Sei sulla pagina 1di 29

POTERE CALORIFICO Definizione generale: quantit di calore sviluppata dalla combustione completa dell'unit di massa (liquidi/solidi) o volume (gas).

Unit di misura: kcal/kg kcal/Nm3 1 caloria l'equivalente di 4,06 Joules . Nm3= quantit di gas che in condizioni normali (0 C-1 atm) occupa 1 m3 di volume Combustione completa: tutto il C CO2 tutto l'H H20 tutto S SO2 tutto N N2

Potere calorifico inferiore (pi utile) Qi: H2O prodotta in fase gassosa Potere calorifico superiore Qs: H2O prodotta in fase liquida Qs=Qi + n 600 n= quantit (kg) di acqua prodotta dalla combustione di una unit (m3 o kg) di combustibile 600 kcal= calore di vaporizzazione di un kg di acqua se si usano i J calore di vaporizzazione di un kg di acqua= 2440 kJ Se il combustibile non anidro bisogna sottrarre al Q del combustibile anidro la percentuale di acqua presente

legno torba lignite litantrace benzina gasolio gas di citt oli combustibili

Qs [kcal/kg] 4200

Qi [kcal/kg] 2500-3000 3500 4500-5000 10000-11000 10200

7800-9000

4000 10000

In maniera approssimata Q pu essere calcolato in base all'analisi elementare (percentuali di C, H, S ed eventualmente O ed N). Qs=81 C+342 (H - O/8)+21,6 S Kcal/Kg Qi =81 C+288 (H - O/8)+21,6 S - 6U Kcal/Kg dove: C, H, O,S sono le percentuali in peso dei relativi elementi ed U l'umidit del combustibile.

Esempio: combustibile: CH4 CH4 + 2O2 CO2 + 2H20 Qs = 9500 kcal/Nm3 Qi ??? n = ??? 1 mole di metano 2 moli di acqua PM acqua =18 22.4 m3 di CH4 18 2 =36 kg di acqua 1 m3 di CH4 36/22.4 = 1.61 kg di H2O Qi=9500 - (1.61 600)= 8354 kcal/Nm3

Combustibile non anidro C2H5OH commerciale: 95% wt C2H5OH 5% acqua Qs C2H5OH anidro = 29800 kJ/kg C2H5OH + 3O2 2 CO2 + 3 H2O PM C2H5OH = 46 PM H2O= 18 Qs C2H5OH commerciale: ??? Qi C2H5OH commerciale: ??? Qs= 29800 0.95 = 28310 kJ/kg 46 g comb. 3 18 g H2O 0.95 kg di combustibile 1.11 kg acqua acqua tot = 1.11 + 0.05= 1.16 kg Qi= 28310 - (1.16 2440)= 25480 kJ/kg

Determinazione del potere calorifico: Bomba di Mahler: Si fa bruciare una quantit definita di combustibile e si misura il calore sviluppato per via calorimetrica (aumento di T di una massa nota di acqua) Qs= T (P+A) Cp H2O/p T= aumento di T [C] P = massa di acqua [kg] A= costante dello strumento Cp H2O=calore specifico H2O [kcal kg-1 K-1] p= massa di combustibile [kg]

Per misurare Qi: ! come per Qs ! si fanno passare i prodotti di combustione attraverso una quantit nota di CaCl2 (igroscopico) ! per differenza di peso si ricava l'acqua presente nei gas

ARIA TEORICA DI COMBUSTIONEVOLUME E COMPOSIZIONE FUMI Definizione: quantit d'aria stechiometricamente necessaria all'ossidazione totale di un combustibile. L'aria costituita da: circa 21 % in volume O2 circa 78% in volume di N2 circa l'1% di gas rari, per cui il rapporto altri gas/O2 uguale a 3,8. L'aria teorica di combustione viene calcolata sulla base delle reazioni di combustione e si esprime in Nm3 per kg di combustibile solido o liquido o a Nm3 di combustibile gassoso. In pratica necessario un eccesso di aria che non partecipa alla combustione, ma aumenta il volume dei fumi.
8

Esempio CH4 + 2 O2 CO2 +2 H2O per bruciare 1 m3 di CH4 2 m3 di O2 1 parte di O2 3.8 parti di altri gas 2m3 O2 9.6 m3 di aria (2 + 23.8) Aria teorica di combustione: 9.6 m3 Composizione dei fumi: CH4 + 2O2 + 7.6N2CO2 + 2H2O + 7.6N2 1 m3 CO2 2 m3 H2O 7.6 m3 N2 Vol totale fumi: 10.6 m3

