Sei sulla pagina 1di 21

Ges Nazareno, o anche Ges di Nazaret, conosciuto come il Cristo (in greco ebraico , Mashach) che significano entrambe

"unto".
Indice
[nascondi]

, Christs) o il Messia (in

1 Citazioni di Ges

1.1 Nuovo Testamento

   

1.1.1 Vangelo secondo Matteo 1.1.2 Vangelo secondo Marco 1.1.3 Vangelo secondo Luca 1.1.4 Vangelo secondo Giovanni

2 Citazioni su Ges

2.1 Testi sacri

    o

2.1.1 Antico Testamento 2.1.2 Nuovo Testamento 2.1.3 Vangeli apocrifi 2.1.4 Corano

2.2 Citazioni varie

    o

2.2.1 Hans Urs von Balthasar 2.2.2 Emilio Bossi 2.2.3 Raniero Cantalamessa 2.2.4 Ermes Maria Ronchi

2.3 Proverbi

    o

2.3.1 Crsi 2.3.2 Italiani 2.3.3 Napoletani 2.3.4 Toscani

2.4 Modi di dire


3 Note 4 Bibliografia

2.4.1 Napoletani

5 Voci correlate

o o

5.1 Concetti legati a Ges 5.2 Personaggi e testi antichi legati a Ges

6 Altri progetti

Citazioni di Ges

[modifica]

Nuovo Testamento [modifica]

rx tr r v uv
i

r v u v r pw u xr s t p vrw v u uxuq r u s ps p uxuq


lv l

r x tr r v u v r
i

vpw vp u p u vp t uwtux vpw vp s rx


i t ip lv ; i i t i i , l p ip vi il p i i

v r r t u yyr tr rq
lv .P t iv

vp u v r r x r qr s vp r
,p l

r v uv r
i

vpw vp r r
v

r p vr r vvu s svp

rqyp x p p su vs rq r rw tp v u p p yptt v px r u v p w p v tp uq utq s rq p


t tt l i li i ll t i lt t i i li. 16, 17 19) i

i a c af b b ce `X e X ``a X g e X `a hb ce ad c c b g a a c `XY a
:T ,p

af b X ha `X e X ``a X g e X `adha adc c b g a a c aY bfha ` aY X d c a


i Pi t l i vi l q il t pi t i i li, t tt t l' ifi l i iv l t [che i i l i i l p t ll t
il i ],

X eea Y b ` fb c bffX ``X a `


i t t , Si t t fi li i i

a `YX

fbf `a f haY a `b a a X ea dc X W X `ad c Ya X` a X eag g e a b ` a a e g b c Y b a c af X e ad c b W XW Q VR UT QSQ R Q A 7 3 8 ACC7G 3 354 C7 9 C 3C 87 @ 7 C G @83 7CA P B A 4 3 CA6 3 A 73 D A 99A C5 C ACC7 8B7 @ 35B 3 5 A @3 @ A 8 7 C5 7B 54 A @3 @ C5 ABC75 7 @ 7 AC7 5F 3 8 93C7 @ 3C CA5F @93
p l , i i i v l li ti ,v ,v i tt vi i t tti i ip ti i, i l i ip lt i , t tti i f B Q i i li. E i ti i i ! 15, 14)
[1]

ACA 4 A @@78 9 5B3 9 A


i ;t v t t tt t

3 7 8 7 AC7 8 7 8A 7 @93 3 69
i

7 C3

ABC75
l

@93 B 3 83 C34 C4A 3 4A @@7 8 3G@ 3 876 3C 7 7 34 3 3 8 7C5 7 3G @C7 5 3BC3 7 3 8A 7 3BC7 84 B 7 83 7C5 7 7 A8 3 9A E3 8 3 83 A 67 @ 35 7 8 6A @ 3 83 7 A59
i v i t p q t i l

3 @ 3B AC438
t i v i

7 8 6A @ 7 3 83 7 A59
i i li i il i v i

B 7 @83 @ C 7 3G @ 3 C7 @836 C5 7 3 6 9 7 A
l v , p i v , pi

3 @ 3B AC43 8

5 3BC3 3 7 A 4 B 3 @ 3B AC43 8
l i i

A C3

A A5C B 3BCA @97C A 3 7 A 8 A A6A5 C5 A 67 @ C5 C A 9A @97C A 8A 93 C5 7 3 6 9


t i ll t p l i p ; t . 12, 36 37) l t v

D A 7C C7BCA @ 7 87 9 3 A 87 35 3 7 3 97F C 3 A 7 @ 95 4 7 87 9 3 A 87
tifi i ip l i f t li i i

35 3 7 3 97F C G@ A
i ll t

A E B5 4 3B AC 8A 4 3C A CA @ AC C7 83BC3 8 C 6A5 4 7 7BCA C 7 A 87 C4A B 3G@ A @ B D 983443 8 5 3B8A @9 B 7 4 67 A


f i li i p i i itt t l i l i

A 7
i

@ 7C5993C 3 7 C A 8 C 3B7 @ 3B 8A @9 B AC43 8 C4


. 11, 28 30)

D A 83 443
, it

A @ 87 @ A 6 3 3 @ AB
l iv i il i p i t i

7 C A4A 4 A 6
i i i i

36 C7 3 8 9A 3 83 A 8A 9 8 3 3 83 A8 3 3 8A5@ B 3 65 3 3 6 ACA 9 3G@ 36 83 8A 9 8 A 3 993 8 A 3 7 @ 7 7 3 3 9 3G@


. 11, 4 6) i t ff ti ti pp i,

7B 3 7 87 6 3 A B 7 8 A 9 A 4A 4 A 6 3 3BC3 8
t il p

5 A 36 7 3 C3
i li

D 36 B 7EE 7BC7 @9 9 CAC

3G @ 5 A @ A 73F 3 7 3 AC 7CA5F 7 7 7 @ B3 8 9A 8FF3


i l vi t , li t pi t l v ll , i t ,il l i i

83 A 7 AC7 @959 8 8A6 A B5 AC7 9 5 @7 8 B8A 9


i i i v q i t i i l' v i it , i it ti i v t :i i it i

8754 ACA 9

A C7C 667 @ 8A 9 4 7 9 7 AC7 83 5@38 G @3 @ 3 3 B3 3 3 B5 A 3G @ @ CC7 A P 7 3 83 8 3 3 7BC D 36 B AC43B


i ll ; i i

CAC 3543 9 6 CAC 3 3 @A 8@ 759 7 3BC3 8 CAC G@ 36 B A C43B CAC 36 B I 3 8B76 7 A 3 8B7
lp p l , l fi li ll t pi ll i ; ,l ll i p ; . i il fi li p l i ,

CAC
q

36 B I 7 4 7 A A 4 A CA
i i l fi li pi p ll' .S i

767 G@ 36 B A C43B
v t p t p :

767 GH 7 97 @ 759 7 3B 35
lli t i f tti i t i i v t

ACC7 87 9 A6A5 3B @ 63C 3 7 83 @A5 9 7 7B 7 8A5C 7 3 8B76 7 7B 7 4 7 3 8B7 7B A 4


p t i ,

3 87 87 3 9 7 7 C A 5C3

7B7 9 7C5 76 3 @7 3 87 8A 7 A 5C3 ACA9 CAC 7 883 7 5 9 3 @7 3 87 8A 7 A 5C3 7 9 A 3G @ 3 7 B38@ CA

3F6A A @ 3 36A @ @ 63 9 3 C3 83 9 36A @ C3B58 35 C5B 3 7 9


q p ti i p ti pli i l l

5 7 AEE36 C 3 8A @3 36A @ ABC76 D C 6A5 B 8A 7 @93


t i i p i i i. 4, 19)

A A @@
it

87

63 543

' 2 1 0)( "& ! #! ! $ # ! !% $ ! #" !    


i D vi ,l t ll i l i

 
t il i l ,p l tti t ti . i

         
, v iq t i ll i .I l i ll

 Vi pi i i l Vangelo econdo Matteo [

S q

Il

M i vi i

p l p

p p i vit , l p

p v

p i,

I ,

10, 16)

Per approfondire, vedi la voce Discorso della Montagna.

i li,

ti p

i i i ,

: i vi

? 16, 24 26) i, vi f p iti, i v if it i i li i il il , v i t tti, it t tti i i il .At i

ifi

l p p i vit p ! t v i l pi; i t At, 20, 35) t i t

l p pi

Ap, 22, 16)

p . Il

i vi i t

, ip v ip

l v

?O

. P

i , l t v . Q p i. Q i . Il

ttivi. 13, 44 48)

l'

pi

p t

i. 12, 25)

. 10, 34 38)

p . Il

,ip

i f tti

il fi li

i i ;p i

i i f tti v l' t i l ti l

i i li i il

li i f i

ll p p i il P t iv

vp tyrwrqy

i .

