Sei sulla pagina 1di 35

full circle magazine n.

44 4
ndce
Ixoo Flufoh
T
T
X
X
D
D
N
N
H
H
O
O
L
L
Y
Y
H
H
0
0
X
X
Q
Q
D
D
Q
Q
Q
Q
R
R
G
G
R
R
S
S
R
R
U Un no o s sg gu ua ar rd do o r re et tr ro os sp pe et tt ti iv vo o a al l B Br ro ow ws se er r F FP PS S d di i l ld d S So of ft tw wa ar re e
LA RIVISTA INDIPENDENTE PER LA COMUNIT LINUX UBUNTU
QXPHUR 77 0 Glfhpeuh 5343
full circle magazine non affiliata n sostenuta da Canonical Ltd.
full circle magazine n. 44 5
ndce
Cli articoli contenuti in questa rivista sono stati rilasciati sotto la licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso
modo 3.0. Ci significa che potete adattare, copiare, distribuire e inviare gli articoli ma solo sotto le seguenti condizioni: dovete attribuire il lavoro
all'autore originale in una qualche forma (almeno un nome, un'email o un indirizzo lnternet) e a questa rivista col suo nome ("Full Circle Magazine") e
con suo indirizzo lnternet www.fullcirclemagazine.org (ma non attribuire il/gli articolo/i in alcun modo che lasci intendere che gli autori e la rivista
abbiano esplicitamente autorizzato voi o l'uso che fate dell'opera). Se alterate, trasformate o create un'opera su questo lavoro dovete distribuire il lavoro risultante con la
stessa licenza o una simile o compatibile. Fullcircle completamente indipendente da Canonical, lo sponsor dei progetti di Ubuntu, e i punti di
vista e le opinioni espresse nella rivista non sono in alcun modo da attribuire o approvati dalla Canonical.
Ixoo Flufoh
LA PlVlS1A lNDlPENDEN1E PEP LA COMUNl1 UBUN1U
Dffruflduh l olqn s146
Vfulyhuh shu Ixoo Flufoh s147
Edfnxs frq Zxel s143
Surjudppduh Lq S|wkrq Sw4; s13:
Grqqh Xexqwx s157
Jlrfkl Xexqwx s158
Frpdqgd ) Frqtxlvwd s138
Wrs 8 0 Folhqw elwwruuhqw s164
Lqwhuylvwd dl Whdp s154
ln questa nuova rubrica, ogni mese,
pubblicheremo interviste ai membri
delle Comunit Locali (LoCo) e dei
gruppi di traduzione.
Olqx{ Ode s148
Un vecchio laptop senza
connessione di rete. Ci riuscir
il nostro eroe Slitaz Linux!
Uhfhqvlrqh 0 Xqhwerrwlq s153
Ohwwhuh s155
full circle magazine n. 44 6
ndce
H
H
G
G
L
L
W
W
R
R
U
U
L
L
D
D
O
O
H
H
Ehqyhqxwl doo*xowlpr qxphur gl Ixoo Flufoh1
Beh... inrealt l'ultimodel 2010! Per prima cosa, prima che qualcunovada inpanico, la serie di Lucas sulla
virtualizzazione sar di ritornoil prossimomese, vistoche l'autore ha dovutolavorare sodoper questioni di
studio! Oalmenoquesto quelloche mi ha detto. Del perch lostudiouniversitariovenga per primoinvece non
hoidea.
Ouestomese abbiamoancora piabbondanza del solito: la serie di Cregsul Pythoncontinua, abbiamoun
articolosucome creare back-upconWubi, cosa moltodiversa dai metodi ordinari, e Pobinci spiega come
accorciare i link e come potete incorporare questa funzione sul vostrositopersonale.
Se vi mai capitatodi vedere quegli screenshot stravaganti conle statistiche di CPU, memoria e rete sul
desktope vi siete chiesti come si fanno, Lucas vi illustrer l'ABCdi come riuscirci usandoConky sul
Comanda&Conquista di questomese.
ll 1opS delloscorsomese invece ha causatouna raffica di mail incui unsaccodi gente esprimeva la sua
modesta opinione. Molti di voi sembranoamare SpiderOak. unprogramma che nonhomai usatoma a cui di
certodarun'occhiata per scrivere una recensione ounHow-1osucome usarlo. Amenoche qualcunodi voi
utenti di SpiderOak nonvoglia scriverloprima di me. Nel caso, mandatemi una mail all'indirizzoriportatosotto.
Enonscordatevi di dare un'occhiata anche al podcast. Mentre stoscrivendoquestoeditoriale (siamoa met
dicembre) Pobinsta dandogli ultimi ritocchi adunnuovoepisodioconunnuovoside-podcaricatodi frescosul
sito. Andate suhttp://fullcirclemagazine.orgper unpo' di audioOCC/MP3 di qualit.
Ericordate, se avete qualche articoloper FCM, inviatelopure a articles@fullcirclemagazine.org, vistoche la
nostra scorta di articoli si sta esaurendo!
Frq l plhl pljolrul dxjxul shu lo 5344 h uhvwdwh lq frqwdwwr$
Urqqlh
ronnie@fullcirclemagazine.org
Ouesta rivista stata creata usando:
Ixoo Flufoh Srgfdvw
Pilasciato ogni due settimane, ogni
episodio tratta tutte le ultime notizie
su Ubuntu, le opinioni, le recensioni, le
interviste e i feedback degli ascoltatori.
ll Side-Pod un nuovo supplemento: si
tratta di un breve extra podcast
(saltuario) che vuol essere un branch
del podcast principale. E' uno spazio
dove mettere tutti gli argomenti
generali sulla tecnologia e non
riguardanti Ubuntu che non sono adatti
al podcast principale.
Frqgxwwrul=
Pobin Catling
Ed Hewitt
Dave Wilkins
http://fullcirclemagazine.org
full circle magazine n. 44 7
ndce
Hffr l qxphul ilqdol gl
Kxpeoh Lqglh Exqgoh 5
L
e vendite del secondo
Humble lndie Bundle sono
ufficialmente finite e
possiamo tranquillamente
dire che sono state un successo
sotto ogni punto di vista.
Humble lndie Bundle 2 stato sulle
prime pagine degli ultimi giorni per
una svariata serie di ragioni.
lnnanzitutto uscito su Steam. Ha
superato gli incassi dell'uscita
precedente. ll pacchetto originale
era incluso nel prezzo, ma ora gli
incassi finali sono stati rivelati.
La vendita arrivata a incassare 1,8
milioni di dollari. ll pacchetto
stato acquistato per un totale di
232.849 volte, e il prezzo medio
stato di 7,83 dollari. Cli utenti Linux
hanno pagato il prezzo pi alto per
l'acquisto, raggiungendo una media
di 13,76 dollari. Cli utenti Mac
hanno speso in media 9.26 dollari e
quelli Windows 6.67. L'homepage di
Bundle ha inoltre raggiunto il
numero pi alto di vendite e la cifra
pi alta pagata stata di 6.132,96
dollari (per un po' stato tuttavia
notch - il tizio di Minecraft - a
occupare la prima posizione con il
suo acquisto da 2.000 dollari).
Al momento non ci sono notizie su
come gli incassi sono stati divisi tra i
vari gruppi coinvolti. Alla domanda
su quanti soldi sono stati girati a
EFF, Jeff Posen di Wolfire ha
dichiarato che le cifre definitive
erano ancora da appurare.
Irqwh: escapistmagazine.com
Q
Q
R
R
W
W
L
L
]
]
L
L
H
H
O
O
L
L
Q
Q
X
X
[
[
Lo qxryr sldqr
txlqtxhqqdoh ghood
Uxvvld sxqwd do
sdvvdjjlr d Olqx{
l
l primo ministro russo Vladimir
Putin ha firmato un'ordinanza
esecutiva che richiede al
governo russo di passare dai
sistemi operativi proprietari come
Windows a Linux, a partire dal
secondo quadrimestre del 2012.
Ouesto cambiamento si inserisce in
un piano di cinque anni per una
transizione completa al software
libero entro il 201S.
La Pussia ha una larghissima
moltitudine di utenti Windows e
molte, se non la maggior parte,
delle installazioni Windows in
Pussia sono pirata. Non di meno
questo cambiamento dovrebbe
comunque risultare una perdita
finanziaria gigantesca per
Microsoft, soprattutto - dando
retta a questa storia - in
riferimento alla diminuzione delle
versioni server piratate.
L'ordinanza esecutiva di Putin
interessa tutti gli enti federali russi
e ogni organizzazione finanziata
con fondi federali.
lnoltre, l'ordinanza prevede la
creazione di un repository per le
distribuzioni Linux e altri sistemi
operativi liberi entro il secondo
quadrimestre del 2012. Entro lo
stesso termine sar sviluppato e
installato presso le istituzioni del
governo e del fisco un programma
pilota basato su Linux e altro
software libero. ll programma
giunger a completamento nel
terzo quadrimestre del 2014.
Irqwh: desktoplinux.com
Ixoo Flufoh Qrwlilhu 0 Yhuvlrqh Ehwd$
ll nostrocarissimoPobert Clipsham(mrmonday) harilasciatolaprimaversionebetadi
Ixoo FlufohQrwlilhu, unapiccolaapplicazionechesi sistemanel vostrosystemtrayavi
annuncernonsoloil rilasciodi nuovi numeri epodcast, mapuesseresettataanche
per scaricarveli direttamentein
automatico! Diversepersone
stannolavorandoavari pacchetti
di FCNper lediversedistro. Per
maggiori informazioni dateuno
sguardoal CoogleCroupdi FCN:
kwws=22jrr1jo27Re7
full circle magazine n. 44 8
ndce
U
ltimamente, sul forum
ArchLinux, hovistouna
granquantit di
interessanti configurazioni
di Conky che mi hannodatospunto
per condividere alcuni trucchi e
suggerimenti che iousoper tutte le
mie installazioni. Ouestomese vi
parlerdi unsolotruccospecifico, ma
vi darunpo' di materiale sucui
lavorare. Prima di tutto, per coloro
che ancora nonloconoscono, Conky
unsistema di monitoraggiotestuale
che puessere visualizzatosul
desktop, integratoindzen(presente
tra i pinoti affiancatori di finestre) o
ancora come pannelloa s stante.
Di default, Conky ha tante opzioni
(dalla visualizzazione di data e ora,
finoall'utilizzodi memoria ohard
disk). 1uttavia nonoffre unmodoper
visualizzare il numerodi
aggiornamenti disponibili per la
vostra macchina -
il che
comprensibile
vista la molteplice
quantit di
formati dei
pacchetti e dei
sistemi in
circolazione. Ouindi qui che entra in
giocoun'altra caratteristica di Conky:
essere capace di eseguire script
personalizzati e riuscire a
visualizzarne i risultati attraverso
Conky stesso. Ci sonodue varianti per
questa funzione: una conunintervallo
di refresh(quellodi cui abbiamo
bisognoper la ripetizione ciclica del
controllo) e l'altra conunsingolo
avviodelloscript (utile se loscript si
aggiorna autonomamente). Oueste
configurazioni sonocontrollate dal
file .conkyrc, ubicatodentrola vostra
directory home. Per iniziare, qui c' un
file .conkyrc essenziale che iohousato
(hotoltotutte le parti personalizzate,
vistoche nonpensodi condividerle):
http://fullcirclemagazine.pastebin.co
m/iMDg9kzC.
Come potete vedere, mi sono
presola libert di commentare tutte
le opzioni di Conky e potete anche
notare che "Updates" nonvisualizza
nulla per il
momento. Vi
spiegherpi
avanti come ho
fattoadarrivare a
questoscript e
mostrercome
implementarloinunsecondo
momento. Vogliointantopremettere
che il comandodi esempionon il pi
corto(potete fare lostessoconsede
qualche espressione regolare), ma
l'esempiopichiaroche sonoriuscito
a pensare. Se volete provare qualche
espressione regolare, sentitevi pure
liberi di sostituire grepe cut consed.
Cos come per loscript qui sotto:
#!/bin/bash
updateChecker=`apt-get -s
upgrade | grep aggiornati |
cut --delimiter=" " -f1`
echo "$updateChecker";
Bene! Come sonoarrivatoal
risultato(che si trova dentro
"updateChecker") abbastanza
semplice. Holanciato
apt-get -s upgrade
e, guardandoil risultato, ho
individuatola riga col numerodegli
aggiornamenti, trovandoal suo
internouna sola ripetizione della
parola. Ouindi holancianto
nuovamente il comando
concatenandoloa " grepaggiornati".
Dopoessermi accertatoche il
risultatoottenutoera la riga corretta,
hosemplicemente presoquella riga e
l'hoseparata incampi (delimitati, cio
separati inbase agli spazi)
visualizzandone soloil primo("-f 1"),
dal momentoche quelloera il campo
che mi interessava. Hoquindi
rilanciatolostessocomandoper
assicurarmi che restituisse il numero
inmaniera appropriata, l'hocopiato
dentrounoscript bashscrivendoalla
fine un"echo" per restituire il valore
ricercato. Se volete unoscript che sia
indipendente da Conky, potete
aggiungere "Aggiornati:" (senza le
virgolette) alla riga di echo(prima di
SupdateChecker) e cancellandola
parola "Updates:" dal file .conkyrc. Per
l'implementazione inConky, tutto
quelloche dovete fare sistemare la
riga relativa agli aggiornamenti cos:
${font
DejaVuSans:bold:size=8}Aggiorn
ati:$font ${execi 300
/percorso/dello/script}
Dove, naturalmente,
/percorso/dello/script il percorso
delloscript eseguibile. Per renderlo
eseguibile digitate
F
F
R
R
P
P
D
D
Q
Q
G
G
D
D
)
)
F
F
R
R
Q
Q
T
T
X
X
L
L
V
V
W
W
D
D
Vfulwwr gd Oxfdv Zhvwhupdqq
"
Mi sono preso Ia
Iibert di
commentare tutte Ie
opzioni di Conky...
full circle magazine n. 44 6
indice ^
COMANDA & CONQUISTA
chmod +x
/percorso/dello/script
Hocontrollatoloscript dal
terminale per essere sicuroche
funzionasse bene, ma inquestocaso
potete tranquillamente saltare
questopassaggio(Conky, dopotutto,
vi far sapere se funziona!).
