Sei sulla pagina 1di 4

Entra / Registrati

Voce Discussione

Leggi Modifica

Ricerca

Catasto
Da Wikipedia, l'enciclo pedia libera. Pagina principale Ultime mo difiche Una vo ce a caso Vetrina Aiuto Co munit Po rtale Co munit Bar Il Wikipediano Fai una do nazio ne Co ntatti Stampa/espo rta Strumenti Altri pro getti Co mmo ns Altre lingue Bo arisch Catal esky Dansk Deutsch English Espao l

Quest a voce o sez ione sull'argoment o dirit t o non cit a alcuna f ont e o le f ont i present i sono insuf f icient i.
Puo i miglio rare questa vo ce aggiungendo citazio ni da fo nti attendibili seco ndo le linee guida sull'uso delle fo nti. Segui i suggerimenti del pro getto di riferimento .

Il nome cat ast o deriva dal greco , che a sua volta deriva da "riga per riga". Esso costituito dall'insieme di documenti, mappe ed atti, che elencano e descrivono i beni immobili, con l'indicaz ione del luogo e del confine, con il nome dei possessori, le rendite; su quest'ultime debbono calcolarsi tasse e imposte. In senso lato il termine catasto pu essere usato per qualsiasi rilevamento sistematico di oggetti omogenei, tipicamente accompagnato da una mappa e da un registro. Un esempio pu essere il catasto alberi.
Indice [nascondi] 1 Sto ria 2 Catasto italiano 3 Vo ci co rrelate 4 Altri pro getti 5 Co llegamenti esterni

Storia [ mo d ific a]
Le origini del catasto sono molto remote. Ad esempio, Shulgi, re di Ur, con la sua opera di centraliz z az ione dello stato iniz i un'opera di catasto generale utiliz z ata per il calcolo delle tasse del regno. stato anche accertato che stime dei terreni erano effettuate in Egitto, all'epoca dei faraoni. Attraverso gli Arabi sarebbe inoltre stato introdotto in Sicilia, intorno al X secolo, un sistema rudimentale di classificaz ione riportato su registri detti defetari, che i Normanni avrebbero sviluppato nel Catalogo baronum. Per quanto riguarda l' Italia, i catasti comunali o estimi del Medioevo stabilivano che ogni cittadino avesse iscritto in esso tutti i suoi beni mobili ed immobili. Tali uffici avevano spesso grandi differenz e da Stato a Stato: solo con l'Impero napoleonico i funz ionari imposero un
PDFmyURL.com

Espao l Euskara Suo mi Franais Frysk Hrvatski Magyar Ido Ltzebuergesch Nederlands No rsk (nyno rsk) No rsk (bo kml) Po lski Po rtugus Slo venina Slo venina Shqip / Srpski Svenska Trke

modello comune obbligatorio. Con la nascita del Regno d'Italia (1861) ci fu una grande rielaboraz ione dei catasti, poich i sistemi in uso negli stati preunitari differivano fra loro per metodo ed evidenz e; alcuni erano geometrici, altri descrittivi, qualcuno mancava di triangolaz ioni, di misuraz ioni, di scale e di diverse basi. Quindi nel 1864 venne promulgata la "legge sul conguaglio provvisorio" che tent di equiparare l'imposta fondiaria nel Regno. I risultati furono pessimi anche per via dell'imposiz ione, che si riferiva alle dimensioni delle superfici e non alla loro redditivit. Nel 1886 fu emanata la legge 1 marz o 1886 n. 3682 sulla perequaz ione fondiaria (legge Messedaglia), che ordinava l'istituz ione di un catasto che doveva servire per l'applicaz ione delle imposte, con l'adoz ione del sistema di rappresentaz ione cartografica di Cassini e Soldner. La legge non riusc a superare la differente gestione, che in alcune z one del nord Italia aveva reso praticamente non avvicendabile il cosiddetto "catasto tavolare" o Teresiano: esso tuttora in uso nelle province di Trieste, Trento, Bolz ano e Belluno. Questa legge si riprometteva invero di promuovere una nuova normaz ione che consentisse la probatoriet , ma il requisito della rispondenz a dello stato di fatto a quello di diritto, che nella pratica comportava procedure di proporz ioni gigantesche nella riesecuz ione delle terminaz ioni e, prima ancora, nella rielaboraz ione dei punti fiduciali, fu escluso per l'impossibilit concreta di realiz z az ione, per difetto organiz z ativo degli enti eventualmente da preporvi. Il catasto resta perci assolutamente non probatorio.

