Sei sulla pagina 1di 11

PAESE :Italia

arte.go.it
TYPE :(Autre)

8 novembre 2022 - 15:31 > Versione online

Milano Digital Week – Quinta edizone:


“Lo sviluppo dei limiti”
giovedì 10 Novembre 2022 - lunedì 14 Novembre 2022

sede: Varie Sedi (Milano).


Torna in presenza con la sua quinta edizione Milano Digital Week, la più grande
manifestazione italiana dedicata all’educazione, alla cultura e all’innovazione digitale –
promossa dal Comune di Milano e realizzata da IAB Italia, Cariplo Factory e Hublab, con
il sostegno del main partner Intesa Sanpaolo.
Cinque giorni in calendario, dal 10 al 14 novembre: il tema è Lo Sviluppo dei Limiti,
pensato in occasione del cinquantesimo anniversario della ricerca proposta dal Club di
Roma nel 1972 e realizzata da ricercatrici e ricercatori del MIT (Massachusetts Institute
of Technology) di Boston I Limiti allo Sviluppo, prima critica “ecologica” del modello di
produzione occidentale in continua espansione.
Milano Digital Week 2022 ribalta il paradigma e si pone l’obiettivo di indagare le modalità
di sviluppo della società nell’ambito dei limiti oggi cogenti, riflettendo sul ruolo del digitale
che diventa sempre più veicolo di conoscenza, di relazioni, di inclusione.
Al centro, come in tutte le edizioni di Milano Digital Week, c’è la persona: le sue visioni,
le sue idee, le sue proposte – sia individuali sia attraverso qualsiasi tipo di aggregazione,
fino alle organizzazioni più complesse – dal sistema produttivo della città a quello
accademico, dall’intelligenza urbana alla biodiversità delle competenze che attraversano
tutto lo spettro del lavoro, della formazione e delle nuove configurazioni delle comunità,
che costituiscono il Dna in divenire di Milano ma anche di tutto il Pianeta nel terzo
millennio.
A questo appello progettuale, rivolto alla città (tramite la Call for Proposal, aperta a
luglio), hanno risposto oltre 350 realtà, pubbliche e private, grandi e piccole: un
caleidoscopio che – partendo dalle visioni e dai progetti di cittadini, associazioni,
fondazioni, università, centri di ricerca, realtà accademiche e aziendali – offre la
fotografia di una Milano interattiva e, mai come ora, sensibile a una riflessione
prospettica. Oltre agli eventi selezionati dalla Call, il palinsesto contiene anche gli eventi
gestiti direttamente dalla curatela e quelli provenienti dall’ecosistema – quest’anno molto
ampio – dei partner, arrivando così a offrire cinque giorni di partecipazione attiva con più
di 400 eventi ibridi, per la maggior parte in presenza.
Le aree tematiche della quinta edizione si muovono dal micro al macro: dai problemi etici
legati a privacy e algoritmi fino alle disuguaglianze socio-economiche, dagli impatti
ambientali del e nel lavoro, fino ai limiti epistemologici legati alle nuove frontiere
dell’Intelligenza Artificiale, passando per le difficoltà che affrontano quotidianamente
studenti e professori in una didattica da rinnovare giorno per giorno, e una sanità che
deve saper continuamente affrontare nuove sfide a partire da quella della aumentata
longevità.
Da sempre coinvolto nella manifestazione il sistema accademico assieme ad aziende,
associazioni e fondazioni quest’anno saranno presenti molte realtà legate al mondo della
cultura e del progetto, della solidarietà, della nuova informazione, intesi nella loro
accezione più ampia: ADI Design Museum, Chora Media, Moleskine Foundation,
BookCity Milano, IF! Festival della Creatività, Festival del giornalismo digitale Glocal,
Factanza, 24 Ore Business School, Associazione Archivio Storico Olivetti.
HIGHTLIGHTS MDW

Tutti i diritti riservati


PAESE :Italia
arte.go.it
TYPE :(Autre)

