in-
tellettuale e spirituale e tocca tutte le sfac-
cettature della nostra vita quotidiana; la
sete di potere, il profitto e il danaro occu-
pano un posto primario nelluomo e que-
sto purulento virus ha infestato anche tut-
to il sistema dellarte italiana. Sono rarissi-
mi i galleristi che investono davvero nella
cultura, che credono negli artisti. Le galle-
rie sono diventate delle boutique. Larte
ha bisogno di tempi lunghi. come una
pianta che va coltivata, accudita, amata:
va potata, le si deve dare il concime, lac-
qua. Bisogna saper aspettare. La verit del-
larte nel tempo. Tutto si scoprir.
Lucrezia Durini sembra pi calma, dal-
la rabbia iniziale la sua voce quasi un
sussurro: Prima della sua morte, Harald
Szeemann, un grande amico, oltre a esse-
re uno dei pi grandi critici, mi disse: "Lu-
crezia, ti prego, smettila con questo
Beuys, ci hai stufato. In tutti questi anni
hai visto di tutto, conosci i meccanismi e
le distorsioni del sistema dellarte, hai mil-
le storie da raccontare. Scrivi un libro su
quanto conosci e hai vissuto cos si po-
tr capire la politica dellarte italiana. Scri-
vilo e basta". Ora Lucrezia Durini sorri-
de: Ho chiuso un capitolo, lascio lItalia,
vado a vivere a Parigi. E questo libro, lo
giuro, lo scrivo.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Scomparso lo studioso Roberto Busa
0a||a||o.
C|||cs Pcou|
c lorcn/o
0c| 8oca. A|
ccn|ro. Cavour
|n |r|on|o
(car|ca|ura
d| Rcdcn||
dc| l855)
SAN MAURO PASCOLI (Forl Cesena)
La Romagna rossa e mazziniana assolve il
moderato Cavour. Evidentemente, a 150 an-
ni dallUnit dItalia e dalla morte dello stati-
sta piemontese, i contrasti tra le diverse ani-
me del Risorgimento non pesano pi come
un tempo. E si sente invece il bisogno di
sottolineare una comune appartenenza allo
Stato nazionale, di
cui il primo mini-
stro del Regno di
Sardegna fu il massi-
mo artefice. Chiama-
to a pronunciarsi
nel consueto proces-
so organizzato a San
Mauro Pascoli (pae-
se natale del poeta)
ogni 10 agosto, il nu-
meroso pubblico
presente ieri sera si
dunque espresso
con 353 voti a favo-
re di Cavour, men-
tre 127 spettatori si
sono schierati per la
condanna e uno so-
lo ha preferito aste-
nersi.
Daltronde nella
manifestazione pro-
mossa dallassocia-
zione Sammauroin-
dustria nel giorno
della morte del padre di Giovanni Pascoli,
che si svolge nella Villa Torlonia di cui ap-
punto Ruggero Pascoli era lamministrato-
re, i verdetti assolutori sono la regola. Solo
Badoglio stato condannato, due anni fa,
mentre Mazzini (2005), Garibaldi (2007),
Togliatti (2008) e gli altri imputati sono
sempre usciti indenni dal giudizio del tribu-
nale presieduto da Miro Gori.
Non si trattato tuttavia di un dibatti-
mento allacqua di rose. Laccusa, rappre-
sentata dal saggista Lorenzo Del Boca e da
Roberto Martucci, storico dellUniversit
del Salento, ha svolto fino in fondo il suo
compito. E la difesa, con il sindaco di Forl
Roberto Balzani, storico dellUniversit di
Bologna, e il biografo francese di Cavour
Gilles Pcout, non si tirata indietro. Un
duello oratorio con i fiocchi, che il pubbli-
co ha mostrato di gradire.
In particolare Del Boca ha presentato il
connubio cavouriano (lalleanza realizza-
ta dal conte con parte dellopposizione di
sinistra, per isolare le ali estreme nel Parla-
mento piemontese) come il padre di tutti i
ribaltoni. Cominci allora ha sostenuto
la pratica di creare coalizioni con accor-
di di corridoio, senza alcun riguardo per la
volont degli elettori. Cavour dunque lin-
ventore della piaga del trasformismo. Non
basta. Secondo Del Boca fu anche un pre-
cursore del conflitto dinteressi: Da primo
ministro, volle per s le competenze sul-
lagricoltura e si adoper per tenere alto il
prezzo dei cereali, anche in tempo di care-
stia, in modo da assicurare ingenti profitti
ai mulini di cui era azionista. Infine laccu-
sa pi pesante: Cavour ha affermato
Del Boca invi in Crimea un corpo di spe-
dizione che ebbe gravi perdite, per poter
parlare al Congresso internazionale di Pari-
gi seduto su una montagna di cadaveri. Co-
me Mussolini, che nel 1940 voleva un po di
morti per sedersi al tavolo della pace.
Opposto il giudizio di Balzani: La scelta
di partecipare alla guerra di Crimea, insie-
me a Francia e Gran Bretagna, fu essenziale
per inserire il Piemonte, e di conseguenza
lItalia, nel contesto delle potenze europee.
Insieme alla politica di libero scambio, fu
una tappa della modernizzazione in senso
occidentale promossa da Cavour. Quanto
alle manovre parlamentari, secondo Balza-
ni, esse consentirono al conte di afferma-
re la sua linea come una terza via virtuosa,
di stampo liberale, rispetto sia allimmobili-
smo reazionario sia a un possibile sbocco
rivoluzionario. Fu grazie a lui che per la pri-
ma volta nacque in Italia unopinione pub-
blica, fino ad allora inesistente, perch con-
cesse la libert di stampa anche ai suoi av-
versari. E alla Chiesa propose di cedere il
potere temporale, ma di ottenere in cam-
bio ampi spazi per svolgere la sua missione
religiosa.
Il secondo accusatore, Roberto Martucci,
ha riconosciuto la statura politica del con-
te, ma ne ha deplorato la spregiudicatezza
espansionista. Sin dal 1853 Cavour proget-
t di annettere lintera penisola e poi perse-
gu quellobiettivo con una serie di aggres-
sioni coperte contro gli altri Stati italiani.
Soprattutto verso i Borbone attu un astuto
doppio gioco, appoggiando sottobanco i
Mille di Garibaldi e nel contempo trattando
con il governo di Napoli. Alla fine ebbe suc-
cesso, ma ne segu unannessione frettolo-
sa, che nel Mezzogiorno provoc una san-
guinosa guerra civile, passata alla storia im-
propriamente come brigantaggio.
Secondo Pcout invece le accuse contro
lo statista piemontese hanno un carattere
astratto e ideologico: ignorano il fatto che
non cerano alternative alle scelte di Ca-
vour, se si voleva creare uno Stato italiano
che avesse un peso internazionale. Lui mo-
r quando il nuovo regno era appena nato:
non gli si possono addebitare le scelte dei
suoi successori, n la tragedia del brigan-
taggio. Invece gli va riconosciuto il merito
di aver coniugato patriottismo e liberali-
smo in un disegno realistico. Si possono
muovere molte critiche al modo in cui si re-
alizz lunificazione, ma mi sembra che i de-
trattori di Cavour non gli rimproverino tan-
to di aver fatto lItalia in modo sbagliato,
ma semplicemente di averla fatta. A quan-
to pare, limpressione che ha avuto anche
il pubblico del processo.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Laccusa: trasformista e spregiudicato. La difesa: un vero statista
Addii
dal nostro inviato ANTONIO CARIOTI di ARMANDO TORNO
di GIANLUIGI COLIN
] la|o
nc| l92l
a Krc|c|d.
!oscph
8cuys mor|
nc| l98G a
0ssc|dor|.
lc| l958
|avora a|
monumcn|o
pcr | cadu||
|n ucrra
a 8rdcr|ch.
lc| l9Gl. a
0ssc|dor|
o|||cnc
|a ca||cdra
d| scu||ura.
lc| l982
|| |r|on|o a
0ocumcn-
|a 7.
] 0|
una randc
mos|ra ||
c dcd|ca|a
a Zur|o
(nc||a |o|o
randc
|a||cs||mcn-
|o. so||o.
|ar||s|a con
lucrc/|a
0c 0om|/|o
0ur|n| nc||
ann| 8O)
Conte di Cavour, assolto
IL GESUITA CHE MISE
SANTOMMASO NEL PC
Processi 0uc||o |ra s|or|c| |n Romana. l| vcrdc||o dc| pubb||co c |avorcvo|c a|||mpu|a|o. 353 con|ro l27
Il caso la Sv|//cra |o cc|cbra. da no| c d|mcn||ca|o. la co||c/|on|s|a lucrc/|a 0c 0om|/|o 0ur|n|. cc una |ancn|opo|| dc||ar|c
Vita
e opere
Arringhe
39 Cultura
Corriere della Sera Gioved 11 Agosto 2011
#


40
Gioved 11 Agosto 2011 Corriere della Sera

F
ra le misure allo studio per rag-
giungere il pareggio di bilancio
nel 2013 vi un ulteriore inaspri-
mento dei ticket, soprattutto in ca-
so di ricoveri ospedalieri impro-
pri. facile prevedere che ci alimenter
un nuovo vespaio di polemiche. Sulla scia
dellaumento gi deciso con la manovra di
luglio, da settimane le Regioni lamentano
lennesima intromissione del governo
centrale in un settore di loro competenza.
Lopposizione e i sindacati hanno
denunciato il carattere socialmente
iniquo dei nuovi ticket. La Lega ha
chiesto di eliminare gli aumenti
introducendo una nuova accisa sul
tabacco. Esperti e commentatori hanno
infine puntato il dito contro uno
strumento considerato poco efficace, che
crea per giunta disparit di trattamento
fra i residenti di diverse regioni.
In ciascuna di queste prese di posizione
c un grano di verit. Tutte eludono per
una domanda che sta a monte di ogni
critica specifica: pu lItalia permettersi
una sanit pubblica incondizionatamente
gratuita? La risposta no. Non con i
vincoli di bilancio che abbiamo e non con
i nostri andamenti demografici. Pu ben
darsi che i ticket attualmente vigenti non
siano quelli pi equi ed efficienti:
perci utile discuterne. Ma senza
lillusione di poterli eliminare e
spiegando con chiarezza ai cittadini i
termini della questione.
La spesa sanitaria italiana cresciuta
rapidamente nellultimo decennio e ora
in linea con la media Ue. Rispetto agli
altri Paesi spendiamo di pi in farmaci e
ospedali, di meno per i servizi sul
territorio, in particolare quelli per la non
auto-sufficienza. Linvecchiamento
demografico far aumentare la domanda
di servizi, ma i margini per aumentare le
risorse pubbliche sono strettissimi. Lo
Stato e le Regioni potrebbero fare a chi ne
ha la possibilit (buona parte del ceto
medio) la seguente proposta: ti chiedo
oggi un contributo pi elevato su tutte le
prestazioni, ma non ti lascio solo se
domani diventerai non auto-sufficiente.
I ticket esistono in tutta Europa e sono in
genere pi alti che in Italia. Prendiamo la
Svezia, modello di welfare generoso e
inclusivo. L si paga lintero costo dei
farmaci fino a 94 euro. Solo quando la
spesa supera i 450 euro annui i farmaci
diventano completamente gratuiti. Ogni
visita dal medico di base costa fra i 10 e
20 euro, 35 dagli specialisti. Si paga infine
il ticket anche per i ricoveri ospedalieri:
10 euro al giorno. Gli standard qualitativi
della sanit svedese sono alti, ma pi o
meno paragonabili a quelli del nostro
Centro-Nord. per diversa
larticolazione interna del servizio
sanitario, molto pi attrezzato a
rispondere alle patologie
cronico-degenerative.
La lezione svedese chiara: sanit
universale non vuol dire servizi gratuiti
per tutti, ma copertura equilibrata
dellintera gamma di bisogni connessi alla
salute, con appropriati biglietti
dingresso. ovvio che per realizzare un
sistema alla svedese occorrono molti
ingredienti, ma i contributi finanziari
degli utenti sono uno di questi. Ben
venga anche un aumento delle accise sul
tabacco: non al posto dei ticket, ma per
reperire risorse aggiuntive di cui abbiamo
disperato bisogno.
In tutti i Paesi le compartecipazioni
prevedono regole di esenzione. Il nostro
sistema fa per acqua da tutte le parti.
Quasi la met degli italiani non paga il
ticket. Sulla base dei dati disponibili
difficile fare stime precise: ma assai
probabile che fra i 28 milioni di cittadini
esenti ci siano molti falsi positivi, ossia
persone che dichiarano redditi pi bassi
di quelli reali o che pur essendo esenti
per patologia o per et avrebbero i mezzi
per pagare una parte dei costi. da
notare che a fronte di questo esercito di
esenti vi sono quasi due milioni di
famiglie che non riescono a far fronte ai
costi della non auto-sufficienza e devono
arrangiarsi praticamente da sole.
Trentanni fa il nostro Servizio sanitario
nazionale fu creato nellillusione che lo
Stato potesse garantire tutto a tutti: il Pci
lo salut come isola di socialismo
nellItalia capitalista. Sarebbe stato meglio
prendere ispirazione gi allora dalle
socialdemocrazie scandinave. Ma
possiamo farlo adesso. Tenendo ben
presente che la domanda giusta non
se pagare le prestazioni sanitarie, ma
quanto e come, nello sforzo di
salvaguardare insieme equit, efficacia e
sostenibilit.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Finita lillusione della sanit gratuita
Ora serve un ticket alla svedese
SEGUE DALLA PRIMA
Il Pd si era fatto giustamente paladino della
disciplina di bilancio contro un Berlusconi
che appena un mese fa pensava di tagliare le
tasse, ma ora contrario allinserimento in Co-
stituzione del pareggio di bilancio. Il partito di
Bersani sembra disorientato dagli obblighi im-
posti a Roma dalla Bce, con una lettera che pu-
re porta la firma di Mario Draghi, fino a ieri
premier in pectore della sinistra. E questo
sorprendente per una forza politica che ha nel
suo dna un europeismo a volte perfino fideisti-
co, e che vanta come padri nobili europeisti
del calibro di Beniamino Andreatta, Giorgio
Napolitano e Romano Prodi.
Il problema che il Pd non ha ancora detto
quali misure proponga per rispettare i vincoli
quantitativi e temporali richiesti dallEuropa, e
cio almeno 20 miliardi di euro di risparmi ag-
giuntivi entro la fine di settembre. Vedremo
se, com sperabile, lo far oggi in Parlamento
presentando proposte circostanziate e detta-
gliate. Ma le ipotesi fin qui evocate sono o lar-
gamente insufficienti dal punto di vista dei nu-
meri, come la tassazione delle rendite finanzia-
rie; o poco credibili, come le liberalizzazioni,
da parte di un partito che ha appena fatto cam-
pagna per il s al referendum sullacqua. Il Pd
si oppone a manovre sullassistenza e la previ-
denza, per non far pagare alla povera gente
come dice Bersani: ma non indica neanche mi-
sure alternative di pari valore, per esempio sul
patrimonio dei privati e dello Stato.
Ci sono certamente cause tattiche dietro tali
ambiguit. Una di queste la sensazione che
anche stavolta la spallata al governo non ci sa-
r, perch come ha detto Prodi non conviene
cambiare il timoniere durante la tempesta; il
che fa riassaporare al Pd gli agi dellopposizio-
ne, dove si pu dire sempre no. Un vizietto
che si accumulato negli anni in un partito
che si molto allenato a dire che il problema
del Paese Berlusconi, ma si applicato poco
ad affrontare i problemi che il Paese avrebbe
anche senza Berlusconi. E c daltra parte per
il Pd la scusante della totale mancanza di cultu-
ra bipartisan nella maggioranza di centrode-
stra, perch vero che in un Paese normale
lopposizione sarebbe stata subito informata
della lettera di Trichet e Draghi, ed anche ve-
ro che in un Paese normale lopposizione
avrebbe conoscenza precisa dei conti dello Sta-
to, che qui da noi il Tesoro lesina perfino ai
ministri.
Temo per che ci sia qualcosa di pi profon-
do, un calcolo pi strategico, a spingere il Pd
su questa nuova strada. Lindizio era in una di-
chiarazione di Stefano Fassina, lo sherpa di
Bersani sulla politica economica, resa qualche
giorno fa al Corriere. A Monica Guerzoni che
gli obiettava ma lo chiede lEuropa, lespo-
nente pd ha risposto: S, ma una Ue fatta da
governi di centrodestra che ci stanno portan-
do nellabisso. Sembra di capire che ai vertici
del Pd si stia affermando lidea che nel giro di
un anno o due le elezioni in Francia e in Ger-
mania potranno cambiare, insieme con i go-
verni in carica, anche il tab secondo il quale
non si finanzia la crescita in deficit; che cio
unEuropa pi socialista possa diventare pi
lassista sui conti pubblici, e che lo Stato possa
tornare a giocare un ruolo di primo attore del-
leconomia. Si spiegherebbe cos anche il para-
dosso per cui il Pd non vuole il pareggio di bi-
lancio in Costituzione: un modo di tenersi le
mani libere per unaltra fase politica, quando
una sinistra finalmente al governo potrebbe
aver bisogno di spendere.
Se questo il calcolo, miope: la virt di
bilancio un elemento fondativo dellEuropa,
lo sempre stata per governi di destra e di sini-
stra, e se dovesse saltare salterebbe lEuropa
stessa perch la Germania non potrebbe accet-
tarlo. Ma sarebbe anche la negazione della sto-
ria migliore della sinistra riformista italiana,
che si conquist la sua credibilit di forza di
governo proprio partecipando allopera di risa-
namento del Paese in unaltra ora buia come
questa. Nessuno che si neghi a quellopera og-
gi, avr un futuro di governo per molti e molti
anni a venire.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Corriere della Sera SMS

Meno aborti per le minoren-


ni italiane rispetto alle coeta-
nee europee: secondo lultimo rappor-
to sulla legge 194, le interruzioni vo-
lontarie di gravidanza, nel 2009, sono
state 3127 per le under 18 italiane, in
calo rispetto agli anni precedenti
(mentre sono in aumento fra le stra-
niere, 592 in tutto, ma il totale co-
munque ridotto rispetto al passato).
Non solo: le nostre teena-
ger sono anche quelle
che hanno meno gravi-
danze (se ne contano cir-
ca 2500 allanno) rispet-
to agli altri Paesi euro-
pei, Gran Bretagna in te-
sta.
Un paradosso, se si
pensa che lItalia agli ul-
timi posti, in Europa, per
uso della pillola contrac-
cettiva e non ha mai brillato per i suoi
programmi di educazione sessuale.
Che sia proprio questa mancanza, ipo-
tizzava ieri Il Foglio, la ragione per cui
le nostre adolescenti hanno un ri-
schio-concepimento tre volte inferio-
re rispetto alle nord-europee? Campa-
gne di sensibilizzazione incentrate sol-
tanto sulla protezione anticonceziona-
le, come si sono fatte allestero, fini-
rebbero per banalizzare un rapporto
(tanto protetto) anzich responsa-
bilizzare sul piano sessuale.
Giustificazione da prendere in con-
siderazione, ma probabile che i moti-
vi capaci di spiegare lanomalia ita-
liana siano anche altri. Uno potrebbe
essere la contraccezione di emergen-
za, cui avrebbe fatto ricorso, secondo
certe indagini, una teenager su quat-
tro, per evitare la gravidanza dopo un
rapporto a rischio.
Forse i pi importanti,
per, sono i fattori so-
cio-economici e cultura-
li. Aborti e gravidanze in-
desiderate sono stretta-
mente legati a condizio-
ni di povert e a una bas-
sa scolarit: in questi
contesti, probabilmente
meno presenti nel no-
stro Paese rispetto ad al-
tri, linizio dellattivit
sessuale pi precoce, gli adolescenti
possono essere pi esposti a violenze,
ad abusi, alluso di alcol e droghe che
favoriscono precocit e promiscuit
sessuale. Ultimi, ma non meno impor-
tanti i legami familiari: un buon dialo-
go con i genitori (dicono gli studi) aiu-
ta a posticipare let del primo, vero
rapporto.
Adriana Bazzi
abazzi@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA
EUROPA E GOVERNI
Idee&opinioni
Servizio in abbonamento (3 euro a settimana). Per disattivarlo invia RCSMOBILE OFF al 4898984
Maggiori informazioni su www.corrieremobile.it
di MAURIZIO FERRERA
PREZZO DEL PETROLIO IN RIBASSO
E STABILIT DEI PAESI ESPORTATORI
di ANTONIO POLITO

