Sei sulla pagina 1di 17

http://www.tomshw.it/forum/tastiere-mouse-e-altri-controller/197370-tastiere-guida-ai-layout-stranieri.

html
Tastiere, guida ai layout stranieri
>> GUIDA AI LAYOUT STRANIERI
ATTENZIONE! La guida può essere pubblicata su altri siti e/o forum, tenendo ben presente queste regole:
1. Bisogna mettere un link diretto alla suddetta guida (Tastiere, guida ai layout stranieri)
2. Bisogna citare fonte e autore (fonte: Tom's Hardware Forum, autore: Fda.Graphics)
Ogni volta che vogliamo comprare una tastiera particolare o rara (come una meccanica), spesso ci ritroviamo davanti l'impossibilità di acquistarla
perché frenati dalla sola disponibilità di un layout straniero.
Questa guida tratta alcuni tra i layout stranieri più facilmente reperibili La guida è così strutturata:
in Italia e come ottenere con essi i caratteri più usati nella nostra lingua, 1. Ripassiamo il layout Italiano (post 1)
vedremo come con i seguenti layout sia possibile ottenerli: 2. Considerazione importante...
1. Layout USA internazionale 3. Configurare un layout
2. Layout UK esteso 4. Layout USA internazionale (post 2)
3. Layout Tedesco 5. Layout UK esteso (post 3)
4. Layout Francese 6. Layout Tedesco
7. Layout Francese
8. Per finire...
>> Ripassiamo il layout Italiano

Molti lo avranno sotto i loro occhi, ma è opportuno averlo ben presente per meglio comprendere le differenze con i layout stranieri.
Seguendo lo schema i caratteri blu sono ottenuti premendo insieme Alt Gr + il tasto corrispondente.
Es: Alt Gr + ò = @
Le parentesi graffe invece si ottengono con una procedura più lunga:
Es: Alt Gr + Shift + è = {
>> Considerazione importante...
Durante la guida cercherò di essere il più completo possibile, considerate che questa è la mia prima guida ed ho l'abitudine di scrivere in maniera
abbastanza sintetica cercando di andare al nocciolo della questione. Detto questo impariamo cosa sono i modificatori e come funzionano: i
modificatori sono quei caratteri (negli schemi segnati in rosso) che permettono di ottenere delle modifiche alle lettere, quando premete un
modificatore non comparirà a schermo e aspetterà che scegliate il carattere da modificare (in questo senso non dovete premere assieme il modificatore
e il carattere, ma uno per volta).
I caratteri speciali, invece, sono caratteri aggiuntivi (negli schemi segnati in blu) che sono ottenuti tramite la pressione di Alt Gr + il carattere scelto
(qui Alt Gr va premuto insieme al carattere scelto).
>> Configurare un layout
Qui di seguito viene illustrata la procedura per configurare un layout straniero (la procedura è stata provata su Windows XP, ma su 7 dovrebbe essere
simile, ricordate che ci sono anche diversi modi, illusterò il principale).
Andare in: Pannello di Controllo> Opzioni internazionali e della lingua Scegliere la scheda Lingue e cliccare su Dettagli, si aprirà una nuova
si aprirà una scheda come questa: scheda come questa:

Cliccare su Aggiungi e si aprirà un'ultima finestra: Per ogni layout vi verrà segnalato cosa impostare come Lingua di Input
e come Layout di tastiera, dopodiché cliccate su OK, nella scheda
precedente apparirà la nuova lingua di input:
Selezionarla dal menù a tendina per impostarla come predefinita e cliccare su Applica.
>> Layout USA internazionale

