Sei sulla pagina 1di 240

ASE CUB V T S

per Windows

Guida all'Uso
-1-

Manuale Operativo di Ernst Nathorst-Bs e Ludvig Carlson. Traduzione a cura della MidiWare Srl Le informazioni in questo manuale sono soggette a cambiamenti senza notica, non rappresentano un impegno da parte della Steinberg Soft- und Hardware GmbH. Il software descritto sa questo manuale soggetto a Licenza dUso e non pu essere copiato su altri supporti tranne quelli specicati nella Licenza dUso. Nessuna parte di questa pubblicazione pu essere copiata, riprodotta o altrimenti trasmessa o registrata, per qualsiasi scopo, senza autorizzazione scritta della Steinberg Softund Hardware GmbH. Tutti i marchi e prodotti sono o marchi registrati dei rispettivi proprietari. Windows e Windows 95 sono marchi registrati della Microsoft Corporation. Steinberg Soft- und Hardware GmbH, 1997. Tutti i diritti riservati.
-2-

Benvenuti nella documentazione elettronica di Cubase VST!


Usate uno dei metodi descritti di seguito per trovare velocemente linformazione desiderata: Usate lIndice fornito dal programma Adobe Acrobat Reader. Usate la funzione di Ricerca di Adobe Acrobat Reader. Cliccate su un riferimento (testo in verde) per saltare al rispettivo argomento. E possibile stampare questo documento o parte di esso. Informazioni aggiuntive sulluso del programma Adobe Acrobat Reader si trovano nel suo Help in linea.

-3-

Indice

-4-

7 8 9 10 11 11 12 13 13 14 22 23 23 23 24 25 26 27 28 30 31 31 32 33 33 34 35 36 38 38 40 41 42 43 48 53 54 55 66

Introduzione Benvenuti! Cubase... Come muoversi nel Manuale LHelp Online Come ci potete raggiungere Tour Guidato Cos lAudio Digitale? Cos il MIDI? La Finestre Principali di Cubase VST Tour Veloce In Questo Capitolo Apertura della Song Quick Start Esecuzione Mute e Solo di Tracce Attivazione delle Tracce MIDI Cambiare il Suono di una Traccia MIDI Impostazione dei Livelli sulle Tracce Audio Aggiungere un Effetto Provare il Toolbox della Finestra di Arrange Provare i Contenuti delle Parti Chiusura Metodi di Base Perch dovreste leggere questo Capitolo Uso dei Tool I Menu Pop-Up Posizioni, Lunghezze e Risoluzione Impostazione dei Valori Assegnazione di Nomi Tecniche per le Finestre Uso della Tastiera del Computer Undo (Annulla) Preparazione del Sistema Preparazione dellAudio Preparazione del MIDI Preparazioni eseguite! Che fare ora? Registrazione Audio Preparazioni Effettuare la prima registrazione
-5-

68 68 69 70 75 76 78 79 79 81 82 83 83 84 86 86 92 93 94 95 96

Registrazione di altro sulla stessa Traccia Registrazione della Traccia Successiva - Sovraincisione Le Basi della Registrazione MIDI In questo capitolo Registrazione Registrare differenti tipi di Messaggi MIDI Metodi di Registrazione Il Punch In e Out Punch In Automatico Punch In Manuale Punch Out Automatico Punch Out Manuale Il Cycle (ciclo) Registrazione in Modo Cycle La Registrazione Audio nel Cycle La Registrazione MIDI nel Cycle Il Multi Recording Riproduzione, Tempo e Barra dei Trasporti

La Barra dei Trasporti Il Tastierino Numerico Gestione del Tempo e Divisione Metrica di Base 97 Impostazione di Posizione Song e nel Tempo 101 Cueing 101 I Locatori 103 Uso delle Posizioni in Tempo nei Righelli

104 Lavorare nella finestra di Arrange 105 105 106 107 107 108 109 110 111 113 113 113 114 116
Tracce, Parti e Arrangiamenti Cosa posso fare con le Tracce? Creazione di Tracce Dare un Nome alle Tracce Selezione delle Tracce Cambiare lordine delle Tracce Duplicazione di Tracce Cancellazione di Tracce Le Classi delle Tracce Le Parti Creazione di Parti Dare un Nome alle Parti Selezione delle Parti Manipolazione delle Parti

119 Cancellazione di Parti 120 Aspetto della Parte e Colori 122 Gestione degli Arrangement 124 Le Colonne delle Tracce e lInspector 125 Le Colonne delle Tracce 130 Uso dellInspector 133 Cosa viene influenzato dallInspector? 135 I campi e i valori nellInspector 138 Quando dovremmo usare le Colonne delle Tracce e quando lInspector? 138 Utilizzo di Freeze Play Parameters 139 Thru in Tempo Reale 140 Uso del Pool 141 Cos il Pool? 141 Apertura del Pool 142 Come vengono visualizzati file e segmenti 143 Dragging dal Pool alla finestra di Arrange 146 Importazione di File nel Pool 147 UnIntroduzione allEditing Audio 148 Introduzione 148 Segmenti, Eventi, Parti e lediting Non Distruttivo 148 Apertura delleditor Audio 149 LEditor Audio - in generale 150 Come vengono visualizzati gli Eventi Audio 153 Creazione di Eventi Audio 154 Manipolazione di Eventi Audio 158 Cancellazione di Eventi Audio 159 Editing nella Linea di Info 160 Introduzione allEditing MIDI 161 Cosa posso fare con gli Editor MIDI? 161 Differenti tipi di Eventi e dove trovarli 166 Apertura di un Editor MIDI 168 Key Edit 169 Drum Edit 173 List Edit 174 Score Edit 176 Registrazione ed Esecuzione negli Editor
-6-

177 183 183 185 185 186 192

Inserimento di Note Selezione di Note ed altri Eventi Manipolazione di Note Cancellazione di Note Editing nella Linea di Info Editing nel Display dei Controller Chiusura dellEditor

194 Uso di Quantize e delle Functions 195 Come vengono applicate le Functions 197 Quantizzazione 203 Altre Functions 204 Il Mixaggio 205 205 216 223 225 229 230 231 232
Introduzione Mixaggio di Audio Mixaggio MIDI Cos il GM/GS/XG? Salvataggio Apertura Esportazione in formato MIDI File Importazione di MIDI File Gestione dei File Audio

224 Gestione dei File

233 Indice Analitico

1 Introduzione 1

-7-

Benvenuti!
In pochi anni il mondo cambiato. Una volta la produzione musicale era rigidamente divisa tra chi aveva accesso a studi professionali, con equipaggiamenti costosi e altri musicisti, e chi invece era costretto a utilizzare strumentazioni di seconda mano, spendendo poco e sognando molto. Noi della Steinberg siamo lieti di essere parte della rivoluzione continua che ha spezzato queste barriere, consentendo a chiunque abbia ambizioni musicali di realizzarsi nel proprio vero potenziale musicale. Il Cubase VST che hai ora di fronte la nostra migliore soluzione ad oggi. E frutto dellesperienza in oltre dieci anni di storia della Steinberg. Che tu sia un musicista professionista da tempo o un principiante, Cubase VST ti offre i migliori tools, intuitivi e facili da usare, oltre al miglior supporto per la tua musica. Karl Steinberg Manfred Rrup

-8-

Cubase...
Ora che possiedi Cubase VST, entri a far parte di uno dei maggiori gruppi di utenti di software musicale nel mondo. Cubase una famiglia di software musicale, che va da un pacchetto facile per il principiante alle versioni professionali per le applicazioni pi esigenti. Questo il vantaggio di Cubase, Cubase cresce con la tua crescita come musicista. Cubase viene offerto in diverse versioni e per diversi tipi di computer, ma sempre Cubase. Quello che apprenderete ora sar valido se decidete di passare ad unaltra versione o ad un altro tipo di computer. Abbiamo sviluppato un metodo di lavoro con il software musicale che ha ridenito la facilit duso, e oggi rappresenta uno standard. Cubase VST il risultato di anni di esperienza nello sviluppo di software e dei suggerimenti dei nostri utenti. Il Cubase di oggi un prodotto molto differente rispetto alla sua prima versione. Uno dei principali fattori in questa storia di continui successi il vostro coinvolgimento attivo. Suggerimenti e commenti sul nostro software e sulle scelte future sono sempre benvenuti. Siamo anche molto lieti di veder nascere Cubase Club indipendenti in tutto il mondo. Questo crea una rete di esperienza e suggerimenti che aiuta tutti i nostri utenti. Cubase viene usato da compositori di musiche per lm di Hollywood, studi di registrazione di fama mondiale, strutture di produzione audio-video, e naturalmente da tutti i tipi di musicisti. Ne siamo molto orgogliosi, e desideriamo ringraziarti per fare ora parte della famiglia Cubase.

Il Team Steinberg.

-9-

Come muoversi nel Manuale


La documentazione di Cubase VST viene fornita in diversi formati: Il libretto di Installazione Questo libretto separato descrive come installare il programma. Questo il primo che dovreste leggere. Questo manuale Questo manuale contiene: Un Tour Guidato nel quale potete trovare la descrizione di Cubase VST. Introduzioni ai vari aspetti del programma, che vi consentono di provare molte delle funzioni. In altre parole, questo manuale non una descrizione completa di tutte le funzioni del programma, ma un buon punto di partenza. La documentazione elettronica Nella cartella Documentation del vostro hard disk troverete la documentazione completa su tutte le funzioni del programma. Questa documentazione consiste in vari documenti in formato Adobe Acrobat: Manuale di Riferimento. Questa la documentazione principale, che contiene descrizioni dettagliate sui parametri di Cubase VST, funzioni e tecniche. Quando in questo manuale parliamo di Documentazione Elettronica, intendiamo il documento Manuale di Riferimento (se non specicato altrimenti). Impaginazione e Stampa Partiture. Se avete la versione Score o Audio XT di Cubase VST, il programma offre uno Score Editor ancora pi sosticato. Questo editor descritto nel documento Impaginazione e Stampa Partiture. MIDI Mixer e Tracce Mix. Descrive come usare il MIDI Mixer in Cubase VST per controllare livelli e parametri nei vostri strumenti MIDI allinterno del programma. IPS. Questo documento descrive come usare lInteractive Phrase Synthesizer. Controllo dei Registratori. Se intendete usare Cubase VST con un registratore multitraccia tradizionale, questo documento contiene le informazioni su come utilizzarlo, usando le Tracce Tape. I documenti dei Moduli. In una cartella chiamata Moduli troverete un documento su come usare i Moduli in Cubase VST, oltre a documenti separati per ciascun Modulo fornito con il programma.
- 10 -

I documenti sui Plugin VST. Nella cartella chiamata VST Plugins troverete i documenti che descrivono i vari effetti audio plug in forniti con il programma. Quindi, cosa dovrei leggere? In ogni caso, seguite le istruzioni del manualetto di Installazione. Quindi, se volete cominciare a familiarizzare con il programma, leggete questo manuale e fate riferimento alla documentazione elettronica quando necessario. Se pensate di voler imparare il pi possibile sul programma, dovreste leggere questo manuale e tutti i documenti elettronici.

LHelp Online
Cubase VST fornito con un Help Windows. Ci sono diversi modi per aprire i testi di Help: Per avere informazioni generiche su una nestra o un riquadro, premete il tasto [F1] sulla tastiera del computer o cliccate sul pulsante Help nel riquadro. Viene mostrato un testo di Help, che descrive la nestra corrente o riquadro di dialogo. Per ottenere informazioni speciche su una voce in un riquadro, cliccate sul punto interrogativo nella barra del titolo della nestra. Quindi cliccate sulla voce per la quale volete ottenere le informazioni. Per ottenere informazioni su una voce di menu, aprite il menu, posizionate il puntatore sulla voce e quindi premete [F1]. Viene visualizzato un testo di Help, che descrive la voce di menu selezionata. q Alcune voci sono descritte in dettaglio solo nellHelp!

Come ci potete raggiungere


Ci potete trovare nella World Wide Web, al seguente indirizzo: www.steinberg.net Nel sito web potete trovare: Informazioni di supporto, risposte alle domande pi frequenti (FAQ), etc. Inviare email a nostro personale di supporto. Scaricare lultimo aggiornamento del programma e versioni demo di altri prodotti Steinberg. Comunicare con altri utenti Steinberg nella User Area. Sezioni per Educazionale e Multimedia.

- 11 -

2 Tour Guidato 2

- 12 -

Cos lAudio Digitale?


Audio una qualsiasi fonte sonora che collegate allingresso della scheda audio del vostro PC; un microfono, una chitarra elettrica o similare. Diciamo Digitale perch il computer converte il segnale audio in numeri, che Cubase VST cattura e memorizza sullhard disk. Il fatto che il suono viene convertito in numeri consente enormi possibilit in quanto a manipolazione delle registrazioni.

Cos il MIDI?
Il MIDI un tipo di informazioni di controllo utilizzato con i sintetizzatori. Spieghiamolo con una analogia. Il tuo computer pu trasmettere dei messaggi a una stampante, su come vuole che venga stampata una pagina. La stampante quindi si occupa di convertire queste informazioni per stampare sulla carta. Con il MIDI il sintetizzatore opera in modo simile a una stampante musicale: il computer gli trasmette le informazioni, specicando quali note vuoi che suoni, e si occupa di creare il suono. Uno dei vantaggi di questa tecnica che una registrazione effettuata con, ad esempio, un suono di piano, pu essere rieseguita con un suono di spinetta, di ati o di chitarra, semplicemente modicando le impostazioni del sintetizzatore. Il General MIDI (abbreviazione GM) una specica aggiuntiva per gli strumenti MIDI. Se uno strumento compatibile General MIDI, avr al suo interno un insieme esteso di suoni (piano, basso, batterie, ati, archi etc.). Se si crea della musica con uno strumento compatibile General MIDI potr essere rieseguita su qualsiasi altro strumento GM e la musica suoner allincirca allo stesso modo. Questo consente di passare le tue song di Cubase VST a altre persone, e anche pubblicare i tuoi lavori in un formato dati comune, ad esempio su Internet! Cubase VST inoltre supporta due espansioni dello standard GM, chiamate GS (Roland) e XG (Yamaha).

- 13 -

La Finestre Principali di Cubase VST


la Barra dei Trasporti
E molto simile al controllo di trasporto sui registratori a nastro. Da qui si aziona Play, Stop, si riavvolge il nastro etc. Ma la Barra dei Trasporti usata anche per impostare il tempo, divisione metrica etc.
Sono usati per definire inizio e fine registrazione e quale sezione mettere in Ciclo. Questi campi indicano lattuale Posizione Song in battute, quarti e ticks (a sinistra) e in formato posizione nel tempo (a destra) Attiva il metronomo. Tempo e Divisione Metrica

Attivando questo pulsante, il programma esegue in ciclo la sezione tra i Locatori.

Questi pulsanti sono lequivalente dei controlli di trasporto su un normale registratore a nastro.

Questi meter indicano lattivit di MIDI In (registrazione) e Out (esecuzione)

LArrangement
Qui si registrano e assemblano le Song. In verticale, lArrangement diviso in Tracce, che consentono di organizzare le registrazioni. Si pu utilizzare una Traccia per la batteria, unaltra per il basso, una terza per la voce, una quarta per i cori, etc.

Cliccate in questa colonna per mettere in Mute (silenziare) una Traccia Questo simbolo indica una Traccia Audio

La Lista delle Tracce Il nome della Traccia. Doppio click per modificarlo. Il Canale della Traccia

Questo simbolo indica una Traccia MIDI Questo simbolo indica una Traccia Drum

La Traccia attiva (selezionata). La registrazione avviene sempre sulla Traccia attiva

Questo simbolo indica una Traccia Mix Questo pulsante apre lInspector - 14 -

La Parte destra dellArrangiamento chiamata Display delle Parti.


Il Tempo va da sinistra a destra, come indicato dal righello. La Posizione della Song Il Locatore Sinistro Il Locatore Destro

Ogni registrazione effettuata appare nel Display delle Parti come rettangolo, chiamato Parte. La posizione orizzontale indica dove comincia la Parte nella Song.

La posizione verticale della Parte indica su quale Traccia si trova.

La larghezza del rettangolo indica la lunghezza della registrazione.

Nella Parte vedrete una rappresentazione visiva della registrazione.

In cima alla nestra di Arrange c una barra con vari pop-up ed impostazioni.
Cliccate qui per ascoltare solo la Traccia selezionata Questo valore di nota usato per la funzione Quantize La posizione del puntatore del mouse in battute, quarti e tick.

La precisione per le operazioni di editing, come spostamento e divisione

Questo pop-up usato per assegnare alle diverse Parti colori diversi.

- 15 -

Le Finestre di mixer Audio


La nestra di Mixer Monitor dove missate le Tracce Audio, cio ne regolate i livelli (volume), la posizione stereofonica (pan), mandate effetti, EQ, etc.
Controlli automazione Mixer Pulsanti Mute e Solo Selettore livello in Ingresso Indicatore di Clip

Controlli di Pan Cursori di Livello

Meter di Livello

Luscita nale viene regolata nella nestra Master:

Visualizza gli Effetti Master

Cursori di Livello Meter di Livello

- 16 -

Le nestre EQ ed Effetti
Per ciascun canale audio in Cubase VST, potete avere no a quattro bande di equalizzazione parametrica. Inoltre, ciascun canale ha quattro mandate effetto, che potete assegnare a quattro processori effetto interni per aggiungere riverbero, chorus ed altri effetti.
Mandate Effetto Sezione Equalizzatore

I quattro effetti mixer

Ci sono anche quattro Effetti Master, che sono inseriti nel bus di uscita master.

- 17 -

LEditor GM/GS/XG
Questo uno dei posti in cui potete regolare i livelli, il panning ed altri parametri per i suoni creati dal vostro sintetizzatore MIDI. Se usate strumenti MIDI compatibili con uno degli standard GM, GS o XG, potete usate questo editor anche per selezionare i suoni per ciascun Canale MIDI.

Il Pool
Questa nestra elenca tutte le registrazioni audio. Viene anche usata per importare in Cubase VST le audio creati in altri programmi.
Questo un file contenente una registrazione audio. Usate questo menu per importare File creati in altri programmi.

Questi sono segmenti che eseguono parti del file. Draggando i segmenti nellArrangiamento si pu usare il file audio nella Song.

- 18 -

LEditor Audio
Questa la nestra nella quale effettuate lediting di base delle Parti Audio, spostamento e regolazione dei punti di start ed end di Eventi Audio, etc.

Il Wave Editor
Questa nestra serve allediting dettagliato e a modiche permanenti delle registrazioni audio.

- 19 -

Gli Editor MIDI


Ci sono quattro diversi editor per le registrazioni MIDI: Key Edit

Note

Eventi Continui

Questo editor consiste in una griglia con le note indicate come rettangolini. Lintonazione di una nota indicata dalla posizione verticale, e la lunghezza della nota indicata dalla larghezza del rettangolino. Questo leditor da usare quando volete un editing graco veloce di note e controller continui, tipo modulation e volume. Drum Edit

Suoni Drum

Note

Questo editor simile a Key Edit, ma stato realizzato espressamente per editare Tracce di batteria e percussioni. Ciascun Drum Sound ha la sua riga ed impostazione, semplicando la creazione e modica di pattern ritmici.

- 20 -

List Edit

Lista Eventi

Eventi MIDI

Il Display degli Eventi

In questo editor, tutte le note MIDI, controller ed altri Eventi sono mostrati in una lista. Potete spostare, inserire e cancellare Eventi nella lista ed eseguire un editing dettagliato di tutti i valori. List Edit comodo quando volete un controllo completo su valori e posizioni, o se siete portati per lediting numerico. Score Edit

Qui le note MIDI vengono rappresentate sotto forma di partitura musicale. Usate Score Edit per stampare musica, o semplicemente se siete abituati a lavorare con la notazione musicale.

- 21 -

3 Tour Veloce 3

- 22 -

In Questo Capitolo
Questo capitolo vi offre una veloce introduzione a Cubase. E basata sulla Song demo Quick Start, che trovate nel CD-ROM. q Assumiamo che sia gi stata installata una scheda audio compatibile Windows (come descritto nel manualetto di Installazione) e abbiate vericato che funzioni come con il Media Player di Windows.

Apertura della Song Quick Start


1. Inserite il CD-ROM di Cubase nel drive. 2. Usate lapplicazione Explorer per copiare sullhard disk la cartella Quick Start Song del CD-ROM. 3. Aprite la cartella Quick Start Song, sullhard disk, e cercate il le Song di Cubase con lo stesso nome. Fate un doppio click su di esso. Cubase parte, e la Song si apre. Quello che ora vedete la nestra di Arrange, il punto centrale di Cubase.

Esecuzione
In fondo allo schermo trovate la Barra dei Trasporti. Viene usata per controllare lesecuzione, la registrazione e molte altre funzioni, molto simile ai controlli su un normale registratore a nastro.

I controlli del trasporto.

1. Cliccate sul pulsante Play, nella Barra dei Trasporti. La Song comincia a suonare. A questo punto sentirete solo le Tracce Audio, cio le registrazioni audio memorizzate sul vostro hard disk come le. Non viene ancora eseguito il MIDI. 2. Quando avete nito di ascoltare, premete Stop. Provate anche Avanti Veloce e Riavvolgimento per vedere come potete spostare la Posizione Song (la linea verticale in movimento nella nestra di Arrange) su un punto qualsiasi della Song, e cominciare lesecuzione da qui.

- 23 -

Mute e Solo di Tracce


Come potete vedere, la nestra di Arrange divisa in diverse Tracce. Queste sono elencate verticalmente. Potete silenziare qualsiasi numero di Tracce, usando le funzioni Mute e Solo.
Il pulsante Solo Una Traccia in Mute

1. Cliccate nella colonna M nella lista delle Tracce, per la Traccia Bass. Noterete come il basso scomparir dalla musica. Cliccate di nuovo per sentirlo ancora. Avete appena messo in mute e riaperto una Traccia. 2. Sperimentate con il muting/unmuting di Tracce, ma per adesso lasciate le Tracce Vibes e Strings in mute. 3. Cliccate sul nome della Traccia Bass. La Traccia appare in reverse. Avete appena selezionato una Traccia. La selezione di qualcosa signica che ora la destinazione di alcune operazioni che state per eseguire.
Questa Traccia selezionata

4. Cliccate sul pulsante Solo, in cima alla nestra di Arrange. Ora ascolterete solo la Traccia selezionata. Si pu pensare al Solo come a una specie di mute al contrario. Cliccate di nuovo su Solo per ascoltare tutte le Tracce non in mute.

- 24 -

Attivazione delle Tracce MIDI


Le due Tracce in fondo, chiamate Vibes e Strings, non eseguono dellaudio, ma delle parti MIDI. Lo potete capire guardando la colonna C della Traccia. Il simbolo di nota indica che una Traccia una normale Traccia MIDI, dove invece il simbolo di forma donda indica una Traccia audio.

Simbolo di Traccia Audio

Simbolo di Traccia MIDI

Per poter eseguire le Tracce MIDI dovete avere una scheda audio con un synth integrato, o un synth MIDI esterno collegato ad una interfaccia MIDI. Se il vostro synth non compatibile General MIDI, potrete comunque eseguire le Tracce, e probabilmente sentirete qualcosa, ma potrebbero non essere i suoni che desideriamo per questo esempio. 1. Assicuratevi che il vostro synth sia nella sua modalit compatibile General MIDI. Molti synth sono gi in questa modalit alla loro accensione. 2. Cliccate due volte sul pulsante Stop per spostare la Posizione Song allinizio della Song. 3. Togliete il mute alle due Tracce Vibes e Strings. 4. Attivate il Play. Ora ascolterete alcune parti aggiuntive dal synth MIDI, in alcune sezioni della Song. Se non sentite niente, vericate la colonna Output delle Tracce MIDI ed assicuratevi che siano impostate sulla porta corretta.

- 25 -

Cambiare il Suono di una Traccia MIDI


Ora proviamo a fare qualche modica al suono ed ai livelli delle Tracce MIDI. Il modo pi facile (anche se ce ne sono altri) di usare lEditor GM/GS/XG. 1. Lasciare suonare la musica. 2. Selezionate GM/GS/XG Editor dal menu Edit. Si apre una nestra con dei cursori, potenziometri ed altri controlli. Le 16 sezioni rappresentano i 16 Canali MIDI dello strumento General MIDI. Il suono di Vibrafono che state ascoltando viene suonato su Canale 1 ed i Violini (Strings) su Canale 2.

I campi testo in fondo alla nestra indicano i nomi dei suoni.

3. Regolate i cursori di Vol per i canali 1 e 2. Questi cursori trasmettono messaggi MIDI al synth MIDI, con istruzioni per la regolazione del volume su questi canali MIDI. Se non succede nulla, assicuratevi che il menu pop-up Mode nellangolo inferiore destro della nestra sia impostato su GM, e il sottostante menu pop-up Output sia impostato sulla porta alla quale collegato il synth General MIDI. 4. Posizionate il mouse sulla voce di selezione Program per il canale 1. 5. Cliccate con il pulsante del mouse. Appare il menu gerarchico Program. 6. Selezionate un suono da questo menu. La parte Vibes ora verr eseguita con il suono che avete appena selezionato al suo posto. Se non avviene nulla perch il vostro strumento non impostato per ricevere i messaggi MIDI di Program Change. 7. Se volete, sperimentate con altri controlli in questa nestra. 8. Quando avete nito, chiudete lEditor GM/GS/XG.

- 26 -

Impostazione dei Livelli sulle Tracce Audio


Ora che avete imparato come missare le Tracce MIDI, facciamo lo stesso per le Tracce audio. 1. Riavvolgete la Song allinizio e attivate il play. 2. Selezionate Monitor dal menu Audio. Appare il mixer audio Monitor. Da qui potete vedere, grazie alle barre grache colorate, quali canali audio stanno suonando (in questo esempio ciascun canale audio corrisponde direttamente ad una Traccia Audio, in modo che la Traccia 1 suoni sul canale audio 1, e cos via).

La nestra Monitor.

3. Usate i cursori di canale per regolare i livelli sulle Tracce, come desiderate.

- 27 -

Aggiungere un Effetto
Ora aggiungiamo qualche effetto audio alla Traccia Guitar. per sentire quello che stiamo facendo, prima mettetela in Solo. 1. Localizzate la Traccia Guitar, quella con lindicazione Chan 4 in fondo, e cliccate sul suo pulsante di Solo (in cima alla striscia di canale). 2. Cliccate sul pulsante FX della stessa Traccia, posizionato proprio sopra il suo pulsante Solo. Appare la nestra EQ e Mandata FX per quel canale. Essenzialmente questa una nestra di mixer con impostazioni dettagliate per un solo canale.

Le impostazioni effetto nella nestra EQ/FX.

La sezione alla quale siamo ora interessati quella alla estrema sinistra, con i quattro potenziometri blu. Questi rappresentano i controlli per lammontare di effetto per questo canale audio. Come potete vedere dalle intestazioni, gli effetti disponibili sono quattro.

- 28 -

1. Cliccate sul pulsante On per tutti e quattro gli effetti. 2. Usate i potenziometri per aggiungere un ammontare variabile di ciascun effetto al suono di Chitarra. Per farlo, premete il pulsante del mouse con il puntatore sul potenziometro, tenete premuto il pulsante e draggate con movimento circolare attorno al potenziometro.

Draggate con movimento circolare attorno al potenziometro.

3. Quando avete nito, chiudete la nestra FX, cliccate di nuovo sul pulsante Solo per disattivare il Solo ed inne chiudete la nestra di Monitor.

- 29 -

Provare il Toolbox della Finestra di Arrange


Fino ad ora avete missato e impostato dei suoni. E ora di esplorare le possibilit di editing sulla musica. Questo avviene principalmente nella nestra di Arrange, usando un Toolbox graco che vi consente di manipolare le registrazioni. Come avrete probabilmente notato, le registrazioni sulle Tracce sono composte da Parti, piccoli rettangoli ciascuno rappresentante una registrazione musicale, che possono contenere audio o MIDI. Editare nella nestra di Arrange signica manipolare queste Parti.

Parti nella nestra di Arrange.

1. Posizionate il puntatore in un punto nellarea dove si trovano tutte le Parti (il Display delle Parti) e premete il pulsante destro del mouse. Appare il Toolbox.

Il Toolbox della nestra di Arrange.

2. Selezionate il Tool Gomma da Cancellare. 3. Cliccate su una delle Parti. Questa scompare - dato che la avete appena cancellata! 4. Selezionate Undo (Annulla) dal menu Edit. La Parte riappare. 5. Selezionate il puntatore dal Toolbox. 6. Posizionate il puntatore del mouse su una Parte, premete il pulsante del mouse e draggate. La Parte si sposta. Se volete, mandate in Play per sentire leffetto. 7. Selezionate una Parte. Quindi tenete premuto [Maiuscole] e cliccate su pi Parti, una dopo laltra. Verranno tutte selezionate e diventeranno scure per indicarlo.

- 30 -

8. Premete il pulsante del mouse con il puntatore su una delle Parti selezionate, e draggate. Verranno spostate tutte insieme, come un blocco unico. 9. Se volete, provate gli altri Tool. Le funzioni dei Tool pi comuni sono descritte nel capitolo Lavorare nella nestra di Arrange.

Provare i Contenuti delle Parti


LArrangement va bene per lediting a blocchi, come la ripetizione di un inciso, etc. Ci saranno per molte occasioni nelle quali vorrete eseguire modiche molto pi dettagliate sulle vostre registrazioni. Per queste si usano i vari Editor. 1. fate un doppio click su una Parte di una Traccia audio. Si apre lEditor Audio. Questo ha un Toolbox e diversi controlli, menu e impostazioni propri. Se volete, sperimentate le varie possibilit. 2. Chiudete lEditor Audio. 3. Fate un doppio click su una Parte MIDI. Si apre il Key edit. Questo uno dei vari Editor MIDI, ciascuno dei quali disegnato per un determinato tipo di lavoro. 4. Di nuovo, sperimentate con le varie funzioni, se volete. 5. Chiudete il Key editor.

Chiusura
Questo termina il nostro tour veloce con la Song dimostrativa. Ora sarete probabilmente ansiosi di registrare qualcosa di vostro. procedete al prossimo capitolo per avere una introduzione ai metodi e concetti base del programma, e quindi preparatevi per una esperienza musicale unica, usando Cubase VST per realizzare le vostre ispirazioni musicali. q Oltre alla Song Quick Start, sul CD ROM ci potrebbero essere altre Song Demo. Usatele per sperimentare altre funzioni ed avere unimpressione sulle possibilit di Cubase VST!

- 31 -

4 Metodi di Base 4

- 32 -

Perch dovreste leggere questo Capitolo


In questo capitolo non sono descritte delle funzioni di Cubase VST. Invece contiene informazioni sui metodi generali da utilizzare nelluso di Cubase VST, oltre alla terminologia utile. Questi metodi sono gli stessi in ogni parte del programma, sia che si facciano delle semplici registrazioni o che utilizziate Cubase VST al suo livello pi avanzato. Per rendere il vostro lavoro con Cubase VST il pi efciente possibile vi consigliamo di leggere tutto il capitolo.

Uso dei Tool


Quando si lavora con Cubase VST, vi serviranno diversi tool per le diverse situazioni. Potreste ad esempio voler inserire note o importare audio usando il tool Matita, o cancellare note usando un tool Gomma da Cancellare.

Alcuni esempi di tool

I Toolbox
I vari tool usati in determinate situazioni sono racchiusi nei Toolbox. Sono essenzialmente delle cornici contenenti unicona per ciascun tool. Molte delle nestre in Cubase VST hanno il proprio Toolbox.

Alcuni esempi di Toolbox

- 33 -

Selezione di un Tool da un Toolbox


1. Premete il pulsante destro del mouse. Assicuratevi che il puntatore non sia posizionato su un campo valore numerico, poich cos andreste invece a incrementare il valore (vedi pagina 36). 2. Appare il Toolbox.

3. Spostate il puntatore sul tool che volete selezionare e rilasciate il pulsante del mouse. Il Toolbox scompare e il puntatore prende la forma del tool selezionato.

I Menu Pop-Up
Allinterno di tutto il programma, selezionerete i valori da menu pop-up (menu locali). Questi differiscono leggermente dai normali menu della barra dei menu. I menu Pop-up possono trovarsi ovunque in una nestra e non si trovano su una barra di menu. Ma la selezione avviene in modo identico da tutti i menu, pop-up o normali.

Premete il pulsante del mouse col puntatore posizionato sul triangolino...

...per aprire un menu pop-up.

- 34 -

Posizioni, Lunghezze e Risoluzione


Cubase VST lavora con una risoluzione di 384 frazioni (o ticks) per nota da un quarto. Lavorerete spesso con i valori della posizione nella nestra di Arrange e negli editor MIDI. Le posizioni in Cubase VST vengono mostrate in due formati: Posizioni Metronomiche Le Posizioni Metronomiche si dividono in Battute, Quarti e Ticks. Questo il formato di posizione pi comunemente usato in Cubase VST.

Ad esempio, se posizionate il puntatore Posizione Song sul primo sedicesimo della terza battuta, la posizione verr indicata cos: 3.1.96 (terza battuta, primo quarto, 96esimo tick).

