Sei sulla pagina 1di 6

L.R.

10/2008 Organismi, componenti e funzioni

Organismi

Componenti

Funzioni

Regione

1. La Regione svolge attivit di programmazione, regolazione e attuazione degli interventi previsti dalla presente legge in favore dei cittadini stranieri immigrati, nonch di monitoraggio, controllo e valutazione degli interventi medesimi e, in generale, del fenomeno migratorio nel proprio territorio. 2. La Regione provvede in particolare a: a) adottare il programma triennale degli interventi e i relativi aggiornamenti annuali con particolare riguardo alla creazione, in ciascuna provincia, di servizi socio assistenziali dedicati alla protezione di vittime della tratta e della riduzione in schiavit; b) attuare in via diretta gli interventi considerati di particolare interesse regionale individuati nel programma triennale; c) valutare lefficacia e lefficienza degli interventi attuati nel territorio regionale ed effettuare lanalisi ed il monitoraggio del fenomeno dellimmigrazione, anche avvalendosi della Consulta regionale per limmigrazione di cui allarticolo 23 e dellOsservatorio regionale contro il razzismo e la discriminazione di cui allarticolo 26; d) predisporre, anche avvalendosi della Consulta regionale per limmigrazione, il rapporto sulla presenza e sulla condizione dei cittadini stranieri immigrati nel territorio regionale da trasmettere alla Presidenza del Consiglio dei ministri ai sensi dellarticolo 21, comma 4 ter, del d.lgs. 286/1998; e) promuovere lattivit delle associazioni, degli enti e degli organismi che operano a favore dei cittadini stranieri immigrati e curare la tenuta del registro regionale delle associazioni, degli enti e degli organismi che operano a favore dei cittadini stranieri immigrati di cui allarticolo 27; f) promuovere leffettiva partecipazione dei cittadini stranieri immigrati alle assemblee provinciali di cui allarticolo 25 quali organismi di rappresentanza consultiva; g) partecipare ai consigli territoriali per limmigrazione, istituiti ai sensi dellarticolo 3, comma 6, del d.lgs. 286/1998, con propri rappresentanti designati dal Presidente della Regione, scelti fra i membri stranieri della Consulta regionale di cui allarticolo 23, su proposta dellassessore regionale competente in materia di immigrazione; h) organizzare la conferenza regionale sullimmigrazione, con cadenza biennale, anche al fine di predisporre il programma triennale di cui allarticolo 21. 3. A1 fine di programmare e coordinare gli interventi per lintegrazione dei cittadini stranieri immigrati, la Giunta regionale istituisce, con propria deliberazione, un tavolo interassessorile di coordinamento permanente composto dagli assessori regionali competenti nelle materie disciplinate dalla presente legge nonch dai componenti dellufficio di presidenza della competente commissione consiliare permanente. Al tavolo possono partecipare i sindaci nonch gli assessori competenti dei comuni eventualmente interessati
Eastwood EDO IHAZA edoihaza@libero.it eastwoodrieti@gamail.com

L.R.10/2008 Organismi, componenti e funzioni

Organismi

Componenti dalla programmazione degli interventi.

Funzioni

Province

1. Le province, in materia di interventi a favore dei cittadini stranieri immigrati, svolgono le seguenti funzioni: a) predispongono piani annuali riguardanti i servizi e gli interventi a valenza sovra distrettuale, anche promuovendo forme di partecipazione dei cittadini stranieri immigrati e delle loro associazioni; b) partecipano alla definizione ed allattuazione dei servizi e degli interventi da inserire nei piani di zona di cui allarticolo 51 della legge regionale 9 settembre 1996, n. 38 (Riordino, programmazione e gestione degli interventi e dei servizi socio-assistenziali nel Lazio) e successive modifiche; c) elaborano e attuano progetti in materia di orientamento, formazione professionale ed inserimento lavorativo; d) elaborano e attuano politiche di alfabetizzazione, istruzione e formazione per coloro che sono impossibilitati ad accedere ai normali percorsi, anche mediante la realizzazione di corsi da effettuare nelle strutture pubbliche e accreditate presenti nella provincia; e) definiscono programmi di formazione permanente rivolti agli operatori del settore.

Comuni

1. I comuni, in materia dinterventi a favore dei cittadini stranieri immigrati, svolgono, in forma singola o associata, le seguenti funzioni: a) programmano e realizzano i servizi e gli interventi previsti nei piani di zona di cui allarticolo 51 della l.r. 38/1996 e successive modifiche, anche promuovendo listituzione di uno sportello unico per linformazione, la formazione e lassistenza dei cittadini stranieri immigrati; b) favoriscono lesercizio dei diritti civili da parte dei cittadini stranieri immigrati e la loro partecipazione alla vita sociale ed istituzionale ed in particolare: 1) lattivit di supporto e di assistenza al fine di un efficace e corretto utilizzo degli strumenti di tutela legale previsti dallordinamento italiano; 2) lassistenza per richiedenti asilo, rifugiati e sottoposti a regime di protezione umanitaria nonch alle vittime di grave sfruttamento e riduzione in schiavit; 3) i servizi di mediazione linguistico-culturale; 4) lattivit di sensibilizzazione sui temi del dialogo interculturale; 5) il sostegno, ove necessario, e il supporto nellambito delle procedure di regolarizzazione anche attraverso il rafforzamento della rete e dellintegrazione tra gli uffici e i servizi preposti.