Qui in Italia non è così difficile trovare una tastiera con layout US, dopo averla acquistata dobbiamo però configurarla:
Lingua di input: Inglese (Stati Uniti)
Layout di tastiera: Americano Internazionale
Dopo aver fatto questo possiamo finalmente scoprire i tantissimi caratteri a nostra disposizione.
>> Caratteri Speciali
I caratteri speciali sono quelli contrassegnati in blu e in azzurro, i primi si ottengono premendo insieme Alt Gr + il carattere, i secondi si ottengono
tenendo anche premuto Shift oppure attivando il Caps Lock.
Esempi:
Shift + 2 = @
Alt Gr + Shift + w = Å
Alt Gr + s = ß
Alt Gr + Shift + z = Æ
Alt Gr + ? = ¿
Alt Gr + 2 = ²
Alt Gr + - = ¥
N.B: Il carattere extra ç può essere ottenuto in due modi: Alt Gr + , oppure ' + c.
>> Vocali con accento grave (à è ì ò ù)
Le vocali con accento grave possono essere ottenute soltanto in un unico e semplice modo: bisogna premere il tasto ` (si trova alla destra di 1, sotto
ESC), premendolo non comparirà nulla a schermo fino a quando non premerete il tasto della vocale da accentare, in questo caso i tasti non vanno
premuti contemporaneamente; se dopo aver schiacciato il tasto dell'accento si dà uno spazio, comparirà soltanto l'accento. Per ottenere le vocali
accentate maiuscole premere Caps Lock, oppure, dopo aver dato l'accento, fare Shift + vocale.
>> Vocali con accento acuto (á é í ó ú)
Le vocali con accento acuto possono essere ottenute in due modi:
1. Si preme Alt Gr + vocale da accentare, utilizzando il caps lock o il tasto shift per ottenere la vocale maiuscola.
2. Si usa la stessa procedura delle vocali con accento grave, ma si preme l'apostrofo ' al posto dell'accento, per ottenere soltanto l'apostrofo bisogna
dare uno spazio dopo averlo premuto.
N.B: Nella nostra lingua è comune apostrofare le parole inizianti per vocale quando hanno davanti un articolo determinativo o indeterminativo (se
femminili), per fare ciò bisogna dare uno spazio dopo l'apostrofo altrimenti si rischia di scrivere láltalena al posto di l'altalena.
>> Vocali con dieresi (ä ë ï ö ü)
Per ottenere le vocali con dieresi bisogna premere il tasto “, a schermo non comparirà niente, scegliere quindi la vocale; dando, invece, uno spazio
comparirà soltanto il carattere “. Le lettere ä e ö possono essere ottenute immediatamente: Alt Gr + q = ä e Alt Gr + p = ö.
N.B: Vale la stessa considerazione per l'apostrofo, per scrivere “automobile” tra le virgolette bisogna dare uno spazio, altrimenti si rischia di scrivere
äutomobile”.
>> Vocali con accento circonflesso (â ê î ô û)
Per ottenere una vocale con accento circonflesso bisogna premere il tasto ^ e poi la vocale da accentare, per ottenere soltanto il carattere, dare uno
spazio.
>> Tilde
Le lettere ã ñ õ possono essere ottenute premendo ~ più il carattere corrispondente, la sola lettera ñ può essere ottenuta anche con Alt Gr + n.
>> Schema riassuntivo
` + vocale = vocale con accento grave (à è ì ò ù)
' + vocale = vocale con accento acuto (á é í ó ú)
“ + vocale = vocale con dieresi (ä ë ï ö ü)
^ + vocale = vocale con accento circonflesso (â ê î ô û)
~ + n, o, a = lettera con tilde (ñ õ ã)
>> Conclusioni
Il layout US internazionale è l'ideale per chiunque voglia una tastiera estremamente completa e adatta a tantissime lingue diverse, la disposizione dei
caratteri di base è ottima e molto più logica rispetto a quella italiana (come ad esempio il tasto / ?), inoltre permette di ottenere tutte le lettere sia
maiuscole sia minuscole (nel nostro layout, infatti, è impossibile ottenere direttamente la È).
Le tastiere US hanno 104 tasti invece di 105, perciò hanno i due tasti Shift di dimensioni generose, il tasto Enter è normalmente piatto, ma in alcuni
modelli (come la Steelseries 6gv2) il tasto occupa anche la posizione del carattere \ | che viene spostato in basso vicino al tasto Shift (Steelseries 6gv2)
o in alto vicino al tasto Backspace (Steelseries 7G).
==============================================
http://babel.uoregon.edu/computer-lab/typing-special-characters
Typing in special characters
áéíóú Option -e + a, e, i, o, u
àèìòù Option -` + a, e, i, o, u
âêîôû Option -i + a, e, i, o, u
äëïöü Option-u + a,e,i,o,u
ñ Option -n + n
¿ Option + Shift + ?
¡ Option + 1
ç Option + c
œ Option + q
æ Option + ‘
Tips: "Option-e + alphabet" refers to holding down the Option key, pressing the "e" key, releasing them both, and then pushing one of the desired
vowels. Use the same process for similar "Option-something + something else" key combinations.