Speroche quantofinqui descritto,
abbia mostratoa qualche nuovo
utente che la riga di comandonon
soltantodel bruttotestoinbiancoe
nero, ma puanche aggiungere
qualcosa alla vostra veste grafica. Per
chi di voi fosse interessatoaduno
script Bashche rimuova i kernel extra
(mantenendosoloi due pirecenti)
dia un'occhiata sottonella sezione
"Ulteriore scripting". Se lotrovate
utile e/ointeressante, sarlietodi
condividere convoi alcuni nuovi script
nei prossimi mesi. Come sempre, se
avete correzioni, domande o
suggerimenti, scrivete una mail a
lswest34@gmail.com. Ricordate di
scrivere "C&C" o"FCM" nell'oggetto,
inmodoche iopossa trovare subitoil
messaggio.
Ulteriore Scripting
Se qualcunosi stesse chedendo
perch ioabbia unkernel manager,
diciamoche questofuscrittoper un
computer inavviomultiplocon
Ubuntue Windows, dove Windows
era l'opzione predefinita di GRUB. Ci
significava che ogni aggiornamento
del kernel modificava questa scelta.
Invece di insegnare al nuovoutente
come aggiornare GRUB2,
semplicemente mettersul desktop
uncollegamentoadunoscript da
eseguire quandola lista diventer
troppolunga.
Eccoil mio"kernel manager", per
chi possa trovarlointeressare
(volendopuanche essere integrato
inConky, per visualizzare il numerodi
kernel installati):
http://fullcirclemagazine.pastebin.co
m/0JzTHjJ1
Il programma bencommentato,
ma qui di seguitospiegher
brevemente ciche fa:
Controlla le directory in/usr/src,
contandoquante directory del kernel
di Linux sonopresenti.
Quindi ne conserva i nomi veri e
propri inun'altra variabile.
Se ci sono4 (omeno) directory,
visualizza "nothingtodo" edesce.
Altrimenti ($folders > 4) visualizza
quanti kernel devonoessere eliminati,
mostrandoesattamente quali
sarannocancellati (per maggior
sicurezza).
Dopoche l'utente ha lettoci, gli
viene chiestose continuare.
Se viene digitato"y", loscript
rimuove i kernel e aspetta 3 secondi
per garantire che tutti i messaggi
delle operazioni sianoterminati.
Aspetta finoa che l'utente non
prema INVIOper uscire (incaso
contrarioeventuali messaggi di errore
andrannopersi).
Se nulla dell'istruzione "if" viene
eseguito, informa l'utente che si
verificatounerrore.
Full Circle Podcast
In questo episodio: Narvali,
Wayland e Amnesia!
Nell'episodio n. 14:
Recensione: Numero 43 di FCM
Notizie: Ubuntu 11.04 Alpha1,
Wayland, System 76, Android 2.3,
Giochi a pagamento in Ubuntu
Software Centre, Flash 10.2 Beta.
Giochi: Humble Indie Bundle n. 2 e
Amnesia
Dimensioni dei file:
OGG 42.5Mb
MP3 34.9Mb
Durata: 1hr 18min 58secondi
Pubblicato il: 19 dicembre 2010
http://fullcirclemagazine.org/
Lucas ha imparato tutto ci che
conosce distruggendo pi volte il suo
sistema e capendo di non avere altre
alternative che scoprire come
rimetterlo in funzione. Potete
spedire una mail a Lucas all'indirizzo:
lswest34@gmail.com.
full circle magazine n. 44 :
ndce
K
K
R
R
Z
Z
0
0
W
W
R
R
Vfulwwr gd Juhj Zdowhuv
S
S
u
u
r
r
j
j
u
u
d
d
p
p
p
p
d
d
u
u
h
h
l
l
q
q
S
S
|
|
w
w
k
k
r
r
q
q
0
0
S
S
d
d
u
u
w
w
h
h
4
4
;
;
L
'ultima volta abbiamo
creato un sistema
client/server molto
semplice. Ouesta volta lo
espanderemo un po'. ll server sar
una tavola e un validatore del gioco
del 1ris (o cerchi e croci). La parte
client funger da input/output.
lnizieremo usando lo stesso
codice del server dell'ultima volta e
lo modificheremo strada facendo.
Se non lo avete ancora salvato,
andate su
http://fullcirclemagazine.pastebin.c
om/UhquVK4N, recuperate il codice
e proseguite. ll primo cambiamento
riguarda la routine __init__ dove
inizializzeremo due nuove variabili,
self.player e self.gameboard.
Cameboard un semplice elenco di
liste o un array base. Possiamo
accedervi come segue
(maggiormente intuibile di una lista
piatta). Ouesta lista conterr i
nostri dati. Ogni cella accetter tre
possibili valori. "-" indica una cella
vuota, "X" una cella occupata dal
giocatore 1 e "O" una occupata dal
giocatore 2. La griglia assomiglia
alla seguente quando la
rappresentiamo in due dimensioni:
[0][0] | [0][1] | [0][2]
[1][0] | [1][1] | [1][2]
[2][0] | [2][1] | [2][2]
Cos, partendo dal codice del
server del mese passato, nella
funzione __init__ inseriamo le
seguenti righe:
# The next three lines are
new...
self.player = 1
self.gameboard = [['-','-
','-'],['-','-','-'],['-','-
','-']]
self.run()
Le routine run, listen, e servCmd
non sono cambiate, quindi ci
concentriamo sulle modifiche a
procCmd.
Nell'articolo dell'ultima volta, il
server attendeva un comando dal
client e lo inviava alla funzione
os.popen. Ouesta volta
analizzeremo il comando ricevuto.
ln questo caso resteremo in attesa
di tre comandi differenti. Sono
"Start", "Move", e "COODBYE".
Ouando riceviamo il comando
"Start", il server dovr inizializzare
la scacchiera con degli "0" e quindi
inviare la "rappresentazione" della
tavola al client.
ll comando "Move" un
comando composto in quanto
contiene il comando e la posizione
nella quale il giocatore vuole
muoversi. Per esempio, "Move A3".
Analizzando il comando ricaveremo
tre informazioni, lo stesso comando
"move", la riga e la colonna. Per
finire, il comando "COODBYE"
resetta, semplicemente, la tavola
da gioco per un'altra partita.
Allora, riceviamo il comando dal
client nella funzione procCmd.
Ouindi lo analizziamo per vedere
cosa fare. All'interno della routine
procCmd, portiamoci alla Sa riga e
rimuoviamo tutto il codice che
segue la riga contenente "if
self.processingloop:". Ora
imposteremo i comandi cos come li
abbiamo definiti. Ecco il codice per
il comando Start:
if self.processingloop:
if cmd == 'Start':
self.InitGameBoard()
self.PrintGameBoard(1)
Proseguiamo con la porzione
della routine che riguarda Move
(mostrata in basso). Prima
controlliamo i primi quattro
caratteri del comando passato per
vedere se corrispondono a "Move".
ln caso affermativo estraiamo la
parte restante della stringa a
partire dalla posizione S (dato che
l'indice base 0) e l'assegniamo alla
variabile chiamata position. Ouindi
controlliamo se il primo carattere
una "A", "B", o "C". Pappresenta la
riga inviata dal client. Ouindi
recuperiamo l'intero del carattere
successivo e avremo la nostra
colonna:
if cmd[:4] == 'Move':
print "MOVE COMMAND"
position = cmd[5:]
if position[0] == 'A':
row = 0
elif position[0] == 'B':
row = 1
elif position[0] == 'C':
row = 2
else:
self.cli.send('Invalid
position')
return
col = int(position[1])-1
full circle magazine n. 44 ;
ndce
A seguire, facciamo un controllo
rapido per assicurarci che la
posizione della riga sia tra quelle
possibili:
if row < 0 or row > 2:
self.cli.send('Invalid
position')
return
Per finire, verifichiamo che la
posizione sia vuota ("-") e, se il
giocatore corrente il numero 1,
mettiamo una "X", altrimenti "O".
Ouindi chiamiamo la funzione
PrintCameBoard con "0" come
parametro:
if self.gameboard[row][col]
== '-':
if self.player == 1:
self.gameboard[row][col] =
"X"
else:
self.gameboard[row][col] =
"O"
self.PrintGameBoard(0)
Ouesto conclude le modifiche
alla funzione procCmd. Ora tocca
alla funzione "inizializza la
scacchiera di gioco". 1utto quello
che fa impostare ciascuna
posizione a "-", che la logica di
move usa per verificare che uno
spazio sia vuoto:
def InitGameBoard(self):
self.gameboard = [['-','-
','-'],['-','-','-'],['-','-
','-']]
La routine PrintCameBoard
(sotto) stampa la scacchiera, chiama
la funzione checkwin e imposta il
numero del giocatore. Creiamo una
stringa molto grande da inviare al
client cos da dover inserire la
funzione d'ascolto una volta per
mossa. ll parametro firsttime
incluso per inviare il pritty print del
tavolo da gioco quando il client si
connette per la prima volta o
resetta il gioco:
Ouindi, controlliamo se il
parametro impostato a 0 o 1
(sotto). Solo se firsttime 0
controlliamo se il giocatore attuale
ha vinto e, se cos, aggiungiamo il
testo "Player X WlNS!" alla stringa
in uscita. Se il giocatore corrente
non ha vinto allora inseriamo il
testo "Enter move...". Per finire
inviamo la stringa al client con la
funzione cli.send:
Finalmente, nella pagina
successiva, ecco la routine usata dal
server per controllare l'evento vittoria.
Abbiamo gi impostato per il giocatore
una "X" o "O", quindi iniziamo usando
un semplice ciclo for. Se ci imbattiamo
in una vittoria, ritorniamo 1rue. La
variabile "C" del ciclo for rappresenta
ciascuna riga nella nostra lista di liste.
Prima controlleremo ogni riga per una
vittoria in orizzontale:
def PrintGameBoard(self,firsttime):
#Print the header row
outp = (' 1 2 3') + chr(13) + chr(10)
outp += (" A {0} | {1} | {2}".format(self.gameboard[0][0],self.gameboard[0][1],self.gameboard[0][2])) + chr(13)+chr(10)
outp += (' ------------')+ chr(13)+chr(10)
outp += (" B {0} | {1} | {2}".format(self.gameboard[1][0],self.gameboard[1][1],self.gameboard[1][2]))+ chr(13)+chr(10)
outp += (' ------------')+ chr(13)+chr(10)
outp += (" C {0} | {1} | {2}".format(self.gameboard[2][0],self.gameboard[2][1],self.gameboard[2][2]))+ chr(13)+chr(10)
outp += (' ------------')+ chr(13)+chr(10)
if firsttime == 0:
if self.player == 1:
ret = self.checkwin("X")
else:
ret = self.checkwin("O")
if ret == True:
if self.player == 1:
outp += "Player 1 WINS!"
else:
outp += "Player 2 WINS!"
else:
if self.player == 1:
self.player = 2
else:
self.player = 1
outp += ('Enter move for player %s' %
self.player)
self.cli.send(outp)
SURJUDPPDUH LQ S\WKRQ 0 SDUWH 4;
full circle magazine n. 44 <
ndce
SURJUDPPDUH LQ S\WKRQ 0 SDUWH 4;
Lo Folhqw
Ancora una volta, iniziamo
dalla semplice routine creata
l'ultima volta. l cambiamenti
iniziano subito dopo la chiamata a
conn.makeConnection. lnviamo i
comandi Start, diversi Move e, per
finire, Coodbye. La cosa pi
importante da ricordare qui che
dopo aver inviato un comando
dovete attendere la risposta
prima di inviarne un altro.
lmmaginatela come una
conversazione educata. lnviate la
vostra richiesta, attendete la
risposta, inviatene un'altra,
attendete nuovamente, e cos via.
ln questo esempio usiamo
raw_input semplicemente perch
possiate vedere cosa avviene:
if __name__ == '__main__':
conn =
CmdLine('localhost')
conn.makeConnection()
conn.sendCmd('Start')
conn.getResults()
conn.sendCmd('Move A3')
conn.getResults()
r = raw_input("Press
Enter")
conn.sendCmd('Move B2')
conn.getResults()
r = raw_input("Press
Enter")
Continuate con la tripletta
sendCmd, getPesults, raw_input
con ciascuno dei seguenti comandi
(dovreste gi avere il codice per le
mosse A3 e B2), C1, A1, C3, B3, C2 e
quindi terminate con il comando
COODBYE.
Xowhulrul prglilfkh
Ecco i "compiti per casa". Nel
client, rimuovete i comandi
preparati per le mosse e usate
raw_input() per richiedere e
catturare le mosse dal/dai
giocatore/i nella forma "A3" o "B2"
e quindi farli precedere da "Move"
prima di inviare l'intero comando al
server.
Od survvlpd yrowd
prglilfkhuhpr lo qrvwur vhuyhu
shu jlrfduh frph dyyhuvdulr1
ll codice del Client e del Server
pu essere trovato a questi
indirizzi:
http://fullcirclemagazine.pastebin.c
om/UhquVK4N o
http://thedesignatedgeek.com.
First, we will check each Row for a horizontal win:
def checkwin(self,player):
#loop through rows and columns
for c in range(0,3):
#check for horizontal line
if self.gameboard[c][0] == player and
self.gameboard[c][1] == player and self.gameboard[c][2] ==
player:
print "*********\n\n%s wins\n\n*********" %
player
playerwin = True
return playerwin
Next, we check each Column for a win:
#check for vertical line
elif self.gameboard[0][c] == player and
self.gameboard[1][c] == player and self.gameboard[2][c] ==
player:
print "** %s wins **" % player
playerwin = True
return playerwin
Now we check for the diagonal win from left to right...
#check for diagonal win (left to right)
elif self.gameboard[0][0] == player and
self.gameboard[1][1] == player and self.gameboard[2][2] ==
player:
print "** %s wins **" % player
playerwin = True
return playerwin
Then from right to left...
