Sei sulla pagina 1di 64

Roma, Piazza Venezia 5

Tel. 06 688281
Milano, Via Solferino 28 - Tel. 02 6339
Servizio Clienti - Tel. 02 63797510
VENERD 8 LUGLIO 2011 ANNO 136 - N. 161 In Italia EURO 1,20
Fondato nel 1876 www.corriere.it
Con Io Donna Sport e pubblicit Villa Giulia
Giannelli
In Parlamento Sicurezza
In primo piano
Biotestamento:
vietato indicare
le cure rifiutate
Ma bufera
I Servizi segreti
reclutano
i nuovi 007
alluniversit
Le carte
LEnte inutile
soppresso
Il manager resta
Domani in edicola a 1 euro
pi il prezzo del quotidiano
Gioielli e Ferrari
in cambio di favori
A PAGINA 22
di Gaia Piccardi
a pagina 26
Inchiesta P4
l| Cava||crc. C|u||o sapcva. Ha 8oss| |o d||cndc
di P. Fallai e L. Mastrantonio
a pagina 49
A PAGINA 24
Le partite Iva
e il timore
di tasse pi alte
di GIOVANNI BIANCONI
di ALESSANDRA ARACHI
La telefonata
premier-generale
A PAGINA 12
Norma pro Fininvest
Tensione nel governo
Missioni, gelo di Napolitano su Berlusconi e Lega
Vendeva tre milioni di copie
SALVATE ALMENO LE FORME
di MARIA LAURA RODOT
di MELANIA DI GIACOMO
Gli inediti dautore
Il libro di Desiati
D
omanda: E quindi, se lei dovesse fare
un conto delle somme che ha dato?.
Risposta: In tutto una milionata, non sono
preciso... sulle novecentocinquanta, un
milione e cinquanta. Con esclusione della
barca e dei regali che tra laltro, soprattutto
nella prima ondata, sono stati numerosi
e molto costosi. Cos limprenditore
Paolo Viscione, arrestato per truffa e altri
reati, denuncia il deputato del Pdl ed ex
ufficiale della Finanza Marco Milanese,
collaboratore del ministro Tremonti:
gioielli, orologi, auto e soldi per essere
protetto dalle indagini delle Procure e delle
Fiamme Gialle, spiega. ALLE PAGINE 2 E 3
Lo spot dei miracoli
per i campioni-attori
di SERGIO RIZZO
Il gip: paga la casa a Tremonti. Il ministro: solo ospite, vado via
T
he trouble with Piers is that his balls are bigger than
his brains. Il problema di Piers che ha le palle pi
grandi del cervello. Perdonate il linguaggio, ma appartiene al
pi grande editore del mondo: Rupert Murdoch, presidente di
News Corporation.
CONTINUA A PAGINA 19
La Storia di Nesi
vince il Premio Strega
di PIERLUIGI BATTISTA
Quella voglia di divorziare (a 60 anni)
P
o
s
t
e
It
a
lia
n
e
S
p
e
d
.
in
A
.P
.
-
D
.L
.
3
5
3
/
2
0
0
3
c
o
n
v
.
L
.
4
6
/
2
0
0
4
a
r
t
.
1
,
c
1
,
D
C
B
M
ila
n
o
9
7
7
1
1
2
0
4
9
8
0
0
8
1
0
7
0
8
>
A PAGINA 13
Tass| a||l.5%. Tr|chc|. bcnc |a manovra ||a||ana
La Banca centrale europea
aumenta il costo del denaro
Mutui, come difendersi
A PAGINA 6
Richiesta darresto per Milanese
di BEPPE SEVERGNINI
ln un dcccnn|o scpara/|on| raddopp|a|c. 0uan|o |n||u|scc || |a||orc scsso
di DARIO DI VICO
S
C
O
T
T
O
L
S
O
N
/
G
E
T
T
Y
I
M
A
G
E
S
/
A
F
P
di FIORENZA SARZANINI
l pm d| lapo|| accusano d| corru/|onc || dcpu|a|o cr cons|||crc dc| |||o|arc dc||Econom|a
Rupert Murdoch (nella foto con la moglie Wendi) chiude News of
the World per scandalo. A PAGINA 19 Cavalera e De Carolis
IL CINISMO OLTRE OGNI LIMITE
Murdoch chiude il tabloid
dello scandalo intercettazioni
N
on bastano le rettifiche im-
barazzate, le scuse e gli ab-
bracci dopo le gaffes, le
smentite tardive, le retro-
marce, per constatare come nella
compagine di governo oggi scarseg-
gino addirittura i prerequisiti mini-
mi della lealt reciproca. E non nel-
lordinaria amministrazione. Ma
nel fuoco di una manovra economi-
ca che, oltre ai numeri e alle cifre,
dovrebbe trasmettere al mondo e
allopinione pubblica unimmagine
di credibilit. Una credibilit che,
in queste condizioni, appare per
sempre pi evanescente e contro-
versa.
Due anni cos, e cos malamente
vissuti, sarebbero letali. Per tutti.
Per il governo, per la politica, per
gli italiani. I contrasti tra il premier
e il ministro dellEconomia hanno
raggiunto livelli di asprezza in gra-
do di oltrepassare il racconto dei
pi maliziosi retroscenisti della po-
litica. Linserimento furtivo della
cosiddetta norma salva-Finin-
vest stato il detonatore di uno
scontro che ora non conosce nem-
meno le regole del fair play, tra bat-
tute pubbliche cruente (chiedete-
lo a Letta) e chiamate di correit
(Tremonti sapeva) che rendono
sempre pi problematico persino
lo stare insieme di personalit cos
distanti nello stesso governo. Il cli-
ma tra i ministri si fatto tossico e
irrespirabile. Non servirebbero
nemmeno pi le intercettazioni te-
lefoniche o i fuori onda per rivela-
re, con gli sguardi, con la mimica
dellinsopportazione e con le di-
chiarazioni incendiarie degli stessi
ministri, in quale palude avvelena-
ta di sospetti, fastidi reciproci, anti-
patie incrociate, gelosie e irritazio-
ni stia sprofondando la comunit
di un governo che dovrebbe comu-
nicare agli italiani i segnali di un
minimo di compattezza e, per usa-
re una parola molto cara ma molto
abusata nel centrodestra in crisi, di
responsabilit.
Le recenti disfatte elettorali e re-
ferendarie hanno innescato un vor-
tice di accuse per additare allopi-
nione pubblica il capro espiatorio
colpevole di tutte le sconfitte. Luna-
nimit raggiunta per la nomina di
Alfano a segretario del Pdl si sfari-
na al primo contatto con la realt
delle decisioni impopolari e delle
manovre lacrime e sangue. Leletto-
rato del centrodestra deluso, ira-
to, frastornato. La pillola dellina-
sprimento fiscale dovrebbe essere,
se non addolcita, almeno resa dige-
ribile da comportamenti rigorosi,
che riflettano il senso di una diffi-
colt comune e di sacrifici condivi-
si. Invece si rilancia, tra allusioni e
mezze ammissioni, il gioco del-
leventuale ripresentazione parla-
mentare della norma che favorireb-
be le aziende del premier.
CONTINUA A PAGINA 8
I
divorzi tra le coppie over sessan-
ta, negli ultimi dieci anni, sono
raddoppiati. Secondo un rapporto
dellIstat, un divorziando su dieci
ha, diciamo, una certa et. E il sepa-
rando-divorziando che decide di
rompere il matrimonio non pi
cos spesso una signora arcistufa,
pare. Molti sono uomini. Che han-
no maggiori occasioni di frequenta-
re donne molto pi giovani e ai qua-
li la scienza fornisce ormai da tem-
po un aiuto chimico assai valido.
A PAGINA 25 Serra
Per la seconda volta dallaprile
scorso la Banca centrale europea
aumenta il costo del danaro, por-
tandolo all1,5%.
La decisione. Secondo il presi-
dente della Bce Jean-Claude Tri-
chet la decisione dettata soprat-
tutto dalla necessit di fermare il
rischio di un aumento dei prezzi.
Lo stesso Trichet ieri ha commen-
tato positivamente la manovra ita-
liana: Va nella direzione giusta,
ma ci sono ostacoli alla crescita.
Le previsioni. Nonostante non
sia prevista una serie di rialzi dei
tassi, la Banca centrale europea
monitorer molto attentamen-
te la situazione. Un modo per in-
dicare altri aumenti, previsti dai
mercati per dicembre con i tassi a
1,75%. Immediata la ricaduta sui
mutui. Ecco come difendersi.
ALLE PAGINE 12, 13, 32 E 33
Ordinanza di custodia cautela-
re per il deputato pdl Marco Mila-
nese, ex consigliere di Tremonti.
Il provvedimento ora al vaglio
della Camera. Secondo i pm, Mila-
nese avrebbe ricevuto auto, soldi
e altro in cambio di informazioni
riservate. Nellordinanza il gip par-
la anche di una casa del parlamen-
tare (affitto da 8 mila euro al me-
se) in uso a Tremonti. Il ministro:
solo ospite, vado via.
DA PAGINA 2 A PAGINA 6
Bufi, Guerzoni, Meli
Berlusconi: tutti, com-
preso Tremonti, sapevano
della norma salva Finin-
vest. Bossi difende il mi-
nistro dell Economia:
Non lo sapeva nessuno,
nemmeno lui. La misura
di legge, prima inserita
nella manovra, poi elimi-
nata, potrebbe rispuntare
in Parlamento durante
lesame del decreto. Rifi-
nanziamento delle missio-
ni militari allestero: gelo
di Napolitano nei confron-
ti del premier e della Lega.
DA PAGINA 8 A PAGINA 11
E ALLE PAGINE 16 E 17
A PAGINA 52 commento di
Franco Venturini
italia: 515050585854
ROMA E quindi, se lei dovesse fare un
conto delle somme che ha dato?, domanda il
magistrato. In tutto una milionata, non sono
preciso... sulle novecentocinquanta, un milio-
ne e cinquanta. Con esclusione della barca e
dei regali che tra laltro, soprattutto nella pri-
ma ondata, sono stati numerosi e molto costo-
si. Tipo un paio di gioielli, un paio di orecchini
da sette carati di brillanti, che io sono stato co-
stretto a regalargli, perch erano stati prenota-
ti da lui in un negozio di Capri.
Uno scapocchione fortunato
Il 19 dicembre scorso limprenditore Paolo
Viscione, arrestato per truffa e altri reati, deci-
de di denunciare pagamenti e regalie al depu-
tato del Pdl ed ex ufficiale della Finanza Marco
Milanese, strettissimo collaboratore del mini-
stro dellEconomia Giulio Tremonti. Gioielli,
orologi, macchine e soldi per essere protetto
dalle indagini delle Procure e delle Fiamme
gialle, spiega. E il giudice, che vuole arrestare
Milanese anche per il reato di associazione a
delinquere commesso proprio insieme a Vi-
scione, ritiene il suo racconto intrinsecamen-
te credibile, non essendovi motivi per dubita-
re della scelta collaborativa.
Vengono dallo stesso paese, Viscione e Mila-
nese, Cervinara in provincia di Avellino: Sia-
mo compaesani, ma lui un ragazzo di cin-
quantanni, io ne ho circa settanta, quindi le
lascio immaginare in che considerazione veni-
va preso questo ragazzo, che in effetti sapeva
di essere uno "scapocchione" per il padre che
io conoscevo, e che a tutti i costi lha voluto
inserire. Ha avuto un bel successo, perch la
fortuna lha accompagnato.... Un ragazzo
che dalla posizione raggiunta, fianco a fianco
con il ministro dellEconomia, intorno al 2004
si ripresentato a Viscione: Ha cominciato a
portarmi notizie e a intimorirmi sulle posizio-
ni mie che sembravano preoccupanti rispetto
a indagini da parte della magistratura... Mi
venne a dire che ci stava un problema su Napo-
li... Chiaramente la cosa mi ha impressionato
molto, perch gi si parlava di associazione a
delinquere finalizzata a reati finanziari. Insie-
me al problema, Milanese offriva la soluzione.
Non gratuitamente, per: Dice "qua ci penso
io, ci penso io, ci penso io"... Insomma, c sta-
ta una richiesta di danaro a cui ho dato soddi-
sfazione... Poi abbiamo cominciato a parlare
del leasing di unautomobile, una Aston Mar-
tin che gli abbiamo preso usata; si arrabbiato
perch era usata e abbiamo cambiato la mac-
china.
Negli Usa con la Ferilli e De Sica
Intorno al 2009 c quella che Viscione chia-
ma la seconda ondata, quando Milanese gli
si ripresenta in un ristorante della capitale:
Mi incontra... "guarda che hai due indagini
in corso, una del dottor Piscitelli di Napoli, lal-
tra ce lha la dottoressa non so chi di Roma".
Le promesse sono sempre le stesse: Non ti
preoccupare, ci penso io... E siamo arrivati al
febbraio che lui mi dice "sei intercettato, non
si pu parlare pi". Anche stavolta, in cam-
bio dellavviso il deputato pretende un corri-
spettivo. Fa delle richieste esosissime, io le
adempio gradualmente, confessa Viscione
che poi fa qualche conto: Come soldi gli ho
dato quattro e cinquanta (450.000 euro, ndr),
che avrei dovuto dargliene seicento... Tutti in
cash, prelevati dalle banche. A prenderli e
portarli andava un uomo di fiducia dellim-
prenditore, cento, cento, cento alla volta.
In unoccasione Milanese gli avrebbe porta-
to le trascrizioni delle conversazioni registra-
te, mi ha fatto leggere proprio i testi delle in-
tercettazioni, ma gi prima a sentire lim-
prenditore il deputato aveva aumentato le
sue pretese. Per esempio un viaggio negli Stati
Uniti per le vacanze natalizie del 2009: Que-
sto volgarissimo, perch si fatto disdire die-
ci volte il viaggio, perch doveva partire con la
Ferilli, con De Sica... dovevano stare tutti allo
stesso piano e si doveva trovare lo stesso alber-
go.... Il particolare riscontrato, secondo il
giudice, dalle dichiarazioni di Flavio Cattaneo,
fidanzato dellattrice Sabrina Ferilli, e della fi-
danzata di Milanese, Manuela Bravi, portavo-
ce del ministro Tremonti. E il viaggio negli Sta-
ti Uniti risulta saldato da una delle societ di
Viscione.
La barca, la Ferrari, gli orologi
Limprenditore pagava e trovava altri che
pagavano, riferisce ai magistrati. Come quan-
do Milanese voleva vendere una barca, e lui
gli trov lacquirente: Fabrizio Testa, poi nomi-
nato nel Consiglio di amministrazione dellE-
nav e al vertice di una societ controllata dal-
NAPOLI Auto e orologi di lusso, sog-
giorni allestero in alberghi a cinque stelle,
versamenti di ingenti somme di denaro. Tut-
to questo avrebbe ricevuto il deputato del
Pdl Marco Milanese, recentemente dimesso-
si dallincarico di consigliere politico del mi-
nistro Giulio Tremonti, da un imprenditore
in cambio di informazioni riservate circa le
indagini di cui questultimo era oggetto da
parte della Guardia di finanza, e dal sindaco
di Voghera e da un commercialista della
stessa cittadina che grazie allopera del par-
lamentare avrebbero ottenuto incarichi in
Consigli damministrazione o Collegi sinda-
cali di societ controllate dal ministero del-
lEconomia.
Nei confronti di Milanese il sostituto pro-
curatore di Napoli Vincenzo Piscitelli ha
chiesto e ottenuto dal
giudice delle indagini
preliminari Amelia
Primavera unordi-
nanza di arresto gi
trasmessa alla Came-
ra che dovr decidere
se autorizzarne o me-
no lesecuzione. Stes-
so provvedimento il
gip ha emesso contro
il sindaco di Voghera
Carlo Barbieri e il
commercialista Gui-
do Marchese che da ieri si trovano agli arre-
sti domiciliari.
Ex ufficiale della Guardia di finanza, Mila-
nese aveva lasciato lincarico al ministero
dopo che il suo nome era comparso nellin-
chiesta sulla cosiddetta P4 in relazione a
una delicata testimonianza che chiamava in
causa il generale Mario Adinolfi. In quellin-
dagine il parlamentare era solo una persona
informata dei fatti, ma un altro ufficio della
Procura napoletana stava invece raccoglien-
do elementi che lo vedevano in una posizio-
ne ben diversa. Quella di uno che pretende-
va e otteneva tangenti. Cos, almeno, la figu-
ra di Milanese viene fuori dalle cose che rac-
conta limprenditore Paolo Viscione, titola-
re della Arteinvest e di altre societ finite
nel mirino della Direzione distrettuale Anti-
mafia e anche lui tra gli indagati dal pm Pi-
scitelli. Grazie a quanto appreso da suoi ex
colleghi della Guardia di finanza non anco-
ra identificati, Milanese avrebbe informato
Viscione delle indagini a suo carico, consen-
tendogli cos di cercare di correre ai ripari, e
sarebbe anche riuscito a rallentare il lavoro
degli investigatori. Unopera ben pagata:
con una Aston Martin poi sostituita da una
Ferrari, con orologi di altissima gamma co-
me Frank Muller e Patek, con un versamen-
to di 450.000 euro, nonch altri donativi
scrive il gip come un viaggio e soggior-
no a New York per due persone per il Capo-
danno 2009/2010, dove Milanese e la sua
compagna alloggiarono allHotel Plaza.
Nel corso delle indagini stato ascoltato
come persona informata dei fatti anche il
ministro Tremonti, al quale lex consigliere
pagava laffitto di un appartamento a Roma.
Anche Milanese ha deposto, seppure con
una dichiarazione spontanea, ma le sue spie-
gazioni sui regali ricevuti da Viscione
antichi rapporti di amicizia e parentela
non hanno assolutamente convinto n il
pm n il gip.
Fulvio Bufi
RIPRODUZIONE RISERVATA
Limprenditore
Viscione: era esoso,
ma mi portava
le intercettazioni

La mossa dei pm allesame della Camera


Svelava segreti in cambio di regali
Le inchieste Napoli
1
Chiesto larresto
del deputato pdl
Sentito Tremonti
Milione
La somma tra
950 mila euro e
un milione e 50
che Paolo Viscione
dice di aver dato
al deputato pdl
Marco Milanese
Le carte/1
La barca, le auto, gli orologi
Ci penso io, ricompensami
Appassionarsi. Approfondire. Apprendere.
Nasce tutto da unapp.
Scopri i Corsi suiPhone e iPad. Basta untouch.
www.deagostinipassion.it
Quando si parla di passione, della tua passione, siamo i primi a rispondere. Ecco perch
abbiamo portato i nostri Corsi su iPhone e iPad. Da sempre infatti parliamo la stessa
lingua e ci evolviamo insieme a te. Da oggi, con i nostri Corsi scaricabili su iPhone e iPad,
sei sempre connesso con la tua passione. Cosa aspetti? Tocca il futuro con un dito.
ch.
2 Primo Piano
Venerd 8 Luglio 2011 Corriere della Sera
#
italia: 515050585854
lente. Viscione a convincerlo: Lo faccio por-
tare da me e gli dico... ti compri la barca, la fai
comprare da qualcuno e quello ti far il piace-
re sicuramente... Cosi stato... Fabrizio Testa,
inquisito nello scandalo famoso delle fatture
false Enav... Non lo voleva Matteoli, non lo vo-
leva Alemanno, Tremonti lha fatto nomina-
re.... Le indagini hanno accertato che la bar-
ca stata pagata a un prezzo molto superiore a
quello effettivo di mercato da una societ
che poi ha quasi contestualmente versato
somme alla Fondazione Casa della Libert,
chiara articolazione di natura politica.
Tra le regalie a cui Viscione si sentiva co-
stretto e alle quali ha deciso di ribellarsi, c
pure una Ferrari Scaglietti, presa e data a Mila-
nese usando la Aston Martin in permuta pi
assegni miei, di portafoglio: E ci sono gli
orologi, adesso ma anche prima, ci stanno gli
orecchini alla moglie.... Gli investigatori han-
no rintracciato il venditore di orologi, che co-
nosce anche Milanese, il quale ha ricordato gli
acquisti di Viscione per il Natale 2009: Com-
pr tre orologi di prestigio, un "Frank Muller"
da donna con brillantini e forma a cuoricino e
due "Patek Philippe", mod. 5055 con cinturino
in pelle e mod. 5035, entrambi da uomo, dal
valore complessivo di mercato di circa 50.000
euro... Gli orologi erano destinati a un nostro
cliente, il dottor Marco Milanese, che venne
personalmente a sceglierli e a ritirarli. Disse
che uno era per Tremonti, ma il ministro ha
detto ai magistrati di non averlo mai ricevuto.
Le nomine pagate
In cambio di denaro e altre utilit, laccusa
ritiene che Milanese abbia promesso prima e
assicurato poi lattribuzione di nomine ed inca-
richi in diverse societ controllate dal ministe-
ro, ricevendo come corrispettivo somme di de-
naro e altre utilit. successo con le due per-
sone messe ieri agli arresti domiciliari: Guido
Marchese, ricevendo dallo stesso la somma
di 100.000 euro, con Barbieri Carlo, attraver-
so lo stesso modus operandi. A queste con-
clusioni il giudice arrivato attraverso confer-
me autorevoli: il direttore centrale delle rela-
zioni esterne di Finmeccanica, Lorenzo Borgo-
gni, e lamministratore delegato delle Ferrovie
Mauro Moretti. Il primo confermava quanto
gi reso evidente dagli atti acquisiti, e cio che
il nominativo del Marchese gli era stato forni-
to da Marco Milanese; il secondo, pur di-
chiarando di non ricordare chi gli avesse sotto-
posto, per raccomandarlo, il nominativo di
Barbieri Carlo, confermava per che la sua no-
mina era stata certamente a lui proposta dal-
lesterno della societ. Precisava, inoltre, che
delle nomine per conto del ministero dellEco-
nomia si era sempre occupato il Milanese.
Giovanni Bianconi
RIPRODUZIONE RISERVATA
Orologi di prestigio
e orecchini con brillanti
La barca da vendere
e il favore allacquirente
ROMA Il quadro indiziario sussistente a
carico del Milanese granitico, scrive il giudi-
ce di Napoli Amelia Primavera alla fine dellor-
dinanza con cui chiede il carcere per il deputa-
to del Pdl, consigliere politico del ministro Tre-
monti fino a dieci giorni fa. Lindagine coordi-
nata dal sostituto procuratore Vincenzo Piscitel-
li e sviluppata dalla Digos e dalla Guardia di fi-
nanza assolutamente completa, straordina-
riamente dettagliata, priva di lacune istruttorie
e pervasivamente convincente; gli elementi
raccolti a carico del parlamentare sono univo-
ci, concordanti e gravi, e superano di gran
lunga la soglia della gravit indiziaria richiesta
dalla legge per arrestare un inquisito.
Ma linchiesta non certo finita. Mancano al-
lappello, ad esempio, i finanzieri che informa-
vano Marco Milanese sulle indagini che gli inte-
ressavano. E il loro ex collega divenuto deputa-
to e uomo di fiducia del ministro ha tutto linte-
resse e grandi possibilit di inquinare la ricerca
delle prove, vista la posizione di assoluto rilie-
vo ricoperta, collocato ai vertici della struttura
del ministero dellEconomia. Per questo, se-
condo la Procura e il giudice, deve andare in ga-
lera: Lunico modo per ridurre i rischi di
permeabilit ad ulteriori interventi del Milane-
se e di pregiudizio allacquisizione e alla genui-
nit delle fonti di prova quello di privarlo, nel-
la misura massima possibile, della possibilit
di intrattenere rapporti con altri appartenenti
alla Guardia di finanza, che gli deriva in manie-
ra privilegiata dalla posizioni rivestita fino al
momento delle dimissioni.
Il 28 giugno scorso Milanese ha lasciato lin-
carico di consigliere politico del ministro del-
lEconomia, ma per il giudice non basta. Perch
nonostante le dimissioni, permane una situa-
zione di oggettiva vicinanza tra lindagato e il
ministro Tremonti, al quale il primo legato da
un rapporto di stretta fiducia che prescinde dal-
lincarico formale rivestito dal parlamentare e
sopravvive alle dimissioni rassegnate. Un
esempio? La casa abitata da Tremonti nel cuore
di Roma, in via Campo Marzio, a due passi dal
palazzo di Montecitorio. Unabitazione di presti-
gio, presa in affitto da una confraternita religio-
sa, il Pio Sodalizio dei Piceni, alla non modica
cifra di 8.500 euro al mese. Limmobile stato
concesso in locazione a Milanese ma viene di
fatto utilizzato dal ministro Tremonti, scrive il
giudice. E gli accertamenti bancari affidati a un
consulente dufficio hanno accertato che c un
solo assegno emesso da Tremonti in favore
del Milanese, per 8.000 euro, nel febbraio del
2008.
Il giudice definisce i rapporti finanziari tra
il Tremonti e il Milanese assolutamente poco
chiari, e ne spiega il motivo: Il Milanese paga
mensilmente un canone molto alto il cui com-
plessivo ammontare rispetto alle rate gi paga-
te risulta di oltre centomila euro; le fonti di rim-
borso da parte del beneficiario Tremonti non
risultano allesame dei conti esplorati dal con-
sulente, il quale riferisce di non avere rinvenu-
to assegni o bonifici provenienti da Tremonti;
lassegno del febbraio 2008 attiene evidente-
mente ad altra partita economica tra i due, es-
sendo isolato nel tempo e risultando emesso
un anno prima della nascita del rapporto con-
trattuale con il Pio Sodalizio dei Piceni. Con-
clusione: Ne discende la permanenza di uno
stretto ed attuale rapporto fiduciario tra i due
esponenti politici che prescinde, evidentemen-
te, dal ruolo istituzionale rivestito dal Milane-
se.
Tutto questo viene sottolineato per eviden-
ziare come il Milanese sia ancora oggi un pun-
to di riferimento allinterno della Guardia di fi-
nanza, proprio per laccertata vicinanza al mini-
stro Tremonti. Il che aggrava il rischio di in-
quinamento delle prove da parte di chi, secon-
do laccusa, era arrivato a vendere le nomine
negli enti controllati dal ministero in cui lavora-
va: La posizione di potere tuttora rivestita dal
Milanese, malgrado le sue recenti dimissioni,
gli consentirebbe un ampio margine di inter-
vento e di pressione sulle persone oggetto delle
successive investigazioni e, in generale, negli
ambiti societari e amministrativi dove queste
dovranno ancora svilupparsi.
Il fatto poi che la testimone compagna di vi-
ta e destinataria con lui del soggiorno america-
no pagato da un imprenditore come prezzo
della presunta corruzione occupi un ruolo ana-
logo a quello del parlamentare, operando nello
staff di diretta collaborazione del ministro,
sembra escludere per il giudice che gli arresti
domiciliari sarebbero sufficienti.
In pi, il carcere servirebbe a contrastare il
pericolo di reiterazione del reato, vista lindole
che il giudice attribuisce allonorevole indaga-
to: Milanese si reso autore di condotte gra-
vissime, indice sicuramente di una personalit
proclive a delinquere. Gli episodi delittuosi so-
no maturati in contesti diversi dove il tratto co-
mune costituito dallasservimento della pub-
blica funzione rivestita a fini privatistici e di
guadagno illecito, fuori da qualsiasi possibile
astratta giustificazione. La personalit del Mila-
nese appare quella di chi, amante del lusso e
della "bella vita", sembra muoversi in dispregio
proprio di quelle leggi che, egli pi di ogni al-
tro, avrebbe dovuto far rispettare.
Gio. Bia.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Fra i regali offerti
c anche una Ferrari
Milanese avrebbe
venduto la sua
barca, a un prezzo
superiore a quello di
mercato, a Fabrizio
Testa, poi nominato
nel Cda dellEnav
Nomine e incarichi
in societ controllate
dallEconomia
in cambio di denaro

Tra i regali ricevuti


da Milanese come
contropartita ai suoi
favori tre orologi
(50 mila euro in
tutto) e orecchini
per la moglie
Nella lista dei regali
svelati ai pm
dallimprenditore
Viscione c una
Ferrari Scaglietti,
data con una Aston
Martin in permuta
La scheda
Le carte/2
Uno stretto
rapporto fiduciario
tra i due politici. E
rapporti finanziari
poco chiari
Il giudice: pagava laffitto della casa
che veniva utilizzata dal ministro
Lindagato e linquirente
A sinistra (foto Ansa) il deputato pdl Marco
Mario Milanese, ex consigliere del ministro
dellEconomia Giulio Tremonti. Qui in alto
(Infophoto) il procuratore capo di Napoli
Giovandomenico Lepore durante una
recente conferenza stampa
3 Primo Piano
Corriere della Sera Venerd 8 Luglio 2011
#
italia: 515050585854
4
Venerd 8 Luglio 2011 Corriere della Sera italia: 515050585854
ROMA Giulio Tremonti
rompe il silenzio alle dieci del-
la sera, al termine di una gior-
nata aperta dalla polemica
con Renato Brunetta e poi
scandita dalle accuse dei ma-
gistrati che indagano sulla co-
siddetta P4. Sullonorevole
Marco Mario Milanese, Pdl,
pende una richiesta di arre-
sto e sul plenipotenziario del-
lEconomia il sospetto di abi-
tare nel centro di Roma, a un
passo dalla Camera e da Palaz-
zo Chigi, in un appartamento
pagato (8500 euro al mese)
dal suo ex consigliere politi-
co. Ma Tremonti, con una no-
ta diffusa dallufficio stampa,
smentisce e spiega.
La mia unica abitazione
a Pavia scrive il responsabi-
le dei conti pubblici e assicu-
ra di non aver mai avuto ca-
sa a Roma. Da quindici anni
Tremonti dorme nella capita-
le tre sere alla settimana e ha
sempre scelto soluzioni tem-
poranee. Il pi delle volte
soggiornava in albergo, altre
si fermava in caserma. Poi
racconta ho accettato
lofferta fattami dallonorevo-
le Milanese, per lutilizzo tem-
poraneo di parte dellimmobi-
le nella sua piena disponibili-
t e utilizzo. Lappartamen-
to a cui il ministro si riferisce
quello di via di campo Mar-
zio, per il quale secondo il gip
Milanese paga mensilmente
un canone molto alto, il cui
complessivo ammontare, ri-
spetto alle rate gi pagate, ri-
sulta di oltre centomila eu-
ro. Tremonti non entra nel
merito, ma fa sapere che ieri
sera, apprese le notizie giudi-
ziarie relative allimmobile e
per ovvi motivi di opportu-
nit, ha deciso di cambiare
sistemazione.
Poche ore pri-
ma, nellAula di
Montecitorio, lin-
chiesta della Pro-
cura di Napoli
aveva investito
in pieno lonore-
vole Milanese,
che due settima-
ne fa si era dimesso dal suo
incarico di collaboratore del
ministro. il presidente Gian-
franco Fini a dargli la notizia,
durante lesame della legge
sul testamento biologico. Il
mandato di arresto, il deputa-
to proprio non se lo aspetta-
va. I colleghi lo hanno visto
barcollare, serrarsi la testa tra
le mani e piangere, anche.
stato quando al telefonino lo
ha chiamato la figlia, che sem-
bra lo abbia appreso dalla tv.
Per Milanese, 52 anni, nato
nel capoluogo lombardo ma
di origini irpine, stato un
forte choc. E dire che alle no-
ve di ieri mattina era gi alla
Camera e nulla sembrava tur-
barlo, non pi di tanto. Se
aveva un pensiero era riguar-
do alla sua salute, a causa di
un intervento per lasporta-
zione di unernia che aveva in
programma proprio in que-
ste ore. I colleghi hanno pro-
vato a consolarlo, abbracci af-
fettuosi e pacche sulle spalle:
Vedrai che andr tutto be-
ne... Stai tranquillo Marco,
siamo con te. Qualcuno gli
ha domandato se Tremonti lo
abbia chiamato, e lex braccio
destro del ministro non ha
trovato parole gentili: Non
lo sento da quindici giorni,
sparito. Del resto, se non fos-
se andata cos non si chiame-
rebbe Tremonti.
Amareggiato, preoccupato,
a tratti disperato. Spaventa-
to e stupito lo descrive
Giorgio Stracquadanio .
Nel Pdl si respira un senso di
angoscia, non c giorno che
non succeda qualcosa di pe-
sante. Nicola Cosentino ha
preso Milanese sotto braccio
e lo ha accompagnato fuori
dallAula. Hanno parlato a
lungo, poi si seduto accanto
allonorevole Maurizio Paniz,
fama di garantista, avvocato
di grande esperienza, nonch
capogruppo pdl nella Giunta
per le autorizzazioni a proce-
dere, lorganismo che dovr
decidere il destino dellavvo-
cato e tributarista.
Per me stato un fulmine
a ciel sereno ha confidato
Milanese al collega. Paniz lo
ha rassicurato, si detto
molto dispiaciuto e gli ha
promesso che il Pdl far di
tutto per evitargli il carcere:
Se pericolo di fuga e inquina-
mento delle prove non sussi-
stono in contemporanea, la
misura cautelare non giusti-
ficata. Ci batteremo, perch
la libert un bene troppo
prezioso. Paniz ottimista,
convinto com che da parte
dei magistrati ci sia un evi-
dente fumus persecutionis
nei confronti di Milanese:
Perch sei un deputato Mar-
co, e perch sei del Pdl....
Monica Guerzoni
RIPRODUZIONE RISERVATA
I reati
Le misure
la v|ccnda
La mia unica abitazione a Pavia, non ho mai avuto case a Roma, dove
dormo tre sere alla settimana Giulio Tremonti. m|n|s|ro dc||Econom|a
l rca|| con|cs|a|| a H||ancsc sono
assoc|a/|onc pcr dc||noucrc
||na||//a|a a||a corru/|onc c a||a
v|o|a/|onc dc| scrc|o |s|ru||or|o.
avrcbbc r|ccvu|o so|d| c rca|| |n
camb|o d| so|||a|c su||c |nda|n|
(chc o||cncva comc cr ||nan/|crc)
c d| nom|nc c assun/|on|
cconom|chc su cu| |n||u|va comc
cons|||crc po||||co d| Trcmon||
Lindagine
Con |a sua ord|nan/a || |ud|cc
dc||c |nda|n| prc||m|nar| Amc||a
Pr|mavcra ha ch|cs|o a||a Camcra
dc| dcpu|a|| |au|or|//a/|onc a||a
cus|od|a cau|c|arc |n carccrc pcr
Harco Har|o H||ancsc. lo s|csso
provvcd|mcn|o r|uarda anchc
a||rc duc pcrsonc chc |cr| sono
s|a|c arrcs|a|c. || s|ndaco d|
Vohcra c un |mprcnd||orc
La reazione del titolare dellEconomia sul caso Milanese

ROMA Ieri mattina alle nove e un quarto, quando


uscito di casa, Massimo DAlema non sfoggiava la faccia dei
giorni migliori. Il suo non era stato esattamente un buon
risveglio. La lettura del Fatto, che aveva gi querelato laltro
ieri per un articolo che lo collegava a una vicenda
giudiziaria di anni addietro, non stata piacevole. No, non
lo stata per niente.
Sulla prima pagina del quotidiano Marco Travaglio si
rivolgeva direttamente a lui con queste parole: On. Pres.
Massimo DAlema, sar un caso, ma dai tempi di Mani
Pulite, ogni volta che scoppia uno scandalo, salta fuori il suo
nome o quello di un suo amico. E gi un elenco di fatti,
circostanze e personaggi. Fino ad arrivare agli ultimi eventi,
quelli che riguardano Franco Pronzato, Vincenzo Morichini e
una strana storia di finanziamenti che coinvolgerebbe la
Fondazione Italianieuropei e un dalemiano doc come
Roberto Gualtieri, parlamentare a Strasburgo. Alla fine
dellarticolo Travaglio pone cinque domande al presidente
del Copasir. Particolarmente pungente lultima: non il caso
di rendere pubblica la lista completa dei finanziatori della
Fondazione nella speranza che comprenda anche qualche
incensurato?.
A guastare definitivamente lumore di DAlema ha
provveduto unaltra lettura: quella di Panorama, che in
copertina annunciava un servizio sulle stesse vicende
giudiziarie: sei pagine di ricostruzioni, corredate da schemini
grafici usati per descrivere la galassia delle amicizie
dalemiane. Lex premier ha incassato questaltro colpo e ha
capito che occorreva una
controffensiva: Del resto io
non ho proprio niente da
nascondere.
Lirritazione del presidente
del Copasir era palpabile, ma
non era rivolta ai magistrati,
bens ai giornali e al modo in
cui hanno trattato questa
storia. Perci, dopo averci
riflettuto sopra, DAlema ha
deciso di agire. Con unaltra
querela, questa volta a
Panorama. E forse non sar la
sola, perch lex premier con il suo legale sta valutando se
avviare nuove iniziative giudiziarie nei confronti di altri
giornali. Con Travaglio, invece, DAlema ha preferito usare
una tattica diversa. Nessuna querela, ma una lunga e
dettagliata lettera di risposta, che il Fatto pubblicher oggi,
in cui il presidente del Copasir, nero su bianco, replica ai
rilievi del giornalista. E spiega che per la privacy che
Italianieuropei non pu rendere noti i nomi dei finanziatori:
si tratta di dati sensibili, cui non si pu dare pubblicit. A
Travaglio, come ai collaboratori e agli amici che lo hanno
cercato per esprimere solidariet, lex premier ha ribadito lo
stesso concetto: Le indagini della magistratura, a cui
rinnovo la mia fiducia, non potranno non dimostrare
lassoluta correttezza e trasparenza delloperato della
Fondazione. DAlema netto: Italianieuropei non ha nulla
da nascondere e nessuno da proteggere. E nostro interesse
che si proceda a un rapido accertamento dei fatti.
Oltre al presidente del Copasir, anche la Fondazione ha
annunciato possibili querele a Corriere della Sera, Giornale e
Libero. E minaccia iniziative giudiziarie pure Gualtieri, che
ha smentito di aver ricevuto un avviso di garanzia. Gualtieri
si mostrato scosso, anche perch ieri gli stato notificato il
ricorso di Vincenzo Lavarra, lex europarlamentare che
reclama per s il seggio di Strasburgo dove siede lesponente
dalemiano. E c una grande differenza tra fare fronte a
uneventuale indagine con limmunit o senza questo scudo.
Maria Teresa Meli
RIPRODUZIONE RISERVATA
Intercettazioni
e verifiche
da un anno
Il filone su appalti e Enac
Le inchieste Le reazioni
Le carte
C|| a||| proccssua||
svc|ano comc
Harco H||ancsc
pahcrcbbc |a casa
dc| m|n|s|ro C|u||o
Trcmon|| |n v|a
d| campo Har/|o.
nc| ccn|ro d| Roma.
l |mmob||c
s|a scr|||o c
s|a|o conccsso
|n |oca/|onc
a H||ancsc Harco
pcr un canonc
mcns||c d| 8.5OO
curo. ma c d| |a||o
u||||//a|o da|
m|n|s|ro Trcmon||
La replica
lcr| scra c arr|va|a
|a rcp||ca d|
Trcmon||. la m|a
un|ca ab||a/|onc
c a Pav|a. non ho
ma| avu|o casa
a Roma. E ancora.
lo accc||a|o
|o||cr|a |a||am|
da H||ancsc
pcr |u||||//o
|cmporanco
d| par|c
dc|||mmob||c
Soluzioni temporanee
Solo ospite in quellalloggio
Ma lo lascio immediatamente
Associazione
per delinquere
e corruzione
un anno |a || pm napo|c|ano
V|nccn/o P|sc||c||| com|nc| a
|ndaarc su Harco Har|o
H||ancsc. par|amcn|arc pd| cd
cr cons|||crc cconom|co dc|
m|n|s|ro C|u||o Trcmon||. lc
|nda|n| d| P|sc||c||| crano
par|||c da||c |n|crcc||a/|on| d|
a|cun| |mprcnd||or| napo|c|an|
con|ro||a|| pcr a||r| proccd|mcn||
Agli arresti
un imprenditore
e un sindaco
DAlema: nulla
da nascondere
Massimo DAlema
Il ministro: per ovvi motivi
di opportunit ho deciso
di cambiare sistemazione
La scheda
5 Primo Piano
Corriere della Sera Venerd 8 Luglio 2011
#
italia: 515050585854
ROMA Una guerra fra cordate interne al-
la Guardia di Finanza in vista della nomina del
nuovo comandante. Una disputa nella quale
entrato ufficialmente anche il presidente del
Consiglio Silvio Berlusconi, che agli inizi di giu-
gno ha convocato nel suo ufficio il capo di Stato
Maggiore delle Fiamme Gialle Michele Adinolfi
e ha coinvolto il ministro dellEconomia Giulio
Tremonti. Sono i nuovi atti processuali dellin-
chiesta sulla cosiddetta P4 che ha portato
agli arresti domiciliari luomo daffari Luigi Bisi-
gnani e alla richiesta di cattura per il parlamen-
tare del Pdl Alfonso Papa a svelare che cosa
si sia mosso nelle ultime settimane nelle stanze
del governo e ai piani alti del Comando genera-
le. Lindagine si intreccia con quella sulla pre-
sunta corruzione che coinvolge lex consigliere
politico dello stesso Tremonti, il deputato pdl
Marco Milanese, nei confronti del quale i giudi-
ci di Napoli hanno sollecitato ieri la cattura.
La telefonata del premier
Nel corso degli accertamenti sulla fuga di no-
tizie che consent a Bisignani di sapere di avere
il telefono sotto controllo, i pubblici ministeri
Henry John Woodcock e Francesco Curcio inter-
cettano una telefonata tra Berlusconi e Adinolfi
avvenuta agli inizi dello scorso giugno. Lufficia-
le indagato per favoreggiamento e violazione
del segreto istruttorio, sospettato di aver infor-
mato dellindagine in corso il suo amico Pippo
Marra presidente dellagenzia di stampa
AdnKronos che a sua volta avrebbe avvisato
Bisignani. stato proprio Milanese a raccontare
di essere stato presente alla cena avvenuta tra
settembre e ottobre 2010 durante la quale sareb-
be avvenuta la soffiata. Quando parla con il
capo del governo il generale non sembra essere
al corrente di essere intercettato. Il premier lo
chiama e lo convoca nel suo ufficio. Quella con-
versazione finisce cos agli atti dellinchiesta.
Il 21 giugno Adinolfi viene interrogato dai
magistrati alla presenza del suo difensore, il pro-
fessor Enzo Musco. E cos spiega quellincontro:
Ho conosciuto il presidente del Consiglio Ber-
lusconi da capo di Stato Maggiore e con lui ho
sempre solo avuto rapporti istituzionali. Ho in-
contrato Berlusconi allAquila e prima ancora
quando mi sono insediato. Lho rivisto quindici
giorni fa poich mi ha mandato a chiamare di-
cendomi che il ministro Tremonti gli aveva fat-
to una "strana battuta" allusiva paventando il
fatto che io tramassi ai danni del ministro. In
tale occasione ha chiamato Tremonti davanti a
me e lha rassicurato.
Tremonti e i vertici
Di questi sospetti era stato proprio Tremon-
ti a parlare con i pubblici ministeri, quattro gior-
ni prima. Cos i magistrati riassumono la sua de-
posizione: Tremonti ha riferito in merito al-
lesistenza di "cordate" esistenti allinterno del
Corpo e costituitesi in vista della prossima no-
mina del Comandante Generale, precisando co-
me alcuni rappresentanti di quel Corpo siano in
stretto contatto con il presidente del Consiglio.
Ma, soprattutto, per quel che interessa in que-
sta sede, egli ha riferito che il Milanese sia tutto-
ra in stretto contatto con quei vertici, avendo
appreso dagli stessi quanto riferito poi al mini-
stro ed oggetto del colloquio tra lo stesso ed il
presidente del Consiglio Berlusconi. Il riferi-
mento proprio alle trame di cui aveva parla-
to Berlusconi. Del resto quale sia il quadro che
emerge lo evidenzia il giudice che ha disposto
larresto di Milanese quando sottolinea la parti-
colare gravit delle sue condotte che coinvolgo-
no direttamente la trasparenza e laffidabilit
delloperato del Corpo della Guardia di Finanza
e che sono tuttaltro che isolate e sporadiche.
Il gelo tra ministero e Comando
Il livello di scontri interni ben emerge anche
dallinterrogatorio di Adinolfi. Il generale spie-
ga di aver appreso dellindagine su Bisignani
dopo lestate del 2010 quando il generale Bardi
(Vito, comandante per lItalia meridionale, an-
che lui indagato ndr) venne a riferire in uno dei
periodici rapporti al comandante generale Di Pa-
olo e caso ha voluto che io fossi presente e che
ebbi modo di apprendere che presso la procura
di Napoli pendeva un procedimento penale ri-
guardante Bisignani e lonorevole Alfonso Papa
nellambito del quale erano state effettuate inter-
cettazioni attraverso schede intestate a persone
diverse dagli utilizzatori: non ricordo in questo
momento se in tale occasione, caduta nel set-
tembre/ottobre 2010, Bardi parl anche del me-
rito di questa indagine. E subito dopo il genera-
le respinge categoricamente laccusa di aver
avvisato Marra dellinchiesta.
Incontri con Letta e cene da Marra
Ad Adinolfi viene poi chiesto di riferire dei
suoi rapporti con alcune persone che stando
alle intercettazioni e agli altri interrogatori
erano state informate dellindagine in corso.
Conosco il dottor Letta da tanti anni e con lui
ho avuto esclusivamente rapporti istituzionali
nella mia qualit di capo di Stato Maggiore. Giu-
seppe Marra, detto Pippo, il mio migliore ami-
co e abbiamo una consuetudine quotidiana.
Non ho mai conosciuto Bisignani, n ho mai vo-
luto conoscerlo. Ho visto lonorevole Papa fre-
quentare il Comando, lho rivisto nel gennaio di
questanno quando venuto a trovarmi al Co-
mando lamentandosi del fatto che era sotto
pressione e che stavano svolgendo indagini sul
suo conto. Ed ecco la parte che riguarda le fri-
zioni interne alle Fiamme Gialle: Conosco
lonorevole Marco Milanese con il quale fino a
novembre 2010 ho avuto cordiali rapporti di
consuetudine, vuoi perch lex ufficiale della Fi-
nanza, vuoi perch buon amico, vuoi perch
consulente del ministro Tremonti. Nei mesi di
novembre e dicembre del 2010 venuto meno
il corretto rapporto di consuetudine sia perso-
nalmente tra me e Milanese, che pi complessi-
vamente fra il Gabinetto del ministro delle Fi-
nanze e il Comando Generale. Non so spiegarmi
perch da voci diffuse ho appreso che lui (Mila-
nese ndr) mi ritenga responsabile delle sue vi-
cissitudini giudiziarie e mediatiche: mi si chie-
de chi mi abbia riferito ci e io vi rispondo che
si tratta di voci alle quali in questo momento
non riesco a dare un nome. Oggettivamente pos-
so dire che sia a Natale che a Pasqua ho cercato
di fargli gli auguri ma lui n mi ha risposto, n
mi ha cercato di contattare in seguito. Ben di-
versa la versione fornita da Milanese: Durante
una cena da Marra, Adinolfi mi disse che aveva
mandato lo stesso Marra ad avvisare Bisignani
che la procura di Napoli gli "stava addosso" e lo
"aveva sotto"... mi disse che bisognava stare at-
tenti e che bisognava stare alla larga dal Bisigna-
ni. Mi meravigliai del fatto che mi disse di non
conoscerlo dal momento che Bisignani noto-
riamente legato a Letta e Adinolfi legatissimo
allo stesso Letta....
Fiorenza Sarzanini
RIPRODUZIONE RISERVATA

Adinolfi: conosco
Letta da tanti anni,
mai voluto vedere
Bisignani
Non so spiegarmi
perch Milanese mi
ritenga responsabile
delle sue disavventure
La gravit delle condotte di Milanese coinvolge direttamente la trasparenza e
laffidabilit delloperato della Finanza Amelia Primavera, gip di Napoli
Linchiesta
La procura di
Napoli indaga
sulla cosiddetta
P4, sistema
volto alla
acquisizione
illegale e alla
gestione di
notizie riservate
e secretate
riguardo a
delicati
procedimenti
penali in corso
I magistrati
I titolari delle
indagini sono i
pm napoletani
Francesco Curcio
ed Henry John
Woodcock. I reati
contestati vanno
dallassociazione
a delinquere alla
violazione
del segreto
istruttorio e della
legge Anselmi
sul divieto di
costituire
associazioni
segrete
Il ministro ai pm: ci
sono gruppi nel Corpo
in stretto contatto con
il presidente
del Consiglio

Il verbale

La scheda
Le inchieste La P4
Lintercettazione
Ascoltata la telefonata
con il Cavaliere
dellufficiale indagato
per favoreggiamento
La guerra di cordate nella Finanza
E il premier chiam il generale
Sotto accusa
Luigi Bisignani
arrestato il 15
giugno nellambito
dellinchiesta sulla
cosiddetta P4
Protagonisti
Il capo di Stato
maggiore della
Guardia
di Finanza
Michele Adinolfi
6 Primo Piano
Venerd 8 Luglio 2011 Corriere della Sera
#
italia: 515050585854
Offerta valida fino al 31/07/2011 per Focus 5 porte 1.6 EcoBoost 150CV. Solo per vetture in stock, grazie al contributo dei FordPartner. IPT esclusa. Focus: consumi da 4.5 a 6.2 litri/100 km(ciclo misto); emissioni CO
2
da 117 a 144 g/km.
La vettura rappresentata pu contenere accessori a pagamento.
Sa leggere i segnali stradali.
Da sola.
Traffic Sign Recognition
Sa spegnere e riaccendere
il motore quando serve.
Da sola.
Start&Stop
Sa parcheggiare.
Da sola.
Active Park Assist
Sa cambiare marcia.
Da sola.
Cambio PowerShift
Nuova Ford Focus 1.6 EcoBoost 150CV
16.250
7
Corriere della Sera Venerd 8 Luglio 2011 italia: 515050585854
8 Primo Piano
Venerd 8 Luglio 2011 Corriere della Sera
#
ROMA Tutti nel Consi-
glio dei ministri sapevano del-
la norma salva Fininvest,
insiste Silvio Berlusconi che
precisa di non averla scritta
lui e di essere comunque in-
tenzionato a ripresentarla per-
ch sacrosanta ed equilibra-
ta dopo che sar emessa la
sentenza dappello sul caso
Mondadori, attesa per questo
fine settimana. Ma la versio-
ne di Berlusconi viene conte-
stata da parecchi ministri. In
primo luogo Giulio Tremonti
e Roberto Calderoli, in un se-
condo tempo Umberto Bossi.
Il pi indispettito appunto
il responsabile dellEcono-
mia. Sei pi serio dice
se dai lidea che non fai il be-
ne a te ma il bene comune.
unidea che vince se servi il Pa-
ese e fai le cose che credi sia-
no giuste, non se fai il furbo
pensando di fregare qualcu-
no. Anche Calderoli molto
netto: Ribadisco ancora una
volta di non avere mai n let-
to n visto la cosiddetta nor-
ma sul lodo Mondadori e di
avere appreso della sua esi-
stenza soltanto dai lanci delle
agenzie di stampa la settima-
na successiva al Consiglio dei
ministri. Riassume Bossi con-
fermando la tesi sia di Caldero-
li sia del ministro dellEcono-
mia: Non lo sapeva nessuno,
nemmeno Tremonti.
Il caso riprende forza quan-
do Berlusconi interviene pub-
blicamente sul contestato
comma (inserito e poi cancel-
lato) dalla manovra economi-
ca nel corso della presentazio-
ne del libro scritto da Dome-
nico Scilipoti (Re dei peo-
nes). Il deputato siciliano
eletto con lIdv passato con
la maggioranza formando
con altri il gruppo di Iniziati-
va responsabile nel dicembre
dello scorso anno, al tempo
della mozione di sfiducia.
Un uomo coraggioso lo
definisce il Cavaliere Mim-
mo stato vittima di una
campagna diffamatoria della
sinistra ma non ha mai quere-
lato nessuno. Al di l dei nu-
meri lo considero una perso-
na importante per la maggio-
ranza.
Qualcuno ricorda, poi, a
Berlusconi che Tremonti il
giorno precedente aveva det-
to di rivolgersi proprio a Pa-
lazzo Chigi per sapere tutto
sulla comma salva Finin-
vest, arrivando ad offrire il
numero del telefonino di
Gianni Letta. Io rappresento
Palazzo Chigi risponde
e dico che ne abbiamo discus-
so in Consiglio dei ministri.
Tremonti lo considerava sa-
crosanto e non ha ritenuto di
portarlo al voto del Consiglio
dei ministri pensando che fos-
sero tutti daccordo. Ed io ne
ho avuto conferma perch,
ad esempio, Calderoli che
non lo conosceva mi ha detto
"perbacco se lo sapevo la po-
tevo scrivere meglio". In-
somma, conclude Berlusconi,
non c nessun giallo, appe-
na ho visto le polemiche ho
scritto una dichiarazione e ho
ritenuto di farla togliere. Di
l a poco il Cavaliere rettifiche-
r la dichiarazione: Quanto
mi viene attribuito da alcune
agenzie di stampa in merito
alloperato del ministro Tre-
monti non corrisponde al
mio pensiero e alla verit dei
fatti.
In ogni caso dopo avere
chiarito che Fininvest si sal-
va senza bisogno di alcuna
norma, il Cavaliere dichiara
che quelle disposizioni sa-
crosante ed equilibrate saran-
no riproposte durante la di-
scussione parlamentare, do-
po la sentenza di appello e in
quel caso non potranno certo
essere considerate ad perso-
nam. Detto fatto, i capigrup-
po del Pdl al Senato (Mauri-
zio Gasparri e Gaetano Qua-
gliariello) fanno sapere che
il Popolo della libert a tem-
po debito depositer un pro-
getto di legge sul tema dei ri-
sarcimenti e dellesecutivit
delle sentenze civili, provve-
dimento utile ad affrontare in
maniera strutturale questa de-
licata materia che ha molto a
che fare con leconomia e lo
sviluppo.
Lorenzo Fuccaro
RIPRODUZIONE RISERVATA
Tremonti sapeva. Ma lui, Bossi e Calderoli negano
Il governo I nodi
La vicenda
Il Cavaliere ha poi
diffuso una nota
morbida sul ministro
dellEconomia
Comma 23
Il premier ha ribadito che
la norma era sacrosanta
ed equilibrata
Il ministro
Tremonti: non bisogna
fare i furbi cercando di
fregare qualcuno
Correzione
Lodo, ho informato tutti
Loffensiva di Berlusconi
Il commento
La misura
Nel testo della
manovra economica
presentata dal governo
compare un comma di
poche righe che
sospende lesecutivit
della condanna in caso
di risarcimenti
superiori ai 20 milioni
di euro
Le reazioni
Lopposizione attacca
e denuncia
lennesima legge ad
personam.
LAssociazione
nazionale magistrati e
il Csm parlano di
norma destinata a
stravolgere il sistema
giudiziario. La Lega
prende le distanze e
arriva a minacciare
una crisi di governo. La
contrariet pi pesante
quella del Colle
La norma ritirata
Il presidente del
Consiglio ritira il
comma incriminato ma
ne difende il senso e
assicura che tutti nel
governo sapevano di
quella norma
Tensioni nel governo
Sia Giulio Tremonti, sia
i ministri del Carroccio
smentiscono il premier
e sostengono di essere
stati alloscuro del
comma sui maxi
risarcimenti
SEGUE DALLA PRIMA
E tutto malgrado lopposizione esplicita
della Lega, limbarazzo crescente di una parte della
maggioranza, limpopolarit assoluta di un
provvedimento che appare tanto pi legato alle cose
del capo del governo quanto pi la coalizione di
maggioranza si dimostra insensibile alle cose
pubbliche bocciando inopinatamente, con lavallo
autolesionistico del Pd, i risparmi cospicui che
potrebbero giungere dallabolizione delle Province.
La crisi e linstabilit cronica di una coalizione,
di un leader, di un governo sono oramai esplicite e,
con ogni probabilit, irreversibili. Il vivacchiamento,
il tirare a campare, per di pi condito da una violenza
dei rapporti tra gli stessi ministri che non ha quasi
precedenti nella storia repubblicana, raffigurano
lo scenario peggiore, proprio mentre la manovra
economica chiede agli italiani uno sforzo notevole,
pesantissimo in una condizione sociale ed economica
gi sfiancata dalla crisi degli ultimi anni. Un
soprassalto di seriet, oppure la presa datto di
unesperienza finita e di una nuova consultazione
popolare. Tutto, tranne le liti puerili in un governo
che non riesce pi a governare.
Pierluigi Battista
RIPRODUZIONE RISERVATA
SALVATE ALMENO LE FORME
Insieme Domenico
Scilipoti con Silvio
Berlusconi (Graffiti press)
VI ABBIAMO ALLUNGATO
LA VITA.
www.autostrade.it
LASICUREZZA. PERVOI UNDIRITTO, PERNOI UNAMISSIONE. E la ricerchiamo ogni giorno con il lavoro, gli investimenti,
e una continua spinta verso linnovazione. Per ottenerla abbiamo ideato il Tutor, il primo sistema di controllo della velocit media
a larga scala al mondo, oggi installato in oltre 2500 chilometri di rete, e sempre pi diffuso in Europa. Il suo contributo stato
fondamentale per ridurre di oltre il 70%la mortalit sulla nostra rete, ben pi degli obiettivi fissati dalla Comunit Europea.
Ma siamo andati oltre: abbiamo sostituito oltre 2600 chilometri di barriere spartitraffico e promosso campagne di educazione
contro i rischi della velocit, dellalcool e del colpo di sonno, arrivando a distribuire due milioni di caff gratis nelle ore notturne.
E la nostra rete ha anche, rispetto ai confronti europei, la pi alta percentuale di asfalto drenante. Questi possono sembrare
freddi dati, ma si traducono nel calore di oltre 300 vite salvate ogni anno.
Sentiamo la responsabilit di fare tutto ci che possibile per farvi viaggiare in sicurezza, ma contiamo anche su di voi. Per questo vi
chiediamo di continuare a guidare con responsabilit e prudenza. Sempre.
1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010
TASSO DI MORTALIT AUTOSTRADE PER LITALIA
E LE SUE CONTROLLATE
( numero morti per miliardo di Km percorsi )
11,4
3,3
italia: 515050585854
9 Primo Piano
Corriere della Sera Venerd 8 Luglio 2011
#
Vincino
Il no del leghista
Il ministro della Semplificazione, Roberto
Calderoli (Lega), chiamato in causa dal premier
sul comma relativo ai maxi risarcimenti
intervenuto per ribadire di non aver
mai conosciuto il contenuto
del provvedimento
Scilipoti vittima di una campagna diffamatoria della sinistra ma
non ha mai querelato nessuno Silvio Berlusconi, presidente del Consiglio

