Sei sulla pagina 1di 11

LICENZA DUSO

UNI riconosce al cliente di questo prodotto scaricato on-line dal webstore UNI (dora in avanti denominati solo prodotto) i diritti non esclusivi e non trasferibili di cui al dettaglio seguente, in conseguenza del pagamento degli importi dovuti. Il cliente ha accettato di essere vincolato ai termini fissati in questa licenza circa l'installazione e la realizzazione di copie o qualsiasi altro utilizzo del prodotto. La licenza d'uso non riconosce al cliente la propriet del prodotto, ma esclusivamente un diritto d'uso secondo i termini fissati in questa licenza. UNI pu modificare in qualsiasi momento le condizioni di licenza d'uso.

USER LICENSE
For this product downloaded online from the UNI webstore (hereafter referred to as "products") UNI grants the client with the non-exclusive and non-transferable rights as specified in detail below, subordinate to payment of the sums due. The client accepted the limits stated in this license regarding the installation or production of copies or any other use of the products. The user license does not confer to clients ownership of the product, but exclusively the right to use according to the conditions specified in this license. UNI may modify the conditions of the user license at any time without notice.

COPYRIGHT
Il cliente ha riconosciuto che: il prodotto di propriet di UNI in quanto titolare del copyright -cos come indicato all'interno del prodotto- e che tali diritti sono tutelati dalle leggi nazionali e dai trattati internazionali sulla tutela del copyright tutti i diritti, titoli e interessi nel e sul prodotto sono e saranno di UNI, compresi i diritti di propriet intellettuale.

COPYRIGHT
The client acknowledged that: The product is property of UNI, as copyright owner as specified in the product itsselves and the said rights are governed by national legislation and international agreements on copyright. All rights, deeds and interests in and on the product shall remain property of UNI, including those of intellectual property.

UTILIZZO DEL PRODOTTO


Il cliente pu installare ed utilizzare esclusivamente per fini interni del proprio personale dipendente una sola copia di questo prodotto, su postazione singola. I clienti interessati alla condivisione delle norme UNI da parte di pi postazioni possono rivolgersi all'innovativo servizio di consultazione online denominato UNICoNTO. Con UNICoNTO possibile consultare tramite un collegamento internet ad accesso protetto ed un reader di file in formato Adobe PDF 5.0 (Portable Document Format) - i testi integrali delle norme tecniche, continuamente aggiornate. Al cliente consentita la realizzazione di UNA SOLA COPIA del file del prodotto, ai fini di backup. Il testo del prodotto non pu essere modificato, tradotto, adattato e ridotto. L'unica versione del testo che fa fede quella conservata negli archivi UNI. autorizzata la riproduzione NON INTEGRALE- del prodotto solo su documenti ad esclusivo uso interno del cliente. vietato dare il prodotto in licenza o in affitto, rivenderlo, distribuirlo o cederlo a qualunque titolo in alcuna sua parte, n in originale n in copia.

PRODUCT USE
The client may install and use a single copy of the product on one workstation exclusively for internal use by employed personnel. Those clients who are interested in sharing UNI standards on more workstations can apply to the innovatory online consultation service called UNICoNTO. By UNICoNTO the complete texts of technical standards, continuously updated, may be consulted, just by using an internet connection, provided with a protected access and a file reader in Adobe PDF 5.0 (Portable Document Format) format. The client is permitted to make ONE COPY ONLY for backup purposes. The text of the product may not be modified, translated, adapted or reduced. The only version of the authentic text is that conserved in the UNI archives. NONINTEGRAL reproduction of the product is authorised only on documents used exclusively internally by the client. Granting of the product license, hire, resale, distribution or transfer of any part of the product, in its original version or copy is strictly prohibited.

AGGIORNAMENTO DEL PRODOTTO


Questo prodotto scaricato on-line dal webstore UNI la versione in vigore al momento della vendita. Il prodotto revisionato, quando necessario, con la pubblicazione di nuove edizioni o di aggiornamenti. UNI non si impegna ad avvisare il cliente della pubblicazione di varianti, errata corrige o nuove edizioni che modificano, aggiornano o superano completamente il prodotto; importante quindi che il cliente si accerti di essere in possesso dell'ultima edizione e degli eventuali aggiornamenti.

