Sei sulla pagina 1di 34

Debbie ForD

tu e la tua storia
ebook
Traduzione: Antonello Galimberti Editing: Maria Elena Scandaliato Copertina e Impaginazione: Matteo Venturi

the secret of the shadow - Debbie Ford


www.MyLifeTV.it

tue doti ti basterebbe volerlo. immagina di essere nato con il cuore

colmo del benefico potere dellamore e che il tuo unico desiderio sia

mmagina di essere nato con la consapevolezza di essere qualcuno, di possedere un potere incommensurabile e avere a disposizione doti senza pari; immagina che per donare al mondo queste

quello di elargire tutto questo amore alle persone che ti circondano. immagina di avere la capacit innata di creare e possedere tutto ci che desideri e di cui senti il bisogno. A un certo punto della vita hai avuto la sensazione che non ci fosse nessuno al mondo uguale a te? e in ogni fibra del tuo essere hai avuto la certezza non solo di possedere la luce, ma di essere tu questa luce? possibile che in un determinato momen-

to ti sia reso conto di chi fossi veramente nel profondo, gioendo di queste doti? Fermati un attimo a pensare, cercando di ricordare il momento esatto in cui hai preso coscienza di ci che realmente sei. Poi successo qualcosa. il tuo mondo cambiato. Qualcosa o

qualcuno ha gettato unombra sulla tua luce. Da quel momento in avan-

ti hai cominciato a temere per la tua sicurezza e per quella delle tue evitare che subisse una qualche violenza, che fosse danneggiato o che

doti. Hai avuto la sensazione di dover nascondere il tuo sacro dono per qualcuno te lo portasse via. Nel tuo intimo sentivi che questo dono era re. Perci ti sei comportato come farebbe ogni buon genitore: hai nascosto questa cosa meravigliosa nel profondo di te stesso, per evitare che qualcuno le facesse del male oppure te la portasse via. Poi, con la come un prezioso bambino innocente che avevi il compito di protegge-

creativit tipica dei bambini, le hai fornito una protezione inventando

the secret of the shadow - Debbie Ford


www.MyLifeTV.it

una storia, una finzione teatrale, un personaggio, in modo tale che nessuno potesse mai sospettare che dentro di te fosse racchiusa una luce dere il tuo segreto. Non solo hai convinto gli altri a non vedere ci che cos grande. Sei stato molto abile, anzi, davvero ingegnoso nel nasconin realt eri, hai convinto persino te stesso. e tutto perch volevi com-

portarti da buon genitore nei confronti del dono che ti era stato affidato.

era il tuo segreto, il tuo pi oscuro e insondabile segreto, ed eri lunico a conoscerlo. Hai messo creativit anche nel mostrare agli altri lesatto potrebbero provare rabbia o fastidio per i doni innati che possiedi. contrario di ci che in realt sei, in modo da proteggerti da coloro che Ma dopo aver tenuto nascosto il tuo tesoro per giorni, mesi, anni, hai

cominciato a credere anche tu alla storia che avevi inventato. Ti sei trasformato nel personaggio che avevi creato per proteggere il segreto. in quel momento hai persino dimenticato di aver seppellito il tuo dono prefatto stesso di averlo nascosto. La tua luce, lamore, la perfezione e la di avere un segreto.

zioso. Non solo hai scordato il luogo dove lavevi celato, hai scordato il bellezza si sono persi dentro la storia che avevi creato. Hai dimenticato A partire da quel momento ti sei sentito smarrito, solo, diviso e

terrorizzato. improvvisamente ti sei reso conto che mancava qualcosa: so che provi quando si perde il migliore amico. Cos, per sentirti meglio, hai iniziato a cercare fuori da te stesso qualcosa che colmasse il vuoto.

e in effetti era vero. il dolore della separazione dal tuo tesoro lo stes-

the secret of the shadow - Debbie Ford


www.MyLifeTV.it

alla ricerca di ci che mancava. Ti sei occupato dellaspetto fisico e del sensazione.

Hai inseguito relazioni, persone, successi e riconoscimenti, sempre

conto in banca per avere qualcosa che ti restituisse quella determinata Magari hai fatto come me e ti sei lasciato trasportare da un senso

dinadeguatezza talmente profondo, da spingerti a passare la maggior Ma per quanto cercassi, quel senso di vuoto rimaneva.

parte del tempo nella ricerca affannosa di qualcosa che ti completasse. Allet di cinque anni ero gi fin troppo abituata a quella voce dentro

va, che non ero desiderata. il disperato bisogno di sentirmi amata e accet-

la testa che mi diceva che non ero abbastanza brava, che nessuno mi vole-

tata mi port a sfiancarmi per far s che fossero gli altri a confermare il mio tutto per nascondere le mie pecche. imparai ben presto a sedurre le persone, sfoderando i migliori sorrisi per essere notata. Credevo che se fossi

valore. intimamente convinta di avere qualcosa che non andava, facevo di

stata pi dotata di mia sorella maggiore o pi in gamba di mio fratello, la mia famiglia mi avrebbe tenuto in maggiore considerazione e mi avrebbe colmato di quellamore e di quella comprensione che tanto desideravo. ero

certa che se mi avessero amato a sufficienza non sarei pi stata costretta a le sensazioni dolorose che tormentavano il mio corpicino.