8 novembre 2022 - 15:31 > Versione online

Giovedì 10 novembre
Milano Digital Week prende ufficialmente il via giovedì 10 novembre alle ore 11.00, in
Sala Alessi a Palazzo Marino, con la presentazione del Manifesto del Board per
l’Innovazione Tecnologica e la Trasformazione Digitale. Un momento di riflessione alta
sul ruolo del digitale e lo sviluppo dei limiti per una città e un pianeta condivisi. A seguire
l’illustrazione del progetto Cyber Secure City, che metterà a disposizione informazioni
tecniche sugli attacchi informatici e condividerà specifici patch di sicurezza, in un’ottica
di prevenzione e difesa per le aziende, oltre che informazioni e corsi di formazione per
tutti, calibrati su vari livelli di approfondimento. Nel pomeriggio invece si affronta il tema
degli Open Data del Comune di Milano, patrimonio di informazioni online consultabili e
utilizzabili da tutti che fa da base alla strategia di open government di Palazzo Marino e
allo sviluppo di app e servizi digitali per la città.
OPENING CON MASSIMO POPOLIZIO
Il rapporto sui limiti dello sviluppo, 50 anni dopo
L’evento inaugurale, giovedì 10 novembre alle ore 19:00 nell’aula Magna dell’
Università Cattolica di Milano, è un invito a teatro aperto a tutta la città con Massimo
Popolizio – noto attore del panorama teatrale italiano – che interpreta il testo tratto dalla
ricerca del MIT “I Limiti dello Sviluppo” del 1972, scritto da un gruppo di giovani
scienziati del MIT di Boston, su progetto del Club di Roma. È un libro scarno, composto
per lo più di grafici e tabelle che non sembra destinato a uscire dall’ambito specialistico.
Invece, di lì a poco, diventerà un caso editoriale, culturale e politico di risonanza
planetaria, rappresentando una prima critica ‘ecologicà del modello di produzione
occidentale in continua espansione. Il Rapporto annunciava che l’umanità era in una
situazione difficile e lanciava un monito: in un mondo finito, una crescita infinita è
impossibile. Attore e regista teatrale, cresciuto nella scuola di Luca Ronconi,
particolarmente sensibile alle tematiche sociali, Popolizio è in scena al Teatro Strehler
da molti mesi con lo spettacolo M. Il figlio del secolo, tratto dal libro di Antonio Scurati
con cui ha raccolto e sta ancora raccogliendo un vastissimo consenso di pubblico e
molta attenzione dalla stampa.
L’ Università degli Studi di Milano Bicocca organizza, giovedì 10 novembre alle ore
12.45, la tavola rotonda su Peek vision – tecnologia innovativa per la lotta alla cecità che
permette di effettuare screening visivi a basso costo e in tempi rapidi nei paesi africani.
Algoritmi e informazione: vale il compromesso? è il talk organizzato da Instilla presso
Copernico Centrale, giovedì 10 novembre alle ore 15.00. Oggi il mondo
dell’informazione vive della visibilità sui social, che portano traffico e fatturato. Ma sui
social, a dominare, sono algoritmi che spesso non distinguono tra buon giornalismo,
fake news e titoli sensazionalistici. Come possiamo davvero superare i limiti degli
algoritmi? Ne parlano i responsabili di testate giornalistiche che devono la propria
fortuna proprio al digitale: Il Fatto Quotidiano con Vincent Russo, Wired con Luca
Zurloni, Open con David Puente e Will Media.
NFT. L’oggetto digitale più concreto del metaverso. Tra le tante innovazioni legate al
Metaverso, gli NFT (Non Fungible Token) sono un oggetto tecnologico sempre più
importante nella relazione tra sport-brand e fruitori. Il workshop illustrerà le potenzialità
degli NFT nel rapporto con sport fan e brand lovers. A partire da alcune case si discuterà
delle potenzialità, ma anche dei vincoli legali degli NFT (ore 16.30, Università Cattolica
del Sacro Cuore).
NABA Nuova Accademia delle Arti, in collaborazione con Fastweb, organizza la
conferenza Enhanced city: partiche digitali per la cittadinanza attiva (giovedì 10
novembre alle ore 17.00) presso Fastweb Headquarter in Piazza Adriano Olivetti.
Milano, grazie all’impatto delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione,
diventa sempre di più città interconnessa, aprendo scenari possibili e innovativi in cui le

Tutti i diritti riservati


PAESE :Italia
arte.go.it
TYPE :(Autre)

8 novembre 2022 - 15:31 > Versione online

amministrazioni territoriali possono integrare formazione, ricerca e sviluppo per allargare


la partecipazione pubblica e offrire nuovi servizi ai propri cittadini. Intervengono Patrizia
Moschella – NABA Area Leader Graphic and Communication, Fabio Pelagalli – NABA
Course Leader Biennio Specialistico in User Experience Design, Paolo Atzori –
Interaction Designer, Docente NABA, Guido Arnone, Direzione Innovazione Tecnologica
e Digitale del Comune di Milano, Natale Carapellese, Presidente del Municipio 5, Mattia
Cugini, Assessore all’Urbanistica, Edilizia, Demanio e spazio pubblico, Verde, Arredo
urbano, Ambiente, Mobilità – Municipio 5.
Casa Emergency, in via Santa Croce a Milano, apre le porte ai cittadini (giovedì 10
novembre alle ore 18.30) per vivere l’esperienza di un tour virtuale nell’ospedale
pediatrico realizzato da Renzo Piano in Uganda. Un ospedale innovativo e rispettoso
dell’ambiente frutto dell’amicizia tra l’architetto di fama internazionale e il fondatore di
Emergency Gino Strada. A raccontare il progetto Guido Geminiano, CEO dell’agenzia
Impersive, che ha creato l’infrastruttura multimediale.
Being Human con WalkWays, un progetto di video installazione/NFT, a cura di Bruna
Rotunno, che nasce durante la Pandemia 2020 a Milano. Girando e fotografando la città
in un tempo sospeso e surreale, ho percepito la presenza di squarci di Natura,
preesistenti allo spazio urbano. L’assenza dell’essere umano dal landscape
metropolitano ha permesso al videoscape degli elementi naturali di manifestarsi in
finestre che ci offrono la possibilità di ritrovare consapevolezza, di camminare ancora
nella matrice originale e ad essa restare connessi attraverso questi passaggi visionari
ma altrettanto reali (dal 10 al 14 novembre, Epipla Gallery – via Sant’Antonio 2).
Milano Digital Week collabora, inoltre, alla produzione e alla promozione del progetto
Bookcity Milano Papers offrendo un palinsesto digitale di confronto (a partire dal 9
novembre, tutti i giorni fino al 15 novembre) con autori internazionali sulle varie
sfaccettature della cosiddetta vita ibrida, come chiave tematica attraverso cui osservare
la complessità e l’ambiguità del tempo presente. Con Jason Mott, Jeremy Rifkin, Camilla
Sosa Villada, Pamela Paul, Hernán Diaz, Lidia Yuknavitch, Sheena Patel, Lauren Groff,
Joshua Cohen, Georgi Gospodinov. Voci incisive, coraggiose, lucide, di autrici e autori
per ragionare sull’impatto di internet sulle nostre vite, di relazioni tossiche, di generi
fluidi, della rigidità dell’identità, dell’isolamento come reazione distopica a un mondo
iperconnesso, della relazione fra la volontà del ricordo e la necessità del dimenticare.
Venerdì 11 novembre
Il Cinema ovunque. Ri-attivazione digitale dello spazio pubblico è il workshop ospitato al
Politecnico di Milano, pensato per un’audience di max 20 persone, che si concentra sul
tema della digitalizzazione del cinema e della riscoperta dello spazio pubblico come
luogo di intrattenimento collettivo tramite tecnologie di uso comune che permettano di
condividere interattivamente spazi ed emozioni (dalle 9:30 alle 19.30).
Alla Fondazione Eni Enrico Mattei alle ore 10:30 si affronta il delicato tema dello sviluppo
sostenibile nel workshop Da Globale a Locale – l’agenda 2030 al centro: una riflessione
integrata tra teoria, evidenze empiriche e suggerimenti di policy sulle tematiche dello
Sviluppo Sostenibile, con la partecipazione di istituzioni internazionali, istituzioni
pubbliche nazionali e attori del cambiamento impegnati sul territorio. Con best practices
internazionali che delineano la strada verso la possibile riduzione di emissioni e la
salubrità degli spazi urbani, viene proposto il tema della riqualificazione e della
rigenerazione urbana – a cura di Laura Cavalli (FEEM) e Carla Rey (AICREE), e con gli
interventi, tra i tanti, di Jeffrey Sachs (SDSN) e Alessandro Lanza (FEEM).
I rischi e i limiti dell’economia delle piattaforme è l’evento online organizzato da Hublab
venerdì 11 novembre alle ore 11.00. I relatori Davide Sisto, filosofo esperto di
tanatologia, Michele De Palma, segretario generale nazionale FIOM, e la giornalista
Laura Carrer costruiscono una riflessione multidisciplinare su limiti e rischi dell’economia