Posizioni nel Tempo Le Posizioni nel Tempo e le lunghezze vengono indicate in ore: minuti:secondi:fotogrammi. Quanti fotogrammi ci sono per ciascun secondo dipende dal frame rate, come impostato nel riquadro di Synchronization. Vedi il capitolo Sincronizzazione nella documentazione elettronica.
Linizio della Song, indicato come Posizione nel tempo.

Lunghezza delle Note MIDI La lunghezza della Nota MIDI viene sempre indicata in ticks. Nella tavola seguente trovate i valori di alcune note espressi in ticks:
Valore delle Nota Intero Mezzo Quarto puntato Quarto Ottavo puntato Ticks 1536 768 576 384 288 Valore delle Nota Ottavo Terzina di ottavo Sedicesimo puntato Sedicesimo Terzina di sedicesimo Ticks 192 128 144 96 64

- 35 -

Impostazione dei Valori


I Diversi tipi di valori
In Cubase VST vengono visualizzati tre tipi principali di valori: Valori Normali. Valori Segmentati, cio valori divisi in due o pi sub valori. Esempi sono le posizioni, il tempo, la divisione metrica, etc. Intonazioni di Nota.

Alcuni valori diversi.

Modica dei valori


Ci sono diversi modi per cambiare un valore in Cubase VST: Cliccate sul valore con il pulsante sinistro o destro del mouse. Il pulsante di sinistra decrementa il valore, quello di destra lo incrementa. Ogni click il valore cambia di un passo. Se tenete premuto [Maiuscole] mentre cliccate, il valore cambier ad intervalli pi grandi (spesso a intervalli di dieci). Scrollate il valore in su o gi premendo e tenendo premuto uno dei pulsanti del mouse sul valore. Il pulsante di sinistra decrementa il valore, quello di destra lo incrementa. Se tenete premuto [Maiuscole] mentre usate il mouse, il valore scroller per intervalli pi grandi (spesso a intervalli di dieci). Tenete premuto il tasto [Control], cliccate su un valore e draggate il mouse su o gi con il pulsante premuto. Lintero schermo ora agir come una scroll bar o cursore invisibile, che potete usare per cambiare il valore. Fate un doppio click sul valore, digitatene uno nuovo e premete [Return]. Modica di valori segmentati Se state usando il mouse per cambiare un valore segmentato come una posizione o un numero decimale, potete modicare individualmente i singoli segmenti. In un valore di posizione per esempio, potete cambiare i valori della battuta, del quarto e del tick indipendentemente, semplicemente posizionando il puntatore sulla cifra corretta.
Cliccando sul valore Quarto...

...cambier solo questo valore - 36 -

Se state editando un valore segmentato digitandolo, potete usare spazi, punti, virgole o qualsiasi carattere non numerico per separare i numerali. Comunque non necessario digitare tutti i numerali. Se digitate un solo numero, verr modicato il numerale pi grande del valore segmentato, e tutti i numerali pi piccoli verranno impostati ai loro valori pi bassi:

Un doppio click su questo valore (Posizione Song)...

...fa apparire un riquadro di valore.

Se digitate un solo valore e premete [Return]...

...le cifre inferiori assumono il loro valore minimo.

Editing di Intonazione di Note Se state editando una intonazione (numero di nota) digitandolo, ci sono due modi per inserirlo: come nome di nota (una lettera seguita da un numero e magari dal segno #) o come numero di nota MIDI (un numero da 0 a 127, dove 0 la nota pi bassa).
Potete inserire un numero di nota MIDI, ad esempio 37...

...ma Cubase VST visualizzer il nome della nota (qui C#1).

In alcune nestre esiste anche lopzione di editare lintonazione della nota via MIDI: 1. Fate un doppio click sul valore di intonazione. 2. Premete un tasto sulla tastiera MIDI collegata. Il valore prende lintonazione del tasto premuto. 3. Premete [Return].

- 37 -

Assegnazione di Nomi
Potete dare un nome alle Tracce, alle Parti e a molti altri oggetti in Cubase VST. Per editare un nome fate semplicemente un doppio click su di esso. Il testo viene evidenziato e potete digitare le modiche che desiderate apportare. Potete utilizzare i tasti freccia e il tasto [Ritorno Unitario], come in qualsiasi programma di editing del testo.
Facendo un doppio-click sul nome...

...lo si evidenzia e lo si rende pronto alledit.

Tecniche per le Finestre


Cubase VST un programma per Windows 95, il che signica che potete spostare, ridimensionare, scrollare e chiudere le nestre usando le procedure standard di Windows 95. Ci sono anche un paio di funzioni speciali:

Cambiare lIngrandimento
Nella nestra di Arrange e nella maggior parte degli editor, su ciascuna scroll bar appare un piccolo cursore. Il cursore sulla scroll bar sinistra/destra cambia lingrandimento orizzontale. Il cursore sulla scroll bar su/gi cambia lingrandimento verticale. Draggando il cursore verso destra/basso si aumenta lingrandimento. Draggando il cursore a sinistra/alto si diminuisce lingrandimento.
Il cursore di ingrandimento verticale

Il cursore di ingrandimento orizzontale

Potete anche cambiare lingrandimento dalla tastiera del computer, usando i seguenti tasti:
[G] [H] [Maiuscole]-[G] [Maiuscole]-[H] Diminuisce lingrandimento orizzontale. Aumenta lingrandimento orizzontale. Diminuisce lingrandimento verticale. Aumenta lingrandimento verticale.

- 38 -

I Divisori
Alcune delle nestre in Cubase VST sono divise in due o pi sezioni. I conni tra le sezioni vengono chiamati Divisori. Se posizionate il puntatore su un Divisore, il puntatore prende la forma di una mano. Potete poi cliccare sul Divisore e draggarlo nella direzione di una delle due sezioni. In tal modo, stringerete una sezione e allargherete laltra.

Draggare il Divisore nella Finestra di Arrange.

- 39 -

Uso della Tastiera del Computer


Quando lavorate con Cubase VST, la tastiera del computer ha diversi usi:

Controlli di Trasporto
Le funzioni di Trasporto (come Play, Stop, Record e cos via) possono essere tutte gestite dalla tastiera del computer. I comandi da tastiera per queste funzioni si trovano principalmente sul tastierino numerico, sulla destra della tastiera del computer. Vedi pagina 95 in questo manuale. q Il tastierino numerico pu essere utilizzato per controllare le funzioni di trasporto anche se la Barra dei Trasporti nascosta o c un riquadro aperto.

Scorciatoie da Tastiera
Molte delle voci nei menu di Cubase VST hanno un equivalente dalla tastiera del computer - una scorciatoia. Queste scorciatoie da tastiera usano generalmente i tasti della parte principale della tastiera del computer, la parte sinistra.

Come vengono indicati in questo Manuale i Comandi da Tastiera


La lista seguente mostra come i tasti speciali sulla tastiera del computer vengono mostrati in questo manuale.
In questo manuale: [Maiuscole] [Alt] [Control] [Tab] [Return] [Ritorno Unitario] Alternate Ctrl Su alcune tastiere:

Quando il testo indica ad esempio premere [Control]-[T] signica che dovreste premere il tasto Control sulla tastiera del computer e premere una volta il tasto T. q Alcuni comandi da tastiera richiedono la pressione di due tasti modicatori, ad esempio: premete [Control]+[Alt]-[T]. Il segno + tra i modicatori signica che dovete premere il tasto Control e il tasto Alt contemporaneamente, tenerli premuti e quindi premere una volta il tasto T.

- 40 -

Undo (Annulla)
Cubase VST dotato di una estesa funzione di Undo (Annullamento delle operazioni eseguite). Ci signica che se vi pentite dellultima vostra azione, potete eseguire lUndo e annullarla. Ci molto utile quando una operazione non offre il risultato che volevate. Ricordate che solo lultima azione pu essere annullata. Una azione si annulla selezionando Undo dal Menu Edit, o premendo [Control][Z] sulla tastiera del computer.

Spesso lo stesso menu Undo vi indica quanto verr annullato in un dato momento. In questo caso, Undo Delete signica che lultima cancellazione verr annullata.

Se desiderate Annullare lAnnullamento, ci possibile. Il testo del menu si modica in Redo (Riesegui) dopo un Undo (per esempio Redo Delete). Se il menu appare in grigio, non vi nulla da annullare.

- 41 -

5 Preparazione del Sistema 5

- 42 -

Preparazione dellAudio
q Questo capitolo (ed in effetti lintero manuale di Guida allUso) assume che stiate utilizzando una scheda audio e standard, con ingressi e uscite stereo analogici. Se avete una scheda audio con pi ingressi e uscite, troverete informazioni su come attivare i diversi Ingressi e su come assegnare laudio alle diverse Uscite nella documentazione elettronica. Per farvi unidea sulle procedure audio di base in Cubase VST, vi consigliamo di impostare e collegare il vostro hardware audio in modo che rappresenti una scheda standard due in/due out, e di provare le varie possibilit descritte in questo manuale. Quindi procedete nellapprendere le funzioni di Bus di Uscita come descritte nel capitolo Il Sistema Bus Ingresso/Uscita nella documentazione elettronica.

Collegare il sistema - Ingressi e Livelli


Esempio 1 Il sistema MIDI e Audio pi semplice possibile Il sistema audio/MIDI pi semplice che potete avere una scheda audio che contiene anche un synth MIDI.
Audio Card with MIDI synth

In questo sistema, il microfono, collegato direttamente allingresso audio della scheda, viene usato per registrare laudio. Luscita stereo della scheda offre sia luscita delle Tracce audio (il materiale registrato con il microfono) che luscita del synth MIDI sulla scheda. Esempio 2 Un sistema Base comprendente un Mixer Esterno Le schede audio standard Windows spesso non offrono una qualit audio ottimale per registrare il segnale di un microfono. Per migliorare la qualit sonora, spesso preferibile collegare il microfono (od altro apparecchio che intendete registrare sulle Tracce audio) ad un mixer esterno, e quindi collegare luscita audio del mixer alla scheda audio. Inoltre, sintetizzatori MIDI pi avanzati sono spesso in unit esterne. Questo signica che avrete almeno due fonti audio da ascoltare sulle vostre casse o cufe luscita della scheda audio e luscita del sintetizzatore. Di nuovo, la soluzione collegarli tutti ad un mixer.

- 43 -

La gura seguente mostra un setup che include entrambe queste funzionalit.


Audio Card

Send/Bus Out MainOut

Nellesempio di cui sopra, una uscita particolare sul mixer chiamata mandata monitor (monitor send) o un bus separato viene collegata allingresso della scheda audio. Questo assicura che potete controllare separatamente quello che viene registrato su una Traccia audio. Luscita principale (main) del mixer collegata alle casse, ed attraverso questo collegamento che potete ascoltare luscita della scheda audio e del sintetizzatore, miscelati nel mix nale. Naturalmente ci sono variazioni innite di questo concetto, a seconda del tipo di mixer, delle fonti da registrare e delle speciche della scheda audio. Contattate il vostro rivenditore di strumenti musicali per ottenere aiuto per la congurazione di un sistema ideale per le vostre esigenze speciche. Registrare da un Lettore CD Molti computer PC sono dotati di un drive CD-ROM che pu essere usato anche come normale lettore CD. Normalmente il lettore CD viene collegato attraverso uno speciale connettore alla scheda audio, in modo da poter registrare luscita del lettore CD direttamente in Cubase VST. Lapplicazione Setup della Scheda Sonora Normalmente una scheda sonora ha pi ingressi: un ingresso microfono, un ingresso linea stereo, possibilmente ingressi digitali e magari un collegamento dal drive CD-ROM del vostro computer (vedi sopra). Assieme alla scheda sonora avreste dovuto ricevere una o pi applicazioni che vi consentono di congurare gli ingressi della scheda a vostro piacere. Questo dovrebbe comprendere: Selezione di quali ingressi/uscite sono attivi. Attivare/disattivare il monitoring attraverso la scheda (vedi pagina 45). Impostazione dei livelli per ciascun ingresso. Questo molto importante! Impostazione dei livelli per le Uscite, in modo che si adattino allimpianto usato per lascolto.

- 44 -

I Livelli di Registrazione e gli Ingressi Quando collegate le varie apparecchiature, ricordate che i diversi tipi di strumenti offrono diversi tipi di segnali audio. I microfoni e le chitarre elettriche escono con un segnale a basso livello. Il termine usato per descriverlo livello microfonico. Questi tipi di fonti dovrebbero essere collegate allingresso microfonico. Mixer, synth, registratori e molti altri apparecchi escono con un segnale pi forte, chiamato segnale livello linea. Questi dovrebbero essere sempre collegati ad un ingresso linea (line input). E molto importante assicurarsi di usare il giusto tipo di ingresso sulla scheda audio, altrimenti le registrazioni saranno o distorte o inutilmente rumorose. q Cubase VST non offre nessuna regolazione di livello in ingresso, dato che questo avviene in modo diverso per ciascuna scheda. La regolazione dei livelli in ingresso avviene con particolari applicazioni fornite con la scheda o possibilmente da un pannello di controllo ASIO, a cui si accede dal riquadro Audio System di Cubase VST.

Il Monitoring
In Cubase VST, Monitoring signica ascoltare il segnale che si sta per registrare mentre ci si prepara alla registrazione o mentre si registra. Ci sono fondamentalmente tre modi per avere un monitor: Attraverso un Mixer Se avete lattrezzatura collegata ad un mixer e quindi alla scheda audio, potete naturalmente scegliere di ascoltare gli strumenti collegati dal mixer. Se scegliere o meno questa opzione dipende da quanto sosticato il vostro mixer. Direttamente attraverso la scheda audio. In questo caso, lingresso audio della scheda viene collegato direttamente alla sua uscita. Viene impostato con lapplicazione di mixer fornita con la scheda. Attraverso Cubase VST In questo caso, laudio passa dallingresso in Cubase VST e di nuovo alluscita. Quindi potete controllare il monitoring con le impostazioni in Cubase VST. Cosa dovrei scegliere - il monitoring della Scheda o di Cubase? Il Monitoring attraverso Cubase VST ha il vantaggio che qualsiasi effetto o altra impostazione effettuata nel programma apparir anche nel segnale monitorato, non solo sulle registrazioni che avete gi fatto e state eseguendo. Questo non avverr se per il monitoring usate la scheda.

- 45 -

Il Monitoring attraverso Cubase VST ha un solo svantaggio: ci sar un inevitabile ritardo nel segnale del Monitor (il suono monitorato arriver un po in ritardo). Questo dovuto al modo in cui laudio viene gestito nei computer PC/schede audio. Normalmente il monitoring attraverso la scheda audio non presenta questo problema. Preparazione Se volete usare il monitoring di Cubase VST, assicuratevi che nella applicazione di mixer della scheda sia disattivata qualsiasi funzione di monitoring (through). Se invece volete usare il monitoring della scheda, assicuratevi che questa funzione sia attivata nella applicazione mixer della scheda. Inoltre selezionate lopzione Global Disable monitor nel riquadro System di Cubase VST (che si trova nel menu Audio).

Impostazioni di System e ASIO


1. Selezionate System... dal menu Audio.

Il riquadro System.

2. Assicuratevi che ASIO Multimedia Driver sia selezionato nel menu ASIO Device. Di nuovo, qui assumiamo che stiate usando una normale scheda audio Windows. Se avete una scheda per la quale esiste uno speciale driver ASIO, dovreste selezionare questo driver. Vedi la documentazione elettronica per i dettagli.

- 46 -

3. Se necessario, modicate Number of Channels (Numero di Canali) nella sezione Audio Performance. Il numero di canali che potrete usare dipende dalle prestazioni del vostro computer, dalla velocit dellhard disk ed altri fattori. 4. Cliccate su Apply (Applica). 5. Cliccate sul pulsante ASIO Control Panel. Appare il pannello di ASIO Multimedia Setup. E usato per le impostazioni della scheda audio.

Il pannello di ASIO Multimedia Setup.

6. Vericate che la scheda audio che volete utilizzare sia attivata nella lista, sia per linput che per loutput. Questo avviene attraverso i checkbox alla sinistra del nome della scheda. Se nel computer avete pi di una scheda audio, a questo punto solo una dovrebbe essere attiva. vedi la documentazione elettronica per informazioni su opzioni pi avanzate. 7. Se la vostra scheda ha la possibilit di registrare ed eseguire contemporaneamente (full duplex), assicuratevi che questa opzione sia attiva nel menu Opzioni della Scheda. Se non siete sicuri sulle speciche possibilit della scheda, vericate la sua documentazione. 8. Chiudete il riquadro cliccando su OK e quindi chiudete il riquadro System. Una volta effettuate le impostazioni, queste vengono salvate automaticamente con il programma.

- 47 -

Preparazione del MIDI


Questa sezione descrive come collegare e preparare la strumentazione MIDI. Se non avete alcuna strumentazione MIDI potete saltare questa sezione e andare direttamente a pagina 53.

Collegamento della Strumentazione MIDI


Le seguenti descrizioni mostrano quattro esempi di impostazione per un piccolo sistema MIDI. Si potrebbe dovere o volere collegare gli elementi in modo diverso! Esempio 1A Uso della stessa Tastiera per la registrazione e lesecuzione, con unInterfaccia MIDI separata 1. Collegate il MIDI Out dello strumento al MIDI In dellInterfaccia MIDI. Se ce ne sono diversi, non importa quale MIDI In viene usato. Cubase VST pu registrare da tutti gli ingressi di uninterfaccia multiporta. 2. Collegate il MIDI Out dellinterfaccia al MIDI In dello strumento.

MIDI In MIDI Out

Linterfaccia MIDI potrebbe avere pi di un MIDI Out. Ciascuna porta MIDI pu indirizzare no a 16 diversi strumenti (o le 16 voci diverse in un modulo multitimbrico). Sulle interfacce MIDI pi piccole, gli Out trasmettono tutti le stesse informazioni, quindi non importa quale viene utilizzato. Su interfacce pi grosse, multiporta, i MIDI Out sono tutti separati, cio trasmettono diversi gruppi da 16 canali MIDI. Questo consente a Cubase VST di trasmettere dati MIDI selettivamente su canali MIDI diversi su ciascuno degli out disponibili. Se avete uninterfaccia multiporta, dovreste collegare il primo out al vostro strumento, e usare gli out successivi se volete collegare pi strumenti.

- 48 -

Esempio 1B Uso di una Tastiera con Interfaccia MIDI integrata Se lo strumento ha uninterfaccia MIDI integrata, non serviranno i cavi MIDI, ma solo un cavo seriale (vedi la documentazione dello strumento per le speciche sul cavo). 1. Effettuate i collegamenti a computer e strumento spenti. 2. Collegate il cavo tra la porta seriale del computer e il connettore computer dello strumento. Molti strumenti hanno un selettore che deve essere impostato perch il collegamento al computer sia attivo (vedi la documentazione dello strumento).

Computer Connection

Il collegamento qui sopra consente di inviare al computer i segnali della tastiera, durante la registrazione. Consente inoltre di trasmettere segnali MIDI dal computer allo strumento durante lesecuzione.
Esempio

2 Uso di una Tastiera e un Modulo Sonoro separati

Se si possiede una tastiera MIDI separata, che non produce suono, e un modulo sonoro senza tastiera, si devono collegare come nella gura sottostante. Usando la funzione di MIDI Thru di Cubase VST (descritta oltre) si potr comunque ascoltare il suono del modulo sonoro mentre si suona la tastiera e quando si registra.

MIDI In MIDI Out

- 49 -

Esempio 3 Aggiunta di pi strumenti usando i connettori di MIDI Thru degli strumenti.

MIDI In MIDI Out MIDI Thru

Si possono usare pi strumenti per lesecuzione. Collegate il MIDI Thru del primo strumento al MIDI In di quello successivo, e cos via. In questo collegamento, quando si registra si user sempre la prima tastiera. Ma, grazie al collegamento Thru, si possono sempre usare tutti gli strumenti come fonte di suoni per lesecuzione. q Se intendete usare pi di tre fonti sonore, vi consigliamo di usare uninterfaccia con pi di un out, o una scatola separata di MIDI Thru box invece delle prese Thru su ciascuna unit. Esempio 4 Uso di una Tastiera separata e una Scheda MIDI Se nel computer avete una scheda con un synth MIDI integrato, non dovrete fare alcun collegamento MIDI per far suonare Cubase VST dalla scheda. Comunque, per poter registrare i dati MIDI dovete avere almeno una tastiera MIDI separata, che non produca suoni, ma trasmetta solo segnali MIDI. Questa dovr quindi essere collegata al MIDI In del computer.
MIDI Synth inside computer

MIDI In MIDI Out

- 50 -

Impostazioni degli Strumenti


Se avete uno strumento compatibile General MIDI, Roland GS o Yamaha XG, assicuratevi che sia nel suo modo GM/GS/XG. Se avete altri tipi di strumento, impostate ciascun suono (Timbro, Parte, Programma, Patch) per ricevere su un diverso Canale MIDI

Impostazione di MIDI Thru e di Local On/Off


Nel riquadro di MIDI Setup nel menu Options, troverete una impostazione chiamata MIDI Thru, che pu essere attivata o no. Questa in relazione ad una impostazione sul vostro synth, chiamata Local On/Off o Local Control On/Off. Se state usando uno strumento con tastiera MIDI, come descritto nellEsempio 1 in questo capitolo, il MIDI Thru dovrebbe essere attivo e quello strumento dovrebbe essere impostato in Local Off (talvolta chiamato Local Control Off vedi il manuale operativo dello strumento per i dettagli). Questo consentir al segnale MIDI della tastiera di essere registrato in Cubase VST e allo stesso tempo essere riassegnato allo strumento, in modo da poter sentire quello che state suonando, senza che la tastiera triggeri i propri suoni.
Quando il MIDI Thru attivo in Cubase VST, i dati MIDI ricevuti vengono subito ritrasmessi.

I dati MIDI che arrivano allo strumento sono eseguiti dal Synth al suo interno.

Synth Quando premete un tasto, viene trasmesso via MIDI a Cubase VST.

MIDI In MIDI Out

Quando il Local Control On nello strumento, i tasti premuti verranno eseguiti dal Synth allinterno dello Strumento. Quando il Local Control disattivato, questo collegamento viene interrotto.

Se usate una tastiera MIDI separata, che non produce suono, come nellEsempio 2, il MIDI Thru in Cubase VST dovrebbe essere attivato, ma non avete bisogno di vericare limpostazione di Local On/Off degli strumenti. Lunica situazione dove il MIDI Thru dovrebbe essere disattivato quando usate Cubase VST con un solo strumento a tastiera e quello strumento non pu essere impostato in modo Local Off.

- 51 -

Verica delle Impostazioni MIDI


1. Suonate la tastiera MIDI. 2. Vericate lindicatore In nella Barra dei Trasporti in modo da essere sicuri che Cubase VST riceve i dati MIDI. 3. Se avete attivato il Thru, lindicatore Out dovrebbe indicare la trasmissione di dati.
Quando questo si accende, Cubase VST sta trasmettendo dati MIDI.

Quando questo si accende, Cubase VST sta ricevendo dati MIDI.

4. Assicuratevi di ascoltare lo strumento che state suonando. Altrimenti vericate i collegamenti MIDI e limpostazione di MIDI Thru di Cubase VST. Vericate anche i collegamenti audio e lamplicazione. 5. Se sentite il suono dello stesso strumento che state suonando, assicuratevi che il suono dello strumento non sia doppiato o strano. Altrimenti probabilmente non avete impostato lo strumento in Local Off. Ci signica che qualsiasi tasto premete viene suonato due volte, una direttamente sullo strumento e una via MIDI.

Salvare le impostazioni
Le impostazioni di Audio Hardware Setup vengono salvate automaticamente da Cubase VST. Qualsiasi altra impostazione avete effettuato dovrete salvarla, per non doverla rieseguire ogni volta che lanciate Cubase VST: 1. Aprite il menu File e selezionate Save as... (Salva Come...). 2. Cliccate sul selettore di le tipo Song. 3. Assicuratevi di salvare nella stessa cartella del programma Cubase VST. 4. Digitate il nome DEF.ALL (accertatevi di digitare il nome esattamente cos, naturalmente senza virgolette!). 5. Cliccate su Save (Salva). Ora la prossima volta che lancerete il programma, le impostazioni della Song di base che avete salvato verranno caricate automaticamente (vedi pagina 228).

- 52 -

Preparazioni eseguite! Che fare ora?


Ci sono due cose che vi suggeriamo di fare: Leggere il resto del manuale e provare le diverse possibilit. Leggere le sezioni dei documenti elettronici che vi interessano, per ottenere informazioni pi dettagliate su ciascuna sezione del programma.

- 53 -

6 Registrazione Audio 6

- 54 -

Preparazioni
Selezione di una Fonte Sonora
Prima di cominciare a registrare laudio, si deve decidere il tipo di fonte sonora che si vuole registrare. Ad esempio potreste aver collegato un microfono, cos come qualche tipo di strumento con livello linea o mixer, e luscita di un drive CD interno. A seconda della scheda audio utilizzata, potreste effettuare questa selezione allinterno di Cubase VST, cliccando sul pulsante ASIO Control Panel nel riquadro di Audio System (vedi pagina 44). Per molte schede audio, comunque, la selezione della fonte in ingresso ed altre impostazioni si effettuano in un piccolo programma separato fornito con la scheda audio. Vedi la documentazione per la scheda audio. q Una scheda audio standard stereo spesso vi consente di mixare diverse fonti in ingresso. Comunque, se intendete registrare una singola fonte sonora, vi consigliamo di abbassare o disattivare le altre fonti, per evitare del rumore inutile.

Attivazione degli Ingressi (Input) in Cubase VST


Cubase VST vi consente di utilizzare schede audio con pi Ingressi e assegnare i diversi Ingressi a diversi canali audio. Questo manuale di Guida allUso, comunque, assume che stiate utilizzando una scheda audio base con 2 in/2 out (o, se avete una scheda audio superiore, che stiate usando solo i primi due Ingressi). Dovete comunque assicurarvi che questi Ingressi siano attivi prima di provare a registrare: 1. Aprite il menu Audio e selezionate Inputs. Appare la nestra di Input:

La colonna di sinistra contiene tutte le porte siche di Input disponibili. I campi nella colonna di destra mostrano il nome che verr usato nel programma per ciascun Ingresso. Gli indicatori nella colonna di mezzo mostrano quale Ingresso attivo.

2. Accertatevi che lindicatore nella colonna di mezzo sia acceso. Altrimenti cliccate su di esso in modo che si accenda. Questo indica che gli Ingressi sono attivi. 3. Premete [Return] sulla tastiera del computer per chiudere la nestra di Inputs. q Altro sugli Ingressi nel capitolo Il Sistema di Bus di ingresso/uscita nella documentazione elettronica.
- 55 -

Scelta del Sample Rate (Frequenza di Campionamento)


Prima di registrare bisogna impostare il sample rate per la Song: 1. Aprite il riquadro System (dal menu Audio).

2. Usate il pop up Sample Rate per selezionare la frequenza. Questa impostazione determina la qualit audio delle registrazioni. Pi alto il valore, migliore la qualit, ma quando alzate il valore ogni registrazione utilizzer pi spazio su disco e risorse del computer. Per registrazioni dove la qualit audio importante, 44100 il sample rate pi comune. Per scopi multimediali, o in situazioni dove volete mantenere i le audio ragionevolmente piccoli, 22050 Hz potrebbe essere la scelta migliore. Ricordate che alcune schede audio potrebbero offrire una selezione di sample rate limitata (vedi la documentazione della scheda per i dettagli). q Questa impostazione viene effettuata una volta per tutte per lintera Song. Non potete effettuare alcune registrazioni ad un sample rate ed altre ad un sample rate diverso. 3. Chiudete il riquadro cliccando su OK. Una volta effettuate le impostazioni, queste vengono salvate automaticamente con il programma.

- 56 -

Impostazione di tempo e divisione metrica per la Song


Prima di cominciare bisogna scegliere un tempo e divisione metrica. Si regolano entrambi nella Barra dei Trasporti:
Per adesso vi consigliamo di lasciare il Ciclo disattivo. Il tempo determina la velocit della musica. Il numero espresso in quarti al minuto.

Per adesso accertatevi che Master non sia attivo nella Barra dei Trasporti. La divisione metrica determina landamento del ritmo. 4/4, ad esempio spesso usato nel rock e pop. 3/4 usato per il valzer.

Suggerimento per il Tempo Un buon modo per impostare il tempo di attivare lesecuzione e regolare il tempo nella Barra dei Trasporti mentre si ascolta il metronomo (Click) generato ad ogni quarto. Per poter ascoltare il metronomo bisogna assicurarsi che il pulsante Click nella barra dei Trasporti sia attivo:
Click attivato nella Barra dei Trasporti.

q Se attivate il Play con Click attivato e non riuscite comunque a sentire il metronomo, dovete regolare le impostazioni nel riquadro Metronome dal menu Options (usate lHelp Online per maggiori informazioni su parametri ed opzioni del riquadro).

Selezione e preparazione di una Traccia


Prima di selezionare una Traccia sulla quale registrare, necessario capire alcune cose sui canali audio e su come Cubase VST gestisce le registrazioni mono e stereo: Tutto laudio viene eseguito attraverso dei canali audio. Il numero massimo di canali audio determinato dalle impostazioni nel riquadro di Audio System e dalle prestazioni del computer/hard disk. Ciascun canale audio pu eseguire una registrazione mono per volta. Le registrazioni Stereo vengono eseguite su due canali audio, uno per ciascun lato stereo. Una coppia di canali stereo consiste sempre in un canale dispari e nel successivo canale pari (es. canale 1+2, 3+4, etc.).
- 57 -

I canali che sono utilizzati in coppie stereo non possono essere utilizzati per registrazioni mono. Per maggiori informazioni sui canali audio, vedi il capitolo Come Cubase VST gestisce Audio e MIDI nella documentazione elettronica. Preparate una Traccia per la registrazione nel seguente modo: 1. Selezionate una Traccia Audio cliccando sul suo nome nella lista.
Una Traccia Audio

Se non avete una Traccia Audio vuota nellArrangiamento, dovete crearne una, ad esempio usando la voce Create Track del menu Structure. Per essere sicuri che la Traccia sia una Traccia Audio, posizionate il mouse nella colonna C della Traccia, cliccate il mouse per aprire il menu pop-up e selezionate Audio Track.

- 58 -

2. Impostate il canale (Chn) della Traccia sul canale audio sul quale intendete registrare. Se questa la prima Traccia Audio sulla quale registrate, selezionate 1. In generale, dovreste evitare di utilizzare un canale gi usato da unaltra Traccia, dato che ciascun canale pu eseguire solo una registrazione alla volta.

Limpostazione di canale any viene spiegata nella documentazione elettronica. per adesso selezionate un numero di canale normale. q Se intendete effettuare una registrazione stereo dove selezionare un numero di canale dispari.

- 59 -

3. Aprite lInspector. Avviene cliccando sullicona dellInspector sotto la lista delle Tracce.

Cliccate su questa icona...

...per aprire lInspector.

- 60 -

4. Decidete se volete effettuare una registrazione mono o stereo usando il selettore Mono/Stereo nellInspector. Lindicazione sul selettore (Mono/Stereo) indica il modo attualmente selezionato per la Traccia. Ma il selettore indica anche se possibile cambiare modo:

La Traccia su Mono. Potete passare a Stereo cliccando sul pulsante.

La Traccia su Stereo. Potete passare a Mono cliccando sul pulsante.

La Traccia su Mono e non pu essere passata a Stereo. Questo perch la Traccia su un canale pari, o perch il canale successivo gi in uso per una registrazione mono.

La Traccia su Stereo e non pu essere passata a Mono. Questo perch c gi una registrazione stereo sulla Traccia.

Se selezionate Stereo per la Traccia, user il canale audio impostato nel precedente passo 2 per il lato sinistro della registrazione stereo, ed il canale successivo per il lato destro. Questi due canali sono quindi riservati per luso stereo, in modo che nessuna Traccia mono possa essere impostata su uno di questi canali. Per maggiori informazioni su questo aspetto, vedi il capitolo Come Cubase gestisce Audio e MIDI nella documentazione On-line. 5. Fate un doppio click sul nome della Traccia, digitate un nuovo nome per la Traccia e premete [Return]. Ora dovete accertarvi che siano selezionati i giusti ingressi per i canali audio prescelti:

- 61 -

6. Aprite il menu Audio e selezionate Monitor. Si apre la nestra di mixer Monitor.

7. Localizzate la striscia di mixer per i canali audio selezionati per la registrazione. C una striscia di mixer per ciascun canale audio (il valore impostato nella colonna Chn della Traccia a pagina 59). In cima alla striscia trovate un pulsante con il nome dellInput selezionato per il canale. 8. Tenete premuto [Control] e cliccate sul pulsante Input per aprire un menu pop-up con gli Ingressi disponibili. In questo esempio, assumiamo che stiate usando una normale scheda audio con un ingresso stereo, ma potreste anche avere un hardware audio pi sosticato con pi ingressi.

9. Selezionate lIngresso al quale collegato la fonte audio. Se prima avete selezionato Stereo, dovete selezionare Ingressi diversi per i due canali audio.
- 62 -

10.Tornate alla nestra di Arrange e cliccate sul pulsante di Record Enable nellInspector, per rendere pronta alla registrazione la Traccia ed il canale audio selezionato per essa. Se questa la prima volta che abilitate una registrazione audio nella Song, vi verr richiesto di selezionare una cartella per la memorizzazione dei le audio da registrare.