dare ascolto ai pensieri orribili che mi affollavano la mente o a sopportare Col passare degli anni diventai molto brava a scovare il modo giu-

sto per nascondere il dolore a me stessa e agli altri. Se non trovavo

nessuno disposto a darmi conferme o a dirmi che andavo bene, sgatta-

the secret of the shadow - Debbie Ford


www.MyLifeTV.it

iolavo fuori di casa fino al pi vicino 7 eleven per comprarmi dei dolci e una bottiglia di Coca Cola. Per un po il trucco dello zucchero sembr funzionare, ma gi verso i dodici anni il dolore era troppo grande da nascondere: mi sentivo troppo alta, troppo goffa e troppo stupida. ero invidiosa delle altre ragazze che sembravano perfettamente a loro agio, mettevano gli abiti giusti e avevano una famiglia normale. Ho passato anni a piangere ogni giorno nel tentativo di alleviare quel dolore interiore che mi logorava. Le mie lacrime di tristezza mandavano sempre lo stesso messaggio: Perch nessuno mi ama? Cosho che non va? Qualcuno mi aiuti, per favore!.

riggio mia madre annunci a me e mio fratello che nostro padre se finito e presto avrebbero divorziato. il disfacimento della famiglia non fece che sovrapporre alle paure che avevo dentro il pensiero di essere nera andato di casa mentre eravamo al mare. il loro matrimonio era

A peggiorare le cose, quando avevo dodici anni, un sabato pome-

sbagliata, compromessa a vita e di aver subto una sorte ingiusta. il divorzio dei miei genitori scaten allesterno tutto il dolore che era rimasto chiuso dentro di me. in quellistante le brutte sensazioni che pensavo di poter tenere sotto controllo ruppero gli argini prendendo il mi buttai nelle droghe, nel fumo e nelle amicizie facili nel disperato tentativo di sentirmi adeguata e di ottenere quellamore e quella sicurezza che non riuscivo a trovare n in casa n in me stessa.

sopravvento. il mio dolore divenne cos insopportabile che per placarlo

decisi che lunico mezzo per sentirmi di nuovo libera sarebbe stato

Mentre lottavo per dare un significato al vuoto che provavo dentro,

the secret of the shadow - Debbie Ford


www.MyLifeTV.it

quello di avere successo nella vita. Cominciai a lavorare allet di tre-

dici anni e a diciannove avevo gi un negozio tutto mio. La moda era la mia passione, mi piaceva disegnare nuove linee di abbigliamento con me stessa. Mi sembrava che se avessi indossato qualcosa che tutti apprezzavano, sarei riuscita a mascherare la vergogna. Ce la misi tutta per avere il look giusto, quello pi di grido, il pi trendy: mi avrebbe avevo la macchina giusta, gli abiti giusti e quel che ritenevo un giro di femminile. Portare gli abiti giusti mi aveva sempre fatto sentire meglio

fatto sentire finalmente a posto. Allapparenza ottenni ci che volevo: amici appropriato. Ce lavevo fatta, facevo parte di un gruppo di persone in. eppure, malgrado tutto quel successo e quegli amici, mi sentivo comunque persa e incredibilmente sola. Per quanto in superfi-

cie avessi ottenuto ci che volevo, non riuscivo a liberarmi da quella voce interiore che mi diceva che non sarei arrivata da nessuna parte, che la mia vita non aveva senso. Nel silenzio della notte la disperazione si impadroniva di me. Mi sentivo sbagliata, piccola, insignificante e persa in una penosa solitudine.

Dapprima provai a far tacere quel costante rumore interiore stordendialogo interno, dalla convinzione che non sarei mai riuscita a ricevere lamore, la sicurezza e la pace interiore che desideravo cos arden-

Gestire il mio disagio mentale divent un impegno a tempo pieno.

domi con le droghe. Mi sentivo come ipnotizzata da quel continuo

temente. Quella voce mi occupava la testa giorno e notte, criticando ogni mia singola mossa e compromettendo la ricerca del successo e della felicit. Pensavo che se mi fossi tenuta occupata, se avessi man-

the secret of the shadow - Debbie Ford


www.MyLifeTV.it

giato dolci a sufficienza, assunto abbastanza sostanze chimiche o emergere dalla disperazione e dalla mancanza di speranze che pareva-

accumulato un numero sufficiente di automobili e vestiti, sarei potuta no sempre pronte a saltar fuori dopo un momento gioioso. Ma non che aumentare di volume, mettendomi davanti ai miei errori e rinfor-

funzion. il disco rotto che continuava a girarmi nella testa non fece zando le limitazioni che mi ero imposta. Quella voce mi rimproverava senza sosta, blaterando che non meritavo amore e che sarei rimasta sola per sempre. Alla fine, estenuata, mi arrendevo al tiranno interiore ammettendo: ok, hai vinto tu. Subito dopo andavo a caccia di un placare temporaneamente langoscia. Ma di l a poco i pensieri auto-

pacchetto di caramelle, di una sigaretta, di un tranquillante con cui

distruttivi facevano ritorno, e la storia di quanto fossi orribile riprendeva esattamente l dove si era interrotta. Avevo poco pi di ventanni quando aggiunsi gli uomini al ricettario

contro la sofferenza. Peccato che le mie relazioni si mostrassero contro-

producenti: partivano alla grande con promesse di salvezza per poi finire male lasciandomi in un baratro pi profondo di quando erano cominciate. Nel frattempo, labuso di sostanze aumentava e sapevo che non sarei sopravvissuta a lungo se avessi continuato per quella strada. Trascorsi anni dentro e fuori dai centri di recupero per tossicodipendenti cercando