ROMA Li divide la manovra


economica: Berlusconi due sere fa
diceva apertamente che va riscrit-
ta, almeno nei punti pi impopo-
lari. Li divide la vicenda delle nor-
me salva-Fininvest, perch con-
tinuano a litigare a distanza sulla
genesi e sulla paternit, conservan-
do addirittura tracce scritte dei pro-
pri argomenti (il ministro avrebbe
le mail del ministero della Giusti-
z i a, per r af f or z ar e l a s ua
estraneit alla vicenda). Li divide
infine quel sospetto di una diver-
genza politica progressiva, che per
il Cavaliere, se continua cos, po-
trebbe indurre i leghisti, non il sot-
toscritto, a mettere in discussione
Tremonti.
Berlusconi e il suo ministro non
sono mai stati cos distanti. Ieri si
sono presi a schiaffi, metaforici, a
suon di dichiarazioni a distanza,
sulla vicenda Mondadori. E il caso
di Marco Milanese, il deputato ed
ex collaboratore del ministro, di
cui i magistrati hanno chiesto lar-
resto, ha reso il clima pi incande-
scente.
A Palazzo Grazioli, residenza del
premier, nel pomeriggio, pur rico-
noscendo che in questo momento
di crisi internazionale quasi im-
possibile immaginare qualsiasi ti-
po di cambiamento, non si faceva
mistero della tentazione del pre-
mier di liberarsi di Tremonti, per-
ch o il ministro si d una regolata
e si ridimensiona o veramente pu
accadere quello che gi successo
alcuni anni fa.
Ovviamente lo sfogo dei collabo-
ratori del premier fa eco ai ragiona-
menti del capo, ma non fa i conti
con la delicata e incerta situazione
politica. Eppure ieri la giornata era
tutta concentrata nellanalisi della
debolezza incipiente del ministro,
per come esce dagli atti dellinchie-
sta che ha coinvolto il suo ex colla-
boratore.
Berlusconi sar anche un garan-
tista, ma indubbiamente dentro il
governo non si parlava daltro. E la
curiosit di notizie di molti mini-
stri svelava lansia di trovare nelle
carte giudiziarie argomenti politici
di possibile delegittimazione del
collega.
Alla vigilia della sentenza sul lo-
do Mondadori, che potrebbe co-
stringere le aziende del premier a
pagare diverse centinaia di milioni
al suo avversario politico di sem-
pre, De Benedetti, ieri il capo del
governo si mostrava comunque
pi sollevato del solito: Non mi
aspetto nulla di particolare, c di
mezzo il lavoro di una vita, ma in
ogni caso abbiamo le spalle abba-
stanza larghe per affrontare qualsi-
asi cosa....
Se una preoccupazione continua
a fare capolino quella legata alle
garanzie che le sue aziende dovreb-
bero ricevere dallavversario, per-
ch chi mi garantisce che se la
Cassazione rivedesse uneventuale
condanna i soldi pagati tornerebbe-
ro alle mie aziende, continua a
chiedersi il presidente del Consi-
glio.
Che di certo continua a dirsi in-
dignato per il comportamento te-
nuto da alcuni membri del gover-
no nel caso delle norme prima inse-
rite e poi ritirate dalla manovra; e
che ha intenzione di riproporre do-
po la sentenza che riguarda le sue
aziende.
Un caso che lo ha reso pi debo-
le, ma non meno convinto. Lo dice-
va ancora una volta ieri in confe-
renza stampa, con Domenico Scili-
poti, che faremo le riforme, andre-
mo avanti fino a fine legislatura,
perch dagli italiani abbiamo avu-
to la delega a governare ed no-
stro diritto farlo. E non consegnere-
mo lItalia a Bersani, Vendola, Di
Pietro. Andremo avanti nonostan-
te quello che si decide nei cosiddet-
ti salotti dei poteri forti. In Italia
c una tentazione alla scorciatoia
e al tatticismo che irrinunciabile.
Ma noi li deluderemo.
Marco Galluzzo
RIPRODUZIONE RISERVATA
Il Cavaliere ribadisce le critiche alla manovra: va modificata
Timori
Retroscena E cresce linsofferenza nei confronti del superministro
Preoccupazione su Mondadori:
chi mi garantisce che i soldi
pagati tornerebbero?
Ho le spalle larghe, regger
italia: 515050585854
Il titolare della Pubblica amministrazione: lui per il rigore-dita negli occhi
lon c oucs||onc pcrsona|c. ma po||||ca. Pu dars| chc non am| |c pcrsonc |n|c|||cn|| c bravc ouan|o |u|. |n cconom|a |orsc anchc d| p|u
ROMA Labbraccio in
Consiglio dei ministri, sotto
gli occhi di Silvio Berlusconi,
suggella la pace fra Tremonti
e Brunetta ma non cancella il
video che da ieri impazza sul
web. La scena in cui il mini-
stro dellEconomia commen-
ta a colpi di cretino e sce-
mo lintervento del respon-
sabile della Funzione pubbli-
ca rester agli atti di questa le-
gislatura, emblema di un mo-
mento a dir poco travagliato
della vita del governo.
Accade mercoled nella sa-
la stampa del ministero del
Tesoro, via XX Settembre. Tre-
monti ha appena finito di illu-
strare la manovra ai giornali-
sti, quando prende la parola
Brunetta e si dilunga sulla
sostenibilit dei correttivi al-
la spesa salariale del settore
pubblico. Ed qui, come si
sente (e si vede) nel video
fuorionda diffuso da Repub-
blica tv, che Tremonti comin-
cia a dare segni di nervosi-
smo e impazienza.
Rosso in viso, il plenipoten-
ziario dei conti pubblici si ri-
volge al ragioniere generale
dello Stato, Mario Canzio, che
siede alla sua destra: Questo
il tipico intervento suicida
sussurra alludendo al colle-
ga di governo proprio un
cretino. Canzio annuisce e
osserva che il pubblico impie-
go incide sulla manovra appe-
na per lo 0,6 per cento,
quindi inutile che Brunet-
ta ne parli. E Tremonti, con
un lampo di perfidia negli oc-
chi: Eh, ma ne deve parla-
re....
Interviene Vincenzo Fortu-
nato, capo di gabinetto del
ministro dellEconomia:
un massacro!. Tremonti qua-
si non si tiene pi, si vede
che ha voglia di prendere il
microfono e ribattere pubbli-
camente a Brunetta: Devo
dirlo?, domanda a Fortuna-
to. Quindi cerca lo sguardo
del ministro Sacconi, ultimo
a destra nellinquadratura:
Maurizio... scemo, eh?.
Il complimento ancora
per lignaro Brunetta che in-
tanto continua a parlare, nel-
la pi assoluta indifferenza
del responsabile del Welfare,
che risponde a Tremonti: Io
non lo seguo neppure.
Che Tremonti e Brunetta
non si amino cosa nota, le
cronache parlamentari e go-
vernative sono piene di scara-
mucce, battute velenose e ri-
costruzione degli scontri tra i
due.
Eppure ieri, quando ha vi-
sto il video della conferenza
stampa, Brunetta ha scelto di
porgere laltra guancia. ve-
nuto Giulio e mi ha abbraccia-
to, chiedendomi scusa ha
raccontato dopo il Consiglio
dei ministri . Io, per, non
ho ancora capito cosa sia suc-
cesso. Ma si sa, non sono ve-
loce di comprendonio. E il
fuori onda? Io i fuori onda li
considero alla stregua di in-
tercettazioni illegali.
Dietro le quinte di Palazzo
Chigi, per, le cose non sono
andate cos lisce. In Consiglio
dei ministri un Brunetta anco-
ra turbato attacca duramente
Tremonti, gli rimprovera di
averlo colpito sul piano per-
sonale e di averlo profonda-
mente offeso.
Giulio prova a farsi perdo-
nare: Mi dispiace, era una
conversazione privata e non
pubblica, mi sento come uno
al quale hanno piazzato delle
microspie in ufficio si giu-
stifica il titolare del Bilancio
Comunque ti chiedo scu-
sa, Renato. Chiss le porche-
rie che dici in giro su di
me....
Risate, pacche sulle spalle
di Brunetta. Il clima, tesissi-
mo, si scioglie un po, il mini-
stro dellAgricoltura Saverio
Romano scherza rivolto a Tre-
monti: Se Giulio sentisse
quel che talvolta dico di lui al
telefono....
Raffaele Fitto ci mette una
buona parola e cos Angelino
Alfano, Guardasigilli e primo
segretario del Pdl. Chiamato
in causa, anche Silvio Berlu-
sconi sadopera per riportare
la pace tra gli eterni duellanti.
Tremonti ha chiesto scu-
sa a Brunetta tira le som-
me il premier E io chiedo a
tutti voi senso di responsabili-
t, un momento delicato e
dobbiamo stare uniti.
Il Consiglio dei ministri vol-
ge alla fine, i membri del go-
verno si alzano e fanno per
uscire, quando Alfano sinte-
sta lultima battuta: Tremon-
ti ha ristabilito la par condi-
cio, perch secondo lui siamo
tutti cretini....
Monica Guerzoni
RIPRODUZIONE RISERVATA
In conferenza stampa ha usato
lironia: Tremonti mi ha abbrac-
ciato, mi ha chiesto scusa, ma io
non ho ancora capito perch...for-
se sono davvero un po tardo di
comprendonio.... Poi, nelle con-
versazioni private, Renato Brunet-
ta tornato sullargomento. E ha
chiarito: Non una questione per-
sonale, ma politica. Io non ce lho
affatto con Tremonti. lui che ce
lha con me. Non si tratta di vec-
chie ruggini tra socialisti: Lui nel
partito socialista non cera. Era un
consigliere di Formica. Pu darsi
che non ami le persone intelligen-
ti e brave quanto lui, in economia
forse anche di pi...scherzi a par-
te, davvero non questione di ca-
ratteri difficili, ma di due diverse
visioni politiche. Io ho senso di re-
sponsabilit, e per me la querelle
finisce qui. Figurarsi se me la pren-
do per un fuori onda, che vale co-
me le intercettazioni illegali: nulla.
Sui posti di lavoro, a cominciare
immagino dalle redazioni dei gior-
nali, se ne dicono anche di peggio-
ri. Ma non posso rinunciare alle
mie idee. Che coincidono con quel-
le della stragrande maggioranza
dei ministri. E della maggioranza
parlamentare.
Agli interlocutori che gli chiede-
vano spiegazioni, Brunetta ha ri-
sposto con unimmagine: Non
che Tremonti per il rigore e io
no. Io per sono per il rigore soste-
nibile. Lui per il rigore-dita negli
occhi. Io sono per il rigore pi coe-
sione sociale. La sua unimposta-
zione sbagliata. Perch rigore e ac-
canimento sociale sono in antite-
si. Se ad esempio ti accanisci su
pensioni da 1.400, 1.300, persino
1.200 euro, il sistema implode. Se,
oltre che ai tagli, lavori alla coesio-
ne sociale, ad esempio aumentan-
do seriamente la soglia del pensio-
namento per anzianit, allora met-
ti davvero in sicurezza i conti pub-
blici. Queste cose i mercati le san-
no, come le sanno le istituzioni in-
ternazionali.
Brunetta ricostruisce il merito
della discussione dellaltro giorno.
Non un caso che Tremonti mi
avesse chiesto di partecipare alla
conferenza stampa. Ho dato il mio
contributo al decreto sullo svilup-
po, ora approvato in via definitiva
dal Senato. Ho lavorato anche alla
manovra, in particolare mi sono
occupato della parte sui costi della
politica e di quella sul pubblico im-
piego. Ai giornalisti stavo spiegan-
do un aspetto che ritengo molto
positivo: fatto salvo il rigore, difen-
deremo il potere dacquisto dei sa-
lari dei dipendenti pubblici. pre-
visto il dividendo dellefficienza,
per cui ulteriori risparmi andran-
no per met alla contrattazione in-
tegrativa. Allevidenza, anche se io
non me ne sono accorto, il mini-
stro dellEconomia si arrabbiato,
perch gli parso che io sminuissi
la severit della manovra agli oc-
chi delle agenzie di rating e degli
investitori internazionali. vero il
contrario: una manovra funziona
se coniuga severit e sensibilit so-
ciale. Se invece ti muovi come se
fossi mosso da intenti punitivi, al-
lora la manovra ti si rivolta con-
tro. E soprattutto ti si rivolta con-
tro il Paese.
Non da ieri che dico queste
cose. Sono almeno due anni che lo
faccio, ha ricordato Brunetta. Gi
in passato il ministro della Funzio-
ne pubblica aveva espresso la ne-
cessit di passare dal rigore con-
servatore al rigore selettivo, mo-
dernizzante, intelligente, capace
di decidere. Sbloccare gli investi-
menti. Il piano per il Sud. La green
economy. La banda larga. Le rifor-
me, che a cominciare da quella del-
la giustizia non possono funziona-
re senza risorse. Non si tratta di
spendere soldi che non ci sono,
ma di sbloccare quel diritto di ve-
to che Tremonti esercita sulle ini-
ziative di tutti i ministri. Un bloc-
co cieco, cupo, conservatore, indi-
stinto. Incapace di distinguere, ad
esempio, tra i Comuni indebitati e
i Comuni virtuosi, che potrebbero
spendere ma non possono a causa
dellinterpretazione rigida del pat-
to di stabilit interno. Ieri Brunet-
ta ha ripreso quel ragionamento.
Anche Tremonti c arrivato, ma
con due anni di ritardo. Infatti stia-
mo facendo ora le cose che si pote-
vano fare due anni fa. E per altri
aspetti il blocco continua. La filo-
sofia di dare tutto in mano alla ra-
gioneria di fatto esautora gli altri
ministri. E larroganza intellettua-
le non aiuta. Conosco Tremonti da
una vita. Il problema non un ca-
rattere pi o meno iracondo. Gli
insulti sono sovrastrutture, che su
di me incidono pochissimo. Quel-
lo che conta il bene del governo
e del Paese. E io ho dato e sono
pronto a dare ancora una mano.
Anche nellinteresse di Tremonti.
Sono fatto cos. Ad esempio lavore-
r per rendere pi facile il passag-
gio della manovra alle Camere.
La valutazione di Brunetta che,
cos com scritto, il provvedimen-
to sia destinato a suscitare reazio-
ni non proprie benevole tra i parla-
mentari della maggioranza. Da qui
lidea, ormai condivisa anche da
Tremonti, di introdurre emenda-
menti che lascino inalterati i saldi
ma consentano di migliorare il te-
sto, e soprattutto di approvarlo.
Aldo Cazzullo
RIPRODUZIONE RISERVATA
Ironia e rabbia: Tremonti ce lha con me
Il personaggio
Linsulto in un video fuorionda. Tutto finisce con le scuse
Accuse
Il governo Il caso
Lite sulla riforma
Sc||cmbrc 2OO9. ||
m|n|s|ro dc||Econom|a
bocc|a || |cs|o d|
8runc||a. Scopp|a una
|||c |n p|cno Cons|||o dc|
m|n|s|r|. 8runc||a s| a|/a
c |cndc |a mano a
Trcmon|| chc pcr non
con|raccamb|a. lon ||
avv|c|narc. a||r|mcn|| ||
prcndo a ca|c| nc|
scdcrc
Il vicepremier
0||obrc 2OO9. Trcmon||
vara |a ||nca dc| r|orc c
ch|cdc |a cond|v|s|onc dc|
co||ch|. sos|cnu|o da||a
lca. Su|||po|cs| d|
Trcmon|| v|ccprcm|cr.
8runc||a c |ra ||
oppos||or| p|u nc|||
Il posto fisso
0||obrc 2OO9. Trcmon||
c|o|a || pos|o ||sso ma
pcr 8runc||a || m|n|s|ro
dc||Econom|a vorrcbbc
una soc|c|a d| sa|ar|a||
chc non s| sposa con |c
cs|cn/c d| ||css|b||||a
Microspie
Tremonti esercita su tutti i
ministri un blocco cieco,
cupo, conservatore e
indistinto
Tremonti: mi spiace, mi
sento come uno al
quale hanno piazzato
microspie in ufficio
Brunetta un cretino
Poi Giulio abbraccia Renato
Veneziano
A destra
Renato
Brunetta, 61
anni,
economista,
titolare del
ministero
della Pubblica
amministra-
zione. stato
insultato dal
collega
dellEcono-
mia, che poi
si scusato
pubblicamen-
te
Il ministro
Rcna|o 8runc||a. m|n|s|ro
dc||a Pubb||ca
amm|n|s|ra/|onc. ass|cmc
a||a compana T||||
C|ovannon| (a s|n|s|ra).
Sopra. a co||oou|o
con Trcmon||.
A dcs|ra. |aud|o
dc| m|n|s|ro dc||Econom|a
con|ro || co||ca
d| ovcrno
I precedenti
10 Primo Piano
Venerd 8 Luglio 2011 Corriere della Sera
#
italia: 515050585854
ROMA Mi rendo conto che per
molti di voi questo il periodo delle
amarezze, delle frustrazioni, di alcune
aspettative disattese, ma invito tutti a
far prevalere linteresse generale sui
fatti personali, per il rispetto che dob-
biamo agli italiani, agli elettori che
hanno votato questa maggioranza, e
soprattutto per il rispetto che dobbia-
mo avere per le cariche istituzionali
che rappresentiamo.
Alla fine della riunione del governo
ad alcuni ministri ha quasi strappato
un applauso, provocando un moto di
emozione, perch non era certamente
facile parlare senza interruzioni, nel si-
lenzio totale del Consiglio, alla fine di
una riunione a tratti molto tesa, met-
tendo tutti daccordo e raccogliendo i
cocci di polemiche che non si esauri-
scono mai, che anzi si moltiplicano
con il passare dei giorni, e che hanno
finito per coinvolgere anche la sua per-
sona.
Eppure ieri Gianni Letta ha chiuso
lincontro dellesecutivo compiendo
un mezzo miracolo. Ha parlato e rispo-
sto a Tremonti, nel modo pi pacato
possibile, pur senza rivolgersi diretta-
mente a lui. Ha parlato ai ministri che
avevano ancora voglia di polemiche
senza citarli per nome ma guardandoli
negli occhi uno per uno. Si forse ri-
volto anche al suo presidente del Con-
siglio, e persino a s stesso, perch
tutti in questi giorni abbiamo avuto
qualche delusione, al netto dei numeri
di cellulare..., ha continuato con un
sorriso, riferendosi alla battuta del mi-
nistro dellEconomia sulla genesi del-
lincidente sulla norma salva-Finin-
vest, ma pur vero che dobbiamo
guardare allinteresse del Paese.
Dove abbia trovato la forza di mette-
re tutti daccordo, dopo essersi dichia-
rato allibito, il giorno prima, per le
parole poco cortesi rivoltegli da Tre-
monti, o per lamarezza ulteriore cau-
satagli dalla vicenda Mondadori, gesti-
ta dal suo premier in modo certamen-
te maldestro e diverso da come lavreb-
be gestita lui, una domanda che in
qualche modo non fa i conti con il ca-
rattere delluomo.
Ma ieri in fondo Gianni Letta ha fat-
to soltanto il suo mestiere, quello di
un sottosegretario alla presidenza del
Consiglio che riesce a dare una lezio-
ne di stile a tutti noi e che ancora una
volta dimostra di essere capace di lavo-
rare dimenticando i rancori persona-
li, sintetizzava un ministro nel pome-
riggio.
Sar magari una sintesi politica che
non durer, di certo non era facile, al-
meno dopo un braccio di ferro di oltre
unora con una Lega che arrivava a mi-
nacciare la crisi di governo se non fos-
se stata accontentata nel taglio alle
missioni militari, e soprattutto dopo
lincidente del fuori onda di Tremonti:
un ministro che d del cretino a un
collega, che a sua volta si presenta alla
riunione del governo scuro in volto,
con laria e la voglia della resa dei con-
ti, ma che alla fine, grazie a un biglietti-
no del Cavaliere (ti prego Renato, cer-
ca di evitare, calmati), e soprattutto
al tono sdrammatizzante di Letta (fra
quattro giorni ti sposi Renato, non ti
angustiare con queste cose), riesce
ad accettare le scuse.
Del resto vedere Tremonti che chie-
de scusa, che ammette di aver sbaglia-
to, gi un fatto inedito, almeno nel-
la storia tormentata delle relazioni fra
il titolare di Via XX settembre e i suoi
colleghi di governo. Eppure quella che
ieri poteva sfociare in una lite dirom-
pente si alla fine ricomposta come
un episodio di cronaca e di incompren-
sioni apparentemente superabile, al-
meno di fronte a tutti.
Io chiedo al presidente del Consi-
glio di esprimersi su questa vicenda,
aveva chiesto Brunetta, alla fine del-
lesame dei documenti del giorno. Io
mi sono speso per difendere questa
manovra, con la massima collaborazio-
ne possibile, credo che delle scuse uffi-
ciali siano a questo punto doverose,
aggiungeva nel suo esordio poco pro-
mettente il titolare della Funzione pub-
blica.
stato proprio in quel momento
che lintervento di Letta ha contribuito
a cambiare il tono della conversazione:
Renato, fra pochi giorni sar il giorno
pi bello della tua vita, prenditi i no-
stri auguri e cerca di passarci sopra.
Ovviamente Tremonti ha aiutato la
ricomposizione, ha spiegato che la sua
non era unuscita che aveva un caratte-
re personale, ha assicurato ad altri mi-
nistri che le sue parole erano soltanto
una confidenza rivolta a un suo colla-
boratore, soprattutto riuscito a
sdrammatizzare la situazione infilando
a sua volta una battuta che qualche ora
pi tardi lo stesso Berlusconi si riven-
duto al telefono con alcuni interlocu-
tori: Caro Renato, io mi scuso, ho
commesso un errore, ma bisogna an-
che dire che se mettessero una micro-
spia nel tuo ufficio chiss quante co-
se si ascolterebbero sul mio conto....
Insomma alla fine arrivato un sor-
riso generale, il disgelo e la stretta di
mano che ha chiuso lincidente. Un in-
cidente che in molti, non solo i prota-
gonisti, avevano voglia di chiudere, vi-
ste le notizie che intanto scorrevano
sulle agenzie di stampa, le prime ri-
costruzioni della richiesta di arresto
Marco Milanese, ex stretto collabo-
ratore di Tremonti. Quello che sem-
brava il caso del giorno, con il pas-
sare dei minuti, diventava un episo-
dio da archiviare il prima possibile.
Anche per questo motivo il discor-
so finale di Gianni Letta stato per
molti un sollievo e una soddisfazione:
ha riportato il registro della riunione
su toni pi pacati e pi seri, ha ricorda-
to a tutti che esiste ancora un patri-
monio di consenso nel Paese al quale
noi dobbiamo dare delle risposte, un
patrimonio che non possiamo disper-
dere in questo genere di polemiche.
Berlusconi rimasto in silenzio e
ha annuito, forse pensando alle centi-
naia di volte in cui ha ricordato ai suoi
ospiti che il vero presidente del Consi-
glio non lui ma in realt il suo sotto-
segretario, al quale bisognerebbe fa-
re un monumento, mentre alcuni mi-
nistri, ormai fuori dal Palazzo, gi rac-
contavano della lezione di stile e di
civilt che ancora una volta questo si-
gnore ha dato a tutti noi, non solo a
Tremonti.
Marco Galluzzo
RIPRODUZIONE RISERVATA
Le tappe del lodo Mondadori
Mi rendo conto che per molti di voi questo il periodo delle amarezze, delle frustrazioni, di
alcune aspettative disattese, ma invito tutti a far prevalere linteresse generale Gianni Letta. Pd|
Il giudice estensore Metta
condannato per corruzione
La sentenza: Fininvest
deve pagare 750 milioni

Il verdetto di appello
atteso per il 9 luglio
La guerra di Segrate
con Carlo De Benedetti
Laltol dopo minacce di crisi, incidenti e liti
I precari: Roviniamo
le sue nozze con Titti
Dietro le quinte l| so||oscrc|ar|o r|por|a |a ca|ma. l|ncd||o cs|o pubb||co d| Trcmon||
Le nozze Il bigliettino
La decisione 0ua||ar|c||o c Casparr| annunc|ano. prcs|o prcscn|crcmo un d|scno d| |cc. 0| P|c|ro. || |upo pcrdc || pc|o ma non || v|/|o
Il Pdl non cede: in Aula la norma sui risarcimenti
MILANO Ci state rovinando la vita, noi vi roviniamo
la festa. Un coordinamento di precari nato sul web
organizza la protesta da mettere in scena il 10 luglio a
Ravello, per le nozze del ministro Brunetta.
Appuntamento alle 17, in piazza del Vescovado. Un
presidio giocoso e goliardico, annuncia Alessandro
DAuria, 43 anni, insegnante senza posto fisso, con un
figlio e un mutuo sulle spalle. Saremo l per gridare la
nostra rabbia dice DAuria, che dal 30 giugno non ha
lavoro . Abbiamo rassicurato il questore di Salerno:
porteremo palloncini colorati e striscioni, al massimo
qualche sacchetto di spazzatura. Indosseremo una
maglietta arancione con su scritto Indignati davanti e,
dietro, in dialetto Jatevinne, andatevene. La pagina
dedicata alliniziativa su Facebook ha gi superato le 700
iscrizioni; ma il numero sale di ora in ora e, ammette
DAuria del comitato insegnanti precari e Cobas scuola,
difficile tenere il conto, di sicuro ci saranno le
associazioni dei genitori di disabili, i disoccupati della
pubblica amministrazione, i ricercatori universitari. Da
molte citt stiamo organizzando pullman. La luna di
fiele tra Brunetta e i precari dura dallinizio della
legislatura ma arrivata al culmine il mese scorso,
quando il ministro, durante lincontro romano per la
Giornata annuale dellinnovazione, si rivolse a un
gruppo di precari con la frase siete lItalia peggiore.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Anche il sottosegretario si
rivolto a Brunetta: Fra pochi
giorni sar il giorno pi bello
della tua vita, passaci sopra
Nel 2007 i giudici del
Tribunale di Milano
stabiliscono che il passaggio
di propriet fu operato
attraverso la corruzione del
giudice estensore (Metta) sul
verdetto con cui la Corte
d'Appello di Roma aveva
annullato il lodo arbitrale
favorevole a De Benedetti
Il 3 ottobre del 2009 il
giudice Raimondo Mesiano
del Tribunale di Milano
condanna in primo grado la
societ del presidente del
Consiglio a pagare 749,9
milioni di euro alla Cir di
Carlo De Benedetti per danno
patrimoniale da perdita di
possibilit
attesa per domani la
sentenza di secondo grado
della Corte dAppello di
Milano. I giudici, riuniti in
camera di consiglio dallo
scorso febbraio, dovranno
stabilire se ritoccare
o confermare il
provvedimento di condanna
di primo grado
Il lodo Mondadori un capitolo
della cosiddetta "guerra di
Segrate" tra il premier e Carlo
De Benedetti per il controllo
della Mondadori. Nel 1989, con
una decisione a sorpresa, la
famiglia Mondadori-Formenton
consuma lo strappo con
l'alleato De Benedetti e decide
di vendere alla Fininvest
E Letta placa i ministri
Rispetto per gli italiani
ROMA La paternit del-
la norma ribattezzata sal-
va-Fininvest tuttora in-
certa. Ma una cosa sicura:
sar ripresentata.
Ad anticipare il suo ritor-
no, stavolta per sotto for-
ma di disegno di legge, sta-
to ieri lo stesso presidente
del Consiglio, Silvio Berlu-
sconi, che ha difeso il conte-
stato comma 23 dicendo:
Credo che questa norma sa-
crosanta ed equilibrata si
possa inserire nelliter parla-
mentare. Il premier fa sape-
re per, che in ogni caso, il
nuovo ddl non lo riguarde-
rebbe perch entrerebbe in
vigore dopo limminente
sentenza dappello sul lodo
Mondadori.
Ma lopposizione non ci
crede. E il leader dellItalia
dei valori, Antonio Di Pietro,
attacca: Il lupo perde il pelo
ma non il vizio. Per Berlusco-
ni cos importante salvare
la sua Fininvest che dispo-
sto a perdere definitivamen-
te la faccia e, soprattutto, a
offendere quei 27 milioni di
italiani che gli hanno detto
di smetterla di usare il suo
ruolo e le sue funzioni per
farsi gli affari propri. E il
collega Felice Belisario bolla
le rassicurazioni del premier
come barzellette: Basta
attendere qualche secondo
dice e spunter il go-
verno a traino leghista che
con Bossi dir di non saper-
ne nulla di un nuovo testo
salva-Mediaset.
A dare lannuncio ufficia-
le della riproposizione al Se-
nato della norma accusata
di essere ad aziendam,
perch posticipando dal se-
condo al terzo grado di giu-
dizio lesecutivit dei risarci-
menti superiori a ventimila
euro, congelava gli effetti
dellimminente decisione
sul lodo Mondadori, stato
ieri Gaetano Quagliariello,
vicepresidente dei senatori
pdl, che lo firmer assieme
al capogruppo al Senato
Maurizio Gasparri. Il ddl
ha molte buone ragioni, so-
stiene Quagliariello. E le illu-
stra: Per noi la difesa del-
limpresa un bene sociale
primario afferma per-
ch significa difendere i la-
voratori, le loro famiglie e il
futuro dei loro figli. E lim-
presa la si difende anche im-
pedendo che lesecutivit
provvisoria di sentenze non
ancora definitive possa pro-
durre conseguenze che an-
che in caso di un ribaltamen-
to del giudizio nel grado suc-
cessivo sarebbero ormai irre-
parabili. Di fronte a un be-
ne cos prezioso come la so-
pravvivenza di unimpresa e
dei suoi lavoratori, conti-
nua vi sono diverse buo-
ne ragioni perch la materia
sia regolata da parametri cer-
ti e oggettivi.
Ma sar mantenuto il tet-
to di 20 mila euro al di sotto
del quale i risarcimenti re-
stavano da liquidare in se-
condo grado? Ancora non
lo sappiamo chiarisce Ga-
sparri. Il testo ancora
non c, ma il principio
semplice: le decisioni che
per unazienda possono es-
sere letali vanno applicate
solo quando sono definiti-
ve.
La norma era giusta, ma
era sbagliata la formulazio-
ne, aggiunge il ministro
della Difesa, Ignazio La Rus-
sa. Il principio giusto e
deve riguardare tutti, di-
chiara. Si pu ad esempio
prevedere una provvisiona-
le del 20% o una garanzia
bancaria, cos da garantire il
diritto di chi deve ricevere i
soldi per sentenza, ma an-
che il diritto di chi li deve
dare e deve poter avere la
certezza, se nei gradi succes-
sivi la sentenza non venisse
confermata, di riavere i sol-
di indietro.
Virginia Piccolillo
RIPRODUZIONE RISERVATA
Il tam tam in Rete
Il capo del governo
ha mandato un bigliettino
a Brunetta: Ti prego Renato,
cerca di evitare e calmati
Braccio destro
Gianni Letta, 76
anni,
sottosegretario
alla presidenza
del Consiglio: ieri
ha mediato dopo
le polemiche
2 3 4 1
11 Primo Piano
Corriere della Sera Venerd 8 Luglio 2011
#
italia: 515050585854
Liti fiscali, condono
fino a 20 mila euro
Ticket sanitari: dal
2012 nuove regole
Finanza, sale lIrap
sulle banche
Ministeri, tagli
per 11 miliardi
Pensioni: modifiche
ai requisiti
Tagli agli enti locali
per 9,6 miliardi
Registriamo un conflitto istituzionale profondo tra governo ed
enti locali Vasco Errani, presidente della Conferenza delle Regioni
ROMA Anche i nomi, a volte, sono
un segno del destino. Umberto Sacerdo-
te, ex democristiano e azzurro della pri-
ma ora, per esempio. La sua carriera di
direttore generale era destinata a chiuder-
si insieme al suo ente, lIstituto superiore
per la prevenzione e la sicurezza del lavo-
ro, al cui vertice era stato catapultato otto
anni fa, dal precedente governo di Silvio
Berlusconi. LIspesl, questo
lacronimo, era un organismo
a dir poco pletorico che conta-
va 820 dipendenti a tempo in-
determinato e 490 precari. Per
un banale motivo di raziona-
lizzazione era stato incorpora-
to nellInail con una decisione
presa nella manovra del 2010. Con lobiet-
tivo, ovviamente, di conseguire significa-
tivi risparmi di spesa. A cominciare, evi-
dentemente, dagli stipendi dei vertici.
Ma un anno dopo, ecco il colpo di scena.
Se lIspesl stato sciolto nellacido della
manovra, per un atto soprannaturale gli
organi sopravvivono.
E bastato un piccolo comma infilato
da chiss chi nellarticolo 18 per salvare
il posto a Sacerdote, destinato altrimenti
a perdere funzione e retribuzione. Non
una lira: 230 mila euro lanno. Ufficial-
mente non si sa di chi sia la manina, an-
che dalle parti di Palazzo Chigi si fa nota-
re che questioni del genere difficilmente
sfuggono al controllo del sottosegretario
alla presidenza del Consiglio, Gianni Let-
ta. Eccolo, comunque, il comma: Nelle
more delleffettiva costituzione del polo
della salute e della sicurezza dei lavorato-
ri, il direttore generale di cui allarticolo 8
del decreto del presidente della Repubbli-
ca 4 dicembre 2002 rimane in carica fino
al completamento delle iniziative correla-
te alla fase transitoria e comunque non
oltre il 31 dicembre 2011. Traduciamo:
il signor Umberto Sacerdote, che ricopre
anche incidentalmente per il Popolo del-
la libert il ruolo di assessore al Bilancio
del XX Municipio di Roma, con delega al-
la salute, conserva il posto di direttore ge-
nerale dellIspesl, ente incorporato nellI-
nail lo scorso anno, fino alla fine del
2011. Gi. E dopo? Niente paura. La se-
conda parte del comma 21 un autentico
capolavoro, perfettamente in linea con le
disposizioni impartite due anni fa dal mi-
nistro della Semplificazione Roberto Cal-
deroli, autore di una norma secondo la
quale tutte le leggi dovrebbero essere
semplici, trasparenti e soprattutto com-
prensibili. Ovviamente, chi ci capisce
bravo: Ai predetti fini, per lesercizio del-
le funzioni di ricerca di cui allarticolo 9,
comma 6, del decreto legislativo 9 aprile
2008, n. 81, a valere sui posti della consi-
stenza organica trasferita ai sensi del
comma 4, pu essere affidato un incarico
di livello dirigenziale generale a un sog-
getto in possesso dei requisiti previsti
dallarticolo 5, comma 1, del citato decre-
to del presidente della Repubblica n. 303
del 2002, anche in deroga alle percentuali
di cui allarticolo 19, comma 6, del decre-
to legislativo 30 marzo 2001, n. 165. Qui
occorrerebbe una seconda traduzione.
Per farla breve, tutto questo significa che
quellincarico dirigenziale generale ha
un nome e un cognome: Umberto Sacer-
dote. Il quale, anzich essere costretto a
ritornare al Consiglio nazionale delle ri-
cerche (dai quali proviene) come dirigen-
te di seconda fascia, potr cos restare al-
lInail, conservando praticamente lo stes-
so incarico e il corrispondente stipendio.
Miracoli della manovra.
Sergio Rizzo
RIPRODUZIONE RISERVATA
Il via libera di Trichet. Napolitano: pareggio non in discussione, ora pi sviluppo
0,2%
20.000
Minisanatoria dei
contenziosi di valore non
superiore a 20 mila euro.
Se il valore della lite non
supera i duemila euro, si
pu chiudere la vertenza
pagando 150 euro
Lesenzione dei ticket
su visite specialistiche
e diagnostiche sar fino
a dicembre. Dal 2012
entrer in vigore un
balzello di dieci euro
e dal 2014 nuovi ticket
-15%
70
LIrap su banche e
societ finanziarie sale
dal 3,9% al 4,65%. Per le
assicurazioni laliquota
cresce al 5,90%.
Aumento a scaglioni del
bollo sui dossier titoli
Le misure punto per punto
Stabilita la quantit
dei tagli: undici miliardi
in due anni. In testa alla
classifica, il ministero
dello Sviluppo con 1,96
miliardi dal 2014 e il Mef
con 1,4 miliardi di euro
Nel privato, let
pensionabile per le
donne salir a 65 anni
nel 2032. I requisiti per
laccesso alla pensione
saranno agganciati alle
aspettative di vita Istat
Il testo della manovra
prevede una riduzione
dei trasferimenti
a Regioni, Province
e Comuni. Il taglio
di 9,6 miliardi di euro
tra il 2013 e il 2014

ROMA Alleggerire il peso dello


Stato, portare a compimento la rivo-
luzione liberale e federalista. Il capo-
gruppo leghista ala Camera, Marco
Reguzzoni, rilegge la manovra del
ministro Giulio Tremonti, alla luce
del fondo di Piero Ostellino pubbli-
cato ieri dal Corriere sulla dilatazio-
ne dello Stato.
Come giudica questa manovra?
Lunica cosa positiva della mano-
vra che tiene i conti in ordine ma
per risanare davvero lo Stato occor-
re fare quella rivoluzione liberale e
federalista per cui siamo stati eletti.
Tremonti deve iniziare a rispettare i
patti. Bisogna ridurre il peso dello
Stato, riducendo la tasse e lasciando
libera leconomia di muoversi e di
crescere.
Non si poteva iniziare a fare qual-
cosa in questo senso?
La manovra un atto dovuto per-
ch ci sono impegni presi con lEuro-
pa. Se il nostro Paese disattendesse
questi impegni i mercati ci punireb-
bero. Ma noi non labbiamo voluta,
abbiamo gi lavorato in Consiglio
dei ministri migliorandola notevol-
mente e siamo convinti che in Parla-
mento potremo ulteriormente mi-
gliorarla.
Sta parlando della parte fiscale?
Finalmente nella manovra si ini-
zia a parlare di revisione del Patto di
stabilit e di Comuni virtuosi. E una
delle nostre vittorie. Finalmente
stata inserita una norma che inizia a
dividere i Comuni tra chi virtuoso
e chi sperpera. Vogliamo per che si
vada avanti in questa direzione con
pi decisione. Lo chiediamo da anni
a Tremonti e siamo anche stufi di
aspettare.
Pensate di farlo con questa mag-
gioranza?
Ritengo tuttaltro che superata
l'intesa con il Pdl e non ci sono alter-
native al governo Berlusconi. Anche
nelle migliori famiglie si discute, si
litiga, ma si prosegue un cammino
insieme portando avanti quel proget-
to che ha portato a creare quella stes-
sa famiglia.
E come interpreta lascesa di An-
gelino Alfano?
Stimo molto Alfano, pu essere
molto utile per passare alla seconda
fase: dopo i conti in ordine la rivolu-
zione liberale.
Lei chiede allo Stato una cura di-
magrante ma sul territorio le muni-
cipalizzate hanno i loro sprechi.
Lo Stato venderebbe Eni e Enel?
Non una proposta, una doman-
da. Non tutte le municipalizzate spre-
cano perch dovremmo disfarce-
ne?.
Perch tengono il mercato bloc-
cato?
Io le dico che nella mia Provin-
cia, Varese, abbiamo venduto tutto.
Oggi costiamo al cittadino 85 euro
contro i 400 di Siena, che governa-
ta dalla sinistra. Il presidente va in
giro con unauto propria. Starei ai
fatti.
In termini di equit, perch pen-
sa che sia giusto allentare le gana-
sce fiscali a chi non paga le tasse al
Nord?
Perch a volte Equitalia pu sba-
gliare a tartassare un contribuente
ma nel frattempo quello "morto".
E un po il discorso di Berlusco-
ni con il comma della manovra sul
lodo Mondadori...
Diciamo che il principio di quel
comma non sbagliato ma andava
inscritto in una riforma pi com-
plessiva. La faccenda ora chiusa.
Non si pu consentire comunque
che la giustizia abbia tempi cos lun-
ghi.
Antonella Baccaro
RIPRODUZIONE RISERVATA
miliardi Il valore
complessivo
raggiunto
dalla manovra
tra interventi
per decreto,
in vigore da ieri
e la riforma
fiscale
e del sistema
assistenziale,
fissate
per il 2014
Le Regioni
Fitto alle Regioni:
S al confronto ma i
saldi della manovra non
possono essere toccati
Lo stipendio
Il dirigente non torner al Cnel ma
resta nellIstituto per gli infortuni
sul lavoro. Paga: 230 mila euro
La Lega Reguzzoni, capogruppo alla Camera
Il caso Il direttore generale Sacerdote, dopo la fusione nellInail, stato reintegrato
ROMA La Banca Centra-
le Europea promuove la ma-
novra appena varata dal go-
verno per il risanamento dei
conti pubblici, ma sollecita ri-
forme strutturali per la cresci-
ta. Sono decisioni non facili
da prendere, ma sono decisio-
ni buone che vanno nella dire-
zione giusta ha detto il go-
vernatore Jean-Claude Tri-
chet, riferendosi al decreto
per ridurre il deficit, da quasi
70 miliardi di euro, pubblica-
to ieri sulla Gazzetta Ufficia-
le. Se la manovra va nella dire-
zione che noi per primi ab-
biamo segnalato, dal punto di
vista della Bce e della Banca
dItalia sono per fondamen-
tali ha aggiunto Trichet
le riforme strutturali.
LItalia un po un para-
dosso perch gli imprenditori
sono estremamente attivi, c
uno spirito dimpresa molto
vivo, eppure il risultato din-
sieme dal punto di vista della
crescita e della produttivit
non quello che ci si aspette-
rebbe ha aggiunto il governa-
tore della Bce in unintervista
a Sky Tg24. A nostro avviso
ci dovuto al fatto che ci so-
no ostacoli alla crescita che so-
no dei difetti strutturali. Quin-
di sarebbero veramente neces-
sarie delle riforme che aumen-
tino la flessibilit nel mercato
del lavoro, perch ci che
positivo in Italia, vale a dire le
risorse umane, possa vera-
mente esprimersi.
Un invito a rafforzare e sti-
molare la crescita, mante-
nendo al tempo stesso limpe-
gno al rigore sui conti pubbli-
ci arrivato ieri anche dal pre-
sidente della Repubblica,
Giorgio Napolitano. Vorrei
che davvero maggioranza e
opposizione concordassero
con lobiettivo di risanamen-
to del bilancio segnalato dalla
Ue, e che questo obiettivo
non fosse messo in dubbio da
nessuna parte politica. Poi si
pu discutere dei modi ha
detto Napolitano. E le propo-
ste dovranno andare in dire-
zione innanzitutto della sta-
bilit, la riduzione di un inde-
bitamento cos pesante, la ne-
cessit di rilanciare e sostene-
re la crescita.
Nel giorno in cui la mano-
vra entra in vigore, ed il Parla-
mento approva definitiva-
mente il decreto sviluppo, il
ministro dellEconomia, Giu-
lio Tremonti, ribadisce intan-
to che non c alternativa al ri-
sanamento. Senza il pareg-
gio c solo il disastro ha det-
to il ministro, accolto, insie-
me al titolare del Welfare,
Maurizio Sacconi, da qualche
contestazione allassemblea
della Coldiretti, cos come ac-
caduto sempre ieri al mini-
stro dello Sviluppo, Paolo Ro-
mani, allassemblea della Con-
fesercenti. La maximanovra
colpisce duro, e lascia strasci-
chi. Ieri si aperto formal-
mente anche lo scontro tra go-
verno, Regioni ed enti locali.
La Conferenza Unificata ha
sancito la rottura dei rapporti
istituzionali ed ora sindaci e
governatori chiedono un in-
contro con il premier per ria-
prire il dialogo. Il conflitto
pu essere recuperato soltan-
to con un incontro urgentissi-
mo con Silvio Berlusconi, nel
quale si spera possa dare la
sua disponibilit a cambiare
la manovra, ha detto il presi-
dente della Conferenza delle
Regioni, Vasco Errani. Raffae-
le Fitto, ministro degli Affari
Regionali, assicura che la posi-
zione delle amministrazioni
locali possono essere valuta-
te nel confronto, ma aggiun-
ge che i saldi complessivi
della manovra non possono
essere toccati.
Su altri fronti, meno delica-
ti, gli aggiustamenti sono gi
in discussione. Sulle pensioni
si cerca di evitare il freno alla
rivalutazione per gli assegni
pi bassi, concentrando i ta-
gli su quelli pi alti. C dispo-
nibilit dellesecutivo anche a
rivedere limpianto della nuo-
va imposta di bollo sul deposi-
to titoli, ma anche l la posta
in ballo enorme e non sar
facile trovare alternative. C
pi margine, invece, per mo-
dificare la norma che limita
lammortamento dei beni in
concessione all1%lanno, du-
ramente criticata da Confindu-
stria. Roberto Castelli, vicemi-
nistro delle Infrastrutture, ha
promesso un emendamento.
Mario Sensini
RIPRODUZIONE RISERVATA
Obiettivo
per il rapporto
tra deficit
e prodotto
interno lordo al
2014 previsto
dal Def. Per lo
stesso anno la
manovra varata
dal governo
prevede
il pareggio
di bilancio
Euro, la soglia
oltre la quale
prevista la
possibilit di
condono per liti
fiscali. Se il valore
della lite di
importo inferiore
ai 2.000 euro
il contribuente
potr chiudere
la vertenza
pagando
150 euro
Lo Stato venderebbe
Eni ed Enel? Non tutte
le municipalizzate
sprecano, perch
dovremmo disfarcene?
La manovra Il governo
il taglio alle
agevolazioni,
detrazioni,
deduzioni
che scatter
a partire dal
2014 se non
dovessero
entrare
in vigore
le riforme
previste dalla
manovra
S ai conti in ordine
adesso per parta
la rivoluzione liberale
Ispesl, lente inutile soppresso
ma il manager trova posto (per legge)
Bene la manovra, ma crescete poco

Listituto superiore per la


prevenzione e la sicurezza
del lavoro, stato
incorporato dallInail con la
manovra del 2010
12 Primo Piano
Venerd 8 Luglio 2011 Corriere della Sera
#
italia: 515050585854
MILANO Non un bluff. Il
ministro Tremonti lo ha ribadito
qualche giorno fa: Vogliamo en-
trare seriamente nel campo delle
professioni. Ma gli inquilini del
campo non sembrano daccor-
do: diventa sempre pi forte la
protesta dei professionisti con-
tro i progetti (finora poco pi
che indiscrezioni) governativi di
liberalizzazione.
Le ipotesi, pi volte avanzate,
abbozzate, definite e poi ritirate a
margine della manovra, prevedo-
no un ampio spettro di possibili-
t: la rinuncia definitiva alle tarif-
fe minime, la soppressione degli
esami di Stato (solo per avvocati
e commercialisti), lapertura alla
pubblicit per tutti gli studi pro-
fessionali, leliminazione di ogni
barriera dingresso allattivit. E
adesso sono in tanti a pensare
che si tratti di manovre di prepa-
razione che portano alla madre
di tutte le liberalizzazioni: labo-
lizione degli Ordini professiona-
li. Il governo non conferma e
non smentisce nulla. Il ministro
Tremonti assicura che nulla sar
lasciato al caso: Si insedier
unalta commissione per studia-
re le proposte in tema di liberaliz-
zazione. Ci saranno gli esperti no-
minati dai ministeri competenti,
dallOcse, dal Fondo monetario
internazionale e dalla Commis-
sione europea.
Una proposta inedita che ha
sollevato qualche dubbio, come
quello di Leopoldo Freyrie: Ser-
vir consultare anche la Nato
per definire quelle che devono
essere le nuove regole di ingag-
gio? si chiede, non senza iro-
nia, il presidente del Consiglio
nazionale degli architetti. I rap-
presentanti delle professioni
aggiunge Fryerie chiedono da
anni l'innovazione delle norme
ordinamentali, con proposte di
riforma serie e adeguate, che
ogni governo sembra condivide-
re salvo poi riavviare un proces-
so incapace di arrivare in fondo:
se finalmente arrivato il mo-
mento, deve essere chiaro che ta-
li norme devono essere finalizza-
te innanzitutto alla difesa dei cit-
tadini e dellambiente, e non a
una sorta di guerra contro gli Or-
dini professionali.
Eppure il rumore dei nemici
lo sentono in tanti e anche al go-
verno nessuno sembra sbracciar-
si troppo per smentire questo cli-
ma un po pesante. La sensazio-
ne che dietro la parola liberaliz-
zazione possa nascondersi quella
della deregulation. Nelle profes-
sioni tecniche non c' pi nulla
da liberalizzare avverte Giu-
seppe Jogna, presidente dei peri-
ti industriali , non esistono
barriere allaccesso, non ci sono
tariffe. Piuttosto il governo do-
vrebbe liberarci da una burocra-
zia che, quella s, rappresenta
una monumentale barriera all'ac-
cesso per ogni iniziativa e com-
porta anche una voce di costo
spesso a rischio "cattive sorpre-
se". Per il resto, si pensi a valoriz-
zare un patrimonio di conoscen-
ze e competenze indispensabile
per rimettere in moto il nostro
Paese. E saremo pronti a discuter-
ne senza pregiudiziali.
Ma un tavolo di trattative per
una grande riforma delle profes-
sioni era stato aperto pi di un
anno fa dal ministro della Giusti-
zia Angelino Alfano, prevedeva il
ripristino delle tariffe minime, la
conferma dellesame di Stato per
laccesso alla professione e maga-
ri qualche numero chiuso in pi
nelle facolt economico-giuridi-
che. Tutti progetti ribaltati dalle
ultime indicazioni. Ed pro-
prio una smentita da parte del
ministro Alfano che stiamo
aspettando da giorni afferma
Claudio Siciliotti, presidente del
Consiglio dei dottori commercia-
listi . Lui aveva avviato un dia-
logo vero e proficuo col nostro
mondo e adesso ci piacerebbe sa-
pere cosa ne di quel progetto.
Detto ci, siamo pronti a ripren-
dere il dialogo con chiunque per
dare vigore al settore e non pena-
lizzare i giovani. Su un punto
non si discute: labolizione del-
lesame di Stato. Quello provo-
cherebbe un inflazionamento
del settore a discapito della com-
petenza. E noi non lo permette-
remmo. Insomma il governo
prima di entrare in quel campo,
farebbe bene a sminarlo.
Isidoro Trovato
RIPRODUZIONE RISERVATA
Possibile aumento del 6-9%
La cancellazione di 2 milioni di fantasmi
Prima un sospiro di sollievo e poi invece
gi con la calcolatrice a fare i conti. Lo stato
d'animo delle partite Iva di fronte alla mano-
vra di rientro dal debito altalenante. Il ri-
schio che i contributi previdenziali obbligatori
da versare alla gestione separata dell'Inps pas-
sassero in una notte dal 26% al 33% ha fatto
tremare consulenti e altri professionisti con
partita Iva. La norma stata presa in seria con-
siderazione dalle strutture ministeriali incari-
cate di preparare "i tagli" ma poi fortunata-
mente stata derubricata. E ora per l'attenzio-
ne e le preoccupazioni delle partite Iva si spo-
stata sulla morte del forfettone.
Secondo la normativa fiscale vigente fino a
ieri partite Iva e lavoratori autonomi che a
fine anno incassavano meno di 30 mila euro
potevano utilizzare il regime minimo fisca-
le, ovvero una tassazione forfettaria del 20%.
Una sorta di cedolare secca che comprendeva
l'Irpef, i tributi locali, rendeva superflua l'ade-
sione agli studi di settore ed eliminava anche
Iva e Irap. Con il decreto Tremonti il forfettone
salta o meglio cambia pelle: scende drastica-
mente al 5% ma solo per coloro i quali hanno
iniziato l'attivit negli ultimi cinque anni o
vorranno iniziarla adesso. (In un primo tempo
era stato previsto anche un limite anagrafico,
35 anni, che stato eliminato nella stesura fi-
nale). In questo modo, secondo i calcoli che
hanno fatto in queste ore gli artigiani di Rete
Imprese Italia e le associazioni delle partite Iva
(come Acta), ad avvantaggiarsene sarebbero
tutt'al pi 50 mila soggetti mentre si creereb-
be un piccolo esercito di mezzo milione di in-
consolabili orfani del forfettone. Che sento-
no parlare ogni giorno di una prossima rifor-
ma fiscale e intanto incassano in contropiede
un aumento della loro pressione fiscale. Di
quanto? Secondo i primi calcoli di Acta, l'asso-
ciazione del terziario avanzato, per le partite
Iva che guadagnano tra i 20 e i 30 mila euro si
pu parlare di una percentuale tra il 6 e il 9 in
pi di prelievo visto che continueranno a non
pagare l'Irap ma saranno soggetti alle addizio-
nali Irpef locali, agli studi di settore e dovran-
no comunque far pagare l'Iva ai clienti.
Il regime fiscale del forfettone qualche difet-
to lo aveva perch potevano usufruirne anche
i doppiolavoristi (che magari avevano un pri-
mo lavoro dipendente) ma la sua abolizione
sic et simpliciter complica la vita a quei lavora-
tori autonomi gi in difficolt per i colpi della
Grande Crisi e che si ritroveranno a pagare pi
tasse e una complicazione burocratica, al po-
sto della tanto sventolata semplificazione. In-
somma pi che della partite Iva sembreranno
dei gamberi che camminano all'indietro.
Ma torniamo alla questione dei contributi
previdenziali. L'aumento al 33% stato davve-
ro depennato o solo rinviato? Il sospetto di un
mero slittamento circola ampiamente anche
perch sul tema siamo in presenza di un sin-
golare paradosso politico. Ad aumentare il
versamento alla Gestione Separata Inps per
ben due volte era stato un governo di centrosi-
nistra (Prodi) con Cesare Damiano ministro
del Welfare. Ora due ex ministri democratici,
lo stesso Damiano e Tiziano Treu, nei loro pro-
getti di Statuto del lavoro autonomo sembra-
no aver cambiato orientamento e non propon-
gono pi di aumentare i versamenti di colla-
boratori e partite Iva (anzi, Damiano vuole pa-
rificarli al 21% con commercianti e artigiani).
Il centrodestra, che agli occhi della partite Iva
non si macchiato degli ultimi aumenti, non
si sa bene cosa pensi perch non esistono dise-
gni di legge che affrontano l'argomento. Quin-
di il dubbio resta ed possibile che da qui al
mitico pareggio di bilancio del 2014 si ritorni
a tosare le partite Iva. Siamo sempre sul chi
vive dice Anna Soru, presidente di Acta .
La tentazione di far cassa con i nostri redditi
ricorrente, i sindacati confederali sono favore-
voli in linea di principio e, visto che non ab-
biamo lobby che ci difendono, gi oggi pa-
ghiamo dieci punti in pi dei professionisti tu-
telati da Ordini.
Con la manovra di finanza pubblica varata
dal governo il mondo delle partite Iva investi-
to da una terza importante novit. L'esecutivo
(giustamente) ha deciso di procedere alla can-
cellazione di quelle partite Iva inattive da tre
anni che, secondo i dati dell'Agenzia delle En-
trate, dovrebbero essere all'incirca 2 milioni. E'
vero che in questo modo non si potr pi dire
nei comizi elettorali che l'Italia ha otto milioni
di partite Iva ma meglio cos. Demagogia di-
mezzata e comunque un po' di trasparenza ne-
cessaria per combattere l'evasione. E' probabi-
le infatti che molte partite Iva in sonno in real-
t vengano usate come cestini per dirottare
fatture oppure corrispondano a imprese che
hanno chiuso l'attivit ma avendo in pancia un
immobile non vogliono pagare le tasse dovute
alla sua rivalutazione. Quante sono le partite
Iva in sonno? E' difficile fare valutazioni e co-
munque, come succede in questi casi, il proces-
so di ripulitura non sar velocissimo.
Dato che finalmente si mette mano al regi-
stro delle partite Iva, potrebbe essere l'occasio-
ne di affrontare il tema della mono-commit-
tenza, ovvero di quei professionisti che lavo-
rando per un solo cliente sono de facto dei la-
voratori dipendenti mascherati. E che quindi
andrebbero tutelati in maniera diversa perch
rappresentano la fascia debole del lavoro au-
tonomo. Bisogna per considerare le eccezio-
ni, non sempre vero che avere un solo com-
mittente vuol dire essere sottoposti a un picco-
lo ricatto: un traduttore per problemi di merca-
to pu perdere diversi clienti e pu restarglie-
ne uno solo oppure un consulente informati-
co pu avere l'incarico da una grande azienda
di seguire un progetto pluriennale che gli satu-
ra la giornata lavorativa e non gli permette di
coltivare altri clienti. Allora l'ipotesi che circo-
la di mixare i criteri, se la mono-committen-
za d un reddito annuo sotto una certa soglia
dovrebbero scattare delle forme di tutela co-
me il risarcimento in caso di interruzione del
rapporto di lavoro. chiaro che stiamo parlan-
do di idee e simulazioni ma se non vogliamo
che le partite Iva restino confinate tra gli Invisi-
bili bisogner pure parlarne.
Dario Di Vico
ddivico@rcs.it
RIPRODUZIONE RISERVATA
Il governo rimodula i minimi e seleziona la platea dei beneficiari
Tasse e regole
Fino a ieri partite Iva e lavoratori autonomi che a fine anno incassavano
meno di 30 mila euro potevano utilizzare il regime minimo fiscale,
ovvero una tassazione forfettaria del 20%. Una sorta di cedolare secca che
comprendeva l'Irpef, i tributi locali, rendeva superflua l'adesione agli studi di
settore ed eliminava anche Iva e Irap. Con il decreto Tremonti, il forfettone
cambia pelle: scende drasticamente al 5% ma solo per coloro i quali
hanno iniziato l'attivit negli ultimi cinque anni o vorranno iniziarla adesso.
Siciliotti: errore abolire gli esami di Stato. Gli architetti: il governo ci convochi
6-9%
La soglia dei 30 mila euro
Secondo i primi calcoli di Acta, lassociazione del terziario avanzato, per
le partite Iva che guadagnano tra i 20 e i 30 mila euro si pu parlare di
una percentuale tra il 6 e il 9 in pi di prelievo visto che continueranno
a non pagare lIrap ma saranno soggetti alle addizionali Irpef locali, agli
studi di settore e dovranno comunque far pagare lIva ai clienti.
Ad avvantaggiarsi del nuovo forfettone sarebbero tuttal pi 50 mila
soggetti, a perdere circa mezzo milione di persone.
Lesecutivo ha deciso di procedere alla cancellazione di quelle partite Iva
inattive da tre anni che, secondo i dati dellAgenzia delle Entrate,
dovrebbero essere allincirca 2 milioni. Anche per combattere levasione.
probabile infatti che molte partite Iva in sonno in realt vengano
usate come cestini per dirottare fatture oppure corrispondano a
imprese che hanno chiuso l'attivit ma avendo in pancia un immobile
non vogliono pagare le tasse dovute alla sua rivalutazione.
5%
Addio a sorpresa al vecchio forfettone
Partite Iva, il conto potrebbe salire
I contributi previdenziali
Solo le imprese dal 2007
La manovra Il caso
Il tavolo
il possibile aumento
della pressione fiscale
per effetto della
ridefinizione dei paletti
per il forfettone
Lipotesi, poi rientrata,
di aumentare i contributi
previdenziali dal 26% al 33%
Con il decreto lo sconto vale per chi
ha iniziato l'attivit negli ultimi cinque
anni o vorr iniziarla adesso
Leopoldo Freyrie
Il forfettone introdotto
con il decreto sulla
manovra. Vale per le
imprese con meno
di cinque anni di vita
I professionisti: no ai diktat sugli Ordini
Freyrie: hanno ascoltato
Ocse, Ue e Fondo
monetario, non noi
Claudio Siciliotti
Giuseppe Jogna
La polemica Il nodo delle liberalizzazioni e delle barriere allingresso per i giovani
13 Primo Piano
Corriere della Sera Venerd 8 Luglio 2011
#
italia: 515050585854
ln ro||a di collisione
Urso e Ronchi, colombe di Fli, da
mesi sono in rotta di collisione con i
falchi del partito del presidente della
Camera, come Granata e Bocchino
ROMA Raffaele Bonanni
dice apertamente quello che tut-
ti pensano, ma che nel mondo
cattolico non tutti dicono: Il
giorno che cadr Berlusconi sa-
r il Big Bang: nulla sar come
prima. Per questo tutta larea
in movimento, non
possiamo arrivare a
quellappuntamento
impreparati. In mo-
vimento. Sembra que-
sta, ormai da qualche
mese, la parola dordi-
ne di un mondo, quel-
lo delle associazioni,
delle riviste e dei movi-
menti cattolici che pu-
re in parte avevano
guardato con simpatia o da-
to credito alla politica di cen-
trodestra, e che ora moltiplica-
no incontri, seminari, scuole di
formazione persino nelle singo-
le parrocchie, in vista di un fu-
turo che si pensa prossimo.
Ci sono le iniziative ufficiali:
ad esempio il seminario Catto-
lici e cattolici a confronto, che
si svolto il 30 maggio a San
Macuto con la partecipazione
degli udc Rocco Buttiglione e
Paola Binetti, Giuseppe Pisanu
(Pdl) e Giuseppe Fioroni (Pd)
insieme al segretario della Cei,
Mariano Crociata, che fu un esa-
me di coscienza ad alta voce sul-
la situazione politica, pochi
giorni dopo la sconfitta elettora-
le del centrodestra. E si tengo-
no incontri informali, alcuni te-
nuti docchio dalle gerarchie ec-
clesiastiche e dalla Cei. Ma an-
che iniziative di base e di Fo-
rum, come il manifesto per
una politica buona, sotto-
scritto da Acli, Cisl, Coldiretti,
Compagnia delle Opere, Confco-
operative (ovvero le cooperati-
ve bianche) e il Movimento
cristiano lavoratori.
Il leader della Cisl, che fa par-
te di questo Forum, conferma
che nellultimo anno si regi-
strato un significativo aumento
degli incontri: Il Papa tre anni
fa lanci un importante appello
al mondo cattolico per il rinno-
vamento della classe politica e
noi lo abbiamo preso sul serio.
I cattolici sono spaventati dal-
lattuale assenza della politica
rispetto ai grandi temi sociali:
non c pi nessuno che pren-
de decisioni, nessuno che si as-
sume responsabilit.
Giuseppe Pisanu ascolt in
diretta lappello di Benedetto
XVI sui cattolici e la politica per-
ch era presente quando venne
pronunciato: Parl sulla scali-
nata del santuario della Madon-
na di Bonaria a Cagliari. Da allo-
ra vedo un fiorire di iniziative: i
cattolici si sono resi conto di
non essere mai stati, negli ulti-
mi 70 anni, cos inincidenti e
strumentalizzati e stanno rea-
gendo con rinnovata forza ed
entusiasmo.
C chi parla della necessit
di scrivere un nuovo codice di
Camaldoli, il documento del
1943 che indirizz la politica
economica della Dc. Ma c an-
che voglia di ricostituire ununi-
t politica? C molto attivi-
smo, questo s risponde Lui-
gi Amicone, il direttore di Tem-
pi, rivista vicina a Cl anche
se ci non vuol dire che si deb-
ba tornare alla Dc. Qualche gior-
no fa ho ospitato nella nostra ri-
vista un appello di Antonio Soc-
ci che andava in quella direzio-
ne richiamando lesperienza fat-
ta da Formigoni negli anni Set-
tanta e Ottanta. Ma non mi con-
vince: siamo ancora troppo con-
dizionati dal pro o contro Berlu-
sconi. Se si vuole semplificare,
dal dualismo esistente tra noi e
Famiglia Cristiana: bisognereb-
be andare oltre la politica, fare
un discorso culturale, anche
perch il nostro popolo ha mol-
ta voglia di fare, ma disorien-
tato e confuso.
Qualche cosa dovr avveni-
re. Lo prevede il gesuita di Civil-
t Cattolica, Michele Simone:
La base cattolica vive linizio
di una nuova stagione, anche
se non sa ancora quando matu-
rer pienamente. Avverte co-
munque la necessit di un rin-
novato impegno, una strada
che non porta lontano dalla po-
litica ma piuttosto dai partiti,
nel tentativo di costruire una
nuova presenza dei cattolici nel-
la societ.
La via indicata da padre Si-
mone quella della formazio-
ne. Si parla di un seminario a
settembre che potrebbe racco-
gliere voci autorevoli del mon-
do cattolico. In attesa anche di
capire come reagir il mondo
della politica, in particolare il
centro e il centrodestra che
guardano ai cattolici. Con il Pdl
e al suo interno ci sono non
pochi esponenti cattolici che
potrebbe cambiare un bel po fi-
sionomia se non fosse pi il Ca-
valiere a governarlo. Commen-
ta Rocco Buttiglione: I cattoli-
ci italiani, come gli ebrei del-
lAntico Testamento, hanno cre-
duto prima in Ciro Prodi, poi in
Ciro Berlusconi considerandoli
loro protettori. Invece la via ma-
estra quella di Giuda Macca-
beo: il popolo protagonista del-
la sua liberazione.
Roberto Zuccolini
RIPRODUZIONE RISERVATA
Sorridenti alla festa di Futuro e libert
Adolfo Urso (in alto) e Andrea Ronchi sorridono a
Mirabello durante la prima festa di Fli: il settembre
del 2010 e Gianfranco Fini sta lanciando il suo nuovo
soggetto politico alternativo al Pdl di Silvio Berlusconi
Luscita da Fli sempre pi vicina
Il caso lcr d|rc||orc d| Avvcn|rc a||cm|||cn|c dc| vcscov|
Il ritorno di Boffo (in tv):
Non porto rancore
Incontri e seminari: il mondo cattolico si organizza
Bonanni: Il dopo Berlusconi sar il Big Bang, dobbiamo arrivarci preparati
I volti
Le due feste
ROMA Quello che mi capitato natu-
ralmente lo porto dentro, ma sono riuscito
a elaborarlo e a farne un cespite di cono-
scenza sul nostro mondo, sui rapporti tra le
persone e anche sulla vita della Chiesa. Per-
ch no? Ma ora mi sento pacificato.
Due estati fa Dino Boffo era il direttore di
Avvenire, in pieno infuriare del caso DAdda-
rio. Poi, dopo una risposta a un lettore sulla
poca sobriet del presidente del Consiglio
Silvio Berlusconi, divenne un caso: la prima
vittima di quello che ormai viene definito
metodo Boffo. Il Giornale pubblic una
sentenza di condanna per molestie a suo ca-
rico, accompagnata da un documento ano-
nimo, spacciato per informativa, sulla sua
presunta omosessualit. Il documento si ri-
vel falso. Intanto, per, Boffo fu costretto
a lasciare il quotidiano dei vescovi e la sce-
na mediatica. Ieri tornato. Con un
incarico rilevante: nuovo direttore
di Tv2000, la rete della Cei, per la
quale curer anche una rubrica
delle lettere.
Riparte da l. E intende affronta-
re i temi pi caldi dellattualit, di-
ce, senza scomuniche reciproche,
ma senza nascondere lo spessore
dei problemi. Inclusa la manovra
economica presentata nei giorni scor-
si per la quale, anticipa, ci auguria-
mo un ripensamento soprattutto
sulle pensioni. In particolare quelle
popolari. Non c dubbio che va rie-
quilibrata. Oggi c una parte del Pae-
se che chiede alla politica maggiore at-
tenzione e maggiore giustizia sociale.
La programmazione della rete dei ve-
scovi rivoluzionata: non pi seg-
mentata, ma accorpata in un unico
contenitore Nel cuore dei gior-
ni, realizzato in uno studio avve-
niristico e di grande impatto emo-
tivo, disegnato dalla scenografa
Francesca Montinaro, del quale
il direttore generale Marco Gu-
glielmi non ha voluto rivelare i
costi.
Sar una tv schierata sui pro-
blemi ma ospitale per tutti, ha
spiegato Boffo. Nessuno deve
sentirsi escluso perch di centro-
destra o di centrosinistra. I mass
media devono essere un luogo di
discussione e confronto.
Lui assicura di sentirsi in pace
con tutti. Anche con Vittorio Fel-
tri. Non porto rancore. Ho rico-
minciato a vivere solo quando
mi sono sentito pacificato.
Virginia Piccolillo
RIPRODUZIONE RISERVATA
DAL NOSTRO INVIATO
MIRABELLO (Ferrara)
Maurizio Gasparri: Urso e
Ronchi? In avvicinamento,
anche se non proprio dentro
al Pdl....
Filippo Berselli: Urso e
Ronchi? Mi sembrano inten-
zionati a rivedere una scelta
sbagliata....
Urso e Ronchi qui, Urso e
Ronchi l: neanche fossero i
gemelli del gol. Sotto il tendo-
ne di Mirabello, afa africana
fuori e aria condizionata da
tentato omicidio dentro, il
Pdl ha organizzato a tempo di
record una quattro giorni di
festa per dimostrare di essere
ancora vivo dopo il terrifican-
te uno-due delle amministra-
tive e dei referendume per of-
frire al neosegretario Angeli-
no Alfano, atteso oggi in que-
sta sauna, un debutto come si
deve.
Mirabello, per chi non lo
conoscesse, un paesone af-
fogato nella Bassa ferrarese,
famoso perch da trentanni
il luogo simbolo della De-
stra italiana nelle sue varie
metamorfosi (Msi, An, Pdl),
sin dai tempi di Almirante.
Ma Mirabello anche il luogo
dove, nel settembre scorso,
un emozionatissimo Fini con-
sum lo strappo con Silvio
Berlusconi, iniziando un cam-
mino che lo avrebbe portato
alla sconfitta parlamentare
del 14 dicembre e alla nascita
di Fli.
Ora questa terra di 3.400
anime , politicamente, una
piazza contesa: da oggi a do-
menica fanno festa gli ex co-
lonnelli di An rimasti nel Pdl
e a settembre toccher a quel-
li di Fli (S, ma loro andran-
no nellaia di una casa coloni-
ca... commenta, sprezzante,
Berselli) e alla fine si faranno
i conti per vedere chi ha pi
appeal. Nasce in questo conte-
sto linteresse per la coppia
del gol: Andrea Ronchi, 55 an-
ni, ex ministro per le Politi-
che comunitarie con Berlu-
sconi, e Adolfo Urso, 53, ex vi-
ceministro. A loro Fini aveva
dato incarichi di rilievo in Fli,
poi per sono volati stracci
con i falchi del movimento
(Bocchino, in primis) in mate-
ria di alleanze e prospettive
del terzo polo. Il fatto che ora
i due abbiano deciso di rende-
re visibile il loro riavvicina-
mento alla casa madre pro-
prio qui a Mirabello, luogo
dello sciagurato strappo di
Fini (definizione di Alberto
Balboni, da 30 anni organizza-
tore della festa), pi di un
regalo per i vertici del Pdl:
una rivincita, una manna in
questi tempi di vacche ma-
gre.
Loro, Ronchi e Urso, arriva-
no nel tardo pomeriggio, a fe-
sta iniziata, mentre Maroni,
Formigoni e Bondi stanno
parlando di manovra e di un
ancora molto vago dopo-Ber-
lusconi.
Mica si sbilanciano, i due.
Per fanno capire che, da Mi-
rabello a Mirabello, molto
cambiato in questi 10 mesi.
Ronchi ha il tono dellesplora-
tore: Rientrare nel Pdl? Me-
glio dire che voglio restare
nel centrodestra, agganciato
ai suoi valori, a partire da
quelli del Ppe: credo che Alfa-
no abbia detto cose importan-
ti e io intendo partecipare a
questo lavoro. La nostra pre-
senza qui devessere un se-
gnale per tutti. Urso invece
in versione gandhiana: Ba-
sta rancori e steccati. Di erro-
ri ne abbiamo commessi tut-
ti, adesso bisogna ricostrui-
re.... Pentito di aver seguito
Fini? Un anno fa cera biso-
gno di una sveglia, ma ora la
nomina di Alfano sta creando
le condizioni per un rinnova-
mento. lora della pacifica-
zione.... Vallo a dire ai finia-
ni. Enzo Raisi liquida come
controfesta la kermesse del
Pdl e definisce immarcesci-
bili Urso e Ronchi. Il coordi-
natore di Fli Roberto Menia,
in un impeto deleganza, para-
gona gli ex alleati a quelle
scimmie che segnano il terri-
torio con lurina.
Ignazio La Russa non se ne
cura: Con quelli non c par-
tita.... E cita Lucio Battisti,
dal cui repertorio la kermesse
prende titoli e spunti: Come
pu uno scoglio (la rottura fi-
niana, ndr) arginare il ma-
re....
Francesco Alberti
RIPRODUZIONE RISERVATA
La rabbia di Menia
Nuova stagione
Leffetto Alfano
Politica
Menia, coordinatore di Fli:
Scimmie che segnano il
territorio con lurina
Il luogo simbolo
H|rabc||o. pacsc d|
3./OO ab||an||. nc||a
8assa |crrarcsc. da 3O
ann| c || |uoo s|mbo|o
dc||a 0cs|ra ||a||ana
(Hs|. An. Pd|). da| |cmp|
d| A|m|ran|c. E propr|o
ou|. a sc||cmbrc d| un
anno |a. l|n| consum
|o s|rappo con
8cr|uscon|
Piazza contesa
0ra H|rabc||o c una
p|a//a con|csa. |cr| c
|n|/|a|a |a |cs|a dc| Pd|.
con mo||| cr co|onnc|||
d| An. 0| a H|rabc||o
par|cra || ncoscrc|ar|o
A||ano. c domcn|ca
(|orsc) || prcm|cr
8cr|uscon|. A sc||cmbrc
|occhcra d| nuovo a
lu|uro c ||bcr|a c a
C|an|ranco l|n|
Michele Simone, gesuita
di Civilt Cattolica: La
base vive linizio di una
nuova stagione
Urso: La nomina di
Alfano crea le condizioni
per un rinnovamento
Ronchi e Urso
alla Mirabello del Pdl
Bisogna ricostruire
Nel centrodestra 0a||a Co|d|rc||| a||c Ac||. ||no a||a Compan|a dc||c 0pcrc. una a|ass|a |n mov|mcn|o vcrso || |u|uro
Giornalista
Dino Boffo
Luigi Amicone (sotto) direttore
del settimanale Tempi, vicino
a Comunione e liberazione, e il
segretario generale della Cisl
Raffaele Bonanni (a destra)
un anno |a
La kermesse Casparr|. Sono |n avv|c|namcn|o
14
Venerd 8 Luglio 2011 Corriere della Sera
#
italia: 515050585854
SARZANA Il Pd non fa
referendum sulla legge
elettorale. Non sono
daccordo che i dirigenti
del partito promuovano
referendum..., cos il
segretario Pier Luigi
Bersani ha bocciato senza
appello le iniziative per
una consultazione
popolare a sostegno del
sistema proporzionale
(lanciata dal
costituzionalista Passigli)
e di quello bipolare (che
vede uniti Veltroni e
Parisi). I partiti devono
fare i partiti ha
continuato Bersani,
parlando alla festa delle
donne del Pd di Sarzana,
in Liguria e la legge
elettorale non pu essere
scelta con un referendum.
Noi abbiamo la nostra
proposta e la discuteremo
il 20 luglio nella direzione
generale, quindi
chiederemo che sia
calendarizzata in
Parlamento. Bersani ha
criticato il proporzionale
perch non dice come
sar composto il
governo, e il Mattarellum
perch spinge a fare
carovane su cui caricare
tutti. Ha poi risposto a
una domanda sul voto di
astensione del Pd
sullabolizione delle
Province: Noi ha detto
non siamo per
cancellare tutto. Le
Province vanno
riorganizzate e ridotte di
numero, ad esempio dove
ci sono citt
metropolitane. Le sparate
demagogiche sui costi
della politica non ci fanno
un baffo. Vogliamo
tornare ai podest?
Costavano meno delle
Province. La battuta per
Di Pietro che ha criticato
aspramente lastensione
dei Democratici. Quanto ai
costi della politica, Bersani
ha rilanciato labolizione
del vitalizio dei
parlamentari. Il segretario
ha poi richiamato tutto il
partito a dare ossigeno
ai giovani.
Erika Dellacasa
RIPRODUZIONE RISERVATA
ROMA Per un Michele
Santoro che dice definitiva-
mente addio alla Rai, almeno
da dipendente, ecco un Rober-
to Saviano che torna a viale
Mazzini ma nell autunno
2012 se non nella primavera
2013, comunque sempre in ac-
coppiata con Fabio Fazio.
Densissimo Consiglio di
amministrazione Rai, quello
di ieri. Caso Santoro. Il presi-
dente Paolo Garimberti aveva
chiesto al Collegio dei sindaci
se laccordo con cui il condut-
tore di Annozero lascer la
tv pubblica con due anni di an-
ticipo rispetto alla scadenza
del suo contratto di direttore
giornalistico, fosse davvero di
competenza del direttore ge-
nerale Lorenza Lei, che lo ave-
va approntato e sottoscritto. I
sindaci hanno dato via libera.
Quindi nessuna possibilit di
sottoporre al Consiglio quel
contratto. Da ieri Santoro
tecnicamente un ex dipenden-
te Rai con una buonuscita di 2
milioni e 300 mila euro. Boc-
ciato (cinque voti della mag-
gioranza di centrodestra con-
tro i tre dei consiglieri di area
pd-udc e lastensione di Ga-
rimberti) anche un ordine del
giorno presentato da Rodolfo
de Laurentiis, area udc, che
impegnava Lorenza Lei a trat-
tenere comunque Santoro in
Rai. Adesso si apre un nuovo
capitolo, quello della sua pos-
sibile collaborazione esterna,
possibilit prevista dallintesa
con Lorenza Lei. Ma per ora
nulla di sicuro o di avviato.
Garimberti avverte: Ora
Rai e conduttore sono liberi
da vincoli e si pu valutare se-
renamente se Santoro pu fa-
re un programma per il servi-
zio pubblico. Le porte sono
aperte e non c bisogno di
provocazioni o demagogie da
un euro. Santoro faccia le sue
proposte al direttore generale
che, se le riterr valide, le sot-
toporr al Cda. Il riferimento
alla dura polemica tra Santo-
ro e lo stesso Garimberti quan-
do il conduttore si dichiar
pronto ad andare in onda al
costo di un euro rivolgendo-
si direttamente al presidente.
Passiamo a Fabio Fazio. Il
suo contratto triennale (un
milione e 800 mila euro lan-
no) stato approvato: 64 pun-
tate in tre anni pi quattro
speciali di Che tempo che
fa e altri quattro sul genere
di "Vieni via con me", come
si legge sul comunicato Rai,
da realizzare nel secondo e ter-
zo anno del contratto. Deroga
unica per la primavera 2012:
Fazio potr lavorare con Savia-
no a La7 con un format che
non sar Vieni via con me,
di propriet Rai-Endemol, la
societ produttrice di Fazio.
Su questo punto criticissi-
mo il consigliere Antonio Ver-
ro, del Pdl: Un pericoloso
precedente aziendale, una ri-
sorsa importante come lui
non ammette deroghe. Gio-
vanna Bianchi Clerici, della Le-
ga, ha votato contro il contrat-
to: Trovo assurdo che un
conduttore possa fare quattro
puntate a fine stagione su una
rete concorrente. In quanto a
Santoro, considero chiuso il
discorso per questa stagione,
decideranno per la prossima i
nuovi amministratori. Que-
sto Cda, infatti, scadr a fine
marzo.
In quanto al contratto di Mi-
lena Gabanelli per Report e
al nodo della cosiddetta man-
leva, cio la responsabilit le-
gale che la Rai si assume ri-
spetto alla trasmissione, anco-
ra nulla di deciso. stata av-
viata la discussione e si deci-
der nelle prossime sedute.
Ma la pausa estiva incombe.
Nessuna novit ancora per
il contratto di Serena Dandini
con la produzione Fandan-
go. Orizzonte ormai rassere-
nato per Lucia Annunziata
che torna a Raitre con In
mezzora dopo un colloquio
chiarificatore col direttore Pa-
olo Ruffini. Il responsabile di
Raitre ha informato il Consi-
glio.
Infine nomina allunanimi-
t (caso rarissimo, in questo
Consiglio) per Giancarlo Leo-
ne alla nuova direzione Intrat-
tenimento. Alla direzione fa-
ranno riferimento le aree Ca-
nali e Generi, considerate fon-
damentali nel progetto di ri-
lancio di un settore che appa-
re in forte crisi di contenuti e
inventiva.
Paolo Conti
RIPRODUZIONE RISERVATA
Buonuscita
Il Tg5 batte il Tg1. Opposizione contro Minzolini
Bersani:
dal Pd
nessun
referendum
Via libera del Cda Rai alla coppia conduttore-scrittore
Garimberti
Serena Dandini
lcssuna nov||a ancora
pcr || con|ra||o d| Scrcna
0and|n| con |a
produ/|onc Fandango. pcr
|| |a|| show Parla con me.
ln una |c||cra a| Corriere
|a 0and|n| avcva scr|||o.
la Ra| s| c |ras|orma|a
|n un 8|no. c| s| a|||da
a||a |or|una. a| caso.
Milena Gabanelli
lu||a d| |a||o. ancora. pcr
Report c pcr || nodo dc||a
cos|ddc||a man|cva.
c|oc |a rcsponsab||||a
|ca|c dc||a Ra| r|spc||o
a||a |rasm|ss|onc. la
d|scuss|onc c avv|a|a. ma
s| dcc|dcra nc||c
pross|mc scdu|c. Ha |a
pausa cs||va |ncombc.
Fabio Fazio
Approva|o || suo
con|ra||o |r|cnna|c (un
m|||onc c 8OO m||a curo
|anno). G/ pun|a|c |n |rc
ann| p|u / spcc|a|| d| Che
tempo che fa c a||r| / con
Sav|ano su| cncrc d|
Vieni via con me. 0croa
un|ca pcr |a pr|mavcra
2Ol2. pcr || proramma
con Sav|ano su la7
Il giornalista ha
risolto il contratto
con una buonuscita di 2
milioni e 300 mila euro
ROMA Non succede spesso, perci si nota.
Il Tg5 ha battuto il Tg1. Non di tantissimo:
con 49 mila spettatori di differenza. Il mini
sorpasso c stato laltra sera, mercoled 6
luglio, nelledizione pi prestigiosa, quella
delle 20. Il tg di Clemente Mimun ha
catalizzato 3 milioni e 691 mila teleutenti,
contro i 3 milioni e 642 mila di quello diretto
da Augusto Minzolini. In termini di share il
rapporto di 20,88 contro 20,64. Quanto
basta a riaprire le polemiche sul primo
telegiornale della tv pubblica. Denota un
malessere del prodotto di punta
dellinformazione Rai che non pu pi
passare sotto silenzio, osserva Giorgio
Merlo, Pd, vicepresidente della Vigilanza, per
cui occorre invertire subito la rotta per
ridare credibilit e prestigio alla storica
testata. La prima volta che il Tg1 and sotto,
riportano le statistiche, fu il 13 gennaio del
1992, quando debutt il Tg5 con Enrico
Mentana. Lallora direttore Albino Longhi
non se la prese: Una rondine non fa
primavera. Le stagioni in realt si sono
alternate e il tg ammiraglio ha perduto
qualche altro duello. Il senatore Francesco
Pardi dellIdv considera il prodotto di
Minzolini un insulto alla parola
informazione. Linteressato replica: Lunico
insulto quello che fa lui allintelligenza
quando apre bocca. Poi entra nel merito,
arrabbiatissimo: Da quando ci sono io, la
terza volta che perdiamo, con la gestione
precedente furono 25. Vinco sempre, una
volta che vado sotto per fa notizia. Ma con
Raiuno che la sera fa quasi sempre l11%,
come Italia1, ovvio che ne risentiamo anche
noi. Intanto il consigliere di opposizione,
Nino Rizzo Nervo, annuncia che al prossimo
Cda si discuter della crisi di ascolti del Tg1.
Giovanna Cavalli
RIPRODUZIONE RISERVATA
Mini sorpasso nelledizione delle 20 di mercoled
In onda Michele Santoro, da ieri un ex dipendente Rai
Il leader La tv pubblica Ancora ncssuna dcc|s|onc su 0and|n| c Cabanc|||
Santoro, addio definitivo
S a Fazio e torna Saviano
I contratti
Il presidente Rai sul
conduttore di Annozero:
ora si pu valutare se
pu fare un programma
Direttore Clemente
Mimun, direttore del Tg5
15 Politica
Corriere della Sera Venerd 8 Luglio 2011 italia: 515050585854
ROMA Interessata a non
provocare strappi traumatici
con gli alleati stranieri, pres-
sata dalla condizione di incer-
tezza e di dubbia copertura
politico-legale nella quale si
trovavano da una settimana i
nostri militari allestero, la
maggioranza di governo ieri
ha raggiunto un compromes-
so e il Consiglio dei ministri
ha approvato allunanimit il
nuovo decreto di finanzia-
mento per le missioni milita-
ri italiane oltre frontiera.
Il provvedimento che ver-
r esaminato in Parlamento
dalla settimana prossima do-
vrebbe far scendere il costo
complessivo di queste opera-
zioni e del sostegno della Far-
nesina in materia dagli 810
milioni di euro del primo se-
mestre dellanno a 668 milio-
ni per i prossimi sei mesi.
Lappoggio della Lega, che mi-
nacciava di opporsi al varo di
un decreto successivo a quel-
lo scaduto a fine giugno, sta-
to ottenuto dal Popolo della li-
bert tramite il ministro della
Difesa Ignazio La Russa pro-
mettendo che degli attuali
9.250 italiani in divisa adesso
allestero ne torneranno nel
nostro Paese 2.078 entro il 31
dicembre. In gran parte, sar
un rientro privo di problemi.
In altri casi, le conseguenze
potranno essere valutate pi
avanti.
Nel rivendica-
re come succes-
so del suo parti-
to il ridimensio-
namento del to-
tale dei militari
impegnati nelle
missioni, il ministro della
Semplificazione normativa
Roberto Calderoli, leghista,
ha fatto notare: in estate la
prima parte dei 2.078 ragaz-
zi che tornano a casa saran-
no circa mille provenienti dal-
le operazioni per la Libia. Se
non ci fosse una guerra in cor-
so e se la ristrettezza di fondi
non fosse gi risaputa, si po-
trebbe dire che si tratta del-
laspetto delle decisioni di ie-
ri meno problematico. La Rus-
sa ha spiegato che 890 dei mil-
le rientreranno in Italia per-
ch dalla missione a coman-
do Nato verr ritirata la porta-
erei Garibaldi. Ne costituisco-
no lequipaggio.
Con lannientamento del-
laviazione di Muammar el
Gheddafi, ha sostenuto di fat-
to il titolare della Difesa, la
portaerei diventata non ne-
cessaria, la si rimpiazzer
con una nave pi piccola. Tre
aerei che impiegavano la Gari-
baldi per le uscite verso la Li-
bia decolleranno da basi in
Italia e potranno essere asse-
gnati a un impiego anche
pi flessibile. Unespressio-
ne usata in passato per indica-
re funzioni pi aggressive. Ie-
ri non stato specificato,
mentre La Russa ha tenuto ad
aggiungere che entro lanno
cominceranno riduzioni di
700 unit nella missione in Li-
bano, alla quale adesso parte-
cipano in 1.780, e in Kosovo.
Da una scheda diffusa a Palaz-
zo Chigi risulta che nei Balca-
ni i militari italiani caleranno
da 655 a 379, che 13 su 73 ver-
ranno via dallIraq. In Afgha-
nistan, nel quale gli Usa ve-
drebbero male tagli al nostro
contingente prima del 2012, i
connazionali in divisa sono
4.200. Cos resteranno que-
stanno.
Oltre alle incognite sulla fu-
tura sicurezza in Kosovo, non
scontato che ridurre il con-
tingente nella missione Unifil
in Libano sia gradito a Israe-
le. La Russa ha informato che
lItalia ha proposto sostituzio-
ni al Ghana e che lOnu ci riof-
fre il comando di Unifil. an-
che per dissuaderci da tagli. Il
ministro per ha detto che il
governo accetter se non
comporter rinforzi.
Stando a quanto affermato
a Palazzo Chigi, la missione
in Libia, prevista fino a set-
tembre, costata 142 milioni
di euro nel primo semestre e
scender a 60 nel secondo.
Per avere idea dellordine di
grandezza delle spese, stando
a quanto ha sperimentato da
capo di Stato maggiore della
Difesa Vincenzo Camporini
unora di volo di un Tornado
costa circa 40 mila euro, una
bomba Mk82 con kit a guida
laser decine di migliaia. Co-
me insegnava leconomista
Franco Modigliani, esistono
tanti modi di leggere i bilanci
quanto quelli di cuocere le uo-
va.
Maurizio Caprara
RIPRODUZIONE RISERVATA
7.172
i militari italiani che resteranno impegnati nelle missioni
allestero dopo il 31 dicembre prossimo
Calderoli rivendica il successo del suo partito
668
milioni i fondi per le
missioni allestero
nel 2 semestre 11
(erano 810 nel 1)
In Parlamento
Esteri
Missioni allestero ridotte:
via la Garibaldi dalla Libia
rientro per duemila soldati
Il provvedimento verr
esaminato in
Parlamento dalla
prossima settimana
La decisione Approvato ieri il nuovo decreto di finanziamento
16
Venerd 8 Luglio 2011 Corriere della Sera
#
italia: 515050585854
Dal Quirinale al Cdm
4.200 700
Ieri il Consiglio dei
ministri ha approvato
all'unanimit il nuovo
decreto di finanziamento
delle missioni militari
italiane oltre frontiera.
Entro fine anno 2.078
militari torneranno in
patria. Risparmio
previsto: 120 milioni
Il Consiglio
Supremo di Difesa
Il Consiglio
dei ministri
La credibilit
gli italiani in divisa sul fronte afghano. Questo contingente,
il pi numeroso presente allestero, rester invariato
i militari sul fronte libanese che si prevede rientreranno
entro fine anno
Due giorni fa La Russa
ha presentato al
Consiglio Supremo di
Difesa (organo che si
occupa di difesa e
sicurezza, presieduto dal
capo dello Stato) il piano
per contenere le spese
delle missioni militari
Il richiamo
La freddezza di Napolitano
verso il premier e la Lega
Berlusconi: ero contro la guerra, ho dovuto accettarla
Il presidente Saleh ricompare in tv
a un mese dal suo ferimento
ROMA Together in, to-
gether out... non ci possono es-
sere decisioni o ritiri unilatera-
li sulle nostre missioni milita-
ri allestero. La sbandierata ri-
duzione dei contingenti anco-
ra soltanto unipotesi, e que-
sto stato sottolineato con
grande nettezza, innanzitutto
dal ministro della Difesa. Per-
ch divenga una decisione ef-
fettiva bisogna procedere di
concerto con le Nazioni Unite e
con le organizzazioni interna-
zionali.
Dopo una mattinata di sorti-
te contraddittorie e di disorien-
tanti annunci di possibili retro-
marce, ci pensa il presidente
della Repubblica a rilegittima-
re limpegno italiano sui fronti
caldi del mondo e a garantirne
un orizzonte temporale coeren-
te con quello fissato in accordo
con gli alleati. Aveva comincia-
to Silvio Berlusconi, con una di-
chiarazione concepita probabil-
mente per dare soddisfazione
alla Lega: Io ero e sono contra-
rio allintervento in Libia, ma
ho dovuto accettarlo per un in-
tervento preciso del capo dello
Stato e per il voto di due com-
missioni alla Camera e al Sena-
to.
Insomma: il premier si sareb-
be volentieri affiancato alla
scelta della signora Merkel,
ma si ritrovato con le mani
legate, soprattutto dal Quiri-
nale. Unuscita molto sgradevo-
le, per Giorgio Napolitano.
Sgradevole per lincoerenza
che sottintendeva, oltre che
per il gioco a scaricare su spalle
altrui responsabilit proprie. Il
via libera alla missione, infatti,
era stato sancito in due diverse
sedute del Consiglio Supremo
di Difesa, cui era presente (as-
sieme a mezzo governo) pure il
Cavaliere.
Nello sbandamento generale
a poco servita limmediata
correzione del portavoce di Pa-
lazzo Chigi, Paolo Bonaiuti (la
libera espressione delle posizio-
ni non ha mai messo e non met-
te in discussione il ruolo istitu-
zionale di Napolitano), visto
che, nelle stesse ore, Umberto
Bossi vendeva politicamente
i primi tagli di soldi e di uomi-
ni deliberati dal Consiglio dei
ministri: Grazie alla Lega mi-
gliaia di ragazzi torneranno a
casa, saranno contenti i genito-
ri.
Ecco perch, in tanta confu-
sione (alimentata appunto dal
tormentato decreto di rifinan-
ziamento) il capo dello Stato si
fa subito sentire, pur precisan-
do di non voler esprimere al-
cun commento alle dichiarazio-
ni di esponenti del governo e
ministri. Dice, gelido, durante
una conferenza stampa al Quiri-
nale con il presidente tedesco
Christian Wulff: Ieri il Consi-
glio Supremo di Difesa ha riba-
dito limportanza della parteci-
pazione italiana alle missioni
internazionali per la pace, la si-
curezza, contro il terrorismo e
la pirateria, sotto legida delle
Nazioni Unite e della Nato.
un memorandum che non
lascia spazio a calcoli politici o
spinte emotive, sempre pronte
a rinnovarsi visto che siamo al-
lindomani di unaltra vittima
(in Afghanistan). Un richiamo
alla responsabilit, che punta a
sgombrare dissonanze, dubbi e
tensioni, perch la credibilit
internazionale del nostro Paese
si gioca anche su questo fron-
te. Stiamo discutendo di co-
me ridurre il costo delle missio-
ni. Ritiriamo, per esempio, dal
fronte marittimo della Libia la
nostra ammiraglia Garibaldi,
senza nulla togliere alla conti-
nuit della nostra partecipazio-
ne.
Vale a dire che, date le diffi-
colt delleconomia, qualche
sforbiciata di bilancio possibi-
le anche per le missioni. Ma
chiamarci precipitosamente
fuori, questo no. In particolare,
secondo Napolitano, non con
decisioni unilaterali. Per ora la
soluzione trovata dal Consiglio
dei ministri rappresenta forse
un compromesso accettabile. E
ci vale per il caso della Libia,
ma non solo. Si pu discutere
anche della missione Unifil in
Libano, di cui lItalia stata pro-
motrice e alla quale ha dato e
d un grande contributo... si
pu discutere di come questo
contingente possa essere ridot-
to.
Ma (e lavvertimento sem-
bra indirizzato ai refrattari le-
ghisti) andare oltre e pensare a
una massiccia smobilitazione o
addirittura al ritiro vagheggiati
da Bossi e Maroni un altro pa-
io di maniche. Ipotesi simili, in-
siste il presidente, potranno di-
ventare decisioni effettive
quando si sar raggiunto un ac-
cordo con lOnu e le altre orga-
nizzazioni.
Marzio Breda
RIPRODUZIONE RISERVATA
La credibilit del nostro
Paese si gioca anche su
questo fronte
Yemen
Un richiamo che punta a
sgombrare dissonanze,
dubbi e tensioni
SANAA Il presidente yemenita
Ali Abdullah Saleh comparso ieri
sera per pochi minuti alla tv
yemenita, a oltre un mese
dallattacco lanciato il 3 giugno
dalle forze anti-regime contro il suo
palazzo, in cui il ras era rimasto
gravemente ferito. Seduto su una
sedia, con il capo avvolto in una
kefiah e le mani e la braccia
bendate, il presidente ha affermato
di appoggiare il dialogo e di essere
favorevole a una condivisione del potere ma a
condizione che vengano rispettate la Costituzione e le
leggi dello Yemen. Ben venga la partecipazione
dellopposizione alla vita politica, ma solo a questa
condizione, ha detto Saleh nel messaggio registrato in
Arabia Saudita, dove si era recato il 5 giugno per cure
mediche e dove avrebbe subito otto operazioni. In
Yemen, ha per aggiunto, ci sono persone che hanno
interpretato male il concetto di democrazia, portando
tensioni nel Paese e sabotando le forniture di petrolio e
gas. Un chiaro avvertimento allopposizione che da
quattro mesi chiede invano la fine del suo regime che
dura da 33 anni.
Ras Ali Saleh
1
La precisazione Per il capo dello Stato quelle formulate ieri sono solo ipotesi da verificare con gli alleati
2
17 Esteri
Corriere della Sera Venerd 8 Luglio 2011
#
italia: 515050585854
18
Venerd 8 Luglio 2011 Corriere della Sera italia: 515050585854
SEGUE DALLA PRIMA
Piers Morgan stato il giovanissimo direttore del dome-
nicale News of The World, dal 1994 al 1996; il giudizio
compare sulla copertina dellautobiografia, The Insider.
Tra i suoi successori Andy Coulson, poi direttore della co-
municazione di David Cameron. E Rebekah Brooks, la pro-
tagonista del cataclisma editoriale di queste ore.
News of the World chiude, dopo 168 anni: le notizie del
mondo, in effetti, sono unaltra cosa. Ingaggiare investiga-
tori privati per intercettare i genitori di una ragazzina
scomparsa, i parenti delle vittime del terrorismo, i genito-
ri dei caduti in Afghanistan e in Iraq: non sono queste le
cose che sinsegnano nelle scuole di giornalismo.
Forse preoccupato per limminente decisione sullacqui-
sizione della britannica BSkyB, o dal boicottaggio degli in-
vestitori pubblicitari lanciato su Twitter (il New York Ti-
mes ieri ne ha fornito un resoconto), leditore ha scelto la
strada pi rapida e drastica: tutti a casa. James Murdoch,
figlio di Rupert, responsabile delle attivit in Europa e in
Asia, ha diffuso ieri un comunicato che gronda senso di
colpa aziendale. Rebekah Brooks, direttrice al tempo dello
scandalo, oggi chief executive di News International, ros-
sa di capelli e dimbarazzo, salva. Non per molto, forse.
Rupert Murdoch non ama la pornografia del dolore.
Vuole vendere (copie, immagini, spazio pubblicitario),
che unaltra cosa. Non ha unideologia, ha interessi. Non
ha amici negli affari, n idoli in politica: ha solo soci e alle-
ati. Gli uni e gli altri, quando serve, si cambiano. stato
thatcheriano con la Thatcher, blairiano col laburista Blair,
ora tornato filo-conservatore con Cameron. Fino a ieri si
diceva che scegliesse i primi ministri a Londra e spaventas-
se i presidenti a Washington. Oggi appare in difficolt: sa
bene che i suoi alleati politici sono cinici quanto lui negli
affari.
Le sue testate sono quanto
di pi diverso si possa imma-
ginare: tra la populista Fox
News americana e il compas-
sato Sky Tg 24 italiano, tra il
bellicoso Sun londinese e
listituzionale Wall Street
Journal non c altra parente-
la, se non quella creata dalla
comune propriet. Rupert
Murdoch viene definito ri-
tualmente uno squalo; ma nel mare interno italiano
lo ha dimostrato la cronaca di questi anni si rivelato
un branzino, finito nelle reti del conflitto dinteressi e pun-
tato dalle fiocine governative.
Rupert Murdoch e News Corporation stanno pagando
caro un errore che rischiamo di commettere in molti, di
questi tempi: dare alla gente solo e sempre ci che chiede.
un peccato che rende, nei media come in politica. Ma
prima o poi, come altri peccati, presenta il conto.
Solo chi ha vissuto in Gran Bretagna conosce lefficace
brutalit dei tabloid inglesi. Sanno mescolare sesso, san-
gue, sport, soldi, sensazionalismo; e servono il cocktail in-
sieme a commenti severi e minacciosi. Creano le celebrit
e le distruggono: la famiglia reale non fa eccezione. Lenfa-
si e la coerenza di un pub allora di chiusura somigliano
alle pagine del giorno dopo. Il pubblico vuole riconoscer-
si, eccitarsi, sentirsi giustificato e vedersi dar ragione: il
mercato in espansione questo, non solo in Gran Breta-
gna.
La parabola di News of the World lammiraglia di
questo giornalismo non rappresenta la fine di unepo-
ca. Indica soltanto che qualcuno ha esagerato. inutile sti-
lare decaloghi e redigere codici di comportamenti se
per qualche copia, un po di ascolti e alcuni clic - siamo
disposti a vendere tutto a tutti. A dare odio ai tifosi, nemi-
ci agli elettori, lacrime agli ingenui, spavento agli ansiosi,
nudit ai guardoni. La rossa Rebekah stata presidente
dellorganizzazione Women in Journalism e membro
della giuria dei Guardian Student Media Awards. Chis-
s se le ha dette, queste cose, ai giovani che sognano di
fare il nostro mestiere.
Beppe Severgnini
RIPRODUZIONE RISERVATA