PRODUCT UPDATES
This product downloaded online from the UNI webstore is the current version of the UNI standard valid at the time of sale. Products are revised, when necessary, with the publication of new editions or updates. UNI does not undertake to notify clients of publication of the said variants, errata corrige or new editions which modify, update or completely replace products; it is therefore important that the clients ensure possession of the latest edition and updates where relevant.

RESPONSABILITA UNI
N UNI n un suo dirigente, dipendente o distributore pu essere considerato responsabile per ogni eventuale danno che possa derivare, nascere o essere in qualche modo correlato con il possesso o l'uso del prodotto da parte del cliente. Tali responsabilit sono a carico del cliente.

UNI LIABILITY
Neither UNI nor relative manager, employee or distributor may be held liable for any damage deriving/arising from or correlated to the use of any products by clients. Liability lies exclusively with the clients.

TUTELA LEGALE
Il cliente assicura a UNI la fornitura di tutte le informazioni necessarie affinch sia garantito il pieno rispetto dei termini di questo accordo da parte di terzi. Nel caso in cui l'azione di terzi possa mettere in discussione il rispetto dei termini di questo accordo, il cliente si impegna a collaborare con UNI al fine di garantirne l'osservanza. UNI si riserva di intraprendere qualsiasi azione legale nei confronti del cliente a salvaguardia dei propri diritti in qualsiasi giurisdizione presso la quale vi sia stata una violazione del presente accordo. L'accordo regolato dalla normativa vigente in Italia e il tribunale competente per qualsiasi controversia quello di Milano.

LEGAL PROTECTION
The client shall guarantee to UNI the supply of all information required to ensure the full observance of the terms of this agreement by third parties. Should the action of third parties compromise observance of the said terms of agreement, the client undertakes to collaborate with UNI to guarantee compliance. The agreement is governed by current standards in Italy, and in the event of dispute the competent court shall be that of Milan. UNI reserves to undertake legal action with respect to the client to safeguard specific rights in all aspects of jurisdiction in which the present agreement has been breached.

Ente Nazionale Italiano di Unificazione Membro Italiano ISO e CEN www.uni.com Sede di Milano Via Sannio, 2 20137 Milano Tel +39 02700241, Fax +39 0270024375 uni@uni.com Ufficio di Roma Via del Collegio Capranica, 4 00186 Roma Tel +39 0669923074, Fax +39 06 6991604 uni.roma@uni.com

Alessandro Leonardi - 2011 - 717803 - eco

Veicoli ferrotranviari
NORMA ITALIANA

Linee guida per la protezione al fuoco dei veicoli ferrotranviari ed a via guidata
Principi generali

UNI CEI 11170-1

NOVEMBRE 2005 Railway and tramway vehicles

Guidelines for re protection of railway, tramway and guided path vehicles


General principles La norma denisce la classicazione ed i livelli di rischio e le misure che devono essere adottate a bordo dei veicoli ferrotranviari.

TESTO ITALIANO

La presente norma sostituisce la SS UNI E10.02.977.1:2001.

ICS

45.040

COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO

UNI - CEI Milano Riproduzione vietata. Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte del presente documento pu essere riprodotta o diffusa con un mezzo qualsiasi, fotocopie, microlm o altro, senza il consenso scritto dellUNI e del CEI.

ENTE NAZIONALE ITALIANO DI UNIFICAZIONE

UNI CEI 11170-1:2005

Pagina I

Alessandro Leonardi - 2011 - 717803 - eco

PREMESSA
La presente norma stata elaborata sotto la competenza dellente federato allUNI UNIFER - Ente di Unicazione del Materiale Ferrotranviario La Commissione Centrale Tecnica dellUNI ha dato la sua approvazione il 13 giugno 2005. La presente norma stata raticata dal Presidente dellUNI ed entrata a far parte del corpo normativo nazionale il 30 novembre 2005. La presente norma stata raticata dal Presidente del CEI, con delibera del 4 novembre 2005.