#check for diagonal win (right to left)
elif self.gameboard[0][2] == player and
self.gameboard[1][1] == player and self.gameboard[2][0] ==
player:
print "** %s wins **" % player
playerwin = True
return playerwin
Finally, if there is no win, we return false:
else:
playerwin = False
return playerwin
Juhj Zdowhuv il proprietario della
PainyDay Solutions, LLC, una societ
di consulenza in Aurora, Colorado e
programma dal 1972. Ama cucinare,
fare escursioni, ascoltare musica e
passare il tempo con la sua famiglia.
full circle magazine n. 44 43
ndce
K
K
R
R
Z
Z
0
0
W
W
R
R
Vfulwwr gd Fkulv Elqqlh
E
E
d
d
f
f
n
n
x
x
s
s
f
f
r
r
q
q
Z
Z
x
x
e
e
l
l
C
ome molte persone,
anch'io negli anni ho
utilizzato il mio pc desktop
con Ubuntu per svariati
compiti. Per lavoro mi occupo anche
di gestire alcuni server Ubuntu e ho
scoperto che non c' nulla di pi
semplice che provare nuove
applicazioni o configurazioni sul mio
desktop prima di eseguire le stesse
modifiche sui server, per evitare
incidenti di percorso. Oltre a ci che
attiene il lavoro, sono un fan di
Compiz e qualche volta spingo la mia
scheda grafica al limite per vedere se
riesce a supportare i pi recenti
effetti grafici messi a disposizione da
CNOME: come effetto secondario
spesso mi ritrovo con un desktop
inutilizzabile. L'ultima volta mi
capitato una configurazione un po'
ardita di CPUB2 che ha reso il mio
sistema non pi avviabile.
Sebbene AP1 sia molto efficace
nel rimuovere ogni applicazione non
pi necessaria (mi riferisco a: apt-get
autoremove), ogni tanto mi capita di
installare di proposito una nuova
configurazione con l'intenzione di
manomettere quella esistente,
trasformando di fatto il mio desktop
in un server di sviluppo.
Un server presente in un centro
dati che non si avvia certamente un
vero grattacapo, non cos per il mio
desktop e questo grazie a un
elegante software: Wubi
(http://wubi-installer.org).
Stando a quanto riportato sul
sito, "Wubi un programma per
utenti Windows, ufficialmente
supportato da Ubuntu, che vi pu
condurre nel mondo Linux con un
semplice clic."
Molti tecnici con cui ho parlato
hanno sentito parlare di Wubi, ma
dubito che lo utilizzino nello stesso
modo in cui lo utilizzo io.
Wubi usa i dischi loop, che non
sono altro che normali file che al loro
interno possono arrivare a contenere
un intero sistema operativo,
esattamente come avviene con i
dispositivi a blocchi. Ouesti file
normalmente sono utilizzati per
trasferire immagini lSOsu CDe
floppy disk. Possiamo
semplicemente dire che, su un pc con
Windows gi installato, Wubi
aggiunge un'opzione al menu iniziale
di boot, questopzione fa riferimento
al proprio disco loop come se fosse
un disco aggiuntivo presente sullo
stesso computer. Wubi giustamente
pubblicizza se stesso come sistema
per avvicinare a Linux gli utenti
Windows, senza la necessit di alcuna
modifica ai loro pc. Si tratta di un
grosso vantaggio. ln caso di
disinstallazione, Wubi rimuove la
propria voce dal men d'avvio e
cancella il disco loop, non
necessario nessun ricorso a
formattazione o partizionamento,
una volta rimosso Wubi, a basso
livello nulla cambiato. Decisamente
ingegnoso. Adoro la sua semplicit.
Ouesto il motivo che mi ha
inizialmente attratto. Volevo esibire
le virt di Linux a un familiare che
possedeva una installazione di
Windows a cui teneva
particolarmente e che quindi era un
po' riluttante. Non volevo procedere
con una installazione ad avvio
multiplo (dual-boot), nel caso
cambiasse idea.
Una delle meraviglie di Wubi
che il risultato a cui si giunge
installandolo sul proprio pc
identico a quello di una normale
installazione di Ubuntu. Confesso
che inizialmente ero molto scettico,
temevo problemi di compatibilit e
prestazioni.
l dischi loop non sono privi di
svantaggi, ma l'esperienza mi
insegna che con i backup a portata di
mano, essi sono relativamente
innocui. Prima di tutto in caso di
mancanza improvvisa di corrente e
se qualcuno inavvertitamente
spegne il vostro pc, non sar
semplice recuperare il file system
contenuto in un disco loop, fsck fa
del suo meglio, ma non sempre il
risultato paragonabile a quello
ottenuto se l'installazione su un
disco fisico. Sembrerebbe che
installare Wubi su una partizione
dedicata possa aiutare a ripartire
dopo una interruzione di corrente.
Secondo, l'ibernazione non
supportata: questo potrebbe
leggermente infastidire i possessori
di portatili. 1erzo, importante
deframmentare il disco di Windows
contenente Wubi per conservare
Qrq deeldwh wlpruh/ idq ghood
yluwxdol}}d}lrqh= od vhulh gl Oxfd
ulsuhqghu lo survvlpr phvh1
full circle magazine n. 44 44
ndce
EDFNXS FRQ ZXEL
buone prestazioni.
Nel caso in cui si sia dedicato
tanto tempo alla personalizzazione
di Wubi, allora c' sempre
l'opportunit di convertire
l'installazione in un disco fisico
facendo ricorso ad alcuni utili
strumenti facilmente reperibili.
Crazie alla portabilit del disco
loop, posso salvare tutto il mio pc su
un disco separato in circa novanta
secondi. Ouesto significa che mi
posso permettere di perdere un
intero disco per un guasto hardware,
posso lasciare (inavvertitamente)
aperta una falla di sicurezza e
ritrovarmi con il mio computer
compromesso da un attacco,
riprendermi da un baco software
bloccante o sconfigurare
inavvertitamente qualche
impostazione e rendere di fatto il
mio sistema inutilizzabile. Sono
sicuro che ognuno di voi avr avuto
occasione di sperimentare in quanti
modi un PC si possa guastare.
Si potrebbe dire che come se la
vostra installazione di Ubuntu fosse
avvenuta in una specie di macchina
virtuale (di fatto si tratta di
un'immagine disco). Sono il primo a
sostenere che non siamo di fronte a
un sistema elegante, ma sono anche
convinto che sia meglio mantenere le
cose il pi semplice possibile in modo
che, in futuro, risulti semplice
aggiustarle e non sia invece
necessario leggere papiri di manuali.
ll livello di portabilit del mio
sistema operativo cos elevato che
posso salvarlo su un supporto
rimovibile e migrarlo su un altro
computer, oppure, con una
connessione ad lnternet veloce,
posso farne una copia nel cloud.
Oltre a questa insospettata
possibilit, Wubi fornisce molte altre
funzioni, fate riferimento a:
http://wiki.ubuntu.com/WubiCuide
Durante la veloce installazione
(sotto Windows), possibile
specificare la dimensione iniziale del
"loop disk" e sebbene l'operazione
non sia completamente indolore (
consigliato eseguire prima un backup
dell'installazione), esiste anche un
utile comando che permette di
ridimensionare l'installazione attuale.
Oltretutto semplice montare il
disco loop nel caso si vogliano
copiare i file contenuti, anche
immediato accedere ai vostri file
Windows, usando come possibile
immaginare:
mount -o loop myloop.disk /mnt
Peputo che i dischi loop di
dimensione intorno ai 6,SCB siano i
pi adatti per creare veloci copie di
backup e che lo spazio libero si presti
bene ad ospitare gli aggiornamenti
dei pacchetti (l'installazione iniziale
occupa solo pochi CB) come anche gli
aggiornamenti di versione. Montare
un disco indipendente dalla vostra
installazione cos semplice che
basta digitare mount /dev/sdX /mnt,
questo si traduce nella possibilit di
avere accesso a tutto lo spazio disco
che il vostro hardware pu offrire. Le
mie prime installazioni di Wubi
andavano dai 1SCB ai 20CB ma,
senza dubbio, avendo cura di tenerle
pi piccole, possibile eseguire il
backup della vostra installazione di
Ubuntu su DVDo memoria USB in
modo pi facile.
Un altro grande vantaggio dal mio
punto di vista che non pi
necessario spegnere il computer per
eseguire backup in tempo reale
dell'intero sistema. La mia
esperienza con i server mi porta ad
avviare il sistema in modalit utente
singolo oppure da supporto esterno
e duplicare il contenuto dei dischi
con strumenti come dd, ma in questo
caso Wubi copia questi dischi loop
senza necessit di interruzioni.
l miei primi salvataggi erano
decisamente rudimentali e veloci, ma
leggermente laboriosi. La cosa pi
facile fare clic sull'etichetta "File
System" presente sulla sinistra in
Nautilus per poi andare nella
directory "host". Una volta raggiunta
questa directory possibile vedere
una directory di nome Ubuntu
contenente il vostro intero sistema
(mancano i file appartenenti al
bootloader): il file di dimensioni
maggiori il file root.disk che altro
non che il disco loop. Per eseguire
un backup del sistema operativo
sufficiente copiare la directory
Ubuntu su un altro disco con
sufficiente spazio libero. 1erminata
la copia, buona norma rinominare
la directory in ubuntu_10.09.10 o
qualcosa di simile, in modo da
distinguere le varie versioni dei
salvataggi.
Nel tempo ho messo insieme un
semplice script che misurasse il
tempo impiegato dal processo
(soprattutto perch volevo rendermi
conto di come il mio desktop si
comportava), prima dell'avvio si
sincerava di montare il drive
dedicato a contenere il backup e al
full circle magazine n. 44 45
ndce
termine rinominava il backup. Lo
script che utilizzo molto semplice e
si potrebbe migliorare aggiungendo
per esempio una barra di
progressione, utile nel caso si utilizzi
hardware lento e un po' datato e si
desideri tenere sotto controllo il
tempo impiegato dall'operazione di
backup. Come gi riportato, novanta
secondi sul mio desktop veloce
equivale ad un battito di ciglio
considerando l'importanza
dell'operazione. Una volta alla
settimana copio il backup nel cloud
(fortunatamente la velocit di
trasmissione della mia connessione
ad lnternet in grado di spostare
6,SCB in una notte), inoltre non di
rado duplico il backup su un altro
disco anch'esso contenuto nel mio pc
desktop.
ll cuore dello script che svolge in
automatico il backup il seguente:
# Assegno al nome del file
data e ora attuali
filename="`date +%d.%m.%y-
%H.%M`"
# Monto il secondo disco
fisso, e non restituisco
errori se gi montato
sudo mount /dev/sdb2
/media/SECOND > /dev/null 2>&1
# Copio la directory ubuntu
sul secondo disco
sudo cp -R /host/ubuntu
/media/SECOND/Wubi/ubuntu_$fil
ename
# Mi assicuro che anche
l'utente chris possa eseguire
il drag and drop su questi
file e non solo root
sudo chown -R chris:chris
/media/SECOND/Wubi/ubuntu_$fil
ename
Per ripristinare un backup ci sono
almeno tre alternative veloci. Avviare
il sistema con qualcosa tipo un CD
Live di Ubuntu dopodich rinominare
la cartella contenente la versione
danneggiata di Ubuntu in
ubuntu_danneggiata, e copiare la
cartella di backup, per esempio
ubuntu_10.09.10 e rinominarla
nuovamente in ubuntu. ln alternativa
sempre possibile modificare il
bootloader, ad esempio CPUB o
LlLO, in modo che punti sul disco alla
copia di backup. Ho scoperto che
avviare il pc con l'installazione
Windows e sostituire i file
prelevandoli dal backup la
soluzione pi semplice adatta alle
mie necessit, inoltre sono necessari
solo cinque minuti per ripristinare il
mio SOUbuntu.
Se per una ragione qualsiasi
dovessi perdere completamente il
mio computer, la mia installazione di
Wubi dovrebbe essere compatibile
con il nuovo sistema, dopo aver
installato Windows, a patto che
l'hardware non sia radicalmente
diverso. L'unica raccomandazione
che mi viene in mente relativa a un
paio di file che in fase di installazione
Wubi scrive nella partizione
principale di Windows, per sicurezza
vale la pena di farne una copia.
Sarebbe opportuno copiare questi
file all'interno di ogni cartella
contenente una copia di backup,
anche se di solito ne conservo una
sola copia per ogni computer sul
quale installo Wubi. Ouesti file sono
molto piccoli e si chiamano
wubildr.mbr e wubildr.
Ouando Wubi gira su
vecchissime versioni di Windows
con solo 2S6MB di PAM e un
processore con solo 1CHz adatto
pi ad uno smartphone che a un PC,
allora davvero difficile rinunciare
a tutte le cose utili che in grado di
fare.
EDFNXS FRQ ZXEL
Fhufdvl lghh h
vfulwwrul
Su LaunchPad abbiamo creato le
pagine del progetto e della squadra
Full Circle. L'idea quella che i non-
scrittori possono collegarsi alla
pagina, fare clic su "Answers" in alto
e lasciare idee per articoli, pd yl
suhjr vldwh vshflilfl$ Non inserite
solo "articolo sui server" ma
indicate anche cosa il server
dovrebbe fare!
l lettori che volessero scrivere un
articolo ma sono a corto di idee,
possono registrarsi alla pagina del
gruppo Full Circle quindi auto-
assegnarsi gli articoli proposti e
iniziare a scrivere! Chiediamo che vh
qrq srvvleloh vfulyhuh o*duwlfror
qho jlur gl dofxqh vhwwlpdqh +xq
phvh flufd, od ulfklhvwd yhqjd
uldshuwd per permettere a
qualcun'altro di adottarla.