ine itabile che a engano scandali, ma guai all uomo er col a del uale a iene loscandalo! (

Signore stato fatto questo | ed mirabile agli occhi nostri ? (

descrizione? [risposta dei farisei: Di Cesare]. [...] Rendete dun ue a Cesare uel che io. (

di Cesare e a io uel che

) il Padre ostro, uello del cielo. (

Guardate che nessuno i inganni; molti erranno nel mio nome, dicendo: Io sono il Cristo, e trarranno molti in inganno. Sentirete oi arlare di guerre e di rumori di guerre. Guardate di non allarmar i;

tutti i o oli a causa del mio nome. [...] Sorgeranno molti falsi rofeti e inganneranno molti; er il dilagare

fossero abbre iati, nessun i ente si sal erebbe; ma a causa degli eletti uei giorni saranno abbre iati. Allora se

grandi ortenti e miracoli, cos da indurre in errore, se ossibile, anche gli eletti. (

casa sa esse in uale ora della notte iene il ladro, eglierebbe e non si lascerebbe scassinare la casa. Perci anche oi state ronti, erch nell ora che non immaginate, il Figlio dell uomo err . (

Allora il re dir a uelli che stanno alla sua destra: Venite, benedetti del Padre mio, rice ete in eredit il regno re arato er oi fin dalla fondazione del mondo. Perch io ho a uto fame e mi a ete dato da mangiare, ho a uto

sete e mi a ete dato da bere; ero forestiero e mi a ete os itato, nudo e mi a ete estito, malato e mi a ete isitato, carcerato e siete enuti a tro armi. Allora i giusti gli ris onderanno: Signore, uando mai ti abbiamo eduto affamato e ti abbiamo dato da mangiare, assetato e ti abbiamo dato da bere? uando ti abbiamo isto forestiero e ti abbiamo

os itato, o nudo e ti abbiamo estito? E uando ti abbiamo isto ammalato o in carcere e siamo enuti a isitarti? Ris ondendo, il re dir loro: In erit i iccoli, l a ete fatto a me. ( i dico: ogni olta che a ete fatto ueste cose a uno solo di uesti miei fratelli )

Rimetti la s ada nel fodero, erch tutti uelli che mettono mano alla s ada eriranno di s ada. (

w w

x y } w

|

Vegliate dun ue, erch non sa ete n il giorno n l ora. (

y w w 

} w

{ z

t z

Vegliate dun ue, erch non sa ete in uale giorno il Signore ostro err .

t z

t  z t

Il cielo e la terra asseranno, ma le mie arole non asseranno. (

) uesto considerate: se il adrone di

ualcuno i dir : Ecco, il Cristo

ui, o: l , non ci credete. Sorgeranno infatti falsi cristi e falsi rofeti e faranno

w y w

} w

dell ini uit , l amore di molti si raffredder .

a chi erse erer sino alla fine, sar sal ato. [...] E se uei giorni non

zz

uesto a enga, ma non

ancora la fine. [...] Allora i consegneranno ai su

lizi e i uccideranno, e sarete odiati da

u |

 z

tu

||

z z

| | z

 t z z

||

w y z

Il i grande tra oi sia ostro ser o; chi in ece si innalzer sar abbassato e chi si abbasser sar innalzato. ( )

necessario che tutto

}w

E non chiamate nessuno " adre" sulla terra, erch uno solo

, ) ,

t v

~ }w

t p

ww y xw ww

z z

z z

I ocriti [ai farisei , erch mi tentate?

ostratemi la moneta del tributo. [...] i chi

uest immagine e la di

rq

j gi h g

on a ete mai letto nelle scritture: La pietra che i costruttori hanno scartata | divenuta testata d'angolo; | dal , )[
]

olti dei rimi saranno ultimi e gli ultimi i rimi. (

ed

i facile che un cammello assi er la cruna di un ago, che un ricco entri nel regno dei cieli. ( , )

Ama il rossimo tuo come te stesso.

[ ]

Lasciate che i bambini engano a me, erch di uesti

il regno dei cieli. (

) , )

esa al collo una macina girata da asino, e fosse gettato negli abissi del mare. Guai al mondo er gli scandali ! )

Chi in ece scandalizza anche uno solo di uesti iccoli che credono in me, sarebbe meglio er lui che gli fosse

v t t

insegnando loro ad osser are tutto ci che i ho comandato. Ecco, io sono con oi tutti i giorni, fino alla fine del mondo. ( , )

Vangelo secondo
Il regno di io

a rco [modifica]

cresce; come, egli stesso non lo sa. Poich la terra roduce s ontaneamente, rima lo stelo, oi la s iga, oi il

che gli uccelli del cielo ossono ri ararsi alla sua ombra. ( ,

giorni, risusciter . ( ,

) er noi. ( ,

riscatto er molti. (

) l unico Signore; amerai dun ue il Signore io tuo con tutto il tuo uesto: Amerai il rossimo tuo come te )

i sar dato: oich non siete oi a arlare, ma lo S irito Santo. (

 io mio, io mio, erch mi hai abbandonato! ( , Vangelo secondo Luca [modifica]


)[

Vegliate e regate er non entrare in tentazione; lo s irito

ronto, ma la carne

debole. (

E uando i condurranno ia er consegnar i, non reoccu ate i di ci che do rete dire, ma dite ci che in uell ora

) , )

stesso . on c

altro comandamento i im ortante di uesti. (

[ ]

cuore, con tutta la tua mente e con tutta la tua forza[ ]. E il secondo

Il rimo : Ascolta, Israele. Il Signore io nostro

arl dicendo: Io sono il

io di Abramo, il io di Isacco e di Giacobbe? on

un io dei morti ma dei i enti! (

riguardo oi dei morti che de ono risorgere, non a ete letto nel libro di

os , a ro osito del ro eto, come io gli ,

uando risusciteranno dai morti, infatti, non renderanno moglie n marito, ma saranno come angeli nei cieli. A

luce; ma se

malato, anche il tuo cor o

nelle tenebre. (

[ ]

entrano edano la luce. La lucerna del tuo cor o

l occhio. Se il tuo occhio

sano, anche il tuo cor o

essuno accende una lucerna e la mette in luogo nascosto o sotto il moggio, ma so ra il lucerniere, erch

tutto nella

sar il ser o di tutti. Il Figlio dell uomo infatti non

enuto er essere ser ito, ma er ser ire e dare la ro ria ita in

Fra oi er non

cos; ma chi uol essere grande tra oi si far

ostro ser itore, e chi uol essere il rimo tra oi

uanti

Voi sa ete che coloro che sono ritenuti ca i delle nazioni le dominano, e i loro grandi esercitano su di esse il otere.

essuno

buono, se non io solo. (

erit

i dico: Chi non accoglie il regno di io come un bambino, non entrer in esso. (

Lasciate che i bambini engano a me e non glielo im edite, erch a chi

Abbiate sale in oi stessi e siate in ace gli uni con gli altri. ( ,

Chi non

contro di noi

) ) come loro a artiene ilregno di io. In

Il Figlio dell uomo sta er esser consegnato nelle mani degli uomini e lo uccideranno; ma una olta ucciso, do o tre

utto

ossibile er chi crede. ( ,

semi che sono sulla terra; ma a

ena seminato cresce e di iene i grande di tutti gli ortaggi e fa rami tanto grandi )

Esso [il regno di Dio]

come un granellino di sena a che, uando iene seminato er terra,

chicco ieno nella s iga.

uando il frutto

ronto, subito si mette mano alla falce, erch

enuta la mietitura. ( ,

il i iccolo di tutti

come un uomo che getta il seme nella terra; dorma o egli, di notte o di giorno, il seme germoglia e

Andate dun ue e ammaestrate tutte le nazioni, battezzandole nel nome del Padre e del Figlio e dello S irito santo,

che i maltrattano. A chi ti ercuote sulla guancia, orgi anche l altra; a chi ti le a il mantello, non rifiutare la tunica. a chiun ue ti chiede; e a chi rende del tuo, non richiederlo. Ci che olete gli uomini facciano a oi, anche oi

fatelo a loro. Se amate uelli che i amano, che merito ne a rete? ( ,

) erdonato. ( ,

) da i del maestro; ma ognuno ben re arato sar come il suo maestro. ( , nell occhio del tuo fratello e non ti accorgi della tra e che

dire al tuo fratello: Permetti che tolga la agliuzza che

nel tuo occhio, mentre tu non edi la tra e che

nel tuo?