di mettere ordine nella mia vita. Un giorno poi, mentre partecipavo allennesima terapia di gruppo in uno di questi centri, fui colta da una rivelazione. Ascoltavo tutte quelle persone raccontare delle loro sofferen-

ze e rimasi incantata dalle loro parole. ognuno dei membri del gruppo

the secret of the shadow - Debbie Ford


www.MyLifeTV.it

stava esponendo i propri drammi e le proprie problematiche, i fallimenti e le delusioni: con stupore riconobbi in quel che dicevano un tema comune, una trama condivisa. era curioso osservare quanto ognuno fosse

preso dal proprio doloroso dramma personale, presentando la propria verit. Ascoltavo queste persone sacrificare lamore per rendere omaggio

storia come se si trattasse della verit, tutta la verit, nientaltro che la e rimanere fedeli alla versione negativa della storia che avevano scelto di

raccontare. Ne vedevo altri aggrapparsi alle loro patetiche saghe come

alla cosa pi preziosa, cercando di convincere i compagni di quanto le vicenda, come se le lotte e i sacrifici lo rendessero in qualche modo supe-

loro storie infelici fossero autentiche. Qualcuno era fiero della propria riore agli altri. Qualcuno era talmente ipocrita da convertire in virt le sofferenze pi profonde. in un attimo di chiarezza improvvisa, mi resi conto che dietro alla storia raccontata da ognuno di loro si nascondeva inventati che venivano ripetuti solo come un diversivo per mascherare verit ben pi profonde. C una seduta di gruppo in particolare che ricordo in maniera niti-

qualcosa: le loro vicende non erano altro che, appunto, storie, racconti

da. Jessica era una bionda carina di ventotto anni, ma lespressione del

volto tradiva un senso di amarezza e sconfitta. Quel giorno apr la sedu-

ta recitando drammaticamente una storia identica a quella che ci aveva Mia madre non mi vuole bene, mio padre mi ha abbandonata quando

raccontato nelle ultime otto o nove settimane. Faceva pi o meno cos: avevo tre anni, il mio fidanzato non mi conosce veramente. io me ne stavo l frustrata, con la voglia di fuggire, senza pi forza di soppor-

the secret of the shadow - Debbie Ford


www.MyLifeTV.it

tare nemmeno un minuto di quella solfa. Sembrava un disco rotto che continuava a suonare la stessa brutta canzone in continuazione. Pensavo nuovo. Avevo voglia di alzarmi in piedi e gridarle: esci dalla tua storia! Non lo capisci? Non vedi che ti stai raccontando una storia che avr sempre lo stesso finale?!. Tutto ci che volevo era che Jessica si renche, come minimo, avrebbe almeno potuto farci sentire un pezzo

desse conto di aver scelto un racconto dal finale gi scritto. Ma, i limiti imposti dalla mia storia mi dicevano: Tu non sai un bel niente: non boccaccia. obbedendo a quella voce mi stravaccai sulla sedia, sproquanto fossi in sua completa balia. sai manco di che parli; quindi stattene al tuo posto e tieni chiusa quella fondando nella mia storia personale. il mio stesso silenzio dimostrava Dal momento che non avrei retto un altro minuto a sentire Jessica Non appena la voce di Jessica svan, cominciai a sentire il mio mono-

piagnucolare, decisi di ignorarla concentrandomi solo su me stessa.

logo interiore: Nessuno mi vuole bene. Non ce la far mai. Sar sempre infelice. Sono troppo grassa, troppo brutta. La mia vita non ha senso, e il classico A nessuno importa niente di me. Mentre me ne stavo l seduta mi colse la consapevolezza che ripetevo senza sosta il mio monologo inte-

riore esattamente come Jessica, recitando una versione della mia vita

uguale a quella gi sentita milioni di volte. Fui scioccata quando scoprii

che la mia trama non era poi tanto diversa: la differenza era che Jessica stava recitando la sua ad alta voce. Mentre stavo l ad ascoltarmi, sentivo il tema portante della mia storia risuonarmi nella testa come un mantra:

10

the secret of the shadow - Debbie Ford


www.MyLifeTV.it

Povera me, povera me, povera me. La luce saccese e allimprovviso Prima di quel giorno in quel centro di sostegno psicologico di West

me ne resi conto: oddio, anche la mia vita non altro che una storiella. Palm beach in Florida, ero rimasta immersa in quella specie di favola vita. Tutte le mie azioni erano in sintonia e in relazione con questa sto-

che mi ero costruita: senza saperlo, le permettevo di dominare la mia ria: ogni gesto che compivo non era che un tentativo disperato per migliorare un po tale prigione immaginaria, rendendola appena pi sopportabile e vivibile. Passavo il tempo ad apportarvi modifiche trascurabili; un nuovo fidanzato, un nuovo lavoro, un nuovo taglio di della mia inadeguatezza. Avevo confuso a tal punto la mia storia con la

capelli nel tentativo di seppellire la sofferenza e nascondere le prove realt, che fare tutti questi cambiamenti era come trovarsi sul ponte del Titanic e mettersi a cambiare la disposizione delle sedie. La nave affondava e io, cieca di fronte allevidenza, mi industriavo a dare un aspetto migliore alle cose per sentirmi rassicurata.