Pagina del progetto, shu oh lghh:
https://launchpad.net/fullcircle
Cruppo degli vfulwwrul:
https://launchpad.net/fullcircle
full circle magazine n. 44 46
ndce
K
K
R
R
Z
Z
0
0
W
W
R
R
Vfulwwr gd Urelq Fdwolqj
D
D
f
f
f
f
r
r
u
u
f
f
l
l
d
d
u
u
h
h
l
l
o
o
l
l
q
q
n
n
P
oich l'attuale versione di
WordPress aggiunge ai post
di Full Circle Podcast
allegati strani e unpo' a
caso, hodovutofare ricorsoadalcuni
accorciatori di link per nonmettere
sottosopra il feedAtomper il
podcast.
Shufk dffruflduh l olqnB
Unaccorciatore di link
semplicemente un generatore di una
stringa di caratteri che crea
collegamenti webunici all'internodel
dominiogenitore, questoviene
sostenutoda una tabella di
traduzione che vi redirige dal link
abbreviatoal link originale lungo.
Potreste usare unaccorcia link per
parecchie ragioni:
Pende pifacile mandare
collegamenti webvia sms o
messaggistica istantanea (lM).
Mantiene i link webentroi limiti del
numerodi caratteri di 1witter e di altri
social media.
Previene che gli indirizzi web
convenzionali contamininoil vostro
sistema di gestione dei contenuti o
interrompanole vostre pagine web.
Crazie a PobK, il nostro
amministratore di sistema, vi
presentounoscript per accorciare i
link gratuitoe opensource, che
funziona grazie a Phurl.
Skxuo xq vlvwhpd gl
dffrufldphqwr xuo edvdwr vx SKS/
judwxlwr/ dvwxwr h idfloh doo*xvr1 Lq vrol 8
plqxwl srwhwh dyhuh lo yrvwur dffrufld
xuo lpsrvwdwr h ixq}lrqdqwh1 Or vfulsw
grwdwr gl xqd wrqqhoodwd gl
fdudwwhulvwlfkh fkh qrq wuryhuhwh lq
dowul vfulsw111 Gdo prphqwr fkh or vfulsw
qdwr qho 533: l qrvwul vyloxssdwrul
kdqqr frvwdqwhphqwh odyrudwr shu
duulffkluor h fruuhjjhuor/ vlvwhpdqgr
wxwwl l exj qrq dsshqd srvvleloh1
Avrete bisognodi unserver sucui
eseguirloe conservare la tabella di
traduzione affinch i vostri link
abbreviati persistano.
Fdudwwhulvwlfkh gl Skxuo
lnterfaccia semplice, facile e
ordinata.
Pannellobase da amministratore per
visualizzare, cercare e cancellare gli url
accorciati.
Protettoda codice captcha per
prevenire gli spammer.
Accorcia l'url utilizzandounalias
generatodalloscript oinserendoun
alias personalizzato.
inclusounbookmarklet per il
browser inmododa fare l'operazione
conunsingoloclick.
Vrqrglvsrqlelol dowul
dffrufld olqn111
Spessonei nuovi siti vedrete, in
fondoai nuovi articoli, dei link
accorciati che appartengonoa domini
di serviziocome 1inyUPL, bit.ly e altri.
Lo sureohpd 111
Per coloroche hannoesigenze
relative alla SearchEngine
Optimisation(SEO, Ottimizzazione
per i motori di ricerca, ndt), il page
rank e il profitto, sappianoche
l'accorciare unlink inuna breve
stringa casuale ma unica inrealt
toglier i vantaggi derivanti dalla
presenza delle parole chiavi per la
SEOnell'indirizzo, e cisia per i motori
di ricerca che per i lettori umani.
full circle magazine n. 44 47
ndce
K
K
R
R
Z
Z
0
0
W
W
R
R
Jxlgh
L'unicaregolaper scrivereunarticolo
cheghyhhvvhuhfrpxqtxhfroohjdwr
dgXexqwxrdgxqdghoohprowh
ghulydwhgl Xexqwx+Nxexqwx/ [xexqwx/
Oxexqwxhff,. Scriveteil vostroarticolo
conqualunquesoftwarescegliete.
Vorrei raccomandareOpenOffice, ma
FRUWHVHPHQWHFRQWUROODWH
O*RUWRJUDILDHODJUDPPDWLFD$
Vfulwwxud
Vi preghiamodi indicarenel vostro
articolodovevorrestechevenisse
posizionataun'immagineinparticolare.
Per favorenonmetteteimmagini
incorporatenel vostrodocumento
OpenOffice.
Lppdjlql
Leimmagini dovrebberoesserein
formatoJPCconunabassa
compressione.
Piguardoledimensioni
dell'immagine: seaveteundubbio,
inviateci l'illustrazioneadimensione
pienaeprovvederemonoi a
ricampionarel'immagine.
Sestatescrivendounarecensione
per cortesiaseguitelelineeguidache
sonomostratequi.
Per unapidettagliatalistadelle
regolestilisticheeper gli errori pi
comuni si pregadi fareriferimento
all'indirizzo:
https://wiki.ubuntu.com/UbuntuMagazi
ne/Style- lnbreve: OrtografiaUS, niente
parolecombinate(es: l33t) eniente
faccine.
Ouandosietepronti apresentareil
vostroarticoloper favoreinviatecelo
all'indirizzoemail:
articles@fullcirclemagazine.org
Senonsietecapaci di scrivereun
articolomafrequentateil forumdi
Ubuntu, inviateci gli argomenti
interessanti chepotremmostampare.
Vfulwwrul qrq0lqjohvl
Selavostralinguanativanon
l'inglese, nonpreoccupatevi. Scrivete
l'articoloeunrevisoredi bozzelo
leggerper voi ecorreggerqualunque
erroregrammaticaleeortografico. Non
solo, stateaiutandolarivistaela
comunit, manoi vi aiuteremoa
migliorareil vostroinglese!
Vfulwwr gd Urqqlh Wxfnhu
V
V
f
f
u
u
l
l
y
y
h
h
u
u
h
h
s
s
h
h
u
u
I
I
x
x
o
o
o
o
F
F
l
l
u
u
f
f
o
o
h
h
P
P
d
d
j
j
d
d
}
}
l
l
q
q
h
h
UHFHQVLRQL
Jlrfkl2Dssolfd}lrql
Phqwuh vfulyhwh uhfhqvlrql uljxdugdqwl l jlrfkl roh dssolfd}lrql/ yl
suhjkldprgl hvvhuh fkldul qhoorvfulyhuh=
titolodel gioco
chi hacreatoil gioco
segratis oapagamento
dovelosi putrovare(linkdownload/UPLdellahomepage)
seungioconativoper LinuxoaveteusatoWine
il vostrogiudizioconunmassimodi cinque
unsommarioconpunti positivi enegativi
Kdugzduh
Phqwuh vfulyhwh xqd uhfhqvlrqh uljxdugdqwh o*kdugzduh shu idyruh
vldwh fkldul qhoorvfulyhuh=
marcaemodellodell'hardware
inqualecategoriavorresteinserirequestohardware
eventuali difetti chesi potrebberoincontraredurantel'utilizzo
dell'hardware
sefacilefareinmodochel'hardwarelavori conLinux
senecessarioaver bisognodi usaredriver Windows
il vostrogiudizioconunmassimodi cinque
Qrq elvrjqd hvvhuh hvshuwl shu vfulyhuh xq
duwlfror= vfulyhwh xqd uhfhqvlrqh fkh uljxdugd l
jlrfkl/ oh dssolfd}lrql h o*kdugzduh fkh xvdwh wxwwl
l jlruql1
full circle magazine n. 44 48
ndce
O
O
L
L
Q
Q
X
X
[
[
O
O
D
D
E
E
Vfulwwr gd Qlnrv Ndudjldqqdnlv
P
rima di tutto, ho avviato il
portatile con il live CD di
Slitaz e ho avviato
l'installazione standard.
Zluhohvv
ll dispositivo wireless USB era
descritto come:
USB Wireless Adapter (TL-
WN620G)
Per farlo funzionare, ho
scaricato tazndis da:
http://ftp.nluug.nl/pub/os/Linux/dis
tr/slitaz/packages/cooking/
ll file tazndis un sostituto di
ndiswrapper e ha una interfaccia
grafica. Ma non ha tutte le opzioni
possedute da ndiswrapper.
Successivamente ho installato i file
.inf (setup di Windows) con tazndis
(che ha un'eccellente guida).
Qrwd: per tutto quello elencato sopra,
a causa della mancanza della scheda
LANnel portatile, l'installazione
stata fatta tramite una chiave USBcon
un altro computer. Scaricavo e
installavo le dipendenze dal sito Slitaz
ad una ad una.
Frqfoxvlrqh
ll portatile funziona bene e ora
ha una connessione lnternet
wireless. L'unico problema con il
browser. Usavo Midori, che
abbastanza lento per la maggior
parte delle pagine che ho provato
(ed il motivo per cui ho ordinato
un banco addizionale di 128MB di
PAM). Dillo, d'altra parte, veloce
ma ha molti problemi di
compatibilit con diverse pagine.
Ho anche provato Lynx. Era veloce
come un proiettile, ma senza alcuna
grafica.
Survvlpr reelhwwlyr
Un portatile Compaq Contura
Aero con solo 4MB di PAM. Prover
Minix3, muLinux, BasicLinux ed
altre distribuzioni basate su floppy.
ln realt, per questo computer,
comprer sicuramente
un'estensione di memoria (16MB)
per raggiungere 20MB. Dopodich
potr fare dei progressi, spero!
Odswrs =
Frpsdt Dupdgd 433V con
64MB PAM
(http://goo.gl/gl3mU)
Glvwur =
Volwd} 513
(http://mirror.slitaz.org/iso/2.
0/flavors/)
Slitaz per pc con poca
memoria chiamata:
volwd}0orudp1lvr
full circle magazine n. 44 49
ndce
O
O
D
D
P
P
L
L
D
D
V
V
W
W
R
R
U
U
L
L
D
D
Vfulwwr gd Sudyhhq Nxpdu Vlqjk
S
to frequentando un corso
di laurea in lngegneria e
sono all'ultimo anno. Uso
Ubuntu da 10 mesi. La mia
storia con Ubuntu iniziata un
giorno in aula quando un mio
amico, Cautam, si volt e mi chiese
"Hai sentito parlare di Ubuntu!". La
mia prima domanda fu "Cos'!".
Ouindi mi disse che un sistema
operativo Linux e che lo aveva
installato il giorno precedente,
gratuito e lo puoi scaricare. A quel
tempo sapevo soltanto che Linux
era un sistema operativo.
Fortunatamente ero in un ostello
con una buona velocit di rete e
quindi fu semplice scaricare un file
immagine di 700MB. Lo installai
sotto Windows perch non avevo
compreso le differenti opzioni di
installazione. Ero euforico per la
sua apparizione. Piavviai il mio
laptop e rimasi sbalordito nel
vedere l'aspetto di Ubuntu. Cos
semplice e cos meraviglioso.
Ora, sebbene non avessi alcuna
guida, c'era Cautam, ma anche lui lo
aveva appena installato e nessun
altro del vicinato lavorava con
Ubuntu. Credo che Coogle sia il
miglior insegnante del mondo.
Ouindi, per approfittare del miglior
maestro, dovevo connettermi alla
rete da Ubuntu, ma non sapevo
come. Per cui riavviai con Windows
e iniziai a cercare alcuni tutorial, e
finalmente trovai alcuni video su
You1ube, attuando con successo
quanto in loro contenuto. Utilizzai
Ubuntu ogni giorno tentando di
impararne nuove cose. Piuscii a
ottenere alcuni libri della biblioteca
del college e cominciai a leggere sui
comandi dai libri e anche da Coogle.
Dovevo gestirmi tra i miei studi e la
lettura su Ubuntu, perch Unix o
Linux non erano argomenti del mio
corso. Ma era divertente fare cose
nuove ogni giorno. Un giorno stavo
pensando, "come avviare
programmi in C su Linux!", e
mentre cercavo una risposta trovai
la rivista Full Circle, che lo
menzionava in uno dei suoi numeri.
Ho letto l'intera rivista e fui molto
impressionato. Scaricai tutti i
numeri e li lessi uno per uno.
lmparai molte cose.
ln seguito parlai ad alcuni amici
di Ubuntu e qualcuno di loro lo
install, in realt un mio amico,
1arum, diventato un convinto
utilizzatore di Ubuntu. Ora ho un
amico con cui posso condividere le
opinioni su Ubuntu. Abbiamo
inoltre avviato un blog,
www.tricksfind.blogspot.com, dove
inseriamo tutti i trucchi che
abbiamo appreso. Penso che sia un
ottimo modo per segnalare i trucchi
e imparare. Appena alcuni giorni fa
il nostro college ha tenuto un
seminario su Linux, in modo che
potessimo diffondere una certa
conoscenza di Linux e dei vantaggi
nell'usarlo. Nel nostro anno
conclusivo dobbiamo inoltre
completare un importante
progetto e abbiamo deciso di
realizzarne uno che si basi su Linux:
per questo che abbiamo
intenzione di tradurre Linux in
Hindi (una lingua nativa indiana).
Abbiamo fatto alcune ricerche al
riguardo e speriamo di attuarle. Se
avete qualche idea, potete
mandarmi un'e-mail a
c2praveen30iun@gmail.com.
Attualmente sto lavorando su come
creare pacchetti Debian. Ho trovato
un bel tutorial con l'aiuto di un
contatto su lPC. Ho avuto modo di
sapere come connettersi a lPC
dall'articolo specificato nella rivista
Full Circle. Volevo anche
contribuire a Full Circle ed per
questo che ho deciso di tradurre la
rivista in Hindi con il mio gruppo di
traduzione. Spero che presto tutti i
lettori dall'lndia siano in grado di
leggere Full Circle nel loro
linguaggio nativo.
Un'ultima cosa che vorrei dire:
se anche voi volete imparare Linux,
basta iniziare, non aspettate alcuna
guida. lscrivetevi ad un forum come
ubuntuforums.org, potrete
imparare molto dagli altri.
Commettete errori, affrontate i
problemi e quindi cercate le
risposte. Non trattate il vostro
sistema operativo come un
programma proprietario: siete
liberi di esplorarlo. a codice
aperto, quindi rendete aperti anche
voi. Ho visto un film intitolato
Antitrust dove si dice, parlando di
open source, che il sapere
appartiene agli esseri umani.