Selezione di una cartella per i File Audio


Quando abilitate la registrazione per prima volta in una nuova Song, appare un riquadro di dialogo le, che vi chiede di indicare una cartella (folder) per i le audio. La cartella selezionata verr usata per memorizzare tutti i le audio registrati per la Song. Se ne avete la possibilit, vi consigliamo di memorizzare i le audio su un hard disk separato. Se volete cambiare la cartella durante la sessione, lo potete fare in qualsiasi momento selezionando Audio Files Folder dal menu File. Questa apre lo stesso riquadro di selezione le, che vi consente di selezionare una nuova cartella, che verr utilizzata da quel momento in avanti.

Monitoring
Come descritto a pagina 45, potete monitorare attraverso Cubase VST o direttamente attraverso la scheda audio. Se monitorate attraverso Cubase VST, e attivate Record Enable per una Traccia, il monitoring viene normalmente attivato automaticamente per quel canale audio. Questo signica che sentirete la fonte audio collegata allingresso del canale, sia in modo Stop che durante la registrazione. Potete anche attivare o disattivare manualmente il monitoring di Cubase, cliccando sul pulsante Input nella nestra di Monitor o nellInspector.

q Se non riuscite a far funzione il monitoring in Cubase VST, aprite il menu Audio, selezionate System, e vericate che lopzione Global Disable monitor sia selezionata (se questa funzione abilitata, Cubase VST non offrir il monitoring). Selezionate Tape Type, uscite dal riquadro System e provate ad attivare di nuovo il monitor nellInspector. Le altre opzioni di monitoring sono descritte nellHelp Online.

- 63 -

Verica dei Livelli di Ingresso


La registrazione Digitale (come in Cubase VST) differente dalla registrazione analogica per quanto riguarda i livelli di registrazione. Mentre con la registrazione analogica spesso perfettamente accettabile lasciare che lindicatore nisca sul rosso (registrare a livelli pi alti di quanto il sistema possa accuratamente riprodurre), questo non vero quando si registra digitalmente. Il termine che usiamo headroom. Lheadroom la differenza in livello tra il segnale registrato e il livello massimo che il sistema pu gestire. Quando il segnale aumenta, lheadroom diminuisce verso gli 0 dB (decibels). Quando il segnale pi forte di quanto il sistema possa gestire - quando passate lheadroom disponibile - in un sistema di registrazione digitale, avverranno dei forti clipping, che risulteranno in distorsione molto avvertibile e sgradevole. Per evitarlo, dovete usare la funzione Indicatore Ingresso (Input meter) nella nestra di Monitor per vericare accuratamente i livelli di registrazione, e quindi regolare i livelli in ingresso in uno dei modi descritti nel seguente passo 4. 1. Aprite il menu Audio e selezionate Monitor. Si apre la nestra di Mixer Monitor. 2. Cliccate sul pulsante In sopra lindicatore di livello del canale in registrazione per attivare la funzione di indicatore Ingresso.

In questo modo, lindicatore mostra il livello del segnale nellingresso selezionato per il canale audio. Se state effettuando una registrazione stereo, attivate i pulsanti In per entrambi i canali della coppia stereo.

- 64 -

3. Cantate o suonate lo strumento collegato e vericate lindicatore ed il display numerico di livello sopra al cursore. Il livello dovrebbe essere il pi alto possibile, senza mai clippare (passando lo 0dB).

Il Clipping viene indicato dalla lucetta rossa di clip sopra il pulsante In. Per resettare lindicatore di clip, cliccate su di esso.

4. Se necessario, regolate il livello di registrazione in uno dei seguenti modi: Regolate il livello di uscita della fonte sonora o sul mixer esterno. Usate lapplicazione propria della scheda audio per impostare i livelli in ingresso, se ha questa possibilit (vedi la documentazione della scheda audio). Cliccate sul pulsante ASIO Control Panel nel riquadro Audio System in Cubase VST e regolate il livello di ingresso nel pannello di controllo che appare. Questo richiede che la vostra scheda audio supporti la funzione ASIO Control Panel, e che nel pannello di controllo siano presenti le impostazioni di livello di ingresso per la scheda. 5. Una volta nito, cliccate di nuovo sul pulsante In. Quando il pulsante disattivato, lindicatore mostra il livello di uscita di ciascun canale audio. 6. Mentre siete nella nestra di Mixer Monitor, potreste voler regolare il livello di uscita del canale monitorato. Usate il cursore di volume per il canale per impostare un livello di ascolto confortevole.

- 65 -

Effettuare la prima registrazione


Impostazione del punto di inizio e ne registrazione
Ci sono diversi modi per cominciare e terminare le registrazioni. In questo esempio, la registrazione partir alla posizione del Locatore di Sinistra e terminer al Locatore di Destra (per maggiori informazioni su questo, vedi pagina 78). Per posizionare i Locatori, basta cliccare sul righello - il pulsante di sinistra del mouse imposta il Locatore Sinistro dove avete cliccato, il pulsante destro imposta il Locatore Destro.

Registrazione
1. Assicuratevi che i pulsanti nella Barra dei Trasporti siano impostati cos:

2. Cliccate sul pulsante Record. 3. Dopo il preconteggio di due battute cominciate lesecuzione. La registrazione verr disattivata automaticamente quando viene raggiunto il Locatore Destro, se non si preme lo Stop prima. 4. Una volta fatto, premete Stop. Il programma ora calcoler limmagine del le in modo da poter rappresentare la forma donda sullo schermo. A seconda della lunghezza della registrazione, questo pu richiedere qualche secondo, durante i quali un riquadro mostra lo stato davanzamento dei calcoli.

- 66 -

Il programma ha creato un le audio nella cartella selezionata a pagina 63. Il le apparir nel Pool (una nestra contenente la lista di tutto laudio usato nella Song, vedi pagina 141). Nella nestra di Arrange viene creata una Parte tra il punto iniziale e nale della registrazione. La Parte contiene un segmento audio, che a sua volta esegue lintero le audio appena registrato.

Un segmento una porzione di un le audio. Altro su le audio e segmenti nel capitolo Come Cubase gestisce Audio e MIDI nella documentazione elettronica.

Ascolto della Registrazione


1. Per ascoltare quello che avete appena fatto, usate i Controlli di Trasporto per spostarvi allinizio della registrazione e cliccate su Play. 2. Cliccate su Stop una volta nito.

Se quello che avete registrato non vi piace


Ci sono due modi per disfarsi di una registrazione della quale non si soddisfatti: Usando Undo Se dopo aver registrato selezionate Undo dal menu Edit, la Parte che avete appena creato scomparir e potrete registrare di nuovo. Comunque il le audio rester sullhard disk ed esister un segmento per esso nel Pool (vedi pagina 142 per i dettagli). Potrete sempre cancellare in seguito segmenti e le non utilizzati, per cui non dovete preoccuparvi. Cancellando la Parte Laltra opzione di cancellare manualmente la Parte, e quindi di registrare di nuovo sulla Traccia. Se cancellate la Parte come fareste con una Parte MIDI, questa scompare, ma il segmento ed il le audio non vengono cancellati (come con luso di Undo, vedi sopra).

- 67 -

Se selezionate la Parte, tenete premuto [Control] e premete [Ritorno Unitario], appare un riquadro che vi chiede se volete cancellare anche il le audio. Per farlo, cliccate su OK. Questo il metodo da scegliere se siete sicuri di voler cancellare denitivamente la registrazione.

Registrazione di altro sulla stessa Traccia


Per registrare altro sulla stessa Traccia, procedete in questo modo: 1. Spostate il Locatore Sinistro sulla successiva posizione alla quale volete cominciare la registrazione. Questa potrebbe essere unarea libera sulla Traccia o una posizione nella quale gi stato registrato qualcosa, come descritto oltre. 2. Accertatevi che il Locatore Destro si trovi a destra del Locatore Sinistro. Altrimenti spostatelo. Spostate il Locatore Destro cliccando sul righello con il pulsante destro del mouse o cambiando il valore nel riquadro Right Locator nella Barra dei Trasporti. q La registrazione non pu essere attivata se i Locatori sono posizionati in ordine inverso. 3. Attivate la registrazione per la Traccia come avete fatto la prima volta. Viene automaticamente creato un nuovo le. Sovrapposizione di Parti Quando si registra di nuovo, in un punto dove gi stato registrato qualcosa sulla Traccia, si ottiene una nuova Parte che si sovrappone a quella precedente. Comunque, quando si riesegue, verranno eseguite solo le Parti visibili. In generale: un canale audio pu eseguire un solo le audio alla volta.

Registrazione della Traccia Successiva - Sovraincisione


La registrazione della Traccia successiva viene effettuata esattamente come con la prima. Segue un riassunto dei vari passi: 1. Selezionate unaltra Traccia Audio e assicuratevi che sia impostata su un altro canale audio. 2. Impostate i Locatori e attivate la registrazione. Ora, le Tracce registrate in precedenza verranno suonate e si potr registrare la nuova Traccia in sovraincisione.

- 68 -

7 Le Basi della Registrazione MIDI 7

- 69 -

In questo capitolo
In questo capitolo apprenderete i fondamenti della registrazione MIDI. Questo capitolo assume quanto segue: Che abbiate collegato una tastiera MIDI (od altro controller) e una qualche fonte sonora MIDI. Come descritto negli esempi nel capitolo Preparazione del Sistema, questa potrebbe essere una tastiera MIDI con fonte sonora interna, o qualsiasi combinazione di controller MIDI e modulo sonoro, esterno o integrato nella scheda audio del computer. Che la fonte sonora MIDI che usate sia compatibile General MIDI e impostata nel suo modo General MIDI. Che abbiate familiarit con la Registrazione Audio come descritta nel capitolo precedente. q Se il vostro strumento non compatibile General MIDI, non potrete selezionare i suoni dai pop-up Program in Cubase VST (vedi pagina 74). Comunque le procedure per la registrazione saranno le stesse.

Tempo, Divisione Metrica e Click


Se questa la vostra prima registrazione in un nuovo Arrangement, impostate la divisione metrica, il tempo e il Click come descritto a pagina 57 in questo manuale.

Selezionare e attribuire un nome a una Traccia


Le Tracce con un simbolo di nota nella colonna C servono alla registrazione MIDI. Un Arrangement pu contenere un numero illimitato di Tracce MIDI. 1. Selezionate una Traccia cliccando sul suo nome nella lista. Se non avete una Traccia MIDI vuota nellArrangement, dovete crearne una, ad esempio usando la voce Create Track dal menu Structure. Per essere sicuri che la Traccia sia una Traccia MIDI, posizionate il mouse nella colonna C della Traccia, aprite il menu pop-up e selezionate MIDI Track. 2. Fate un doppio click sul nome della Traccia, digitate il nome che volete e premete [Return].

- 70 -

Impostazione di Canale MIDI e Output


Impostare il Canale MIDI sullo Strumento La maggior parte dei sintetizzatori MIDI in grado di eseguire diversi suoni contemporaneamente, ognuno su un diverso Canale MIDI. Questa la chiave che vi consente di usare pi suoni (basso, piano etc.) con lo stesso strumento. Alcune apparecchiature (come i moduli sonori compatibili General MIDI) ricevono sempre su tutti i 16 Canali MIDI. Se avete uno strumento di questo tipo, non necessario eseguire nessuna impostazione specica sullo strumento. Su altri strumenti dovrete far uso dei controlli sul pannello frontale per impostare un numero di Parti, Timbri o simili in modo tale che ricevano ciascuno su un Canale MIDI. Vedi il manuale allegato allo strumento per ulteriori informazioni. Impostare il Canale MIDI e lUscita (Output) nella Lista delle Tracce 1. Impostate la colonna Chn per la Traccia sullo stesso Canale MIDI che avete deciso di utilizzare sul sintetizzatore. 2. Draggate il Divisore della Lista delle Tracce completamente a destra, per scoprire la colonna Output.
Draggando il Divisore...

...si scopre la colonna Output

- 71 -

3. Assicuratevi che la Traccia sulla quale desiderate registrare sia impostata sullOutput MIDI al quale il sintetizzatore sicamente collegato. Se non lo fosse, aprite il menu Output per quella Traccia e selezionate il MIDI Output desiderato. Se possedete una sola interfaccia MIDI standard, limitata a 16 Canali MIDI, allora questa impostazione gi probabilmente corretta cos come si trova. Se ad esempio avete installato uninterfaccia standard MPU compatibile, questo dovrebbe indicare qualcosa tipo MPU-401.
Cliccando sulla colonna Output appare un menu pop-up che elenca i MIDI Output disponibili, pi una voce chiamata MROS.

- 72 -

Selezionare un suono e impostare i livelli


Quando suonate la tastiera dovreste sentire il suono che lo strumento esegue su questo Canale MIDI (limpostazione Chn della Traccia). Per selezionare un suono e regolarne il livello procedete cos: 1. Aprite il menu Edit e selezionate GM/GS/XG Editor.

Appare una nestra con 16 sezioni di controlli, uno per ogni Canale MIDI. 2. Localizzate la sezione Device nellangolo inferiore destro della nestra. 3. Usate il pop-up Mode per selezionare il Modo GM, GS o XG. Selezionate il modo appropriato per il vostro strumento. 4. Aprite il pop-up Output e selezionate la porta di MIDI Output alla quale collegato il vostro strumento.
- 73 -

5. Localizzate la sezione del canale corrispondente al Canale MIDI che avete scelto. 6. Premete il pulsante del mouse con il puntatore sul riquadro Program in fondo alla sezione del canale. 7. Usate i menu gerarchici per selezionare un suono.

8. Suonate la tastiera per provare il nuovo suono. Se non ottenete il suono desiderato, questo potrebbe avere diverse cause: LOutput dellEditor GM/GS/XG non impostato sul MIDI Output al quale collegato il vostro strumento. Vericate il menu pop-up Output nella sezione Device. Lo strumento non nel suo modo General MIDI (o GS/XG). Assicuratevi che sia selezionato il modo corretto nel pop-up Mode nella sezione Device, e cliccate sul pulsante a destra (chiamato Reset o GM On/Off a seconda del modo selezionato), per impostare lo strumento nel modo GM/GS/XG. Ricordate che quando selezionato GM, il pulsante (ora chiamato GM On o GM Off) viene usato per far entrare o uscire lo strumento dal suo modo GM. Cliccate sul pulsante per trasmettere allo strumento il comando attualmente mostrato sul pulsante. In altre parole, per attivare il modo GM, cliccate sul pulsante nch questo non indica GM Off. Lo strumento non impostato per reagire a messaggi di Program Change MIDI. Consultate la documentazione dello strumento che state usando. Lo strumento non compatibile General MIDI. In questo caso dovreste impostare il pop-up Mode della sezione Device su Off, e provare a selezionare manualmente sullo strumento. 9. Regolate il cursore di Vol. per il canale per impostare il volume del suono, se volete. 10.Chiudete la nestra.

- 74 -

Vericare le Impostazioni
Ora, quando suonate la tastiera, dovreste sentire il suono corretto dal sintetizzatore (e solo quel suono). Altrimenti vericate quanto segue: La Traccia impostata sul Canale MIDI corretto? La Traccia impostata sul MIDI Output al quale collegato lo strumento? Avete abilitato il MIDI Thru in Cubase VST? Avete attivato il Local Off sullo strumento (se necessario e/o possibile)? Avete selezionato il suono corretto sul sintetizzatore?

Registrazione
1. Impostate i punti di inizio e ne usando i Locatori, e decidete se volete il Click o no, come quando registrate laudio. Se aprite il menu Options e selezionate Metronome... potete selezionare se volete un click audio dal computer (Beep) o un MIDI click, o entrambi. Le impostazioni di MIDI click sono descritte nellhelp On-line. 2. Cliccate sul pulsante Record. Per default, avrete un preconteggio di due battute. Questo pu essere cambiato nel riquadro Metronome. 3. Eseguite la registrazione e premete Stop. Appare una Parte. Ora potete ascoltarla, annullarla (Undo) o registrare altro sulla stessa Traccia, come con le Tracce Audio.

La sovrapposizione e il selettore Overdub/Replace


Le Tracce MIDI sono diverse dalle Tracce Audio per quanto riguarda le Parti in sovrapposizione. Quando registrate di nuovo, in un punto dove era gi stato registrato qualcosa lungo la Traccia, il risultato dipende dalla impostazione del selettore Overdub/Replace nella Barra dei Trasporti: Overdub

In questo modo la nuova registrazione viene semplicemente aggiunta a qualsiasi altra effettuata in precedenza sulla Traccia. Quando eseguite ascolterete entrambe le registrazioni. Questo pu essere usato creativamente quando state registrando in modo Cycle, come descritto a pagina 86.

- 75 -

Il modo Overdub probabilmente il modo pi sicuro per registrare. Se aggiungete troppa musica potrete semplicemente rimuoverla successivamente in editing (vedi il capitolo Introduzione allEditing MIDI). Finora abbiamo assunto che il selettore fosse in modo Overdub. Replace

In questo modo, qualsiasi cosa registriate sostituisce ci ce si trovava precedentemente sulla Traccia. Il modo Replace probabilmente la scelta migliore se avete commesso un errore e desiderate correggerlo registrando qualcosa di nuovo.

Registrare differenti tipi di Messaggi MIDI


Esistono alcune nozioni sulla registrazione di alcuni tipi di messaggi MIDI che utile conoscere. Se non sapete molto sul MIDI potreste non comprendere completamente quanto segue. Pi avanti, quando avrete raggiunto una conoscenza pi approfondita, ritornate a leggere queste informazioni.

Note
Nel MIDI, quando premete o rilasciate un tasto sul vostro synth o su unaltra tastiera MIDI, vengono inviati un messaggio di Note On (tasto abbassato) e di Note Off (tasto sollevato). Il messaggio di nota MIDI contiene anche linformazione di quale Canale MIDI stato usato. Normalmente questa informazione viene rimpiazzata dallimpostazione di Canale MIDI per la Traccia. per maggiori informazioni su questo vedi il capitolo Come Cubase gestisce audio e MIDI nella documentazione elettronica.

Messaggi Continui
Pitch bend, Aftertouch e i Controller (come modulation wheel, pedale sustain, volume etc.) vengono considerati eventi MIDI continui (in contrapposizione ai messaggi istantanei di tasto premuto e tasto rilasciato). La registrazione dei Messaggi Continui Se muovete la rotella di pitch bend sul vostro sintetizzatore, questo movimento viene registrato assieme alla nota (messaggi Note On e Note Off), esattamente come vi aspettate. Ma i messaggi continui possono anche venir registrati dopo che sono gi state registrate le note (o anche prima). Possono anche essere registrati su Tracce separate dalle note a cui appartengono.
- 76 -

Diciamo per esempio che avete registrato una o pi Parti di basso sulla Traccia 2. Se ora impostate unaltra Traccia, come la Traccia 55, sullo stesso Output e Canale MIDI della Traccia 2, potete eseguire una registrazione separata dei soli movimenti di pitch bend per le Parti di basso. Ci signica che attivate la registrazione come al solito e spostate solo la rotella di pitch bend durante la registrazione. Finch le due Tracce avranno lo stesso Output e Canale MIDI le due registrazioni appariranno come effettuate contemporaneamente.

Messaggi di Program Change


Normalmente, quando passate da un Programma ad un altro sulla tastiera (o qualsiasi cosa usiate per la registrazione), un numero corrispondente a quel Programma viene inviato via MIDI come messaggio di Program Change. Questi possono essere registrati al volo con la musica, registrati in seguito su una Traccia separata, o inseriti manualmente in una delle nestre di Edit. Potete anche inserire i messaggi di Program Change nellInspector.

Messaggi di Sistema Esclusivo


Il Sistema Esclusivo un tipo speciale di messaggio MIDI usati per inviare informazioni che hanno senso solo per ununit di una certa marca e tipo. Ognuno dei maggiori produttori MIDI ha il suo codice di identicazione di Sys Ex. Il Sys Ex pu venir utilizzato per inviare una lista di numeri che costituiscono le impostazioni di uno o pi suoni in un synth. Il Sistema Esclusivo pu essere registrato come qualsiasi altro messaggio ed editato in List Edit. Questo viene trattato pi dettagliatamente nel capitolo Gestione dei Sistemi Esclusivi nella documentazione elettronica. q E possibile prevenire la registrazione di determinati tipi di dati MIDI in Cubase VST usando la funzione Input Filter. E descritta nel capitolo Filtraggio e Mapping di dati MIDI nella documentazione elettronica.

- 77 -

8 Metodi di Registrazione 8

- 78 -

Il Punch In e Out
Chi tra voi che ha usato un registratore a nastro multi-traccia conosce sicuramente una tecnica chiamata Punch In. E quando attivate la registrazione mentre il nastro sta girando. Se per esempio avete commesso un errore a met di un ritornello potete cominciare la riproduzione allinizio del ritornello e, appena prima della sezione contenente lerrore, eseguire il punch in e sostituire quella sezione con una nuova esecuzione. Punch Out quando disattivate la registrazione senza arrestare la riproduzione. Se nellesempio precedente il ritornello viene seguito da una strofa che perfettamente OK, eseguite il punch out alla ne del ritornello in modo da non registrare nulla sulla strofa. In Cubase VST esistono due modi di eseguire il Punch In e Out: Manuale e Automatico:

Punch In Automatico
1. Selezionate una Traccia e impostatela come necessario (come per qualsiasi altra registrazione). 2. Se state registrando del MIDI, decidete se la nuova registrazione deve sostituire quanto si trova attualmente sulla Traccia (modo Replace) o deve venir aggiunto a quanto gi presente (modo Overdub). Ci si effettua col selettore Rec Mode nella Barra dei Trasporti, come descritto nel precedente capitolo. 3. Impostate il Locatore Sinistro alla posizione dove volete che la registrazione venga attivata. 4. Spostate la Posizione Song in qualsiasi punto prima del Locatore Sinistro. Questo si pu fare ad esempio usando i pulsanti di Trasporto (Riavvolgimento, Avanzamento Veloce, etc.) o modicando il valore nel riquadro della Posizione Song nella Barra dei Trasporti. Maggiori informazioni a pagina 97. 5. Cliccate sul pulsante Punch In sulla Barra Trasporti per attivarlo.
Punch In activated.

6. Attivate la riproduzione (play).

- 79 -

Ora, quando la Posizione Song raggiunge il Locatore Sinistro, la registrazione viene automaticamente attivata, come potete notare osservando il pulsante di Registrazione sulla Barra dei Trasporti.

1. Impostate la Posizione Song... 2. Attivate il playback...

3. Quando il programma raggiunge il punto di punch in... 4. La registrazione viene attivata automaticamente!

7. Registrate. 8. Terminate la registrazione con lo Stop o usando il Punch Out (vedi oltre).

- 80 -

Punch In Manuale
1. Selezionate una Traccia e impostatela come necessario (come per qualsiasi altra registrazione). 2. Se state registrando del MIDI, usate il selettore di Rec Mode per decidere se la nuova registrazione deve sostituire quanto si trova attualmente sulla Traccia o deve essere aggiunto. 3. Assicuratevi che il Punch In Automatico nella Barra dei Trasporti non sia attivato.
Punch In disattivato.

4. Spostate la Posizione Song in un punto precedente rispetto alla posizione dove volete il Punch In. 5. Attivate la riproduzione (play). 6. Quando raggiungete la posizione corretta, cliccate sul pulsante di Registrazione o premete [*] sul tastierino numerico. 7. Registrate. 8. Terminate la registrazione con lo Stop o usando il Punch Out (vedi oltre).

Effettuare il Punch In su delle note lunghe


le note gi registrate, non vengono mai tagliate, esse suoneranno sino al loro termine esattamente come facevano prima che iniziaste questa registrazione. Questo valido indipendentemente dal modo di Registrazione scelto (Overdub o Replace).

Effettuare il Punch In su dati di Controller o di Pitch Bend


Attenti ad eseguire il Punch In su registrazioni contenenti dati di pitch bend o di controller (modulation wheel, sustain pedal, volume etc.), dato che ci potrebbe produrre strani effetti (note che restano attaccate, vibrato costante, etc). Se per esempio disattivate la registrazione (punch out) col pedale di sustain del vostro sintetizzatore premuto, avete dato istruzione al programma di prolungare la durata delle note, dato che il rilascio del pedale non stato registrato. Durante lesecuzione, Cubase VST pu pulire Pitch Bend, Modulation, pedale Damper e Channel Pressure alla ne di ogni Parte, tenendo conto di ci che accaduto nelle Parti precedenti. Ma, il modo in cui i messaggi MIDI Continuous si comportano sempre una cosa alla quale porre attenzione.
- 81 -

Punch Out Automatico


1. Impostate il Locatore Destro alla posizione dove volete che la registrazione abbia termine. 2. Cliccate sul pulsante Punch Out sulla Barra dei Trasporti per attivarlo.

Il Locatore Destro posizionato

Punch Out attivato

3. Ora, la registrazione viene automaticamente disattivata quando la Posizione Song raggiunge il Locatore Destro.
Attivate la registrazione.

Quando la Posizione Song raggiunge il Locatore Destro...

La registrazione viene disattivata automaticamente, ma la riproduzione continua.

Potete naturalmente combinare Punch In e Out automatici per una registrazione totalmente automatizzata.

- 82 -

Punch Out Manuale


1. Attivate la registrazione nel modo che preferite. Potete per esempio combinare Punch In e Out manuali per rimediare a un errore in una esecuzione per il resto buona. 2. Quando raggiungete la posizione corretta, cliccate sul pulsante di Registrazione o premete [*] sul tastierino numerico. 3. Se preferite, eseguite ancora un Punch e registrate ancora un po. 4. Quando avete terminato, fermate Cubase VST.

Il Cycle (ciclo)
Cubase VST pu riprodurre e registrare in un Cycle in un ciclo o anello. Decidete voi dove il Cycle inizia e termina, impostando i Locatori Sinistro e Destro. Quando Cycle attivo, potete ascoltare ripetutamente una sezione dellArrangiamento, e registrare, aggiungendo altro ad ogni giro, etc. La riproduzione in Cycle anche pratica durante lediting ed quando fate delle regolazioni nellInspector.

Impostazione del Cycle


1. Impostate il Locatore Sinistro nella posizione dove volete che il Cycle inizi. 2. Impostate il Locatore Destro nella posizione dove volete che il Cycle termini. 3. Cliccate sul pulsante Cycle nella Barra dei Trasporti per attivarlo, o premete []sul tastierino numerico.
Impostate il Locatore Sinistro e Destro...

...e attivate il Cycle.

- 83 -

Esecuzione in Cycle
Quando riproducete col Cycle attivato, la sezione tra i Locatori viene ripetuta a oltranza. Potete anche usare qualsiasi funzione mentre il programma sta riproducendo. Ci vi consente di usare la riproduzione in Cycle in molte situazioni, molte delle quali verranno spiegate pi avanti in questo manuale: Provare una parte prima di registrare. Silenziare (Mute) Tracce e Parti per sperimentare variazioni di un Arrangiamento. Concentrare lediting negli Editor Audio e MIDI su una certa sezione della Song. Eseguire regolazioni nellInspector, applicare la Quantizzazione, etc., sino alle regolazioni ni dei livelli e dei grooves. Effettuare impostazioni nel Mixer, aggiungere EQ ed Effetti a Parti Audio. Impostare i suoni nei vostri strumenti e provare una Traccia con un nuovo suono. etc, etc.

Registrazione in Modo Cycle


q Le procedure generali per la registrazione in Cycle sono le stesse per Tracce MIDI e Audio. Comunque i risultati sono differenti, come descritto a pagina 86. Dal Locatore Sinistro 1. Impostate il Cycle e attivate il pulsante Cycle.
Cycle On/Off

2. Preparate una Traccia sulla quale registrare. 3. Se state registrando del MIDI, selezionate un Modo di Record (Overdub o Replace) con il selettore nella Barra dei Trasporti. Questo descritto a pagina 75. 4. Cliccate sul pulsante Record. 5. Dopo il preconteggio, iniziate a suonare.

- 84 -

6. Continuate a suonare su ogni giro del Cycle sino a che non siete soddisfatti. Se state registrando MIDI, vedi i Modi di Registrazione in Cycle e Funzioni descritte oltre. 7. Fermate Cubase VST o eseguite il punch out manualmente. Da prima del Cycle 1. Impostate il Cycle e attivate il pulsante Cycle. 2. Preparate una Traccia sulla quale registrare e selezionate un Modo di Record (Overdub o Replace). 3. Attivate il Punch In automatico sulla Barra dei Trasporti.
Punch In attivato.

4. Impostate la Posizione Song su qualsiasi punto prima del Cycle. 5. Attivate la riproduzione (play). Quando Cubase VST raggiunge il Cycle, la registrazione viene attivata automaticamente. 6. Continuate a suonare su ogni giro del Cycle sino a che non siete soddisfatti. Vedi i Modi di Registrazione in Cycle e le Funzioni descritte oltre. 7. Fermate Cubase VST o eseguite il punch out manualmente. q Se eseguite il Punch In manualmente prima del Cycle, il Cycle viene automaticamente disattivato!

Punch In e Out allinterno del Cycle


Mentre vi trovate nel Cycle potete eseguire il punch in e out manualmente come desiderate, senza nel frattempo dover arrestare. Cliccate semplicemente sul pulsante di Registrazione o premete [*].

- 85 -

La Registrazione Audio nel Cycle


Se state registrando Audio in modo Cycle, succede quanto segue: Durante lintera registrazione viene creato un solo le Audio. Comunque questo verr diviso in pi Segmenti (uno per ciascun giro) che viene impilato nellEditor Audio. Dato che i Segmenti sono tutti sulla stessa Traccia, questo normalmente signica che solo uno di essi verr eseguito (la prima ripresa registrata, dato che questo quello pi in alto nellEditor Audio). Comunque potete usare questa funzione per assemblare una esecuzione perfetta da tutti i vari Segmenti, tagliando le parti migliori di ciascun Segmento e mettendole insieme. Questo descritto nel capitolo LEditor Audio nella documentazione elettronica. Nessuno dei modi e Funzioni di Cycle usati durante la registrazione MIDI (descritti nelle pagine seguenti) avranno rilevanza sulle registrazioni audio.

La Registrazione MIDI nel Cycle


In generale, la registrazione MIDI in Cycle pu essere usata per aggiungere nuovi dati ad ogni giro (overdub) o per rimpiazzare dati registrati precedentemente. Comunque quando registrate MIDI in Cycle sono disponibili diversi modi e funzioni speciali:

Cambiare Traccia durante la registrazione


Potete registrare su pi di una Traccia MIDI durante il Cycle: 1. Impostate qualche Traccia MIDI sulla quale desiderate registrare. Impostate anche lo strumento(i) cos che esegua i suoni corretti su questi Canali MIDI.

Qualche Traccia impostata per registrare un groove di quattro battute.

2. Avviate la registrazione in modo Cycle. Registrate la prima Traccia. 3. Senza fermare, selezionate una nuova Traccia nella Lista delle Tracce o usate i tasti [] e [] per passare da una Traccia allaltra. Selezionando una nuova Traccia impostata su un differente Canale MIDI e magari anche Output, la registrazione viene indirizzata automaticamente al nuovo suono.
- 86 -

4. Registrate su questa seconda Traccia come avete fatto per la prima. 5. Continuate a registrare pi Tracce sino a che non siete soddisfatti. Vedi i Modi di Registrazione in Cycle e le Funzioni descritte sotto. 6. Fermate Cubase VST o eseguite il punch out manualmente.

Registrazione di dati di Sys Ex data nel Cycle


Nessuno vi impedisce di registrare in Cycle dati di Sys Ex (vedi il capitolo Gestione dei Sistemi Esclusivi nella documentazione elettronica), ma questo pu generare molta confusione. In poche parole: non fatelo se non siete assolutamente sicuri di quello che state facendo.

I Modi di Registrazione in Cycle


Selezione dei Modi Nella Barra dei Trasporti troverete un piccolo riquadro chiamato Cycle Rec. Viene utilizzato per selezionare uno dei tre comportamenti durante la registrazione in Modo Cycle.

Il selettore del Modo di Rec Cycle

Potete selezionare qualsiasi modo prima o durante la registrazione. q Come sempre durante la registrazione, il selettore di Modo di Registrazione (Overdub/Replace) determina cosa succede con i dati MIDI gi presenti sulla Traccia prima di cominciare la Registrazione in Cycle. Per una spiegazione della relazione tra il Modo di Record e il Modo di Registrazione in Cycle, vedi pagina 91.

- 87 -

Modo Mix Nel modo Mix, tutto quanto registrate viene aggiunto a quanto era stato precedentemente registrato. Questo il modo da preferirsi se state per esempio costruendo un pattern ritmico in modo Cycle. Potete iniziare con il charleston, aggiungere la cassa al secondo giro, il rullante al terzo, etc.
Registrate qualche nota al primo giro...

Qualsiasi cosa registriate nel giro(i) successivo viene aggiunto alle note esistenti

Modo Punch In questo modo Cubase VST esegue automaticamente un Punch In nel momento in cui suonate qualcosa in un giro. Procedete come segue: 1. Selezionate il Modo Punch. 2. Iniziate la Registrazione in un Cycle. 3. Se fate un errore a met del Cycle, aspettate di raggiungere la posizione corretta al giro successivo e iniziate nuovamente a suonare. Ci che era stato precedentemente registrato da questo punto sino alla ne del Cycle viene sostituito da quanto suonate ora. 4. Quando avete una registrazione che vi soddisfa, potete disattivare il Modo Punch, premere Stop o eseguire un Punch Out.
Registrate qualche nota al primo giro...