Brera la metafora di unItalia


sbagliata. Quella che ogni vol-
ta deve fare i conti con le emergenze e i
disastri annunciati. Questa volta c un
tetto che perde, lacqua che filtra, un ca-
polavoro di Raffaello che rischia di esse-
re danneggiato.
Chi conosce lo stato penoso delle ma-
nutenzioni dei beni culturali in Italia
non si sorprende pi di tanto con il bol-
lettino dei sindacalisti della Uil di Mila-
no: quello che accaduto a Brera in
linea con una tendenza allo sfascio che
sottostima il valore dellarte e della cul-
tura per leconomia nazionale.
Ma Brera un caso disperato. Ledifi-
cio, da anni, in pessime condizioni.
LAccademia, soffocata negli spazi, sem-
bra ridotta ad un bivacco. La Biblioteca
nazionale deve proteggere certi suoi vo-
lumi con i cellophane. E adesso la Pina-
coteca deve mettere in salvo Lo sposali-
zio della Vergine, uno dei pi ammira-
ti capolavori di Raffaello, dai temporali.
Il disamore evidente in una realt
complessa dove, quando si cerca un re-
sponsabile, se ne trovano troppi e nes-
suno in grado di fare qualcosa. I tre mi-
nisteri competenti, Cultura, Istruzione,
Tesoro, si palleggiano oneri e onori,
pi con le parole che con i fatti. I vari
sovrintendenti, nonostante la buona vo-
lont, devono fare i conti con il dema-
nio, proprietario delledificio. Non si
pu fare niente se tutti non sono dac-
cordo. Come in un condominio risso-
so, Brera sconta il paradosso di una bu-
rocrazia paralizzante. Parlare di Grande
Brera, senza rompere i veti che oggi ren-
dono la situazione del complesso muse-
ale ingovernabile, difficile, se non im-
possibile. Lidea di una fondazione pri-
vata, sul modello del museo egizio di
Torino, lunica strada percorribile per
garantire insieme alla valorizzazione
dei capolavori, anche una manutenzio-
ne ordinaria. Quello che uno Stato di-
stratto sta trascurando da tempo e che
Milano, forse con troppa disinvoltura,
tollera da anni.
Giangiacomo Schiavi
RIPRODUZIONE RISERVATA
Le news pi importanti in anteprima sul tuo cellulare. Invia un sms con la parola CORRIERE al 4898984
RIFORMA DEL WELFARE
Laltalena del Pd di fronte alla crisi
C
O
N
C
LA VIRT DELLE ADOLESCENTI ITALIANE
MENO ABORTI E GRAVIDANZE INDESIDERATE

Non sempre la caduta del


prezzo del petrolio una buo-
na notizia. Dipende, ovviamente, dalla
prospettiva. Di solito lo per gli auto-
mobilisti occidentali. Soprattutto per
le economie dei loro Paesi, che prova-
no a riagganciare la crescita. Negli ulti-
mi giorni, per, le cose hanno seguito
uno schema opposto: sono stati i timo-
ri di una nuova recessione a deprime-
re i prezzi di brent e Wti, che oscillano
rispettivamente intorno a 100 e 80 dol-
lari al barile.
LOpec, il cartello dei Paesi esporta-
tori, ha dovuto rivedere al ribasso le
stime sulla domanda per il 2011 e il
2012. Stando cos le cose, insomma, la
buona notizia del calo ha gi contor-
ni meno positivi. Ma diventa addirittu-
ra preoccupante se la si giudica nel
contesto delle conseguenze sociali dei
rivolgimenti economici e finanziari in
atto da mesi. Perch i Paesi dellOpec
rischiano di fare i conti con una sorta
di soglia della rivolta, ovvero di prez-
zi del greggio sotto i quali avrebbero
difficolt a preservare la propria stabi-
lit macroeconomica. A coprire cio la
spesa pubblica, a pagare lamministra-
zione e provvedere al Welfare. La fragi-
le pace sociale, sotto quel punto di
pareggio, potrebbe andare in frantu-
mi. Qualcuno nei mesi scorsi lo ha cal-
colato, e ha notato che con il passare
degli anni tender a salire.
Per il 2011, secondo le stime di Pfc
Energy, societ di consulenza america-
na, si va dai 90 dollari al barile del Ve-
nezuela (107 dollari la stima 2012) ai
94 dellEcuador (104) e agli 87 dellAn-
gola (104). Si scende un poco per Paesi
assai popolosi e sensibili come Nige-
ria (71-75), Iran (72-85) e Iraq (78-86).
La soglia algerina sarebbe di 55 e 68
dollari. E anche la ricchissima Arabia
Saudita (73-74 dollari) potrebbe non
dormire sonni del tutto tranquilli. ve-
ro che alcuni di questi Paesi negli anni
scorsi hanno accumulato tesoretti fi-
niti magari in qualche fondo sovrano.
Ma la tendenza quella, e lOccidente
alle prese con la crisi dovr tenerne
conto.
Stefano Agnoli
sagnoli@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA
PIOVE SULLO SPOSALIZIO DI RAFFAELLO
BRERA COME UN CONDOMINIO RISSOSO

Lo Stato potrebbe
chiedere un contributo
su tutte le prestazioni
ma garantire assistenza
ai non auto-sufficienti
41
Corriere della Sera Gioved 11 Agosto 2011

MILANOCaro Fegiz, sono Va-
sco. Da 15 giorni mi stanno rivoltan-
do come un calzino, ma nessuno
mi sa dire che cosa ho. Solo una
macchia nera che non pare un tu-
more. Dolori terribili fra le scapole.
E mentre me ne sto tranquillo un
po sdraiato e un po no, voglio cam-
biare le regole del gioco nel mondo
del rock: voglio essere libero di par-
lare di cantare di suonare di volare.
Chiudere una carriera. Aprirne
unaltra. Dici che non ti telefono
mai, eccomi qua. Sono passate da
poco le 23 quando suonato il tele-
fono cellulare. Numero del chia-
mante in chiaro, ma non presente
in agenda. Sono Vasco. Di solito
lora delle esternazioni su Face-
book. Invece lui opta per una telefo-
nata. In cui si parla di tutto: la fine
del mistero intorno alla sua perso-
na, salute, medici, musica, Zocca,
Bologna, Ligabue, dolori fisici, do-
lori psichici. Per la prima volta nel-
la storia una rock star esce dal suo
isolamento, scavalca uffici stampa
e portavoce e dialoga in permanen-
za e diretta con i fans. Ogni sera
una esternazione su Facebook, re-
golarmente ripresa dai telegiorna-
li.
Sono gi davanti al computer e
per un riflesso condizionato pren-
do appunti. Anche se so che si trat-
ta di una telefonata privata (o no?
Ogni tanto lui forse sente il ticchet-
tio della tastiera e precisa: questo
non lo scrivere). Prendo appunti
ma solo nella prima mezzora.
Leruzione verbale sembra inarre-
stabile. Sono cambiati i modi i
tempi. Voglio mettere canzoni in
Rete quando ne ho voglia, provoca-
re, creare. Sparigliare. Eccomi qua,
prigioniero di una struttura di spet-
tacolo talmente grande che entra
solo in pochissimi stadi italiani.
Che bella soddisfazione! Quanto ai
dischi sono quattro anni che litigo
con quelli della Emi per fare ogni
tanto un brano da mettere in rete
senza essere obbligato a fare un al-
bumcon tutti i riti pagani della pre-
sentazione. Allora caro Vasco, an-
diamo con ordine. Cominciamo
dalla cosa pi importante: la salu-
te.
Il vero problema che non han-
no capito cosa ho. C una macchia
nera sopra i polmoni e poi un dolo-
re come se avessi una palla di gras-
so fra le scapole. Dolori pazzeschi.
Mi hanno rivoltato come un calzi-
no, mi hanno riempito di antibioti-
ci e antidolorifici. Ma non
stata fatta una diagnosi
precisa. E questo non mi
piace.
E la tua autodiagnosi
qual ? Che il cortisone
che mi hanno dato per riu-
scire ad andare in scena le ul-
time sere a San Siro mi ha indeboli-
to le ossa e cos mi sono rotto le co-
stole. (Secondo gli esperti il corti-
sone pu rendere fragili le ossa ma
solo dopo molto tempo).
Vasco, ho letto le tue dichiarazio-
ni sulluso degli antidepressivi. Ma
non sarebbe meglio agire con un la-
voro psicoterapeutico sulle cause
del tuo disagio? Ho smesso con le
droghe nel 1986 e da allora sono an-
dato avanti con gli psicofarmaci. Se
smetto ho una strana sensazione di
vuoto. Se decider di farne a meno
prover a farlo in un ambiente pro-
tetto. Comunque ribadisco il con-
cetto: i farmaci antidepressivi mi
hanno salvato la vita.
Ma perch mettere tutto in piaz-
za, cos, allimprovviso? La gente
deve capire che anchio ho dei pro-
blemi. Io pensavo di morire tanto
tempo fa. Che senso aveva vivere
svegliandosi ogni mattina (o pome-
riggio) e dire: cosa ci sto a fare in
questo mondo? Ecco anche adesso
io mi sveglio la mattina e mi devo
ricostruire ogni volta. E mi ripeto
che il prezzo da pagare per la mia
creativit e che lo devo pagare vo-
lentieri. Forse la mia non depres-
sione, ma solo mal di vivere. Che
per mi fa venire ispirazioni otti-
me. Come un nuovo brano intito-
lato "I soliti".
Ma i fan sono spiazzati.
Che cosa successo esatta-
mente? Qual la svolta? Da
questo momento mi sento
entrato fra i liberi: liberi quel-
li come noi, quelli che si nutro-
no di passioni, di illusioni, liberi
di volare, liberi di suonare, liberi di
sbagliare.
Chi le sta intorno come ha preso
questa svolta? Quando ho nomina-
to Fini mio manager gli dissi: "Non
tentare mai di proteggermi da me
stesso. Perch sarebbe inutile".
E adesso? Ho cambiato stile di
vita. In sala non pi di notte ma di
pomeriggio. Ogni mattina 45 minu-
ti di passeggiata. Ma ogni tanto tiro
ancora lalba. Ogni tanto. E poi mi
trovo bene solo a Zocca. Unaltra
aria. Non amo pi stare a Bologna,
non la sento come mia citt. Co-
me mai sceso in polemica con Li-
gabue? Finiamola con questa sto-
ria che un artista non accetta mai
di parlar male di un collega. Cer-
chiamo di non essere ipocriti. Io
non sopporto il signorile silenzio
di Ligabue che avalla lidea che fra
noi ci sia una competizione, una ga-
ra. Evidentemente lui crede davve-
ro di poter competere con me. Do-
vrebbe invece dire apertamente e
onestamente che in realt abbiamo
strade diverse, percorsi non con-
frontabili per molte ragioni. Invece
tace, avallando questa specie di ga-
ra. Presuntuoso e arrogante. Basta
sentire una canzone come "Fra pal-
co e realt" per capire che si sen-
te un superuomo.
I progetti prossimi: film al fe-
stival di Venezia, ancora concer-
ti negli stadi, poi il balletto per
la Scala. Rispetter lagenda di
impegni? Spero proprio di s.
Mario Luzzatto Fegiz
RIPRODUZIONE RISERVATA
Ho smesso con le droghe nell86 e da allora,
vero, vado avanti a psicofarmaci. Ho cambiato
stile di vita, ma ora sto bene solo a Zocca
Vasco
I messaggi
Voglio essere libero
di parlare, cantare,
volare. Chiudere una
carriera per aprirne
unaltra. La gente
deve capire che
anchio ho problemi,
pensavo di morire
tanto tempo fa
La polemica
Non sopporto il silenzio
di Ligabue che avalla
una competizione
tra noi. presuntuoso
e arrogante. Basta
ascoltare la sua
"Fra palco e realt"
per capire che si sente
un superuomo

Mi hanno rivoltato come


un calzino, avverto dolori
terribili tra le scapole

Vorrei poter mettere


canzoni in Rete. Ho un
nuovo brano: I soliti

Sto litigando con la Emi


per fare musica senza
lobbligo di un album

Ho una macchia nera


e non sanno cos
Ma voglio la libert
Spettacoli
Lestate del Blasco Dai giorni in clinica al dialogo con i fan su Facebook: le riflessioni e i progetti per il futuro
La svolta
di Jagger: canto
in sanscrito
Il ricovero
Non hanno ancora
capito che cosa ho
Mi hanno imbottito
di antibiotici
e di antidolorifici,
ma non stata
fatta una diagnosi
precisa. E questo
non mi piace
Vasco Rossi, 59
anni, il 18 luglio
stato ricoverato
in una clinica
privata vicino
a Bologna
per fare alcuni
accertamenti su
un mal di schiena
che lo assillava
anche durante
lultimo tour:
dagli esami
si scoperto che
il rocker aveva
una costola rotta

Rocker
Nel singolo dei SuperHeavy

Mick Jagger canta in sanscrito in


Satyameva Jayate nuovo
singolo dei SuperHeavy, il gruppo
formato oltre che dal leader dei
Rolling Stones, da Dave Stewart
(ex Eurythmics), Joss Stone,
Damian Marley e lindiano A.R.
Rahman. Riguardo lidea di far
rivivere una lingua morta:
qualcosa di diverso da tutto ci in
cui sono stato coinvolto ha detto
Jagger. Lalbum esce a settembre.
42
Gioved 11 Agosto 2011 Corriere della Sera

