Sei sulla pagina 1di 10

SAE INSTITUTE

Milano

Diploma Accademico di primo livello in Produzione Cinetelevisiva e Nuovi Media

12V0-ABPR35 - Teoria della Sceneggiatur


REG.S1 – Bibbia di serie e Sceneggiatura

Studente: Salvatore Sardu Matricola: 17-1332



Corso: FF717 AA192

Data di consegna: 18/07/2021

Docente: Giacomo Bisanti


BIANCO E NER

Serie Tv/drama/5x40
Bibbia
Episodio pilot

Un’idea di Salvatore Sard

“Durante il corso della seconda guerra mondiale un soldato tedesco di nome YASHIN si era fatto
notare, non per le sue abilità bellicose, ma perché era il miglior giocatore di calcio che chiunque
avesse mai visto, ma persa la guerra diventa un prigioniero come tutti gli altri, no a quando
l’allenatore del Crystal Palace andrà contro tutto e tutti facendo carte false per farlo giocare no ad
arrivare alla conquista di un primo titolo storico”

Bianco e Nero racconta la società inglese nei primi anni dopo la seconda guerra mondiale, con
ancora i ricordi freschi della guerra appena nita e di tutte le sofferenze che ha portato. Finita la
guerra, il calcio torna ad essere una priorità di molti inglesi che però trovano una sorpresa, che non
prendono bene, perché un giocatore che è un ex nazista gioca nella loro amata Premiere League,
soprattutto i tifosi del Crystal palace che lo vedranno militare nella loro squadra. Il nostro
protagonista ha visto e fatto cose molto brutte in guerra, che lo perseguitano tutti i giorni, e gli
ricordano i momenti più squallidi e dolorosi della sua vita, che ne condizionano i comportamenti
tutti i giorni con il glio e con la moglie, entrambi inglesi, che sanno però come in realtà il nostro
Yashin sia un brav’uomo, e insieme a lui insegneranno questo a tutta l’Inghilterra”

“Merito davvero questa opportunità o dovrei marcire in galera?

“Potrò mai meritare il perdono? O potrei mai accettarlo?


fi
a

fi

fi
.

fi
“Merito forse anche io una vita felice?

Bianco e nero è una serie da una singola stagione con 5 episodi da 40 minuti che si svolge
principalmente in Inghilterra, per le strade e negli stadi, con qualche rimando al campo di battaglia
della seconda guerra mondiale. E’ un drama dai toni decisamente impegnati, ma che riesce ad
assumere delle sfaccettature divertenti, anche grazie ai coloriti tifosi tifosi inglesi che si trovano allo
stadio e nei pub. Ha una narrazione verticale che ci porta a scoprire il nostro protagonista, che
iniziamo a conoscere come soldato nazista e che impareremo ad amare come uomo, calciatore e
padre di famiglia. I personaggi parlano un linguaggio molto scurrile e sono molto chiassosi

Yashin
Yashin(29) è il nostro protagonista. All’inizio della storia è un soldato nazista, che vediamo correre
da una parte all’altra perché il suo compito in guerra era il messaggero, andava da un
accampamento all’altro a consegnare messaggi che altrimenti sarebbero potuti essere intercettati dal
nemico. Scopriamo poi che è un bravissimo calciatore, in uno di quei pochi momenti in cui sul
fronte ci si poteva divertire mostra a tutti quanto è bravo a giocare a pallone, tanto da meritarsi un
applauso da tutto il plotone, e anche dai nemici che sparano dei colpi in aria perché stavano
seguendo la partita dall’altra parte del fronte. Successivamente, persa la guerra viene portato
prigioniero in Gran Bretagna, sconta la sua pena e uscito dal carcere trova lavoro e moglie, con cui
mette su famiglia.

Mr. Southgate

Mr. Southgate(63) è l’allenatore del Crystal Palace, che un giorno vede il nostro protagonista
allenarsi e gli chiede di venire a fare un allenamento con lui. Nonostante sappia che è un tedesco e
che nessuno dei suoi giocatori avrebbe voluto farci squadra, cerca di tenerlo nascosto il più
possibile a compagni ed opinione pubblica, no a quando non lo scoprono, a questo punto mr.
Southgate difende negli spogliatoi, sul campo, e in conferenza stampa il nostro Yashin, che
diventerà per lui il glio che non ha mai avuto, e senza mai cambiare idea lo aiuta a farsi conoscere
e apprezzare, prima dai tifosi del Crystal Palace e poi a tutto il resto della Premiere League, no ad
ottenere il titolo di cavaliere direttamente dalla regina Elisabetta per aver contribuito a restaurare un
dialogo tra Inghilterra e Germania.