In qualsiasi momento iniziate a suonare in un giro successivo, la vostra nuova registrazione sostituir le note da quel punto in avanti.

Modo Normal Il nome Modo Normal si riferisce al modo in cui Cubase VST si comporta durante una normale registrazione (cio non in Cycle). Ci vi permette di registrare da capo sulla Traccia ogni volta che iniziate il Cycle. 1. Decidete se volete o meno rimpiazzare le registrazioni precedenti sulla traccia, selezionando un Modo di Registrazione (Overdub o Replace). Vedi pagina 75. 2. Selezionate il Modo di Registrazione in Cycle Normal. 3. Registrate qualcosa in un giro. Nei giri successivi non sentirete quanto avete registrato.

- 88 -

4. Se volete rieseguire la registrazione, riprovate semplicemente in un giro successivo. Tutto quanto registrato nei giri precedenti, viene automaticamente cancellato. 5. Quando avete unesecuzione che vi piace (una registrazione completa su un giro), fermate la registrazione o passate ad un altro Modo di Registrazione in Cycle.
Registrate qualche nota al primo giro...

Se suonate qualcosa in un qualsiasi giro successivo, ci sostituir totalmente la vostra registrazione precedente.

q Ricordate che un giro completo viene mantenuto solamente quando la registrazione viene arrestata in un punto qualsiasi nel giro successivo.

Funzioni della Registrazione in Cycle


Queste funzioni si trovano in un menu pop-up che appare quando premete il pulsante del mouse col puntatore sulle parole Cycle Rec nella Barra dei Trasporti, mentre registrate in modo Cycle.

Delete Last Version (Cancella Ultima Versione) Se avete fatto un errore proprio nellultimo giro, procedete come segue: Mentre registrate, selezionate Delete Last Version dal menu pop-up o premete [V] sulla tastiera del computer. Ci cancella la vostra ultima registrazione. Non importa se non avete suonato nulla per molti giri, lultimo giro sul quale avete registrato qualcosa viene cancellato. Delete Subtrack Se fate un errore e non desiderate salvare nulla di quanto avete appena registrato, procedete come segue:

- 89 -

Mentre registrate, selezionate Delete Subtrack o premete [B] sulla tastiera del computer. La Parte viene svuotata (ma non eliminata) e potete istantaneamente iniziare a inserire nuova musica, senza abbandonare il modo di Registrazione. Key Erase Per cancellare tutte le note suonate con un certo tasto, o tasti, procedete come segue: 1. Mentre registrate, tenete premuti i tasti interessati sulla tastiera del synth. 2. Selezionate Key Erase dal menu pop-up o tenete premuto [K] sulla tastiera del computer. Quantize Last Version La Quantizzazione una funzione che potete utilizzare per far correggere al computer note eseguite in modo impreciso, spostandole alla successiva posizione di tempo corretta, da voi denita. La Quantizzazione non irrevocabile, pu sempre essere annullata a meno che non congeliate specicamente la vostra Quantizzazione. Cubase VST offre molte differenti opzioni di Quantizzazione, descritte a pagina 197. Se volete Quantizzare tutto quello che avete registrato nellultimo giro, procedete come segue: 1. Selezionate un valore di nota per la Quantizzazione usando il pop-up Quantize nella parte superiore della nestra di Arrange.

Il pop-up Quantize

2. Selezionate Quantize Last Version o premete [N] sulla tastiera del computer. Come per Delete Last Version, non importa se Cubase VST ha suonato il Cycle molte volte da quando avete suonato qualcosa, viene comunque Quantizzato lultimo giro sul quale avete registrato qualcosa.

- 90 -

La Registrazione MIDI in Cycle e il selettore Overdub/Replace


Come descritto a pagina 75, il selettore Overdub/Replace viene usato per decidere se quanto registrate ora viene aggiunto a qualsiasi cosa si trovasse sulla Traccia precedentemente o se debba sostituire le registrazioni esistenti. Lo stesso vale per la Registrazione in Cycle: Se selezionato Overdub, qualsiasi cosa registriate viene aggiunto a quanto si trovava precedentemente sulla Traccia. Se selezionate il modo Replace, qualsiasi cosa registriate durante un passaggio di registrazione (il tempo compreso tra quando attivate la registrazione e quando la disattivate successivamente) sostituisce quanto si trovava precedentemente sulla Traccia. I Modi della registrazione in Cycle e le Funzioni descritte nelle pagine precedenti si applicano solamente a quanto registrato durante un passaggio di registrazione. Per esempio, lo speciale Modo Cycle Punch non cancella le note registrate prima sulla Traccia, ma solo le note registrate nel Cycle questa volta.
1. Diciamo che avete una Parte gi registrata. 2. Attivate la registrazione in Cycle nel Modo Overdub per aggiungere altre note. 3. Se ora usate la funzione del Modo Cycle Punch, sostituirete solo le note registrate durante il passaggio di registrazione in Cycle. Le note precedentemente registrate non sono inuenzate.

- 91 -

Il Multi Recording
Sia per laudio che per il MIDI, Cubase VST vi consente di registrare su diversi Canali o Tracce contemporaneamente. Potete utilizzarlo per diversi scopi: Potete registrare pi esecutori dal vivo contemporaneamente. Perch questo sia possibile con registrazioni audio avrete bisogno di una scheda audio con almeno tanti ingressi separati quanti sono gli esecutori. Potete registrare uno strumento MIDI che trasmette su pi Canali MIDI simultaneamente. In questo caso potreste semplicemente registrare su una Traccia, ed impostare il Canale MIDI su Any, e in questo modo la Traccia eseguir ciascun Evento registrato sul Canale MIDI sul quale era stato trasmesso. Oppure potete usare la registrazione Multi Traccia per registrare automaticamente i diversi Canali MIDI su Tracce diverse. Potete registrare MIDI e audio contemporaneamente. Limpostazione di Canale Any ed i metodi di Registrazione Multi Traccia sono descritti nei capitoli Come Cubase gestisce Audio e MIDI e Registrazione Multi Traccia nella documentazione elettronica.

- 92 -

9 Riproduzione, Tempo e Barra dei Trasporti 9

- 93 -

La Barra dei Trasporti


Sotto, troverete una breve descrizione dellutilizzo di ogni controllo della Barra dei Trasporti:
Attiva il Punch In Selettore Overdub/ Replace (vedi pagina 75) Punto di inizio registrazione, punto di Punch In e inizio Cycle

Maniglia (sposta)

Alterna i tre modi per la Registrazione in Cycle (vedi pagina 87) Posizione Song (formato Metrico)

Attiva il Punch Out

Cycle On/Off

Punto di Punch Out e ne del Cycle

Cursore Posizione

Posizione Song (formato Tempo)

Riavvolgimento

Avanti

Stop Tempo

Play

Record

Attiva la quantizzazione automatica in registrazione

Divisione Metrica

Indica attivit MIDI In/Out

Attiva/disattiva il Metronomo

Attiva la Sincronizzazione ad altre apparecchiature

Attiva/disattiva la Master Track

Nascondere (Hide) e mostrare (Show) la Barra dei Trasporti


Per nascondere la Barra dei Trasporti, selezionate Hide Transport nel menu Windows, o premete [F12] sulla tastiera del computer. Per renderla di nuovo visibile, selezionate Show Transport dal menu Windows o premete di nuovo [F12]. Quando la Barra dei Trasporti nascosta, potete comunque accedere a tutte le sue funzioni attraverso la tastiera del computer. Vedi sotto la lista dei comandi della Barra dei Trasporti.

Spostare la Barra dei Trasporti


Potete spostare la Barra dei Trasporti ovunque desideriate, draggando le sue maniglie.
- 94 -

Il Tastierino Numerico
La parte numerica della tastiera del computer viene utilizzata per molte delle operazioni della Barra dei Trasporti. Alcune di queste vengono descritte con maggior dettaglio pi avanti in questo capitolo.
Cycle On/Off Vai a ultimo Stop Vai al Cue Point
Num Lock

Record

8 5 2

x 9 6 3 ,

Riduci Tempo Aumenta Tempo

7 4 1 0

Vai al Locatore Destro Vai al Locatore Sinistro Stop

Play

Enter

Oltre a questi, i tasti Pagina Su e Pagina Gi agiscono come Avanzamento Veloce e Riavvolgimento. Se avete un computer senza tastierino numerico, alcuni comandi di trasporto sono sempre disponibili dalla tastiera normale (la gura mostra i tasti Americani):

Play

= [ ]

Cycle On/Off Record

La barra di spazio inoltre agisce come pulsante di Stop.

- 95 -

Gestione del Tempo e Divisione Metrica di Base


Tempo nella Barra dei Trasporti e nella Master Track
Esistono in realt due sorgenti di tempo in Cubase VST: Quando la song utilizza un tempo costante per tutta la sua lunghezza, potete disattivare il pulsante Master e impostare il tempo corretto direttamente sulla Barra dei Trasporti. Il tempo pu essere regolato in qualsiasi istante, persino durante la riproduzione. Quando la song contiene cambiamenti di tempo, dovete far uso della Master Track, (che la Traccia tempo di Cubase VST, ma anche molto altro!). Afnch i cambiamenti di tempo in essa contenuti si verichino durante la riproduzione, il pulsante Master sulla Barra dei Trasporti devessere attivato. Tutto ci viene spiegato nel capitolo La Master Track nella documentazione elettronica.

Viene usato il Tempo impostato sulla Barra dei Trasporti.

Si usano i Tempi impostati sulla Master Track, che vengono indicati nella Barra dei Trasporti.

Impostazione del Tempo della Barra dei Trasporti


Il tempo sulla Barra dei Trasporti viene regolato come qualsiasi altro valore (vedi pagina 36 in questo manuale). Il valore espresso in BPM (Beats Per Minute - Battiti Al Minuto). La parte intera e quella decimale possono venir regolate separatamente, se necessario.

- 96 -

Impostazione di Posizione Song e nel Tempo


Usando Avanti Veloce e Riavvolgimento
La Posizione Song pu essere naturalmente modicata facendo uso di Fast Forward o Rewind (Avanzamento o Riavvolgimento Veloce). Se tenete premuto [Maiuscole] mentre cliccate il pulsante, Rewind/FF diviene molto pi veloce.

Rewind

Fast Forward

Con un doppio click nel Righello


Con un doppio click in un punto sul righello, il Puntatore di Posizione Song viene spostato in questo punto.

Doppio click nel righello...

...per spostare il Puntatore di Posizione Song.

Usando il Cursore di Posizione


Il cursore di posizione si trova sulla Barra dei Trasporti. Potete draggare la maniglia o potete cliccare ovunque sulla linea per spostare la maniglia in quel punto. Leffetto del cursore relativo alla lunghezza dellArrangement. Ci signica che se draggate il cursore tutto a destra, la Posizione Song apparir alla ne dellultima Parte.

Drag del Cursore di Posizione.

Il Valore di Snap Quando cambiate la Posizione Song nel righello o usando il cursore di posizione, qualcosa chiamato il valore di Snap vi aiuta a trovare velocemente le esatte posizioni. Questo viene fatto limitando i possibili punti di posizionamento, alla Bar (battuta), nota da 1/2, da 1/4, etc. Snap pu venir impostato naturalmente anche su Off.

- 97 -

Il valore di Snap impostato tramite il pop-up Snap in cima alla nestra di Arrange.

Valore Off Bar 1/4 a 1/16

Descrizione Pu essere usata qualsiasi posizione. Il movimento ristretto alle linee esatte di battuta. Il movimento ristretto al valore di nota selezionato.

Se Snap impostato su Bar...

...la Posizione Song pu esser solo draggata sulle linee esatte di battuta.

Se Snap impostato per esempio a 1/4... ...la Posizione Song pu esser posta su qualsiasi posizione delle note da un quarto.

Cambiare i valori di Posizione sulla Barra dei Trasporti


Potete regolare i valori di Meter o Time Position (Posizione Metronomica o Cronometrica) sulla Barra dei Trasporti, come descritto nel capitolo Metodi di Base. Il Puntatore Song si sposta di conseguenza.

- 98 -

Eseguire cambiamenti di Posizione relativi


Se fate un doppio click su uno dei valori di posizione e ne inserite uno nuovo, preceduto da un carattere + o , la posizione della song si sposta in modo relativo.
Doppio click...

...inserite un valore preceduto da + o ...

....e il valore viene aggiunto alla posizione esistente

Ritornare allinizio della Song


Se la Song ferma e cliccate ancora sul pulsante Stop (o premete [0] sul tastierino numerico), accade quanto segue: La Posizione Song si sposta al Locatore Sinistro. Se la Posizione Song gi al Locatore Sinistro o alla sua sinistra, la Posizione Song si sposta allinizio della Song. Ci signica che potete sempre cliccare due volte sul pulsante Stop per ritornare allinizio della Song.

Posizionarsi sul lato sinistro della nestra


Se premete il tasto [Home] sul computer, il puntatore di Posizione Song si sposta sul lato sinistro della nestra.

Andare allultima Posizione di Stop


Se premete [9] sul tastierino numerico, la Posizione Song si sposta nel posto dove vi siete arrestati lultima volta.

- 99 -

Spostarsi sui Locatori


Se premete [1] sul tastierino numerico, la Posizione Song si sposta sul Locatore Sinistro. Se premete [2] sul tastierino numerico, la Posizione Song si sposta al Locatore Destro.

Uso dei Cue Point


I Cue Point vengono usati per spostarsi velocemente in una qualsiasi posizione. Se vi trovate per esempio a saltare spesso allinizio del primo ritornello, impostate un cue point in quella posizione. Programmazione dei Cue Point 1. Impostate la Posizione Song dove volete si trovi il Cue Point. 2. Tenete premuto il tasto [Maiuscole] e premete uno qualsiasi dei tasti tra [3] e [8] del tastierino numerico. Il tasto ora programmato per quella posizione. Spostarsi ai Cue Point Se premete uno qualsiasi dei tasti da [3] a [8] sul tastierino numerico, la Posizione Song viene spostata alla posizione programmata per quel tasto.

- 100 -

Cueing
q Questa funzione lavora solo con le Tracce MIDI. Il Cueing quando avanzate velocemente lungo la musica durante la riproduzione. Potreste aver eseguito questa operazione su un registratore a nastro. La grande differenza del Cueing in Cubase VST che la musica riprodotta con la sua normale intonazione. 1. Cliccate e tenete premuto il pulsante destro del mouse con il puntatore sul pulsante di Avanzamento veloce (Fast Forward). 2. Per cambiare la velocit di cueing, draggate il mouse da sinistra a destra tenendo premuto il pulsante del mouse.

I Locatori
Impostazione dei Locatori cliccando nel Righello
1. Impostate il valore di Snap. Il valore di Snap restringe le posizioni alle quali potete spostare il Locatore, come per la Posizione Song, vedi pagina 97. 2. Cliccate in un punto nel righello con il pulsante sinistro del mouse per spostare il Locatore Sinistro. Il Locatore si sposta su quella posizione. Per spostare il Locatore Destro cliccate con il pulsante destro del mouse.

Cliccate con il pulsante sinistro del Mouse...

...per posizionare il Locatore Sinistro.

Impostazione dei Locatori nella Barra dei Trasporti


Potete modicare la posizione del Locatore Sinistro e destro anche cambiando i valori numerici nei riquadri Locator sulla Barra dei Trasporti. Eseguire cambiamenti di Posizione relativi Esattamente come con le posizioni (vedi pagina 99 in questo manuale) potete eseguire un doppio click ed inserire un nuovo valore, preceduto da un carattere + o . Quando premete [Return] il Locatore si sposta relativamente.

- 101 -

Impostazione dei Locatori selezionando le Parti


Potete regolare le posizioni dei Locator allestensione delle Parti attualmente selezionate. 1. Selezionate le Parti cliccando su di esse. Se lestensione include pi Parti, tenete premuto il tasto [Maiuscole] mentre selezionate.

2. Tenete premuti i tasti [Alt] e [Ctrl] e premete [P]. I Locatori vengono posizionati attorno al blocco selezionato.

Pre-programmazione delle Coppie di Locatori


Se vi trovate a spostare pi volte i Locatori avanti e indietro tra le stesse posizioni, potete pre-programmare alcune combinazioni di Locatori per poterli poi richiamare istantaneamente: 1. Impostate i Locatori come desiderato. 2. Tenete premuto il tasto [Maiuscole] sul computer. 3. Premete uno dei tasti Funzione da [F2] a [F11] sulla tastiera del computer. Questo tasto ora programmato con le attuali impostazioni dei Locatori. Richiamare le Posizioni dei Locatori Premete il tasto funzione desiderato (da [F2] a [F11]). I Locatori si spostano sulle posizioni memorizzate.

- 102 -

Uso delle Posizioni in Tempo nei Righelli


Se preferite usare Cubase VST come un programma basato sul tempo cronometrico (time), invece che basato sul tempo metronomico (tempo), potete modicare le indicazioni di posizione in tutte le nestre come segue: 1. Localizzate il riquadro della Posizione del Mouse. Nella nestra di Arrange si trova sulla Status Bar (la Barra di Stato - larea direttamente sopra il righello). 2. Cliccate una volta del riquadro. Ora il righello e il riquadro della Posizione del Mouse cambiano e mostrano la posizione cronometrica al posto di quella metronomica.

Posizioni in Metrica

Il riquadro di Posizione Mouse

Posizioni in formato Time

3. Per ritornare alla posizioni metronomiche, cliccate ancora. q Ricordate che anche se avete scelto le posizioni cronometriche, Snap fa ancora riferimento alle posizioni metronomiche. Potreste impostare Snap su Off quando usate posizioni cronometriche.

- 103 -

10 Lavorare nella nestra di Arrange 10

- 104 -

Tracce, Parti e Arrangiamenti


Un Arrangement di Cubase VST grosso modo strutturato su tre livelli: pi Tracce, ognuna contenente una quantit di Parti che a loro volta contengono Eventi (registrazioni audio, note MIDI, etc.). Questo capitolo riguarda lediting degli arrangiamenti - in altre parole, il ri-arrangiamento dei blocchi di costruzione pi grandi, Parti e Tracce. Ci si effettua nella parte destra della nestra di Arrange, larea chiamata Display delle Parti.

Un Arrangement con la Lista delle Tracce sulla sinistra e il Display delle Parti sulla destra.

Si possono avere no a 16 Arrangement nella stessa Song. Come creare, aprire, chiudere e mettere da parte gli Arrangement descritto a pagina 122.

Cosa posso fare con le Tracce?


La Traccia uno dei concetti basilari di Cubase VST. Ogni volta che registrate qualcosa in Cubase VST, il materiale registrato viene posto su una Traccia. Potete avere migliaia di Tracce in ogni nestra di Arrange, e potete facilmente copiare e spostare del materiale tra le Tracce (se le Tracce sono dello stesso tipo - vedi Classi delle Tracce, pagina 111). La ragione pi ovvia per mettere il materiale registrato su Tracce differenti forse quella che si desidera organizzare la musica come un gruppo con una Traccia per ciascuna Parte orchestrale o strumento musicale. Ma esistono anche molti altri vantaggi nel lavorare con molte Tracce.

- 105 -

Creazione di Tracce
Create una nuova Traccia quando desiderate aggiungere un nuovo strato alla vostra registrazione. Potreste per esempio voler aggiungere un altro strumento, o far spazio per una versione alternativa di una parte della vostra musica. Esistono diversi modi per creare una nuova Traccia:

Usando il Mouse

Con un doppio click in una parte vuota della Lista delle Tracce...

...si crea una nuova Traccia.

Usando il Menu Structure


Selezionando Create Track (Crea Traccia) dal menu Structure farete apparire una nuova Traccia in fondo alla Lista delle Tracce. Potete anche utilizzare la scorciatoia da tastiera [Control]-[T] per raggiungere lo stesso risultato. La Classi della Traccia Come gi accennato, ci sono diversi tipi di Tracce in Cubase VST. Quando create una nuova Traccia, avr la stessa Classe della Traccia selezionata precedentemente, ma potrete cambiarla successivamente se volete (vedi pagina 111).

- 106 -

Dare un Nome alle Tracce


Se partite con una Finestra di Arrange vuota (senza Tracce), e create una nuova Traccia, questa prender il nome Track 1. La prossima Traccia che creerete avr il nome Track 2 e cos via. Potete dare un nuovo nome a una Traccia in qualsiasi momento, semplicemente con un doppio click sul suo nome corrente nella Lista delle Tracce, e digitando un nuovo nome.

Selezione delle Tracce


Se volete registrare su una Traccia, cambiarne le impostazioni o eseguire unoperazione che agisca sullintera Traccia, la Traccia devessere selezionata afnch Cubase VST comprenda a quale Traccia rivolgete la vostra azione. La Traccia selezionata viene chiamata anche Traccia attiva.

Questa Traccia selezionata (attiva).

Ci sono diversi modi per selezionare una Traccia: Cliccate nel campo del nome della Traccia che volete selezionare. Usate i tasti [] e [] sulla tastiera del computer per selezionare la Traccia sopra/sotto quella attualmente selezionata. Premete [Ctrl]+[Alt]-[T] sulla tastiera del computer, e digitate il numero della Traccia che volete selezionare (a partire dalla cima della Lista delle Tracce).

- 107 -

Cambiare lordine delle Tracce


Potete riorganizzare le Tracce nella lista in questo modo:
1. Premete il pulsante del mouse col puntatore sulla Traccia che volete spostare. Il puntatore prende la forma di una mano.

2. Draggate la Traccia col pulsante del mouse premuto. Un contorno punteggiato mostra dove la Traccia si sposter.

3. Quando rilasciate il pulsante del mouse, la traccia viene spostata nella nuova posizione.

q Tutte le Parti sulla Traccia si spostano con la Traccia.

- 108 -

Duplicazione di Tracce
Potete creare una copia della Traccia e di tutte le Parti su di essa. 1. Posizionate il puntatore sul nome della Traccia nella Lista delle Tracce. 2. Tenete premuto [Alt] sulla tastiera del computer e premete il pulsante del mouse. 3. Draggate il contorno della Traccia in un campo vuoto nella Lista delle Tracce.

4. Rilasciate il pulsante del mouse.

Un duplicato della Traccia selezionata viene creato e posizionato, completo di Parti, in fondo alla Lista delle Tracce.

q Non potete duplicare Tracce vuote.

- 109 -

Cancellazione di Tracce
Potete cancellare una Traccia e tutte le Parti su di essa. 1. Assicuratevi che nessuna Parte sia selezionata, cliccando in unarea vuota nel Display delle Parti. Ci per assicuravi che ci che cancellerete sia una Traccia e non un Parte.

Assicuratevi che questa voce del menu dica Delete Track, non Delete Parts.

2. Premete [Ritorno Unitario] sulla tastiera del computer o selezionate Delete Track nel menu Edit. q Se cambiate idea, potete annullare loperazione Delete Track con lopzione Undo del menu Edit, o premendo [Control]-[Z] sulla tastiera del computer.

- 110 -

Le Classi delle Tracce


Esistono differenti tipi di Tracce, chiamate classi. Nella colonna chiamata C nella Lista delle Tracce, un piccolo simbolo mostra a quale classe appartiene ogni Traccia.

Come selezionare una Classe per una Traccia


Premendo il pulsante del mouse col puntatore nella colonna C per una Traccia...

...si apre un menu dove potete selezionare la Classe di una Traccia.

Convertire una Traccia da una Classe allaltra


Se non avete registrato ancora nulla su una Traccia, potete convertirla in qualsiasi classe in ogni momento. Selezionate semplicemente la nuova classe dal menu come descritto sopra. Se vi qualcosa registrato su di essa, potreste non essere in grado di selezionare unaltra classe per la Traccia. q Nel resto di questo manuale, se non diversamente indicato, unoperazione si applica a tutte le classi delle Tracce.

- 111 -

Le Classi delle Tracce


Audio Track MIDI Track Drum Track Le Tracce Audio sono usate per la registrazione ed esecuzione di parti audio. Le Tracce MIDI sono usate per le normali registrazioni MIDI e lediting. Come le Tracce MIDI, le Tracce Drum contengono Eventi MIDI, ma le Tracce Drum sono fatte su misura per luso con Drum Edit. Vedi il capitolo Drum Edit nella documentazione elettronica. Una Traccia Mix contiene dati per il MIDI Mixer, una nestra che vi permette di controllare da Cubase VST volumi e parametri di strumenti MIDI collegati. Vedi il documento Il MIDI Mixer e le Tracce Mix. E descritta nel capitolo I Gruppi nella documentazione elettronica. E descritta nel documento Tracce Tape Controllare i Registratori. Questa classe disponibile se avete installato il modulo Style Tracks, una sezione che vi consente di lavorare con gli Styles, una forma di accompagnamento automatico. Vedi il documento Lo Style Tracks. Le Tracce Chord contengono informazioni sui cambiamenti di accordi. Questi accordi sono utilizzati dalle Tracce Style, e nello Score Edit in Cubase VST Score.

Mix Track

Group Track Tape Track Style Track

Chord Track

- 112 -

Le Parti
Le Parti sono dei contenitori per le registrazioni audio e MIDI. Luso delle Parti in Cubase VST facilit losservazione dellarrangiamento e lo spostamento, duplicazione o cancellazione di sezioni di musica. Nelle seguenti pagine troverete diverse funzioni per lavorare con le Parti nella nestra di Arrange. Per maggiori informazioni sulle Parti, vedi il capitolo LArrangementLavorare con Tracce e Parti nella documentazione elettronica.

Creazione di Parti
Normalmente le PArti vengono create automaticamente quando registrate qualcosa, o quando draggate o importate le nella nestra di Arrange (vedi pagina 143 e pagina 231). Comunque, ci sono situazioni nelle quali potreste voler creare una Parte vuota, e quindi riempirla con Eventi in un editor. Ci sono diversi modi per farlo: Selezionate il tool Matita e disegnate una Parte. La lunghezza della Parte viene adeguata al valore di Snap (vedi pagina 97). Impostate i Locatori Sinistro e Destro a dove volete che inizi e nisca la PArte, aprite il menu Structure e selezionate Create Parts. Viene creata una Parte sulla Traccia attiva, tra i Locatori. Fate un doppio click con il puntatore tra il Locatore Sinistro e Destro. Viene creata una Parte sulla Traccia sulla quale avete cliccato, tra i Locatori.

Dare un Nome alle Parti


Quando registrate una Parte, questa prende il nome della Traccia. Potete rinominare una Parte in qualsiasi momento, usando uno dei seguenti metodi: Selezionate la Parte, aprite lInspector e fate un doppio click sul campo del nome. Digitate un nuovo nome e premete [Return]. Tenete premuto [Alt] sulla tastiera del computer e cliccate sulla Parte. Si apre un piccolo riquadro per il testo, nel quale potete digitare un nuovo nome. q Perch il nome venga visualizzato nella Parte, dovete avere selezionato lopzione Show Names o Show Names and Waves nel submenu Part Appearance del menu Options (vedi pagina 120).

- 113 -

Selezione delle Parti


Come per tutti gli elementi in Cubase VST, dovete selezionare una Parte per essere in grado di spostarla, cancellarla o manipolarla in qualsiasi modo. Le Parti si possono selezionare in vari modi: Cliccando. Cliccando su una Parte con il tool Freccia la si seleziona, e tutte le altre Parti vengono deselezionate. Cliccando con il tasto Maiuscole premuto. Se tenete premuto il tasto Maiuscole e cliccate su una Parte, viene selezionata, ma restano anche selezionate le Parti precedentemente selezionate. Usando la Tastiera del Computer. Se una Parte gi selezionata, potete premere il tasto freccia a destra sulla tastiera del computer per selezionare la Parte successiva sulla stessa Traccia. Il tasto freccia a sinistra seleziona la Parte precedente sulla Traccia. Potete tenere premuto il tasto Maiuscole per selezionare pi Parti. Racchiudendo le Parti in un rettangolo. Cliccate su unarea vuota del Display delle Parti e draggate il mouse con il pulsante premuto. Appare il contorno punteggiato di un rettangolo.

Quando rilasciate il pulsante del mouse, tutte le Parti racchiuse o toccate dal rettangolo verranno selezionate.

Se tenete premuto [Maiuscole] quando cominciate a draggare non sar necessario puntare su unarea vuota, ma potete cominciare con il puntatore posizionato su una Parte.

- 114 -

Selezione di Parti usando il menu Edit Nel menu Edit troverete una voce chiamata Select, che fa apparire un sotto-menu con le opzioni che vi permettono di selezionare tutte le Parti su una Traccia, tutte le Parti in un Arrangiamento, di invertire la selezione corrente, etc. (vedi lhelp Online per una descrizione completa delle opzioni di selezione del menu).

Potete anche selezionare tutte le Parti premendo [Control]-[A] sulla tastiera del computer. Potete anche selezionare tutte le Parti su una Traccia, tenendo premuto il tasto [Maiuscole] ed eseguendo un doppio click ovunque sulla Traccia.

Deselezione delle Parti


Esistono due modi principali per deselezionare Parti gi selezionate: Se cliccate in una area vuota del Display delle Parti, tutte le Parti selezionate si deselezionano. Se tenete premuto [Maiuscole] e cliccate su una Parte selezionata, solo questa Parte viene deselezionata. Le altre Parti selezionate restano selezionate.

- 115 -

Manipolazione delle Parti


q Quando spostate, duplicate o cambiate la lunghezza delle Parti, il risultato delle vostre azioni dipende dal valore di Snap, come quando spostate la Posizione Song o i Locatori (vedi pagina 97).

Spostamento delle Parti


Potete spostare una o pi Parti in una nuova posizione su qualsiasi Traccia. Ricordate che il valore di Snap determina dove potete posizionare le Parti.
Premete il pulsante del mouse col puntatore sulle Parti selezionate che volete spostare. Il puntatore prende la forma di una mano.

Draggate le Parti nelle loro nuove posizioni...

...e rilasciate il pulsante del mouse. Le Parti vengono spostate. Sappiate che le distanze relative tra le Parti spostate vengono mantenute intatte.

- 116 -

Duplicazione delle Parti


Per duplicare le Parti tenete premuto il tasto [Alt] sulla tastiera del computer e procedete esattamente come quando spostate le Parti draggandole. Potete spostare il duplicato in qualsiasi posizione su qualsiasi Traccia. Altri modi per duplicare le Parti sono luso della funzione Repeat, o Cut/Copy e Paste. Queste funzioni sono descritte nel capitolo LArrangiamento Operazioni su Parti e Tracce nella documentazione elettronica.

Modica della lunghezza della Parte


La lunghezza della Parte pu essere cambiata nel seguente modo: 1. Selezionate il tool Matita dal Toolbox. 2. Cliccate sul contorno della Parte e draggatelo per impostare la nuova lunghezza.

q Se accorciate una Parte MIDI, tutti gli Eventi nella sezione rimossa dalla Parte verranno cancellati!

Scissione della Parte


Potete usare il tool Forbici per dividere una Parte in due: 1. Selezionate il tool Forbici. 2. Cliccate sulla Parte. La Parte viene scissa in due, alla posizione sulla quale avete cliccato (tenendo conto del valore di Snap). La due Parti avranno lo stesso nome della Parte originale.

- 117 -

Unione di due Parti


Cos come possibile scindere una Parte in due, potete usare il tool Tubo di Colla per incollare due Parti. Le due Parti possono non essere adiacenti: 1. Selezionate il tool Tubo di Colla. 2. Cliccate sulla prima Parte. La Parte viene unita alla Parte successiva sulla Traccia. La Parte pi lunga risultante prender il nome della prima Parte.

Se tenete premuto [Alt] e cliccate su una Parte con il tool Tubo di Colla, tutte le Parti successive sulla Traccia verranno unite in una.

Monitorare il contenuto di una Parte


Con il tool Lente di Ingrandimento potete eseguire il cosiddetto Scrubbing. Questo signica che potete ascoltare il contenuto di ciascuna Parte separatamente mentre Cubase VST in modo Stop: 1. Selezionate la Lente di Ingrandimento. A questo punto la procedura differisce per Parti Audio e Parti MIDI: 2. Per monitorare il contenuto di una Parte Audio, cliccate in un punto qualsiasi nella Parte. Ascolterete lesecuzione del contenuto della Parte dal punto in cui avete cliccato, per tutto il tempo che tenete premuto il pulsante del mouse (o no alla ne della Parte).

Quando premete il pulsante del mouse, il puntatore prende la forma di un cono.

3. Per monitorare il contenuto di una Parte MIDI, draggate il puntatore vanti o indietro lungo la Parte. Le Note ed altri Eventi MIDI verranno eseguiti a seconda di quanto velocemente draggate il puntatore.
- 118 -

Cancellazione di Parti
Esistono diversi modi per eliminare Parti che non si vogliono pi. Selezionatele e premete [Ritorno Unitario] sulla tastiera del computer. Selezionatele ed usate Delete Parts nel menu Edit. Cliccate sulle Parti col tool Gomma. Se tenete premuto [Alt] mentre cliccate, verranno cancellate la Parte e tutte le Parti successive sulla Traccia. q La cancellazione di una Parte Audio non cancella in effetti il relativo le audio o il segmento nel Pool! Per cancellare una Parte Audio insieme al corrispondente le audio sullhard disk, selezionate la Parte, tenete premuto [Control] e premete [Ritorno Unitario].