Giornalismo
QUANDO IL CINISMO
VA OLTRE OGNI LIMITE
Arresto per lex portavoce di Cameron
La storia
LONDRA Britannico co-
me il roast beef e lo Yorkshire
pudding. Cos il direttore Staf-
ford Somerfield definiva il News
of the World alla vigilia dellac-
quisto da parte di Rupert Murdo-
ch. Era il 1969. Il giornale in lin-
gua inglese pi letto al mondo
era gi un pilastro dellinforma-
zione.
La sua nascita risale al primo
ottobre 1843. Costava appena 3
pence, la testata meno caro del-
lepoca. Il suo pubblico era la
working class che solo allora co-
minciava a leggere. Gi nel
1890, stando allo storico Mat-
thewEngel, era un ottimo gior-
nale. Nel 1891 la famiglia del-
leditore John Browne Bell lo
vendette al gallese Lascelles
Carr, che al timone del giornale
mise il nipote Emsley: un diretto-
re storico, rimasto alla guida del-
la testata per 50 anni che riusc a
portare le vendite a vette inspera-
te. Due milioni nel 1912, 3 milio-
ni nel 1920, 4 milioni nel 1939.
Senza il successo del News of
the World ha spiegato Roy
Greenslade, professore di giorna-
lismo alla London City Universi-
ty non sarebbero fioriti gior-
nali come il Daily Mail, il Daily
Express, il Daily Mirror. Un
marchio pieno di storia, quindi,
quello che termina domenica 10
luglio. La decisione ha spiega-
to Dan Wootton, un caporedatto-
re del giornale stata presa a
New York. Certo ha com-
mentato Dame Ann Elizabeth Le-
slie, storica giornalista di tabloid
, lui australiano, non ha la
stessa storia, le stesse tradizio-
ni.
C tutta la vita uma-
na. Questo il motto del
News of the World che, sep-
pure un tabloid, un giornale
alla ricerca di gossip, scanda-
li e scoop, ha realizzato cam-
pagne importanti. Assieme
al Sun stato il giornale delle
forze armate. Si battuto per
raccogliere fondi per le fami-
glie dei caduti e dei feriti, le
stesse famiglie i cui cellulari ha
poi intercettato per avere qual-
che storia in pi. Nel 2000, do-
po il rapimento e lassassinio del-
la piccola Sarah Payne, cominci
a pubblicare foto, nomi e indiriz-
zi di alcuni pedofili. Una mossa
che innesc sommosse per stra-
da, gente innocente aggredita
perch sospettata di violenze
contro minori (storico il caso di
un pediatra il cui studio fu assali-
to da vandali), una campagna
che ha portato per alla cosiddet-
ta legge di Sarah, che d acces-
so al registro dei pedofili.
E chi pu dimenticare la sto-
ria di Sarah Ferguson che a un
giornalista camuffato da sceicco
ha venduto per mezzo milione
di sterline laccesso allex mari-
to, il principe Andrea? O le scap-
patelle del principe Harry con la
bella di turno, i suoi esperimenti
con alcol e sostanze illegali, il
campione olimpico di nuoto Mi-
chael Phelps fotografato a una fe-
sta con una pipa piena di canna-
bis, le orge di Max Mosley? Tutti
scoop che, dignitosi o meno,
hanno fatto del News of the Wor-
ld un settimanale da tre milioni
di copie a settimana. La sua chiu-
sura, sicuramente, segna la fine
di unera.
Paola De Carolis
RIPRODUZIONE RISERVATA
Settimanale l| |orna|c p|u popo|arc dc| Rcno un||o vcndc ouas| |rc m|||on| d| cop|c. 0omcn|ca |u|||mo numcro |n cd|co|a
Spiare ignari cittadini,
non sono queste
le regole della nostra
professione
Rebekah la rossa
Il commento
News of the World, un secolo e mezzo di scoop
Copertina Una lettrice legge
della morte di Lady D
nellagosto 97. A sinistra la sede
di News International, a Londra
La scure di Murdoch
Chiuso il tabloid
pietra dello scandalo
Per il momento sembra
salva la poltrona dellex
direttrice Rebekah
Brooks, ora manager
Il giornale
londa|o nc| l8/3 a londra
comc |ab|o|d domcn|ca|c. ||
News of the World |a par|c
dc||a lcws Corpora||on d|
Rupcr| Hurdoch
Il successo
la r|cc||a. scsso. scanda|| c
scoop. l| |ab|o|d ha un
succcsso vcr|||noso.
2.GOG.397 cop|c vcndu|c
nc||apr||c 2Oll
Lepilogo
Travo||o da||o scanda|o
|n|crcc||a/|on|. vcdra |a sua
u|||ma cd|/|onc domcn|ca
Con lacqua alla gola Rupert Murdoch e Rebekah Brooks
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE
LONDRA Lei. Proprio lei
la regina della gutter press,
della stampa pettegola di bas-
sa fattura, lei, la Rebekah
Brooks che dirigeva nel 2002
il tabloid degli spioni, nel pri-
mo pomeriggio di ieri ha avu-
to il coraggio di presentarsi
in redazione e di annunciare
allo staff quello che poi James
Murdoch avrebbe pi tardi
pubblicamente confermato:
Il News of the World chiu-
de. E chiude subito, travolto
e affondato dallhackgate,
il Watergate britannico.
Domenica sar lultimo nu-
mero in edicola dopo 168 an-
ni di storia, di gossip amorosi
e sessuali sfrenati, di intrusio-
ni, di porcherie gonfiate e di
scoop. Due milioni e 800 mila
copie di diffusione domenica-
le che spariscono. Limmagi-
ne della testata compromes-
sa.
Ha pianto Rebekah, davan-
ti ai suoi collaboratori. Ma
erano lacrimoni ipocriti per-
ch quando il News of the
World rubava i messaggi e le
conversazioni dai cellulari di
tre ragazzine-bambine seque-
strate e uccise, quando li ru-
bava dai cellulari dei militari
morti in Afghanistan e Iraq,
era la rossa Rebekah che sta-
va alla testa del giornale. Pe-
r la signora si giustificata
sostenendo che era in vacan-
za e non sapeva che alcuni re-
porter avevano ordinato al-
linvestigatore privato Glenn
Mulcaire di intercettare 4 mi-
la ignari cittadini e di scippar-
ne le confidenze.
Rebekah Brooks ha scalato
il gruppo Murdoch, diventa-
ta la numero uno di News In-
ternational, la societ attra-
verso la quale lo Squalo
controlla quotidiani inglesi e
americani, e, cinica e perfida,
ha scaricato le sue responsabi-
lit. Chi paga sono i giornali-
sti e gli amministrativi del
News of the World, 500 dipen-
denti, quelli che con la sto-
riaccia nulla hanno a che spar-
tire in quanto ai tempi del-
lhackeraggio dal 2002 al
2006 non cerano o di altro si
occupavano. Ma lei la re-
sponsabile, si sono ribellati.
Il leader laburista Ed Mili-
band li appoggia: Se c una
persona che deve andare via
Rebekah Brooks.
I Murdoch, il boss Rupert e
il figlio James, sono con lac-
qua alla gola. Lhackgate li
sta travolgendo. Sacrificano
il News of The World sullalta-
re. E salvano (per quanto?) la
loro Rebekah, con la quale pe-
r dice la Sky News londi-
nese avrebbero gi discus-
so le dimissioni. Le azioni per-
dono quota. Gli inserzionisti
pubblicitari scappano. E la
conquista di BSkyB, la piatta-
forma per le trasmissioni sa-
tellitari, laffare televisivo del
secolo (una decina di miliar-
di di dollari), che sembrava
chiuso, slitta a dopo lestate.
uno scandalo. Nessuno
ne fuori. Nessuno pu scap-
pare: i pesci piccoli e i pesci
grossi. Finalmente il muro
dellomert si sgretola.
Il Times, che pure della
scuderia Murdoch, annuncia
arresti imminenti fra i mana-
ger di News International.
Che stia per scoccare lora di
Rebekah? I rumor portano a
pi indirizzi eccellenti. Il pri-
mo quello della Lady che
licenzia i colleghi. Poi quello
dellex direttore di News of
the World, Andy Coulson,
che dal giornalismo pettego-
lo e spione era passato diretta-
mente nel circolo dei pi in-
fluenti collaboratori del pre-
mier David Cameron. Andy
Coulson ha lasciato Downing
Street dove era responsabile
della comunicazione, ma nel
mirino degli investigatori ri-
masto. Che cosa sapeva del-
lhackeraggio? Amelia Hill del
Guardian, in tarda serata, an-
nuncia che Scotland Yard
lavrebbe gi allertato: doma-
ni (oggi per chi legge) Andy
Coulson sar arrestato. Per
Cameron, se lindiscrezione
fondata, si apre una voragine
politica.
Il capo del governo ha pro-
messo una rigorosa commis-
sione dindagine pubblica,
ma fra gli stessi conservatori,
a cominciare dal sindaco di
Londra Boris Johnson, gli si
chiede pi coraggio, gli si
chiede di spezzare i legami
con Andy Coulson (ormai al-
la vigilia della prigione) e con
Rebekah Brooks, pentita del
suo antico laburismo, oggi
scatenata fan tory. Proprio
Rebekah convinse lo Squa-
lo Rupert Murdoch, nelle ele-
zioni generali dello scorso an-
no, a spostare le bocche di
fuoco editoriali, il News of
the World, il Sun e il Times,
sul fronte conservatore.
Lhackgate si abbatte sui
centri del potere editoriale,
del potere politico ma anche
sulla polizia. Scotland Yard
aveva gi indagato sullhacke-
raggio ma aveva insabbiato.
Poi ripartita. Perch aveva
chiuso in fretta e furia il fasci-
colo? Un capitolo da scoprire.
Fabio Cavalera
RIPRODUZIONE RISERVATA
Il caso l| prcm|cr. por|arc | rcsponsab||| a |ud|/|o
19 Esteri
Corriere della Sera Venerd 8 Luglio 2011 italia: 515050585854
vogliamo esprimere tutta la preoccupazione e linsoddisfa-
zione dei dirigenti, dei quadri e delle alte professionalit che
noi rappresentiamo per i contenuti della manovra 2011-
2014.
Innanzitutto, questa manovra non introduce misure finalizza-
te ad aggredire la spesa improduttiva e i tanti sprechi che si
annidano nel fabbisogno pubblico attraverso una politica di
spending review, che consentirebbe di liberare importanti ri-
sorse da reinvestire su ricerca, innovazione e sulle infrastrut-
ture vitali per il futuro e la competitivit del Paese.
Il decreto rinvia la madre di tutte le riforme, quella del si-
stema fiscale, attraverso la quale, invece, sarebbe stato possi-
bile introdurre norme pi eque e strumenti pi efficaci per
ridurre labnorme livello di evasione ed elusione fiscale, ca-
ratteristica negativa propria del nostro Paese. Questo con-
sentirebbe di ridurre la pressione fiscale su lavoro, pensioni
e imprese, evitando ladozione di misure che penalizzano e
mortificano, ancora una volta, quelle categorie che da sem-
pre assolvono onestamente ai propri obblighi tributari e so-
no il motore del cambiamento e della modernizzazione.
La manovra 2011-2014 prende di mira come al solito il ceto
medio, che la componente fondamentale per la crescita del
Paese e, nel contempo, inasprisce la pressione fiscale, cen-
trale e territoriale, sui lavoratori dipendenti e sui pensionati,
in particolare su quelli di fascia medio-alta.
Il provvedimento grava nuovamente sui pensionati, soprat-
tutto su quelli che noi rappresentiamo, che vengono colpiti
con lintroduzione del blocco parziale della perequazione
automatica delle pensioni di importo mensile lordo supe-
riore a 1.428 euro e del blocco totale sopra 2.380 euro
mensili lordi (pari a circa 1.700 euro netti). Non certo
pensioni doro che in poco pi di un decennio hanno re-
gistrato una perdita del potere dacquisto tra l8% e il
10%, sono gi penalizzate da un adeguamento parziale an-
nuo al costo vita e sarebbero colpite per la quinta volta in
soli 13 anni. Questo nonostante lammonimento espresso
dalla Corte Costituzionale nella sentenza n. 316/2010 in
cui si afferma che la sospensione a tempo indeterminato
del meccanismo perequativo, ovvero la frequente reitera-
zione di misure intese a paralizzarlo, esporrebbero il siste-
ma ad evidenti tensioni con gli invalicabili principi di ra-
gionevolezza e proporzionalit perch le pensioni, sia pure
di maggiore consistenza, potrebbero non essere sufficien-
temente difese in relazione ai mutamenti del potere di ac-
quisto della moneta.
chiaro che, nel caso dovesse essere confermata tale iniqua
misura nei confronti dei nostri pensionati, in forza di tale am-
monimento, ci vedremo costretti a intraprendere tutte le pos-
sibili azioni a tutela dei nostri associati anche in sede giudizia-
ria e non escludendo anche di adire la Corte di Giustizia
dellAia.
Peraltro, questi pensionati gi colpiti dai blocchi della pere-
quazione co-finanziano forme contrattuali di assistenza sani-
taria integrativa che operano in una logica di sussidiariet
del SSN, tanto cara ad alcuni prestigiosi esponenti di questo
Governo, evitando di gravare sul servizio sanitario pubblico
che, comunque, contribuiscono a finanziare attraverso la fi-
scalit generale.
Come rappresentanti di parte significativa della classe dirigen-
te, non politica, di questo Paese teniamo molto al suo risana-
mento finanziario e al suo rilancio. Il nostro un Paese con
enormi potenzialit: chiediamo alla politica di farle esprime-
re, di valorizzarle, di non comprimerle e demotivarle. A que-
sta manovra manca unanima, non esprime un segnale forte
di discontinuit e cambiamento che chiami tutti i soggetti, in-
dividuali e collettivi, a un nuovo e pi forte senso di responsa-
bilit sociale.
Vorremmo non essere sempre i soli a fare sacrifici, ma so-
prattutto che i sacrifici di tutti servissero a fare investimenti e
a rilanciare leconomia per dare un futuro ai giovani, ai pre-
cari e a tutti i cittadini, per un reale sviluppo del Paese.
Signor Presidente del Consiglio, Signori Ministri, noi non
chiediamo un confronto rituale ma chiediamo, con grande
forza, di comprendere le nostre ragioni e di darci, con i fatti,
una risposta coerente.
LETTERA APERTA AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO
E AI MINISTRI DELLECONOMIA E DEL LAVORO
Guido Carella
PRESIDENTE MANAGERITALIA
Giorgio Ambrogioni
PRESIDENTE FEDERMANAGER
Egregio Signor Presidente del Consiglio,
Signori Ministri,
20
Venerd 8 Luglio 2011 Corriere della Sera italia: 515050585854
La partita si gioca in una zona di pericolo economico e politico. Ma i mercati credono a un accordo prima della scadenza del 2 agosto Lanalisi
Con l'America sull'orlo dell'abisso
fiscale, Barack Obama nei prossimi
giorni dovr giocarsi le poche carte
che ancora ha in mano con la stessa
freddezza con la quale, quasi tre mesi
fa, ostent tranquillit su un campo
da golf un'ora prima dell'assalto dei
Seals della Marina al covo di Osama
bin Laden.
E' convinzione diffusa nei mer-
cati, tra gli analisti politici, nelle can-
cellerie europee che alla fine un ac-
cordo si trover. I segnali emersi dal
confronto ancora interlocutorio di ie-
ri tra il presidente e il leader del Con-
gresso confortano questa previsione,
ma bene non dar nulla per scontato
perch stavolta tutta la partita si gio-
ca in una zona di estremo pericolo,
sia da un punto di vista politico che
economico.
Pericolo economico perch la gravi-
t della crisi ha per la prima volta ma-
terializzato ci che era fino a ieri im-
pensabile il rischio di default degli
Usa sul loro debito e impone a de-
mocratici e repubblicani una cura
da cavallo che, comunque verr mo-
dulata, avr conseguenze non irrile-
vanti sulla crescita e un impatto an-
che sull'Europa. Ma c' pure un gros-
so pericolo politico perch la gran-
de recessione, la perdita di otto mi-
lioni di posti di lavoro e l'esplosione
del debito pubblico Usa hanno pro-
dotto una radicalizzazione del dibat-
tito americano e una ventata populi-
sta che stanno rendendo tutto pi
difficile.
La speranza che, pur decisi a ne-
goziare fino all'ultimo con grande vi-
gore, democratici e repubblicani in
queste ore si stiano rendendo conto
che non possono tirare oltremisura
una corda che rischia di spezzarsi an-
che prima della fatidica scadenza del
2 agosto: la data oltre la quale, in as-
senza di un innalzamento del tetto
del debito federale, il Tesoro rischia
l'insolvenza. Con conseguenze oggi
imprevedibili.
A un primo sguardo i segnali non
sembrerebbero incoraggianti: i re-
pubblicani continuano a chiedere ta-
gli di spesa enormi, sacrifici anche a
carico dei pi poveri, e rifiutano di
prendere in considerazione ogni in-
cremento del prelievo fiscale o di
chiedere un contributo dei ceti pi
abbienti al risanamento delle finan-
ze pubbliche. E' una situazione che
ha spinto perfino David Brooks, cele-
bre columnist conservatore del New
York Times, ad accusare i repubblica-
ni di aver perso il loro storico buon
senso, il pragmatismo politico indi-
spensabile per governare.
I democratici, nota Brooks, hanno
accettato di varare una manovra basa-
ta per tre quarti su tagli di spesa men-
tre solo un dollaro su quattro dovreb-
be venire da maggiori entrate. Ma, an-
zich sottolineare questo loro indub-
bio successo politico e passare all'in-
casso, i repubblicani restano bloccati
sul no a ogni nuova entrata, frutto
di puro oltranzismo ideologico.
Il politologo progressista E.J. Dion-
ne, molto pi allarmato di Brooks, de-
scrive sul Washington Post un qua-
dro politico da brivido: Il Senato in
questi giorni ricorda i tempi della
guerra dei Balcani solo che stavolta
non c', in mezzo, una forza di pea-
cekeeping. In realt i negoziati, sia
pure a fatica, vanno avanti. Domeni-
ca scorsa il capo della maggioranza re-
pubblicana alla Camera John Boeh-
ner ha discusso riservatamente con
esponenti della Casa Bianca un piano
che prevede un aumento delle entra-
te fiscali di mille miliardi di dollari da
realizzare nel prossimo decennio sen-
za aumento delle imposte ma solo ri-
ducendo aree di esenzione (detrazio-
ni d'imposta) e gli sconti concessi ne-
gli anni scorsi.
Il leader repubblicano accetterebbe
di sfidare la prevedibile furia della de-
stra radicale dei Tea Party (che ha gi
giurato di boicottare la sua rielezione
al Congresso nel 2012) perch Oba-
ma sarebbe disposto a mettere sul
piatto tre miliardi di tagli di spesa: ri-
sparmi da realizzare sempre nell'arco
di dieci anni, intaccando anche Medi-
caid e Medicare, la sanit pubblica
per poveri e anziani, e le pensioni fe-
derali della Social Security.
Una manovra da quattromila mi-
liardi rassicurerebbe di certo i merca-
ti sulla capacit dell'America di ri-
prendere il controllo delle sue finan-
ze dissestate, ma, in un anno che
gi di volata elettorale, lascerebbe
aper t i i dubbi ci r ca l a r eal e
praticabilit di una simile ricetta e il
suo sfruttamento politico. Per appli-
care una simile cura da cavallo in
modo graduale, per evitare choc so-
ciali e ulteriori freni a una crescita gi
estremamente anemica, sarebbe ne-
cessario un accordo davvero biparti-
san, gestito senza strappi da una sor-
ta di grande centro che tagli a de-
stra i Tea Party e a sinistra i liberal,
gi convinti che Obama ha ceduto ai
conservatori su tutta la linea. E' vero-
simile che ci possa avvenire nell'an-
no che precede le presidenziali e in
un clima fin qui caratterizzato da una
crescente polarizzazione? Il dubbio
tutto americano, ma la questione sta
diventando rilevante anche dall'altro
lato dell'Atlantico, visto che fenome-
ni di radicalizzazione politica comin-
ciano a diffondersi anche in Europa.
Dove gli insuccessi del capitalismo fi-
nanziario alimentano anche discus-
sioni sulla riscoperta dell'interventi-
smo pubblico da parte dei delusi del
liberalismo economico.
Ma, al di l dei raffinati dibattiti po-
litici e ideologici, avr ancora senso
discutere di questo in Paesi ad eleva-
to indebitamento pubblico come il
nostro se perfino il presidente pro-
gressista della pi grande democra-
zia dell'Occidente, che ha ancora tra
le mani l'unica vera valuta di riserva
del mondo, sceglier la linea del rigo-
re assoluto chiudendo tutti i rubinet-
ti dell'assistenza?
Massimo Gaggi
RIPRODUZIONE RISERVATA
Ventata populista
Risparmi
Nel mirino
anche
la sanit
pubblica
(foto:
manifesta-
zione
di disabili)
DAL NOSTRO INVIATO
NEW YORK Lo schema
abbozzato: riduzione del defi-
cit per una cifra vicina ai 4 mi-
la miliardi di dollari, in cam-
bio del via libera all'innalza-
mento del debito che ha gi
toccato il tetto di 14.294 mila
miliardi di dollari, fissato per
legge. Ma, come ha comunica-
to lo stesso Barack Obama, l'in-
contro di ieri mattina con i lea-
der di democratici e repubbli-
cani (poco pi di un'ora alla
Casa Bianca), si chiuso senza
un accordo. Gli esperti dei due
partiti continueranno a lavora-
re con lo staff del presidente.
Ci rivedremo tutti domeni-
ca, ha annunciato lo stesso
Obama, lasciando il tavolo di
un confronto molto costrutti-
vo. Le posizioni ha ag-
giunto sono ancora distanti
su un largo spettro di temi,
ma tutti concordiamo sul fatto
che un'intesa necessaria.
Sulle cifre enormi, quasi im-
possibili, della finanza pubbli-
ca americana si incrociano le
possibilit di rielezione del lea-
der democratico, gli interessi
di tutte le lobby economiche e
sociali del Paese, l'attesa di pic-
coli risparmiatori e grandi in-
vestitori nel mondo.
Obama si presentato all'in-
contro di ieri con la solita car-
tellina blu su cui campeggia lo
stemma presidenziale: l'aquila
a stelle e strisce che artiglia un
pugno di frecce da una parte e
un ramo d'olivo dall'altra. Ma
questa volta il numero uno del-
la Casa Bianca ha indirizzato ai
repubblicani pi aperture che
attacchi. Per una ragione mol-
to semplice: la catastrofica ipo-
tesi di un crack di Stato (senza
precedenti) ricadrebbe in gran
parte sull'amministrazione in
carica, affossandone il capo. Fi-
nora il negoziato era rimasto
bloccato da un doppio veto. I
repubblicani chiedevano di sa-
nare il deficit tagliando solo la
spesa pubblica, a cominciare
dalle voci pi corpose: welfare
e assistenza sanitaria. Dall'al-
tra parte i democratici insiste-
vano sull'abolizione dei benefi-
ci fiscali concessi dal presiden-
te Bush a larghe fasce di citta-
dini e che arrivano a scadenza
alla fine del 2012.
Ieri Obama ha cercato di
uscire da una semplice logica
di mediazione (l'allenatore di
basket che sa solo chiedere il
time-out per citare il martel-
lamento satirico cui lo sottopo-
ne ogni sera la conservatrice
Fox tv). E allo speaker del Con-
gresso, il repubblicano John
Boehner, ha presentato una se-
rie di ipotesi tra le quali, alla
voce tagli, figuravano anche
per la prima volta i program-
mi di Medicare (assicurazione
per gli ultra 65enni), Medicaid
(assistenza medica per i citta-
dini a basso reddito) e Social
Security (le pensioni).
Gi due giorni fa, nel corso
di una conversazione via Twit-
ter aperta a tutti, Obama non
aveva escluso alcuna misura,
spiegando che il pacchetto
avrebbe dovuto avere due
componenti: un aumento del-
le entrate fiscali, cominciando
con l'abolire le esenzioni di
cui godono i milionari, i mi-
liardari e alcuni grandi gruppi
industriali; e un rigoroso
taglio della spesa pubblica,
passando in rassegna ogni
singola voce.
Ogni singola voce: questa
la chiave che pu convincere i
repubblicani ad accettare la
proposta di Obama. Non sar
facile, per, tradurla in concre-
to. Il presidente, nella sua rin-
corsa al partito avversario, de-
ve stare attento a non scoprir-
si troppo in casa. I senatori de-
mocratici, guidati da Harry
Reid, si sono pubblicamente
impegnati a tutelare le con-
quiste storiche delle due
grandi stagioni riformiste (So-
cial Security nel 1935 con Roo-
sevelt; Medicaid, Medicare,
nel biennio 1964-1965 con la
Great Society del presidente
Johnson). Se tocchiamo la
spesa sociale, con che faccia ci
presenteremo davanti agli elet-
tori la prossima primavera?
avrebbe chiesto, a muso duro,
Reid direttamente a Obama.
Ma sullo sfondo ci sono i nu-
meri e le tabelle del Segretario
al Tesoro Timothy Geithner: il
tetto del debito pubblico ha
gi raggiunto il 16 maggio
scorso la soglia prefissata. Se il
Parlamento non autorizza a
vendere nuovi bond, il siste-
ma America finisce diritto nel
caos finanziario. Geithner ave-
va chiesto un voto entro il 2
agosto. Ma a quanto pare il
tempo a disposizione ancora
pi corto.
Giuseppe Sarcina
RIPRODUZIONE RISERVATA
Proposta ai repubblicani: ridurre il Welfare, ma pi tasse ai ricchi
La crescita
Una Casa Bianca meno statalista
per colmare la voragine del debito
Incontro
Barack Obama
(compir 50
anni il 4 agosto)
con lo speaker
della Camera, il
repubblicano
John Boehner,
nella Cabinet
Room della Casa
Bianca dove ieri
ha incontrato i
leader
parlamentari per
cercare un
accordo sulla
riduzione del
deficit pubblico
(Mandel
Ngan/Afp)
La cura da cavallo, comunque
modulata, avr conseguenze
non irrilevanti sulla crescita
La radicalizzazione del dibattito e
la ventata populista che stanno
rendendo tutto pi difficile
Leader
Il deficit Trattative (ancora in alto mare) con lopposizione. Stop di Reid: le conquiste sociali non si toccano
Tagli alla spesa, il rebus di Obama
21 Esteri
Corriere della Sera Venerd 8 Luglio 2011 italia: 515050585854
3.360
Scontro sul testo. Bersani: fermatevi
I pazienti in stato vegetativo
in Italia. Per ognuno di loro il
servizio sanitario paga in
media 165 mila euro allanno
Lemergenza lannunc|o d| Ca|doro
Approvato
l| 3.2O2O. approva|o |cr|
da||a Camcra. d|cc chc
scr|vcndo || propr|o
|cs|amcn|o b|o|o|co
sara poss|b||c |nd|carc
so|o | |ra||amcn|| cu| s|
vuo|c csscrc so||opos||
|n caso d| pcrd||a d|
cosc|cn/a c non ouc|||
chc non s| vo||ono
Da approvare
l| 3.3OOl. a| vo|| |a
pross|ma sc|||mana.
con||cnc un no sccco
a| oucs||o sc s| possa
oppurc no |n|crrompcrc
||dra|a/|onc c |a
nu|r|/|onc pcr un
ma|a|o |crm|na|c. un
passo |nd|c|ro r|spc||o
a||a mcd|a/|onc |a||a |n
comm|ss|onc
Cronache
Vietato indicare
le cure rifiutate
nel biotestamento
S da otto Regioni
allo smaltimento
dei rifiuti di Napoli
ROMA Erano due gl i
emendamenti della discordia
allarticolo 3 sul testamento
biologico, larticolo clou di que-
sto testo di legge. Ieri la Came-
ra ne ha approvato uno, il
3.2020. Ma stato sufficiente a
far scoppiare la bagarre. Per-
ch questemendamento, scrit-
to da Lucio Barani (Pdl) e Paola
Binetti (Udc), dice che scriven-
do il proprio testamento biolo-
gico sar possibile indicare sol-
tanto i trattamenti cui si vuole
essere sottoposti in caso di per-
dita di coscienza e non permet-
te invece di scegliere quelli che
non si vogliono. Praticamente
si vanifica il concetto stesso di
testamento biologico.
Questo emendamento (ap-
provato ieri mattina con 257 s
e 239 no) ha fatto infuriare le
opposizioni e spinto il segreta-
rio del Pd Pier Luigi Bersani a
fare una richiesta accorata: Mi
appello alla nostra comune
umanit e alla piet verso la
persona umana che abbiamo
imparato dai nostri padri e dal-
le nostre madri. Fermiamoci.
Continuando ad approvare
emendamenti annunciati si ar-
river al punto che il legislato-
re dir a una persona che potr
essere libera dalla tecnica, dal-
le macchine e dai tubi soltanto
quando sar morta e potranno
essere avviate le procedure per
il trapianto.
A Bersani ha risposto Fabri-
zio Cicchitto, capogruppo del
Pdl. Gi laltro ieri i due aveva-
no battibeccato sugli stessi
punti del disegno di legge e ieri
Cicchitto ha affondato: La veri-
t che se non ci fosse stata la
battaglia di Beppino Englaro
con sua figlia Eluana non sta-
remmo qui a discutere un testo
di legge. Quella battaglia ha in-
nescato un meccanismo giudi-
ziario con sentenze di giudici
anche contraddittorie. Ecco
quindi cosa stiamo facendo in
Parlamento: un percorso non
scelto, ma obbligato da una
sentenza.
La votazione a Montecitorio
ieri si interrotta allora di
pranzo, a met degli emenda-
menti allarticolo 3. Prima di
votare il secondo emendamen-
to che far ancora pi discute-
re la prossima settimana: lidra-
tazione e la nutrizione. Si pu
interrompere oppure no per
un malato terminale? Lemen-
damento 3.3001, presentato
dal relatore della legge, dice un
no secco e fa fare un passo in-
dietro rispetto alla mediazione
raggiunta in commissione, e
chiude la strada a qualsiasi
compromesso con lopposizio-
ne. Mi auguro che in questi
giorni non ci siano nuovi scon-
tri, ma un lavoro comune con
grande equilibrio, prova a cal-
mare gli animi Pier Ferdinando
Casini, leader dellUdc. E ag-
giunge: Nessuno sottovaluti
lappello di Bersani di cui ap-
prezzo lo spirito, ma si ricordi
che in questi due giorni ho vi-
sto un grande senso di respon-
sabilit e toni di reciproco ri-
spetto e pacatezza. Non un ca-
so che molti gruppi, anche il
mio, abbiano dato libert di co-
scienza ai parlamentari.
Sul tema intervenuto an-
che lOsservatore Romano con
un articolo intitolato: Uccidia-
mo solo la sofferenza. Il testo
torner in aula alla Camera
marted prossimo, si devono
ancora votare sei articoli e mez-
zo.
Alessandra Arachi
RIPRODUZIONE RISERVATA
In Parlamento C|cch|||o. un pcrcorso obb||a|o
In strada
Sacchetti
di spazzatura
abbandonati
sulle strade
del quartiere
Ponticelli: si
stima che per
le strade di
Napoli ci siano
ancora 1.400
tonnellate
di rifiuti
(Fotogramma)
ROMA Il governatore
della Campania Stefano Cal-
doro venuto ieri a Roma per
unaudizione alla commissio-
ne Ambiente della Camera. E
ha finalmente potuto annun-
ciare che oggi ci saranno le
prime firme degli accordi con
alcune Regioni disponibili ad
accogliere i rifiuti della Cam-
pania.
Il governatore della Campa-
nia ha allargato le braccia:
Siamo in piena criticit, an-
cora. Abbiamo utilizzato tut-
te le capienze extra-provincia
di Napoli. Caldoro ammette
che al momento si profila
una fase acuta per via del
riempimento degli impianti
di tritovagliatura, gli Stir, che
vengono usati come discari-
che temporanee.
Adesso si aspettano i primi
nulla osta delle Regioni in ba-
se al decreto sui rifiuti appe-
na approvato dal Consiglio
dei ministri. Secondo Caldo-
ro gi oggi ne potrebbero arri-
vare due o forse anche tre.
Ma nel piano di smaltimento
rifiuti le societ provinciali
campane hanno individuato
almeno otto Regioni disposte
ad accogliere i rifiuti di Napo-
li e di tutta la Campania.
Le Regioni sono la Sicilia e
la Puglia, le Marche e la Tosca-
na, lEmilia Romagna e la Li-
guria, la Lombardia e il Trenti-
no Alto Adige. Con queste Re-
gioni andranno stretti accor-
di che dopo il nulla osta politi-
co dovranno essere concretiz-
zati fra gestori di impianti.
Mentre Caldoro annuncia
che, nel frattempo, potrebbe-
ro aggiungersi altre due Re-
gioni alla lista delle otto, dal-
lufficio flussi della Regione
Campania hanno pronto un
provvedimento per liberare
gli Stir della provincia di Na-
poli e portare la frazione umi-
da (gi trattata nei siti parte-
nopei) in alcune discariche di
Avellino, Benevento, Caserta.
Il provvedimento, operativo
gi da ieri sera, tiene conto
delle esigenze della Sapna (la
societ provinciale addetta al-
lo smaltimento dei rifiuti del-
la provincia di Napoli) e con
lAsia (lazienda dei rifiuti di
Napoli).
RIPRODUZIONE RISERVATA
Gli emendamenti
22
Venerd 8 Luglio 2011 Corriere della Sera italia: 515050585854
San Raffaele, parte il piano anti-crac delle banche
La segreteria di Stato e il cambio al vertice previsto allistituto
Dino Boffo
MILANO Via libera al piano anti-crac
delle banche, altri due nuovi soci nel
consiglio di amministrazione. Sotto i colpi
di un debito da quasi un miliardo di euro
il prete manager don Luigi Verz perde di
fatto il controllo del San Raffaele, il colosso
sanitario fondato negli anni Settanta.
Laccordo con i fornitori, esposti per 460
milioni di euro e non pagati da quasi due
anni, verr trovato in Tribunale. Nel
frattempo saranno ufficializzati oggi i sei
nuovi consiglieri di amministrazione della
Fondazione Monte Tabor che guida il polo
ospedaliero. Entrano il preside
dellUniversit Vita Salute del San Raffaele
Massimo Clementi e il docente di
accounting della Bocconi, Maurizio Pini.
Sono loro, insieme col primario di
anestesia e rianimazione Alberto Zangrillo,
i promoter dellarrivo di un finanziamento
da parte di una charity internazionale (un
miliardo di euro in 3-5 anni). Gli altri
quattro consiglieri in arrivo nel Cda sono
espressione della Santa Sede, impegnata
nel salvataggio del San Raffaele con lo Ior
(la banca vaticana): il presidente
dellospedale Bambin Ges Giuseppe
Profiti, il presidente dello Ior Ettore Gotti
Tedeschi, limprenditore Vittorio Malacalza
e il giurista Giovanni Maria Flick. Il
settimo componente del board resta don
Verz, ma senza pi i suoi fedelissimi.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Treni e bus fermi il 21 e 22
luglio. Filt Cgil, Fit Cisl,
Uiltrasporti, Ugltrasporti, Orsa,
Faisa e Fast hanno proclamato
uno sciopero di 24 ore a
sostegno della vertenza per la
sottoscrizione del nuovo
contratto della mobilit. Il 21
fermi bus extraurbani, il 22
bus, metro e tram urbani.
Dalle 21 del 21 luglio alla
stessa ora del 22 stop dei treni.
Il direttore di
Sat2000: mi auguro
che le indiscrezioni
siano smentite
Una professoressa, membro di
una commissione desame al
liceo Galileo Galilei di
Palermo, ha tentato il suicidio.
La donna, 40 anni, avrebbe
tentato di togliersi la vita
perch ha creduto di non avere
valutato correttamente i
compiti scritti di matematica
alla prova di maturit. La
Procura ha aperto uninchiesta.
Il prete manager don Verz
Brevi
Un uomo con problemi
mentali prima ha ferito con un
grosso coltello da cucina
uninfermiera della comunit
terapeutica che lo ospitava, poi
sceso in strada e ha colpito
altri due passanti. successo
ieri nel quartiere San Giovanni
di Roma. Marco Luzi, 28 anni,
ha rischiato di essere linciato
dalla folla. Arrestato, stato
ricoverato in ospedale.
Bus e treni fermi
il 21 e 22 luglio
CITT DEL VATICANO Il
cardinale Attilio Nicora che la-
scia la guida dellApsa, lAmmi-
nistrazione del patrimonio del-
la sede apostolica, per dedicar-
si a tempo pieno allAuthority
antiriciclaggio; la presidenza
dellApsa affidata allarcivesco-
vo Domenico Calcagno, gi se-
gretario, e il posto di vice
che passa a monsignor Luigi
Mist, finora economo della
diocesi di Milano. Prima che
Benedetto XVI partisse per le
vacanze a Castel Gandolfo, ieri,
la Santa sede ha annunciato le
ultime tappe di una tabella di
marcia che va avanti con calma
ma senza esitazioni, secondo il
governo del Papa e del suo se-
gretario di Stato, dicono Oltre-
tevere: una tabella che finisce
per riguardare anche le opera-
zioni in atto ma non ancora
definite sul San Raffaele e
lIstituto Toniolo, la cassafor-
te che gestisce luniversit Cat-
tolica e il Policlinico Gemelli.
La contesa sul controllo del
Toniolo, negli ambienti vicini
alla Terza loggia del palazzo
apostolico, viene considerata
come un altro esempio del
nuovo corso iniziato nel
2009 con la nomina dei nuovi
vertici dello Ior. In nome del
rinnovamento, il segretario
di Stato Tarcisio Bertone, come
gi a febbraio, tornato a chie-
dere al cardinale Tettamanzi di
dimettersi dalla presidenza del-
listituto e liberare tre posti nel
comitato permanente che dal
2002 guidato da uomini vici-
ni allallora presidente della
Cei, Camillo Ruini. Tettamanzi,
ora amministratore apostoli-
co a Milano, a sua volta riven-
dica il coraggioso cammino di
rinnovamento gi intrapreso
ed deciso invece ad aspettare
larrivo a settembre del nuovo
arcivescovo, il cardinale Ange-
lo Scola. Del resto significati-
vo che la Santa sede stia medi-
tando da tempo di studiare mo-
difiche allo statuto del Toniolo
oggi persona giuridica di
diritto privato, fuori dallordi-
namento canonico anche
per sbloccare il sistema di no-
mina nel comitato, che oggi av-
viene per cooptazione.
Il Papa d una lezione for-
midabile di pulizia, candore,
trasparenza e cultura. La logica
della lotta di potere mi sembra
sia avulsa da questo pontifica-
to e quindi mi auguro che le in-
discrezioni siano smentite,
commentava ieri Dino Boffo,
direttore di rete di Sat2000 e
membro del comitato del To-
niolo. Fonti vicine alla Segrete-
ria di Stato, peraltro, si mostra-
no sicure: Il cardinale Bertone
si identifica con il Papa, Bene-
detto XVI a volere il cambia-
mento e la trasparenza: chi di-
stingue tra il pontefice e il suo
segretario di Stato o in mala-
fede o non ha capito nulla. Di
certo, si conferma il progetto
di una grande entit del setto-
re sanitario che veda collegati
Bambin Ges, San Raffaele e
Gemelli. Il momento delica-
to, il cardinale Nicora ha chie-
sto al Papa di lasciare lApsa
per dedicarsi in modo esclusi-
vo allAutorit di informazio-
ne finanziaria e definire un
passaggio storico: lingresso
della Santa sede nella white list
dellOcse, i Paesi che aderisco-
no alle norme antiriciclaggio.
Dopo il motu proprio di Be-
nedetto XVI per la prevenzio-
ne e il contrasto delle attivit il-
legali in campo finanziario e
monetario, la nuova legge va-
ticana in vigore da aprile. Del
resto, presidente dellAuthori-
ty e dellApsa, Nicora si trovava
a essere controllore e controlla-
to. Cos allApsa si scelta la
continuit nominando monsi-
gnor Calcagno, vicino a Berto-
ne. Resta da scegliere il nuovo
presidente del governatorato:
si va verso la nomina del nun-
zio in Italia, Giuseppe Bertello.
Gian Guido Vecchi
RIPRODUZIONE RISERVATA
Toniolo, il Papa per il nuovo corso
Prof sbaglia i voti
Tenta il suicidio
Fugge dalla clinica
e accoltella 3 persone
SCIOPERO
Milano Dopo la richiesta di Bertone a Tettamanzi di dimettersi. Altre nomine sulla gestione del patrimonio
CATANIA
Avvicendamento Da sinistra i cardinali Angelo Scola e Dionigi Tettamanzi: il passaggio di testimone previsto per settembre
ROMA
23 Cronache
Corriere della Sera Venerd 8 Luglio 2011 italia: 515050585854
ROMA AAA cercasi gio-
vani geni per un posto fisso
da 007. Analisti, informatici,
ingegneri, menti brillanti per
una carriera nellintelligence
italiana. Come le spie di Sua
maest che si rivolgono a
Cambridge e a Oxford e la Cia
che va a caccia di giovani cer-
velli perfino a Berkeley, culla
delle proteste studentesche
degli anni 60 e ancora oggi
nursery della sinistra statuni-
tense, anche i servizi segreti
italiani cercano negli atenei
gli agenti del futuro. A breve i
primi giovani super laureati
saranno assunti dal Dis, il di-
partimento delle informazio-
ni per la Sicurezza. E non so-
lo. Da novembre cominceran-
no alla Sapienza di Roma cor-
si di laurea, master e dottora-
ti specifici per chi vuole entra-
re nei servizi.
Una vera e propria rivolu-
zione per lo spionaggio italia-
no, che completa la riforma
del 2007: Bisogna avere
agenti dei servizi preparati di-
versamente rispetto al passa-
to, spiega il direttore del Dis
Gianni De Gennaro. Sono le
minacce di intrusioni infor-
matiche, gli attacchi ciberneti-
ci, oltre al terrorismo interna-
zionale, a rendere necessari
non solo agenti operativi, ma
anche esperti nella raccolta e
nellanalisi di informazioni
utili alla protezione degli inte-
ressi politici, economici, mili-
tari, scientifici, industriali del
Paese. Giovani specializzati
in informatica, sistemi di si-
curezza delle reti, economia.
Ma il cui reclutamento possa
avvenire con le garanzie che
lintelligence richiede. Il pre-
fetto De Gennaro diretto:
Non dobbiamo inserire vi-
rus nel sistema. Negli anni
scorsi lAisi e lAise, le agen-
zie per la sicurezza italiane,
hanno contattato 26 atenei
che hanno segnalato possibi-
li candidati; lo screening fina-
le li ha ridotti a 40 e i primi 15
saranno assunti prossima-
mente. Si tratta solo di una
prima tranche: c poi una se-
conda sessione con altri 80
candidati che passeranno al-
tre selezioni.
A sancire il lega-
me con le universi-
t De Gennaro, at-
traverso la Scuola
di formazione del
Dis, ha stretto un
accordo con la Sa-
pienza per un ma-
ster che potenzie-
r un corso gi esistente con
linserimento di materie giuri-
diche ed economiche. A una
carriera nei Servizi pensano
in tanti: attraverso un annun-
cio sul suo sito, il Dis dal
2009 ha raccolto 16.500 do-
mande, l85% da uomini, il
15%da donne. Solo 3.400 han-
no passato la prima selezio-
ne.
LItalia non si spinge quan-
to la Cia, che qualche anno fa
puntando a contattare giova-
ni high tech, si fatta pubbli-
cit nei videogame. La Cen-
tral Intelligence Agency ha ad-
dirittura un sezione del sito
dedicata alle opportunit
per gli studenti (per portarsi
avanti con la procedura sono
gi online quelle per lestate
2012), in varie specializzazio-
ni, dallanalisi ai servizi inge-
gneristici e per la sicurezza in-
formatica. E anche lMI5 e l-
MI6, storiche agenzie di spio-
naggio britanniche, si rivolgo-
no a brillanti laureati offren-
do loro stimolanti carriere
tramite una sezione dei loro
siti Internet.
Parlando di universit e
007 vengono in mente trame
internazionali, come quelle
emerse dalle memorie dellex
agente dellMI5 Peter Wright.
Spycatcher, il titolo del li-
bro del 1987 (censurato per
un periodo), scritto con il re-
gista Peter Greengrass, sui
magnifici cinque, il gruppo
di spie sovietiche tra le quali
Kim Philby, reclutate a Cam-
bridge prima della Seconda
guerra mondiale e insinuate-
si in posti chiave del gover-
no.
Melania Di Giacomo
RIPRODUZIONE RISERVATA
Assegni di ricerca pi alti e fondi ai virtuosi
Ministro
Mariastella
Gelmini
Scelti i primi 15, ora si punta al web
ROMA Assegni di ricerca da 16 mila a 19.630
euro, riduzione dal 2008 di un quarto dei corsi
di laurea passati da 5.879 a 4.389 e (misura
ancora da finalizzare entro questo mese) pi
risorse agli atenei che rispondano a determinati
criteri di qualit e merito: rispetto al 2009 la
quota passa dal 7 al 13,5% (da 720 a 930
milioni). Secondo il ministro Mariastella
Gelmini il grosso del lavoro sulla riforma
dellUniversit fatto: 32 decreti attuativi sono
pronti e a breve saranno firmati i restanti 6.
Per esempio il regolamento sul
commissariamento delle Universit con i conti
in rosso, che non rispetteranno le regole sulla
contabilit economico-patrimoniale, previste
dalla nuova riforma, seppure unextrema
ratio, sar completato per settembre e il
sistema potrebbe partire anche prima del
2014. Ancora qualche mese per sbloccare le
nuove procedure di abilitazione scientifica
nazionale, prerequisito per diventare
professore universitario. Ed in dirittura
darrivo il provvedimento che punta a favorire
linternazionalizzazione. Per la prima volta
saranno attivati corsi di medicina in inglese,
compreso il test di ingresso, allUniversit di
Milano, alla Sapienza e a Pavia.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Agenti segreti
Trenta minuti
di ombrellone
ai venditori
Dati rubati, pronta una class action contro i rettori
Lattacco
Documenti rubati e messi
in Rete: si leggono nomi,
parole chiave, indirizzi
e numeri di telefono
La scheda
Nei giocattoli
trovate
uova di pesce
I master
Al cinema
A sinistra, Matt
Damon e Julia
Stiles in una
scena di
The Bourne
Ultimatum
(2007), film del
regista Paul
Greengrass
Lo 007
Sean
Connery nei
panni di
James Bond,
il pi celebre
007 del
cinema,
creato da
Ian Fleming
Impossibile
Tom Cruise
una spia
dellImf, il
reparto
segreto
della Cia, in
Mission
Impossible
3 (2006)
Negli Usa
Il quartier
generale
della Cia
(Central
Intelligence
Agency), a
Langley, in
Virginia
(Brack/Pool)
ROMA Il bilancio, alme-
no stando a quel che per ora
affermano dalle universit,
solo quello di qualche sessio-
ne desame saltata. Ma se dai
18 atenei italiani minimizza-
no le conseguenze dellincur-
sione degli hacker che marte-
d notte hanno trafugato pas-
sword e dati anagrafici dai da-
tabase delle universit, pi
preoccupati paiono gli stu-
denti. Che minacciano una
class action da avviare nei
confronti dei rettori che non
hanno attuato accortezze e
misure per evitare la divulga-
zione dei dati personali. Se-
condo il coordinatore nazio-
nale dellUnione degli univer-
sitari Michele Orezzi la que-
stione gravissima. Nelle
pagine personali prese di mi-
ra dalla crew di pirati infor-
matici che potrebbero non
essere italiani secondo gli in-
vestigatori del Cnaipic, il cen-
tro anticrimine informatico
del Viminale diretto dal vice-
questore Tommaso Palumbo
sono riporta-
ti i pagamenti del-
le tasse, si pu ri-
cavare il reddito,
sono contenute
le domande di in-
validit. impen-
sabile che una
mera incursione
informatica possa "bucare" in
questo modo le banche dati
degli atenei. Sono gi pronti
ricorsi ed esposti da presenta-
re al Garante della privacy e
alle Procure, annuncia lasso-
ciazione che stima in almeno
500 mila, tra studenti e pro-
fessori, i danneggiati dallin-
cursione degli hacker. Le
conseguenze dellattacco pe-
r sono tutte da valutare
prosegue Orezzi . Con le
password violate, chiunque
ora pu leggere migliaia di
email. Ma dalle universit ri-
dimensionano. Nessun buco.
Nessun prelievo di dati sensi-
bili. Sono arrivati soltanto a
un sito periferico ospitato su
un server esterno. Il Cas (Cen-
tral Authentication Service)
integro. Hanno ricavato infor-
mazioni su appelli e calenda-
ri didattici, che sono pubbli-
che. Nessun dato sensibile,
la risposta delluniversit
Milano Bicocca.
Danno minimo, anche se-
condo la Bocconi: Lunica ap-
plicazione raggiunta una
vecchia procedura scritta in
open source, ma i dati allin-
terno sono di dominio pubbli-
co. Hanno scaricato anche un
file con le password delle
aziende ma sono crittografa-
te, quindi inutilizzabili, ha
spiegato Mauro Poloni, diret-
tore dei sistemi informativi
delluniversit Bocconi.
Le password crittografate
per non sono una procedu-
ra di sicurezza adottata da tut-
ti gli atenei. Nei documenti
messi in rete da LulzStorm si
leggono accanto ai nomi de-
gli studenti migliaia di parole
chiave in chiaro, oltre a indi-
rizzi, numeri di telefono fissi
e di cellulare e codice fiscale.
Appare cos la cartella users
delluniversit di Salerno
(unisa.it), per esempio.
Esistono diversi livelli di si-
curezza e ogni ateneo si pro-
tegge come e quanto crede.
Non in tutte le universit per
esempio si dialoga utilizzan-
do lindirizzo istituzionale
(es: nomecognome@uniboc-
coni.it), c ancora chi invia e
riceve da quello privato (es:
nomecognome@hotmail.it)
che per un pirata informatico
unautostrada per arrivare a
dati sensibili. Utilizzare lin-
dirizzo istituzionale una ga-
ranzia di sicurezza minima.
Ma con questo blitz stato di-
mostrato che non una pro-
cedura adottata da tutti.
Per LulzStorm gli studenti
italiani sono nelle mani di
idioti, gli hacker parlano di
debolezza del sistema infor-
matico degli atenei. E minac-
ciano possibili nuovi blitz. I
ragazzi almeno sono stati av-
visati: Change your passwor-
dz, guys.
Federica Cavadini
Alessandro Fulloni
RIPRODUZIONE RISERVATA
Roma Dopo lincursione di alcuni hacker nei database di 18 atenei. Gli studenti: fatto gravissimo. Le universit: danni minimi
Super laureati
Gli 007 reclutati
allUniversit
A novembre, alla Sapienza di
Roma inizieranno corsi di laurea,
master e dottorati specifici
Pisa
La Gelmini: per la Riforma il grosso del lavoro stato fatto
Hacker
Laccount
LulzStorm;
a lato,
giovani di
Anony-
mous
Il libro
Sopra, la
copertina di
The Bourne
Ultimatum, il
romanzo di
Robert Ludlum
che ha ispirato
la saga dove
protagonista
l'ex agente
segreto Jason
Bourne. David
Webb un
soldato
reclutato dai
servizi segreti
in Vietnam con
lidentit di
Jason Bourne
I precedenti
Le spie di Sua
maest si
rivolgono a
Cambridge e a
Oxford, la Cia
alla Berkeley.
Da novembre
alla Sapienza di
Roma corsi di
laurea e master
per entrare
nei servizi
Monza
Sicurezza Analisti, informatici e ingegneri i pi richiesti
Tutti hanno diritto a un
attimo di riposo allombra,
di fronte al mare. Da questa
idea nata liniziativa dello
stabilimento balneare
Vittoria di Marina di
Pisa, ribattezzata
lombrellone del
viandante: un ombrellone
con i colori della pace,
indicato da un cartello
multilingue, sotto cui si
pu riposare gratis per 30
minuti. Un sollievo per i
venditori ambulanti
stremati dal caldo, ma
anche per gli anziani alle
prese con le abituali
passeggiate del mattino.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Spiaggia Il bagno Vittoria
Gli agenti dei Nas hanno
sequestrato a Monza 150
mila nuove confezioni di
Skifidol del mare, mostri
giocattolo importati dalla
Cina, che erano in realt
uova di crostacei. I sequestri
effettuati dallinizio del 2011
hanno riguardato 300 mila
pezzi. I giochi, destinati alla
vendita in edicola, erano
uova di Artemia salina, pi
nota come scimmia di mare.
Gi da gennaio il ministero
della Salute ne aveva vietato
il commercio: limportazione
di animali infatti regolata
da speciali norme e controlli.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Loperazione I Nas a Monza
24 Cronache
Venerd 8 Luglio 2011 Corriere della Sera
#
italia: 515050585854
MILANO Il segno pi
non una sorpresa. Separazio-
ni e divorzi crescono, seguen-
do l a tendenza: 85. 945 e
54.456 nel 2009 (+2,1% e
+0,2%). Ma crescono meno
(dal 2007 al 2008 lincremen-
to fu di +3,4% e +7,3%). E
questo si spiega con le difficol-
t economiche di un gran nu-
mero di persone, dice il so-
ciologo della famiglia Pierpao-
lo Donati. C un incremento,
per, che significativo nel-
lultimo rapporto Istat diffuso
ieri. E riguarda le persone che
hanno superato i 60 anni. Dal
2000 al 2009 le separazioni
che hanno coinvolto uomini
ultrasessantenni sono passate
dal 5,9% al 9,4 per cento: in
termini assoluti da 4.247 a
8.086. Quanto alle donne, so-
no salite da 3,6 a 6,1 per cen-
to, cio da 2.555 a 5.213.
Pantere grigie protagoniste
anche nella sfera affettiva.
Ventanni fa un pensionato
era principalmente un nonno.
Da lui ci aspettavamo che fa-
cesse le parole crociate e gio-
casse a bocce, racconta la te-
rapeuta di coppia Gianna
Schelotto. Oggi no. I sessan-
tenni sono sportivi, vitali, pie-
ni di voglie. Un uomo non di-
sposto a vivere accanto a una
compagna critica, il suo ritrat-
to di Dorian Gray, due occhi
nei quali vede riflessa let
che avanza mentre lui non ha
altro desiderio che cambiare,
essere diverso, non pensare al
tempo. Anche la donna in-
sofferente. Vuole riprendersi
la vita, lindipendenza. Se il
partner la lascia, quasi certa-
mente lo fa perch ha unal-
tra. Ma se lei pone fine a una
relazione pluridecennale lo fa
per se stessa, soprattutto.
Il sociologo Donati analiz-
za lo stesso aspetto. il co-
si ddetto i ndi vi dual i smo
emancipativo che influisce
pi sulla donna che sulluo-
mo. Quando si giovani so-
prattutto lei a insistere per il
matrimonio, desiderosa di
procreare e di mettere su una
famiglia. Dopo i sessantanni
la situazione si inverte ed
luomo ad aver voglia di fami-
glia, mentre la donna perfet-
tamente indipendente.
Rispetto al 1995 sono pi
che raddoppiate le separazio-
ni sopraggiunte dopo venti-
cinque anni di matrimonio.
Secondo lIstat adesso il 16,2
per cento dei coniugi che pren-
de la decisione ha gi celebra-
to le nozze dargento. Ma il
matrimonialista Gian Ettore
Gassani va oltre e sostiene
che nelle grandi citt le separa-
zioni over 65 rappresentano il
venti per cento del totale. La
causa principale non pi lin-
fedelt, ma lincompatibilit
di carattere, la noia o lincapa-
cit di trovare compromessi.
Ci si lascia perch si pensa che
un percorso sia terminato.
il momento dei bilanci.
Aggiunge il collega Cesare Ri-
mini: Queste separazioni tar-
dive nascono da un ragiona-
mento. Se i figli sono sposati
e non vivono pi a casa, ine-
vitabile fare un bilancio: quan-
do prevalgono noia, silenzio,
insoddisfazione, allora scatta
la molla che fa desiderare una
vita vera. Lavvocato per
ammette: Sono soluzioni a
cui ricorre chi dispone di una
certa capacit economica,
quando nessuno dei due di-
pende dallaltro.
Il fenomeno non riguarda
naturalmente soltanto lItalia.
Lanno scorso, dopo linattesa
separazione tra Al Gore e si-
gnora (quarantanni di matri-
monio), si era occupato del te-
ma il Wall Street Journal, fa-
cendo unanalisi molto sem-
plice: le mogli hanno trovato
lindipendenza economica
grazie al lavoro e i mariti han-
no ritrovato la sessualit gra-
zie al Viagra. Riflessione con-
divisa dalla docente di Psico-
logia e psicopatologia dello
sviluppo sessuale Chiara Si-
monelli. Dice: Un paio di ge-
nerazioni fa prevaleva lidea
comune del sessantenne co-
me una persona asessuata.
Magari non era proprio cos.
Oggi c meno ipocrisia. Ma-
schi e femmine forse a quel-
let non si sentono come dei
ventenni, ma in pieno diritto
di cercare la propria felicit
privata.
Elvira Serra
RIPRODUZIONE RISERVATA
15
Nuova vita dopo i 60 anni
Raddoppiati i divorzi
Rapporto Istat: record nellultimo decennio
85,6
anni
la durata media
di un matrimonio
per cento
Sono le separazioni
consensuali
nel 2009
Il commento
Ex coppie
Leffetto sesso
che porta fuori casa
Famiglie La terapeuta Schelotto: scelte opposte tra uomo e donna
A sinistra Pippo Baudo
e Katia Ricciarelli. La
coppia si separata nel
2004, dopo diciotto anni
di matrimonio, quando
lui aveva 68 anni.
Sopra Al Gore con la
moglie Tipper. Si sono
separati lanno scorso,
dopo 40 anni di
matrimonio: Gore era gi
over 60 (Ansa e Reuters)
U
n tempo il divorzio in et matura era argomento da
romanzi per signore. Benestanti, in genere. Di quelle
che, cresciuti e sposati i figli, in pensione il marito,
potevano permettersi di mettere fine a un matrimonio
infelice o solo molto noioso; e di trovarsi, finalmente sole,
in un appartamentino arredato con gusto, dove dedicarsi
alle amiche e (per dire) allhobby della ceramica. Le meno
abbienti dovevano aspettare di restare vedove. Gli uomini
dopo i sessanta rarissimamente si separavano, da sposati in
et la loro vita era troppo comoda, lalternativa era ritrovarsi
soli senza sapere neanche farsi un piatto di pasta. Ora
sul divorzio maturo ci sono altri clich. Perch ci sono
altre occasioni, altri modelli; altri farmaci, anche. E cos, i
divorzi tra le coppie over 60, negli ultimi dieci anni, sono
raddoppiati. Secondo un rapporto dellIstat reso noto ieri,
ormai un divorziando su dieci ha, diciamo, una certa et. E il
separando-divorziando che decide di rompere non
pi cos spesso una signora arcistufa, pare; molti sono
uomini. Che hanno maggiori occasioni di una volta per
motivi geopolitici (dal crollo del muro di Berlino in poi)
e grazie alla globalizzazione (che, come il crollo del Muro,
ha favorito la circolazione di ragazze poco solvibili). Per
i quali il frequentare donne molto pi giovani ha perso
ogni stigma, diventando quasi un dover essere pop; o
pop-politico-televisivo, sono tanti i referenti anziani visti
con ragazze, in questi anni. A loro la scienza fornisce
da tempo un aiuto chimico assai valido, sotto forma di
pasticche di Viagra, Cialis, e altro. Il combinato disposto di
questi fattori porta molti signori fuori casa; vanno via non
con tragiche prospettive di degrado e abbandono (modello
professor Unrath de LAngelo Azzurro), ma con la speranza
di passare dieci-ventanni piacevoli (vari personaggi noti ci
sono riusciti, forse; anche se a volte con epiloghi altrettanto
deprimenti). In questa stagione se ne incontrano, signori
cos (meno noti), nei ristoranti allaperto, a volte in coppia,
altre volte in tavoli da otto o da sei, gli uomini tutti italiani
anziani, le ragazze tutte straniere. Sono diventati parte del
paesaggio urbano. Ma non si sa quanti se ne aggiungeranno
prossimamente. Dipende dal nostro sistema-Paese, dalleuro,
dalle famiglie che si sfasciano meno causa crisi (anche
questo un fattore, mica solo le pasticche, come noto).
RIPRODUZIONE RISERVATA
di MARIA LAURA RODOTA
25 Cronache
Corriere della Sera Venerd 8 Luglio 2011
#
italia: 515050585854
26 Cronache
Venerd 8 Luglio 2011 Corriere della Sera
Galan: per Villa Adriana i fondi necessari entro luglio

