Sei sulla pagina 1di 37

Signoraggio: Informazione Corretta: Propriet della moneta all'atto dell'emissione

06/08/11 16.00

Condividi

Segnala una violazione

Blog successivo

Crea blog

Entra

M E RC O LE D 8 D IC E M B RE 20 10

Propriet della moneta all'atto dell'emissione


Di chi la propriet della moneta all'atto dell'emissione? Questa domanda, autentico tormentone a cui i signoraggisti sottopongono il resto della popolazione, stata posta da Giacinto Auriti, che, con un atto di citazione, notificato il 24 giugno 1994, sosteneva che allo stato attuale nessuna legge indicherebbe il proprietario della moneta all'atto dell'emissione lamentandosi che in base ad una consuetudine interpretativa contra legem, l'erogazione della moneta sarebbe "effettuata dalla banca centrale addebitando illegittimamente allo Stato ed alla collettivita' l'intero ammontare corrispettivo" in modo da conferire "solo la proprieta' a titolo

SIGNORAGGIO: LE BASI
Propriet della moneta all'atto dell'emissione Depositi bancari e prestiti: cosa dice la legge? La BCE non privata Bankitalia non privata A quanto ammontano e a chi vanno gli utili della BCE

ARCHIVIO
! 2011 (6) " 2010 (79) " dic (6) Signoraggio bancario: conclusioni Banca d'Italia e conflitto d'interessi Propriet della moneta all'atto dell'emissione Il Fatto quotidiano e l'evento "Stop banque" BCE: il quadro giuridico (non una SPA)

derivativo per il tempo limitato alla durata del prestito", ha convenuto la Banca d'Italia dinanzi al Tribunale di Roma per ivi sentir "dichiarare la moneta un bene reale conferito, all'atto dell'emissione, a titolo originario, in proprieta' di tutti i cittadini appartenenti alla collettivita' nazionale italiana, con conseguente declaratoria d'illegittimita' dell'attuale sistema dell'emissione monetaria che trasforma la banca centrale da ente gestore ad ente proprietario dei valori monetari".. Insomma Auriti sosteneva che il sistema attuale fosse illegittimo poich, a suo dire, "in base ad una consuetudine interpretativa" la banca si appropria del valore della moneta all'atto dell'emissione. A sentire i sostenitori delle tesi di Auriti, la causa fu vinta dalla Banca d'Italia perch il tribunale si dichiar incompetente allo scopo.

http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/proprieta-della-moneta-allatto.html

Pagina 1 di 37

Signoraggio: Informazione Corretta: Propriet della moneta all'atto dell'emissione

06/08/11 16.00

Pascucci e la banca centrale svizzera ! nov (13) ! set (1) ! ago (1) ! lug (9) ! giu (3) ! mag (5) ! apr (6) ! mar (35)

Ma leggiamo innanzitutto la difesa della Banca d'Italia. La domanda attorea nei confronti della Banca d'Italia deve essere respinta perch improponibile e/o inammissibile e comunque palesemente infondata nel merito. La visione della moneta e delle funzioni monetarie che l'attore intende accreditare palesemente distorta e completamente infondata. Da un punto di vista logico, innanzitutto ben evidente che l'accettazione da parte della collettivit, lungi dall'essere causa del valore della moneta, ne rappresenta in realt solo l'effetto, sicch il sillogismo deve essere rovesciato: non vero che la moneta vale in quanto accettata, ma semmai, come la storia e la cronaca stanno a dimostrare, che essa accettata solo in quanto abbia un valore. Di qui la necessit che tale valore, rispondendo ad un fondamentale interesse

pubblico, sia difeso e garantito dalle Pubbliche Autorit, funzione nei Signoraggio: informazione moderni stati affidata alle banche centrali. corretta su Facebook
Mi piace 2,162

Sotto il profilo giuridico, poi, il batter moneta ha da sempre rappresentato e rappresenta tutt'ora una delle pi evidenti e indiscusse espressioni della sovranit statale, sicch pu correttamente affermarsi

BLOG AMICI
brrrainblog Forum di SignoraggioInformazione Corretta Forum su economia La soda caustica Loschi traffici nazifascisti MrAleferrax Youtube channel Perle complottiste Weierstrass88 Youtube channel

che il valore della moneta trae il proprio fondamento solo ed unicamente da norme dell'ordinamento statale, che, per solito, disciplinano minutamente la creazione e la circolazione della moneta, ne sanciscono l'efficacia liberatoria, ne sanzionano la mancata accettazione in pagamento e tutelano la fede pubblica contro la sua falsificazione ed alterazione.

DEBUNK
La moneta dal nulla, tra signoraggio e truffa legalizzata ? (Conti) Un metodo corretto per contabilizzare la moneta nel bilancio della Banca centrale (Colignatus) Il signoraggio di Willem Buiter Banche centrali in periodi di
http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/proprieta-della-moneta-allatto.html Pagina 2 di 37

Anche in Italia, questa fondamentale prerogativa sovrana dello Stato compiutamente disciplinata dal legislatore sia per quanto attiene all'attribuzione della funzione di emissione, che in ordine alle relative modalit di esercizio. La funzione di emettere moneta, affidata nella sua quasi totalit alla Banca d'Italia, sulla base di un rapporto avente natura concessoria, dall'art. 28 aprile 1910, n. 204, ha successivamente assunto il carattere di un'attribuzione istituzionale della Banca centrale, a seguito del R.D.L. 12 marzo 1936, n. 371, e dell'art. 1 dello Statuto della stessa

Signoraggio: Informazione Corretta: Propriet della moneta all'atto dell'emissione

06/08/11 16.00

crisi finanziaria (Werner)

Banca, approvato con R.D. 11 giugno 1936, n. 1067, e successive modificazioni, a norma del quale essa un istituto di diritto pubblico che, quale unico istituto di emissione, emette biglietti nei limiti e con le norme stabilite dalla legge. In ordine alle modalit di esercizio di tale funzione, l'art. 4 del T.U. n. 204/1910 e il D.P.R. 9 ottobre 1981, n. 811, prevedono che alla fabbricazione del biglietto concorrano la Banca d'Italia e lo Stato, tramite il Ministero del tesoro, in modo che ne l'una ne l'altro possano formare un biglietto completo. Mentre per la fabbricazione l'Istituto di emissione e il Ministero del tesoro hanno competenze congiunte e coordinate, le decisioni riguardanti la quantit dei biglietti da immettere nel mercato ed i tempi dell'immissione competono alla sola Banca quanto strumentali all'esercizio delle funzioni di controllo della liquidati del sistema e di salvaguardia del valore del metro monetario, affidatele nell'ordinamento italiano (T.U. n. 204/1910 e Statuto della Banca d'Italia, ma anche art. 47 della Costituzione) e ora trovanti fondamento, anche a livello comunitario, nell'art. 105 del Trattato di Maastricht sull'Unione Monetaria Europea. Sia in ordine alla fabbricazione che all'emissione monetaria, l'attivit della Banca d'Italia, pur caratterizzandosi per una forte discrezionalit tecnica, non esente da vincoli e da controlli riguardanti la produzione dei biglietti, l'iter di emissione, l'annullamento e la distruzione delle banconote logore o danneggiate. In particolare, i tagli dei biglietti che possono essere emessi dalla Banca d'Italia sono stabiliti con legge, mentre le caratteristiche e le quantit dei biglietti da stampare vengono stabilite con distinti decreti del Ministro del tesoro. L'intera attivit della Banca in questi campi poi sottoposta alla vigilanza del Ministro del tesoro e di un'apposita commissione permanente di cui fanno parte, fra l'altro, anche sei parlamentari (artt. 108 ss. del T.U. n. 204/1910). *** Tanto premesso, va rilevato innanzi tutto che nell'esercizio della funzione di emissione, attribuito alla pubblica amministrazione un potere discrezionale assoluto, prerogativa della sovranit statale, che trae fondamento dalla necessaria preminenza dell'interesse pubblico alla fabbricazione ed alla circolazione della moneta rispetto a tutti gli eventuali interessi privati che con esso possano confliggere. A fronte di

http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/proprieta-della-moneta-allatto.html

Pagina 3 di 37

Signoraggio: Informazione Corretta: Propriet della moneta all'atto dell'emissione

06/08/11 16.00

tale potere, non esistono posizioni soggettive giuridicamente tutelate, bens meri diritti civici al godimento di pubbliche funzioni. N discende il difetto assoluto di giurisdizione o, quantomeno, il difetto di giurisdizione del giudice ordinario. A ci si aggiunga l'evidente carenza di interesse ad agire dell'attore, il quale ha promosso un'azione di accertamento senza che esistesse alcuna situazione di incertezza da rimuovere tant' che l'emissione della moneta compiutamente disciplinata dal legislatore in modo da non lasciare spazi all'immaginazione o alla fantasia n alcun pregiudizio, anche soltanto potenziale, per l'attore in proprio o per l'associazione che lo stesso asserisce di rappresentare. La domanda attorea poi, anche nel merito, destituita del bench minimo fondamento. Essa muove, infatti, dalla premessa, completamente errata, secondo cui difetterebbe nel nostro ordinamento una norma di legge che indichi il proprietario della moneta all'atto dell'emissione, sicch l'appropriazione della stessa da parte della Banca d'Italia si baserebbe su una consuetudine interpretativa contra legem. Ebbene, alla stregua della puntuale disciplina della funzione di emissione, i biglietti appena prodotti dall'officina fabbricazione biglietti della Banca d'Italia costituiscono una semplice merce di propriet della Banca centrale, che ne cura direttamente la stampa e ne assume le relative spese (art. 4, comma 5, del T.U n. 204/1910). Essi acquistano la loro funzione e il valore di moneta solo nel momento, logicamente e cronologicamente successivo, in cui la Banca d'Italia li immette nel mercato trasferendone la relativa propriet ai percettori. Tale immissione, che rappresenta uno dei principali strumenti a disposizione della Banca centrale per l'esercizio delle cennate funzioni di regolazione della liquidit del sistema e di tutela del valore del metro monetario, avviene tramite operazioni che l'Istituto di emissione, in piena autonomia conclude con il Tesoro, con il sistema bancario, con l'estero e con i mercati monetario e finanziario, operazioni tutte previste e compiutamente disciplinate dalla legge e dallo statuto della Banca d'Italia (artt. 25 - 42 del T.U. n. 204/1910 e artt. 41 - 53 dello Statuto) Alla luce di quanto sinora precisato, del tutto abnorme e campata in aria l'affermazione dell'attore secondo cui esisterebbe una consuetudine interpretativa contra legem, in base alla quale la Banca centrale all'atto dell'emissione "mutua allo Stato italiano ed alla Collettivit Nazionale, tutto il danaro che pone in circolazione". Come visto, la moneta viene infatti immessa nel mercato in base ad operazioni legislativamente previste e disciplinate, a seguito del compimento delle quali la Banca d'Italia cede la propriet dei biglietti, i quali, in tale momento, come circolante, vengono appostati al passivo nelle scritture contabili

http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/proprieta-della-moneta-allatto.html