vo. Cos come si percepiva che Jessica, per quanto bloccata dentro il suo racconto, era pi di quanto pensasse di essere, realizzai che anchio dovevo essere pi di quello che i miei pensieri negativi mi portavano a credere. in quel preciso istante dovetti arrendermi allevidenza: bench avessi dedicato interi anni allimpresa, linconsapevo-

doveva esserci qualcosa in pi rispetto alla storiella che mi racconta-

Alla fine fui costretta ad ammettere a me stessa che sul mio conto

le sforzo di aggiustare la mia favola era del tutto inutile. Si trattava di

11

the secret of the shadow - Debbie Ford


www.MyLifeTV.it

una parte di me, ma non era tutto. e bench non avessi la minima idea di cosa si celasse dietro a quella storia, quel giorno cominciai il camper cui lavevo costruita. mino che mi avrebbe permesso di capire quale fosse il vero motivo Nei dieci anni che seguirono mi dedicai a esaminare non solo la mia

storia, ma anche quelle di altri. Durante questo percorso imparai tre cose

fondamentali: primo, costruiamo la storia della nostra vita nel tentativo di diventare qualcuno o qualcosa; secondo, attribuiamo a tale storia il valore di scopo unico dellesistenza; terzo, allombra della nostra storia si nasconde un segreto molto speciale. Una volta svelato questo segreto, resteremo sbalorditi davanti alla perfezione della nostra umanit.

12
the secret of the shadow - Debbie Ford
www.MyLifeTV.it

La storia, il tema e lombra


delle limitazioni, ci aiuta anche a capire chi siamo, in modo da non trovarsi dentro una campana di vetro. La storiella che ci raccontiamo ha uno scopo. bench ci ponga sentirci completamente persi nel mondo. Abitare al suo interno come Le sottili pareti trasparenti agiscono come un guscio che ci tiene

intrappolati. Anche se siamo in grado di guardare al di fuori e osservare

il mondo circostante, rimaniamo chiusi dentro, al sicuro, sentendoci a nostro agio in quel terreno familiare, trattenuti dalla certezza che qualunque cosa faremo, penseremo o diremo, non potremo muoverci di l. Le nostre storie ci separano dagli altri e dal mondo, disegnando dei confini netti. Limitano le nostre potenzialit, chiudendoci qualsiasi possibilit.

bisogno di appartenere e di farne parte; ci prosciugano le energie quelle storie nutre la rassegnazione, come se il destino fosse gi scritripetitive, comportamenti nocivi e logoranti monologhi interiori.

Tali narrazioni ci allontanano da quel mondo a cui sentiamo il

lasciandoci stanchi, esauriti e senza speranze. La prevedibilit di to. Vivendo immersi in quei racconti, restiamo irretiti in abitudini Come ogni storia che si rispetti, i drammi che recitiamo hanno un

tema portante, che attraversa lesistenza ripetendosi incessantemente.

13 the secret of the shadow - Debbie Ford


www.MyLifeTV.it

Per decodificare il proprio tema personale, basta ascoltare con attenzione le conclusioni che si traggono dagli eventi della vita: sono tali conclusioni a dare forma allesistenza e a determinare la personalit. Le nostre conclusioni diventano nostre convinzioni ombra, le convinzioni inconsce che controllano pensieri, parole e comportamenti. Le convin-

zioni ombra fondano i nostri limiti: sono loro a dirci di quanto amore, felicit o successo siamo o non siamo degni. Danno forma ai nostri processi mentali e definiscono i nostri confini personali; presentandosi sione di noi stessi e tarpano le ali ai sogni. Ma ci che pi importa serve a superare limiti e insoddisfazioni personali. Ci inducono a compensare le nostre mancanze, spingendoci a essere lopposto di ci che per verit, le nostre convinzioni ombra ci privano della libera esprescapire, che le convinzioni ombra contengono lautentica saggezza che

raccontiamo di noi stessi. Le convinzioni ombra ci obbligano a dimo-

strare che valiamo qualcosa, che meritiamo di essere amati, che siamo si ritorcono contro, sabotando i nostri desideri pi puri e limitando la vita coi loro messaggi negativi.

importanti. Se non prestiamo loro attenzione, le convinzioni ombra ci

14

the secret of the shadow - Debbie Ford


www.MyLifeTV.it

Perch abbiamo bisogno delle storie


nostre campane di vetro, per restare aggrappati a ci che conosciamo, Ce ne stiamo avviluppati nelle nostre storielle, ben racchiusi dalle sentendoci al sicuro come a casa. Quando la vita si fa dura e bisogna degli standard prefissati, su una cosa possiamo almeno contare: la prevedibilit dei nostri racconti. Le storie che ci raccontiamo ci danno qualcosa e qualcuno in cui

affrontare le pene dei nostri limiti o le delusioni del vivere al di sotto

identificarci. Per un essere umano non c nulla di peggio che sentirsi

una nullit, come se la vita e le vicende personali non contassero. Quasi per chiunque molto meglio essere sgraditi che del tutto invisibili. Nel tentativo disperato di dare un senso alla vita, creiamo quindi di essere, perpetuiamo il nostro dramma. Gradualmente e senza voler-

le nostre storie, iniziando poi a ripeterle: aggrappati a ci che pensiamo lo, entriamo allora a far davvero parte di quel dramma. Mettiamo in

atto le nostre storie, portandole in giro come medaglie al valore. Ci ito per proteggere il nostro segreto, diventandone cos vittime inconsapevoli. Diventiamo vittime della vita.