MILANO Riva, Rivera e


Mazzola a Carosello! titola
con enfasi il 18 agosto 1970 la
Domenica del Corriere nella
scia dellentusiasmo per Ita-
lia-Germania 4-3 al Mondiale
messicano. Il calcio non ha an-
cora perso la sua innocenza e
lo sport comincia a prendersi,
di forza, gli spazi pubblicitari
sui giornali e in televisione.
Oggi, mille anni luce dopo
Panatta che quando faceva una
cosa gli piaceva farla bene, An-
drea Pirlo (Juve) provoca il suo-
no delle campane con un tiro,
Ambrosini (Milan) e Mauri (La-
zio) pescano palloni nel fiume,
la statua di Francesco Totti (Ro-
ma) suda durante una proces-
sione, Samuel Etoo (Inter) ri-
mane fermo a mezzaria in ro-
vesciata e Gerard Piqu (Barcel-
lona) elargisce a una vecchiet-
ta il dono del palleggio. Ma la
campagna Sky che ha preso il
via ieri per sottolineare lunici-
t dellofferta tecnologica della
pay tv (Solo su Sky lo sport fa
miracoli il claim; agenzia
1861 United, regia John OHa-
gan, casa di produzione Hakita
Film), non coinvolge solo cal-
ciatori. Nostra signorina del
nuoto, Federica Pellegrini,
riempie dacqua una piscina
vuota; Martin Castrogiovanni,
pil one del l a nazional e di
rugby, solleva un passante con
una touche (Sky a settembre
trasmetter in esclusiva il Mon-
diale della palla ovale); Danilo
Gallinari, fuoriclasse italiano
del basket Nba, moltiplica le
palle a spicchi.
Sempre pi di si nvol ti ,
espressivi, popolari, e ricchi.
Sono atleti e sembrano attori.
Il segreto sapere mettere lo
sportivo a suo agio sul set
racconta Nicola Brandolese, vi-
cepresidente marketing Sky e
mente delle ultime campagne,
inclusa quella sui calciatori e il
loro doppio dellagosto scorso
che trasform Antonio Cassa-
no in un pasticcione miope e
sgraziato . Cercavamo un ta-
glio creativo e divertente, pie-
no di riferimenti al patrimonio
religioso che, insieme al cal-
cio, si divide le domeniche de-
gli italiani, ma con garbo. Nes-
suno, infatti, si sentito offeso
dalla giocosit non blasfema
di Piqu vestito da druido, Pir-
lo da Messia, della Pellegrini
che riunisce le acque invece di
dividerle, di Totti che lacrima
sudore come un san Gennaro
in parastinchi. Non a caso, la
canzone-tormentone "Glo-
ria" di Tozzi in versione pop,
che si sposa bene con il tono
delle scenette. levoluzione
naturale degli spot del caff
ambientati in Paradiso e din-
torni. , soprattutto, la consa-
crazione dei numeri uno dello
sport, che oggi entrano nelle
nostre case con una leggerezza
sconosciuta a Sandro Mazzola,
che negli anni 70 dovette aspet-
tare che il sindacato calciatori
abolisse il divieto alla pubblici-
t per i tesserati. La prima in
assoluto fu con il gruppo azzur-
ro della nazionale sulle riviste
patinate dellepoca ricorda
il Baffo . Poi, per la tv, scelse-
ro i singoli.
Una troupe di 60 persone
(pi 300 comparse) ha accolto
a Lodi a met giugno i neoatto-
ri per due giorni di shooting
serrato, Etoo e Piqu si sono
incrociati a sorpresa e abbrac-
ciati con laffetto degli ex com-
pagni (Bara), il fidanzato di
Shakira ha poi ingaggiato una
sfida di palleggi con la controfi-
gura travestita da vecchietta
del suo spot, la campionessa di
freestyle Laura Biondo, che gli
ha dato filo da torcere. Ambro-
sini e Mauri, tirando su reti a
raffica durante i vari ciak, han-
no pescato anche il sommozza-
tore che teneva i palloni sottac-
qua: sono servite tre reti, e una
buona dose di risate, prima di
completare le riprese. I pezzi
di recitazione pura sono mini-
mi e contenuti sottolinea
Brandolese , cos come ab-
bi amo ri dotto al l osso i l
makeup. Ci interessavano le
facce e lautenticit degli atleti,
cos come li vediamo in campo
e in azione. Il volto della Pelle-
grini davanti alla piscina vuota
splendido, perch Federica
bella di suo. Una sola presen-
za femminile, la donna-simbo-
lo dellOlimpiade (Volevamo
la tennista Francesca Schiavo-
ne ma era impegnata). Il so-
gno proibito: Novak Djokovic,
fresco numero 1 e campione di
Wimbledon, amico personale
di Fiorello e gran imitatore. Il
serbo era in giro per tornei. Ma
la prossima faccia da spot, per-
fetta per continuare lopera di
smitizzazione dello sport, gi
opzionata.
Gaia Piccardi
RIPRODUZIONE RISERVATA
La lettera
Diadora & Baggio
Il marchio Diadora
ha accompagnato le
gesta di sportivi di
massimo livello,
come il tennista
Bjorn Borg e il
fantasista della
nazionale Roberto
Baggio. Campioni
che, secondo il
patron della societ,
dovevano essere
portatori dello spirito
imprenditoriale
dellimpresa
Spot storici
Calciatori e rugbisti: attori disinvolti (e sempre pi ricchi)
Ferrero & Mazzola
Il primo spot legato
al mondo del calcio
risale al 1972,
quando Sandro
Mazzola, allora
capitano dellInter,
propose alla
Ferrero una
campagna
pubblicitaria.
Slogan: Nutriti da
campione. Con lui
altri diciassette
calciatori, i pi
popolari del tempo
Barilla & Falcao
Paulo Roberto Falcao
ringraziava il re della pasta