Pagina 4 di 37

Signoraggio: Informazione Corretta: Propriet della moneta all'atto dell'emissione

06/08/11 16.00

dell'Istituto di emissione, acquistando in contropartita, o ricevendo in pegno, altri beni o valori mobiliari (titoli, valute, ecc.) che vengono, invece, appostati nell'attivo. Tali operazioni trovano evidenza, come prescrive la legge, nella situazione della Banca d'Italia mensilmente pubblicata sulla Gazzetta ufficiale. Se si considera oltretutto che, come gi osservato, le spese di fabbricazione dei biglietti e l'imposta di bollo sono a carico della Banca centrale e che gli utili annuali da essa conseguiti, effettuati i prelevamenti e le distribuzioni di cui all'art. 54 dello Statuto, ai sensi dell'art. 23 del T.U. n. 204/1910 vengono devoluti allo Stato, si evidenzia altres l'assoluta inconsistenza ed insensatezza delle tesi attoree, secondo cui l'erogazione della moneta sarebbe effettuata dalla Banca d'Italia addebbitandone allo Stato ed alla collettivit l'intero ammontare senza corrispettivo. Ne consegue, pertanto, che non dato riscontrare alcunch di arbitrario o di illegittimo nelle prerogative esercitate in campo monetario dalla Banca centrale, perch, contrariamente a quanto preteso dall'attore, l'intera materia e compiutamente disciplinata dal legislatore, in modo tale che nessun aspetto attinente all'attribuzione o all'esercizio della funzione di emissione pu dirsi regolamentato da consuetudini interpretative e, men che mai, da consuetudini contra legem. *** Alla luce delle suesposte considerazioni, si confida nella reiezione, da parte dell'intestato Tribunale, della domanda proposta dal prof. Auriti, della quale e difficile persino comprendere l'oggetto (art. 163, 3 comma, n. 3, e art. 164, 1 comma, c.p.c.), con condanna dell'attore, non solo alla refusione delle spese di lite, ma altres al risarcimento dei danni ex art.96 c.p.c., atteso che, anche a considerare con la miglior benevolenza l'azione da questi intentata, riesce difficile non ravvisarvi il carattere della "temerariet". *** Tutto ci premesso, la Banca d'Italia, come sopra rappresentata e difesa, formula le seguenti CONCLUSIONI "Piaccia all'Ill.mo Tribunale adito, ogni contraria istanza e deduzione reiette, respingere la domanda attorea siccome improponibile e/o inammissibile e, comunque, infondata nel merito. Condannare, in ogni caso, l'attore alla refusione delle spese di lite nonch al risarcimento dei danni causati e causandi ai sensi dell'art.96 c.p.c., nell'importo che riterr di liquidare in via equitativa".

http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/proprieta-della-moneta-allatto.html

Pagina 5 di 37

Signoraggio: Informazione Corretta: Propriet della moneta all'atto dell'emissione

06/08/11 16.00

Con ogni pi ampia riserva e salvezza anche di richieste istruttorie. Roma, 20 settembre 1994

Vediamo come si risolse la causa. Il tribunale respinse la richiesta di Auriti. Auriti non ritenne opportuno ricorrere ad ulteriori gradi di giudizio, stanti le ricerche che ho fatto. Possiamo quindi affermare che: le banconote, prima dell'emissione, NON sono moneta, ma semplice pezzi di carta senza valore. Solo all'atto dell'emissione diventano moneta ed in quel momento sono poste a passivo nel bilancio per la banca centrale, e dunque sono un credito per chi le riceve. Alla domanda quindi: di chi la propriet della moneta all'atto dell'emissione possiamo senza dubbio rispondere: di chi la riceve. Infatti prima la moneta semplicemente non esiste, solo un pezzo di carta senza valore. Se vogliamo poi indagare su chi trae profitto dall'emissione della moneta, possiamo affermare che lo Stato, a cui devoluto tutto il signoraggio. Ma su questo argomento ho gi scritto un'altra nota.
BY HIRES ALLE 12/08 /2010 12:5 1:00 AM TAG E M IS S IO N E M O N E TA, PROPRIET DELLA MONETA

70 COMMENTI:

Anonimo ha detto... In pratica Auriti era un ignorantone che non conosceva nemmeno il funzionamento della banca centrale e il ministero del tesoro (Tremonti) decide quante banconote stampare tramite decreto legge. Non vero che gli Stati hanno ceduto la propria sovranit monetaria alle banche centrali: semplicemente gli Stati delegano la produzione della moneta a terzi privati in cambio di un pagamento per la produzione della stessa, ma le decisioni in fatto di politica monetaria prese dalla banche centrali, tra cui anche l'emissione di moneta, seguono di pari passo o sono in linea con i provvedimenti presi dai GOVERNI STATALI in fatto di politica economica, di cui la politica monetaria fa parte, ed anche con i rispettivi risultati ottenuti a livello macroeconomico nel sistema economico stesso con tale politica. In sostanza non c' proprio nessuno che fa come gli pare e piace perch tutto rigidamente controllato da pi
http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/proprieta-della-moneta-allatto.html Pagina 6 di 37

Signoraggio: Informazione Corretta: Propriet della moneta all'atto dell'emissione

06/08/11 16.00

parti.
08/12/10 01:11

Hires ha detto... Certo, e sul quadro giuridico della BCE ho scritto una nota apposita in cui ben descritto in cosa consista l'autonomia della banca centrale, che ben lungi dall'essere quello che i complottisti immaginano.
08/12/10 01:15

Anonimo ha detto... E l'interesse pagato sul prestito che fa la Banca Centrale a chi va?
08/12/10 01:34

Hires ha detto... Anonimo va agli Stati, ho scritto una nota apposita con tutti i riferimenti agli Statuti e al bilancio. Gli utili della BCE sono interamente ripartiti tra gli Stati appartenenti all'Euro.
08/12/10 08:31

Anonimo ha detto... Non sono convinto, la BC fa un utile molto corposo e lo ridividere tra gli azionisti privati. In pi si paga stipendi d'oro ai suoi dirigenti. Agli Stati va solo una parte. C' poi il problema che all'atto dell'emissione la quota relativa agli interessi non viene emessa con conseguente scarsit di denaro circolante... ecco che s'innesca il rifinanziamento ovvero la torre di babele del debito pubblico. Ciao Carlo
08/12/10 09:11

Hires ha detto... "la BC fa un utile molto corposo e lo ridividere tra gli azionisti privati" su che basi lo affermi? "In pi si paga stipendi d'oro ai suoi dirigenti." molto meno dei nostri politici e dirigenti statali "C' poi il problema che all'atto dell'emissione la quota relativa agli interessi non viene emessa con conseguente scarsit di denaro circolante" falso. Ho scritto una nota in cui spiego che la storia della spirale debitoria innescata con l'emissione della moneta una BUFALA Se vuoi sapere le cause del debito pubblico, leggi qui

http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/proprieta-della-moneta-allatto.html

Pagina 7 di 37

Signoraggio: Informazione Corretta: Propriet della moneta all'atto dell'emissione

06/08/11 16.00

Da dove attingi le tue informazioni errate? Sarebbe meglio se quando leggi un articolo facessi bene attenzione alle fonti e alle prove che porta a sostegno.
08/12/10 09:43

Moris ha detto... "Possiamo quindi affermare che: le banconote, prima dell'emissione, NON sono moneta, ma semplice pezzi di carta senza valore. Solo all'atto dell'emissione diventano moneta ed in quel momento sono poste a passivo nel bilancio per la banca centrale, e dunque sono un credito per chi le riceve." Ma sei diventato un signoraggista? "Sembra" che tu dica che la carta, grazie al tocco magico della BCE, acquisti valore diventando banconota!!! MONETA DAL NULLA. :) :)) :)))
08/12/10 11:54

Hires ha detto... "Sembra" che tu dica che la carta, grazie al tocco magico della BCE, acquisti valore diventando banconota!!! E' la contropartita acquistata che attribuisce valore a quel denaro, oltre ai trattati della Comunit Europea. Non "dal nulla", perch un debito per chi lo emette. Sarebbe dal nulla se fosse emesso "gratis" per comprare macchine o ville.
08/12/10 12:04

Anonimo ha detto... Duisenberg definisce cos il reddito monetario di ciascuna Banca Centrale Nazionale (ferma restando la chiave di ripartizione) secondo la formula : RM = BP ! TR, dove RM: reddito monetario, BP: aggregato del passivo che comprende il totale della cartamoneta circolante e altre passivit (depositi), come definito allallegato della stessa decisione e TR: il tasso di riferimento. Pi chiaro di cos FONTE; http://www.ecb.int/ecb/legal/pdf/l_33720011220it005500 61.pdf
08/12/10 17:53

nazisignoraggisti@tiscali.it ha detto... @Anonimo "duisenberg bla bla bla" Emb ?


http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/proprieta-della-moneta-allatto.html Pagina 8 di 37

Signoraggio: Informazione Corretta: Propriet della moneta all'atto dell'emissione

06/08/11 16.00

08/12/10 18:14

nazisignoraggisti@tiscali.it ha detto... Non sono utili, non sono soldi che la banca centrale pu spendere o con i quali si arricchisce perch, appunto, stanno nelle passivit e rappresentano un debito per la banca centrale. Pi chiaro di cos.
08/12/10 18:17

Hires ha detto... Anonimo, a parte che il reddito di ciascuna banca centrale lo puoi trovare direttamente nel bilancio della stessa, non stai dicendo nulla di sconvolgente, e tantomeno che abbia attinenza con la mia nota.
08/12/10 18:18

Decadence ha detto... Funziona cos: Banca centrale presta 100 a banca intesa comprando titoli nell'attivo del bilancio della stessa. Nel bilancio della bce succede questo: -100 + titoli Nel bilancio banca intesa: +100 -titoli Quindi, una volta che banca intesa salder il prestito: +100 100 = ZERO E i soldi che rientrano alla bc non vengono spartiti tra banchieri o azionisti ma vengono riutilizzati per altri prestiti. E' una partita di giro. L'unico utile rappresentato dal cosiddetto tasso di sconto. Il tasso di sconto va allo stato, salvo la somma fino al 10% del capitale (15mila euro annue che si spartiscono le Banche azioniste... capirai) e i rendimenti delle riserve fino al 0,5% di esse (60 milioni l'anno). Signoraggio inteso come valore nominale - costi di stampa + interessi (secondo cui la banca centrale su 50 euro GUADAGNA 49,70 tolti i 30 cent del costo di stampa) una bufala dimostrata da fatti sentenze statuti leggi e bilanci. Propaganda dei partiti neo fascisti che vogliono mettere le mani sulla stampante monetaria come nelle dittature e nel ventennio per allocare come meglio credono una volta arrivati al potere tutto...la libert non in vendita grazie.
08/12/10 18:56

yazid ha detto... forse anonimo e decadence non hanno capito che questa pagina serve proprio a smentire la bufala del signoraggio e che le loro affermazioni (tutte e due correttissime) sono state pi volte dimostrate in questa pagina...
08/12/10 23:18

http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/proprieta-della-moneta-allatto.html