ritroviamo impegnati a tenere in vita quelle favole che abbiamo costru-

15 the secret of the shadow - Debbie Ford


www.MyLifeTV.it

invece che con il nostro pieno, profondo e vero S, il primo impulso ria, permettendole di dettare lo scopo e il corso della vita, ecco farsi chi siamo? Fuori dal racconto, la vita fa paura e sfugge al controllo. Puzza dimprevedibilit e incertezza. Temiamo che liberarci del nostro dramma significhi perdere lidentit e il posto che occupiamo nel

Quando ci rendiamo conto di esserci identificati con il racconto

quello di liberarci della storia. Ma poich siamo diventati la nostra sto-

avanti la domanda preoccupante: se non siamo la nostra storia, allora

mondo, qualunque esso sia. Chi ci protegger? Chi ci amer? Che senso di appartenenza ci rester? Si tratta di una prospettiva agghiacciante per qualunque essere umano. Alla base delle nostre storie c la paura inconscia di essere divo-

rati dal vuoto, nel momento in cui ci si arrende alla vera identit, ralto di non essere niente, di non avere niente e di non essere nessuno.

lentando e guardandoci dentro. il fulcro della battaglia umana il rifiuLa paura del nulla cos profonda che quasi tutti optano per una

versione riadattata di un S conosciuto piuttosto che risvegliarsi nellignoto.

avere uno scopo e unesistenza con un significato. Negli anni, la ricer-

Ho passato gran parte della vita a lottare per essere qualcuno, per

ca spirituale mi ha insegnato che per essere libera, per essere la donna

speciale e unica che sono, devo abbracciare in ugual misura la pienezza accettare di essere tutto e niente.

della mia componente divina e lesiguit della mia umanit: devo

16

the secret of the shadow - Debbie Ford


www.MyLifeTV.it

tratta dal Talmud. A una persona viene chiesto di scrivere su un pezzo di quellappunto e meditare su quelle parole. Poi gli viene chiesto di scrive-

il mio rabbino, Moshe Levin, un giorno mi ha raccontato una storia

carta Non sono altro che polvere e cenere, per poi mettersi in tasca

re su un altro pezzo di carta Lintero Universo stato creato appositamenluomo in cerca di risposte si rende conto che entrambe sono valide.

te per me, mettendolo nellaltra tasca. Mentre medita su quelle due verit, Se guardiamo la vita da una prospettiva pi ampia, vedremo che

non siamo altro che piccoli atomi. Finch non accettiamo di essere un

nulla assoluto privo di significato, cercheremo sempre di sentirci qual-

cuno. Ma una volta arresi allevidenza di essere tutto e niente, quando luce, saremo esseri umani in senso pieno e integrale. Ci apriremo a un

accetteremo in ugual misura la storia e ci che sta al di l, lombra e la mondo che va oltre quello che conosciamo. Potremo allora provare la grandiosa esperienza di vedere con chiarezza che facciamo parte del grado di meravigliarci nel realizzare che questo Universo stato creato della nostra vera essenza. grande Universo e che ne siamo un tassello importante. Saremo in appositamente per noi. Allora riusciremo ad afferrare la grandezza So che per qualcuno pu trattarsi di un concetto difficile, di quelli

con cui ci si pu sentire a disagio e non ancora pronti. Ma ti assicuro che se accetterai di aprirti a questa idea e deciderai di esplorarla si schiuderanno possibilit nuove. Se accetterai sia le vittorie che le sconfitte, la

fragilit come la forza, la grandezza come la nullit, ti sentirai pronto a

17 the secret of the shadow - Debbie Ford


www.MyLifeTV.it

lasciar emergere il divino segreto. Solo tornando a uno stato di pienezza ti sentirai degno e meritevole di esprimere la tua verit suprema.

18

the secret of the shadow - Debbie Ford


www.MyLifeTV.it

Il falso S
ciosa di entrare in contatto con un gruppo di estranei. Nella maggior parte dei casi si sceglie continuamente il conforto di ci che si conosce, rimaci che non si conosce. Ma sotto la superficie ribolle una profonda insoddisfazione, che ha a che fare con il falso S che abbiamo costruito e con nendo confinati in una realt limitante pur di non affrontare il terrore di almeno sappiamo cosa aspettarci; il che meglio dellalternativa minacLe nostre storie sono come vecchi amici. Anche se parlano troppo,

la storia che gli si accompagna. ed qui che inizia la battaglia. Questa insoddisfazione non la smette mai di punzecchiarci, sussurrandoci allorecchio: Devesserci qualcosa in pi di questo. Se vogliamo abbracciare la grandezza di ci che siamo veramente,

compiendo il viaggio che porta oltre le storie limitate, alla riscoperta del vero S, dobbiamo fare i conti con la verit ultima, quella che spesso si rivela come la pi dolorosa: non ci siamo mai separati dal divino.

