Sei sulla pagina 1di 18

www.fabriziomuscio.135.

it

Lezione 1 . 15/03/2007
Geografia: tutti i fenomeni dello spazio, distribuzione e come influiscono sul territorio. Programma Usa, Giappone, UE, Asia centro-meridionale (Cina), Corea del Sud (che ha avuto un notevole sviluppo nella telefonia mobile e nellindustria automobilistica). Confronti circa il possesso della radio, telefonia mobile, ecc. Qual il ruolo dellItalia nelle comunicazione, quali sono i riflessi che possono avere sul territorio, relazione col capitale (es. rapporto Italia settentrionale e Italia meridionale). CORSO MONOGRAFICO: Cartografia come sistema informativo e territoriale. Nuovo modo di interpretare il territorio in vista di una pianificazione. Una figura importante potrebbe essere il cartografo per avere una serie di informazioni, conoscenze territoriali, pianificare il rinnovamento del territorio: ne deriva un sistema di informazioni. Ma c una notevole difficolt nel trovare carte geografiche poich gestite dalla regione. Luomo ha modificato lambiente distruggendo il territorio, portando inquinamento e degrado; gli ingegneri non pensano che in alcuni punti non si pu costruire. Immagine della Geografia: sempre stata distorta, noiosa. Questo ci che viene fuori da una serie di interviste fatte agli studenti di scuole medie e scuole superiori. La Geografia poneva soprattutto dei grandi problemi sia nel metodo che nellinsegnamento, basata sulla descrizione del territorio; quindi, gli studenti avevano unimmagine limitata alle caratteristiche fisiche, non aveva quel giusto riconoscimento. Bruno Nice sosteneva che la geografia era limitata agli aspetti fisici del mondo, per cui riteneva che, oltre le lezioni cattedratiche, fossero aggiunti anche esercitazioni, laboratori, escursioni, poich noi apprendiamo sul territorio. Kant, che oltre ad essere un grande filosofo era anche un geologo, scrisse un volume Geografia Fisica nel 1807, sostenendo che la geografia una disciplina fondamentale per la formazione del cittadino del mondo, quindi questa disciplina ha anche una valenza educativa. La conoscenza pu migliorare la vita, e la Geografia propedeutica allo studio della Filosofia. In questo pensiero c limporta dellIlluminismo. Metodo di insegnamento della Geografia ideale Dovrebbe essere a 3 livelli di conoscenza: 1. descrittivo: che cosa studia la Geografia. Descrizione fisica del territorio. Chi? Che? Come? Dove? 2. Esplicativo: Perch? Cause. Si basa a spiegarci i fenomeni. Perch venuto il terremoto proprio l?. Cercare di trovare le cause 3. Critico- applicativo: oggi pi importante offrire criteri di giudizio che possono influire al miglioramento delle condizioni della popolazione in tale territorio. Vanno fatte delle proposte, rendendo la Geografia viva. GEOGRAFIA DI POSSESSO: luomo possiede un territorio fisico e lo modifica secondo i suoi bisogni. AMBIENTE FISICO: organizzazione delluomo sul territorio secondo i seguenti indicatori: - sesso - et - tecnologia

www.fabriziomuscio.135.it

D unimpronta personale. E rilevante il livello culturale che trasforma lorganizzazione dello spazio sul territorio sulla base delle proprie esigenze. Quello spazio cambia col passare del tempo, sulla base di una crescita tecnologica, economica, il genere di vita (alimentazione, territorio, religione, cultura), portando costantemente modifiche sul territorio poich noi diamo il tocco personale delle cose, e ci evidenzia anche il livello culturale.

LETTERATURA GEOGRAFICA
A met 1700 sboccia unampia letteratura geografica. Ci avvenuto grazie agli esploratori che andavo a conoscere nuovi territori e tramandare conoscenze. Geografia Deterministica Teoria sviluppata soprattutto dalla scuola tedesca. Von Humbolt (lo stretto di Humbolt in America Latina ha prende da lui il suo nome) lautore di Kosmos. Egli era un esploratore e un naturalista. Per lHumbolt erano fondamentali le caratteristiche fisiche di un territorio, e sosteneva che lambiente naturale che determina e condiziona luomo e le sue attivit. Ci diede origine al DETERMINISMO. Una sua teoria era che la pianta cresce perch il territorio era la condizione, e la pianta si adatta, il proprio habitat. Lambiente naturale determina anche la costruzione di case (es. case con tetto spiovente in presenza di neve, no case di pietra sullequatore perch la pietra assorbe il calore e quelle zone sono molto calde). Ritter riprende il concetto di Humbolt (ha scritto Antropogeografia) spiegando soprattutto che luomo era condizionato dallambiente, ma anche condizionato anche in rapporto allevoluzione tecnologica poich essa condiziona lambiente fisico, ed la tecnologia che ci distingue, ad esempio, con gli uomini primitivi. Possibilismo Teoria sviluppata soprattutto dalla scuola francese, di cui era a capo Paul Delablanche , a fine 800. Luomo poteva intervenire sullambiente, da qui il nome possibilismo, che sottolinea appunto la possibilit delluomo di modificare con uno studio sui generi di vita. Funzionalismo Teoria basato sulla concezione delle funzioni: pi una citt ha funzioni, pi importante. Gli studiosi tedeschi cercarono di spiegare la societ in rapporto alle funzioni che svolge, ad esempio rispondendo a domande tipo perch il mercato sta l e non l?, giungendo alla conclusione che certe scelte sono fatte secondo alcuni criteri. Leconomia si basa su 3 teorie: 1. Vonthunen: (teoria del 700) una societ che vive sulle sue risorse. La societ o la citt deve basare la sua economia in un sistema di organizzazione delle sue attivit principali legate allagricoltura. Quindi, si basa su ARCHI CONCETRICI e intorno la citt si creano ANELLI CONCENTRICI. Negli archi dovrebbero sorgere delle attivit commerciali. Nelle zone pi vicine alla citt verr svolta AGRICOLTURA INTENSIVA, come ad esempio ortaggi. Nelle zone pi distanti, invece, verr svolta AGRICOLTURA ESTENSIVA e ALLEVAMENTO, mentre in periferia unAGRICOLTURA RACCOGLITRICE, ossia ci che la natura offre. Oggi per, una teoria del genere non sarebbe pi accetta, poich c un bisogno di scambi di prodotti, ne deriverebbe una societ isolata. 2. Weber: parte dalla concezione della localizzazione di attivit industriali. Parte da un triangolo e tiene conto di presenza di materie prime, fonte di energie e mercato (popolazione sia come luogo di raccolto e acquisto e sia come popolazione lavoratrice). Ma questa sua teoria crea squilibri tra unarea molto pi ricca e unaltra molto pi povera; chi ha un reddito alto ha un certo risparmio, e quindi ne deriva un investimento, andando a creare unarea sempre pi forte e facendo sorgere anche attivit secondarie. Alla teoria del Weber, segue il concetto di regione polarizzata di Perroux, ossia la riconversione di attivit industriali, creando dei poli industriali

www.fabriziomuscio.135.it

per dare equilibrio economico ed evitare esodi altrove, creando anche nuovi poli. Teoria che stata messa in atto dopo la seconda guerra Mondiale, creando dei poli nel sud Italia e riconvertendo ad esempio da industrie automobilistiche industrie che durante la guerra produceva carri armati. In Puglia vi sono poli come lIlva a Taranto (con una serie di attivit secondarie collegate ad essa), Enikem a Manfredonia, larea industriale-meccanica a BariModugno e il Petrolchimico a Brindisi. Questa teoria stata messa in atto per evitare lesodo della popolazione dellItalia meridionale verso il Nord, che porta ricchezza al nord e degrado nel sud. 3. Christaller: negli anni 30 cercava di spiegare come organizzare una pianificazione del territorio, come distribuire attivit o effettuare collegamenti. Ne deriva la Teoria della localit centrale, basata sulla posizione centrale di un bene e di un servizio. I suoi principi sono PORTATA MINIMA (possibilit dellesercente di vendere un bene con un minimo di utenza per sopravvivere) e DISTANZA MASSIMA (applicata quando lutente disposto a percorrere una distanza maggiore per raggiungere un bene. Negozi tipo Armani sorgono in luoghi centrali, poich dove ci sono pi utenti il prezzo pi basso). Ci si basa anche sulla GERARCHIA URBANA che data dalla LEGGE DI MERCATO, LEGGE DI TRASPORTI, LEGGE AMMINISTRATIVA. Un pezzo di valore ti porta a spostarti perch dove c maggiore utenza vengono situati i beni di valore maggiore. Si crea un esagono con un centro pi importante e attorno dei centri secondari. Da qui derivano GERARCHIE ALLINTERNO DI UNA REGIONE e GERARCHIE A LIVELLO NAZIONALE. Quando la teoria del Christaller fu applicata negli anni 30 ebbe un grande successo, tant che ancora oggi applicata. In questi centri si creano attivit economiche diverse dalle altre favorendo una crescita economica a livello regionale eccetera, mentre difficile che sorga una gerarchia in un sistema montuoso.