Pagina 9 di 37

Signoraggio: Informazione Corretta: Propriet della moneta all'atto dell'emissione

06/08/11 16.00

Hires ha detto... Infatti, io pensavo che Decadence si stesse rivolgendo ad Anonimo, ma se si rivolgeva a me evidentemente non ha letto bene le pagine di questo blog.. anzi, forse non le ha lette affatto. Non c' una singola pagina di questo blog in cui non smonto le cavolate dei signoraggisti!
08/12/10 23:32

Francesco ha detto... Secondo me le porcate non le fa tanto la BC, perch in ogni caso sono i Governi che autorizzano e gestiscono ogni scelta monetaria malata e debosciata come negli ultimi anni. Secondo me l'etica pi scellerata e i comportamenti pi criminali ed incontrollati ce li hanno le banche commerciali che portano interessi mascherati a tassi usurai, applicano commissioni da truffa, aggirano tutte le regole e si pongono come oligarchie della gestione ed in questo caso creazione della moneta. Dovreste concentrare su questa cose l'attenzione perch qui ci sarebbe da intervenire seriamente e quanto prima possibile. Infondo le economie allo scatafascio e le crisi devastanti mostrano sempre lo sconcertante dato di un'economia finanziaria di molto superiore all'economia reale (vedete l'Irlanda come ultimo esempio). Due dati: Le banche tedesche hanno 113 miliardi di credito verso i privati irlandesi e 46 miliardi di credito verso le banche irlandesi. Quindi come si pu vedere stanno salvando se stesse a scapito dei lavoratori e della societ civile che pagher come al solito questo disastro.
13/12/10 01:17

Hires ha detto... "e banche commerciali che portano interessi mascherati a tassi usurai, applicano commissioni da truffa," Fermo restando che casi come quelli che citi sono da perseguire, anche se non sono la regola, ti faccio notare che la crisi che stiamo vivendo non dovuta a interessi troppo alti applicati sui prestiti. Anzi, partito tutto dal credito troppo facile per l'acquisto di immobili. Le banche private sono in concorrenza tra loro per fare credito. I tassi applicati spesso differiscono di molto. Se la gente imparasse a girare tra le banche quando chiede un prestito tanto quanto gira quando deve comprare qualsiasi altra cosa (es. un auto) sarebbe molto meglio. Invece la maggior parte stupidamente si rivolge solo alla banca presso cui tiene il conto. "Infondo le economie allo scatafascio e le crisi devastanti mostrano sempre lo sconcertante dato di un'economia finanziaria di molto superiore all'economia reale" Stessa cosa. Il problema imputabile, al pi, al "troppo credito", non a tassi di interesse alti (che avrebbero l'effetto

http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/proprieta-della-moneta-allatto.html

Pagina 10 di 37

Signoraggio: Informazione Corretta: Propriet della moneta all'atto dell'emissione

06/08/11 16.00

di scoraggiare la richiesta di credito)..


13/12/10 01:23

Francesco ha detto... Si ma il troppo credito non pu essere sregolato, non si pu immettere continuamente moneta bancaria e prestiti a chiunque, anche quelli che non potranno pagare e si troveranno alla fine a vedersi sfrattati (il fenomeno pi inquetante avvenuto nel 2008 americano). Le banche ci speculano... lo devi ammettere secondo me anche tu. Immettono moneta M3 con prestiti "facili", spesso ipotecati, poi con delle formulette nascoste giocano con i tassi di interesse che purtroppo differentemente da quando dici variano durante il tuo debito ( li la truffa). Il risultato finale che per un rischio per loro di poco conto (tanto vengono sempre coperti dalla Banca Centrale o dagli Stati sovrani, le famose banche "Too big to fail" ne sono l'esempio massimo) gonfiano all'inverosimile il mercato creditizio (astratto) e man mano conquistano il mercato reale dei beni e degli immobili (sfratti e requisizioni). E poi saprai anche che le banche agiscono da oligopolio, le porcate dei subprime lo dimostrano. Sarebbe molto utile questo blog se oltre a smontare le questioni signoraggiste (che io ad esempio non sostengo a livello macroeconomico) si ponessero anche problemi e malaffari di un sistema bancario che molto lontano dall'essere "macchina perfetta" come sembra che tu la stia presentando. Altrimenti si rischia di diventare poco credibili o addirittura presunti corrotti, perch la realt che si pone davanti ai nostri occhi oggettivamente malsana. Un "hai ragione" qualche volta aiuterebbe tantissimo il dialogo e l'analisi dei problemi in maniera seria e positiva.
13/12/10 12:37

Hires ha detto... "Si ma il troppo credito non pu essere sregolato, non si pu immettere continuamente moneta bancaria e prestiti a chiunque" Infatti le banche richiedono delle garanzie, spesso forse troppe.. hai mai provato a chiedere un prestito? "Le banche ci speculano... lo devi ammettere secondo me anche tu. " ci sono delle regole che devono rispettare, hai mai sentito parlare di tier 1, Basilea..

"Immettono moneta M3 con prestiti "facili", spesso ipotecati, poi con delle formulette nascoste giocano con i tassi di interesse che purtroppo differentemente da quando dici variano durante il tuo debito" Differentemente da quanto dico io DOVE? mi riporti la mia frase?
http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/proprieta-della-moneta-allatto.html Pagina 11 di 37

Signoraggio: Informazione Corretta: Propriet della moneta all'atto dell'emissione

06/08/11 16.00

Insomma tutti si lamentano che le banche non fanno abbastanza credito e che vogliono troppe garanzie e tu dici che ne fanno troppo? se ne fa troppo rischia di fallire e amen.. "l risultato finale che per un rischio per loro di poco conto (tanto vengono sempre coperti dalla Banca Centrale o dagli Stati sovrani" E infatti per me devono essere lasciate fallire. "E poi saprai anche che le banche agiscono da oligopolio, le porcate dei subprime lo dimostrano. " Forse hai confuso questa pagina con una pagina che difende le banche, ti sbagli sai? Faccio solo informazione corretta sul signoraggio. Per me molti comportamenti delle banche sono da censurare e l'ho sottolineato pi volte, ogni volta che se ne presenta l'occasione. Vedi la vicenda Tanzi ad esempio "Sarebbe molto utile questo blog se oltre a smontare le questioni signoraggiste (che io ad esempio non sostengo a livello macroeconomico) si ponessero anche problemi e malaffari di un sistema bancario che molto lontano dall'essere "macchina perfetta" come sembra che tu la stia presentando" Dove ho detto che sia una macchina perfetta? Hai visitato il blog? E la pagina di facebook? troverai molte critiche al sistema bancario. Sei completamente fuori strada mi spiace. "Altrimenti si rischia di diventare poco credibili o addirittura presunti corrotti, perch la realt che si pone davanti ai nostri occhi oggettivamente malsana." Stessa cosa. Mai hai letto qualcosa di quello che scrivo? mi dici dove ho parlato bene delle banche? no, dico, fammelo vedere!! Per me le banche sono i peggiori soggetti della societ dopo le assicurazioni e prima degli avvocati. Ti basta? "Un "hai ragione" qualche volta aiuterebbe tantissimo il dialogo e l'analisi dei problemi in maniera seria e positiva." Dimmi cose che posso condividere..
13/12/10 13:14

Francesco ha detto... Ecco finalmente siamo arrivati ad ammettere che il sistema bancario marcio e dovrebbe essere lasciato fallire se fa tutto e di pi di quello che ho detto (c' molto di pi sia chiaro). Il punto che le banche (non gli impiegati) speculano e trattano come merce la moneta che merce non . Lasciate in mani di capitalisti private hai ammesso anche tu
http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/proprieta-della-moneta-allatto.html Pagina 12 di 37

Signoraggio: Informazione Corretta: Propriet della moneta all'atto dell'emissione

06/08/11 16.00

che si producono comportamenti squilibrati criminali ed antisociali. Con gli statuti si puliscono il... Perch? Perch sanno che verranno salvate se succede il disastro. Il problema questo. Questo accaduto. 700 miliardi alle banche USA e 90 ora alle banche irlandesi. E cos via. Abbiamo ammesso che la moneta e il credito non pu essere gestito da chi ha il solo obiettivo di ricavare un PROFITTO PAZZESCO. Fortissima sar la tentazione di non seguire regole o fregare i risparmiatori con titoli sub prime, mutui ipotecati dai tassi nascosti, e accordi di oligopolio che non permettono una scelta libera e favorevole. In un sistema capitalista il credito di moneta, il risparmio di moneta e le azioni finanziarie sono diventate indispensabili. Quello che dico io che a gestirle devono essere gli Stati democratici, organi eletti e che rispondono continuamente al loro elettorato. L'obiettivo deve essere sociale e non speculativo e il lavoro dell'impiegato incentivato dai risultati per la comunit. Non si risolveranno tutti i problemi ma molte delle truffe bancarie diventeranno impossibili. I tassi potranno essere gestiti politicamente e non saranno usurai, ne mascherati. Nessuno deve essere sfrattato da un privato. Niente porcate di commissione di massimo scoperto o trovate sempre pi criminali. Lo Stato ovviamente potrebbe anche finanziarsi con l'attivit bancaria nazionalizzata e quindi ci sarebbe una decisa riduzione di tasse per i cittadini. La prego di non rispondere con il solito debunking inutile, travisante ed ottuso. Anzi piuttosto spieghi lei cosa l'ha portata ad affermare finalmente che le banche sono il secondo male della scoiet dopo le assicurazioni (ci metterei anche le case farmaceutiche). Ovviamente per soluzione pubblica non intendo certo con la pubblica amministrazione di oggi corrotta ed anch'essa poco trasparente. Deve diventare qualcosa di pi partecipato, informativo e rappresentativo.
13/12/10 15:48

Hires ha detto... "Lasciate in mani di capitalisti private hai ammesso anche tu che si producono comportamenti squilibrati criminali ed antisociali. Con gli statuti si puliscono il..." Io parlavo delle banche private non della BCE, che non in mano ai privati. E per le banche private ci sono le leggi e i regolamenti. Se non sono adeguati si possono cambiare.

http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/proprieta-della-moneta-allatto.html

Pagina 13 di 37

Signoraggio: Informazione Corretta: Propriet della moneta all'atto dell'emissione

06/08/11 16.00

"Perch? Perch sanno che verranno salvate se succede il disastro. Il problema questo. Questo accaduto. 700 miliardi alle banche USA e 90 ora alle banche irlandesi. E cos via." E io infatti non sono d'accordo con questi salvataggi. Creano pericolosi precedenti. Ma le cose non sono mai tanto semplici.. "Abbiamo ammesso che la moneta e il credito non pu essere gestito da chi ha il solo obiettivo di ricavare un PROFITTO PAZZESCO" No, ho detto che chi viola le regole deve essere punito. Mai detto che tutte le banche debbano essere pubbliche. "Quello che dico io che a gestirle devono essere gli Stati democratici, organi eletti e che rispondono continuamente al loro elettorato." L'emissione di moneta non centra e non deve centrare con la politica. L'emissione monetaria deve essere NEUTRA rispetto alla politica. Altrimenti ci saranno sempre tentazioni elettorali per accontentare questo o quello in vista delle prossime elezioni.