>> Layout UK esteso

Il layout UK esteso è molto simile a quello US, se non per la presenza di 105 tasti anziché 104 e la differente disposizione di pochissimi caratteri.
Ricordarsi di settare il layout in Windows:
Lingua di input: Inglese (Regno Unito)
Layout di tastiera: Regno Unito esteso
>> Vocali con accento grave, circonflesso, dieresi e tilde
Per questi caratteri valgono le stesse considerazioni del layout US, seguire il seguente schema riassuntivo:
` + vocale = vocale con accento grave (à è ì ò ù)
“ + vocale = vocale con dieresi (ä ë ï ö ü)
^ + vocale = vocale con accento circonflesso (â ê î ô û)
~ + n, o, a = lettera con tilde (ñ õ ã)
N.B: Notare come a differenza del layout US l'apostrofo non funziona da modificatore per ottenere le vocali con accento acuto, perciò non si rischia di
ottenere errori come láltalena.
>> Vocali con accento acuto
Per ottenere le vocali con accento acuto basta premere Alt Gr + la vocale da accentare, tenere premuto Shift o attivo il Caps Lock per ottenere la vocale
accentata maiuscola.
>> Conclusioni
Il layout è molto simile a quello US, ma non presenta il difetto dato dalla spaziatura dell'apostrofo, perché questo non funziona da modificatore. Non è,
però, un layout adatto a chi ha bisogno di quei caratteri extra presenti nel layout US, per tutti gli altri è un'ottima scelta.
>> Layout Tedesco

Il layout tedesco ha parecchie differenze rispetto al nostro, la posizione di molti caratteri è diversa, presenta tre lettere “principali” in più (Ü Ö Ä) e
salta subito all'occhio lo spostamento della Z al posto della Y, questo perché la Z è molto più usata in questa lingua. Da Windows dobbiamo impostare:
Lingua di input: Tedesco (Germania)
Layout di tastiera: Tedesco
>> Vocali con accento grave, acuto e circonflesso
Per ottenerli si segua il metodo utilizzato negli altri layout, tenendo a mente la differente posizioni dei modificatori.
` + vocale = vocale con accento grave (à è ì ò ù)
' + vocale = vocale con accento acuto (á é í ó ú)
^ + vocale = vocale con accento circonflesso (â ê î ô û)
>> Caratteri Speciali
Sono quelli evidenziati in blu e si ottengono premendo Alt Gr + il carattere.
>> Conclusioni
Come potete vedere il layout tedesco ha una disposizione solo poco diversa dei tasti, farci l'abitudine non è un problema, è si rivela un buon layout,
nonostante ciò lo consiglio soltanto nel caso non troviate il layout US o quello UK, infatti la disposizione dell'accento grave in quello tedesco è molto
scomoda per noi Italiani.
>> Layout Francese

I Francesi sono noti per avere l'ordinateur invece del computer e lo dimostrano pure nel loro particolare layout, ecco come impostarlo:
Lingua di input: Francese (Francia)
Layout di tastiera: Francese
>> Differenze importanti
Il layout Francese è veramente molto differente da quelli visti prima, innanzitutto i numeri in alto si ottengono con Shift + carattere o utilizzando il
Caps Lock (es: Shift + & = 1), rendendolo molto scomodo durante la digitazione dei numeri e richiedendo spesso l'utilizzo del tastierino numerico,
inoltre è un layout di tipo AZERTY, infatti rispetto al nostro vengono intercambiati i caratteri Q e A ed anche i caratteri Z e W, la M viene spostata in
alto vicino alla L per fare spazio alla virgola e al punto di domanda.
>> Vocali con accento grave e acuto
Sono già presenti sulla tastiera e sono é è à ù, come potete vedere manca all'appello la ò e la ì che non possono essere ottenute in alcun modo, inoltre, a
differenza dei layout visti prima, non permette di ottenere le vocali accentate maiuscole come È in modo analogo al layout Italiano.
>> Vocali con accento circonflesso e dieresi
Si ottengono seguendo questo schema:
^ + vocale = vocale con accento circonflesso (â ê î ô û)
“ + vocale = vocale con dieresi (ä ë ï ö ü)
>> Conclusioni
Come vedete è l'unico layout menzionato che non permette una totale compatibilità con la nostra lingua, inoltre ha una scomoda posizione dei caratteri
e dei numeri rendendolo un acquisto giustificato solo in casi estremamente disperati... cioè mai, infatti se una tastiera è venduta con il layout Francese
lo è anche con il layout US, UK o al limite DE.