Tutti i diritti riservati


PAESE :Italia
arte.go.it
TYPE :(Autre)

8 novembre 2022 - 15:31 > Versione online

di piattaforma, tra algoritmi e morti bianche, con la moderazione del sociologo Flaviano
Zandonai.
Il linguaggio della città del futuro è il workshop aperto a tutti i cittadini e organizzato da
ENI per scoprire insieme la Milano che ci attende. Applicando la metodologia del Future
Thinking, ogni gruppo partecipante avrà la possibilità di “sperimentare” una città
futuristica, non ponendo limiti all’immaginazione e lasciando che sia la fantasia a far
emergere gli elementi fondanti della nuova metropoli. Presso la Liberty Tower, nel cuore
del centro di Milano (venerdì 11 novembre alle ore 11.00) si rifletterà sui macro-trend
sociali, ambientali e demografici di una città. Attraverso il lavoro in micro-team e
applicando la metodologia sperimentale del Future Thinking, immagineremo nuovi modi
di vivere una metropoli del futuro; definendo i suoi servizi in termini di accoglienza,
sostenibilità e il ruolo che le aziende possono e devono avere all’interno di questo
ecosistema.
Stress e benessere lavorativo e personale: quali limiti? è un panel di presentazioni sul
legame tra lavoro, stress e benessere e sulle opportunità di monitoraggio fisiologico dei
livelli di flow (stato di elevata concentrazione associato a soddisfazione e sensazioni
positive) e stress rese possibili dalle più recenti tecnologie. Dove si colloca il limite tra
benessere lavorativo e stress? È possibile monitorare le condizioni fisiologiche dei
lavoratori al fine di favorirne il raggiungimento degli obiettivi ma prevenendo, al
contempo, situazioni di stress e burn-out? (ore 11.30, Politecnico di Milano).
Di salvaguardia del Pianeta si discute nella tavola rotonda Save our Planet organizzata
dall’Associazione Archivio Storico Olivetti che ripropone la campagna pubblicitaria “Save
our Planet” che l’azienda sostenne nel 1971 con la realizzazione di sei manifesti di noti
artisti, architetti e fotografi americani venduti per sostenere con il loro ricavato progetti
dell’UNICEF nei paesi in via di sviluppo. Ne parlano il professor Pier Paolo Peruccio,
docente del Politecnico di Torino e membro del direttivo della Fondazione Aurelio Peccei
e della World Design Organization, Gianfranco Bologna, naturalista e ambientalista,
Presidente Onorario della Comunità Scientifica del WWF Italia, Full Member del Club di
Roma e Segretario Generale della Fondazione Aurelio Peccei, con la moderazione di
Gaetano di Tondo, Presidente dell’Associazione Archivio Storico Olivetti (ore 12:00 ADI
Design Museum).
Sviluppare nuove tecnologie vuol dire sempre più spesso affrontare temi etici ancora
sconosciuti o affrontati solo parzialmente. Un’etica della progettazione e dei processi e
l’utilizzo delle nuove tecnologie digitali, esponenzialmente dirompenti, aggiungono un
ulteriore vettore di responsabilità sull’innovazione stessa. Fondazione Silvio Tronchetti
Provera, in collaborazione con Meta – Unità di studi umanistici e sociali su scienza e
tecnologia del Politecnico di Milano, e la Fondazione Eni Enrico Mattei organizzano la
conferenza Ethos e Techne – l’etica nella progettazione tecnologica: un pomeriggio di
ragionamenti profondi su intelligenza artificiale, mobilità ed energia (ore 14.30,
Fondazione Eni Enrico Mattei).
La polis 3.0: tra tecnologie ubique e diritti della persona (ore 14:00 Museo Nazionale
Scienza e Tecnologia Leonardo Da Vinci) analizza gli scenari futuri della Polis 3.0, tra
metaverso ed intelligenza artificiale: l’integrazione tra mondo fisico e digitale e gli impatti
che l’ubiquità tecnologica potrà avere sulla vita delle persone e sui modelli di business
alla luce di un quadro normativo europeo in evoluzione. Verranno esposti i diversi punti
di vista sugli scenari futuri: dal GDPR all’ePrivacy Regulation, dal Data Governance Act
al Data Act, dal Digital Services Act al Digital Markets Act sino all’Artificial Intelligence
Act.
Cultura digitale e visioni artistiche. Street Art, Visual Art, Fotografia e NFT: non solo un
trend ma anche punto d’incontro tra arte e digital marketing. Scopriamo come l’arte
possa diventare un linguaggio importante per la comunicazione digitale in grado di

