Sei sulla pagina 1di 3

Formule di sottrazione, addizione, duplicazione degli archi

Formule di sottrazione coseno Siano e . Dallorigine prendiamo larco eguale allarco e . Le tracciamo la corda coordinate dei punti che risulter eguale alla corda sono rispettivamente: data due archi qualunque di una

circonferenza goniometrica e sia

la corda sottesa dallarco

Ricordando la formula della distanza di due punti, la lunghezza della corda da: mentre la lunghezza della corda :

e, poich le due corde sono eguali, avremo che: elevando ambedue i membri al quadrato e sviluppando i quadrati otterremo:

Poich:

risulter: da cui si otterr: che la formula di sottrazione del coseno; questa formula permette di determinare il coseno dellarco differenza di due archi e di ciascuno dei quali noto il seno e il coseno. seno , possiamo scrivere:

Poich risulta che

da cui, riprendendo la formula della sottrazione del coseno, si ha:

poich

, si avr: noti

che la formula di sottrazione del seno che permette di calcolare il seno di il seno e coseno di e di .

tangente Poich la tangente il rapporto fra il seno ed il coseno dello stesso arco, si avr:

da cui, dividendo numeratore e denominatore per

, si otterr:

che la formula di sottrazione della tangente, valida purch sia: . cotangente Poich la cotangente il rapporto fra il coseno ed il seno di uno stesso arco, si avr:

da cui, dividendo numeratore e denominatore per

, sar:

che la formula di sottrazione della cotangente, valida purch sia . Formule di addizione coseno Cambiando in che, essendo nella formula della sottrazione del coseno, si avr: e , diventa:

che la formula di addizione del coseno che permette di calcolare il coseno di conoscendo il seno e coseno di seno Cambiando che, poich e di .

in

nella formula della sottrazione del seno si avr: e , diventa:

tangente Cambiando in

nella formula della sottrazione della tangente, si ha:

che, poich

, diventa:

cotangente Cambiando in nella formula della sottrazione della cotangente, si ha:

che, poich

, e moltiplicando per il segno meno, diventa:

Formule di duplicazione Le formule di duplicazioni permettono di determinare le funzioni goniometriche dellangolo di ampiezza per mezzo delle funzioni goniometriche dellangolo di ampiezza a. Infatti, ponendo da cui: Con lo stesso procedimento, poich da cui: Da questa, poich si ha che rispettivamente: , oppure che , si ha , si ricava: , si ha che:

In modo del tutto analogo si procede per il calcolo delle formule di duplicazioni della tangente e della cotangente. Infatti, ponendo , si ha per la tangente:

valida per

, e per la cotangente:

valida per