- 119 -

Aspetto della Parte e Colori


Usando il submenu Part Appearance del menu Options, potete decidere come le Parti debbano essere rappresentate nel Display delle Parti. Limpostazione globale per tutti gli Arrangiamenti nella Song.

Ci sono quattro opzioni: Show Names. Le Parti vengono visualizzate come riquadri con i nomi delle Parti. Show Events. Ciascuna Parte viene visualizzata come un riquadro contenente una rappresentazione graca degli Eventi nella Parte. Per le Parti MIDI potete denire quali tipi di Eventi debbano essere visualizzati, attivando o meno le voci nel sotto menu Part Appearance.

Eventi indicati in Parti Audio e Parti MIDI.

Show Frames. Le Parti sono rappresentate come riquadri vuoti. Show Names and Waves. Le Parti MIDI vengono rappresentate come riquadri con il nome della Parte; le Parti Audio vengono rappresentate con il nome e limmagine della forma donda dellaudio.

- 120 -

Colore della Parte


Per distinguere le Parti, potete assegnargli diversi colori. Avete la scelta tra 16 colori denibili dallutente. Aggiungere Colore a tutte le Parti su una Traccia 1. Assicuratevi che nessuna Parte sia selezionata. 2. Selezionate la Traccia nella lista delle Tracce. 3. Selezionate il colore desiderato dal pop-up Part Color.

Il pop-up Part Color si trova sopra il Display delle Parti.

Scegliendo il colore dal menu aggiungete colore alle Parti.

Cliccate qui per editare i colori e i nomi.

Aggiungere Colore ad alcune Parti 1. Selezionate le Parti. 2. Selezionate il colore desiderato dal pop-up Part Color. Selezionando colori differenti per le diverse Parti pu essere molto utile se volete editare pi Parti in un Editor MIDI. Come descritto nel capitolo Gli Editor MIDI Informazioni Generali nella documentazione elettronica, potete scegliere di visualizzare gli Eventi con il colore delle rispettive Parti, facilitando lidenticazione delle diverse Parti.
- 121 -

Gestione degli Arrangement


Come gi detto, in una Song si possono avere no a 16 Arrangement. Questa sezione descrive alcune funzioni usate per gestire gli Arrangement.

Creazione di un nuovo Arrangement


Si crea un nuovo Arrangement aprendo il menu File e selezionando New Arrangement, o premendo [Control]-[N] sulla tastiera del computer.

Dare un Nome ad un Arrangement


Per non confondersi con i vari Arrangement in una Song, potete dare un nome a ciascuno di essi. Cliccate con il pulsante destro del mouse con il puntatore sul nome dellArrangement corrente (a sinistra nella barra del Titolo della nestra di Arrange), e digitate un nuovo nome. Se scegliete di salvare un Arrangement su disco come le separato, il nome che gli date durante il salvataggio verr usato come titolo dellArrangement la prossima volta che lo caricate.

Attivazione di una Finestra di Arrange


Normalmente, se volete lavorare nella nestra di Arrange, cliccate su di essa per attivare la nestra e portarla in primo piano. Ma se avete molto Arrangement nella Song, alcuni di essi potrebbero essere oscurati e impossibili da attivare in questo modo. Quindi potete usare questo metodo: 1. Aprite il menu Windows. In fondo al menu troverete un pop-up con tutti gli Arrangement nella Song:

2. Selezionate lArrangement desiderato dalla lista.


- 122 -

Salvataggio e Apertura di Arrangement


Il formato base di le per Cubase VST il le Song, ma potete anche salvare e aprire gli Arrangement separatamente, usando i comandi Save As e Open del menu File. Questo rende possibile trasferire registrazioni da una Song ad unaltra: Salvate lArrangement contenente le registrazioni, aprite laltra Song e aprite lArrangement salvato. Altro su Save e Open a pagina 224.

Chiusura di un Arrangement
Se selezionate Close nel menu File, premete [Control]-[W] o cliccate sul pulsante di Chiusura della nestra, appare il seguente messaggio:

Selezionate una delle seguenti opzioni: Yes (Si). Apre un riquadro con il quale potete salvare lArrangement per un uso successivo. Dopo aver salvato, lArrangement viene chiuso. No. Chiude lArrangement senza salvarlo. Set Aside. La nestra viene chiusa, ma lArrangement viene conservato, nascosto, nella Song. Per aprire un Arrangement Set Aside, aprite il menu Windows e selezionatelo dal menu pop-up Arrangement. Cancel. Annulla loperazione, cio lArrangement non viene chiuso. q Ricordate che non esiste un comando di Chiusura Song! Anche se chiudete tutti gli Arrangement, la Song comunque aperta. Per creare una nuova Song, usate il comando New Song del menu File.

- 123 -

11 Le Colonne delle Tracce e lInspector 11

- 124 -

Le Colonne delle Tracce


Le colonne delle Tracce mostrano i nomi e limpostazione delle Tracce. Queste impostazioni possono venir modicate direttamente. Le intestazioni sono le stesse per tutte le Tracce, ma possono assumere signicati lievemente differenti per le diverse classi delle Tracce. Non tutte le colonne si applicano a tutte le classi delle Tracce.

Far apparire le Colonne delle Tracce


La Finestra di Arrange divisa in due parti, le colonne delle Tracce a sinistra, e la reale visualizzazione dellArrangiamento a destra. Per far apparire tutte le colonne delle Tracce premete il pulsante del mouse col puntatore posizionato sopra il Divisore (il conne tra le due parti della Finestra di Arrange) e draggatelo il pi possibile e destra. Dovreste ora essere in grado di vedere tutte le colonne delle Tracce.

Il Divisore, draggato a destra il pi possibile.

Cambiare lordine delle Colonne delle Tracce


Potete organizzare le colonne verticali in qualsiasi ordine preferiate, semplicemente draggando le intestazioni a sinistra e a destra. Se draggate a sinistra, la colonna verr inserita alla sinistra della colonna sulla quale la lasciate andare. Se draggate a destra, verr inserita alla destra della colonna sulla quale la lasciate andare".

- 125 -

La Colonna di Attivit
Questa colonna viene mostrata solo se attivato il checkbox Activity Display nel riquadro Preferences (che si apre dal menu File). La colonna, con lintestazione A, indica la trasmissione di un qualsiasi dato MIDI/audio dalla Traccia in quel momento. Lampiezza di ogni barra rappresenta la velocity delle note. La colonna di attivit presente nelle Tracce Audio, MIDI, Drum e Group.

Come appare la Colonna di Attivit quando vengono suonate delle note.

q Questa colonna non pu essere spostata!

La Colonna Mute
La colonna Mute indicata da una M. Cliccando in questa colonna, silenziate temporaneamente la Traccia. Viene mostrato un pallino nero nella colonna. Per far suonare di nuovo la Traccia, semplicemente cliccate ancora nella colonna Mute.
Cliccate nella colonna "M"...

...per Silenziare la Traccia. Il pallino nero indica che una Traccia silenziata.

- 126 -

La funzione Solo Se cliccate sul pulsante Solo nellangolo superiore sinistro della nestra di Arrange (o premete [S] sulla tastiera del computer), tutte le Tracce tranne quella selezionata vengono messe in Mute. Questo sar utile quando volete ascoltare attentamente il contenuto di una Traccia, e non volete che le altre parti vi distraggano.

Il pulsante Solo acceso indica che il Solo attivato.

Tutte le Tracce tranne quella attualmente selezionata va in Mute.

Se volete potete togliere il mute ad una o pi Tracce mentre siete in modo Solo, ad esempio per ascoltare come suonano due o tre Tracce insieme. Quando disattivate il Solo tutte le Tracce torneranno allo stesso stato di Mute in cui si trovavano prima dellattivazione del Solo. Se al momento in cui le loro Tracce vengono messe in Mute ci sono delle note che stanno suonando, queste suoneranno no alla loro ne. E anche possibile mettere in Mute singole Parti, usando il tool di Mute. Questo descritto nel capitolo LArrangement - Altro su quello che potete fare con Parti e Tracce nella documentazione elettronica. Il simbolo M nella colonna di Mute Per la Tracce Audio, la colonna di Mute serve ad un secondo scopo: quando si attiva il monitoring per una Traccia, viene visualizzata una M nella sua colonna di Mute. Questa puramente una segnalazione; non potete cambiare lo status di monitoring cliccando nella colonna. La funzione Mute funziona normalmente, indipendentemente dallo status del monitoring.

- 127 -

La Colonna Classe
Questa colonna indicata da una C e viene utilizzata per impostare una Traccia su una certa Classe. Vedi pagina 111 per la spiegazione completa.

La Colonna Time Lock


Questa colonna indicata da una "T". Se cliccate su di essa, appare il simbolo di un lucchetto, il che signica che gli Eventi sulla Traccia sono bloccati nel tempo. Luso di questa funzione spiegato in dettaglio nel capitolo Tracce in Time Locked nella documentazione elettronica. Normalmente dovreste accertarvi che non ci siano Tracce in Time Lock.
Un Traccia in Time Lock.

La Colonna Track
Questa colonna mostra il nome della Traccia. Per inserire o cambiare un nome, fate un doppio click in questo campo per la Traccia interessata.

La Colonna Chn
La colonna Chn mostra il Canale Audio/MIDI per ciascuna Traccia. Potete cambiare il canale di una Traccia in qualsiasi momento. per una spiegazione completa sui Canali Audio/MIDI e sugli effetti del loro cambiamento, vedi il capitolo Come Cubase gestisce audio e MIDI nella documentazione elettronica. Per evitare confusione vi consigliamo di leggere il capitolo. q La colonna Chn ha funzioni diverse per le Tracce Chord e le Tracce Tape (vedi i documenti sulle Tracce Style e Tape). La colonna non viene utilizzata per le Tracce Style, Tracce Mix e Tracce Group.

- 128 -

La Colonna Output
Per le Tracce MIDI e Drum, la colonna Output mostra quale Uscita MIDI sica utilizza ciascuna Traccia (vedi il capitolo Come Cubase gestisce Audio e MIDI). Per le Tracce Audio, questa colonna mostrer sempre VST.

Per cambiare lOutput di una Traccia MIDI, posizionate il puntatore nella sua colonna Output, premete il pulsante del mouse...

...e selezionate il MIDI Output che desiderate dal menu pop-up che appare.

Se tenete premuto [Control] mentre cambiate il valore di Output, tutte le Tracce prenderanno lo stesso valore di Output selezionato. q La funzione della colonna Output per le Tracce Mix descritta nel capitolo Il MIDI Mixer e le Tracce Mix nella documentazione elettronica. La funzione della colonna per le Tracce Chord descritta in una documentazione a parte sugli Styles. La colonna non usata per le Tracce Style, Tracce Tape o Tracce Group.

La Colonna Instrument
Nel linguaggio di Cubase VST, un Instrument semplicemente un certo Canale MIDI unito ad un certo Output. Gli Instrument possono essere deniti per le Tracce MIDI e Drum. Denire le vostre differenti combinazioni di Canale /Output MIDI come Instrument pu essere pratico, dato che pu essere fatto una volta sola ed in seguito vi evita di dover tenere a mente le reali impostazioni di Canale e Output. Il concetto spiegato pi in dettaglio nel capitolo Gli Instrument della documentazione elettronica.

- 129 -

Uso dellInspector
q Le informazioni in questa sezione hanno rilievo principalmente per Tracce/ Parti MIDI. Per le Tracce Audio, lInspector usato principalmente per preparare le Tracce per la registrazione, come descritto a pagina 60.

Cos lInspector?
LInspector una parte della Finestra di Arrange. Contiene diversi campi di valori e di nomi, entro i quali potete cambiare impostazioni e propriet di una Traccia o delle singole Parti su una Traccia. C una cosa importante da ricordare prima di iniziare a lavorare con lInspector: q Le impostazioni eseguite nellInspector inuenzeranno il materiale durante la riproduzione. In effetti non viene modicato nulla di quanto registrato.
Quando riproducete delle note da una Parte...

...queste attraversano lInspector...

...ed escono, in questo esempio trasposte di una quinta (cio sette semitoni) verso lacuto. Il materiale reale, registrato nella Parte non inuenzato.

Questo signica che le impostazioni dellInspector, tipo la trasposizione, non vengono prese in considerazione quando editate una Parte. Per rendere permanenti queste impostazioni dovete usare la voce Freeze Play Parameter del menu Functions, come descritto a pagina 138.

- 130 -

Fare apparire lInspector


Aprite lInspector cliccando sulla striscia con la piccola Icona dellInspector sotto la colonna delle Tracce, o premendo [Alt]+[Ctrl]-[I]. Appare unarea a sinistra della colonna pi a sinistra nella Lista delle Tracce. Qui trovate molti campi di valore, di nome e pulsanti, tutti descritti nelle pagine seguenti.

Cliccate sullIcona Inspector... ...per aprire lInspector.

Per chiudere lInspector, cliccate di nuovo sullIcona Inspector.

- 131 -

Cambiare i valori nellInspector


Cambiando i valori nellInspector, effettuate modiche alle vostre Parti e Tracce. Alcuni campi duplicano quelli nella Lista delle Tracce, nel Mixer Monitor Audio o nellEditor GM/GS/XG, mentre altri si trovano solo nellInspector. Per uno sguardo generale alle nozioni di base sullutilizzo dellInspector, seguite le istruzioni sotto riportate: 1. Aprite lInspector. 2. Selezionate una Traccia MIDI sulla quale avete registrato della musica. 3. Controllate che non vi siano Parti selezionate. Lintestazione dellInspector dovrebbe indicare Trackinfo - altrimenti, cliccate semplicemente su unarea vuota nel Display delle Parti. 4. Avviate il Play. 5. Mentre la musica suona, provate a cambiare i valori di Transpose e Volume nellInspector. La trasposizione e il volume della musica riprodotta cambieranno di conseguenza. Effettuare cambiamenti in Tempo-Reale con lInspector Quando cambiate il valore di un parametro nellInspector, il nuovo valore viene immediatamente inviato al MIDI Output. Ci inuenzer non solo la sorgente sonora assegnata alla Traccia selezionata, ma tutte le apparecchiature MIDI collegate allo stesso Output della Traccia, e impostate per ricevere sullo stesso Canale MIDI. Potete far uso di questa caratteristica per impostare valori appropriati (per esempio volume, velocity, etc.) mentre la musica sta suonando.

- 132 -

Cosa viene inuenzato dallInspector?


Ci dipende da quanto selezionato nella nestra di Arrange. Esistono le seguenti possibilit: Quando una Traccia, ma non una Parte, selezionata Quando nessuna Parte selezionata, lInspector ha lintestazione Trackinfo. I valori dei parametri inuiscono sulla Traccia selezionata, e tutto il materiale registrato (le Parti) su di essa.

LInspector aperto per la Traccia Bass.

Una Parte selezionata LInspector ha lintestazione Partinfo. I valori dei parametri inuenzano solo la Parte selezionata.

LInspector aperto per la Parte Bass verse.

Due o pi Parti sono selezionate LInspector ha lintestazione Partinfo, e mostra i valori dei parametri di una delle Parti selezionate. Se cambiate un parametro, vi verr chiesto Copy value to all selected Parts? (Copio i valori su tutte le Parti selezionate?). Se cliccate su Yes, tutte le Parti selezionate prenderanno il nuovo valore, indipendentemente dalle impostazioni precedenti. Se cliccate su No, le modiche agiranno solo sulla Parte i cui valori erano mostrati nellInspector.

- 133 -

La relazione tra le impostazioni di Parti MIDI e Tracce Come avete visto, potete cambiare i valori dei parametri sia per lintera Traccia che per le singole Parti sulla Traccia. E lultima modica che conta. Se per esempio cambiate il valore di velocity di una singola Parte e impostate poi un altro valore di velocity per lintera Traccia, anche la Parte prender questultimo valore di velocity. Le altre impostazioni di parametri della Parte rimarranno intatte.
Fate varie impostazioni per una Parte... ...cambiate poi il valore della velocity per lintera Traccia.

Ora il valore di velocity della Parte cambiato in quello della Traccia, ma le altre impostazioni della Parte non vengono modicate.

- 134 -

I campi e i valori nellInspector


LInspector contiene nomi, valori numerici e menu pop-up. Tutte queste impostazioni possono essere modicate utilizzando qualsiasi combinazione di mouse e tastiera, come al solito. Come tutti gli altri cambiamenti, questi possono naturalmente essere eseguiti mentre la musica suona e persino durante la registrazione. La tabella sottostante contiene i differenti parametri nellInspector per una Traccia/ Parte Audio e MIDI. Per le altre classi delle Tracce, i contenuti dellInspector possono differire. Per una spiegazione pi completa dei parametri, vedi il capitolo Parametri in Tempo Reale nellInspector nella documentazione elettronica. Parti/Tracce Audio (Mono o Stereo)
Parametro Track/Part Name Delay Spiegazione Se selezionata la Traccia, questo indica il nome della Traccia. Se selezionata una Parte indica il nome della Parte. Ritarda (Delay) lesecuzione della Traccia/Parte Audio. Con valori negativi, il Delay far invece suonare gli Eventi Audio in anticipo. Il canale audio usato dalla Traccia, come descritto a pagina 57. Per le Tracce impostate in stereo vengono mostrati entrambi i canali della coppia stereo (es. 3+4). Questo un duplicato del pulsante di Input per il canale audio nella nestra di mixer Monitor. Cliccando su questo pulsante attivate il monitoring per il canale, mentre premendo [Control] e cliccando potete selezionare lInput per il Vedi pagina 62. Sono duplicati dei pulsanti di FX/EQ per il canale audio nella nestra di mixer Monitor. Vedi pagina 209. Mostra il nome del le audio attualmente assegnato per la registrazione. Cliccate su questo pulsante per abilitare la registrazione sulla Traccia. E usato per decidere se la Traccia deve essere Stereo o Mono. Letichetta sul pulsante indica il modo attualmente selezionato per la Traccia. Se il pulsante acceso signica che possibile cambiare modo (vedi pagina 61).

Chan

Pulsante Input

Pulsanti FX/EQ Record Info Pulsante Record Enable Pulsante Mono/ Stereo

- 135 -

Parti/Tracce Audio (canale any) Se la Traccia o la PArte impostata su canale audio any, lInspector appare in modo diverso. Non ci sono pulsanti di FX/EQ, ed i pulsanti di Input e Record Enable sono rimpiazzati da diversi pulsanti di Monitor e Record Info, uno per ciascun canale audio.

Il concetto di canale any descritto nella documentazione elettronica.

- 136 -

Parti/Tracce MIDI
Parametro Track/Part Name Instrument Output Chan Patch Spiegazione Il nome della Parte o Traccia selezionata. LInstrument (Output e Canale) assegnato alla Traccia o Parte selezionata. La porta Output della Traccia o Parte selezionata. Il Canale MIDI impostato per la Traccia o Parte. Se state usando una scheda audio con un synth interno che supporta i SoundFonts (come la serie AWE della Creative Labs) potete usare questo campo per selezionare suoni per il synth (vedi il capitolo Program Change e Volume MIDI nella documentazione elettronica). Vi permette di associare un messaggio MIDI di Bank Select ad una Traccia o Parte, per far si che lo strumento collegato passi da un program bank ad un altro (vedi il capitolo Program Change e Volume MIDI nella documentazione elettronica). Vi permette di associare un numero di Program Change MIDI ad una Traccia o Parte, per far si che lo strumento collegato passi da un suono ad un altro. Se attivo un modo GM, GS o XG nellEditor GM/GS/XG, cliccando su questo campo si aprir un menu pop-up gerarchico nel quale potete selezionare il nome di uno strumento GM. Se state usando lo Studio Module, la selezione del Program avviene in modo diverso - vedi la documentazione separata sullo Studio Module. Un valore di volume per una Traccia o Parte. Questo messaggio viene inviato come messaggio di Volume MIDI. Vi permette di trasporre le note in una Parte o su unintera Traccia. Il valore in questo campo viene aggiunto alla velocity delle note riprodotte. Ritarda le note. Con un valore negativo, il Delay far si che le note suonino prima. Cambia la lunghezza delle note di un fattore percentuale. Comprime o espande lintervallo di velocity delle note. Questo avviene moltiplicando i valori delle velocities con un fattore percentuale (25% - 200%). Se ad esempio volete pareggiare una Parte con valori di velocity varianti, potreste selezionare un valore di Compr di 25, 50 o 75%. Pi piccolo il valore, minore sar la differenza di velocity tra le note. Per compensare la diminuzione di velocity, potreste aggiungere un valore positivo nel campo Veloc. In modo simile, un valore di Compr superiore a 100% offrir differenze di velocity pi evidenti. Invia un messaggio MIDI che fa s che il vostro strumento ponga il suono sulla Parte/Traccia in una certa posizione nel fronte stereofonico.

Bank

Prg

Volume Transp Veloc Delay Length Compr

Pan

- 137 -

Quando dovremmo usare le Colonne delle Tracce e quando lInspector?


Molti dei parametri nellInspector hanno equivalenti nelle colonne delle Tracce. Ricordate quanto segue: LInspector pu agire sia sulle Tracce che sulle singole Parti. Le colonne delle Tracce agiscono solo sullintera Traccia. I campi con lo stesso nome nelle colonne delle Tracce e nellInspector hanno esattamente la stessa funzione. Cambiando il valore in uno si agisce anche sullaltro. Perch allora fare uso delle colonne delle Tracce? Anzitutto, molto comodo avere un istantaneo controllo e visione su tutte le Tracce contemporaneamente. I contenuti dellInspector cambieranno a seconda delle Parti che avete selezionato. Possono anche vericarsi situazioni dove vorrete che il display delle Parti (a destra nella Finestra di Arrange) sia il pi ampio possibile, e sar perci necessario chiudere lInspector.

Utilizzo di Freeze Play Parameters


Come gi accennato, le impostazioni dellInspector (o dei Play Parameters) non modicano realmente gli Eventi MIDI, ma agiscono piuttosto come un ltro, che modica lesecuzione della musica. Potrebbe essere necessario rendere permanenti queste impostazioni, cio convertirli in Eventi MIDI reali nella Parte. Potreste ad esempio trasporre una Parte e quindi editare le note trasposte in un Editor MIDI. Per farlo dovete usare la voce Freeze Play Parameters nel menu Functions: 1. Selezionate la o le Parti con le impostazioni di Inspector che volete rendere permanenti. Se non ci sono no Parti selezionate verranno interessate tutte le PArti sulla Traccia attiva. 2. Aprite il menu Functions e selezionate Freeze Play Parameters. Le impostazioni di Bank Select, Program Change, Patch, Volume e Pan dellInspector saranno convertite in Eventi MIDI ed inserite allinizio delle Parti. Tutte le note nelle Parti verranno modicate secondo le impostazioni di Transpose, Velocity, Delay, Length e Compression dellInspector, e le impostazioni dellInspector verranno resettate. q Quando esportate un MIDI le, potete scegliere se includere automaticamente nel le tutte le impostazioni dellInspector, senza dover prima eseguire un Freeze Play Parameters: Prima di esportare, selezionate Preferences dal menu File ed assicuratevi che il checkbox Leave MIDI File Track Data as is non sia attivo! Quindi esportate il MIDI le, come descritto a pagina 230.

- 138 -

Thru in Tempo Reale


Nella maggior parte delle situazioni di registrazione MIDI, la funzione Thru in Cubase VST usata per ritrasmettere i dati MIDI in ingresso al MIDI Out. Se usate la funzione Thru, i dati MIDI che inviate a Cubase VST attraverso il MIDI In vengono modicati in tempo reale da alcuni parametri di Riproduzione (Playback). Ci signica che se per esempio impostate un valore di trasposizione di 7 (semitoni) e suonate la vostra tastiera, tutte le note che escono attraverso il MIDI Out vengono trasposte di una quinta giusta verso lalto.

Le Note dalla tastiera... ...attraversano lInspector...

...ed escono nuovamente, trasposte una quinta in su.

Ci vi permette di provare leffetto di una certa impostazione di un parametro sulla musica, prima e mentre registrate qualcosa. Dato che differenti Parti possono avere differenti impostazioni, dovete selezionare la Traccia giusta e controllare che la Posizione Song si trovi in qualche punto allinterno della Parte che ha limpostazione che volete provare.

La Parte all"incrocio tra la Traccia Attiva e la Posizione Song usata per il Thru in Tempo Reale.

q Non importa quale Parte o Traccia visibile in Part Info (potreste esservi spostati tra le Parti e le Tracce con i tasti freccia sulla tastiera del computer), solo la Posizione Song e la Traccia Attiva che determinano quali impostazioni della Parte devono venir utilizzate per le modiche in tempo reale. I parametri in tempo reale usati per le modiche sono: Transpose, Velocity e Compression. Potete lavorare in thru con un massimo di quattro Instrument (Outputs e Canali MIDI), vedi il capitolo Registrazione Multi Traccia nella documentazione elettronica.

- 139 -

12 Uso del Pool 12

- 140 -

Cos il Pool?

Ogni volta che registrate su una Traccia Audio, sullhard disk viene creato un le. Questo le viene anche aggiunto nel Pool, una nestra che elenca tutti i le audio utilizzati nella Song. Il modo in cui il Pool visualizza i le audio di Cubase VST e il loro contenuto, simile al modo in cui lExplorer di Windows visualizza lelenco di le e cartelle. Ma Cubase VST non si limita allesecuzione di le completi. Pu anche eseguire qualsiasi sezione di un le dallinizio, alla ne, o da qualche punto nel mezzo, corto o lungo, non importa. Una specicazione di una sezione di un le viene chiamata segmento. Per ciascun le utilizzato nella Song ci sar almeno un segmento. Ce ne possono essere svariati. Ad esempio, diverse sezioni di un le audio possono essere usate in pi di una posizione nella song. Tutti i segmenti sono elencati nel Pool.
Questo File Audio ha quattro segmenti, che eseguono diverse sezioni del le.

Il numero alla sinistra del nome indica quante volte ciascun segmento usato nella Song.

Altro su le e segmenti lo trovate nel capitolo Come Cubase VST gestisce Audio e MIDI nella documentazione elettronica. Questo capitolo descrive le tecniche base e informazioni sul Pool. Nella documentazione elettronica troverete molte altre informazioni.

Apertura del Pool


Il Pool viene aperto selezionando Pool... dal menu Audio o premendo [Control][F].

- 141 -

Come vengono visualizzati le e segmenti


File
Ciascun le rappresentato da una riga in grassetto, preceduta da un triangolo. Per ogni le ci sono pi impostazioni e informazioni, descritte nel capitolo Il Pool Audio nella documentazione elettronica.

Rinominare un le Potete rinominare un le audio con un doppio click sul suo nome nel Pool e digitando un nuovo nome. Questo metodo rende possibile a Cubase VST di tenere traccia dei cambiamenti nome. Rinominando i le audio nellExplorer o dalla Scrivania non consigliato.

Segmenti
Per ciascun le in uso ci sono uno o pi segmenti, elencati sotto il le nel Pool. I segmenti hanno le loro impostazioni, descritte nel capitolo Il Pool Audio nella documentazione elettronica. Per visualizzare o nascondere i segmenti per un le audio, cliccate sul triangolo che precede il le.

Per Mostrare/Nascondere tutti i segmenti per tutti i le, selezionate Expand/Collapse dal menu pop-up View. Ascolto di un segmento Per ascoltare un segmento dal suo inizio, tenete premuto il pulsante del mouse con il puntatore sullicona dello speaker alla sinistra del nome del segmento. Il segmento verr eseguito per la sua intera durata (o nch tenete premuto il pulsante del mouse).

Se non volete ascoltare il segmento dal suo inizio, potete cliccare in un punto qualsiasi dellimmagine della forma donda sulla destra. Il segmento suoner a partire dalla posizione dove avete cliccato, ntanto che tenete premuto il pulsante del mouse.
- 142 -

Per sapere quante volte un Segmento usato nella Song Accanto allicona dello speaker di ciascun segmento vedrete un numero che vi indica quante volte questo segmento viene utilizzato nella Song. Un segmento senza numero non usato in nessun punto della Song.

Dragging dal Pool alla nestra di Arrange


Una delle pi importanti funzioni nel Pool la possibilit di draggare i segmenti nella nestra di Arrange. Questo esempio utilizza la Song Quick Start che trovate nel CD-ROM: 1. Se non avete gi copiato la cartella Quick Start Song sul vostro hard disk, fatelo adesso. Vedi pagina 23. 2. Aprite la Song Quick Start Song. 3. Selezionate New Arrangement dal menu File, in modo da ottenere un nuovo Arrangement vuoto. In questo esempio non userete lArrangement originale, anche se questo rester in background. 4. Assicuratevi di avere diverse Tracce Audio in cima allArrangement. 5. Impostate il tempo dellArrangement a 70 BPM. 6. Aprite il menu Audio menu e selezionate Pool. Appare una nestra di Pool con vari le audio al suo interno. 7. Ridimensionate e arrangiate la nestra in modo da poter vedere le prime Tracce nellArrangiamento, il pi possibile del Display delle Parti e il pi possibile della nestra di Pool. 8. Nella nestra del Pool, selezionate Expand dal menu pop-up View. 9. Ora, sotto ciascun le appaiono uno o pi segmenti.

- 143 -

10.Posizionate il puntatore del mouse su uno dei nomi dei segmenti, e premete il pulsante. Con il pulsante del mouse premuto, draggate il segmento su una Traccia Audio nellArrangement. La sequenza di gure sottostante mostra questi passi in dettaglio.

1. Puntate sul nome del Segmento

2. Draggate su una Traccia Audio nellArrangiamento

3. Il Segmento appare come Parte nel display delle Parti

- 144 -

11.Se la Parte non appare esattamente sul punto desiderato, basta draggarla sulla giusta Traccia e posizione in battute. Come sempre nellArrangement, il valore di Snap inuisce sulla posizione del Segmento. 12.Eseguite per ascoltare il nuovo Arrangiamento. 13.Draggate un altro Segmento su unaltra Traccia Audio, e posizionatelo in modo che parta allo stesso punto. Rieseguite con Play per ascoltare il risultato. 14.Continuate in questo modo ad aggiungere altre Parti per costruire lArrangiamento. Due suggerimenti: Ricordate che si possono ripetere Parti gi presenti nellArrangiamento. Questo potrebbe essere pi veloce che draggare pi volte lo stesso segmento dal Pool. Usate la funzione Ciclo per provare diversi le e vedere se stanno bene insieme. La funzione Ciclo fa ripetere ad anello la sezione tra il Locatore Sinistro e Destro. Basta posizionare il Locatore Sinistro e quello Destro dove desiderate, cliccare sul pulsante Ciclo nella Barra dei Trasporti in modo che si accenda, e attivare il play. Quindi draggate i le su posizioni allinterno del Ciclo mentre il programma sta suonando!
Il pulsante Ciclo.

- 145 -

Importazione di File nel Pool


Se sullhard disk c un qualunque le audio che si vuole utilizzare nella Song, possibile importarlo nel Pool e quindi draggarlo nellArrangement, come descritto sopra.

Speciche del File


Il le Audio deve corrispondere alle seguenti speciche: Deve essere in formato Wave (.WAV, il pi comune nei computer PC) o AIFF (Audio Interchange File Format, pi comune sui computer Macintosh). Deve essere un le a 16 bit non compresso. La frequenza di campionamento (chiamata anche sample rate) del le deve essere la stessa usata nella Song (vedi pagina 56). Il le pu essere in mono o stereo.

Importazione di le
1. Attivate la nestra del Pool. 2. Selezionate Import Audio dal menu pop-up File.

Appare un regolare riquadro di le. 3. Selezionate il formato del le (WAV o AIF) dal pop-up File Type. 4. Usate il riquadro di selezione le per localizzare il le, selezionatelo e cliccate su OK. Ora, il le appare in fondo alla nestra del Pool, completo di un segmento che pu essere draggato nellArrangiamento, come gi descritto. Ricordate che si possono anche importare le audio direttamente nellArrangement, come descritto nel capitolo Importazione e Esportazione di Audio nella documentazione elettronica (usando Import Audio File, nel menu File).

- 146 -

13 UnIntroduzione allEditing Audio 13

- 147 -

Introduzione
Ci sono diversi modi per editare le registrazioni audio in Cubase VST: Manipolando le Parti Audio nella nestra di Arrange. Cambiando le impostazioni di le e segmenti nellAudio Pool (vedi il capitolo LAudio Pool nella documentazione elettronica). Editando e regolando gli Eventi Audio nellEditor Audio. Applicando modiche permanenti e processando i le audio e segmenti nel Wave Editor (descritto nel capitolo il Wave Editor nella documentazione elettronica). Questo capitolo descrive le funzioni e tecniche di base di base nellEditor Audio. Per informazioni pi dettagliate, vedi il capitolo sullEditor Audio nella documentazione elettronica.

Segmenti, Eventi, Parti e lediting Non Distruttivo


Come gi accennato, un segmento audio una sezione di un le audio. Fondamentalmente, ciascun segmento consiste in un riferimento a un le audio, un punto di inizio e uno di ne (dora in avanti chiamati Start e End Inset). Un Evento Audio pu essere visto come una scatola contenente un segmento (insieme a impostazioni aggiuntive). La Parte Audio, a sua volta, una scatola contenente uno o pi Eventi Audio (come le Parti MIDI contengono note od altri Eventi MIDI). Quando editate una Parte Audio nellEditor Audio, in effetti non modicherete la registrazione (cio il le audio), ma piuttosto le propriet dei Segmenti e gli Eventi Audio nella Parte. LEditing che eseguite non distruttivo, cio non vengono persi dati audio. Potete sempre ripristinare le impostazioni cos comerano prima di cominciare ad editarle.