Lezione 2: 22/03/2007
Teoria sistemica Teoria di cui il massimo esponente stato il professor Vallega. quella che oggi viene pi accettata, Si basa sul concetto di REGIONE COME SISTEMA SPAZIALE APERTO ALLESTERNO. Il movimento ha come oggetto manodopera, capitali (risparmiatori che depositano) e merci (dal centro va verso altre aree), la regione quindi un sistema aperto allinfluenza proveniente dallesterno. Una regione d informazione, cultura (universit, cinema) e servizi. Il capoluogo offre dei servizi di ogni tipo, dalla scuola (dalla materna alluniversit) e servizi ospedalieri (soprattutto col piano socio-sanitario). La crescita dellinteresse sociale, il comportamento umano sul territorio, crea dei sistemi. Il sistema si identifica in elementi fisici e antropologici: i primi riguardano il territorio fisico, i secondi lorganizzazione sociale dei gruppi umani, tra loro indipendenti ed interconnessi. La struttura pu essere influenzata dallesterno e dal suo interno ed soggetto allENTROPIA. ENTROPIA = deriva dalla termodinamica e significa crescita dellenergia. Se maggiore a livello ambientale porterebbe ad un degrado. Per evitare il degrado si crea entropia inversa attraverso allazione umana che tende a migliorare le condizioni di vita. Il passaggio e la sostenibilit dellazione umana si pu vedere dalla modificazione del paesaggio e dai movimenti di ricostruzione dopo la Seconda Guerra mondiale. Ma la sostenibilit umana va misurata, e azioni fatte per migliorare le condizioni, si sono poi rivelate un problema. Urbanizzazione Si avuto disagio in Italia con la distruzione di aree urbane. Per favorire la ripresa economica sono state costruite le citt. Oltre a questo, si cercato di ricostruire lItalia attraverso lo sviluppo del settore industriale, che ha facilitato la crescita economica dellItalia settentrionale. Ma ci ha portato grande squilibrio sociale

www.fabriziomuscio.135.it

ed economico in rapporto con lItalia meridionale. La conseguenza stato lesodo di una grande fetta di popolazione meridionale verso il nord, popolazione che ha abbandonato lagricoltura per cercare lavoro nelle industrie del nord. Il degrado e labbandono dei territori ha portato anche ad un problema ambientale. Motorizzazione Dopo la 2 guerra mondiale la politica ha favorito lo sviluppo industriale del settore automobilistico (FIAT), e ha favorito la costruzione di strade e autostrade per incentivare luso dellauto, favorendo luso del mezzo privato a scapito di quello pubblico (oggi si cerca di favorire uno sviluppo del mezzo pubblico). I problemi che ne sono derivati la distribuzione nellaria di monossido di carbonio a quantit eccessive, oltre alle conseguenze derivanti dalle demolizioni di mezzi pubblici in superficie. Oggi la politica ancora contraddittoria: da un lato cerca di promuovere luso del mezzo pubblico, ma dallaltro offre incentivi per cambiare lauto. Turismo In passato il turismo era solo di elte. Dopo la 2 GM il benessere economico e lopera dei sindacati (ferie pagate) ha portato allo sviluppo del TURISMO DI MASSA. Esso si riversato soprattutto in quello balneare, creando numerosi centri turistici (a Taranto ci sono Castellaneta Marina o Ginosa Marina). Si aggiunge a questo il turismo culturale e la fioritura di turismo nelle zone dellantica Magna Grecia, spingendo i viaggiatori a scendere pi a sud alla scoperta di immense ricchezze per tanto tempo sottovalutate (prima non ci si spingeva al di sotto di Napoli). Il turismo favorisce lo sviluppo edilizio, ma a volte non vi sono n fogne o acquedotto, provocando linquinamento delle falde acquifere. Linquinamento ha portato a zone come Pulsano o San Pietro in Bevagna lo sfioramento delle dune che determina lavanzamento del mare conquistando il suolo costiero. Il turismo ha creato il problema della seconda o terza casa al mare o in montagna, ma queste zone sono abbandonate per un lungo periodo dellanno. Anche in montagna sono sorti dei grandi problemi, come il disboscamento per creare campi da sci, centri residenziali ecc.., provocando frane di origine antropica (labbattimento e lasfalto favorisce lo scorrimento dellacqua), ossia legate allintervento delluomo. TERRITORIO COME LUOGO DI ATTIVITA DELLUOMO tale da PIANIFICAZIONE DEL TERRITORIO Da qua ne deriva CONCETTO DI CITTA E CONCETTO DI PERIFERIA favorire la

Citt Va intesa attraverso alcuni elementi strutturali, dallo svolgimento delle sue funzioni. E un COMPLESSO EDILIZIO che occupa una determinata area dove vivono un numero di abitanti (almeno 5000), con una serie di servizi e di funzioni, in rapporto alla GERARCHIA DI CHRISTALLER. GERARCHIA URBANA: da una scala locale ad una globale. Maggiore il numero degli abitanti, pi la citt avr funzioni e servizi. E le aree periferiche vengono man mano conquistate. La struttura della citt formata da: - edilizia - numero di abitanti - evoluzioni CENTRO: citt vista nella sua struttura. In esso sono concentrate le attivit amministrative (comuni, seggi, ecc) e il Centro Storico dove racchiusa lidentit culturale delle popolazioni. Inoltre, vi sono anche attivit di grande richiamo e alta qualit. Sono le funzioni che fanno distinguere un piccolo centro da uno grande; le funzioni sono di tipo commerciale, portuale, turistico, economiche. La citt si distingue per una serie di servizi che vanno considerati di vario ordine:

www.fabriziomuscio.135.it

es. scuola elementare, media, superiore, universit Periferia Area marginale della citt. Spesso sono aree dormitorio, soprattutto per la mancanza di servizi e di attivit commerciali. Sono anche aree di emarginazione, come ad esempio le case a San Paolo a Bari che non sono integrate col resto urbano, e vi anche maggiore criminalit. Nascono anche per la presenza di industrie, come ad esempio Paolo VI a Taranto, nata e cresciuta dopo gli anni 60 per favorire la popolazione lavoratrice allIlva. Alla periferia viene attribuito il significato sociale di criminalit ed emarginazione. Sue caratteristiche sono: - numero minore di abitanti - mancanza di negozi - mancanza di uffici Ma ci possono essere anche periferie integrate alla citt. Un esempio valido lInghilterra grazie al traffico di manodopera che ha recuperato le periferie, portando alla nascita di New Towns. Ad ogni modo, nelle periferie manca l Isolato CEP, ghetto. Gli isolati creano una serie di problematiche sociali, come ad esempio la mancanza di comunicazione. Integrato Riferita al concetto di Von Thunen, ossia di uno stato isolato che vive delle proprie risorse, ma che oggi non pi possibile. Le aree periferiche possono anche essere abbandonate, l dove un tempo le periferie davano qualcosa alla citt; quando non servono pi, queste zone vengono abbandonate.

