Sei sulla pagina 1di 23

1) In quale disegno di ricerca le osservazioni sono fatte per un periodo più o meno lungo di

tempo:
a. Longitudinale
b. Trasversale
c. Correlazionale

2) Gli autonomi sono composti da coppie di cromosomi, quante?


a. 23
b. 22
c. 11
3) La validità interna di una ricerca riguarda:
a. La generalizzabilità dei risultati
b. Il rispetto delle norme etiche della ricerca
c. Il controllo della relazione tra variabile indipendente e dipendente

4. Il riflesso della marcia automatica:


a. È presente della nascita e non si estingue
b. È presente della nascita e scompare nei primi mesi
c. È assente alla nascita e compare intorno al 12° mese

5. Per sincretismo infantile si intende il fenomeno per cui:


a. La percezione dei particolari di una figura ostacola l’individuazione del tutto
b. La percezione della struttura è solo in bianco e nero e non a colori
c. La percezione della struttura d’insieme ostacola quello delle singole parti

6. La reazione circolare primaria compare nel:


a. Primo sotto stadio sensomotorio
b. Secondo sotto stadio sensomotorio
c. Terzo sotto stadio sensomotorio

7. Lo stadio operatorio formale è caratterizzato:


a. Dalla classificazione gerarchica
b. Del pensiero astratto
c. Della funzione simbolica

8. Nel pensiero infantile la convinzione che i fenomeni naturali siano creati dall’uomo è
definita:
a. Finalismo
b. Artificialismo
c. Animismo
9. Il fenomeno noto come “esplosione del vocabolario” si manifesta intorno ai:
a. 14 mesi
b. 18 mesi
c. 12 mesi

10. La procedura sperimentale della Strange Situation per studiare l’attaccamento è stata
proposta da:
a. Bowlby
b. Ainsworth
c. Main

11. L’intersoggettività primaria è presente:


a. Dalla nascita ai 2 mesi
b. Dai 2 mesi ai 6 mesi
c. Dai 6 mesi ai 9 mesi

12. Nel bambino tra le categorie di sicurezza dell’attaccamento la più frequente è quella:
a. Evitante
b. Ambivalente resistente
c. Disorganizzata

13. La regolazione delle emozioni durante la prima infanzia riguarda:


a. La gestione dell’appraisal
b. La gestione della arousal
c. La Strange Situation

14. Secondo Piaget nella fase del realismo morale prevale la valutazione:
a. Del danno reale
b. Dell’intenzionalità
c. Della causa della trasgressione

15. Secondo Kolhberg nel 1 livello dello sviluppo morale il bambino:


a. Vive in conformità con le aspettative del ruolo di figlio nella cerchia sociale
b. Giudica il bene e il male in base a conseguenze negative ed evita le punizioni
c. Giudica il bene e il male in base a conseguenze, punizioni o vantaggi

16. L’attività motoria di prensione volontaria è definita:


a. Riflesso di prensione
b. Atto di afferramento
c. Grasping

17. Nel disegno di ricerca trasversale:


a. Gruppi di individui di età diversa sono confrontati nello stesso momento
b. Lo stesso gruppo di individui osservato per un periodo di tempo
c. Il ricercatore controlla e manipola i fenomeno sotto esame
18. Per Wimmer e Perner (1983) con la comparsa delle credenze altrui il bambino sviluppa:
a. Una teoria del desiderio
b. Una teoria delle rappresentazioni
c. Una teoria della mente

19. L’incidenza dei parti prematuri è:


a. circa il 5%
b. Circa il 10%
c. Circa il 20%

20. La preferenza visiva compare a:


a. Alla nascita
b. A 3 mesi
c. A 6 mesi

21. Il riferimento sociale è presente durante:


a. L’intersoggettività primaria
b. L’intersoggettività secondaria
c. L’insicurezza dell’attaccamento