MILANO Agosto, un anno
dopo. In questi stessi giorni, ma
nel 2010, Claudia Mori diceva di
sentirsi umiliata e discriminata
per come la Rai trattava le fiction
prodotte dalla sua societ, la Ciao
Ragazzi. Dopo 365 giorni se qual-
cosa cambiato, cambiato in
peggio tanto che lei stessa am-
mette soffocando una risata ama-
ra: Se non fossero argomenti se-
ri ormai sarebbe quasi una situa-
zione comica. Questo perch,
nonostante la Mori abbia co-pro-
dotto con la Rai una fiction artico-
lata in quattro film sulla violenza
contro le donne, Un corpo in
vendita, nonostante la program-
mazione della serie fosse previ-
sta per questo autunno e nono-
stante invece alla presentazione
dei palinsesti si sia appreso che
non sar cos; nonostante tutto
questo la Mori non riesce in nes-
sun modo a parlare n con il di-
rettore di Rai Fiction Del Noce,
n con il direttore di Rai1 Mazza
da pi di un anno. La produt-
trice racconta di telefonate
schivate, di mail orfane di
ogni risposta.
Che succede? I quat-
tro film sono pronti. Do-
vevano essere sei ma ne
sono stati tagliati due:
quelli sulla pedofilia e
sulla tratta delle nigeria-
ne perch per i dirigenti
Rai non erano adatti al
pubblico di Rai1. Unemeri-
ta sciocchezza. Il pubblico
sa scegliere. Comunque la
serie pronta per andare in
onda ma ho appreso dai
giornali che non sar cos.
Possibile che persino chi
con la Rai produce una fic-
tion non abbia un referente
certo? Con Del Noce e Maz-
za non riesco a parlare. A
suo tempo mi assicurarono
che la serie sarebbe andata
in onda questo autunno.
Era pronta anche la canzone scrit-
ta apposta da Gianna Nannini,
"Mai per amore", finch scopro
casualmente che "Un corpo in
vendita" questanno non si vedr
in tv. Le hanno dato spiegazio-
ni? Dei capi struttura mi hanno
comunicato che la programme-
ranno a febbraio per una maggio-
re tutela.
Ci crede? No. Cosa vuole dire
tutelare una fiction programman-
dola non nel periodo migliore
per la tv come lautunno/inver-
no?. Perch avrebbero deciso
questo? Forse per non disturba-
re un certo clima tranquillizzan-
te. Ma intanto le donne seguitano
ad essere uccise. La Rai dovrebbe
avere il coraggio di mandare in
onda nel massimo ascolto questi
film.
Anche per lei la Rai non fa ser-
vizio pubblico? La Rai non pi
un servizio pubblico. un servi-
zio. Da tempo fa scelte editoriali
distanti anni luce dal vero servi-
zio pubblico, dettate da altre logi-
che. Politiche? Tutto peggio-
rato negli ultimi anni. Inclusa la
politica. La Rai non pu o forse
non vuole migliorare e distaccar-
si eticamente e culturalmente dal-
la politica. Non si forse inimi-
cata qualcuno con il suo carattere
battagliero? Non capisco perch
una donna che ha la fortuna di es-
sere pensante e non sottomessa
debba essere accusata di essere
"battagliera". una vecchia e in-
sopportabile tradizione che sten-
ta a scomparire quella per cui una
donna se non stupidamente ri-
danciana, disponibile a una logi-
ca di sudditanza maschilista, non
simpatica. D fastidio. Se risen-
tisse Del Noce, cosa gli direbbe?
Lo saluterei. Niente altro perch
ormai le parole hanno perso signi-
ficato. E a lui credo interessereb-
bero molto poco i miei discorsi.
Essere donna un ostacolo in
pi? Credo di s. Anche se molti
si affannano a dire il contrario.
Hanno detto che avanza pretese
come se fosse il direttore della
Rai... Quali sarebbero le mie pre-
tese? Ritenere un mio diritto che
il direttore di una tv pubblica ri-
sponda a una telefonata o a una
mail mentre stiamo producendo
insieme una fiction? O voler esse-
re almeno informata se non sin-
tende programmare la serie que-
stanno?. E quindi cosa far? Di-
ceva che si sarebbe incatenata
sotto casa dei dirigenti Rai se
non lavessero ascoltata... Non
mi fermer qui. Lotter per farla
programmare questanno. Ci
spera ancora? S. Far di tutto
per cercare di convincerli a cam-
biare questa scelta che ritengo
quanto mai assurda. Mi appello
anche al dg Lorenza Lei. Le di-
ranno che fa i capricci per uno
slittamento... Se serve, accetto
anche di risultare capricciosa.
Chiara Maffioletti
RIPRODUZIONE RISERVATA
SALISBURGO Un dittico
in forma di concerto, tre ripre-
se degli ultimi Mozart (la trilo-
gia buffa con le regie di Guth) e
tre sole nuove produzioni
dopera significa che nemmeno
a Salisburgo se la passano, fi-
nanziariamente parlando, cos
bene. Il piatto sinfonico, da ca-
mera, liederistico e dei recital
solistici sempre ricco ma il bi-
lancio operistico, se non in ros-
so, a livelli di guardia come
mai lo stato in passato, quan-
do i nuovi titoli in cartellone
erano almeno il doppio. Ci
nulla toglie tuttavia alla qualit
di tali spettacoli. Con Thiele-
mann per Strauss, con Muti per
Ver di e con Sal onen per
Jancek si va sul sicuro, almeno
sul podio. I cast sono di livello.
Per le regie dobbligo il punto
di domanda.
Intanto la prima di queste
Neuinszenierung, La donna
senzombra di Strauss, andata
in scena con un successo robo-
ante. Scrosci dapplausi per tut-
ti e ovazioni a non finire per
Christian Thielemann che, a
torto o a ragione, stato capace
in questi anni di occupare lo
scranno di erede della vecchia
scuola direttoriale tedesca e og-
gi ne gode i frutti ( ormai cer-
to, ad esempio, che subentrer
a Simon Rattle e ai Berliner Phi-
lharmoniker nella conduzione
del Festival di Pasqua). In pla-
tea anche Stphane Lissner,
che desidera portarlo alla Scala
almeno per un tito-
lo. Chiss.
La Frau ohne
Schatten lopera
i n cui Ri char d
Strauss stato me-
no capace di na-
scondere quanto
sia imbevuta di
Wagner la sua mu-
sica. Thielemann
lo dice in tutti i
modi. In pi, desi-
deroso com di
passare per il Ka-
rajan del XXI seco-
lo, detta un suono
lungo, estenuato,
elegiaco. I Wiener
lo assecondano co-
me sanno, quando
vogliono. E voglio-
no. Manca nerbo drammatico,
ma un suono oggettivamente
stupendo, profondo e lumino-
so, senza brume: si potrebbe di-
re, senzombre. Karajan, Sawal-
lisch, Sinopoli dirigevano que-
stopera in tuttaltro modo, pi
convincente. Ma questo il mo-
do di uno che non difetta certo
di personalit.
una scelta radicale, questa
di Thielemann. E lo anche
quella di Christof Loy, il regi-
sta. La donna senzombra una
fiaba arcana; pi la studi e me-
no ne vieni a capo. Lui decide
di non raccontarla. In compen-
so ne dice la morale lingres-
so nellumano passa attraverso
labbandono di se stessi in
modo originale quanto effica-
ce. Ri cost r ui sce l ant i ca
Sophiensaal di Vienna (per an-
ni unottima sala di registrazio-
ne, oggi distrutta) e la usa co-
me sala prove. I cantanti dun-
que non fanno i personaggi
ma, spartito e leggio alla mano,
fanno i se stessi impegnati nel-
le prove. Via via per che lazio-
ne prosegue, entrano nella
parte. La interpretano. E, diven-
tando personaggi, si umanizza-
no a loro volta: un modo, tra
laltro, per ricordare che il tea-
tro il luogo dove il vero pi
vero del vero. Peccato solo che
al lieto fine della fiaba Loy non
creda. Perci lo volge nel kitsch
di un coro di bambini che can-
ta sotto lalbero di Natale, in un
trionfo di bandiere asburgiche:
una scemenza gratuita.
Da lode la compagnia di can-
to, degna del blasone del pi
prestigioso festival del mondo.
Stupende le donne Evelyn Herli-
tzius (la tintora), Michaela
Schuster (la nutrice) e, nono-
stante qualche passaggio a vuo-
to, Anne Schwanewilms (lim-
peratrice). Ma bene anche Wolf-
gang Koch (Barak) e Stephen
Gould (limperatore), anche se
convince di pi come helden-
tenor wagneriano.
Enrico Girardi
RIPRODUZIONE RISERVATA
Thielemann, lemulo di Karajan
E la Donna senzombra
ora sembra unopera di Wagner
Un corpo in vendita racconta le donne in 4 episodi
Il programma
Salisburgo A| lcs||va| una |c||ura an||ca. |cn|a cd c|c|aca
Incomunicabilit
In scena
Claudia Mori: Rai nel caos
Censurano la mia fiction
Tre registi
un corpo |n vcnd||a c una
scr|c |v |n / pun|a|c su||a
v|o|cn/a con|ro |c donnc.
a|||da|a a |rc rc|s||. l|||ana
Cavan|. Hararc|hc von
Tro||a c Harco Pon|ccorvo.
prodo||a c rca||//a|a da||a Ra|
con |a C|ao raa//|!. soc|c|a d|
produ/|onc d| C|aud|a Hor|
Il caso
un corpo |n vcnd||a
prcvcdcva |a rca||//a/|onc d|
sc| cp|sod|. ma duc (uno su||a
pcdo||||a c uno su||a |ra||a
dc||c n|cr|anc) sono s|a||
|a||a|| pcrch r||cnu|| da||a
Ra| non ada||| a| pubb||co. la
scr|c dovcva andarc |n onda
oucs|o au|unno ma |a mcssa
|n onda c s||||a|a a |cbbra|o.
scn/a pcr |n|ormarc |a Hor|
dc| camb|o d| da|a
Da un anno non riesco
a parlare n con
Del Noce n con Mazza
Claudia
Mori
67 anni
Michaela Schuster, la nutrice
(a destra), e Evelyn Herlitzius, la
tintora, sul palco di Salisburgo
nellopera di Strauss La donna
senzombra diretta da
Christian Thielemann (52 anni)
Il caso la scr|c |v c scomparsa da| pa||nscs|| au|unna|| d| V|a|c Ha//|n|
43 Spettacoli
Corriere della Sera Gioved 11 Agosto 2011

lc pac||c Spagna
lc pac||c Italia
Cas|||as ||m||a | dann|
P|r|o d|r|c a occh| ch|us|
6,5 CASILLAS Nel primo tempo si oppone alle
conclusioni di Rossi e Cassano (col piedone) e cos
salva la faccia delle furie rosse.
5 IRAOLA Annaspa nc||a |rama dc| o| d| Hon|o||vo
|accndos| sorprcndcrc da||a pa||a ||||ran|c d| Cr|sc||o.
6 PIQU Su||c |o|a|c a//urrc dcvc d|mcnars| manco
|ossc |n d|sco|cca. Pcr. a||cna|o da||a ||dan/a|a
Sha||ra. ||cnc bcnc | r||m| con|us| dc||arca d| r|orc.
6 ALBIOL Supcr|avoro purc pcr |u| ouando |l|a||a
a||onda | co|p| |n vc|oc||a.
5,5 ARBEOLA T|cnc |n |oco Hon|o||vo nc||a/|onc
dc| van|a|o ||a||ano.
6 INIESTA Scn/a Xav|. || soda|c d| |an|| succcss|.
d|spcnsa |a sua oua|||a a spra//|. C|oca un |cmpo.
6,5 XABI ALONSO Randc||a con c|assc |n mc//o a|
campo c ||rma a||do || r|orc dc||l-l.
6 MARTINEZ 0a| ccn|rodcs|ra dc| ccn|rocampo a|
cuorc dc||a d||csa nc| sccondo |cmpo. Tu||o|arc.
5,5 DAVID SILVA Ho||a corsa c poco arros|o.
6 CAZORLA A||cn|o a man|cncrc |a pos|/|onc su||a
cors|a d| s|n|s|ra dc||o sch|cramcn|o osp||c.
S.V. TORRES S| |n|or|una dopo l5. una bo||a |n
|cs|a |o cos|r|nc a rap|d| con|ro||| |n ospcda|c.
5,5 LLORENTE R||cva Torrcs c s| scna|a pcr un
crroracc|o nc||a r|prcsa chc c| r|sparm|a |um|||a/|onc
dc| sorpasso.
6 BUSQUETS En|ra a| pos|o d| P|ou c sba||c
spcsso con|ro 8a|o|c|||.
6 VALDES la |a s|a||c||a con Cas|||as nc| sccondo
|cmpo. P|u chc da Aou||an| c bc||a|o da Har||nc/ chc
|o d|sor|cn|a |n occas|onc dc| raddopp|o a//urro.
6 ALCANTARA 8a||cs|mo |n ma||a rossa pcr |o
spano|o d| San P|c|ro Vcrno||co. l| |ovanc ||||o d|
Ha/|nho |occhc||a con pcrsona|||a mo||| pa||on|.
5,5 DAVID VILLA S| a||crna con ln|cs|a. un |cmpo
uno. un |cmpo |a||ro. c manca || co|po dc| 2-2.
6 DEL BOSQUE Asscn/c pcsan|| c vo||a d|
spcr|mcn|arc. 0ucs|a c una Spana m|norc || cu|
march|o d| |abbr|ca rcs|a comunouc r|conosc|b||c.
a. co.
RIPRODUZIONE RISERVATA
6 BUFFON lc||a r|prcsa oua|chc br|v|do |rcddo c
oua|chc prcsa manca|a.
6 MAGGIO lc| ||na|c dc| pr|mo |cmpo r|sch|a d|
mandarc |n o| Cassano con una parabo|a |||an|c.
6 RANOCCHIA Hcno sra/|a|o d| Ch|c|||n|. ||cnc duro
scn/a |n|am|a c scn/a |odc.
5,5 CHIELLINI lo scamb|o d| c||us|on| con l|orcn|c c|
cos|a || r|orc dc| parc|o. larb||ro non apprc//a c c|
pun|scc con scvcr||a ccccss|va.
6,5 CRISCITO Ccn|ra un pa|o. scrvc a Hon|o||vo |a
pa||a dc||l-O c smarca Ross| pcr || poss|b||c raddopp|o.
6 DE ROSSI S|a su||c suc. a||cn|o a non darc
nc||occh|o. Scra|a |n |ono m|norc.
6,5 PIRLO lon ha b|sono d| spar|||o. 0|r|c a occh|
ch|us| |c s|n|on|c a//urrc.
6 THIAGO MOTTA Poco pr|ma dc||a mc//ora avan/a
a |arc || |rcouar||s|a surroando Hon|o||vo.
6,5 MONTOLIVO Con un raffinato pallonetto di
sinistro apre le danze, firmando il suo primo gol
azzurro. Esprime un calcio mobile e di spessore.
6 ROSSI Spara su Cas|||as un buon pa||onc. corrc |n
pun|a d| bu||on| c ccrca d| |arc rcpar|o.
6,5 CASSANO A sorprcsa s| prcscn|a con |a |asc|a d|
cap||ano. Chc a dcc|dcrc s|ano s|a|| | compan| o || c.|.
poco |mpor|a. Prcnd|amo a||o d| comc |a na/|ona|c s|a
d|vcn|a|a un mc//o pcr sbr|arc |avor| pcrsona|| |n
ch|avc copo||||ca. V|spo c mo||va|o. s||ora || o| d|
|cs|a.
6 MARCHISIO R|prcsa a| pos|o d| Th|ao Ho||a. |oca
un ca|c|o ||ncarc.
5,5 PAZZINI la copp|a con 8a|o|c||| ma non |o s| vcdc
(ouas|) ma|.
6 BALOTELLI Hc//ora a| pos|o d| Cassano c oua|chc
sroppa|a scn/a cs||o.
6,5 AQUILANI l| suo raso|crra sporca|o da Har||nc/
va|c || pr|mo succcsso su|| spano|| |n l7 ann|.
7 PRANDELLI ll|a||a modc||a|a su||a |a|sar|a d| una
souadra d| c|ub || rca|a |a v|||or|a p|u bc||a. la sua
|uc|da |o|||a. oppors| a| camp|on| dc| mondo con |c |oro
s|cssc arm|. ha |a||o || m|raco|o.
Alberto Costa
RIPRODUZIONE RISERVATA
undcr 2l.
l-l |n r|mon|a
con |a Sv|//cra
Marcatori: Montolivo 11, Xabi
Alonso (rig.) 37 p.t.; Aquilani
39 s.t.
ITALIA (4-3-1-2): Buffon 6;
Maggio 6, Ranocchia 6 (Bonucci
s.v. 32 s.t.), Chiellini 5,5,
Criscito 6,5; De Rossi 6
(Aquilani 6,5 20 s.t.), Pirlo 6,5,
Thiago Motta 6 (Marchisio 6 1
s.t.); Montolivo 6,5 (Nocerino
s.v. 29 s.t.); Rossi 6 (Pazzini 5,5
14 s.t.), Cassano 6,5 (Balotelli 6
14 s.t.).
All.: Prandelli 7
SPAGNA (4-3-2-1): Casillas
6,5 (Valdes 6 1 s.t.); Iraola 5
(Thiago Alcantara 6 1 s.t.),
Piqu 6 (Busquets 6 46 p.t.),
Albiol 6, Arbeloa 5,5; Iniesta 6
(David Villa 5,5 1 s.t.), Xabi
Alonso 6,5, Martinez 6; David
Silva 5,5, Cazorla 6 (Mata s.v.
35 s.t.); Torres s.v. (Llorente
5,5 15 p.t.). All.: Del Bosque 6
Arbitro: Brych (Germania) 5,5
Ammoniti: Arbeloa, Chiellini,
Balotelli
Recuperi: 2 pi 3
Italia
2
Spagna
1
Uno spiovente allincrocio dei pali
di Borini ha permesso agli azzurri
dellUnder 21 di pareggiare 1-1 a
8 dalla fine lamichevole con i
pari et della Svizzera. A Varese
la squadra di Ciro Ferrara ha
deluso nel 1 tempo (vantaggio
elvetico al 27 di Brnic) ma ha
disputato una ripresa
confortante, in vista della gara di
qualificazione europea del 6
settembre con lUngheria: Bella
reazione, siamo sulla buona
strada, ha commentato Ferrara.
Sport
DAL NOSTRO INVIATO
BARI Da Boston a Bari. Da
un afoso pomeriggio americano,
alla notte fresca del San Nicola
spazzata dal maestrale. LItalia su-
pera la Spagna come aveva fatto
al Mondiale del 94. Diciassette an-
ni dopo lultima volta, solo
unamichevole. Ma vale tanto lo
stesso perch meglio di cos non
potrebbe cominciare la stagione
che porta allEuropeo in Polonia e
Ucraina e perch, ad un anno esat-
to dalla prima partita da c.t. di Ce-
sare Prandelli (sconfitta a Londra
contro la Costa DAvorio), non sia-
mo troppo distanti dal paradiso.
Per carit, calcio di agosto ed
bene non lasciarsi prendere dal-
lentusiasmo. Ma dopo lagonia
del Sudafrica, adesso sembriamo
una squadra. Corta, logica, intelli-
gente, applicata. Volenterosa. Che
sfida e batte i campioni del mon-
do e dEuropa sul loro terreno, la
velocit e il possesso palla.
Meglio noi di loro e non solo
perch lo certifica il 2-1 finale.
Meglio noi sul piano dellorga-
nizzazione, della brillantezza, del-
lapplicazione. Il risultato, alla fi-
ne, potrebbe anche essere diverso
perch dopo l1-1 del primo tem-
po, deciso dal pallonetto di Mon-
tolivo e dal generoso rigore tra-
sformato da Xabi Alonso, le squa-
dre si equivalgono e la rete azzur-
ra, segnata a sei minuti dalla fine
da Aquilani con la complicit di
Martinez, un piccolo regalo del-
la sorte. La Spagna nel finale spre-
ca due volte ma poco importa.
LItalia c. O meglio, tornata.
Significa che il lavoro di Pran-
delli paga e che siamo sulla strada
giusta. Vincere cos uniniezio-
ne di autostima bella e buona.
Con Lippi, prima del Mondiale
2006, avevamo spianato Olanda e
Germania. Mandare al tappeto la
Spagna pu aiutarci a diventare
grandi e ad acquistare consapevo-
lezza nei nostri mezzi. Basta pren-
dere questo risultato nel modo
giusto, senza pensare di essere
gi arrivati al traguardo. Sino a
quando agli azzurri regge il fiato,
tutto fila alla perfezione. LItalia
gioca con coraggio e idee, corta e
rapida sotto la sapiente rega di
Pirlo, sfrutta le spinte dei terzini
Maggio e Criscito, diventa impre-
vedibile con Montolivo tra le li-
nee, si affida alla buona lena di ca-
pitan Cassano, promosso troppo
generosamente capitano da Buf-
fon e dagli altri compagni, ma
ispirato come ai giorni belli. pro-
prio vero che quella azzurra la
sua maglia.
Per venti minuti la Spagna, len-
ta e compassata, sembra un pugi-
le suonato che cerca di evitare il
colpo del k.o. Gli azzurri sblocca-
no il risultato con un pallonetto
azzeccato di Montolivo, ispirato
dallassist profondo di Criscito.
Tutto funziona a meraviglia. Ros-
si e Cassano dialogano, la squa-
dra occupa bene tutte le zone del
campo. Ma non pu durare cos.
E in effetti non dura. Dopo venti
minuti la Spagna comincia ad
uscire dal suo letargo, avanzando
piano piano il baricentro, entran-
do dentro il campo e avvicinando-
si sempre pi allarea di Buffon.
Prandelli, accortosi delle difficol-
t, prova con qualche accorgimen-
to: arretra Montolivo, avanza
Thiago Motta dietro le punte, invi-
ta la squadra ad accorciare gli spa-
zi. Il rigore del pareggio dubbio
perch Chiellini e Llorente si strat-
tonano a vicenda, per non abbat-
te gli azzurri. Cassano impegna
Casillas con un diagonale secco e
ci prova anche di testa. Gioca, cor-
re, non d punti di riferimento.
Nella ripresa le due squadre
smarriscono un po il senso del
gioco, anche perch la preparazio-
ne da perfezionare. Si va avanti
a strappi e iniziative personali, le
squadre si allungano, la sfida
drogata dai cambi. AllItalia man-
ca ordine, la Spagna sembra sul
punto di colpire. E invece il gol lo
trova Aquilani: un tiro che diven-
ta imprendibile per Valdes grazie
alla deviazione di Martinez. LIta-
lia rinata. Ora non montiamoci
la testa.
Alessandro Bocci
RIPRODUZIONE RISERVATA
di MARIO SCONCERTI
Il commento la nos|ra |or/a c nc||a oua|||a dc| ccn|rocamp|s||. 0c| 8osouc ha un p|cco|o 8arcc||ona scn/a Hcss|
Di nuovo in carreggiata
Vamos
Lamichevole A 8ar| |a nos|ra na/|ona|c v|ncc
c da spc||aco|o. lnu|||c |a rc|c su r|orc d| Xab| A|onso
Non un trionfo, ma una vittoria importante
Un anno dopo il Mondiale
ci siamo rimessi in carreggiata:
ci sono voglia di lavoro e fantasia
Italia
La Spagna campione del mondo
sconfitta dagli azzurri dopo 17 anni
In gol Montolivo e Aquilani
Vantaggio
Montolivo scavalca
Casillas e realizza il gol
dell1-0 italiano
(Epa|Tur|)
N
on un successo trionfale, ma mol-
to importante e per niente usurpato.
La Spagna dagosto sembra un piccolo
Barcellona senza Messi, girano tutti in-
torno allarea, ma se il centravanti Llo-
rente il tempo passa inutilmente. LIta-
lia ha invece costruito la sua partita,
lha anzi dichiarata in anticipo. Solo gio-
catori di qualit e solo gioco rapido, mas-
simo due tocchi.
Nel primo tempo sembrato di rivede-
re la vecchia confusione organizzata dei
maestri giovani di fine anni Settanta.
Nessun riferimento, i quattro centrocam-
pisti a scambiarsi il pallone veloci e gli
attaccanti che facevano da sponda. Non
un caso se abbiano segnato i due tre-
quartisti, prima Montolivo, poi Aquila-
ni. Il gol italiano partiva da lontano e do-
veva essere rapido o non sarebbe mai sta-
to. Molto bravo Prandelli che ha fatto di
questa partita una pietra miliare estiva
nella ricostruzione della squadra a buo-
ni livelli. Non lha giocata alla pari, lha
quasi soltanto giocata tatticamente, una
trappola dietro laltra a un avversario
che gioca sempre alla stessa maniera. Be-
nissimo, ma sempre uguale a se stesso.
Prandelli ha inaugurato una specie di ita-
lianismo moderno, sempre contropiede
ma fatto di piccoli tocchi veloci. La diffe-
renza sta nel saperli fare quei tocchi, ser-
vono solo giocatori di qualit. Noi in mez-
zo al campo li abbiamo, sono la nostra
vera fortuna. Pirlo, che tetragono nella
sua ispirazione sempre uguale, forse il
migliore ma anche il pi facile da capire;
poi De Rossi, sempre un po pi opaco,
ma con una presenza in campo che pochi
altri hanno; e infine Montolivo, a mio av-
viso il migliore in questo scorcio di epo-
ca, il pi universale e generoso, uno che
gioca dovunque, che segna e difende, for-
se il pi moderno dei nostri giocatori in-
sieme a Criscito e Rossi.
Va da s che lItalia meno forte della
Spagna, ma proprio per questo abbiamo
fatto un piccolo capolavoro. A questi li-
velli sono partite comunque importanti,
la Spagna non ha certamente gradito.
Domani cinquanta grandi giornali e una
decina di grandi televisioni chiederanno
conto a Del Bosque di questa sconfitta.
Li abbiamo solo presi dolcemente in giro,
con un calcio allitaliana rivisto e corret-
to da un maestro di oggi che ha usato le
loro stesse armi, nessun riferimento e
gioco veloce, qualit dovunque sia possi-
bile. Questo quello che significa prepa-
rare una partita. LItalia non ha un gio-
co, per ora lo prepara sullavversario se
lavversario forte. Usa quello che ha di
meglio, i centrocampisti. Certo non gli at-
taccanti. Cassano in ritardo evidente, e
andrebbe capito perch, visto che in riti-
ro da un mese con il Milan. Balotelli pro-
segue la sua guerra personale contro il
mondo, Rossi e Pazzini erano troppo so-
li. Ma la Spagna non era meglio. Anzi, il
primo attaccante il loro primo proble-
ma. Hanno vinto il Mondiale con cinque
1-0. Manca Messi appunto, che casual-
mente argentino.
E cos un anno dopo il Mondiale ci sia-
mo rimessi in carreggiata. Prandelli ha
fatto un buon lavoro, il materiale che il
campionato gli offre modesto. Ma ci so-
no voglia di lavoro e fantasia. Non sia-
mo tornati i migliori, siamo tornati per
a essere avversari scomodi. In un anno
il massimo che si poteva chiedere.
RIPRODUZIONE RISERVATA
44
Gioved 11 Agosto 2011 Corriere della Sera