I ocrita, togli rima la tra e dal tuo occhio e allora otrai ederci bene nel togliere la agliuzza dall occhio del tuo fratello. ( , )[
]

Figlio dell uomo che mangia e be e e oi dite: Ecco un mangione e un beone, amico dei ubblicani e dei eccatori. ( , )

iedi con le lacrime e li ha asciugati con i suoi ca elli. u non mi hai dato un bacio, lei in ece da uando sono

entrato non ha cessato di baciarmi i iedi. u non mi hai cos arso il ca o di olio rofumato, ma lei mi ha cos arso di rofumo i iedi. Per uesto ti dico: le sono erdonati i suoi molti eccati, oich ha molto amato. In ece uello a cui )

si erdona oco, ama oco. ( ,

nelle tenebre, sar udito in iena luce; e ci che a rete detto all orecchio nelle stanze i interne, sar annunziato sui tetti. ( , ) ure io i dico che neanche Salomone, con tutta la sua

gloria esti a come uno di loro. Se dun ue io este cos l erba del cam o, che oggi c

lascerebbe scassinare la casa. Anche oi tenete i ronti, oich il Figlio dell uomo err nell ora che non ensate.

finch non la ritro a? Ritro atola, se la mette in s alla tutto contento, a a casa, chiama gli amici e i icini dicendo:

"Rallegrate i con me erch ho tro ato la mia ecora che era erduta". Cos i dico, ci sar

i gioia in cielo er

Chi di oi se ha cento ecore e ne erde una, non lascia le no antano e nel deserto e a dietro a uella erduta,

ercosse; uello in ece che, non conoscendola, a r fatto cose merite oli di ercosse, ne rice er

oche. (

Il ser o che, conoscendo la olont del adrone, non a r dis osto o agito secondo la sua olont , rice er molte

; anche in

atteo

Sa

iate bene uesto: se il adrone di casa sa esse in uale ora della notte iene il ladro, eglierebbe e non si

on temere, iccolo gregge, erch al Padre ostro

iaciuto di dar i il suo regno. (

uanto i oi, gente di oca fede? (

; anche in

atteo ,

) , )

Guardate i gigli come crescono: non filano non tessono, e

e domani si gettanel forno,

on c

nulla di nascosto che non sar s elato, n di segreto che non sar conosciuto. Pertanto ci che a rete detto

Chi non

con me,

contro di me; e chi non raccoglie con me, dis erde. (

; anche in

atteo

Vedi uesta donna? Sono entrato nella tua casa e tu non m hai dato l ac ua er i iedi; lei in ece mi ha bagnato i

enuto infatti Gio anni il Battista che non mangia ane e non be e ino, e oi dite: Ha un demonio. enuto il

Perch guardi la agliuzza che

Il disce olo non

nel tuo? Come uoi

on giudicate e non sarete giudicati; non condannate e non sarete condannati; erdonate e i sar

Amate i ostri nemici, fate del bene a coloro che i odiano, benedite coloro che i maledicono, regate er coloro

ora iangete, erch riderete. ( ,

Beati oi o eri, erch

ostro

il regno di io. Beati oi che ora a ete fame, erch sarete saziati. Beati oi che

essun rofeta

ben accetto in atria.

[ ]


( ,

un eccatore con ertito, che er no antano e giusti che non hanno bisogno di con ersione. ( atteo , ) anche nel molto e chi disonesto nel oco lo anche nel molto. (

io

in mezzo a oi! (

ma nel giorno in cui Lot usc da Sodoma io e fuoco e zolfo dal cielo e li fece erire tutti. Cos sar nel giorno in cui il Figlio dell uomo si ri eler . ( , ) ure si affezioner ad uno e dis rezzer )

Vi dico: A chiun ue ha sar dato; ma a chi non ha sar tolto anche uello che ha. E uei miei nemici che non

meno la tua fede; e tu, una olta ra eduto, conferma i tuoi fratelli. E Pietro gli disse: Signore, con te sono ronto ad andare in rigione e alla morte. Gli ris ose: Pietro, io ti dico: non canter oggi il gallo, rima che tu er tre olte

a rai negato di conoscermi. (

)[

 [Sulla croce] Padre, erdonali, erch non sanno uello che fanno. ( Vangelo secondo Giovanni [modifica]
In erit , in erit ti dico, se uno non rinasce dall alto, non u
     

di lui. ( ,
 

)
#$ #  

   

Il Padre mio o era sem re e anch io o ero. ( ,

In erit , in erit


i dico: chi crede ha la ita eterna. ( ,




discende dal cielo, erch chi ne mangia non muoia. Io sono il ane i o, disceso dal cielo. Se uno mangia di
 

uesto ane i r in eterno e il ane che io dar


    " 

la mia carne er la ita del mondo. ( ,

)
( '

Io sono la luce del mondo; chi segue me, non camminer nelle tenebre, ma a r la luce della ita. ( ,
0

2 3 1

) 0

Chi di oi

senza eccato, scagli er rimo la ietra contro di lei [l'adultera che avrebbe dovuto essere lapidata] . ( , ) )

Io sono il ane della ita. I ostri adri hanno mangiato la manna nel deserto e sono morti; uesto
   

"

&# 

!# 

"

 ! %

io

s irito, e uelli che lo adorano de ono adorarlo in s irito e erit . ( , ) )




il ane che

 !

la ita eterna.
  

io non ha mandato il Figlio nel mondo er giudicare il mondo, ma erch il mondo si sal i er mezzo

io infatti ha tanto amato il mondo da dare il suo Figlio unigenito, erch chiun ue crede in lui non muoia, ma abbia


edere il regno di io. ( , )




 

Pregate, er non entrare in tentazione. (

) , )

Simone, Simone, ecco satana i ha cercato er agliar i come il grano; ma io ho regato er te, che non enga

Con la ostra erse eranza sal erete le ostre anime. (

ole ano che di entassi loro re, conduceteli ui e uccideteli da anti a me (il adrone: dalla parabola dei talenti .

Ci che

im ossibile agli uomini,

ossibile a io. (

l altro.

on otete ser ire a io ed a mammona. (

; anche in

atteo ,

"

essun ser o u ser ire a due adroni: od odier l uno ed amer l altro o

[ ]

Come a enne anche al tem o di Lot: mangia ano, be e ano, com ra ano, ende ano, ianta ano, costrui ano;

Il regno di io non iene in modo da attirare l attenzione, e nessuno dir : Eccolo ui, o: eccolo l . Perch il regno di

sette olte ti dice:

i ento, tu gli erdonerai. (

Se un tuo fratello ecca, rim ro eralo; ma se si ente, erdonagli. E se ecca sette olte al giorno contro di te e

Chi

fedele nel oco lo


, , )

; anche in

)
4 5

abbondanza. (

)
99 9 I

Io sono la risurrezione e la ita; chi crede in me, anche se muore, i r ; chiun ue i e e crede in me, non morr in
@ 99

eterno. (

)
4 5

In erit , in erit molto frutto. (


5 5

i dico: se il chicco di grano caduto in terra non muore, rimane solo; se in ece muore, roduce )
9 A8 A R

  

Io, uando sar ele ato da terra, attirer tutti a me. (


5 4 5 5 B S

)
9 Q8 A

entre a ete la luce credete nella luce, er di entare figli della luce. (

)
5

Chi crede in me, non crede in me, ma in colui che mi ha mandato; chi ede me, ede colui che mi ha mandato. Io come luce sono enuto nel mondo, erch chiun ue crede in me non rimanga nelle tenebre. (
4 4 S

infatti l esem io, erch come ho fatto io, facciate anche oi. (

)
5 5

Vi do un comandamento nuo o: che i amiate gli uni gli altri; come io i ho amato, cos amate i anche oi gli uni gli
@ 4 5 4 4 B T

altri.
E

a uesto tutti sa ranno che siete miei disce oli, se a rete amore gli uni er gli altri. (
9 9 D

ado al Padre. (
R 4

)
6 5 4 4 4 5 G 4 6 5

Io regher il Padre ed egli i dar un altro Consolatore erch rimanga con oi er sem re, lo S irito di erit che il mondo non u rice ere, erch non lo ede e non lo conosce. Voi lo conoscete, erch egli dimora resso di oi e sar in oi. ( , )
H 6 B 5 5 4 4 5 4 9 @ 9 9 U Q D 5 4 5 6 G G R

Chi accoglie i miei comandamenti e li osser a, uesti mi ama. Chi mi ama sar amato dal Padre mio e anch io lo
9

amer e mi manifester a lui. (


4 S

)
6 5 6 H5 6

a il Consolatore, lo S irito Santo che il Padre mander nel mio nome, egli insegner ogni cosa e i ricorder tutto
9 QA D

ci che io i ho detto. (
4

) on come la d il mondo, io la do a oi. (


G 5 4 9 UA D 6

non rimane in me iene gettato ia come il tralcio e si secca, e oi lo raccolgono e lo gettano nel fuoco e lo bruciano.
@

Se rimanete in me e le mie arole rimangono in oi, chiedete uel che olete e i sar dato. (
4 4 4 4 E

 

essuno ha un amore i grande di uesto: dare la ita er i ro ri amici. (


4 5 E 5 5 B R

)
B 5 G

suo adrone; ma i ho chiamati amici, erch tutto ci che ho udito dal Padre l ho fatto conoscere a oi. ( )
5 4 5 4 9 P

9 @ 9 D P

Voi siete miei amici, se farete ci che io i comando.