>> Per finire...


Spero che ora sia più facile per voi scegliere una tastiera con layout straniero, come avrete capito questa guida serve ad insegnarvi ad utilizzare un
layout straniero nella sua disposizione originale senza mappatura di tasti, questo per avere un accesso quanto più ampio rispetto alle capacità di un
layout straniero e per evitare di doversi ricordare a memoria la posizione dei tasti.
Personalmente l'unico layout che mi sento di sconsigliarvi è quello Francese, menzionato in questa guida soltanto perché disponibile in qualche
negozio in Italia. Il layout US e UK sono molto simili e li consiglio entrambi senza alcun problema, il layout DE è invece un'ottima alternativa. Per il
resto spero di esservi stato quanto più possibile d'aiuto.
ATTENZIONE! La guida può essere pubblicata su altri siti e/o forum, tenendo ben presente queste regole:
1. Bisogna mettere un link diretto alla suddetta guida (Tastiere, guida ai layout stranieri)
2. Bisogna citare fonte e autore (fonte: Tom's Hardware Forum, autore: Fda.Graphics)
Re: Tastiere, guida ai layout stranieri
Ma non potevano fare un Layout GLOBALE?
Volevo prendere la Cyborg V.7 MA NON C'è L LOYOUT ITALIANO!!!!!!! e ora come faccio?
================
Ti conviene andare di layout USA e impostarlo come US internazionale, è ormai più di un anno che utilizzo questo layout e posso dire che è il più
comodo e completo che abbia mai provato.
================
Si però sai com’è... io sono abituato a quello italiano se voglio scrivere qualcosa come la @ io non so dov’è xD punterò su un latra tastiera...
================
Shift + 2
================
Grazie mille! Io pensavo di prendere una delle razer blackwidow ma c'è solo il layout USA, grazie a te la Razer guadagnerà altri 70€... Bravissimo!!

Consigliate di spendere 14 euro in più per la tastiera US International al posto di una tedesca? La userò per giocare.

Se dovessi prendere una sharkoon skiller metterei degli adesivi appositi per i tasti, ma come ovvio al fatto che manca fisicamente il tasto della "u"
accentata? Peccato inoltre che sia un po' scomodo il backspace piccolino.

Salve, ottima guida grazie, ma ho appena vinto un asta sulla baia una tastiera con layout Nord Europa (norvegese) dove posso trovare una guida?
======================================================================
Salve,
mi scuso se rispondo solo ora, ma il sito è oggetto di continui attacchi da parte di hackers che
provano a registrarsi in tutti i modi possibili e la Sua mail mi era sfuggita.

Immagino che Lei usi una versione 'liscia' di TcExam.

In generale, la risposta ai Suoi due quesiti è affermativa. Prima di buttarmi a capofitto nel lavoro di
riscrivere parte del codice per adattarlo al greco antico, scrivevo (e talvolta scrivo ancora)
utilizzando direttamente la tastiera politonica greca. Poiché suppongo Le bastino le 21 lettere base
dell'alfabeto greco (alfa, beta, gamma ...) moderno (o neogreco), non avrà nemmeno bisogno della
tastiera politonica ma di quella neogreca.

In mancanza di dettagli sul sistema operativo, suppongo che Lei usi Windows. In caso di altri S.O.,
non posso direttamente aiutarla ma la procedura immagino non sia troppo diversa.