Tutti i diritti riservati


PAESE :Italia
arte.go.it
TYPE :(Autre)

8 novembre 2022 - 15:31 > Versione online

superare i limiti e creare connessioni inattese. Dall’11 al 14 novembre a Palazzo Edison


accesso gratuito all’esposizione delle opere dei seguenti artisti: Banksy (street artist),
Rosa Mundi (visual artist), Stefano Stranges (fotoreporter), Gozer Visions (NFT artist).
Il circolo virtuoso: tre punti di vista sull’economia circolare è la conferenza organizzata in
Cariplo Factory da Intesa Sanpaolo (venerdì 11 novembre alle ore 15.00). Tre modi
d’intendere l’economia circolare e tre casi studio diversi. Stefano Martini (Head of
Circular Economy Lab – Intesa Sanpaolo Innovation Center), Elena Viganò (Prorettrice
alla sostenibilità, Università di Urbino TBD) e Matteo Spinazzola (Fondazione Eni
Enrico Mattei) si confrontano su visioni ed esempi concreti di economia circolare in un
contesto nazionale e globale mai così complesso.
Connect to the machine: nuove relazioni con mondi artificiali è il laboratorio organizzato
dal Politecnico di Milano con la curatela di Andrea Bonarini e Federico Esposti per
scoprire le relazioni dei nuovi metaversi con esperienze a stretto contatto con le nuove
tecnologie. Nella prima stanza ci sarà un robot, una creatura, che sta imparando ad
interagire con umani. Nella seconda stanza i visitatori saranno al centro di un mondo
digitale: lacci elastici e un visore di realtà virtuale per immergersi in un ambiente astratto,
un gioco che metterà alla prova la capacità di ascoltare il corpo e i gesti (11 novembre
ore 15:00 e 12 novembre ore 10.00).
Il digitale al servizio dell’innovazione e della salute in Africa (Base – Cariplo Factory,
venerdì 11 novembre alle ore 16.30) è il talk per parlare di innovazione e
imprenditorialità in Uganda, partendo dalle case history dell’ospedale ortopedico Corsu
dove CBM ha realizzato un progetto di produzione di protesi con una stampante 3D
coinvolgendo il personale locale – si verterà poi su un focus di alcune startup
selezionate da Startup Africa Raodtrip. L’evento – organizzato da CBM Italia; Startup
Africa Roadtrip; Medere; Hublab – vuole raccontare e mettere in luce l’impatto sociale di
questi progetti.
Giffoni Innovation Hub – il polo creativo d’innovazione facilitatore nel dialogo tra le
aziende e le nuove generazioni – organizza l’evento Beyond Everywhere: il futuro del
lavoro ibrido e i mestieri del domani, una giornata interamente dedicata a indagare il
rapporto tra l’essere umano e le tecnologie, con proiezioni di cortometraggi d’autore sui
mestieri del futuro e workshop a tema (ore 17:00 via Tortona 31).
Alle ore 18:00 a EST – Enosteria Sociale il talk Violenza di genere: dirette per strada e
non solo per rompere il silenzio organizzato dall’associazione Break The Silence in
collaborazione con DonneXStrada (Associazione no profit per la sicurezza in strada e
contro la violenza di genere). Lo scopo è sensibilizzare su tematiche come la violenza e
la discriminazione di ogni tipo e genere.
Moleskine Foundation organizza tre talk dal titolo “Creativity in Conversation”. Il primo
venerdì 11 novembre alle ore 18:00 a Base Milano, è con Marina Sebregondi e Maria
Mussapi. Sebregondi è Presidente di Moleskine Foundation. Femminista e scrittrice, si è
occupata di scrittura creativa, poesia, saggistica e traduzione letteraria. Il dialogo con
Maria esplora il concetto di creatività e il potere dell’immaginazione come risorsa per
costruire il nostro futuro collettivo. Il secondo talk, sabato 12 novembre alle ore 16:00 in
Cariplo Factory, esplora la relazione tra data visualization e persone, con l’information
designer Federica Fragapane. L’ultimo talk, in calendario domenica 13 novembre alle
ore 16:00 alla sede ISPI, è con Marta Foresti e Adama Sanneh e si concentra sulle
politiche di lotta alla povertà e conflitti con l’obiettivo di mettere in luce il ruolo della
creatività nel trovare nuovi paradigmi di policy making ripensando a come “espandere i
limiti” delle politiche di sviluppo.
Tecnologie per la terra è il dialogo tra il fondatore di Planet Farms, Luca Travaglini e
Luca Locatelli, fotografo ambientale. Un percorso per arrivare al cibo che si snoda tra
tecnologia, sperimentazione, produzione, finanza. La terra non è mai stata così

Tutti i diritti riservati


PAESE :Italia
arte.go.it
TYPE :(Autre)

8 novembre 2022 - 15:31 > Versione online

indispensabile (ore 19.00, ADI Design Museum).