Le norme UNI sono elaborate cercando di tenere conto dei punti di vista di tutte le parti interessate e di conciliare ogni aspetto conittuale, per rappresentare il reale stato dellarte della materia ed il necessario grado di consenso. Chiunque ritenesse, a seguito dellapplicazione di questa norma, di poter fornire suggerimenti per un suo miglioramento o per un suo adeguamento ad uno stato dellarte in evoluzione pregato di inviare i propri contributi allUNI, Ente Nazionale Italiano di Unicazione, che li terr in considerazione per leventuale revisione della norma stessa. Le norme UNI sono revisionate, quando necessario, con la pubblicazione di nuove edizioni o di aggiornamenti. importante pertanto che gli utilizzatori delle stesse si accertino di essere in possesso dellultima edizione e degli eventuali aggiornamenti. Si invitano inoltre gli utilizzatori a vericare lesistenza di norme UNI corrispondenti alle norme EN o ISO ove citate nei riferimenti normativi. UNI CEI 11170-1:2005 UNI Pagina II

Alessandro Leonardi - 2011 - 717803 - eco

INDICE
INTRODUZIONE 1 2 3 4
prospetto 1

1 1 1 2

SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE RIFERIMENTI NORMATIVI TERMINI E DEFINIZIONI CLASSIFICAZIONE DEI VEICOLI E DEL TIPO DI RISCHIO

3 Categorie di servizio ................................................................................................................................... 3

5
prospetto 2

LIVELLI DI RISCHIO

3 Livelli di rischio............................................................................................................................................... 3 4 4

6 7

VALUTAZIONE DI CONFORMIT ASSICURAZIONE QUALIT

UNI CEI 11170-1:2005

UNI

Pagina III

Alessandro Leonardi - 2011 - 717803 - eco

UNI CEI 11170-1:2005

UNI

Pagina IV

Alessandro Leonardi - 2011 - 717803 - eco

INTRODUZIONE
La necessit di elaborare una norma UNI sulla protezione al fuoco di veicoli ferrotranviari si rende necessaria a seguito della sempre maggiore diffusione dei sistemi di trasporto urbano e suburbano a via guidata. Nel caso del trasporto ferroviario, inoltre, le maggiori prestazioni richieste in termini di velocit e della necessit di costruzione di nuove linee su viadotti ed in galleria, comportando un rischio pi elevato dincendio, richiedono pi adeguate regole per la protezione dei viaggiatori e del personale di bordo. La presente norma strutturata nelle seguenti parti: Parte 1: Parte 2: Parte 3: Principi generali Accorgimenti progettuali - Misure di contenimento dellincendio - Sistemi di segnalazione, controllo ed evacuazione Valutazione del comportamento al fuoco dei materiali - Limiti di accettabilit

SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE


La presente parte della norma denisce le misure che devono essere adottate a bordo deI veicolI per trasporto ferrotranviario ed a via guidata, per limitare il rischio dincendio a bordo e per proteggere efcacemente i passeggeri ed il personale di servizio. Le misure indicate nella presente norma si applicano a tutti i veicoli di nuova costruzione, compresi quelli gi in esercizio che siano sottoposti ad una completa ristrutturazione. Le misure di protezione al fuoco, obiettivo della presente norma, riguardano: il comportamento al fuoco dei materiali e dei componenti di parte allestimento e di parte elettrica; la resistenza al fuoco delle "barriere al fuoco" e degli "elementi spartiamma"; gli accorgimenti progettuali e di design; le misure di protezione per gli impianti elettrici ed elettronici; le misure di estinzione, controllo ed informazione (per esempio, freno di emergenza, sistemi di estinzione, sistemi di detenzione, sistema di ventilazione, ecc.).

Le misure di protezione al fuoco sono denite rispettivamente nelle UNI CEI 11170-2 e UNI CEI 11170-3 e, sulla base degli scenari di incendio pi comuni che possono vericarsi allinterno di un veicolo a via guidata. Per la normale ricambistica o sostituzioni o rifacimenti parziali di un veicolo (per esempio revisioni cicliche di ofcina, revisioni normali e straordinarie), devono essere rispettate le sole condizioni indicate nella UNI CEI 11170-3. La presente parte della norma non si applica ai veicoli in esercizio e quelli in fase di fornitura o oggetto di contratto in data antecedente alla pubblicazione della presente norma, salvo quanto diversamente concordato tra la societ di trasporto ed il fornitore. Per quanto riguarda il materiale rotabile per metropolitane la presente norma applicabile per quanto non in contrasto con la legislazione vigente1).