22. Le legge cefalo-caudale riguarda:


a. Lo sviluppo fetale
b. Lo sviluppo percettivo
c. Lo sviluppo motorio

23. Nello sviluppo del linguaggio la prosodia riguarda:


a. L’intonazione
b. L’aspetto sonoro
c. La morfologia

24. Le radici affettive dello sviluppo morale riguardano:


a. L’attaccamento
b. L’empatia
c. Le emozioni

25. La paura dell’estraneo si manifesta:


a. Tra i 7 e i 9 mesi

26. La sensibilità olfattiva compare nel neonato:


a. Al primo mese
b. Alla nascita
c. A tre mesi
27. Il bambino acquisisce per prima:
a. La conservazione della sostanza
b. La conservazione del numero
c. La conservazione del peso

28. I primi vocalizzi intenzionali compaiono a:


a. A 7 mesi
b. A 9 mesi
c. A 14 mesi

29. La memoria di lavoro non comprende?


a. Il continuum verticale
b. Il registro sensoriale
c. Il ciclo fonologico

30. L’approccio combinatorio è tipico:


a. Del pensiero simbolico
b. Del pensiero formale
c. Del pensiero concreto

31. Quale dei seguenti comportamenti sociali nella prima infanzia è meno a rischio:
a. Il ritiro sociale passivo
b. Il ritiro sociale reticente
c. Il ritiro sociale attivo

32. L’etichettamento eufemistico è un processo che viene utilizzato in particolare


nell’ambito:
a. Dello sviluppo cognitivo
b. Dello sviluppo morale
c. Dello sviluppo del linguaggio

33. La memoria di lavoro è una suddivisione, nella teoria della memoria classica:
a. Della memoria a lungo termine
b. Della memoria a breve termine
c. Del registro sensoriale

34. Il comportamento nell’attaccamento ambivalente:


a. Accentua la dipendenza
b. È orientato l’esplorazione dell’ambiente
c. Non ha strategie coerenti

35. L’egocentrismo di Piaget riguarda:


a. Il bisogno del bambino di stare al centro dell’attenzione dei genitori
b. La difficoltà di adottare i punti di vista differenti dal proprio
c. L’incapacità di comprendere i bisogni dell’altro
36. L’embrione passa allo stato fetale:
a. Alla 5° settimana
b. Alla 7° settimana
c. Alla 9° settimana (dal terzo mese in poi)

37. Quando Bruner parla di scaffolding allude a:


a. La capacità della madre di fornire sostegno e di rispondere ai segnali del bambino

38. L’acuità visiva alla nascita rispetto a quella dell’adulto è:


a. 10 volte inferiore
b. 30 volte inferiore
c. 50 volte inferiore

39. Con l’espressione “diffusione dell’identità” Erikson intendeva:


a. Un’esplorazione del mondo superficiale senza un impegno stabile
b. L’assenza di identificazione adolescenziale
c. L’identificazione con modelli e ruoli socialmente indesiderabili e pericolosi

40. La teoria che studia la capacità di discriminare stimoli visivi in base alla novità è
definita:
a. Abituazione
b. Familiarizzazione
c. Categorizzazione

41. La memoria semantica:


a. Fa parte della memoria implicita
b. Fa parte della memoria a lungo termine
c. Fa parte della memoria autobiografica

42. Nel costruttivismo l’apprendimento:


a. Avviene per associazione
b. Avviene con il processo stimolo-risposta
c. Può avvenire tramite confronto tra un proprio pensiero e la realtà

43. Nel modello delle emozioni di Damasio un ruolo centrale deriva:


a. Dal pensiero
b. Dal ragionamento
c. Dal corpo

44. Tra le competenze che si acquisiscono nello stadio operatorio formale troviamo:
a. Classificazione e gerarchica
b. Ragionamento combinatorio
c. Funzione simbolica