Ouindi, ricordatelo sempre!
full circle magazine n. 44 4:
ndce
O
O
D
D
P
P
L
L
D
D
V
V
W
W
R
R
U
U
L
L
D
D
Vfulwwr gd Mdq Pxvvfkh
l
primi computer con cui ho
avuto a che fare furono i
Commodore PE1, seguiti
presto dal 32K CBM
(Commodore Business Machines).
Erano i primi anni '80. lntorno all'86
ebbi il primo (e unico) PC aziendale
sulla mia scrivania. Era un clone lBM
clone con due dischi da S pollici e
1/4, schermo monocromatico e
assolutamente nessun disco fisso.
Lo utilizzavo principalmente per
scrivere manuali per i sistemi
calcolatori che la nostra azienda
realizzava: erano sistemi per il
controllo dei macchinari,
prevalentemente macchine per la
fresatura.
Avviavo il computer con un
dischetto con DOS 3.3 in uno dei
lettori di dischi e un dischetto con
l'editore di testi "Wordstar"
nell'altro. Sul medesimo disco, che
poteva contenere 360KB, salvavo
inoltre il manuale completo.
Pensate, un floppy disk con
programma e dati!
Due anni dopo ricevetti un
computer 286 con due monitor:
uno con schermo monocromatico
Hercules e uno con schermo ECA.
Aveva un disco fisso da 20MB che
non potevo mai riempire: era
troppo grande. l due schermi erano
per un programma di disegno
tecnico (CAD) con cui sviluppare
schemi di schede prestampate di
circuiti. Sullo schermo Hercules
potevo visualizzare tutti i menu e
su quello ECA gli schemi grafici.
Bello. Non ricordo se ho anche
utilizzato un 386, ma so di aver
utilizzato un 486 (con un co-
processore 487) per un lungo
periodo di tempo. Allora utilizzavo
Windows 3.11 e in seguito Windows
9S, sempre con l'editore di testi
"Wordstar", e poi con "Word-
Perfect" (che fine ha fatto!).
lntorno al '98 iniziai con un
database che sviluppavo
principalmente a casa. Portarmi il
computer a casa la sera per poi
riportarlo in ufficio non era
fattibile, cos ottenni il primo
Pentium che l'azienda acquist,
corredato di processore a 7S Mhz. ll
database fu realizzato con "Access"
e, non appena gir come volevo, lo
volli espandere con un secondo
computer situato nel magazzino. l
miei colleghi potevano quindi
inserire i cambiamenti sulle scorte
di magazzino molto facilmente.
Creai un terzo database. Ora
arrivava la parte pi difficile.
Dovevo connettere i due computer
in una rete. Come fare! Nel
Pentium di casa avevo una
connessione remota a lnternet da
S6kbps. Cos imparai da ci che
trovai in rete, lo memorizzai e, in
ufficio, tentai di copiarlo. Fui
davvero contento quando vidi per
la prima volta i contenuti del PC in
magazzino guardando lo schermo
del mio computer d'ufficio.
Funzionava!
Mi sono sempre pi interessato
ai computer, ancora appiccicato a
Windows. Durante il 1999, per la
prima volta, comprai un mio
computer, con installato Windows
98. La connessione ad internet
divenne pi veloce (ADSL) e
quindi era facile ottenere
sempre pi programmi.
Non completamente
legale, ma dover
pagare per tutto
questo era
impossibile.
Fu allora che imparai che c'era
un altro sistema (Linux) che era
gratuito e ottenne
immediatamente la mia attenzione.
Sperimentai un po' un paio di
distribuzioni - Fedora di Ped Hat e
Open Suse - ma non avevo idea di
cosa stavo facendo. Fu cos che
tornai a Windows. L'ultimo
computer aveva XP preinstallato e
funzionante.
A ogni modo l'idea di utilizzare
Linux persisteva e fu nel 2008 che
installai Hardy Heron assieme ad
XP. Mi piace qualcosa di differente.
full circle magazine n. 44 4;
ndce
OD PLD VWRULD
Hardy funzion subito e imparai
molto. Ouando arriv lntrepid,
rimasi con Hardy a causa di alcune
cose negative che lessi sul forum di
Ubuntu al riguardo. Vero o no, non
lo so. Hardy, poi, era (ed ) una
versione L1S creata per essere
supportata a lungo. Come molti
altri, non potei resistere dal fare il
salto a Jaunty nell'aprile 2009.
Forse troppo presto, perch anche
la nuova versione aveva alcune
cose che non funzionavano
immediatamente. Ma sono riuscito
a far funzionare le cose con l'aiuto
del grande forum. A quel punto il
dual boot non c'era pi e ci fu
soltanto Linux da allora in poi.
Saltai anche Karmic, ma, nell'aprile
2010, installai Lucid. Devo dire che
non ero contento di un paio di cose
(e ancora non lo sono). Perch
stato apportato il cambiamento da
Crub 1 a Crub 2 qualcosa che
ancora non capisco. E poi,
naturalmente, il fatto che i pulsanti
massimizza-chiudi-minimizza sono
stati spostati nel lato sinistro dello
schermo. OK, non fa per me. Li
tengo ancora dove devono stare:
sulla parte destra! Sono cos
abituato ad averli l che non voglio
cambiare. Ouesto ci che rende
Linux cos grande: l'opportunit di
scegliere cosa volere e come
volerla. C' solo un Windows con
poche opzioni di personalizzazione
o nessuna, ma ci sono molte
varianti di Linux tra cui scegliere e
configurare nel modo in cui si
vogliono.
Ho anche un vecchio portatile
sulla mia scrivania. Lo uso per
sperimentare altri sistemi
operativi. Attualmente ci utilizzo la
Ultimate Edition, che lo rende
abbastanza lento. un Celeron,
1.4CHz con S12MB di memoria ram
e un disco fisso da 40CB.
Sul nostro terzo computer mia
moglie ancora utilizza Windows,
per, lentamente ma
inesorabilmente, cambier i
programmi che utilizza con le
relative versioni libere: la posta
elettronica gestita con
1hunderbird, il lavoro d'ufficio
svolto con OpenOffice.org e il
browser Firefox. Presto ci
installer uno tra Ubuntu e Mint. A
quel punto le uniche Finestre
("Windows" in originale, ndt) in
casa saranno quelle attraverso cui
guardi per vedere cosa stanno
facendo i vicini.
full circle magazine n. 44 4<
ndce
full circle magazine n. 44 53
ndce
U
U
H
H
F
F
H
H
Q
Q
V
V
L
L
R
R
Q
Q
H
H
Vfulwwr gd Urelq Fdwolqj
L
avostraprimadomanda
potrebbeessere*Shufkpl
vhuyhtxhvwrB*
Pisposta: quandodoveteusaredei
mediaavviabili per usoutilit, diciamo
unsistemadi recuperoper unpc in
panneosoloper provareuna
distribuzionenuovaoaggiornatasenza
installaresul discofisso. Non
necessariochericordiateuninsieme
complessodi istruzioni arigadi
comandodatochequestauna
comodainterfacciagraficachesvolgeil
lavoroper voi.
*Pdgl vlfxur+%vxuho|% lqruljlqdoh/ qgw,
lqXexqwxkrlo Fuhdwruhgl glvfkl g*dyylr/
krelvrjqrgl xq*dowudxwlolwshu iduhlo
errwB*
Unetbootinfamoltodi pi. Enon
chiamatemi Shirley(riferitoallo"surely"
di prima, ndt) (admemoriam, Leslie
Nielsen, PlP).
Vedoduevantaggi rispettoal
Creatoredi dischi d'avvio:
ll Creatoredi dischi d'avviocrea
soltantomediaper fareil boot da
qualunquetipodi immaginelSOoCD
chesiainvostropossesso,
Nonfunzionainmodoaffidabile,
UnetbootindisponibileinSynaptic
onel SoftwareCenter. unapiccola
installazionechedovrebbevenire
aggiuntaal vostrogruppodi men
Strumenti di sistema. Apriteloe, come
illustrato, avreteunsingolopannellodi
controllo.
lochiamolametsuperiorel'utilit
di assistenza. Vi consentedi
selezionareescaricareal volo
l'immaginedi unaquantitdi
distribuzioni Linux. Serveunacopiadi
SystemPescueCdascopi diagnostici!
Avetevogliadi provarel'attuale
KubuntuconKDE4.S! Ouesto
programmavaeveli riporta.
Lametinferioreper lacomodit
dell'entusiastadellacotturacasalinga,
puntateloversounCDounaimmagine
lSOcheavetegi, questosemplice. Vi
ancheun'opzionePersonalizzadove
potetespecificareunaversionedel
kernel elaconfigurazionedel
bootloader. Senonsapetecosa
significanovi unprogettodi ricerca
per voi, altrimenti nonpreoccupatevi.
Dovresteesserekernel hacker di medio
livelloper ricavareil megliodaquesto
ma, selosiete, lavedocomeun'utile
opzionerisparmiafatica.
lnfinespecificatei mediaobiettivo
dellavostraimmaginedi avvio, l'opzione
'Visualizzatutteleunit' giustamente
etichettata'usareconcautela' datoche
questostrumentovi lascerebbe
cancellareil vostroharddriveavviabile
primariosefosteabbastanzastupidi da
dirglielo. LememorieUSBvengonoin
cimaall'elencomapotrestefacilmente
rendereavviabileundiscoesternoo
masterizzareundiscoottico.
Lo ehoor/ lo fdwwlyrhlo
ghflvdphqwheuxwwr
Ouestaapplicazionemi piace.
facile, rapida, unachiavettada1CB
prontainmenodi unminuto, sembra
esserepiaffidabileecostante
dell'equivalentedi Ubuntu. L'elenco
dellelSOscaricabili coprela
maggioranzadelleversioni attuali delle
principali distribuzioni manonquelle
sperimentali, dovetti andareaprendere
damel'Alpha1di Ubuntu11.04. Dato
chequestaunadi quellelSO
sovradimensionatechenonsi adattano
aunCDmaentranobenesuunapenna
usb, questofuunmodosemplicee
velocedi partire. E, atitolodi esempio,
laversionedella11.04scrittadal
Creatoredi dischi di avviononsempresi
avviamentrelaversioneUnetbootins.
Comunquenonperfetto. Varie
provedi terzeparti hannomostratoche
Unetbootinnonsempreriescea
scaricareladistribuzionecompletae
quandolofanontuttelecombinazioni
hardwaredel pc consentirannol'avvio
daunaimmaginescrittacon
Unetbootin. Nondimenticatechele
impostazioni del BlOSdebbono
consentirel'avviodausbodischi ottici e
daharddisksecondariosequestoci
chechiedete.
E, per piacere, nonrovinate
accidentalmenteil vostroharddisk
primario, sieteancoravoi il pilotaal
volante.
X
X
q
q
h
h
w
w
e
e
r
r
r
r
w
w
l
l
q
q
full circle magazine n. 44 54
ndce
Hw= 16
Orfdolw= Lubin, Polonia
LUFQlfn= OuintasanoOuintasanSzel
Gd txdqwr whpsr xvl Olqx{ h txdo
vwdwd od wxd sulpd glvwulex}lrqhB
Da quanto tempo! Piuttosto difficile
da ricordare, forse tre anni. La mia
prima distribuzione stata Ubuntu,
poi molto presto passai a Kubuntu e
poi dopo un po' di mesi mi ritrovai ad
usare Centoo, ma scoprii che fu uno
spreco di tempo cos ritornai a
Kubuntu.
Gd txdqwr whpsr xwlol}}l XexqwxB
Direi che utilizzo Kubuntu da due
anni. Ero curioso di conoscere come
Linux lavorasse e dopo aver googlato
e visitato qualche sito, ho pensato
che Ubuntu sarebbe stata una buona
scelta, ma non mi piaceva Cnome
perci tornare a Kubuntu fu una
scelta ovvia.
Txdqgr h frph vhl vwdwr frlqyrowr
qho whdpghl PRWXB
All'inizio traducevo le applicazioni ma
i contributi pi seri iniziarono intorno
al periodo in cui venne sviluppato
Jaunty. ll mio primo contributo fu
quello di importare in upstreamdelle
patch per risolvere i problemi con Ot
4.S e KDE 4.1
Frvd wl kd dlxwdwr dg dssuhqghuh lo
sdfndjlqj h frph odyrudqr l whdp
gl XexqwxB
ll packaging! L'ho imparato nel modo
pi difficile, invece di leggere i
fantastici wiki che abbiamo a
disposizione, ho iniziato mettendo le
mani a Debian/dir e contattando i
ragazzi su lPC ogni volta che qualche
strano errore saltava fuori. l ragazzi
sul canale #kubuntu-devel e
#ubuntu-motu mi furono di enorme
aiuto e riuscii cos ad apprendere le
basi del packaging, patching e
l'interoprocessodi analisi indue ore.
Txdo od sduwh fkh suhihulvfl gho
odyrur fkh vyrojl frq l PRWXB
1utto. Ma se dovessi scegliere solo
una cosa, sarebbe quando gli utenti
entrano nei canali lPC per ringraziare
gli sviluppatori del loro duro lavoro
(+100 alla motivazione).
Txdofkh frqvljolr dooh shuvrqh fkh
yruuheehur dlxwduh l PRWXB
Non siate timidi, unitevi a noi sul
canale #ubuntu-motu e chiedete
come potete dare una mano. Non
mordiamo e possiamo fornirvi tutta
l'assistenza di cui avete bisogno se
doveste incorrere in qualche
problema durante la vostra
avventura da MO1U.
Vhl frlqyrowr lq txdofkh juxssr
orfdoh gl Olqx{2XexqwxB
Nel gruppo polacco
Ubuntu LoCo. Potete
trovarmi nel nostro
canale lPC (#ubuntu-pl).