"Non si risolveranno tutti i problemi ma molte delle truffe bancarie diventeranno impossibili." Vuoi dire che se una cosa da privata diventa statale diventa automaticamente sana? ma scherzi?? E' proprio quando diventa pubblica che diventa "la tasca di pantalone"... "I tassi potranno essere gestiti politicamente e non saranno usurai, ne mascherati. " I tassi devono seguire la logica di mercato, non centra la politica. "Nessuno deve essere sfrattato da un privato. Niente porcate di commissione di massimo scoperto o trovate sempre pi criminali." Sfratti? di che parli ora? lasciamo perdere. Chi ha un prestito deve pagare le rate, su questo non ci piove. "Lo Stato ovviamente potrebbe anche finanziarsi con l'attivit bancaria nazionalizzata e quindi ci sarebbe una decisa riduzione di tasse per i cittadini." No, anzi. Avremmo centinaia di migliaia di nuovi dipendenti statali. Altro che!

"Deve diventare qualcosa di pi partecipato, informativo e rappresentativo." La politica monetaria deve essere fatta da chi ha studiato. Non qualcosa che si pu discutere senza capirci nulla.

http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/proprieta-della-moneta-allatto.html

Pagina 14 di 37

Signoraggio: Informazione Corretta: Propriet della moneta all'atto dell'emissione

06/08/11 16.00

13/12/10 15:57

Francesco ha detto... Si, infatti si dice negli ambienti delle grandi banche americane che se capisci il sistema matematicamente(ad esempio quello dei derivati e delle scommesse) allora ne entri a far parte. E' chiaro che le posizioni sono troppo diverse. Tu a quanto pare non stai pagando la crisi causata dalle banche private ne guardi il mondo come realmente appare. Lasceresti la moneta in mano ai privati (parlo delle banche commerciali che creano anche loro moneta M3, ti prego di non fare il solito debunking ottuso "la BCE non privata"). Lasceresti ancora tutto in mano a che ha l'unico obiettivo di fare utili, di fregarti in qualche maniera, di fare accordi per mantenere i tassi di mutuo alti o alzarteli senza preavviso. Accetti ancora la possibilit delle banche private di essere anche investitori e finanziatori e quindi speculare e stravolgere il mercato. Lasceresti a loro la possibilit di usare la moneta come merce (quale non , cos come l'uomo e la natura non lo sono e questo capitalismo le ha ridotte a tale). Ma allora, e la prego di rispondere solo a questo: Che cosa non le piace del sistema bancario??? se ha ammesso che fa schigo lo deve pur spiegare. Il gioco del debunking con me non serve perch non sono qui a parlare delle solite faccende sulle quali lei ferrato come debito pubblico o signoraggio bancario (come differenza tra valore nominale e reale incamerato da qualcuno, diciamo che i fondi spostati nei paradisi fiscali in quel caso non aiutano di certo a capire dove finiscono tutti quei soldi... )
13/12/10 16:16

Hires ha detto... "Si, infatti si dice negli ambienti delle grandi banche americane che se capisci il sistema matematicamente(ad esempio quello dei derivati e delle scommesse) allora ne entri a far parte. " Non faccio parte di alcun sistema bancario o dir si voglia. "Tu a quanto pare non stai pagando la crisi causata dalle banche private ne guardi il mondo come realmente appare. " Io esamino la realt, la studio con mente aperta e occhi attenti. "Lasceresti ancora tutto in mano a che ha l'unico obiettivo di fare utili, di fregarti in qualche maniera" Anche chi vende auto usate vuole fare utili, anche chi ti vuole assicurare, o ti vende la casa. Anche l'ortolano della piazza della frutta. Tutti cercano di fare utili e di fregarti. Devi aprire gli occhi e stare attento. " di fare accordi per mantenere i tassi di mutuo alti o
http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/proprieta-della-moneta-allatto.html Pagina 15 di 37

Signoraggio: Informazione Corretta: Propriet della moneta all'atto dell'emissione

06/08/11 16.00

alzarteli senza preavviso" Se hai stipulato un contratto lo devono rispettare. E' bene leggerli i contratti. "Accetti ancora la possibilit delle banche private di essere anche investitori e finanziatori e quindi speculare e stravolgere il mercato" Su questo tipo di comportamenti bankitalia a vigilare ( e credo la consob ma non sono sicuro)

" Lasceresti a loro la possibilit di usare la moneta come merce (quale non , cos come l'uomo e la natura non lo sono e questo capitalismo le ha ridotte a tale)." La moneta anche merce. La pi pregiata, e lasciamo perdere la filosofia e il capitalismo. La moneta merce, perch la posso scambiare con altra merce. Il valore della moneta deriva da come viene emessa, ossia in sostituzione di qualcosa di pari valore. La moneta accettata perch HA valore. E non viceversa. Scusi la divagazione. "Che cosa non le piace del sistema bancario???" Le gestioni di fondi opache, le commissioni occulte, gli alti costi di gestione, il rifilare prodotti bidone agli sprovveduti, l'insistenza a proporre i loro prodotti finanziari dicendo "ce l'ho anch'io", l'incompetenza, l'eccessiva burocrazia, le troppe garanzie richieste per fare dei prestiti, gli spread troppo alti, gli orari scomodi, "di getto" mi vengono questi.

"Il gioco del debunking con me non serve" Non mi faccia incazzare. Non sto qui a giocare. Pi rispetto verso chi perde tempo a risponderle. E a proposito di " lo deve pur spiegare", non "devo" proprio nulla.
13/12/10 16:26

Francesco ha detto... A quindi se il mondo va a puttane, la povert dilaga, l'impatto sull'ambiente devastante, la ricchezza appartiene solo all'1% della popolazione, le guerre e tutti gli altri mali del mondo causati certo dalla Struttura economica sono la causa degli "orari scomodi" o della "burocrazia delle banche". Be ti rispondi da solo. La moneta non merce invece sia chiaro, e dire che addirittura merce pregiata un'assurdit che mi delude perch pensavo di parlare con una persona preparata. Se la moneta fosse una merce non si spiegherebbe perch le lire sono carta straccia o che se torni indietro nel tempo ed usi 500 euro in un negozio ti prendono per matto. Non merce, non un valore assoluto ne oggettivo. E' un intermediario che ha senso solo nella circolazione (in senso
http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/proprieta-della-moneta-allatto.html Pagina 16 di 37

Signoraggio: Informazione Corretta: Propriet della moneta all'atto dell'emissione

06/08/11 16.00

quindi dinamico), non si pu consumare in altro modo la moneta. Non merce. Se domani la BCE decide che si usano i popcorn per pagare la banconota da 500 euro la usiamo come sotto bicchiere. La merce invece consumabile, ha valore statico. Io ti ho esposto la mia. Vada il mercato (anche se non ne un qualcosa di sempre esistito ne un qualcosa di assoluto) ma alcuni settori vanno sottratti per forza di cose dalla mano dei privati. Vada il fruttivendolo che vuole guadagnare anche sulla frutta gonfiata di acqua, ma il settore monetario va espropriato il pi possibile dalle mani private. STOP. Non pu esserci mercato per tutto. La moneta deve essere per natura pubblica, deve essere servitore della collettivit. Con questo commento chiudo la discussione tanto chi legge l'idea se la fa tranquillamente. Per me pensare che anche la moneta una merce da vendere una follia, ed ci che ci sta portando alla rovina. Salve.
13/12/10 18:58

Hires ha detto... A quindi se il mondo va a puttane, la povert dilaga, l'impatto sull'ambiente devastante, la ricchezza appartiene solo all'1% della popolazione, le guerre e tutti gli altri mali del mondo causati certo dalla Struttura economica sono la causa degli "orari scomodi" o della "burocrazia delle banche". Mai detto una cosa simile. Sei un bugiardo. Ma se credi che guerre, fame nel mondo etc. siano causati dalle banche non hai capito nulla e tantomeno stai portando alcun argomento a supporto della tua sballata teoria. "ma il settore monetario va espropriato il pi possibile dalle mani private." Infatti le banche centrali sono pubbliche. Prestare soldi invece lo possono fare tutti, a proprio rischio e pericolo. E non hai ribattuto a nessuna delle mie obiezioni. Questo fa capire come tu sapppia solo fare domande ed emettere sentenze, ma non sai argomentare nulla. Piuttosto scarso come interlocutore. Ma questo passa il convento.. Bye
13/12/10 19:06

Hires ha detto... Una merce un bene economico suscettibile di essere scambiato con altre merci. Ergo: Il denaro merce.
13/12/10 19:16

ivano pino ha detto... "I tassi devono seguire la logica di mercato, non centra la
http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/proprieta-della-moneta-allatto.html Pagina 17 di 37

Signoraggio: Informazione Corretta: Propriet della moneta all'atto dell'emissione

06/08/11 16.00

politica" un altro adoratore del libero mercato e del DIO Business "Infatti le banche centrali sono pubbliche." BALLE...Un esempio: Bankitalia per il 95% in mano a banche private e societ di assicurazione, la stessa ha il 12,5% delle quote di partecipazione della Banca Centrale Europea, e cos via. Per non parlare della Federal Reserve americana. SONO ENTI DI DIRITTO PUBBLICO IN MANO A PRIVATI.