“Schermi sinonimo di Inferni” è il confronto polifonico e multidisciplinare sull’ibridazione
postmoderna tra arti sonore, visive e performative con la partecipazione di Pop X
(Davide Panizza), del collettivo Clusterduck (nei? di Silvia Dal Dosso e Tommaso
Cappelletti), MOMBAO (Damon Arabsolgar) e Giacomo Laser (Gioacchino Turù).
Seguirà un dj set “intimo” (ore 21.30, Est Enosteria Sociale via Pietro Calvi 31).
Sabato 12 novembre
Un Avatar per amico è l’evento organizzato da Evodeaf con l’obiettivo di creare un
Avatar Intelligente. Il progetto porterà a sviluppare un Avatar che sarà in grado di far
comunicare gli udenti con i sordi e i sordi con gli udenti, attraverso una tecnologia
d’intelligenza artificiale e algoritmi di machine learning.Il progetto svilupperà un
ecosistema che punterà a ridurre le barriere sociali di comunicazione (ore 10:00 e ore
13:00 – Sala della Chiesa Apostolica, via Adige 11).
In viaggio coi bambini. Dietro le quinte di un’IA. Il crescente uso dell’Intelligenza
Artificiale comporta nuove considerazioni in campo tecnologico, etico e sociale. Come
raccontarlo ai propri alunni? Il RobotiCSS Lab mette in gioco la sua esperienza,
invitando i partecipanti ad esplorare il dietro-le-quite di un sistema di Intelligenza
Artificiale, per comprendere come funzioni e quali implicazioni etiche si celino dietro al
suo comportamento (ore 10.00, Università Milano Bicocca).
Food process by mindbot: come si trasforma il cibo con Mbot (Laboratorio di robotica
educativa per ragazzi/e dagli 8 ai 14 anni). I partecipanti scopriranno attraverso il robot
MBot il processo del cibo secondo i principi di health environment, sfida che vedrà in
futuro impegnati a MIND gli attori in gioco.I partecipanti scopriranno il processo di
produzione del cibo secondo i principi di health environment, sfida che vedrà impegnati a
MIND gli attori in gioco. Programmando il robot Mbot ragazzi/e guideranno il robot
attraverso le fasi di food production, food processing fino al consumatore finale (12
novembre ore 10:30 e 13 novembre ore 16:30 – Stripes Digitus Lab, via Belgioioso 171).
Death Meta – Lotta all’ultima parola sul futuro del Metaverso è l’incontro-scontro tra
Andrea Daniele Signorelli e Alessio Carciofi, autore di Vivere il Metaverso (ROI edizioni):
due posizioni antitetiche per un confronto sul mondo digitale e immersivo di cui tutti
parlano come prossima frontiera dell’innovazione. Come fa questa singola etichetta a
racchiudere prospettive così differenti? E se invece questo “nuovo mondo” fosse
destinato a un clamoroso flop? (ore 12:00 Cariplo Factory).
Pornografia non consensuale e limiti dell’utilizzo del digitale: deumanizzazione e
vittimizzazione secondaria, cosa sappiamo? È il talk organizzato da Associazione
Permesso Negato nel quale si indaga quali siano nel digitale i diritti fondamentali che si
intersecano e devono essere sottoposti a bilanciamento. Quali sono i limiti
dell’educazione digitale? Perché reati di questo tipo sono, ancora oggi, caratterizzati
dalla deumanizzazione prima e della vittimizzazione secondaria poi? (ore 14.00).
A Wearable Safari: oltre le tecnologie indossabili è un viaggio nel mondo della
sperimentazione pratica e creativa tra tessuti ed elettronica organizzato da Fastweb
Digital Academy. Creare superfici tessili e abiti intelligenti è alla portata di ogni cittadino
curioso. I partecipanti, suddivisi in gruppi, realizzeranno un oggetto smart grazie al
KeWe Kit, un kit di sensori tessili sviluppato da Weabios e WeMake. Il workshop durerà
4 ore e sarà condotto da Lucia Arcarisi di Weabios, Sara Savian e Mauro Alfieri di
WeMake e Chiara Di Lodovico, ricercatrice del Politecnico di Milano (ore 14.30, STEP
FuturAbility District, Piazza Olivetti 1).
Paco Design Collaborative e Fondazione Golinelli organizzano il laboratorio Futuropoli:
la città del domani progettata dai bambini. Partendo dalla scala del proprio quartiere, nel
quale è collocata la propria scuola, i bambini verranno aiutati a ragionare sui temi della

Tutti i diritti riservati


PAESE :Italia
arte.go.it
TYPE :(Autre)

8 novembre 2022 - 15:31 > Versione online

prossimità, della mobilità sostenibile, dell’inclusione e della vivibilità. I bambini