Cambiamenti nella Comunicazione


Comunicazione: insieme di tante modalit da cui una societ tende a trasmettere e ricevere dei messaggi attraverso un mezzo comune. 1960 Societ dellinformazione Negli USA nasce la necessit di inviare immediatamente una notizia attraverso dei mezzi che non fossero conosciuti da altri, a causa di scopi militari. Le tecniche e le pratiche di comunicazione sono essenziali per la vita sociale. La nuova tecnologia ha spinto a creare nuovi sistemi di comunicazione, influenzando la trasformazione dei gruppi sociali. PRIMI MEDIA: - televisione - radio (in alcune societ ancora lunico mezzo di informazione) - telefono MEZZI IMPERSONALI - posta - telefono (??) MASS MEDIA - stampa: nel 1600 nascono i quotidiani - radio: rivalutato di recente - televisione: si presenza come proiezione della societ.

www.fabriziomuscio.135.it

Cinema: industria dellarte, produttrice di singole opere Telefono: si presenza come un semplice servizio. Tutto il modo di comunicare racchiuso in un unico strumento. Personal Computer: gestisce e richiama artifici di informazioni multimediali: testi, dati, suoni, immagini fisse e in movimento. Sistema di Comunicazione: uno strumento destinato ad emettere, trasmettere, ricevere, conservare un messaggio. Il messaggio costituito da suoni, parole, testi scritti.

Lezione 3: 29/03/2007
La societ, in rapporto con la tecnologia e linformazione subisce dei mutamenti. Tecniche e pratiche sono essenziali per la vita sociale. SVILUPPO DELLA RETE DEI SISTEMI : gli strumenti presenti in un territorio sono in rapporto con: - microarea - area nazionale/extra-nazionale Area centrale: la citt concentra maggiormente la rete di distribuzione Periferia: le aree sono meno servite, sono prive di una rete. Quindi, da ci si deduce che lorganizzazione della societ in rapporto con leconomia. Allinizio del 900, grazie allo sviluppo dellelettrificazione, nasce il grammofono, la radio e il cinema (inizialmente muto, poi sonoro, e poi a colori). Il televisore, nato in seguito, diventa un servizio di comunicazione tra societ. MASS MEDIA: Chiedersi come mai i mass media sono presenti in alcune aree piuttosto che altre. Tener conto di fattori economici e di fattori sociali. - radio - tv - editoria: il sistema pi antico. Negli anni ha subito un processo di sviluppo delle tecnologie legate alla stampa. Alla sua origine era costituita da manoscritti, oltre al fatto che a causa dei costi e dellalfabeticazione, i libri erano presenti solo nelle case dei nobili, e quindi il libro era un bene prezioso. Ma con la creazione dei libri tascabili, i libri divennero un bene di massa. Il primo paese in cui leditoria si sviluppata stata la Gran Bretagna; in seguito si svilupp negli USA, e in seguito in Europa in paesi come la Germania (che il paese pi importante dal punto di vista editoriale), seguita da Francia e Italia (Milano il centro delleditoria). Negli anni, anche il sistema di distribuzione ha subito dei mutamenti: allorigine i libri erano reperibili sono nelle librerie, adesso invece si possono trovare persino in giornalai e supermercati. Leditoria diviene cos il mezzo pi accessibile, tanto da parlare di GEOGRAFIA DEL LIBRO (capire, spiegare le cause, i fattori geografici che fanno sviluppare aree piuttosto che altre solitamente centri). Quindi, il libro viene visto anche secondo il suo aspetto sociale; la biblioteca diventa un punto di incontro, a differenza dei computer che non ci permettono di entrare in contatto con gli altri con la tendenza ad estraniarsi da parte dellutente. Inoltre, leditoria ha favorito un tipo turismo, sono stati creati dei testi per le vacanze, ossia testi che danno un richiamo verso certi luoghi (Maldive ad esempio), promuovendo la loro immagine e trasmettendo conoscenze portando ad un turismo di richiamo, un turismo di conoscenza. La gente va nei luoghi di cui ha letto, nasce un turismo culturale che aiuta a far crescere luoghi sperduti. Vi una notevole

www.fabriziomuscio.135.it

differenza tra sviluppo delleditoria nei paesi industrializzati e quelli pi poveri; le motivazioni stanno nel potere, leconomia, e soprattutto nella politica: i rappresentanti politici di questi paesi non hanno interesse a creare conoscenze, scoraggiando la gente a chiedere un bene. La politica influenza non poco, privilegia un tipo di informazione sia perch la gente non pu comprare e sia perch linformazione limitata. Studiando il continente africano, infatti, si pu notare che in Africa settentrionale accedono pi informazioni, poich essa si affaccia sul Mediterraneo (oltre alla TV, che spinge verso nuove realt influenzando le popolazioni di questo paese, dando loro il miraggio di trovare un modo nuovo di lavorare, pi i quiz che distribuiscono molti soldi attraendo), mentre la situazione cambia notevolmente in Africa meridionale, ma soprattutto in quella centrale che la zona pi povera. Vi sono state 3 importanti rivoluzioni che hanno cambiato il rapporto tra societ e comunicazione: 1. elettrificazione 2. sviluppo radio, cinema e TV 3. Informatica (anni 70) che integra tutti i sistemi di comunicazione. Circa lo sviluppo dellInformatica, bisogna tenere conto delleconomia di un territorio e le caratteristiche di un territorio, che porta a comprendere dove si sviluppano delle reti di distribuzione di un tipo di sistema; infatti, il sistema informatico ha sviluppato reti in certe aree.

SITUAZIONE NELLE VARIE AREE DEL MONDO


Stati Uniti dAmerica Gli USA sono stati i primi nel sistema informatico: esso nato nel Pentagono a causa dellesigenza di un sistema di informazione pi rapido, di alta precisione e di alta qualit. Gli USA sono formati da 50 stati, ognuno con diverse realt. Gli stati si sviluppano in senso orizzontale e verticale, incidendo sui mezzi di trasporto, collegando le diverse realt tra di loro e distribuendo linformazione. La necessit di sviluppare vie di comunicazione per merci e persone come autostrade, e mezzi di trasporto come gli aerei, stata molto forte a casa della vastit del territorio. Ha grandi catene montuose: una ad occidente, e gli Appalchi nel sud-est. Inoltre, ha aree desertiche. Tutto questo crea difficolt per lo sviluppo di mezzi di comunicazione. Gli Stati Uniti vanno dallEquatore fino a zone molto fredde, e ha fiumi utilizzati e sfruttati: i pi famosi sono il Missouri e il Mississipi. Larea centrale degli USA a nord-est, con citt come Bonston, Philadelphia, New York (centro del controllo delleconomia a livello mondiale) e Washington; in questa area sono presenti una serie di funzioni, industrie e megalopoli. E rilevante la presenza di risorse minerarie: metalli vari, metalli preziose, unarea dove si sviluppata lindustria pesante. Tutto questo ha portato alla crescita, oltre allimmigrazione di popolazione del Texas che emigrata alla ricerca di lavoro. Ma vanno segnalate anche altre aree, che da periferie sono diventate aree integrate: Texas e California. Nel Texas, a causa della crisi petrolifera mondiale, si sono cercate forme alternative di energia, sviluppando linformatica (segnaliamo la Texas Istrument e lACER), fermando lesodo della popolazione e facendo trasformare questa area da periferica ad integrata. Oltre a questo, nel Texas c laereoporto pi grande del mondo e Huston, famoso centro per le missioni spaziali. Senza contare lo sviluppo televisivo con la produzione di prodotti anche leggendari, es. Dallas e Dynasty. Inoltre vi sono numerosi centri di ricerca e la fiera dellauto di Detroit. In California vi stato un sviluppo a Los Angeles grazie alla Packar. Inoltre, c Hollywood, Beverly Hills: in questultima cittadina i divi ne volevano fare unarea chiusa, addirittura circondata da musa per impedire il turismo, ma tutto questo stato impedito dal comune. Per quanto riguarda il turismo, importante la Florida (associato turistico), un territorio che vive delle sue risorse turistiche ed lontano dai centri di amministrazione; un luogo scelto dagli