Vx frvd wl frqfhqwuhudl
qho surjhwwr gl OxflgB
Di certo lavorer con il
gruppo Ubuntu Ninias
(ssssh, non esistiamo
ancora!) per portarvi
nuovi e scintillanti rilasci
di KDE SC. lo sono il
nuovo responsabile del
Progetto Neon (lo sviluppo notturno
di KDE SC e Amarok) cos mi
concentrer anche in quello. Mi
piacerebbe anche mettere un po' in
ordine la lista dei pacchetti necessari,
cos da avere un chiaro elenco di cose
di cui abbiamo bisogno nei
repository.
Frvd idl qho wxr whpsr olehurB
Beh, sto imparando il Ciapponese da
autodidatta, dato che non ci sono
corsi qui a Lubin o da qualche parte
qui attorno. Amo anche praticare lo
skateboard e guardare cartoni
animati giapponesi. Di recente ho
iniziato ad apprendere il C++ e quindi
studio molto spesso anche quello.
L
L
Q
Q
W
W
H
H
U
U
Y
Y
L
L
V
V
W
W
D
D
D
D
L
L
P
P
R
R
W
W
X
X
P
P
l
l
f
f
k
k
d
d
_
_
]
]
d
d
m
m

f
f
Suhohydwd gd kwws=22ehklqgwkhflufoh1ruj2
full circle magazine n. 44 55
ndce
O
O
H
H
W
W
W
W
H
H
U
U
H
H
Vldpr olhwl gl sxeeolfduh rjql phvh dofxqh ghooh pdlo fkh ulfhyldpr1 Vh yrohwh
sursruuh xqd ohwwhud shu txhvwr vsd}lr/ gl fulwlfkh r frpsolphqwl/ srwhwh lqylduod d=
Ietters@fuIIcircIemagazine.org1 DWWHQ]LRQH= dofxqh ohwwhuh srwudqqr hvvhuh wdjoldwh
shu udjlrql gl vsd}lr1
Fruuh}lrqh
N
el vostroarticolodi
Novembre "La mia storia",
di Jesee Avils, loscrittore
ha commessounterribile
errore. OClS (qui sotto) unSistema di
lnformazione Ceografico, non
un'applicazione CAD2D. Sebbene per
molti potrebbe essere lostesso, in
realt sonoradicalmente differenti. ln
unClS potete creare, memorizzare e
visualizzare dati inuna variet di
sistemi di coordinate. Alcuni
potrebberosostenere che unCADpu
manipolare dati che essenzialmente
hannounsistema di coordinate.
Ouestoinparte vero, datoche per
esempio, unsistema CADnonsa come
manipolare dati di zone U1Mcontigue.
Un'altra differenza che il datoinun
ClS ha una tabella attributi che
permette di utilizzare intanti modi
differenti i vostri dati. Le differenze
potrebberocontinuare a lungo, il mio
puntodi vista che dovete controllare
pia fondoquesti tipi di articoli.
Personalmente lavoroinambiente
Windows, ma utilizzoUbuntuper alcuni
progetti speciali. UsoOClS per
introdurre i miei studenti (B.A. in
Archeologia) alla cartografia e alla
cartografia digitale. OClS essendo
multipiattaforma, mi permette di
espandere il miopubblico(molti dei
miei studenti utilizzanoMac altri sonoa
favore di Linux) edessendoopen
source nonci sonoproblemi conla
violazione del DPM.
Jhudugr Mlphqh} Ghojdgr
SL FOL$
l
nFCM42, Chris Burmaister
supplica per "ancora menoCLl".
Anche se a prima vista uno
potrebbe essere daccordo,
sinceramente iosimpatizzoper questo,
ma considerandolopida vicinonon
quelloche si vuole. Una CUl pusolo
intaccare la superficie delle enormi
capacit utilizzate da Linux. Se volete
mettere tutte le capacit di Linux in
una CUl, quella CUl sarebbe cos grossa
e complicata che nessunosarebbe in
gradodi realizzare qualcosa, spesso
come i picomuni pulsanti. Cos la sua
richiesta per una "semplice CUl incui
unopufare ogni cosa" proprio
completamente impossibile. Scusate.
Se le persone si spostanoda
Windows adUbuntu, il primovantaggio
acquisito unsistema sicuroe pi
affidabile, incui le maggiori cose che si
voglionofare possonoessere fatte
usandola CUl, che semplice, in
questosonodaccordo. La vera forza di
Linux nella linea di comandoe
chiunque possa utilizzare una tastiera
per digitare alcuni caratteri putrarre
profittospessodai pisemplici
comandi, dei quali non veramente
necessarioimparare molto. Nonc'
niente di complicatonell'usodi
semplici comandi come cd, ls, mv, cp,
tranne che per una probabile barriera
psicologica. La forza che unopu
modificare questi comandi inmolte
decine ocentinaia di modi mentre
scoraggiante se volete conoscerlo
tutto, cosa che nessunofa oha bisogno
di fare. Unopuusare 'man' per
conoscere tuttoquellodi cui ha
bisogno. Man un'abbreviazione per
"manual" (guida sul harddisk) ed
anche uncomando. Se unosceglie di
nonusare la CLl, allora nonne faccia
uso, ma per favore nonchiedete adun
OS magnificocome Linux di essere
'limitatoinfinestre' lasciandola sua
reale potenza.
Mdds Zrogulqjk
Sl lghh shu lo Edfnxs/
Phqr vfxvh
1
utte le soluzioni backup
evidenziate offerte dal
Sig. Mins [nel FCM#43]
sono molto buone.
Dropbox e Clonezilla sono
strumenti specialmente validi. A
meno che siate limitati ad un
dispositivo desktop, ci sono altre
valide opzioni. ll mio gateway Linux
stato previsto con un hard disk
extra proprio per i backup. Sotto
questo scenario potete avere due
opzioni aggiuntive:
* Psync - unvecchiocoraggiosoche
full circle magazine n. 44 56
ndce
'funziona' quandoviene applicata una
piccola configurazione.
* Unison- il miostrumentopreferito
quandosincronizzoi dati. Unodei
maggiori attributi utilizzati quellodi
essere un'cross platform' e che
sincronizza i dati congrande efficienza.
Mrkq PfJlqqlv
H
oappena letto"ldee per il
Backup" nel FCM#43si
tralascia propriospideroak:
http://www.spideroak.com
.
Supporta bene Ubuntu(edaltri
sistemi Linux) inoltre il client ben
configurabile. Ha anche unapproccio
per veri principianti, nel sensoche la
societ Spideroak e gli impiegati non
possonoscoprire la vostra passwordo
decriptare i vostri dati. Ouestomi da
molta tranquillit.
Mi spiace di nonavere tempoper
scrivere unmiocommentoinmerito
ma siete pregati di dargli un'occhiata.
La cartella da 2CB gratuita e se volete
maggior spaziovi offrono100CBper
100USD.
lononsonoassociatoa Spideroak in
nessunaltromodose nonquellodi
essere uncliente soddisfatto.
Mrkq Mdduvyhog
Ponnie dice: Vslghurdn vhpeud
fhuwdphqwh srsroduh h dqfkh Sdgg|
Odqgdx or kd flwdwr lq xqd hpdlo1 Jud}lh
shu dyhufhor idwwr frqrvfhuh/ jhqwh$
Juhs0duh R Qrq Juhs0
duh
H
onotatola risposta a
questa domanda: Shufk lo
frpdqgr= ov juhs -}ls qrq
id txhoor fkh yrjolr e cerca
di fornire una risposta alternativa!:
La ragione che * significa che il
precedente carattere si ripete 0 o
pi volte e tu non hai specificato
alcun carattere, in questo modo il
risultato nullo. Le soluzioni sono:
ls | grep .*zip
( . significa unsingolocarattere ad
esclusione di una nuova linea)
oppure dimenticarsi di Crepe usare:
ls *.zip
Jdxwkdp Sdl
Sursrvwd gl diidul shu
yrl
B
uongiorno. SonoKhaldoon
Khalifa, il direttore incarica
della
sezione Pevisione Contabile della
Banca OCBC. Houna proposta di
affari di S2,300,000.00 USDper voi, da
gestire conme dalla mia banca.
Avrbisognodi essere assistito
nell'esecuzione di questoprogettodi
affari
dalla Malaysia al vostropaese.
Se siete interessati, per maggiori
informazioni contattatemi al mio
indirizzoemail privato:
(<snip!>).
Sinceramente
Pu1 Nkdogrrq Nkdolid
Ponnie dice: Qhvvxq dowud riihuwd gl
diiduh pxowlplolrqdulr$
Pd pl vhqwr frpsldflxwr gho idwwr gl
vdshuh fkh sduhffklh pljoldld gl shuvrqh
kdqqr ohwwr o*hpdlo gl vsdpfkh lr kr
ulfhyxwr$
OHWWHUH
full circle magazine n. 44 57
ndce
G
G
R
R
Q
Q
Q
Q
H
H
X
X
E
E
X
X
Q
Q
W
W
X
X
Vfulwwr gd Vloyld Elqghool h Iodyld Zhlvjkl}}l
S
olo un paio di mesi fa l'ltalia
ha raggiunto un grande
obiettivo connesso alle
donne nel movimento open
source libero e indipendente con la
fondazione di un nuovo gruppo,
donne@softwarelibero.it che include
donne e uomini attivi in vari progetti
open source.
La storia di questo gruppo
intimamente connessa al progetto
Ubuntu Women.
Flavia Weisghizzi e Silvia Bindelli,
entrambe membri dell'Ubuntu
Women 1eam, si incontrarono nel
2009 e discussero dei problemi che
avevano con la tecnologia e delle
opportunit date loro dalla comunit
di Ubuntu. Conclusero che, per
incoraggiare la partecipazione delle
donne nel progetto Ubuntu,
avrebbero dovuto iniziare con quelle
pi vicine a loro.
Molte persone in ltalia si sentono
a disagio nel parlare in una lingua
straniera a causa della mancanza di
fiducia nelle loro capacit
linguistiche, cos iniziare a scrivere a
una mailing list in inglese o nei canali
lPC potrebbe essere percepito come
un'ulteriore barriera alla
partecipazione.
Ouesta la ragione per cui, di
concerto con l'Ubuntu Women 1eam
e dopo discussioni con altri membri
dell'ltalian LoCo 1eam, decisero di
creare una sezione locale dell'Ubuntu
Women 1eam, principalmente
costruita intorno ad una mailing list in
italiano, dove si traducono in questa
lingua le notizie principali del 1eam
internazionale e si aggiungono
notizie su eventi e iniziative locali.
Alcuni mesi dopo si tenne DUCC-
l1 (Debian Ubuntu Community
Conference ltaly) che raccolse
insieme persone di entrambe le
comunit e a cui partecip, fra gli
altri, Stefano Zacchiroli, attuale
leader del Progetto Debian. Durante
questa conferenza Silvia e Flavia
incontrarono donne italiane del
Progetto Debian e discussero con
loro le ragioni della bassa
partecipazione delle donne nei
progetti di software libero. Sorse da
questo e dalle discussioni col
pubblico l'idea di un gruppo italiano
che raccogliesse insieme donne
coinvolte nel software libero.
Alcune donne del Progetto
Fedora si offrirono subito di
partecipare ad una tale rete e,
nonostante le differenze di
distribuzione, sedettero tutte intorno
allo stesso tavolo.
ll progetto fu creato con una
mailing list e lanciato lo scorso Linux
Day in molte citt italiane. Venne
redatto un comunicato stampa
congiunto e pubblicato su blog, social
network e alcune riviste.
Al momento c' una pagina wiki
del progetto su
http://www.fsugitalia.org/donne e
anche un canale irc (#donne-
softwarelibero) sulla rete
freenode.net.
Alcuni hanno chiesto le ragioni di
un simile sforzo ma i dati sul
coinvolgimento femminile nell'open
source sono incontrovertibili: sembra
che siano donne meno del S%di
coloro che lavorano nel FLOSS e ci
rende le donne una grossa
minoranza nel mondo del software
libero.
L'intenzione di questo gruppo,
che completamente indipendente
da ogni singolo progetto o
distribuzione, divenire un luogo in
cui le donne (ma anche gli uomini)
che contribuiscono ai differenti
progetti di software libero possano
incontrarsi, discutere e incoraggiare
la partecipazione delle donne
attraverso discorsi, eventi,
conferenze e qualsiasi specie di
iniziativa di marketing e promozione
possa essere intrapresa. lnoltre, un
punto importante nella nostra lista
delle Cose da Fare formare e
promuovere alcuni relatori che
provengano da esperienze diverse e
che parlino di loro e presentino i loro
esempi, per mostrare che le donne
hanno molto da dare e hanno solo
bisogno di essere abbastanza
coraggiose da mettersi alla prova.
full circle magazine n. 44 58
ndce
J
J
L
L
R
R
F
F
K
K
L
L
X
X
E
E
X
X
Q
Q
W
W
X
X
Vfulwwr gd Hgzdug Khzlww
O
uake Live per Linux stato
rilasciato da oltre un anno e
dalla sua uscita tante cose
sono cambiate. A partire
alla mia recensione nel numero 29 e
giungendo fino ad oggi, vorrei
guardare indietro e scoprire quali
cambiamenti sono stati apportati al
gioco, com' cresciuta la comunit e
cercare di convincere alcuni di voi a
tornare a giocare a Ouake Live -
oppure provarlo per la prima volta!
Per chi non lo conosce, o non ci ha
mai giocato prima, Ouake Live una
versione "free-to-play" di Ouake 3 -
sviluppata dalle stesse persone, della
ld Software, che l'hanno poi aggiornata
e migliorata. Hanno mantenuto gli
stessi contenuti principali di Ouake 3
(mappe, modelli, scopo del gioco, armi)
ed aggiunto nuove caratteristiche
come un sistema per organizzare delle
sfide, risultati, statistiche e liste di
amici. disponibile per Windows, Mac
e Linux.
Poco dopo il rilascio di Ouake Live
nell'agosto del 2009, la ld Software ha
rilasciato piccoli aggiornamenti in
poche settimane, per correggere
alcuni bug e apportare alcuni
aggiustamenti al gioco. Ouesta
generalmente la regola per i giochi
"free-to-play", anche se in molti
speravano in qualche nuovo
contenuto. Fin dall'inizio la ld Software
ha offerto pi di 20 mappe su S
modalit di gioco, c'erano abbastanza
contenuti con cui partire e tanti server
e utenti con cui poter giocare. Durante
il primo anno di vita del gioco,
sapevamo gi che sarebbe stato
introdotto un servizio di sottoscrizione
di abbonamenti.