Per l'idrogeno e l'ossido di carbonio: 2 H2+O2 + 3,8 N2 ---> 2 H2O + 3,8 N2 2 CO+ O2 + 3,8 N2 ---> 2 CO2 + 3,8 N2 quindi per bruciare 1 Nm3 di idrogeno o CO occorrono 2,4 Nm3 di aria; Per il carbonio, allo stato solido: C + O2 + 3,8 N2 ---> CO2 + 3,8 N2 Quindi per bruciare 1 mole di carbonio, ossia 12 Kg, occorrono 22,4 Nm3 di ossigeno, ossia 22,4x4,8 = 107,5 Nm3 di aria; di conseguenza: per bruciare 1 Kg di carbonio occorrono 107,5/12 = 8,96 Nm3 di aria. Per lo zolfo: S + O2 + 3,8 N2 ---> SO2 + 3,8 N2 Quindi per bruciare 1 mole di zolfo, ossia 32 Kg, occorrono 1 mole di ossigeno, ossia 32 Kg e 3,8 Kgmole di azoto, ossia 3,8x28 = 106,4 Kg. Per bruciare 1 Kg di zolfo occorrono perci 4,325 Kg di aria.

10

Per la combustione di 1 Nm3 della miscela gassosa: 30% CH4, 10% H2, 30% CO, 20% CO2, 10%N2: per il metano : 0,3x9,6 = per l'idrogeno : 0,1x2,4 = per l'ossido di carbonio: 0,3x2,4 = Nm3 di aria. 2,88 0,24 0,72 3,84

11

Nel caso di 1 Kg di un carbone contenente: 75% C, 5% H2, 8% S, 8% O2 si deve far riferimento alle reazioni 1) C + O2 ---> CO2 2) 2 H2 + O2 ---> 2 H2O 3) S + O2 ---> SO2 1)12:22,4 = 0,75:X1 X1= 1,4 2) 4:22,4 = 0,05:X2 X2= 0,28 3) 32:22,4 = 0,08:X3 X3=0,056 1,736 Nm3 di O2 bisogna tener conto dell'ossigeno presente nel combustibile, che 0,08 Kg; 32 : 22,4 = 0,08:Y Y=0,056 Nm3 di O2; occorrono quindi 1,736 - 0,056 = 1,68 Nm3 di Ossigeno accompagnati da 6,38 Nm3 di Azoto: Ossia: Aria = 8,06 Nm3

12

L'aria teorica (At) pu essere anche calcolata con la formula di carattere generale: At=0,089 C+0,265 H+0,0333 S - 0,0334 O dove: At = volume in Nm3 dell'aria teoricamente necessaria per la combustione completa di 1 kg di combustibile, C, H, S, O rappresentano i valori percentuali del carbonio, idrogeno, zolfo, ossigeno presenti nel combustibile in esame.

13

Bruciando 1 Kg di carbone (75% C, 5% H2, 8% S, 8% O2, 4% N2) risultano 1,4 Nm3 di CO2, 0,56 Nm3 di H2O, 0,056 Nm3 di SO2; 6,38Nm3 N2 N2 del combustibile: 28:22,4=0,04:Y Y = 0,032 Complessivamente: 8,43 Nm3 di fumi teorici di combustione. I fumi teorici si possono calcolare anche da: Ft=At+0,0555 H+0,007 O+0,008 N Nel nostro caso avremo: Ft = 7,999 + 0,0555x5 + 0,007x8 + 0,008x4 = 8,36 Nm3

14

TEMPERATURA DI COMBUSTIONE Definizione: la T massima che potrebbe essere raggiunta se tutto il calore prodotto fosse utilizzato solo per scaldare i prodotti di combustione E' una temperatura teorica si raggiunge in pratica solo per pochi istanti nella parte pi calda della fiamma utile per confrontare i combustibili e per valutare le dispersioni termiche In pratica questa temperatura teorica non corrisponde alla temperatura effettiva: processi di decomposizione dei prodotti della combustione e inevitabili perdite di calore. T di combustione/T reale raggiunta= rendimento termico della combustione

15

Il calore sviluppato da una quantit unitaria di combustibile Qi per sapere la temperatura teorica di combustione bisogna valutare a che temperatura arrivano i prodotti di combustione assorbendo tale calore

Qi = C P V (T T0 )
dove Qi = potere calorifico inferiore del combustibile CP= calori specifici medi per unit di volume a pressione costante dei vari costituenti dei fumi V= volume dei fumi T= Temperatura teorica di combustione T0 = Temperatura ambiente. Difficile usare questa formula perch Cp varia con T.