La risposta del presidente nerazzurro
BARI Si ritrovato capitano per un bel gesto di Buffon (Gli ho
lasciato la fascia con piacere) e ora Antonio Cassano ringrazia
tutti: Mi sono emozionato; stato un gran regalo e ringrazio
Gigi. Quindi Fantantonio riceve le lodi di Cesare Prandelli (Ha
tolto riferimenti e ha attaccato in profondit): una seratona,
per lui. Ma anche per gli altri. Il c.t., infatti, ha un messaggio da
lanciare (Non ci monteremo la testa), ma anche una certezza:
lItalia ha giocato con gambe, lucidit, coraggio e personalit. A
volte perfino troppa personalit. Il
pareggio era pi giusto ma meglio
cos.... Dunque, nazionale
promossa. E Balotelli pure: Non
conta quanto uno gioca, ma quello
che produce nel tempo a
disposizione. Quindi, se loro sono
i maestri, noi siamo come minimo
buoni allievi: La Spagna ha classe
ed esperienza e lo si vede. Noi
lavoriamo per crescere, ma non
abbiamo sfigurato. Sottoscrivono
sia Aquilani (Era importante
capire dove siamo e dopo un anno
di lavoro dico che siamo
cresciuti), che si preso anche la soddisfazione del gol-vittoria
(Ho avuto fortuna per una deviazione, ma me lo meritavo), sia
Montolivo, alla prima rete in azzurro: Sono stati ottimi
lapproccio e i primi 30. Poi abbiamo concesso qualcosa alla
Spagna ed era normale che accadesse. Se dovevamo dare una
risposta, ecco, labbiamo data. Prima della partita Prandelli era
intervenuto sulla penalizzazione della sua ex squadra, lAtalanta, e
sulla squalifica di Doni e Manfredini. un ambiente che conosco
bene, come conosco il presidente Percassi. Dire che una cosa
ingiusta sicuramente poco. La sanzione inflitta va riletta; e va
rivista la norma della responsabilit oggettiva. Luscita di
Prandelli non piaciuta al presidente della Figc, Giancarlo Abete:
Discutere sulla possibilit di rivedere la responsabilit oggettiva?
Non il momento. C da tempo un dibattito sulla norma; ma
un punto di riferimento, non solo dellItalia.
RIPRODUZIONE RISERVATA
ROMA La discesa in cam-
po segue alla scelta del campo,
il Tribunale Nazionale dello
Sport a Roma. Andrea Agnelli
non ci sta, si andr avanti sen-
za pace finch i due scudetti
conquistati asfaltando gli altri
sul campo non torneranno nel-
la nostra bacheca. Il Coni con-
ferma larrivo del ricorso che
serve a sterilizzare lambien-
te, e chi si era illuso che Cal-
ciopoli fosse finita il 18 luglio
scorso con la decisione di
non decidere del Consiglio fe-
derale sullo scudetto del 2006,
pu tornare sul pero da cui
cascato.
La Juventus scatena la batta-
glia a quel sistema bollato co-
me garantista e incompeten-
te che le ha scucito dal petto
due scudetti per poi girarne
uno, quello degli onesti, al-
lInter con un atto ammini-
strativo. Semmai lo scudet-
to dei prescritti, pri-
ma cannonata del pre-
sidente e ritiro delle di-
plomazie. Dal 2006
abbiamo sempre confi-
dato nella giustizia
sportiva pagando a ca-
rissimo prezzo chia-
risce Agnelli . A Na-
poli sono emersi fatti
nuovi, elaborati dal
procuratore Palazzi do-
po lesposto da noi
presentato per avere parit di
trattamento. Da Bari, dove si
giocata Italia-Spagna, il presi-
dente federale Abete manda
lennesimo invito ad andare ol-
tre: Rispetto le decisioni del
presidente Agnelli e del club
bianconero. Come cittadino so-
no per preoccupato dal crollo
in Borsa, credo che sia impor-
tante occuparsi del presente e
del futuro e non guardare sem-
pre nello specchietto retroviso-
re.
Ma lappello destinato a ca-
dere nel vuoto. Tra Tnas e Alta
Corte di Giustizia, Agnelli e gli
avvocati Briamonte e Chiappe-
ro, (nel pool c anche Pasqua-
le Landi, amministrativista a
Tor Vergata), hanno scelto il
Tnas, lunica sede in ambito
sportivo dove possibile al
contempo chiedere i danni e ri-
lanciare la sfida a Inter e Feder-
calcio. Siamo estremamente
favorevoli al dialogo ancora
il presidente della Juve , ma
non se questo dovesse servire
per lavare coscienze sporche e
a insabbiare. I nerazzurri non
hanno ricevuto alcuna notifi-
ca, n detto che la riceveran-
no. Manderanno solo una me-
moria scritta, secondo loro
limpugnazione della Juve non
p a s s e r a l v a g l i o
dellammissibilit, si sentono
tutelati e tranquilli anche se la
Juve ha armato i suoi legali.
Che si batteranno per provare
lillegittimit delle decisioni
di Guido Rossi, il commissario
Figc nel 2006 che assegn lo
scudetto allInter, e del Consi-
glio federale, che il 18 luglio
ha rimandato al mittente
lesposto datato maggio 2010
della Juve, rispettivamente pri-
mo e ultimo mattone con cui,
tenendo conto degli sviluppi
di Napoli, stata costrui-
ta una dispari-
t di tratta-
mento totale
e inaccetta-
bile ancora Andrea Agnelli
di un sistema che ci ha lapi-
dato e che ora si scopre incom-
petente. Ma che, per la Juve,
competente lo eccome, e chi
ha sbagliato pagher. Letteral-
mente. Il ricorso scritto da Bria-
monte e Chiappero, oltre a una
richiesta di risarcimento per
ora indefinita ma che la corte
potr equitativamente quan-
tificare, tiene aperta la possibi-
lit di far entrare in ballo pri-
ma il Tar e poi il Consiglio di
Stato. Se non raggiungessimo
gli obiettivi le parole di Mi-
chele Briamonte investirem-
mo la giustizia togata e le pro-
cure competenti. Danni dim-
magine, danni morali, da pre-
sa in giro, li definisce Chiap-
pero, danni da mancati introi-
ti, c anche il danno di chan-
ce, quello che costato mezzo
miliardo di euro a Mediaset:
che siano persone giuridiche o
fisiche, come il commissario
Rossi o i singoli componenti
del Consiglio federale, secon-
do la Juventus dovranno esse-
re calcolati seguendo una delle
due vie: Onel 2006 la decisio-
ne fu negligente il ragiona-
mento di Briamonte , o
lorizzonte temporale potrebbe
spostarsi al 2011. O il danno
stato creato nel 2006 o stato
creato nel 2011. In ogni caso,
la Juve ha aperto fronti in ogni
dove a colpi di esposti: al Pro-
curatore regionale presso la
Corte dei Conti, che ha il com-
pito di vigilare sullammini-
strazione pubblica e, quindi,
su Coni e Figc, al Prefetto di Ro-
ma e al ministero dellInterno,
perch la Figc ente morale, al
delegato di Controllo della Ge-
stione presso il Coni e allExe-
cutive Commettee dellUefa,
lorgano degli organi che, pe-
r, rispetter probabilmente la
sovranit delle federazioni na-
zionali. In autunno i primi ver-
detti: saranno definitivi?
Andrea Arzilli
RIPRODUZIONE RISERVATA
MILANO Spero solo che prima o poi vada in vacanza, cos si
rilassa. incisiva e ironica la replica di Massimo Moratti alle
nuove iniziative minacciate dalla Juventus, e in particolare dal
presidente Andrea Agnelli che poco prima aveva annunciato di
ricorrere alla giustizia ordinaria per tornare in possesso del titolo
vinto sul campo nel 2006 e passato ai nerazzurri in seguito alle
indagini su Calciopoli. Non ha voluto dire altro il presidente
dellInter (Non c da replicare, ha detto alluscita degli uffici
della Saras, la societ di raffinerie sarde di cui i Moratti sono
proprietari) apparso un po infastidito da questa nuova decisione
della Juve che intende, come primo passo, far revocare il titolo ai
nerazzurri, e dalle parole pronunciate da Agnelli: Il titolo
2005-2006 lo abbiamo vinto sul campo con 91 punti, qualcun
altro se l visto recapitare con un atto amministrativo. stato
definito lo scudetto dellonest: al pi lo scudetto dei
prescritti. Moratti sembrato quasi annoiato, certamente pi
interessato allandamento del mercato con i gioielli nerazzurri
Etoo e Sneijder sul piede di partenza. I tifosi interisti si attendono
ora un colpo di coda del mercato mancano tre settimane alla
chiusura per ritrovare la competitivit in Italia e in Europa.
RIPRODUZIONE RISERVATA
la Ccrman|a
mc||c |.o.
|| 8ras||c
Vince 3-2 la Germania contro un
Brasile ancora deludente. A
Stoccarda tutti i gol nella ripresa: al
16 Schweinsteiger su rigore,
raddoppio del 19enne talento Mario
Gtze (foto) al 22, in rete Robinho
al 27 su penalty; a 10 dalla fine
3-1 di Schrrle e 3-2 al 90 di
Neymar. I risultati delle altre
amichevoli internazionali:
S Francia-Cile 1-1
S Irlanda-Croazia 0-0
S Russia-Serbia 1-0
S Scozia-Danimarca 2-1
S Norvegia-Repubblica Ceca 3-0
S Ucraina-Svezia 0-1
S Austria-Slovacchia 1-2
S Polonia-Georgia 1-0
S Turchia-Estonia 3-0
S Slovenia-Belgio 0-0
S Galles-Australia 1-2
S Bosnia Erzegovina-Grecia 0-0
S Lituania-Armenia 3-0
S Lettonia-Finlandia 0-2
S Bielorussia-Bulgaria 1-0
S Ungheria-Islanda 4-0
S Liechtenstein-Svizzera 1-2
S Giappone-Corea del Sud 3-0
Altro che onesti, chi ha sbagliato pagher
Ci batteremo finch
quei due titoli conquistati
asfaltando gli altri
sul campo non torneranno
nella nostra bacheca
Patron Massimo
Moratti risponde
con ironia al nuovo
attacco della
Juventus per
riavere lo scudetto
del 2006 (Ansa)
Moratti: Spero che prima o poi
vada in vacanza, cos si rilassa
Le tappe
Capitan Cassano
Che regalo la fascia
Un grazie a Buffon
Sl/ |u||o 2OOG. |a Ca|
condanna |a !uvc a||a
scr|c 8 con 3O pun|| d|
pcna|||a. Scudc||o 2OO5
rcvoca|o. ouc||o 2OOG
non asscna|o
S25 |u||o 2OOG.
scn|cn/a d| apc||o. !uvc
|n 8 con -l7. la
lcdcrca|c|o asscna |o
scudc||o 2OOG a||ln|cr
S27 o||obrc 2OOG.
scn|cn/c dc||n|||vc con
!uvc |n 8 a -9
Sl3 apr||c 2OlO. nc|
proccsso pcna|c
cmcrono |n|crcc||a/|on|
chc co|nvo|ono anchc
|cr prcs|dcn|c dc||ln|cr
lacchc|||
SlO ma|o 2OlO. |a
!uvc prcscn|a un cspos|o
r|uardo |asscna/|onc
dc||o scudc||o 2OOG
S3l mar/o 2Oll.
Hora|||. |nd|na|o pcr |c
accusc su lacchc|||.
|ncon|ra || procura|orc
|cdcra|c Pa|a//| c
r|bad|scc ||n|cn/|onc d|
non rcs|||u|rc || |||o|o
S l |u||o 2Oll. Pa|a//|
arch|v|a pcr prcscr|/|onc
|c pos|/|on| d| Hora||| c
lacchc|||
SlO aos|o 2Oll. |a
!uvc prcscn|a r|corso a|
Tnas. || Tr|buna|c
na/|ona|c d| arb||ra|o
pcr |o spor| |s|||u||o
prcsso || Con|
Agnelli attacca lInter
Lo scudetto dei prescritti

C.t. Prandelli (laPrcssc)


Il dopopartita
Veleni la s|a|onc d| Ca|c|opo|| non s| ch|udc. |a !uvc |a un a||ro r|corso pcr || |||o|o 2OOG
Presidente Andrea
Agnelli non si ferma:
rivuole i due scudetti
tolti ai bianconeri (E|don)
LE SCOMMESSE VICINO A TE
tra Stoner e Lorenzo?
G GP P d de el l l l a a R Re ep pu ub bb bl l i i c ca a C Ce ec ca a
M Mo ot to o G GP P: : Pedrosa, 3 incomodo
Vincente Qualifica Ufficiale Vincente Gara
Quote aggiornate e altre scommesse su www.snai.it
Pilota Quote Pilota Quote
STONER CASEY 2,75
LORENZO JORGE 3,25
PEDROSA DANI 3,25
SIMONCELLI MARCO 10
SPIES BEN 10
ROSSI VALENTINO 25
DOVIZIOSO ANDREA 25
HAYDEN NICKY 100
EDWARDS COLIN 150
CRUTCHLOW CAL 200
ABRAHAM KAREL 250
BAUTISTA ALVARO 250
ALTRO 200
LORENZO JORGE 2,75
STONER CASEY 3,00
PEDROSA DANI 3,50
SPIES BEN 15
SIMONCELLI MARCO 20
DOVIZIOSO ANDREA 25
ROSSI VALENTINO 30
HAYDEN NICKY 100
CRUTCHLOW CAL 200
EDWARDS COLIN 200
BAUTISTA ALVARO 250
ABRAHAM KAREL 300
ALTRO 250
gioco legale
e responsabile
45 Sport
Corriere della Sera Gioved 11 Agosto 2011