Apertura delleditor Audio


Per aprire leditor Audio procedete in questo modo: Fate un doppio click su una Parte Audio, oppure 1. Selezionate una o pi Parti Audio. Potete editare Parti da pi Tracce contemporaneamente, se volete. 2. Aprite il menu Edit e selezionate Edit, o premete [Control]-[E] sulla tastiera del computer. Si pu avere una sola nestra di editor Audio aperta alla volta.

- 148 -

LEditor Audio - in generale

Le Corsie Quando inizialmente aprite leditor Audio, noterete che diviso orizzontalmente in sezioni che noi chiameremo Corsie. Potete spostare o copiare Eventi tra le Corsie, ma i risultati saranno diversi a seconda dellimpostazione di canale audio della Traccia editata: Quando si Edita una Traccia su un Singolo Canale (Mono) Se nella nestra di Arrange la Traccia impostata su Mono, per suonare su un determinato canale audio (invece di essere impostata su canale Any), le Corsie avranno tutte lo stesso valore. Lunico motivo per usare pi di una Corsia quando editate una Traccia su singolo canale se trovate che questo vi offra una migliora visuale su quello che sta succedendo. Quando si edita una Traccia Stereo. Se la Traccia impostata per suonare in Stereo, lEditor Audio mostrer due Corsie separate, una per ciascun lato stereo. Questo signica che se editate una Traccia Stereo impostata su Canale 3, lEditor Audio mostrer le corsie per canale 3 e 4. Quando si Edita una Traccia Multi Canale. Se state editando una Traccia impostata su canale Any (o pi Parti su Tracce diverse), ogni Corsia rappresenta uno dei canali audio disponibili. Quale canale audio viene utilizzato da ciascuna Corsia indicato da un numero sulla sinistra della nestra. Spostando un Evento tra Corsie con numero di canale diverso, cambierete il canale audio sul quale viene eseguito lEvento. q Questo capitolo assume che stiate editando Parti sullo stesso canale audio. per maggiori informazioni sullediting audio multicanale, vedi il capitolo sullEditor Audio nella documentazione elettronica.

- 149 -

Come vengono visualizzati gli Eventi Audio


Normalmente gli Eventi Audio vengono visualizzati come riquadri contenenti una forma donda - o due forme donda se il corrispondente le audio stereo. Inoltre nellEvento possono essere visualizzate diverse maniglie, marker ed altre cose. Quello che viene visualizzato dipende dalle impostazioni nel menu pop-up View:

Waveforms (Forme dOnda) Questa opzione decide se la forma donda (waveform) deve essere visualizzata o no. Normalmente questa opzione si lascia attiva. Names (Nomi) Quando attivata, il nome del segmento viene visualizzato nellangolo superiore sinistro dellEvento Audio. Handles (Maniglie) Ciascun Evento ha uno Start e End Inset che rappresentano i punti di inizio e ne Segmento nel le audio. Se lopzione Handles attiva nel menu pop-up View, negli angoli superiori sinistro e destro (rispettivamente) degli Eventi saranno visibili le maniglie per regolare i punti di Inset Iniziale e Finale. Per informazioni su come regolare gli Inset, vedi pagina 155.

Maniglia Start Inset

Maniglia Q-Point

Maniglia End Inset

La forma della maniglia indica quello che viene suonato dallEvento:

- 150 -

Se allinizio dellEvento appare questo simbolo, signica che lEvento esegue il le audio dallinizio. Se allinizio dellEvento appare questo simbolo, signica che lEvento esegue il le audio da un certo punto successivo allinizio assoluto del le. Lo Start Inset gi stato modicato. Se alla ne dellEvento appare questo simbolo, signica che lEvento esegue il le audio no alla sua ne. Se alla ne dellEvento appare questo simbolo, signica che lEvento non esegue il le audio no alla sua ne assoluta. LEnd Inset gi stato modicato.

Anche se lEvento non inizia o nisce allinterno della nestra, i simboli di Start e End Inset saranno visibili ai lati della nestra. Se avete degli Eventi lunghi, questo vi consente di vedere lo status degli Inset (come descritto sopra) senza scrollare la nestra. Lopzione Handles serve anche a nascondere/mostrare i Q-Points (vedi pagina 151). By Output Quando attivata, tutti gli Eventi che suonano sullo stesso canale audio verranno visualizzati sulla stessa Corsia. Per maggiori informazioni su questo, vedi il capitolo sullEditor Audio nella documentazione elettronica. Lane Info Se questa opzione attiva, a sinistra di ciascuna Corsia comparir un campo contenente il numero del corrispondente canale audio. Dynamic Events Se questa voce attiva, la parte inferiore dellEvento Audio conterr la rappresentazione della curva di volume, di una curva di pan o dei Match Point. Tutto questo descritto nel capitolo sullEditor Audio nella documentazione elettronica.

I Q-Point
NellEvento Audio troverete anche una linea verticale con una maniglia, marcata Q. Questo il Q-Point, un marker usato per agganciare gli Eventi su posizioni musicali.

- 151 -

Il concetto che con laudio, allopposto del MIDI, linizio dellEvento potrebbe non avvenire su una posizione musicale, potrebbe ad esempio esserci del silenzio allinizio della registrazione. Ci signica che lo snapping dellinizio dellEvento a una posizione musicale normalmente non ha molto senso. Ecco quindi i Q-point. Questi vi consentono di specicare una posizione nel Segmento la quale deve essere presa come prima posizione musicalmente signicativa, ad esempio il primo battere. Per spostare il Q-Point in un Evento Audio, basta cliccare e draggare la maniglia Q. Perch il Q-Point sia visibile, Handles deve essere attivato nel menu popup View. Per maggiori informazioni sul funzionamento dei Q-Points, vedi il capitolo sullEditor Audio nella documentazione elettronica.

Quali Eventi Audio Sentiremo?


Se due Eventi Audio qualsiasi nellArrangiamento cercano di suonare sullo stesso canale audio contemporaneamente, solo uno di essi verr suonato. Questo spiegato nella seguente gura:

LEvento 1st Part viene tagliato dallEvento 2nd Part.

LEvento MainBeat viene tagliato dallEvento Fill-in. Alla ne di queste breve Evento, si sentir di nuovo lEvento MainBeat.

- 152 -

Creazione di Eventi Audio


Ci sono tre modi per creare nuovi Eventi Audio nellEditor Audio: Registrando. La Registrazione Audio nellEditor Audio avviene come nella nestra di Arrange. Se state editando pi Parti su tracce diverse, la Traccia sulla quale registrare viene determinata cliccando nel campo di Lane Info a sinistra nella nestra. Importando. Se selezionate il tool Matita e cliccate in un punto sulla Corsia, si apre un riquadro di le. Localizzate e selezionate il le audio che volete importare, e cliccate su OK. Viene creato un Evento Audio sulla posizione alla quale avete cliccato (tenendo in considerazione il valore di Snap), ed il le e il segmento vengono aggiunti al Pool. Le speciche del le sono le stesse dellimportazione nel Pool (vedi pagina 146). Draggando i segmenti dal Pool. Questo avviene come quando draggate i segmenti nella nestra di Arrange (vedi pagina 143).

- 153 -

Manipolazione di Eventi Audio


Questa sezione descrive alcuni dei modi fondamentali per manipolare gli Eventi Audio.

Spostamento di Eventi
Gli Eventi Audio vengono spostati come gli altri oggetti in Cubase VST: 1. Selezionate il tool Freccia. 2. Selezionate tutti gli Eventi che volete spostare. 3. Tenete premuto il pulsante del mouse con il puntatore su uno degli Eventi selezionati (non sulle maniglie) e spostate il mouse. Il riquadro mouse indica il punto dove si posizioner il Q-point del primo Evento selezionato e draggato quando rilasciate il mouse. 4. Se volete costringere il movimento solo orizzontalmente o verticalmente, tenete premuto [Maiuscole] mentre draggate. 5. Rilasciate il pulsante del mouse, e gli Eventi selezionati verranno spostati alle nuove posizioni. Si applica la funzione di Snap, in modo che il Q-point dellEvento draggato venga posizionato al valore di Snap pi vicino. Usando il tool Mano potete anche fare regolazioni ni sulla posizione dellEvento. Questo descritto nel capitolo lEditor Audio nella documentazione elettronica.

Duplicazione di Eventi
Funziona come nello spostamento di Eventi, eccetto che premete [Alt] e lo tenete premuto quando draggate gli Eventi. Gli Eventi Audio duplicati suoneranno nuovi segmenti, con le stesse propriet di quelli originali. Se invece volete che lEvento duplicato esegua lo stesso segmento, potete creare una Copia Ghost dellEvento, tenendo premuto [Control] mentre draggate. I vantaggi consistono nel fatto che nel Pool non avrete tanti segmenti identici, e che potrete editare un segmento, e le modiche avranno effetto su pi Eventi Audio contemporaneamente. Per maggiori informazioni sulle Copie Ghost, vedi il capitolo sullEditor Audio nella documentazione elettronica.

- 154 -

Modica degli Inset Start e End


Lo spostamento degli Inset Start e End il modo principale per aggiustare gli Eventi Audio. Bisogna pensare ad un paio di cose, prima di cominciare: Snap to Zero. Se lopzione Snap To Zero nel menu Audio abilitata, tutte le regolazioni di offset verranno seguite da una ricerca di zero crossing automatica. Il vantaggio nelluso dello zero crossings che non otterremo i click causati da improvvisi cambi di volume nel materiale audio. Per maggiori informazioni sullo Zero Crossing, vedi il capitolo LEditor Audio nella documentazione elettronica. Cambiare lIngrandimento. Spesso converr usare un ingrandimento orizzontale e verticale, se volete fare delle regolazioni ni ai punti iniziali e nali dei segmenti. Usate i cursori nellangolo inferiore destro della nestra per cambiarne lingrandimento. Il valore di Inset in ticks. In ciascun quarto ci sono 384 ticks, il che signica che quando cambiate gli Inset questa la risoluzione per il valore di posizione. Se avete bisogno di un editing degli Inset del Segmento accurato al singolo campione, potete eseguirlo dal Pool, vedi la documentazione elettronica. Gli Inset non si agganciano al pi vicino valore di Snap. Modica dello Start Inset Lo Start Inset viene regolato draggando nellangolo superiore sinistro della forma donda del Segmento. Normalmente punterete sulla maniglia, cliccando e draggando, ma non necessario che la maniglia sia visibile (se volete nascondetela con il menu pop-up View).
Posizionate il puntatore nellangolo superiore sinistro del campione, e draggate lInset a sinistra o destra.

Se cliccate in un punto lungo il lato superiore del segmento (ma non sul nome del segmento) lo Start Inset verr immediatamente impostato su quella posizione. Lo Start Inset pu anche essere modicato numericamente dalla Linea di Info (vedi pagina 159).

- 155 -

Cosa succede quando si Modica lo Start Inset? Cambiando lo Start Inset si regola il punto nel le dal quale il Segmento suona; nasconde pi o meno linizio del le. Non sposta laudio nella Song. Ricordate la differenza tra modicare lo Start Inset e lo spostamento dellEvento:
Prima di spostare lEvento Prima di spostare lo Start Inset

Dopo lo spostamento dellEvento

Dopo lo spostamento dello Start Inset

Modica dellEnd Inset Questo avviene come per la modica dello Start Inset, solo che si clicca o si dragga nellangolo inferiore destro della forma donda. Modicando lEnd Inset si regola la Lunghezza (Length) dellEvento; cio, si nasconde pi o meno la ne del le. Se cliccate in un punto lungo il lato inferiore del segmento lEnd Inset verr immediatamente impostato su quella posizione. LEnd Inset pu anche essere impostato numericamente nella Linea di Info (vedi pagina 159). Monitoraggio delle Modiche Se attivate licona del Diffusore (Speaker), ogni volta che modicate uno degli Inset viene eseguita una breve porzione del Segmento, che vi consente di regolare le impostazioni ad orecchio. nella documentazione elettronica troverete informazioni su come impostare la lunghezza della sezione che viene eseguita.

- 156 -

Ascolto di Eventi Audio


Questo vi consente di vericare il contenuto di un Evento, eseguendolo da qualsiasi posizione: 1. Selezionate la Lente di Ingrandimento dal Toolbox. 2. Assicuratevi che licona di Scrub nella Barra di Status sia disattivata. Quando questa attivata, la Lente di Ingrandimento viene usata per lo Scrubbing. Questo descritto nel Capitolo sullEditor Audio nella documentazione elettronica.
Licona di Scrub disattivata (modo Ascolto).

Licona di Scrub attivata (modo Scrubbing).

3. Cliccate su un Evento. LEvento viene eseguito da quel punto no a quando tenete premuto il pulsante del mouse. Laudio viene assegnato dal mixer monitor come al solito.

- 157 -

Cancellazione di Eventi Audio


Gli Eventi Audio possono essere cancellati in diversi modi, come le Parti nella nestra di Arrange: Cliccando con il tool Gomma. Questo rimuove lEvento dalla Parte Audio. Il le resta sullhard disk, e nel Pool Audio, insieme al segmento. Selezionando lEvento e premendo [Ritorno Unitario] sulla tastiera del computer. Di nuovo; questo rimuove solo lEvento dalla Parte Audio. Selezionando lEvento, tenendo premuto [Control] e premendo [Ritorno Unitario]. In questo modo appare il seguente messaggi:

Se cliccate su No, verr rimosso solo lEvento Audio, come se non aveste premuto [Control]. Se cliccate su Yes, il le audio verr cancellato permanentemente dallhard disk, ed il segmento ed il le verranno rimossi dal Pool Audio. q La cancellazione permanente di un le audio dallhard disk in questo modo non pu essere annullata!

- 158 -

Editing nella Linea di Info


La Linea di Info una sezione nella nestra contenente impostazioni numeriche per lEvento Audio selezionato. procedete in questo modo: 1. Per visualizzare la Linea di Info, cliccate sul pulsante I nella Barra di Status:

2. Selezionate un solo Evento. 3. Regolate i valori come descritto nella seguente tavola:
Intestazione: Start End QPoint Segment File Descrizione: Posizione di Start. Modicandola lEvento si sposta. End Inset. Modicandolo l Evento si accorcia o si allunga. Q-point. Modicandolo si sposta il Q-point. Vedi pagina 151. Nome del Segmento. Se lo modicate, verr riesso in tutti gli Eventi che eseguono il Segmento e nel Pool. Nome del File name. La sua modica signica che il le audio sullhard disk verr rinominato.

- 159 -

14 Introduzione allEditing MIDI 14

- 160 -

Cosa posso fare con gli Editor MIDI?


Quando registrate dati MIDI, riempite le Parti di note e altri Eventi MIDI. Ma non potete vedere e manipolare questi Eventi individualmente dalla nestra di Arrange. Negli Editor MIDI potete!

Differenti tipi di Eventi e dove trovarli


Elenchiamo di seguito i differenti tipi di dati MIDI che Cubase VST pu registrare, e come e dove vengono visualizzati per lediting:

Note (messaggi di Note On e Off)


Le Note vengono visualizzate in tutti gli editor MIDI. Diamo unocchiata a un semplice pattern di batteria e a come appare nei differenti editor: In Drum Edit

Nella nestra di Drum Edit, le note appaiono come diamanti. Ogni tasto corrisponde a un suono di batteria, come indicato sulla sinistra. Le differenti ombreggiature dei diamanti indicano differenti valori di Velocity.

- 161 -

In Key Edit
La tastiera di piano sulla sinistra rende pi semplice trovare laltezza corretta durante linserimento o lediting delle note.

Le note sono indicate come riquadri, con le note pi acute pi in alto nella griglia. Dato che questo un pattern di batteria, tutte le note sono brevi, ma altrimenti la lunghezza delle note viene indicata dalla larghezza del rettangolo.

In List Edit
Le note sono indicate sia nella lista alla sinistra che nel display graco a destra.

Il graco a barre nere per la visualizzazione graca e lediting MIDI del Value 2 in ogni Evento. nel caso delle note, Value 2 il valore di Velocity.

- 162 -

In Score Edit

In Score Edit, le note vengono mostrate ed editate come le note su una partitura stampata. Questa schermata stata presa da Cubase Score.

Messaggi Continui
Nel MIDI vengono utilizzati vari tipi di messaggi MIDI per trasmettere cambiamenti continui. Per la precisione, questi tipi sono: Aftertouch (Channel Pressure e Poly Pressure). Pitch Bend. Controller, come pedale del sustain, MIDI Volume, Modulation wheel etc. Per essere esatti (per non dire pedanti!) alcuni di questi non sono veramente continui. il Pedale Sustain pu essere solo premuto (On) o sollevato (Off). Comunque, le speciche MIDI li raggruppano tutti come messaggi Continui, e lo stesso fa Cubase VST.

- 163 -

I messaggi Continui sono mostrati ed editati in Key Edit e List Edit:


In Key Edit, larea sotto il Divisore il Display dei Controller.

Cliccando su questa icona si apre un menu pop-up, permettendovi di selezionare che tipo di dati Continui devono venir mostrati. In questo caso, appaiono gli Eventi di modulation wheel. Le montagne di dati Continui (come mostrato nella Finestra di Key Edit) sono in realt grandi quantit di Eventi singoli. Ci appare chiaro guardando gli stessi dati nella Finestra List Edit: Il Value 2 per ogni Evento indicato nella lista e nel display a barre. Il colore grigio indica Eventi non-nota.

Gli Eventi di modulation sono elencati nel loro ordine di riproduzione.

- 164 -

Messaggi di Program Change Un messaggio di Program Change un evento MIDI, che dice ad unapparecchiatura MIDI di selezionare un altro Programma (per esempio un suono in un sintetizzatore, una impostazione in un apparecchio di riverbero, etc.). Potete registrare i messaggi di Program Change in Cubase VST come qualsiasi altro Evento. Se volete editare (o creare dei nuovi) messaggi di Program Change, ci pu esser fatto in Key Edit o in List Edit. Messaggi di System Exclusive I messaggi di System Exclusive (Sistema Esclusivo o SysX) sono un tipo speciale di Eventi MIDI, concepiti per il controllo dettagliato dei parametri di unapparecchiatura MIDI. Dato che ogni apparecchio ha parametri diversi, ognuno dei maggiori produttori di apparecchiature MIDI ha uno speciale codice di ID(enticazione) che fa parte del messaggio di System Exclusive. I messaggi di System Exclusive vengono visualizzati ed editati nella nestra di List Edit (vedi il capitolo List Edit). Per un editing e gestione avanzata di System Exclusive potete usare il modulo SysEx Editor, descritto in un documento elettronico separato.

- 165 -

Apertura di un Editor MIDI


Ci sono diversi modi per aprire un editor MIDI: q Se non avete registrato nessun dato MISI, ma volete inserire degli Eventi MIDI da zero in un Editor MIDI, dovete prima creare una Parte, usando il tool Matita o la funzione Create Part. E descritto a pagina 113. Con un doppio click su una Parte Se la Parte su una Traccia Drum, si apre il Drum edit. Se una normale Parte MIDI, leditor che si aprir dipende dallimpostazione di Double Click Opens nel riquadro di Preferences. Per impostarlo, procedete come segue: 1. Aprite il menu File e selezionate Preferences. Si apre il riquadro di Preferences. 2. Aprite il menu pop-up Double click opens e selezionate leditor preferito (Key, Score o List Edit).

Limpostazione di Double Click Opens viene salvata con la Song. Se desiderate che limpostazione sia valida per tutte le nuove Song, dovete impostare la vostra song di Def.ALL afnch ci si verichi. Vedi pagina 228.

- 166 -

Editare una Traccia completa Potete editare tutte le Parti su una Traccia contemporaneamente:
1. Assicuratevi che nessuna Parte sia selezionata, cliccando ovunque in unarea bianca nella Finestra di Arrange.

2. Selezionate la Traccia che volete Editare.

3. Selezionate leditor preferito dal menu Edit o utilizzate gli equivalenti da tastiera.

Per le Tracce MIDI la voce Edit apre il Key Edit, per le Tracce Drum apre il Drum Edit. Editing di pi di una Parte Potete editare qualsiasi selezione di Parti, anche Parti su Tracce differenti contemporaneamente. Lunica restrizione questa: q List Edit pu essere utilizzato solo per editare Parti tutte sulla stessa Traccia. 1. Selezionate le Parti che desiderate Editare. 2. Selezionate leditor preferito dal menu Edit o usate gli equivalenti da tastiera.
- 167 -

Key Edit
In generale
Segue una descrizione delle caratteristiche principali del Key Edit:
La posizione del puntatore del mouse indicata sia nel Riquadro Mouse che sulla tastiera di Piano. I pop-up Do e To. Vedi Gli Editor MIDI Informazioni Generali nella documentazione elettronica. I riquadri Snap e Quantize.

Le note nere sono selezionate.

Il pop-up Goto usato per spostare la visualizzazione. Cliccando qui si apre il Display dei Controller.

Il Puntatore Posizione Song.

- 168 -

Drum Edit
Il Drum Edit pu essere utilizzato per editare le Tracce MIDI. Pu anche essere usato in modo pi avanzato per editare le Tracce Drum. Vedi il capitolo Drum Edit e le Tracce Drum.

In generale
Segue una descrizione di alcune delle caratteristiche principali del Drum Edit:
I pop-up Do e To. Vedi Gli Editor MIDI Informazioni Generali nella documentazione elettronica. La posizione del mouse indicata nel Riquadro Mouse. Il nome del Drum Sound nella riga corrispondente, indicato nel riquadro sottostante. Il Puntatore Posizione Song.

Le note nere sono selezionate.

La lista dei Drum Sound. Draggando il Divisore ulteriormente a destra, sono visibili pi colonne. Cliccando qui si apre il Display dei Controller.

Le Drum Map
In Drum Edit, ogni tasto della vostra tastiera MIDI viene rappresentato come un Sound (Suono), in un Drum Map (Mappatura di Batteria). Questa mappatura consiste di 64 Sounds ai quali pu venir attribuito un nome e che sono impostati per rappresentare un certo suono di batteria del vostro sintetizzatore, campionatore o batteria elettronica. Quando avete denito un Sound, tutte le note che sono gi registrate con quel Sound appariranno come diamanti su quella linea nel display delle note.

- 169 -

Apertura di Drum Map preimpostate


Nel CD ROM di Cubase VST potete trovare diverse drum map preimpostate. Questo esempio descrive lapertura di una drum map per strumenti General MIDI, ma probabilmente troverete una mappa creata per i suoni di batteria dei vostri strumenti. Per caricare una drum map, procedete come segue: 1. Selezionate Open dal menu File. 2. Dal menu pop-up File Format selezionate Drumsets (*.DRM).

3. Portatevi nella cartella Drum Maps sul CD ROM di Cubase VST. Potrebbe essere pi conveniente copiare le Drum Map desiderate dal CD-ROM al vostro hard disk, e aprirle da qui. 4. Trovate la drum Map che desiderate, e cliccate su OK. Per una drum map compatibile General MIDI, aprite la cartella Roland e selezionate la mappa GS Standard. Dora in avanti, aprendo il Drum Editor, la vostra Drum Map sar gi correttamene denita e le registrazioni effettuate nella nestra di Arrange dovrebbero apparire con tutte le note sulle linee corrette. Se salvate la vostra Song, la Drum Map selezionata viene salvata insieme alla Song. Verr caricata automaticamente la prossima volta che aprite la Song.

- 170 -

Impostazione e modica di una Drum Map


Potete facilmente adattare una Drum Map esistente, o impostarne una completamente nuova, in modo che corrisponda alle impostazioni di batteria e percussioni dei vostri strumenti MIDI. q Questo esempio assume che stiate usando il Drum Edit per editare Parti MIDI.

1. Controllate e memorizzate quale tasto della vostra tastiera utilizzato per suonare un certo Sound. 2. Aprite il Drum Editor e draggate il Divisore tra la Drum Map e il display delle Note in modo tale da vedere le prime colonne nella lista.

3. Fate doppio click su un Nome di Batteria e digitate il vostro.

4. Fate un doppio click sul valore di I-note di quel Sound, e digitate la nota che esegue quel Sound.

Ora, le registrazioni eseguite col Sound suonato da quella nota, appariranno su quella linea.

- 171 -

Se le Note gi registrate non appaiono sulla Linea


Potrebbe accadere che abbiate denito una I-Note correttamente, ma che nessuna nota appaia, bench tutte suonino correttamente. La causa che pi di un Sound impostato sulla stessa I-Note. Procedete come segue: 1. Scrollate in su o in gi la Lista per trovare un Sound impostato sulla stessa I-Note di quello che volete usare. 2. Portate il valore di I-note del Sound che avete appena trovato al suo valore pi basso (C-2). 3. Ritornate al Sound originale e ricontrollate. Le note dovrebbero essere apparse.

Se appare il messaggio Double dened Notes

Quando cambiate il valore di I-note, potrebbe apparire un riquadro di dialogo che dice Double dened I-NOTE in your drum set. Ci signica che pi di un Sound stato impostato sulla stessa Nota MIDI, come descritto sopra. Questo riquadro apparir ogni volta che aprite il Drum Edit, no a che non cambierete uno dei valori uguali di I-note.

Salvataggio della Drum Map


Potete naturalmente salvare tutte le Drum Map che avete creato. Ci descritto nel capitolo Drum Edit e Tracce Drum nella documentazione elettronica.

- 172 -

List Edit
In generale
Il pop-up Mask usato per far si che il List Edit mostri Eventi solo di un dato tipo. Nel menu pop-up Insert, decidete quale tipo di Eventi inserire. La posizione del Mouse indicata nel Riquadro Mouse.

I menu Do, To e Goto.

La Posizione Song indicata sia nella lista degli Eventi che nel display degli Eventi

Gli Eventi sono indicati nella lista e nel display sulla destra.

- 173 -

Score Edit
Laspetto e le funzioni dello Score editor differiscono a seconda della versione di Cubase VST che possedete: nel normale Cubase VST, c uno Score editor di base senza funzioni di impaginazione avanzate, mentre Cubase Score VST contiene uno Score editor esteso, per impaginazione e stampa di partiture a livello professionale. Se non espressamente indicato, questa sezione ed il capitolo Score Edit nella documentazione elettronica descrivono lo Score editor di base in Cubase VST. Se avete Cubase Score VST o Cubase Audio VST dovreste anche leggere il documento separato Impaginazione e Stampa Partiture.

In generale
Segue una descrizione di alcune delle caratteristiche principali dello Score Edit:
La posizione del mouse viene indicata sia nel riquadro mouse che con il nome della nota nel riquadro sotto. Quando spostate una nota, il riquadro inferiore mostra la trasposizione in semitoni. Il Puntatore Posizione Song.

Le note invertite sono selezionate. State editando Parti su molte Tracce allo stesso tempo, la linea nera grossa sulla linea di battuta allinizio della partitura indica la Traccia Attiva.

Visualizzazione corretta della Partitura


Quando inizialmente aprite lo Score Edit, limpaginazione della partitura potrebbe riettere linaccuratezza della vera esecuzione umana. Ci sono diverse impostazioni che potete eseguire afnch la Partitura abbia un aspetto migliore, senza per questo modicare i dati MIDI. Vedi il capitolo Score Edit nella documentazione elettronica per ulteriori informazioni.

- 174 -

Page Mode contro Edit Mode


Se state usando Cubase VST Score o Cubase Audio VST, il vostro programma avr un menu Score. La voce pi in alto di questo menu usata per alternare i due modi dello Score Editor: Page e Edit.

Selezionando Page Mode la musica apparir nel modo in cui verr stampata...

...mentre Edit Mode mostra la musica in modo pi adatto per lediting, vedi sotto.

Il testo che segue assume che leditor sia impostato nel modo Edit. Laltro modo serve per limpaginazione e la stampa della partitura. Gli utenti della normale versione Cubase VST (non Score) non devono preoccuparsi di questo.

Dimensione della Finestra


Il modo Edit di Score Edit mostra tutte le note che possono stare nello spazio della nestra. In altre parole, per visualizzare porzioni pi grandi o pi piccole della vostra Traccia, ridimensionate semplicemente la nestra.
- 175 -

Registrazione ed Esecuzione negli Editor


Di norma, tutto quello che potete fare nella nestra di Arrange in relazione a riproduzione o registrazione, potete farlo anche negli editor. Tempo Reale Come ogni operazione in Cubase VST, lediting pu avvenire in tempo reale. Ci signica che potete editare mentre la musica sta suonando e persino mentre state registrando! Registrazione in Step Se preferite non registrare la vostra musica in tempo reale, potete usare la Registrazione in Step per inserire la musica una nota alla volta. Ci viene spiegato nel capitolo Registrazione in Step nella documentazione elettronica. Follow Song Se Follow Song sul menu Options attivo, la nestra di Edit scroller automaticamente durante il play, cos che la Posizione Song sia sempre visibile.

Potete premere [F] sulla tastiera del computer per attivare Follow Song. Edit Solo

Attivando questo pulsante, ascolterete solo la Traccia/Parti che vengono editate in quel momento. Tutte le altre Tracce sono silenziate. Usate questa funzione quando volete concentrarvi sullediting delle Parti nelleditor, piuttosto che ascoltare la registrazione nellintero contesto. Ciclo Lattivazione del Ciclo (vedi pagina 83) pu essere comoda per lediting, dato che potete rinire una registrazione ed istantaneamente ascoltare il risultato senza dover Riavvolgere ed eseguire per ascoltare la sezione corretta.

- 176 -

Inserimento di Note
Le Note possono essere inserite manualmente, usando metodi leggermente diversi nei diversi editor MIDI:

Key Edit
1. Impostate il valore di Snap sulla posizione pi piccola nella quale volete inserire una nota. Se per esempio volete inserire solo note alle posizioni delle note da un quarto, impostate Snap su 4. 2. Impostate la lunghezza della nota da inserire con il valore di Quantize. Il valore 8 ad esempio vi dar note da un ottavo. Potete anche cambiare la lunghezza mentre disegnate - vedi pagina 178.

I valori di Snap e Quantize impostati per inserire note di ottavo ad intervalli di un quarto.

3. Selezionate il Tool Matita. 4. Spostate il puntatore sul display delle note, sulla posizione nella quale volete posizionare la nota. La tastiera a sinistra ed i due campi nella Barra di Status vi aiuteranno mostrando la posizione e lintonazione.

Lintonazione indicata sulla tastiera e nella Barra di Status.

5. Cliccate una volta col mouse per inserire una nota.

- 177 -

Impostazione della lunghezza mentre si disegna E possibile impostare la lunghezza delle note a qualcosa di diverso dal valore di quantizzazione, mentre le inserite. Viene sempre utilizzato il valore di Snap, in modo tale che possiate impostare la Lunghezza solo ai multipli esatti di questo valore. 1. Puntate con la Matita alla posizione e allintonazione corretta. 2. Premete il pulsante del mouse e draggate a destra col pulsante premuto.

3. Rilasciate il pulsante del mouse. LEvento viene regolato al valore di Snap pi vicino. Determinare la velocity delle note Tenendo premuti diversi tasti modicatori sulla tastiera del computer, potete assegnare alle note che state immettendo valori diversi di velocity. Questo descritto nel capitolo Gli Editor MIDI - Informazioni Generali nella documentazione elettronica.

- 178 -

Drum Edit
1. Draggate il Divisore verso destra, in modo da poter vedere le colonne Q e Len. 2. Localizzate il Sound per il quale volete inserire le Note, e impostate il valore nella colonna Q sulla posizione pi piccola alla quale volete inserire una nota. Quando inserite le note, questo valore agisce allo stesso modo del valore di Snap in Key Edit. Comunque, Drum Edit vi consente di impostare diversi valori di Q per ciascun Sound, facilitando linserimento veloce di pattern con parti di hi hat a 16esimi e rullanti e casse ad ottavi, etc. 3. Impostate la lunghezza di default della nota da inserire nella colonna e Len. Di nuovo, potete impostare valori diversi per i vari Sounds.

I valori di Q e Len impostati per linserimento di un pattern di hi hat a sedicesimi.

4. Selezionate il tool Bacchetta di batteria. 5. Spostate il puntatore sul display delle note, sulla posizione nella quale volete posizionare la nota.
Due campi nella Barra di Status vi aiutano mostrando la Posizione ed il Sound.

6. Cliccate una volta per inserire una nota. Se volete rimuovere una nota, basta cliccare di nuovo su di essa con la Bacchetta.
- 179 -

Inserimento di pi note alla volta Se ad esempio volete inserire un pattern di sedicesimi, esiste un modo pi facile per farlo rispetto a cliccare le note una per una: 1. Impostate i valori di Q e Len per il Sound. 2. Selezionate il tool Pennello. 3. Puntate dove volete si trovi la prima nota, cliccate e draggate verso destra.

4. Rilasciate il pulsante del mouse. Viene inserita una riga di note, posizionate secondo il valore di Q per il Sound.

Determinazione della velocity delle note Tenendo premuti diversi tasti modicatori sulla tastiera del computer, potete assegnare alle note che state immettendo valori diversi di velocity. Questo descritto nel capitolo sul Drum Edit nella documentazione elettronica.