EMM

Emma (28) è una ragazza di Londra, bionda e con gli occhi verdi, che si innamora del nostro
protagonista nonostante un inizio colmo di dubbi per il suo passato. Emma imparerà a conoscerlo e
a capirlo, tanto da sposarlo e farci un bambino, arrivando al punto di litigare con la famiglia che non
vuole accettare il loro matrimonio.

fi

fi

fi
GEORG

George(32) ha gli occhi marroni, i capelli lunghi e disordinati, è il miglior giocatore della Premiere
League, gioca nel Manchester United, la squadra più blasonata di Inghilterra. Quando incontra il
nostro Yashin nella partita di andata, Best fa una delle partite più belle della sua carriera, va dal
nostro Yashin e gli ricorda che questo è il suo sport, no a quando non arrivano a giocarsi il titolo
all’ultima di campionato, l’uno contro l’altro, George perde, ma accetta la scon tta con grande
onore, nonostante il suo personaggio sia molto spavaldo, fa i complimenti a Yashin e a ne partita
gli consegna il titolo di miglior giocatore della Premiere League che avevano assegnato anche
questo anno a George

Le persone che troviamo allo stadio e nei pub sono principalmente di estrazione popolare, tutti
dif denti verso gli stranieri, soprattutto i tedeschi che avevano fatto scoppiare la guerra e causato
massacri e non erano ben visti da nessuno in Gran Bretagna.

Tuttavia il calcio, almeno in Inghilterra, e soprattutto al Crystal Palace, riesce ad annullare tutte
queste differenze, perché su un campo di calcio in mezzo alla nebbia e la pioggia di Londra quando
la tua squadra segna esulti, poco importa di chi ha segnato, se un inglese o un tedesco, ed è così che
grazie a qualche bella giocata e qualche parola in conferenza stampa che si conquista piano piano
l’amore dei tifosi

BIANCO E NER

(Episodio pilota

Ci troviamo in un campo di battaglia della seconda guerra mondiale, i soldati stanno riposando per
combattere il giorno successivo, tranne uno, che corre da una base all’altra solo con i suoi piedi a
consegnare informazioni che sarebbero troppo delicate da essere diffuse tramite apparecchi
elettronici che potevano essere intercettati. Il nostro Yashin è vestito come tutti gli altri, divisa
mimetica e an bi, coperto di fango e completamente bagnato dalla pioggia incessante. Almeno per
stavolta deve consegnare una buona notizia, una tregua che durerà 3 giorni. In questi 3 giorni
l'attività principale dei soldati è giocare a pallone per i tedeschi, e seguire la partita con i
cannocchiali per gli inglesi, che non avevano un pallone. In questa partita il nostro Yashin si fa
notare e viene applaudito da tutti, anche dagli inglesi che sparano dei colpi in aria per farsi sentire.
Dopo questo bel momento si ritorna a fare la guerra, che però dura poco, i tedeschi vengono
catturati e incarcerati, la maggior parte in Gran Bretagna, dove li processano per i loro crimini di
guerra. Il nostro protagonista nisce in tribunale, in cui spiega che mansiona svolgeva, cioè il
messaggero, e per questo la sua pena è di solo un anno. Nell’anno passato in galera si allena e gioca
a pallone, le uniche cose che poteva fare, per puro caso, in quel momento, di fronte al carcere, passa
fi
fi
.

fi

fi
)

fi
fi
mr. Southgate, l’allenatore del Crystal Palace, squadra che si era appena conquistata la salvezza con
grandi sacri ci, si avvicina alla rete e chiede al nostro Yashin per quanto tempo deve stare dentro, e
se quando esce vuole andare ad allenarsi con lui e la sua squadra, promettendogli uno stipendio,
cosa non facile da trovare per un tedesco in Inghilterra nei primi anni del dopoguerra. Al campo
d’allenamento trova le prime dif coltà , con i compagni che non vogliono giocare con un nazista,
no a quando mr. Southgate non ricorda a tutti che è lui li il capo e che dovrebbero vedere almeno
come gioca a calcio. Da qui parte l’allenamento e Yashin si dimostra il più forte di tutti, alcuni
compagni lo odiano ancora di più, qualcuno riesce a fargli dei velati complimenti, ma comunque
tutti insieme entrano negli spogliatoi. Mr. Southgate prende la parola e annuncia i convocati per la
partita di domenica contro gli Spurs, tra questi c’è anche Yashin, che disputerà la sua prima partita
uf ciale

Sceneggiatura

Scritto da Salvatore Sard

Milano

1 STRADA.AUTO FRANCESCO.INT.NOTTE

VOCE FRANCESCO FUORICAMPO

TRENT'ANNI. LAUREATO. LAVORO INVIDIABILE. BELL'ASPETTO.

Ci appaiono FRANCESCO(30) e LUCIA (29), fresca di Laurea in medicina.



Sono in auto. E' notte. Fuori sta piovendo e si sente il rumore dei tergicristalli.