www.fabriziomuscio.135.it

americani in seguito alla pensione poich una zona molto ventilata. In Florida in atto una strategia per non creare mezzi di comunicazione, privilegiando il tempo di riposo: presente una mentalit di trascorrere le vacanze lontano dal tran tran quotidiano. Ma vi un rande squilibrio. Il sistema informatico presente nelle aree pi ricche, mentre altre zone sono prive di tutto ci, quindi non si sono ridotte le distanze sia fisiche e sia figurative tra centro e periferia, specie nellarea centrale. Riguardo il possesso di radio e tv, il 97% della popolazione in possesso di questi beni, ma non vi una distribuzione facile nelle zone legate alla costa atlantica e le zone desertiche. Inoltre, solo analizzando New York, toccabile con mano lenorme squilibrio: si passa dalle zone lussuose da Manatthan, per poi arrivare nel Bronx con i suoi palazzi pieni di miseria. Negli Stati uniti stata applicata la gerarchia urbana di Christaller. Cina E il territorio pi popolato al mondo, ben 1.300.000.000 di abitanti. Il territorio si estende in longitudine e in latitudine. Vi la presenza della catena degli Hymalaya. Nel sud-occiddente c il Tibet che un isolato che vive delle proprie risorse (infatti vi sono state delle guerre per questa ragione). Nel nord-est c la zona della Manciuria con risorse minerarie come metalli, metalli preziosi, carbone, ferro, petrolio, quindi unarea industriale ricca che ha richiamato la popolazione dallinterno del territorio. C anche lisola di Taiwan (fino al 1997 gestita dalla Gran Bretagna), che malgrado sia legata alla Repubblica Cinese possiede una sua autonomia fiscale ed economica, che le ha permesso di svilupparsi nella produzione di beni di largo consumo. La Repubblica Popolare Cinese nasce con la Seconda Guerra Mondiale. Mao-Tse-Tung ha gestito leconomia del paese imponendo una riduzione di libert di pensiero. Il paese molto ricco ma non ben sfruttato; Mao ha cercato di sviluppare lindustria specie nelle aree costiere da nord verso sud (regione Canton). Si creato un movimento dallinterno (zone deserte malgrado le grandi piantagioni di cotone, di cui la Cina il maggior produttore al mondo) verso queste zone. Mao ha imposto soprattuto di mandare i cinesi a vivere in campagna per purificare luomo almeno per un anno. Negli anni 70 si pone il problema di paesi poveri con alta popolazione (Cina ma anche India): le soluzione presa la riduzione drastica del calo delle nascite, tematica che ha portato scontri con la Chiesa poich per essa un figlio un dono. I governi della Cina e in India cercano di regolare le nascite attraverso la sterilizzazione (che ha fallito nelle campagne a causa dei mezzi arretrati), libert di aborto, ma soprattutto con normative governative e restrittive imponendo solo un figlio a famiglia, ed esonerando chi ha pi di un figlio dal diritto di agevolazioni di tipo fiscale, di fare carriera e di avere una causa. Dalla libert di aborto sorto il problma dellinfanticidio femminile, portando ad uno squilibrio di genere (pi uomini nelle fasce pi basse, e pi donne in quelle pi alte) e difficolt nel ricambio generazionale. Nel 1976 subentra la figura di Dia-xia-ping, che salito al potere cerca di mettere in sesto leconomia. Lindustria cresciuta, ma lagricoltura in crisi, quindi cerca di effettuare una crescita agricola. A causa della presenza di piantagioni di cotone ha reato nuovi impianti industriali frenando lesodo, sviluppando lindustria tessile. Inoltre, nella regione di Canton si adatta una nuova politica fatta di meno tasse che creano pi risparmio: questa zona ha investito su prodotti di alta qualit con bassa manodopera (ottica, tv, ecc), divenendo da area periferica a centrale. Ad ogni modo, la produzione cinese basata sulla quantit che la qualit, infatti i prodotti cinesi hanno una qualit bassissima rispetto ad un bene prodotto in Giappone, senza contare che addirittura alcuni prodotti di abbigliamento provocano anche allergie.

Lezione 4: 12/04/2007

www.fabriziomuscio.135.it

Corea del Sud: ci sono stati dei grossi capitali stranieri (specie americani e tedeschi) che hanno investito in automobilismo a causa del basso costo della manodopera. Ci ha portato a grossi investimenti locali, creando prodotti di alta qualit a basso costo come automobili, tv e telefonia mobile. Quindi, questa nazione si pu autofinanziare. La crescita economica determina unattivit a livello mondiale. Ad ogni modo, vi stata unevoluzione della manodopera che divenuta pi specializzata, portando ad un lieve aumento del costo, tant vero che queste stesse aree hanno portato la produzione di beni in altri paesi come la Tailandia o la Malesia, sfruttando una manodopera ancora a bassissimo costo, favorendo una crescita del prodotto. LAsia meridionale importante a livello mondiale nel campo della produzione. Ma c un grandissimo squilibrio tra produzione di un bene e suo utilizzo da parte della popolazione di questi paesi: in Corea solo il 6% della popolazione in possesso di questi beni. Giappone E un paese che ha raggiunto i vertici di produzione. Strategia politica: in passato vi sono stati dei conflitti con la Cina per la viabilit delle acque. Hanno messo a frutto una strategia di crescita economica a partire dagli inizi del 900 imponendosi come zona di grandi iniziative. Fino agli anni 20 vi era solo industria leggera, poi inizia una crescita industriale specie nellindustria pesante fino agli anni 70: quindi, industria chimica, meccanica, siderurgica. Dopo gli anni 70 si pone attenzione sulla ricerca privilegiando lattivit industriale. Questo stato un errore perch nel frattempo gli USA si erano messi in atto sul campo informatico, causando un ritardo di 15 anni sulluso di essi. Quindi il Giappone si sviluppato sui videogiochi (Nintendo), gli ottici, strumenti cinematografici (la Sony) e qui ha avuto unevoluzione notevole. Una caratteristica importante del Giappone la sua cultura sulla capacit del gruppo e non del singolo, un elemento predominante che ha portato alla crescita nel settore economico e industriale. Poche risorse minearie. Crescita nellambito urbanistico, con la creazione di megalopoli quali Tokio e Osaka, portando sviluppo alledilizia. A livello mondiale vi la maggiore densit di popolazione (notare che le strade giapponesi sono strettissime), una casa costa moltissimo, gli immobiliari possono controllare il mercato mondiale. Vi stato un sviluppo in senso verticale con la costruzione di grandi palazzi soprattutto adibiti ad attivit lavorative. E anche cresciuta la Borsa di Tokio da divenire competitiva a livello mondiale, controllando leconomia del mondo intero, facendo quindi crescere uneconomia a catena anche in altri settori. E il terzo stato per produzione di beni di consumo, oggetti legati ad una richiesta a livello mondiale di prodotti di alta qualit e precisione (a differenza della Cina che ha puntato sulla quantit), infatti si pu notare che un prodotto della Sony pi costoso per la sua qualit. Un errore del Giappone stato privilegiare la ricerca nel settore industriale e non informatico, ma stata una mossa comunque voluta poich gli USA erano gi notevolmente avanti. In Giappone vi una presenza di aree sismiche a causa della fossa oceanica a contatto con quella occidentale; difatti, gli edifici sono costruiti in modo tale da prevenire delle stragi, ma comunque non rimangono immuni da danni, come ad esempio danni alle condutture idriche che si fratturano a causa delle scosse permettendo la fuoriuscita di materiale. Presenza di uno squilibrio di consumo di beni. Nei centri urbani, dove sono residenti 20.000.000 di abitanti c un largo acquisto di TV, radio, telefonia mobile, ma nelle aree di campagna solo il 12% della popolazione in possesso di tali beni. Russia E una grande potenza mondiale legata soprattutto ad una evoluzione politica ed economica partita allinizio del 900: allinizio del secolo scorso vi era il dominio dei Romanov e di Nicola II, dopo di che segu la caduta dello Zar nel 1917.