45. Il primo modello di apprendimento è stato:


a. La riflessologia
b. Il comportamentismo
c. Il costruttivismo

46. Il contributo delle emozioni all’apprendimento è:


a. Solo inconsapevole
b. Solo consapevole
c. Consapevole e inconsapevole

47. Nello sviluppo della memoria si verifica:


a. Aumento della memoria
b. Diminuzione dell’oblio
c. Aumento delle capacità attentive

48. La soluzione nel compito della conservazione della sostanza:


a. È un’abilità del pensiero concreto
b. È un’abilità del pensiero operatorio formale
c. È un’abilità del pensiero preoperatorio

49. Intelligenza cristallizzata: quale delle seguenti definizioni è ERRATA:


a. Rimane stabile
b. Comprende abilità di calcolo
c. Comprendere le abilità di risolvere i problemi

50. I candidati del gruppo sperimentale e del gruppo di controllo vengono assegnati:
a. Al gruppo di controllo per selezione e al gruppo sperimentale a caso
b. Sia al gruppo sperimentale sia al gruppo di controllo per selezione
c. Sia al gruppo sperimentale sia al gruppo di controllo in modo casuale

51. L’ammirazione per la virtù rientra nelle emozioni:


a. Valutative
b. Motivanti
c. Innate

52. Secondo Immordino-Jang perché senza emozioni l’apprendimento rischia di essere


compromesso:
a. Perché diminuisce la probabilità di capire i contenuti
b. Perché manca l’influenza su decisioni e comportamenti
c. Perché viene a mancare la consapevolezza

53. Il controllo dei movimenti fini viene raggiunto secondo la traiettoria di sviluppo:
a. Digito-palmare
b. Prossimo-distale
c. Cubito-palmare

54. Le madri di bambini con attaccamento ambivalente-resistente:


a. Danno risposte incostanti al bambino
b. Non rispondono mai alle richieste del bambino
c. Sono iperprotettive nei confronti del bambino

55. La psicologia comparata si occupa:


a. Del confronto tra le abilità individuali nelle diverse fasi dello sviluppo
b. Del confronto tra le abilità nelle diverse specie
c. Del confronto tra le abilità nelle diverse culture

56. Qual è lo stile genitoriale caratterizzato da un’alta accettazione?


a. Autoritario
b. Permissivo
c. Trascurante

57. Secondo i Neopiagetiani i bambini che non superano il compito della falsa credenza:
a. Sono caratterizzati da egocentrismo intellettuale
b. Sono caratterizzati da immaturità delle funzioni esecutive
c. Hanno difficoltà concettuali

58. La capacità dei neuroni di costruire connessioni è definita:


a. Sinaptogenesi
b. Neurogenesi
c. Mielinizzazione

59. Il disegno di ricerca prospettico è un disegno di ricerca:


a. Longitudinale
b. Correlazionale
c. Sperimentale

60. Il superamento del compito della falsa credenza rientra nello sviluppo della cognizione:
a. Sociale
b. Oggettuale
c. Matematica

61. La comparsa e lo sviluppo della memoria esplicita è influenzata:


a. Dalla maturazione della corteccia pre-frontale
b. Dalla maturazione dell’ippocampo
c. Dalla maturazione del lobo temporale-mediale
62. Nello sviluppo motorio la prensione radio-digitale compare a:
a. 12 mesi
b. 9 mesi
c. 4 mesi

63. La percentuale di madri fredde e svalutanti è intorno al:


a. 20%
b. 55%
c. 15%

64. Il riflesso di Moro riguarda:


a. La contrazione delle dita dei piedi
b. La rotazione della testa
c. La flessione delle braccia

65. Il linguaggio telegrafico è caratterizzato da:


a. Abbinamenti di parole
b. Una parola che corrisponde ad una frase (olofrase)
c. Parole utilizzate insieme ai gesti

66. Con il concetto di inclusive fitness si intende spiegare:


a. La persistenza e selezione degli attaccamenti insicuri dell’evoluzione
b. La tendenza genitoriale ad aumentare la cura per i figli sani
c. La massimizzazione del processo riproduttivo da accoppiamento con molte femmine