(Lo guarda)

A che pensi?

FRANCESCO

(La guarda per un istante e quindi torna a guardare avanti)

Alla faccia che faranno…

2 - VILLETTA ANNA. GIARDINO. EST. NOTTE.

Ci appare una bella villetta con giardino, in un quartiere residenziale della città.

Continua a piovere.

fi

fi
.

fi
u

fi
.

VOCE FRANCESCO FUORI CAMPO

(Cont.)

…STATE INSIEME DA TRE ANNI.

HAI PENSATO CHE FOSSE LA DONNA DELLA TUA VITA E LE HAI CHIESTO DI ANDARE A
VIVERE INSIEME. E ALLORA SONO PASSATI I PRIMI TEMPI.

CHE PASSANO SEMPRE, PRIMA O POI.

Raggiungiamo una nestra ed entriamo in casa attraversando il vetro.

VOCE FRANCESCO FUORI CAMPO

(Cont.)

AD UN CERTO PUNTO, NON E' UN PENSIERO CARINO, HAI INIZIATO AD ANNOIARTI.



HAI SENTITO CHE TI INIZIAVA A MANCARE QUALCOSA.

Ci appaiono FRANCESCO, LUCIA e i rispettivi genitori. Stanno cenando intorno al tavolo.

ANNA ed EMILIO sono i genitori di LUCIA.



LUIGI e SARA, quelli di FRANCESCO.

VOCE FRANCESCO FUORI CAMPO

MA COS’ERA?

LUCIA

Abbiamo una cosa da dirvi

I genitori li guardano.

VOCE FRANCESCO FUORI CAMPO

COS'ERA CHE HA INIZIATO A MANCARTI?

LUCIA

Aspettiamo un bambino…

Un silenzio. Anna, resta senza ato.

ANNA

(Alla glia, guardandola negli occhi, con la voce che le viene a mancare)

Dio mio amore questa è una cosa bellissima!

Si rivolge agli altri, rimasti invece completamente inebetiti)

Cosa sono quelle facce?! Dobbiamo festeggiare!!!!

Scatta in piedi e si abbraccia con la glia.

fi
fi
fi
fi
ANNA

Ho il cuore che batte forte!

(Si stacca dall'abbraccio e si rivolge agli altri)

Dobbiamo brindare!!!

Va veloce verso la cucina.

ANNA

Torno subito! Non dite niente senza di me!

SARA

Io l'avevo capito

LUCIA

Si?

SARA

(Sorride a tutti e due)

Sarà un'esperienza bellissima…

LUIGI

(Al glio)

Oh, questo è il primo vero grande giro di boa della tua vita…

FRANCESCO

(Annuisce)

Lo so

LUCIA

(Sorride al padre)

E te non dici niente, papà?

Emilio la guarda.

EMILIO

(Sorride)

fi
Ho bisogno ancora di qualche minuto per metabolizzare…


LUCIA

Dimmi almeno che sei contento…

EMILIO

Sono contento se sei contenta…

LUCIA

(Sorride)

E io sono contenta! Sono contentissima!

LUIGI

E' contentissima!

EMILIO

(Confuso sorride)

E allora sono contento anch’io…

SARA

Dobbiamo organizzare le nozze!

LUIGI

E certo che dobbiamo organizzarle!

CARL

(Guarda il padre)

Non lo so se ci sposiamo

SARA

Come non lo sai?!

LUCIA

In realtà ci stiamo ancora pensando

FRANCESCO

Conviviamo già da un pezzo, che cambierebbe sposandosi?

SARA

Il matrimonio è anche un modo per tutelare questo glio

FRANCESCO

(Ai genitori)

Voi due vi siete separati quando avevo tre anni. Mi avete comunque tutelato…

ANNA

(Viene verso la tavola con una bottiglia di spumante in mano)

Sono riuscita a trovare soltanto un po' di spumante che non è neanche tanto freddo. Ma a noi che
ce ne importa? Non ce ne importa proprio niente se è freddo oppure no!

(Li raggiunge e porge la bottiglia al marito)

Giusto amore? Stappi te?

(Agli ospiti)

Io sono sempre stata una schiappa a stappare! Specialmente in queste occasioni!

Prende un bicchiere con del vino e lancia il contenuto nel vaso di una pianta. Quindi guarda
emozionata i due ragazzi.

ANNA

Alla vostra!

SARA

fi
E a chi ci chiamerà nonni!

Emilio stappa la bottiglia. Un gran botto. Anna salta spaventata e guarda la glia. Il bicchiere
vuoto sospeso a mezz'aria.

ANNA

E che, divento nonna anch'io?!

(Cerca di sorridere e si mette una mano sul petto)

O madonna che colpo! E chi c'aveva pensato?!

Musica.

Nero.

Titoli

fi