Eastwood EDO IHAZA edoihaza@libero.it eastwoodrieti@gamail.com

L.R.10/2008 Organismi, componenti e funzioni

Organismi Tavolo interassessori le

Componenti Gli assessori regionali competenti nelle materie disciplinate dalla presente legge nonch dai componenti dellufficio di presidenza della competente commissione consiliare permanente. Al tavolo possono partecipare i sindaci nonch gli assessori competenti dei comuni eventualmente interessati dalla programmazione degli interventi.

Funzioni Programmare e coordinare gli interventi per lintegrazione dei cittadini stranieri immigrati.

Consulta

La Consulta composta: a) da dodici cittadini stranieri immigrati di cui quattro designati dallAssemblea provinciale di Roma e due da ciascuna delle restanti assemblee provinciali di cui allarticolo 25; b) da tre rappresentanti delle organizzazioni senza fini di lucro maggiormente rappresentative sul piano regionale che operano a favore dei cittadini stranieri immigrati, scelti tra cittadini stranieri immigrati; c) da tre rappresentanti designati dalle strutture regionali delle organizzazioni dei datori di lavoro operanti nei diversi settori economici interessati alla presenza di lavoratori e lavoratrici immigrati, maggiormente rappresentative a livello nazionale; d) da quattro rappresentanti delle confederazioni sindacali designati dalle strutture regionali delle confederazioni sindacali dei lavoratori maggiormente

1. Valutare lefficacia e lefficienza degli interventi attuati nel territorio regionale. Insieme allOsservatorio regionale. (art.3 comma 2c) 2. Effettuare lanalisi ed il monitoraggio del fenomeno dellimmigrazione. Insieme allOsservatorio regionale. (art.3 comma 2c) 3. Predisporre il Rapporto sulla presenza e sulla condizione dei cittadini stranieri immigrati nel territorio regionale da trasmettere alla Presidenza del Consiglio dei ministri entro il 30 novembre di ogni anno ai sensi dellarticolo 21 comma 4ter del D.L.286/98. (art.3 comma 2d) 4. Partecipare ai Consigli territoriale sullimmigrazione. (art.3 comma 2g) 5. Accedere ai Centri di permanenza temporanea e assistenza e ai Centri di identificazione presenti sul territorio regionale. (art.19 comma 2) 6. Esprimere parere per ladozione del Programma triennale (art.21 comma 1) 7. Esprimere parere alla Giunta regionale per laggiornamento dei Piani annuali (in cui articolato il programma triennale) (art.21 comma 3) 8. La Consulta svolge i seguenti compiti: (art. 23, comma 4) a) rappresenta le istanze dei cittadini stranieri immigrati residenti nel territorio del Lazio; b) formula proposte sulladeguamento delle politiche regionali alla realt dellimmigrazione nel Lazio; c) esprime una valutazione preventiva in ordine al Programma triennale e ai Piani annuali; d) sottopone alla Giunta regionale il Rapporto annuale sullattuazione delle politiche in materia di immigrazione realizzate sul territorio regionale; e) esprime parere su ogni altro argomento sottoposto dai competenti organi della Regione. La partecipazione alle sedute della Consulta gratuita, fatto salvo il rimborso delle spese di viaggio per coloro che non risiedano nel comune in cui si svolgono le sedute stesse.
Eastwood EDO IHAZA edoihaza@libero.it eastwoodrieti@gamail.com

L.R.10/2008 Organismi, componenti e funzioni

Organismi

Componenti rappresentative a livello nazionale nella presenza di mano dopera straniera; e) da tre rappresentanti degli istituti di patronato e di assistenza sociale di cui alla legge 30 marzo 2001, n. 152 (Nuova disciplina per gli istituti di patronato e di assistenza sociale) e successive modifiche, di cui due provenienti dagli istituti costituiti dalle organizzazioni dei lavoratori dipendenti ed uno dalle organizzazioni dei lavoratori autonomi; f) da un rappresentante dei comuni designato dallAssociazione nazionale comuni italiani (ANCI); g) da un rappresentante di ciascuna delle province del Lazio; h) da un componente dellOsservatorio regionale di cui allarticolo 26; i) dai presidenti o loro delegati delle singole assemblee provinciali di cui allarticolo 25; l) da un rappresentante designato dal Centro per la giustizia minorile per il Lazio.