"Una merce un bene economico suscettibile di essere scambiato con altre merci. Ergo:Il denaro merce." BALLE...il denaro non viene scambiato con altre merci bens determina il valore di ogni singola merce. Il denaro E' UNA UNIT DI MISURA, come il metro misura la lunghezza il denaro misura il valore. Sul concetto di valore ci si imbatte negli interminabili dibattiti economici vecchi e nuovi, ma quello un altro discorso. ps: chiedo scusa, ma Hires il tuo nome di battesimo?
14/12/10 15:26

Hires ha detto... "SONO ENTI DI DIRITTO PUBBLICO IN MANO A PRIVATI." Dimostrami quale influenza hanno i privati su bankitalia. Comunque sto per pubblicare una nota specifica sul tema, ci sto lavorando. "BALLE...il denaro non viene scambiato con altre merci bens determina il valore di ogni singola merce." No, il denaro emesso dalla banca centrale in cambio di un bene di pari valore (un debito). Stessa cosa avviene per le banche private. Danno denaro in cambio di un debito. Come vedi i fatti ti smentiscono. Il valore di ogni singola merce dipende dal rapporto domanda/offerta. "Il denaro E' UNA UNIT DI MISURA, come il metro misura la lunghezza il denaro misura il valore" Non esattamente. Infatti il valore di una merce dipende dal rapporto domanda/offerta. Basta vedere cosa succede quando in anno viene prodotto troppo olio o troppo poco.. il prezzo scende/sale. I fatti ti smentiscono. Inoltre il denaro non SOLO un mezzo per misurare il valore, ma anche un mezzo per ACCUMULARE valore, e un mezzo per SCAMBIARE merci. E dato che lo puoi scambiare con qualsiasi merce, questo fa per definizione del denaro stesso una merce. "ps: chiedo scusa, ma Hires il tuo nome di battesimo?"
http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/proprieta-della-moneta-allatto.html Pagina 18 di 37

Signoraggio: Informazione Corretta: Propriet della moneta all'atto dell'emissione

06/08/11 16.00

Basta che clicchi sul link e lo scoprirai. La verit non molto distante da te.
14/12/10 15:35

Francesco ha detto... Purtroppo questo blogger rimasto al 1800, ha ancora una teoria marginale del valore (e lo dimostra questa frase cos retrograde "Infatti il valore di una merce dipende dal rapporto domanda/offerta" (ignorando cos l'influenza della globalizzazione, della pubblicit, della moda, delle offerte congiunte, delle tecniche finanziarie, dei beni giffen e tanto altro) Qui si all'800 perch si pensa che il denaro sia una merce e le banche possano gestirlo privatamente quando poi con l'idebitamento indotto, le pratiche di palazzo e la speculazione privata si capito che ci sono beni che non possono essere gestiti dai privati. Si perch ora vi ripeter la storia dell'ente di diritto pubblico ignorando ancora una volta sia le banche commerciali in se (che producono moneta M3) sia la propriet di questi enti diritto pubblico. La moneta come disse Polanyi (nel 900' quindi Hires non pu conoscerlo) non una merce. E' una merce fittizia creata dal capitalismo. E la societ tende a difendersi dai mali del capitalismo che ne ho elencato parti prima. Per difendersi pu iniziare a riappropriarsi del sistema bancario e sistema credito perch lapalissiano che se qualche privato potr giocare con la moneta sapendo che in caso di default sar ben coperto e salvato (la realt questa... non possiamo ignorarla solo perch si vive nell'800, le banche vengono salvate nonostante i comportamenti deviati perch si salva chi ha dei crediti e dei risparmi in quella banca e non causa di quel che successo). Per piacere parliamo tenendo un occhio alla realt, dire che va tutto bene cos e che al massimo non si dovrebbero salvare le banche una cretinata pazzesca irrealizzabile. Anzi le banche speculano, truffano e divorano proprio perch non vivendo nell'800 sanno che dovranno sempre essere salvate qualsiasi cosa facciano e il gioco continua. Ora miraccomando confondi tutto... per sappi che sono passati 200 anni dalle tue idee...
14/12/10 16:05

Hires ha detto... "Purtroppo questo blogger rimasto al 1800" I prezzi dipendono dal rapporto domanda/offerta. Prova a vendere qualcosa e lo capirai in pochi secondi. "si capito che ci sono beni che non possono essere gestiti dai privati."
http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/proprieta-della-moneta-allatto.html Pagina 19 di 37

Signoraggio: Informazione Corretta: Propriet della moneta all'atto dell'emissione

06/08/11 16.00

Ma almeno ognuno sar libero di gestire il proprio debito... come le banche? " le banche commerciali in se (che producono moneta M3)" Le banche non producono M3, quella la produce solo lo Stato. Le banche al pi producono M2. E la producono indebitandosi a propria volta. "La moneta come disse Polanyi " Mi dai, invece, la TUA definizione di "merce"? " se qualche privato potr giocare con la moneta sapendo che in caso di default sar ben coperto e salvato" Non sono a favore dei salvataggi.. stiamo parlando di questo? "Per piacere parliamo tenendo un occhio alla realt, dire che va tutto bene cos" Mai detto

"Ora miraccomando confondi tutto..." Se lasci stare la questione dell'800 sar meglio, altrimenti inizio anch'io a fare sarcasmo e il dialogo non ne beneficer molto
14/12/10 16:11

Francesco ha detto... Per moneta si intende ogni oggetto materiale o entit astratta che svolga le funzioni di: * misura del valore (moneta come unit di conto); * mezzo di scambio nella compravendita di beni e servizi (beni e servizi sono merce)(moneta come strumento di pagamento); * fondo di valore (moneta come riserva di valore); * riferimento per pagamenti dilazionati (funzione implicita nelle tre precedenti). Come scrive il premio Nobel Samuelson: la moneta, in quanto moneta e non in quanto merce, voluta non per il suo valore intrinseco, ma per le cose che consente di acquistare. In ogni caso non si pu essere contro i salvataggi e a favore di un sistema che prevede moneta privata contemporaneamente(M2 si la moneta bancaria in aggiunta alle altre). Quindi scegli tu. Non si pu avere entrambe le idee. Il motivo chiarissimo. La crisi l'hanno creata le banche e chi ci specula, i governi sono costretti ad intervenire per mantenere un equilibrio creditizio e non far saltare tutto il sistema monetario e quindi la crisi la paga il welfare.

http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/proprieta-della-moneta-allatto.html

Pagina 20 di 37

Signoraggio: Informazione Corretta: Propriet della moneta all'atto dell'emissione

06/08/11 16.00

La semplificazione rende l'idea?


14/12/10 17:41

Hires ha detto... Sulla definizione di moneta ci siamo. " la moneta, in quanto moneta e non in quanto merce, voluta non per il suo valore intrinseco, ma per le cose che consente di acquistare. " Il perch sia "voluta" non di particolare interesse, anche se condivisibile come definizione. Ma non hai detto perch secondo te la moneta non una merce. "In ogni caso non si pu essere contro i salvataggi e a favore di un sistema che prevede moneta privata contemporaneamente" Spiegami perch no. "La crisi l'hanno creata le banche e chi ci specula" Si possono porre regole pi stringenti alle banche d'affari, e se non si salvano le banche dai fallimenti staranno pi attente nel futuro a non scherzare col fuoco..
14/12/10 18:20

Moris ha detto... - non vero che la moneta vale in quanto accettata, ma semmai, come la storia e la cronaca stanno a dimostrare, che essa accettata solo in quanto abbia un valore.Questa affermazione a livello logico falsa in quanto presuppone che il cittadino non abbia alcuna possibilit di rifiutare il valore che viene attribuito ad una moneta. Nonostante il corso forzoso della moneta l'individuo ha sempre un ruolo nell'accettarne il valore. Credo che sia giusto affermare che il valore della moneta sia determinato da chi la emette, ma che questo valore debba essere condiviso da chi l'accetta. Una moneta pu avere realmente il valore che vi indicato ma se questo valore non condiviso dal popolo ( magari per una falsa campagna di disinformazione ) sar il popolo stesso a determinerne il valore. La condivisione del significato di un concetto sempre a due, tranne nella condizione di assenza di libert di scelta. Auriti ha fatto un ribaltamento provocatoriamente della accezione comune sul valore della moneta, cadendo quindi pure lui in errore. Se pensi che io abbia torto chiedi ad uno psicologo o ad un linguista. Detto questo sono convinto della supremazia di chi emette la moneta su chi l'accetta nel determinarne il valore, in
http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/proprieta-della-moneta-allatto.html Pagina 21 di 37

Signoraggio: Informazione Corretta: Propriet della moneta all'atto dell'emissione

06/08/11 16.00

quanto rappresenta un dato di fatto. Ma la percezione di un fenomeno non pu essere trascurata al punto tale da trasformare il soggetto umano in un oggetto privo di scelta.
16/12/10 19:21

Hires ha detto... - non vero che la moneta vale in quanto accettata, ma semmai, come la storia e la cronaca stanno a dimostrare, che essa accettata solo in quanto abbia un valore.Questa affermazione a livello logico falsa in quanto presuppone che il cittadino non abbia alcuna possibilit di rifiutare il valore che viene attribuito ad una moneta. No, anzi, presuppone proprio l'opposto, ossia che un cittadino ABBIA la possibilit di rifiutarla. (O, in alternativa, di pretenderne grandi quantit, non riconoscendone il valore)

"Detto questo sono convinto della supremazia di chi emette la moneta su chi l'accetta nel determinarne il valore, in quanto rappresenta un dato di fatto" Non cos. Se lo Stato X emette moneta, per gli abitanti dello Stato Y, quella carta straccia, A MENO CHE non sia oggettivamente provabile che quella carta abbia un valore. Per essi il corso forzoso non vale, e tanto meno lo Stato X ha alcun potere. Per se la moneta emessa sostituendo, nel sistema, qualcosa di pari valore, essa ha automaticamente QUEL valore della cosa che ha sostituito. Questo un fatto oggettivo, non soggettivo. E quel qualcosa un debito. E chi l'ha emesso, dovr lavorare per ripagarlo. Ed quel lavoro alla fine che da valore al suo debito, e di conseguenza alla moneta che ha ottenuto in cambio dello stesso.

"Detto questo sono convinto della supremazia di chi emette la moneta su chi l'accetta nel determinarne il valore, in quanto rappresenta un dato di fatto" Quale sarebbe il dato di fatto? Non "CHI" emette che determina il valore (vedi Stati X e Y) ma "COME". Nessuno pu prendere un pezzo di carta e dire "vale 100 euro".
16/12/10 19:33

Giulio ha detto... La moneta all'atto dell'emissione nn un credito(come dice l'articolo)xk deve tornare alla banca che l'ha emessa(quindi indubbiamente debito). Moneta propriet del portatore significa CREDITO e quindi
http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/proprieta-della-moneta-allatto.html Pagina 22 di 37

Signoraggio: Informazione Corretta: Propriet della moneta all'atto dell'emissione

06/08/11 16.00

nn devo ritornare la somma a chi l'ha stampata se non x la somma necessaria x stamparla(come una tipografia),il signoraggio "illecito" proprio questo!cio che le banche non ACCREDITANO il denaro ke devono sl STAMPARE come dovrebbero fare(visto ke non di loro propriet in quanto nn esiste pi la riserva aurea)ma lo ADDEBITANO come se fosse di loro.Mentre chiaro ke il denaro acquista valore x nostra convenzione e quindi diventa propriet del portatore.L'articolo pilotato e forviante..a rigor di logica insensato.
14/02/11 23:54