Catasto italiano [ mo d ific a]


Il catasto vigente in Italia , come recita il primo articolo della sua legge istitutiva, "geometrico", particellare e non "probatorio": sebbene fra le sue registraz ioni vi siano cenni relativi alle mutaz ioni di propriet dei beni censiti, queste non hanno valore di piena prova della propriet. Il passaggio di propriet di un terreno o immobile (per acquisto o successione) viene registrato immediatamente alla locale conservatoria e dopo alcuni mesi o pi anche al catasto. Nel 1901 nasce nell'ambito del Ministero delle Finanz e la Direz ione Generale del Catasto e dei Serviz i Tecnici. Con la legge n. 321/1901 fu introdotto il "tipo di fraz ionamento". A partire dal 1938 (con il R.D. 8 dicembre 1938, n. 2153, regolamento per la conservaz ione del Catasto Terreni) furono via via introdotte modifiche che avrebbero condotto alla separaz ione effettiva fra il catasto terreni ed il nuovo catasto ediliz io urbano. Il catasto fabbricati, istituito con la legge 11 settembre 1939, modificata dal D.L. 8 aprile 1948, n. 514, entrato in vigenz a con il regolamento attuativo di cui al D.P.R. n. 1142/49 - il Nuovo Catasto Ediliz io Urbano (NCEU) ed in conservaz ione il 1 gennaio 1962). Occorrer un trentennio per gettare le basi, a seguito di un lavoro preliminare di accertamento, per procedere alle successive operaz ioni di qualificaz ione, classificaz ione e formaz ione delle tariffe. Nel 1940 fu adottato il sistema di rappresentaz ione Gauss- Boaga iniz ialmente per alcune registraz ioni geodetiche locali, poi a fini cartografici generali. La legge 2 febbraio 1960, n. 68 ammette lamministraz ione del catasto negli organi cartografici dello Stato. Con la legge 1 ottobre 1969, n. 679 fu introdotto il "tipo mappale". Negli anni '80 tutto il materiale cartaceo del vecchio catasto venne informatiz z ato e digitaliz z ato. Le mappe catastali esistenti su fogli enormi spesso sciupati, vennero scanneriz z ate da appositi scanner di formato ultragrande e ripulite dalle macchie, dalle righe dovute
PDFmyURL.com

alle pieghe e dallo sporco. Il progetto che dur alcuni anni, a cura della Sogei che aveva vinto la gara, port alla installaz ione sul territorio naz ionale di 93 centri di elaboraz ione dati, (uno per ogni capoluogo di provincia) contenenti le mappe e le informaz ione relative alla provincia. Con gli anni 2000 l'accesso alle informaz ioni stato reso possibile anche via internet, sia per soggetti istituz ionali (geometri, enti) che per i privati. Oggi il "catasto" gestito dall'Agenz ia del territorio e dai comuni che hanno scelto di esercitare le funz ioni catastali loro attribuite da apposite convenz ioni.

Voci correlate [ mo d ific a]


Agenz ia del Territorio Catasto Leopoldino Catasto tavolare Catasto fiorentino Codice catasto Catalogus baronum Catasto onciario Catasto Gregoriano Cabreo Classamento terreni Estimi medievali Visura catastale Aggiornamento del Catasto Terreni Attivaz ione del Catasto Terreni Conservaz ione del catasto fabbricati Conservaz ione del catasto terreni Formaz ione del catasto urbano Catasto strade Fondo

Altri progetti [ mo d ific a]


Wikimedia Commons contiene file multimediali su Cat ast o

Collegamenti esterni [ mo d ific a]


PDFmyURL.com

Agenz ia del Territorio Glossario per la redaz ione degli atti geometrici di aggiornamento del Catasto Terreni Collez ione delle normative di catasto terreni e fabbricati Progetto Castore - Catasti Storici Regionali, Regione Toscana Port ale Dirit t o Categoria: Catasto | [altre] Port ale Web

Ultima modifica per la pagina: 10:42, 5 ago 2011. Il testo disponibile secondo la licenz a Creative Commons Attribuz ione- Condividi allo stesso modo ; possono applicarsi condiz ioni ulteriori. Vedi le condiz ioni d'uso per i dettagli. Wikipedia un marchio registrato della Wikimedia Foundation, Inc. Politica sulla privacy Informaz ioni su Wikipedia Avvertenz e Mobile View

PDFmyURL.com