67. Secondo il modello sistemico di Brofenbrenner l’influenza della condizione lavorativa


genitoriale può essere collocata:
a. Macrosistema
b. Mesosistema
c. Esosistema

68. La possibilità di conoscere i percorsi individuali nello sviluppo è un vantaggio del


metodo:
a. Correlazionale
b. Trasversale
c. Longitudinale

69. La poliandria:
a. Fa riferimento alla massimizzazione del successo riproduttivo maschile
b. Fa riferimento alla massimizzazione del successo riproduttivo della coppia genitoriale
c. Fa riferimento alla massimizzazione del successo riproduttivo femminile

70. La legge cefalo-caudale:


a. Indica che il controllo motorio inizia nella parte mediana del corpo e prosegue in quella
periferica
b. Indica che il controllo motorio parte dalla testa
c. Riguarda i movimenti spontanei che coinvolgono tutto il corpo

71. La neurogenesi è un processo che:


a. Dura tutta la vita
b. Si conclude prima della nascita
c. Si conclude alla fine dell’adolescenza

72. La trasmissione intergenerazionale dell’attaccamento è di circa il:


a. 75%
b. 25%
c. 55%

73. Per Piaget secondo la prova A-non B, la permanenza oggettuale è presente a:


a. 18 mesi
b. 9 mesi
c. 8 mesi

74. Nella precedenza di controllo:


a. La potenza dell’azione viene meno
b. La regolazione anticipa l’appraisal
c. L’emozione segue il suo processo

75. Nello sviluppo morale la giustizia retributiva è proposta da:


a. Kohlberg
c. Teoria degli ambiti
c. Piaget

76. Il riferimento sociale è presente durante:


a. L’intersoggettività secondaria
b. L’intersoggettività primaria
c. L’insicurezza dell’attaccamento

77. In età prescolare (3/6) il 60% dei bambini produce:


a. Falsi ricordi

78. Cos’è l’amnesia infantile?


a. L’incapacità del bambino al di sotto dei due anni di ricordare eventi
79. La teoria dell’incompletezza riguarda:
a. Il mancato raggiungimento degli obiettivi a seguito di un evento emotivo
b. L’evitamento di pensieri negativi
c. L’utilizzo di strategie di problem solving per raggiungere gli obiettivi

80. La teoria della doppia rappresentazione riguarda:


a. L’elessitemia
b. La rivalutazione
c. La reappraisal

81. Il bullismo solitamente ha:


a. Una teoria della mente poco sviluppata
b. Scarse abilità cognitive
c. Una teoria della mente molto sviluppata

82. Nei compiti di soluzione dei problemi assume un ruolo fondamentale:


a. L’esecutivo centrale
b. Taccuino visuo-spaziale
c. Loop fonologico

83. Nello sviluppo dell’empatia, l’empatia egocentrica appartiene allo stadio:


a. 0
b. 1
c. 2

84. Il confronto vantaggioso è una forma di:


a. Disimpegno morale

85. Il fenotipo riguarda:


a. Le caratteristiche morfologiche e funzionali di un organismo

86. La CHAT è:
a. Uno strumento di valutazione dell’autismo

87. Il fenomeno della segregazione sessuale compare:


a. Nel periodo prescolare
b. Nell’adolescenza
c. Nell’infanzia
88. L’auto riconoscimento allo specchio del bambino inizia all’età di:
a. 5 mesi
b. 10 mesi
c. 15 mesi

89. Lo stadio operatorio formale si presenta all’età di:


a. Dai 12 anni in poi
b. Dai 7 ai 12 anni
c. Da 2 ai 6 mesi

90. La ripetizione di una reazione circolare primaria porta a:


a. Le prime abitudini
b. L’attuazione dei riflessi
91. Quale fra questi NON è un tipo di prensione:
a. Prensione digito-palmare
b. Prensione prossimo-distale
c. Prensione cubito-palmare