RIFERIMENTI NORMATIVI
La presente norma rimanda, medianti riferimenti datati e non, a disposizioni contenute in altre pubblicazioni. Tali riferimenti normativi sono citati nei punti appropriati del testo e sono di seguito elencati. Per quanto riguarda i riferimenti datati, successive modiche o revisioni apportate a dette pubblicazioni valgono unicamente se introdotte nella presente norma come aggiornamento o revisione. Per i riferimenti non datati vale l'ultima edizione della pubblicazione alla quale si fa riferimento.
1) Alla data di pubblicazione della presente norma in vigore il Decreto del Ministero dei Trasporti dell'11 gennaio 1988 "Norme di prevenzione degli incendi nelle metropolitane" pubblicato sulla Gazzetta Ufciale n 51 del 2 marzo 1988. UNI Pagina 1

UNI CEI 11170-1:2005

Alessandro Leonardi - 2011 - 717803 - eco

UNI CEI 11170-2

UNI CEI 11170-3

UNI EN ISO 9001 UNI CEI EN ISO/IEC 17025

Veicoli ferrotranviari - Linee guida per la protezione al fuoco dei veicoli ferrotranviari ed a via guidata - Parte 2: Accorgimenti progettuali - Misure di contenimento dellincendio - Sistemi di segnalazione, controllo ed evacuazione Veicoli ferrotranviari - Linee guida per la protezione al fuoco dei veicoli ferrotranviari ed a via guidata - Parte 3: Valutazione del comportamento al fuoco dei materiali Limiti daccettabilit Sistemi di gestione per la qualit - Requisiti Requisiti generali per la competenza dei laboratori di prova e di taratura

3
3.1

TERMINI E DEFINIZIONI
Ai ni della presente norma si applicano i termini e le denizioni seguenti.

categoria operativa: Classe omogenea di appartenenza dei vari veicoli. Essa viene
determinata dalla relazione tra "tipo di servizio", "caratteristiche dellinfrastruttura" e "modalit di evacuazione dal veicolo". Le "categorie operative" servono a determinare il livello di rischio (LR) e quindi il grado di protezione al fuoco di un dato veicolo, in quanto i possibili "scenari di incendio" che possono determinarsi sono strettamente correlati ai parametri innanzi citati. Le categorie operative sono indicate nel prospetto 1 del successivo punto 4.

3.2

condizioni critiche: Condizioni in un ambiente direttamente o indirettamente coinvolto da un incendio, in cui loscuramento, le condizioni termiche e la presenza di gas tossici hanno raggiunto il limite della capacit di reazione autonoma dellorganismo umano e/o di individuazione delle vie di fuga. completa ristrutturazione: Operazione attraverso la quale un veicolo viene modicato e/o rinnovato radicalmente sino a comportare o un cambio di destinazione o una nuova concezione/risistemazione degli interni. livello di rischio: Livello di protezione e relative misure che si adottano per limitare la possibilit che un incendio abbia luogo e, nel caso avvenga, le conseguenze sui viaggiatori e/o personale di servizio. Il livello di rischio strettamente legato alla "categoria operativa" (punto 3.1) ed alla tipologia di "veicolo" (punto 3.8). luogo in condizioni di sicurezza: Luogo, in prossimit dellambiente in cui si sviluppato lincendio, dal quale i viaggiatori e/o il personale di servizio pu evacuare dal veicolo in condizioni di sicurezza. In questo ambiente le condizioni del microclima e quelle delleventuale atmosfera modicata dallincendio non devono raggiungere le "condizioni critiche" (punto 3.2) durante il tempo necessario allevacuazione. personale di servizio: Persone che svolgono servizio a bordo quale:
personale di condotta; personale di scorta, assistenza e controlleria; personale di pubblica sicurezza; personale addetto alla ristorazione.

3.3

3.4

3.5

3.6

3.7

tempo di evacuazione, t : Intervallo di tempo durante il quale il passeggero e/o il


"personale di servizio" (punto 3.6) pu rimanere allinterno in un veicolo ove si sia sviluppato un incendio, prima di raggiungere un luogo in condizioni di sicurezza.

UNI CEI 11170-1:2005

UNI

Pagina 2

Alessandro Leonardi - 2011 - 717803 - eco

3.8

veicolo: Mezzo di trasporto adibito a persone (passeggeri e/o personale di servizio), guidato su binario o altra guida vincolata. A titolo di esempio: locomotive/automotrici; carrozze, postali, bagagliai e veicoli speciali e di servizio; metropolitane; tram; lobus ed assimilabili a guida vincolata. Sono esclusi i veicoli che trasportano merci. Ogni veicolo rientra in una delle tipologie indicate al successivo punto 4.

CLASSIFICAZIONE DEI VEICOLI E DEL TIPO DI RISCHIO


I veicoli devono essere classicati in una delle seguenti "categorie di progetto": N: veicoli normali; S: veicoli speciali.