Sul set
E
rano gli anni Sessanta del secolo
scorso quando Catia Caprino,
soprintendente di Villa Adriana,
minacciava di impedire laccesso ai
visitatori della magnifica residenza
imperiale, se non fossero giunti
finanziamenti adeguati alle complesse
necessit di quel luogo, vasto e
leggendario monumento che, come si
sa, non coinvolge solo larcheologia o la
storia di Roma e della sua civilt.
Ma, come si sa, fin troppo facile nel
nostro Paese comporre beveroni
impressionanti con cui gettare lallarme
per questo piuttosto che per quel
vandalismo, sia esso un crollo o
uninsopportabile incuria. Incuria che
per non colpisce Villa Adriana, e
questo grazie sia allimpegno eroico di
dirigenti e funzionari della
Soprintendenza che ai finanziamenti
che, seppur limitati, vengono spesi,
nonostante un garbuglio
burocratico-amministrativo in assoluto
micidiale. Infatti, come ben sanno i
soprintendenti, il saper spendere non
tutto. il poter effettivamente spendere
ci che conta. Ed qui che il discorso si
complica moltissimo e rende il tracciato
burocratico-amministrativo assai
prossimo a fenomeni parossistici,
propri di unamministrazione pubblica
afflitta da nevrosi normative e
legislative paralizzanti.
Dei finanziamenti per Villa Adriana
dir subito. Quando si parla di
personale insufficiente e di scarsissimi
finanziamenti per le necessit del
patrimonio archeologico, monumentale,
storico-artistico, archivistico,
paesaggistico, si dice qualcosa di assai
concreto e di materialmente ineludibile.
Nel Codice dei beni culturali c scritto
che la conservazione del patrimonio
culturale assicurata mediante una
coerente, coordinata e programmata
attivit di studio, prevenzione,
manutenzione e restauro. Ogni
nozione sopra indicata avrebbe bisogno
di essere finanziata e sostenuta in ogni
modo: cos lo studio, oppure la
prevenzione o la manutenzione o il
restauro. E non sto parlando della
valorizzazione, n della ricerca e
accoglienza di numerosissimi visitatori,
ecc, ecc. In realt, Villa Adriana entro
luglio avr i finanziamenti richiesti e lo
stesso accadr per la Domus Aurea e
per il Palatino, dato che sono stati
recuperati 20 milioni di fondi residui.
Desidero comunque precisare quanto
segue: sono decisamente convinto che le
modalit di spesa del ministero per i
Beni e le Attivit culturali andrebbero
regolate secondo ingegnerie
finanziarie e contabili che tengano conto
del fatto che dallo studio al restauro c
di mezzo un tempo non
sovrapponibile al tempo inflessibile di
una Finanziaria o di una manovra di
sviluppo. Se non si pone mano a una
simile riforma e se non si abbatte
lorribile macchina
burocratico-amministrativa che opprime
il lavoro delle nostre Soprintendenze,
non sar affatto virtuoso il nostro
impegno a vantaggio dei beni culturali.
E tanto per anticipare, per una volta
almeno, Sergio Rizzo, in qualit di
ministro segnalo che sulla straordinaria
citt romana di Sepino nel Molise
incombe il pericolo rappresentato da un
progetto di impianti eolici che
sconvolgerebbero tracce archeologiche e
memorie topografiche importantissime.
Come si sa, a me non piace praticare il
trionfalismo di iniziative
propagandistiche. Dunque, Villa
Adriana ma non solo. Sarebbe
sufficiente infatti riflettere sul futuro
delle indagini archeologiche condotte
lungo il tracciato della linea C della
metropolitana di Roma. Dico questo
perch l dentro c il sogno di una Roma
che darebbe alla capitale d'Italia un
ruolo assolutamente unico nel campo
del pi affascinante immaginario
storico.
Giancarlo Galan
ministro per i Beni culturali
RIPRODUZIONE RISERVATA
Fino agli anni 70 i
tesserati non potevano
fare spot: ora sono tra i
divi pi richiesti
Campioni e star della pubblicit
Quando lo sport fa miracoli
Interpreti
Dallalto,
Samuel Etoo
in mezza
rovesciata,
Martin
Castrogiovan-
ni in touche
e Francesco
Totti fa la
statua
Residenza imperiale Villa Adriana
Il dono
Gerard
Piqu
Pescatore Massimo Ambrosini, centrocampista del Milan, raccoglie una rete piena di palloni
In video Da Ambrosini alla Pellegrini: per Sky interpretano figure religiose
italia: 515050585854
DAL NOSTRO INVIATO
PARIGI Quando si capi-
to che lo stilista non sarebbe
mai uscito in passerella a rac-
cogliere lapplauso scroscian-
te, ci ha pensato il ministro
del l a Cul t ur a f r ancese,
Frdric Mitterand, a fare un
balzo dalla prima fila al back-
stage per andare a prenderlo
(lo si intravisto voltarsi a de-
stra e sinistra concitato, do-
v? dov?). Trascinato a for-
za, Azzedine Alaia, stilista
franco-tunisino, otto anni
senza sfilare prima della ren-
tre di ieri, si fatto ancora
pi piccolo, intimidito. Ci
ho provato, dice. Il cappotti-
no segna la vita e, poco sotto,
si allarga sui fianchi, creando
una silhouette molto delicata,
quasi fragile. Riletto in infini-
te declinazioni in tessuto
effetto infeltrito, in pelle luci-
da stampata coccodrillo, in
marab d il tema della col-
lezione, tutta giocata su que-
ste nuove proporzioni anche
per i tailleur con la giacchina
smilza e la gonna corta con
leggera imbottitura e orlo irre-
golare, a piccole punte borda-
te di pelliccia. Gli abiti da sera
sono il trionfo del jersey ope-
rato, un materiale da sempre
molto amato da Alaia. Aderen-
tissimi al corpo, sotto i fian-
chi si sciolgono fino ai piedi
in una cascata di piccole ru-
ches. Non alta moda, come
tutto ci che stato visto a Pa-
rigi in questa ultima settima-
na, ma prt--porter: il taglio
couture e la cura con cui lo sti-
lista realizza ciascun abito ren-
dono sfumata la differenza. In
prima fila Sophia Coppola e
Donatella Versace, da ventan-
ni amica di Alaia, a Parigi an-
che per la cerimonia allEliseo
per la consegna della legione
donore a Anna Wintour, di-
rettrice di Vogue America.
Laltra sera, invece, sfilata
insolita al castello di Valenti-
no, fuori Parigi, che ha ospita-
to levento organizzato dalla
Naked Heart Foundation del-
la top model Natalia Vodiano-
va, che ha realizzato una ses-
santina di parchi giochi nelle
zone pi depresse di Russia.
Tassativo il nero, il bianco o
largento per il look delle si-
gnore, ispirato ai colori della
collezione Hoffman, un lavo-
ro di Valentino del 1989, di
cui era in mostra una selezio-
ne. Quarantacinque abiti do-
nati da altrettanti stilisti da
Giorgio Armani e Chri-
stopher Bailey di Burber-
ry, da Roberto Cavalli a
Prada e Oscar de la
Renta battuti al-
lasta per un totale di
due milioni e trecen-
to mila euro. Ad An-
ne Hathaway il com-
pito di convincere
gli ospiti a mettere
mano al portafoglio
(con rialzi da 10 mi-
la euro). Il pi pa-
gato 110 mila
euro stato
labito rosso, ispi-
rato alla favola di
Cappuccetto Ros-
so, disegnato da
Valentino Gara-
vani e portato
in passerella
proprio da una
emozionatissi-
ma Vodianova.
Ricco di bei no-
mi il parterre:
da Riccardo Tisci a Mario Te-
stino, da Christian Louboutin
a Tommy Hilfiger, da Victoire
de Castellane (che disegna i
gioielli di Dior) a Yves Carcel-
le, presidente e ceo di Louis
Vuitton, a Margherita Misso-
ni, Tatiana Santo Domingo,
Eva Herzigova, Clotilde Cou-
rau, Francesco Vezzoli, Stella
Tennant. Russi, per la mag-
gior parte, i nomi degli acqui-
renti, ispirato al gelo degli in-
verni sovietici lallestimento
della sala e in linea anche il
menu per i 450 ospiti: salmo-
ne e caviale.
Daniela Monti
RIPRODUZIONE RISERVATA
Macro Ab||| co|ora|| con modc||c morb|dc c scnsua||. Ca|||non| aprc |a |crmcssc
Le date
E a Roma tornano le curve anni 60
Ieri
com|nc|a|a
|cr| con ||
prc-opcn|n
d| Ca|||non|
A||aRomA||aHo-
da. |a |crmcssc
romana dcd|ca|a
a||a moda
Luned
0| passcrc||a
spcc|a|c |n p|a//a
dc| Camp|do||o
sara dcd|ca|a a
laus|o Sar||. la
man||cs|a/|onc
ch|udc |uncd|
ROMA Con centootto centi-
metri di fianchi e una bellezza sta-
tuaria, ma morbida e sensuale,
stata lei, Tanya Gervasi, top mo-
del curvy (formosa, e anche un
tantino sovrappeso) la protagoni-
sta, ieri sera, delle passerelle del
Macro (Museo di arte contempo-
ranea di Roma) per la maison Gat-
tinoni che ha dato il via alla quat-
tro giorni dellhaute couture capi-
tolina. Eleganza glamour hi-tech.
Testimonial della nuova collezio-
ne autunno-inverno anche Alice
Taticchi, size 44/45, vincitrice di
Italians next top model, il concor-
so lanciato da Sky.
Arte e couture, alta moda senza
taglie, per donne sensuali dalle
morbide curve. Pezzi unici: come
i tailleur in pelle nappata, lasera-
ta, spalmata. Ricami a filo su tes-
suti leggerissimi, aerodinamici.
Camicie in voile, gonne di chif-
fon. Linee esuberanti, esasperazio-
ne della materia per gli abiti idea-
ti da Guillermo Mariotto: spinte
ascensionali e corpi fluidi come
unopera di Zaha Hadid. Sono
donne che cancellano orgogliosa-
mente gli stereotipi ha spiega-
to lo stilista proponendo una
fisicit libera di esprimersi nella
loro contemporaneit. In carne e
in spirito. Larte dellalta moda, di-
segnata e creata sul corpo femmi-
nile, la migliore dieta.
Ma nemmeno il ritorno delle
maggiorate anni 60, protagoni-
ste del libro di Daniela Fedi e Lu-
cia Serlenga Curvy, Il lato gla-
mour delle rotondit, sono riusci-
te a spegnere le polemiche sul riti-
ro della Regione Lazio da AltaRo-
ma, la societ che organizza la set-
timana di haute couture romana,
presieduta da Silvia Venturini Fen-
di (al suo interno, oltre alla Regio-
ne con il 20%, il Comune sempre
al 20%, la Provincia, con il 10% e
la Camera di commercio, 50%).
Mercoled scorso, alla vigilia della
kermesse, Sandro Di Castro, in
quota Regione per AltaRoma, si
dimesso sostenendo che la scusa
dellattuale governatore Renata
Polverini di ridurre i costi in bilan-
cio e non contribuire pi con 600
mila euro allorganizzazione delle
manifestazione, era in realt un
banale spoil system che mira a
un semplice cambio di poltro-
ne. Accuse respinte al mittente.
AltaRoma riuscita a portare
nella capitale 54 scatti di Mario Te-
stino con la mostra Todo o na-
da. Oggi una passerella speciale
in piazza del Campidoglio sar de-
dicata a Fausto Sarli, il maestro
dal taglio perfetto scomparso a
dicembre.
Flavia Fiorentino
RIPRODUZIONE RISERVATA
C
hristine Lagarde: Non
mi travestir da
uomo. Signora, dopo i 50
anni ognuno ha la faccia
che si merita, lei si merita
di vestirsi come vuole.
di LINA SOTIS
Estro Lagerfeld
per la nuova
Mon Dupont
Aderenti e leggeri, i vestiti di Alaia chiudono le sfilate
La festa
Hcrco|cd| scra
s|||a|a d|
bcnc||ccn/a a|
cas|c||o d|
Va|cn||no. |uor|
Par||.
oran|//a|a
da||a la|cd
lcar|
lounda||on
dc||a |op
modc| la|a||a
Vod|anova
I fondi
la||r|cc Annc
la|haway
(nella foto a
sinistra con la
Vodianova) c
s|a|a |a rc|na
dc||a scra|a.
vcndu|| ab|||
pcr un |o|a|c
d| duc m|||on|
c |rcccn|o m||a
curo
Le donazioni
l vcs|||| ba||u||
a||as|a dona||
da Va|cn||no
(foto sopra con i
due stilisti della
maison)
Arman|. Cava|||
c Prada
Qui Lina
linasotis@gmail.com
DAL NOSTRO INVIATO
PARIGI La penna ha
forma triangolare, con due
linee dritte e una curva
piacevole per le dita,
facilita la scrittura, dice lo
stilista , laccata in oro,
un colore a met fra il rosa
e il rosso e il vezzo del
fermaglio ondulato e una
goccia di rosso puro sulla
punta. Ma il pezzo pi
intrigante laccendino,
che per forma, dimensioni,
sensualit, facile
scambiare per un rossetto.
Karl Lagerfeld ha disegnato
una collezione per Dupont,
la Mon Dupont, e lo ha
fatto con lo stesso stile
pirotecnico con cui crea gli
abiti per Chanel.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Collezione
Festa da mille e una notte
Parigi saluta lalta moda
Modello
Il cappotto stretto
in vita di Alaia
Insieme
Il ministro
della Cultura
Frdric
Mitterand
con
Azzedine
Alaia
Morbida La donna di Gattinoni
Stile
la pcnna
|r|ano|arc
con
|crma||o
ondu|a|o
La scheda Beneficenza Racco||a |ond| dc||a |op modc| Vod|anova a| cas|c||o d| Va|cn||no
www.formenterapalace.com
Pi i nformazi oni
(+34) 606 550 190
Vendita appartamenti
di lusso afacciati sul mare
info@formenterapalace.com
27 Cronache
Corriere della Sera Venerd 8 Luglio 2011
#
italia: 515050585854
TESSU
TO
SFO
D
ER
AB
ILE
100%
1.180
490
3 POSTI (cm 213)
RIVESTITO IN TESSUTO
E COMPLETAMENTE
SFODERABILE
NEST
a partire da
2.200
990
MOBILE LIVING
(cm 300)
FINITURA
ROVERE BIANCO
NEW I
a partire da
prima rata gennaio 2012
Saldi 50% del
140 negozi in Italia
aperti anche domenica pomeriggio
www.chateau-dax.it
numero verde 800-132 132
28
Venerd 8 Luglio 2011 Corriere della Sera italia: 515050585854
5.200
2.350
CUCINA (cm 360) COME FOTO.
BIANCO LUCIDO ABBINATO
A 14 FINITURE LEGNO. COMPLETA DI:
LAVELLO, MISCELATORE E CAPPA.
LERICI
a partire da
SPECIALE
tutta la casa
Chateau dAx
a meno di
10.000
Goditi la vita!
Scegli Chateau dAx.
29
Corriere della Sera Venerd 8 Luglio 2011 italia: 515050585854
1.980
990
NESTORE
LETTO CON RETE
ORTOPEDICA E CONTENITORE
CHE RIALZA IL PIANO DEL LETTO
PER RIFARLO FACILMENTE
a partire da
4.230
CAMERA COMPLETA DI:
- LETTO NESTORE
- 2 COMODINI BIANCHI LUCIDI
- COM BIANCO LUCIDO
- ARMADIO A 3 ANTE SCORREVOLI
CON SPECCHIO CENTRALE
a partire da
SCEGLI LA CASA CHATEAU DAX CON:
DIVANO 3 POSTI MARIKA O NEST
IN TESSUTO SFODERABILE
+ DIVANO 2 POSTI ABBINATO
+ MOBILE LIVING NEW I (A SCELTA)
+ CUCINA LERICI (cm 360)
+ PACCHETTO ELETTRODOMESTICI
+ LETTO CON CONTENITORE A SCELTA
+ 2 COMODINI
+ COM
+ ARMADIO 3 ANTE SCORREVOLI CON SPECCHIO
= FAI IL CONTO
UN SOGNO DI CASA A MENO DI 10.000
SPECIALE
tutta la casa
Chateau dAx
a meno di
10.000
Periodo validit saldi secondo disposizioni regionali. I saldi estivi non sono applicati su tutti i prodotti esposti. Offerta limitata ai modelli oggetto della
campagna pubblicitaria e valida solo nei negozi che aderiscono alliniziativa. Su tutti i modelli, cuscinetti optional. Rivestimento a scelta tra i tessuti
della categoria Special e le pelli della categoria 1. Gli elettrodomestici sono esclusi dal prezzo.
30
Venerd 8 Luglio 2011 Corriere della Sera italia: 515050585854
PELLE
100%
NATURALE
2.380
1.190
ALFA
3 POSTI (cm 220)
CON 2 POSTAZIONI RELAX
APERTURA MECCANICA MANUALE,
RIVESTITO IN PELLE
a partire da
Messaggio pubblicitario con finalit promozionale. Salvo approvazione di Findomestic Banca S.p.A. Al fine di gestire le tue spese in modo responsabile, Findomestic ti ricorda, prima
di sottoscrivere il contratto, di prendere visione di tutte le condizioni economiche e contrattuali, facendo riferimento alle Informazioni Europee di Base sul Credito ai Consumatori
presso il punto vendita. Chateau dAx, fornitore di beni e servizi per la promozione e collocamento di contratti di finanziamento di Findomestic Banca S.p.A., per lacquisto dei propri
beni e servizi legato da rapporti contrattuali con uno o pi finanziatori.
prima rata gennaio 2012
Saldi 50% del
Goditi la vita!
Scegli Chateau dAx.
31
Corriere della Sera Venerd 8 Luglio 2011 italia: 515050585854
Laumento del costo del denaro ha solo limato il divario tra
tassi dei mutui variabili e fissi. Il gap ancora di due
punti, corrispondenti, per un prestito da 120 mila euro a 20
anni, a 118 euro, cio quelli che separano i 641 euro
dellindicizzato dai 759 del fisso. La scelta del variabile
presuppone per due cose: la prima che si sia consapevoli
del rischio di aumento, la seconda, strettamente collegata,
che si disponga di un reddito tale da poter fare fronte agli
aumenti. Ipotizzando per il mutuo a tasso variabile del
nostro esempio che tra un anno bisogner fare i conti con
un incremento dei tassi di un punto, la rata passerebbe da
641 a 733 euro, limando il risparmio rispetto alla rata fissa
a soli 16 euro. Un incremento di due punti porterebbe in
vantaggio il fisso, perch la rata indicizzata salirebbe a 824
euro. La scelta per non si
limita allalternativa secca
tra fisso e variabile.
Esistono anche le strade di
mezzo. Sono tre. Il primo
il mutuo a tasso variabile
ma a rata costante: le
variazioni del costo del
denaro portano a cambiare
la durata del mutuo ma non la sua rata. Seconda strada i
mutui variabili con il cap, cio con un tasso oltre il quale
eventuali aumenti dellEuribor non verranno conteggiati;
rispetto ai prodotti tradizionali costano circa mezzo punto
in pi e quindi richiedono un esborso immediato maggiore.
Vanno valutate con attenzione le spese accessorie, infatti
frequente il caso di banche che concedono questi prestiti
condizionandoli alla sottoscrizione di costose polizze
assicurative. Infine, ci sono i mutui misti che consentono di
scegliere a periodi prefissati tra tasso fisso e tasso
variabile. Vanno bene soprattutto quando consentono di
esercitare lopzione a periodi ravvicinati (due-tre anni).
G.P.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Per chi ha in corso un mutuo a tasso variabile
lincremento dello 0,25% del costo del denaro deciso dalla
Bce si gi quasi completamente riversato sullEuribor, il
parametro che indicizza la stragrande maggioranza di
questi finanziamenti; la conseguenza computabile in un
incremento della rata mensile di circa 2 euro ogni
diecimila di debito da restituire. Pu sembrare poco, ma
laumento si aggiunge a quelli verificatosi negli ultimi 18
mesi. Chi avesse avviato un mutuo da 120 mila euro a 20
anni allinizio del 2010 con il nuovo aumento finir per
pagare 717 euro contro i 618 che sborsava allinizio. E non
finita nel caso in cui nel giro di un anno i tassi salissero
ancora di un punto la rata subirebbe un incremento di 87
euro. Se si ha paura che il costo del denaro crescer
ancora a questi livelli o
ancora di pi (ricordiamo
che lEuribor nel 2008
arrivato al 5,4%) non
mancano le alternative. Si
pu ad esempio operare
una surroga (trasferimento
gratuito del mutuo in corso
a un altro istituto); ma
passare a tasso fisso comporta un aumento immediato
della rata abbastanza sensibile (si arriverebbe a 794 euro)
e comunque richiede dispendio di tempo e inoltre di fatto
costringe a cambiare conto corrente e domiciliazione di
stipendio e bollette. Se si ha un reddito familiare calcolato
con i parametri dellIsee inferiore a 30 mila euro allanno
per anche possibile usufruire di unopportunit aperta
del decreto sviluppo: la banca obbligata a trasformare il
mutuo variabile in mutuo fisso, a condizioni prefissate
senza alcun costo. Nel caso del nostro esempio la rata
scenderebbe a 770 euro. Si pu anche scegliere di
allungare la durata del mutuo di altri cinque anni.
Gino Pagliuca
RIPRODUZIONE RISERVATA
Doppio effetto al rialzo sui rendimenti dei titoli di Stato
italiani: da una parte la scelta della Banca centrale europea
di alzare il tasso di sconto (e la possibilit che nuovi
aumenti siano allorizzonte), dallaltra la pressione
internazionale sui Paesi ad alto debito. Che cosa possono
quindi fare i risparmiatori italiani, tradizionalmente legati
pi a Bot, Btp o Cct che al mercato azionario?
Per anticipare i prossimi probabili rialzi dei tassi
della Bce, la mossa pi naturale quella di aumentare la
quota dei titoli a tasso variabile in portafoglio, vale a dire i
Cct, che oggi propongono rendimenti vicini al 3% per la
scadenza biennale.
Bisogna per ricordarsi che, per scongiurare brutte
sorprese (ricordate limprovviso crollo dei tassi nel dopo
crac Lehman) in molti
consigliano di destinare una
quota comunque
maggioritaria del
portafoglio ai titoli a tasso
fisso. Naturalmente, per,
con unimportante
avvertenza: attenzione alle
scadenze lunghe. Un
aumento di un punto dei tassi decennali, infatti, ha
leffetto secondo le analisi di far diminuire di circa il
7% le quotazioni di un Btp di pari durata sul mercato
secondario. Solo chi ha una ragionevole certezza di non
dover vendere ante scadenza, pu concentrarsi sui titoli pi
a lungo termine, che naturalmente pagano una cedola pi
alta (oltre il 5%).
Discorso a parte meritano le tensioni sui debiti pubblici
mediterranei, dove, per, molto pi difficile dare consigli
o risposte a domande come quali saranno i prossimi
effetti sulle quotazioni dei Btp? o, pi semplicemente,
che cosa succeder adesso?.
Giovanni Stringa
RIPRODUZIONE RISERVATA
FRANCOFORTE Un au-
mento del costo del denaro a
quota 1,5%, lapprovazione del-
la manovra italiana vista anda-
re nella giusta direzione, il
disappunto per il declassamen-
to del Portogallo da parte del-
lagenzia Moodys e il soste-
gno alle banche di Lisbona da
parte della Banca centrale eu-
ropea. Questi i numerosi temi
caldi affrontati dal presiden-
te della Banca Jean-Claude Tri-
chet nel corso della conferen-
za stampa tenu-
ta ieri a Franco-
forte, nella qua-
le la Bce ha riba-
di t o anche l a
sua ferma oppo-
sizione no
default al fal-
limento, anche parziale, della
Grecia.
Per la seconda volta dal-
laprile scorso, la Banca centra-
le europea, allunanimit, ha
aumentato il costo del denaro
di un quarto di punto, portan-
dolo a quota 1,5%. Una decisio-
ne, ha spiegato ieri il presiden-
te della Bce Jean-Claude Tri-
chet, dettata dalla necessit di
fermare laumento dei rischi
di inflazione, salita al 2,4% in
giugno e prevista sopra il 2%
per tutto il 2011. Per questo la
Bce torna a occuparsi princi-
palmente del suo obiettivo pri-
mario, la lotta allinflazione e
la stabilit dei prezzi. Incuran-
te delle critiche contrarie alla
sua decisione, presa in un mo-
mento difficile per la crisi del
debito europea. Daltra parte,
secondo Trichet la politica mo-
netaria rimane accomodan-
te e continuer a sostenere
lattivit economica e la crea-
zione di posti di lavoro nel-
larea delleuro. E nonostante
non sia prevista una serie di
r i a l z i de i t a s s i , l a Bc e
monitorer molto attenta-
mente la situazione. Una for-
mula usata per indicare altri
aumenti, previsti dai mercati
per dicembre, con i tassi a quo-
ta 1,75%.
Nel frattempo, Trichet ha
avuto parole di lode per la ma-
novra sui conti pubblici appe-
na approvata dal governo ita-
liano. Comprendente misure
non facili da prendere, ma,
ha proseguito il numero uno
francese, credo siano decisio-
ni positive e che vadano nella
giusta direzione. Daltra par-
te, per la Bce tutti i Paesi del-
leuro dovrebbero risanare i bi-
lanci anche in anticipo, perch
i programmi di austerit e ri-
forme aiutano la crescita eco-
nomica, come dimostrato dal-
la Germania.
Inoltre Trichet ha lanciato
messaggi rassicuranti sul Por-
togallo, spiegando di aver no-
tato, in senso molto positi-
vo, che la nuova manovra ap-
provata all80% dal Parlamen-
to portoghese si spinge ol-
tre, ad esempio nel piano del-
le privatizzazioni, rispetto a
quanto concordato con le auto-
rit internazionali e europee.
Per questo il Consiglio diretti-
vo, ha deciso di sospendere
lapplicazione della soglia mi-
nima di rating sui collaterali
portoghesi, facilitando cos il
rifinanziamento delle banche
portoghesi, dopo quelle gre-
che e irlandesi. Per Trichet, si
trattato di una risposta im-
mediata al declassamento di
Moodys del Portogallo. E
uscendo dal consueto riserbo
ha giudicato prociclico lef-
fetto dei declassamenti delle
agenzie di rating, considerate
un piccolo gruppo oligopoli-
stico e non una struttura
adeguata alla finanza globale.
Marika de Feo
RIPRODUZIONE RISERVATA
O
tto ore di sciopero
contro i padroni
dei supermercati
Coop e linvito ai
consumatori di non fare
la spesa per un giorno. La
Filcams-Cgil diretta da
Franco Martini quando si
tratta di far sentire la
propria voce non va tanto
per il sottile e cos ha
indetto per domani,
sabato 9 luglio,
unagitazione dei 60 mila
dipendenti dei grandi
magazzini di propriet
dei cugini della Lega
Coop. Se qualcuno aveva
bisogno di una prova sul
superamento di ogni
forma di collateralismo
questa forse decisiva.
Perch se vero che ieri e
oggi le due delegazioni
stanno comunque
trattando per il rinnovo
del loro contratto di
gruppo, lo scontro al
calor bianco. Il motivo
semplice: i manager della
Lega Coop vogliono
firmare un contratto di
lavoro che sia
sostanzialmente in linea
con quello stipulato di
recente della
Confcommercio (che
rappresenta la grande
distribuzione privata
italiana e le
multinazionali francesi),
perch una scelta di tipo
diverso li penalizzerebbe
in un momento difficile
del mercato a causa del
ristagno dei consumi e
della ripresa
dellinflazione. La tesi di
Adriano Turrini,
presidente di Coop
Adriatica, che gi esiste
un differenziale del costo
del lavoro di tre punti a
sfavore delle proprie
aziende e non si pu
ampliare ulteriormente.
In pi alla Coop
maggiore il coefficiente di
lavoratori assunti a
tempo indeterminato
mentre i privati hanno
fatto ricorso con una
certa frequenza ad altre
forme di impiego
flessibile. La
Filcams-Cgil, che a
differenza di Cisl e Uil
non ha sottoscritto il
contratto Confcommercio,
non ha nessuna
intenzione di rimangiarsi
la scelta e non vuol
trovarsi di fronte al
paradosso di concedere
alle Coop ci che ha
negato ai privati. In
mezzo a tante
contraddizioni e con
interessi diametralmente
divergenti sabato, a meno
di novit dellultima ora,
si sciopera e le bandiere
rosse della Cgil
sventoleranno davanti ai
supermercati dei cugini.
Dario Di Vico
RIPRODUZIONE RISERVATA
Il premier: Bankitalia? Non c fretta
ROMA Non c premura, perch il termine
il 1 novembre. Il premier Silvio Berlusconi
prende tempo per la nomina del successore di
Mario Draghi che lascer la Banca dItalia per
assumere la presidenza della Bce appunto il
prossimo novembre. Il governo, dice, non ha
fretta. Seguir quindi le procedure come chiede
il capo dello Stato, Giorgio Napolitano.
Stiamo parlando serenamente, ho fatto
diverse interviste, vedr rappresentanti della
Banca dItalia e credo anche lopposizione
che con Pier Ferdinando Casini, leader
dellUdc e Pier Luigi Bersani segretario del
Pd ha chiesto di essere ascoltata.
Trichet: guardia alta sullinflazione. Moodys sbaglia
Casa/2 Casa /1
2%
Risparmio
Economia
Effetto prezzi
La scelta legata
allaumento dei prezzi,
saliti al 2,4%
Le garanzie
Francoforte continuer
ad accettare i bond
portoghesi in garanzia
La successione
La lente
Il livello previsto
per linflazione
nel 2011
Francoforte Sccondo r|a|/o |n |rc mcs|. ora una |rcua. la 8cc. no a| |a|||mcn|o dc||a Crcc|a
Denaro pi caro, tassi all1,5%
Perch pu convenire
ancora il variabile
No default
Mutui, due euro in pi
ogni 10.000 di debito
SE LA CGIL
SCIOPERA
CONTRO
I NEGOZI COOP
Titoli di Stato, evitare
scadenze troppo lunghe
Indici delle Borse Cambi FTSE MIB La settimana Fondiaria-Sai La settimana
FTSE MIB 19.735,63 -0,24%
FTSE It.All Share 20.467,81 -0,11%
FTSE It.Star 11.894,59 0,24%
Dow Jones 12.719,49 0,74%
Nasdaq 2.872,66 1,36%
Londra 6.054,55 0,86%
Francoforte 7.471,44 0,54%
Parigi (Cac40) 3.979,96 0,47%
Hong Kong 22.530,18 0,06%
Tokio (Nikkei) 10.071,14 -0,11%
1 euro 1,4247 dollari -0,49%
1 euro 115,6400 yen -0,33%
1 euro 0,8921 sterline -0,30%
1 euro 1,2050 fr. sv. -0,07%
1 euro 9,0950 cor.sve. 0,05%
S&P 500 1.353,22 1,05% Madrid 10.196,20 -0,08% 1 euro 1,3738 dol.can. -0,68%
Titoli di Stato
Btp 99-01/11/10 - - -
Btp 01-01/08/11 5,250% 100,18 -
Btp 07-15/04/12 4,000% 101,29 1,75
Btp 02-01/02/13 4,750% 102,59 2,45
Btp 04-15/09/14 2,150% 99,62 3,89
Btp 04-01/02/15 4,250% 100,81 3,50
Btp 02-01/08/17 5,250% 104,00 3,87
Btp 08-01/08/18 4,500% 98,81 4,17
Btp 08-15/09/19 2,350% 95,37 5,15
Btp 04-01/02/20 4,500% 97,77 4,29
Btp 07-15/09/23 2,600% 93,02 5,48
Btp 98-01/11/29 5,250% 96,93 4,90
Btp 02-01/02/33 5,750% 100,40 5,06
Btp 03-01/08/34 5,000% 91,28 5,07
Cct 04-01/05/11 - - -
Cct 05-01/11/12 0,980% 99,45 2,33
Cct 07-01/12/14 0,980% 96,03 3,20
Ctz 09-31/03/11 - - -
Titolo Ced. Quot. Rend. eff.
07-07 netto %
Titolo Ced. Quot. Rend. eff.
07-07 netto %
Il presidente della Banca
centrale europea
Jean-Claude Trichet nel
corso della conferenza
stampa tenuta ieri a
Francoforte ha ribadito
anche la sua ferma
opposizione no default
al fallimento, anche
parziale, della Grecia
32
Venerd 8 Luglio 2011 Corriere della Sera
#
italia: 515050585854
Prevale una visione moralistica della crisi del
debito sovrano, che sarebbe dovuta agli sperperi
delle cicale meridionali; cos si scambia la causa
con leffetto, ha scritto sul Sole 24 Ore Vincenzo
Visco. La finanza pubblica soffre per la recessione
succeduta alla crisi finanziaria; non viceversa. Per
ricreare gradualmente un nuovo equilibrio non
serve contrarre ancora leconomia. Le recessioni
seguite alle grandi crisi finanziarie ci mettono
uninfinit ad andarsene: da quella del 29, scrisse
Krugman, si usc solo col grande programma di
lavori pubblici pi noto come Seconda guerra
mondiale. Non possiamo per contare sui
contribuenti nordici per sgonfiare lo spread con i
titoli tedeschi, ormai oltre il 2%; non ci sar
risparmiata lindispensabile operazione verit.
La crisi finanziaria era crisi del debito privato,
ed arrivata al debito pubblico, facendosi crisi
sovrana, quando gli Stati si sono indebitati per
pompare denaro nel sistema e ricapitalizzare le
banche al collasso. Luciano Gallino si chiede su
Repubblica perch gli Stati Ue, che han
ricapitalizzato le proprie banche per oltre 3.000
miliardi, non riescono a concordare come dividersi
le poche centinaia di miliardi necessari per
arginare la crisi sovrana. Perch i nuovi miliardi si
sommano ai vecchi 3.000; perch chi ha detto agli
elettori che la crisi colpa delle cicale meridionali
non vuol fare la figura di Babbo Natale; perch a
seconda di come sar risolta la crisi i mercati
attaccheranno la prossima preda. Fermiamoci su
questo punto.
Usa e Ue han salvato dallabisso le banche
quando ai padroni delluniverso nessuno dava
pi benzina. Fatto il pieno, essi han subito ripreso
a correre a duecento allora. Le banche quelle
vere e quelle ombra loro legate di nuovo
scommettono contro gli Stati, che siano quelli che
le han salvate, o altri, la cui crisi avrebbe durissime
conseguenze su tutti. Concentrare le operazioni sui
Cds (credit default swap) in mercati trasparenti e
garantiti ne ridurrebbe il rischio, ma anche i
guadagni; per questo osteggiato da chi profitta
dellopacit.
Andiamo oltre; a chi serve che i mercati
sempre puntino una preda? Qualcuno pensa che
leuro e la stessa Ue sopravvivrebbero a una crisi
del debito spagnolo? Mi vengono in mente
opinioni che non condivido, direbbe Altan; che ci
sia una sorta di incompatibilit fra mercati
finanziari liberi e Stati nazionali democratici, fatto
salvo solo il pi virtuoso? Limmemore finanza
rischia di disfare quel che la democrazia, e le
tragedie della storia, han costruito; divenuta
arrogante padrona, torni umile ancella.
Nellapparente calma sociale, sfugge la gravit
dellora, che impone decisioni drastiche. Il potere
democratico deve ovunque impedire alla finanza
continui rilanci di scommesse a rischio sbilanciato
(pi rischio, pi vinco, ma se perdo paghi tu);
urge aumentare la concorrenza negli Stati, e al
contempo accentrare. Dato che il mercato unico
dei servizi finanziari lontano, Bruxelles dovr
intervenire sulle posizioni dominanti nazionali:
serve pi concorrenza nei mercati, rimasti
separati. Poi va unificata la vigilanza sui grandi
gruppi bancari, finanziari e assicurativi, ancora
ottusamente divisa. Soprattutto, va accentrata la
sorveglianza dei grandi gruppi delleurozona.
Lerrata diagnosi sulla crisi addebitata alle cicale
e non alla preesistente crisi finanziaria
impedisce ai virtuosi di aiutare i viziosi. Il
viluppo fra crisi finanziaria e crisi sovrana si spezza
solo affidando la supervisione dei grandi gruppi a
unentit competente per tutta leurozona; con un
prestatore europeo di ultima istanza e creando quel
ministero delle Finanze delleurozona evocato ad
Aachen da Trichet. I trasferimenti cross-border
apparirebbero per quel che sono. Le banche
investirebbero meno nei titoli del loro Stato, il che
darebbe spazio di mercato agli auspicati, pur se
ancora confusi, eurobond. Sarebbe pi facile il
rientro anche dalla crisi sovrana.
Chi ha buona coesione sociale e meno
disuguaglianza (come la Germania), ha pi
facilmente consenso sul risanamento. Il pescatore
greco non ci sta, se pensa che il ricco armatore
evader come prima, e sposter in pi sicuri lidi le
sue ricchezze. Anche da noi, il consenso su misure
che riaggiustino il valore interno delleuro ci sar
solo chiamando a contribuire chi pi ha profittato
dello scalino dei prezzi legato al changeover. Se il
rischio poi fosse la dissoluzione delleurozona,
andrebbe contrastato a qualsiasi prezzo, inclusa
qualche perdita di valore della moneta, di cui
custode la Bce. Sarebbe come la vecchiaia: sempre
meglio dellalternativa.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Lo spread con Berlino sale a 226 punti
(f.d.r.) Creare delle
agenzie di rating
pubbliche a livello
nazionale per rompere lo
strapotere di Moodys,
S&Ps e Fitch. lidea di
Andrea Beltratti. Il
presidente del consiglio
di gestione di Intesa
Sanpaolo stato ospite
ieri a Londra del
Business Club Italia,
dove ha parlato della
crisi economica e della
situazione delle banche,
di regole ed etica. E ha
quindi lanciato lidea di
creare a livello europeo
delle agenzie di rating
nazionali, a controllo
pubblico, che vadano a
competere sul mercato
con i big del settore.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Indiscreto
La tappa
di Beltratti
nella City
Le emissioni di met
mese: 6,7 miliardi
di Bot annuali e Btp a 5,
10 e 15 anni
Pi svantaggiata la
Spagna, che pure ieri ha
collocato senza problemi
3 miliardi di euro di titoli
di SALVATORE BRAGANTINI
Nuove emissioni La Spagna
Il commento
ROMA Cresce sui mercati
la pressione sui titoli di Stato
italiani: ieri lo spread, cio il dif-
ferenziale di rendimento tra i
Btp decennali e i Bund tedeschi
di uguale durata, ha sfiorato i
226 punti, il record dalla costi-
tuzione delleuro. Ci vuole di-
re che per trovare acquirenti
sul mercato i Btp in circolazio-
ne dovevano offrire il 2,26 % in
pi rispetto ai loro equivalenti
tedeschi, che sono i titoli meno
rischiosi. In serata il divario si
ridotto di poco: lo spread sce-
so a quota 221-222 punti, a
fronte di un rendimento del
2,96% dei titoli tedeschi, il Btp
italiano quotava 5,17%. Pi
svantaggiata la Spagna, che pu-
re ieri ha collocato senza proble-
mi 3 miliardi di euro di titoli: i
suoi bond decennali erano al
5,60%. Tanto per fare un parago-
ne lequivalente bond del Porto-
gallo, trascinato nel vortice del-
la tensione dal drastico declas-
samento del debito sancito da
Moodys, era al 12,39%.
E il rischio contagio delle cri-
si di Grecia, Irlanda e Portogal-
lo che torna a scuotere lEuro-
pa, mettendo sotto la lente Spa-
gna e Italia, i Paesi col debito
pi alto. E se il ministro per lo
Sviluppo Paolo Romani non ve-
de un segnale di particolare al-
larme, gli operatori segnalano
un mutamento di clima: Il ven-
to nei confronti dellItalia
cambiato da due settimane os-
serva Marco Sticchi gestore del
fondo Nemesis Credit Opportu-
nities. E ci, spiega, in concomi-
tanza col diffondersi di previ-
sioni che segnalano per il Sud
dellEuropa il pericolo di una ri-
caduta nella recessione e in ge-
nerale con la conferma della si-
tuazione di instabilit politica
dellEuropa, incapace di trovare
una soluzione comune per risol-
vere le crisi dei debiti dei Paesi
periferici, Grecia in testa. Secon-
do gli operatori le cose potreb-
bero non cambiare nel breve
termine. Ci vorrebbe un an-
nuncio forte sul debito di Ate-
ne per invertire la tendenza,
aggiunge Sticchi anche se non
ci sono dubbi sul fatto che lIta-
lia riuscir a finanziarsi senza
difficolt, a cominciare dalle
emissioni di met mese: 6,7 mi-
liardi di Bot annuali, meno dei
7,5 miliardi in scadenza non-
ch Btp a 5, 10 e 15 anni. Gli oc-
chi comunque restano puntati
sul caso greco. Ieri a Roma, sot-
to la presidenza del direttore ge-
nerale del Tesoro e presidente
del Comitato economico e fi-
nanziario europeo, Vittorio Gril-
li, si svolto un nuovo incon-
tro tra le banche internazionali
per esaminare dopo il rollover
parziale sui bond greci propo-
sto dai francesi, lo swap tra tito-
li ellenici a 3 anni con titoli a 7
anni proposto da Berlino.
Stefania Tamburello
RIPRODUZIONE RISERVATA
Differenziale Btp-Bund
al nuovo record
Se la finanza (incontrollata)
scommette contro gli Stati
Francia
Grecia
Irlanda
ITALIA
Portogallo
Gran Bretagna
3,49%
17,14%
12,79%
5,22%
13,18%
3,30%
+0,52%
+14,17%
+9,82%
+2,25%
+10,21%
+0,33%
Rendimento
Spread verso
titoli tedeschi
In Europa
DARCO
Il caso Il timore dei mercati sulle difficolt dellEuropa
33 Economia
Corriere della Sera Venerd 8 Luglio 2011
#
italia: 515050585854
TRIBUNALE DI ROMA
FALLIMENTO HOLDING DELLARREDO S.P.A.
INVITO A MANIFESTARE INTERESSE
Il Curatore del Fallimento Holding dellArredo S.p.A. n. 1/2011 (gi Emmelunga S.p.A.), dichia-
rato con sentenza del 5.1.2011, rende noto che il Giudice Delegato ha autorizzato la vendita
anticipata dellazienda ex art. 104 ter L.F. e, in particolare, delle seguenti unit operative azien-
dali:
- n. 7 unit operative (punti vendita) costituiti da rami di azienda di propriet dellHolding
dellArredo s.p.a. dislocati sul territorio nazionale e di seguito specificati:
1) Capannori (LU), Via di Caprino;
2) Arezzo, Casenuove di Ceciliano n. 166;
3) Castenaso (Bo), Via Tosarelli n. 326;
4) Sesto Fiorentino (FI), Via Avogadro n. 21;
5) Paderno Dugnano (Mi), Via Amendola n. 39;
6) Pomezia (RM), Via Pontina Km 28,20;
7) San Giovanni Teatino (CH);
- n. 1 unit operativa (punto vendita) costituita da un ramo di azienda che la fallita in bonis
aveva acquisito in affitto da terzi insieme ai relativi locali di seguito specificati:
8) Casoria (NA), Contrada Cimiliarco.
La vendita comprender, per ciascuna unit operativa, il magazzino, la licenza e i rapporti di la-
voro subordinato allesito della procedura ex art. 47 della L. n. 428/1990.
Si fa presente che i punti vendita sopra descritti sono esercitati in immobili di propriet di terzi
e condotti in locazione per i quali sono state promosse le procedure giudiziarie di scioglimento
dei rapporti locativi.
I soggetti interessati potranno far pervenire al Curatore richiesta di accesso alle informazioni e
alla documentazione di natura legale, contabile e fiscale relativa ai suindicati rami di azienda,
presso la data room a tal fine costituita.
La procedura di vendita sar regolata da apposito disciplinare che verr inoltrato agli interessati,
previa sottoscrizione dellimpegno di riservatezza, a seguito di richiesta da indirizzare al Cura-
tore, Avv. Luca Gratteri, con studio in Roma, Via Filippo Corridoni n. 25 (Tel. n. 06.39377281
- Fax n. 06.39377284 - E-mail legale@dgsassociati.it).
Le proposte irrevocabili di acquisto ex art. 1329 c.c., ai sensi del predetto disciplinare di vendita,
dovranno pervenire entro il 20.7.2011 ore 12.00 presso il Notaio Incaricato, il quale provveder
allapertura delle buste presso il suo studio il giorno 21.7.2011 ore 10.00.
La presente comunicazione costituisce esclusivamente un invito a manifestare interesse e non
comporta vincolo alcuno per la curatela, n costituisce invito ad offrire n offerta al pubblico
ex art. 1336 c.c., n sollecitazione del pubblico risparmio ex art. 94 e ss. del D.Lgs. n. 58/1998.
La presente comunicazione e le eventuali manifestazioni di interesse non obbligano, in alcun
modo, la procedura fallimentare a dare corso alla cessione delle unit operative aziendali della
Holding dellArredo S.p.A.
Il presente annuncio sottoposto alla legge italiana e per ogni controversia ad esso attinente
sar competente in via esclusiva il Foro di Roma.
FALLIMENTO N. 1/2011 HOLDING DELLARREDO S.P.A.
IL CURATORE - Avv. Luca Gratteri
COMUNE DI MONTALTO UFFUGO
(Provincia di Cosenza)
AVVISO gara esperita: Determina-
zione n. 173 del 09.06.2011. Re-
sponsabile del Servizio Gestione
OO.PP. e Manutenzione per: Inter-
venti di Sistemazione idrogeologica
Fraz. Parantoro e Via Molinari.
CUP: H82J10000000002 CIG n.
0641799D46; Imprese partecipanti
26; Imprese escluse 4; Impresa
aggiudicataria: IDROGEO S.r.l. ri-
basso 48,554% San Marco Arg.
(CS); Seconda classificata: I.C.O.P.
S.r.l.. Antonimia (RC). LAvviso in-
tegrale disponibile su www.co-
mune.montaltouffugo.cs.it - Albo
Pretorio, sito web Regione Calabria
- Gazzetta Aste ed appalti pubblici
Responsabile Unico del Procedi-
mento: Arch. Giuseppe Chiappetta.
Il Responsabile del Procedimento
F.to Geom. Giuseppe Ortino
CITTA DI TORINO
AVVISO DI RETTIFICA E DI
PROROGA TERMINI
PROCEDURA APERTA N. 61/2011
C.U.P. C15B08000030004
C.I.G. 140552109F C.P.V. 45233220-7
Bando pubblicato il 25 maggio 2011 al-
lAlbo Pretorio della Citt di Torino e sulla
Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.
OGGETTO: P.R.U. VIA ARTOM - LEGGE 4
DICEMBRE 1993 N. 493 - RIQUALIFICA-
ZIONE BORGATA MIRAFIORI. IMPORTO
TOTALE DELLAPPALTO: Euro 634.264,67.
Si comunica che si proceduto alla sosti-
tuzione del documento COMPUTO ME-
TRICO ESTIMATIVO - ELENCO PREZZI -
ANALISI PREZZI, pubblicato in allegato al
bando di gara, in data 25 maggio 2011. Al
fine di consentire una corretta presenta-
zione delle offerte, i termini di cui al bando
datato 29 aprile 2011 sono cos prorogati:
- SCADENZA RICEZIONE OFFERTE: ENTRO
LE ORE 10 DI MARTEDI 13 SETTEMBRE
2011 ALLE ORE 10,00;
- SEDUTA DI GARA: MERCOLEDI 14 SET-
TEMBRE 2011, ORE 10,00;
- Termine per la visione del capitolato: entro
l8 settembre 2011. Rimangono inalterate
tutte le altre prescrizioni del bando di gara.
Torino, 16 giugno 2011
IL DIRETTORE
SERVIZIO CENTRALE
CONTRATTI - APPALTI ED ECONOMATO
Dott.ssa Mariangela ROSSATO
UNIVERSITA CA FOSCARI VENEZIA
AVVISO DI APPALTO AGGIUDICATO
LOTTO 1: CIG 12943871F1
LOTTO 2: CIG 1294441E7D
LUniversit Ca Foscari Venezia, Sez. Appalti e
Contratti, DD. 3246, Venezia, tel. 041.234-8305,
con decreto direttoriale n. 310 del 26.04.2011, ha
dichiarato deserto il lotto 1 e aggiudicato il lotto 2
relativo alla procedura aperta per laffidamento del
servizio di copertura assicurativa a Lloyds in
nome e per conto del sindacato leader Beazley.
Importo aggiudicato: 8.997,99.
R.U.P. - dott. Carlo De Martin Fabbro
Il Direttore Amministrativo - ing. Alberto Scuttari
AVVISO
La Giunta regionale del Veneto, con provvedimento n. 838 del 21 giugno
2011, pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione n. 49 del 8 luglio
2011, ha deliberato lapprovazione delle Modalit per la presentazione
delle domande e dei criteri di assegnazione del Fondo e del Bando per
lassegnazione del Fondo regionale per il cinema e laudiovisivo. Le
domande, debitamente compilate e firmate dal legale rappresentante,
dovranno pervenire, a mezzo raccomandata AR o a mano (dalle ore 8.30
alle ore 14.30, dal luned al venerd), utilizzando i modelli appositamente
predisposti e allegati al Bando, a: Regione del Veneto. Direzione Attivit
Culturali e Spettacolo Cannaregio, 168 - 30121 Venezia entro le ore
13.00 del giorno 8 agosto 2011. Per modulistica e informazioni
http://www.regione.veneto.it nelle pagine bandi e finanziamenti / cultura.
Il Dirigente Regionale - dr.ssa Maria Teresa De Gregorio
AVVISO
ESTRATTO INVITO AD OFFRIRE
La RAI rende noto che intende avviare una procedura volta allalienazione, a trattativa privata, a corpo e non
a misura, nello stato di fatto e di diritto in cui attualmente si trovano le seguenti unit immobiliari ad uso
industriale di propriet della RAI e di sue Consociate:
Lotto Comune Indirizzo Consistenze Propriet
32005-B Bari Ceglie del Campo, C.so Umberto I sup. edicata 847 mq, area 44.396 mq Rai
05072 Bolzano Via C. Battisti 40 sup. edicata 609 mq, area 873 mq Rai
41022 Sestu/Elmas (CA) Loc. Cortexandra, S.S. 131 sup. edicata 1.473 mq, area 96.711 mq Rai
41251 Sassari Via dei Mille 9/c sup. edicata 1.318 mq, area 387 mq Rai
41351 Santa Giusta (OR) Loc. Corte Baccas sup. edicata 42 mq, area 10.605 mq Rai Way
34213 Reggio Calabria Contrada Condera sup. edicata 102 mq, area 11.600 mq Rai Way
10887 Siena Loc. Le Querci, Strada dei Fuochi sup. edicata 42 mq, area 14.280 mq Rai Way
03295 La Spezia Loc. Valdellora sup. edicata 79 mq, area 7.635 mq Rai Way
LInvito ad Offrire proposto per ogni singolo lotto.
Il testo integrale dellInvito ad Offrire, contenente le istruzioni per la presentazione delle offerte, completo dei modelli
allegati, pubblicato sul sito www.immobili.rai.it sezione Bandi e pu essere anche richiesto mediante spedizione
di plico postale inviato con raccomandata A/R allindirizzo RAI Radiotelevisione Italiana - Direzione Acquisti e Servizi
- Servizi Generali - Valorizzazione Patrimonio, viale Mazzini n. 14 - 00195 Roma, oppure mediante posta elettronica
allindirizzo info.immobili@rai.it.
Ulteriori e pi speciche informazioni sugli immobili proposti, ivi comprese le modalit per leffettuazione dei sopralluoghi,
sono reperibili consultando il sito www.immobili.rai.it alla sezione Immobili in vendita.
Il prezzo offerto dovr essere pari o superiore rispetto al prezzo minimo indicato per lotto nel testo integrale dellInvito
ad Offrire pubblicato sul sito internet www.immobili.rai.it.
Il plico contenente lofferta redatta secondo le modalit indicate nel testo integrale dellInvito ad Offrire
pubblicato sul sito www.immobili.rai.it dovr essere consegnato personalmente, oppure inviato a mezzo di
raccomandata A/R entro e non oltre le ore 12:00 del 30/09/2011, a:
INVITO AD OFFRIRE RAI DEL 08/07/2011 LOTTO N. ..
presso:
NOTAIO FRANCESCO MARIA RAGNISCO
LUNGOTEVERE ARNALDO DA BRESCIA, 9
00196 ROMA
Il presente invito non comporta alcun obbligo o impegno per la Rai nei confronti degli interessati allacquisto e, per questi
ultimi, alcun diritto o pretesa nei confronti della Rai a qualsivoglia titolo.
Il presente avviso costituisce Invito ad Offrire e non offerta al pubblico ai sensi dellart. 1336 Codice Civile, n
sollecitazione allinvestimento ai sensi degli artt. 94 e ss. del D.Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58.
La Rai si riserva la facolt di modicare i termini, sospendere ed interrompere in ogni momento, senza preavviso le
procedure avviate, ovvero di recedere in ogni momento dalle trattative eventualmente instaurate, qualunque sia il grado
di avanzamento delle stesse, senza che per ci i candidati possano avanzare nei confronti della Rai alcuna pretesa a
titolo risarcitorio o di indennizzo, pure per le spese sostenute, anche del solo interesse negativo.
Il presente invito e lintera procedura sono regolate dalla legge italiana e per ogni eventuale controversia ad essi
attinente sar competente, in via esclusiva, il Foro di Roma.
ESTRATTO DI BANDO DI GARA
indetta procedura aperta ai sensi del D.Lgs. n. 163/2006, col criterio del prezzo pi basso
determinato mediante offerta a prezzi unitari: GARA n. MI008-11
S.S. n. 340 dir Regina - Lavori di sistemazione a livelli sfalsati dellincrocio tra la
S.S. n. 340 dir e la S.S. n. 36 in localit SantAgata/Pian di Spagna. IMPORTO LAVORI:
3.365.026,60 di cui 260.241,56 per oneri sicurezza non soggetti a ribasso. Categoria
prevalente: OG3 classica V; Categoria scorporabile e subappaltabile: OS12 classica I;
Le offerte, in lingua italiana, dovranno pervenire entro e non oltre le ore 19.30 del giorno
22.08.2011. Il bando pubblicato sulla G.U.R.I. il giorno 08.07.2011 visibile presso lAlbo
Pretorio dei Comuni di Milano e presso il Compartimento della Viabilit di Milano, sul sito
internet www.stradeanas.it, sul sito internet www.serviziocontrattipubblici.it e sul sito
internet www.osservatorio.oopp.regione.lombardia.it. Il Dirigente Amministrativo
Avv. Nicola Rubino
ANAS S.p.A.
Compartimento della viabilit
per la Lombardia
VIA C. DASCANIO, 3 - 20142 MILANO
Tel. 02/826851 - Fax 02/82685501 sito internet www.stradeanas.it
AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE
DI PALERMO
AVVISO RETTIFICA
E RIAPERTURA TERMINI GARA
Con riferimento al bando per la procedura
aperta per laffidamento del contratto quin-
quennale per la progettazione, realizza-
zione, gestione e manutenzione del nuovo
sistema infotelematico dellAzienda il cui
avviso stato pubblicato su questo gior-
nale, si comunica che i termini per la pre-
sentazione delle offerte sono stati rinviati
alle ore 09,00 del giorno 12.07.2011.
Lapertura delle offerte, pertanto sar effet-
tuata alle ore 10,00 dello stesso giorno.
IL DIRETTORE GENERALE
Dr. Salvatore Cirignotta
SOGEI - Societ Generale dInformatica S.p.A.
Via M. Carucci, 99 - 00143 ROMA
Telefono +39 0650252828 - Fax +39 0650258429
Societ del Ministero delleconomia e delle finanze
AVVISO DI ANNULLAMENTO
Si rende noto che la SOGEI, relativamente alla Procedura aperta per laffidamento del servizio di sup-
porto organizzativo a Sogei per la revisione del modello di Pianificazione e Controllo delle Strutture
Organizzative del Ministero delleconomia e delle finanze deputate al settore della fiscalit (Gara
E1032) - indetta con bando di gara, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dellUnione Europea il 22 luglio
2010 serie S n. 140-215925 e sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 85 del 26 luglio
2010, ha annullato la suddetta procedura aperta tramite avviso inviato allUfficio Pubblicazioni
dellUnione Europea il giorno 1 luglio 2011, pubblicato, altres, sulla Gazzetta Ufficiale della
Repubblica Italiana 6 luglio 2011, in conformit a quanto previsto dal punto VI.3.2 del bando di gara.
Roma l, 08/07/2011
SOGEI - Societ Generale dInformatica S.p.A.
LAmministratore Delegato - Marco Bonamico
Eni S.p.A.
Sede legale in Roma, Piazzale Enrico Mattei, 1
Capitale sociale 4.005.358.876,00 i.v.
Registro Imprese di Roma, Codice Fiscale 00484960588
Partita IVA 00905811006 R.E.A. Roma n. 756453
Estratto di bando di gara
Ente aggiudicatore: eni SpA, eni mediterranea idrocarburi SpA, societ
ionica gas SpA, societ adriatica idrocarburi SpA, rappresentate da
syndial S.p.A., con sede legale in S. Donato Milanese, Piazza Boldrini
1, capitale sociale 437.578.684,40 i.v., Codice Fiscale, Partita IVA
e Registro delle Imprese di Milano 09702540155, R.E.A. Milano n.
1309478
Tipo di procedura: negoziata
Tipo di appalto: servizi
Oggetto dellappalto: servizi di pronto intervento ecologico presso i
siti di eni Div. E&P, eni Div. R&M, eni mediterranea idrocarburi, societ
ionica gas e societ adriatica idrocarburi
Luogo di consegna/di esecuzione della prestazione: Italia
Durata: 36 mesi dallaggiudicazione dellappalto
Divisione in lotti: lotto 1: eni Div. E&P Distretto centro-settentrionale;
lotto 2: eni Div. E&P Distretto centro-meridionale; lotto 3: eni
mediterranea idrocarburi Area Sicilia; lotto 4: ionica gas Provincia
di Crotone; lotto 5: adriatica idrocarburi Provincie di Campobasso,
Teramo, Ascoli Piceno, Fermo; lotto 6: eni Div. R&M Hub sud-ovest;
lotto 7: eni Div. R&M Area Sicilia
Criterio di aggiudicazione: prezzo pi basso
Termine per il ricevimento delle domande di partecipazione:
03/08/2011 h. 17.00
Testo integrale del Bando: il testo integrale del Bando stato
pubblicato in data 02/07/2011 sulla Gazzetta Ufciale dellUnione
Europea (GUUE) con il numero 2011/S 125-207962 ed disponibile
sul sito https://eprocurement.eni.it
Syndial SpA
In nome e per conto di eni SpA, eni mediterranea idrocarburi SpA,
societ ionica gas SpA, societ adriatica idrocarburi SpA
AUTORITA PORTUALE
DI CATANIA
Ufficio Gare e Contratti
Avviso di esito di gara
La gara a procedura aperta effet-
tuata in data 10.05.11 con il criterio
di aggiudicazione del prezzo pi
basso, ex D.Lgs. n. 163/06 e s.m.i,
per laffidamento di un contratto di
mutuo quindicennale, per interventi
infrastrutturali gi cantierati del costo
complessivo di 913.300,00, di cui
alla GURI n. 76 V Serie speciale del
29.06.11 stata aggiudicata, in data
16.05.2011, allIstituto CASSA DE-
POSITI E PRESTITI di Roma. Ulte-
riori informazioni sono riportate nei
verbali di gara reperibili collegandosi
al sito web: www.porto.catania.it.
Il Dirigente DArea
(Dott. Davide Romano)
Comune di Preseglie (BS) Avviso gara servizio
trasporto scolatico - CIG (2930180D04) centrale di com-
mittenza per tre Comuni: Agnosine, Odolo, Preseglie; pro-
cedura aperta con gestione interamente telematica,
mediante piattaforma telematica SINTEL, criterio di ag-
giudicazione, offerta economicamente pi vantaggiosa ex
art. 83 D.Lgs. n. 163/06, per affidamento dal 12/09/2011
al 30/06/2014. Informazioni per la visione e copia atti di
gara reperibili sul sito www.comune.preseglie.bs.it e su
www.centraleacquisti.regione.lombardia.it. Scadenza
offerte entro e non oltre le ore 12.00 del 26/08/2011.
Il Segretario generale - Bertazzoli
INFRASTRUTTURE LOMBARDE S.P.A.
Infrastrutture Lombarde S.p.A., Via N. Coper-
nico n. 38 - 20125 Milano, in qualit di am-
ministrazione aggiudicatrice, ha indetto una
procedura aperta per l'affidamento dellap-
palto integrato concernente la progettazione
esecutiva e lesecuzione dellintervento di ri-
qualificazione delle villette di propriet del-
lAzienda Lombarda per lEdilizia Residenziale
della Provincia di Milano (A.L.E.R. Milano),
site in Milano, Quartiere Del Sarto, Via Del
Sarto 20 e Via Tiepolo 49-51. Importo
complessivo stimato dellintervento:
1.818.615,08 Iva esclusa, di cui:
1.699.031,85 per lavori, soggetti a ribasso;
67.180,51 per spese per la progettazione
esecutiva, soggetti a ribasso ed 52.402,72
per oneri per la sicurezza, non soggetti a ri-
basso. Criterio di aggiudicazione: Offerta
economicamente pi vantaggiosa. Le offerte
dovranno pervenire presso Infrastrutture
Lombarde S.p.A. entro le ore 12:00 del 13
Settembre 2011. Il bando integrale stato
pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della
Repubblica Italiana n. 79 del 6 Luglio 2011
ed scaricabile dal sito www.ilspa.it - Bandi
Aperti. Per informazioni: Ufficio gare
tel. 02.6797.1711 fax 02.6797.1787 e-mail:
ufficiogare@ilspa.it.
Il Responsabile Unico del Procedimento
(Arch. Simona Trapletti)
COMUNE DI NUVOLERA
Provincia di Brescia
Prot. n. 0007171 del 29.06.2011
OGGETTO: Lavori di Opere idrauliche prioritarie nel ba-
cino del C. Naviglio Grande Bresciano - Legge 18 mag-
gio 1989 n. 183 (progr. triennale 1999/2001 ) - NUOVO
CANALE SCOLMATORE - Avviso di avvio del procedi-
mento per la dichiarazione di pubblica utilit e succes-
siva espropriazione nonch di deposito atti ai sensi
dellart. 16 del D.P.R. 8 giugno 2001 n. 327 s.m.i.
IL RESPONSABILE
DELLAREA GESTIONE DEL TERRITORIO
nonch
RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO
DELLOPERA PUBBLICA DENOMINATA
Nuovo Canale Scolmatore
AVVISA
che ai sensi dell'art. 16 del D.P.R. 8 giugno 2001 n. 327
s.m.i. "Testo unico delle disposizioni legislative e regola-
mentari in materia di espropriazione per pubblica utilit"
e relativamente ai lavori in oggetto, viene avviato il pro-
cedimento per la dichiarazione di pubblica utilit e per
lespropriazione degli immobili di propriet privata inte-
ressati dallintervento.
Si avvisa inoltre che sono depositati presso l'Ufficio per
le espropriazioni del Comune di Nuvolera:
Il progetto definitivo dell'opera;
la relazione sommaria indicante la natura e lo scopo
delle opere da eseguire;
Si comunica che, nel termine perentorio di 30 giorni
dalla data di pubblicazione del presente avviso, i pro-
prietari ed ogni altro interessato possono:
prendere visione degli atti depositati;
formulare osservazioni;
chiedere che l'espropriazione riguardi anche le frazioni
residue di propri beni che non siano state prese in con-
siderazione, qualora per esse risulti una disagevole uti-
lizzazione ovvero siano necessari considerevoli lavori
per disporne una agevole utilizzazione.
Gli elaborati progettuali con tutta la connessa documen-
tazione sono consultabili presso lUfficio Tecnico Comu-
nale (Ufficio per le espropriazioni), durante gli orari di
ricevimento al pubblico di seguito riportati:
Giorni e orari di apertura al pubblico:
Lunedi dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 17.00 alle 19.00
Marted dalle 9.30 alle 12.30
Mercoled dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 17.00 alle 19.00
Gioved dalle 9.30 alle 12.30
Venerd dalle 9.30 alle 12.30
La presente comunicazione sostituisce, avendone titolo
a tutti gli effetti, la comunicazione personale agli inte-
ressati poich nella fattispecie superiore a 50 il nu-
mero dei destinatari della procedura espropriativa.
Si rammenta che coloro che secondo i registri catastali
non risultano pi proprietari, sono tenuti, a norma
dellart. 3 comma 3 del D.P.R. 327/2001, a darne comu-
nicazione al Responsabile del Procedimento, indicando,
se a conoscenza, il nominativo del nuovo proprietario o
fornendo copia degli atti in possesso utili a ricostruire le
vicende dellimmobile.
IL RESPONSABILE DELLAREA
GESTIONE DEL TERRITORIO E RUP
Fontana ing. Donato
RENDICONTO GESTIONALE A PROVENTI E ONERI AL 31 DICEMBRE 2010
.. Proventi Oneri Netto
2010
1. ATTIVITA ISTITUZIONALE DI RACCOLTA FONDI
1.1 Quote associative e contributi liberali
1.2 Raccolta fondi e sms
1.3 Proventi da contributo 5x1000
7.790,00
117.105,66
14.154,73
7.790,00
117.105,66
14.154,73
TOTALE 139.050,39 139.050,39
2. ONERI DI SUPPORTO GENERALE
2.1 Totale oneri per il personale
2.2 Oneri per la gestione soci
2.2 Spese generali
2.3 Acquisto di beni durevoli
6.114,85
10.036,42
314,76
6.114,85
10.036,42
314,76
TOTALE 16.466,03 16.466,03
3. PROVENTI FINANZIARI E PATRIMONIALI 5,86 1.063,28 1.057,42
4: PROVENTI E ONERI STRAORDINARI 0 0 0
TOTALE 5,86 1.063,28 1.057,42
5. TOTALE MEZZI DISPONIBILI DELLESERCIZIO 139.056,25 17.529,31 121.526,94
6. ATTIVITA ISTITUZIONALE DI SVILUPPO DELLA RICERCA
ONCOLOGICA E INFORMAZIONE SCIENTIFICA
6.1 Assegnazioni deliberate dagli organi istituzionali per progetti di
ricerca, borse di studio e interventi vari
6.2 Informazione scientica esito internet
6.3 Altri oneri per attivit istituzionali
10.000,00 10.000,00
TOTALE 10.000,00 10.000,00
RISULTATO GESTIONALE DELLESERCIZIO 139.056,25 27.529,31 111.526,94
STATO PATRIMONIALE
STATO PATRIMONIALE - ATTIVO 31.12.2010 31.12.2009
A) Crediti verso soci P/Vers.ti ancora dovuti 0 0
B) Immobilizzazioni Materiali
1) Immobilizzazioni materiali
2) Fondo Amm. e sval. immob. materiali
315
315 -
0
0
TOTALE IMMOBILIZ.ONI MATERIALI 0 0
TOTALE IMMOBILIZZAZIONI 0 0
C) Attivo Circolante
Disponibilit liquide
128.764 8.642
TOTALE ATTIVO CIRCOLANTE 128.764 8.642
D) Ratei e Risconti 0 0
TOTALE STATO PATRIMONIALE - ATTIVO 128.764 8.642
STATO PATRIMONIALE PASSIVO 31.12.201 31.12.2009
A) Patrimonio netto
Avanzo gestionale anni precedenti 8.642 1.683
TOTALE ALTRE RISERVE 8.642 1.683
B) Avanzo gestionale 111.527 6..959
TOTALE PATRIMONIO NETTO 120.169 8.642
C) Debiti
Esigibili entro lesercizio successivo
8.595 0
TOTALE DEBITI 8.595 0
D) Ratei e Risconti 0 0
TOTALE STATO PATRIMONIALE - PASSIVO 128.764 8.642
Conti dOrdine
Progetti di ricerca approvati dagli organi scientici le cui assegnazioni sono state
deliberate nel corso dellanno 2011 con un budget di spesa di 60.000
Il Presidente - Dr.ssa Francesca M. Terracciano Il Tesoriere - Gian Mario Zana
A.I.S.OS Onlus n. 52474
Associazione Italiana Studio Osteosarcoma
Via Santa Croce in Gerusalemme, 97 - 00185 - Roma - Tel +39 0642014870 - Mobile Phone +39 337 565657
Fax +39 0677250257 C.F. e P.I. 08433741009 www.aisos.it - www.osteosarcoma.it - info@aisos.it
A.I.S.OS Onlus n. 52474
Associazione Italiana Studio Osteosarcoma
(Prevenzione - Diagnosi - Terapia)
BARI - Via P. Villari 50
Tel. 080 5760111 - Fax 080 5760126
Dal lunedi al venerdi 9-13 / 14.30-18
BOLOGNA - Via S. Donato 85
Tel. 051 4201711 - Fax 051 4201028
Dal lunedi al venerdi 9-13 / 14-18
COMO - Piazza del Popolo 5
Tel. 031 243464 - Fax 031 303326
Dal lunedi al venerdi 8.30-12.30 / 14.30-18.30
FIRENZE - Viale Matteotti 60
Tel. 055 552341 - Fax 055 55234234
Dal lunedi al venerdi 9-13 / 14-17.30
MILANO - Via Solferino 22
Tel. 02 6282 7555 / 7422 - Fax 02 6552436
Dal lunedi al venerdi 9.15-17.45
NAPOLI - Vico San Nicola
alla dogana 9
Tel. 081 4977711 - Fax 081 4977712
Dal lunedi al venerdi 9-13 / 14.45-17.30
OSIMO (AN) - Via Grandi 10
Tel. 071 7276077 - Fax 071 7276084
Dal lunedi al venerdi 9-13 / 14-18
Piccola Pubblicit - Punti raccolta inserzioni
Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano
SPORTELLI AGENZIE
PALERMO - Via G. Sciuti 164
Tel. 091 306756 - Fax 091 342763
Dal lunedi al venerdi 9-13,30 / 15-18
PADOVA - Via Francesco
Rismondo 2e int. 8
Tel. 049 6996311 - Fax 049 7811380
Dal lunedi al venerdi 9-13 / 14-18
PARMA - Strada della Repubblica 45
Tel. 0521 285102 - Fax 0521 289810
Dal lunedi al venerdi 9-13 / 14.30-18
TORINO - Corso Duca dAosta 1
Tel. 011 502116 - Fax 011 503609
Dal lunedi al venerdi 9-13 / 14-18
UDINE - Via G. Leopardi 25
Tel. 0432 501300 - Fax 0432 501410
Dal lunedi al venerdi
8.30-12.30 / 14.30-18.30
VERONA - Via Carlo Cattaneo, 26
Tel. 045 8011449 - Fax 045 8010375
Dal lunedi al venerdi 9-13 / 14-18
34
Venerd 8 Luglio 2011 Corriere della Sera italia: 515050585854
MILANO Ho parlato con il ministro Tremonti e mi ha
dato la sua disponibilit ad aiutarci per migliorare le
condizioni dellaccordo con Edf, dopo lo stop di marzo al
riassetto di Edison. Per Bruno Tabacci (foto), neoassessore al
Bilancio del Comune di Milano socio di riferimento con
quello di Brescia di A2A , il futuro del secondo produttore di
energia elettrica italiano non gi stato scritto: Non bisogna
dare per scontata quellipotesi di accordo e lavorare per
migliorarla. Del resto non tutte le armi sono spuntate, c lo
strumento della Cassa Depositi e Prestiti. Nel giorno dei
consigli di sorveglianza e gestione di A2A si rimescolano le
carte. Almeno sul fronte italiano. E ufficialmente riparte il
negoziato che il governo aveva bloccato per difendere
litalianit delle societ italiane dallassalto francese. Ieri il
consiglio di sorveglianza di A2A, lutility
lombarda principale socio italiano di
Edison, ha indicato al consiglio di
gestione di proseguire nelle trattative
con Edf auspicando che possano essere
apportati miglioramenti, tenendo anche
conto delle evoluzioni del contesto
nazionale e internazionale degli ultimi
mesi soprattutto in merito al nucleare.
Tradotto, laccordo sul riassetto di
Edison, che prevedeva il passaggio della
maggioranza a Edf con i soci italiani in
minoranza e lo spacchettamento di
Edipower e il trasferimento degli asset
idroelettrici ad A2A, non sembra pi cos
vantaggioso. Il consiglio di gestione ha
preso atto delle sollecitazioni, come
confermato dal presidente Giuliano
Zuccoli al termine dellincontro durante
il quale ha ribadito la piena fiducia nel direttore generale
Renato Ravanelli a trattare con Edf. Sul tentativo di A2A di
alzare la posta, Zuccoli ha spiegato che limpalcatura rimane
valida e che resta prioritario difendere A2A e i suoi azionisti
ma certamente non possiamo non tenere conto del fatto che
Edison unattivit strategica per il Paese e importante anche
per Milano. Zuccoli per fiducioso in una chiusura delle
trattative entro il 15 settembre, quando scadranno i patti di
sindacato. Sul tavolo per c anche la pratica dei soci minori
riuniti in Delmi (Iren, Dolomiti energia e Sel) non pienamente
soddisfatti dalla bozza di marzo. La prossima settimana il
consiglio si riunir di nuovo.
Francesca Basso
RIPRODUZIONE RISERVATA
MILANO Con un giorno di anticipo Lactalis mette la
bandiera francese sulla Parmalat. Ieri lOpa lanciata dal
gruppo di Emmanuel Besnier sullazienda di Collecchio ha
superato la soglia del 50% e quindi Lactalis il nuovo
azionista di maggioranza assoluta. C ancora oggi per
aderire allofferta ma a questo punto la partita chiusa.
Non che ci fossero dubbi. A dir la verit aleggiava giusto
qualche incertezza sulla possibilit dei francesi di superare
il 50% della Parmalat, visto il ritmo delle adesioni. Di
solito per negli ultimi giorni che gli investitori
consegnano i titoli e ieri arrivato un pacchetto dell11%
del gruppo di Collecchio, che ha portato il totale raccolto
al 21,83%. Aggiunto al 29% in mano a Lactalis ha permesso
cos di superare con un giorno di anticipo il 50%. E ora i
francesi puntano a chiudere la partita
con il 55-60%.
Chiuso il dossier Opa, e con un
nuovo consiglio damministrazione
gi insediato, mancano ancora alcuni
dettagli a Lactalis per completare il
piano. Dettagli significativi, a
cominciare dalla nomina del nuovo
amministratore delegato e dalla
sostituzione del direttore finanziario
che prender il posto di Pierluigi De
Angelis. Questultimo si dimesso a
fine giugno ma ha dato la
disponibilit a restare fino al consiglio
che il 28 luglio approver la
semestrale. E che potrebbe procedere
alla nomina del nuovo
amministratore delegato. Il consiglio
potrebbe tuttavia riunirsi anche prima
per attribuire le deleghe. Non inusuale infatti, quando
c unOpa, che il board venga convocato al termine
dellofferta per fare il punto. Il nuovo amministratore
delegato non sar necessariamente un francese. Dopo
linsediamento del consiglio presieduto da Franco Tat
(nella foto) e la nomina dei comitati interni, hanno
iniziato a circolare molte indiscrezioni sui possibili
candidati. Secondo fonti vicine al dossier la rosa sarebbe
ristretta e comprenderebbe anche i consiglieri Antonio
Sala, Daniel Jaouen, entrambi membri del comitato
nomine di Parmalat che dovr indicare lamministratore
delegato, Marco Jesi e Olivier Savary.
Federico De Rosa
RIPRODUZIONE RISERVATA
Italia-Francia /1
Il nodo della
nomina
dellamministra-
tore delegato
Il consiglio
A2A:
negoziare
con Parigi
Con Chrysler scavalca Renault e Gm nella graduatoria auto
Nomine
I soci
Italia-Francia /2
Fiat scala la classifica dei big
Il pressing su Edf
La Cassa Depositi
per il riassetto Edison
Parmalat francese
Opa al capolinea
Lactalis arriva al 50%
MILANO Le multinazio-
nali hanno superato la crisi,
con riprese anche sostenute
di ricavi e redditivit. Le big
dellindustria italiana non ten-
gono il passo, crescono meno
e diminuisce il loro numero
fra le maggiori imprese del
mondo. Con un solo balzo in
avanti per dimensioni: Fiat,
che da giugno consolida Chry-
sler, balza dal trentaduesimo
al diciannovesimo posto nella
graduatoria globale e dal no-
no al settimo in quella dellau-
to, superando Renault e Gm e
piazzandosi, con poco meno
di 92 miliardi di attivi, vicina
a Nissan e subito dietro a Hon-
da e Bmw. Sono queste alcu-
ne fra le novit di maggior ri-
lievo che emergono dal rap-
porto sulle 375 multinazionali
pi grandi el aborat o da
R&S-Mediobanca.
Il primato per grandezza de-
gli attivi ancora di Toyota
(269,1 miliardi), seguita da Ro-
yal Dutch Shel l (237) ed
ExxonMobil (226,4). Il grup-
po Eni, primo fra gli italiani,
resta al tredicesimo posto
(120,7 miliardi). La Borsa pe-
r apprezza diversamente:
prima la ExxonMobil (274
miliardi), seguita da Apple
(221) che non figura fra le big
per asset, e Toyota 16esima.
Il rapporto di R&S-Medio-
banca sottolinea anzitutto la
ripresa dei giganti dellindu-
stria, avviata nel 2010 e confer-
mata nei primi mesi del 2011.
Lanno scorso le vendite delle
multinazionali sono aumenta-
te del 15,2%, con un vero
boom dellarea russo-asiatica
che registra una crescita del
27,6%. Tendenza proseguita
questanno con incrementi di
vendite dell11,7%. Ci signifi-
ca che mentre le banche anco-
ra arrancano, con volumi di at-
tivit inferiori al 30-40% ri-
spetto al periodo pre-crisi, le
grandi industrie sono invece
tornate in sostanza ai livelli
precedenti. Certo, la ripresa
delle vendite nel 2010 stata
sostenuta dallindustria ener-
getica che ha beneficiato del-
laumento del 30% circa del
prezzo del greggio, ma la ma-
nifattura ha comunque regi-
strato una crescita che in Euro-
pa stata pari all11,4%. Un po-
tente driver del ritrovato svi-
luppo lespansione delle ven-
dite nei Paesi emergenti e in
particolare in Far East. In Ita-
lia il progresso del fatturato
stato invece pi contenuto, pa-
ri al 9,3%, contro il 17,6% della
Germania e l11,8%della Fran-
cia. Nonostante le nostre im-
prese abbiano in un decennio
raddoppiato il fatturato in
Asia.
E comunque, ancora una
volta, il rapporto di R&S-Me-
diobanca sottolinea le fragili-
t delle multinazionali italia-
ne, calate nel rapporto da 18 a
15 e sempre fra le pi piccole
e meno globalizzate. Seguono
le altre non solo in termini di
crescita. I margini sono au-
mentati meno e la redditivit
netta circa un quarto di quel-
la europea se misurata rispet-
to al fatturato (1,9% in Italia
contro una media europea del
7,8%) ed meno della met se
considerata rispetto ai mezzi
propri. La nostra industria
sembra poi tentare di compe-
tere pi dal lato dei costi che
da quello del valore aggiunto
e quindi della qualit. E la
struttura finanziaria resta ap-
pesantita da un maggior ricor-
so al debito, pari a 1,2 volte i
mezzi propri contro una me-
dia Ue dello 0,7.
Sergio Bocconi
RIPRODUZIONE RISERVATA
R&S-Mediobanca Eni prima delle italiane al tredicesimo posto. Vendite delle multinazionali +15,2%
35 Economia
Corriere della Sera Venerd 8 Luglio 2011 italia: 515050585854
Sede in Milano - via San Marco 21
Capitale sociale Euro 762.019.050 i.v.
Registro delle Imprese di Milano C. F. e P. IVA 12086540155
AVVISO AGLI AZIONISTI
(pubblicato ai sensi dellart. 84 del Regolamento approvato con Delibera Consob n. 11971/1999, come successivamente modicato ed intergrato)
Si comunica che in data 7 luglio 2011 (la Data di Iscrizione) stata iscritta nel Registro delle Imprese di Milano la delibera dellAssemblea straordinaria di RCS MediaGroup S.p.A. (anche RCS o la Societ), tenutasi in
data 20 giugno 2011, che ha approvato, tra laltro, la modica delloggetto sociale mediante riformulazione dellarticolo 2 (oggetto) dello Statuto sociale, in modo da includervi, oltre allattivit di holding pura ed a quelle ad essa
tipicamente inerenti gi presenti, lesercizio di attivit legate al settore delleditoria, dellinformazione, della pubblicit, dellintrattenimento e ogni altra attivit comunque loro connessa o strumentale.
Azionisti legittimati al recesso
Hanno il diritto di recedere, ai sensi dellarticolo 2437, comma 1, lett. a), del codice civile - consentendosi, a seguito della modica delloggetto sociale di RCS, un cambiamento signicativo dellattivit di RCS medesima - tutti i
titolari di azioni ordinarie o di risparmio RCS che non abbiano concorso alladozione della summenzionata deliberazione dellAssemblea straordinaria, quindi tanto gli azionisti che non vi abbiano partecipato, direttamente o per
delega, quanto gli azionisti astenuti o dissenzienti. Condizione necessaria allesercizio del diritto di recesso che il socio recedente, risultando titolare delle azioni ordinarie o di risparmio RCS in relazione alle quali esercitato
il diritto di recesso da data anteriore a quella in cui la deliberazione relativa alla suddetta modica dellarticolo 2 dello Statuto sociale stata assunta dallAssemblea straordinaria degli Azionisti (ossia il 20 giugno 2011), ne abbia
mantenuto la titolarit no allottenimento della Certicazione (come di seguito denita) (lAzionista Legittimato e, collettivamente, gli Azionisti Legittimati). Si precisa che, in conformit a quanto previsto dallarticolo
127-bis, comma 3, del D. Lgs. n. 58/1998 (Testo Unico della Finanza), si intender non aver concorso allapprovazione della deliberazione ai sensi dellarticolo 2437, comma 1, del codice civile, e pertanto legittimato
allesercizio del diritto di recesso, lAzionista Legittimato a cui la registrazione in conto delle azioni sia stata effettuata successivamente alla data indicata nellarticolo 83-sexies, comma 2, del Testo Unico della Finanza (Record
Date, ovvero, con riferimento alla suddetta Assemblea straordinaria, successivamente al 9 giugno 2011) ma prima dellapertura dei lavori dellAssemblea stessa.
Ai sensi di legge, lefcacia del recesso eventualmente esercitato dagli Azionisti Legittimati (i Soci Recedenti) nei modi e termini di seguito descritti subordinata alla mancata revoca da parte di RCS, entro il termine di
novanta giorni, della delibera della suddetta Assemblea straordinaria. Infatti, la predetta revoca produrrebbe gli effetti di cui allarticolo 2437-bis del codice civile, facendo venir meno la causa che giustica lesercizio del diritto
di recesso.
Valore di liquidazione
Il valore di liquidazione unitario delle azioni ordinarie e di risparmio RCS oggetto di recesso stato determinato in:
Euro 1,163 per le azioni ordinarie, e
Euro 0,796 per le azioni di risparmio.
Tale valore stato calcolato, per ciascuna categoria di azioni, in conformit a quanto disposto dallarticolo 2437-ter, comma 3, del codice civile, facendo esclusivo riferimento, rispettivamente, alla media aritmetica semplice dei
prezzi di chiusura di borsa delle azioni ordinarie o delle azioni di risparmio RCS nei sei mesi antecedenti il 13 maggio 2011, data di pubblicazione dellavviso di convocazione della suddetta Assemblea straordinaria tenutasi il
20 giugno 2011.
Ai sensi dellarticolo 2437-ter, comma 3, del codice civile, il corrispettivo spettante a ciascun Socio Recedente sar pari al valore di liquidazione unitario, rispettivamente, delle azioni ordinarie o delle azioni di risparmio
moltiplicato per il numero di azioni ordinarie o di risparmio per le quali sar stato validamente ed efcacemente esercitato il diritto di recesso.
Comunicazione di recesso
Ai sensi dellarticolo 2437-bis, del codice civile, gli Azionisti Legittimati possono esercitare il diritto di recesso, mediante invio di una lettera raccomandata (la Dichiarazione di Recesso) a RCS MediaGroup S.p.A., Via San
Marco n. 21, 20121, Milano, allattenzione della funzione Affari Societari, entro quindici giorni di calendario dalla Data di Iscrizione e, pertanto, entro il 22 luglio 2011. La Dichiarazione di Recesso dovr contenere le seguenti
informazioni:
(i) i dati anagraci, il codice scale e il domicilio (e, ove possibile, il recapito telefonico) del Socio Recedente per le comunicazioni inerenti al procedimento;
(ii) il numero e la categoria di azioni per le quali il diritto esercitato;
(iii) gli estremi e le coordinate del conto corrente del Socio Recedente su cui dovr essere accreditato il valore di liquidazione delle azioni;
(iv) lindicazione dellintermediario presso cui sono depositate le azioni (tramite il medesimo intermediario la Societ provveder ad accreditare, o a far accreditare, al Socio Recedente limporto corrispondente al valore di
liquidazione delle azioni oggetto del recesso).
Ai sensi del nuovo testo dellarticolo 23 (Comunicazioni per lesercizio di alcuni diritti) del Regolamento recante la disciplina dei servizi di gestione accentrata, di liquidazione, dei sistemi di garanzia e delle relative societ di
gestione, adottato dalla Banca dItalia e dalla Consob con provvedimento del 22 febbraio 2008 e successivamente modicato, la legittimazione allesercizio, tra gli altri, del diritto di recesso attestata da una comunicazione
dellintermediario allemittente. La suddetta disposizione entrata in vigore il 6 luglio 2011. Tenuto conto della recente entrata in vigore della disposizione di cui sopra, possibile che lintermediario, in luogo di provvedere alla
suddetta comunicazione, rilasci al socio che intenda esercitare il diritto di recesso una relativa certicazione prevista dalla precedente normativa.
In aggiunta alla Dichiarazione di Recesso la Societ dovr, pertanto, ricevere unapposita dichiarazione - nella forma di comunicazione ai sensi del nuovo articolo 23 del Regolamento citato (la Comunicazione) ovvero nella
forma di certicazione (la Certicazione) - rilasciata da un intermediario autorizzato aderente al sistema di gestione accentrata di Monte Titoli S.p.A. su richiesta del Socio recedente ed attestante:
(i) la propriet ininterrotta, in capo al Socio Recedente, delle azioni RCS in relazione alle quali esercitato il diritto di recesso da data anteriore al 20 giugno 2011, data in cui si tenuta lAssemblea straordinaria che ha
approvato, tra laltro, la modica delloggetto sociale, no alla data di rilascio della Comunicazione o della Certicazione;
(ii) il trasferimento delle azioni su un apposito conto vincolato in previsione del pagamento del corrispettivo di recesso; e
(iii) lassenza di pegno o altro vincolo sulle azioni RCS in relazione alle quali viene esercitato il diritto di recesso. In caso contrario, il Socio Recedente dovr allegare alla Dichiarazione di Recesso, quale condizione per
lammissibilit della stessa, unapposita dichiarazione, rilasciata dal creditore pignoratizio o dal soggetto a favore del quale sia costituito altro vincolo, con cui tale soggetto rilasci il proprio consenso irrevocabile ad
effettuare la liquidazione delle azioni oggetto del recesso in conformit alle istruzioni del Socio Recedente.
In caso di rilascio della Certicazione, il Socio Recedente dovr allegare la stessa alla Dichiarazione di Recesso e, qualora il Socio Recedente non sia in grado di provvedere a tale allegazione nei termini indicati, la Certicazione
dovr essere trasmessa - a pena di inammissibilit della dichiarazione di recesso - mediante linvio di unulteriore lettera raccomandata entro, al pi tardi, il terzo giorno lavorativo successivo al quindicesimo giorno dalla Data di
Iscrizione. In caso di rilascio della Comunicazione, essa dovr essere inviata alla Societ - a pena di inammissibilit della Dichiarazione di Recesso - entro, al pi tardi, il terzo giorno lavorativo successivo al quindicesimo giorno
dalla Data di Iscrizione.
Ai sensi dellarticolo 2437-bis, comma 2, del codice civile e delle disposizioni regolamentari vigenti, le azioni RCS oggetto di recesso non potranno essere cedute e il rilascio della Comunicazione o della Certicazione comporter
il blocco delle azioni ad opera dellintermediario sino alla loro liquidazione.
Inoltre, si segnala che compete ai Soci Recedenti assicurare la correttezza delle informazioni contenute nella Dichiarazione di Recesso e fare in modo che la medesima venga inviata a RCS nei termini di decadenza indicati nel
presente avviso, non assumendo RCS alcuna responsabilit al riguardo. Le Dichiarazioni di Recesso inviate oltre i termini sopra indicati, o sprovviste delle necessarie informazioni, ovvero non corredate in tempo utile della
relativa Comunicazione o Certicazione, non verranno prese in considerazione.
Procedura di liquidazione
Ai sensi dellarticolo 2437-quater del codice civile, le azioni ordinarie e di risparmio RCS oggetto di recesso da parte dei Soci Recedenti saranno offerte in opzione agli altri azionisti in proporzione al numero di azioni possedute
(lOfferta in Opzione).
Lofferta in opzione sar avviata da RCS tempestivamente non appena determinato in via denitiva il numero di azioni eventualmente oggetto di recesso. Per lesercizio del diritto di opzione sar concesso, secondo quanto
previsto dalla legge, un termine non inferiore a trenta giorni dalla data di deposito dellOfferta in Opzione presso il Registro delle Imprese di Milano.
I diritti di acquisto in opzione relativi alle azioni non saranno negoziabili sul Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A..
Gli azionisti di RCS che eserciteranno il diritto di opzione nellambito dellOfferta in Opzione, purch ne facciano contestuale richiesta, avranno altres diritto di prelazione nellacquisto delle azioni RCS che siano rimaste inoptate
allesito dellOfferta in Opzione.
Qualora gli azionisti non acquistino in tutto o in parte le azioni dei Soci Recedenti, gli Amministratori potranno offrire tali azioni a terzi mediante offerta in borsa e, nel caso in cui tale operazione non consenta la liquidazione
delle azioni residue, dovranno eseguire gli ulteriori adempimenti previsti dallarticolo 2437-quater del codice civile.
RCS provveder a comunicare i termini e le modalit di adesione allOfferta in Opzione e ulteriori informazioni relativamente alla stessa nellambito dellavviso di Offerta in Opzione che sar depositato presso il Registro delle
Imprese di Milano ai sensi dellarticolo 2437-quater, comma 2, del codice civile. Lavviso sar reso noto con le modalit previste dalla normativa vigente (in particolare con le modalit indicate al Titolo II, Capo I, del Regolamento
approvato con delibera Consob n. 11971 del 14 maggio 1999, come successivamente modicato, precisandosi al riguardo che il relativo avviso previsto sia pubblicato sul quotidiano Corriere della Sera, oltre che sul sito
internet della Societ www.rcsmediagroup.it).
Il pagamento del valore di liquidazione delle azioni RCS oggetto di recesso sar effettuato non appena concluso liter per la relativa liquidazione nei tempi tecnici necessari. In particolare, qualora le azioni dei Soci Recedenti
non fossero interamente collocate allesito dellofferta in opzione e delleventuale esercizio del diritto di prelazione da parte dei soci nonch del possibile collocamento delle medesime sul mercato, le azioni dei Soci Recedenti
previsto vengano rimborsate entro 180 giorni dallinvio della Dichiarazione di Recesso mediante acquisto delle medesime da parte della Societ attraverso lutilizzo delle riserve disponibili, anche in deroga a quanto previsto dal
terzo comma dellarticolo 2357 del codice civile.
36
Venerd 8 Luglio 2011 Corriere della Sera italia: 515050585854
Schizza il barile di Brent a 118,62 dollari al
barile. I prezzi del petrolio ieri sono
aumentati sui mercati internazionali dopo la
pubblicazione dei dati Usa sugli stock
settimanali di greggio. Stabile invece la
situazione italiana: listini fermi ieri
Federmeccanica, convocazione del 18
luglio per i sindacati di categoria Fim-Cisl,
Uilm-Uil, Fismic e Ugl metalmeccanici, per
discutere delle norme per il settore auto
Assogestioni, raccolta in rosso per i
fondi comuni di
investimento che hanno
chiuso il mese di giugno
con deflussi per 3,1 miliardi
di euro. Il patrimonio
investito si ridotto,
secondo lassociazione
presieduta da Domenico
Siniscalco (foto) a circa 441 miliardi dai circa
448 miliardi di maggio
Gazprom-Renova, al via il colosso
elettrico. Ieri la compagnia russa del gas ha
firmato con Renova un accordo di intenti
per completare antro la fine dellanno la
creazione di un vero e proprio colosso nel
settore elettrico
Tnt, accordo con Buffetti per ritirare le
raccomandate Tnt Post nei negozi Buffetti.
La partnership partir dalla seconda met di
luglio con lobiettivo di estendere
progressivamente il servizio sullintera rete
di negozi Buffetti
Nyse, via alla fusione con Deutsche
Boerse, operatore della Borsa di
Francoforte, unoperazione che porter alla
nascita del primo gruppo borsistico
mondiale. Gli investitori hanno dato il loro
supporto al piano di fusione, annunciato a
febbraio
La rivincita dellagricoltura made in Italy, esporta pi dellindustria
ROMA Non solo vino e pasta. Ma anche
piume di struzzo per gli spettacoli di
burlesque, birra tutta tricolore, argilla
senese lavorata con olio extravergine che
diventa una miscela per massaggi rigeneranti.
Ed ecco come, secondo il presidente nazionale
della Coldiretti Sergio Marini, nel 2011 la
vendita allestero di prodotti agricoli e di
allevamento ha sorpassato quella di auto e
moto made in Italy a conferma del primato
conquistato dallagroalimentare nazionale che
ha visto crescere il valore delle esportazioni
dell11 per cento nel corso del primo
trimestre. quanto emerso durante
lassemblea annuale della Coldiretti che ha
visto arrivare a Roma quindicimila coltivatori
da tutte le regioni. Nel primo trimestre
dellanno ha detto Marini le esportazioni
di cibo e bevande sono state pari a 7,1 miliardi
mentre quelle di automobili, motocicli, trattori
e altri veicoli si sono fermate a 6,6 miliardi.
Un risultato non occasionale che parte da
lontano poich negli ultimi cinque anni il
valore delle esportazioni di prodotti
agroalimentari made in Italy aumentato del
23% a fronte di una riduzione dell11% di
quello dei veicoli.
Il made in Italy alimentare ha affermato
Marini una leva competitiva in Italia e nel
mondo che offre un contributo insostituibile
alleconomia, alloccupazione e alla sicurezza
alimentare dei cittadini. Un successo che ha
aspetti sorprendenti, come linvasione dei
formaggi italiani sulle tavole dei francesi, con
un aumento del 21% delle esportazioni (da 57
a 69 milioni). In agricoltura loccupazione
corre e si mette in luce, rispetto alla generale
stagnazione (+0,4%), mettendo a segno un
aumento del 6% nel primo trimestre. Dati
ancora pi incoraggianti per il futuro, visto
che la previsione quella di 250mila nuovi
posti di lavoro creati dal settore agricoltura nei
prossimi dieci anni.
Alessandro Fulloni
RIPRODUZIONE RISERVATA
Laccordo
S dellAntitrust al riassetto,
il patto UniCredit-Premafin
Petrolio, vola il Brent
Tocca i 118,6 dollari
La benzina si ferma
MILANO LAntitrust ha
dato il via libera alle modifi-
che al patto parasociale in Fon-
Sai proposte da UniCredit e
Premafin, la holding di Salva-
tore Ligresti: gli impegni sono
coerenti con quelli gi as-
sunti al momento della fusio-
ne fra Piazza Cordusio e Capi-
talia. Il nuovo accordo verr
quindi sottoscritto presumi-
bilmente gi oggi.
I cambiamenti al patto origi-
nale sono rivolti a evitare un
rafforzamento indiretto in Me-
diobanca di UniCredit, che
con laumento di capitale di
FonSai per 450 milioni in cor-
so di realizzazione (ieri il tito-
lo, con i diritti sotto pressio-
ne, ha perso il 5,28%a 2,22 eu-
ro), verr a detenere il 6,6%
della compagnia di Ligresti. Si
tratta quindi di misure di go-
vernance e relative alluscita
di FonSai da Generali (princi-
pale partecipazione di Piazzet-
ta Cuccia) con la cessione del-
la quota, pari all1,1%, entro la
fine del 2012.
UniCredit nominer tre am-
ministratori nel board di Fon-
Sai, due indipendenti e uno
no. Questultimo, secondo gli
impegni presi, non potr es-
sere consigliere dellistituto di
Piazza Cordusio o avere incari-
chi di business in assicurazio-
ni o investment banking nel
gruppo bancario, e non potr
ricoprire ruoli nella gover-
nance di Mediobanca e Gene-
rali. I consiglieri designati da
UniCredit dovranno poi non
votare nel board su decisioni
relative a Piazzetta Cuccia o al
Leone, mentre gli esponenti di
Fondiaria-Sai nel board di Me-
diobanca non parteciperanno
alle riunioni che tratteranno
argomenti relativi ad assicura-
zioni (compresa la partecipa-
zione in Generali) e invest-
ment banking (su temi connes-
si allattivit della banca daffa-
ri nel settore delle polizze).
FonSai inoltre, come si
detto, vender la quota in Ge-
nerali entro il 31 dicembre
2012. Nulla viene detto sul co-
me, cio se direttamente o, co-
me avvenuto in alcuni casi
in passato, attraverso lutiliz-
zo di strumenti finanziari. Ma
un principio chiaro e ribadi-
to: i compratori dovranno es-
sere completamente terzi ri-
spetto ai soggetti relativi al
patto e agli impegni. Quindi
non potranno essere in alcun
modo collegati a UniCredit o
Premafin, oppure aderenti al
patto di Mediobanca e loro
controllati e controllanti. Fon-
Sai inoltre, fino al perfeziona-
mento della cessione della
quota, si asterr dallesercita-
re il diritto di voto nelle as-
semblee del Leone. Infine, il
patto di consultazione lasce-
r libere le parti di esprimere
il voto nellassemblea di Fon-
Sai secondo le proprie autono-
me determinazioni. E gli am-
ministratori designati da Uni-
Credit saranno sempre nu-
mericamente in minoranza
nel consiglio e nel comitato
esecutivo e non potranno as-
sumere la presidenza di tali or-
gani n acquisire deleghe.
Sergio Bocconi
RIPRODUZIONE RISERVATA
Lassemblea Coldiretti
Panorama
Salvatore Ligresti, presidente onorario di
Premafin, Jonella Ligresti, presidente
FonSai e Federico Ghizzoni, amministratore
delegato UniCredit. Il patto prevede che
Premafin non possa vendere quote FonSai
a soggetti del patto Mediobanca
Sergio Marini
Piazza Affari Via da Generali nel 2012, niente vendite ai soci dellaccordo Mediobanca
37 Economia
Corriere della Sera Venerd 8 Luglio 2011 italia: 515050585854
Nome Data Valuta Quota/od. Quota/pre.
AcomeA SGR - numero di tel. 800.89.39.89
info@acomea.it
AcomeA America (A1) 05/07 EUR 11,899 11,915
AcomeA America (A2) 05/07 EUR 11,920 11,936
AcomeA Asia Pacifico (A1) 05/07 EUR 3,372 3,358
AcomeA Asia Pacifico (A2) 05/07 EUR 3,371 3,357
AcomeA Breve Termine (A1) 05/07 EUR 11,543 11,546
AcomeA Breve Termine (A2) 05/07 EUR 11,546 11,548
AcomeA ETF Attivo (A1) 05/07 EUR 3,661 3,659
AcomeA ETF Attivo (A2) 05/07 EUR 3,660 3,658
AcomeA Eurobbligazionario (A1) 05/07 EUR 12,411 12,417
AcomeA Eurobbligazionario (A2) 05/07 EUR 12,414 12,420
AcomeA Europa (A1) 05/07 EUR 10,468 10,521
AcomeA Europa (A2) 05/07 EUR 10,475 10,527
AcomeA Globale (A1) 05/07 EUR 8,511 8,528
AcomeA Globale (A2) 05/07 EUR 8,519 8,536
AcomeA Italia (A1) 05/07 EUR 16,889 17,039
AcomeA Italia (A2) 05/07 EUR 16,894 17,043
AcomeA Liquidit (A1) 05/07 EUR 7,806 7,806
AcomeA Liquidit (A2) 05/07 EUR 7,806 7,806
AcomeA Obbligaz. Corporate (A1) 05/07 EUR 6,394 6,394
AcomeA Obbligaz. Coroprate (A2) 05/07 EUR 6,399 6,399
AcomeA Paesi Emergenti (A1) 05/07 EUR 6,399 6,390
AcomeA Paesi Emergenti (A2) 05/07 EUR 6,401 6,391
AcomeA Patrimonio Aggressivo (A1) 05/07 EUR 3,571 3,571
AcomeA Patrimonia Aggressivo (A2) 05/07 EUR 3,573 3,573
AcomeA Patrimonio Dinamico (A1) 05/07 EUR 4,433 4,436
AcomeA Patrimonio Dinamico (A2) 05/07 EUR 4,435 4,437
AcomeA Patrimonio Prudente (A1) 05/07 EUR 4,928 4,928
AcomeA Patrimonio Prudente (A2) 05/07 EUR 4,928 4,928
AcomeA Performance (A1) 05/07 EUR 17,192 17,202
AcomeA Performance (A2) 05/07 EUR 17,200 17,210
AKROS ABSOLUTE RETURN 31/05 EUR 502898,350 509046,168
AKROS DYNAMIC 31/05 EUR 485093,775 493109,421
AKROS MARKET NEUTRAL 31/05 EUR 495886,939 500535,836
AKROS LONG/SHORT EQUITY 31/05 EUR 506605,477 509830,337
www.albertinisyz.it
Tel 02 30306.1
Albertini Syz Multistrategy Cl.A 30/04 EUR 650883,637 652387,193
Albertini Syz Multistrategy Cl.B 30/04 EUR 467313,932 467965,050
Albertini Syz Innovation Cl.A 30/04 EUR 647842,144 646120,348
Albertini Syz Innovation Cl.B 30/04 EUR 490994,739 489648,407
Amundi Absolute 05/07 EUR 5,314 5,268
Amundi Azioni QEuro 05/07 EUR 13,276 13,354
Amundi Breve Termine 05/07 EUR 7,413 7,417
Amundi Corporate 3 anni 05/07 EUR 96,137 95,704
Amundi Corporate Giugno 2012 05/07 EUR 4,940 4,921
Amundi Dynamic Allocation 05/07 EUR 5,400 5,401
Amundi EONIA 25/02 EUR 101,967 101,970
Amundi Equipe 1 05/07 EUR 5,279 5,278
Amundi Equipe 2 05/07 EUR 5,235 5,233
Amundi Equipe 3 05/07 EUR 5,228 5,221
Amundi Equipe 4 05/07 EUR 4,936 4,924
Amundi Eureka BRIC Ripresa 2014 05/07 EUR 5,506 5,475
Amundi Eureka China Double Win 05/07 EUR 5,899 5,842
Amundi Eureka Cina Ripresa 2015 05/07 EUR 5,254 5,222
Amundi Eureka Doppia Opp 2014 05/07 EUR 5,258 5,162
Amundi Eureka Double Call 05/07 EUR 5,467 5,329
Amundi Eureka Double Win 05/07 EUR 5,860 5,779
Amundi Eureka Double Win 2013 05/07 EUR 5,096 5,002
Amundi Eureka Dragon 05/07 EUR 6,504 6,438
Amundi Eureka Oriente 2015 05/07 EUR 4,995 4,971
Amundi Eureka Ripresa 2014 05/07 EUR 5,460 5,432
Amundi Eureka Ripresa Due 2014 05/07 EUR 5,168 5,099
Amundi Eureka Settori 2016 05/07 EUR 4,707 4,664
Amundi Eureka USA 2015 05/07 EUR 5,146 5,094
Amundi Europe Equity 05/07 EUR 4,563 4,562
Amundi For. E. Eq. Op. 2013 05/07 EUR 4,719 4,590
Amundi For. E. Eq. Op. Due 2013 05/07 EUR 4,710 4,583
Amundi For. Em.MktEq.R.2014 05/07 EUR 5,110 4,990
Amundi For. Gar. Hi. Div. 2014 05/07 EUR 4,848 4,814
Amundi Form Gar.E.Mk.Eq.R 2013 05/07 EUR 5,027 4,950
Amundi Form Gar.Eq.R.DUE 2013 05/07 EUR 4,912 4,841
Amundi Form Gar.Eq.Recall 2013 05/07 EUR 4,868 4,798
Amundi Form Gar.Mer.Emergenti 05/07 EUR 5,736 5,697
Amundi Form Garantita 2012 05/07 EUR 5,045 5,032
Amundi Form Garantita 2013 05/07 EUR 4,964 4,914
Amundi Form Garantita Due 2013 05/07 EUR 4,952 4,892
Amundi Form Priv.Div.Opportunity 05/07 EUR 5,003 4,944
Amundi Global Emerging Equity 05/07 EUR 5,263 5,227
Amundi Global Equity 05/07 EUR 4,534 4,507
Amundi Liquidit 05/07 EUR 9,007 9,007
Amundi Obbligazionario Euro 05/07 EUR 5,422 5,423
Amundi Pacific Equity 31/05 EUR 4,725 4,714
Amundi Pi 05/07 EUR 5,668 5,667
Amundi Premium Power 05/07 EUR 5,244 5,239
Amundi Private Alfa 2007 05/07 EUR 4,888 4,852
Amundi QBalanced 05/07 EUR 8,541 8,558
Amundi QReturn 05/07 EUR 5,722 5,729
Amundi USA Equity 31/05 EUR 4,846 4,839
Unibanca Plus 05/07 EUR 5,292 5,290
Numero Verde 800 255783
info@animasgr.it - www.animasgr.it
Anima America 06/07 EUR 4,407 4,402
Anima Asia 06/07 EUR 6,388 6,341
Anima Convertibile 06/07 EUR 6,355 6,366
Anima Emerging Markets 06/07 EUR 10,570 10,523
Anima Europa 06/07 EUR 4,360 4,400
Anima Fondattivo 06/07 EUR 14,431 14,438
Anima Fondimpiego 06/07 EUR 19,483 19,498
Anima Fondo Trading 06/07 EUR 13,580 13,600
Anima Liquidit 06/07 EUR 6,688 6,697
Anima Obbligaz Euro 06/07 EUR 7,130 7,156
Anima Obiettivo Rend. 06/07 EUR 5,931 5,937
Americhe 06/07 EUR 9,364 9,251
Corporate Bd 06/07 EUR 7,488 7,506
Emerging Markets Bd 06/07 EUR 6,601 6,593