Funzioni

Assemblee provinciali dei cittadini stranieri immigrati Cabina di regia

Cittadini stranieri immigrati non comunitari

favorire forme istituzionali organizzate di rappresentanza e di piena ed attiva partecipazione (art.25 comma 1); designare due rappresentanti da ciascuna provincia e 4 dalla provincia di Roma presso la Consulta regionale per limmigrazione (art.23 comma 2a);

- lAssessore competente per materia, o suo delegato, e un dirigente (o funzionario) alluopo designato in

- di stabilire che: la Cabina di Regia sia convocata per ciascun ambito provinciale secondo un calendario funzionale alla programmazione delle attivit o rispetto a necessit durgenza;
Eastwood EDO IHAZA edoihaza@libero.it eastwoodrieti@gamail.com

L.R.10/2008 Organismi, componenti e funzioni

Organismi

Componenti rappresentanza di ciascuna provincia; - lAssessore alle Politiche Sociali della Regione Lazio, o suo delegato, e un dirigente (o funzionario) alluopo designato;

Funzioni i compiti della Cabina di Regia, consistano nel supportare la Direzione Regionale Servizi Sociali nel: - verificare la rispondenza dei Piani Provinciali alle linee programmatiche regionali contenute nella D.G.R. n. 792 del 31/10/2008, anche considerando possibili modifiche alla luce di particolari emergenze e necessit; - esprimere decisioni in merito a problematiche generali e di programmazione legate alla realizzazione dei Piani stessi ; - effettuare valutazioni in merito agli stati di avanzamento degli interventi in corso di realizzazione; - effettuare verifiche sulla documentazione amministrativa; - individuare un set di indicatori che misurino il raggiungimento degli obiettivi strategici collegati alloperato delle Province; - monitorare landamento, il contenimento e la rispondenza della spesa alle finalit di cui al D.lgs 286/98; - diffondere o divulgare i risultati del monitoraggio anche attraverso giornate di lavoro o seminari aperti al pubblico; - di modificare la D.G.R. n. 792/2008 nel punto in cui prevede che la quota pari al 2% del totale delle risorse, sia destinata al funzionamento della cabina di regia, prevedendo invece di finalizzarla allassistenza tecnica della Cabina stessa; Affidata alla FI.LA.S. Societ Finanziaria Laziale di Sviluppo S.p.A - lassistenza tecnica alla Cabina di Regia per le attivit sopra elencate, assegnando alla stessa FI. LA.S la quota pari al 2% del totale delle risorse relative al D.Lgs. 286/98, come individuate dalla D.G.R. n. 792/2008

Osservatorio

11 componenti di cui: - coordinamento delle attivit delle reti territoriali di sportelli legali e di Associazioni di immigrati e a) 5 componenti, di cui uno con funzioni di antirazziste operanti sul territorio regionale al fine di valorizzare la capillare diffusione e la condizione di Coordinatore dellOsservatorio, prossimit alle potenziali vittimi di discriminazioni, nominati dal Presidente della Regione, - esame di eventuali segnalazioni di fenomeni di discriminatori che possono pervenire anche da parte di su proposta dellAssessore alle Politiche singoli cittadini stranieri immigrati o da realt associative e denuncia degli stessi qualora ne ricorrano i Sociali e delle Sicurezza e prescelti nel presupposti di legge; rispetto della rappresentanza de - elaborazione di strumenti per il monitoraggio, lanalisi ed il contrasto legale del fenomeno della
Eastwood EDO IHAZA edoihaza@libero.it eastwoodrieti@gamail.com

L.R.10/2008 Organismi, componenti e funzioni

Organismi

Componenti genere tra esperti di comprovata e pluriennale professionalit nello specifico settore della lotta ad ogni forma di razzismo e discriminazione, entro 30 giorni dalla data di pubblicazione della relativa DGR. b) 6 componenti, nominati dal Presidente della Regione su proposta dellAssessore alle Politiche Sociali e delle Sicurezze ed eletti da ciascuna assemblea provinciale dei nodi territoriali tra cittadini stranieri, prescelti tra candidati di comprovata e pluriennale professionalit nello specifico settore della lotta af ogni forma di discriminazione, assicurando la rappresentanza di genere e nel rispetto del peso demografico del fenomeno migratorio: n1 per il Comune di Roma. discriminazione.

Funzioni

Nodi territoriali

Sportelli o semplici punti informativi che appartengano a enti pubblici, sindacati e associazioni iscritte al registro regionale di cui allart.17 della LR10/2008

Informazione e rapporto sul territorio sulle tematiche della discriminazione.

Assemblee provinciali dei nodi territoriali

Per ciascuna provincia e per il Comune di Roma i Nodi territoriali presenti sul territorio.

Eleggere il proprio rappresentante nellambito dellOsservatorio

Eastwood EDO IHAZA edoihaza@libero.it eastwoodrieti@gamail.com