G

on i chiamo i ser i, erch il ser o non sa uello che fa il ,

9 P P

Io sono la ite, oi i tralci. Chi rimane in me e io in lui, fa molto frutto, erch senza di me non otete far nulla. Chi
4 5 5 5 5

9 9 8 P

Vi lascio la ace, i do la mia ace.


5

In erit , in erit
5 5 5

i dico: anche chi crede in me, com ir le o ere che io com io e ne far di i grandi, erch io

9 A D

Io sono la ia, la erit e la ita. essuno iene al Padre se non er mezzo di me. (
5 5 56 5 5 6

9 Q D

on sia turbato il ostro cuore. Abbiate fede in io e abbiate fede anche in me. (
6 5

, ) , )

P8

9 D8 8

9 @ 9 9 P D 8

Se dun ue io, il Signore e il


G 4 4 B H

aestro, ho la ato i ostri iedi, anche oi do ete la ar i i iedi gli uni gli altri. Vi ho dato

QD

9 @ DD A

55

6 55

9 9 A D

QA

9 DA A

56

Io sono il buon astore. Il buon astore offre la ita er le ecore. (


5

Il ladro non iene se non er rubare, uccidere e distruggere; io sono enuto erch abbiano la ita e l abbiano in
5 5 9 9 I I 5

Se foste ciechi, non a reste alcun eccato; ma siccome dite:


5

oi ediamo, il ostro eccato rimane. ( ,

D F

In erit , in erit
5 5

i dico: chiun ue commette il eccato

schia o del eccato. ( ,

) )

D8 7

Se rimanete fedeli alla mia arola, sarete da ero miei disce oli; conoscerete la erit e la erit
5 5 55 A8 R @

i far liberi. ( ,

8 7

56

56

PA

6 6

)
p

into il mondo! (
V

)
X g t s V e

 

uesta

la ita eterna: che conoscano te, l unico ero io, e colui che hai mandato, Ges Cristo. (
u

mi ercuoti? (

Il mio regno non


di uesto mondo; se il mio regno fosse di uesto mondo, i miei ser itori a rebbero combattuto di uaggi. (

erch non fossi consegnato ai Giudei; ma il mio regno non


Per uesto io sono nato e er uesto sono enuto nel mondo: er rendere testimonianza alla erit . Chiun ue dalla erit , ascolta la mia oce. (

[A Maria di Magdala]

on mi trattenere [Noli me tangere] , erch non sono ancora salito al Padre, ma a dai miei fratelli
g h fe

e d loro: io salgo al Padre mio e Padre ostro, io mio e io ostro. (

)
m k lk

 

[Ai discepoli] [A Tommaso]

Pace a oi! Come il Padre ha mandato me, anch io mando oi. (


o i q p o i n

)
tr sr

Perch mi hai eduto, hai creduto: beati uelli che ur non a endo isto crederanno! (
o

Citazioni su Ges [modifica]


Testi sacri [modifica]
Antico Testamento [modifica]

Citazioni considerate, nella tradizione cristiana, come ertinenti alla ersona di Ges.
u u

antera si sdraier accanto al ca retto; il itello e il leoncello ascoleranno insieme e un fanciullo li guider . (saia, I

fronte ai suoi tosatori, e non a r la sua bocca. (Isaia,

, ) er mezzo suo la olont


uando offrir se stesso in es iazione, edr una discendenza, i r a lungo, si com ir , )


del Signore. (Isaia,

Nuovo Testamento [modifica]

altrattato, si lasci umiliare e non a r la sua bocca; era come agnello condotto al macello, come ecora muta di

siamo stati guariti. (Isaia,

delitti, schiacciato er le nostre ini uit . Il castigo che ci d sal ezza si


abbattuto su di lui; er le sue iaghe noi

addossato i nostri dolori e noi lo giudica amo castigato, ercosso da io e umiliato. Egli

la faccia, era dis rezzato e non ne a e amo alcuna stima. E


ure egli si

caricato delle nostre sofferenze, si

stato trafitto er i nostri

is rezzato e reietto dagli uomini, uomo dei dolori che ben conosce il atire, come uno da anti al uale ci si co re

Fascia dei suoi lombi sar la giustizia, cintura dei suoi fianchi la fedelt . Il lu o dimorer insieme con l agnello, la
{ } { z {

y yy

Un germoglio s unter dal tronco di Iesse, un irgulto germoglier dalle sue radici. (Isaia,
x

, )

[A una guardia che gli ha dato uno schiaffo]


u

Se ho arlato male, dimostrami do

il male; ma se ho arlato bene, erch

x wv

Vi ho detto ueste cose erch abbiate ace in me. Voi a rete tribolazione nel mondo, ma abbiate fiducia; io ho
V X gg f p V

ricorda i dell afflizione er la gioia che


d W W

enuto al mondo un uomo. (

X r f

Vq

La donna, uando artorisce,


e p

afflitta, erch

giunta la sua ora; ma uando ha dato alla luce il bambino, non si , )

ci che a r udito e i annunzier le cose future. Egli mi glorificher , erch


W V X h X i g

render del mio e e l annunzier . (

, )

X f

qd

c V

uando er

err lo S irito di erit , egli i guider alla erit tutta intera, erch non arler da s , ma dir tutto ,

WW

Se il mondo i odia, sa
c Vb V a a

iate che rima di oi ha odiato me. (

X X ` Y

~~

l'

Pil t :

Gv, 19, 5; i

t t

ti

l i

viv ? N

q i, i

it t

lt Ecce H

li:

Lc, 24, 5 6; i

ll Resurrezione i B tti

l p

l i

i, i

ip

li

iit

ti

ti

t ip

i i

ti

il

tt i

iti.

lli)

f tt

i )

lt

p ti

ti p

Di

l il

l i

l p t

li

li. A

.E

lli

l t fi

t tt l

ll t

tt

7)

i t i v i li t

ti

ti

i t

, il q

li

Di ;

i il

li

i i; pp

i f

ili

li

l ,p

l i il p tt .

, vi

t fi

,i v l

. P

l :

Fil, 2, 5 8) i ll i v t i i ll i ivi i p t i , v t l : ll l v iv t i Ap, 1, 5 ; il

i, p

ppi t

t v i l i

lp . Pil t :

Gv, 19, 4)

o era sua credete in io, che l ha risuscitato dai morti e gli ha dato gloria e cos la ostra fede e la ostra s eranza

sono fisse in io. (Pietro: da 1 Pt, ,

) arendo loro er uaranta giorni e


arlando del regno di io. (Luca: da At, , )


  

Vangeli apocrifi [modifica]


E il Re della gloria entr , in figura di uomo, e tutte le tenebre dell inferno furono illuminate. (Vangelo di Nicodemo)
` b a ` a ` Y Y X W V

 

Ed egli

ro rio colui che do r giudicare il mondo secondo la olont dell immortale e in isibile Padre suo, come il
X c Y b Y Y

dichiarano la Sacra scrittura e i rofeti che hanno testimoniato le sue o ere fra tutte le genti d Israele, oich egli figlio di io, nell intero globo terrestre. (Vangelo dello Pseudo-Tommaso)
g g g g b d

cerca ano, sostegno er uelli che acilla ano, urezza er uelli che erano contaminati. (Vangelo della Verit)

incorruttibilit , che nessuno ha la ossibilit di le argli. Penetrato nei luoghi uoti a causa del terrore e assato
v t t s i

attra erso uelli s ogli a causa dell oblio,


p s t t t r s

di enuto conoscenza e erfezione, roclamando ci che era nel cuore

del Padre, er istruire chi era ri o di insegnamento. (Vangelo della Verit)


x

Gloria a te, o Signore, tesoro di giustizia. (Vangelo di Bartolomeo)

nostre madri; Colui che ha assunto er noi un cor o umano e ci ha redenti, abbracciandoci con eterna misericordia

uesti

Colui che noi su

lici adoriamo: Colui che ci ha dato l esistenza e la ita e ci ha tratti fuori da entre delle l

Gloria a te, o Signore Ges Cristo [...]. Alleluia! Gloria a te, o Signore, da cui la morte

stata osta in ergogna.