92. Cos’è l’intelligenza machiavellica?


a. La capacità di manipolare la mente degli altri (bullo)

93. I figli con attaccamento disorganizzato sono più frequenti?


a. Nelle famiglie maltrattanti

94. L’empatia produce sempre un comportamento prosociale?


a. Si
b. No
c. Solo in presenza di personal distress

95. Il sincretismo infantile scompare:


a. 6 anni (nella prima infanzia)

96. La fitness riproduttiva è:


a. La capacità di trasmettere i propri geni

97. Secondo la teoria degli “ambiti” le regole morali sono:


a. Obbligatorie, impersonali e generalizzabili

98. L’Adult Attachment Interview correla in particolare con:


a. Con la forma di attaccamento delle relazioni sentimentali
b. L’attaccamento dei figli
c. Con tratti specifici di personalità

99. L’eziologia dei disturbi mentali deriva in generale:


a. Da fattori ambientali
b. Dall’interazione tra genetica e ambiente
c. Da fattori genetici

100. Secondo Mary Main le prime relazioni di attaccamento si formano entro:


a. 5 mesi
b. 7 mesi
c. 3 mesi

101. Il processing “bottom-up” indica in genere l’elaborazione mentale a partire da:


a. Informazioni sensoriali
b. Informazioni in memoria
c. Modelli mentali

102. L’insicurezza di attaccamento predice:


a. Quasi sempre forme di psicopatologia
b. Regolazione comportamentale poco flessibile
c. Salute mentale

103. I neuroni specchio rispondono:


a. A qualunque attività motoria
b. Ad attività motorie intenzionali
c. Ad attività ad alto impatto emotivo

104. La macrographia (scrittura grande):


a. È un disturbo della coordinazione motoria
b. È un deficit degli individui con disturbo autistico
c. È un deficit motorio degli individui con sindrome di Down

105. La narrazione autobiografica tipica degli individui che raccontano esperienze povere di
dettagli e di emozioni è tipica dell’attaccamento:
a. Disorganizzato
b. Evitante
c. Ambivalente

106. La mente è caratterizzata da un Sé unitario:


a. Solo negli attaccamenti organizzati
b. No
c. Si

107. La costruzione di uno specifico stile di attaccamento deriva:


a. Dalla reciprocità del rapporto genitore-figlio
b. Dal comportamento materno
c. Dalle caratteristiche del bambino

108. L’integrazione inter-emisferica è associata a:


a. Stati della memoria instabili
b. Processi top-down
c. Narrative coerenti

109. Quando nel bambino il suo stato di arousal non corrisponde a quello del genitore,
prova:
a. Tristezza
b. Vergogna
c. Rabbia

110. Nella regolazione delle emozioni la sensibilità riguarda:


a. Il grado di attivazione
b. Il margine di regolazione emotiva
c. La soglia di attivazione

111. Come si misura la velocità di lettura:


a. Parole/minuto
b. Sillabe/minuto
c. Sillabe/secondo

112. Quale legge regola i DSA:


a. 104/1992
b. 170/2010
c. DPR 24/02/1992

113. Nel disturbo ADHD sono presenti i seguenti sintomi:


a. Iperattività
b. Impulsività
c. Disattenzione
d. Tutte le precedenti
114. Nel disturbo ADHD è indicato:
a. Il solo intervento farmacologico
b. Intervento combinato (farmaco+ psicoterapia)
c. Solo intervento di psicoterapia
d. Nessun intervento

115. Nel disturbo ADHD quale indirizzo di psicoterapia è maggiormente indicato:


a. Psicoanalitico
b. Cognitivo-comportamentale
c. Sistemico-relazionale
d. Gestaltico