Emerging Markets Eq 06/07 EUR 7,348 7,307
Europa 06/07 EUR 13,514 13,571
Iniziativa Europa 06/07 EUR 7,406 7,456
Italia 06/07 EUR 15,018 15,334
Monetario 06/07 EUR 12,129 12,158
Pacifico 06/07 EUR 4,973 4,911
Pianeta 06/07 EUR 9,781 9,709
Risparmio 06/07 EUR 7,539 7,549
Sforzesco 06/07 EUR 10,185 10,183
Tesoreria 06/07 EUR 6,926 6,939
Valore Globale 06/07 EUR 20,508 20,368
Visconteo 06/07 EUR 35,553 35,611
Capitale Piu' C.Azionario 06/07 EUR 4,857 4,853
Capitale Piu' C.Bilanc. 15 06/07 EUR 5,336 5,348
Capitale Piu' C.Bilanc. 30 06/07 EUR 5,142 5,161
Capitale Piu' C.Obbligaz. 06/07 EUR 5,481 5,487
AZIMUT SGR - tel.02.88981
www.azimut.it - info@azimut.it
Azimut Bilanciato 05/07 EUR 24,088 24,146
Azimut Formula 1 Absolute 05/07 EUR 6,618 6,635
Azimut Formula 1 Conserv 05/07 EUR 6,406 6,410
Azimut Formula Target 2013 05/07 EUR 6,610 6,611
Azimut Formula Target 2014 05/07 EUR 6,333 6,336
Nome Data Valuta Quota/od. Quota/pre.
Azimut Garanzia 05/07 EUR 12,322 12,324
Azimut Prev. Com. Crescita 05/07 EUR 9,773 9,790
Azimut Prev. Com. Equilibrato 05/07 EUR 10,942 10,952
Azimut Prev. Com. Garantito 05/07 EUR 9,852 9,862
Azimut Prev. Com. Protetto 05/07 EUR 11,478 11,479
Azimut Reddito Euro 05/07 EUR 15,489 15,516
Azimut Reddito Usa 05/07 EUR 5,575 5,546
Azimut Scudo 05/07 EUR 7,588 7,591
Azimut Solidity 05/07 EUR 7,831 7,834
Azimut Strategic Trend 05/07 EUR 5,320 5,326
Azimut Trend America 05/07 EUR 9,666 9,654
Azimut Trend Europa 05/07 EUR 11,971 11,967
Azimut Trend Italia 05/07 EUR 15,259 15,366
Azimut Trend Pacifico 05/07 EUR 6,324 6,318
Azimut Trend Tassi 05/07 EUR 8,808 8,822
Azimut Trend 05/07 EUR 20,742 20,801
AZ FUND MANAGEMENT SA
AZ F. Active Selection 05/07 EUR 4,864 4,879
AZ F. Active Strategy 05/07 EUR 4,863 4,854
AZ F. Alpha Man. Credit 05/07 EUR 5,132 5,131
AZ F. Alpha Man. Equity 05/07 EUR 4,435 4,428
AZ F. Alpha Man. Them. 05/07 EUR 3,504 3,485
AZ F. American Trend 05/07 EUR 2,484 2,481
AZ F. Asset Plus 05/07 EUR 5,290 5,284
AZ F. Asset Power 05/07 EUR 5,074 5,065
AZ F. Best Bond 05/07 EUR 4,977 4,965
AZ F. Best Equity 05/07 EUR 5,002 4,985
AZ F. Bond Trend 05/07 EUR 5,319 5,327
AZ F. Bot Plus 05/07 EUR 5,187 5,188
AZ F. Commodity Trading 05/07 EUR 5,022 4,982
AZ F. Conservative 05/07 EUR 5,613 5,614
AZ F. Corporate Premium 05/07 EUR 5,006 5,003
AZ F. Dividend Premium 05/07 EUR 5,075 5,074
AZ F. Emer. Mkt Asia 05/07 EUR 6,069 6,054
AZ F. Emer. Mkt Europe 05/07 EUR 4,394 4,382
AZ F. Emer. Mkt Lat. Am. 05/07 EUR 6,653 6,639
AZ F. European Dynamic 05/07 EUR 4,744 4,754
AZ F. European Trend 05/07 EUR 2,950 2,949
AZ F. Formula 1 Absolute 05/07 EUR 4,831 4,841
AZ F. Formula 1 Alpha Plus 30/06 EUR 5,357 5,351
AZ F. Formula 1 Alpha Plus 20 05/07 EUR 4,494 4,496
AZ F. Formula 1 Conserv. 05/07 EUR 4,774 4,776
AZ F. Formula 1 Dynamic Trading 05/07 EUR 5,416 5,402
AZ F. Income 05/07 EUR 5,549 5,557
AZ F. Institutional Target 05/07 EUR 5,030 5,035
AZ F. Italian Trend 05/07 EUR 3,117 3,139
AZ F. Opportunities 05/07 EUR 4,514 4,504
AZ F. Pacific Trend 05/07 EUR 3,699 3,695
AZ F. Qbond 05/07 EUR 5,019 5,021
AZ F. QProtection 05/07 EUR 4,792 4,792
AZ F. Qtrend 05/07 EUR 5,286 5,288
AZ F. Reserve Short Term 05/07 EUR 6,084 6,085
AZ F. Solidity 05/07 EUR 5,331 5,333
AZ F. Strategic Trend 05/07 EUR 4,885 4,891
AZ F. Trend 05/07 EUR 4,609 4,624
AZ F. US Income 05/07 EUR 5,543 5,516
Carige Azionario Europa 05/07 EUR 5,719 5,721
Carige Azionario Internazionale 05/07 EUR 7,074 7,028
Carige Azionario Italia 05/07 EUR 5,188 5,226
Carige Bilanciato 10 05/07 EUR 5,587 5,591
Carige Bilanciato 30 05/07 EUR 5,364 5,374
Carige Bilanciato 50 05/07 EUR 6,112 6,132
Carige Corporate Euro 05/07 EUR 6,706 6,703
Carige Total Return 1 05/07 EUR 5,197 5,201
Carige Total Return 2 05/07 EUR 4,426 4,432
Carige Liquidita Euro 05/07 EUR 6,395 6,396
Carige Monetario Euro 05/07 EUR 11,777 11,778
Carige Obblig Euro 05/07 EUR 10,907 10,903
Carige Obblig Euro Lungo Termine 05/07 EUR 5,651 5,651
Carige Obblig Globale 05/07 EUR 6,109 6,103
Fondo Pensione Aperto Carige
Difesa Classe A 30/06 EUR 13,655 13,659
Difesa 30/06 EUR 13,466 13,474
Obiettivo TFR Classe A 30/06 EUR 11,164 11,176
Obiettivo TFR 30/06 EUR 11,023 11,039
Rivalutazione Classe A 30/06 EUR 10,686 10,767
Rivalutazione 30/06 EUR 10,351 10,436
Valorizzazione Classe A 30/06 EUR 12,708 12,776
Valorizzazione 30/06 EUR 12,443 12,515
Num tel: 178 311 01 00
www.compamfund.com - info@compamfund.com
Bluesky Global Strategy A 06/07 USD 1331,794 1332,828
Bond Euro A 06/07 EUR 1163,462 1163,732
Bond Euro B 06/07 EUR 1136,503 1136,778
Bond Risk A 06/07 EUR 1233,153 1237,564
Bond Risk B 06/07 EUR 1198,910 1203,213
CompAM Fund - Em. Mkt. Corp. A 06/07 EUR 1421,774 1422,473
CompAM Fund - Em. Mkt. Corp. B 06/07 EUR 1384,523 1385,218
European Equity A 06/07 EUR 1219,483 1224,664
European Equity B 06/07 EUR 1171,827 1176,826
Multiman. Bal. A 05/07 EUR 110,154 110,028
Multiman. Bal. M 05/07 EUR 111,722 111,593
Multiman. Eq. Afr. & Mid. East A 29/06 EUR 75,074 75,427
Multiman. Eq. Afr. & Mid. East M 29/06 EUR 76,790 77,137
Multiman.Target Alpha A 29/06 EUR 107,032 106,842
DB Platinum
Agriculture Euro R1C A 05/07 EUR 85,110 83,890
Comm Euro R1C A 06/07 EUR 161,240 163,310
Comm Harvest R3C E 06/07 EUR 104,230 104,060
Croci Germany R1C A - EUR - -
Currency Returns Plus R1C 06/07 EUR 974,160 978,600
Dyn Aktien Pl R1C A 06/07 EUR 109,430 110,250
DB Platinum IV
Croci Euro R1C B 06/07 EUR 93,150 93,610
Croci Japan R1C B 06/07 JPY 6598,490 6514,960
Croci US R1C B 06/07 USD 115,900 116,030
Dyn. Bd Stabilitt Plus R1C A 06/07 EUR 94,310 94,290
Dyn. Cash R1C A 06/07 EUR 101,290 101,290
Dyn. ETF Selector 3 R1C A 05/07 EUR 98,550 98,270
Dyn. ETF Selector 6 R1C A 05/07 EUR 84,950 84,560
Dyn. ETF Selector 8 R1C A 05/07 EUR 101,370 101,100
Paulson Global R1C E 30/06 EUR 8480,250 8320,100
Sovereign Plus R1C A 05/07 EUR 103,750 103,080
Systematic Alpha Index R1C A 30/06 EUR 9716,730 9844,320
Tel. 02/88219.1 - direzione@gruppoesperia.com
www.gruppoesperia.com
Duemme Sicav
Asian Equities C 06/07 JPY 6117,000 6058,000
Bond Euro Area C 06/07 EUR 138,010 138,000
Bond Inflation Linked C 06/07 EUR 100,480 100,580
Corporate Bond Euro C 06/07 EUR 120,890 120,670
Dynamic Allocation 06/07 EUR 91,190 92,050
Efficient 06/07 EUR 101,040 100,880
Equity Opportunity C 06/07 EUR 116,520 116,830
Euro Equities C 06/07 EUR 99,310 99,610
Euro Investments C 06/07 EUR 104,530 104,390
Flexible Strategies C 06/07 EUR 91,970 91,850
Global Allocation C 06/07 EUR 99,330 98,700
Global Convertible Plus 06/07 EUR 97,300 97,430
Gov Bond Euro Medium Term C 06/07 EUR 115,750 115,910
Italian Stocks 06/07 EUR 75,110 75,000
Money Market C 06/07 EUR 106,070 106,010
Private Equity Strategies C 06/07 EUR 90,330 90,200
Revenues C 06/07 EUR 100,020 99,710
Sector Investments 06/07 EUR 94,580 93,920
Strategic Portfolio C 06/07 EUR 103,110 103,320
Trading 06/07 EUR 110,220 109,890
US Equities C 06/07 USD 113,470 112,550
Usa Short Term C 06/07 USD 111,690 111,690
Duemme Sgr
Duemme Hedge Dynamic 31/03 EUR 418410,385 422409,666
Duemme Hedge Performance 31/03 EUR 573572,108 573785,185
Duemme Hedge Protection 31/03 EUR 571552,543 571669,214
Nome Data Valuta Quota/od. Quota/pre.
www.eurizoncapital.it
tel. 02 88101
Eurizon Az Asia Nuove Econom. 05/07 EUR 11,217 11,181
Eurizon Az Area Euro 05/07 EUR 26,208 26,358
Eurizon Az Energie Mat Pr 05/07 EUR 9,740 9,711
Eurizon Az Internazionale Etico 03/12 EUR 5,271 5,291
Eurizon Az Salute E Amb 05/07 EUR 15,592 15,574
Eurizon Az Teconol Avanz 05/07 EUR 3,976 3,960
Eurizon Azioni America 05/07 EUR 9,128 9,116
Eurizon Azioni Europa 05/07 EUR 8,691 8,694
Eurizon Azioni Finanza 05/07 EUR 17,045 17,129
Eurizon Azioni Internazionali 05/07 EUR 7,548 7,541
Eurizon Azioni Italia 05/07 EUR 12,020 12,126
Eurizon Azioni Pacifico 05/07 EUR 4,004 3,997
Eurizon Azioni Paesi Emergenti 05/07 EUR 9,467 9,459
Eurizon Azioni PMI America 05/07 EUR 22,978 22,835
Eurizon Azioni PMI Italia 05/07 EUR 4,634 4,687
Eurizon Azioni PMI Europa 05/07 EUR 9,303 9,288
Eurizon Bilanc Euro Multiman 05/07 EUR 36,430 36,426
Eurizon Diversificato Etico 05/07 EUR 7,929 7,938
Eurizon Focus Cap Protetto 12/2014 05/07 EUR 4,925 4,929
Eurizon Focus Gar 06/2012 05/07 EUR 5,115 5,117
Eurizon Focus Gar 09/2012 05/07 EUR 5,085 5,087
Eurizon Focus Gar 12/2012 05/07 EUR 5,089 5,092
Eurizon Focus Gar 03/2013 05/07 EUR 5,111 5,114
Eurizon Focus Gar II Sem 06 05/07 EUR 5,231 5,231
Eurizon Focus Gar I T 07 05/07 EUR 5,149 5,150
Eurizon Focus Gar II T 07 05/07 EUR 5,117 5,118
Eurizon Focus Gar III T 07 05/07 EUR 4,946 4,947
Eurizon Focus Gar IV T 07 05/07 EUR 5,181 5,182
Eurizon Liquidita' A 05/07 EUR 7,304 7,304
Eurizon Liquidita' B 05/07 EUR 7,502 7,502
Eurizon Obbligazioni Etico 05/07 EUR 5,366 5,367
Eurizon Obbligazioni Euro Corp 05/07 EUR 5,707 5,702
Eurizon Obbligazioni Euro Corp BT 05/07 EUR 7,634 7,629
Eurizon Obbligazioni Cedola 05/07 EUR 6,065 6,066
Eurizon Obbligazioni Emergenti 05/07 EUR 12,030 12,026
Eurizon Obbligazioni Euro 05/07 EUR 14,025 14,033
Eurizon Obbligazioni Euro BT 05/07 EUR 15,047 15,047
Eurizon Obbligazioni Euro HY 05/07 EUR 7,689 7,687
Eurizon Obbligazioni Internazionali 05/07 EUR 8,428 8,417
Eurizon Obiettivo Rendimento 05/07 EUR 8,145 8,145
Eurizon Profilo Conservativo 05/07 EUR 5,501 5,501
Eurizon Profilo Dinamico 05/07 EUR 5,454 5,450
Eurizon Profilo Moderato 05/07 EUR 5,445 5,446
Eurizon Rendimento Assoluto 2 A 05/07 EUR 5,274 5,273
Eurizon Rendimento Assoluto 3 A 05/07 EUR 5,502 5,501
Eurizon Team 1 05/07 EUR 5,999 6,000
Eurizon Team 2 05/07 EUR 5,708 5,709
Eurizon Team 3 05/07 EUR 4,814 4,816
Eurizon Team 4 05/07 EUR 4,114 4,115
Eurizon Team 5 05/07 EUR 3,977 3,978
Eurizon Tesoreria Dollar 05/07 EUR 11,532 11,493
Eurizon Tesoreria Euro A 05/07 EUR 7,703 7,704
Eurizon Tesoreria Euro B 05/07 EUR 7,767 7,768
Eurizon Tesoreria Dollar $ 05/07 USD 16,680 16,679
Eurizon Rendita 05/07 EUR 6,010 6,015
Eurizon Soluzione 10 05/07 EUR 6,886 6,889
Eurizon Soluzione 40 05/07 EUR 6,186 6,183
Eurizon Soluzione 60 05/07 EUR 24,255 24,221
Eurizon Strategia Prot III Trim 11 05/07 EUR 5,243 5,243
Passadore Monetario 05/07 EUR 7,133 7,133
Teodorico Monetario 05/07 EUR 7,482 7,481
Unibanca Azionario Europa 05/07 EUR 6,353 6,353
Unibanca Monetario 05/07 EUR 5,743 5,742
Unibanca Obbligaz Euro 05/07 EUR 5,762 5,765
EQUITY- I 31/05 EUR 564465,484 565348,095
ABS- I 31/05 EUR 7738,711 7483,960
Tel: 848 58 58 20
Sito web: www.ingdirect.it
Dividendo Arancio 06/07 EUR 38,670 38,440
Convertibile Arancio 06/07 EUR 51,280 50,830
Euro Arancio 06/07 EUR 52,940 52,950
Bilancio Arancio 01/03 EUR 48,380 48,320
Borsa Protetta Agosto 06/07 EUR 54,720 54,600
Borsa Protetta Febbraio 06/07 EUR 52,740 52,400
Borsa Protetta Maggio 06/07 EUR 55,660 55,280
Borsa Protetta Novembre 06/07 EUR 54,090 53,730
Inflazione Pi Arancio 06/07 EUR 50,160 50,440
Mattone Arancio 06/07 EUR 40,090 40,190
Profilo Dinamico Arancio 06/07 EUR 56,410 56,300
Profilo Equilibrato Arancio 06/07 EUR 54,280 54,220
Profilo Moderato Arancio 06/07 EUR 51,630 51,610
Top Italia Arancio 06/07 EUR 46,060 47,210
La lista completa dei comparti Invesco autorizzati in Italia
disponibile sul sito www.invesco.it
Invesco Funds
Asia Balanced R 07/07 USD 10,040 10,010
Asia Balanced E 07/07 EUR 12,110 12,030
Asia Consumer Demand R 07/07 USD 10,310 10,270
Asia Consumer Demand E 07/07 EUR 9,150 9,080
Asia Infrastructure R 07/07 USD 9,880 9,830
Asia Infrastructure E 07/07 EUR 10,840 10,750
Balanced-Risk Allocation R 07/07 EUR 10,310 10,280
Balanced-Risk Allocation E 07/07 EUR 12,320 12,290
Em. Loc. Cur. Debt R-Dis.M 07/07 USD 10,149 10,134
Em. Loc. Cur. Debt E 07/07 EUR 10,558 10,506
Em. Loc. Cur. Debt A-Dis.M 07/07 USD 11,421 11,404
Energy R 07/07 USD 9,390 9,400
Energy E 07/07 EUR 19,300 19,260
Euro Corp. Bond R-Dis.M 07/07 EUR 10,035 10,054
Euro Corp. Bond R 07/07 EUR 10,096 10,116
Euro Corp. Bond E 07/07 EUR 13,324 13,350
Euro Corp. Bond A-Dis.M 07/07 EUR 11,182 11,204
Euro Inflation-Link. Bond R 07/07 EUR 10,053 10,089
Gold & Precious Metals R 07/07 USD 9,250 9,140
Gold & Precious Metals E 07/07 EUR 8,200 8,080
Greater China Eq. R 07/07 USD 10,130 10,200
Greater China Eq. E 07/07 EUR 25,280 25,370
Pan European Eq. R 07/07 EUR 10,150 10,120
Pan European Eq. E 07/07 EUR 11,610 11,570
Pan European Struct. Eq. R 07/07 EUR 10,160 10,120
Pan European Struct. Eq. E 07/07 EUR 8,880 8,830
Invesco Funds II
Global Small Cap Value R 07/07 USD 37,010 36,630
Global Value Eq. R 07/07 USD 36,750 36,560
Japanese Eq. Advantage R 07/07 JPY 1719,000 1711,000
Japanese Value Eq. R 07/07 JPY 653,000 648,000
US Value Eq. R 07/07 USD 19,120 18,910
Per ulteriori informazioni, visitate il sito
www.invescopowershares.net
Dynamic US Market 06/07 EUR 6,456 6,361
EQQQ 06/07 EUR 40,849 40,278
EuroMTS Cash 3 Months 06/07 EUR 101,838 101,831
FTSE RAFI Asia Pacific Ex-Jap 06/07 EUR 5,524 5,463
FTSE RAFI Dev. 1000 Fund 06/07 EUR 9,009 8,966
FTSE RAFI Dev. Europe Mid-Sm 06/07 EUR 9,418 9,442
FTSE RAFI Emerging Mkts 06/07 EUR 7,243 7,216
FTSE RAFI Europe 06/07 EUR 7,388 7,436
FTSE RAFI Hong Kong China 06/07 EUR 14,241 14,148
FTSE RAFI Italy 30 06/07 EUR 5,141 5,287
FTSE RAFI Switzerland 06/07 EUR 7,590 7,538
FTSE RAFI US 1000 06/07 EUR 6,870 6,791
Nome Data Valuta Quota/od. Quota/pre.
Global Agriculture NASDAQ OMX 06/07 EUR 9,276 9,187
Global Clean Energy 06/07 EUR 4,539 4,542
Global Listed Private Eq. 06/07 EUR 6,122 6,085
MENA NASDAQ OMX 06/07 EUR 7,982 7,950
Palisades Global Water 06/07 EUR 7,907 7,836
Tel: 02 77718.1
www.kairospartners.com
KAIROS PARTNERS SGR
Kairos Div. + I 31/05 EUR 543385,719 548474,036
Kairos Div. + P 31/05 EUR 538171,624 543401,464
Kairos Equity A 31/05 EUR 762646,247 769721,050
Kairos Fix. Inc. A 31/05 EUR 582044,040 583438,862
Kairos Fix. Inc. I 31/05 EUR 517563,477 518820,769
Kairos Italia A 15/06 EUR 555601,451 566053,856
Kairos Low Vol. A 31/05 EUR 739653,675 742137,248
Kairos Low Vol. B 31/05 EUR 506551,662 508451,011
Kairos Low Vol. I 31/05 EUR 514856,123 516591,291
Kairos Medium Term A 31/05 EUR 557665,398 562851,990
Kairos Medium Term B 31/05 EUR 528412,063 533744,155
Kairos Multi-Str. A 31/05 EUR 805118,049 809267,855
Kairos Multi-Str. B 31/05 EUR 576022,490 579318,630
Kairos Multi-Str. I 31/05 EUR 536050,760 538679,684
Kairos Global 06/07 EUR 5,844 5,857
Kairos Income 06/07 EUR 6,766 6,770
Kairos Small Cap 06/07 EUR 9,732 9,726
KAIROS INTERNATIONAL SICAV
KIS - Ambiente A 05/07 EUR 103,270 103,560
KIS - Ambiente I 05/07 EUR 103,310 103,600
KIS - Absolute A 05/07 EUR 98,160 98,280
KIS - Absolute F 05/07 EUR 97,640 97,760
KIS - Absolute I 05/07 EUR 98,370 98,490
KIS - Ambiente D 05/07 EUR 102,740 103,030
KIS - Ambiente F 05/07 EUR 102,340 102,630
KIS - Ambiente X 05/07 EUR 103,500 103,800
KIS - America A-USD - USD - -
KIS - America D 01/07 EUR 150,520 -
KIS - America F 01/07 EUR 152,160 -
KIS - America X 01/07 EUR 153,030 -
KIS - Asia A 01/07 EUR 129,650 127,220
KIS - Asia D 01/07 EUR 128,440 -
KIS - Asia F 01/07 EUR 128,960 -
KIS - Bond A 05/07 EUR 107,900 107,930
KIS - Bond D 05/07 EUR 107,180 107,210
KIS - Bond F 05/07 EUR 107,750 107,790
KIS - Bond I 05/07 EUR 108,160 108,190
KIS - Dynamic A 05/07 EUR 114,620 114,470
KIS - Dynamic D 05/07 EUR 113,520 113,380
KIS - Dynamic F 05/07 EUR 114,510 114,370
KIS - Dynamic I 05/07 EUR 114,780 114,630
KIS - Dynamic X 05/07 EUR 115,550 115,410
KIS - Global A 05/07 EUR 80,700 80,880
KIS - Global D 05/07 EUR 78,160 78,340
KIS - Global F 05/07 EUR 80,310 80,490
KIS - Global I 05/07 EUR 80,750 80,940
KIS - Global X 05/07 EUR 81,700 81,880
KIS - Income A 05/07 EUR 106,640 106,650
KIS - Income D 05/07 EUR 104,750 104,760
KIS - Income I 05/07 EUR 107,480 107,500
KIS - Income X 21/06 EUR 107,500 107,500
KIS - Long - Short A 01/07 EUR 109,370 108,610
KIS - Long - Short D 01/07 EUR 108,250 107,510
KIS - Long - Short F 01/07 EUR 109,170 -
KIS - Long - Short I 01/07 EUR 109,440 108,680
KIS - Long - Short X 01/07 EUR 110,290 109,520
KIS - Selection A 01/07 EUR 111,350 110,250
KIS - Selection F 01/07 EUR 111,110 110,030
KIS - Selection I 01/07 EUR 111,460 110,350
KIS - Sm. Cap A 05/07 EUR 92,010 92,140
KIS - Sm. Cap D 05/07 EUR 91,240 91,370
KIS - Sm. Cap F 05/07 EUR 91,840 91,970
KIS - Sm. Cap I 05/07 EUR 92,210 92,340
KIS - Sm. Cap X 05/07 EUR 93,270 93,400
KIS - Target 2014 X 05/07 EUR 105,450 105,370
KIS - Trading A 05/07 EUR 101,570 102,490
KIS - Trading D 05/07 EUR 100,280 101,190
KIS - Trading F 05/07 EUR 101,290 102,210
KIS - Trading I 05/07 EUR 101,760 102,690
KIS - Trading X 05/07 EUR 102,450 103,380
KIS - Trend A 01/07 EUR 95,640 -
KIS - Trend F 01/07 EUR 95,430 -
KIS - Trend I 01/07 EUR 95,780 97,490
ASIAN OPP CAP RET EUR 06/07 EUR 8,579 8,536
DYNAMIC GROWTH RET EUR 06/07 EUR 808,975 803,555
EUROPEAN BOND CAP INST 06/07 EUR 903,052 903,167
FLEX DUR CAP RET EUR A 06/07 EUR 1117,402 1106,216
FLEX QUANTITATIVE HR6 A EUR 06/07 EUR 98,169 98,304
FLEX STRATEGY RET EUR 06/07 EUR 102,614 102,672
HIGH GRWTH CAP RET EUR 06/07 EUR 76,238 77,794
ITALY CAP RET A EUR 06/07 EUR 20,987 21,293
www.newmillenniumsicav.com
Distributore Principale: Banca Finnat Euramerica - Tel: 06/69933475
NM Augustum Beatrice Eq Fd A 29/06 EUR 124,830 124,630
NM Augustum Corp Bd A 06/07 EUR 164,400 165,020
NM Augustum High Qual Bd A 06/07 EUR 132,400 132,890
NM Augustum Pan European Eq A 06/07 EUR 81,170 82,120
NM Euro Bonds Short Term A 06/07 EUR 129,060 129,780
NM Euro Equities A 06/07 EUR 40,810 41,060
NM Global Equities A 06/07 EUR 57,030 56,840
NM Inflation Linked Bond Europe A 06/07 EUR 104,360 104,710
NM Large Europe Corp A 06/07 EUR 116,370 116,350
NM Previra World Cons A 06/07 EUR 122,370 122,650
NM Q7 Active Eq. Int. A 06/07 EUR 75,050 74,950
NM Q7 Alpha Balanced A 06/07 EUR 91,930 92,180
NM Q7 Globalflex A 01/07 EUR 104,520 105,840
NM Total Return Flexible A 01/07 EUR 115,040 114,920
Numero verde 800 124811
www.nextampartners.com-info@nextampartners.com
Nextam Bilanciato 05/07 EUR 6,194 6,212
Nextam Flessibile 05/07 EUR 4,848 4,871
Nextam Obblig. Misto 05/07 EUR 6,065 6,066
NEXTAM PARTNERS SICAV
AAM Pro Select A 07/07 EUR 4,808 4,826
AAM Pro Select I 07/07 EUR 4,861 4,879
BInver International A - EUR - -
BInver International I - EUR - -
Citic Securities China A - EUR - -
Citic Securities China I 25/11 EUR 5,016 -
Fidela A 07/07 EUR 4,928 4,931
Fidela I 07/07 EUR 5,260 5,263
Income A 07/07 EUR 5,375 5,384
Income I 07/07 EUR 5,386 5,395
International Equity A 07/07 EUR 5,501 5,460
International Equity I 07/07 EUR 5,503 5,463
Italian Selection A 07/07 EUR 5,391 5,488
Italian Selection I 07/07 EUR 5,428 5,525
Liquidity A 07/07 EUR 5,296 5,295
Liquidity I 07/07 EUR 5,337 5,336
Multimanager American Eq.A 07/07 EUR 3,607 3,577
Multimanager American Eq.I 07/07 EUR 3,720 3,689
Multimanager Asia Pacific Eq.A 07/07 EUR 4,380 4,364
Multimanager Asia Pacific Eq.I 07/07 EUR 4,499 4,482
Multimanager Emerg.Mkts Eq.A 07/07 EUR 4,522 4,501
Multimanager Emerg.Mkts Eq.I 07/07 EUR 4,615 4,593
Multimanager European Eq.A 07/07 EUR 3,777 3,784
Multimanager European Eq.I 07/07 EUR 3,879 3,886
Strategic A 07/07 EUR 4,911 4,930
Strategic I 07/07 EUR 5,040 5,059
www.oysterfunds.com
Absolute Return EUR2 05/07 EUR 150,090 150,080
Asia Opport. EUR2 05/07 EUR 168,750 169,360
Nome Data Valuta Quota/od. Quota/pre.
Asia Opport. USD2 05/07 USD 172,300 172,990
Credit Opport. EUR2 05/07 EUR 163,910 163,910
Diversified EUR 05/07 EUR 231,570 231,340
Dynamic Allocation EUR 05/07 EUR 157,250 158,130
Emerg. Mkts Dynamic EUR2 05/07 EUR 117,600 118,090
Emerg. Mkts Dynamic USD2 05/07 USD 125,100 125,670
Euro Liquidity EUR 05/07 EUR 151,094 151,087
Europ. Corporate Bds EUR 05/07 EUR 201,960 201,690
Europ. Fixed Income EUR 05/07 EUR 191,410 191,450
Europ. Opport. EUR 05/07 EUR 300,300 299,890
Europ. Opport. EUR2 05/07 EUR 168,790 168,560
Europ. Small Cap EUR 05/07 EUR 293,580 293,300
ForExtra Yield (EUR) EUR 05/07 EUR 158,760 158,760
Global Convertibles EUR 05/07 EUR 201,580 201,050
Global Convertibles USD 05/07 USD 199,070 198,600
Italian Opport. EUR 05/07 EUR 29,690 29,880
Italian Value EUR 05/07 EUR 205,090 207,220
Japan Opport. EUR 05/07 EUR 121,820 121,660
Japan Opport. JPY 05/07 JPY 11798,000 11783,000
LatAm Opport. EUR2 05/07 EUR 167,820 168,980
LatAm Opport. USD2 05/07 USD 170,790 172,030
Market Neutral EUR 05/07 EUR 151,000 151,000
US Dollar Bds USD 05/07 USD 316,380 315,840
US Dynamic EUR 05/07 EUR 109,540 109,360
US Dynamic USD 05/07 USD 114,200 114,030
US Small Cap USD 05/07 USD 200,450 200,560
US Value EUR 05/07 EUR 147,270 147,690
US Value USD 05/07 USD 149,140 149,590
World Opport. EUR 05/07 EUR 140,850 140,460
World Opport. USD 05/07 USD 290,800 290,140
3A Dyn. UCITS Fd (EUR) A 01/07 EUR 994,580 994,580
Tel: 0041916403780
www.pharusfunds.com info@pharusfunds.com
PS - Absolute Return 06/07 EUR 97,690 97,640
PS - Absolute Return B 06/07 EUR 102,730 102,670
PS - Aliseo A 05/07 EUR 95,880 96,270
PS - Best Global Managers A 05/07 EUR 102,280 101,700
PS - Best Global Managers B 05/07 EUR 103,410 102,810
PS - Bond Opportunities 07/07 EUR 141,590 141,650
PS - Bond Opportunities B 07/07 EUR 104,760 104,800
PS - Inter. Equity Quant A 07/07 EUR 112,850 112,000
PS - Inter. Equity Quant B 07/07 EUR 113,200 112,350
PS - Liquidity 07/07 EUR 118,860 118,850
PS - Market Neutral 07/07 EUR 87,330 87,410
PS - Market Neutral B 07/07 EUR 82,900 82,970
PS - Opportunistic Growth 07/07 EUR 95,580 95,600
PS - Podium Flex A 07/07 EUR 96,690 96,480
PS - Podium Flex C 28/04 USD 99,820 100,000
PS - Soprarno Global Macro A 07/07 EUR 98,450 98,060
PS - Soprarno Global Macro B 07/07 EUR 98,790 98,400
PS - Soprarno Relative Value A 07/07 EUR 96,020 95,920
PS - Soprarno Relative Value B 07/07 EUR 95,980 95,870
PS - Strategic Colibr 07/07 EUR 84,640 85,160
PS - Titan Aggressive 05/07 EUR 103,740 100,510
PS - Titan Conservative 05/07 EUR 98,660 97,730
PS - Valeur Income 07/07 EUR 101,920 101,970
PS - Value 05/07 EUR 96,080 94,770
PS - Value B 05/07 EUR 97,450 96,120
www.pegasocapitalsicav.com
Strategic Trend Inst. C 05/07 EUR 102,680 102,590
Strategic Trend Retail C 05/07 EUR 102,160 102,060
Numero Verde 800-533377 - www.schroders.it
Schroder International Selection Fund SICAV
Asia Pacific Property Sec. A 06/07 USD 125,110 124,290
Asian Bond Abs.Re. A 06/07 USD 12,240 12,240
Asian Convertible Bd A 06/07 USD 111,000 110,860
Asian Convertible Bd A Hd 06/07 EUR 111,600 111,460
Asian Equity Yield A 06/07 USD 21,530 21,550
Asian Smaller Companies A 06/07 USD 181,260 182,460
BRIC (BR,RU,IN,CH) A 06/07 EUR 149,910 149,430
BRIC (BR,RU,IN,CH) A 06/07 USD 214,770 216,510
China Opportunities A 06/07 USD 249,080 250,910
Em. Eur. Dbt Abs. Ret. A 06/07 EUR 17,890 17,900
Em. Mkts Dbt Ab.Ret.EUR Hdg A 06/07 EUR 28,410 28,500
Emerging Asia A 06/07 EUR 17,880 17,670
Emerging Asia A 06/07 USD 25,630 25,610
Emerging Europe A 06/07 EUR 23,150 22,950
Emerging Markets A 06/07 EUR 9,770 9,710
Emerging Markets A 06/07 USD 14,030 14,100
Emerging Mkts Dbt Abs Ret A 06/07 USD 26,390 26,470
EURO Active Value A 06/07 EUR 28,490 28,550
EURO Bond A 06/07 EUR 15,530 15,480
EURO Corporate Bond A 06/07 EUR 16,390 16,390
EURO Equity A 06/07 EUR 21,480 21,620
EURO Government Bond A 06/07 EUR 8,550 8,550
EURO Liquidity A 06/07 EUR 121,740 121,740
EURO Short Term Bond A 06/07 EUR 6,690 6,700
European Allocation A 06/07 EUR 18,700 18,740
European Defensive A* 06/07 EUR 9,630 9,680
European Dividend Max. A 06/07 EUR 74,460 74,860
European Dividend Max. A 06/07 EUR 54,970 55,260
European Equity Alpha A 06/07 EUR 39,240 39,450
European Equity Yield A 06/07 EUR 11,590 11,650
European Large Cap A 06/07 EUR 160,140 160,710
European Smaller Comp A 06/07 EUR 21,540 21,500
European Special Sit A 06/07 EUR 104,800 105,140
Glb Emer Mkt Opps A 06/07 USD 15,610 15,750
Glb Emer Mkt Opps EUR A 06/07 EUR 14,080 14,050
Global Bond A 06/07 USD 11,230 11,230
Global Convertible Bd A 06/07 USD 109,600 109,580
Global Convertible Bd A Hd 06/07 EUR 108,350 108,320
Global Corp B Eur Hedge A 06/07 EUR 129,560 129,310
Global Clim.ChgeEq.A hdg 06/07 EUR 8,660 8,620
Global Clim.ChgeEq.A 06/07 USD 9,480 9,500
Global Corporate A 06/07 USD 8,740 8,720
Global Credit Duration A 06/07 EUR 108,280 108,460
Global Div.Maximiser A 06/07 USD 7,880 7,950
Global Div.Maximiser A 06/07 USD 5,710 5,760
Global Energy A 06/07 USD 40,830 40,750
Global Equity A 06/07 USD 15,930 16,030
Global Equity Alpha A 06/07 EUR 93,230 92,410
Global Equity Alpha A 06/07 USD 133,740 134,060
Global Equity Yield A 06/07 EUR 81,660 81,430
Global Equity Yield A 06/07 USD 117,010 117,990
Global High Yield A 06/07 USD 32,060 32,040
Global HYield EUR Hedge A 06/07 EUR 30,570 30,540
Global Infl L B USD Hed A 06/07 USD 26,370 26,380
Global Infl Linked Bond A 06/07 EUR 25,890 25,900
Global Prop Securities A 06/07 USD 124,640 124,560
Global Prop. Sec. EUR Hdgd A 06/07 EUR 117,780 117,710
Global Smal Companies A 06/07 USD 130,990 131,350
Greater China A 06/07 USD 39,210 39,240
Indian Equity A 06/07 USD 132,050 132,280
Italian Equity A 06/07 EUR 22,170 22,460
Japanese Equity A 06/07 JPY 575,380 569,360
Japanese Equity EUR Hdgd A 06/07 EUR 59,080 58,440
Japanese Large Cap A 06/07 JPY 779,930 773,010
Japanese Smal Companies A 06/07 JPY 54,270 53,830
Latin American Fund A 06/07 EUR 38,720 38,590
Latin American Fund A 06/07 USD 55,820 56,260
Middle East A 06/07 USD 8,680 8,720
Pacific Equity A 06/07 EUR 8,280 8,210
Pacific Equity A 06/07 USD 11,880 11,910
QEP Global Quant Act Val A 06/07 EUR 103,820 103,240
QEP Global Quant Act Val A 06/07 USD 150,030 150,870
Strategic B Euro Hedged A 06/07 EUR 128,390 128,390
Strategic Bond A 06/07 USD 134,460 134,460
Swiss Equity A 06/07 CHF 26,920 27,110
Swiss Equity Opps A 06/07 CHF 113,120 114,250
Swiss Small & Mid Cap A 06/07 CHF 22,970 23,170
UK Equity A 06/07 GBP 3,230 3,250
Nome Data Valuta Quota/od. Quota/pre.
US All Cap A 06/07 USD 110,030 110,050
US Dollar Bond A hdg 06/07 EUR 128,930 128,620
US Dollar Bond A 06/07 USD 18,920 18,870
US Dollar Liquidity A 06/07 USD 105,150 105,160
US Large Cap A 06/07 EUR 51,320 50,750
US Large Cap A 06/07 USD 73,650 73,650
US Large Cap EUR hedged A 06/07 EUR 97,900 97,900
US Small & Mid-Cap Equ A 06/07 EUR 113,130 111,980
US Small & Mid-Cap Equ A 06/07 USD 163,030 163,210
US Smaller Companies A 06/07 USD 82,300 82,430
*I LIVELLI DI PROTEZIONE RELATIVI AI FONDI DEFENSIVE
SONO CONSULTABILI SUL SITO INTERNET WWW.SCHRODERS.IT
www.sorgentegroup.com
Fondo Donatello-Michelangelo Due 31/12 EUR 54575,179 56242,509
Fondo Donatello-Tulipano 31/12 EUR 49811,098 50282,489
Fondo Donatello-Margherita 31/12 EUR 28627,386 27332,950
Fondo Donatello-David 31/12 EUR 57372,027 57301,183
Fondo Donatello-Puglia Uno 31/12 EUR 55416,101 -
Caravaggio di Sorgente SGR 31/12 EUR 2981,761 3083,178
Si tratta di Fondi Immobiliari chiusi
Tel: 800/614614
Bim Az. Small Cap Italia 06/07 EUR 7,013 7,143
Bim Azionario Europa 06/07 EUR 10,033 10,070
Bim Azionario Globale 06/07 EUR 4,075 4,083
Bim Azionario Italia 06/07 EUR 6,781 6,893
Bim Azionario USA 06/07 EUR 6,265 6,229
Bim Bilanciato 06/07 EUR 22,418 22,475
Bim Corporate Mix 06/07 EUR 5,616 5,610
Bim Flessibile 06/07 EUR 3,823 3,827
Bim Obblig. Breve Term. 06/07 EUR 6,560 6,566
Bim Obblig. Globale 06/07 EUR 5,869 5,836
Bim Obbligazionario Euro 06/07 EUR 6,907 6,912
Sicav Asia Flessibile 06/07 EUR 6,235 6,197
Sicav Azionario Euro 06/07 EUR 5,789 5,836
Sicav Azionario Italia 06/07 EUR 10,366 10,536
Sicav Bil.Equ. Italia 06/07 EUR 5,354 5,388
Sicav Fortissimo 06/07 EUR 2,742 2,755
Sicav Europa Flessibile 06/07 EUR 5,036 5,057
Sicav Monetario 06/07 EUR 7,487 7,490
Sicav Obblig. Area Europa 06/07 EUR 9,560 9,563
Sicav Patrimonio Globale 06/07 EUR 5,178 5,192
Sicav Patrimonio G. Reddito 06/07 EUR 7,155 7,156
Synergia Azionario Europa 06/07 EUR 6,265 6,293
Synergia Azionario Globale 06/07 EUR 6,333 6,350
Synergia Azionario Italia 06/07 EUR 5,643 5,737
Synergia Az. Small Cap Italia 06/07 EUR 5,535 5,637
Synergia Azionario USA 06/07 EUR 6,511 6,473
Synergia Bilanciato 15 06/07 EUR 5,299 5,306
Synergia Bilanciato 30 06/07 EUR 5,491 5,501
Synergia Bilanciato 50 06/07 EUR 5,702 5,717
Synergia Monetaria 06/07 EUR 5,034 5,036
Synergia Obbl. Corporate 06/07 EUR 5,489 5,484
Synergia Obbl. Euro B.T. 06/07 EUR 5,068 5,074
Synergia Obbl. Euro M.T. 06/07 EUR 5,183 5,190
Synergia Tesoreria 06/07 EUR 5,074 5,076
Synergia Total Return 06/07 EUR 5,293 5,294
Symphonia MS Adagio 06/07 EUR 5,914 5,899
Symphonia MS America 06/07 EUR 4,080 4,051
Symphonia MS Asia 06/07 EUR 5,487 5,445
Symphonia MS Europa 06/07 EUR 5,729 5,746
Symphonia MS Largo 06/07 EUR 5,787 5,773
Symphonia MS P. Emer. 06/07 EUR 13,646 13,592
Symphonia MS Vivace 06/07 EUR 5,433 5,420
Tel. 02 - 430241
www.ubipramerica.it
UBI Pr. Active Beta 06/07 EUR 4,692 4,698
UBI Pr. Active Duration 06/07 EUR 5,587 5,606
UBI Pr. Alpha Equity 06/07 EUR 5,050 5,062
UBI Pr. Azionario Etico 06/07 EUR 5,027 5,074
UBI Pr. Azioni Euro 06/07 EUR 5,799 5,848
UBI Pr. Azioni Europa 06/07 EUR 6,077 6,108
UBI Pr. Azioni Globali 06/07 EUR 4,664 4,632
UBI Pr. Azioni Italia 06/07 EUR 4,834 4,913
UBI Pr. Azioni Mercati Emerg. 06/07 EUR 11,468 11,392
UBI Pr. Azioni Pacifico 06/07 EUR 6,759 6,661
UBI Pr. Azioni USA 06/07 EUR 4,328 4,282
UBI Pr. Bilanc. Euro Rischio Cont. 06/07 EUR 5,936 5,951
UBI Pr. Euro B.T. 06/07 EUR 6,760 6,775
UBI Pr. Euro Cash 06/07 EUR 7,315 7,322
UBI Pr. Euro Corporate 06/07 EUR 7,947 7,943
UBI Pr. Euro Medio/Lungo Ter. 06/07 EUR 6,929 6,944
UBI Pr. Obblig. Dollari 06/07 EUR 4,988 4,928
UBI Pr. Obblig. Glob. Alto Rend. 06/07 EUR 9,597 9,591
UBI Pr. Obblig. Globali 06/07 EUR 5,718 5,678
UBI Pr. Obblig. Globali Corp. 06/07 EUR 7,109 7,092
UBI Pr. Portafoglio Aggressivo 06/07 EUR 5,331 5,323
UBI Pr. Portafoglio Dinamico 06/07 EUR 5,604 5,588
UBI Pr. Portafoglio Moderato 06/07 EUR 5,926 5,909
UBI Pr. Portafoglio Prudente 06/07 EUR 6,119 6,109
UBI Pr. Privilege 1 06/07 EUR 5,613 5,613
UBI Pr. Privilege 2 06/07 EUR 5,671 5,670
UBI Pr. Privilege 3 06/07 EUR 5,612 5,610
UBI Pr. Privilege 4 06/07 EUR 5,414 5,420
UBI Pr. Privilege 5 06/07 EUR 5,224 5,229
UBI Pr. Tot. Ret. Mod. A 06/07 EUR 5,059 5,064
UBI Pr. Tot. Ret. Mod. B 06/07 EUR 5,086 5,091
UBI Pr. Tot.Ret. Dinamico 06/07 EUR 4,953 4,958
UBI Pr. Total Return Prudente 06/07 EUR 10,527 10,536
www.vitruviussicav.com
Asian Equity B 06/07 EUR 80,460 79,930
Asian Equity B 06/07 USD 111,630 110,950
Capital Opportunities 06/07 USD 96,660 96,870
Capital Opportunities Hdg 06/07 EUR 91,110 91,300
Emerg Mkts Equity 06/07 USD 470,120 471,830
Emerg Mkts Equity Hdg 06/07 EUR 464,750 466,250
European Equity 06/07 EUR 225,760 226,050
Greater China Equity 06/07 EUR 89,450 89,630
Greater China Equity 06/07 USD 127,100 127,420
Growth Opportunities 06/07 USD 57,080 57,080
Growth Opportunities Hdg 06/07 EUR 63,490 63,470
Italian Equity 06/07 EUR 81,050 81,050
Japanese Equity 06/07 JPY 96,120 94,980
Japanese Equity Hdg 06/07 EUR 127,050 125,490
Reserve Liquidity 06/07 EUR 118,030 118,030
Swiss Equity 06/07 CHF 106,670 107,790
Swiss Equity Hdg 06/07 EUR 80,780 81,570
US Equity 06/07 USD 118,600 118,930
US Equity Hdg 06/07 EUR 132,900 133,230
Tel 0332 251411
www.ottoapiu.it
8a+ Eiger 06/07 EUR 5,020 5,041
8a+ Gran Paradiso 06/07 EUR 5,433 5,420
8a+ Latemar 06/07 EUR 5,263 5,270
8a+ Matterhorn 01/07 EUR 625456,762 617303,841
8a+ Monviso 06/07 EUR 5,177 5,166
Legenda: Quota/pre. = Quota precedente; Quota/od. = Quota odierna 132DD73B
38
Venerd 8 Luglio 2011 Corriere della Sera italia: 515050585854
Piazza Affari
BANCHE ANCORA GI
LA CORSA DI GREEN POWER
Peggior listino europeo, Piazza
Affari con una seduta nervosa, e
negativa nel finale (Ftse
Mib-0,24%), sconta pi le
incognite politiche interne e la
stangata della manovra sulla
finanza che lannunciato rialzo dei
tassi. Per le banche e i titoli
finanziari stata unaltra seduta da dimenticare.
Gi del 4,23% Unicredit che firma oggi il nuovo
patto con Premafin (-0,79%), la holding del gruppo
Ligresti a monte di Fonsai (-5,28%) e Milano
(-7,21%), le compagnie sotto aumento di capitale
protagoniste di un tracollo. In flessione anche
Intesa Sanpaolo (-2,59%) e Mediobanca (-1,48%).
Nel resto del listino non sono mancati i segni pi.
il caso di Enel Green Power (+3,21%) che oggi
inaugura a Catania la pi grande fabbrica di solare
europeo e ieri ha vinto il lodo in Salvador. E di
Tenaris (+3,49%) gradita agli analisti per la forte
internazionalizzazione. In tensione Italmobiliare (
+5,10), Pirelli (+2,06%) e Zucchi (+9,5%) in corso di
ristrutturazione. Ti Media ha corretto (-2,25%)
invece il balzo euforico della vigilia vedendo
sfumare almeno per ora la possibilit che
Murdoch, travolto dallo scandalo intercettazioni,
avanzi unofferta per La7.
A.S. Roma .....................(ASR) 0,701 +0,21 -33,55 0,679 1,249 95,2
A2A.......................................(A2A) 1,042 -1,14 -0,57 1,001 1,231 3277,0
Acea......................................(ACE) 6,895 -0,36 -19,54 6,895 8,580 1468,9
Acegas-Aps...........................(AEG) 4,248 -0,52 +17,11 3,628 4,640 231,2
Acotel Group * ......................(ACO) 30,100 -2,62 -31,58 30,100 44,140 124,0
Acque Potabili .......................(ACP) 1,105 +2,22 -23,00 1,031 1,477 39,0
Acsm ....................................(ACS) 1,058 -0,66 -2,31 1,040 1,192 79,8
AdF-Aerop.Firenze ..................(AFI) 11,000 -2,48 +1,57 10,830 12,500 101,9
Aedes * ...................................(AE) 0,131 -2,53 -32,07 0,122 0,231 95,5
Aedes 14w *.....................(WAE14) 0,022 -16,48 -46,78 0,022 0,049
Aeffe *...................................(AEF) 1,264 +4,64+148,82 0,477 1,477 135,4
Aicon * ...................................(AIC) 0,176 +1,38 -0,28 0,158 0,281 19,2
Alerion ..................................(ARN) 4,744 -0,55 -10,24 4,744 5,820 207,6
Amplifon...............................(AMP) 4,276 -0,51 +13,12 3,598 4,372 946,8
Ansaldo Sts *.........................(STS) 8,120 -0,79 -11,55 7,911 9,600 1142,9
Antichi Pell ..............................(AP) 0,440 -2,22 -6,68 0,440 0,596 20,0
Apulia Pront...........................(APP) 0,251 -2,72 -29,04 0,250 0,384 59,3
Arena ....................................(ARE) 0,018 +1,66 -28,13 0,018 0,029 25,8
Arkimedica...........................(AKM) 0,194 -0,15 -57,24 0,194 0,453 16,5
Ascopiave *...........................(ASC) 1,549 +0,32 -2,02 1,513 1,718 362,0
Astaldi * ................................(AST) 4,810 -0,04 -2,93 4,670 5,960 474,6
Atlantia ..................................(ATL) 13,450 +0,67 -8,77 13,360 16,095 8486,5
Autogrill ................................(AGL) 9,110 -0,49 -14,46 8,500 10,970 2320,5
Autostrada To-Mi .....................(AT) 9,525 +4,56 -6,71 9,110 11,400 822,4
Autostrade Mer. ................(AUTME) 19,800 +1,28 -13,16 19,390 24,380 85,6
Azimut..................................(AZM) 6,065 -1,38 -10,22 5,780 8,461 874,9
B&C Speakers ...............(BEC) 2,998 -1,06 -20,27 2,998 4,080 33,0
Banca Generali .....................(BGN) 9,230 +0,05 +0,76 8,460 11,560 1037,8
Banca Ifis *...............................(IF) 4,694 +0,95 -11,27 4,650 5,585 250,7
Banca Pop. Emilia R. .............(BPE) 7,405 +0,82 -22,05 7,075 9,895 1887,1
Banca Pop. Sondrio.............(BPSO) 5,465 +1,58 -11,85 5,270 6,600 1691,4
Banco Popolare .......................(BP) 1,518 -1,17 -38,42 1,502 2,753 2720,6
Banco Popolare w10.........(WBP10)
Basicnet................................(BAN) 2,550 -1,16 -8,93 2,280 3,100 154,0
Bastogi......................................(B) 1,282 -8,30 -16,48 1,226 1,660 23,2
BB Biotech *............................(BB) 53,100 -0,65 +9,26 47,680 55,000
Bca Carige............................(CRG) 1,477 -5,92 1,444 1,812 2398,9
Bca Carige r........................(CRGR) 2,300 -1,71 -17,12 2,300 2,780 403,4
Bca Finnat * ..........................(BFE) 0,430 -0,69 -13,28 0,416 0,522 154,3
Bca Intermobiliare .................(BIM) 4,016 +0,40 -3,92 3,950 4,388 626,6
Bca Pop.Etruria e Lazio * .......(PEL) 2,052 -0,48 -32,72 1,938 3,210 154,8
Bca Pop.Milano......................(PMI) 1,633 +1,43 -38,72 1,500 3,163 678,5
Bca Pop.Milano 13w.......(WPMI13) 0,400 -0,25 -66,67 0,369 1,254
Bca Pop.Spoleto....................(SPO) 2,450 -5,04 -28,88 2,400 3,455 73,9
Bca Profilo ............................(PRO) 0,328 +0,15 -25,57 0,314 0,440 221,6
Bco Desio-Brianza ................(BDB) 3,656 +1,56 -9,73 3,528 4,120 419,9
Bco Desio-Brianza rnc ........(BDBR) 3,116 +2,30 -16,07 3,046 3,750 39,6
Bco Santander ....................(SANT) 7,875 +0,96 -0,06 7,350 9,300
Bco Sardegna rnc ...............(BSRP) 8,500 -0,41 -10,05 8,485 9,950 56,1
Bee Team..............................(BET) 0,506 +1,30 +26,15 0,380 0,541 34,5
Beghelli ...................................(BE) 0,613 -0,57 -10,84 0,585 0,732 121,5
Benetton Group.....................(BEN) 5,295 -0,09 +5,90 4,600 5,725 967,7
Beni Stabili ...........................(BNS) 0,706 +1,22 +10,14 0,633 0,765 1350,2
Best Union Co......................(BEST) 1,263 -8,48 1,263 1,450 11,9
Bialetti Industrie *...................(BIA) 0,329 -0,72 -7,01 0,329 0,425 25,0
Biancamano *.......................(BCM) 1,969 -0,20 +49,17 1,286 2,012 66,8
Biesse * ................................(BSS) 5,400 -2,17 +0,37 5,010 7,810 150,8
Bioera.....................................(BIE)
Boero Bart.............................(BOE) 21,000 +5,00 20,000 21,000 91,1
Bolzoni *................................(BLZ) 2,070 -0,67 -2,93 1,999 2,350 54,2
Bon.Ferraresi ...........................(BF) 23,600 -19,81 23,600 31,430 134,1
Borgosesia..............................(BO)
Borgosesia rnc......................(BOR)
Brembo * ..............................(BRE) 10,240 +0,39 +30,53 7,725 10,240 685,1
Brioschi ..................................(BRI) 0,138 +2,23 -1,29 0,128 0,173 106,9
Bulgari ..................................(BUL) 12,210 -0,08 +49,45 7,280 12,300 3694,3
Buone Societ .......................(LBS) 0,406 +3,68 +3,97 0,331 0,755 4,1
Buongiorno *.........................(BNG) 1,384 +1,62 +18,90 1,053 1,460 146,7
Buzzi Unicem........................(BZU) 9,420 -0,42 +8,46 7,960 10,760 1564,5
Buzzi Unicem rnc ................(BZUR) 5,175 -0,67 -5,05 4,790 6,090 209,4
Cad It * ..........................(CAD) 3,902 +0,15 -4,71 3,450 4,447 35,1
Cairo Comm. *........................(CAI) 2,996 -0,13 +10,45 2,685 3,290 234,3
Caleffi....................................(CLF) 1,371 +3,86 +18,50 1,120 1,399 16,9
Caltagirone ..........................(CALT) 1,780 -0,50 +0,62 1,743 2,118 214,0
Caltagirone Ed.......................(CED) 1,388 -1,21 -19,26 1,335 1,945 169,7
Camfin .................................(CMF) 0,394 +1,52 +5,57 0,329 0,429 266,6
Camfin 09-11 w ............(WCMF11) 0,070 +5,42 +5,90 0,056 0,083
Campari ................................(CPR) 5,740 +0,17 +17,74 4,438 5,800 3326,9
Cape Live ................................(CL) 0,154 +2,25 -38,61 0,151 0,411 7,7
Carraro ...............................(CARR) 3,266 +0,37 -15,99 3,140 4,468 151,1
Cattolica As.........................(CASS) 16,840 +2,00 -12,06 15,620 20,310 905,8
CDC......................................(CDC) 1,720 +0,70 +4,81 1,450 1,939 21,3
Cell Therap...........................(CTIC) 1,050 -2,51 -36,01 0,944 1,932
Cembre * .............................(CMB) 7,455 +0,07 +20,05 5,965 8,715 126,7
Cementir *............................(CEM) 1,910 +0,74 -9,59 1,760 2,340 304,0
Cent. Latte Torino * ................(CLT) 2,528 +1,12 +3,18 2,400 4,100 24,8
Ceram. Ricchetti .....................(RIC) 0,252 -1,25 -0,04 0,244 0,305 20,1
CHL.......................................(CHL) 0,102 -3,77 -22,87 0,102 0,150 16,4
CIA.........................................(CIA) 0,273 +0,96 -7,94 0,261 0,340 24,1
Ciccolella ................................(CC) 0,670 +2,92 0,551 0,777 119,3
Cir..........................................(CIR) 1,758 +0,46 +28,04 1,337 1,770 1397,9
Class Editori ..........................(CLE) 0,354 +0,08 -21,51 0,341 0,520 36,8
Cobra * .................................(COB) 1,080 -0,09 -18,61 1,010 1,440 43,5
Cofide ...................................(COF) 0,754 +0,47 +11,95 0,647 0,784 539,6
Cogeme Set ..........................(COG) 0,256 -2,96 -30,62 0,241 0,371 15,8
Conafi Prestito' .....................(CNP) 0,760 -1,17 -23,85 0,760 1,070 35,5
Cred. Artigiano ......................(CRA) 1,290 -0,15 -0,62 1,273 1,461 364,3
Cred. Bergamasco...................(CB) 21,810 -2,42 +5,98 20,300 24,770 1356,6
Cred. Emiliano.........................(CE) 4,186 -1,09 -10,41 4,102 5,505 1407,2
Cred. Valtellinese .................(CVAL) 2,788 -0,64 -15,83 2,674 3,695 760,0
Cred. Valtellinese 10w ....(WCVA10)
Cred. Valtellinese 14w ....(WCVA14) 0,131 -3,40 -42,26 0,134 0,281
Crespi ...................................(CRE) 0,062 -0,64 -35,88 0,062 0,161 9,8
Csp .......................................(CSP) 1,219 +0,83 +13,29 1,052 1,295 40,5
D'Amico *........................(DIS) 0,810 -0,98 -18,02 0,711 1,000 121,5
Dada * ....................................(DA) 3,252 +2,59 -33,50 3,010 5,020 52,3
Damiani *.............................(DMN) 1,091 +2,35 +29,88 0,819 1,260 90,3
Danieli ..................................(DAN) 19,450 +1,89 -19,63 16,950 24,580 797,8
Danieli rnc..........................(DANR) 10,340 +2,68 -21,49 9,560 13,690 418,0
Datalogic * ............................(DAL) 6,500 +2,44 +7,17 5,490 6,540 375,3
De'Longhi .............................(DLG) 8,895 +1,48 +52,31 5,820 9,300 1324,5
Dea Capital *.........................(DEA) 1,540 +2,67 +33,91 1,125 1,600 469,5
Diasorin *...............................(DIA) 33,680 +0,48 +6,75 30,170 36,090 1867,9
Digital Bros *..........................(DIB) 1,100 -2,14 -28,10 1,084 1,573 15,3
Dmail Group * ......................(DMA) 2,802 -1,34 -3,88 2,306 3,265 22,4
DMT * ..................................(DMT) 19,750 -2,08 +28,41 15,040 23,510 225,7
Edison ............................(EDN) 0,877 +2,33 +1,39 0,736 0,907 4524,7
Edison r ..............................(EDNR) 0,955 +0,58 -21,83 0,932 1,287 103,9
EEMS * ...............................(EEMS) 1,128 -0,18 -14,42 1,114 1,539 49,2
El.En. * ..................................(ELN) 12,810 +0,79 +1,18 12,000 15,140 61,5
Elica * ...................................(ELC) 1,249 -2,42 -13,26 1,218 1,768 78,9
Emak * ...................................(EM) 3,940 +2,07 -10,76 3,860 4,600 109,0
Enel.....................................(ENEL) 4,424 +1,51 +17,19 3,692 4,832 41460,3
Enel Green Pw....................(EGPW) 1,867 +3,21 +18,77 1,563 2,048 9250,0
Enervit ..................................(ENV) 1,885 +3,01 +51,53 1,217 2,398 34,5
Engineering * ........................(ENG) 23,230 +0,35 +8,10 21,140 24,320 289,7
Eni .........................................(ENI) 16,330 +0,31 -0,55 15,580 18,420 65356,2
Erg........................................(ERG) 9,340 +0,81 -9,76 8,960 10,440 1402,0
Ergy Capital...........................(ECA) 0,409 -0,05 -16,06 0,408 0,498 39,5
Ergy Capital 11w................(WECA) 0,017 -6,59 -42,37 0,016 0,029
Ergy Capital 16w............(WECA16) 0,087 -13,13 -34,81 0,086 0,143
Esprinet * ..............................(PRT) 4,266 -1,71 -24,63 4,144 6,275 226,5
Eurotech * .............................(ETH) 2,042 +1,90 +9,20 1,860 2,440 71,8
Eutelia...................................(EUT)
Exor ......................................(EXO) 22,720 +1,34 -8,86 19,060 25,760 3642,4
Exor prv.................................(EXP) 19,960 -0,05 +6,17 15,390 21,300 1532,4
Exor risp................................(EXR) 18,300 +0,55 -2,14 13,880 20,100 168,8
Exprivia *...............................(XPR) 0,940 +1,08 -1,42 0,903 1,155 48,2
Falck Renewables * .........(FKR) 1,304 +2,68 -22,15 1,200 1,758 379,7
Ferragamo...........................(SFER) 10,530 +1,35 9,950 10,650 1755,2
Fiat............................................(F) 7,490 -2,16 +6,62 5,870 8,050 8300,1
Fiat Ind. priv............................(FIP) 4,602 -0,78 -26,37 4,602 7,415 479,7
Fiat Ind. risp ...........................(FIR) 4,638 -0,04 -24,95 4,636 7,395 371,6
Fiat Industr................................(FI) 8,725 +0,17 -3,06 8,425 10,660 9561,6
Fiat prv....................................(FP) 5,425 -1,00 +2,55 4,720 6,385 566,1
Fiat rnc....................................(FR) 5,405 -1,73 +2,27 4,710 6,375 439,4
Fidia * ...................................(FDA) 3,292 -2,60 -10,73 3,250 4,140 17,0
Fiera Milano * .........................(FM) 4,522 -0,57 +3,95 4,100 4,916 189,7
Finarte C.Aste .......................(FCD)
Finmeccanica........................(FNC) 8,090 +0,25 -6,04 7,945 9,865 4684,2
FNM.....................................(FNM) 0,424 +0,83 -16,14 0,411 0,515 104,5
Fondiaria-Sai .........................(FSA) 2,226 -5,28 -39,07 2,108 4,366 285,0
Fondiaria-Sai rnc.................(FSAR) 1,210 -3,04 -53,03 1,114 2,941 52,2
Fullsix....................................(FUL) 1,792 +1,01 +62,91 1,071 3,262 19,7
Gabetti Pro.S. .................(GAB) 0,085 +1,32 -61,49 0,079 0,245 21,4
Gabetti Pro.S. 13w.........(WGAB13) 0,021 -78,62 0,021 0,098
Gas Plus................................(GSP) 2,906 +0,21 -26,43 2,840 4,160 129,5
Gefran * ..................................(GE) 4,074 -0,05 -9,06 3,758 5,250 58,1
Gemina ................................(GEM) 0,671 +0,45 +24,17 0,532 0,766 984,2
Gemina rnc ........................(GEMR) 0,928 -2,16 -2,37 0,844 1,170 3,5
Generali ....................................(G) 14,280 +0,14 -0,83 13,640 16,990 22268,3
Geox .....................................(GEO) 3,994 -0,89 +16,02 3,377 4,950 1037,6
Gewiss .................................(GEW) 5,055 -1,37 +25,59 3,940 5,150 611,3
Greenvision ............................(VIS) 5,050 -2,60 +7,50 4,290 5,195 29,6
Gruppo Coin..........................(GCN) 6,470 -16,84 6,415 7,870 906,3
Gruppo Edit. L'Espresso...........(ES) 1,800 +2,92 +5,20 1,615 2,104 735,1
Gruppo Minerali M...............(GMM) 3,648 +1,33 -18,39 3,600 4,490 21,6
Hera ...............................(HER) 1,474 +0,48 -4,90 1,418 1,760 1645,1
I Grandi Viaggi..................(IGV) 0,978 +0,93 +19,34 0,776 1,080 44,1
IGD *......................................(IGD) 1,689 +2,36 +14,90 1,445 1,755 521,1
Il Sole 24 Ore ........................(S24) 1,143 -1,12 -18,06 1,143 1,510 49,2
Ima * .....................................(IMA) 15,060 +0,40 +0,60 13,850 15,200 556,3
Immsi ....................................(IMS) 0,827 +0,85 -0,36 0,780 0,910 282,2
Impregilo................................(IPG) 2,098 +1,65 -2,19 1,970 2,462 842,4
Impregilo rnc........................(IPGR) 7,980 +2,97 7,355 8,200 12,9
Indesit....................................(IND) 6,895 -1,08 -15,86 6,660 9,015 790,8
Indesit rnc ...........................(INDR) 6,550 -4,87 6,550 7,340 3,4
Intek.......................................(ITK) 0,390 +0,59 -0,97 0,381 0,540 50,4
Intek 11w..........................(WIT11) 0,013 +13,64 -50,00 0,010 0,029
Intek r ................................(ITKRP)
Interpump * ..............................(IP) 5,950 +1,10 +3,75 5,360 6,175 578,9
Interpump 12 w * ..............(WIP12) 0,771 -3,02 +15,59 0,630 0,874
Intesa Sanpaolo......................(ISP) 1,733 -2,59 -10,08 1,676 2,429 27468,3
Intesa Sanpaolo rnc..............(ISPR) 1,423 -1,45 -15,15 1,423 2,087 1348,4
Invest e Sviluppo ....................(IES) 0,010 -4,59 -16,13 0,010 0,019 13,2
Invest e Sviluppo 09w......(WIES12) 0,003 0,002 0,007
Irce *......................................(IRC) 2,150 -0,46 +35,31 1,528 2,708 60,5
Iren ........................................(IRE) 1,210 +0,75 -3,66 1,152 1,407 1432,8
Isagro * ..................................(ISG) 3,228 -0,37 -7,17 3,218 4,034 56,1
IT WAY * ................................(ITW) 1,620 +0,31 -37,07 1,485 2,764 12,8
Italcementi................................(IT) 6,325 -0,47 -4,17 5,895 7,650 1130,4
Italcementi rnc .......................(ITR) 3,012 +0,20 -17,42 2,868 3,886 317,3
Italmobiliare...........................(ITM) 26,400 +5,10 +2,56 24,430 29,900 584,0
Italmobiliare rnc...................(ITMR) 15,500 +2,45 -13,36 14,870 19,730 253,9
Italy 1 Invest w...................(WIT1) 0,481 -12,64 0,379 0,788
Italy 1 Invest. ..........................(IT1) 9,850 +0,41 8,768 9,950 147,1
Juventus FC * ...............(JUVE) 0,876 +0,17 -8,22 0,780 0,986 174,5
K.R.Energy......................(KRE) 0,050 -2,36 -28,08 0,050 0,074 48,1
K.R.Energy 12w..............(WKRE12) 0,014 -3,42 -31,22 0,013 0,024
Kerself ..................................(KRS) 1,929 -1,03 -44,53 1,929 3,700 33,6
Kinexia..................................(KNX) 1,850 -1,07 -13,35 1,800 2,135 38,7
KME Group ...........................(KME) 0,334 +1,27 +1,12 0,325 0,391 146,8
KME Group 09w.............(WKME09) 0,007 -62,71 0,005 0,021
KME Group 11w.............(WKME11) 0,006 +50,00 -57,75 0,004 0,017
KME Group rnc ...................(KMER) 0,621 +6,79 0,576 0,724 27,1
La Doria *..........................(LD) 1,695 +1,32 -9,46 1,613 2,068 52,3
Landi Renzo *..........................(LR) 2,094 +0,29 -29,79 1,830 3,015 236,6
Lazio .....................................(SSL) 0,488 -2,30 -35,83 0,410 0,761 33,4
Lottomatica ...........................(LTO) 13,870 +1,39 +47,40 8,925 15,440 2377,9
Luxottica ...............................(LUX) 22,580 +1,53 -1,44 20,850 23,490 10509,5
Maire Tecnimont ..............(MT) 1,235 -4,49 -63,33 1,140 3,638 407,7
Management e C. .................(MEC) 0,227 +0,53 +5,79 0,208 0,230 107,1
Marcolin ...............................(MCL) 5,005 -1,38 +9,58 4,084 5,470 313,8
MARR * ..............................(MARR) 9,135 +1,11 +4,52 8,080 9,460 605,1
Mediacontech ......................(MCH) 1,939 -17,49 1,770 2,470 35,3
Mediaset ................................(MS) 3,120 -0,06 -31,35 3,034 4,923 3693,1
Mediobanca............................(MB) 6,640 -1,48 -1,78 6,505 8,010 5784,1
Mediolanum.........................(MED) 3,130 +0,06 +0,08 2,976 4,084 2293,1
Meridiana Fly........................(MEF) 0,062 -4,31 +37,39 0,043 0,092 87,8
Meridie...................................(ME) 0,178 -5,69 -48,10 0,178 0,358 9,0
Meridie 11w....................(WME11) 0,005 -16,67 -72,07 0,005 0,018
Mid Industry Cap ...................(MIC)
Milano Ass. ..............................(MI) 0,317 -7,21 -58,35 0,296 0,895 180,3
Milano Ass. rnc......................(MIR) 0,313 -11,08 -59,84 0,310 0,868 10,3
Mirato * ................................(MRT)
Mittel .....................................(MIT) 2,490 -18,89 2,476 3,197 175,7
MolMed ...............................(MLM) 0,575 -0,78 +40,42 0,381 0,767 123,3
Mondadori ..............................(MN) 2,394 +0,08 -11,17 2,342 2,868 621,6
Mondo HE.............................(MHE) 0,591 +0,94+272,32 0,157 0,720 12,3
Mondo Tv * ...........................(MTV) 6,240 -2,19 +32,13 4,690 7,200 27,5
Monrif ..................................(MON) 0,381 -0,13 -5,23 0,380 0,460 58,8
Monte Paschi Si. ................(BMPS) 0,532 -0,65 -26,73 0,490 0,859 3257,6
Montefibre..............................(MF) 0,137 -6,94 -9,41 0,119 0,175 18,0
Montefibre rnc....................(MFNC) 0,243 -17,56 0,243 0,330 6,7
Monti Ascensori ....................(MSA) 0,346 -0,86 -59,20 0,346 0,848 4,5
Mutuionline *........................(MOL) 4,568 -1,21 -7,35 4,568 5,579 180,5
Nice *............................(NICE) 2,996 -1,53 2,860 3,400 347,9
Noemalife .............................(NOE) 5,650 -11,58 5,650 6,390 24,3
Novare....................................(NR)
Olidata ............................(OLI) 0,510 +0,39 -15,70 0,495 0,670 17,3
Panariagroup * ...............(PAN) 1,399 +1,45 -8,86 1,270 1,622 63,5
Parmalat ................................(PLT) 2,562 +1,67 +23,77 2,035 2,640 4410,9
Parmalat 15w ................(WPLT15) 1,310 -0,83 +23,94 1,035 1,554
Piaggio...................................(PIA) 2,940 +2,08 +21,36 2,260 3,000 1087,7
Pierrel ...................................(PRL) 2,910 -0,27 -12,28 2,720 3,813 43,5
Pierrel 12w.....................(WPRL12) 0,071 -67,58 0,074 0,245
Pininfarina............................(PINF) 3,988 +0,20 +3,58 3,538 7,100 118,8
Piquadro .................................(PQ) 2,760 +3,37 +43,01 1,878 2,910 136,9
Pirelli & C. ...............................(PC) 7,675 +2,06 +25,10 5,580 7,675 3641,3
Pirelli & C. rnc .......................(PCP) 5,760 +0,52 +1,05 5,250 6,310 70,6
Poligr. S.Faustino *.................(PSF) 8,000 +1,39 -11,94 7,890 10,110 9,5
Poligrafici Editoriale...............(POL) 0,475 -2,96 0,430 0,495 62,2
Poltrona Frau.........................(PFG) 1,275 +2,00 +31,65 0,892 1,468 176,8
Pop Emilia 01/07.............(BPER15)
Pramac .................................(PRA) 0,995 +0,10 -4,33 0,967 1,205 30,3
Prelios...................................(PRS) 0,470 +0,64 +3,18 0,429 0,593 392,4
Premafin Finanziaria ................(PF) 0,475 -0,79 -37,91 0,440 0,792 193,1
Premuda .................................(PR) 0,626 -4,35 -16,81 0,626 0,766 118,2
Prima Industrie * ....................(PRI) 8,000 +10,34 6,965 10,030 69,2
Prima Industrie 13w *......(WPRI13)
Prysmian...............................(PRY) 14,100 +1,00 +9,30 12,750 15,950 3010,4
R. De Medici * ..................(RM) 0,221 -1,65 -6,88 0,221 0,249 83,3
R. Ginori 1735.........................(RG) 0,038 -0,26 -15,97 0,038 0,058 1,8
R. Ginori 1735 11w..........(WRG11) 0,020 +11,11 +48,15 0,006 0,020
Ratti ......................................(RAT) 2,072 +1,07 +11,04 1,618 2,420 58,1
RCF.......................................(RCF) 0,750 -11,40 0,750 0,887 23,9
RCS Mediagroup ...................(RCS) 1,134 +1,07 +8,21 1,017 1,354 832,6
RCS Mediagroup risp ..........(RCSR) 0,770 +2,60 +5,99 0,717 0,880 22,0
RDB * ...................................(RDB) 0,666 +3,98 -67,22 0,609 2,078 30,7
Realty Vailog............................(IIN) 2,750 +13,87 2,300 2,890 62,7
Recordati *............................(REC) 7,655 +0,13 +7,97 6,605 7,805 1595,6
Reply * ..................................(REY) 19,420 +0,67 -1,77 19,010 21,490 178,1
Retelit .....................................(LIT) 0,424 +2,14 +19,46 0,344 0,607 67,2
Retelit 11w......................(WLIT12) 0,095 +3,26+115,91 0,031 0,183
Risanamento...........................(RN) 0,236 +2,30 +6,51 0,211 0,293 187,6
Rosss....................................(ROS) 1,214 +3,32 -12,79 1,080 1,392 13,6
Sabaf S.p.a. * .................(SAB) 18,040 -2,49 -28,67 18,000 25,300 208,9
Sadi .......................................(SSI) 0,300 -0,63 -9,20 0,295 0,400 28,1
Saes *.....................................(SG) 8,640 +1,53 +27,06 6,795 8,800 126,5
Saes rnc *.............................(SGR) 5,410 +0,56 +9,29 4,922 6,180 39,9
Safilo Group...........................(SFL) 9,950 +1,53 -27,48 9,800 13,720 564,1
Saipem.................................(SPM) 36,490 +2,01 -3,16 33,560 38,520 15985,7
Saipem risp........................(SPMR)
Saras ....................................(SRS) 1,453 -0,89 -9,19 1,394 2,022 1390,0
Sat ........................................(SAT) 9,800 +0,46 -2,20 9,750 10,700 98,1
Save....................................(SAVE) 7,500 +0,94 -0,92 7,120 8,100 419,9
Screen Service......................(SSB) 0,475 +0,61 -25,39 0,467 0,640 65,6
Seat PG...................................(PG) 0,060 -4,00 -26,47 0,057 0,095 118,3
Seat PG r ..............................(PGR) 1,000 -3,85 +21,95 0,725 1,700 0,7
Servizi Italia * .........................(SRI) 6,570 +1,15 +10,42 5,750 7,350 103,9
Seteco International * ............(STC)
SIAS .......................................(SIS) 7,255 +3,87 -0,07 6,985 8,780 1640,8
Snai ......................................(SNA) 2,482 +0,49 -6,16 2,378 2,773 290,3
Snam Gas .............................(SRG) 4,096 +0,34 +10,18 3,668 4,286 14577,1
Socotherm.............................(SCT)
Sogefi *...................................(SO) 2,766 +2,83 +10,42 2,242 2,950 322,8
Sol ........................................(SOL) 5,900 +0,85 +19,19 4,930 6,050 534,5
Sopaf.....................................(SPF) 0,065 +0,62 -14,77 0,065 0,096 27,0
Sorin.....................................(SRN) 1,987 +1,79 +15,86 1,675 2,102 946,5
Stefanel * ............................(STEF) 0,599 -0,25 +22,14 0,468 0,660 50,5
Stefanel risp * ...................(STEFR)
STMicroelectr. ......................(STM) 7,155 +1,27 -11,01 6,440 9,645
Tamburi ...........................(TIP) 1,480 +5,41 1,400 1,590 199,0
Tamburi 13w ...................(WTIP13) 0,092 +17,82 -58,23 0,071 0,473
TAS .......................................(TAS) 1,070 +0,56 +56,78 0,493 1,450 44,7
Telecom IT..............................(TIT) 0,903 -1,42 -7,95 0,895 1,144 12128,8
Telecom IT Media .................(TME) 0,234 -2,25 -1,84 0,179 0,240 338,7
Telecom IT Media rnc .........(TMER) 0,300 -0,10 -6,95 0,280 0,400 1,6
Telecom IT rnc......................(TITR) 0,764 -1,93 -7,00 0,764 1,025 4640,1
Tenaris ..................................(TEN) 16,320 +3,49 -11,78 15,190 18,510
Terna ....................................(TRN) 3,168 +0,38 -0,69 3,098 3,476 6362,0
TerniEnergia *........................(TER) 3,018 +0,60 -17,32 2,700 3,780 83,3
Tesmec * ...............................(TES) 0,487 +0,23 -24,82 0,448 0,712 51,5
Tiscali.....................................(TIS) 0,062 -1,27 -22,35 0,062 0,090 116,9
Tiscali 14w......................(WTIS14) 0,002 -5,88 -30,43 0,002 0,003
Tod's.....................................(TOD) 95,100 +1,28 +28,74 71,950 96,550 2902,7
Toscana Fin .............................(TF)
Trevi Fin.Ind. ...........................(TFI) 10,080 +0,30 -7,18 8,710 11,340 647,3
TXT e-solution *.....................(TXT) 9,390 -0,48 +73,89 5,360 9,500 24,4
UBI Banca .......................(UBI) 3,802 -38,85 3,780 7,374 2434,5
Uni Land ...............................(UNL)
Unicredit ...............................(UCG) 1,337 -4,23 -15,59 1,337 1,997 26563,8
Unicredit risp ......................(UCGR) 1,771 -0,56 -7,52 1,729 2,150 43,2
Unipol ....................................(UNI) 0,367 -1,34 -21,62 0,346 0,548 783,3
Unipol 13w......................(WUNI13) 0,013 -2,19 -43,22 0,009 0,024
Unipol prv ............................(UNIP) 0,283 -1,63 -21,82 0,263 0,419 372,7
Unipol prv 13w...............(WUNP13) 0,015 +1,33 -33,91 0,011 0,025
Valsoia............................(VLS) 4,546 -0,96 +8,82 4,140 4,780 48,0
Viaggi Ventaglio .....................(VVE)
Vianini Industria......................(VIN) 1,215 -2,33 -7,53 1,201 1,520 36,6
Vianini Lavori .........................(VLA) 4,146 -1,00 +3,65 3,980 4,640 181,2
Vittoria Ass. *.........................(VAS) 3,810 -2,06 +6,28 3,513 4,110 258,1
Yoox *...........................(YOOX) 12,790 +1,11 +29,06 8,150 13,320 673,2
Yorkville Bhn ...........................(BY) 2,724 +0,81 -49,08 2,702 5,350 2,7
Zignago Vetro *.................(ZV) 5,540 +0,18 +14,52 4,780 5,690 444,7
Zucchi ...................................(ZUC) 1,395 +9,50+202,28 0,445 1,569 33,8
Zucchi rnc...........................(ZUCR) 0,870 +4,95 +71,60 0,469 1,150 3,1
B.O.T.
Nome Titolo Tel. Prezzo Var. Var. Min Max Capitaliz
Rif. Rif. 03-01-2011 Anno Anno (in milioni
(euro) (in %) (in %) (euro) (euro) di euro)
Nome Titolo Tel. Prezzo Var. Var. Min Max Capitaliz
Rif. Rif. 03-01-2011 Anno Anno (in milioni
(euro) (in %) (in %) (euro) (euro) di euro)
Nome Titolo Tel. Prezzo Var. Var. Min Max Capitaliz
Rif. Rif. 03-01-2011 Anno Anno (in milioni
(euro) (in %) (in %) (euro) (euro) di euro)
Nome Titolo Tel. Prezzo Var. Var. Min Max Capitaliz
Rif. Rif. 03-01-2011 Anno Anno (in milioni
(euro) (in %) (in %) (euro) (euro) di euro)
15.03.11 - - -
15.04.11 - - -
16.05.11 - - -
15.06.11 - - -
15.07.11 4 99,985 -
15.08.11 35 99,870 1,15
15.09.11 66 99,726 1,34
14.10.11 95 99,585 1,42
15.11.11 127 99,395 1,53
15.12.11 157 99,250 1,50
16.01.12 189 99,023 1,64
15.02.12 219 98,800 1,79
Borsa Italiana Quotazioni in diretta sul telefonino: invia QUOTA <sigla titolo>, ad esempio: QUOTA ACE al numero 482242. Costo 0,5 Euro per SMS ricevuto. Info su www.corriere.it/economia
Valuta al 11-07-11 Monete auree
07 lug Denaro Lettera
Sterlina (v.c) 233,44 258,18
Sterlina (n.c) 233,44 258,18
Sterlina (post.74) 233,44 258,18
Krugerrand 947,70 1.075,26
Marengo Italiano 183,86 205,55
Marengo Svizzero 183,39 203,48
Marengo Francese 183,39 203,48
Oro
07 lug Mattino Sera
Oro Milano (Euro/gr.) 34,60 34,61
Oro Londra (usd/oncia) 1.526,25 1.527,50
Argento Milano (Euro/kg.) 862,30
Platino Milano (Euro/gr.) 41,70
Palladio Milano (Euro/gr.) 18,73
1 sett. 1,252 1,269
1 mese 1,371 1,390
2 mesi 1,451 1,471
3 mesi 1,583 1,605
4 mesi 1,649 1,672
5 mesi 1,731 1,755
6 mesi 1,823 1,848
7 mesi 1,875 1,901
8 mesi 1,934 1,961
9 mesi 2,005 2,033
10 mesi 2,063 2,092
11 mesi 2,123 2,152
12 mesi 2,195 2,225
Euribor
Periodo T. 360 T. 365 Periodo T.360 T.365
Tassi
Italia 1,50 1,50
Area Euro 1,50 1,50
Canada 1,00 0,00
Danimarca 1,00 1,00
Finlandia 1,50 1,50
Francia 1,50 1,50
Giappone 0,30 0,10
G.B. 0,00 0,50
USA 0,75 0,25
Svezia 2,00 2,00
Sconto Interv Sconto Interv Scadenza Giorni Pr.Netto Rend. Scadenza Giorni Pr.Netto Rend.
* Titolo appartenente al segmento Star.
A
B
C
E
G
R
S
T
U
L
M
V
Z
F
Dati a cura dellagenzia giornalistica Radiocor. Monete Auree: ConFinvest F.L. Milano
D
P
Y
H
J
K
O
N
I
(s.agn.) Ha iniziato Mediobanca Securities a met
giugno: in un report Piazzetta Cuccia fa notare che lo
sconto del Cane a sei zampe rispetto al suo Nav
(Net asset value) arrivato a toccare il 37%, a suo modo
un record rispetto un pi usuale (e storico ) 27%. Ieri
stato il turno di JpMorgan Cazenove: la sua analisi met-
te in evidenza che il titolo Eni trattato sui mercati con
un differenziale del 44% rispetto al valore stimato sulla
base della cosiddetta somma delle parti (Sotp). Si trat-
ta, aggiunge la banca daffari, del divario pi alto tra
tutte le compagnie petrolifere europee. Come si spiega?
Per entrambe le banche la sottovalutazione trova un
motivo contingente, da ricondurre soprattutto al panta-
no libico in cui il gruppo di Paolo Scaroni si trova invi-
schiato dallo scorso febbraio. Ma c anche una ragione
di fondo insiste in particolare JpMorgan che sta
tenendo sotto pressione il management dellEni da un
paio di anni a questa parte: la questione dellassetto
complessivo del gruppo, sollevata dal fondo attivista
americano Knight Vinke. Un tema ricorrente, al limite
del tormentone, che nel breve periodo stato in qual-
che modo affrontato con la cessione dei tre gasdotti in-
ternazionali (e in prospettiva della quota Galp, che ha
come indiziato numero uno allacquisto la Sonangol).
Ma che non si esaurisce l: sullagenda di Scaroni, sem-
pre per JpMorgan, si trova di certo anche la tanto chiac-
chierata vendita di Snam Rete Gas. verosimile, ag-
giunge la banca, che la quota di maggioranza possa
prendere la stessa strada del gasdotto russo, quella che
conduce alla Cassa depositi e prestiti. Qualcosa forse
bolle in pentola? Nulla si pu escludere, ma alla fine
lunico elemento di novit sembra proprio essere
lacuirsi della sottovalutazione del titolo sui mercati, e
la pressione che una situazione del genere pu esercita-
re sul management. Non ci attendiamo che i vertici
dellEni procedano con una ristrutturazione a ritmo ve-
loce commenta JpMorgan . Una delle caratteristi-
che persistenti di "Big Oil" lessere lenta nellaccettare
il cambiamento, e lEni non fa eccezione. La storia, in-
somma, continua.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ex locuste e i fondi che mancano
per la crescita
(a.pu.) Soldi dei capitalisti privati cercansi disperata-
mente. Firmato: il Tesoro. Con le stime di Pil ferme al
+0,9% per il 2011 (dato Prometeia di ieri), lindeboli-
mento delle risorse pubbliche e i maggiori vincoli sul
debito, come pu lo Stato sostenere la crescita del Pae-
se? Dove trovare, insomma, i capitali per spingere le
aziende promettenti e terminare le infrastrutture neces-
sarie? Semplice, alleandosi con i fondi di private equity,
le ex locuste. A patto che si trasformino in investito-
ri pazienti, disposti ad accettare ritorni diluiti nel tem-
po. La risposta se la sono data ieri Franco Bassanini,
presidente della Cassa depositi e prestiti (la Cdp ora al
70% del ministero dellEconomia), e Andrea Montani-
no, direttore generale del Tesoro: fautori entrambi del-
lasse finanziario pubblico-privato al convegno in Boc-
coni di presentazione del libro di Stefano Caselli e Fa-
bio Sattin Private equity e intervento pubblico Espe-
rienze rilevanti e modelli dintervento per una nuova
politica economica (con scritti dello stesso Montani-
no). Servono regole favorevoli agli investimenti priva-
ti in sviluppo, ricerca e infrastrutture ha detto Bassa-
nini, la cui Cdp gi socia di banche e Confindustria
nel fondo Fii per le piccole e medie imprese, guidato
dallex Montepaschi Gabriele Cappellini . Cio costi
burocratici bassi e un sistema fiscale non penalizzan-
te. Per esempio? Agevolazioni sulla raccolta e totale
esenzione fiscale sui proventi. Il modello di Bassanini
restano le omologhe casse pubbliche dOltralpe, cio la
francese Caisse Des Dpots e la tedesca Kfw: Hanno
decine di strumenti di private equity con cui interven-
gono nelleconomia, ha ribadito. Ed in questa dire-
zione che va il Fondo strategico (Fsi) per cui la Cdp ha
appena avuto il via, destinato a investire nelle aziende
medio-grandi. Resta da vedere quanto lofferta incontri
la domanda, cio quanto i capitalisti privati siano dav-
vero disposti a rinunciare ai rendimenti alti e al mordi e
fuggi per allearsi formalmente con lo Stato. Soprattut-
to in assenza di assetti regolatori stabili, ha fatto nota-
re qualcuno, con riferimento alle autostrade.
RIPRODUZIONE RISERVATA
di PAOLA PICA
Sussurri & Grida
indici
MERCATI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 07-07 var.%
Amsterdam (Aex) . . . . . . . . . . . . . 345,16 +1,04
Brent Index . . . . . . . . . . . . . . . . . 115,19 +1,02
Bruxelles-Bel 20 . . . . . . . . . . . . 2572,95 +0,94
DJ Stoxx Euro . . . . . . . . . . . . . . . 279,86 +0,50
DJ Stoxx Euro50 . . . . . . . . . . . . 2844,51 +0,42
DJ Stoxx UE . . . . . . . . . . . . . . . . 275,93 +0,41
DJ Stoxx UE50. . . . . . . . . . . . . . 2588,99 +0,28
FTSE Eurotr.100. . . . . . . . . . . . . 2329,11 +0,40
Hong Kong HS . . . . . . . . . . . . . 22530,18 +0,06
Johannesburg . . . . . . . . . . . . . 28649,81 -0,02
Londra(FTSE100) . . . . . . . . . . . . 6054,55 +0,86
Madrid Ibex35 . . . . . . . . . . . . . 10196,20 -0,08
Oslo Top 25. . . . . . . . . . . . . . . . . 393,25 +1,17
Singapore ST. . . . . . . . . . . . . . . 3125,87 +0,36
Sydney (All Ords) . . . . . . . . . . . . 4666,06 +0,05
Toronto(300Comp) . . . . . . . . . . 13406,00 +0,02
Vienna (Atx). . . . . . . . . . . . . . . . 2776,50 +0,64
Zurigo (SMI) . . . . . . . . . . . . . . . 6211,11 +0,51
selezione
FRANCOFORTE. . . . . . . . . . . . . . . 07-07 var.%
Allianz . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 96,78 +0,12
Bayer Ag. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 57,89 +1,08
Beiersdorf . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 44,56 -0,55
Bmw . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 69,28 +2,15
Commerzbank Ag . . . . . . . . . . . . . . 3,03 -0,23
Deutsche Bank n. . . . . . . . . . . . . . 40,75 +0,01
Deutsche Post . . . . . . . . . . . . . . . . 13,14 -0,23
Deutsche Telekom n . . . . . . . . . . . 10,67 +0,99
Dt Lufthansa Ag. . . . . . . . . . . . . . . 15,20 -1,11
Hugo Boss Ag . . . . . . . . . . . . . . . . 68,75 +1,09
Metro Ag. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 40,81 -1,19
Porsche Vz . . . . . . . . . . . . . . . . . . 57,23 +1,27
Siemens n . . . . . . . . . . . . . . . . . . 95,25 +0,32
Volkswagen Ag . . . . . . . . . . . . . . 134,65 +1,70
PARIGI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 07-07 var.%
Air France . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 10,53 -2,45
Air Liquide . . . . . . . . . . . . . . . . . . 98,83 +0,86
Alstom . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 42,29 +1,43
Axa SA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 15,65 +0,94
Bnp . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 51,82 -1,30
Cap Gemini . . . . . . . . . . . . . . . . . . 40,95 +2,48
Carrefour . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 23,72 +2,07
Casino . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 66,63 +1,85
Ciments Francais. . . . . . . . . . . . . . 73,95 -0,34
Crdit Agricole . . . . . . . . . . . . . . . . 9,87 +0,32
Danone. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 52,60 +2,08
France Tlcom. . . . . . . . . . . . . . . 14,45 +0,84
Havas. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3,67 +0,71
L'Oral . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 90,22 +0,30
Michelin . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 66,94 +0,48
Peugeot S.A. . . . . . . . . . . . . . . . . . 31,82 +0,16
Renault . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 40,48 -0,54
Saint-Gobain. . . . . . . . . . . . . . . . . 44,91 +0,85
Sanofi-Synthelab. . . . . . . . . . . . . . 55,30 -1,07
Socit Gnrale . . . . . . . . . . . . . . 40,09 -0,43
Sodexho Alliance . . . . . . . . . . . . . . 54,20 +0,46
Total . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 40,40 +1,51
NEW YORK. . . . . . . . . . . . . . . . . . 07-07 var.%
Amazon Com. . . . . . . . . . . . . . . . 216,74 +1,19
American Express . . . . . . . . . . . . . 53,59 +1,57
Apple Comp Inc. . . . . . . . . . . . . . 357,20 +1,55
At&T. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 31,23 -
Bank of America . . . . . . . . . . . . . . 10,92 +1,68
Boeing . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 75,99 +1,67
Carnival . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 38,10 +0,63
Caterpillar Inc . . . . . . . . . . . . . . . 111,63 +1,41
Cisco Systems. . . . . . . . . . . . . . . . 15,90 +2,19
Citigroup Inc . . . . . . . . . . . . . . . . . 42,63 +1,48
Coca-Cola Co . . . . . . . . . . . . . . . . 68,75 +0,32
Colgate Palmolive . . . . . . . . . . . . . 88,78 +0,41
Dow Chemical . . . . . . . . . . . . . . . . 37,17 +1,95
DuPont . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 55,84 +1,16
Exxon Mobil . . . . . . . . . . . . . . . . . 82,36 +0,97
Ford Motor . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14,12 +1,15
General Electric. . . . . . . . . . . . . . . 19,30 +1,31
General Motors . . . . . . . . . . . . . . . 31,80 +1,96
Goldman Sachs . . . . . . . . . . . . . . 135,01 +0,84
Hewlett-Packard . . . . . . . . . . . . . . 36,45 +0,69
Honeywell . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 60,44 +1,26
Ibm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 176,48 -0,69
Industrie Natuzzi Sp. . . . . . . . . . . . . 3,57 +0,56
Intel Corp . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 23,23 +2,11
Johnson & Johnson . . . . . . . . . . . . 67,92 +0,55
JP Morgan . . . . . . . . . . . . . . . . . . 41,32 +1,87
Lockheed Martin . . . . . . . . . . . . . . 81,36 -0,32
Luxottica Grp Spa . . . . . . . . . . . . . 32,55 +1,72
McDonald's. . . . . . . . . . . . . . . . . . 86,06 +0,23
Merck & Co. . . . . . . . . . . . . . . . . . 35,73 +0,56
Microsoft . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 26,77 +1,67
Monsanto Co. . . . . . . . . . . . . . . . . 74,75 -0,05
Morgan Stanley . . . . . . . . . . . . . . . 23,00 +1,19
Nike Inc. Cl. B . . . . . . . . . . . . . . . . 93,66 +1,42
Occidental Pet . . . . . . . . . . . . . . . 107,60 +1,71
Pfizer . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 20,23 -2,65
Procter & Gamble . . . . . . . . . . . . . 64,95 +0,39
Texas Instruments . . . . . . . . . . . . . 33,46 +1,86
Unilever NV . . . . . . . . . . . . . . . . . 33,60 +1,33
Us Steel Corp. . . . . . . . . . . . . . . . . 45,85 +1,37
Walt Disney. . . . . . . . . . . . . . . . . . 39,74 +0,43
Whirlpool . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 82,00 +1,32
Xerox . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 10,68 +1,04
Yahoo Inc . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 15,81 +0,57
LONDRA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 07-07 var.%
3i Group . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 291,66 +1,38
Anglo American . . . . . . . . . . . . . 3188,41 +2,32
AstraZeneca . . . . . . . . . . . . . . . 3152,17 +0,23
B Sky B . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 814,83 -1,47
Barclays Plc . . . . . . . . . . . . . . . . 251,40 +0,66
BP . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 459,05 +0,89
British Airways . . . . . . . . . . . . . . 276,46 -2,14
British Telecom . . . . . . . . . . . . . . 203,40 +0,35
Burberry Group . . . . . . . . . . . . . 1454,06 +0,28
Glaxosmithkline . . . . . . . . . . . . . 1363,84 +0,32
Marks & Spencer. . . . . . . . . . . . . 376,60 +0,03
Pearson Plc. . . . . . . . . . . . . . . . 1200,41 +0,87
Prudential . . . . . . . . . . . . . . . . . . 732,80 +0,31
Rolls Royce . . . . . . . . . . . . . . . . . 653,78 +0,27
Royal & Sun All . . . . . . . . . . . . . . 137,23 +0,32
Royal Bk of Scot . . . . . . . . . . . . . . 38,09 +0,64
Schroders Plc . . . . . . . . . . . . . . 1600,00 +0,31
Unilever Plc. . . . . . . . . . . . . . . . 2046,59 +0,37
Vodafone Group. . . . . . . . . . . . . . 165,89 +0,66
ZURIGO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 07-07 var.%
Nestl. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 52,80 +0,38
Novartis . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 52,15 +1,07
Ubs . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 15,15 -0,33
Borse Estere
A NewYork valori espressi in dollari, a Londra
in pence, a Zurigo in franchi svizzeri
Eni, il mercato tifa per la cessione di Snamrete gas
39 Economia/Mercati Finanziari
Corriere della Sera Venerd 8 Luglio 2011 italia: 515050585854
40
Venerd 8 Luglio 2011 Corriere della Sera italia: 515050585854
Value Team
Cento laureati
a Milano e Roma
i ricercatori aiutati dal
progetto Ricerca Medica
Le opportunit di studio e lavoro oltre confine nei prossimi mesi
tra grandi aziende, Universit, fondazioni e premi Nobel
Trovolavoro
Le occasioni
(l.ad.) Value Team una societ del
Gruppo Ntt Data che si occupa di
consulenza, soluzioni e servizi in
ambito Information technology con
3.000 professionisti in Italia, Europa
e America Latina ed entro fine anno
inserir circa 100 giovani tra
neolaureati e profili con qualche
anno di esperienza sulle tecnologie
Java/J2EE.
Le lauree ricercate sono ingegneria
(informatica, telecomunicazioni,
elettronica), informatica,
matematica, fisica. Le sedi di lavoro
sono Milano e Roma
(www.valueteam.com).
RIPRODUZIONE RISERVATA
Europ Assistance
Studenti a un evento dellEuca, la European University College Association
i giorni del corso al college
Newnham di Cambridge
200
Settori e ruoli
Rival
Kerakoll
Pi di 300 stage allestero
per crescere destate
Siemens
della
Europ Assistance compagnia
assicurativa di assistenza privata
inserir entro lestate a Milano 50
neolaureati e studenti part-time per
lassistenza automobilistica o il
customer care in ambito turistico
assicurativo. Aperti anche 10 stage
per laureati in giurisprudenza per le
aree: commerciale, marketing,
tecnica assicurativa e gestione flotte.
200
900
Le societ e i profili pi gettonati
Rival desidera inserire 16 venditori
monomandatari residenti nel Nord
Italia a cui affidare la vendita dei suoi
pi di 1.000 prodotti di consumo (fra
cui guanti da lavoro Showa, facciali
filtranti Segre, prodotti di primo
soccorso Cederroth). Si offre una
zona in esclusiva. Indispensabile
avere unauto a disposizione.
a cura di Luisa Adani
RIPRODUZIONE RISERVATA
Kerakoll prodotti e servizi per
ledilizia eco-compatibile cerca
10 green building area manager
Italia con esperienza nella vendita
e nellassistenza tecnica maturata
nel settore dei rivenditori e
imprese edili, e un green building
product manager, ingegnere o
architetto, per larea isolamento
acustico con unesperienza di 2/3
anni in aziende industriali o edili.
Unire lutile al dilettevole? Niente di me-
glio per chi ancora studia o gi inseri-
to nel mondo del lavoro che partecipa-
re a uno stage. Le proposte sono molte.
382
economisti
Una settimana da... Nobel lofferta
di stage per giovani ricercatori promossa
dalla Fondazione Cariplo. Dal 23 al 27 ago-
sto, riflettori puntati sul mondo delleco-
nomia con il quarto Meeting of the Sveri-
ges Riksbank Prize in Economic Sciences.
Uniniziativa che vedr 382 giovani econo-
misti provenienti da 62 Paesi lavora-
re gomito a gomito con i premi Nobel per
lEconomia. Fra questi: John Nash, Robert
A. Mundell, Dale T. Mortenson. Questo
meeting, fra mondo accademico e Nobel,
prese il via nel 1951 sulle rive del lago di
Costanza, nella cittadina di Lindau con
lobiettivo educate and inspire: forma-
re i giovani ricercatori che, ogni anno,
vengono segnalati da oltre 200 organizza-
zioni mondiali. Un impegno che la Fonda-
zione Cariplo porta avanti ogni anno.
Numerose le iniziative finanziate per so-
stenere in particolare la formazione
e linserimento di giovani scienziati a li-
vello nazionale e internazionale. Il proget-
to Ricerca Medica ha favorito la collabo-
razione continuativa per oltre 200 ricerca-
tori.
Su Storia, Filosofia, Scienze Politiche e
Giurisprudenza, puntano le offerte di Eu-
ca Summer School (European University
College Association). Nella location del
Newnham College di Cambridge, dal 30
agosto al 14 settembre, si svolgeranno i
corsi di aggiornamento.
Per chi fosse interessato a unesperien-
za negli States, la Fondazione Collegio del-
le Universit Milanesi segnala un concor-
so per scegliere uno studente italiano che
trascorrer un anno a Dartmouth (New
Hampshire) alla Casa italiana.
Opportunit da non perdere, quella of-
ferta dalla Summer School Bric, che ha il
patrocinio della Fondazione Cariplo.
Per la seconda met di settembre orga-
nizza stage in Brasile, aperti anche a mana-
ger gi inseriti nel mondo del lavoro. Gra-
zie alla collaborazione con la Universida-
de Federal Fluminense (a Niteri), Rio de
Janeiro, i partecipanti visiteranno organiz-
zazioni no profit, quale la Favela Rocinha
e istituzioni governative: Ccjf Centro
Cultural de Justicia Federal.
In primo piano il contatto diretto con le
principali realt imprenditoriali: Parque
Tecnolgico Ufrj; Tim Telecom; Estaleiro
Techlabor; Cidade do samba. La remune-
razione prevista, con modalit contrat-
tuali diverse, a seconda del tipo di stage.
Si segnala poi un corso di livello univer-
sitario organizzato dallUniversit Mila-
no-Bicocca, per la prima edizione del ma-
ster internazionale di Scienze marine.
Uniniziativa che porter gli studenti a vi-
vere per un anno alle Maldive, ospiti del
Centro di Ricerca e Alta Formazione di Ma-
goodhoo, atollo di Faafu, a 134 chilometri
dalla capitale Mal. Lofferta per gli stu-
denti dovrebbe essere riproposta annual-
mente. Il campus universitario 2.800
metri quadri stato interamente pro-
gettato dallUniversit Milano-Bicocca e
dispone anche di un diving center per le
attrezzature da immersione. Questo ma-
ster che rientra nei progetti Expo 2015
frutto di un accordo fra luniversit
milanese e il governo delle Maldive. Sco-
po la formazione di esperti nella gestio-
ne ecosostenibile di ambienti marini tro-
picali. Le lezioni prenderanno il via il pros-
simo settembre, con quattrocento ore di
lezione, tutte in inglese, e tre mesi di sta-
ge. Le materie previste: comunicazione
per la divulgazione scientifica, zoologia
marina tropicale, geobiologia, oceanogra-
fia e gestione sostenibile delle ricerche.
Lo stage prevede invece indagini sullo sta-
to di salute dellambiente, conservazione
dellambiente e attivit di divulgazione ai
turisti.
Grazie al Servizio Stage & Job Place-
ment, lUniversit Milano-Bicocca mette
a disposizione degli studenti interessati ai
tirocini in mobilit le offerte specifiche e
le opportunit divulgate attraverso Amba-
sciate, Camere di Commercio o societ di
recruiting allestero.
Giuliana Gagliardi
RIPRODUZIONE RISERVATA
Candidati
Siemens Italia ha aperte 79
posizioni: 4 nelle funzioni di
corporate, 36 nell Industry, 31
nellEnergy, 8 nellHealthcare. Si
tratta di commerciali, project
manager e professionalit
ingegneristiche (mechanical
design engineer, electrical design
engineer, project engineer,
business development).
LE OFFERTE DI IMPIEGO, LE AZIENDE, GLI STAGE E LE BORSE DI STUDIO
settimana
Sessanta possibilit
tra auto e customer care
le organizzazioni ponte
per lincontro dei Nobel
16
e oltre: le posizioni aperte
tra consulenza e mondo
della grande distribuzione
Sedici agenti
nel Nord Italia
Dieci manager
per ledilizia verde
Le chance rivolte
a giovani ricercatori
con la voglia di fare
le valigie e allargare
i propri orizzonti
Quasi 80 opportunit
per tecnici e commerciali
41 Economia
Corriere della Sera Venerd 8 Luglio 2011 italia: 515050585854
Le ricerche di Coop, Conad e Esselunga
Per lui, la svolta nel lavoro
venuta da un insolito mix di Stati
Uniti e Mitteleuropa. I primi come
casa madre di una storica
multinazionale, la Ibm, la seconda
con linaspettata offerta dimpiego
da Repubblica Ceca e Ungheria. In
effetti racconta Liberatore
Raspa dopo tanti lavoretti nel
turismo estivo, quando ho deciso di
puntare tutto sullestero arrivata
finalmente una proposta seria da
Ibm: base a Brno come specialista
It per i grossi clienti italiani. E
questo solo due anni fa, quando
ormai avevo compiuto i 30.
Raspa di origini siciliane, ma
nato a Leonberg in Germania dove,
anche i suoi genitori come lui ora,
erano emigrati per lavoro.
Rientrato a 8 anni in Italia, prima
ha conquistato il diploma di perito
elettrotecnico ad Augusta e poi il
salto di qualit con la frequenza del
biennio di ingegneria informatica
al Politecnico di Milano. Gli studi
li ho completati nella mia regione e
mi sono laureato a Catania. In vari
momenti del periodo della mia
formazione, poi, a 20, 21 e 27 anni,
ho lavorato per Mercedes-Benz con
il programma Summer Job in
Germania, a Stuttgart e
Sindelfingen. Ma la sua
esperienza estera si completata a
26 anni con una vacanza/lavoro di
tre mesi in Australia e poi, dopo la
laurea, con un lungo periodo a
Londra dove con qualche lavoro
temporaneo si mantenuto ad un
corso di inglese in un college locale.
Approdato in Ibm, dopo alcuni
mesi trascorsi a lavorare giorno e
notte sui turni e dopo ottimi
risultati in termini di performance,
ho ricevuto la prima possibilit di
muovermi allinterno della stessa
azienda, a Budapest, come team
leader per un nuovo progetto. Ora,
dopo appena due anni, ho
raggiunto un obiettivo impervio in
Italia in cos poco tempo: sono a
capo di un team di 30 persone a
supporto di Italia, Spagna, Grecia e
Israele.
Enzo Riboni
RIPRODUZIONE RISERVATA
Non cresce significativa-
mente il contenuto del car-
rello della spesa degli italia-
ni. Infatti, secondo i dati
Istat pubblicati in settimana,
linvestimento medio in va-
lori correnti per generi ali-
mentari e bevande non
cambiato di molto (+1,2% ri-
spetto al 2009) e si attesta a
467 euro mensili. E secondo
i dati Nielsen relativi ai pri-
mi cinque mesi del 2011 gli
acquisti in supermercati e
iper sono aumentati del
2,2%rispetto allo stesso peri-
odo dellanno scorso.
Nuovi punti vendita Ma
non mancano comunque le
opportunit di occupazione
del settore e le aperture di
nuovi punti vendita. A parti-
re da Coop che, anche se lan-
nata stata difficile per i con-
sumi, ha incrementato il fat-
turato (+1,1%) con 12,9 mi-
liardi e stima di assumere
nel triennio 2011/2013 3 mi-
la dipendenti (fatto salvo il
naturale turnover) che saran-
no principalmente addetti al-
le operazioni di vendita e
specialisti, vale a dire figure
di addetti ai banchi assistiti
(addetto pescheria, macelle-
ria, forneria, ecc) che an-
dranno a lavorare prevalen-
temente nei 44 nuovi super-
mercati e nei dieci iper che
verranno realizzati soprattut-
to nel Sud Italia con un inve-
stimento di 500 milioni di
Euro. Sono risultati tuttal-
tro che scontati ha com-
mentato Vincenzo Tassinari,
presidente del Consiglio di
gestione Coop Italia riferen-
dosi al bilancio 2010 , si
collocano in un contesto di
grande difficolt per le fami-
glie e per le imprese. Per la
prima volta si registra uno
stop nel processo di svilup-
po e investimento della di-
stribuzione moderna nel no-
stro Paese.
Nuovi inserimenti anche
per Esselunga, che ha au-
mentato le sue vendite del
5% a 6.357,3 milioni e inten-
de svilupparsi nelle regioni
dove presente, ovvero
Lombardia, Piemonte, Ligu-
ria, Toscana, Veneto ed Emi-
lia Romagna.
Sommelier Tra le figure
ricercate dal gruppo presie-
duto da Bernardo Caprotti,
che allinterno dei suoi store
ha sempre esposto un conte-
nitore dove inserire il pro-
prio curriculum, allievi per
carriera direttiva di super-
mercato, allievi panificazio-
ne, macelleria, panificazio-
ne, addetti alle casse, ausilia-
ri alle vendite, specialisti ma-
celleria, gastronomia e pe-
scheria, sommelier, addetti
alla sorveglianza. La filosofia
della societ come anche per
Coop quella di far crescere
il suo personale allinterno.
Motivo per cui ha creato la
scuola dei mestieri Esselun-
ga. E per i ruoli direttivi
previsto un programma spe-
cifico che permette di acqui-
sire specifiche competenze
gestionali e organizzative ne-
cessarie per la guida di un su-
permarket.
Farmacisti Difficilmente
quantificabili le posizioni
aperte in Conad, composto
da 8 cooperative e 2.899 ne-
gozi associati, che sul sito
pubblica per esempio annun-
ci per ottici diplomati, farma-
cisti per i corner di parafar-
macia, caporeparto.
Irene Consigliere
RIPRODUZIONE RISERVATA
Giovani allestero
La veloce carriera di Liberatore
tra gruppi anglosassoni e Mitteleuropa
5%
La storia
44
Lincremento delle vendite per
Esselunga che cerca allievi per
carriera direttiva di
supermercato, allievi
panificazione, macelleria, addetti
alle casse e ausiliari alle vendite
2.899
Il mercato Nonostante la frenata dei consumi le selezioni aumentano
Esselunga intende svilupparsi in Lombardia, Piemonte,
Liguria, Toscana, Veneto ed Emilia Romagna
Liberatore
Raspa
Focus Supermercati
i nuovi supermercati Coop
di prossima apertura. Il
colosso della grande
distribuzione ha in
programma un cospicuo
piano di nuove assunzioni.
I negozi della Conad che
cercano ottici diplomati,
farmacisti per i corner di
parafarmacia, caporeparto.
Gli annunci sono pubblicati
sul sito della cooperativa
Al via le nuove assunzioni
nella grande distribuzione
OLTRE CONFINE Racconta
la tua esperienza di lavoro allestero
allindirizzo enzribo@tin.it
PricewaterhouseCoopers punta su 600 giovani
con competenze fiscali, assicurative e di advisory
Lidl e Carrefour a caccia
di laureati e diplomati
per 80 posti disponibili
Anche le catene straniere presenti sul territorio non stanno
a guardare e cercano nuove risorse per crescere nel nostro
Paese. Sono una ventina per esempio gli allievi capi reparto
di cui ha bisogno la multinazionale francese Carrefour per i
suoi ipermercati. Il profilo richiesto di laureati in Scienze
della preparazione alimentare, Scienze tecnologiche delle
produzioni animali o Agraria. Ma il gruppo a caccia anche
di diplomati, meglio se provenienti da istituti alberghieri e
con unesperienza precedente nel settore. Milano, Torino,
Bologna, Vicenza, Venezia e Roma, le sedi dove si reclutano
le nuove leve. Attraverso il progetto Obiettivo Futuro ha
intenzione di selezionare poi i nuovi nuclei di gestione dei
punti vendita con la formula del franchising. Una ricerca
aperta a una quindicina di imprenditori italiani,
collaboratori Carrefour e persone
con forti ambizioni. La societ
mette inoltre a disposizione il
Master Insegna di
aggiornamento per gli imprenditori
Carrefour, con la formula di
formazione-intrattenimento.
Mentre la tedesca Lidl sta
reclutando in tutta Italia 50 retail
manager, ovvero capi settore, con
laurea di secondo livello a indirizzo
preferibilmente tecnico, che si
occuperanno della gestione di 4/5
punti vendita, da inserire nel proprio organico e che
seguiranno un percorso formativo della durata di 7 mesi.
Un piano che alterna la formazione in aula a quella sul
campo e tocca i principali temi chiave come analisi del
comparto retail, aspetti commerciali e logiche di vendita,
elementi di diritto del lavoro e sindacale, gestione e analisi
dei costi e sviluppo delle capacit manageriali. Tra i compiti
di questa figura: coordinare un organico di circa 50 persone,
supervisionare la corretta applicazione delle direttive
aziendali e delle norme di sicurezza e igiene negli ambienti
di lavoro.
I. Co.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Consulenza
Multinazionali
Tra il 2011 e il 2012, sono 600 le assunzioni
di giovani con le adeguate competenze
lavorative o neolaureati che intende fare
Pwc.
La societ di revisione e consulenza, che ha
inoltre nominato nella sua squadra sette
nuovi partner, intende in questo modo
rafforzare le diverse linee di business con
350 neolaureati in economia per
lAssurance, 150 laureati in economia o
ingegneria gestionale nelladvisory, 150
laureati a indirizzo giuridico o economico
nellarea legale e fiscale. Per quanto
riguarda ladvisory le posizioni aperte
riguardano sia neofiti sia personale con
esperienza.
I. Co.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Lars Olofsson
Ceo di Carrefour
42 Economia
Venerd 8 Luglio 2011 Corriere della Sera italia: 515050585854
M I L A N O - G E N O V A - M A N T O V A - B A R I - T R E V I S O
SINTEX SELEZIONE PERSONALE SRL - Via Carducci 18 - 20123 MILANO
I candidati, ambosessi (L. 903/77), sono invitati a leggere sul sito www.sintexselezione.it l'informativa
sulla Privacy (D.Lgs 196/2003 artt. 7 e 13) - Aut.Min.Lav.Prov. Prot.13/I/0021587 del 24.11.2008
Industria milanese ricerca:
CAPO REPARTO
LAVORAZIONI MECCANICHE
che autonomamente gestisca un reparto produttivo di macchine transfer e CN per lavora-
zioni di componenti in ottone e alluminio, assicurandone il rendimento e la manutenzione.
Sono requisiti indispensabili: doti organizzative, perfetta conoscenza del disegno tecnico,
padronanza PC e programmazione macchine CN, solida e positiva esperienza in analoghe
mansioni di responsabilit, sicura capacit di conduzione del personale.
Sede di lavoro: Milano zona Ovest.
Inviare dettagliato curriculum con consenso trattamento dati (D.lgs 196/03) citando il
Rif. A-129 a humanresources@ilme.com oppure scrivere, a:
Siamo una importante e nota azienda tedesca ed uno dei primi produttori di macchine
ed utensili per la lavorazione dei tubi con una rete di vendita mondiale. In tanti paesi
siamo rappresentati da filiali proprie.
Cerchiamo per la nostra filiale italiana (fondata nel 1982) con inizio immediato un/a
dinamico/a
VENDITORE(M/F)
per Brescia, Mantova, Trento e Bolzano
Le Sue mansioni:
gestir la presentazioni e la vendita dei nostri prodotti e delle promozioni commerciali
presso i rivenditori specializzati; garantir il servizio offerto ai nostri clienti. Seguir la
gestione professionale del nostro portafoglio clienti monitorando i trend del mercato e
della concorrenza, con il compito di acquisire nuovi clienti.
Far riferimento al proprio Capo Area.
Il Suo profilo:
una provata esperienza nella vendita, capacit di individuare le migliori soluzioni da
proporre al cliente. Si richiede la disponibilit a viaggiare allinterno della zona di
competenza, con eventuale pernottamento. Residenza preferibilmente in zona Brescia
o Verona. E gradita, ma non indispensabile, la conoscenza del tedesco.
Laspetta unattivit varia, motivante e di responsabilit. Dopo unampia formazione
presso la nostra sede di Milano, Lei verr introdotto nei Suoi compiti in loco.
Avr inquadramento come dipendente e retribuzione composta da fisso e provvigione
di sicuro interesse, rimborso spese. Disporr di automezzo e di cellulare aziendale.
E interessato/a? Invii la Sua candidatura completa con foto, attestati, lindicazione della
sua richiesta economica e la possibile data di inizio a:
REMS S.r.l. - Via Sirtori 13/D - 20017 Passirana di Rho (Milano)
Fax 02 9310245 - E-mail: risorse-umane@rems.de
www.rems.de
Per le inserzioni di Ricerca di
Personale Qualificato rivolgersi a