Per informazioni chiamaci allo
02.6282.7555 / 7422
agenzia.solferino@rcs.it
Artigiani
Sgomberi
Traslochi
GLI ALTRI CHIUDONO E TU NO?
SCRIVILO SU
Traslochi
&
Sgomberi
A
P
E
R
T
O
P
E
R
F
E
R
I
E
Questi avvisi si ricevono tutti i giorni 24 ore su 24
all'indirizzo internet:
www.piccoliannunci.rcs.it
oppure tutti i giorni feriali a:
MILANO (20122): Via SOLFERINO 22,
tel.02/6282.7555 - 02/6282.7422, fax
02/6552.436 dal luned al venerd 9.15-
17.45 orario continuato - e-mail agen-
zia.solferino@rcs.it.
BOLOGNA (40126): via San Donato 85/a,
telefono 051/42.01.711, fax
051/42.01.028 dal luned al venerd 9-
13/14-18.
FIRENZE (50122): Lungarno Delle Grazie
22, tel. 055/55.23.41, fax
055/55.23.42.34, dal luned al venerd
9.00 13.00 / 14.00 17.30.
BARI (70122): Via VILLARI 50, tel.
080/57.60.111, fax 080/57.60.126, dal
luned al venerd 9-13 / 14.30-18.
NAPOLI (80133): Vico S. NICOLA ALLA
DOGANA 9, tel.081/497.7711, fax
081/497.7712, dal luned al venerd 9-
13 / 14.45-17.30.
Si precisa che tutte le inserzioni relative a
ricerche di personale debbono intendersi
riferite a personale sia maschile sia femmini-
le, essendo vietata ai sensi dell art. 1 della
legge 9/12/77 n.903, qualsiasi discrimina-
zione fondata sul sesso per quanto riguarda
laccesso al lavoro, indipendentemente dalle
modalit di assunzione e quale che sia il set-
tore o ramo di attivit. Linserzionista
impegnato ad osservare tale legge.
1
OFFERTE
DI COLLABORAZIONE
COLLABORATORI FAMILIARI 1.6
SESSANTENNE pensionato ottima pre-
senza libero impegni famigliari offresi
come autista custode. 339.21.40.757.
7
IMMOBILI TURISTICI
VALGARDENA
ORTISEI
VENDESI APPARTAMENTI LIBERI
mono-bilo-trilocali in complesso re-
sidenziale alta qualit. Posizione
prestigiosa.
HABIT SRL: 335.67.58.813.
www.habitimmobilien.it
COMPRAVENDITA 7.1
A abituati bene! Immersa nelle vigne Ol-
trepo Pavese, villetta piano unico. Solo
euro 79.000... e se ti sbrighi ti regaliamo
larredo! Dimenticavo... c anche la pi-
scina. 030.91.40.277.
APPARTAMENTI sul Lago di Garda, in-
cluso posto auto e possibilit posto bar-
ca, anche vista lago. Da euro 140.000
Tel. 0365.72.733.
CAPRI Villa Carla vendesi - www.villeca-
pri .i t - tel . 333.38.30.000 -
338.82.01.781.
EZE esclusiva. In anteprima appartamenti
nuovi, vistamare mozzafiato, piscina. Da
euro 342.000 i tal gestgroup.com
0184.44.90.72.
FORTEDEI MARMI elegantevillamq. 300
giardino mq. 1.500, piscina. Oggiano
347.27.80.687.
JUANLESPINSnuovaresidenza100me-
tri spiaggia bilocali ideali pied a terre op-
pure investimento reddito 9.000 euro
anno. www.gi l l i casavacanze.com
335.64.62.192.
MIAMI centralissima splendida villa tro-
picale 4 bedrooms euro 285.000! adia-
cente golf! 001.305.469.0968.
NIZZA Promenade, splendido trilocale,
completamente ristrutturato, ampio ter-
razzo panorami ca vi sta mare da
445.000 euro. ISIT 335.62.35.873
www.isitimmo.com
NOLI (Sv) in tipica borgata ligure, a pochi
passi dal mare, vendiamoalloggi bilocali
e trilocali, pronta consegna. Tel.
019.67.76.99 - 339.18.95.414.
PIETRA LIGURE rara opportunit adia-
centi piazza della Chiesa, nuovi bilocali
stupenda vista mare, ascensore, ter-
moautonomi. Tel. 019.62.62.86 - cell.
347.91.03.049
PORTO ROTONDO sul porto apparta-
mento prestigioso splendida vista mare.
0789.26.500 - www.immobiliarecom-
merciale.it
ROQUEBRUNECAPMARTINinvillapro-
venzale di recente, splendido apparta-
mento con terrazza giardino su impareg-
giabile vista mare sul golfo fino a Mon-
tecarlo, piscina, box 580.000 euro. ISIT
335.62.35.873 www.isitimmo.com
SANREMO Ospedaletti, Bordighera, ap-
partamenti, varie metrature, vista mare,
ottime opportunit. Mediem Agency
0184.50.73.66 - www.mediem.it
SARDEGNA Carloforte impresa vende
abitazione indipendente ristrutturata ar-
redata centro paese ottimo investimen-
to. 800.090.100.
SARDEGNAPuntaAldia, nuovaprestigio-
sa villa con piscina e vista panoramica.
0789.66.575 www.euroinvest-immobi-
liare.com
SARDEGNA SUL MARE
Euro 59.000 pazzesco! Tuttocompre-
so arredato corredato. Solo noi! Eun
villaggio turistico realizzato su un
pianounicoconbungalow, parcoda-
vanti alla spiaggia con guardiania
sala Tv sala lettura sala colazione.
Perch costano cos poco? Perch
erano 49 ne restano 15 e queste ul-
time le scontiamo del 20%. Capito?
Tel. per vedere 035.47.20.050.
SARDEGNA Villasimius affare villetta
nuova, quadrivani biservizi pi mansar-
da, giardino. Tel. 347.61.17.615.
TABLET
SUD SARDEGNA im-
presa vende da euro
149.000,00 realmente sul
mare nuovi bi-trilocali per-
sonalizzabili, pronta consegna, classe
A, finiture luxury, piscina, anche semin-
dipendenti. 800.090.100.
8
IMMOBILI COMMERCIALI
E INDUSTRIALI
OFFERTA 8.1
AFFITTASI Milano zona Mecenate fronte
tangenziale est uscita CAMM complesso
industriale commerciale riqualificabile
outl et di scoteca. 02.33.57.271
www.giardini.it/fantoli
9
TERRENI
TOSCANA importanti propriet Firenze,
Chianti, Montalcino, Lucca, Maremma:
aziende agricole/vinicole, agriturismo,
borghi medievali, ville storiche, case an-
tiche finemente restaurate con piscina,
palazzi. Tel/Fax 055.28.39.01 cell.
335.65.65.160. Mail: info@mochi.it
10
VACANZE
E TURISMO
ALBERGHI-STAZ. CLIMATICHE 10.1
ADRIATICO
Cesenatico - www.hotelwivien.it -
Offerte mare, piscine, animazione,
ottima cucina. 0547.19.30.040
ADRIATICO Gatteo Mare - Gobbi Hotels
- www.i nvacanza.com Tel .
0547.68.05.51 - Tutto incluso nella for-
mula villaggio 21-27 agosto euro
420,00; 28 Agosto-3 Settembre 378,00:
pensione completa, acqua, vino, spiag-
gia, pedal, piscine, acquascivolo, bar
gratuito, tennis, biciclette, animazione.
ADRIATICO Lidi Ferraresi. La vacanza
conveniene. Residence, appartamenti
fronte mare, da 400 settimanali agosto,
200 settembre. Tutto i ncl uso.
0533.37.94.16. www.vear.it.
AGOSTO- ultime camere. Last minute dal
17 con offerta famiglia 4=3 tutto com-
preso. Cesenati co Hotel Cavour
tel.0547.86.290. Climatizzato. Piscina.
Gestione proprietario. www.hcavour.it
AGOSTO specialissimo euro 55,00 com-
preso spiaggia, bevande - Hotel tre stelle
Pinarella/Cervia sul mare/pineta, clima-
tizzato, parcheggio. Tel. 0544.98.73.75.
BAMBINI gratis! Fino a 5 anni (in camera
con 2 adulti), da 6 a 10 sconto 50%. Dal
27 agosto al 10 settembre, 7 giorni pen-
sione completa; promozione non cumu-
l abi l e. Hotel Ri o Fi nal e Li gure
019.60.17.26 www.riohotel.it
CATTOLICA
Hotel Columbia tre stelle superiore.
Piscina. Tel. 0541.96.14.93. Signori-
le, sulla spiaggia. www.hotelcolum-
bia.net
CESENATICO Zadina Hotel Clipper tre
stel l e. Tel . 0547.67.29.00 -
0547.82.227. Climatizzato. 70 metri
mare. Giardino, parcheggio. Men scel-
ta. Buffets. Offertissima: 20 -27 agosto
euro 43,00, dal 27 agosto 35,00 bevan-
de comprese.
COSTIERA AMALFITANA speciali sog-
giorni agosto hotel 4 stelle, piscina, 200
metri dal mare in regime di mezza pen-
sione, pensione completa con prima co-
l azi one a buffet. Otti ma cuci na!
089.87.72.37 www.hotelvillaromana.it
GABICCE MARE Hotel Spiaggia Bed &
Breakfast . Tel .
0541.96.27.56-95.33.07. Direttamente
sulla spiaggia al giorno a persona Euro
30,00/45,00.
OFFERTA 2 adulti, 7 giorni, bimbo (0-4)
gratis, (5-13) 50%. Hotel La Milanese tre
stelle 019.62.80.84, Pietra Ligure,
www.hotellamilanese.it, info@hotella-
milanese.it
RIMINI Rivabella Hotel Driade tre stelle
sup. Tel. 0541.50.508. www.hoteldria-
de.it. Sulla spiaggia, senza attraversa-
mento strada. Ogni comfort. Parcheggio
custodito. Ultime disponibilit agosto.
Interpellateci!
RIMINI Rivazzurra Hotel Oregon Tre Stel-
le. Tel. 0541.37.31.07. Vicino mare. Cli-
matizzato. Parcheggio. Pensione com-
pleta da 47,00 Settembre 42,00. Richie-
dete pacchetto tutto compreso -
www.hoteloregon.it
12
AZIENDE
CESSIONI E RILIEVI
ASTI agriturismo avviato, scuderia, ma-
neggio, piscina, 1150 mq. abitativi, 7 et-
tari terreno, portico. 327.36.38.311.
UDINE centro storico, cedesi negozio av-
viato. Merceologia non vincolante. Info
cell. 338.90.73.797.
16
AVVENIMENTI
RICORRENZE
AGOSTOINCITT?
RISTORANTE BOSCO LAGHETTO .
www.boscolaghetto.it
info@boscolaghetto.it
0373.45.53.96 - 328.65.11.116
LUCILLA
LOAVREI SCRITTOconmolte pipa-
role, ma alla fine il senso sarebbe
sempre questo: dal 9 di agosto, sei
il nome che d al pi alto ed inde-
finibile dei concetti, che identifico
con la tua esistenza: la bellezza.
Pap.
TANTI AUGURI!
AL MIO AMORE SPECIALE,
un augurio speciale...
La tua Fidanzata.
18
VENDITE
ACQUISTI E SCAMBI
ACQUISTIAMO
Brillanti, Oro, Monete,
SUPERVALUTAZIONE, pagamento
contanti. Gioielleria Curtini, via
Unione 6. - 02.72.02.27.36 -
335.64.82.765.
21
PALESTRE
SAUNE MASSAGGI
ABBANDONATI a massaggi ayurvedici,
percorsi di bellezza scontati del 20%. In-
fo: 02.91.43.76.86.
ABBANDONATI al benessere. Esclusivo
centro riservato. Trattamenti antistress,
i dromassaggi o, promozi oni .
02.49.46.01.28 - 345.13.53.829.
CENTRO italiano, ambiente raffinato.
Massaggi olistici, rilassanti, tantissime
promozi oni . Porta Venezi a
02.39.66.45.07.
HADO SPA leleganza per il tuo corpo,
massaggi olistici con percorso termale.
Tel. 02.29.53.13.50.
MONNALISAbeauty center, ambiente ri-
lassante, massaggi olistici con sauna e
bagno turco. 02.66.98.13.15.
24
CLUBS
E ASSOCIAZIONI
A MILANOdistinta agenzia presenta ele-
ganti accompagnatrici, affascinanti mo-
del l e ed i nteressanti hostess.
335.17.63.121.
AGENZIA Azzurra presenta esclusive ac-
compagnatrici fotomodelle alto livello.
Milano. Tutta Italia. 339.64.14.694.
CONTATTO intrigante 899.00.41.85.
Spi ami 899.89.79.72. Euro 1,80
min./ivato. Solo Adulti. Mediaservizi,
Gobetti 54 - Arezzo.
46
Gioved 11 Agosto 2011 Corriere della Sera

MILANO Etoo ha gi detto
s allAnzhi Makhachkala, lInter
quasi. Per laccordo definitivo
fra i russi e il club di Moratti
mancano 5 milioni. Se si chiu-
de succeder in tempi rapidi,
ha confessato Marco Branca ai
suoi collaboratori. La trattativa
non terminata come ha lascia-
tointendere anche MassimoMo-
ratti ieri alluscita degli uffici del-
la Saras. Laffare non chiuso,
abbiamo ricevuto una proposta,
dobbiamo vedere cosa fare.
Ma ogni indizio porta nella di-
rezione del divorzio dallattac-
cante trentenne destinatoa sbar-
care alla periferia dei teatri calci-
stici in Daghestan, dove si rin-
chiuder in una sorta di pensio-
ne dorata. Marted sera il centra-
vanti camerunense accompagna-
todal suoprocurato-
re Claudio Vigorelli
ha incontrato gli
emissari del clubrus-
so in un hotel mila-
nese. Hanno discus-
so di ogni aspetto
economicodella pro-
posta (garanzie bancarie, diritti
dimmagine): 20 milioni di euro
netti annui per tre stagioni.
Deluso dallatteggiamento di
Moratti che non ha accettato di
ritoccare il suo ingaggio, reduce
da scontri dialettici con Gasperi-
ni, dopo aver vinto ogni trofeo
possibile fra Barcellona e Inter,
Etoo non disdegna di ritirarsi
dai grandi palcoscenici per qual-
che stagione, ripromettendosi di
tornarvi ad accordo (con lAn-
zhi) scaduto.
Ieri le trattative fra gli emissa-
ri russi e i dirigenti nerazzurri so-
no riprese: unora di colloquio
con Marco Branca, Piero Ausilio
e Rinaldo Ghelfi per definire i
contorni dellofferta allInter per
il cartellino del giocatore. I russi
propongono 25, lInter che ne
vorrebbe 40 per 30 chiude.
Il giocatore ieri ha lasciato la
Pinetina sgommandomentre i ti-
fosi gli chiedevano di restare.
Daccordo con il club che gli
aveva gi concesso dei giorni li-
beri post Pechino volato nel
suo Paese per incontrare il presi-
dente della federazione cameru-
nense. Torner a Milanodomeni-
ca sera: ad Appiano giurano che
non ha svuotato
larmadietto.
Ma se ogni tas-
sello del puzzle
sincastrer, lu-
ned si firma.
Pi nebulosa la
situazione riguardan-
te Wesley Sneijder, per
il quale il Manchester
United ha effettuato solo
un sondaggio. Ieri il
Daily Mail ha parla-
to dellimminente
sbarco di rappre-
sentanti dei RedDe-
vils per presentare
unofferta da 32 mi-
lioni per il centrocampista olan-
dese. Da Palazzo Saras smenti-
scono, ma infuturotuttopuan-
cora succedere. Unaltroattaccan-
te nerazzurro indiziato a partire
Pandev, per il quale lInter ha
discusso ieri con il Genoa di un
prestito in Liguria (finora per
sempre rifiutato dal giocatore).
Laltra trattativa parallela riguar-
dante il macedone porta a Napo-
li: il giocatore finirebbe alla corte
di Mazzarri per far approdare a
San Siro Ezequiel Lavezzi (anche
se al momento largentino co-
perto da una clausola rescissoria
da 31 milioni di euro). Di certo
lipotesi di mettere a disposizio-
ne di Gasperini un tridente tutto
argentino (Tevez-Milito-Lavez-
zi) alquanto suggestiva. LApa-
che resta il primo nome sulla li-
sta: la formula sarebbe il prestito
condiritto di riscatto (ma chiede
un ingaggio non inferiore ai 7
milioni). Ieri circolato anche il
nome di MarcoBorrielloma len-
tourage dellattaccante della Ro-
ma ha smentito. Con il Genoa si
tratta sempre lo slovacco Kucka
(che potrebbe arrivare subito,
dando Casemiro al Genoa) e Pa-
lacio, richiesto espressamente
dal tecnico interista. Mariga
stato ceduto alla Real Sociedad
in prestito con obbligo di riscat-
to.
CapitoloMilan: ieri sera a For-
te dei Marmi Massimiliano Alle-
gri ha festeggiato con Adriano
Galliani i suoi 44 anni (auguri).
Sono pronto ad aprire un ci-
clo, ha dichiarato il tecnico mi-
lanista in attesa di un rinnovo
del contratto (scadr il 30 giu-
gno prossimo). Non questo il
momento, Allegri deve stare
tranquillo. Il suo contratto verr
prolungato, siamo daccordo,
ma non ora, ha replicato lad
milanista. Chiss se il brindisi
stato rovinato dalle notizie pro-
venienti da Barcellona secondo
le quali i blaugrana hanno alzato
ulteriormente lofferta finoadar-
rivare a 40 milioni per ottenere
Fabregas dallArsenal.
Rumors su Cassano: pare che
il giocatore abbia fatto qualche
telefonata al club della capitale
dove ha gi giocato per verifica-
re la disponibilit. La Roma
segue lattaccante dellE-
spanyol italoargentino
Pablo Osvaldo.
Monica Colombo
RIPRODUZ ONE RISERVATA
Il tifoso potr vedere la
sua foto (formato mini)
sulla schiena del suo
idolo per meno di 25 euro
Il pensionato
pi ricco
del mondo
Incassi
Per comporre l1
occorrono 3.142
immagini. Per un incasso
di 78.235,80 euro
Accordo tra i russi e la punta. Moratti vuole 40 milioni, ma a 30 chiude
Immagini mini
Doni a pezzi:
Non voglio
pagare
per gli altri
La Vinci a Toronto
elimina la Wozniacki
2O
Idea di Ecclestone:
alternanza Spa-Francia
di ROBERTO DE PONTI
Pozzecco, ritorno
con Montegranaro
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE
MADRIDI vantaggi fisca-
li sugli stipendi dei calciatori
non bastano pi, la Liga spa-
gnola costretta a fare i conti
con la crisi economica e usare
la fantasia per equilibrare costi
esorbitanti ed entrate in calo.
Per il momentole due superpo-
tenze calcistiche, Real Madrid
e Barcellona, restano fuori dal-
la tempesta, annaspano invece
le quattro squadre di classifica
medio-alta che competono
conil resto della borghesia cal-
cistica europea sullacquisto
dei giocatori emergenti.
Fino allanno scorso, squa-
dre come Atletico Madrid, Sivi-
glia, Valencia e Villarreal, ave-
vanosponsor che pagavanoat-
torno ai 10 milioni di euro a
stagione pur di avere il proprio
marchio visibile in campiona-
to, Champions e Uefa. Que-
stanno il deserto. Non si fat-
to avanti nessuno. I presidenti
hanno tentato senza successo
di bussare alle porte dei colossi
finanziari, i pi colpiti dai tra-
colli borsistici. Si sono rivolti
allora al sistema delle banche
locali a guida politica, le Caixa,
certo pi sensibili al richiamo
dei tifosi. Ma andata anche
peggio dal momento che, delle
48 che esistevano in Spagna,
ne sono fallite 48. Cos, pur di
nonsvendere lospazioa unter-
zo del prezzo, magari a ditte di
provincia, la classe media calci-
stica ha decisodi lasciare la ma-
glietta bianca come accadeva
decenni fa e si rivolta ai tifo-
si.
Vuoi una tua foto sulle spal-
le del tuo calciatore preferito?
Per 24,90 euro la foto potr an-
dare a comporre il numerosul-
la maglietta. Certo, ci vorr
una potente lente dingrandi-
mento per riconoscersi perch
le foto oltre a essere virate in
Photoshop con il colore usuale
del numero, saranno di appe-
na 2 millimetri di lato.
Per il momento liniziativa
del Siviglia, ma il Granada
pronto a seguirne lesempio.
Nella situazione attuale, qual-
siasi cosa pur di alzare le entra-
te, ha detto al Pblico il diret-
tore marketing Alvaro Perez.
Per comporre il numero
uno, ad esempio, servono
3.142 foto da 2 millimetri di la-
to. Al prezzo di 24,90 ciascuna
fanno 78.235,80 euro.
C da scommettere che se i
tifosi risponderanno in massa,
ai giocatori verranno imposti
numeri pi corposi come il
33 o il 99, capaci di incor-
porare pi foto millimetriche e
quindi ottenere pi incassi. La
soluzione non del tutto nuo-
va, nel MotoGp o in Formula 1
esistonogi puzzle a pagamen-
to di questo genere. Ma per il
pallone una prima assoluta.
Come lo spostamento, an-
nunciato ieri, di almeno una
partita del campionato spagno-
lo alle 12 di domenica, quando
il sole ancora a picco.
Colpa del nuovoaccordosul-
la vendita dei diritti televisivi
in India, Cina e Giappone. In
questo modo i giapponesi po-
tranno vedere la partita in di-
retta alle 19, i cinesi alle 18 e gli
indiani alle 15. Anche Real e
Bara hanno dovuto chinare la
testa.
Andrea Nicastro
RIPRODUZIONE RISERVATA
La storia lc 8orsc cro||ano. |a l|a pcrdc || sponsor. || S|v|||a |avora d| |an|as|a c pcr s|s|cmarc || b||anc|o mc||c |n vcnd||a | numcr| dc| suo| |oca|or|
Fotofinish
In partenza
Etoo si sfila
la maglia
dellInter. Il
trasferimen-
to alla
societ russa
dellAnzhi
cosa quasi
fatta (lpp)
Roberta Vinci fa il botto a
Toronto: al 2 turno elimina la
n.1 del mondo Wozniacki 6-4,
7-5. La Schiavone, testa di
serie n.8 del tabellone,
debutta con una vittoria sulla
russa Makarova: 6-1, 6-3.
Fuori la Pennetta: 2-6, 6-3, 6-2
dalla Voskoboeva. Forfait
Clijsters, infortunata: rischia
anche lUs Open. Tra i maschi,
Federer gi negli ottavi a
Montreal: 7-5, 6-3 al canadese
Pospisil.
milioni netti
a stagione per 3
anni: sar lingaggio
di Samuel Etoo
Bernie Ecclestone discute con
gli organizzatori di Spa sul
futuro del Gp del Belgio,
minacciato da altri Paesi che
vogliono la F1: una soluzione
proposta dal manager inglese
lalternanza con la Francia, che
rientrerebbe cos nel calendario.
Ma la Francia, bocciata senza
appello Magny Cours, oggi pu
offrire solo il Castellet, mentre
Mister E. vorrebbe Parigi.
Intanto a Spa si correr il 28
agosto, dopo la pausa estiva.
Casa Milan
Incontro Allegri-Galliani
per il compleanno
dellallenatore. Contratto
prolungato ma non ora
C
erano una volta le
bandiere, e quelle ormai
non ci sono pi da tempo: Totti,
Del Piero e Zanetti sono rimasti
gli ultimi mohicani della fedelt
alla maglia. Poi arrivata
lepoca dei mercenari: Zlatan
Ibrahimovic (Ajax, Juventus,
Inter, Barcellona e Milan in
rapida successione) ne il
paradigma, un mal di pancia
qua e un contratto l, pur di
aumentare annualmente il
proprio ingaggio (e la
percentuale del procuratore).
Mercenari, s, ma con un
minimo di amor proprio: si
cambia maglia per riempire il
portafogli ma anche per trovare
nuove motivazioni, insomma
per provare a vincere qualcosa
di pi. Samuel Etoo andato
oltre: diventato il primo
mercenario senza frontiere. Alzi
la mano chi sa dove si trova il
Daghestan: prima che da
Makhachkala piovesse su Rino
Gattuso unofferta milionaria,
era pi o meno famoso solo per
confinare con la polveriera della
Cecenia. Da oggi sulla cartina
del calcio mondiale. Venti
milioni di euro netti allanno
sono un ottimo motivo per
scoprire nuove frontiere, ma
siamo sicuri che per un
giocatore che a Milano ne
guadagnerebbe 10 (netti,
allanno) la differenza sia cos
clamorosa? Se ti chiami Etoo,
hai 30 anni e sei uno degli
attaccanti pi forti al mondo,
svernare sul Mar Caspio non
devessere il massimo della vita,
e passare dalla musichetta della
Champions ai cori dei 20 mila
tifosi dello stadio Dinamo di
Makhachkala piuttosto
deprimente. Dice: nellAnzhi ci
gioca anche Roberto Carlos.
Vero, ma quello ha 38 anni (e 10
milioni di ingaggio, peraltro).
arrivato. Ora Etoo rischia di
diventare il baby pensionato pi
pagato della storia.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Montegranaro offre a
Gianmarco Pozzecco di tornare
a giocare e lex play, ritiratosi
nel 2008, vicino a dire s. Si
tratterebbe per di un rientro
limitato a una partita di serie A
o, pi probabilmente, a una
presenza nellAll Star Game,
con valenza benefica. Intanto il
Besiktas Istanbul sempre a
caccia di un gran colpo,
complice lo stop della Nba:
abbandonata la pista Bryant,
ha un contatto con Kevin
Durant.
Nella sua nuova veste di
imprenditore, Ronaldo ha
ottenuto per il Flamengo una
sponsorizzazione della
multinazionale Procter &
Gamble del valore di 2,5
milioni di euro. In cambio, il
Flamengo scriver Gillette sul
petto e Duracell sulla schiena
dei suoi giocatori. C per un
problema: nella lingua parlata
gillette significa bisessuale.
E non tutti sono convinti che
sia una buona idea scriverlo
sulle maglie dei giocatori.
La foto sulla maglia del tuo idolo per combattere la crisi
Etoo: s allAnzhi, lInter tratta
Calcioscommesse
Novit
TENNIS
FORMULA 1

