Sei sulla pagina 1di 1

OGNI GIORNO SIAMO VENETI L'indipendentismo il fenomeno politico caratterizzato dal rivendicare l'indipendenza di un territorio dalla sovranit di uno

o Stato. Primariamente esso si basa sulla rivendicazione del principio di autodeterminazione dei popoli, cos com' riconosciuto nel Diritto Internazionale, e fonda la legittimit della rivendicazione sulla storicit di una passata indipendenza del territorio medesimo e sulla tipicit culturale del popolo che lo abita. Nella Venetia , il movimento politico e culturale indipendentista veneto ,da taluni definito "venetismo" si propone di difendere e promuovere la lingua veneta, garantendone il riconoscimento ufficiale, e in generale di riscoprire le tradizioni del popolo veneto, e la cultura e la storia della Serenissima Repubblica di Venezia. Il post fisso -ismo in senso denigratorio mi piace poco in quanto deteriore , come altri hanno gi detto , cos come l'eccessiva ridondanza ed identificazione del venetismo in un fenomeno inquadrabile all'interno del pacchianesimo nostalgico , tema assai caro a certo giornalismo antagonista . Dobbiamo rompere questo sillogismo e luogo comune nel quale non ci identifichiamo affatto,poich la nostra concezione obiettivamente progressista, modernista , rivolta alle tecnologie , amante del progresso , dello sviluppo , della competizione ,del miglioramento , del futuro , con equilibrio e rispetto per l'ambiente . Essere veneti non la nostalgia del passato, quanto piuttosto la consapevolezza della esistenza di una nostra cultura con profonde radici nella storia , e per noi anche il nostro miglior futuro. Viverlo , in tutte le sue forme un fatto logico, normale, abituale, lecito , possibile ,inevitabile,giusto. E ci lo dobbiamo testimoniare e comunicare , senza enfasi, con pacata autorevolezza ma con giusta fermezza , senza complessi di inferiorit, lucidamente , normalmente . Vogliamo e dobbiamo essere in grado di esprimere e tracciare una nuova via non solo nella politica, ma anche nell'arte , nella letteratura nella poesia, nella produzione cinematografica . Faccio un esempio .In questa splendida composizione ed interpretazione onomatopeica in Veneto Chipilegno , lingua antica ma presente , imbalsamazione del trevisano settentrionale , connubio di ricordi ancestrali , di parlate dei nostri nonni , di ricordi di infanzia , questi sono catapultati con il sapiente uso della tecnologia ai giorni nostri , regalandoci una parlata che esprime e riscopre emozioni forti, che sembrerebbero impossibili per la lingua veneta , negata e relagata a dialetto da servetta nella cultura dominante filo-italiota . Grazie anche ad un artista come Eduardo Montagner essa invece vive una seconda rinnovata giovinezza e consapevolezza della propria forza e vitalit, la lingua dei giovani artisti,dei talenti moderni . La grande serenissima civilt c' , sempre viva , attiva ,attuale, anzi direi possibilissima e concreta per le persone di oggi e di domani.