Sei sulla pagina 1di 4

I VERBI PRONOMINALI I verbi pronominali sono verbi che si coniugano con uno o due pronomi e che assumono quindi

un diverso significato rispetto a quello originario. Prendiamo come esempio il verbo prendere: usato nella sua forma "normale" (cio non-pronominale) prendere si usa in frasi come prendere un libro o anche prendere un caff ecc. Nella forma pronominale prendersela (= forma che usa il pronome riflessivo si pi la particella pronominale la). Il verbo prendersela ha due significati. 1. Il primo offendersi: Lui ha parlato male dei miei amici e io me la sono presa. 2. Il secondo significato (prendersela con qualcuno) si riferisce a un atteggiamento ostile verso qualcuno, aggredire qualcuno o dargli qualche colpa: Anche se oggi sei di cattivo umore non devi prendertela con me! I verbi pronominali sono molto numerosi e molto usati nel parlato e nello scritto: sono tutti molto espressivi e quindi rendono la lingua molto viva e colorita. Le particelle pronominali semplici usate nella costruzione di questi verbi sono sono ci, -la, -le, -ne. Ci sono poi verbi pronominali composti con la particella -ci- pi un altro pronome come -la o -ne (-cela, -cene); ci sono infine verbi pronominali composti sulla base di una forma riflessiva pi un altro pronome (-sela, -sene e anche -cisi). Esempi CI (volerci, vederci, sentirci) LA (piantarla, smetterla) LE (darle, prenderle) NE (darne; volerne e poterne, solo in locuzioni) CELA (avercela, mettercela, farcela) CENE (volercene) CISI (mettercisi) SELA (cavarsela, ridersela) SENE (andarsene, fregarsene)

Coniugazione di alcuni di questi verbi: 1. smetterla: Presente (Io) la smetto (Tu) la smetti (Lui/lei) la smette (Noi la) smettiamo (Voi la) smettete (Loro la) smettono Passato prossimo lho smessa lhai smessa lha smessa labbiamo smessa lavete smessa lhanno smessa

2. andarsene Presente me ne vado te ne vai se ne va ce ne andiamo ve ne andate se ne vanno 3. cavarsela Presente me la cavo te la cavi se la cava ce la caviamo ve la cavate se la cavano Passato prossimo me la sono cavata te la sei cavata se l cavata ce la siamo cavata ve la siete cavata se la sono cavata Passato prossimo me ne sono andato/a te ne sei andato/a se n andato/a ce ne siamo andati/e ve ne siete andati/e se ne sono andati/e

Ecco una breve lista di verbi pronominali (esclusi i riflessivi) che hanno un significato autonomo. Il significato dei verbi di questa lista deve essere controllato o su un dizionario o con il vostro professore o la vostra professoressa. Per una lista pi ricca (e con traduzione in inglese!) potete andare su http://www.locuta.com/verbpart.html andarsene Il significato corrisponde a quello del verbo andare, ma pi "partecipato" da parte di chi parla: "vado" pi formale e neutro (il Presidente del Consiglio va in vacanza al mare) mentre "me ne vado" esprime una partecipazione di tipo sentimentale (io in vacanza me ne vado sempre al mare); pu esprimere anche rabbia (vattene!), gioia (dove te ne vai di bello?), pigrizia (voi andate al cinema? No, io me ne vado a casa) o qualunque altra caratteristica "emotiva" di chi parla. aspettarsela Davanti a un fatto inaspettato posso reagire con sorpresa (questa non me l'aspettavo!) o con rassegnazione (Me l'aspettavo, forse non cos presto ma sapevo che sarebbe successo!). Si pu anche usare dopo aver sorpreso qualcuno per sottolineare la propria gioia di sorprendere (Sono arrivato 10 giorni prima del previsto: non te l'aspettavi, eh?) o anche con un po' di cinismo dopo una mossa che sorprende tutti (non ve l'aspettavate da me, vero?) avercela Ha due significati: 1. avere qualche cosa contro qualcuno, essere contro qualcuno o essere arrabbiato con qualcuno: io ce l'ho con te perch non mi hai telefonato; ce l'ho con lui perch disonesto. Si pu anche avercela con qualche cosa: ce l'abbiamo con il destino; ce l'abbiamo con il mondo intero! 2. rivolgersi a qualcuno, specialmente se questo qualcuno non sente o fa finta di non sentire: Ehi, ce l'ho con te, sto parlando proprio con te! Che stai dicendo? Ce l'hai con me? In questo caso un po' polemico e provocatorio.