www.fabriziomuscio.135.it

E il maggiore stato per estensione. E molto ricca di risorse, come carbone, ferro, petrolio, diamanti, permettendo la crescita di una grande potenza. Lultimo zar impose nuove tasse che caus la Rivoluzione, poich la popolazione era in estrema miseria. Allo Zar succedettero Lenin e Stalin che portarono alla nascita delle Repubbliche Socialiste Sovietiche e un regime di dittatura. Se Lenin non voleva comunque una conflittualit civile, Stalin ha approfittato del periodo di instabilit governativa esercitando una dittatura, diventando Capo del Partito e Capo dello Stato, e fondando lUnione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche nel 1928. Impone un solo partito, sopprime la libert di stampa e di manifestazione del proprio pensiero e impone lateismo. E il fautore della Riforma e della Crescita economica: il Capo gestisce leconomia decidendo cosa produrre e che tipo di industrie immettere. Cerca di attuare una crescita industriale basandosi sulla presenza di grandi giacimenti sul territorio, portando alla nascita di grandi aree industriali. Per quanto riguarda lagricoltura, essa basata su esigenze della popolazione con la supervisione di cooperative agricole, i Sovcoz (cooperative dello Stato che interviene sui costi e gli strumenti da utilizzare, ove si crea una gerarchia) e i Kokoz (gestite dalla popolazione, cooperative che possono avere dei terreni da coltivare ma che devono tornare al mercato della cooperativa). Ma vi sono delle crisi agricole, poich Stalin represse il consumi dei beni, e la popolazione arriv addirittura a fare la fila per il pane. Il governo dellex-URSS era composto dal Soviet Supremo, formato dai rappresentanti di ogni categoria lavorativa (operai, agricoltori, militari) di tutti gli stati russi, che decidevano col Presidente circa il potere economico dello Stato. Il regime stalinista si ferma con la venuta al governo di Gorbaciov nel 1985, Capo del Governo che tent di modificare la politica economica attraverso la cosiddetta RIVOLUZIONE DALLALTO: Gorbaciov riteneva lAlta Gerarchia economica e politica causa della crisi, soprattutto circa il settore agricolo poich veniva persino importato frumento dagli USA. I cambiamenti sono: - commercializzazione internazionale - propriet privata, che prima di allora era solo nelle mani di pochi potenti nel campo politico. Gorbaciov la integr gradatamente, ma ci port comunque crisi per la popolazione. Egli cerc di adattarsi alla politica dei paesi occidentali, portando ad un aumento dei prezzi dei prodotti per essere pi competitivo. La crisi legata alle modifiche economiche port alla Rivoluzione di Maggio nel 1990. Dal 1991 la Russia divenuta la CSI (Comunit di Stati Indipendenti), che ha portato alla ricomposizione dello stato russo. Moldavia, Ucraina e Bielorussia chiesero lindipendenza, togliendo alla Russia molte ricchezze di cui era il gestore. Inoltre, la caduta dellURSS port conseguenze anche nellex Iugoslavia, che con la caduta del regime cerca lindipendenza nei confronti della Russia per motivi culturali (cristiani e mussulmani con tradizioni e comunit distinte in contrapposizione tra loro), oltre al fatto che la Russia controllava economicamente tutti i paesi dellest europeo imponendo di avere rapporti economici solo con loro. Durante la Rivoluzione di Maggio subentra la figura di Boris Elsin, che approfitt del malcontento della popolazione ridotta in miseria. Egli fu il primo presidente eletto dal popolo avendo in contrapposizione il Soviet Supremo, causando una lotta politica. Da allora ci sono stati grandi passi avanti nel campo dellagricoltura. Oggi il capo del governo russo Putin. 140.000.000 abitanti. Nellarea meridionale vi la catena degli Alpai, dalla altitudine molto bassa (meno di 4000 m). Nel nord-est vi sono gli insediamenti umani, grandi citt e industrie. (zona europea) Lungo i monti Urali vi la presenza delle risorse minerarie, ove sono sorte citt industriali e cooperative agricole che per non riescono ad avere una crescita economia perch legate solo al mercato della cooperativa, dove le ore in pi di lavoro non sono riconosciute, quindi non vi sono incentivi per lo sviluppo.

www.fabriziomuscio.135.it

Vi sono problemi di tipo sociale per il conflitto tra Ceceni e i nativi della Russia nei paesi occupati; durante il regime ogni capo di stato era nativo russo, con il compito di controllare lo sviluppo creando grandi realt negli stati. La Russia condizionata da un clima particolare a causa della sua grande estensione. Non sono stati favoriti i beni di consumo. Persino nelle grandi aree urbane ci sono poche TV poich il costo di questi beni molto elevati, e solo soprattutto i nuovi imprenditori cercano di acquistarseli. Ancora oggi il paese ha un problema di repressione della libert di stampa e grossi limiti a livello di informazione. Poich da questi punti di vista la Russia presenta un vasto divario con il resto dellEuropa, alcuni stati ancora legati alla Russia chiedono lindipendenza.

Lezione 5: 19/04/2007 LUNIONE EUROPEA (UE)


27 Stati. Dall1 gennaio del 2007 sono entrati a farne parte Bulgaria e Romania. LEuropa stato un campo di guerre politiche, e a causa di questa ragione sorge la necessit di creare un unione per facilitare scambi di beni. Il primo nucleo dove si fa a formare una zona con facilit di scambio senza dogane la zona del Benelux: - Olanda agricoltura - Lussemburgo industria - Belgio risorse minerarie Nel 1951 viene fondata, a causa di esigenze commerciali e politiche (ossia, la creazione di una grande Europa competitiva con Usa e Russia), la Comunit Europea del Carbone e dellAccaio (CECA) dove aderiscono, oltre il Benelux, Germania occidentale, Francia e Italia. Con la CECA nasce la prima idea di Europa. Nel 1958 la CECA diviene la CEE (Comunit Economica Europea). Iniziano ad esservi domande di adesione per strategie politiche: nel 1973 entrano Gran Bretagna e Irlanda, nel 1981 la Grecia, nel 1986 Portogallo e Spagna. Nel 1992 viene firmato il trattato di Maastrict, che getta le basi della futura Unione Europea, dove lidea la creazione di unEuropa sempre pi forte. Nel 1995 la CEE diventa Unione Europea; nellanno precedente, si era raggiunto il risultato di 15 stati. Nel 1999 nasce lUnione monetaria europea per favorire scambi e acquisti: non entrano a farne parte Regno Unito (la sterlina ha ancora un valore molto alto) e Danimarca. Nel 2001 scompare la lira come moneta ufficiale. La UE sta crescendo, tant vero che pi paesi vogliono aderire, soprattutto il blocco dellest. Nel 2004 entrano nella UE Cipro, Repubblica Ceca, Slovacchia, Malta, Ungheria, Lituania, Lettonia, Polonia e Slovenia. Da notare la situazione della Turchia, che fisicamente europea ma culturalmente asiatica, che ha grandi interessi politici e commerciali ad entrare in Europa. La Norvegia e la Svizzera non sono parte della UE. Associazioni Molti paesi creano associazioni per cultura, ragioni umanitarie e nascono quindi grandi associazioni e organizzazioni. Lega Araba: firmata a Il Cairo nel 1945, unorganizzazione economica basata sul petrolio NATO: interviene politicamente e militarmente sugli stati che non rispettano i patti stabiliti dopo la Seconda Guerra Mondiale. Fondata nel 1949 un organizzazione del Trattato Atlantico del Nord. ONU: organizzazione politico e commerciale sotto le leggi degli USA (che hanno coordinato questi trattati e hanno lultima parola), organizzazione delle Nazioni Unite.