Siamo uno degli ingranaggi della macchina divina. Potremmo apparirvinzione nella tomba. Ma la nostra individualit non che unillusione. Si tratta di una svista dolorosa che ci tiene intrappolati nel perpetuo inseguimento di qualcosa di migliore o diverso da ci che gi abbiamo.

ne separati o agire come se lo fossimo; molti si porteranno quella con-

un inseguimento inutile, perch parte dal presupposto errato che noi

siamo in un certo senso difettosi. Con la nostra separatezza lottiamo

per creare una versione migliore di noi stessi, cercando disperatamente

19 the secret of the shadow - Debbie Ford


www.MyLifeTV.it

di aggiustare ci che crediamo rotto. Abbandoniamo il nostro S, divino per natura, cercando in ogni modo di basare tutto sullidentit personale. Scambiamo limmagine che abbiamo di noi stessi con il nostro

S divino. Ma questa immagine, lidentit che inseguiamo, non corrisponde a ci che siamo: si tratta invece del falso S, che costruiamo per crediamo erroneamente di essere quella persona. il nostro personaggio, limmagine da noi creata per darci unidentit ben definita. definire noi stessi. il falso S protagonista delle nostre storie e noi

allesistenza, definendo ci che non si pu definire. Le storie sono il

Le storie non sono che il tentativo disperato di dare un senso

luogo in cui risiede il falso S. il nostro falso S leroe, la vittima, la star della nostra storia. Mantiene intatto il racconto e ci tranquillizza con un senso fasullo di prevedibilit e sicurezza.

20
the secret of the shadow - Debbie Ford
www.MyLifeTV.it

La separazione dal divino


storia che raccontiamo a noi stessi, sfuggiamo allabbraccio del divino ed entriamo nella meschina illusione di un io separato e solo. Poi coinvolgere in questa farsa, perch ci consente di mantenere lillusione comincia il gioco del: Guardami, sono separato da te. Ci facciamo di essere creature autonome e individuali. bench a questo punto del percorso spirituale gi comprendiamo razionalmente di essere una cosa sola, a livello inconscio continuiamo a lottare per quella vita di separaQuando ci identifichiamo con il falso S, credendo di essere la

zione cui siamo abituati, opponendoci allesperienza dellinterezza. Crediamo che affrontare la verit ultima, cio la nostra interezza, significhi porre fine allunicit a cui ci aggrappiamo. Ma affrontare quella ne della separatezza significa non vivere veramente.

verit la sfida da porsi, perch vivere dentro delle favole con lillusio un infinto gioco senza fine che ci porta a volere, poi a temere, e

ancora a volere. un gioco in cui non si pu vincere. il gioco dei Se veloce, pi furbo o pi giovane, sarei in grado di vincere la partita e tro-

solo...: Se solo fossi ricco, famoso, sano, pi in gamba, pi saggio, pi vare la felicit che merito. Se solo conoscessi pi gente, avessi un essere felice. Se solo avessi una casa nuova, una macchina nuova, una

lavoro migliore, unattivit in proprio, avrei ci di cui ho bisogno per

21 the secret of the shadow - Debbie Ford


www.MyLifeTV.it

apprezzato, rispettato, amato o notato, realizzerei i miei pi grandi desi-

nuova fidanzata o nuovi vestiti, starei davvero bene. Se solo fossi

deri. o forse lo scopo del gioco liberarsi di qualcosa. Se solo non

fossi cos egoista, grasso, pigro, pessimista, stanco, sbagliato. Se solo i infine la pi grossa: Quando il mio corpo sar in forma perfetta o quando avr individuato il mio scopo nella vita, sar appagato. una trappola, un labirinto senza uscita.

miei figli, mio marito, mia madre la smettessero di comportarsi cos.

Si tratta di un gioco in cui impossibile vincere. Non altro che Ci affanniamo giorno e notte nel tentativo di trovare strategie e

costruire metodi per vincere il gioco del Se solo. Ma una sfida

che risiede allinterno delle storie che ci raccontiamo. stata inventata riferimento per lidentit individuale. eppure, a uno sguardo obiettivo

per tenerci occupati, per darci qualcosa da fare, fornendoci un punto di ci si rende conto di quanto il gioco sia solo una trappola, che nasconde taglia, dobbiamo aver chiaro che molto di quello che pensiamo su noi stessi una storia inventata, spesso di quelle che tolgono energia. Costruiamo storie per darci unidentit e proteggere la sacralit della

la realt e maschera la nostra vera essenza. Per porre fine a questa bat-

nostra vera essenza. Tali storie, con il segreto che racchiudono, serviranno a guidarci nuovamente alla presenza del divino, svelando lo scopo dellesistenza.

22

the secret of the shadow - Debbie Ford


www.MyLifeTV.it

Accettare la storia
necessario dellevoluzione personale. Finch non se ne comprende limportanza, si resta intrappolati in un circolo vizioso, nel tentativo di riparare parti di noi che non sono danneggiate. Dietro al dramma che abbiamo elaborato, si nasconde una serie di informazioni importanti, perle di Le nostre storie hanno un fine divino. in realt sono un aspetto

saggezza da estrarre, nelle quali sta la chiave per dare al mondo il nostro servono per diventare le persone che abbiamo sempre voluto essere. Nella storia di ognuno c la ricetta divina per una vita straordinaria. contributo. i nostri racconti contengono gli ingredienti perfetti che ci

vengono create solo per proteggersi ma, inconsapevolmente, anche per dellesistenza. Hai costruito la tua storia per imparare la lezione che racgioia, trionfi e fallimenti, con lo scopo di raccogliere gli ingredienti necesessa racchiuso e il dolore non elaborato, tiene nascosta questa ricetta.