lavoreranno sul proprio pezzo di città, che verrà poi assemblato in un unico grande
modello che comporrà Futuropoli – la città del domani (ore 14:30 – ADI Design
Museum). Il laboratorio si ripete anche domenica 13 novembre alle 11:00 e alle 14.30.
Woman for earth – digital story. Laboratorio di robotica educativa rivolto a bambini/e dai
7 ai 13 anni per conoscere le donne che hanno fatto la storia dello Sviluppo Sostenibile.
I partecipanti scopriranno il robot Sphero attraverso un’avvincente caccia al tesoro e con
gli indizi trovati creeranno una narrazione digitale (12 e 13 novembre ore 14:30 – Stripes
Digitus Lab, via Belgioioso 171).
Nel panel Il digitale contro lo spreco alimentare i più importanti player del settore food
contro lo spreco si confrontano su come il digitale possa avere un impatto positivo ed
essere uno strumento fondamentale per il futuro. Dialogano Ilaria Ricotti di Too Good To
Go, Jorrit Kievik (Direttore di Slow Food Youth Network) e Alberto Piccardo di Recup
(ore 15:00 Cariplo Factory).
Waiting for…. “in stato di grazia”. Varcare la porta di un teatro. Spingersi oltre il limite
che separa palco e platea. Vivere la bellezza e la fragilità che accompagnano la
creazione di uno spettacolo. Gli spettatori sono invitati a conoscere da vicino un progetto
che parla di disabilità e inclusione. In scena bambini con e senza disabilità ripercorrono
la storia di Pinocchio: i conflitti, le difficoltà, i limiti con cui convivere. Bugie, paure,
coraggio, cadute. Sul palco i gesti vivi e le parole degli interpreti si uniscono a frammenti
video in cui si raccontano i genitori (ore 15.00, Campo Teatrale – via Cambiasi 10).
Con Google Arts & Culture, progetto culturale realizzato da Google si entra nel mondo
della digitalizzazione dell’arte intesa come la raccolta di immagini ad alta risoluzione di
opere d’arte esposte nei vari musei del mondo con la finalità di renderli accessibili a tutti.
Nell’incontro Valorizzare i talenti (ore 15:00 ADI Design Museum) la testimonianza di
storie di successo locali come Il Teatro alla Scala e il Duomo di Milano raccontate da
Mattia Tarelli (Government Affairs and Public Policy Senior Analyst in Google) e Marta
Bardazzi (Communications Specialist di Google Italia).
Arricchire l’esperienza. Confronto collettivo sulle esperienze multisensoriali è un
confronto collettivo sugli orizzonti della cultura e gestione museale italiana con
esperienze dalla città, organizzato da Hublab e ospitato presso ADI Design Museum.
Intervengono: Gianfranco Maraniello (Direttore Polo Museale Moderno e
Contemporaneo), Eva Degl’Innocenti (direttrice MarTA Taranto), Eraldo Bernocchi
(musicista contemporaneo), Paolo Rigamonti (Fondatore di Limiteazero). Modera
Susanna Legrenzi (ore 15.30).
Education for the future: crea il tuo robot! È il laboratorio organizzato da OFpassiON per
bambini e ragazzi dai 3 ai 12 anni. Costruisci, personalizza e porta a casa il tuo robot
seguendo le dieci regole di OFpassiON, il metodo educativo maturato dalla
collaborazione con il MIT di Boston. Tutte le attività sono progettate per sviluppare tutte
le diverse forme di intelligenza (spaziale, logico-matematica, cinestetica (ore 15:30 –
Auditorium Magnete, via Adriano 49).
Come rendere le piattaforme digitali responsabili delle conseguenze sociali dei loro
algoritmi? Qual è il loro ruolo nella società futura? A questi quesiti si cercherà di dare
risposta nel panel La responsabilità degli algoritmi. Tra sociologia, software e reddito a
cura di Tracking Exposed, organizzazione che nasce sette anni fa per raccogliere ed
analizzare dati che i colossi del capitalismo della sorveglianza non vogliono fornirci. Tre
prospettive disciplinari per approfondire la
questione: come informatica, diritto e sociologia si intrecciano per permetterci di
rispondere a queste domande e proporre alternative (Cariplo Factory, ore 17.00).
Arte e sostenibilità, un percorso che nasce da lontano. Dialogo tra Massimo Minini,

Tutti i diritti riservati


PAESE :Italia
arte.go.it
TYPE :(Autre)

8 novembre 2022 - 15:31 > Versione online

Fondatore dell’omonima Galleria e studioso e Barbara Casavecchia, Curatrice (ore


17.30, ADI Design Museum).
Datafication: i dati nelle politiche pubbliche e nelle comunità, evento curato da Privacy
Network e Period, è un confronto sul tema della digitalizzazione della Pubblica
Amministrazione e dell’impatto che questo processo ha sulle comunità locali e nazionali
con gli interventi di Diletta Huyskes (responsabile del dipartimento Advocacy & Policy di
Privacy Network), Arda Lelo (Vicepresidente Think Tank Period), Michela Milano
(Dipartimento di Informatica – Scienza e Ingegneria, Università di Bologna) Layla
Pavone (Comune di Milano). Un confronto per contribuire a creare una consapevolezza
diffusa sull’utilizzo dei big data (ore 18:00 EST, Via Pietro Calvi 31).
Domenica 13 novembre
Dal digitale al pedale. Seguendo una traccia gps creata ad hoc, verra realizzata in
bicicletta la sigla MDW (Milano Digital Week) per un totale di 46 km. sulle strade
cittadine. Un momento ludico dove la cultura digitale e la cultura “ciclistica”, unendosi,
promuoveranno una Milano più ciclabile e quindi anche più sostenibile. ll percorso, già
testato, abbraccia l’intera città, da via Lorenteggio a piazza Sire Raul. La sicurezza sarà
assicurata dall’accompagnamento dei nostri scout, dall’utilizzo delle piste ciclabili, dal
numero massimo di 50 iscritti e dalla data domenicale, con traffico ridotto. La Bici Verde
è un’associazione no profit che organizza facili escursioni in provincia di Milano, verso
siti interessanti dal punto di vista naturalistico e culturale (dalle ore 9:00 alle ore 13.00).
Raccontare i limiti: fotogiornalismo e sostenibilità è il talk ospitato all’ADI Design
Museum domenica 13 novembre alle ore 11:00 e organizzato da ISPA – Italian
Sustainability Photo Award. L’Italian Sustainability Photo Award da tre anni finanzia
progetti fotografici con l’obiettivo di raccontare come i limiti sociali, economici e
ambientali possano diventare opportunità per la società futura. Attraverso l’innovazione,
le scelte consapevoli e la crescita sostenibile. Intervengono Antonio Carloni,
vicedirettore Gallerie d’Italia – Torino e giurato ISPA 2022, Luca Carra, giornalista e
docente sui temi dell’innovazione sostenibile, autore (con Paolo Vineis) de “Il capitale
biologico”, Matteo de Mayda, vincitore Grant ISPA 2021, ha raccontato la gestione
resiliente della tempesta Vaia, Sara Guerrini, coordinatrice ISPA e docente di storytelling
allo IED Milano.
Ezio Manzini, uno dei maggiori studiosi italiani e mondiali di design per l‘innovazione
sociale e Ivana Pais, sociologa, dialogano sul concetto di “abitare la prossimità`” inteso
come costruzione di un futuro a misura d’uomo che superi il modello della “città delle
distanze” e che porti alla nascita di una nuova generazione di servizi di prossimità:
servizi che siano relazionali (che producano empatia, fiducia, reciprocità) e distribuiti sul
territorio (cioè vicini alle persone interessate), servizi che, in questo modo, siano anche
collaborativi ed operino come infrastrutture abilitanti di nuove comunità di luogo (ore
15.00, ADI Design Museum).
Ricordi Music School si affaccia alla Digital Art con il workshop Oltre il limite: musica e
fotografia si contaminano per produrre la Milano Digital Postcard dove verranno
raccontati, con opere inedite, i luoghi green e urban più rappresentativi di Milano (ore
15.00, Ricordi Music School, viale Premuda 13).
Un canto per Milano è il workshop proposto per creare una mappa delle oasi sonore
della città di Milano. Sensibilizzare al paesaggio sonoro con riguardo ai luoghi di ristoro
uditivo di Milano. Familiarizzare all’esistenza di luoghi di benessere facilmente fruibili;
Evidenziare la necessità di un comportamento adeguato al fine di preservarne le
condizioni; Promuovere un miglioramento della qualità della vita; Sensibilizzare sulla la
necessità di un’azione di contrasto all’inquinamento acustico (ore 16.00, Museo del
Fumetto).