www.fabriziomuscio.135.it

FAO: a scopo benefico verso paesi pi poveri per alimentazione e agricoltura CSI Spagna 41000000 abitanti. Nord: zona montuosa con presenze minerarie quali carbone e ferro non molto sfruttate, ma che hanno comunque favorito attivit industriali nelle citt di Madrid, Galizia, ecc). Per la presenza di queste risorse minerarie c conflittualit con i paesi baschi che cercano lautonomia. Centro-sud: quote di altitudine basse, con intensa attivit agricola.Vi sono le tipiche culture del bacino mediterraneo come vite, ulivo, frumento e mandorle. E al primo posto per la produzione di olive e quindi olio. Primeggia per la produzione di olive da tavola e su questo grande rivale dellItalia. Con la produzione di vino si scontra con Francia e sempre Italia. Andalusia pianeggiante. Occidente Estavandura, zona montuosa con scarsa attivit agricola e industriale. La popolazione si riversata lungo le fasce costiere e il nord. Dopo la seconda Guerra Mondiale ha cercato una riconversione industriale che ha portato alla crescita secondo la teoria di Perroux, adottando la teoria verso gli anni 50/60 specie nelle aree meridionali con lemissione di nuove tecnologie, ma la riduzione della manodopera non ha favorito la crescita occupazionale. A ci si contrappone un lieve miglioramento dellagricoltura; sono presenti problemi riguardo lirrigazione e la tecnologia, e questi fattori incidono sul prodotto non permettendo la crescita. E la maggiore produttrice di mercurio. Turismo fondamentale (zona della Catalogna), che ha fatto crescere attivit del terziario e la creazione di tanti centri abitati. Anche le Isole balneari sono interessate da un forte turismo internazionale. Il turismo ha richiamato un grande flusso di popolazione, ha favorito le vie di comunicazione con la nascita alcuni aeroporti, di cui il pi importante quello di Madrid. Anche Barcellona, Malaga e Siviglia sono centri di richiamo turistico, poich luoghi con impronte della vecchia dominazione araba (difatti c una grande presenza di arabi residenti sul territorio). La telefonia fissa posseduta da quasi la met della popolazione, la radio posseduta da 36000000 abitanti ed ritenuta il maggiore elemento di diffusione di notizie (il vecchio regime di Franco aveva favorito luso della radio). Linflazione stata ridotta al 2% ma il paese con il massimo livello di disoccupazione. La Spagna gestisce ancora delle colonie, e per questo ha degli obiettivi particolari. Molti studenti scelgono la Spagna per frequentare lErasmus. Regno Unito Formato da Gran Bretagna, Galles, Scozia e Irlanda del Nord. 57.000.000 abitanti. Elemento significativo la presenza di risorse minerarie diversificate come il carbone (che ha portato alla Rivoluzione industriale) e ferro nelle zone del nord. Intorno al Mar del Nord vi sono dei giacimenti di petrolio. La presenza di queste risorse ha favorito una grande crescita economica, con la presenza di industrie siderurgiche, meccaniche, chimiche. Da segnalare anche una crescita nel settore navale con collegamenti a livello europeo e oltreoceano. Ma lagricoltura molto limitata, vi solo una scarsa presenza nel meridione con coltivazioni di cereali limitate, e non soddisfa la popolazione tant che importa prodotti alimentari dal bacino mediterraneo in cambio di esportazioni di carbon fossile, petrolio, prodotti finiti derivanti da siderurgia e meccanica. Per questa ragione la bilancia economica impassibile. Le vie di comunicazione sono ottime, con navi, aerei, buone autostrade che collegano tutta la nazione; lo sviluppo dovuto alla posizione geografica della nazione. Circa i beni di largo consumo, il 55% della popolazione possiede una radio, 34.000.000 possiede telefonia specialmente fissa e 40.000.000 in possesso di tv.

www.fabriziomuscio.135.it

Francia Possiede elementi significativi dovuti alla sua posizione geografica: si affaccia sullOceano Atlantico ed influenzata dal Mar del Nord. Il nord-est (Parigi) larea pi ricca di risorse minerarie (ferro, carbone, metalli, materiali preziosi), che ha portato alla crescita di centri abitati ben collegati in modalit terrestri e aeree. Il meridione sta avendo una crescita agricola con la coltivazione di vite, cereali e ulivi; la vite la coltivazione pi importante, e sulla produzione di vino in stretta rivalit con Italia e Spagna, con la differenza che le produzioni francese ha pi puntato sulla qualit che non sulla quantit. E in sviluppo anche la floricoltura lungo la riviera, con grandissime esportazioni. Circa le comunicazioni, c un alto numero di possessori di telefoni fissi (50.000.000), di Tv, ma curiosamente si segnala che solo 2.000.000 di abitanti circa in possesso di telefonia mobile. Eppure, famosa in Francia la Sagem. Germania Dopo la Seconda Guerra Mondiale la situazione in Germania era disastrosa: numerosi furono i morti durante il conflitto, molte citt erano state distrutte, la sconfitta dal conflitto provoc un declino economico e, da non dimenticare la divisione del paese attraverso lormai abbattuto Muro di Berlino. Ma in seguito, la Germania occidentale ebbe uno sviluppo economico notevole grazie allimmigrazioni (tra cui molti italiani) che ha portato alla crescita del paese. La Germania lunico paese della UE ad avere la bilancia sempre in attivo grazie alle notevoli risorse presenti sul territorio(ferro, carbone), che ha portato uno notevole sviluppo nellindustria siderurgica. Si segnalano anche altre attivit: lavorazione del legname a causa della presenza di un notevole manto boschivo, lo sviluppo dellindustria automobilistica (Audi, Swalzvagen), industria meccanica, industria chimica e industria tessile. Inoltre, vi sono degli investimenti tedeschi allestero (come in Corea del Sud). Importante anche la lavorazione della birra con stabilimenti in Baviera (Monaco, Francoforte). Circa lagricoltura, essa presenta nel meridione con la coltivazione di cereali, patate, barbabietola da zucchero che riesce ad esportare.. Sono sviluppate le vie di comunicazione grazie sempre allimmigrazione, inoltre ben collegata con Amsterdam e Londra per cause commerciali. E cresciuto anche il turismo nelle citt darte e per le antiche sedi universitarie (fidenberg). Circa della popolazione attiva. Ma nemmeno la Germania immune da problemi, infatti lex Germania orientale fatica ad integrarsi.

Lezione 6: 26/04/2007
Grecia 11.000.000 abitanti, 3.000.000 di questi ad Atene. Lo sviluppo urbano avvenuto solo in alcune aree specifiche. Ha una crescita dello 0.1 per mille, e malgrado abbia avuto una crescita economica il tasso di inflazione ancora molto alto, com altra anche la disoccupazione soprattutto quella giovanile. E rilevante lagricoltura (vite, ulivo, cotone, tabacco), ma arretrato il settore industriale legato alla presenza di poche risorse come la produzione di amianto, mercurio. E il paese della UE che pi importa, ma ha una bilancia economica passiva. Ma cresciuta nel turismo, nelle isole vi stato un notevole sviluppo del turismo balneare negli ultimi 10 anni, e nelle citt date. Importante il settore navale e portuale.

www.fabriziomuscio.135.it

ITALIA 57.000.000 ABITANTI. Tasso di crescita molto basso. A causa delle condizioni geomorfologiche e climatiche importantissimo il settore agricolo nel meridione con le tipiche colture del bacino del Mediterraneo come vite e olivo (con cui in concorrenza con Spagna e Francia). Purtroppo vi una grande carenza di risorse minerarie ed siamo quindi costretti ad importare fibre sintetiche, prodotti chimici, apparecchi elettrici, ecc, e ci incide sulla bilancia economica che talvolta attiva e talvolta passiva. Vi sono solo pochi giacimenti di carbone e di ferro, quindi il nostro lavoro consiste nellimportare le materie prime ed esportare il prodotto finito. Il settore delle comunicazioni ha avuto uno sviluppo nellultimo decennio, soprattutto autostrade piuttosto che le ferrovie, creando un grande squilibrio tra le due reti, basti pensare che solo fino a poco tempo fa Bari e Lecce erano collegate da un solo binario. Circa le forme di informazione vi sono dei casi positivi. Vi stata una crescita nella stampa, con quotidiani come Il Corriere della Sera a Milano, La Repubblica a Roma, La Stampa a Torino e la Gazzetta dello Sport a Milano, e riviste le quali le pi diffuse sono TV Sorrisi e Canzoni, Famiglia Cristiana (che ha avuto un recente rimodernamento), Gente e Oggi. Si inoltre sviluppata la rete di comunicazione di massa, la rete radiotelevisiva presente su tutto il territorio e i suoi possessori sono oltre la met (anche se non possiamo dare il vero numero di possessori poich molti sono quelli che non denunciano il possesso di un apparecchio non pagando il Canone Rai). Al debutto degli apparecchi televisivi in Italia, per pi di 20 anni la Rai ha detenuto il monopolio, ma in seguito alla liberizzazione nascono Mediaset pi 1700 reti locali. Negli ultimi anni aumentata lofferta dei programmi tv che diffusa e variegata, ma carente di programmi a sfondo culturale come commedie teatrali e documentari. Su 1000 abitanti 250 possiede un computer, e 30 su 1000 abitanti ha un allacciamento ad internet, e soprattutto negli ultimi anni vi stata una crescita degli allacciamenti per cause culturali. Riguardo la telefonia mobile vi sono stati dei cambiamenti: allinizio il monopolio era detenuto dalla Telecom attraverso la Tim, ma con la liberizzazione dei gestori sono subentrate nuove compagnie come Vodafone, 3, Wind. E fortemente cresciuto il turismo, che favorisce sia le citt darte e le aree costiere, portando allo sviluppo di centri balneari nelle nostre zone.