abbassato fino alla morte, sebbene ri estito di ita immortale. S ogliatosi di uesti cenci corruttibili, si
r s t s s u s t u

ri estito di

Egli

stato inchiodato ad un legno, ha affisso alla croce l editto del Padre.

h, uale grande insegnamento! Egli si

Egli

di entato la ia er uelli che erra ano, conoscenza er uelli che ignora ano, sco erta er uelli che

US

non basterebbe a contenere i libri che si do rebbero scri ere. (Gio anni a ostolo: da Gv,
Q R R R

Vi sono ancora molte altre cose com iute da Ges, che, se fossero scritte una er una, enso che il mondo stesso , )

PI

Veramente uest uomo era Figlio di io! (il centurione: da Mc,


E D

CC

andare in cielo. (due angeli: da At, ,


C

) , )

uesto Ges, che

77

stato di tra oi assunto fino al cielo, torner un giorno allo stesso modo in cui l a ete isto

sanna al figlio di a ide! Benedetto colui che iene nel nome del Signore! (la folla di Gerusalemme: da Mt,
3 3

(0

)(

(i disce oli di Emmaus: da Lc,


& 1

) ,

&

&

on ci arde a forse il cuore nel etto mentre con ersa a con noi lungo il cammino, uando ci s iega a le Scritture?
% ' % % %

Cor,

"

a se Cristo non

risuscitato, allora

Ges Cristo

lo stesso ieri, oggi e sem re! (Paolo, da Eb,

ana la nostra redicazione ed

Egli si mostr ad essi [gli apostoli] i o, do o la sua assione, con molte ro e, a




, ) ana anche la ostra fede. (Paolo: da 1

Egli fu redestinato gi

rima della fondazione del mondo, ma si

esiste. (Gio anni a ostolo: da Gv, ,


) manifestato negli ultimi tem i er oi. E oi er

Egli era in rinci io resso io: tutto

stato fatto er mezzo di lui, e senza di lui niente

stato fatto di tutto ci che

ac ua erch egli fosse fatto conoscere a Israele. (Gio anni Battista: da Gv, ,

uomo che mi

assato a anti, erch era rima di me. Io non lo conosce o, ma sono enuto a battezzare con )

Ecco l agnello di io, ecco colui che toglie il eccato del mondo! Ecco colui del uale io dissi:

o o di me iene un

e mostrandoci la sua clemenza con liberalit , beneficenza, generosit e bene olenza. ( Vangelo dell'infanzia arabo siriaco)

Corano [modifica]

Citazioni varie [modifica]



A chi lavori e speri Ges congede tutte le delizie! (Guido Gozzano)
g g

A differenza di Socrate, Ges ha aura, non degli uomini che lo uccideranno, n dei dolori che recederanno la morte, Ges ha aura della morte in s , e erci trema da ero dinanzi alla "grande nemica di io" e non ha nulla della serenit di Socrate che con calma a incontro alla "grande amica". (Umberto Galimberti)
g g gg g k jj i g j h g l h

Sheen)
g g g g g

A ro osito di Cristo in croce: e se egli, anzich i eccati dell uomo, a esse es iato uelli di suo adre? Creare un mondo come uesto, comun ue lo si consideri, non sembra da ero un atto di bont . (Anacleto Verrecchia)
g g n l j jj m h n n

A e ano sentito Ges arlare della sua morte imminente con manifesta tristezza. E ciascuno a e a aura di ronunziare la domanda che urge a alle labbra di tutti: on uoi chiamare gli angeli del Padre tuo e distruggere la
g o g o j n l j j j j g

citt e il mondo e uindi farci sedere oggi accanto a te a giudicare le anime degli uomini? essuno a r bocca. (Jim Bisho )
g g

 

A rei oluto com orre una canzone su Ges, ma non ci sono riuscito. (Francesco Guccini)
l j g g n j p

Camus dice a che Cristo


h j g

enuto a uesto mondo er affrontare due roblemi che la filosofia non risol er mai. eso al collo il cartello "condannato a morte"?... Ges li ha
gg h g

Primo: erch soffro? E secondo: erch nasco con a


j n h g

resi su di s , uindi li ha sacralizzati. (Gio anni Reale)


g j k

Che tu creda o no che Ges era io, de i ammettere che era un eccellente economista olitico. (George Bernard Shaw)
o g

a sentire. (Pino Puglisi)


g g g g g

Cristo, come lie ito di ino, enetra sem re i rofondamente nel resente della ita dell umanit diffondendo
j jj n g q

l o era della sal ezza di Lui com iuta nel


g j g m

istero as uale. Egli a olge inoltre nel suo dominio sal ifico anchetutto
s r r

il passatodel genere umano, cominciando dal rimo Adamo. (Pa a Gio anni Paolo II)
w t

i Cristo l umanit ha estremo bisogno, erch Lui


x v u

la nostra misura. (Gio anni Leonardi)

Come arlare di Cristo? obbiamo cercare di resentare da innamorati la figura di Cristo, er s erare che ci stiano

hanno detto di nuo o o concreto o anche solo di utile, do o di lui,


g j

stato detto in contrasto con lui. (Elio Vittorini)

Come cultura, Ges Cristo

non meno im ortante di ci che

come fede o ita dei fedeli.

ulla di uanto gli uomini

Ai iedi del Cristo si a

rende ci che Platone non ot insegnare e ci che Socrate non im ar mai. (Fulton J.

Ecco Ges figlio di

aria: arola di erit di cui essi dubitano. (

cos ar e loro. (

Sura,

)
a

"Abbiamo ucciso Ges il

essia, figlio di

aria, il messaggero di io." Essi non lo uccisero, non lo crocifissero, ma

Sura,

In erit , er

io Ges

simile ad Adamo. Egli lo cre dalla ol ere, oi disse: "Sii!" ed egli fu. (

eminente in uesto mondo e nell Altro, uno dei i icini a io. (


Sura,

)
a

Sura,

aria,

io ti annuncia la lieta no ella di una Parola da ro eniente da Lui: il suo nome sar Ges figlio di

aria,

non sono la storia di Ges ma la riflessione teologica in forme narrati e o rituali delle comunit cristiane del rimo

secolo in ambiente agano. (Enzo

azzi)
|

   

Cristo, con le beatitudini, turba la nostra tran uillit . (Claudio Gentili)


 | ~

Cristo

sem re i grande del eso sotto il uale si iega. (Xa ier illiette)
 

Cristo era egetariano e tutti i fedeli do rebbero imitarlo. ( ario Canciani) Cristo inchiodato alla croce do rebbe essere ualche cosa di i che non il simbolo del dolore uni ersale. Potrebbe tenere tutto il dolore. E un uomo che stesse in cima a una collina con le braccia tese, simbolo del simbolo, do rebbe ur contenere tutto il dolore di tutti i tem i. (John Steinbeck)
  | 

iene com letamente rifiutato, ma collocato in un limbo culturale, una figura alla uale associamo amore,
|

consolazione e misericordia, ma nulla di concreto che ha a che fare con il resente. (John Waters)

Cristo nel bre e tem o che fu sui chiodi sofferse nel suo cor o il dolore di tutti, e in lui non ass nulla di deforme. (John Steinbeck)


ottenere il credito dei filosofi. (Percy Bysshe Shelley)


{

alla moltitudine dei sui uditori Ges ne scelse dodici, ai uali fece l onore di un insegnamento articolare, er
 |

renderli atti a sostenerli nella diffusione della sua dottrina e er a ere alcuni a cui otere is irare uro il suo s irito,


oich si rende a conto tro




o bene che la ita e la forza di un uomo non erano sufficienti er istruire alla moralit

un intera nazione. (Georg Wilhelm Friedrich Hegel)


{ {

Giuntella)
{

 

io ha toccato il mondo solo in Cristo. (Karl Barth)


}

isim aro le lingue er dimenticare le mie rime illusioni.




mio Ges, lessi er rimo libro in inglese e tedesco il

tuo santo angelo. Come era il mio amore? (Ambrogio Bazzero)

Egli il Giusto, che i vili han trafitto, | Ma tacente, ma senza tenzone; | Egli il Giusto; e di tutti il delitto | Il Sig nor sul

suo capo vers. (Alessandro

anzoni) anit? (Roberto Benigni)


  

E se uando muoio, in ece di Ges, incontro


un abisso ieno di luce. Bisogna chiudere gli occhi er non reci itar i. ( Franz Kafka) Egli, Ges, si ri olge a noi, si fa incontro er noi, chiedendoci una cosa sola: non che cosa hai fatto?, ma mi ami?. (Luigi Giussani)

Ges a e a dodici anni uando confuse i dottori nel em io.


oi tutti, a dodici anni, abbiamo confuso i nostri

H insegnanti e dottori; era amo i saggi di loro, i geniali di loro, i coraggiosi di loro. ( ermann Hesse)

 

Andr )