Hires ha detto... La moneta all'atto dell'emissione nn un credito(come dice l'articolo)xk deve tornare alla banca che l'ha emessa(quindi indubbiamente debito). E' sbagliato. Te lo dimostro con un esempio molto semplice. Se io ho un titolo di Stato, ho un CREDITO verso lo Stato. Ci sei fino qui? Vendo questo mio CREDITO alla banca centrale, che in cambio mi da della moneta. La moneta per me un CREDITO, e non devo restituire proprio nulla alla banca centrale. Quindi MONETA= CREDITO. Quando invece lo Stato emette un titolo di debito, QUELLO un debito, che un credito per chi lo possiede. Esempio: Lo Stato ha bisogno di 100 euro, emette un BOT. IO ho 100 euro (che per me CREDITO), compro quel BOT (che per me CREDITO). Ossia chi compra BOT cambia CREDITO con CREDITO. Il debito lo si crea all'emissione del BOT (o titolo di Stato o obbligazione privata in genere), che NULLA ha a che fare con l'emissione della moneta. Quindi la moneta all'emissione CREDITO per chi la possiede. Tu confondi (come molti) il fatto che la moneta sia un CREDITO (cosa che ATTUALMENTE E') con il fatto che NON SIA GRATIS. Ma se fosse gratis, non varrebbe nulla.

cio che le banche non ACCREDITANO il denaro ke devono sl STAMPARE come dovrebbero fare(visto ke non di loro propriet in quanto nn esiste pi la riserva aurea) Per le banche centrali il denaro un PROPRIO debito, quindi non un guadagno per loro. Il guadagno sta nei FRUTTI dei titoli che acquistano, e quel guadagno (ossia il SIGNORAGGIO) distribuito interamente agli STATI. La riserva aurea non c'entra nulla. "ma lo ADDEBITANO come se fosse di loro" Non addebitano nulla visto che un LORO debito che
http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/proprieta-della-moneta-allatto.html Pagina 23 di 37

Signoraggio: Informazione Corretta: Propriet della moneta all'atto dell'emissione

06/08/11 16.00

credito per chi lo riceve, come ti ho ampiamente illustrato con gli esempi. "Mentre chiaro ke il denaro acquista valore x nostra convenzione e quindi diventa propriet del portatore" Il denaro convenzione ma non esiste convenzione che pu creare VALORE dal nulla. Il valore lo crei solo lavorando, e guadagnandotelo. Se stampi soldi GRATIS (come da molti ebeti auspicato) non crei valore ma solo inflazione, azzerando il valore del denaro esistente. L'articolo pilotato e forviante..a rigor di logica insensato. Pilotato ci sar il tuo cervello bacato, e fuorviata ci sar TUA SORELLA. Di logica ne ho molta pi di te, e se per te "logica" significa che stampare soldi gratis sia una buona idea ti consiglio vivamente di chiamare un buono psichiatra.
15/02/11 09:22

carlo ha detto... al sito signoraggio disinformazione corretta: La Banca Centrale Europea un istituto a diritto pubblico a partecipazione di PRIVATI ( le Banche Centrali ) per mezzo di quote . Le Banche Centrali ( in Italia Bankitalia S.P.A.) sono istituti di diritto pubblico a partecipazione PRIVATA. La BCE emette moneta e la presta ad interesse (addebitandogliela ) agli stati sovrani ( causando quindi il debito pubblico degli stati e la conseguente tassazione degli stati ai cittadini).

abbasso la disinformazione e il debunking, w la sovranit monetaria popolare.

con ringraziamento alla memoria del Prof. Giacinto Auriti che mi ha aperto gli occhi sul tema.
15/02/11 18:01

Hires ha detto... "La Banca Centrale Europea un istituto a diritto pubblico a partecipazione di PRIVATI ( le Banche Centrali ) per mezzo di quote ." Le banche centrali sono enti nazionali. Qui trovi il quadro giuridico Le Banche Centrali ( in Italia Bankitalia S.P.A.) sono
http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/proprieta-della-moneta-allatto.html Pagina 24 di 37

Signoraggio: Informazione Corretta: Propriet della moneta all'atto dell'emissione

06/08/11 16.00

istituti di diritto pubblico a partecipazione PRIVATA. Le banche centrali sono tutte pubbliche. Bankitalia partecipata da privati, che per di reddito del signoraggio non beccano nulla. E tanto meno sono in grado di influenzare le decisioni della banca centrale Leggi infatti qui per il conflitto di interessi (inesistente) e qui per gli utili percepiti dai privati da bankitalia. La BCE emette moneta e la presta ad interesse (addebitandogliela ) agli stati sovrani La BCE non pu, per legge prestare moneta agli Stati. Compra titoli esistenti e ne distribuisce gli utili agli Stati. Il debito pubblico causato dagli sprechi e dall'evasione fiscale. abbasso la disinformazione e il debunking Abbasso la disinformazione, giusto, ossia quella dei sitifogna complottisti. Il debunking la ricerca delle bufale, ossia la ricerca della verit con ringraziamento alla memoria del Prof. Giacinto Auriti che mi ha aperto gli occhi sul tema. A proposito di truffe sul signoraggio e su schemi PONZI.. Apri gli occhi, studia e non su youtube, ignorante!
15/02/11 18:41

Hires ha detto... E' incredibile come certa gente riesce a fare disinformazione anche da morta.
15/02/11 18:44

carlo ha detto... sicuramente avevo capito male il significato del termine debunking. ma non il resto.
16/02/11 17:35

Hires ha detto... E invece non hai capito proprio nulla, certamente perch depistato da siti-fogna.
16/02/11 17:47

Anonimo ha detto... Salve a tutti! cercavo di documentarmi su quali siano le basi delle c.d. teorie del "signoraggio". Ho trovato varie fonti ed ho letto diversi testi che mi hanno fatto comprendere come molte asserzioni dei complottisti siano del tutte infondate. C' per un aspetto importante che sfugge alla mia
http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/proprieta-della-moneta-allatto.html Pagina 25 di 37

Signoraggio: Informazione Corretta: Propriet della moneta all'atto dell'emissione

06/08/11 16.00

comprensione: Se la banca centrale una volta emesse le banconote le mette nelle passivit deve esserci un controvalore nelle attivit. (ad esempio titoli di stato). In altre parole se le banconote emesse entrano nel bilancio della banca centrale con quale espediente contabile si riesce a rendere ininfluente questa ricchezza creata dal nulla (le nuove banconote appunto)? Spero che qualcuno voglia rispondere a questa mia domanda che potr sembrare banale ma che non sono riuscito a soddisfare durante le mie ricerche. Grazie in anticipo, Roberto.
29/03/11 23:11

Hires ha detto... Stampare moneta non crea ricchezza. La moneta emessa una passivit per la banca - tra l'altro quando la emette non sua propriet. Quando restituisce i titoli alla scadenza, la moneta che le viene data indietro cessa di avere valore. E' solo carta a quel punto. Torna ad avere valore solo quando e se viene riemessa. Ma se credi che stampare un pacco di soldi possa creare ricchezza sei in errore. Solo il lavoro crea ricchezza.
29/03/11 23:31

Anonimo ha detto... Grazie della risposta! tuttavia proprio questo il punto che mi sfugge: se le banconote stampate non sono di propriet della banca centrale perch compaiono nel suo bilancio? Ti faccio un esempio per spiegarti cosa non mi chiaro. Se la banca centrale acquista titoli con le banconote emesse si avr una scrittura del tipo: titoli = banconote quando poi scadranno i titoli si avr la scrittura inversa: banconote = titoli e tutti i valori dei conti si annullano. Ma le banconote che ritornano alla banca centrale che fine fanno? Certo posta cos la questione semplificata all'osso ma proprio l'anello che mi manca. Grazie ancora, Roberto.
29/03/11 23:44

Hires ha detto... Le banconote, quando emesse, sono un debito per la banca centrale. Quando sono riassorbite, alla scadenza dei titoli, non sono pi moneta. Te l'ho scritto. Sono carta senza valore, come lo erano prima di essere emesse. Possono essere usate in seguito per acquistare nuovi titoli. In quel caso il ciclo ricomincia. Altrimenti sono dei semplici pezzi di carta, che non hanno pi valore contabile.
http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/proprieta-della-moneta-allatto.html Pagina 26 di 37

Signoraggio: Informazione Corretta: Propriet della moneta all'atto dell'emissione

06/08/11 16.00

I signoraggisti di solito commettono l'errore di pensare che a quel punto la banca ha 'guadagnato' il valore nominale, in realt non vero. Si torna all'esatta situazione di partenza, esclusi gli interessi sui titoli che vengono incassati e redistribuiti agli Stati.
30/03/11 00:55

Roberto ha detto... Se non sono di propriet della banca centrale le banconote non dovrebbero essere contabilizzate e iscritte in bilancio. E se non sono di propriet della banca centrale perch si insiste sul concetto che essa ACQUISTA titoli dello stato? Li acquista dando come contropartita banconote che non sono sue? Poi tu scrivi che una volta scaduti i titoli tutto torna come prima: ma la differenza rispetto a prima e che ci sono delle nuove banconote stampate che prima non c'erano. Scusami se insisto ma mi pare che il seme dei sostenitori del signoraggio attecchisca proprio dove c' pi ombra e il meccanismo monetario siamo meno comprensibile. Poi nel bilancio della banca d'italia riferito all'anno 2009 risulta tra le passivit: BANCONOTE IN CIRCOLAZIONE 132.840.084.030 Nelle attivit invece risultano titoli e riserve di oro per un importo quasi equivalente.... e questi sono di propriet della banca centrale e quindi, per le proprie quote parti, dei suoi partecipanti privati. Oppure no?
30/03/11 17:27

Hires ha detto... "Se non sono di propriet della banca centrale le banconote non dovrebbero essere contabilizzate e iscritte in bilancio" Il credito di chi ha la moneta in mano. Il debito di chi emette. Quindi va bene cos. "Li acquista dando come contropartita banconote che non sono sue?" Li acquista dando in contropartita un proprio debito. Pi o meno come potresti fare tu con un assegno.