- 180 -

List Edit
In List Edit potete inserire qualsiasi tipo di Evento. Comunque, in questo esempio, inseriremo delle note (vedi il capitolo su List Edit nella documentazione elettronica per maggiori informazioni). 1. Aprite il menu pop-up Insert ed accertatevi che sia selezionato Note.

Da qui selezionate il tipo di Evento da inserire. 2. Impostate i valori di Snap e Quantize come quando inserite le note in Key Edit. 3. Selezionate il tool Matita. 4. Puntate e cliccate nel display degli Eventi alla destra della lista. LEvento apparir sia nel display degli Eventi che nella Lista.

Potete impostare la lunghezza della nota manualmente, mentre la state inserendo, proprio come in Key Edit (vedi pagina 178). Quando inserite una nota in List Edit in questo modo, prender una intonazione di default. Per cambiare lintonazione della nota, procedete in questo modo: 5. Draggate il divisore verso destra, in modo da poter vedere la colonna Val 1 nella Lista. per gli Eventi Nota, Value 1 lintonazione (pitch). 6. Cambiate il valore di intonazione usando uno dei metodi di editing del valore.

- 181 -

Score Edit
Per inserire le note in Score Edit si utilizza il tool Nota: 1. Impostate il valori di Snap alla posizione pi piccola sulla quale volete inserire una nota. 2. Selezionate il tool Nota. 3. Selezionate un valore di nota cliccando su un pulsante di nota nel Toolbar.

Il tool Nota prende la forma del valore di nota selezionato. 4. Premete il pulsante del mouse in un punto del display della partitura. 5. Con il pulsante del mouse premuto, draggate la nota su/gi.

Appaiono delle alterazioni che indicano lintonazione esatta della nota. Lintonazione viene indicata anche nel campo valore sotto il Riquadro Mouse:

6. Quando la nota si trova sulla giusta linea con lalterazione corretta, rilasciate il pulsante del mouse. Inserimento di Pause Potete usare il tool Pausa per inserire delle pause tra le note. Come il tool Nota, il Tool Pausa cambia aspetto a seconda dal valore di pausa selezionato. vedi la documentazione sullo Score Edit per i dettagli.

- 182 -

Selezione di Note ed altri Eventi


La selezione delle Note e di altri Eventi nel display principale degli Eventi si effettua esattamente come la selezione delle Parti nella nestra di Arrange, vedi il capitolo precedente. La selezione degli Eventi nella Lista in List Edit pu venir eseguita cliccando e cliccando tenendo premuto il tasto Maiuscole. Potete usare il sotto-menu Select nel menu Edit per selezionare gli eventi. I contenuti di questo sotto-menu variano a seconda delleditor nel quale vi trovate. Vedi lHelp Online per maggiori informazioni. La selezione nel Display dei Controller in Key e Drum Edit leggermente differente. Vedi il capitolo Gli Editor MIDI Informazioni Generali nella documentazione elettronica.

Manipolazione di Note
Questa sezione descrive alcune tecniche di editing MIDI di base. per facilitare lediting sono disponibili due funzioni: Il valore di Snap. Il valore di Snap viene usato negli editor esattamente come nella nestra di Arrange, cio per restringere i movimenti e lediting a certe posizioni di nota. Comunque, negli editor MIDI potete selezionare valori di Snap inferiori a quelli nella nestra di Arrange, per una regolazione pi ne di posizioni e lunghezze.

Lo Speaker. Se attivate il pulsante Speaker sulla toolbar, le note ed altri Eventi verranno eseguiti quando cliccate su di essi, li spostate o li editate nella Linea di Info (vedi pagina 185).

- 183 -

Spostamento di Notes
Le note si spostano draggandole con il tool freccia, come quando si spostano le Parti nella nestra di Arrange. Se selezionate pi note, potete spostarle tutte insieme, mantenendo la distanza relativa tra le note. Restrizione del movimento ad una direzione Talvolta potreste voler trasporre la nota senza spostarla lateralmente, o vice versa. procedete in questo modo: 1. Puntate sulla nota con il tool freccia e premete il pulsante del mouse. 2. Cominciate a spostare la nota nella direzione desiderata. 3. Premete [Maiuscole] e continuate a spostare la nota. La nota ora si sposter verso una sola direzione. Potete anche usare il tool Calcio per spostare una nota orizzontalmente per passi di valore di Snap. Questo descritto nella documentazione elettronica.

Duplicazione di Note
Di nuovo come nella nestra di Arrange, se tenete premuto [Alt], le note che draggate verranno duplicate.

Cambiare la lunghezza delle Note


Il seguente metodo pu essere utilizzato in Key e List Edit per cambiare la lunghezza delle note: 1. Impostate lo Snap ad un valore appropriato. La lunghezza della nota pu essere solo un multiplo del valore di Snap. 2. Selezionate il tool Matita. 3. Cliccate sulla estremit destra della nota, draggate il contorno della nota su una nuova lunghezza e rilasciate il pulsante del mouse.

- 184 -

Ascolto delle Note

Se cliccate su una nota con il tool Lente di Ingrandimento, viene eseguita. Potete anche draggare lungo le note (ed altri Eventi) per eseguirle una dopo laltra.

Cancellazione di Note
Come le Parti nella nestra di Arrange, le Note (ed altri Eventi) possono essere cancellate in diversi modi: Cliccando su di esse con il tool Gomma.

Selezionandole e premendo [Ritorno Unitario] (o selezionando Delete Events dal menu Edit). Usando varie funzioni nel menu pop-up Do (descritto nella documentazione elettronica).

Editing nella Linea di Info


In cima a ciascun editor (tranne List Edit) si trova la Linea di Info. Questa pu essere mostrata/nascosta con il pulsante Info.
Quando il pulsante i acceso, viene mostrata la Linea di Info.

La Linea di Info mostra i valori per una nota selezionata. I valori possono essere editati, come nella Lista in List Edit.

- 185 -

Editing nel Display dei Controller


Key e Drum Edit hanno un Display dei Controller dedicato in fondo alla nestra, per mostrare i valori di velocity e Eventi diversi dalle note. Questi possono essere editati anche in List Edit - vedi il capitolo su List Edit nella documentazione elettronica.

Mostrare/Nascondere il Display dei Controller


Ci sono due modi per mostrare o nascondere il Display dei Controller: Cliccate sul pulsante Display dei Controller nellangolo inferiore sinistro della nestra.

Premete [Alt]+[Control]-[C]. Una volta aperto il Display dei Controller, potete cambiarne la dimensione draggando il Divisore in su o gi:

- 186 -

Selezione del tipo di Evento che deve essere visualizzato


Il Display dei Controller pu mostrare diversi tipi di dati, ma solo un tipo alla volta. Selezionate un tipo di Evento nel modo seguente: 1. Posizionate il puntatore sullicona del Tipo di Evento (nel Display del Controller) e premete il pulsante del mouse. Appare il pop-up Tipo di Evento.

2. Selezionate uno dei tipi di Evento dal menu pop-up.

- 187 -

Editing della velocity


Uno dei tipi di dati che possono essere visualizzati nel Display dei Controller la velocity delle note. Questo differisce leggermente dagli altri tipi, dato che la velocity non di per se un Evento, ma una propriet della nota. Questo signica che se non ci sono note nella Parte editata, non vedrete alcun valore di velocity. Inoltre non potete creare valori di velocity (dovete inserire nuove note). Per editare la velocity, procedete come segue: 1. Selezionate Velocity dal menu pop-up tipo di Evento. I valori di Velocity vengono visualizzati sotto forma di barre, dove le barre pi alte rappresentano valori di Velocity pi elevati.

2. Selezionate il tool Matita. 3. Per modicare la velocity di una nota, cliccate sulla sua barra di velocity.

Per cambiare una serie di valori, draggate su di essi. Creazione di una rampa di velocity Per creare una rampa di valori, per esempio una dissolvenza in entrata o in uscita, procedete come segue: 1. Selezionate il tool Linea.

- 188 -

2. Posizionate il puntatore dove volete cominci la rampa e premete il pulsante del mouse.

3. Disegnate il contorno della rampa col pulsante del mouse premuto.

Quando lasciate il pulsante del mouse i valori di Velocity sono cambiati:

Editing di Eventi Continui


Molti dei tipi di Evento disponibili sono Eventi Continui, come Aftertouch, Modulation e Pitch Bend (vedi pagina 163). Questi possono essere creati ed editati nel Display dei Controller: Creazione di nuovi Eventi 1. Selezionate quale tipo di dati volete aggiungere. 2. Impostate lo Snap per decidere quale densit desiderate per gli Eventi. Per ottenere una curva di Controller Continui molto denita dovete usare un valore di Snap basso. Comunque, ricordatevi che cos verranno creati molti Eventi MIDI, che in alcune situazioni possono disturbare lesecuzione MIDI. Spesso sufciente una densit medio bassa.

- 189 -

3. Tenete premuto il tasto [Alt]. Da qui in avanti esistono tre modi principali per procedere:

Se volete inserire un solo Evento, cliccate una volta con la Matita.

Se desiderate dipingere una curva, draggate la Matita (col pulsante del mouse premuto).

Se volete creare una rampa, usate il tool Linea come descritto sopra.

4. Rilasciate il tasto [Alt]. Editing dei Valori Questo avviene come nella creazione di nuovi Eventi, ma senza premere il tasto [Alt]: Per modicare un valore con la Matita, basta cliccare su di esso.

- 190 -

Per cambiare una serie di valori, draggate su di essi con la Matita.

Per creare una rampa usate il tool Linea.

- 191 -

Chiusura dellEditor
Esistono due modi di chiudere lEditor, Annullando e Accettando.

Annullare (Cancel)
Se premete [Esc] (escape) sulla tastiera del computer o selezionate Cancel dal Menu Control della nestra di Edit (che si apre cliccando sul pulsante del Menu Control alla sinistra della barra del titolo della nestra), leditor e tutti i cambiamenti effettuati dallultima volta che lavete aperto, vengono annullati. Se non avete attivato il riquadro Fewer Alerts nel riquadro di dialogo Preferences (nel menu File), un riquadro vi permette di cambiare idea:

Keep vi far uscire dallEditor, ma mantiene le modiche.

Cancel canceller tutti i cambiamenti effettuati da quando avete aperto lEditor.

La Cancellazione pu essere pensata come un super-annullamento. Vi permette di provare una serie di modiche ad un pezzo musicale gi registrato e di poter ritornare facilmente allo stato originale.

Accettare (Keep)
Se chiudete leditor selezionando Keep dal Menu Control o premendo [Return], la nestra si chiude e tutto lediting effettuato viene accettato e salvato.

- 192 -

Il Riquadro di Keep Appended Events?


Se chiudete leditor e appare un riquadro di dialogo domandandovi se volete tenere gli Eventi aggiunti, perch avete aggiunto Eventi al di fuori della Parte(i) editata.

Se cliccate su Yes, la parte verr estesa per comprendere gli Eventi aggiunti. Se cliccate su No, gli Eventi fuori dalla Parte verranno annullati.

- 193 -

15 Uso di Quantize e delle Functions 15

- 194 -

Come vengono applicate le Functions


Usando le functions (funzioni) potete eseguire varie operazioni sulle note e altri Eventi MIDI, ed in alcuni casi anche su Eventi Audio. Alcune delle funzioni pi importanti, come i principali tipi di Quantizzazione, si trovano nel menu Functions sulla barra dei menu. Inoltre, gli Editor hanno i loro propri menu Functions in miniatura, chiamati menu Do.

Il menu principale Functions e uno dei menu Do entrambi contengono funzioni.

Comunque, prima di spiegare le funzioni, importante conoscere esattamente ci che viene inuenzato da una funzione:

- 195 -

Nella Finestra di Arrange


Se utilizzate una funzione dalla nestra di Arrange, essa verr applicata a tutte le Parti selezionate. Se non vi sono Parti selezionate, la funzioni verranno applicate a tutte le Parti sulla Traccia attiva.

Negli Editor
Tutti gli Editor hanno un menu pop-up chiamato To. Qui potete decidere quali Eventi verranno interessati da una funzione. Le opzioni del menu sono spiegate nella gura seguente:
Tutti gli Eventi, attivi o inattivi, verranno interessati. Tutti gli Eventi, attivi o inattivi allinterno del Cycle (tra i locatori sinistro e destro) verranno interessati, sia che Cycle sia attivo o disattivo. Questa opzione ha a che fare con la funzione Loop, descritta nel capitolo Gli Editor MIDI Informazioni Generali nella documentazione elettronica. Questa opzione ha a che fare con la funzione Loop, descritta nella documentazione elettronica.

Tutti gli Eventi selezionati, attivi o meno, verranno interessati.

Solo gli eventi selezionati nel Cycle sono interessati.

- 196 -

Quantizzazione
Cos la Quantizzazione?
La Quantizzazione nella sua forma fondamentale una funzione che sposta automaticamente le note registrate, posizionandole su valori esatti di nota:
Se per esempio registrate una serie di note di ottavo, alcune di esse possono essere leggermente spostate rispetto alle posizioni esatte delle note di ottavo.

Quantizzando le note col valore Quantize impostato su note da un ottavo si sposteranno le note mal piazzate alle posizioni esatte.

Il concetto di valore di Quantize pu aver bisogno di qualche spiegazione. Impostando questo valore, nel menu pop-up sulla Barra di Stato, selezionate le posizioni esatte alle quali le note verranno spostate quando quantizzate. Queste sono le opzioni:
Se selezionate OFF, nessuna quantizzazione verr effettuata. Nella colonna sinistra selezionate i valori di Quantize di Terzina (T).

Nella colonna centrale selezionate i regolari valori di Quantize. I valori possibili vanno da 1 (intero) a 64 (nota da 1/64). Nella colonna destra selezionate i valori di Quantize puntati (.).

In questo esempio selezionato un valore di Quantizzazione di terzine da un ottavo.

Leffetto dei diversi valori di Quantizzazione spiegato nellillustrazione seguente.

- 197 -

Quantizzare con valori differenti di Quantize


Iniziate con un pattern regolare sulle note da un ottavo.

Quantizzando con un valore di Quantizzazione di terzine di ottavi sposta ogni seconda nota da un ottavo, creando un beat shufe terzinato

Quantizzare con un valore di Quantizzazione pari a una nota da un ottavo puntato sposta le note in posizioni distanti tre note da un sedicesimo.

Quantizzando il pattern di note da un ottavo con un valore di Quantize di note da un quarto, sposter tutte le seconde note da un ottavo sulle posizioni delle note da un quarto pari.

E importante comprendere che ci saranno due note su ogni quarto! Ci pu produrre strani suoni, aumentare il volume etc.

In realt, la quantizzazione in Cubase VST pi di una semplice correzione degli errori, ma una funzione creativa. Nel menu Functions, vi sono diversi tipi di quantizzazione. I tre pi importanti sono descritti in questo capitolo. Gli altri sono descritti nella documentazione elettronica. q Quando si quantizzano Parti MIDI, vengono interessate solo ne note, non altri tipi di Eventi.

- 198 -

La Quantizzazione di Parti Audio La Quantizzazione di Parti Audio agisce sulla posizione di ciascun Evento Audio nella Parte (prendendo come riferimento il Q-point). Dato che le Parti Audio in molti casi contengono un solo Evento Audio, la quantizzazione audio spesso non sar utile. E comunque possibile dividere un segmento audio in pi segmenti pi piccoli, e quindi utilizzare la quantizzazione. Questo descritto nella documentazione elettronica.

Over Quantize

Questa una versione molto musicale della quantizzazione standard di auto correzione. Over Quantize sposter le note al pi vicino valore di quantizzazione, senza cambiare la lunghezza delle note. Ma anche in grado di rilevare e tenere insieme gli accordi (vedi la gura sotto) e se suonate in modo consistentemente anticipato o ritardato rispetto al tempo, ne tiene conto nel trovare le note da spostare. Nella maggior parte delle situazioni, Over Quantize probabilmente la funzione di Quantizzazione pi adatta.

Quando usate Over Quantize (in questo esempio un valore di quantizzazione di 4), Cubase VST comprende che le tre note sono un accordo, e le tiene insieme.

Over Quantize pu venir selezionato dalla tastiera del computer premendo [Q].

- 199 -

Iterative Quantize

Se desiderate correggere solo un poco il tempo delle vostre note, ma non desiderate quella sensazione di precisione assoluta che si ottiene con Over Quantize, Iterative Quantize probabilmente la scelta migliore. Funziona cos: Invece di spostare una nota al pi vicino al valore di quantizzazione, Iterative Quantize le sposta solo parzialmente. Potete specicare quanto le note debbano spostarsi verso il valore di quantizzazione selezionato nel riquadro di dialogo che appare quando selezionate Setup Grooves... dal menu Functions.

Nello stesso riquadro di dialogo potete impostare un valore in ticks (da 0 a 192) chiamato Dont Quantize. Solo le note pi in l del valore specicato di Dont Quantize vengono spostate. Ci vi permette di stabilire un certo margine di scostamento (una sorta di tolleranza), correggendo per sempre le note veramente fuori tempo.

- 200 -

Creare un Feel Shufe usando Iterative Quantize Per mostrare la differenza tra la quantizzazione normale e Iterative Quantize, facciamo riferimento a due pattern di note da un ottavo uguali:

Il gruppo superiore di note Over Quantizzato a terzine di note da un ottavo...

...mentre il gruppo inferiore viene Quantizzato Iterativamente con lo stesso valore di Quantizzazione. Strength impostato su 66%. (Dont Quantize impostato su 20, ma in questo caso non ha importanza.)

Il pattern superiore ha un feel di terzine molto preciso... ...mentre il pattern inferiore ha un feel pi jazzato con uno shufe pi naturale.

- 201 -

Groove Quantize
Questo tipo di quantizzazione non stato pensato per la correzione degli errori, ma per creare andamenti ritmici. Ci viene ottenuto comparando la vostra musica registrata a una Groove Map (un pattern con una certa congurazione ritmica) e spostando le note appropriate in modo tale che il loro tempo corrisponda a quello della Groove Map. Potete per esempio creare facilmente il feel shufe dellesempio di Iterative Quantize precedente, usando invece la Groove Map adatta. Selezionate una Groove Map dal sotto-menu Groove Quantize del menu Functions. Come potete vedere, vi oltre una dozzina di Groove Map fornite inizialmente con Cubase VST, ma potete anche caricarne di nuove da disco o crearne di vostre, (usando il riquadro Setup Grooves, descritto nellHelp Online).

I Grooves forniti con Cubase VST sono descritti in dettaglio in un le ReadMe nella directory di Cubase VST.

- 202 -

Annullamento della Quantizzazione


q La Quantizzazione non denitiva o irrevocabile - neanche dopo aver salvato su disco! Potete sempre ri-quantizzare a qualsiasi valore, anche su Off, a meno che non congeliate la vostra Quantizzazione, con Freeze Quantize (menu Functions). Ci signica che le note quantizzate ai valori di ottavi possono successivamente venir quantizzate ai sedicesimi. Le posizioni originali (non quantizzate) delle note vengono usate per determinare come le note stesse verranno spostate, con leccezione di Iterative Quantize. Potete ri-quantizzare solo alcune note in una delle nestre di Edit. Per ripristinare completamente gli eventi quantizzati alle loro posizioni originali, usate la funzione Undo Quantize nel menu Functions. Ci applicabile a qualsiasi selezione di Parti o di eventi singoli, come per tutte le Funzioni (vedi pagina 195).

Automatic Quantize - Quantizzare la musica mentre registrate


Questa una funzione che vi permette di Quantizzare tutto automaticamente mentre eseguite la vostra registrazione. Quando Automatic Quantize attivo, tutto quanto registrato viene Over Quantizzato immediatamente. La quantizzazione pu venir annullata, come al solito.
Automatic Quantize attivo.

Il Pulsante AQ (sopra il pulsante Click sulla Barra dei Trasporti) attiva e disattiva la Quantizzazione Automatica. Potete anche premere [Z] sulla tastiera del computer per attivarla/disattivarla. q C una cosa da notare. Se avete attivato questa funzione, la vostra registrazione viene Over Quantizzata alla ne di ogni Ciclo. Anche se selezionate alcuni altri tipi di Quantizzazione (come Groove Quantize) durante il Ciclo, la musica verr Over Quantizzata alla ne del Ciclo. Cos, prima di Quantizzare manualmente, disattivate Auto Quantize.

Altre Functions
Il menu Functions non viene solo usato durante la quantizzazione, ma contiene anche molte altre funzioni. Inoltre i menu Do negli Editor contengono funzioni di editing molto utili. Per decidere cosa viene inuenzato si applicano le stesse regole per la Quantizzazione. Le varie funzioni in questi menu vengono descritte nellHelp Online e nella documentazione elettronica.
- 203 -

16 Il Mixaggio 16

- 204 -

Introduzione
Questo capitolo descrive le procedure generali per la gestione di livelli, pan, EQ ed effetti per creare il mix stereo nale. Il Mixaggio avviene in diverse nestre in Cubase VST, principalmente nel mixer Audio Monitor (per laudio) e nellEditor GM/ GS/XG (per il MIDI). q LEditor GM/GS/XG stato disegnato per interagire con strumenti MIDI compatibili con gli standard GM (General MIDI), GS o XG. Comunque, anche se il vostro strumento non compatibile GM/GS/XG, potete comunque usare alcune delle funzioni delleditor.

Mixaggio di Audio
q Questo capitolo assume che stiate utilizzando una scheda audio standard con una sola uscita stereo. Se avete una scheda audio con pi di due uscite, potete assegnare i canali audio alle diverse uscite, usando il sistema di Bus. Questo descritto nel capitolo Il Sistema di Bus Input/Output nella documentazione elettronica.

Impostazione dei Livelli


1. Impostate le Tracce Audio e possibilmente i locatori, in modo che eseguano la sezione desiderata. 2. Aprite il menu Audio e selezionate Monitor (oro premete [Control] e [*] sul tastierino numerico). Si apre la nestra di mixer Monitor mixer. 3. Selezionate Master dal menu Audio (o premete [Control] e [+] sul tastierino numerico). Si apre la nestra Master. Pu essere usata per impostare il livello nale dei segnali mixati.

- 205 -

4. Se possibile, cercate di arrangiare le nestre in modo che possiate vedere sia il mixer Monitor che la nestra Master contemporaneamente.

5. Nella nestra di mixer Monitor, assicuratevi che i pulsanti In non siano attivati per i canali audio. Quando questi sono attivi, gli indicatori di livello mostrano il livello in ingresso invece del livello di esecuzione. 6. Assicuratevi che non siano attivati ne il pulsante Read n quello Write. Questi servono ad automatizzare i movimenti del mixer, come descritto nella documentazione elettronica. Per adesso ci limiteremo al mix manuale. 7. Attivate lesecuzione, ed utilizzate i fader per impostare il volume relativo per i canali audio. Le impostazioni di fader sono visualizzate numericamente sotto i fader. Nel Mixer Monitor potete amplicare segnali deboli no a +6 dB, se volete. Fate solo attenzione ad evitare livelli di segnale sopra gli 0 dB (clipping - vedi pagina 64).

Il Clipping indicato dalla luce rossa di clip sopra il pulsante In. per resettare lindicatore di clip, cliccate su di esso.

- 206 -

Per le coppie di canali stereo, i fader sono linkati automaticamente, cio spostando il fader per il canale sinistro si sposter automaticamente il fader del canale destro, e vice versa. Le coppie di canali stereo sono indicate dalla parola Stereo in cima alle strisce di canali del mixer. Per impostare i livelli indipendentemente per un canale in una coppia stereo, tenete premuto [Alt] e draggate il fader. Se tenete premuto [Control] e cliccate su un fader del Monitor, viene automaticamente impostato su posizione 0.0 dB. 8. Regolate il volume generale con i fader della nestra Master. I fader sono linkati, cio spostando un fader si muover anche laltro. Se volete regolare il livello di un canale stereo indipendentemente, premete [Alt] e muovete il fader. Automazione dei livelli Ci sono due modi per automatizzare le impostazioni dei livelli: Usando la funzione Write/Read nel Mixer Monitor. Come descritto nel capitolo Mixaggio Audio e uso degli Effetti nella documentazione elettronica, questo vi consente di registrare ed eseguire movimenti di fader (cos come molte altre impostazioni di mixer ed effetti). Usando la funzione Dynamic Event nellEditor Audio. Questo vi consente di impostare curve di volume per i singoli Eventi Audio. Vedi il capitolo sullEditor Audio nella documentazione elettronica.

Impostazione dei Pan

Con i controlli di Pan si imposta la posizione stereofonica di ciascun canale audio. Come per il volume, le impostazioni di pan possono essere automatizzate usando la funzione Write/Read od i Dynamic Events nellEditor Audio. Quando cambiate il Pan per un canale, limpostazione viene mostrata numericamente (L63R63) nel display del livello sotto il fader. Per far visualizzare di nuovo limpostazione del fader, cliccate sul cursore del fader. Per selezionare la posizione centrale di Pan, tenete premuto [Control] e cliccate sul controllo di Pan. Per i canali audio in coppie stereo dovreste panpottare il canale sinistro (dispari) tutto a sinistro, e quello destro (pari) tutto a destra.

- 207 -

q Se il selettore Mono nella nestra Master attivo, tutta lesecuzione audio sar monofonica, e le impostazioni di Pan non avranno effetto.

Il selettore Mono.

Uso di Mute e Solo

Per ciascun canale audio c un pulsante di Mute e uno di Solo, che possono essere di aiuto quando volete ascoltare attentamente uno o pi canali audio. Funzionano in questo modo: Cliccando sul pulsante di Mute si silenzia luscita del canale audio. Per disattivare il Mute, cliccate di nuovo sul pulsante. Cliccando sul pulsante di Solo si silenzia luscita di tutti gli altri canali audio. Potete mettere in Solo pi canali audio contemporaneamente, se volete. per disattivare il Solo, cliccate di nuovo sul pulsante. Le impostazioni di Mute e Solo possono essere automatizzate usando le funzioni Write/Read nel Mixer Monitor. Vedi la documentazione elettronica.

- 208 -

Il pulsante MIDI Mute

Con il pulsante MIDI Mute disattivate il MIDI Out. Usatelo quando vi volete concentrare sullaudio, impostare i livelli, eq, etc. Chiudendo la nestra di Monitor la funzione di MIDI Mute viene disattivata automaticamente.

Impostazioni di Equalizzazione
Cubase VST dotato di un potente equalizzatore. A seconda della potenza del vostro computer e delle risorse libere disponibili, potete avere no a 4 bande di EQ totalmente parametrici per canale audio! Ciascun canale audio ha la sua nestra di EQ. Per attivare ed impostare lEQ per un canale, procedete in questo modo: 1. Cliccate sul pulsante EQ in cima alla striscia del canale. Si apre la nestra di EQ e Mandate FX. Questa contiene un duplicato della striscia di canale del mixer Monitor, una la di potenziometri di mandata effetto (vedi pagina 212) e i moduli di EQ 14.

Una nestra di EQ e Mandata FX con due moduli di EQ visibili ed attivi.

- 209 -

q Se effettuate le impostazioni di Equalizzazione per il canale sinistro in una coppia stereo, le impostazioni verranno automaticamente riesse nel canale destro. 2. Usate i pulsante freccia nellangolo superiore sinistro per impostare il numero di moduli di EQ visibili. Questo vi aiuta ad evitare degli intasamenti di schermata nascondendo i moduli non usati. 3. Attivate i moduli di EQ che vi servono (no a quattro) cliccando sul loro pulsante Enable. Appena uno qualsiasi degli EQ viene attivato, i pulsanti di indicazione Active ed EQ della striscia di canale si accendono.

q Il numero massimo totale di moduli di EQ (per tutti i canali) dipende dalle prestazioni del vostro computer. Se attivate pi moduli di EQ di quanti il vostro sistema ne pu gestire, noterete che si accender lindicatore rosso di Over nella nestra di Audio Performance, e lesecuzione audio singhiozzer e distorcer. Tenete docchio sulla barra graca di Audio Performance e disattivate dei moduli di EQ, nch il carico del computer torner normale. 4. Impostate i parametri per il modulo di EQ attivato. Sar forse pi facile impostare una esecuzione in ciclo e sperimentare con le impostazioni nch non ottenete il suono desiderato. I tre parametri base di EQ sono:
Gain Frequency (Guadagno) Governa lammontare di amplicazione o attenuazione sulla frequenza impostata. Il valore 12 dB. La frequenza centrale per lequalizzazione. Attorno a questa frequenza il suono verr amplicato o attenuato secondo limpostazione di Gain. Il range del parametro Frequency determinato da Hi e Lo Limits. Determina lampiezza della banda di frequenza attorno alla frequenza centrale su cui agire. Pi stretta la banda di frequenza, pi drastico sar leffetto dellamplicazione o dellattenuazione.

Gli altri parametri di EQ sono descritti nel capitolo Il Mixaggio e lUso degli Effetti nella documentazione elettronica.
- 210 -

q Ricordate che valori di Gain molto alti possono portare a distorsione. Vericate lindicatore di livello del canale e compensate con il fader di volume. 5. Chiudete la nestra di EQ cliccando sul suo riquadro di chiusura nellangolo superiore sinistro. Nella nestra Monitor, il pulsante indicatore di EQ per il canale audio ora sar acceso, il che signica che viene applicato lEQ a quel canale. Attivazione dellEQ dal Mixer Monitor Quando avete abilitato i moduli di EQ desiderati e fatte le debite impostazioni, potete attivare e disattivare lequalizzazione per il canale dalla nestra di Mixer Monitor, tenendo premuto [Control] e cliccando sul pulsante EQ del canale. Questo alterna lo stato del pulsante Active nella nestra di EQ e Mandata FX.

- 211 -

Applicazione di Effetti
In Cubase VST ci sono due tipi base di effetti; gli effetti mixer (applicabili separatamente su ciascun canale usando le mandate effetto nel Mixer Monitor) e gli effetti master (effetti che accettano un input stereo, e sono inseriti nel mix master). Luso tipico degli effetti mixer sar per riverbero, delay, chorus o qualsiasi cosa che volete applicare con ammontare diverso ai diversi canali audio. Un tipico effetto master saranno unit di riduzione rumore, compressori/limiter od effetti che cambiano le caratteristiche stereo del segnale stereo nale. In questa sezione descriveremo solo come usare gli effetti mixer. Gli effetti Master sono descritti nel capitolo Il Mixaggio e lUso degli Effetti nella documentazione elettronica. Assegnazione di un Canale Audio attraverso gli Effetti Mixer Potete avere quattro diversi effetti mixer in Cubase VST, e potete trasmettere il segnale da ciascun canale audio a qualsiasi combinazione di questi quattro effetti. Procedete come segue: 1. Nella nestra di Mixer Monitor, cliccate sul pulsante EQ per il canale audio al quale volete applicare leffetto. Si apre la nestra di EQ e Mandata FX, come descritto nelle pagine precedenti. La sezione tra il fader di canale e i moduli di EQ contiene le mandate effetti.

Pulsante Dry (per tutte le mandate) Selettore mandata Pre-fader Mandata On/Off Livello di Mandata Pop-up assegnazione mandata

2. Assicuratevi che il pulsante DRY non sia attivo. Quando questo pulsante attivo, tutte e quattro le mandate effetto vengono disattivate per il canale. 3. Cliccate sul pulsante On per le mandate effetto che volete attivare e ruotate il corrispondente potenziometro di livello di Mandata ad un valore moderato. Ricordate che gli Effetti si basano pesantemente sulla potenza della cpu nel vostro computer. Pi mandate effetto e unit di effetto attivate, maggiore sar la potenza richiesta al vostro computer per luso degli effetti.

- 212 -

4. Aprite il menu pop-up di Assegnazione Mandata per ciascuna mandata effetto attivata, ed assicuratevi che sia assegnato ad un diverso slot di effetto. Questo pop-up vi consente di assegnare liberamente ciascuna mandata effetto a qualsiasi dei quattro slot di effetto mixer, o anche ad una uscita sulla vostra scheda audio (vedi il capitolo Il Mixaggio e lUso degli Effetti nella documentazione elettronica).

E possibile assegnare due o pi mandate effetto allo stesso slot di effetto, ma questo probabilmente porter solo a distorsione nella unit effetto. 5. Se volete che il segnale venga trasmesso alleffetto prima del fader, cliccate sul pulsante PRE per la mandata. Con le mandate effetto Pre-fader, lammontare di effetto per il canale non viene inuenzato dal fader di volume. Con le mandate effetto Post-fader (pulsante PRE non premuto), lammontare di effetto proporzionale al volume del canale, e cambier con i movimenti del fader di volume. Questa limpostazione pi comune. Il prossimo passo di selezionare i programmi e impostare i parametri per i processori di effetto. Dato che probabilmente dovrete regolare i livelli delle mandate mentre lo fate, lasciate aperta la nestra di EQ. Selezione degli Effetti e loro impostazioni I tipi di effetto e i programmi vengono selezionati nella nestra Effetti:

- 213 -

1. Cliccate sul grosso pulsante FX a sinistra nella nestra di Mixer Monitor Mixer (o selezionate Effects dal menu Audio). Si apre la nestra Effetti. Questa nestra simula un rack di effetti, con processori separati messi uno sullaltro.

2. Attivate un processore di effetto cliccando sul suo pulsante Power. 3. Aprite il menu pop-up nellangolo superiore destro del processore e selezionate il tipo di effetto.