Le versioni più recenti di windows (se non ricordo male da windows 98 SE in poi) installano
automaticamente i driver virtuali per le più comuni tastiere: si tratta di configurare la propria
tastiera come se fosse quella di un'altra lingua. Posso descriverle passo-passo la procedura nel caso
di Windows XP perchè sto usandolo in questo momento, ma per altre versioni non differisce molto.
1. Apra il pannello di controllo e scelga la voce 'opzioni internazionali e della lingua'

2. Scelga il tab 'Lingue' e clicchi su 'Dettagli'

3. Le comparirà la lista di tutte le tastiere attualmente configurate nel Suo sistema


4. Aggiunga una nuova lingua di input. Lasci pure italiano ma cambi il layout di tastiera in
Greco (se desidera anche le lettere accentate, scelga greco politonico)΄
5. Selezioni la nuova tastiera

6. Clicchi su 'Barra della lingua' e spunti le due caselle: Le compariranno delle icone sulla
barra di Windows per cambiare il layout in uso

7. Clicchi su 'Impostazioni tasti' per attivare le combinazioni di scelta rapida. Confermi le


modifiche se richiesto e clicchi su 'cambia sequenza tasti'

8. Scelga una combinazione facile da ricordare e non in uso nei programmi che utilizza
abitualmente. Io di solito scelgo Ctrl-2 per usare la VK (virtual keyboard) politonica e Ctrl-1 per
tornare a quella italiana, però questo è XP e richiede anche lo Shift (tasto maiuscolo)
9. Ora per passare dai caratteri latini a quelli greci e viceversa dovrebbe essere sufficiente
premere Ctrl+Shift+2 e Ctrl+Shift+1. Se il programma in uso le blocca la combinazione scelta,
può usare l'icona sulla barra delle applicazioni. XP pretende il riavvio, ma non è necessario. Dopo
aver cliccato su OK le nuove impostazioni entrano subito in funzione: Γρεεκ Μοδ ho premuto CS2
(Ctrl+Shift+2), ho digitato 'Greek Mod' e poi con CS1 (Ctrl+Shift+1) sono tornato a scrivere i
caratteri latini. E voilà si è affrancato per sempre da charmap e dai file TXT! E soprattutto con un
metodo valido per tutti i PC Windows che potrebbe aver necessità di utilizzare.

CAVEAT: selezionando la tastiera greca si troverà con il layout greco e NON con quello italiano,
ovviamente, quindi oltre al codice dei caratteri varierà anche la DISPOSIZIONE dei tasti. In
particolare, quello che maggiormente mi fa ammattire quando uso la tastiera politonica (che ha lo
stesso layout di quella greca) è che la u è spostata sul tasto della y, il che ha senso perché la υ
maiuscola greca è Υ, però la θ è al posto della υ e se scrivo velocemente commetto un sacco di
errori. Le lettere che non hanno un diretto corrispondente con quello latino sono disposte un po' a
casaccio, ad esempio la ω è al posto della v, che in greco è obsoleta e si usa quasi solo nei numerali
ed anzi in neogreco credo non esista. Non confonda la v latina con la ν greca che è la 'ni' ed infatti si
trova sul tasto della n.
Le conviene, penso, scaricare da internet un'immagine del layout della tastiera neogreca oppure di
quella politonica (cambiano solo le lettere accentate e aspirate e sottoscritte)

Per quanto riguarda i file in formato PDF, TcExam è perfettamente in grado di scriverli, basta che il
set di caratteri scelto per visualizzarli o per stampare contenga i glifi necessari. Tra l'altro, non è
detto che un PDF con caratteri greci non possa essere stampato correttamente anche se viene
visualizzato male.
Lei vede sul monitor i caratteri corretti solo perché usa una versione del S.O. che già installa di
default dei set di caratteri completi per le lingue occidentali, quindi anche per il neogreco. Questo
non accade per tutti i S.O.: ad esempio, per Windows 98 SE era necessario installare dei font
scaricati da internet a meno di non aver caricato dei software forniti di font addizionali (ad esempio
Word, se non ricordo male), e fra i S.O più recenti Android (almeno fino alla versione 4.2.2) non
mastica il greco antico.

Potrebbero piacerti anche