116. Qual è l’attuale sistema di classificazione dell’handicap proposto dall’OMS:


a) DSM V
b) ICF
c) ICD 10
d) DSM IV
117. Linguaggio ed intelligenza sono:
a. Strettamente interdipendenti
b. Mantengono un’autonomia funzionale
c. Entrambe le risposte sono corrette
d. Nessuna delle precedenti

118. Per handicap si intende:


a. Svantaggio
b. Malattia
c. Danno cerebrale
c. Nessuna delle precedenti

119. Nella tetraparesi è interessato:


a. Solo un arto
b. Solo un lato
c. Tutti e 4 gli arti
d. Nessuna delle precedenti

120. Il quoziente intellettivo indica:


a. Il rapporto tra età mentale ed età cronologica
b. Il livello di attenzione
c. Le capacità adattive
d. Le abilità motorie
121. Il quoziente intellettivo è attualmente:
a. Una misura fondamentale nella diagnosi di Disabilità Intellettiva
b. Una misura utile ma non indispensabile
c. Una misura del tutto inutile
d. Una misura utile in età prescolare

122. Il termine “Ritardo Mentale” è attualmente sostituito da:


a. Disabilità intellettiva
b. Insufficienza mentale
c. Disturbi del comportamento
d. Immaturità

123. Nella Discalculia evolutiva è utile concedere:


a. L’uso della calcolatrice
b. L’uso del computer
c. L’uso del libro digitale
d. L’uso del vocabolario

124. La disgrafia è dovuta a problemi di ordine:


a. Motorio-prassico
b. Cognitivo
c. Linguistico
d. Disattenzione

125. Le non-parole possono essere lette attraverso la via:


a. Fonologica
b. Lessicale
c. Visiva
d. Tutte le precedenti

126. La dislessia evolutiva indica:


a. Ritardo mentale
b. Disturbo della lettura e scrittura
c. Disturbo motorio
d. Disturbo dell’attenzione

127. Nel ritardo semplice di linguaggio occorre:


a. Dare terapia farmacologica
b. Iniziare subito la logoterapia
c. Attendere ed osservare l’evoluzione dello sviluppo linguistico
d. Nessuna delle precedenti
128. I bambini dislessici italiani nella lettura tendono ad essere:
a. Lenti ma abbastanza corretti
b. Lenti ma commettono molti errori
c. Veloci ma commettono molti errori
d. Nessuna delle precedenti

129. Il disturbo semantico pragmatico del linguaggio è tipico:


a. Della sindrome di Down
b. Dell’autismo
c. Delle paralisi cerebrali infantili
d. Dell’ADHD

130. L’epilessia è un disturbo originato da:


a. Alterazione del comportamento
b. Ipereccitabilità di una popolazione neuronale del cervello
c. Da variazioni dell’umore
d. Da affaticabilità

131. In caso di crisi convulsiva occorre:


a. Distendere il soggetto
b. Garantire la pervietà delle vie aeree
c. Misurare il tempo della crisi
d. Tutte le precedenti

132. Le paralisi cerebrali infantili sono caratterizzate da:


a. Interessamento motorio
b. Coinvolgimento precoce del SNC
c. Non progressività della lesione
d. Tutte le precedenti

133. In caso di crisi convulsiva non si deve:


a. Bagnare il volto del soggetto
b. Bloccare i movimenti degli arti
c. Aprire la bocca per estrarre la lingua
d. Tutte le precedenti

134. Il disturbo da ansia da separazione è caratterizzato da:


a. Incapacità a restare soli
b. Disturbi somatici scatenati da separazione
c. Prognosi buona
d. Tutte le precedenti
135. I disturbi d’ansia in età evolutiva sono:
a. Rari
b. Presenti in circa il 10%
c. Scompaiono in adolescenza
d. Nessuna delle precedenti

136. La teoria delle Intelligenze Multiple di Gardner è una descrizione e interpretazione:


a. Dell’organizzazione del sistema cognitivo
b. Dell’organizzazione del sistema sensoriale
c. Dell’organizzazione del sistema motorio
d. Dell’organizzazione del sistema linguistico