Ges di azareth [...] secondo me

stato ed

rimasto il i grande ri oluzionario di tutti i tem i. (Fabrizio e

a rebbe data con ertendo tutto il mondo o erando le i grandi mera iglie. (Louis

arie Grignion de

Ges Cristo ha dato i gloria a io Padre con la sottomissione a sua


adre er trent anni di uanta non gliene ontfort)

Ges ci conduce all incontro di un io che

la chia e di un mondo che non

ancora. ( aurice Zundel)

are una casacca a io, infilare a Ges il Cristo la maglia della azionale occidentale,

blasfemia. (Paolo

Cristo non

mai esistito... la caduta dell uomo, l intera struttura della su erstizione che essa sostiene non u

Cristo, dun ue, iene reso eriferico sia nel linguaggio sia nella realt , anzi forse so rattutto nel linguaggio.
 | 

{ {

i fatto del Ges storico non si sa uasi nulla.


|

rmai

un dato ac uisito nella teologia biblica non ser ile. I Vangeli

on

e d amore. (Alain Elkann)

 

Ges era ieno d amore er le anime ferite dalle umane assioni e si com iace a di lenire le iaghe estraendo dalle

stesse il balsamo che do e a guarirle. ice a, uindi, alla


addalena: i sar molto erdonato erch hai molto

amato! Sublime erdono che do e a eccitare una fede sublime. (Alexandre umas figlio)

Ges era rofondamente con into che gli uomini fossero tutti figli di uno stesso adre celeste: io; e io egli lo

conce i a come un essere infinitamente giusto e buono.


ra, come mai

egli si domanda a come mai esistono


nel mondo tante ingiustizie? Come mai gli uomini sono di isi in ricchi e o eri, in adroni e schia i? Come mai i sono gli E uloni i enti nel lusso e i Lazzari tormentati dalla i crudele miseria? ossibile che io il adre

infinitamente giusto e buono

oglia ueste ini ue disuguaglianze tra i figli suoi? (Camillo Pram olini)

Cam ana)

 

Ges mio, ogni goccia d ac ua che orto ada a ro di un anima. (Santina Cam ana) Ges non ha mai detto di oler fondare una religione, una Chiesa, che ortassero il suo nome; mai ha detto di do er morire er sanare con il suo sangue il eccato di Adamo ed E a, er ristabilire cio l alleanza fra io e gli uomini; non ha mai detto di essere nato da una ergine che lo a e a conce ito er inter ento di un dio; mai ha detto di

essere unica e indistinta sostanza con suo adre,


io in ersona, e con una aga entit immateriale denominata

S irito. Ges non ha mai dato al battesimo un articolare alore; non ha istituito alcuna gerarchia ecclesiastica finch fu in ita; mai ha arlato di recetti, norme, cariche, estimenti, ordini di successione, liturgie, formule; mai ha

ensato di creare una sterminata falange di santi.


on

stato lui a chiedere che alcuni testi, i angeli, riferissero i


suoi discorsi e le sue azioni, n ha mai scritto ersonalmente alcunch , sal o oche arole ergate col dito nella

ol ere. Ges era un ebreo, e lo


rimasto sem re [...]. a anti a ueste incontestabili erit sorge con forza la nato il cristianesimo? (Inchiesta sul cristianesimo)

domanda, la curiosit di sa ere: ma allora com

Ges non a e a ancora com iuto alcun miracolo, n diffuso alcuna dottrina. utto uello che resent della sua grandezza lo conobbe er fede. ( aurice Zundel)

 

Ges non u stare in un luogo senza ris lendere. (Charles de Foucauld) Godete, preti, poi che 'l vostro Cristo | v'ama cotanto, ch'ei, se pi s'offende, | pi da turchi e concilii vi difende | e p i felice fa quel ch' pi tristo. (Francesco Berni)

redica a un regno d amore. In Palestina c erano tre milioni di ebrei. La maggior arte di essi non lo idero mai. (Jim

Bisho )

che "l uomo che si ele a dal finito all infinito". (Roger Garaudy)

Hegel considera Ges i come l uomo di enuto dio che come il dio di enuto uomo. Per lui la religione non

Grande era la notoriet di Ges.


olti dice ano che guari a i malati, ridesta a i morti, rida a la ista ai ciechi e

Ges ha sofferto di i nel edere che il suo sangue sarebbe s arso inutilmente er molte anime. (Santina

Ges era, secondo me, un artista su remo, erch

Ges fu il rimo socialista, il rimo che cerc di ottenere migliori condizioni di ita er l umanit . ( ikhail Gorba ) ide ed es resse la Verit [...]. ( ahatma Gandhi)

Ges

ittima e sacerdote. (Adolfo L Arco)

altro

sua Chiesa ha dimostrato e dimostra di sa er essere ancora di i una formidabile organizzazione di ace, di carit

Ges

un grande messaggio di s eranza e di solidariet

er il mondo, che oggi ne ha molto bisogno, e la

religioso. (Ernest Renan)


Il credente che fre uenta una Chiesa ( rotestante, ortodossa, cattolica oco im orta) non ha come interesse

rimario conoscere storicamente Ges. Il suo rinci ale bisogno, il suo desiderio

ersona che cambia l esistenza di chi crede in lui, una ersona che si rega, con cui comunica in modo

sacramentale. ( auro Pesce, Inchiesta su Ges)


ita. (Franois aillandier)


Il Ges che la fede, cio la tradizione della Chiesa, ci ha trasmesso, non


un ersonaggio in entato, il frutto di un

sentimento irrazionale che non sa ri olgersi ai fatti. ( assimo Camisasca)

  

Il Signore non ole a morire sulla croce, ma lo ha fatto. Le cose difficili sono sem re le i degne. (Andrew Greeley)

Il osto di Cristo

eramente tra i oeti. La sua intera concezione dell umanit scaturisce nettamente uanto io era er il antei ta, l uomo era er lui. s

dall immaginazione e solo dall immaginazione u essere ca ita.


Fu il rimo a conce ire le razze di ise come un unico insieme. ( scar Wilde)

Io, nel vedere quest'uomo che muore, | madre, io provo dolore. | Nella piet che non cede al rancore, | madre, ho imparato l'amore. (Fabrizio e Andr )

di enteranno suoi. (Pa a Benedetto XVI)

Io rinnego il battesimo e la messa. on esiste atto umano


che, a un li ello erotico interiore, sia i noci o della discesa sugli altari del sedicente Ges Cristo. (Antonin Artaud)

L Agnello c insegna la fortezza: l Umiliato ci d lezioni di dignit : il Condannato esalta la giustizia: il

conferma la ita: il Crocifisso re ara la gloria. (Primo


azzolari)

L idea che la ersona e la resenza di Cristo incarnano ualcosa di itale, ualcosa di indis ensabile alla natura

umana, ualcosa di non negoziabile all interno della condizione umana,


una bambola. ( aria

ontessori)

orente

talmente strana nelle nostre culture

Io ricordo una bambina di due anni, che, messa da anti ad una statuina del Bambino Ges, disse: uesta non

Io non osso a ere Cristo solo er me; osso a


erit . (Fdor

ostoe skij)

artenergli soltanto in unione con tutti uelli che sono di entati o

fosse effettivamente ero che la erit non


in Cristo, ebbene io referirei restare con Cristo iuttosto che con la

essere.

on solo, ma arri o a dire che se ualcuno mi dimostrasse che Cristo

fuori dalla erit e se

irile e i erfetto di Cristo; anzi non soltanto non c , ma addirittura, con geloso amore, mi dico che non ci u

sem lice, e suona cos: credete che non c


nulla di i bello, di i rofondo, i sim atico, i ragione ole, i

[...] io ho conce ito un simbolo della fede, un Credo, in cui tutto er me

chiaro e santo.