LA CARTOGRAFIA
La geografia ha due linguaggi: - descrittivo attraverso opere scritte - iconografico o cartografico. Oggi stato rivalutato il linguaggio cartografico, poich stato riconosciuto la possibilit che esso possa aiutare nello sviluppo del territorio. Definizione di Cartografia: scienza che studia e prepara le carte geografiche Ha raggiunto un alto livello di perfezione ed un elemento importante di conoscenza del territorio. E presente dai tempi pi antichi, con le incisioni sugli alberi delle popolazioni degli Ucaghiri in Siberia e le popolazioni nella fascia equatoriale. In Polinesia si usava intrecciare le foglie per rappresentare le rotte e le isole. Con gli spostamenti aumentano le conoscenze e si sviluppa un notevole orizzonte. Grande contributo ha dato la popolazione nomade poich essi amavano rappresentare le conoscenze del territorio attraverso schizzi. Ma il maggior contributo stato dato dalle antiche civilt del mediterraneo attraverso le loro attivit di navigazione. La pi antica carta geografica risale allantico Impero Romano: la CARTA PEUNTIGERIANA risalente al periodo di Augusto, che rappresenta tutto il Mondo allora conosciuto con la rappresentazione dellImpero Romano. Esso era un lenzuolo di 7 metri contenente la segnalazione

www.fabriziomuscio.135.it

di centri abitati, strade, distanze tra un centro e laltro e tutti i luoghi conquistati dallimpero. I fautori di tale carta dei MENSORES, che erano mandati sui territori prima dellarrivo delle legioni per trascrivere le localit con la segnalazione di monti e fiumi per evitare trappole e le attivit economiche presenti. Questa carta fu trovata nel 1400 da Corrado Peunticer, e oggi conservata nella Biblioteca Nazionale di Vienna, ma esistono varie copie in tutto il mondo. Le carte geografiche hanno notevole importanza anche in Grecia: - Scuola Ionica: la terra non che un disco piatto, vi rappresentata solo parte dellEuropa, un po di Africa e un po di Asia, pi che altro focalizzata sul bacino Mediterraneo. I navigatori di allora non attraversavano lo Stretto di Gibilterra poich i venti alisei facevano ribaltare le navi (anche Colombo fu scaraventato sulle Canarie). I navigatori si spingevano ad andare pi lontano solo se possedevano una bussola. - Scuola Pitagorica: con loro sorge un idea nuova della Terra, con la comparsa degli assi cartesiani legati ad meridiano e ad un parallelo. Al centro della carta vi era lIsola di Rodi da cui si calcolavano tutte le distanze. Tomoleo perfezion e creo i meridiani e i paralleli. Purtroppo tutto questo materiale fu distrutto nel Medioevo a causa delle invasioni barbariche. In questo periodo furono create nuove cartine costruite secondo un criterio religioso, dove per i Mussulmani il centro era La Mecca e per Gerusalemme per Cristiani La bussola fa sviluppare la navigazione, e di conseguenza nascono le CARTE NAUTICHE, con la rappresentazione di coste, porti, punti di approdo come scogli e campanili, e le CARTE POTOLANI che sono libri con informazioni a servizio del navigante, che sapeva cos dove poteva fermarsi per trovare cibo, scambiare merci e gli orari di porto (a che ora la nave poteva entrare nei porti). La cartografia tende a crescere sulla base di viaggi e esplorazioni, con lacquisizione di nuove conoscenze; si sviluppa la navigazione oltre oceano, nascono nuove rotte, vi sono nuove esplorazioni lungo la fascia equatoriale, si sviluppano popoli naviganti come gli spagnoli, gli inglesi, i portoghesi, gli olandesi e anche gli italiani con le Repubbliche marinare, ed essi hanno dato non poco contributo. Nascono nuovi metodi di rappresentazione che portano alla nascita di laboratori che diventano delle vere e proprie scuole. Vengono riscoperte le carte di Tolomeo che vengono aggiornate nel 1500/1600. Gli olandesi avevano un grande laboratorio e grandi cartografi che raccolsero informazioni a carattere mondiale. Abramo Oterio realizz il primo Atlante del Mondo nel 1567 Teatro Orbis Terrario , che raccolse tutte le carte geografiche prodotte fino ad allora. Vi sono rappresentazioni dei nostri territori. E da sottolineare che la cartografia era gestita dagli stati per cause militari, e in virt di ci non tutti i territori erano stati rappresentati. Gerardo Cremer Il Mercatore ci d produzioni cartografiche importanti, dandoci anche una nuova rappresentazione della Terra (essa difficile da rappresentare a causa della sua forma sferica). Il Mercatore il fautore della PROIEZIONE A LATITUDINE CRESCENTE, aumentando le distanze man mano che ci allontaniamo dallEquatore. Altre novit sono la ISOLOTOMIA stesse forme angolari, la LINEA LOSSODROMIDA un porto allaltro tagliando i paralleli e i meridiani con lo stesso angolo di rotta, e laggiunta della LINEA DELLA ROTTA. Inoltre corresse le carte di Tolomeo nel 1500. Jean Blaeu continua la raccolta con aggiornamenti. Abbiamo carte importanti fino al 700. Vi erano anche Scuole Spagnole nella Catatonia al fine di spingersi verso Oceano. Scuola Italiana Abbiamo le prime carte grazie a Castaldi detto Il Galateo che realizz la prima carta geografica dellintera Italia. Le sue carte ci danno conoscenze del territorio, sui centri del 500, i centri di commercio, ecc. Vi anche la prima carta della Puglia vista per dal punto di vista di chi viene dal mare, quindi il Salento si trova verso nord e solo il Salento rappresentato. Ma si serv solo di opere descrittive, come ad esempio le carte del Regno di Napoli. Poich Castaldi era un medico, le

www.fabriziomuscio.135.it

sue descrizioni sono state appuntate durante le sue visite ai pazienti. Di Castaldi lopera Desito Japige che descrive il territorio da Taranto verso Brindisi, fino a Santa Maria di Leuca nel 1558. Giovanni Antonio Magini si servito di tutti i lavori descrittivi dellItalia e li ha riporodotti sulle carte, portando alla nascita delle carte regionali (Terra di Bari, Terra dotranto, Capitanata), pi notizie sul rilievo (rappresentate con talpe), centri abitati, ma non rappresentata la viabilit per scopi politici. Vincenzo Coronelli lavor a servizio della Repubblica Veneziana. Suo scopo era rappresentare il Dominio di Venezia, tant vero che il Mar Adriatico rappresentato come Mar di Venezia. Introduce le vedute delle citt che vengono ampliate con lopera di Giovanni Pacichelli Il Regno di Napoli in Prospettiva del 1703, dove le vedute sono per realizzate da Cassiano de Silva. Da notare che tutte le citt erano circondate da mura. Aumentano i viaggi e quindi le informazioni. La cartografia si arricchisce di elementi di gestione territoriale. Unesempio del 1447 con listituzione della DOGANA DELLE PECORE in Puglia poich Comuni ed enti ecclesiastiche avevano dei possedimenti, e a causa di tutto ci vi erano degli scontri circa la propriet. Era compito del COMPASSATORE verificare la propriet di un pozzo o altro attraverso degli schizzi. Nascono cos la CARTINA DELLA DOGANA DELLE PECORE, con vi sono delle rappresentazioni di Foggia e Taranto. Sono segnalate case, masserie, chiese, ma non la scala. Le SCALE, che d la distanza reale in rapporto tra grandezza rappresentata sulla carta e quella reale, nascono dopo il 600 con i gradi di latitudine e di longitudine. Giovanni Antonio Rizzi Zanoni (a cavallo tra il 1700 e 1800) che lavorava al servizio del Regno di Napoli cre un laboratorio cartografico con grandi precisione di calcoli, che furono le basi per la cartografia moderna. Si sviluppa la tecnologia. Rizzi Zanoni rappresent il Regno di Napoli con 32 carte, pi un Atlante Marittimo molto dettagliato. La cartografia si perfeziona con le carte dellIstituto Geografico Militare di Firenze che us il METODO AEREOFOTOGRAMMETICO, ossia riportare lo stesso territorio da due punti opposti, dopo la seconda Guerra Mondiale. Levoluzione va avanti con la scoperta della Luna, foto con riprese satellitari che aiutano a trovare scavi di antichi territori e stratificazione delle civilt. Le cartine di oggi sono realizzate cos.