il primo passo per svelare quella ricetta, capire che le storie non

raccogliere la saggezza e lesperienza necessarie a realizzare lo scopo chiude. Sei come un grande cuoco: una vita ai fornelli cucinando dolore, sari a manifestare il tuo S straordinario. La storia, con tutto il dramma in La maggior parte di noi talmente coinvolta dal dramma della

propria favoletta, da dimenticare di avere uno scopo divino in questo mondo. Si cos presi dal dolore della storia personale e dal discredito

gettato sul resto, da non renderci neanche conto che tutta questa sofferenza ha uno scopo. Vale la pena di ribadirlo: tutto il nostro dolore ha

23 the secret of the shadow - Debbie Ford


www.MyLifeTV.it

uno scopo! Serve a insegnarci, guidarci e darci la saggezza necessaria ne, traumi e ferite servono a colpevolizzarsi e a restare bloccati senza fare progressi. Ma se riusciamo ad analizzare la sofferenza e il disagio, se lezioni di vita che non potremmo apprendere altrimenti. al servizio del mondo in modo personale. trasformandoli in elementi da cui imparare qualcosa, ne traiamo prezioognuno qui per contribuire con il proprio carattere, mettendosi Una delle maestre dasilo di mio figlio, la signora Knight, illustr

a distribuire i nostri doni nel mondo. Per la maggior parte delle perso-

questo principio alla classe. il primo giorno di scuola la signora Knight

distribu a ogni bambino che entrava in classe un tassello di puzzle con

un numero scritto sul retro. Poi, a turno, chiam ogni bambino con il al proprio posto nella cornice di cartone. Cerano venti bambini e venti il numero venti, si pot vedere la figura completa del puzzle a eccezioil bambino che aveva ricevuto il tassello con il numero diciannove quel giorno non era in classe: perch la figura potesse mostrarsi nella sua

suo numero: a uno a uno tutti portarono il loro pezzo, che lei inseriva tessere del puzzle. Alla fine, quando la signora Knight ebbe chiamato ne di un pezzo mancante, il che impediva di godere della figura intera.

interezza, la classe aveva bisogno anche del suo contributo. Fu in quequanto ognuno di loro fosse importante.

sto modo che la signora Knight spieg meravigliosamente ai bambini il pensiero di quanto ognuno, senza esclusione, rappresenti un con-

tributo fondamentale allumanit intera, mi fece riempire gli occhi di

24

the secret of the shadow - Debbie Ford


www.MyLifeTV.it

lacrime. ognuno ha in mano un pezzo importante per completare quel quadro che la vita. Chi resta bloccato nel passato a detestare la propria esistenza, storia e persona non pu farsi avanti con il suo tassello per metterlo al posto giusto nel puzzle. Finch non ci riappacifichiamo con la nostra storia, sar impossibile riuscire a ottenere gli ingredienti necessari a esprimere il nostro S divino. Tutto quello che c' nel nostro dramma, ogni esperienza, le parti di noi che amiamo e quelle che odiapezzo che va nel centro e un altro quello che va di lato, altri ancora una

mo, contribuisce a rendere unico il nostro tassello. Qualcuno avr il tessera dalla forma speciale. Non c un altro tassello del puzzle ugua-

le al nostro. Ce ne sono di simili, ma nessuno uguale. il nostro contributo unico l, in attesa di essere risvegliato, in attesa che chiamiamo a raccolta tutta lesperienza di cui abbiamo bisogno per realizzare il nostro scopo. ogni giorno invochiamo nuove esperienze che si prestino a mettere insieme la saggezza necessaria per elaborare la nostra ricetta unica, il nostro pezzo di puzzle.

25 the secret of the shadow - Debbie Ford


www.MyLifeTV.it

Il percorso
storia che ti racconti non nasce per descrivere chi sei veramente. solo limitando la quantit damore, pace interiore e successo che potresti ricevere. Se vuoi vedere il tuo S nella sua interezza e autentica magnificenThe secret of the shadow - Il segreto dellombra ti mostrer che la una piccola parte di te che ti tiene intrappolato in alcuni schemi ripetuti,

za, devi proiettarti al di fuori della tua storia. Fare questo passo permette di abbattere i solidi muri che circondano il cuore. Per vivere fuori della nostra storia dobbiamo curarci le ferite e far pace con il passato. Dobbiamo nostra umanit. Finch non avremo fatto pace con ci che siamo e con la ragione per cui siamo qui, senza comprendere la sconvolgente lezione che la vita vuole insegnarci, rimarremo sempre intrappolati nella limitatezza del nostro dramma personale.

smascherare il dolore e accettare le pecche e i difetti che fanno parte della

quotidiana dellesistenza. Solo quando saprai vivere la tua vita per quello che , avrai lopportunit di darle unaltra direzione. Per vivere unesistenza al di fuori dei confini della storia che ti sei raccontato, per prima cosa dovrai imparare a distinguere con chiarezza tutti i modi che tutti i modi in cui rifiuti la consapevolezza e lamorosa accettazione del