Il metro con cui iene alutata tutta l atti it umana


uno solo: uello che Ges ri ela. (Giorgio La Pira)

uesto Credo

molto

Il Cristo

una resenza.

on

un cor us filosofico:

ualcuno che

ui, che ci arla, che si tiene molto icino alla

asseggera. anto ci

ero che l esorcista e il taumaturgo sono caduti; ma i r eternamente il riformatore

la fede in Cristo, considerato una

I miracoli er Ges furono una iolenza che gli fece il suo secolo, una concessione stra

atagli da una necessit

cristiane che molte ersone che non hanno difficolt a dirsi cristiane, in uesti altri termini rimarrebbero scioccate da ueste im licazioni. (John Waters)

L insegnamento di Cristo si ri olge articolarmente ai col e oli e ai deboli; (ohim ! tutti gli uomini a all una o all altra di ueste due classi!); la sua religione chiama s ecialmente i tribolati: ecco erch (So hie-Jeanne Sojmolo Swjetschin)

artengono uni ersale.


si ronuncia chiaramente sul matrimonio, e ieta il di orzio. (Ernest Renan)

L unico figlio che ha mai detto la erit riguardo suo adre fu Ges Cristo; ora esistono dubbi su di lui. (Alan Bennett)

La crocifissione di Ges in se stessa non ha nulla di escatologico.


oltissimi uomini sono stati crocifissi lungo il


corso della storia.

uello che im orta

il significato della sua morte. Un osser atore non i ede che un fatto ena robabile che Ges sia stato crocifisso come rofeta

insignificante o, a rigore, enoso. Per lo storico a

messianico, allo stesso modo di altri agitatori. Per il non credente, la crocefissione segna sem licemente la fine di

un idealista. I fatti nudi non sono niente, il loro ero essere


il loro significato.

a il significato

sem re l ogg etto

d una ri elazione e d una elezione, il che s iega esattamente che, se tutti s accordano sulla morte di Ges, esiste il

i assoluto dissenso sul suo significato che ne costituisce la realt


rofonda. (Andr

alet)

La mancanza di un libro dettato da Cristo d fatalmente il ia a molte inter retazioni che, ur muo endosi intorno alla storicit del Personaggio, hanno tutte la legittimit della ricerca. (Francesco Grisi)

  

La storia intera risulta essere incom rensibile senza Ges Cristo. (Ernest Renan)

Le as re di isioni che ancora sussistono tra chi ede Ges come uno "zelota" ri oluzionario o

contrastano con il "mainstream" del Ges redicatore e guaritore di un incombente "fine dei tem i", non mettono mai

in discussione, infatti, ci che

ac uisizione comune: Ges non si roclam mai Figlio di io nel senso della arizioni" er ro are la risurrezione

"Seconda Persona", non fond nessuna Chiesa [...], i racconti delle "a

"differiscono sotto ogni rofilo" e "sono im ossibili da conciliare" (Bart . Ehrman). (Paolo Flores d Arcais)

a fu recisamente uesto il caso di Ges di azareth: non ca i a n il greco n il romano, le due lingue su cui da

centinaia d anni ogni cultura degna di nota oggia a (e oggia!). Gli erano ignoti tanto mero e Platone uanto Fidia

ed Eratostene: ci che asserisce gente simile,


er me gi in artenza inaccettabile!

nde oter giudicare

ualcosa, erlomeno de o rima a erlo indagato! (Arno Schmidt) ell abbraccio di Cristo, nasce l uomo. (Bors Leondo i Pastern k) on cerchiamo di essere i erfetti di Ges, non cerchiamo di raticare le irt meglio di Lui, non crediamo di oter

fare una ualun ue cosa meglio di come Lui l ha fatta. ImitiamoLo, dun ue, in tutto, oich facendo in modo di erso da Lui faremo necessariamente meno bene. (Charles de Foucauld)

ita, n la nostra morte, n noi stessi. (Pascal) on si riuscir mai a credere e stimare fino a ual unto Ges si com iaccia di far la olont di coloro che com iono

la Sua. (Suor Elisabetta della rinit )

on conosciamo noi stessi se non er mezzo di Ges Cristo. All infuori di Lui non sa

iamo che cosa sia la nostra

osto, come un sem lice maestro di saggezza, e tutta la gamma delle osizioni intermedie che comun ue

La i alta coscienza di io che sia mai esistita in seno all umanit


stata uella di Ges. (Ernest Renan)

ure, sul ersante

L insegnamento di Ges non ha traccia di una morale a


licata, o di un diritto canonico ben definito. Una sola olta

Nonno, l'argento della tua canizie | rifulge nella luce dei sentieri | passi tra i fichi, i susini e i peri | con nelle mani un cesto di primizie: || Le piogge di Settembre gi propizie | gonfian sul ramo i fichi bianchi e neri, | susine claudie [12] ... | A chi lavori e speri | Ges concede tutte le delizie [...] Mi specchio ancora nello specchio rotto | rivedo i finti frutti d'alabastro ... | Ma tu sei morto e non c' pi Ges. (Guido Gozzano)

  

Oim ! che immago questa ? Ahi! che s'aggira : | Caliginoso intorno al sole ammanto, | La terra e l'aria orrore e morte spira. | Egli alto in Croce, | Ella [Maria] alla Croce accanto; | Traftti ambo, un da chiodi, una d'affanno; | Gronda il Figlio di sangue, Ella di pianto. (Alfonso Varano)

 

Poich sono ebreo, molta gente mi chiede erch la mia stir e uccise Ges Cristo. Cosa osso dire? Fu un incon eniente. Fu una di uelle situazioni che sfuggirono al controllo dell uomo. (Lenny Bruce)

Cristo soltanto er uesto mondo: noi saremmo i i miserabili degli uomini, come dice san Paolo. (Ersilio onini)

si fa er un ebreo crocifisso duemila anni fa, che dice a di essere il figlio di io. La ro a di una tale asserzione

manca. Sicuramente nei nostri tem i la religione cristiana

un antichit emergente da e oche remotissime e che si forme il frammento

i antico di uest eredit . (Friedrich ietzsche) uesto "grandioso messaggero" mor come a e a issuto, come a e a insegnato; non in " ualche modo" er

"sal are gli uomini", ma er mostrare come si de e i ere. La " ratica" uesto lasci agli uomini (Friedrich ietzsche) uanti cristi inchiodati a una sedia o a un letto la gente sca alca, er inchinarsi a un cristo di legno.

dimenticati, er ricordarne uno. Se mi facessero entrare in una chiesa, griderei: smettete di guardare uell altare uoto. Adorate i l un l altro. (Stefano Benni)

Se Ges fosse stato ucciso enti anni fa, i bambini delle scuole cattoliche orterebbero delle iccole sedie elettriche intorno al collo in ece delle croci. (Lenny Bruce)

Se i cristiani sono con inti che Ges sia il i santo, de ono credere che natura, indole, im ulsi siano in lui i i mal agi e che egli sia il i santo ro rio erch , solo lui, riesce a incerli. La crudezza di certe es ressioni di Ges

u essere un sintomo. Il rimo asso er incere uanto di terribile-temibile


resente in ognuno di noi

guardarlo in faccia. (Emanuele Se erino)


bisogno di una sua carezza. (Enzo Jannacci)

Se tutta la dottrina di Ges fosse stata la fede a una rossima fine del mondo, ora dormirebbe certamente nell oblio. (Ernest Renan)

Se il azareno tornasse ci renderebbe a sberle tutti uanti. Ce lo meritiamo, eccome, er a remmo cos tanto

creda a uell asserzione mentre er il resto si

cos rigorosi nell esaminare ogni retesa

uando, un mattino di domenica, sentiamo rimbombare le ecchie cam ane, ci chiediamo: ma


mai ossibile! ci

uanti sacrifici

cosa nella mia ita: se la ris osta Cristo, la domanda


Ratzinger ha detto: "La ris osta alla modernit

Cristo".

ra, io ho

anni e molto modestamente ho im arato una

sbagliata. ( aniele Luttazzi)

Po eri noi, se a essimo s eranza in Cristo, ma senza essere sicuri che


la Verit , se a essimo fede e s eranza in

Per ca ire chi

Cristo,

necessario fissare il nostro sguardo sui nostri fratelli innamorati di lui. ( reste Benzi)

gni essere umano al mondo

come Ges Cristo, e er uesto moti o sar crocefisso. (Sherwood Anderson)

dio che si ado eri Ges Cristo er fare soldi. (Luigi

aria Verz )

cuore, er ie che non hanno fine. (Karl Rahner)

Lennon)

che

di entato la fonte della nostra gioia, la sorgente della nostra ita eterna. (Gio anni Paolo II)

contenuto i o. (Pa el Aleksandro i Florenskij)

Vegnendo in terra a'lluminar le carte | ch'avevan molt'anni gi celato il vero | tolse [Ges Cristo] Giovanni da la rete et Piero, | et nel regno del ciel fece lor parte. (Francesco Petrarca, Canzoniere)

 Vittima del suo sacerdozio e sacerdote della sua ittima. (Paolino di ola) Hans Urs von Balthasar [modifica]   
Cristo non solo arla ed agisce dinanzi agli uomini, ma a con essi e li in ita ad andare con lui. a che cosa si riconosce che io odia il eccato? al fatto che Cristo ama i eccatori.

Cristo ha accordato alla sua arola credibilit ed efficacia maggiori che alle sue o ere (miracolose), ueste sono un o come un surrogato er sordi (G , ).

maturit .

Emilio Bossi [modifica] 


i Ges Cristo ersona reale, essere umano la storia non ci ha conser ato nessun documento, nessuna

ro a, nessuna dimostrazione.