battersela Scappare, andare via davanti a una situazione che in qualche modo ci fa paura. Ha un piccolo valore ironico, quindi non si usa in situazioni realmente gravi o drammatiche, ma in circostanze pi normali o quotidiane: A quella festa erano tutti professori di italiano! Una noia! Appena ho potuto me la sono battuta! Appena arriveranno i genitori i bambini se la batteranno. Si usa molto nella costruzione battersela a gambe levate: Quando la lezione finisce ce la battiamo a gambe levate! (= scappiamo a tutta velocit). Significato simile hanno i verbi darsela, filarsela e svignarsela. bersi/bersela Credere ingenuamente a qualcosa di falso, a volte anche di evidentemente falso: Si beve tutto quello che gli dico! Gli ho raccontato che sono un agente segreto e lui se l' bevuta! cavarsela Il significato generale quello di riuscire a venire fuori da un problema, superare una difficolt, anche se in modo solo accettabile: Parli italiano? Me la cavo!, significa riesco a comunicare. Com' andato l'esame? Me la sono cavata! cio l'ho superato (anche se ho avuto difficolt. Oppure parlando di un malato: Come sta? Se la caver, significa che non morir, superer la malattia. Se aggiungiamo a cavarsela una espressione come per un pelo, oppure per il rotto della cuffia, significa che il problema stato superato, ma in modo appena sufficiente: All'esame me la sono cavata per un pelo!. (= con il minimo dei voti) darle/darne/darsele Significa dare schiaffi, pugni o botte, picchiare. un gergo familiare (Quand'ero bambino mia madre me le dava; invece mio padre non me ne ha mai date). darsela Ha lo stesso uso di battersela (vedi sopra); sinonimo anche di filarsela e svignarsela dirne Dire a qualcuno qualcosa di duro, senza "peli sulla lingua"; pu significare anche offendere o insultare: Quante gliene ho dette!; Si arrabbiata con me e me ne ha dette di tutti i colori! Voglio dirgliene quattro! entrarci Molto usate sono le espressioni: che c'entra? oppure: questo non c'entra (o non centra per niente!). In generale il senso quello di non avere relazione con quello che si sta dicendo, essere "fuori argomento". Entrarci pu anche essere usato in persone differenti dalla terza: se qualcuno mi chiede se sono responsabile di una cosa io posso rispondere "No, io non c'entro", sono fuori da questa questione. coniugato raramente nei tempi composti. farcela Riuscire a raggiungere un obbiettivo, un traguardo; avere il risultato che sembrava impossibile ottenere; pi generalmente riuscire a fare qualcosa. Si pu usare per offrire aiuto a qualcuno: ce la fai da solo o ti serve una mano?; oppure per manifestare gioia per un risultato ottenuto (o dispiacere per qualcosa che non si riusciti a fare): stato difficile ma alla fine ce l'ho fatta! Ho provato in

tutti i modi ma non ce l'ho fatta!). Molto usata l'espressione non ce la faccio pi! che significa basta, sono stanco, non posso continuare cos. volerci essere necessario; si usa soprattutto alla terza persona singolare e plurale: Da Siena a Firenze ci vuole unora in autobus. Oppure: Per fare il tiramis ci vogliono sei uova. metterci Si usa negli stessi casi in cui si usa volerci, ma in senso personale, non generale, e quindi si pu usare con tutte le persone: Da Siena a Firenze ci vuole unora, ma con la mia vecchia macchina ci metto unora e un quarto. Oppure: Oggi nel tiramis ci mettiamo solo quattro uova perch non ne abbiamo altre. mettercela si usa quasi solo in combinazione con tutta e significa usare tutta la propria volont, le proprie forze ed energie in unimpresa pi o meno difficile: I compiti di ieri erano difficilissimi ma io ce lho messa tutta e sono riuscita a farli! smetterla smettere di avere un comportamento probabilmente sbagliato, finirla: Bambini, smettetela di fare rumore!