www.trovolavoro.it
Numero Verde
800 77 38 34
Infoline Aziende:
Si precisa che tutte le inserzioni
relative a
RICERCHEOD OFFERTEDI LAVORO
debbono intendersi riferiti a personale
sia maschile che femminile, essendo
vietata ai sensi dell art. 1 della Legge
9/ 12/ 1977 n. 903, qualsiasi
discriminazione fondata sul sesso per
quanto riguarda l accesso al lavoro,
indipendentemente dalle modalit di
assunzione e qualunque sia il settore
o il ramo di attivit e in osservanza
alla legge sulla privacy (L.196/ 03).

IMPORTANTE
43 Annunci di Ricerca di Personale e di Formazione
Corriere della Sera Venerd 8 Luglio 2011 italia: 515050585854
Le aziende cercano sem-
pre di pi di coccolare i
propri dipendenti, sia attra-
verso la formazione e cresci-
ta professionale sia attraver-
so iniziative incentrate in
modo particolare sulla perso-
na.
Lazienda farmaceutica Sa-
nofi-Aventis ha promosso
per esempio: Attenzione al-
la persona. Ascolto, dialogo
e orientamento, un ciclo di
tre incontri, voluto dallarea
risorse umane in collabora-
zione con gli assistenti socia-
li che in azienda offrono un
servizio di consulenza psico-
sociale, dedicato ai collabora-
tori della sede Sanofi-Aven-
tis di Milano e con lobietti-
vo di creare un momento di
riflessione su particolari
aspetti della vita quotidiana.
Ultimo appuntamento fissa-
to per il 14 luglio durante il
quale si discuter il tema:
Genitorialit e conciliazio-
ne vita privata-lavoro (mam-
me acrobate), tenuto dalla
dottoressa Paola Viziello,
neuropsichiatra infantile, re-
sponsabile di Uonpia, Fonda-
zione Irccs Ospedale Maggio-
re Policlinico, Mangiagalli e
Regina Elena.
Crediamo che la condivi-
sione e il confronto, oltre
che il supporto di esperti
esterni, siano un valido stru-
mento per affrontare quei
problemi quotidiani della vi-
ta privata, che hanno degli ef-
fetti nella nostra vita lavorati-
va, spiega Laura Bruno, di-
rettrice risorse umane.
Mentre nella tecnologica
Sap c un occhio di riguardo
per le giovani generazioni
con il progetto NewGenera-
tion: durante lestate i figli
dei dipendenti hanno la pos-
sibilit di frequentare uno
stage aziendale e seguire cor-
si di approfondimento per
prendere confidenza con il
mondo del lavoro e poter te-
stare le proprie attitudini e
predisposizioni per poi sce-
gliere gli studi giusti. Previ-
sti anche borse di studio,
contributi economici a parti-
re dallasilo per chi ha disabi-
li a carico e sconti sui libri di
testo. La societ promuove
inoltre gruppi di acquisto so-
lidali per ottenere sconti su
diversi prodotti in un parti-
colare periodo di crisi econo-
mica.
Infine una particolare ini-
ziativa da segnalare quella
di unaltra multinazionale
farmaceutica: AstraZeneca,
che promuove i mercoled
della salute, un programma
di allenamento e aggregazio-
ne che coinvolge il team del-
la sede di Basiglio per una
corsa o una passeggiata insie-
me durante la pausa pranzo.
Per ricordare poi limpor-
tanza di una dieta sana ed
equilibrata, lazienda mette a
disposizione, per il persona-
le, della frutta fresca. E ai di-
pendenti viene data loppor-
tunit di fare visite di con-
trollo annuali, seguire semi-
nari di prevenzione e infor-
mazione su temi specifici, do-
nare il sangue con Avis pres-
so la sede e seguire corsi di
guida sicura.
Irene Consigliere
RIPRODUZIONE RISERVATA
Tirocini
Studenti di ingegneria
Con New Generation di
Sap i figli dei dipendenti
possono allenarsi al
lavoro in azienda
(fe.fa.) Edison ha istituito in memoria di
Ludovico Priori due premi di laurea di
cinquemila euro ciascuno riservati a studenti che
presenteranno una tesi in ingegneria elettrica.
Criteri di assegnazione: qualit dellelaborato,
innovazione e interesse scientifico dal punto di
vista della trasferibilit al mondo dellazienda. Le
domande vanno presentate entro luglio.
Informazioni nellarea Lavora con noi del sito
www.edison.it.
RIPRODUZIONE RISERVATA
I casi Gli appuntamenti di Sanofi-Aventis e la strategia di Sap
L11 luglio a Milano, presso lUniversit Statale, dalle 9 in poi ci saranno le
selezioni di Ntv per personale operativo (hostess e steward).
Le iniziative aziendali per mamme e ragazzi
Hostess
sui treni
Edison per i giovani
Nelle grandi imprese
incontri e tirocini
per i figli dei lavoratori
Formazione e aziende
14
In palio un master executive
luglio: la data dellincontro
alla Sanofi-Aventis di
Milano su Genitorialit e
conciliazione vita privata -
lavoro (mamme
acrobate)
E Captha premia
le tesi di economia
E come premio di laurea
arriva il master. lidea di
Captha, societ specializzata
nel Banking & Finance, che
ha deciso di premiare i giova-
ni che si sono laureati su tesi
legate al mondo bancario e
finanziario. Come? Con un
master executive, che verr
offerto gratuitamente al vin-
citore.
Abbiamo pensato allim-
pegno profuso nella stesura
delle tesi di laurea e delle
successive concrete opportu-
nit di formazione e di lavo-
ro degli autori spiega Ni-
cola Dario, marketing mana-
ger di Captha e ci siamo
chiesti: perch non realizza-
re un progetto che metta effi-
cacemente insieme tutte que-
ste tematiche offrendo una
opportunit? Cos nato il
premio Captha, che ad oggi
ha gi raccolto pi di cento
tesi candidate. Ecco tutte le
indicazioni per partecipare:
basta pubblicare (dal 1giu-
gno al 10 ottobre 2011) la
propria tesi sul sito internet
Tesionline.it, e candidarsi at-
traverso la compilazione di
un application.
I lavori saranno valutati
da una commissione compo-
sta da manager e docenti
Captha, che entro il 1 no-
vembre proclameranno il
vincitore per attualit del te-
ma, complessit, originalit
e accuratezza. La scelta del
master, invece, in ambito
bancario e finanziario, an-
dr fatta dal vincitore entro
due anni dallassegnazione
del premio (premiodilau-
rea.captha.it).
Diversa invece la proposta
di Domus Academy, una
scuola post-universitaria di
moda e design, che, in colla-
borazi one con Deborah
Group e Future Concept
Lab, ha presentato da poco il
concorso Dressing codes
competition. In questo ca-
so si tratta di una vera e pro-
pria competizione di origina-
lit in cui al miglior candida-
to sar assegnata una borsa
di studio. In palio il master
di Domus Academy i n
Fashion Design o in Accesso-
ries Design, della durata di
dodici mesi. I master inizie-
ranno a gennaio 2012. In
questo caso, attenzione alle
scadenze! I lavori vanno in-
v i a t i a l l i n d i r i z z o
infofashion@domusacadem
y.it, entro il prossimo 30 set-
tembre 2011, specificando
in oggetto Dressing codes
competition, oltre al tipo di
master scelto.
Corinna De Cesare
RIPRODUZIONE RISERVATA
44 Economia
Venerd 8 Luglio 2011 Corriere della Sera italia: 515050585854
la differenza fra gli incrementi di retribuzione ai maschi e quelli alle colleghe
Il confronto
U Uffe Ekstedt, 45 anni, svedese, in azien-
da dal 1987, ha assunto il ruolo di ammini-
stratore delegato di Tnt Express Italy, filia-
le della multinazionale del trasporto.
U Raffaele Balestra, 53 anni, il nuovo
amministratore delegato della filiale italia-
na di The Binding Site, multinazionale del
settore diagnostico. Ha maturato esperien-
ze in Janssen-Cilag e Dako.
U Giorgio Antichi, 43 anni, ha ricevuto
lincarico di amministratore delegato di Al-
lison, azienda produttrice di occhiali. Van-
ta esperienze in Paladin Capital Partners,
Nestl e Bain & Company.
U Massimiliano Ferrini, 41 anni, stato
posto alla guida della filiale italiana di Ci-
trix Systems, multinazionale specializzata
in tecnologie. Ha lavorato in Sco, Tarantel-
la e Sun.
U Lorenzo Farini, 40 anni, stato nomi-
nato general manager Italia di Dobotex,
multinazionale del gruppo Puma. Ha ma-
turato esperienze in Mayborn Baby and
Child Tommee Tippee, Reckitt Benckiser e
LOral.
U Antonio Tosco, 52 anni, ha assunto il
ruolo di direttore dipartimento health ou-
tcomes & market access di Merck Serono,
filiale del gruppo farmaceutico e chimico.
Ha lavorato in Ethicon e Bristol-Myers
Squibb.
U Martina Mastrantonio, 33 anni, di-
ventata managing director di Olimpia In-
surance Broker. Vanta esperienze in Tec-
nologie Galvaniche Innocenti, Codisab e
Seam.
U Matteo Melchiorri, 39 anni, il nuovo
direttore risorse umane di Star. Ha matura-
to esperienze in Deutsche Bank, Microsoft
e Bolton Manitoba.
U Roberto Morellini, 38 anni, entrato
nel gruppo Bialetti Industrie con la qualifi-
ca di direttore commerciale Italia. Ha ini-
ziato la carriera in Barazzoni. Ha lavorato
in Verizon, Lagostina e Groupe Seb.
U Giorgio Casareto, 44 anni, ha ricevuto lincarico di diretto-
re di Marina di Varazze. Vanta esperienze in Azimut-Benetti.
U Silvano Colombo, 42 anni, in azienda dal 1992, ha assunto
il ruolo di direttore consumer channels group di Microsoft Ita-
lia.
U Silvia Tracchi, 40 anni, entrata nel teamValtur come diret-
tore marketing. Proviene da Alfapark Entertainment. Ha matu-
rato esperienze in LOral e Rcs Sport.
U Monica Rancati, 41 anni, entrata in azienda nel 1999, sta-
ta nominata senior director risorse umane per larea Sud Emea
di Emc.
U Brigida Ceresola, 42 anni, diventata marketing manager
Sud & Est Europe in A. Lange & Shne. Ha lavorato in Maserati.
a cura di Felice Fava
felicefavacor@hotmail.com
RIPRODUZIONE RISERVATA
Aumenti, agli uomini il 2,7% in pi
Tutte le variabili dietro
gli scarti economici
tra cedolini rosa e
azzurri
una delle spinte pi forti
che arrivano oggi dai lavora-
tori: lenorme domanda di
welfare aziendale. E ci per-
ch quello pubblico sem-
pre pi debole. Soprattutto
per quei lavoratori (la mag-
gioranza), prevalentemente
donne, che hanno bisogno
di aiuto per riuscire a conci-
liare limpiego in fabbrica o
in un ufficio con la conduzio-
ne della vita familiare. Cos
ci si rivolge al riferimento
privato che pi attraversa la
vita di tutti: lazienda, il dato-
re di lavoro. Un interlocutore
che per riesce a coprire solo
molto parzialmente la do-
manda, sia per scelta miope,
sia per oggettiva impossibili-
t di sostituirsi a uno Stato
spesso latitante.
ci che emerge dallinda-
gine commissionata ad Astra-
Ricerche dalla multinaziona-
le francese Edenred, la socie-
t titolare del marchio Ticket
Restaurant. I benefit pi ri-
chiesti dai lavoratori (un
campione di 883 persone rap-
presentativo della realt ita-
liana) sono, nellordine, i tic-
ket restaurant (57%), lorario
flessibile (56%), la mensa
aziendale (54%) e il telelavo-
ro (53%). Singolare, poi,
lapparente paradosso degli
asili nido aziendali, vista la
fame di strutture che il pub-
blico non riesce a soddisfare:
sono solo al nono posto del-
le preferenze, scelti dal 47%
degli interpellati. Lincon-
gruenza per si risolve inter-
pretando meglio i dati, come
spiega il presidente di Astra,
Enrico Finzi. Tutti i lavora-
tori del campione, ovviamen-
te, mangiano e quindi sono
interessati a ticket e mense,
mentre solo una parte ha fi-
gli in et dasilo. La cosa im-
portante, per, che i biso-
gni legati allalimentazione,
che sono caratteristici di una
fase proto-industriale, pesa-
no solo per l11,5% sulla do-
manda di welfare dei lavora-
tori, orientata per il restante
88,5% verso i benefit so-
cio-sanitari e di qualit della
vita.
Ma di tutti i 20 benefici
aziendali testati da Astra
tra cui vanno citati, in ordine
di preferenza, il telelavoro, i
corsi di lingue, lassistenza
medica, il car sharing, lassi-
stenza convenzionata agli an-
ziani e disabili in famiglia, le
vacanze per i figli e la lavan-
deria aziendale il 35% dei
lavoratori non ne gode alcu-
no. Una percentuale che sal-
ta al 51%nel caso delle picco-
le aziende che impiegano tra
16 e 50 dipendenti.
Tuttavia il dato pi signi-
ficativo dellindagine so-
stiene Finzi la gigante-
sca domanda di welfare
aziendale che resta inevasa,
perch molte aziende non ca-
piscono che non si tratta di
fare del capitalismo paterna-
listico, ma di aumentare la
produttivit migliorando il
clima aziendale. Per rende-
re lidea: il telelavoro desi-
derato dal 52% dei dipenden-
ti, ma solo il 9%lo esercita ef-
fettivamente; i corsi di lin-
gua, ambiti dal 48%, sono go-
duti dall8%; gli asili nido,
amati dal 47%, sono a dispo-
sizione di solo il 5% dei lavo-
ratori. Unica eccezione i be-
nefit alimentari, fruiti dal
50% di chi li desidera. Una
particolarit italiana confer-
mata anche dallindagine di
Crf Institute, la multinaziona-
le spagnola delle risorse uma-
ne che ha testato 340 azien-
de (tutte per di grandi di-
mensioni) di nove paesi eu-
ropei: mense e ticket restau-
rant in Italia sono concessi
nel 90% dei casi, contro il
66% della media europea.
Enzo Riboni
RIPRODUZIONE RISERVATA
Forse vi sorprender, ma
non fatelo perch comunque
gi un evidente segno di di-
scriminazione di genere, sa-
pere che la differenza salaria-
le fra uomini e donne su una
uguale posizione organizzati-
va vale solo il 5%. Peccato
per che si riferisca alle posi-
zioni manageriali, incontra-
stato campo maschile, e che
a parit di ruolo, e quindi di
complessit da gestire, non
ci sia motivo che determini
remunerazioni diverse.
Lanalisi Questo aspetto
sottolineato da Chiara Pao-
lino, estentrice della ricerca
elaborata dallosservatorio
sul Diversity Management
della Sda Bocconi, in collabo-
razione con Hay Group Ita-
lia, su un campione di 222
aziende e oltre 8 mila dirigen-
ti. Questo dato evidenzia
una netta e chiara discrimina-
zione di genere, enfatizzata
anche dal fatto che sulle posi-
zioni manageriali il confron-
to fra i molti uomini e le po-
che donne che le ricoprono.
Inoltre, e questo dato forse
ancora pi "forte", ad ogni
passaggio di carriera gli uo-
mini incrementano la loro re-
munerazione del 2,7% in pi
rispetto alle colleghe. Ma c
altro: a parit di ruolo, gli in-
centivi a target prefissati (e
quindi ipotizzati e scommes-
si rispetto alle potenzialit
del collaboratore) sono infe-
riori del 6,4% e quelli effetti-
vamente erogati del 5%.
La forbice salariale Se
invece consideriamo losser-
vatorio di Mercer societ
di consulenza organizzativa
, costituito esclusivamen-
te da grandi aziende struttu-
rate e multinazionali, osser-
viamo come ci dice Marco
Morelli, partner e responsabi-
le Italia Human Capital
che non ci sono significati-
ve differenze retributive fra i
dirigenti che riportano diret-
tamente allamministratore
delegato, anche se pure in
questo caso le donne sono
una assoluta minoranza. La
forbice salariale invece au-
menta di pi del 10% per
quanto riguarda quella popo-
lazione femminile sempre
pi numerosa di dirigenti di
prima nomina e quella imme-
diatamente successiva di
"professional" che ricoprono
posizioni-chiave per lazien-
da; ancora di pi quindi ri-
spetto ai dati Bocconi. I moti-
vi potrebbero riguardare la
minore disponibilit di tem-
po, ma anche la maggiore
giovent nel ruolo, che por-
ta oggi giovani determinate
e estremamente competenti
a ricoprire posizioni equiva-
lenti a quelle di uomini con
maggiore anzianit nel ruo-
lo.
Luisa Adani
RIPRODUZIONE RISERVATA
Lindagine Lanalisi di AstraRicerche su 20 integrazioni, dai ticket agli asili nido
Antichi sale in Allison
Farini in Dobotex
Cambi di poltrona
Senza benefit un lavoratore su due nelle piccole imprese
Carriere e persone
POLTRONE ONLINE
Cambi di poltrona, nuove nomine e incarichi su
www.trovolavoro.it
su trovolavoro.it
L. Farini
M. Ferrini
M. Mastrantonio
M. Melchiorri
I freni al welfare aziendale
Il telelavoro un benefit richiesto dal 53% dei dipendenti
45 Economia
Corriere della Sera Venerd 8 Luglio 2011 italia: 515050585854
46
Venerd 8 Luglio 2011 Corriere della Sera italia: 515050585854
A
miamo le immagini. Sono le prime cose che
vediamo. La nostra mente non stata fatta
per i numeri, le lettere, i libri contabili, gli
spartiti musicali o le equazioni matematiche
tutto questo solo unappendice aggiunta alla sto-
ria umana. I nostri sensi si sono evoluti in un ambiente
che abbiamo imparato a capire e ricordare in forma di
immagine.
Da questi umili primi passi abbiamo ereditato una
predilezione per le raffigurazioni. Le troviamo diverten-
ti, educative, memorabili ed evocative. I primi reperti
di antropologia culturale ci mostrano figure incredibil-
mente sofisticate, come quelle delle grotte di Lascaux,
che sarebbero considerate opere darte anche secondo
gli standard attuali. Le immagini
hanno avuto un ruolo nel fornire
alle societ primitive legami utili
per la loro sopravvivenza, hanno
connotato interi periodi della sto-
ria umana con il loro stile e i loro
soggetti e hanno mantenuto in vi-
ta tradizioni e memorie comuni
per lunghi periodi di tempo. So-
no state un riferimento per la con-
templazione religiosa e ci hanno
innocentemente usato come sog-
getti. In tutte queste occasioni le
immagini cercano di rappresenta-
re e racchiudere qualche aspetto della realt in una for-
ma che abbia un impatto immediato: qualcosa che sia
memorabile senza bisogno cha la si ricordi.
Ogni ramo dellattivit umana ha le sue icone. Tutti
ne conosciamo molte nei campi dellarte e del design.
Dalla Gioconda allAlhambra, alla mappa della metro-
politana di Londra, alcune immagini si impongono nel
tempo ed esercitano una grande influenza. Danno for-
ma alla nostra percezione e concezione del mondo. Lo
stesso accade nella scienza. Alcune immagini hanno
accompagnato i nostri progressi nella comprensione
delluniverso, altre si sono dimostrate cos efficaci nel
comunicare la natura della realt da entrare a far parte
del processo stesso del pensiero, come i numeri o le
lettere dellalfabeto. Altre ancora, altrettanto autorevo-
li, ci sono diventate cos familiari da passare inosserva-
te nella pratica scientifica, sono entrate a far parte del
vocabolario della scienza che usiamo senza pensarci.
Le immagini e le figure hanno avuto un ruolo fonda-
mentale nel plasmare la nostra visione scientifica del
mondo. Alcune sono cos poco evidenti da determina-
re il nostro modo di fare scienza o di descrivere la real-
t senza che ce ne accorgiamo. Altre sono icone onni-
presenti e dominano la presentazione di interi rami
della scienza o della sua storia. Altre ancora sono di
natura estetica, ma con un substrato scientifico che le
rende importanti per la nostra storia.
Luso di diagrammi e figure nella scienza e nella sua
esposizione unattivit che non ha pi un imperativo
artistico. A volte gli scienziati che creano una nuova for-
ma di rappresentazione visiva tracciano loro stessi quel-
le immagini, ma pi spesso la versione finale viene ese-
guita da altri. Un disegnatore tecnico (o anche un pro-
gramma di computer) produrr dai loro schizzi una ver-
sione pi gradevole. Quale vero artista seguirebbe que-
sta via? Gli scienziati cercano di presentare le informa-
zioni in modo immediatamente riconoscibile, ma a vol-
te accade che i loro sforzi acquistino una durata e unau-
torit maggiori di quanto avessero mai immaginato.
Nel fare queste considerazioni, notiamo un potente
stimolo tecnologico che fornisce agli scienziati nuovi
modi di utilizzare le immagini. Negli ultimi ventanni
abbiamo assistito a una delle pi grandi rivoluzioni del-
la storia umana. La creazione e la rapida diffusione di
Internet e del World Wide Web hanno radicalmente
mutato il nostro modo di pensare e di raccogliere infor-
mazioni, superando la capacit biologica dei singoli in-
dividui e consentendo il reperimento e lo scambio
istantaneo di immagini. Lintero sviluppo della scienza
moderna, peraltro, accompagnato da un aspetto forte-
mente visuale. Lavvento di computer piccoli e poco co-
stosi, dotati di una grafica superba, ha cambiato il mo-
do in cui molte scienze operano, e in cui tutte le scien-
ze presentano i risultati di esperimenti e calcoli.
Molto tempo fa, i computer erano enormi e tremen-
damente costosi, ed erano appannaggio di grandi grup-
pi di ricerca ben finanziati, che studiavano questioni di
grande portata. Costruivano bombe, predicevano il tem-
po, o cercavano di comprendere il funzionamento delle
stelle. La rivoluzione del personal computer ha cambia-
to tutto. Ha permesso che si diffondessero studi su ar-
gomenti come il caos e la complessit. La matematica
diventata una disciplina sperimentale. Singoli indivi-
dui possono seguire problemi prima inaffrontabili,
semplicemente guardando quello che succede quando
vengono elaborati dal programma di un personal com-
puter. Il risultato, il pi delle volte, una sequenza di
immagini o filmati dello sviluppo e del compiersi di un
processo complesso. Non esiste una formula semplice
che ci dica come le galassie assumano le forme e le di-
mensioni che vediamo, o che tipo di drammatica turbo-
lenza risulti dalla serie di rapide attraversate da un fiu-
me che scorre velocemente. Questi problemi sono trop-
po complessi per essere risolti con precisione usando
solo carta e matita. Ma le immagini e i filmati riescono
a mostrare i punti cruciali di questi fenomeni, trasfor-
mando le equazioni matematiche che controllano il lo-
ro comportamento in immagini. Il rapido sviluppo di
una grafica spettacolare ha permesso a chiunque di pre-
sentare le sue conclusioni in un modo pi visivamente
sofisticato di quanto il cinema sapesse fare appena
ventanni fa. La rivoluzione del Pc ha reso la scienza pi
visiva e immediata. Ha migliorato la capacit intuitiva
della mente umana di cogliere attraverso lesperienza
landamento di modelli complessi, creando film di
esperienze immaginarie di mondi matematici.
Gli ultimi dieci anni hanno anche visto una crescen-
te accentuazione della visualit in molte aree della cul-
tura. I film sono sempre pi contrassegnati dalla pre-
senza di effetti speciali visivi. La gara a inserire sempre
pi immagini di catastrofi rende quasi superflua la tra-
ma. Il teatro sperimentale porta sul palcoscenico nuo-
ve sfide tecniche che amplificano lesperienza visiva.
La musica popolare accompagnata dallonnipresente
video o Dvd, il suono non pi sufficiente. I film dani-
mazione hanno raggiunto nuovi livelli di sofisticazio-
ne, e persino i libri hanno i loro siti web. Le parole non
bastano pi.
In questo clima, la sfida quella di pensare al ruolo
delle immagini nella scienza, non solo oggi, ma nellar-
co di molte centinaia di anni. Ci sono immagini, grafi-
ci, figure e mappe che hanno un ruolo chiave nellam-
pliare la nostra comprensione del mondo. Nel mio li-
bro Le immagini della scienza ho raccolto una selezio-
ne personale di queste icone speciali. Molte di queste
immagini figurerebbero nella galleria scientifica della
maggior parte di noi, mentre altre sono state scelte
con criteri pi soggettivi, dato che la loro importanza
non immediatamente evidente o il loro significato
non stato riconosciuto prima. Le immagini scientifi-
che spesso non riguardano solo la scienza. Possono es-
sere interessanti perch sono di origine scientifica, ma
hanno comunque uninnegabile natura estetica. Oppu-
re possono essere state in primo luogo opere darte e
possedere anche un messaggio scientifico. Ciascuna
immagine ha una storia. A volte ci parla dellautore, a
volte dellintuizione scientifica che ne scaturisce o del-
la tecnica di rappresentazione, a volte succede che lim-
magine in s assuma unimportanza imprevista che sti-
mola una linea di pensiero del tutto nuova, altre volte,
infine, semplicemente una rivelazione dellinatteso.
(Traduzione di Maria Sepa)
RIPRODUZIONE RISERVATA
Abituato a viaggiare sin da piccolo, lo scrittore americano
John Dos Passos (1896-1970) ci ha consegnato una magnifica
descrizione dei Balcani e del Medio Oriente subito dopo la
Prima guerra mondiale nel libro Orient Express, riproposto da
Donzelli nella traduzione di Maurizio Bartocci (pp. 208, 18).
] l| cosmo|oo
|n|csc !ohn 0.
8arrow (nella
foto) c |o
scr|||orc 8runo
Arpa|a sono |
v|nc||or| dc||a
nona cd|/|onc
dc| prcm|o
Hcrc| Scrono
] 0ucs|o
r|conosc|mcn|o.
promosso
da||Accadcm|a
dc||c
8|o|ccno|o|c
Hcrc| Scrono.
ha |o scopo d|
va|or|//arc |a
con|am|na/|onc
|ra |a cu||ura
sc|cn||||ca c
ouc||a
uman|s||ca
] 8arrow c
s|a|o prcm|a|o
pcr || sa|o
lc |mma|n|
dc||a sc|cn/a
(Hondador|).
mcn|rc Arpa|a
pcr || roman/o
lcncr|a dc|
vuo|o
(Cuanda)
] lOO cosc
csscn/|a|| chc
non sapcva|c d|
non sapcrc c ||
|||o|o dc| p|u
rcccn|c ||bro d|
8arrow. cd||o
da Hondador|
Umanesimo
e scienza
a confronto
la Lettura
Barrow: La grafica computerizzata aiuta a comprendere meglio luniverso
Cultura
di JOHN D. BARROW
Le immagini scientifiche spesso
non riguardano solo la scienza.
Sono interessanti perch, pur
di origine scientifica, hanno
uninnegabile natura estetica
Evoluzione 0a||c ro||c d| lascaur a||a C|oconda. a| wcb. un cosmo|oo d| Cambr|dc so||o||nca |a ccn|ra|||a dc||c|cmcn|o ||ura||vo
Il futuro della scienza nelle immagini