Egli non ha scritto nulla.

inter olati e falsificati, come i rimi due, o, come gli altri due, arlarono di Cristo soltanto etimologicamente, er designare la su erstizione che dal suo rese il nome ed i seguaci della medesima; ed in ogni caso scrissero senza a erlo conosciuto e senza rendersi garanti della sua esistenza, molto tem o do o e in cenni fugge oli che, come dimostreremo, stanno a ro are iuttosto ch egli non mai esistito.

dice che la legge ed i rofeti han fatto il loro tem o!

Cristo. Secondo

atteo Ges dice che egli non

enuto er abolire la legge n i rofeti; in ece secondo Luca egli

69

a la rinci ale, la ca itale e la i irreduttibile delle contraddizioni

uella che riguarda la missione stessa di

55

A9

6 5

I soli autori rofani del suo tem o che fecero il suo nome Fla io Giuse

e, acito, S etonio e Plinio o furono

Cristo non di enta ecchio con i ecchi, ma accom agna la loro ecchiaia con la sua continua fanciullezza e

&

"

'

0 32 1 %

Verr il giorno in cui gli uomini non otranno ronunciare il nome di Ges senza iangere. ( Georges Bernanos)

&

Vero figlio di

aria, Ges

nato e cresciuto ad immagine e somiglianza di sua

adre. (Giorgio Gozzellino)

Un cuore che si ente di a er romesso a Ges non conosce la ortata dell amore. ( atale Ginelli)

Soltanto il Signore Ges Cristo

 

i astori ed i

agi. (Giacomo Alberione) l ideale di ciascun Uomo [

], modello, idea di ogni ersona con tutto il suo



Si molti licano stam e, discorsi, ro oste iniziati e, fatiche, s ese...

a Ges si tro a sem re come l hanno tro ato

Signore Ges, figlio del io i ente, ti lodiamo er l amore che ci hai ri elato con il tuo Sacro Cuore, trafitto er noi e

 

Siamo i o olari di Ges Cristo adesso.

on so chi arri er

rimo. Il Rock and Roll o il Cristianesimo. (John

 

Sei tu [Ges] l irraggiungibile lontananza a cui anno ellegrini tutti i tem i e tutte le generazioni e la nostalgia di ogni

  ' 5

6 5 4

& $

le sue gesta, o e si fossero realmente rodotti, nelle sue o ere numerose non ha un solo asso che faccia un allusione ualun ue sia al ca o della nuo a setta che ai suoi disce oli.

Raniero Cantalamessa [modifica] 


A ro osito di Ges, c

un salto da fare che non riguarda solo i non-credenti, ma anche i credenti. Per i non-

ersonaggio a Ges ersona. Per Ges ersonaggio io intendo un Ges che rimane sostanzialmente nel

a Giulio Cesare o a a oleone lo mandano naturalmente in manicomio, in ece Ges ersona

un Ges i o,

come il sole in ernale, che illumina ma non riscalda. Permettetemi, carissimi amici [...] di confidar i uello che ha

continuo, cos sem lice e familiare con Ges.

sta che in ita a e a ascoltato sem re le reghiere di Ges, abbia lasciato cadere nel uoto ro rio ue su rema reghiera, fatta con tanta determinazione?

 [...] io credo eramente di s erimentare che, con Ges, si i e sem re una nuo a gio inezza. Ermes Maria Ronchi [modifica]    
Credo fermamente che nominare Cristo, nominarlo bene, e ui alga a confortare la ita.

Il Signore Ges cammina er le strade del mondo erch il suo cielo nei assi dei cercatori ed seduto alla destra di ciascuno di noi.

Proverbi [modifica]
Crsi [modifica]
Cristu un paga micca tutti i vennari sera. Cristo non aga tutti i enerd sera.

 Mortu u Cristu, spintu u lumu.


orto Cristo, s ento il lume.

Sia mali o sia b Cristu un dici par quistu h.

Che sia male o che sia bene, Cristo non dice er uale ragione arri a.

Italiani [modifica]

r q

c d

dd

Ges non so

orta una sola categoria di ersone: gli accusatori. la terra, il suo cielo sono gli altri. Egli abita

Ges

er il futuro, scommette sul futuro mio, tuo, di chiun ue.

essuno

mai erduto er sem re.

egli disse: Padre, erdona loro erch non sanno uello che fanno (Luca

G G

`Y YX

b a

TT

I crocifissori di Cristo si sono sal ati erch Ges ha regato er loro. Pro rio mentre lo inchioda ano alla croce, , ). Possiamo ensare che il Padre,

GG

riem ito e riem ie la mia ita di serenit , di ace e di gioia. Ed

recisamente un ra

orto ersonale, da amico,

Q T

dogmi a Ges ersona i a; non

assata mai da Ges Egli a Ges u. Per uesto la fede di molti cristiani

La maggioranza dei cristiani, ahim , non

mai assata dal Ges ersonaggio cio un insieme di dottrine, di

I G

Ges che ha detto io sono con oi tutti i giorni,

Ges risorto, con il uale si u

arlare e al uale si u

I TT G

I G

TT

assato, del uale si u

arlare a iacimento ma al uale, o con il uale, nessuno si sogna di arlare. Se uno arla

R G

G S

credenti il salto

assare da Ges solo uomo a Ges anche io. Per i credenti il salto

Plutarco, nato cin uant anni do o Cristo, storico eminente e minuzioso, il uale non a rebbe otuto ignorareCristo e

IH

T T

G G

assare da Ges

G G G I

arlare.

Amar Cristo

 orir er Cristo, i ere; i ere senza Cristo morire. Napoletani [modifica]


Dicette Dio 'nfaccia a Dio: Lassame f a Dio.

isse io [Cristo in croce] a io [suo Padre] : lasciamo fare a io. 'Na vota passa Cristo 'nnanz' 'a casa.

Una sola olta Cristo assa da anti casa. Cogli l occasione uando ca ita.

Toscani [modifica]
Sesto, Peretola e Cam i:


Patti chiari, amicizia lunga.

Lo disse Ges a Gio anni: se uoi sta con me non fare inganni!

Si dice uando si offre l ultima ortata di un asto.

Modi di dire [modifica]



Trov Ges Bambin ant l'rt. (Piemontese)

ro are Ges Bambino nell orto. icesi di chi ha a uto un im re edibile fortuna.

Napoletani [modifica]
J truvanno a Cristo dinte 'e lupine.


Cercare Cristo fra i lu ini. Essere ignolo.


Si sono di isa la tunica di Cristo. Hanno s artito il maltolto.

Se so' spartuta a cammisa 'e Cristo.

Tutto a Gies e niente a Maria.

i isione ingiusta.

ote [modifica]

i i a Ges: do o uesto un ce n

Si dice delle co

ie do e entrambi sono ti i articolari o hanno ualche difetto.

i"

ontelu o si ede la Ca raia; Cristo fa la gente e oi l a

la eggio gena che Cristo stam i! aia!

ww

wwt

la migliore di tutte le scienze.

1.

Citato anche da Luca al ,

e non serberai rancore contro i figli del tuo popolo, ma amerai il tuo prossimo come te stesso.

Israele: il Signore il nostro Dio, il Signore uno solo. Tu amerai il Signore tuo Dio con tutto il cuore, con tutta l'anima e con tutte le forze.

est in atria sua, da cui il detto: nemo ro heta in atria (cfr. w: emo ro heta

in atria).

9. 10.

Cfr. w:Parabola dei talenti.

arco (14, 9

1) arco

del Benedictus (cfr. w:Benedictus).

Bibliografia


[modifica]

La sacra Bibbia, Edizione CEI.

Voci correlate

Concetti legati a Ges [modifica]


      
Adorazione eucaristica Battesimo Cristianesimo Cristologia Croce cristiana Eucaristia Incarnazione

12.

Variet

(11, 9

10), deri a il canto liturgico

regiata di susine.

[modifica]

11.

a ueste arole, citate anche da

Citato anche da

atteo (

mf l ff eh

8.

Citato anche da

atteo al ,

) e da

p p

ml f n

p p

fl h

q i

p p

ella Vulgata: nemo ro heta acce tus

Citato anche da

atteo al

ej nh

al Deuteronomio, ,

mlj e

Citato anche da

atteo al ,

fh l hh e

alla Bibbia, Libro dei Salmi (118,

: Ascolta,

hh

a b

al Levitico, 19, 18: Non ti vendicherai

gf e

h f j m e n

).

      

Passion

Redenz Regno

Ricerca

Risurre

Santiss Spirito

Personaggi e testi antichi legati a Ges [modifica]


         
Filippo Giovanni apostolo Giovanni Battista Giuda Iscariota Giuseppe Luca Bibbia Nuovo Testamento Discorso della montagna Didach

          [modifica]

Pa

Pi

Altri rogetti