16

Quando si superano i 1700-1800C bisogna tenere conto anche della dissociazione termica di alcuni dei possibili costituenti dei fumi " in particolare CO2 e H2O 2CO2 2CO+O2 2H2O 2H2+O2 H= 565.8 kJ H= 565.8 kJ

Aumenta il volume dei fumi: non influenza molto la T di comb. Perch il calore sensibile delle sostanze che scompaiono non molto diverso dalla somma dei calori sensibili dei loro prodotti di decomposizione Diminuisce il calore disponibile: maggiore influenza. Le reazioni di dissociazione sono ENDOTERMICHE e quindi assorbono una parte del calore disponibile Temperature molto alte regolare i rapporti combustibile/comburente in modo da non avere dissociazione.
17

Determinazione di T combustione: Metodo grafico: ! si individua la composizione dei fumi ! si calcola il calore necessario per portare i fumi alle varie T ! si traccia una curva T/Q ! si individua Qi (il calore teoricamente disponibile) ! si trova la corrispondente T Nel caso in cui la combustione avvenga con eccesso d'aria bisogna tener conto del calore necessario per riscaldare l'aria incombusta temperatura teorica di combustione inferiore

Esempio: 30%vol CO 5% vol CO2 65%vol N2 Qi= 3800 kJ/Nm3 CO + O2 CO2 0.3Nm3 CO+0.15 Nm3 O20.3 Nm3 CO2 CO2= 0.3 Nm3 + 0.05 Nm3= 0.3 Nm3 N2= 0.65 Nm3+(3.8 x 0.15)Nm3=1.22 Nm3

20

1400C: (0.353254)+(1.222012)=3594 kJ 1500 C: (0.353518)+(1.222169)=3877kJ


21

Q=3800 kJ T=1473 C

22

Rendimento termico Rapporto tra il calore utile (Qu) e il calore disponibile (QD). La restante parte viene definita calore perduto (QR). Il calore perduto dipende da: combustione incompleta perdita al camino Quantit di calore persa dal combustibile a causa della dispersione in atmosfera dei suoi fumi di combustione calore delle ceneri irraggiamento dispersioni

23

QU T = QD

QU = QD QR
QD QR T = QD

24

Potenziale termico (Pt) Quantit di calore che si sviluppa nella combustione completa di 1 Nm3 di una miscela stechiometrica di aria teorica di combustione e di combustibile gassoso o vaporizzato, con formazione di acqua allo stato vapore. Per un combustibile gassoso

Pt =

Qi VAriaTeorica

25

Per un combustibile liquido Al calore Qi bisogna sottrarre il calore necessario per vaporizzare 1 kg di combustibile. Al volume di aria teorica va sommato il volume occupato da 1 kg di combustibile vporizzato.

Qi + QVaporizzazione Pt = VAriaTeorica + VComb .Vap .

26

TEMPERATURA DI ACCENSIONE Definizione: T minima per la combustione della miscela combustibile-comburente Come per tutte le reazioni anche per quelle di combustione necessaria una certa energia di attivazione, in modo che la miscela combustibile-comburente raggiunga una temperatura chiamata di accensione a cui le reazioni di combustione hanno inizio. Dipende da: ! natura del combustibile ! tipo di comburente ! pressione ! superficie di contatto

27

Perch il combustibile bruci necessario raggiungere la temperatura di accensione ed necessario che il combustibile sia in certe percentuali nel comburente. Queste percentuali vengono chiamate limiti di infiammabilit inferiore e

superiore.
Per ragioni di sicurezza particolarmente importante conoscere per i sistemi gassosi i limiti di composizione nei quali l'esplosione pu propagarsi nel miscuglio e conoscere a partire da quale temperatura il fenomeno pu prodursi spontaneamente.

28

Combustibile idrogeno CO metano etano butano benzina

T [C] 572 610 632 472 408 580

P.S. Il comburente aria; p=1 atm

29