Potete scegliere tra i seguenti effetti (per una descrizione pi dettagliata, vedi lHelp Online e i separati documenti Acrobat per ciascun Plug-in di Effetto):
Effetto Choirus Espacial Auto Pan Stereo Echo Fuzz Descrizione Questo un effetto di chorus e anger, che aggiunge profondit e animazione a un suono. Questo un effetto di riverbero, aggiunge ambiente o un effetto stanza al suono. Questo fa spostare automaticamente il suono tra il canale sinistro e destro. Un effetto delay, con la possibilit di impostare tempi di delay diversi per il canale sinistro e destro. Una simulazione di una tipica fuzzbox a transistor.

WunderVerb 3 Un riverbero che offre una riverberazione calda e densa.


- 214 -

Altri effetti potrebbero essere inclusi con il programma quando lo acquistate. Sono disponibili anche dei Plug-In di Effetti - contattate il rivenditore Steinberg per maggiori informazioni. 4. Cliccate in mezzo al pulsante Prog., per porre il processore in modo Program. 5. Passate tra i programmi delleffetto, cliccando sulla parte destra o sinistra del pulsante Prog. o ruotando il dial di valore. Il numero di locazioni di programma dipende dal tipo di effetto selezionato. Pu essere una buona idea impostare un ciclo e far suonare il canale audio mentre fate le impostazioni, per ascoltare leffetto dei programmi. q Non tutti i Plug-In di Effetti hanno dei programmi gi pronti. Vedi lhelp On-line e la documentazione fornita con ciascun Plug-in. 6. Usate il potenziometro di livello mandata nella nestra di EQ per controllare lammontare di effetto per il canale audio. 7. Usate il potenziometro di Effects Master alla sinistra del pannello del processore per impostare lammontare di livello in ingresso del processore di effetto. Se lo impostate a un valore alto, potrebbe causare dei clipping (distorsione) nel processore effetto. Se luscita di un processore effetto va in clip, si accender un indicatore (questa funzione non necessariamente supportata da tutti i plug-in di effetto).
Potenziometro Effects Master

Indicatore di Clipping

8. Se volete, ripetete i passi da 2 a 7 per gli altri processori di effetto. Evitate di attivare processori di effetto che non utilizzate, dato che questo utilizza comunque parte della potenza del processore. per minimizzare il caricamento del sistema, aprite il pop-up di Tipo Effetto dei processori non utilizzati e selezionate No Effect. q Le impostazioni di effetto possono essere automatizzate, come descritto nel capitolo Il Mixaggio Audio e lUso degli Effetti nella documentazione elettronica.

- 215 -

Mixaggio MIDI
Se avete uno strumento MIDI che supporta uno degli standard GM (General MIDI), GS (estensione Roland del GM) o XG (estensione Yamaha del GM), potete usare lEditor GM/GS/XG per mixare il suono dello strumento MIDI, trasmettendo messaggi MIDI allo strumento. Questi messaggi includono volume, pan, program change e impostazioni di effetti (solo per GS/XG). Per maggiori informazioni su GM, GS e XG, vedi pagina 223. q Se il vostro strumento non supporta nessuno degli standard menzionati, potreste sempre poter usare alcune delle funzioni nelleditor, come volume e pan. Fate riferimento alla documentazione dello strumento e alla lista di messaggi MIDI nel capitolo Mixer della documentazione Online.

Lavorare con strumenti GM/GS/XG


La Song vuota che viene caricata automaticamente quando viene installato Cubase VST, impostata in modo che ciascuna Traccia trasmetta su uno dei 16 Canali MIDI. Questo corrisponde allimpostazione delleditor GM/GS/XG. Per evitare confusione, vi consigliamo di mantenere questa impaginazione di Traccia/Canale quando registrate musica per moduli sonori GM/GS/XG. Le impostazioni delleditor GM/GS/XG sono salvate con la Song e devono essere considerate come un approccio intuitivo e comodo per costruire velocemente un buon mix di suoni.

- 216 -

Apertura dellEditor e GM/GS/XG


Ci sono due modi per aprire la nestra dellEditor: Aprite il menu Edit e selezionate GM/GS/XG Edit. Premete [Control]-[Y] sulla tastiera del computer.

Selezione di Output e Mode


Prima di cominciare a mixare, dovete essere sicuri che leditor sia impostato nel Mode corretto e trasmetta sulloutput MIDI desiderato. Questo avviene nella sezione Device:

1. Aprite il menu pop-up Output ed assicuratevi che sia selezionato il corretto Output MIDI. Questo dovrebbe essere lOutput al qual collegato il vostro strumento GM/ GS/XG. 2. Usate il menu pop-up Mode per selezionare il modo desiderato (GM, GS o XG). Selezionate GM se il vostro strumento compatibile General MIDI, o se avete uno strumento non GM ma volete comunque usare alcune delle funzioni del mixer. Usate il Mode Roland GS o Yamaha XG solo se avete uno strumento compatibile Roland GS o Yamaha XG e volete accedere ad alcune delle funzioni aggiuntive.

- 217 -

3. Usate il pulsante On/Off/Reset per preparare il vostro strumento alla modalit GM/GS/XG. Questo pulsante ha etichette diverse a seconda del Mode selezionato:

In Modo GM, questo pulsante viene usato per attivare o disattivare il modo general MIDI del vostro strumento. Cliccate sul pulsante per trasmettere il comando attualmente visualizzato al vostro strumento.

In modo GS/XG, questo pulsante chiamato GS/XG Reset. Cliccando su di esso si resettano tutti i controlli nella nestra, cos come qualsiasi strumento GS/XG collegato, ai valori di default.

- 218 -

Selezione dei Suoni


Si possono selezionare suoni in General MIDI per ciascun Canale MIDI (tranne il canale 10, riservato per la batteria) usando i menu pop-up gerarchici Program in fondo a ciascuna striscia di canale nel mixer.

I suoni sono organizzati in 16 gruppi di strumenti, ciascuno contenente otto suoni. Per selezionare un suono, aprite il menu pop-up, spostate il puntatore su uno dei gruppi di strumenti e selezionate il suono dal sotto menu che appare. Selezione dei Drum Kit Se il vostro strumento supporta GS e XG, potete usare il menu pop-up Program per selezionare un Drum Kit per il Canale MIDI 10 (riservato per la batteria).

q Le impostazioni di Program nellEditor GM/GS/XG non vengono riesse nellInspector e vice versa. Inoltre, se usate delle parti GM gi pronte che includono i Program change, questi non verranno riessi in GM/GS/XG Edit.

- 219 -

Impostazione di Livelli e Pan


Potete usare la sezione Mixer dellEditor GM/GS/XG per impostare Livelli, pan, etc. per ciascun Canale MIDI. Anche se questo sembra un mixer tradizionale, in realt lavora in un modo abbastanza diverso: lEditor GM/GS/XG mixa e modica il suono trasmettendo messaggi MIDI allo strumento. Se i parametri del mixer non sembrano lavorare come vi aspettate, dovreste vericare che il vostro strumento MIDI in effetti capace di (ed impostato per) ricevere i messaggi MIDI in questione. q per un elenco sui messaggi MIDI trasmessi da ciascun parametro, vedi il capitolo LEditor GM/GS/XG nella documentazione elettronica.

La sezione Mixer.

I seguenti controlli sono disponibili per ciascun Canale MIDI: Fader di Volume. Draggate il fader per cambiare il volume del corrispondente Canale MIDI. Pan. Denisce il panning (posizione nellimmagine stereo) per il corrispondente Canale MIDI. Il canale di Batteria (canale 10) non ha controllo di panning. Livello di Reverb. Anche se questo non fa parte delle speciche GM, molti strumenti GM (e tutti gli strumenti GS/XG) hanno un riverbero integrato che pu essere controllato attraverso il numero di controllo MIDI standard per il riverbero (il numero 91). Se disponibile per il vostro strumento potete usare questo campo valore per impostare lammontare di riverbero per il canale.

- 220 -

Livello di Chorus. Come per i Controlli di Channel Reverb, questo parametro non fa parte delle speciche GM. Comunque alcuni strumenti GM (e tutti gli strumenti GS/XG) hanno un chorus integrato (talvolta anger o delay) che pu essere controllato attraverso il numero di controller MIDI standard per il chorus depth (numero 93). Se disponibile per il vostro strumento potete usare questo campo valore per impostare lammontare di chorus per il canale. q In Modo GS o XG potete fare delle impostazioni aggiuntive di effetto, come descritto oltre. Selettore Mute (solo GS/XG). In modo GS/XG (vedi oltre) i campi col numero di canale sopra i fader possono essere usati come pulsanti di Mute di Canale. Potete mettere in mute ciascun Canale individualmente cliccando sul rispettivo pulsante.

- 221 -

Impostazioni di Effetto (solo in Modo GS/XG)


Se il vostro strumento supporta il GS o XG, potete usare lEditor GM/GS/XG per selezionare ed effettuare impostazioni per gli effetti dello strumento. Questo avviene nella sezione Effects della nestra (che appare solo in modo GS o XG).

La sezione Effects contiene le seguenti impostazioni globali per gli effetti di reverb e chorus inclusi in tutti gli strumenti GS/XG: Pop-up Reverb Consente di selezionare uno degli otto tipi di riverbero. I tipi di riverbero disponibili sono diversi per gli strumenti GS e XG. In modo XG, selezionando No Effect potete disattivare completamente il riverbero. Reverb time Consente di cambiare il tempo di riverbero generale. Pop-up Chorus Consente di selezionare uno degli otto tipi di chorus- e relativi tipi di effetto. I tipi di effetto disponibili sono diversi per gli strumenti GS e XG. In modo XG, selezionando No Effect potete disattivare completamente leffetto.

- 222 -

Cos il GM/GS/XG?
General MIDI
Il General MIDI (GM) un standard creato dalla MIDI Manufacturers Association (MMA) e dal Japanese MIDI Standards Committee (JMSC). Denisce un gruppo standardizzato di suoni e la congurazione minima per i sintetizzatori o moduli sonori compatibili General MIDI, in modo che una sequenza o un MIDI File realizzato in un determinato modo, trasmesso allo strumento via MIDI, verr eseguito con i suoni corretti, indipendentemente dalla marca e dal modello dello strumento. Il MIDI identica i suoni a seconda del loro numero di program change. Prima dellintroduzione dello standard General MIDI, lo stesso numero di program change MIDI spesso indirizzava tipi di suono completamente differenti in due moduli sonori di costruttori diversi. Ad esempio, un suono di auto su uno strumento ed uno di piano su un altro. Con lintroduzione degli strumenti compatibili allo standard General MIDI questo problema stato superato. Questi strumenti usano gli stessi numeri di program change per gli stessi tipi di strumenti. Quindi, se il musicista che ha preparato la sequenza o il MIDI le vuole che la melodia venga eseguita da un piano, pu usare nella sequenza un certo comando di program change per selezionare automaticamente un suono di piano in un qualsiasi modulo sonoro compatibile GM. Lo standard GM non specica nel minimo dettaglio come deve suonare il piano. Assume semplicemente che il costruttore abbia riprodotto il pi fedelmente possibile il suono di un pianoforte acustico. Il General MIDI supporta tutti e 16 i Canali MIDI. Ciascun canale pu eseguire un numero variabile di voci (quindi deve essere polifonico). Ciascun canale pu suonare uno strumento diverso (o suono, o programma). Per i suoni percussivi e di accompagnamento richiesto un minimo di 24 voci allocabili dinamicamente. Inoltre, negli strumenti compatibili GM, i suoni di batteria e percussioni usano sempre il Canale MIDI 10, e i vari suoni sono assegnati a determinati tasti. Ci sono anche altri messaggi MIDI ai quali gli strumenti compatibili GM devono rispondere. A parte questi ci sono gli eventi di controller per il Volume (Controller 7) e Pan (controller 10). Usando questi controller possibile creare un Mix MIDI per il proprio brano.

Roland GS
Questa una variazione del General MIDI, introdotta dalla Roland. Denisce delle altre procedure standard per la selezione di drum kit alternativi e variazioni di suono, e per limpostazione di altri parametri negli strumenti compatibili GS.

Yamaha XG
Questa una variazione del General MIDI, introdotta dalla Yamaha. Come il GS denisce delle procedure standard aggiuntive per la selezione di drum kit alternativi e per la selezione di diversi altri parametri per strumenti compatibili Yamaha XG.
- 223 -

17 Gestione dei File 17

- 224 -

Salvataggio
Che formato di le va scelto?
Esistono tre formati di documento che potete usare per salvare la vostra musica: Song, Arrangement o MIDI File. Scegliete il MIDI File solo se volete che la vostra musica (solo MIDI - non audio) sia eseguibile con altri sequencer (vedi pagina 230). Se volete salvare la vostra musica per un successivo uso in Cubase VST, dovreste usare il formato Song o Arrangement: Song Quando salvate come Song (*.All), sono incluse le seguenti informazioni: Tutti gli Arrangement. Il Pool, tutte le impostazioni audio e i riferimenti a le audio (ma non gli stessi le audio). Tutto il Setup, cio, impostazioni in riquadri e menu, mappe di Groove, impostazioni nella Barra dei Trasporti etc. La Drum Map. Arrangement Quando salvate come Arrangement (*.Arr), viene incluso: Tutto quello che vedete in una nestra di Arrange; le Tracce, le Parti, le impostazioni dellInspector, il tempo, etc. I riferimenti a le audio, comunque, sono memorizzati nel Pool, ed il Pool non fa parte dellArrangement. Questo signica che se salvate solo come Arrangement, non ci sar riferimento ai le audio! Quindi: q Quando usate laudio con Cubase VST, vi consigliamo di salvare sempre la Song completa! Se avete registrato solo del MIDI, il formato Arrangement spesso perfettamente adeguato per salvare un brano musicale. I pro e contro per entrambi i formati sono indicati nella seguente tabella.

- 225 -

Formato File Arrangement

Vantaggi Usa meno spazio su disco. Pu essere salvato e aperto in unaltra Song, il che un modo semplice per trasferire musica tra Song diverse. Non contiene impostazioni inutili se volete salvare solo la musica MIDI. Aprendo un Arrangiamento non si inuenzano le impostazioni nei riquadri di dialogo e nei menu, il che, in certe situazioni, un vantaggio.

Svantaggi Non contiene riferimenti e impostazioni per laudio. Non contiene una istantanea completa dello stato del programma.

Song

Contiene il Pool e tutte le altre impo- Necessita di pi spazio su disco del forstazioni audio. mato le Arrangiamento, anche Contiene pi di un Arrangiamento. se avete un solo Arrangiamento nella Song. Salva tutte le impostazioni di tutti i menu, di tutti i riquadri di dialogo, etc. Include la Drum Map.

q Anche se il le di Song contiene tutti i riferimenti audio, non contiene gli stessi le audio! Se volete trasferire una Song contenente audio su un altro computer, dovete spostare anche i le audio. Le funzioni Prepare Archive e Prepare Master del Pool facilitano il compito - vedi il capitolo sul Pool nella documentazione elettronica.

- 226 -

Esecuzione del Salvataggio


1. Aprite il Menu File e selezionate Save As... Appare la nestra di dialogo le.
Popup di navigazione le

Lista File

Nome File

Popup tipo di le di Cubase VST

2. Usate i controlli standard per trovare la locazione sul vostro hard disk nella quale volete salvare il le. 3. Usate il pop-up le type per scegliere un formato, Song o Arrangement. Gli altri formati di le sono usati principalmente per estrarre elementi particolari di un le di Song. vedi lHelp Online per i dettagli. 4. Digitate un nome per il le. 5. Cliccate sul pulsante OK.

Uso di Save Song


Nel menu File trovate una voce chiamata Save Song. Se avete gi salvato la vostra Song una volta (usando Save As...) selezionando Save Song (o premendo [Control]-[S] sulla tastiera del computer) salverete la vostra Song senza chiedere un nome per il le e una locazione. Il le che salvate ora semplicemente rimpiazzer la precedente versione. Se non avete ancora salvato la vostra Song, selezionando Save Song si ottiene lo stesso risultato di Save As....

- 227 -

La Song di default
Ogni volta che aprite Cubase VST, viene aperta una Song di default chiamata Def.All. Questo consente la personalizzazione delle caratteristiche di default e e della struttura del programma: 1. Lanciate il programma. 2. Impostate il programma come volete. Questo pu comprendere il numero e lorganizzazione delle Tracce, il MIDI setup, la Drum Map, impostazioni di Metronome, impostazioni Audio, colore e aspetto delle Parti e molto altro. Vedi il capitolo sulla Personalizzazione nella documentazione elettronica. 3. Selezionate Save As dal menu File. 4. Navigate no alla cartella del programma Cubase VST. 5. Digitate il nome Def.All (senza le virgolette) e premete OK. Vi verr chiesto se volete rimpiazzare il corrente le Def.All. Cliccate su Yes. La prossima volta che lancerete Cubase VST, otterrete automaticamente il setup desiderato.

La Funzione Autosave

Nel riquadro Preference nel menu File trovate una impostazione chiamata Autosave. Se la attivate, potete decidere con che frequenza il programma deve salvare automaticamente la Song. La Song viene salvata con il nome Backup.all nella cartella del programma Cubase VST.

- 228 -

Apertura
1. Selezionate Open... (Apri) dal menu File. Appare la nestra Open.

Lista File

File selezionato per lapertura

Popup tipo di le di Cubase VST

2. Usate il pop-up Tipo File per scegliere quale tipo di le volete aprire, Song o Arrangement. 3. Usate i controlli standard per visualizzare la cartella desiderata del vostro hard disk. 4. Cliccate sul le nella lista dei le. La lista mostrer solo i documenti del tipo selezionato. 5. Cliccate su OK. Apertura delle Song Se il le una Song, verrete avvisati che la Song che aprirete sostituir la Song che caricate ora. Se non volete che ci avvenga, Annullate e Salvate prima la Song esistente. Chiusura delle Song Non c modo di salvare una Song in Cubase VST! Il comando Close del menu File chiude solo lArrangement corrente, come descritto a pagina 123. Se volete creare una nuova Song, dovete usare il comando New Song del menu Files. Apertura degli Arrangement Se il le un Arrangement, apparir una nuova nestra sullo schermo, aggiungendosi alle nestre di Arrange gi aperte. Si possono avere no a 16 Arrangement in una Song contemporaneamente.

- 229 -

Esportazione in formato MIDI File


Potreste desiderare esportare un Arrangement come Standard MIDI File, in modo che possa essere caricato in altri programmi per computer o sequencer hardware, per esempio. q Un MIDI File Standard contiene solo dati MIDI - non audio. Tutte le Tracce Audio nellArrangement verranno automaticamente escluse nella creazione del MIDI le. 1. Mettete in Mute tutte le Tracce che non volete includere nel MIDI File. 2. Aprite il menu File e selezionate Preferences. Appare il riquadro di Preferences.

Usate il checkbox Leave MIDI File Track Data as is per determinare come utilizzare le impostazioni dellInspector, come Program Change, Transpose, Volume, etc: Se il checkbox attivato, le impostazioni di Program Change, Bank Select, Pan e Volume nellInspector vengono ignorate. Tutte le altre impostazioni vengono convertite in dati MIDI reali e inclusi nel MIDI le. Se il checkbox non attivato, tutte le impostazioni dellInspector saranno convertite in veri Eventi MIDI e inclusi nel MIDI le. Quando il MIDI le viene importato (in Cubase VST o altri sequencer) verr eseguito come prima di esportarlo. In molti casi questo il modo da preferire. 3. Aprite il menu File e selezionate Export MIDI File.... Appare la nestra di dialogo le.

- 230 -

4. Selezionate un nome e una locazione per il le. Il le prender automaticamente lestensione .MID, che lestensione standard per i MIDI les. 5. Cliccate su OK. Formati del MIDI File Cubase VST normalmente salva i MIDI le in formato 1. Ci signica che la struttura delle Tracce viene preservata nel le (anche se tutte le PArti su ogni Traccia verranno incollate in ununica Parte lunga). Comunque se esportate un MIDI File composto da una sola Traccia non in mute verr creato un MIDI File di tipo 0.

Importazione di MIDI File


1. Aprite il menu File e selezionate Import MIDI File... Cubase VST riconosce i le come MIDI File se hanno lestensione MID (lestensione standard per i MIDI File). 2. Usate il riquadro che appare per decidere se volete che il le appaia in una nuova nestra di Arrange o se volete fondere (merge) il MIDI File nellArrangiamento corrente. Se scegliete la seconda opzione, il le apparir nellArrangiamento corrente, a partire dalla posizione del Locatore Sinistro. Appare la nestra di dialogo le. 3. Localizzate il le. Cliccate sul le nella lista dei File. 4. Cliccate su OK. Importando il MIDI File, i dati vengono automaticamente divisi in segmenti pi corti (Parti) per semplicare ledit della musica nella nestra di Arrange.

- 231 -

Gestione dei File Audio


I le Audio possono essere importati ed esportati in diversi modi: Usando i comandi Import e Export nel Pool. Questi vi consentono anche di esportare un segmento e renderlo le audio indipendente. Nella nestra di Arrange, usando il comando Import e Export Audio File del menu File. Il comando Export Audio File vi consente di mixare pi Tracce Audio in un solo le audio. Potete anche importare le audio direttamente nellEditor Audio, usando il tool matita. Tutte queste funzioni sono descritte in dettaglio nella documentazione elettronica. Fate Copie di riserva dei le audio! Inutile dirlo, essenziale che facciate regolarmente delle copie di riserva dei dati audio, preferibilmente su un supporto diverso. Ci sono diverse funzioni per facilitare la gestione dei le audio, descritte nel capitolo sul Pool Audio nella documentazione elettronica.

- 232 -

Indice Analitico

18

- 233 -

A A, Colonna 126 Aftertouch 76 Creazione 189 Editing 190 Visualizzare 189 Annullamento In Generale 41 Annullare Editing (Cancel) 192 Registrazione Audio 67 AQ, Pulsante 203 Arrangement Apertura 229 Chiusura 123 Creazione 122 Dare un Nome 122 In Generale 14, 105 Mettere da Parte (Set Aside) 123 Salvataggio 225 Ascolto Editor Audio 157 Editor MIDI 185 Finestra di Arrange 118 Pool 142 ASIO Settings 46 ASIO, Pannello di Controllo 47 Attivit 126 Audio Attivazione Ingressi 55 In Generale 13 Preparazioni per 43 Registrazione 66 Audio File Gestione 232 Audio File Folder 63 Audio System Setup 46 Audio Track 112 Audio, Segmenti Vedi Segmenti Auto Pan 214 Automatic Quantize 203 Autosave 228 Avanti Veloce 97 B Bank Select 137 Barra dei Trasporti In Generale 94 Nascondere e Mostrare 94 Spostamento 94

C C, Colonna 128 Canale MIDI 71 Canale Audio Colonna nella Lista delle Tracce 128 Impostazione 59 Inspector 135 Mixer Monitor 206 Canale MIDI Colonna nella Lista delle Tracce 128 Impostazione per la Registrazione 71 NellInspector 137 Cancel (Editing) 192 Cancellare Note 185 Parti Audio 67 Tracce 110 Cancellazione Eventi Audio 158 Cartella File Audio 63 Chan, Parametro 137 Chn, Colonna 128 Chord Track 112 Chorus (Audio) 214 Chorus (MIDI) Livello 221 Tipo 222 Ciclo 83 Class see Track Class Classe 111 Classe di Traccia Cambiarla 111 Classe, Colonna 128 Click 57 Clipping In Generale 64 Indicatori 206 Collapse 142 Collegamenti Audio 43 Collegamento MIDI 48 Colonna Nome Traccia 128 Colonne delle Tracce 125 Contro lInspector 138 Colore (Parti) Parti Colore 121 Compress (MIDI Inspector) 137
- 234 -

Controller Creazione 189 Creazione di una Rampa 191 Editing 190 Registrazione 76 Visualizzare 189 Corsie 149 Creare Eventi Continui 189 Create Audio Events 153 Create Parts 113 Create Track 106 Creazione Note 177 Parti 113 Cue Points 100 Cueing 101 Cursore di Posizione 97 Cycle Esecuzione 84 Funzioni di Registrazione 89 Impostazione 83 In Generale 83 Modi di Registrazione 87 Registrazione 84 Registrazione Audio 86 D Def.All (Song Default) 228 Delay Effetto Audio 214 Inspector 135, 137 Delete Parti 119 Delete Last Version 89 Delete SubTrack 89 Display dei Controller 186 Display delle Parti 15 Divider 39 Divisione Metrica 57, 96 Documentazione Elettronica 10 Double Click Opens 166 Drum Edit Display dei Controller 186 In Generale 169 Drum Map Apertura 170 Impostazione 171 Drum Track 112

Duplicare Eventi MIDI 184 Duplicate Parts 117 Duplicazione Eventi Audio 154 Tracce 109 E Edit Solo 176 Editor GM/GS/XG Apertura 217 Controlli 220 Editor MIDI Apertura 166 Chiusura 192 Creazione di Note In 177 In Generale 161 Manipolazione di Note In 183 Play Parameters negli 138 Registrazione In 176 Effetti Editing 213 In Generale 212 Mandate 212 Effetti Master 212 Effetti Mixer 212 EQ, Pulsante 209 Equalizzatore 209 Espacial 214 Eventi Cancellazione 185 Dimensionamento 178 Duplicazione 184 In Generale 161 Scrubbing 185 Eventi Audio Cancellazione 158 Duplicazione 154 In Generale 148 Sovrapposizione 152 spostamento 154 Expand 142 Export MIDI File 230

- 235 -

F File Audio Gestione 141 Importazione 146 Pool 142 Rinominare 142 Selezione di una cartella per 63 Follow Song 176 Freeze Play Parameters 138 Freeze Quantize 203 Frequenza di Campionamento 56 Full Duplex 47 Functions In Generale 195 Negli Editor 196 Nella Finestra di Arrange 196 Fuzz 214 FX, Pulsante 214 G General MIDI vedi GM Global Disable Monitoring 63 GM Attivazione 218 In Generale 13, 223 GM/GS/XG Editor About 216 Groove Map 202 Groove Quantize 202 Group Track 112 GS 13 In Generale 223 Reset 218 H Help 11 I Import Audio File Editor Audio 153 Pool 146 Import MIDI File 231 Ingrandimento 38 Ingressi Audio Attivazione 55 Selezione 62 Input Levels About 45 Inset Start e End In Generale 155 Modifica 155 Inspector

Apertura e Chiusura 131 Contro le Colonne delle Tracce 138 In Generale 130 Parametri Audio 135 Parametri MIDI 137 Thru in Tempo Reale 139 Instrument, Colonna 129 Internet 11 Iterative Quantize 200 J Joining Parts 118 K Keep (Editing) 192 Keep Appended Events 193 Key Edit Dimensionamento di Eventi 178 Display dei Controller 186 In Generale 168 Key Erase 90 L Leave MIDI File Track Data as is 230 Length Drum Edit 179 Inspector 137 Linea di Info Editor Audio 159 Editor MIDI 185 mostrare e Nascondere 185 Linea di Info Nota 185 List Edit Creazione di Eventi 181 Dimensionamento di Eventi 178 In Generale 173 Livelli Audio 205 Automazione 207 MIDI 220 Livelli di Ingresso Verifica 64 Livelli di Registrazione Verifica 64 Local On/Off 51 Locatore Destro 66 Locatore Sinistro 66 Locatori Impostazione 66, 101 Impostazione del Cycle 83 Pre-programmazione 102 Punch In e Out 79
- 236 -

Richiamare i Pre-programmati 102 Spostare la Posizione Song sui 100 Lunghezza In ticks 35 M M, Colonna 126 Manuale On-line 10 Master Track 96 Master, Finestra 206 Master, Pulsante 96 Metronomo 57 MIDI Collegamento 48 In Generale 13 Registrazione 75 Selezione di Programmi 74 MIDI Editors Controllers In 186 MIDI File Esportazione 230 Formati 231 Importazione 231 Salvare un Arrangement come 230 MIDI Mute Button 209 MIDI Thru 51 MIDI Track 112 Mix, Modo 88 Mixer Audio (Monitor) 206 Esterno 43 MIDI (GM/GS/XG Editor) 216 Mixer Track 112 MME 46 Monitor Mixer 206 Monitoring 45, 63 Mono Finestra Master 208 Traccia Audio 61 Multi Recording 92 Multimedia Extensions 46 Mute Audio Monitor Mixer 208 Editor GM/GS/XG 221 Finestra di Arrange 126 N New Arrangement 122 New Song 229 Nomi In Generale 38 Nominare

Arrangement 122 Parti 113 Tracce 107 Normal, Modo 88 Note Cancellazione 185 Creazione 177 Editing 161 In Generale 76 Ridimensionamento 184 Spostamento 184 Note Off 76 Note On 76 O Online Help 11 Open Arrangement 229 File Audio 153 MIDI File 231 Song 229 Output Audio 205 Colonna delle Tracce 129 Inspector 137 Over Quantize 199 Overdub Mode 75 Overdubbing MIDI 75 P Pan Audio Monitor Mixer 207 Editor GM/GS/XG 220 Inspector 137 Part Appearance 120 Part Color 121 Parti Aspetto 120 Cancellazione 67, 119 Creazione 113 In Generale 113 Nominare 113 Ridimensionamento 117 Scissione 117 Selezione 114 Sovrapposizione (Audio) 68 Spostamento 116 Unione 118 Parti Audio Vedi Parti

- 237 -

Parts Duplicating 117 Overlapping (MIDI) 75 Patch (Inspector) 137 Pitch Bend 76 Creazione 189 Editing 190 Visualizzare 189 Pool Dragging di Parti da 143 Importazione di file 146 In Generale 141 Posizione Impostazione 97 Spostamenti Relativi 99 Posizione in Tempo Passare Alla 103 Posizione Metronomica 35 Posizione nel Tempo In Generale 35 Program Change Editor GM/GS/XG 219 Editor MIDI 165 GM/GS/XG Editor 74 In Generale 77 Inspector 137 Punch In Automatico 79 In Generale 79 Manuale 81 Punch Out Automatico 82 In Generale 79 Manuale 83 Punch, Modo 88 Puntatore di Posizione Song 97 Q Quantize Automatico 203 Freezing 203 Groove 202 Iterative 200 Over 199 Quantize Last Version 90 Quantizzazione Annullamento 203 Quick Start Song 22

R Record Info 135 Recording Levels About 45 Repeat 117 Replace Mode 75 Reverb (Audio) 214 Reverb (MIDI) Livello 220 Time 222 Tipo 222 Riavvolgimento 97 Ritardo Nel Monitoring 46 Roland GS 223 S Salvataggio 225 Sample Rate 56 Save Song Automatico 228 contro "Save As..." 227 Scheda Audio Impostazione 44 Scheda Sonora Vedi Scheda Audio Score Edit In Generale 174 Page/Edit Mode 175 Scrubbing Editor Audio 157 Eventi MIDI 185 Parti MIDI 118 Segmenti Drag nellArrangiamento 144 In Generale 141 Modifica di Inset Start e End 155 Nel Pool 143 Select Audio File Folder 63 Selecting Notes 183 Selezione Parti 114 Tracce 107 Set Aside (Arrangement) 123 Shuffle 201 Sistema Esclusivo Editing 165 In Generale 77 Snap 97, 183 Snap To Zero 155
- 238 -

Solo Audio Monitor Mixer 208 Editor MIDI 176 Finestra di Arrange 127 Song Apertura 229 Creazione 229 Salvataggio 225 Sovraincisione Audio 68 Speaker Editor Audio 156 Speaker, Icona Editor MIDI 183 Splitting Parts 117 Spostamento Eventi Audio 154 Parti 116 Spostare Note 184 Tracce 108 Stereo Finestra Master 208 Traccia Audio 61 Stereo Echo 214 Style Track 112 System Setup 46 T T, Colonna 128 Tape Track 112 Tastierino Numerico 95 Tempo 57, 96 Thru Audio 63 e lInspector 139 MIDI, Impostazioni 51 Ticks 35 Time Signature 57 To Pop-up Menu 196 Tool 34 Tool Bacchetta 179 Tool Forbici 117 Tool Gomma Editor Audio 158 Editor MIDI 185 Finestra di Arrange 119 Tool Lente di Ingrandimento Arrangiamento 118 Editor Audio 157 Editor MIDI 185

Tool Linea 188, 191 Tool Matita Editor Audio 153 Editor MIDI 177 Finestra di Arrange 113 Tool Nota 182 Tool Pennello 180 Tool Tubo di Colla 118 Toolbox 33 Tracce Attiva 107 Audio 112 Cambiare lordine 108 Cancellazione 110 Chord 112 Creazione 106 Dare un Nome alle 107 Drum 112 Duplicazione 109 Group 112 In Generale 105 MIDI 112 Mixer 112 Selezione 107 Style 112 Tape 112 Tracce in Time Lock 128 Traccia Classe 128 Track Class About 111 Tracks Class 111 Transpose 137 U Undo In Generale 41 Quantizzazione 203 Registrazione Audio 67 V Valori 36 Velocity Creazione di una Rampa 188 Editing 188 Inspector 137 View pop-up (Editor Audio) 150 Volume Editor GM/GS/XG 220 Inspector 137 Monitor Mixer 206
- 239 -

W Wave Editor 19 World Wide Web 11 WunderVerb 3 214 X XG 13 In Generale 223 Reset 218 Y Yamaha XG 223 Z Zero Crossings 155

- 240 -