Tutti i diritti riservati


PAESE :Italia
arte.go.it
TYPE :(Autre)

8 novembre 2022 - 15:31 > Versione online

Nella sede ISPI si affronta il tema dell’automazione con Aaron Benanav, sociologo e
ricercatore della Humboldt Universität di Berlino, autore del libro Automazione (Luiss
University Press) (ore 17.30, ISPI Palazzo Clerici).
Crescita: quanto e come è il dialogo tra Luciano Canova – economista e divulgatore
scientifico, e Ilenia Romani, ricercatrice FEEM, sulle tante riflessioni che l’erudito Vaclav
Smil pone sul tavolo ogni volta che scrive un saggio. Verso quale futuro si avvia il
mondo? La crescita è da sempre un obiettivo per individui e gruppi: governa la vita dei
microrganismi e delle galassie; determina le capacità eccezionali dei nostri cervelli e le
fortune delle nostre economie. Una crescita senza fine non è sostenibile per una realtà
fatta da risorse finite (ore 18:00 Cariplo Factory).
Metaversi creativi è l’evento online a cura di Gianluca Mura. Propone un’occasione di
incontro e discussione tra studiosi, artisti, designer, professionisti della cultura e del
digitale, aziende e il pubblico attraverso il confronto dei Metaversi più innovativi sulle
opportunità offerte in risposta alle richieste sociali, economiche e culturali della società
contemporanea (ore 18.00).
Condizioni nella materia è il concerto di musica elettronica a cura degli studenti della
scuola di musica elettronica dei corsi del Conservatorio G. Verdi di Milano. Quando la
musica elettronica esce dal mondo digitale ed entra in contatto con la materia, nuovi
orizzonti sonori emergono dall’interazione delle due realtà (ore 20.30, Conservatorio G.
Verdi di Milano).
Lunedì 14 novembre
Fondazione Amplifon, la fondazione aziendale del Gruppo Amplifon nata per
promuovere l’inclusione sociale, darà al pubblico della MDW l’opportunità di prendere
parte a un viaggio digitale alla scoperta di una vibrante città internazionale, attraverso
una guida in loco. L’evento si sviluppa in partnership con Miravilius, digital travel
company, Cisco e Durante, e nasce dal progetto Ciao! l’iniziativa di digitalizzazione delle
RSA italiane di Fondazione Amplifon che ha l’obiettivo di migliorare il benessere sociale
degli ospiti delle strutture attraverso la tecnologia (ore10.00).
La rivoluzione a metà: storie della rete tra miti e limiti
Negli ultimi decenni la narrazione sul digitale ha costruito i suoi miti, ci ha raccontato
dell’accesso universale alle informazioni, di grandi opportunità economiche e riscatti
sociali grazie alla rete. Ma quali limiti nasconde questa narrazione? In questo dibattito a
due voci scopriremo luci e ombre del digitale contemporaneo (ore 10:00 Università
Cattolica del sacro Cuore).
Progettare il software della città è la Tavola rotonda con Nina Bassoli (Triennale Milano
TBD), Stefano Micelli (Cà Foscari TBD), Francesco Zurlo (Preside PoliDesign School) e
Andrea Vecci (REDO Sgr) si confronteranno con la moderazione di Nicola Zanardi (CEO
Hublab e curatore Milano Digital Week) sulla progettazione e la visione di Milano nel
futuro prossimo – dal lavoro che inevitabilmente muta, all’informazione e ai contenuti che
viaggiano su canali “aumentati”, alle competenze da allenare ogni giorno, tutti i giorni; in
uno dei nuovi poli meneghini che, nella pratica, aumenta quotidianamente il gradiente
d’innovazione della città metropolitana (ore 10:30 – MIND via Belgioso 2).
Nel webinar La bellezza è una promessa di felicità si evidenzia il bisogno crescente da
parte di almeno due tipologie di utenza di riscoperta dei luoghi di prossimità in maniera
facile ed immediata. Attraverso il digitale l’utente ha finalmente un potente strumento per
fruire del patrimonio artistico e culturale della propria città, in particolare delle periferie,
spesso ignorate dai principali flussi turistici urbani. Questa rivoluzione digitale genera un
circolo virtuoso tra il senso di appartenenza del cittadino al proprio quartiere e la volontà
di implementare al suo interno azioni di rigenerazione e riqualificazione urbana (ore
10.30).