"ma la differenza rispetto a prima e che ci sono delle nuove banconote stampate che prima non c'erano." Sbagliato, le banconote c'erano anche prima dell'emissione, solo che non avevano valore contabile, cos come non lo hanno alla fine della giostra. "proprio dove c' pi ombra e il meccanismo monetario siamo meno comprensibile." Non c' nulla di complicato. Quando la tipografica stampa le banconote, non hanno valore. Hanno valore solo quando sono emesse, e lo perdono quando vengono riassorbite.

http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/proprieta-della-moneta-allatto.html

Pagina 27 di 37

Signoraggio: Informazione Corretta: Propriet della moneta all'atto dell'emissione

06/08/11 16.00

"e questi sono di propriet della banca centrale e quindi, per le proprie quote parti, dei suoi partecipanti privati. Oppure no?" No. Le riserve non sono dei partecipanti. Prova ne che quando vengono diminuite ( successo l'anno scorso), l'importo decurtato va completamente allo Stato (vai a vedere). I partecipanti ricevono solo una parte dei FRUTTI delle riserve, che diverso.
30/03/11 18:39

roberto ha detto... "Li acquista dando in contropartita un proprio debito. Pi o meno come potresti fare tu con un assegno." Per restare all'esempio dell'assegno come se io (banca) mi facessi dare una cambiale da te (Stato) ed in cambio ti dessi un assegno. Per tu sei una persona rispettabile e la tua cambiale verrebbe sicuramente pagata alla scadenza mentre io ti do un assegno a vuoto o meglio un assegno inventato da me di sana pianta che non legato ad alcun conto e ad alcuna banca). Alla scadenza della cambiale tu mi restituisci il mio assegno fasullo pi gli interessi in soldi veri e buoni e io strappo la cambiale annullandola. Io nella mia contabilit metto il passivo l'importo dell'assegno fasullo e poi in attivo l'importo della tua cambiale e degli interessi... ma questa passivit si genera dal nulla e non ha una contropartita in una variazione del conto corrente (che non esiste) Infine fintanto che la cambiale non scade io ho la tua cambiale e tu hai il mio assegno.. ma la cambiale non mia ma di tua propriet. Forse sono io contorto ma il sistema non mi pare cos semplice... c' ancora qualcosa che mi sfugge. E credo che sfugga anche a molti che poi si convincono della bont delle teorie sul signoraggio.
30/03/11 20:50

Hires ha detto... Esaminiamo il tuo esempio. Per restare all'esempio dell'assegno come se io (banca) mi facessi dare una cambiale da te (Stato) ed in cambio ti dessi un assegno. Benissimo. Quindi lo Stato da una cambiale, la banca da un assegno (i soldi). Per tu sei una persona rispettabile e la tua cambiale verrebbe sicuramente pagata alla scadenza mentre io ti do un assegno a vuoto o meglio un assegno inventato da me di
http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/proprieta-della-moneta-allatto.html Pagina 28 di 37

Signoraggio: Informazione Corretta: Propriet della moneta all'atto dell'emissione

06/08/11 16.00

sana pianta che non legato ad alcun conto e ad alcuna banca). Lo Stato pi rispettabile della banca? sino a prova contraria lo Stato si indebita perch spende pi di quanto ha in cassa, quindi per una sua gestione errata. La banca invece emette moneta perch la sua funzione, quindi chi dei due ha pi credibilit? certamente la banca (centrale). Poi, come puoi dire che l'assegno della banca non legato ad alcun conto di alcuna banca? Chi pu avere pi autorit nell'emettere l'assegno (la moneta) dell'unico ente che gli Stati hanno preposto a quella funzione? Il tuo esempio qui ha preso una sbandata colossale. "Alla scadenza della cambiale tu mi restituisci il mio assegno fasullo pi gli interessi in soldi veri e buoni e io strappo la cambiale annullandola." Se l'assegno fosse stato fasullo, tu non l'avresti accettato, quindi lasciamo perdere le stupidate. Rimane il fatto chetu in cambio mi dai lo stesso assegno pi un altro assegno pi piccolo (gli interessi), della stessa natura. Quindi se non valeva nulla il primo non valgono niente neanche gli interessi, ma sappiamo tutti e due che invece valgono entrambi.
31/03/11 00:59

Hires ha detto... "Io nella mia contabilit metto il passivo l'importo dell'assegno fasullo e poi in attivo l'importo della tua cambiale e degli interessi... " Gli interessi li hai al pi alla scadenza, qui stai facendo un po' di confusione, visto che quando ricevi gli interessi la moneta la stai assorbendo quindi non c' pi il passivo dell'assegno e tanto meno l'attivo dei titoli (che sono scaduti) "ma questa passivit si genera dal nulla e non ha una contropartita in una variazione del conto corrente " Cosa si genera dal nulla? Il debito dello Stato? o della banca centrale? che vuol dire "dal nulla"? "Dal nulla" una tipica locuzione (abbastanza idiota) signoraggista. Con questo no ti voglio dare dell'idiota, solo che usi una locuzione idiota. Ad esempio c' chi dice che le banche commerciali creano denaro dal nulla prestandolo. Ma se dal nulla come mai esaurita la liquidit (tolta la riserva) non possono pi prestare nulla? e non vogliono ammettere ragioni, "dal nulla" e chi non d'accordo con loro un prezzolato. E io li chiamo idioti. Seguiamo il filo dell'idiozia: Se lo Stato ha bisogno di soldi, crea (dal nulla!) un titolo di debito, che vende all'asta da qualcuno che bont sua ritiene di dar fiducia allo Stato e gli compra il titolo. Questo non per la banca centrale, per legge. Se lo Stato non trova quell'anima pia, giusto per intenderci, fallisce. E sono volatili per diabetici.
http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/proprieta-della-moneta-allatto.html Pagina 29 di 37

Signoraggio: Informazione Corretta: Propriet della moneta all'atto dell'emissione

06/08/11 16.00

31/03/11 01:00

Hires ha detto... In seconda battuta, la banca centrale, se e quando vuole aumentare la liquidit del sistema in base alla valutazione di molteplici fattori, compra quel titolo da chi lo detiene. Quello tira un sospiro di sollievo perch invece di avere un credito dallo Stato, che potrebbe sempre fallire, ora ha dei soldi (l'"assegno" della banca centrale) che tutti sicuro che accetteranno, perch la banca centrale non emette soldi per buttarli nel cesso in opere pubbliche faraoniche quanto inutili, mazzette, nani, ballerine e cazzate del genere, ma solo per espletare le proprie funzioni. Ha una credibilit inconmensurabilmente superiore. A quel punto, sempre seguendo il ragionamento idiota del "dal nulla", lui ha cambiato un titolo di Stato creato dal nulla (dallo Stato), con un titolo di credito verso la banca centrale, sempre creato "dal nulla". Per pi contento, altrimenti non cederebbe il suo titolo di Stato ma se lo terrebbe stretto e non lo venderebbe a nessuno, fico vero? "Infine fintanto che la cambiale non scade io ho la tua cambiale e tu hai il mio assegno.. ma la cambiale non mia ma di tua propriet." La cambiale (il titolo di Stato) un credito della banca verso lo Stato, l'assegno ( i soldi) sono un credito dello Stato verso la banca. Il credito di chi lo vanta. Quindi lo Stato ha i soldi (sono sua propriet) e la banca ha i titoli (sono sua propriet). Le due cose, guarda caso, si pareggiano perfettamente. Le banconote assumono valore all'atto dell'emissione, ed in quel momento sono di chi cede il credito (il titolo di Stato). Chi vende il titolo cede un credito per avere un altro credito. La banca cede un proprio debito (che diverr credito per chi lo riceve) in cambio di un credito. Come vedi sono tutti scambi pari. Chi cederebbe un credito con un debito? nessuno ovviamente. "Forse sono io contorto ma il sistema non mi pare cos semplice... c' ancora qualcosa che mi sfugge. E credo che sfugga anche a molti che poi si convincono della bont delle teorie sul signoraggio." Spero di averti chiarito ci che non ti era chiaro, anche se penso che non sei sulla buona strada per la comprensione. Credo tu sia uno dei tanti signoraggisti che gestiscono pagine e pubblicano tante note (idiote e campate in aria) sul signoraggio, e pensano di venire qui a fare i finti tonti, fingendo di volersi fare un'idea, ma in realt sapendo gi dove vogliono arrivare e per quante motivazioni logiche, legali, e riferimenti di ogni genere vengono loro posti, ignorano ogni risposta e ripetono la tiritera imparata a memoria sui siti-spazzatura come ce ne sono molti.
http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/proprieta-della-moneta-allatto.html Pagina 30 di 37

Signoraggio: Informazione Corretta: Propriet della moneta all'atto dell'emissione

06/08/11 16.00

Apprezzo molto di pi chi viene e dice chiaramente chi e dove vuole andare a parare che non i falsi "pivelli", che so riconoscere da chilometri di distanza.
31/03/11 01:00

Roberto ha detto... Partiamo dalle tue affermazioni finali che in questo momento mi premono pi del resto. "Credo tu sia uno dei tanti signoraggisti che gestiscono pagine e pubblicano tante note (idiote e campate in aria) sul signoraggio, e pensano di venire qui a fare i finti tonti, fingendo di volersi fare un'idea, ma in realt sapendo gi dove vogliono arrivare e per quante motivazioni logiche, legali, e riferimenti di ogni genere vengono loro posti, ignorano ogni risposta e ripetono la tiritera imparata a memoria sui siti-spazzatura come ce ne sono molti. Apprezzo molto di pi chi viene e dice chiaramente chi e dove vuole andare a parare che non i falsi "pivelli", che so riconoscere da chilometri di distanza." Credi male, anzi molto male! Per inciso sono venuto a conoscenza della tematica del "signoraggio" luned scorso essendo immobilizzato a casa per via dell'influenza. Per caso ho visto su youtube un video tratto dallo spettacolo di Beppe Grillo e incuriosito ho seguito il link verso altri video di analoghe tematiche. Ho letto qualcosa sui siti che tu definisci spazzatura e leggendo leggendo sono giunto su questo sito che mi parso da subito ben documentato ed argomentato Non ho mai scritto nulla a riguardo se non i post che trovi qui. Se la certezza che ostenti nel giudicare le persone deriva dallo stesso metodo usato nell'ostentare le tue teorie monetarie allora il mio giudizio sulle stesse scade sensibilmente. Per semplificare sono al limite un "pivello autentico" e non un "falso pivello" come tu mi hai definito! E comunque dalla tua risposta spropositata e, permettimi, abbastanza "spocchiosa", noto che il fanatismo presente in entrambe le fazioni: signoraggisti e negazionisti.
31/03/11 15:52

roberto ha detto... Ma veniamo agli aspetti tecnici. "Lo Stato pi rispettabile della banca? sino a prova contraria lo Stato si indebita perch spende pi di quanto ha in cassa, quindi per una sua gestione errata. La banca invece emette moneta perch la sua funzione, quindi chi dei due ha pi credibilit? certamente la banca (centrale)." La butto l come una battuta: mi pare che la banca centrale venga considerata autonoma o controllata dallo Stato a seconda delle esigenze esplicative del momento...
http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/proprieta-della-moneta-allatto.html Pagina 31 di 37

Signoraggio: Informazione Corretta: Propriet della moneta all'atto dell'emissione