Lezione 7: 03/05/2007
La Cartografia non solo uno strumento tecnico ma anche vera e propria comunicazione Linguaggio dellinformazione Per realizzare le carte: - superficie della Terra: per portare una sfera su un piano si usano i GLOBI, solo che di piccole dimensioni e quindi porta solo informazioni essenziali. I globi rappresentano la Terra in modo perfetto. Carta geografica: rappresentazione piana, simbolica, approssimativa e ridotta di una parte o tutta la superficie della Terra. E grafica perch un disegno, approssimativa perch difficile riportare una sfera su un piano senza che essa non sia deformata. Le deformazioni sono supplite attraverso le PROIEZIONI GEOGRAFICHE (riportare su un piano i meridiani e i paralleli). I simboli sono riconosciuti a livello universale per far capire a chiunque. E ridotta perch non possiamo riportare le distanze reali, e per questo viene utilizzata la scala geografica. Vi sono due tipi di scale: - numerica: una frazione, di solito 1/10.000.000 (il denominatore indica quante volte stata ridotta, pi il denominatore maggiore e pi informazioni sono presenti) - grafica: basata da un segmento suddiviso in parti uguali con ognuna un valore o in cm, o in km, ecc..)

www.fabriziomuscio.135.it

In base alla scala vi una classificazione: - piante e mappa: le piante rappresentano le aree urbane, le mappe quelle di campagna. Non pi di 1/5.000 - carte topografiche: da topos che significa area limitata, da 1/10.000 a 1/100.000 - carte corografiche: da cora che significa regione, rappresentano appunto unarea regionale(o una o pi regioni), da 1/100.000 a 1/1.000.000 - carte generali: da 1/1.000.000 a 1/200.000.000 aree molto estese. E il caso di planisferi (tutta la superficie senza divisione) e del mappamondo (tutta la superficie terrestre divisa nei due emisferi, non fa confuso con il globo che solo una sfera, mentre un mappamondo una carta geografica. Le carte che esaminiamo sono dellIstituto Geografico Militare di Firenze che ha numerato da 1 a 277 fogli di carte geografiche dellItalia, dal punto pi a nord a quello pi a sud. Ma successo che alcuni comuni sono rientrati in Italia a cavallo tra le due guerre, e per questo motivo sono stati realizzati 8 fogli doppi. Il foglio della carta dItalia indicato con un numero (es. 190) e ha unampiezza e una latitudine 20 primi e una longitudine di 30 primi. Vi sono 20 segmenti di latitudine e 30 segmenti di longitudine indicati con i numeri arabi. La scala 1/100.000. La carta suddivisa in quattro QUADRANTI e vengono numerati con numeri romani in senso orario. Ogni quadrante a scala 1/50.000, diviso a sua volta in 4 TAVOLETTE con scala a 1/25.000 indicate con i punti cardinali. Lampiezza in latitudine in 5 primi e in longitudine di 7 primi e 30 secondi e sono numerate con le lettere dellalfabeto. Le tavolette sono divise in 4 SEZIONI che sono usate dai comuni per i piani regolatori (che sono obbligatori dal 1975). In una tavoletta rispecchiata la realt. I piani regolatori vengono man mano aggiornati e modificati alla creazione di un elemento innovativo come un complesso edilizio o un centro sportivo. Tutto questo viene effettuato sulla base dellIstituto Geo. Mil. Di Firenze. Quando la scala pi piccola maggiore il numero di informazioni es. una mappa urbana con chiese, vie, ecc Elementi in una carta geografica Lelemento della carta geografica dato da elementi che riguardano la lettura del territorio che partono dal numero della carta, dalla sua ampiezza in latitudine e in longitudine, le due scale e una serie di elementi rappresentati con dei simboli. - autore della carta - data in cui stata effettuata laereofotometria (c una difficolt materiale ad aggiornare periodicamente le carte, lultima del 1958) - toponemo, ossia il nome della localit. E interessante osservare come i nomi dei luoghi risalgono al passato, possono rappresentare una stratificazione linguistica, culture, ecc cambiamenti sociali e rappresentativi. - Operatore di volo - Rilievo (il procedimento con cui la carta stata effettuata) - Gli autori Le Regioni stanno programmando delle carte tecniche regionali con scala a 1/10.000, ossia la tavoletta, i comuni hanno raggiunto una certa autonomia. Simbologia E a carattere universale. Essa ci permette di leggere una serie di elementi significativi. Elementi fisici Caratteristiche fisiche, lettura morfologica.

www.fabriziomuscio.135.it

altitudini. I numeri arabi ci danno le altezze sopra il livello del mare. Da 0-200 m un territorio considerato pianeggiante, da 200-600 m collinare e sopra i 600 montuoso. C una divisione tra bassa montagna (600-1500 m), media montagna (1500-2500) e alta montagna (oltre i 25000, dove c il limite di neve permanente). - Presenze ideografiche. Di solito una linea azzurra ci d la presenza di un corso dacqua, di cui di molti di essi sono stati prosciugati e sono rimasti i solchi o le lame, che se riempite di rifiuti possono provocare alluvioni. - Vegetazione. Viene indicata quella spontanea, es. boschi, dove spontaneamente crescono pini, agebi, ecc, e vegetazione coltivata. Ci sono dei simboli che indicano i vari tipi di vegetazione. - Forme di carsismo: presenza di terreni calcarei. In Puglia ci sono gravine (solchi molto profondi con pareti ripide dove sono realizzate delle abitazioni tocloditiche, specie nel medioevo) e lame. Elmenti antropici Caratterizzati soprattutto dal centro abitato. - centro storico: se vediamo un insieme di rettangoli oscuri molto vicini tra di loro, pi probabile che quello che rappresentato un centro storico. La ragione la mancanza di mezzi in passato. Le citt erano rinchiuse da mura e gli ingeneri di allora costruivano in qualunque posto al di fuori delle mura esercitando una grande speculazione del territorio. Altri elementi che possono aiutarci ad individuare un centro storico una croce che sta ad indicare una cattedrale e un triangolino con un punto al centro che sta a rappresentare il PUNTO QUOTATO, il centro del centro storico che era il punto pi alto del territorio, accompagnato dallindicazione dei metri. - Viabilit. Strade, autostrade, ferrovie. Pi ce ne sono, pi significa che una localit ben collegata ed facilmente raggiungibile. Vengono indicate anche la larghezza delle strade, ponti e limiti che servono alla gestione amministrativa per delimitare larea amministrata da tali governatori. - Opifici. Piccole attivit industriali, soprattutto al di fuori del centro urbano. - Acquedotto - Culture. Possiamo identificare un tipo di attivit economica, agricola o pastorale (colture arboree: non vengono sradicate; a seminativo, modificate annualmente e lasciate in bianco. Luomo interviene periodicamente). - Cave. Cavit in superficie in forma circolare esterna con lindicazione della profondit con un numero arabo. - Curve di livello. Uniscono tutti i punti che hanno la stessa altezza sul livello del mare. Rappresentate in marrone pi o meno marcate a seconda della pendenza, del dislivello. Linea direttrice (100 m, marcata), linea normale (25 m), linee ausiliari/a tratteggio (5 m). Pi sono vicine, pi maggiore il dislivello. - Linee di costa. Numeri vicini, i tratteggi, lineare e rettilinea. Con i puntini indichiamo una zona sabbiosa, in bianco una zona rocciosa. Le marine sono germazioni dove prima cerano 2 o 3 case di pescatori o edifici militare, che in seguito si sono arricchite di case, es. Marina di Ginosa (dal punto di vista amministrativo dipende dal Comune di Ginosa). C anche lindicazione di dune (che sono un sistema di difesa), ma parecchie di esse sono state spianate per costruire, provocando lerosione marina. C il frazionamento di propriet delle aree con presenza di colture. - Pozzi. Rappresentati da un cerchietto di solito azzurro. Se c una P => pozzo perenne, dove c lacqua dolce e non quella salmastra che pi pesante. Questa indicazione utile per i per lirrigazione nei periodi di siccit; i Comuni sono serviti solo da pozzi. Fabrizio Muscio www.fabriziomuscio.135.it