Per trascendere la tua storia devi desiderare di sperimentare la lotta

utilizzi per restarvi incapsulato. Ti dovr venire voglia di riconoscere nulla che hai dentro. imparerai a conoscere tutti gli stratagemmi con

cui tenti di darti unidentit affinch non ti scambino con qualcun altro,

26

the secret of the shadow - Debbie Ford


www.MyLifeTV.it

nonch i modi con cui provi a riempire di significato quellidentit per non sentire il vuoto che giace al fondo dei tuoi desideri. Questo libro ti mostrer come usare la tua storia, come valorizzare

tutti i traumi e gli insuccessi, come acquistare saggezza dalle ferite. Ti indicher il percorso da seguire per creare la tua personale ricetta e

liberare il segreto che sta nascosto nellombra della tua storia. giunto il momento di domandarsi come usare quel racconto per arricchire la tua vita e quella degli altri: per questa ragione ne hai uno. Ma potrai servirtene solo quando ti sentirai pronto a uscire da quella storia.

guono la felicit e lappagamento. ogni volta che siamo alla disperata ricerca di qualcosa, dobbiamo fermarci a chiederci perch lo stiamo facendo; in quel momento che si trovano risposte fondamentali. Che si insegua lamore piuttosto che lattenzione, il rispetto oppure il sucdi colmare un vuoto o una carenza nascosta nel profondo. Ci si deve

Nei prossimi capitoli analizzeremo gli infiniti modi con cui si inse-

cesso, bisogna avere la forza di ammettere che la ricerca il tentativo rendere conto del fallimento delle nostre strategie volte a ottenere appafatto violenza su noi stessi, tutti i momenti in cui abbiamo venduto lanima nello sforzo di migliorare noi e la nostra storia.

gamento. Potremo allora affrontare tutte le situazioni in cui abbiamo

ta della vera essenza. Ti far da guida per il ritorno a casa, verso il luogo

The secret of the shadow - Il segreto dellombra tratta della riscoper-

a cui, nel profondo, sai di appartenere. Trovandoti alla presenza della tua vera essenza, senza essere ostacolato dalla storia che ti sei raccontato,

27 the secret of the shadow - Debbie Ford


www.MyLifeTV.it

riconoscerai la totalit dellUniverso in te, capendo di essere contempo-

raneamente la nullit del tuo piccolo S e la pienezza della tua umanit. Ponendoti al di fuori della tua storia, scoprirai che la persona che hai sempre desiderato essere non vive allinterno di quellintreccio. Una volta fuori, scorgerai ad attenderti la vita che sognavi e la realizzazione dei desideri pi reconditi. ed l che ti sentirai in dovere di spartire con saprai cosa vuol dire glorificare il tuo S meraviglioso. il mondo il segreto da sempre nascosto allombra della tua storia. Allora

28
the secret of the shadow - Debbie Ford
www.MyLifeTV.it

Piccoli passi per guarire


storia misteriosa. Usalo per registrare le emozioni, i pensieri e le idee che emergono mentre fai gli esercizi presentati in questo libro. Mentre rio, esprimi con grande libert tutto ci che hai in mente o nel cuore. esegui gli esercizi, cerca di non importi controllo o censura. Al contra2. Scegli un momento in cui puoi stare da solo e mettiti comodo. 1. Per prima cosa compra un bel diario e intitolalo: La mia grande

Crea un luogo senza distrazioni, tenendo il diario nelle vicinanze. Chiudi gli occhi e fai dei respiri lunghi e profondi, cercando a ogni respiro di inoltrarti nel profondo di te stesso. Cerca di rilassarti completamente, di entrare in uno stato di calma e dedica i minuti che seguono alla tua crescita spirituale e alla scoperta di te stesso.

preoccupazione. Mentre respiri, senti di entrare in contatto con il tuo accompagnato in ogni momento della vita.

Fai ancora un respiro lungo e profondo e libera il cuore da ogni

essere interiore, ovvero con quella parte essenziale di te che ti ha immagina di guardare il film della tua vita. Visualizza te stesso al

momento della nascita e i visi delle persone che si prendono cura di te parlare. rievoca gli anni della scuola, ricordando il volto e la voce di

neonato. osservati negli anni seguenti, mentre impari a camminare e a

29 the secret of the shadow - Debbie Ford


www.MyLifeTV.it

quelli che pi ti colpivano (nel bene e nel male) durante il periodo della za, mentre ricordi e rivivi i tuoi amori, le perdite, le delusioni, le sfide, i

tua formazione. Lascia che il film scorra sullo schermo della tua cosciensuccessi. Non dubitare mai della perfezione di ci che ti viene in mente. respira profondamente mentre rifletti sulle molte esperienze vissute da quando sei sulla Terra. Tieni conto che tutte queste esperienze, ogni singolo evento della

tua vita, si dispiegato in armonia con un progetto divino. Apriti alla possibilit che ogni persona, evento, vicenda, sia stato portato nella tua vita con lo scopo di risvegliare in te la tua innata saggezza. rifletti sul fatto che sei venuto al mondo per dare il tuo personale contributo e che ogni esperienza di vita ti servita come allenamento, affinch portassi il tuo dono speciale nel mondo. Fai un altro respiro profondo e quando annotando sul diario qualsiasi pensiero o emozione ci sia dentro di te.

ti senti pronto, apri lentamente gli occhi e trascorri qualche minuto 3. ogni capitolo di questo libro contiene un momento di raccogli-

mento con una contemplazione da assaporare e su cui ponderare con fondo sulle parole delle contemplazioni di ogni capitolo.

calma. Prenditi tutto il tempo, anche una settimana o due, per riflettere a

30

the secret of the shadow - Debbie Ford


www.MyLifeTV.it

Contemplazione

La mia vita frutto di un progetto divino.

31 the secret of the shadow - Debbie Ford


www.MyLifeTV.it