137. La discalculia evolutiva spesso si associa a:


a. Disturbi motori
b. Dislessia evolutiva
c. Disturbi dell’attenzione
d. Cefalea

138. Nella dislessia evolutiva è indicata:


a. Logoterapia
b. Fisioterapia
c. Musicoterapia
d. Psicoterapia

139. La dislessia evolutiva è legata a:


a. Danno cerebrale
b. Disfunzione cerebrale
c. Carenza di stimoli ambientali
d. Carenza di vitamine

140. Il nostro sistema di scrittura è un sistema di tipo:


a. Fonografico
b. Nessuno dei precedenti
c. Ideografico
d. Pittografico

141. Nel bambino con Dislessia Evolutiva:


a. È necessario farlo leggere spesso in classe
b. È necessario dispensarlo dalla lettura a voce alta
c. È necessario farlo leggere spesso a casa
c. È necessario l’insegnante di sostegno

142. Indicare un esempio di errore di lettura di tipo fonologico:


a. Sostituzione p/b
b. Sostituzione d/b
c. Sostituzione s/g
d. Sbagliare le doppie

143. Nel disturbo ADHD quali aree del cervello sono funzionalmente compromesse:
a. Emisfero destro
b. Emisfero sinistro
c. Lobi frontali
d. Lobi occipitale

144. La valutazione cognitiva si esegue:


a. Con un colloquio libero
b. Con scale standardizzate
c. Con esami del sangue
d. Con esami strumentali (RNM)

145. Il disturbo autistico è legato:


a. Mancato accudimento materno
b. Infezioni nel periodo perinatale
c. Ad un disturbo neurobiologico del neuro- sviluppo
d. Nessuna delle precedenti

146. Nel disturbo oppositivo-provocatorio NON sono presenti:


a. Balbuzie
b. Scoppi di ira
c. Disturbare volontariamente gli altri
d. Irritabilità.

147. Nel disturbo di Condotta sono presenti:


a. Frode e furti
b. Gravi violazioni delle regole
c. Aggressione ad animali o persone
d. Tutte le precedenti

148. L’ansia è :
a. Sempre un sintomo patologico
b. Stato emotivo fisiologico
c. Presente solo in età adulta
d. Nessuna delle precedenti
149. Il disturbo autistico si manifesta:
a. Prima dei 3 anni
b. Dopo i 3 anni
c. In adolescenza
d. In pubertà.

150. Nella presa in carico riabilitativa del Disturbo Autistico esiste:


a. Solo uso dei farmaci
b. Esistono diversi approcci di intervento globale
c. Solo intervento educativo scolastico
d. Un’unica modalità uguale per tutti

151. Nel problem solving matematico sono necessarie:


a. Le abilità di calcolo
b. Le capacità di categorizzazione
c. Le abilità di pianificazione
d. Tutte le precedenti

152. Nei principi costituitivi delle abilità di conta (counting) non è compreso il:
a. Corrispondenza 1 a 1
b. Esclusione
c. Cardinalità
d. Dell’ordine stabile

153. Nel sistema di calcolo le tabelline costituiscono:


a. I fatti aritmetici
b. Le procedure
c. Il riconoscimento dei simboli aritmetici
d. Nessuno dei precedenti

154. La funzione simbolica è un’attività mentale che compare nella fase:


a. Operatorio formale
b. Preoperatorio
c. Operatorio concreta

155. La validità esterna riguarda la possibilità di:


a. Generalizzare i risultati ad altri campioni
b. Generalizzare i risultati ad altri contesti
c. Generalizzare i risultati ad altre fasi dello sviluppo

156. Il gioco sociale basato su regole compare:


a. A 2 anni
b. A 12 anni
c. A 7 anni

157. Nel disegno di ricerca pre-sperimentale:


a. Non si può prevedere un gruppo di controllo
b. Non si può manipolare la variabile indipendente
c. Si possono assegnare i soggetti a caso