BASKET
Ronaldo trova sponsor
Ma il nome imbarazza
Laddio l| |oca|orc |asc|a || r|||ro pcr vo|arc |n Camcrun. A||csa pcr Snc|jdcr. l| 8arca a|/a |o||cr|a pcr labrcas
BERGAMO Sono deluso. Arrabbiato. E non
posso stare in silenzio. Il capitano dellAtalanta
Cristiano Doni si sfoga con una lettera al sito
atalantini.com per commentare la sentenza che lo
condanna a 3 anni e 6 mesi nellinchiesta sul
calcioscommesse. Non vogliamo pagare con una
condanna che sia desempio agli altri ha scritto
Doni . Vogliamo che paghi chi ha sbagliato. Di
tutti i personaggi coinvolti non conosco nessuno,
eppure pago perch ero amico di Nicola Santoni.
Se io fossi colpevole, pagherei. Ieri lAtalanta
penalizzata di 6 punti da scontare nel prossimo
campionato di serie A ha giocato a Terno
dIsola unamichevole contro il Monza (1-1, in gol
Tiribocchi). I giocatori bergamaschi prima della
gara hanno indossato due magliette speciali: una
con il numero 27 e la scritta Doni, la seconda
con il numero 5 e la scritta Manfredini, laltro
atalantino punito dalla giustizia sportiva.
R PRODUZIONE RISERVATA
Il Siviglia in
campo senza
sponsor. Ora
lo spazio dei
numeri dei
giocatori
sar venduto
ai tifosi che
potranno far
stampare la
loro foto
(Insidefoto)
CALCIO
47 Sport
Corriere della Sera Gioved 11 Agosto 2011

06.05- 04.09.2011
espressioni di
GioPonti
www.triennale.org
Triennale di Milano
Viale Alemagna 6
Milano
02 724341
catalogoElecta
partner tecnici media partner
partner istituzionali dellaTriennale di Milano si ringrazia
SERVIZIO SPORTELLI: Milano: Via Solferino 22, luned
venerd 9 00 17 45 orario cont nuato Bologna: Via
San Donato 85, luned venerd 9 00 13 00/14 00
18 00 Firenze: Lungarno Delle Grazie 22, luned
venerd 9 00 13 00/14 00 18 00 Napoli: Vico S.
Nicola Alla Dogana 9, luned venerd 9 00
13 00/14 45 17 30 Bari: Via Villari 50, luned vener
d 9 00 13 00/14 30 18 00
Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano
ACCETTAZIONE
NECROLOGIE E ADESIONI
SERVIZIOTELEFONICOE TELEFAX
ATTIVO DA LUNED A DOMENICA 14-20
CON SUPPLEMENTO 20% SULLA TARIFFA BASE
Fax Necrologie
02 50956003 02 50956033
Telefono Necrologie
02 50984519
SI ACCETTANO CHIAMATE
ANCHE DACELLULARI SOLO DIETRO PAGAMENTO
CON CARTE DI CREDITO
SERVIZIO FATTURAZIONE NECROLOGIE:
TEL. 02 50956632 - FAX 02 25886632
E-MAIL: fatturazione.necrologie@rcs.it
LINVIO DI UN FAX DEVE ESSERE ACCOMPAGNATO
DA COPIA DI UN DOCUMENTO DI IDENTIT
Marted 9 agosto il
Padre Roberto BusaS.J.
tornato alla casa del Padre.- L'Associazione
CAEL ne ricorda la luminosa intelligenza di stu-
dioso e lo raccomanda nella fede del Signore Ri-
sorto a Colui presso il quale tutto vive.- Le ese-
qui e si svol geranno venerd 12 agost o
all'Aloisianum di Gallarate alle ore 10.
- Roma, 10 agosto 2011.
Partecipa al lutto:
Piero Mariagrazia Michele Barbara Stefano
Slocovich.
Il Direttivo del Centro Interdisciplinare di Ricer-
che per l a Computeri zzazi one dei Segni
dell'Espressione dell Universit Cattolica del Sa-
cro Cuore, C.I.R.C.S.E., partecipa con profondo
affetto, nutrito della speranza cristiana, al dolore
per la morte del suo ideatore e fondatore
padre Roberto BusaS.J.
che ha testimoniato fin dalla prima ora della sua
lunga e operosa esistenza la bellezza della dedi-
zione piena all'amore a Dio e alla ricerca inge-
gnosa e incondizionata della verit.
- Milano, 10 agosto 2011.
Paolo Pensotti Bruni ricorda commosso gli anni
di intensa collaborazione e di sincera amicizia
che
Padre Roberto Busa
gli ha regalato con paterno affetto.
- Varese, 10 agosto 2011.
Partecipano al lutto:
Nicoletta e Andrea.
Sandro Pensotti Bruni con Gianna e Marta.
L'Istituto di Glottologia dell'Universit Cattolica
del Sacro Cuore partecipa al lutto per la scom-
parsa di
Padre Roberto BusaS.J.
insigne studioso aperto alle moderne applicazio-
ni della tecnologia alle discipline umanistiche.
- Milano, 10 agosto 2011.
Partecipano al lutto:
Alfredo Valvo.
Celestina Milani.
Rosa Bianca Finazzi.
Chiara Colombo.
Anna Passoni.
Paola Pontani.
Paola Tornaghi.
La IBM Italia S.p.A. ricorda con stima e grati-
tudine
Padre Roberto Busa
protagonista di una straordinaria avventura
scientifica avviata in collaborazione con la IBM
che lo ha visto pioniere indimenticabile della lin-
guistica computazionale.
- Milano, 11 agosto 2011.
Con profondo dolore annunciano la scompar-
sa del loro pap e nonno
Conte
Arch. Luigi Medolago Albani
i figli Maria Laura, Anna Maria con Giorgio e
Agostino, Emanuele con Maria Grazia e Alessan-
dro, Edoardo, la cognata Francesca Medolago
Albani Casati.- I funerali si terranno gioved 11
agosto alle 10 in Duomo a Bergamo.
- Bergamo, 9 agosto 2011.
Rimpiangono il carissimo consuocero
Conte
Arch. Luigi Medolago Albani
Agostino e Francesca Fioruzzi e i figli Massimo,
Giulia con Ranieri, vicinissimi con affetto a Anna
Maria, Maria Laura ed Emanuele.
- Milano, 9 agosto 2011.
Francesco, Thea, Gloria e Sandro partecipano
con affetto al grande dolore di Maria Laura, Anna
ed Emanuele per la scomparsa del caro pap
conte
Luigi Medolago Albani
- Ranco, 10 agosto 2011.
Marcello e Letizia Castelbarco Albani sono af-
fettuosamente vicini a Maria Laura, Anna, Ema-
nuele e consorti per la scomparsa del loro caro
pap
Conte
Luigi Medolago Albani
- La Sforzesca, 11 agosto 2011.
Nel giorno delle stelle ha lasciato chi le voleva
bene
MariellaFrigerio Monesi
La ricordano con affetto e rimpianto Carlo, Simo-
ne e Simona con Francesco e Nicola, Aldina e
Sergio, Clara e Franco, Romana e Enzo, Angela
e Franco, Gaia e Enzo.- Parenti ed amici salute-
ranno Mariella venerd 12 agosto alle ore 11
presso la Sala del Commiato del cimitero di Lam-
brate. - Milano, 10 agosto 2011.
Partecipano al lutto:
Laura e Armando Bigogno.
Matilde e Sergio Frisoni.
Franco Anna Andrea Luca e Paolo Brizzi.
Nunzia De Chiara.
Gabriella e Luciano Granata.
Anna e Chicca salutano la loro amata sorellina
"grande"
Mariella
Con Gigi e Arrigo, Alessandra, Nicola e Stefano
stringono in un forte abbraccio Carlo, Simone,
Simona e i bambini.
- Milano, 10 agosto 2011.
Addio alla cara
Mariella
amica di giovent.- Renato e Anna con Paolo e
Massimo. - Celle Ligure, 10 agosto 2011.
Maddalena e Valerio Muzio ricordando con af-
fetto
Mariella
abbracciano forte Chicca, Anna e Carlo.
- Macugnaga, 10 agosto 2011.
E' improvvisamente mancato all'affetto dei suoi
cari il
dott. Umberto Lombardi
affranti lo annunciano la moglie Niny, le figlie
Barbara con Mauro, Alessandra, i nipoti Andrea,
Francesco e Marco.- Un ringraziamento partico-
larmente affettuoso a Gilberte e a Francisco.- I
funerali si terranno a Torino nella parrocchia di
S. Agnese, venerd 12 agosto alle ore 11.
- Camaiore, 10 agosto 2011.
Franco de Vecchi con Claudia e Luigi, Guido e
Filippo vicino a sua sorella Niny a Barbara e
Alessandra nel dolore per la perdita di
Umberto Lombardi
- Camaiore, 10 agosto 2011.
Paolo e Alessandra si stringono a Nini e figlie
in questo triste momento per la perdita di
Umberto Lombardi
- Magnago, 10 agosto 2011.
Presidenza, Direzione e soci tutti del Circolo
dell'Unione di Milano ricordano con profondo
rimpianto il consocio
dott. Umberto Lombardi
- Milano, 10 agosto 2011.
Il giorno 2 agosto 2011 mancato al nostro
affetto il
Generale di Corpo d'Armata
Giuseppe Alessandro
D'Ambrosio
Ne danno l'annuncio ad esequie avvenute, per
desiderio dell'estinto, la moglie Angiolamaria
Piona, la figlia Giovannalaura, il fratello Dottore
Ciro e famiglia. - Roma, 11 agosto 2011.
Carlo e Claudio con le rispettive famiglie sono
affettuosamente vicini ad Angiolamaria e Gio-
vannalaura in questo momento di grande dolore
per la scomparsa del caro
Giuseppe Alessandro
D'Ambrosio
Generale di Corpo d'Armata
- Milano, 11 agosto 2011.
venuto a mancare all'affetto dei suoi cari
Otto Insam
La moglie Ilena, i figli Normann e Alberto, la nuo-
ra Alessandra, i nipoti Caterina, Eugenia e An-
drea lo ricordano con infinito amore.- I funerali
si svolgeranno oggi, alle ore 11 presso la Basilica
di Sant Eugenio alle Belle Arti.
- Roma, 11 agosto 2011.
Fioretta con Luca e Beatrice sono vicini con tan-
to affetto alla signora Lelia al dottor Sandro alla
cara Jaqueline nel ricordo e grande stima di
Oreste (Popy) Franzi
- Chianti, 11 agosto 2011.
A
Popi
Dal 1952 ad oggi.- Mai persi.- Mi mancherai
troppo.- Marika. - Milano, 10 agosto 2011.
Partecipa al lutto:
Virginia Adalberto Grossi con Bruno Turri.
La Direzione dell'A.I.E. - Agenzia Italiana di
Esportazione S.p.A., partecipa al dolore del dot-
tore Cesare Rotondo per la perdita del caro pap
Gabriele Rotondo
- Rozzano, 10 agosto 2011.
Partecipano al lutto:
Lorenzo Mauri.
Bruno Uzzo.
Tarcisio Bergna.
Marco Cervillio.
mancato all'affetto dei suoi cari
Lino Brenna
di 86 anni.- Lo annunciano: la moglie Lidia, i figli
Carlo Maria, Gianluigi con Cristina, i cari nipoti
Marco, Benedetta e Francesco, le cognate, i ni-
poti e parenti tutti.- Un grazie particolare al dot-
tor Egidio Brenna.- I funerali avranno luogo in
Paina di Giussano venerd 12 agosto alle ore 10
nella chiesa parrocchiale.- La camera ardente si
trova in via IV Novembre, 47.
- Paina di Giussano, 10 agosto 2011.
La Presidenza, il Consiglio di Amministrazione,
il Collegio Sindacale, la Direzione e il personale
tutto dell'Ufficio Centrale Italiano ricordano con
rimpianto il
Dott. Enrico Tonelli
che per molti anni come Presidente e Consigliere
ha dato un contributo di elevato valore all'attivit
della societ. - Milano, 10 agosto 2011.
La Direzione e tutto il personale di TotalErg
profondamente colpiti dalla tragica scomparsa di
Mario Cuomo
partecipano commossi al dolore della moglie, si-
gnora Angela, e dei figli Alessandro ed Andrea.
- Roma, 11 agosto 2011.
"Dio ama chi dona con gioia".
(San Paolo)
Nel ricordo del caro
Gianni Gallo
Isidoro, Francesca, Giuseppe, Milena e Aldo Vai-
ra. - Barolo, 10 agosto 2011.
Francesco Arcucci ricorda con grande tristezza
la nobile figura di
RosaCalzecchi Onesti
- Milano, 10 agosto 2011.
Il 25 luglio all'et di 99 anni si spenta
MafaldaCretti
Suo figlio Giorgio affranto ne d notizia.
- Milano, 10 agosto 2011.
La moglie Annamaria, i fratelli ed i nipoti an-
nunciano il decesso del caro
Giovanni Zio
- Milano, 9 agosto 2011.
Guido Susini
pap, sappiamo di poter ancora e per sempre
contare su di te.- Monika Luca Andrea e Rebecca.
- Erbusco, 11 agosto 2011.
Guido
caro la tua mancanza sempre pi greve, i ri-
cordi riaffiorano con tanta malinconia.- La tua
mamma e Popi.
- Porto Petro, 11 agosto 2011.
"Amico bello..."
Dott. Giampietro Cisarri
Sempre con me.- Roberto Lanza.
- Milano, 11 agosto 2011.
11 agosto 2006 - 11 agosto 2011
Dott. Ing. Alberto Ballabio
Longoni
Ciao Alberto, i tuoi cari.
- Milano, 11 agosto 2011.
Le figlie, i generi, le nipoti e i nipoti ricordano
con affetto e nostalgia
CarlaPasserini Magni
nel decimo anniversario della scomparsa.
- Milano, 11 agosto 2011.
1993 - 2011
Mario Sironi
Con amore ti portiamo nei nostri cuori e tu vivi
in ognuno di noi.- Siamo insieme.- La tua fami-
glia. - Milano, 11 agosto 2011.
Pietro Fontana
averti avuto stato un grande dono.- Ci manchi
tanto.- Ti vogliamo bene.- I tuoi cari.
- Sesto San Giovanni, 11 agosto 2011.
11 agosto 2000 - 11 agosto 2011
Dott. Dario Mariotti
Ciao, Dario.- I tuoi cari.
- Milano, 11 agosto 2011.
48
Gioved 11 Agosto 2011 Corriere della Sera

Htc contro Lg, sfida a due per tre dimensioni:
la prova e la videorecensione di Paolo Ottolina
Salute
Sclerosi multipla
Raddoppiano i geni
associati alla malattia.
La ricerca su Nature.
Stati Uniti
Teppisti minorenni
Video: ragazzini autori di
violenze in centro citt.
Coprifuoco a Philadelphia.
Disabilit
Sms salvavita
Storia di Domingo, colpito
da una sindrome rara:
parla con i messaggini.
Tecnologie
Apple vs Samsung
Tribunale tedesco d
ragione a Jobs e blocca le
vendite del Galaxy Tab.
Appuntamenti
Notte della Taranta
L11esima edizione della
rassegna europea inizia
oggi: serata clou il 27.
Viaggi
Cilento da film
I luoghi dello sbarco di
Pisacane. E di Noi
credevamo di Martone.
Diretta
In edicola
con il Corriere
Il servizio gratuito salvo i costi di connessione internet previsti dal piano tariffario del proprio operatore
Maggiori informazioni su www.corriere.it/mobile
Ogni giorno le PREVISIONI della tua citt sempre con te
Digita: mobile.corriere.it nel browser del telefonino
Oggi su www.corriere.it
Alle 11 informativa
di Tremonti alle commissioni
Affari costituzionali
e Bilancio di Camera e Senato.
Il Tempo
a 6,90 euro
pi il prezzo del quotidiano
Crisi in commissione
In diretta
lintervento
del ministro
e il dibattito
sulle misure
anticrisi.
Sole Nuvolo Coperto Pioggia Rovesci Temporali Neve Nebbia Debole Moderato Forte Molto forte Calmo Mosso Agitato
MARE
Nuova Ultimo quarto Primo quarto Piena
S ll

