Sei sulla pagina 1di 2

IMPRESA: entitá che ottiene risorse finanziarie che converte in fattori di produzione convertiti in prodotti vendibili.

Ci sono due tipi di risorse finanziarie

Capitale proprio Capitale di credito


Finanziamenti forniti dal proprietario o dai soci, remunerato dai Finanziamenti forniti da terze parti esterne all’impresa
profitti e sostiene le perdite.
-a breve termine: si ridá entro l’esercizio successivo
-capitale d’apporto (esterno): conferimenti monetari o di beni -a lungo termine
effettuati dal proprietario/soci all’inizio e durante la vita dell’impresa
-autofinanziamento (interno): profitti non distribuiti tra i soci o non oppure
prelevati dal proprietario. -credito diretto: prestiti negoziati con banche o altri istituti di
credito
-indiretto: deriva da acquisti di fattori produttivi con pagamento
differito o da vendite di beni con riscossione anticipata
DIFFERENZE:
Remunazione del capitale proprio dipende dai risultati economici, Indipendente dai risultati economici, quindi remunerazione fissa
quindi remunerazione variabile e incerta Scadenza fissa a breve o lungo termine
Non ha scadenza prestabilita e puó estendersi per tutta la vita
dell’impresa
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
---------------------------

RISORSE DELL’IMPRESA: Al fine di svolgere le sue attività l’impresa necessita di fattori di produzione, i.e. gli input necessari per produrre
e competere. I fattori di produzione possono essere classificati in due ampie categorie.

Risorse tangibili (oggetti ad esempio) Intangibili


Normalmente identificate e indicate in bilancio, distinte Risorse che non possono essere né viste, né toccate. Questo tipo di
risorse sono più difficili da identificare e valutare perché rimangono
in: largamente invisibili nei bilanci.
-finanziarie -umane: conoscenze, abilitá, capacitá di decisione e ragionamento
-fisiche: abbondanza, qualitá e accessibilitá delle (operai, ingegneri, magazzinieri…)
materie prime; dimensioni e localizzazione dell’imprese -di conoscenza: insieme di conoscenze scientifiche, tecniche, di
mercato dell’impresa
in relazione alle altre imprese, fornitori, mercati di
sbocco Esempi: licenze, marchi registrati, concessioni, attivi in corso
-infrastruttura: tipo, qualitá, sofisticazione tecnica. Essa d’opera
supporta le attivitá di produzione dell’impresa, ad
esempio magazzini, architettura tecnologica, muletti…

INVESTIMENTI COMPLEMENTARI: Investimenti in processi produttivi non tipici che ‘complementano’ gli investimenti nelle attività
caratteristiche dell’impresa, al fine di una migliore gestione delle risorse finanziarie dell’impresa.

Esempi: – Terre o fabbricati ceduti in affitto – Azioni in altre imprese – Buoni pubblici o privati – Prestiti vari concessi a terzi.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
---------------------------

GERARCHIA TRA I FATTORI DI PRODUZIONE:

fattori di base: materie prime, localizzazione, lavoro non qualificato, capitale. Essi esistono di base nell’impresa, e crearli richiede
investimenti bassi.

fattori avanzati (costruiti su quelli di base): , includono le moderne infrastrutture basate sulle tecnologie dell’informazione e della
comunicazione, personale altamente qualificato, laboratori di ricerca in discipline sofisticate. Richiedono investimenti elevati

comuni: fattori impiegabili in tante attivitá come le risorse finanziarie e i diplomati

specializzati: utilizzabili in poche attivitá o in singole, come personale altamente specializzato (investimenti mirati e rischiosi)

CATENA DEL VALORE: insieme di attivitá finalizzate a produrre e a vendere prodotti e servizi (trasformazioni tecnico economiche, sono
quelle con cui l’azienda combina i fattori produttivi con l’obiettivo di ottenere prodotti finiti, merci o servizi da destinare alla vendita) cosí da
ricavare un margine (un guadagno). É composta da attivitá genera valore e dal margine.

Le attivitá genera valore si distinguono in primarie (direttamente collegato a processo produttivo e vendita) e secondarie (volte al supporto
delle diverse fasi e alle primarie).

ATTIVITÁ GENERATRICI DI VALORE (TIPOLOGIE)


Le attività primarie: sono essenzialmente le funzioni di produzione Le attività di supporto: gestione delle risorse umane, sviluppo della
e vendita del prodotto tecnologia e approvvigionamento servono a fornire le risorse umane,
le tecnologie e gli input acquistati necessari a generare valore. Le
attività infrastrutturali sono di supporto a tutta la catena del valore.
Queste attività sono di supporto alle attività primarie e si sostengono
a vicenda
logistica in entrata (gestione magazzino, gestione materiali) Approviggionamento: acquisto degli input usati nella catena del
attivitá operative (lavorazione, montaggio, confezionamento, valore (materie prime, macchinari,…)
manutenzione macchine, gestione impianti,…) Sviluppo della tecnologia: attivitá che si riferisce al miglioramento
logistica in uscita (Magazzinaggio dei prodotti finiti, gestione dei dei prodotti e a quello dei processi
materiali, elaborazione degli ordini, programmazione delle Gestione delle risorse umane: si riferisce alla ricerca, assunzione,
spedizioni, etc.) addestramento, sviluppo e mobilitá del personale
marketing e vendite (Pubblicità, promozione, forze di vendita,
offerte, scelta dei canali, relazioni con i canali, determinazione dei
prezzi, etc)
servizi (Installazioni, riparazioni, addestramento, fornitura di
ricambi, assistenza, etc.)

Potrebbero piacerti anche