158. Secondo la Attili, il familismo amorale è:


a. La tendenza a perseguire solo i vantaggi per la propria famiglia
b. È tipico delle famiglie maltrattanti
c. Fa riferimento ai figli che fanno preferenze su alcuni figli

160. Il bambino acquisisce per ultima:


a. La conservazione del volume
b. La conservazione del peso
c. La conservazione della sostanza

161. Il corrispondente attaccamento adulto del bambino ambivalente è:


a. Non risolto

162. Lo stile di attaccamento del bambino predice lo stile di attaccamento da adulto?


a. Molto probabilmente

163. La sensibilità somatica compare:


a. A 1 mese
b. A 3 mesi
c. Alla nascita

164. L’aggressione reattiva:


a. È chiamata anche diretta, per frustrazioni o offese subite

165. Il periodo sensibile è:


a. Un periodo in cui il bambino sviluppa determinate peculiarità grazie ad un
ambiente stimolante

166. La prosopoagnosia è:
a. Deficit di riconoscimento del volto umano dello spettro autistico, Asperger, Williams
167. Cos’è un fonema?
a. La più piccola unità di suono, la lingua italiana ha 30 fonemi

168. Cosa sono i morfemi liberi?


a. Sono i funtori quali articoli, pronomi

169. Assimilazione e accomodamento: quale delle seguenti definizioni è ERRATA?


a. Determinano l’adattamento dell’organismo all’ambiente
b. Sono due degli stadi della teoria di Piaget
c. Sono funzioni

170. Per il rischio della patologia dei sistemi sociali, Grazia Attili intende:
a. La presenza di basse percentuali di attaccamenti sicuri nella società
b. Il rischio sociale che deriva da un numero eccessivo di attaccamenti insicuri
c. Il perpetrarsi nei passaggi delle generazioni di comportamenti genitoriali
disfunzionali

171. i gesti “diettici” compaiono per la prima volta a circa:

a. 12 mesi

b. 6 mesi

c. 9 mesi

172. secondo la Attili, la percentuale di stabilità dell’attaccamento nel corso della vita è di circa

a. l’80%

b. il 70%

c. il 50%

173. istituire rapporti sullo scambio reciproco rientra nello studio di sviluppo morale

a. pre-convezionale

b. convenzionale

c. post-convenzionale

174. le politiche educative secondo il modello di Bronfenbrenner si collocano nel:

a. macrosistema

b. mesosistema
c. esosistema

175. secondo la Attili, il “dismorfismo sessuale” durante la filogenesi è:

a. diminuito

b. rimasto stabile

c. aumentato

176. l’assertività nello sviluppo del linguaggio è presente nello sviluppo:

a. pragmatico

b. lessicale

c. grammaticale

177. secondo attili, molte donne che si accoppiano con un solo uomo rientrano nel fenomeno della:

a. poliginia

b. poliandria

c. poliedria

178. il bullo solitamente ha:

a. una teoria della mente poco sviluppata

b. una teoria della mente molto sviluppata

c. scarse abilità cognitive di “perspective taking”

179. le analogie del deficit della dislessia e del disturbo specifico del linguaggio riguardano:

a. l’elaborazione del discorso

b. l’elaborazione fonologica

c. la lingua orale

180. la reattività alle risposte emotive di bassa magnitudine è considerata la modalità di regolazione di:

a. tipo d

b. tipo b

c. tipo c
181. l’ “effetto bambino” si riferisce:

all’influenza del bambino nello stile disciplinare del genitore

182. le indagini di “screening” sono una forma di prevenzione:

secondaria

183. nella fase del relativismo morale il bambino:

Attribuisce importanza elementi specifici della situazione e alle intenzioni

184. nel disegno di ricerca quasi-sperimentale:

non si può prevedere un gruppo di controllo

Potrebbero piacerti anche