OGGI
LE PREVISIONI
IL SOLE LA LUNA
LE TEMPERATURE D OGG
Bari Palermo Bologna Firenze Torino Napoli Roma Milano Genova Venezia
IN EUROPA
ASIA AUSTRALIA
Vancouver
Chicago
San Francisco
New York
Los Angeles
Citt del Messico
Buenos Aires
Santiago
Caracas
Bogot
Rio
de Janeiro
Lima
Luanda
Casablanca
Il Cairo
Lagos
Nairobi
Citt del Capo
Delhi
Pechino
Tokyo
Shanghai
Bangkok
Giacarta
Sydney
Seul
NORD AMERICA SUD AMERICA AFRICA
DOMANI
R Calab a
Catan a
Palermo
Alghe o
Cagliar
Olbi
Aosta
Torino
Milano
Trento
Venezia
Trieste
Ge ova
Bologna
Firenze
Perugia
Ancona
Aq a
Roma
Campobasso
Napo
Bar
Potenza
Cata
LE TEMPERATURE DI IERI IN ITALIA
min max
Ancona
Aosta
Bari
Bologna
Bolzano
Brescia
Cagliari
min max
Campobasso
Catania
Crotone
Cuneo
Firenze
Genova
Imperia
LAquila
Lecce
Messina
Milano
Napoli
Olbia
Palermo
Parma
Perugia
Pescara
Pisa
Potenza
R. Calabria
Rimini
Roma
Torino
Trento
Trieste
Udine
Venezia
Verona
min max min max min max
S = Sereno P = Pioggia N= Nuvoloso T = Temporale C= Coperto V = Neve R = Rovesci B = Nebbia




























Un detenuto modello
(Sylvester Stallone, foto) ha
quasi scontato la pena, ma
per vendetta viene inviato nel
carcere di massima sicurezza
diretto da Donald Sutherland.
Sorvegliato speciale
Rete4, ore 21.10
Una coppia di spiantati accetta
lofferta di un miliardario
(Robert Redford): una notte
damore con la donna (Demi
Moore, foto con Redford) per
un milione di dollari.
Proposta indecente
Rete4, ore 23.25
Una strage
poco conosciuta
Puntata speciale
dedicata al jazz
Film e programmi
Una contadina (Maria Grazia
Buccella) diventata soubrette
il capocomico (Carlo Giuffr,
foto con Buccella) se ne
innamora. Lex primadonna
(Mariangela Melato) la caccia.
Basta guardarla
La7, ore 21.10
Doc (Leonardo Pieraccioni,
foto) un medico che
conduce una vita tranquilla
con la moglie e il figlio. Dopo
anni torna il padre scomparso
(Harvey Keitel) e tutto cambia.
Il mio West
Canale 5, ore 21.20
Redford per Demi
spende un milione
Ottava edizione del Festival
dedicato alle opere prime. In
gara da Nessuno mi pu
giudicare a 20 sigarette. Si
apre con un omaggio a
Monicelli (foto).
Magna Graecia Festival
Rai 1, ore 23.35
Una delle pagine meno note
e pi drammatiche
dell'occupazione nazista in
Italia: la strage di Santa Anna
di Stazzema del 12 agosto
1944, sulle Alpi Apuane.
La storia siamo noi
Rai 2, ore 23.35
Sutherland
perseguita Stallone
Il corallo il pi grande
architetto della natura e le
barriere coralline presentano
la pi grande biodiversit di
qualsiasi ecosistema. Ne
parla stasera Piero Angela.
Superquark
Rai 1, ore 21.10
Puntata dedicata al festival
internazionale di Berchidda
Time in jazz, attualmente in
corso. Nata da unidea di Paolo
Fresu, la rassegna diventata
una delle pi prestigiose.
La musica di Rai3
Rai 3, ore 1.05
Tv in chiaro
Monicelli, omaggio
tra le opere prime
Mariangela Melato
caccia la Buccella
Pieraccioni
ritrova suo padre
Piero Angela
parla del corallo
Rai1
rai.it
Rai2
rai.it
Rai3
rai.it
Rete4
mediaset.it/rete4
Italia1
mediaset.it/italia1
Canale5
mediaset.it/canale5
La7
la7.it
MTv
mtv.it
20.00 TELEGIORNALE.
20.30 DA DA DA.
Videoframmenti
21.10 SUPERQUARK.
Attualit
TG1 60 SECONDI.
23.35 MAGNA GRAECIA
FILMFESTIVAL.
Attualit. Con
Chiara Giacomelli
20.25 ESTRAZIONI DEL
LOTTO. Variet
20.30 TG 2 20.30.
21.05 PRIVATE PRACTICE.
Telefilm
23.25 TG 2.
23.35 RAI 150 ANNI. LA
STORIA SIAMO NOI.
Attualit. Con
Giovanni Minoli
19.00 TG 3. TGR TGR METEO.
20.00 BLOB. Attualit
20.15 SABRINA - VITA DA
STREGA. Telefilm
20.35 UN POSTO AL SOLE.
21.05 SULLE TRACCE DEL
CRIMINE. Telefilm
23.05 TG REGIONE.
23.10 TG3 LINEA NOTTE
ESTATE. METEO 3.
20.30 RENEGADE. Telefilm
21.10 FILMSORVEGLIATO
SPECIALE.
(Drammatico, Usa,
1989). Regia di
John Flynn. Con
Sylvester Stallone,
Darlanne Fluegel,
Donald Sutherland.:
Tgcom; Meteo
20.00 TG 5. METEO
20.40 PAPERISSIMA
SPRINT. Variet
21.20 FILMIL MIO WEST.
(Commedia, Italia,
1998). Regia di
Giovanni Veronesi.
Con L. Pieraccioni,
H. Keitel, D.Bowie. :
Tgcom; Meteo 5
20.20 STANDOFF. Telefilm
21.10 WHITE COLLAR.
Telefilm
23.00 THE CLOSER.
Telefilm
0.45 POKER1MANIA.
Variet
1.40 RESCUE ME.
Telefilm.
Con Denis Leary
20.00 TG LA7.
20.30 IN ONDA - ESTATE.
Talk show
21.10 FILMBASTA
GUARDARLA.
(Commedia, Italia,
1970). Regia di
Luciano Salce. Con
M.G. Buccella, C.
Giuffr, M. Melato.
7.00 NEWS.
7.05 ONLY HITS. Musica
10.00 NINAS MAL. Telefilm
12.05 PARIS HILTON DUBAI
BFF. Variet
13.05 DISASTER DATE.
Variet
14.00 MTV NEWS.
14.05 THE CITY. Telefilm
15.05 JERSEY SHORE. TF
16.00 PIMP MY RIDE. Var.
17.00 MADE. Variet
18.00 MTV MOBILE CHAT.
19.05 INUYASHA
THE FINAL CUT. Cart
20.00 JERSEY SHORE. TF
21.00 PARIS HILTON
BRITISH BFF. Variet
22.00 PARIS HILTON
BRITISH BFF. Variet
23.00 SPECIALE MTV
SERA
6.00 COFFEE & DEEJAY.
9.45 DEEJAY HITS.
13.15 THE CLUB.
13.45 BELIEVERS.
14.00 SUMMER HITS.
16.00 DVJ ROTAZIONE.
17.00 SUMMER HITS.
18.45 BELIEVERS.
19.00 VACANZE ROMAGNE.
Attualit
20.00 JACK OSBOURNE: NO
LIMITS. Attualit
21.00 SHUFFOLATO.
22.00 UOMINI CHE
STUDIANO LE
DONNE. Attualit
23.00 VIA MASSENA.
Deejay TV
Rai4
rai.it
Rai5
rai.it
Rai
Storia
rai.it
Rai
Movie
rai.it
Rai
YoYo
rai.it
Rai
Gulp
rai.it
Boing
mediaset.it
La7d
la7.it
8.05 STREGHE VII. Serie
8.45 ALIAS. Serie
9.30 EUREKA SEVEN. Cart.
9.55 SOUL EATER. Cartoni
10.20 SOUL EATER. Cartoni
10.45 CODE GEASS: R2.
Cartoni
11.10 STAR TREK I. Serie
12.00 4400 II. Serie
12.45 INVISIVLE MAN I.
Serie
13.30 FLASHPOINT. Serie
14.15 ALIAS. Serie
15.00 DEAD ZONE II. Serie
15.45 ROSWELL II. Serie
16.30 INVISIVLE MAN I.
Serie
17.15 STREGHE VII. Serie
18.00 STAR TREK I. Serie
18.50 4400 II. Serie
19.35 ALIAS. Serie
20.20 FLASHPOINT. Serie
21.10 FILMMAGIC MAN .
(Thriller)
22.35 TORADORA! Cartoni
23.00 SOUL EATER. Cartoni
23.30 WONDERLAND. Att.
23.45 FILMNIGHTMARE -
NUOVO INCUBO.
(Horror)
11.05 COOL TOUR. Attualit
11.35 SPAIN... ON THE
ROAD AGAIN.
Documentario
12.35 PASSEPARTOUT.
Attualit
13.05 OGGI QUI... DOMANI
LL. Attualit
13.40 SEVEN AGES OF
ROCK. Doc.
14.40 COOL TOUR. Attualit
15.10 MISTER HYDE. LUCA
ARGENTERO. Att.
16.10 DREAMS ROAD.
Reportage
17.00 SPAIN... ON THE
ROAD AGAIN. Doc.
18.00 LE INTERVISTONE.
Attualit
18.30 COOL TOUR. Attualit
19.00 MISTER HYDE.
GABRIELLA PESSION.
Attualit
20.00 OGGI QUI... DOMANI
LL. Attualit
20.35 PASSEPARTOUT. Att.
21.05 INSALATA DI RISO.
Teatro
22.45 WASTE LAND.
Documentario
10.30 LE MONTAGNE DEL
MONDO. Attualit
11.30 GALLERIA. Attualit
11.45 COME ERAVAMO. Att.
12.00 STORIE DELLITALIA:
VIAGGIO IN SECONDA
CLASSE. Attualit
13.00 NOTTI E NEBBIE. Att.
14.15 DIFENDIAMO
LESTATE 1965. Att.
14.30 VISIONI PRIVATE. Att.
15.00 DIXIT MONDO. Att.
17.00 LE GRANDI
BATTAGLIE DEL
PASSATO. Attualit
18.00 QUATTRO GIORNI DI
ROCK. Attualit
19.00 RES GESTAE FATTI. Att.
19.05 GIUSEPPE DI
VITTORIO. Attualit
19.35 ALCATRAZ. Attualit
19.45 IL NONNO
RACCONTA...TAZIO
NUVOLARI. Attualit
20.00 SURVIVING THE
TSUNAMI. Attualit
21.00 DIXIT STELLE. Att.
22.00 DIXIT STELLE. Att.
23.00 FALQUI SHOW.
Attualit
6.50 FILMLA ZINGARA
ROSSA.
8.35 CINEITALIA -
PAESAGGI STORICI.
Attualit
9.00 FILMLA SIGNORA
SPRINT.
10.40 FILMSQUADRA
ANTIMAFIA.
12.15 FILMDIO, COME TI
AMO!
14.10 FILMLUCKY
LUCIANO.
16.05 FILMTOT TARZAN.
17.40 FILMTUTTI I GIORNI
DOMENICA.
19.20 FILMLA VENDETTA
UN PIATTO CHE SI
SERVE FREDDO.
21.00 FILMLA
GENERAZIONE
RUBATA.
(Avventura)
22.40 FILMHOMECOMING -
CANDIDATO
MALEDETTO.
(Horror). Regia di
Joe Dante.
23.40 FILMCONTRO
NATURA. (Horror)
19.00 BRITANNIA HIGH. Tf
19.30 HOLLYS HEROES. Tf
19.55 GULP FORWARD. Rag.
20.00 THE NAKED
BROTHERS BAND 1. Tf
20.30 THE ELEPHANT
PRINCESS. Telefilm
21.00 GRANI DI PEPE IV. Tf
21.25 LA COMPAGNIA DEI
CELESTINI 3. Cartoni
21.50 MARTIN MYSTERE.
19.50 BOB
AGGIUSTATUTTO.
Cartoni
20.00 WAYBULOO. Cartoni
20.20 BOOM E REDS. Cart.
20.25 BOOM E REDS. Cart.
20.35 LALBERO AZZURRO.
Attualit
20.50 DISEGNAMI UNA
STORIA 2. Cartoni
21.00 CUCCIOLI 2. Cartoni
18.50 LEONE CANE FIFONE.
Cartoni
19.00 LE NUOVE
AVVENTURE DI
SCOOBY DOO. Cart.
19.50 SPONGEBOB. Cartoni
20.40 THE GARFIELD SHOW.
Cartoni
21.10 GLI INCORREGGIBILI.
Cartoni
22.00 JOHNNY BRAVO.
19.40 S.O.S. TATA. Variet
20.40 TG LA7.
21.10 ALBALLOSCURO.
Variet
23.10 LE VITE DEGLI ALTRI.
Documentario
0.10 STORIE DI GRANDI
CHEF. Attualit
1.10 MOVIE FLASH. Att.
1.15 EFFETTI PERSONALI.
Attualit
Tv
2000
tv2000.it
18.45 NOVECENTO
CONTROLUCE.
19.20 NEL CUORE DEI
GIORNI.
19.40 TG 2000.
20.00 SANTO ROSARIO DA
LOURDES. Religione
20.30 TRA LADRIATICO E
LEUROPA NUOVI
ORIZZONTI.
Documentario
La5
mediaset.it
20.30 BEAUTIFUL. Soap
Opera
21.10 CATERINA E LE SUE
FIGLIE. Miniserie
23.00 MAKE ME PERFECT I.
Documentario
24.00 ANICA FLASH. Att.
0.05 AMICI DI MARIA
COLLECTION. Variet
1.10 FALCON BEACH I.
Telefilm
Cielo
cielo.it
19.40 MOST DANGEROUS -
PERICOLO REALE.
Variet
20.25 TOP CHEF. Variet
21.15 FILMMAX PAYNE.
(Azione,
Canada/usa, 2008).
23.00 WWE SMACKDOWN:
Wrestling
24.00 CIELO TG24 NOTTE.
0.25 SEX THERAPY.
Iris
iris.it
18.12 FILMLA MASCHERA
DELLA MORTE.
19.30 BOSTON LEGAL IV.
20.16 LAW & ORDER:
UNIT SPECIALE IV.
21.03 FILMPIOVUTO DAL
CIELO.
22.55 FILMORIGINAL SIN.
1.01 FILM7 SECONDS.
2.40 24 VI. Telefilm
3.25 24 VI. Telefilm
6.30 TG 1.: Previsioni
sulla viabilit -
Cciss Viaggiare
informati
6.45 UNOMATTINA
ESTATE. Attualit.
Che tempo fa; Tg 1
(7.00, 8.00, 9.00); Tg
1 L.I.S.; Tg 1 Flash
9.55 APPUNTAMENTO AL
CINEMA. Attualit
10.00 TG 1.
10.45 LA CRISI GLOBALE E
LA RISPOSTA
DELLITALIA. Attualit
13.30 TELEGIORNALE.
14.00 TG 1 ECONOMIA. Att.
14.10 VERDETTO FINALE.
Attualit
15.00 IL MARESCIALLO
ROCCA 4. Miniserie
16.50 TG PARLAMENTO
17.00 TG 1. CHE TEMPO FA.
17.15 HEARTLAND. Telefilm
17.55 IL COMMISSARIO
REX. Telefilm
18.50 REAZIONE A CATENA.
Variet
7.00 CARTOON FLAKES.
Ragazzi
9.50 AMERICAN DREAMS.
Telefilm
10.30 TG2PUNTO.IT ESTATE.
Attualit
11.25 IL NOSTRO AMICO
CHARLY. Telefilm
12.10 LA NOSTRA AMICA
ROBBIE. Telefilm
13.00 TG 2 GIORNO.
13.30 TG 2 E...STATE CON
COSTUME. Attualit
13.50 TG 2 S, VIAGGIARE.
Attualit
14.00 GHOST WHISPERER.
Telefilm
14.50 ARMY WIVES. Tf
15.35 SQUADRA SPECIALE
COLONIA. Telefilm
16.20 LAS VEGAS. Telefilm
17.05 90210. Telefilm
17.45 TG2FLASHL.I.S.
METEO2.RAI TGSPORT.
18.15 TG 2.
18.45 COLD CASE - DELITTI
IRRISOLTI. Telefilm.
19.35 SENZA TRACCIA. Tf
8.00 RAI 150 ANNI. LA
STORIASIAMONOI. Att.
9.00 SPECIALE CINEMA IN
TV - CINEMA DOGGI.
Attualit
9.10 FILMUN TRAM CHE
SI CHIAMA
DESIDERIO. (Dramm.,
Usa, 1951)
11.10 TG 3 MINUTI.
11.15 AGENTE PEPPER. Tf
12.00 TG 3.RAI SPORT
NOTIZIE. METEO 3.
12.15 CHE SAR SAR. Att.
13.00 CONDOMINIO TERRA.
Attualit
13.10 LA STRADA PER LA
FELICIT. Telefilm
14.00 TGR. TGR METEO.
14.20 TG 3.METEO 3.
14.45 TGR PIAZZA AFFARI.
Attualit
14.50 TG 3 L.I.S.
14.55 THE LOST WORLD. Tf
15.40 FILMSALVATE LA
TIGRE.
17.20 GEOMAGAZINE 2011.
Documentario
7.55 MIAMI VICE. Telefilm
8.55 NIKITA. Telefilm
10.20 PI FORTE RAGAZZI.
Telefilm
11.20 BENESSERE - IL
RITRATTO DELLA
SALUTE. Attualit
11.25 ANTEPRIMA TG 4.
11.30 TG 4 - METEO
12.00 WOLFF - UN
POLIZIOTTO A
BERLINO. Telefilm
13.00 DISTRETTO DI
POLIZIA. Telefilm
13.50 IL TRIBUNALE DI
FORUM -
ANTEPRIMA. Att.
14.05 IL TRIBUNALE DI
FORUM. Attualit
15.10 GSG9 - SQUADRA
DASSALTO. Telefilm
16.15 SENTIERI. Soap
16.35 FILMRAPIMENTO
ALLA CASA BIANCA.
18.50 ANTEPRIMA TG 4.
18.55 TG 4 - METEO
19.35 TEMPESTA DAMORE.
Soap Opera
8.00 TG 5 MATTINA.
8.50 MIRACOLI DEGLI
ANIMALI. Doc.
9.00 SOUTH PACIFIC. Doc.
9.30 FILMLE ALI DI
KATJA. (Avventura,
Danim./Germania/
Italia, 1999) : Meteo
5; Tg 5 Ore 10
11.00 FORUM. Attualit
13.00 TG 5. METEO
13.40 BEAUTIFUL. Soap
14.45 FILMROSAMUNDE
PILCHER - LARCO DI
CUPIDO.
(Commedia,
Germania, 2007). :
Tgcom; Meteo 5
16.20 IL MAMMO.
Serie
16.50 FILME-MAIL
DAMORE.
(Commedia,
Germania, 2003). :
Tg 5 minuti; Meteo 5
18.50 LA STANGATA. Quiz.
Con Gerry Scotti.:
Tg 5 - Anticipazione
8.20 CARTONI ANIMATI.
10.25 NIN. Telenovela
11.25 UNA MAMMA PER
AMICA. Telefilm
12.25 STUDIO APERTO. Nel
programma: Meteo
STUDIO SPORT -
ANTICIPAZIONI.
13.00 STUDIO SPORT.
13.40 DETECTIVE CONAN.
Cartoni
14.10 I SIMPSON. Cartoni
15.00 E ALLA FINE ARRIVA
MAMMA! Serie
15.30 GOSSIP GIRL.
Telefilm
16.20 O.C. Telefilm
17.10 HANNAH MONTANA.
Serie
18.05 LOVE BUGS. Serie
STUDIO APERTO -
ANTICIPAZIONI.
18.30 STUDIO APERTO. Nel
programma: Meteo
19.00 STUDIO SPORT.
19.25 C.S.I. MIAMI.
Telefilm. Con David
Caruso
6.00 TG LA7. : Meteo;
Oroscopo; Traffico
6.55 MOVIE FLASH.
Attualit
7.00 OMNIBUS -
RASSEGNA STAMPA.
Attualit.: Tg La7
7.50 IN ONDA - ESTATE.
Talk show
8.30 DIO VEDE E
PROVVEDE. Telefilm
10.25 LE VITE DEGLI ALTRI.
Documentario
11.25 MACGYVER. Telefilm
12.30 DIANE, UNO SBIRRO
IN FAMIGLIA.
Telefilm
13.30 TG LA7.
13.55 FILM
INVESTIGAZIONE
LETALE. (Spion., Gb,
1986)
16.20 MOVIE FLASH. Att.
16.25 MISTERY FILES. Doc.
17.00 LISPETTORE
BARNABY. Telefilm
19.00 CUOCHI E FIAMME.
Attualit
0.30 TG 1 - NOTTE.
1.00 CHE TEMPO FA.
1.05 APPUNTAMENTO
AL CINEMA.
Attualit
1.10 SOTTOVOCE. Attualit
0.30 CLOSE TO HOME.
Telefilm.
1.25 UNA DONNA ALLA
CASA BIANCA.
Telefilm. Con Geena
Davis
23.45 FUORI ORARIO. COSE
(MAI) VISTE.
Attualit. Con Enrico
Ghezzi
0.25 APPUNTAMENTO AL
CINEMA. Attualit
23.20 FILMPROPOSTA
INDECENTE. (Sent-,
Usa, 1993). Regia di
Adrian Lyne. Con
Robert Redford,
Demi Moore
23.15 TG 5 NUMERI IN
CHIARO.
23.45 IL SENSO DELLA VITA
STORY. Variet. Con
Paolo Bonolis
1.10 TG 5. METEO
3.25 FILMBLOODY
PSYCHO - LO
SPECCHIO. (Horror,
Italia, 1989).
5.10 MALCOLM.
Telefilm
23.30 LA VALIGIA DEI
SOGNI. Attualit.
24.00 TG LA7.
0.10 MOVIE FLASH. Att.
0.15 FILMMALCOLM X.
(Biografico, Usa)
DATI DI PROGRAMMAZIONE
FORNITI DA COMPUTIME
CANALE 69_DIGITALE TERRESTRE CANALE 752_SKY
50
Gioved 11 Agosto 2011 Corriere della Sera