06/08/11 16.00

Comunque non era questo il senso delle mie parole. Probabilmente mi sono espresso male. Il vero punto della questione che credimi (non perch non voglio sentire ragioni pur di portare avanti le mie teorie che per inciso non ci sono ancora!) non ho capito un altro. "Cosa si genera dal nulla? Il debito dello Stato? o della banca centrale? che vuol dire "dal nulla"? "Dal nulla" una tipica locuzione (abbastanza idiota) signoraggista. Con questo no ti voglio dare dell'idiota, solo che usi una locuzione idiota." (Pronunciare la locuzione "dal nulla" tocca un nervo scoperto... bah!) Io l'ho capito che quando la Banca centrale emette banconote ne scrive il valore facciale nelle passivit mentre scrive nelle attivit il valore di acquisto dei titoli acquistati sul mercato secondario con quelle banconote e, alla scadenza, scrive nelle attivit anche la differenza tra valore di acquisto e valore nominale dei titoli quindi si genera un utile che viene in parte restituito allo stato e in parte distribuito alle partecipanti al capitale della banca centrale. Fino qui ci siamo. Quello che continuo a non capire (e qui la mia difficolt forse: farti capire ci che non ho capito) (ritornando all'esempio dell'assegno e della cambiale): se io firmo un assegno e lo do a te in cambio di una cambiale metto in passivo l'assegno ed in attivo la cambiale (proprio come la banca centrale); ma l'assegno io lo emetto a fronte di una riduzione delle somme depositate sul mio conto corrente (cosa che non avviene per la banca centrale). Era in questo senso che nel mio esempio parlavo di assegno emesso dal nulla (so che il termine d fastidio ma non ne trovo altri). Per concludere: non credo affatto che le banche private partecipanti della banca centrale si appropriano della differenza tra valore facciale e costo di emissione delle banconote come sostengono i signoraggisti. Sono semplicemente affascinato dal meccanismo che consente di creare nuova moneta e pi approfondisco e pi il tema mi piace. Poi studiando si scoprono tante cose che spesso tornano utili nelle circostanze pi inaspettate. Paradossalmente sono proprio le teorie pi strampalate che spesso spingono chi le incontra ad approfondire e giungere alla verit. In ogni caso ti ringrazio per le tue risposte precedenti (almeno per gli aspetti tecnici ^_^) Grazie per l'attenzione, Roberto.

http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/proprieta-della-moneta-allatto.html

Pagina 32 di 37

Signoraggio: Informazione Corretta: Propriet della moneta all'atto dell'emissione

06/08/11 16.00

31/03/11 15:54

Hires ha detto... "ma l'assegno io lo emetto a fronte di una riduzione delle somme depositate sul mio conto corrente" Infatti la banca centrale l'unica, che, autorizzata dagli Stati, pu emettere moneta. Ovviamente non la pu regalare (altrimenti non varrebbe nulla), quindi deve avere qualcosa in cambio. Cosa? titoli di debito. Un meccanismo migliore io non lo riesco a immaginare. "quindi si genera un utile che viene in parte restituito allo stato e in parte distribuito alle partecipanti al capitale della banca centrale. " Qui sei stato impreciso. I partecipanti della BCE sono proprio gli Stati per il tramite delle loro banche nazionali. Il caso italiano particolare, perch i partecipanti della banca d'Italia prendono parte dei frutti delle RISERVE. Se sei rimasto affascinato dal meccanismo di emissione ti consiglio di leggere questa nota, a me piacque molto scriverla.
31/03/11 16:12

roberto ha detto... Quindi alla fine il tutto si basa su un necessario artificio contabile che mantiene in equilibrio il sistema. Ho letto la nota che mi hai suggerito e l'ho trovata interessante. Avrei qualche domanda da fare ma la posto di l.
02/04/11 01:04

Hires ha detto... Non capisco quale sia l'artificio a cui ti riferisci. Spiegamelo, e magari fammi capire chi si avantaggia, secondo la tua idea, di questo presunto artificio, e quale sarebbe l'alternativa. Spero tu non mi dica che la banca dovrebbe regalare i soldi allo Stato...
02/04/11 08:08

roberto ha detto... Mi riferivo semplicemente al discorso fatto in precedenza. Al fatto che le banconote vengano inserite nelle passivit. E' un artificio contabile concesso alla banca centrale in virt della concessione esclusiva alla emissione di banconote. Senza che si arricchisca nessuno! Insomma il famoso passaggio che mi sfuggiva e che mi hai spiegato!
02/04/11 09:02

Hires ha detto... Ah ok allora sono contento di esserti stato d'aiuto. Molto bene.

http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/proprieta-della-moneta-allatto.html

Pagina 33 di 37

Signoraggio: Informazione Corretta: Propriet della moneta all'atto dell'emissione

06/08/11 16.00

02/04/11 09:57

Hires ha detto... D'altronde se le banconote sono un credito, un'attivit per chi le possiede, coerente aspettarsi che siano una passivit, un debito per qualcun altro, in particolare lo sono per chi le emette.
02/04/11 10:00

roberto ha detto... Il quadro comincia ed essermi chiaro.. Una volta smontate le principale teorie signoraggiste (per la verit basta solo un p di buona volont) e sgombrata la mente da preconcetti populisti si comincia a convincersi che sia questo il sistema migliore. Anzich far stampare la moneta direttamente allo stato come si faceva ai "bei tempi" si creato questo sistema di partite di giro... A fronte di tutta la moneta stampata la banca centrale detiene un equivalente valore di titoli. Ma poich le riserve della banca centrale sono in sostanza di propriet statale dato che in caso di dismissione delle stesse esse vanno allo stato e anche gli "interessi" su detti titoli vanno praticamente tutti allo stato, la nuova moneta che viene creata crea un vantaggio soltanto allo stato. Si tratta di un sistema di partite di giro che alla fine sostanzialmente ha lo stesso risultato che si otterrebbe stampando direttamente la moneta da parte dello stato ma con pi garanzie per gli stessi cittadini. Sono sulla buona strada???
02/04/11 11:06

Hires ha detto... Ottima direi. Sembra che questo blog ogni tanto funzioni :)
02/04/11 11:54

Anonimo ha detto... Caro hires non ho capito che soddisfazione si provi ad aprire una discussione sul signoraggio... se un argomento completamente ignorato da tutti mass media. Di pietro ha fatto pochi giorni fa una interrogazione parlamentare sull'argomento ma nessuno ne ha parlato: vediamo se gli rispondono le stesse cose che dici tu. sarei curioso chiss per se si sapr qualcosa. ma perch questa gran balla del sig.ggio non viene smentita in tv una volta per tutte?
02/06/11 19:37

Hires ha detto... Beh io ne ho parlato ad esempio. Se ti interessa sapere in anticipo quale sar la risposta puoi leggere la nota.
02/06/11 20:01

Marco ha detto...

http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/proprieta-della-moneta-allatto.html

Pagina 34 di 37

Signoraggio: Informazione Corretta: Propriet della moneta all'atto dell'emissione

06/08/11 16.00

Gentile moderatore, sono convinto che il Suo grande sforzo, grande lavoro fatto per smontare le "teorie" (a suo dire) del Signoraggio, siano state "BEN RIPAGATE" da chi vuole continuare a LUCRARE a danno degli ignari cittadini, probabilmente ne sar orgoglioso, i mei complimenti! Sono sicuro, e qu cito un'affermazione del Sig. FORD (quello della Ford per intenderci) che dice: "Se il popolo venisse a conoscenza del funzionamento del sistema bancario ci sarebbe una rivoluzione domani stesso!" La saluto e La ringrazio di avermi dato la possibilit di commentare il Suo Lavoro.
22/07/11 17:11

Hires ha detto... Innanzitutto non ammetto che si insinui il dubbio che io sia pagato. Le banche commerciale non sono enti di beneficenza, anzi, ma il loro lucro non c'entra nulla col signoraggio o con l'emissione della moneta. Se vorr contestualizzare quella frase di Ford, e spiegare cosa intendeva dire a suo vedere far cosa gradita. Altrimenti non avr detto nulla, e sar annoverato tra i tanti che postano frasi copiate qui e la senza capire assolutamente nulla di ci che stanno parlando. Saluti
28/07/11 07:53

Anonimo ha detto... "non vero che la moneta vale in quanto accettata, ma semmai, come la storia e la cronaca stanno a dimostrare, che essa accettata solo in quanto abbia un valore. " Spero che vorrai illuminarci sul valore intrinseco di una banconota di carta, lo capisce anche un bambino che il valore indotto.
05/08/11 16:41

Hires ha detto... Molto semplice. Se vuoi del denaro, devi dare qualcosa in cambio di pari valore (ad esempio lavorare). Se fosse regalato, non varrebbe nulla. Se chi stampasse la banconota si appropriasse del suo valore per comprarci pizza e fichi oppure bustarelle per i proprio amici, sarebbe una truffa e quel denaro non varrebbe nulla. Solo un idiota, come un professore di diritto alla navigazione poteva argomentare il contrario. Sin quando il denaro emesso a fronte di una adeguata contropartita non una truffa, e vale qualcosa. Ritieniti illuminato, ma se continui a bazzicare siti fogna neo-fascisti sei troppo plagiato per poter capire.
05/08/11 22:11

Anonimo ha detto... E quale sarebbe la contropartita ?


http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/proprieta-della-moneta-allatto.html Pagina 35 di 37

Signoraggio: Informazione Corretta: Propriet della moneta all'atto dell'emissione

06/08/11 16.00

che cosa fa la banca centrale per avere quel denaro oltre a stamparlo ?
06/08/11 00:29

Anonimo ha detto... " Infatti la banca centrale l'unica, che, autorizzata dagli Stati, pu emettere moneta. Ovviamente non la pu regalare (altrimenti non varrebbe nulla), quindi deve avere qualcosa in cambio. Cosa? titoli di debito. Un meccanismo migliore io non lo riesco a immaginare. " a me invece sembra una truffa. cio mi ritrovo con un debito stratosferico per cosa ?
06/08/11 01:18

Hires ha detto... Innanzitutto devi sapere che la banca centrale agisce in nome e per conto dello Stato, e allo Stato devolve i suoi profitti. La contropartita quello che ha in cambio quando emette moneta, e sono titoli o obbligazioni pubbliche o private. Tu non ti ritrovi con nessun debito causato dall'emissione della moneta, anzi, il fatto che la banca centrale compri dei titoli accresce la liquidit degli stessi, causando un diminuzione dei loro rendimenti, ossia diminuiscono gli interessi. Ma i debiti non nascono con l'emissione della moneta, che anzi rapprsenta un'entrata per lo Stato (il signoraggio), bensi con la spesa pubblica. Come vedi, tutto ci che sai sull'argomento del tutto sbagliato.
06/08/11 13:17 POSTA UN COMMENTO

Ogni intervento, opinione, critica o consiglio BEN accetto, purch sia fatto con rispetto ed educazione. Sotto tali premesse sarete contraccambiati . In caso contrario i commenti saranno cancellati all'istante.

http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/proprieta-della-moneta-allatto.html

Pagina 36 di 37

Signoraggio: Informazione Corretta: Propriet della moneta all'atto dell'emissione

06/08/11 16.00

Commenta come: Seleziona profilo...


Posta commento Anteprima

LINK A QUESTO POST Crea un link

Post pi recente

Home page

Post pi vecchio

Iscriviti a: Commenti sul post (Atom)

CONDIVIDI L'ARTICOLO SU FACEBOOK O SU TWEETER


Share this on Facebook Tweet this
Get more gadgets for your site

http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/proprieta-della-moneta-allatto.html

Pagina 37 di 37