Tutti i diritti riservati


PAESE :Italia
arte.go.it
TYPE :(Autre)

8 novembre 2022 - 15:31 > Versione online

Contro l’economia: essere ribelli dentro le istituzioni, partendo dagli scritti “Contro
l’economia” di Cornelius Castoriadis, dialogano l’economista Giulio Sapelli e il filosofo
Raffaele Alberto Ventura: un affondo sul pensiero dell’intellettuale francese, oltre il
marxismo e la critica economica del capitalismo (ore 11.00, Fondazione Eni Enrico
Mattei).
La conferenza Milano 2026. Accessibilità e digitale: ingredienti per il cambiamento
organizzato da Io ci vado Aps, è un dibattito incentrato sul ruolo che l’accessibilità e la
digitalizzazione hanno e possono avere per migliorare la vivibilità di Milano. L’obiettivo è
di dimostrare quanto gli open data sull’accessibilità e il digitale possano favorire il
turismo in chiave inclusiva, dare spinta economica al settore dell’ospitalità e ristorazione
e creare occupazione (ore 10.30, Bleisure – Corso Europa 2).
Agrodolce Stil novo – Mobilità sostenibile e benessere “urbano” (ore 15.00, Piscina
Cozzi). Ostacoli e potenzialità verso un orizzonte di mobilità dolce urbana, analizzati da
tre esperti come Marco Mazzei (Consigliere comunale), Federico Del Prete (Presidente
Legambici) e Tommaso Goisis (Fondatore di “Sai che puoi?”). Con la partecipazione
della presidentessa di Milanosport Rosanna Volpe.
Torna l’appuntamento di Unstoppable Women, il progetto di StartupItalia dedicato
all’empowerment femminile. Presso lo Spazio Lenovo si affrontano tematiche come la
promozione della cultura del digitale e l’inclusione. L’evento prende il via con il format
Bootstrap dedicato alla formazione e mentoring per startup, per poi continuare sul main
stage con alcune protagoniste di Unstoppable Women che raccontano al pubblico le loro
storie di successo (ore 17:00 Spazio Lenovo, corso Matteotti 10).
Presentazione del volume Artificial Lives – The humanoid robot in contemporary media
culture. Ai confini dell’umano. I robot antropomorfi nell’immaginario contemporaneo
raccoglie una serie di riflessioni che ripercorrono la storia delle molteplici
rappresentazioni del robot antropomorfo nella cultura mediale: cinema, televisione,
videogiochi. Si parla delle nostre paure più recondite e di avvincenti universi narrativi, di
nuove possibilità di interazione e dietro a tutto, di filosofia della tecnica: il nostro
presente (ore 17.30, Università Cattolica di Milano).
Metagaming: nuove frontiere e limiti antichi. Muovendo dal report del Neuroscience Lab
di Intesa Sanpaolo Innovation Center “New Frontiers in Gaming”, Francesca Maggi
(Senior Innovation Specialist, Intesa Sanpaolo Innovation Center), Alessio Carciofi
(scrittore e consulente) e Danilo Costa (CEO Coderblock) riflettono insieme sugli
orizzonti avveniristici che queste nuove tecnologie dischiudono, soprattutto nelle ricerche
di tipo neurologico e psicologico (ore 18.00, Cariplo Factory).
Con la rivoluzione digitale, la comunicazione è diventata ancor più decisiva in ogni
dimensione: lavoro, relazioni, società. Nel workshop Le parole sono tutto Alessandro
Nardone e Francesco Fabiano, ci aiuteranno a cogliere i cambiamenti decisivi avvenuti
negli ultimi 20 anni, ma anche ad utilizzare al meglio tutti gli strumenti e i contenuti che ci
permetteranno di governare il Web invece di esserne governati (ore 18:30 – Open
Milano).
L’evento di chiusura sul futuro della sostenibilità del pianeta è con il meteorologo,
climatologo e divulgatore scientifico Luca Mercalli in dialogo con il new media artist
Cristian Rizzuti, Matteo Caccia (Radio24) e il conduttore radiofonico Linus (Radio
Deejay) lunedì sera 14 novembre, alle ore 19.30, presso 24 Ore Business School.
Milano Breath, un’installazione interattiva audiovisiva, composta da 24 barre verticali
luminose tridimensionali che mostrano il livello di inquinamento di Milano durante il
giorno e la notte. L’opera, ospitata nella sede de 24Ore Business School, utilizza gli
open data dalle stazioni di monitoraggio pubbliche e un sensore ambientale sviluppato
presso IAAC/FabLab BCN. Durante il dialogo conclusivo di Milano Digital Week

Tutti i diritti riservati


PAESE :Italia
arte.go.it
TYPE :(Autre)

8 novembre 2022 - 15:31 > Versione online

verranno anche analizzati i dati raccolti del “respiro di Milano”.


Informazioni
milanodigitalweek.com
Immagine in evidenza
di Luca Locatelli

Tutti i diritti riservati

Potrebbero piacerti anche