A
lzataccia, ne vale la pena: vedetelo e-o registratelo,
ma Un tram che si chiama desiderio il capostipite
di tutti i mlo e il pi bello, struggente e orgoglioso
dei molti film tratti dei drammi di Tennessee Wil-
liams, lo scrittore che ha introdotto Freud nel cinema e di cui
ricorre il centenario della nascita (forse la Rai lo sapeva). Il
Tram (titolo subito popolare, Corrado Lojacono cantava in
Attanasio cavallo vanesio con Rascel La mia donna si chia-
ma desiderio...) un manifesto della poetica del grande
grandemente infelice scrittore sudista spesso identificato nel-
le sue eroine avide di affetto, specie lindimenticabile Blan-
che che si trasferisce dalla sorella, vive unesistenza gentile di
memorie e illusioni, finch il cognato virile, sudato, manesco
e in canotta, non la riporta alla realt e subito dopo la spedi-
sce in manicomio. Tutto rimasto mito, dallinterpretazione
memorabile di Vivien Leigh (foto con Marlon Brando), che
dodici anni dopo Via col
vento ribalta limmagine
di Rossella e vince uno
dei quattro Oscar del film,
soffrendo a nome di tutte
come in teatro fanno ma-
gistralmente prima la Mo-
relli diretta da Visconti,
poi la Melato. Ma il film,
che ha nel cast i premiati
Karl Malden e Kim Hun-
ter, sta nel lancio del mu-
scoloso Marlon Brando
che aveva gi recitato
Kowalski (anche qui un
nome che resta, chiedete-
lo a Paolo Rossi...) in tea-
tro e conferma la plastica
seduzione di uomo crudel-
mente attraente nellalle-
stimento che resta fedele alla scena scoprendone i gangli vita-
li visivi. Il grande Elia Kazan, dimenticato, spesso rimosso
per linfelice delazione alla caccia alle streghe, il doppio regi-
sta di Brando e del Tram anche a Broadway, a lui si deve ogni
raccapricciante sottigliezza analitica ed espressiva.
Ora La Cineteca di Bologna gli rende omaggio e giustizia
editando un prezioso cofanetto con il libro di appunti di re-
gia e laffettuoso special che gli ha dedicato un fan illustre,
Scorsese, che coi film di Kazan cresciuto. Scandaloso allora
per la censura americana che impose un finalino aggiunto
dopo la memorabile ultima battuta di Blanche, il Tram un
ritratto di Donna-Madonna ancora sconvolgente, lespressio-
ne di un disagio contagioso esistenzial-sessuale, Freud in po-
esia.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Un tram che si chiama desiderio
Rai 3, ore 9.30
Pay Tv
Accorsi ama ancora
Vittoria Puccini
S| r||rovano (ouas|) |u||| |
pro|aon|s|| dc||u|||mo bac|o.
so|o chc s|avo||a hanno /O ann|.
Tra | pro|aon|s|| S|c|ano
Accors| c V|||or|a Pucc|n| (|o|o)
chc s| r|scoprono |nnamora||.
Baciami ancora
Cinema Emotion, ore 21.15
DiCaprio e Damon
tra bene e male
Un regista precario
parte per lIraq
I Classici dc||cs|a|c
Har||n Scorscsc |ncroc|a bcnc c
ma|c con lconardo 0|Capr|o c
Ha|| 0amon (|o|o ass|cmc). ||
pr|mo. un po||/|o||o chc s|n||||ra
|ra ma|v|vcn||. || sccondo un
ma|v|vcn|c |ra | vcr||c| d| po||/|a.
The Departed
Premium Cinema, ore 21.15
|a s|or|a dc| rc|s|a. Aurc||ano
Amadc| (V|n|c|o Harch|on|. |o|o
con Caro||na Crcsccn||n|).
28cnnc an||m||||ar|s|a c prccar|o.
chc r|ccvc |o||cr|a d| par||rc pcr
|lrao comc a|u|o rc|s|a.
20 sigarette
Sky Cinema 1, ore 21.10
Brando e Vivien Leigh
nel padre di tutti i mlo
13.20 MANGIA, PREGA, AMA Tratto dal
best seller di Liz Gilbert, la storia
vera della scrittrice che abbandon
tutto per girare il mondo alla ricerca
di s stessa. Sky Cinema 1 HD
14.25 A MUSO DURO Un reduce
(C. Bronson) del Vietnam coltiva
meloni nel Colorado ma si scontra
con il racket della manodopera.
Pellicola del 1974. MGM
16.10 MISSIONE COCCODRILLO Un
cacciatore di coccodrilli salva dai
fucili dei cacciatori di frodo un
alligatore, che ha ingoiato un faro
satellitare americano. MGM
17.30 BASTA CHE FUNZIONI Il film che
segna il ritorno di W. Allen a
Manhattan racconta lamore tra il
burbero Boris e la molto pi giovane
Melody. Sky Cinema Hits HD
AMORE IN LINEA Priya Sethi (S.
Saran) di Bangakore, lavora in un
call center delocalizzato in India e
finge di vivere a San Francisco. Un
giorno... Sky Cinema Passion HD
18.55 THE TWILIGHT SAGA: ECLIPSE In
questo terzo capitolo della saga,
Bella deve decidere tra il suo amore
per Edward e lamicizia con Jacob
Black. Sky Cinema 1 HD
19.05 GIORNI CONTATI Jericho Cane (A.
Schwarzenegger) difende una
ragazza dallultima incarnazione del
Male (G. Byrne). Sky Cin. Hits HD
20.25 BUGS BUNNY SHOW Il film
raccoglie unantologia delle pi belle
avventure interpretate dai pi famosi
personaggi della Warner Cartoon. Al
pazzoide coniglio Bugs Bunny sono
affidati i vari siparietti che
intercalano le storie vere e proprie
che hanno per protagonisti, tra gli
altri, Porky Pig, il maialino
balbuziente, Gatto Silvestro sempre
alle prese con il canarino Titti e lo
stesso Bugs Bunny, intramontabile
combinaguai. Boomerang
21.00 A DISTANZA RAVVICINATA Un
padre (C. Walken) torna a casa e
prende nella sua banda il figlio (S.
Penn). Quando le cose non vanno
come previsto, luomo si dilegua.
MGM
ALL THAT JAZZ - LO SPETTACOLO
CONTINUA B. Fosse dirige il musical
che ha conquistato quattro premi
Oscar (scenografie, costumi,
montaggio,musiche) e la Palma doro
a Cannes. Sky Cinema Classics
MAGA MARTINA E IL LIBRO
MAGICO DEL DRAGHETTO
Teodolinda una strega buona
prossima alla pensione che intravede
nella piccola Martina la sua degna
erede. Sky Cinema Family
COLPO GROSSO AL DRAGO ROSSO
Azione, combattimenti di kung fu,
Cinema Sport
19.00 BRITANNIA HIGH Rai Gulp
19.10 WILL & GRACE Fox Life
I-CARLY Nickelodeon
19.15 I GRIFFIN Fox HD
19.20 CRIMINAL MINDS Fox Crime HD
19.30 SUMMER IN TRANSYLVANIA
Nickelodeon
HOLLYS HEROES Rai Gulp
19.40 CORY ALLA CASA BIANCA Disney
Channel
20.05 ZACK E CODY SUL PONTE DI
20.30 BUONA FORTUNA CHARLIE!
Disney Channel
LA VITA SECONDO JIM Fox HD
HOT IN CLEVELAND Fox Life
THE ELEPHANT PRINCESS Rai
Gulp
21.00 CRIMINAL MINDS: SUSPECT Fox
Crime HD
17.00 KEEPING UP WITH THE
KARDASHIANS E!
18.15 S.O.S. TATA Fox Life
19.20 SE MARTED ALLORA SIAMO IN
BELGIO MGM
HELLS KITCHEN USA Sky Uno
19.50 BATTISTELLI - EXPERIMENTUM
MUNDI Classica
20.10 INCONTRI CONTEMPORANEI -
BATTISTELLI Classica
AMERICAS NEXT TOP MODEL Sky
Uno
20.30 THE DANCE SCENE E!
21.00 TAKESHIS CASTLE Cartoon
Network
KENDRA E!
21.05 LOL - TUTTO DA RIDERE Sky Uno
21.10 HELLS KITCHEN USA Sky Uno
21.30 ICE LOVES COCO E!
18.30 ADVENTURE TIME Cartoon
Network
POKMON NERO&BIANCO K2
18.40 THE GARFIELD SHOW Boomerang
MISSIONE CUCCIOLI DeAkids
19.05 TOM & JERRY TALES Boomerang
19.30 LA PANTERA ROSA & CO.
Boomerang
19.45 BEN 10 ULTIMATE ALIEN Cartoon
Network
A TUTTO REALITY: LISOLA K2
19.55 GULP FORWARD Rai Gulp
20.00 SPONGEBOB Nickelodeon
20.05 PIPPI CALZELUNGHE DeAkids
20.30 PIPPI CALZELUNGHE DeAkids
SPANK TENERO RUBACUORI
Nickelodeon
20.55 PHINEAS & FERB Disney Channel
21.00 DUE FANTAGENITORI K2
14.10 AFFARI DI FAMIGLIA: VOLO IN
ALIANTE History Channel
15.00 TOP GEAR Discovery Channel HD
16.00 SWORDS: PESCA IN ALTO MARE
Discovery Channel HD
17.00 STREET CUSTOMS Discovery
Channel HD
18.00 LULTIMO SOPRAVVISSUTO
Discovery Channel HD
19.00 COME FUNZIONA? Discovery
Channel HD
20.00 TOP GEAR Discovery Channel HD
21.00 YEHUDI MENUHIN -
MASTERCLASS Classica
TOP GEAR Discovery Channel HD
LA PRINCIPESSA VAMPIRO
History Channel
LA SUBACQUEA VA IN CROCIERA
Yacht & Sail
Serie Tv Intrattenimento Ragazzi Documentari
battute fulminanti e belle donne nella
pellicola dazione con J. Chan e C.
Tucker. Sky Cinema Max HD
ANTWONE FISHER Fisher un
marine che in seguito a strani
comportamenti viene mandato da
uno psichiatra che lo aiuter a
scoprire il suo passato. Sky Cinema
Passion HD
21.10 20 SIGARETTE Lesperienza del
filmaker Aureliano Amadei, partito
per girare un film in Iraq e rimasto
vittima dellattentato a Nassirya. Sky
Cinema 1 HD
LA CASA DEI FANTASMI Un agente
immobiliare, per motivi professionali,
si trasferisce con la famiglia in una
casa infestata dai fantasmi. Con T.
Stamp. Sky Cinema Hits HD
22.35 DADDY SITTER R. Williams e J.
Travolta, menager di alto livello,
devono occuparsi di 2 gemelli di 7
anni. Serie di camei della famiglia
Travolta. Sky Cinema Family
22.45 FOUR BROTHERS Mark Wahlberg,
con altri tre fratelli, giura vendetta
dopo la morte della madre. Sky
Cinema Hits HD
22.50 A-TEAM Il film parte dalla serie tv
degli anni 80 per raccontare le
vicende dellA-Team, un gruppo di ex
combattenti dellesercito. Sky
Cinema 1 HD
14.00 AUTOMOBILISMO: EUROPA, GARA
2 Ferrari Challenge Sky Sport 2 HD
14.30 CICLISMO: 3 TAPPA Tour del
Benelux. Diretta Eurosport
17.00 TENNIS: OTTAVI DI FINALE Torneo
WTA di Toronto. Diretta Eurosport
CALCIO: JUVENTUS A - JUVENTUS
B Amichevole. Diretta Sky Sport 1
HD
18.00 TENNIS: SESSIONE DIURNA, 4
GIORNATA ATP World Tour 1000
Series Montreal. Diretta Sky Sport 2
HD
19.00 CALCIO: 2009/10: CHELSEA -
MANCHESTER CITY Premier
League Classics ESPN
CALCIO: GERMANIA - BRASILE
Amichevole Sky Sport 1 HD
19.30 CALCIO: 2009/10: MANCHESTER
UNITED - CHELSEA Premier League
Classics ESPN
20.30 CALCIO: LAZIO - REAL SOCIEDAD
Amichevole. Diretta Sport Italia
21.00 BASEBALL: SEMIFINALI
Campionato Italiano RaiSport 1
CALCIO: FLAMENGO - ATLETICO
PARANAENSE Copa Sudamericana.
Differita Sky Sport 1 HD
22.00 CALCIO: 2009/10: AMBURGO -
SCHALKE Bundesliga Story ESPN
SPORT ESTREMI: YUCATAN Red
Bull Cliff Diving Sky Sport 2 HD
22.30 WRESTLING: EP. 6 Wrestling
International Experience Sky Sport
Sky
Eddie Murphy
affronta gli spiriti
Forum Televisioni: www.corriere.it/grasso
Videorubrica Televisioni: www.corriere.tv
d| Maurizio Porro
!|m (Edd|c Hurphy) c un acn|c
|mmob|||arc chc |rascura |a
||||o|c||a. la s||ua/|onc camb|a
comp|c|amcn|c dopo una v|s||a
|n un v||||no chc scopr|ra
|n|cs|a|o da| |an|asm|.
La casa dei fantasmi
Sky Cinema Hits, ore 21.10
Film
e programmi
13.30 HEIST I. Telefilm JOI
13.35 UN SOLO DESIDERIO. Film MYA
13.55 PHILADELPHIA. Film Studio
Universal
14.00 HUMAN TARGET II. Telefilm STEEL
14.12 GAMER. Film Premium Cinema
14.16 HEIST I. Telefilm JOI
15.10 BAYWATCH IX. Telefilm STEEL
15.21 UNA MAMMA PER AMICA V.
Telefilm MYA
15.51 POSEIDON. Film Premium Cinema
16.00 PUSHING DAISIES I. Telefilm STEEL
16.08 UNA MAMMA PER AMICA V.
Telefilm MYA
16.19 MONK III. Telefilm JOI
16.40 SOGNO DI UNESTATE. Film Studio
Universal
16.50 TRAUMA I. Telefilm STEEL
17.08 DR. HOUSE - MEDICAL DIVISION
V. Telefilm JOI
17.23 QUALCOSA DI CUI... SPARLARE.
Film MYA
17.35 BENVENUTI AL SUD. Film
Premium Cinema
17.40 BAYWATCH IX. Telefilm STEEL
17.57 DR. HOUSE - MEDICAL DIVISION
V. Telefilm JOI
18.35 ATTACCO ALLO STATO. Minis. STEEL
18.35 BRONCO BILLY. Film Studio
Universal
18.44 ROYAL PAINS II. Telefilm JOI
19.27 DIAMOND 13. Film Premium
Cinema
19.36 PRETTY LITTLE LIARS. Telefilm
MYA
19.37 MIAMI MEDICAL. Telefilm JOI
20.24 RESCUE SPECIAL OPERATIONS II.
Telefilm JOI
20.25 PRETTY LITTLE LIARS. Tf MYA
20.25 TRAUMA I. Telefilm STEEL
20.40 HOLLYWOOD COLLECTION. Rubrica
Studio Universal
21.15 THE DEPARTED - IL BENE E IL
MALE. Film Premium Cinema
21.15 JUSTICE - NEL NOME DELLA
LEGGE. Telefilm JOI
21.15 RIZZOLI & ISLES I. Telefilm MYA
21.15 BLOOD BROTHERS. Film STEEL
21.15 CATTIVE COMPAGNIE. Film Studio
Universal
22.01 CLOSE TO HOME II - GIUSTIZIA AD
OGNI COSTO. Telefilm MYA
22.04 JUSTICE - NEL NOME DELLA
LEGGE. Telefilm JOI
22.47 ONE TREE HILL VII. Telefilm MYA
22.50 SUPERNATURAL I. Telefilm STEEL
23.00 DANTE FERRETTI: SCENOGRAFO
ITALIANO. Documentario Studio
Universal
23.03 THE MIDDLE II. Telefilm JOI
Mediaset Premium
51
Corriere della Sera Gioved 11 Agosto 2011

52
Gioved 11 Agosto 2011 Corriere della Sera