Finalmente, un anno dopo il lancio
di Ouake Live, il servizio di
sottoscrizion
e arrivato.
La versione
gratuita di
Ouake Live
ancora
disponibile,
supportata
dagli annunci
ads e con gli
stessi
contenuti
principali di
Ouake Live. ll
servizio di
sottoscrizion
e prevede
due
abbonamenti, Premium e Pro, al
rispettivo prezzo di 1,S9/mese e
3,18/mese. L'attivazione di una delle
opzioni permette di aggiungere
ulteriori mappe e nuove modalit di
gioco, nessuna pubblicit, possibilit di
creare la propria squadra e l'aggiunta
di pi statistiche a disposizione dopo
ogni match. Sebbene queste opzioni
siano molto valide per quello che
costano, sono state tuttavia
scarsamente considerate dalla
comunit di Ouake Live. Molti dei
server Premium con nuove mappe e
nuove modalit di gioco sono
praticamente vuoti. Attualmente il
vero beneficio nel sottoscrivere un
abbonamento quello di liberarsi
degli annunci pubblicitari. Credo che la
ragione della scarsa adesione coincida
col fatto che molti utenti sono gi
felici di giocare gratis, mentre altri
invece vorrebbero sottoscrivere
l'abbonamento pagando mediante
PayPal, opzione che ld Software deve
ancora aggiungere ai metodi di
pagamento. Se state valutando di
sottoscrivere un abbonamento, vorrei
raccomandarvi l'opzione Premium,
Qhzv
Nelle prossime settimane
assisteremo al rilascio di EHHS e
Dwrp ]rpelh Vpdvkhu per
Linux.
Paga quanto desideri per S
giochi indipendenti: Eudlg/
Fruwh{ Frppdqg/
Pdfklqdulxp/ Rvprv, e
Uhyhqjh Ri Wkh Wlwdq. Saranno
recensiti nei prossimi numeri di
FCM!
Wulqh e Wulqh 5 presto in
arrivo, saranno rilasciati per
Linux.
T
T
x
x
d
d
n
n
h
h
O
O
l
l
y
y
h
h
=
=
X
X
q
q
d
d
q
q
q
q
r
r
g
g
r
r
s
s
r
r
full circle magazine n. 44 59
ndce
visto che la Pro non offre poi molte
opzioni aggiuntive.
ll supporto per il gioco, offerto
dalla ld Software, stato piuttosto
buono durante tutto l'anno. Cli
aggiornamenti promessi sono stati
abbastanza buoni fin da quando il
servizio in abbonamento stato
rilasciato. Ouesti aggiornamenti
vengono rilasciati quasi ogni
settimana, con correzioni di bug e
aggiustamenti. Adesso ci sono nuove
mappe, nuovi risultati, nuove opzioni
dei server e miglioramenti generali del
gioco. Ogni fine settimana viene
introdotto un "DevPick", che consiste
nel cambiamento della rotazione delle
mappe di alcuni server e l'aggiunta di
alcune piccole modifiche di gioco come
poca forza di gravit o il ricaricamento
rapido. Ouake Live ha una comunit in
continua crescita sui forum ufficiali,
nei quali gli sviluppatori commentano i
suggerimenti e le richieste di aiuto.
Ouando ho scritto la prima
recensione su Ouake Live, una delle
mie preoccupazioni per il futuro del
gioco era la scena professionale.
Ouake 3 considerato il migior gioco
dell'intera serie e, adottato dalla scena
professionale, stato utilizzato per
diversi anni nella E-Sports League. Ero
preoccupato che Ouake Live sarebbe
stato ignorato dai giocatori pi bravi e
dai "duri a morire" che avrebbero
continuato a giocare a Ouake 3, ma mi
sbagliavo. Ouake Live ha avuto grande
successo in questo campo,
principalmente grazie al continuo
supporto della ld Software ed essendo
un gioco davvero equilibrato,
conservando le funzionalit principali
di Ouake 3. Ouake Live stato usato in
tornei come OuakeCon, lntel Extreme
Masters, ESL e Dreamhack.
Ci sono molti giochi simili a Ouake
per Linux, e puoi persino giocare alle
versioni da 1 a 4, quindi perch
dovresti giocare a Ouake Live! 1anto
per iniziare basato sulla migliore
versione di Ouake - Ouake 3 - ed
stato aggiornato con nuove e migliori
caratteristiche. Ha ancora le mappe
principali, le armi, le caratteristiche di
gioco, di Ouake 3, ma con nuovi
perfezionamenti. La grafica stata
migliorata con texture aggiornate,
supporto HDP e anti-aliasing. Ha delle
statistiche molto dettagliate,
fornendo informazioni approfondite
su tutti i match giocati.
"Achievements" stata tra le novit
pi apprezzate, sin da quando
Microsoft l'ha introdotta nella
piattaforma di Xbox. Ouake Live usa
un sistema simile. Un sistema di
organizzazione a squadre una
caratteristica importante per molti
"sparatutto" online, e Ouake Live ha
una delle migliori implementazioni mai
viste. La lista di amici e le pagine dei
profili degli utenti, aggiungono un lato
sociale a Ouake Live. Oltretutto Ouake
Live l'unico gioco della ld Software
ancora attivamente supportato, con
rilascio di aggiornamenti ad intervalli
di poche settimane. Sono state
aggiunte pi mappe a Ouake Live che
a Ouake 3, incluse le mappe ufficiali
delle versioni precedenti e dei famosi
mod.
Ouake Live uno dei migliori
"sparatutto" online per Linux, grazie
alla cura ed al dettaglio della
realizzazione. un gioco "free-to-
play", quindi se siete avidi fan di FPS
dategli almeno una possibilit,
garantisco che non resterete delusi.
Ouake Live ha avuto un eccezionale
primo anno, sorprendendo le mie
aspettative e sono sicuro che avr
anche un eccellente futuro, grazie al
supporto della ld Software ed
all'estensione della comunit.
JLRFKL XEXQWX
full circle magazine n. 44 5:
ndce
G
G
)
)
U
U
Suhsdudwr gd Jrug Fdpsehoo
G
Kr xqd vwdpsdqwh
froohjdwd dg xq dowur
frpsxwhu ghood pld
uhwh fkh hvhjxh vx
Xexqwx1 Kr %frqglylvr% od
vwdpsdqwh/ pd qrq ulhvfr d
yhghuod lq uhwh1
P
Per aggiungere una
stampante da una
condivisione Linux, devi
impostare la stampante
come condivisibile E impostare le
impostazione del server della
stampante a "Pubblico" e
autorizzare i controlli che sono
richiesti.
G
Frph srvvr
plqlpl}}duh lo qxphur
ghjol djjlruqdphqwl
fkh ghyr hiihwwxduh
grsr o*lqvwdood}lrqh gl XexqwxB
P
C' la "daily build" per
Ubuntu 10.10 che
contiene tutti gli
aggiornamenti:
http://cdimage.ubuntu.com/daily/c
urrent/
G
Txdqgr lo frpsxwhu
ulsduwlwr gdood prgdolw
%Vrvshqgl%/ qrq kr
gryxwr dvshwwduh shu
o*lpplvvlrqh ghood sdvvzrug1
P
Vai su Sistema >
Preferenze >
Salvaschermo.
Deseleziona "Blocca lo
schermo quando lo screensaver
attivo". inoltre in Sistema >
Preferenze > Cestione
alimentazione, deseleziona "Blocca
in modalit Sospendi".
G
Gryh srvvr wuryduh xq
dgdwwdwruh zluhohvv
fkhixq}lrql lqXexqwxB
P
Scegli un adattatore da
un sito di un rivenditore
online, poi controllalo
all'indirizzo: http://linux-
wless.passys.nl/
G
Uhfhqwhphqwh kr
lqvwdoodwr Xexqwx
Pdyhulfn 970elw1 Kr
surydwr d prqwduh lo
plr glvsrvlwlyr KG[04333 phgld
vhuyhu/ pd frqwlqxr d ulfhyhuh
%prxqw1qiv dffhvv ghqlhg e|
vhuyhu zkloh prxqwlqj 111%1
P
(Crazie a xeddog nel
forum di Ubuntu), ho
trovato una lista di tutti
parametri differenti che
possono essere specificati su una
voce in "fstab" e aggiunto
"nfsvers=3", quindi ora la linea :
HDX-Server1:/share
/media/HDX-Server1 nfs
rw,rsize=8192,wsize=8192,intr
,nfsvers=3
G
Pl sldfhuheeh
djjlruqduh dg Xexqwx
43143/ pd oh qrwh gl
ulodvflr glfrqr %lo qxyr
[ruj 41< glvsrqleloh vx Pdyhulfn
qrq frpsdwleloh frq l fklsvhw
edvdwl qYlgld fkh xvdqr l gulyhu
+qylgld0<9, h +qylgld04:6,%1
P
(Da Launchpad) "potete
aggiornare il vostro
sistema con i pacchetti di
supporto da questo PPA
non certificato, aggiungendo
ssd=gdmkruq2qylgld0<9 alle
sorgenti software del vostro
sistema." ll driver 96.43.19
riportato che funziona bene su
Maverick.
G
Kr dsshqd lqvwdoodwr od
43137 vx xq frpsxwhu
yhffklr gl wuh dqql/ shu
xvduor frph
glvsrvlwlyr gl vwuhdplqj shu xq
whohylvruh d vfkhupr sldwwr gl
93%1 Ylvxdol}}d ehqh pd hvfh ixrul
gdo fhqwur yhuvr vlqlvwud1
P
l menu della 1V include
un "auto-
posizionamento", che
rende centrale la
visualizzazione.
G
Srvvr fklxghuh lo plr
odswrs h pdqwhqhuor
dqfrud lq hvhfx}lrqhB
P
Preferenze > Cestione
alimentazione ha
un'impostazione per cosa
deve fare quando il "lid"
viene chiuso. lmpostalo su
"schermo vuoto".
Vh dyhwh grpdqgh vx Xexqwx/ vfulyhwh d questions@fuIIcircIemagazine.org h
Jrug yl ulvsrqghu qhooh survvlph hgl}lrql1 Shu idyruh lqvhulwh sl
lqirupd}lrql fkh srwhwh uljxdugr lo sureohpd1
full circle magazine n. 44 5;
ndce
G ) U
G
Txdqgr suryr d
uhjroduh lo yroxph vxo
plr frpsxwhu xvdqgr
lo sdqqhoor gl frqwuroor
gho yroxph r l erwwrql vxood pld
wdvwlhud/ fdpeld od txdolw gho
vxrqr pd qrq lo yroxph1
P
L'ho sistemato, prima
esegui il comando
gksudo gedit
/etc/modprobe.d/alsa-base
poi nel file di testo
options snd-hda-intel
model=gateway-m4
Salva e riavvia il computer. Poi ho
installato "pulseaudio-equalizer".
G
Od pld zhefdp
ixq}lrqdyd qhood
yhuvlrqh 43137/ pd
txdqgr kr hvhjxlwr
o*djjlruqdphqwr dood 43143/ l
prgxol gho nhuqho vrqr fdpeldwl h
lo gulyh qrq kd sl ixq}lrqdwr1
P
Scarica
"gspca2.11.3.tar.gz" dal
seguente sito gspca:
http://moineif.free.fr/.
Potresti aver necessit di installare
"build-essential" da Synaptic.
Decomprimi il file, poi segui le
istruzioni dall'archivio:
Apri il terminale e spostati con "cd"
nella directory dove si trova il file.
Poi:
make
sudo make install
P
iavvia il computer per
caricare il nuovo modulo.
Esegui "Cheese" per
confermare che funzioni.
G
Kr Xexqwx 43143/ pd
qrq sx dffhghuh dood
pdffklqd r do juxssr
gl odyrur gl Zlqgrzv
[S1 Srvvr hiihwwxduh lo slqj lq
hqwudpeh oh gluh}lrql/ gd Xexqwx
dg [S h ylfhyhuvd1 Txdqgr suryr
dg dsuluh %Zlqgrzv Zrunjurxs%
rwwhqjr lo vhjxhqwh huuruh=
Lpsrvvleloh prqwduh od srvl}lrqh1
Idoolwr lo uhfxshur ghood olvwd gl
frqglylvlrqh gdo vhuyhu1
P
L'"Unicasting" era
attivato nel router,
quando disattivi l'opzione
tutto funziona.
G
Kr dsshqd lqvwdoodwr
Xexqwx 43143 vx xq
odswrs gl xq plr dplfr1
Gxudqwh o*lqvwdood}lrqh/
kr vdowdwr od idvh lq fxl vl
srwuheeh djjlxqjhuh xq orj0lq
frq sdvvzrug gxudqwh o*dyylr/
srlfk yrjolr fkh ohl or wuryl
idfloh lo sl srvvleloh1 Rud dpd lo
vlvwhpd h shqvr fkh vduheeh
rssruwxqr djjlxqjhuh xqd
vfkhupdwd gl dffhvvr doo*dyylr1
Frph srvvr iduhB
P
Vai su Sistema >
Amministrazione >
Schermata d'accesso e
disabilita "accesso
automatico".
G
Kr xq kdug glvn
hvwhuqr XVE1 Kr
olehudwr prowl jljde|wh
gdo glvfr/ pd idfhqgr
folf vxooh sursulhw gho yroxph/ or
vsd}lr glvsrqleloh qrq dssduh1 Kr
hiihwwxdwr xqd fdqfhood}lrqh
pdqxdoh gdooh gluhfwru| %Fhvwlqr%
h %V|vwhp Yroxph Lqirupdwlrq%/
pd lo sureohpd shuvlvwh dqfrud1
P
Ouelli sono degli artefatti
di Windows. Apri il
dispositivo esterno con
Nautilus, fai clic col tasto
destro del mouse sull'icona del
cestino e seleziona "Svuota
cestino".
