Sei sulla pagina 1di 5

Appunti di Geometria

Gli angoli
Definizione
L’angolo è la parte del piano compresa tra due semirette aventi la stessa origine. Le semirette sono dette
lati dell’angolo e la loro origine è detta vertice dell’angolo.

Gli angoli si indicano con le lettere dell’alfabeto greco oppure in alternativa con le lettere maiuscole come
segue:

Angoli consecutivi, adiacenti e opposti al vertice


Due angoli sono consecutivi se hanno il vertice e un lato in
comune.

Due angoli sono adiacenti se hanno il vertice e un lato in comune e


gli altri due lati giacciono sulla stessa retta.

Esistono coppie angoli adiacenti “particolari”:

Una coppia di angoli adiacenti si dice complementari se la loro


somma è un angolo retto di 90°.

Una coppia di angoli adiacenti si dice supplementari se la loro


somma è un angolo retto di 180°.

Una coppia di angoli adiacenti si dice esplementari se la loro


somma è un angolo retto di 360°.
Quando abbiamo angoli complementari/supplementari/esplementari e vogliamo trovare l’ampiezza di uno
dei due conoscendo l’altro dobbiamo fare:

angolo da trovare = somma degli angoli (90/180/360) – angolo conosciuto

Due angoli sono opposti al vetice se hanno il vertice in comune e i lati sono uno il prolungamento dell’altro.

Due angoli apposti al vertice sono congruenti, quindi nella figura qua sotto possiamo dire che l’angolo α è
congruente all’angolo β.

Teorema delle rette parallele tagliate da una trasversale


Prima definiamo alcuni angoli notevoli

Si dicono angoli alterni interni le coppie di angoli (b,d’) e


(c,a’). Si dicono angoli alterni esterni le coppie di angoli
(a,c’) e (d,b’). Si dicono angoli coniugati interni le coppie
di angoli (b,a’) e (c,d’). Si dicono angoli coniugati esterni
le coppie di angoli (d,c’) e (a,b’). Si dicono angoli
corrispondenti le coppie di angoli (a,a’) (b,b’) (c,c’) e
(d,d’).

Il teorema afferma che date due rette parallele, in figura r e s, tagliate da una retta trasversale, in figura t, si
hanno le seguenti proprietà:
 gli angoli alterni interni sono congruenti,
 gli angoli alterni esterni sono congruenti,
 gli angoli coniugati interni sono supplementari
 gli angoli coniugati esterni sono supplementari,
 gli angoli corrispondenti sono congruenti.
Inoltre gli angoli coniugati sia esterni sia interni sono supplementari, ovvero la loro somma è 180°.

Angoli interni di un poligono


La somma degli angoli interni di un poligono di n lati è:

somma degli angoli=(n−2)× π


Ricordando che:

π = 180°
Nel caso più semplice di un triangolo, siccome un triangolo ha tre lati la somma dei suoi angoli vale:

(3−2) × π=1× π =180°

Nel caso di un pentagono, siccome ha cinque lati allora la somma dei suoi angoli interni vale:

(5−2)=3× π=3 ×180 °=540 °

Angoli interni ed esterni di un poligono


“In un poligono la somma di ogni angolo interno con il corrispondente angolo esterno adiacente è 180°,
ovvero l’angolo interno con il corrispondente angolo esterno sono supplementari.”

Proviamo a prima di tutto a individuare gli angoli interni e i corrispondenti angoli esterni di alcuni poligoni:

Nel caso dei triangoli in figura gli angoli interni sono α, β, ϒ e gli angoli
esterni sono α’, β’, ϒ’.

Nel caso del pentagono in figura gli angoli


interni e gli angoli esterni sono indicati.

Nota bene per ogni angolo interno si possono tracciare due angoli esterni congruenti perché opposti al
vertice. Nel caso del triangolo in figura gli angoli indicati con α’, β’, ϒ’ sono quindi congruenti.

“Per ogni poligono convesso la somma degli angoli esterni è di 360°”

I triangoli
Classificazione dei triangoli
I triangoli possono essere classificati in base alla
lunghezza dei lati:

 un triangolo è scaleno se ha tutti i lati


diversi;
 un triangolo è isoscele se ha una coppia di
lati congruenti;
 un triangolo è equilatero se ha tutti i lati
congruenti.

I triangoli possono essere classificati in base agli angoli interni:

 un triangolo è acutangolo se ha solo angoli acuti;


 un triangolo è rettangolo se ha un angolo retto;
 un triangolo è ottusangolo se ha un angolo ottuso.

Proprietà dei triangoli


La somma degli angoli interni di un triangolo è 180°.

In un triangolo ogni lato è sempre minore della somma degli altri due.

Altezze, mediane, bisettrici

“L'altezza di un triangolo è un segmento perpendicolare ad


un lato che unisce il vertice opposto. Le altezze si
incontrano in un punto detto ortocentro.”

“La mediana è un segmento che congiunge un


vertice al punto medio del lato opposto. Le mediane si
incontrano in un punto detto baricentro.”
“La bisettrice di un triangolo è il segmento che unisce un
vertice che divide l'angolo opposto in due parti uguali. Le
bisettrici si incontrano in un punto detto incentro.”

Triangolo isoscele - alcune proprietà


Un triangolo isoscele ha i lati obliqui congruenti e gli angoli alla base, in figura sono β e ϒ, sono congruenti.

Triangolo equilatero – alcune proprietà


Un triangolo equilatero ha tutti i lati congruenti tra di loro, inoltre un triangolo equilatero ha tutti gli angoli
congruenti tra di loro e valgono 60°. Nel triangolo equilatero il baricentro, l’ortocentro e l’incentro
coincidono.

Potrebbero piacerti anche