Rientrano nella categoria S (veicoli speciali), i veicoli ove risulti difcoltosa levacuazione in caso di incendio o sia ipotizzabile una maggiore probabilit di innesco di un incendio, per esempio carrozze a 2 piani, carrozze letto, treni alta velocit (A.V.), ecc. Tutti i restanti veicoli rientrano nella categoria N (veicoli normali). Come indicato al prospetto 1 i veicoli possono essere classicati in base al servizio svolto (per esempio a breve o lunga percorrenza), in base al tipo di infrastruttura (per esempio linee con o senza lunghe e/o numerose gallerie o viadotti), alle modalit di evacuazione (per esempio arresto di emergenza differibile, presenza o meno di vie di fuga esterne). Ogni veicolo deve rientrare in una delle categorie indicate nel prospetto 1. Per i veicoli che possono rientrare in pi categorie, deve prendersi in considerazione quella pi elevata. Lassegnazione di una data categoria operativa e di progetto effettuata a cura della societ di trasporto o comunque oggetto di preventiva accettazione da parte di questultima.
prospetto 1

Categorie di servizio
Categoria di servizio 1 Tipo di servizio Tipo di infrastruttura Modalit di evacuazione Arresto immediato ed evacuazione in tempi brevi

Urbano, suburbano, regionale Linee prive di gallerie e/o e lunghe percorrenze viadotti

Urbano, suburbano, regionale Linee provviste di gallerie e/o Arresto immediato o viadotti dilazionato; evacuazione in tempi relativamente brevi Lunghe percorrenze Linee provviste di gallerie e/o Arresto immediato o viadotti dilazionato; evacuazione in tempi non brevi

LIVELLI DI RISCHIO
Il livello di rischio, LR, cui dovranno riferirsi le misure di protezione, individuato nel prospetto 2.
prospetto 2

Livelli di rischio
Categorie di servizio N Livello di rischio 1 2 3 LR1 LR2 LR3 LR2 LR3 LR4 Categorie di progetto S

UNI CEI 11170-1:2005

UNI

Pagina 3

Alessandro Leonardi - 2011 - 717803 - eco

I livelli di rischio sopra deniti sono, a loro volta, strettamente legati ai tempi di evacuazione, t, in condizioni di emergenza, cos come denito al punto 3.7. I tempi di evacuazione, di seguito indicati, sono presi come riferimento per la valutazione dei limiti di accettabilit dei parametri caratteristici del comportamento al fuoco dei materiali (vedere UNI CEI 11170-3) e del livello delle misure di protezione al fuoco (vedere UNI CEI 11170-2). LR1: LR2: LR3/LR4: 0 < t 5 min 5 < t 15 min 15 < t 30 min

Le misure di protezione al fuoco indicate nella presente parte della norma sono state individuate nellottica della sicurezza del passeggero, tali quindi da permettere, nel tempo medio di evacuazione, che non sia raggiunta nessuna delle condizioni critiche che possano pregiudicare levacuazione in sicurezza quali temperatura, potenza termica rilasciata, soglia inabilitante e perdita di visibilit.

VALUTAZIONE DI CONFORMIT
La valutazione della conformit ai requisiti di protezione al fuoco avviene attraverso procedure di "revisione del progetto" e di assicurazione qualit del fornitore. Prima della costruzione del primo veicolo e/o componente il fornitore deve consegnare al committente una dichiarazione di conformit a tutti i requisiti richiesti dalla presente norma. Tale dichiarazione deve contenere: un rapporto sulle veriche di progetto effettuate attraverso la "revisione del progetto"; tutti i certicati delle prove richieste dalla presente norma. condotte da laboratori accreditati secondo la

Le prove devono essere UNI CEI EN ISO/IEC 17025.

ASSICURAZIONE QUALIT
La conformit con i requisiti di protezione al fuoco alla presente norma deve essere basata sul sistema di assicurazione qualit del fornitore, secondo la UNI EN ISO 9001.

UNI CEI 11170-1:2005

UNI

Pagina 4

Alessandro Leonardi - 2011 - 717803 - eco

Alessandro Leonardi - 2011 - 717803 - eco

UNI Ente Nazionale Italiano di Unicazione Via Battistotti Sassi, 11B 20133 Milano, Italia

Riproduzione vietata - Legge 22 aprile 1941 N 633 e successivi aggiornamenti.