G
Qrq srvvr yhghuh l
GYGfrq Xexqwx 431431
P
Apri Accessori/terminale
e incolla questo
comando:
sudo
/usr/share/doc/libdvdread4/in
stall-css.sh
Se il file non viene trovato, usa
Synaptic per installare
"libdvdread4" e riprova il comando.
Poi riavvia il computer e dovresti
essere in grado di vedere i DVD.
G
Frph srvvr hvhjxluh l
iloh 1vzi vx Iluhir{B
P
Usa l'add-on "Flash-Aid
FF":
https://addons.mozilla.or
g/en-US/firefox/addon/
161939/
full circle magazine n. 44 5<
ndce
L
L
O
O
P
P
L
L
R
R
G
G
H
H
V
V
N
N
W
W
R
R
S
S
ll mio nome Andrew, ho 13 anni. Ouesto il mio desktop
Ubuntu Lucid. Utilizzo la lingua lnglese (la sto imparando, ma
le mie lingue native sono il Pusso e lUcraino) e New wave
come tema di default. Sfortunatamente, la mia stampante
non funziona con Ubuntu. Perci, utilizzo Windows come
sistema alternativo per stampare e giocare.
Configurazione Computer:
lntel Pentium 4 (CPU 3.20 CHz)
Memoria operativa (PAM): S12MB
Hard Drive Disk (HDD): 160CB
Scheda grafica: nVlDlA CeForce 9S00C1 (S12 MB)
Dqguhz Elgd
Txhvwd od wxd rffdvlrqh shu prvwuduh do prqgr lo wxr ghvnwrs hvwurvr r lo wxr SF1 Pdqgd
oh wxh vfkhupdwh h irwr d= misc@fuIIcircIemagazine.org Lqfoxgl xqd euhyh ghvful}lrqh gho wxr
ghvnwrs/ oh fdudwwhulvwlfkh gho wxr SF h dowuh fxulrvlw vxood wxd frqiljxud}lrqh1
Ouesto il mio desktop 1440x900 con Ubuntu 10.04. Utilizzo
AWN e Conky per avere un desktop interattivo con le mie
previsioni metereologiche e le statistiche sulla CPU in alto a
destra. Ogni volta che ho una nuova mail sul mio account
Cmail, il numero di e-mail, da chi provengono e loggetto di
esse viene mostrato nella letterina di gmail sulla destra.
lnoltre, il mio feed twitter di coloro che seguo viene
mostrato nelliPad virtuale in basso a destra. Ogni volta che
ascolto Last.fm attraverso Phythmbox, la cover dellalbum, il
titolo, lartista e lalbum sono mostrati nelliPod virtuale in
alto a sinistra. ll tema il Woody theme con le icone
Balanzan.
Fkulvwrsk Urhvfk
full circle magazine n. 44 63
ndce
LO PLR GHVNWRS
Ouesto il mio Ubuntu 10.04 che gira sul mio Acer Aspire
7730C. Ho personalizzato il mio desktop grazie ai siti Caia
(www.gaia10.us) e Artescritorio (artescritorio.com).
Ouesta la configurazione del mio desktop:
-Wallpaper : Mother Nature
-lcone : Faenza
-Dock AWN : lcone Caia
-Conky : Semplice configurazione (solo per data e ora)
-1ema : CAlA Sprout
Specifiche hardware e software:
-lntel Core Duo processor 1S800 - 2 CHZ
-NVlDlA CeForce 9600M CS 1urboCache
-4 CB DDP2
Duqdxg Fkhq0|hq0vx
Utilizzo Linux dal 2000, con molte distribuzioni come Ped
Hat, Mandrake (ora Mandriva) e molte versioni di Ubuntu.
Oui c una schermata del mio desktop Ubuntu Netbook,
esso installato sul mio netbook Acer Aspire One D2SS, che
ha queste specifiche: processore lntel Atom NSS0 (con dual
core) e 1CB di PAM.
Saluti da Batam, lndonesia!
Dwkdlodk
full circle magazine n. 44 64
ndce
W
W
R
R
S
S
8
8
Vfulwwr gd Dqguhz Plq
Wudqvplvvlrq
Sito: http://www.transmissionbt.com/
Uno dei client per torrent open source pi conosciuti 1ransmission.
Ci dovuto in parte al suo grado di compatibilit (pu infatti
utilizzare un'interfaccia scritta in C1K oppure in Ot), in parte alla sua
leggerezza e in parte alla sua interfaccia semplice. Come fanno
notare gli sviluppatori, abbiamo impostato i valori di default perch
funzioni e basta. Supporta anche una serie di add-on di terze parti e
include anche un'interfaccia headless basata sulle librerie curses.
1ransmission preinstallato su Ubuntu. 1utti gli altri utenti possono
usare il pacchetto wudqvplvvlrq package nei repository Universe.
Ghoxjh
Sito: http://qbittorrent.sourceforge.net/
Una delle alternative pi conosciute a 1ransmission Deluge, basato
su libtorrent. molto pi veloce, ma utilizza pi risorse: un ricercatore
ha concluso che Deluge richiede il doppio di memoria per andare a
velocit doppia (si veda http://url.fullcirclemagazine.org/f37031).
Supporta una gran variet di plug-in e funzionalit, includendo anche
un'interfaccia web e una basata su terminale. Ed ha un aspetto
fantastico.
Per installare Deluge, utilizzare il pacchetto ghoxjh presente nei
repository Universe.
F
F
o
o
l
l
h
h
q
q
w
w
E
E
l
l
w
w
W
W
r
r
u
u
u
u
h
h
q
q
w
w
full circle magazine n. 44 65
ndce
WRS 8 0 FOLHQW ELWWRUUHQW
NWruuhqw
Sito: http://ktorrent.org/
Se siete utenti KDE, la vostra prima tappa dovrebbe assolutamente
essere K1orrent. Come molte applicazioni KDE, perfettamente
integrato con il resto dell'ambiente desktop (inclusi il supporto per
gli script in Kross e le anteprime audio/video). Possiede inoltre le
caratteristiche standard dei client torrent come code, limiti di banda
e proxy. 1uttavia, sono i plugin che lo caratterizzano particolarmente:
K1orrent supporta una vastit di plugin, inclusi il controllo web, un
motore di ricerca, il forward UPnP delle porte e, ovviamente, il blocco
degli lP.
K1orrent gi installato per gli utenti di Kubuntu. Cli altri possono
installarlo usando il pacchetto nwruuhqw .
tElwwruuhqw
Sito: http://qbittorrent.sourceforge.net/
Se non vi piace K1orrent, o preferite le applicazioni Ot vanilla,
concedete una chance a qBittorrent di Christopher Dumez.
modellato sul popolarissimo u1orrent e, come il suo predecessore, ha
un'interfaccia pulita e minimalista. Oltre a tale interfaccia, qBittorrent
ha sotto il cofano una gran variet di funzioni, incluse un'interfaccia
web, la possibilit di filtrare gli lP, un aggregatore di PSS e la funzione
di motore di ricerca programmabile per scandagliare i siti di torrent.
Si pu installare qBittorrent usando il pacchetto telwwruuhqw nel
repository Universe.
full circle magazine n. 44 66
ndce
uWruuhqw
Sito: http://libtorrent.rakshasa.no/
Se vi piace essere estremi (o desiderate soltanto un terminale
davvero veloce senza quelle interfacce CUl cos fantasiose), provate
r1orrent. creato dagli sviluppatori di libtorrent, su cui si basa la
maggior parte dei progetti presenti in questa lista. E come la maggior
parte delle applicazioni da terminale sviluppate da utenti
competenti, dotata di una lunga lista di funzioni dettagliata e la
possibilit di personalizzazione avanzata delle performance. Se siete
fan di ncurses, allora probabilmente starete usando r1orrent.
Per installare uWruuhqw, utilizzate il pacchetto rtorrent presente nel
repository Universe.
http://podcast.ubuntu-uk.org/
WRS 8 0 FOLHQW ELWWRUUHQW
ll podcast di Ubuntu UK presentato da membri della comunit di
Ubuntu Linux del Pegno Unito.
ll nostro obiettivo di fornire informazioni aggiornate e attuali sugli e
per gli utenti di Ubuntu Linux di tutto il mondo. 1rattiamo tutti gli
aspetti di Ubuntu Linux e del Software Libero e ci rivolgiamo a tutti,
dai nuovissimi utenti ai pi esperti programmatori, dalla linea di
comando fino all'ultima CUl.
Dato che la trasmissione prodotta dalla comunit di Ubuntu UK, il
podcast rispetta il Codice di Condotta di Ubuntu ed quindi adatto a
tutte le et.
Glvsrqleloh lq irupdwr PS62RJJ
lq Plur/ lWxqhv r dvfrowdwhor
gluhwwdphqwh gdo vlwr1
full circle magazine n. 44 67
ndce
Siamo sempre in attesa di vostri nuovi articoli da pubblicare nella rivista Full Circle.
Per articoli, guide, idee e per le traduzioni della rivista , date un'occhiata al nostro
wiki: http://wk.ubuntu.com/UbuntuMagazne
Invatec vostr artco a: artces@fucrcemagazne.org
Se desiderate inviarci delle qrwl}lh, scrivete a: news@fullcirclemagazine.org
lnviate i vostri frpphqwl o esperienze Linux a: letters@fullcirclemagazine.org
Le uhylvlrql Hardware/software vanno inviate a: reviews@fullcirclemagazine.org
Le grpdqgh sulle interviste future vanno inviate a: questions@fullcirclemagazine.org
Le schermate dei Ghvnwrs vanno inviate a: misc@fullcirclemagazine.org
... oppure visitate il nostro iruxpa: www.fullcirclemagazine.org
IXOO FLUFOH KD ELVRJQR GL YRL$
Una rivista non una rivista senza degli articoli e Full Circle non un'eccezione.
Abbiamo bisogno delle vostre Opinioni, Desktop e Storie. Desideriamo anche le vostre
Pecensioni (giochi, applicazioni & hardware), articoli How-1o (su ogni soggetto
K/X/Ubuntu) e qualsiasi domande, o suggerimenti, che possiate avere.
lnviateli a: articles@fullcirclemagazine.org
F
F
R
R
P
P
H
H
F
F
R
R
Q
Q
W
W
U
U
L
L
E
E
X
X
L
L
U
U
H
H
Whuplqh shu lo q1 78=
Grphqlfd 3< jhqqdlr 53441
Sxeeolfd}lrqh gho q1 78=
Yhqhug 5; jhqqdlr 53441
Juxssr Ixoo Flufoh
Fdsr uhgdwwruh - Ponnie 1ucker
urqqlhCixooflufohpdjd}lqh1ruj
Zhepdvwhu - Pob Kerfia
dgplqCixooflufohpdjd}lqh1ruj
Pdqdjhu frpxqlfd}lrql - Pobert
Clipsham
puprqgd|Cixooflufohpdjd}lqh1ruj
Srgfdvw - Pobin Catling
srgfdvwCixooflufohpdjd}lqh1ruj
Hglwlqj h fruuhwwrul gl er}}h
Mike Kennedy
David Haas
Cord Campbell
Pobert Orsino
ll nostro ringraziamento va a
Canonical, ai molti gruppi di
traduzione nel mondo e a Wkruvwhq
Zlopv per il nuovo logo Full Circle.
full circle magazine n. 44 68
ndce
L
L
O
O
J
J
U
U
X
X
S
S
S
S
R
R
I
I
F
F
P
P
L
L
W
W
D
D
O
O
L
L
D
D
Q
Q
R
R
Wudgxwwrul=
Alessandro Losavio
Bianca Kwey
Fabrizio Brusa
Fabrizio Nicastro
Francesco Cargiuli
Cianluca Santoro
Ciuseppe Cal
Ciuseppe D'Andrea
lrene Bont
Luigi Di Caetano
Marco Letizia
Poald De 1ino
Uhylvrul=
Aldo Latino
Davide Miceli
Ciulio 1ani
Marco Buono
Marco Letizia
Piccardo Vianello
Silvia Bindelli
Lpsdjlqdwrul=
Aldo Latino
Davide Miceli
Marco Buono
Paolo Carbin
Hgl}lrqh dxglr2ylghr=
Paolo Potolo
Hgl}lrqh hErrn=
Aldo Latino
Davide Miceli
Hanno collaborato alla realizzazione di questo numero:
Frruglqdwruh gho juxssr= Cristiano Luinetti
H HQ QW WU UD D D DQ QF FK KH H W WX X Q QH HO O J JU UX XS SS SR R I IF FP P$ $
La rivista Full Circle nasce da una idea della Comunit degli
utenti di Ubuntu e vive del lavoro di coloro che hanno scelto di
dedicare parte del loro tempo libero alla riuscita di questo
progetto. xq surjhwwr yhudphqwh dshuwr: tutti possono
collaborare, in un modo o nellaltro. C chi scrive gli articoli,
chi li corregge, chi li traduce, chi li impagina e cos via.
Anche tu puoi collaborare attivamente alla continua crescita di
questa rivista, il cui unico scopo la gliixvlrqh ghood fxowxud
gho Vriwzduh Olehur.
Se conosci l'inglese e il Software Libero la tua passione, puoi
collaborare:
scrivendo articoli in inglese,
traducendo in italiano i testi,
revisionando i testi,
impaginandoli con Scribus.
Se vuoi saperne di pi, ylvlwd od sdjlqd Sduwhflsduh del nostro
wiki.
Rjjl sduwhflsduh h* dqfrud slx* idfloh$
Ouesta rivista stata tradotta dal Juxssr IFPdella comunit Ubuntu-it.
Per ogni altra informazione ylvlwdwh lo qrvwur vlwr zhe= kwws=22zlnl1xexqwx0lw1ruj2Ifp.
I coegament per scarcare tutti i numeri d Fu Crce
Magazne n taano trov ne nostro Archivio.
Fhufkl xq duwlfror sxeeolfdwr vx IFPB
Ne wk trov anche 'lndice generale di tutti i numeri
pubblicati, comprensvo d ttoo, autore e pagna
de'artcoo. Fai clic qui per consutaro!