I
L
L
U
S
T
R
A
Z
I
O
N
E
D
I
S
I
M
O
N
E
T
T
A
F
A
C
H
I
N
I
47
Corriere della Sera Venerd 8 Luglio 2011 italia: 515050585854
Questi avvisi si ricevono tutti i giorni 24 ore su 24
allindirizzo internet:
www.piccoliannunci.rcs.it
oppure tutti i giorni feriali a:
MILANO : tel.02/6282.7555 -
02/6282.7422, fax 02/6552.436.
BOLOGNA : tel. 051/42.01.711,
fax 051/42.01.028.
FIRENZE : tel. 055/55.23.41,
fax 055/55.23.42.34.
BARI : tel. 080/57.60.111,
fax 080/57.60.126.
NAPOLI : tel. 081/497.7711,
fax 081/497.7712.
BERGAMO : SPM Essepiemme s.r.l.
tel. 035/35.87.77, fax 035/35.88.77.
COMO : tel. 031/24.34.64,
fax 031/30.33.26.
CREMONA : Uggeri Pubblicit s.r.l.
tel. 0372/20.586, fax 0372/26.610.
LECCO : SPM Essepiemme s.r.l.
tel. 0341/357400 fax 0341/364339
MONZA : Pubblicit Battistoni
tel. 039/32.21.40 039/38.07.32,
fax 039/32.19.75.
OSIMO-AN : tel. 071/72.76.077 -
071/72.76.084.
PADOVA : tel. 049/69.96.311,
fax 049/78.11.380.
PALERMO : tel. 091/30.67.56,
fax 091/34.27.63.
PARMA : Publiedi srl
tel. 0521/46.41.11, fax 0521/22.97.72.
RIMINI : Adrias Pubblicit di Rimini
tel. 0541/56.207, fax 0541/24.003.
ROMA : In Fieri s.r.l.
tel. 06/98184896 fax 06/92911648
SONDRIO : SPM Essepiemme s.r.l.
tel 0342/200380 fax 0342/573063
TORINO : telefono 011/50.21.16,
fax 011/50.36.09.
VARESE : SPM Essepiemme s.r.l.
tel 0332/239855 fax 0332/836683
VERONA : telefono 045/80.11.449,
fax 045/80.10.375.
Per la piccola pubblicit allestero telefo-
no 02/72.25.11
Le richieste di pubblicazione possono
essere inoltrate da fuori Milano anche
per telefax e corrispondenza a Rcs
Pubblicit agli indirizzi di Milano sopra
riportati.
Si precisa che tutte le inserzioni relative a
ricerche di personale debbono intendersi
riferite a personale sia maschile sia femmini-
le, essendo vietata ai sensi dell art. 1 della
legge 9/12/77 n.903, qualsiasi discrimina-
zione fondata sul sesso per quanto riguarda
laccesso al lavoro, indipendentemente dalle
modalit di assunzione e quale che sia il set-
tore o ramo di attivit. Linserzionista
impegnato ad osservare tale legge.
e
Per informazioni chiamaci allo 02.6282.7555 / 7422
agenzia.solferino@rcs.it
fino ad AGOSTO 2011
pubblicare il tuo annuncio ancora
pi conveniente!
1
OFFERTE
DI COLLABORAZIONE
IMPIEGATI 1.1
ABILEassistentedi direzione, profilocom-
pleto, pluriennale esperienza in multi-
nazi onal i , otti mo i ngl ese. Cel l .
339.45.65.783.
CAPO cantiere esperienza pluriennale,
gestione personale, tracciamenti, uso pc
Autocad, gesti one si curezza.
331.20.95.535.
ENERGIE rinnovabili, fotovoltaico. Com-
merciale-marketing, attualmente azien-
da settore, reale esperienza, inglese, va-
l uta opportuni t (Mi l ano).
339.88.64.870.
EXECUTIVE assistant/office manager, in-
glese-tedesco fluenti, francese discreto,
pluriennale esperienza multinazionale e
piccole medie aziende, comunicazione,
pr, eventi, disponibile trasferte, anche
estero. Cell. 349.85.37.232.
MILANESE
esperienza pluriennale in vari set-
tori offresi come impiegato problem
solving per piccole/medie societ.
Zona viale Monza. 338.75.82.445.
RAGIONIERE 20 anni esperienza studi
tributari libero subito. 349.67.92.516.
RESPONSABILE commerciale Italia espe-
rienza settori bassa, media, alta tecno-
logia, marketing, gestione, creazione,
riorganizzazione, reti vendita, analisi
prodotto, rapporti operatori privati, pub-
blici, GDO budget. 347.63.67.628.
AGENTI RAPPRESENTANTI 1.2
COORDINATORE vendite costruzione
gestione reti vendita esamina proposte
Tel. 333.53.72.947.
VENDITORI EPROMOTORI 1.3
VENDITORE tecnico commerciale 51en-
ne settore industria, pluriennale espe-
rienza, organi meccanici, beni strumen-
tali, componentistica, ottimo inglese, ri-
cerca, gestione, fidelizzazione clienti,
ampia disponibilit geografica, subito
disponibile. Tel. 327.79.41.964.
OPERAI 1.4
ITALIANO45enneconesperienza, dispo-
nibilit immediata offresi come custode
a Milano. 349.67.84.436.
COLLABORATORI FAMILIARI 1.6
COPPIAsrilankese30enne, 12anni inIta-
lia, referenziati, patente, offresi anche
estero. 389.14.50.500.
PRESTAZIONI TEMPORANEE 1.7
SCENEGGIATOREcreativorielabora, tra-
sposiziona manoscritti in sceneggiature
cinematografiche, televisive, teatrali.
349.09.19.469. Milano.
2
RICERCHE
DI COLLABORATORI
SARTORIA
ALTA MODA cerca premiere e sarte
qualificate. Tel. 02.76.02.01.71.
IMPIEGATI 2.1
AVVIATO studio amministrazioni condo-
miniali in Milano zona Abruzzi cerca gio-
vane ragioniere/a. Qualit richieste,
concentrazione, precisione, dinamicit e
professi onal i t. Per i nfo:
392.10.45.793.
AZIENDAsettore elettronica cerca segre-
taria direzione. Esperienza pluriennale,
ottimo inglese, disponibile spostamenti
estero, ben motivata. Peschiera Borro-
meo. 340.21.19.352
COMMERCIALISTI zonaAccursiocercano
contabile esperta. Inviare c.v. via mail a
i nfo@studi o-gg.i t o fax al n
02.45.49.84.15.
MADAGASCAR cercasi diplomati 20/35,
ottimi francese / office, ruolo ammini-
strativo, contratto 6/12 mesi rinnovabili,
stipendio iniziale 800 euro vitto/alloggio
e volo aereo. Inviare CV con fotografia:
supervaio@me.com
AGENTI RAPPRESENTANTI 2.2
AZIENDA imballaggi industriali cerca
agenti plurimandatari per mercato na-
zionale, gradita minima esperienza. In-
viare CV a info@duefp.it
SOCIET siderurgica commerciale ricer-
ca agente o rappresentante per la Lom-
bardia, con esperienza di vendita alluti-
lizzatore. Per informazioni chiamare
335.80.84.321.
OPERAI 2.4
AZIENDA cerca autista con esperienza
pluriennale. Disponibile flessibilit ora-
rio. Peschiera Borromeo. 340.21.19.352
5
IMMOBILI RESIDENZIALI
COMPRAVENDITA
VENDITAMILANOCITTA' 5.1
ADIACENZE MM Maciachini vendiamo
appartamenti, varie metrature. Ottimo
investimento.Terrazzi. Box. Pronta con-
segna. 02.69.90.15.65 - http://mu-
rat.filcasa.it
ADIACENZE Repubblica, ingresso, sog-
giorno, cucina, 2 camere, biservizi, bal-
coni . Otti mo i nvesti mento.
02.67.07.53.08.
COPERNICO adiacenze stabile depoca.
Portineria, ascensore. Appartamenti, ne-
gozi, laboratori varie superfici. Liberi, af-
fittati. 02.88.08.31.
VILLA LITTA in splendido contesto corte
Lombarda, bilocale, giardino privato.
Euro 230.000. box. 02.66.20.76.46.
VENDITAMILANOHINTERLAND 5.2
ADIACENZE Segrate Limito, vicinanze
stazione, nuovo trilocale Euro 225.000
possibilit box. 02.92.67.654.
SUPER ATTICOcon piscina, meraviglioso
contesto signorile venti minuti da Mila-
no, frequente collegamento stazione
Garibaldi. 339.66.28.317.
6
IMMOBILI RESIDENZIALI
AFFITTI
OFFERTA 6.1
AFFITTASI appartamento arredato, 160
mq., + garage, uso foresteria, via Gam-
boloita, 4 - Milano. Tel. 335.20.75.86.
AFFITTASI mono, bi, tri locali nuovi diret-
tamente da propriet a 100 metri MM
Turro, possibilit box. No pagamento
provvi gi oni . 02.25.75.882 -
335.12.08.497.
BUENOS AIRES in prestigioso edificio
depoca, luminoso monolocale con bal-
cone. Ottime finiture, pavimenti in par-
quet, aria condizionata. 02.88.08.31.
7
IMMOBILI TURISTICI
COMPRAVENDITA 7.1
ACourmayeur... il prezzo fa la differenza!
Euro 149.000 nuovissimo alloggio vista
da urlo. Solo ultimi 3 per fine cantiere.
030.91.40.277.
A euro 89.000 prezzo mai visto sul Lago
di Garda! Mansarda con travi vista in sto-
rica cascina ristrutturata... e noi ti rega-
liamo larredo. 030.91.40.277.
AFFARISSIMOSardegna solo noi nuovis-
simo attico con grande terrazzo, travi in
legno a vista, piscina. Svendo euro
59.000 al pri mo che arri va.
035.41.23.029.
ALASSIO centralissimo in piccolo conte-
sto signorile offriamo un solo ed esclu-
sivo appartamento con garage auto. Eu-
ro 770.000. Per vi si te contattare
0131.23.45.92 oppure 335.54.54.531.
ATTENTI i nvesti tori . Lago Garda
109.000,00. Appartamenti in villa. Vista
spettacolare. Impresa. 035.56.58.50.
COGOLETORivieraliguredi ponenteven-
do appartamento di mq 65 vani 4,5 con
posto auto al coperto Euro 270.000.
Agenzia Colombo 010.91.84.040.
COGOLETORivieraliguredi ponenteven-
do mansarda mq 60 adiacente al mare,
zona residenziale, parzialmente arreda-
ta con box, Euro 250.000. Agenzia Co-
lombo 010.91.84.040.
COLLINE PIACENTINE (Rezzanello).
Vendesi in palazzina appartamenti mo-
no/bilocali a prezzi interessanti vendita
diretta dal costruttore. 030.44.443
347.46.39.680.
FORTEDEI MARMI elegantevillamq. 300
giardino mq. 1.500, piscina. Oggiano
347.27.80.687.
GARDAGOLF
vendesi elegante trilocale con log-
giato coperto garage doppio piscina
tennis. Occasione 530.000. Tel.
335.56.52.912.
LAGO MAGGIORE Lesa. Stupenda villa
pied du lac mq 300, darsena privata. Ci-
se Re 02.55.19.17.01.
LIGURIA Sanremo euro 169.000 grande
successo di vendite erano 38 ne restano
4! Quattro di cosa? 4 Casette indipen-
denti piano unico arredato in spettaco-
lare villaggio sul (nel) mare (5 mt) spiag-
gia privata accesso diretto al mare. Se
hai paura del mare troppo vicino, non fa
per te! Altrimenti vieni a vedere con las-
segno, prezzo vecchio euro 220.000 no
mediazione 035.47.20.050.
PORTO ROTONDO vicinanze spiaggia
Ira, prestigiosa villa con ampie verande
e giardino. 0789.66.575www.euroinve-
st-immobiliare.com
ROQUEBRUNE Cap Martin esclusiva. In
anteprima appartamenti nuovi, vista
mare, piscina. Prezzi lancio euro
265.500 i tal gestgroup.com
0184.44.90.72.
SUDSARDEGNAsul mare, vendesi nuovi
bi-trilocali personalizzabili anche pronta
consegna classe A finiture luxury, possi-
bilit piscina. 800.090.100. Da euro
149.000,00.
8
IMMOBILI COMMERCIALI
E INDUSTRIALI
OFFERTA 8.1
CAIROLI adiacenze Bonaparte nuovi uf-
fici informatizzati alta rappresentanza.
373 mq. divisibili, personalizzabili.
02.89.09.36.75.
CITT STUDI adiacenze vendiamo 200
mq. ufficio/laboratorio ristrutturato in-
gresso indipendente 250.000,00 euro.
02.88.08.31.
LONATEPOZZOLO(Va) ViaMagenta, 29
nuovo capannone vendesi/affittasi,
2.680 mq. + 450 mq. uffici arredati, 2
campate h. 12 mt, 1 campata h. 8.50 mt,
completo di tutti gli impianti tecnici e ca-
bina 630 Kw. Tel. 02.86.45.21.28.
MACIACHINI adiacenze vendiamo ottimi
box, singoli e doppi. Da 25.000,00 Euro.
02.88.08.31.
MISSAGLIA adiacenze vendiamo nuovi
3.200 mq. uffici palazzina indipendente
600 mq. parcheggi privati ampio spazio
di manovra. 02.88.08.31.
PIAZZA GIOVINE ITALIA vendiamo ne-
gozio 70 mq. due vetrine, soppalco, can-
tina. 02.88.08.31.
SANTAMBROGIOin prestigioso stabile
ristrutturato ufficio alta rappresentanza
230 mq. Pianta regolare, flessibile. Fini-
ture di pregio. 02.88.08.31.
SARPI posizione prestigiosa vendiamo
negozio angolare, quindici vetrine 665
mq. ri strutturato. Posti auto.
02.34.93.07.53 - http://sarpi.filcasaser-
vice.it
TRIBUNALE adiacenze, affittiamo show
roomdi 450mq., possibilitdi averespa-
zi sia open space che divisi. Possibilit
parcheggio. 02.88.08.31.
VIAFARINI adiacenze vendiamo negozio
di 650 mq. oltre 200 mq. di sottonegozio
e box triplo. Doppi ingressi e doppia
esposizione. 02.88.08.31.
10
VACANZE
E TURISMO
ALBERGHI-STAZ. CLIMATICHE 10.1
A RIMINI
vacanze scontatissime 18-23 luglio
5 giorni pensione completa, bevan-
de , ombrellone, lettino, solo Euro
250,00 . Hotel Aurora Mare Tre Stel-
le 0541.37.23.20. Nuovo vicinissimo
mare, ricchi buffet, ottima cucina.
www.hotelauroramare.net
ABBIAMO ai Lidi Ferraresi, villette, resi-
dence, appartamenti fronte mare. Affitti
settimanali da 380 luglio, 450 agosto.
Prezzi scontatissimi. Prenota subito.
0533.37.94.16 www.vear.it.
ADRIATICO
Cesenatico - www.hotelwivien.it -
Offerte luglio, piscine, animazione,
spiaggia, canoe, bimbi scontatissi-
mi. Tel. 0547.19.30.040.
CATTOLICA
Hotel Leondoro Tre Stelle Sup. ho-
t el l eondorocat t ol i ca. i t - Tel .
0541.95.40.66. Piscina, vicinissimo
mare. Camere climatizzate, TV. Con-
fortevolissimo. Parcheggio. Uso pi-
scina spiaggia. Scelta men, specia-
lit marinare, buffet antipasti. Lu-
glio 55,00- Agosto da 59,00 a 69,50
- Settembre da 48,00. Sconto fami-
glie 50%.
GABICCE MARE Hotel Spiaggia Bed &
Breakfast - Tel .
0541.96.27.56-95.33.07 - Direttamen-
te sulla spiaggia, al giorno, a persona
Euro 30,00/45,00.
RICCIONE
Hot el Ast ra Tre St el l e. Tel .
0541.64.74.60. Direttamente mare.
Camere Tv, cassaforte, climatizzate.
Parcheggio. Scelta men, buffets.
Gita barca, convenzioni parchi e ter-
me. Piano famiglia. Luglio e Agosto
da euro 60,00. Agosto da Euro 77,00.
Affittasi nuovissimi appartamenti.
RIMINI - Hotel Daria - 0541.47.88.42 -
50 metri mare. Pensione completa com-
preso acquascivolo: luglio euro 37,00 -
agosto 43,00.
CAMPEGGI ENAUTICA 10.3
AFFITTASI caicco per crociere Croazia
prezzo giornaliero euro 900 capitano
cuoco carburante compresi . Info
339.84.71.808 - www.bellalaura.it
PORTO CERVO affittasi posti barca di 20
e 30 metri con posto auto.
+39.039.6882216/ +39.348.7160078
info@progeamsrl.it
PORTO LAVAGNA privato vende posto
barca e box grande, ottimo prezzo.
335.60.56.222.
PORTO LAVAGNA privato vende posto
barca mt. 10 e box grande.
340.23.97.172.
11
ARTIGIANATO
TRASPORTI
Rimani apertoad
Agosto?
DILLO su Corriere della Sera e Gaz-
zettadelloSport nellapaginadei Pic-
coli Annunci.
PER INFORMAZIONI Agenzia Solfe-
rino, via Solferino 22 - Milano
Tel. 02.6282.7422 / 7555
E-mail: agenzia.solferino@rcs.it
18
VENDITE
ACQUISTI E SCAMBI
ACQUISTIAMO
Brillanti, Oro, Monete,
SUPERVALUTAZIONE, pagamento
contanti. Gioielleria Curtini, via
Unione 6. - 02.72.02.27.36 -
335.64.82.765.
GIOIELLI OROARGENTO 18.2
PUNTO DOROcompriamo contanti, su-
pervalutazione gioielli antichi, moderni,
orologi, oro, diamanti. Sabotino 14 - Mi-
lano. 02.58.30.40.26.
PROPOSTEVARIE 18.3
AUTOMAZIONI tapparelle, serrande,
box, tende, cancelli, anche telecomandi,
i nstal l azi oni , ri parazi oni .
02.48.20.35.07 - 328.48.57.671.
19
AUTOVEICOLI
AUTOVETTURE 19.2
A CQUISTANSI automobili e fuori-
strada, qualsiasi cilindrata, paga-
mento contanti. Autogiolli, Milano.
02.89.50.41.33 - 02.89.51.11.14.
21
PALESTRE
SAUNE MASSAGGI
A fantastici trattamenti olistici, associamo
accoglienza, riservatezza, professionali-
t per totale benessere. 02.29.52.60.35.
Aluglio abbandona ansia e fatica con pia-
cevoli massaggi antistress, idrommas-
saggi o. Rel ax. 02.29.40.17.01 -
366.33.93.110.
ABBANDONATI a massaggi ayurvedici,
percorsi di bellezza scontati del 20%. In-
fo: 02.91.43.76.86.
ABBATTI stress e fatica dellinverno. Ri-
generati attraverso i nostri trattamenti.
Milano 02.39.40.00.18.
AMBIENTE raffinato con percorso terma-
le propone massaggi rilassanti. Tel.
02.29.53.13.50.
AMBIENTE rinnovato: massaggi olistici
per rilassare mente e corpo. Tel.
02.66.98.13.15.
CENTRO benessere, ambiente raffinato,
massaggi olistici. 50,00 Euro unora. Mi-
lano 02.27.08.03.72.
CENTRO italiano, ambiente raffinato.
Massaggi olistici, rilassanti, tantissime
promozi oni . Porta Venezi a
02.39.66.45.07.
CINQUE GIORNATE ambiente climatiz-
zato un mondo di relax trattamenti oli-
stici. Classe. 02.54.01.92.59.
DELIZIOSO centro benessere italiano
massaggi olistici ambiente elegante per
il tuo relax. 02.39.68.05.21.
24
CLUBS
E ASSOCIAZIONI
A MILANOdistinta agenzia presenta ele-
ganti accompagnatrici, affascinanti mo-
del l e ed i nteressanti hostess.
335.17.63.121.
AGENZIA accompagnatrici Azzurra pre-
senta eleganti, affascinanti, distinte ac-
compagnatrici, hostess, fotomodelle. Mi-
lano. Tutta Italia. Cell. 339.64.14.694.
CLUB SAVANA Milano 02.89.12.70.90.
Stile alternativo, coppie/singoli, pome-
riggio/sera. Solo adulti.
CONTATTO diretto 899.89.79.72. Auto-
ri tari a 899.89.79.72. Euro 1,80
min./ivato. Solo Adulti. Mediaservizi,
Gobetti 54 - Arezzo.
48
Venerd 8 Luglio 2011 Corriere della Sera italia: 515050585854
I
l centocinquantesimo
anniversario dellUni-
t dItalia ha riportato
in auge il Risorgimen-
to e, di esso, ha messo in
evidenza figure, leggende,
problemi. I periodi mitici,
lo hanno capito anche gli
entusiasti, vanno sempre
maneggiati con cura e
quando si riguardano con
le dovute lenti rivelano
sempre qualche sorpresa
di troppo. Per questo in
molti hanno pensato che il
vero programma del Belpa-
ese, dopo i grandi ideali, i
moti, i martiri e le fanfare
sia purtroppo compendia-
to in una frase de I vicer
di Federico De Roberto: L'
Italia fatta, ora facciamo
gli affari nostri. La quale,
piaccia o no, gode ancora
di una certa attualit.
Tra i libri usciti sul perio-
do tanti, ma pochi de-
gni di attenzione il ca-
so di segnalare quello di
Piero Ottone, Cavour. Sto-
ria pubblica e privata di
un politico spregiudicato
(Longanesi, pp. 192, e
17,60), apparso nella colla-
na Storica diretta da Ser-
gio Romano. opera che si
legge volentieri, soprattut-
to un saggio informato e
scritto da un esperto di uo-
mini e cose. Cavour non
un soggetto facile e chiun-
que desideri conoscerlo
non pu fidarsi dei soli do-
cumenti o cavarsela con
aneddoti o testimonianze:
volpino, imprevedibile, a
volte sa sfuggire proprio
quando sembra disposto a
rivelarsi; del resto, era il so-
lo italiano dellepoca rico-
nosciuto come grande poli-
tico da Metternich. Ottone
ha indubbiamente avuto
con lui un colloquio ideale
e in queste pagine lo prova
senza infingimenti, tenen-
do la penna con la medesi-
ma grazia e capacit con la
quale i gentiluomini sape-
vano impugnare la spada:
n stringendola eccessiva-
mente, n brandendola
con muscoli molli. Inten-
diamo dire che lautore si
tenuto lontano dagli ecces-
si di certa storiografia, evi-
tando di sommergere il let-
tore con nuove o vecchie
scartoffie, riuscendo per
a cogliere Camillo Benso
nelle finzioni, nelle mosse,
nei riti del potere.
Ottone non ha scritto
una vasta biografia sullo
statista, n la pi documen-
tata: si accontentato di
darci quella vera. Alla fine
della premessa c una fra-
se che sintetizza bene lo sti-
le del libro: Cavour non fe-
ce politica per unificare
lItalia. Fece politica, in pri-
mo luogo, per trovare se
stesso.
Il ritratto di Ottone co-
glie sia il Cavour poco pi
che infante, despota paffu-
to e prepotente, sia il cadet-
to che legge di nascosto
Gibbon e Voltaire (mo-
strando disgusto per le fun-
zioni paggesche); non trala-
scia le discrete fortune con
il gentil sesso, pur non es-
sendo il conte un belluo-
mo, tarchiato, miope e
grassoccio comera (ma il
potere afrodisiaco); si
sofferma sulle conquiste,
dal grande amore per Nina
si uccise a 33 anni a
quello di stampo quasi co-
niugale per Bianca Ronza-
ni. Eccolo in viaggio in Eu-
ropa mentre osserva il pro-
gresso o ecco lanimale po-
litico che ghermisce locca-
si one del l a guerra di
Crimea; lo troviamo dinan-
zi a Napoleone III, nonch
allopera con la contessa di
Castiglione (che si ricor-
dasse dellItalia, in certi
momenti) o con quel dia-
volo di Garibaldi. Poi c
Vittorio Emanuele II, da
mettere sul trono dellinte-
ro Paese anche se sovente
considera odioso il suo
primo ministro. Del resto,
il re diventa incontrollabile
quando si incapriccia delle
donne o miagola damore
per Rosa Vercellana, la be-
la Rosin, incarnante quel
gusto plebeo insopporta-
bile per Cavour.
Non sfugge a Ottone
nemmeno il fratello di Ca-
millo, Gustavo, un depres-
so che disapprovava quasi
tutto del consanguineo:
lazione di governo, lostili-
t verso il clero, la scarsa
piet religiosa, la relazio-
ne criminale con Bianca.
Con buona pace sua, per,
Cavour resta uno dei po-
chissimi politici di razza
dellItalietta dallora e di og-
gi, forse perch non cerca-
va lo scontro frontale con
gli avversari, forse perch
aveva il temperamento
del giocatore. Una testa fi-
ne, che unific lItalia per
salvarsi da Mazzini.
RIPRODUZIONE RISERVATA
H
a vinto la rabbia per unItalia del
lavoro che sembra scomparsa e
per una volta stato un succes-
so senza discussioni. Edoardo
Nesi, con Storia della mia gente, edito da
Bompiani, ha riportato il premio Strega in
casa Rizzoli, dopo quattro vittorie consecu-
tive del gruppo Mondadori-Einaudi. So-
no onorato per questo premio, voglio dedi-
carlo ai tanti che hanno perso il lavoro le
prime parole di Nesi, che si aggiudicato
138 voti. Doppiando nella classifica finale
il secondo classificato Mariapia Veladiano
con La vita accanto (Einaudi) che ne ha
raccolti 74. Terzo Bruno Arpaia, con Lener-
gia del vuoto (Guanda) e 73 voti. Non han-
no spinto fino in fondo la proverbiale capa-
cit di rastrellare voti, in casa Mondado-
ri-Einaudi. La sfida in famiglia stata vinta
dalla Veladiano che ha distanziato Mario
Desiati con Ternitti (Mondadori), che si
fermato a quota 63. Ma neanche messi in-
sieme i voti dei due candidati mondadoria-
ni avrebbero raggiunto Nesi. La pi con-
tenta di tutti lesordiente precoce, Luciana
Castellina, con La scoperta del mondo
(Nottetempo), che di voti ne ha raccolti
45.
Favorito alla vigilia, Edoardo Nesi era
gi stato nella cinquina dello Strega nel
2005 con L'et dell'oro. Il libro che ha vin-
to questanno non sembra ripercorrere
scelte spesso inclini ad una certa facilit
commerciale, che pure hanno caratterizza-
to la storia dello Strega: in unopera a met
strada tra romanzo e saggio, raccontando
la sua Prato invasa dai cinesi, Nesi riper-
corre lillusione perduta del benessere dif-
fuso, linganno della globalizzazione, ma
anche la scomparsa di unetica del lavoro.
Una storia, in parte autobiografica, che par-
te proprio dalla chiusura della fabbrica di
famiglia per illustrare la fine del distretto
tessile di Prato e quello che ha significato
la crisi della piccola industria italiana di
provincia con i conseguenti licenziamenti
di massa. Un libro di resistenza lha defi-
nito Nesi, ma anche un grido di dolore per
il modo in cui stata spazzata via la vitalit
dei nostri piccoli imprenditori.
Soddisfazione prevedibile in casa Bom-
piani. Elisabetta Sgarbi, mentre gli applau-
si coprono la voce del vincitore, ricorda:
Ci abbiamo creduto sempre, dal 2005
che sosteniamo Edoardo Nesi e alla fine di
questo lungo percorso abbiamo raccolto
un successo atteso. Lo merita lui, lo meri-
ta la Bompiani e la capacit di aver propo-
sto qualcosa di nuovo. Paolo Mieli, presi-
dente di Rcs Libri, ha voluto rendere
omaggio agli altri quattro finalisti, a co-
minciare da Luciana Castellina. Questan-
no stata una gara diversa, piena di fair
play. bello vincere in questa atmosfera.
E Luciana Castellina non ha perso il sor-
riso neanche per un attimo: Il grande van-
taggio di avere quasi 82 anni che non ho
ansia per il mio avvenire letterario. La mia
carriera alle spalle. Ma la Castellina non
ha tradito la vocazione politica: Si attribu-
iscono al Premio Strega tante colpe che
non sono del Premio ma del modo in cui
strutturata la vita editoriale italiana dove
ci sono sempre pi concentrazioni. C
una legge in Parlamento su come tutelare
il pluralismo, speriamo bene. Io cambierei
la struttura delleditoria.
Il resto, tra tanti libri, cinema. Maria-
pia Veladiano ha rivelato che Marco Belloc-
chio ha comprato i diritti del suo libro
ma non so se far un film e in ogni caso
io non parteciper alla sceneggiatura, per-
ch lui un artista strepitoso e io il lin-
guaggio delle immagini non lo conosco.
Ospite in una serata povera di politici Da-
rio Franceschini ha chiarito il gossip di
giornata su un interessamento di Roberto
Benigni per il suo libro Daccapo. Mac-
ch, mi ha fatto i complimenti, dicendo
che era perfetto per un film. E io gli ho
chiesto se conosceva qualcuno nellam-
biente del cinema. Tutto qui, scherzan-
do.
La serata in cui mondanit e afa si
sono contese le battute peggiori si era
aperta con una novit: il Premio Spe-
ciale in memoria di Franco Alberti as-
segnato allunanimit dal comitato di-
rettivo del Premio Strega a Giuseppe
Galasso. Il resto lo ha fatto quella be-
nedetta lavagna, affidata a Melissa P.
come segnapunti e linamovibile cap-
pello di Antonio Pennacchi, vincitore
del 2010 e quindi, di diritto, presiden-
te del seggio. Piuttosto seccato nei
confronti di qualunque critica espres-
sa allamato premio. Tanto che nella
diretta televisiva, se l presa con i cri-
tici liquidandoli: Che ci provino loro
a scrivere un libro come il mio. Pillo-
le di vivacit in una serata che ha avu-
to un solo momento di tensione alla
prima conta parziale quando Nesi e
Arpaia erano appaiati con 30 voti a te-
sta.
Inutile, e quindi essenziale, secondo lo
stile di questo rito estivo, ricordare le tan-
te proposte di riforma di un premio che
nessuno vuole davvero riformare. Modifi-
che? ripeteva Tullio De Mauro . In au-
tunno, credo, qualcosa riusciremo a fare.
Magari a settembre, col fresco. Abbiamo ri-
cevuto delle proposte, alcune mi paiono
interessanti. Per ora le abbiamo raccolte.
Ma prima di ogni cambiamento, che non
decido io, bisogner sentire i titolari del
marchio, lazienda Alberti, i 400 Amici del-
la Domenica e il comitato direttivo. Ieri
sera De Mauro ha chiarito meglio: I 400
non sono voti vitalizi. Ci pensa il buon Dio
ogni anno a rimuovere una quindicina di
votanti. E mentre lintera giuria provvede-
va agli scongiuri di rito, il Ninfeo si svuota-
va con la sensazione che lunica vera rifor-
ma sarebbe rendere palese il voto. I giochi
delle case editrici ci sarebbero sempre, al-
meno potremmo criticarli con nomi e co-
gnomi.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Nel vivace ritratto di Piero Ottone
Cavazzoni, Canfora, Golino, Bodei
tra gli ospiti al Salone della parola di Pesaro
Elzeviro

Allo scrittore di Prato 138 preferenze. Seconda Veladiano con 74


di LUCA MASTRANTONIO
Lanteprima di Capalbio Libri
parte con Beria di Argentine
Gli autori in gara
di ARMANDO TORNO
Il conte immerso
nei riti del potere
aveva per anche
una forte passione
per il gentil sesso
di PAOLO FALLAI
Paradossi S| |mponc un ouaran|cnnc cs|ranco a| ruppo. || |rcn|cnnc c un co|onda|orc |an|asma
Una sconfitta doppia per la generazione TQ
P
aradossi letterari italiani. Lo Stre-
ga stato vinto da un quaranten-
ne che, per ironia del destino,
non appartiene alla generazione TQ, il
composito gruppo di intellettuali e
scrittori che hanno 30 e 40 anni. Edoar-
do Nesi, il vincitore, del 1964, quindi
poteva rientrare a pieno titolo tra i se-
nior di TQ, ma niente, ha ballato da so-
lo. Del 1977 Mario Desiati, arrivato
quarto, cofondatore di TQ, un po lati-
tante in realt. Letichetta forse stava
stretta a lui che tra gli intellettuali pi
in vista della nuova classe dirigente.
direttore della Fandango Libri (che ha
tra i soci fondatori Nesi), dove ha pub-
blicato il programma del conterraneo
Nichi Vendola, politico cui molto lega-
to. I suoi ultimi romanzi, invece, sono
pubblicati da Mondadori, come Ternit-
ti, con il quale vincere lo Strega, per,
apparso impossibile gi dalla serata a
casa Bellonci, quando i voti dellEinaudi
non si sono allineati al candidato di Se-
grate. Lennesima vittoria mondadoria-
na, inoltre, non avrebbe giovato alla cre-
dibilit del premio. Per ci, sebbene
sconfitto, Desiati pu uscire dal Ninfeo
di Villa Giulia come beautiful loser.
Per la Generazione TQ, invece, una
brutta sconfitta. Una sconfitta doppia.
Non tanto per il risultato in s, ma per
come ci si arrivati. Anzi, per come
non ci si arrivati. Desiati, da subito, si
sganciato dal gruppo che aveva fatto
nascere con lintento, dichiarato e sotto-
scritto, di trovare unidentit collettiva.
Scopo poi trascurato, se non tradito.
Gi dal primo incontro romano nella se-
de di Laterza, presenziato freddamente,
Desiati ha dato limpressione di volersi
disimpegnare. Ci ha messo la firma, ma
non la faccia. Ha timbrato il cartellino,
ma non ha lasciato il segno, n una trac-
cia, nei tanti dibattiti reali e virtuali di
TQ che in questi mesi si sono susseguiti
anche su Internet (creando il gruppo
editoria, il gruppo politica). Nati
dal primo seminario di fine aprile e fio-
riti in vista del prossimo incontro a fine
luglio, dove il pallino, ormai, sembra fi-
nito in mano a Christian Raimo e Vin-
cenzo Ostuni, molto attivi anche nella
gestione del Teatro Valle occupato. De-
siati si defilato forse per evitare di tro-
varsi sovraesposto, in quanto candidato
allo Strega. Forse ha agito per immedia-
to disincanto, o per pudore, vero o falso
che sia. Forse per eccesso di cautela, ver-
so il gruppo o se stesso. Resta il fatto
che per molti, ormai, il Desiati del mani-
festo TQ e quello dello Strega sono un
caso di omonimia.
Le bordate principali contro il grup-
po erano arrivate dagli irregolari di de-
stra e dai radicali di sinistra, a formare
un composito popolo no-TQ che su Fa-
cebook ha proposto persino un sussi-
dio, una baby legge Bacchelli. Le criti-
che riguardavano per lo pi laspetto po-
tenzialmente lobbistico del collettivo:
dei cinque promotori di TQ, due sono
votanti (Giuseppe Antonelli e Nicola La-
gioia) e Desiati era papabile allo Strega
(il risultato d torto ai detrattori senza
dare regione ai sostenitori di TQ). Ecco,
forse, il perch di un profilo cos basso.
Ma ci sono ragioni pi profonde, forse,
che riguardano la spaccatura del grup-
po tra mercatisti e anti-mercatisti. Le
contraddizioni si sono chiarite anche al-
la vigilia della premiazione finale, con
una mail di Christian Raimo critica ver-
so il sistema Strega, rivolta a TQ e no.
La discussione per lo pi caduta nel
vuoto, in alcuni casi stata rispedita al
mittente. Molti hanno chiesto di farsi
cancellare dalla mailing list, manco fos-
se spam. Cos la vittoria di Nesi, estra-
neo al gruppo, e la sconfitta di Desiati,
cofondatore fantasma, riaffermano il va-
lore dellindividualismo, segnando una
vittoria del popolo no-TQ.
RIPRODUZIONE RISERVATA
La dedica
Fino a domenica
CAVOUR STATISTA
SENZARETORICA
Nesi stravince il premio Strega
Sono molto onorato per
questo premio, voglio
dedicarlo ai tanti che hanno
perso il loro lavoro
La rassegna
Si aperta ieri e prosegue fino a domenica 10 luglio, a
Pesaro, la seconda edizione del Salone della parola, il
festival della filologia promosso e organizzato dallEnte
Olivieri Biblioteca e Musei Oliveriani. In calendario
circa ottanta eventi che si svolgono in cortili e palazzi
del centro storico: convegni, presentazioni, reading,
spettacoli, laboratori di scrittura. Tra questi le lezioni
magistrali di Remo Bodei (Parole per ingannare.
Simulazione e dissimulazione in politica), Tullio De
Mauro (Storia linguistica dellItalia repubblicana. In
cammino verso lo standard). Tra gli altri ospiti:
Luciano Canfora (sabato), Massimo Raffaelli con Mario
Lavagetto e Goffredo Fofi (domenica), Enzo Golino
(domenica), Ermanno Cavazzoni (domenica, nella
foto). Il programma su www.oliveriana.pu.it
A sinistra, Edoardo Nesi, autore di
Storia della mia gente (Bompiani),
vincitore con 138 voti. Al secondo
posto Mariapia Veladiano (foto in alto),
La vita accanto, Einaudi, 74 voti.
Terzo, con 73 voti, Bruno Arpaia,
Lenergia del vuoto (Guanda). Quindi
Mario Desiati, Ternitti, Mondadori
(63 voti) e Luciana Castellina, La
scoperta del mondo, Nottetempo, 45
voti. (Foto di Benvegn - Guaitoli)
Ermanno
Cavazzoni nato
a Reggio Emilia
nel 1947
La sfida V|||or|a Rcs dopo oua||ro ann|. l| ruppo d| Scra|c d|v|so. 0cs|a|| ouar|o d|c|ro Arpa|a
Lappuntamento per domani alle 18, presso lo
stabilimento balneare LUltima Spiaggia di
Capalbio (Grosseto): Luigi Zanda e Jacaranda
Caracciolo Falk presentano il libro Di profilo, scritto
da Chiara Beria di Argentine (Mondadori). Si tratta
di unanteprima della rassegna Capalbio Libri,
ideata e diretta da Andrea Zagami, organizzata dalla
societ Zigzag insieme al Municipio del comune
toscano. La manifestazione si svolge dal 30 luglio al
14 agosto e prevede ogni sera la presentazione di
un libro. Tra i partecipanti molte donne, tra cui
Luciana Castellina, Maria Pia Ammirati, Giuseppina
Torregrossa. E poi grossi nomi come Walter
Veltroni, Piero Luigi Vigna, Federico Moccia, Sergio
Rizzo, Innocenzo Cipolletta, Antonio Caprarica.
49 Terza Pagina
Corriere della Sera Venerd 8 Luglio 2011
#
italia: 515050585854
La vetrina culturale di unEuropa in ebollizione
sposa lo spirito dellEst ai nuovi venti del Sud
In scena
Il nome friulano
testimonia la
destinazione
originaria di un
luogo dedicato
alla vita civile
Linquietudine
di GIORGIO PRESSBURGER
La guida
Il programma
Eventi
C
he cosa il MittelFest?
Un termometro che da
ventanni misura la temperatu-
ra delle idee e del magma cultu-
rale. Antonio Devetag sintetiz-
za cos lo spirito di un festival
nato come una vetrina cultura-
le della Mitteleuropa, un in-
treccio di musica, teatro e dan-
za che ha messo assieme avan-
guardie e tradizioni, poesia e
sperimentale, performance ur-
ticanti ma anche rassicuranti.
Allora come oggi era un
mondo in ebollizione aggiun-
ge Devetag, che da tre anni pre-
siede la manifestazione di Civi-
dale del Friuli. Nel 1991 a far al-
zare la temperatura dellEuro-
pa era lEst dietro casa con lo
scoppio della guerra in Jugosla-
via in seguito alla dichiarazio-
ne di indipendenza unilaterale
della Slovenia appena prima
dellinizio del Festival. Nelle
edizioni successive il Mittelfest
ha saputo accogliere e valoriz-
zare quel mondo balcanico
sprofondato nellodio. Ventan-
ni dopo lo sguardo rivolto a
Sud, ai problemi esplosivi che
dallarea mediterranea si propa-
gano alla "vecchia" Europa.
Per capire, dal punto di vista so-
ciale e geopolitico, le dinami-
che del nuovo-che-avanza Mit-
telFest aggiunge al triplice
sguardo artistico sul reale
prosa, musica e danza rispetti-
vamente affidate ai direttori ar-
tistici Furio Bordon, Claudio
Mansutti e Walter Mramor
un quarto occhio, ovvero lo
sguardo di esperti di politica in-
ternazionale (come Lucio Ca-
racciolo e Edward Luttwak) in
un ciclo di incontri.
Venendo al cartellone della
rassegna, i trentasette spettaco-
li tra cui anteprime assolute
e debutti nazionali sono il
numero perfetto per una feb-
bre da MittelFest. Con in pi
la novit che ledizione del ven-
tennale si allunga da nove
a sedici giorni, da domani al 24
luglio e si allarga: dallAr-
gentina alla Cina gli arrivi, ma
anche sul territorio con le ini-
ziative turistico ed enogastro-
nomiche di ViviCividale. Apre
La Modestia (9/7), superpro-
getto di Luca Ronconi a partire
dal testo di Rafael Spregelburd
sui Sette peccati capitali di
Hieronymus Bosch; spettacolo
coprodotto con il Festival di
Spoleto con cui la collaborazio-
ne continuer anche in futuro
anticipa Devetag con un
lavoro che rivisita e attualizza
in chiave jazz le antiche mono-
die aquileiensi.
Attesa per Isabella Ragone-
se, inquieta Lady Gray nel mo-
nologo di Will Eno (16/7). Cu-
riosit: per le adolescenti russe
di Vadim Levanov trascinate
dalle musiche dei Nirvana
(Uno, due, tre!, 22/7). Calo-
re: per il mezzosoprano Lucia-
na DIntino, star internazionale
di origini friulane (9/7). Interes-
se per Marco Paolini e Mario
Brunello in un racconto sinfo-
ni co i nt orno ad Arnol d
Schnberg (21/7). Poi ci sono
almeno tre eventi di danza di
spicco: le coreografie dellIgor
Moiseev Ballet, compagnia-ico-
na del l a tradi zi one russa
(16/7), La poesia del vento
della Compagnia dellAccade-
mia di danza di Pechino (22/7)
e La morte e la fanciulla al de-
butto in una inedita versione
danzata a cura del Balletto di
Roma (24/7).
Leit-motiv delledizione il
tema aperto Nazioni e identi-
t. Sui palchi del MittelFest,
trova espressione in un mood
che Devetag riassume con un
senso di inquietudine, una dif-
ficolt espressa artisticamente
di non riuscire a dire tutto, che
segna il ritorno quasi a forme
di ermetismo
Severino Colombo
RIPRODUZIONE RISERVATA
Baluardi per le identit
IL FESTIVAL
DI CIVIDALE DEL FRIULI
Q
ualche settimana fa la citt italia-
na chiamata Cividale del Friuli
stata dichiarata dallUnesco pa-
trimonio dellumanit. In realt
quel luogo da molti secoli tale, sia per la
sua posizione geografica, sia per la sua sto-
ria, per i popoli che vi sono transitati e
qualche volta vi si sono stabiliti, come per
la bellezza degli edifici, del patrimonio ar-
tistico e della natura che la circonda. Ma
possibile che al di l di tutto ci, qualcuno
della commissione giudicatrice abbia av-
vertito un particolare enigmatico fascino
in quella citt di 11.000 mila abitanti. Da
che cosa possa venire questo fascino dif-
ficile dirlo, se dal fiume Natisone che vi
scorre in mezzo, dal famoso ponte del dia-
volo, dalla chiesa longobarda, dal tempio
celtico sotterraneo, luogo di antichissimi
culti, dalle grotte, dai boschi: inutile gi-
rarci intorno: Cividale un ponte tra lanti-
co e il nuovo, tra le usanze pi arcaiche e
lindustria che conferisce a questa parte
dItalia un particolare, sano, mai ostentato
benessere.
Anche il suo nome Cividale in friulano
ivitat, cio citt, testimonia la destinazio-
ne originaria di questo posto: una localit
dedicata alla vita civile. Questo dopo la
sua storica fondazione da parte di Giulio
Cesare che gli ha dato il nome di Forum
Juli, il foro della gente giulia, quella del-
lImperatore stesso. Di quellImperatore
che ha conquistato mezza Europa, e molto
di pi. E cinquecento anni dopo Cividale
stata la capitale dei longobardi, e dopo al-
tri millecinquecento anni i discendenti di
quella popolazione hanno conquistato il
mondo industrializzato e del potere mone-
tario.
Quando circa ventanni fa quella citt
per due settimane accolse, in un semplice
festival di spettacoli teatrali e musicali,
rappresentanti dellEuropa centrale e
orientale, in realt ha fatto rivivere quel-
lavvicendarsi di popoli che la storia di
Cividale: celti, slavi, paleoveneti, tedeschi,
austriaci sono passati qui, anche in segui-
to a sanguinose guerre, quasi incessanti,
nellarco dei due millenni.
Ma quello che colpisce qui che la gran-
de, sfacciata, violenta Corruzione, ha gira-
to alla larga da questi posti. Almeno fino
ad oggi. Se si dovesse scegliere litaliano
medio di cui essere orgogliosi, modesto,
intelligente, dedito al lavoro molti indivi-
dui di quelle terre dovrebbero essere por-
tati a esempio. un vero piacere trascorre-
re giorni, settimane, mesi tra queste popo-
lazioni, o stabilirsi per sempre qui per ten-
tare di liberarsi dal frastuono del peggio.
Purtroppo non bisogna esagerare nem-
meno in questo elogio: certe pagine nere
della storia italiana degli ultimi quattro
cinque decenni riguardano, sebbene non
da vicinissimo anche Cividale, ma il terre-
no, il fondamento sano. QuellItalia che
qui abbiamo decantato certamente este-
so anche da molte altre parti della Peniso-
la, ma nel Friuli quasi tangibile. Qualche
anno fa un professionista di Roma si era
messo in testa di acquistare quel mulino
antico che si trova quasi sul greto del Nati-
sone, in mezzo alla citt, quasi sotto il pon-
te del Diavolo. un posto pieno di sugge-
stione e fascino romantico. Abitare in quel
mulino, sul fiume, ascoltarne il mormo-
rio! Quel professionista non voleva arren-
dersi. Invano il sindaco gli ha spiegato che
quel luogo non poteva avere labitabilit
giacch periodicamente veniva invaso dal
fiume. Non importava, si poteva impedire
lallagamento. Alla fine dovette desistere.
Voleva ascoltare il mormorio del fiume Na-
tisone, e anche quello delle genti che vi si
sono avvicendate, persino gli antichi grup-
pi di ebrei, odorare il profumo delle piante
che crescono su quelle rive, e vedere il
mondo per quello che : non soltanto una
faccenda di denaro, di capitale, di potenza
economica o delle armi, ma un altro, non
meno avanzato, per realmente privo del
seme del sopruso e della violenza. Real-
mente diverso da quel migliore dei mon-
di possibili che persino grandi filosofi
(Karl Popper) hanno pensato che fosse
quello nostro.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Lappuntamento Par|c doman|
|a 2O cd|/|onc dc||a rasscna na|a
ouando scopp| |a ucrra ba|can|ca

Il presidente Devetag:
La difficolt di raccontare
il mondo attuale spinge
verso lermetismo
NELLA CITT CHE DA SEMPRE ACCOGLIE I POPOLI
E TIENE LONTANI I SOPRUSI DELLA CORRUZIONE
Prosa, musica e danza,
con tre anteprime
assolute, per osservare
la realt attraverso larte
Mittelfest
Mito e migranti
0d|ssco - l| nau|ra|o
dc||acco||cn/a. c || nuovo
ba||c||o chc |a compan|a
Zappa|a prcscn|a
|| lO |u||o. una sor|a d|
|nda|nc-con|ron|o |ra ||
m||o d| u||ssc c || |cnomcno
dc||c m|ra/|on| d| o|
Indagine sulla donna
la||r|cc lsabc||a Raoncsc.
|n pr|ma na/|ona|c || lG
|u||o. con lady Cray (con
|c |uc| chc s| abbassano
scmprc d| p|u) d| w||| Eno.
|n|crprc|cra un mono|oo
su| |cma dc|||dcn|||a
a| |cmm|n||c
Ironia e citazioni
whcn l was dcad. c una
spassosa var|a/|onc su|
|cma dc| ||n|o su|c|d|o.
|ra||a da un |||m mu|o dc|
l9lG d| Erns| lub||sch c
propos|o da S|ovcns|o
narodno |cda||cc 0rama
d| l|ub|ana. || l2 |u||o
Mezzosoprano Concerto inaugurale domani per Luciana DIntino
Adesso
musica
Una serata del
Mittelfest a
Cividale, sullo
sfondo il
Duomo.
Fondata da
Giulio Cesare,
Cividale stata
la capitale
longobarda
del Friuli
0a doman| a| 2/
|u||o s| svo|c a
C|v|da|c dc| lr|u|| ||
H|||c||cs|. || |cs||va|
dc||a H|||c|curopa
chc |cs|c|a 2O ann|
d| v||a proponcndo
r|||css|on|. b||anc|.
spc||aco|| d| |ca|ro.
dan/a c mus|ca
(|ra cu| numcrosc
an|cpr|mc asso|u|c)
|n|orno a| |cma
la/|on| c |dcn|||a.
ln|o. |c|c|ono
O/32|7339GG.
www.m|||c||cs|.or
La novit Pcr lG |orn|. o||rc a
37 spc||aco||. numcros| |ncon|r|
con cspcr|| d| po||||ca |n|crna/|ona|c
50
Venerd 8 Luglio 2011 Corriere della Sera italia: 515050585854
Musicista e regista
Emir Kusturica
(Langlois/Afp): si
esibisce con la No
Smoking Orchestra l11
luglio a Gorizia. In alto, tre
passanti di Sarajevo sfuggono
agli spari sul viale dei cecchini
durante la guerra di Bosnia in
una celebre foto di Tom Stoddard
A
pochi chilometri da Belgrado, la ri-
v o l u z i o n e s a d i f r a g o l a .
Kstendorf, una manciata di case, ca-
pannoni ecologici e una barriera di fore-
ste intorno. qui che Emir Kusturica
alimenta la sua resistenza alla frutta,
producendo yoghurt e succhi biologici
dai nomi ambiziosi: Che Guevara quel-
lo al lampone, Tito quello ai mirtilli.
Una specie di enclave storica senza tem-
po, come avveniva nel suo filmUnder-
ground. E, a pochi giorni dal debutto
al Mittelfest con la No Smoking Orche-
stra (l11 luglio a Gorizia) il regista e
musicista bosniaco confessa: Ancora
oggi continuo a chiedermi: dove sono
in questa storia?.
Un interrogativo che anche il titolo
della sua autobiografia romanzata appe-
na uscita per Feltrinelli. Ospite perfetto
per il cosmopolita Mittelfest. A trentan-
ni esatti dal suo primo film, Ti ricordi
di Dolly Bell?, il fascino di questo arti-
sta resta la sua scintillante obliquit.
Musicista apprezzato (al teatro Verdi la
sua orchestra, affiancata da un coro di
voci bulgare, proporr anche gli ormai
classici Unza Unza Time e Bubama-
ra, tra rock ed etnico), attore eclettico
(memorabile il suo sguardo assente ne
Lamore che non muore di Leconte)
e ovviamente regista di culto, con pelli-
cole come Gatto nero gatto bianco
o La vita un miracolo. E a quasi
ventanni dalla tragedia dei Balcani,
continua a cercare il suo posto.
Dove sono in questa storia?
difficile fare bilanci racconta
Kusturica . Io ho sempre cerca-
to di raccontare le mie emozioni
attraverso il cinema, utiliz-
zando la metafora, la no-
stalgia e lironia. A volte
per elaborare un dop-
pio lutto, poich ad
un certo punto la per-
dita di mio padre ha
coinciso con lo sfal-
damento del mio
Paese. Gi, per-
ch proprio nel
momento in cui
lEuropa abbatte-
va i propri confini,
la Jugoslavia ne tracciava
di nuovi. E questa inadegua-
tezza storica ha segnato molti dei
suoi progetti. Per esempio ha
condizionato il cammino dellorchestra
che ascolterete al Mittelfest, racconta.
Perch, per dire, la band ha pagato liro-
nia sulla morte del maresciallo Tito esi-
bita in un concerto.
Nato a Sarajevo da una famiglia mu-
sulmana, Kusturica si sempre detto vi-
cino alla cultura serba,
ma ha pi volte critica-
to la destra ultrana-
zionalista, arrivan-
do a sfidare a duel-
lo il radicale Voji-
slav eelj. E oggi
crede in unEuropa
culturalmente unita,
anzi rilancia: Credo
che ci siano delle ba-
si comuni, ma va co-
struita una visio-
ne, una prospettiva, non pu pi basta-
re a se stessa e probabilmente bisogne-
rebbe avviarsi in direzione euroasiati-
ca. E il suo bizzarro cosmopolitismo
nasce forse da questa vocazione natura-
le ad attraversare le frontiere. Kusturica
sa essere italiano (il suo prossimo film,
Verdiana, prende le mosse dal melo-
dramma di casa nostra e la No Smoking
Orchestra si avvale del supporto dei mo-
denesi Studio Musica) o persino ameri-
cano (in Arizona Dream nel 93 ha di-
retto Johnny Depp).
Molti conoscono la mia passione
per Fellini dichiara ma forse non
tutti sanno quanto io apprezzi Matteo
Garrone. Per me lItalia sempre stata
un punto di riferimento dal Rinasci-
mento in poi e penso che abbia una no-
tevole vocazione culturale, basti pensa-
re a iniziative come il Mittelfest, dove si
fondono diverse discipline. La No Smo-
king Orchestra poi lavora spesso con la
fondazione parmigiana Solares. Ma la-
sciatemelo dire: la cultura va sostenuta
anche economicamente, non come sta
succedendo ora. E quale passione pi
italica di quella per Diego Armando Ma-
radona, al quale il regista ha dedicato
lomonimo ritratto tre anni fa? Ci sono
molti calciatori bravi dice Kusturica
ma Diego stato un mito unico, con
il suo stile e la sua vita: ha rappresenta-
to qualcosa di speciale. Altre biografie?
S, sto preparando uno strano film su
Pancho Villa, in Messico, uscir lanno
prossimo.
E cos, tra lamponi color rosso rivolu-
zione, si consuma la tarda primavera di
un artista pervaso di domande e (affa-
scinanti) contraddizioni. Col tempo ha
imparato a disinnescare le lacerazioni
sociali del suo paese e cos oggi affida il
congedo a un passo della sua suggesti-
va autobiografia: Quandero ragazzo,
nelle piazze principali di New York,
Londra e Parigi i giovani aspettavano in
fila i nuovi dischi dei Beatles, di Spring-
steen, di Dylan. Oggi i ragazzi aspetta-
no liPhone 4. Ancora una volta, loblio
di grande aiuto.
Roberta Scorranese
RIPRODUZIONE RISERVATA
Il personaggio Emir Kusturica traccia un bilancio della sua carriera. Sono sopravvissuto con lironia alle lacerazioni della mia terra
Punti di vista
Da un lato una coppia
under 30 in crisi, dallaltro
il fiero testimonial
di un ritorno alla terra
Debolezze tricolori
Petruzzelli ritrova nella fatica della vigna la gioia di vivere
L
avorare stanca. Lavorare
nobilita. Aiuta a trovare se
stessi, anzi aliena. D dignit o
la sottrae? Serve a vivere o a so-
pravvivere? un fine o un
mezzo? Se ne dicono tante sul
lavoro, quando c'. Ma quando
manca, difficile fare filosofia...
Il teatro, luogo di precariet
massima e di impegno totale,
di corve rapsodiche e di soste
forzate, luogo ideale per ri-
flettere sul tema sommo dei
nostri tempi. E il Mittelfest
non si sottrae. Due spettacoli a
confronto nello stesso giorno,
luned 18 luglio, nello stesso te-
atro, il Ristori di Cividale, sa-
ranno occasione di sguardi di-
versi, di scambio di opinioni e
ragionamenti.
Specularmente identici e
contrari i due titoli: Tu (non)
sei il tuo lavoro di Rosella Pa-
storino, e Io sono il mio lavo-
ro di Pino Petruzzelli. Prota-
gonisti del primo, una coppia
di under 30, del secondo, un
anziano contadino. Ma se nel
testo di Pastorino (pubblicato
da Bompiani) lui e lei vivono,
pur se in opposto contesto, lei
occupatissima lui disoccupato,
il lavoro come ossessione, in
quello di Petruzzelli l'attivit
di Dionigi, vignaiolo patriarca-
le, coniuga sacrifici e passione,
sudore della fronte e profumo
di mosto.
Quando assaggiamo un vi-
no ormai siamo tutti attenti a
registrarne l'aroma, il profu-
mo di mandorla o di liquirizia,
dimenticandoci di quello che
c' dietro. Il vino di Dionigi sa
di fatica, di sudore, di voglia di
resistere e di amare. Malgrado
tutto, sostiene Pino Petruzzel-
li, fondatore del Centro Teatro
Ipotesi.
Scrittore e attore con il gu-
sto della terra e dei suoi frutti,
ha messo a punto questo testo
dopo un lungo pellegrinaggio
per l'Italia dei vini. In un paesi-
no tra i monti e il mare della
Liguria ha incontrato un vec-
chio vignaiolo, tutta la vita tra
filari e tini, che della civilt del
vino ha fatto la sua religione.
Scoprendo, una stagione via
l'altra, il piacere di fare bene
quel che fai. Riuscire a creare,
con pazienza, sforzo, intelli-
genza, qualcosa di speciale, un
nettare capace di dare allegria
e gioia a chi lo beve e lo condi-
vide.
Dionigi e la sua famiglia so-
no anche lo spunto dramma-
turgico di una saga che riper-
corre attraverso di loro le svol-
te della storia e della cronaca,
le serate in cantina con perso-
naggi come Soldati e Veronelli,
appassionati di una cultura
contadina schietta come un
buon bicchiere di bianco. E le
mille storie che vi fioriscono
intorno: il sindaco comunista
che fa dipingere il campanile
di rosso bolscevico, il vecchio
padre che si scolava una botti-
glia al giorno e se ne and lieta-
mente brillo a 98 anni, l'incon-
tro con un pittore di nome Pi-
casso durante la guerra civile
in Spagna...
Operazione nostalgia? Af-
fatto assicura Petruzzelli
. Piuttosto un monito a un
Occidente stanco e indifferen-
te, che insegue un lavoro vir-
tuale e non vuole pi sporcar-
si le mani. L'Italia un paese
benedetto dal punto di vista
della natura e del clima. I no-
stri prodotti sono delle eccel-
lenze alimentari. Tutti vanno
in cerca del pecorino di fossa
o del lardo di Colonnata, ma
nessuno ha voglia di mettersi
a farli. Nessuno vuole pi fare
il contadino o il pastore. Me-
stieri certo un po' disagevoli
ma anche gratificanti, certo
pi che starsene tutto il gior-
no con le mani in mano.
Purtroppo conclude
i giovani sono stati cresciuti
con altri parametri. Il vero
scandalo del "Grande Fratello"
non il voyeurismo ma l'aver
fatto credere alle nuove gene-
razioni che si pu aver succes-
so senza fare niente. Sottraen-
dogli cos il gusto di un lavoro
segno d'identit in cui scoprir-
si facendo quel che si fa al me-
glio.
Giuseppina Manin
RIPRODUZIONE RISERVATA
Gli incontri Sono tre i dibattiti politici alla chiesa di S.
Francesco (ore 18) con tema Dai Balcani al Mediterraneo,
fra vecchio e nuovo millennio: il 13 luglio Dove va la
Germania?, con Lucio Caracciolo, Jonh Hulsman e Micheal
Stuermer; il 14, Sul filo delle guerre, con linviato di guerra
Pino Scaccia; il 15, Balcani: da una sconfitta storica
loccasione per la nuova Europa, con Edward Luttwak
Liniziativa ViviCividale permette, con un biglietto per
gli spettacoli del giorno di Mittelfest, di avere lingresso
ridotto ai principali Musei cittadini (Monastero di S.
Maria in Valle/Tempietto Longobardo, Museo Cristiano e
Tesori del Duomo, Museo Archeologico Nazionale) e
offerte enogastronomiche ispirate alla Mitteleuropa
presso i locali aderenti. Info: www.mittelfest.org
Attori A sinistra, Tu (non) sei il tuo lavoro, a destra, Pino Petruzzelli: entrambi in scena il 18 luglio
Io, inguaribile cosmopolita. E molto italiano
Passione non solo per Fellini,
ma anche per Matteo Garrone.
E la mia No Smoking Orchestra
ha spesso legami con Parma
Tra ossessione e orgoglio
Le due facce del lavoro
Suggestioni Lo spettacolo
InTime di Pl Frenk, (15
luglio); sotto, E vi
sussurreremo dai diari e le
poesie di quattro scrittrici
slovacche (22 luglio)
Il teatro Una staffetta per trattare un tema scottante in modo speculare
51 Eventi
Corriere della Sera Venerd 8 Luglio 2011 italia: 515050585854
P
receduto da una bella intervista al
Corriere, il presidente federale
della Germania Christian Wulff
a Roma in Italia ospite del
presidente Napolitano. Pu essere
un soggiorno importante. Il dialogo sui
problemi del nostro continente diventato
incerto. I primi ministri non si guardano
ancora in cagnesco ma siamo su quella
strada. Il momento adatto perch i capi
di Stato di due Paesi fondatori dellUnione
Europea trovino il tono giusto per lanciare
due inequivocabili appelli.
Il primo va dedicato al partenariato
bilaterale: fondamentale per la nostra
economia, per la nostra cultura, per la
nostra immagine; decisivo per evitare che
la Germania si arrocchi in un perimetro
continentale. Malgrado le incoraggianti
parole di Wulff, il rapporto con il grande
vicino del Nord potrebbe essere molto pi
produttivo. I presidenti della Repubblica,
Carlo Azeglio Ciampi prima e Giorgio
Napolitano dopo, hanno supplito alle
incertezze della politica estera governativa.
Hanno cercato dincoraggiare iniziative
innovative: dallintegrazione europea
alleconomia e alla cultura. Hanno cercato
dimpedire che fra Europa continentale e
meridionale si creassero divari insanabili.
Ci sono riusciti? Purtroppo no. Possono
tracciare una rotta ma in una democrazia
parlamentare i governi detengono il potere
esecutivo. Le speranze, pi volte espresse,
che la Germania e lItalia potessero
ritrovarsi insieme come in passato per far
avanzare lunit europea, non si sono
realizzate. Il risultato che, malgrado tante
parole, un pilastro della nostra presenza in
Europa non allaltezza delle sue
potenzialit. In teoria, questi sintomi
negativi andrebbero contrastati da governi
determinati a dare maggiore preminenza
alla Germania.
Temo che sia tardi perch il nostro
governo riesca ad uscire dal torpore o che
quello tedesco prenda uniniziativa. Perch
dovrebbe farlo? Berlino ha ormai i suoi
interlocutori preferiti a Parigi, Varsavia,
Londra. Eppure, abbiamo sempre pi
bisogno di affrontare con franchezza,
dedicandovi tutto il tempo necessario,
temi essenziali al futuro dellEuropa che
toccano interessi vitali per italiani e
tedeschi: il governo comune
delleconomia, limmigrazione, lenergia, la
difesa. La constatazione di Wulff
delleccellenza del rapporto italo-tedesco
va suffragata da fatti. I problemi
richiedono una sintonia totale fra governi e
classi dirigenti. Abbiamo bisogno di avere
partner influenti in Europa, di sviluppare
sinergie con la pi forte economia europea
e con la cultura della stabilit che il mondo
tedesco rappresenta. Serve uno sforzo
corale: anche la societ civile pu
impegnarsi con maggiore determinazione.
La Confindustria dovrebbe coinvolgere la
Germania in una visione strategica
comune, proponendo alla controparte
(BDI) di approfondire gli ostacoli (dannosi
per entrambi) che fanno regredire il
funzionamento del mercato unico;
studiando nuove opportunit di
collaborazione nellEuropa mediterranea;
sviluppando programmi di ricerca;
intercettando nuove aperture per
lindustria italiana di fronte alla
determinazione tedesca di chiudere le
proprie centrali nucleari. una decisione
irrevocabile e, per il suo carattere di scelta
condivisa, senza possibilit di
ripensamenti.
Il secondo appello riguarda la necessit di
un intervento per spiegare che lUnione
Europea un grande progetto storico, non
una trovata di burocrati. Sono inadeguati e
noiosi gli auspici generici perch lEuropa
parli con una sola voce. venuto il
momento delle parole brucianti. Il
messaggio dei due Presidenti deve avere
limpatto di una sciabolata che squarci il
velo dellipocrisia imperante sullavvenire
dellEuropa, che indichi il cammino per
superare la crisi delle istituzioni europee,
che scuota linerzia dellopinione pubblica.
Devono concentrarsi sulla mancanza di
progressi nella politica estera comune,
visibile nellassenza di una posizione
unitaria sulla crisi libica; deplorare
lignominia che lEuropa sia priva di una
politica mediterranea dellEuropa; spiegare
alle opinioni pubbliche che il governo
comune delleconomia tutela la moneta
unica; insistere per una politica condivisa
sullimmigrazione e sul diritto dasilo.
LItalia deve diminuire il proprio
isolamento. La Germania
autoreferenziale e deve recuperare capacit
di comunicazione. Napolitano uomo di
grande coraggio europeo: questo il
momento di farvi ricorso. Wulff cerca
ancora un proprio spazio: dovrebbe far suo
il tema della solidariet europea
contrapposto alla prevalenza di egoismi
nazionali. Nel richiamare a queste
responsabilit, si urteranno delle
suscettibilit ma queste verit devono
venire finalmente in superfice. Un
messaggio incisivo diretto a 140 milioni di
tedeschi e italiani ha efficacia se espresso
con coraggio, vigore, lucidit. Altrimenti,
lo dico con grande rispetto, preferibile il
silenzio.
RIPRODUZIONE RISERVATA
I colloqui Italia-Germania
Occasione per rilanciare lEuropa
C
aro direttore, in molti avvertiamo,
in questi giorni, il senso di unemer-
genza e di una responsabilit.
Lemergenza finanziaria, politica
e civile: colpisce tutti. La responsa-
bilit quella di chi ha di pi, magari perch
ha saputo cogliere (come capitato anche a
me nella mia vita bancaria) le opportunit de-
gli anni buoni. Esercitarla significa essere di-
sponibili ad assumere su di s una quota di
quella riduzione del debito pubblico che la
precondizione della crescita futura.
Parlo, s, di unimposta patrimoniale. Ma
di unimposta patrimoniale solidale e intelli-
gente: non vendicativa, ma accettata, addirit-
tura promossa, da chi destinato ad accollar-
sela con il senso di responsabilit di una clas-
se dirigente, e la cui durezza sia compensata
dallefficacia e dallequit. Che abbia un po il
significato dellabolizione della scala mobile
del 92, ma su una fetta di popolazione diver-
sa. Una cosa del genere non facile ma forse
possibile. Vediamo due conti, a titolo di
esempio. Tassare i patrimoni del 20% pi ric-
co, escludendo l80%, significa riferirsi ad una
base imponibile, se si escludono le case, di
2200 miliardi circa (ipotizzando che a questi
livelli ricchezza netta e lorda coincidano). Il
10%, esclusi i titoli di Stato, circa 200 miliar-
di di minor debito, che in rapporto al Pil tor-
nerebbe vicino al 100%. Non male. Il sacrificio
imposto alla parte degli italiani che sta me-
glio servirebbe a raggiungere un obiettivo
che, con finanziarie durissime e senza cresci-
ta, richiederebbe ben oltre un decennio.
Un colpo duro a chi ha risparmiato di pi,
ma si pu pensare ad un correttivo interes-
sante, a vantaggio di quelli che hanno costrui-
to il proprio patrimonio senza evadere il fi-
sco. Basterebbe compensare per qualche
anno e parzialmente con una detrazione
fiscale di qualche punto le vittime della pa-
trimoniale che hanno dichiarato e dichiare-
ranno il proprio reddito. In questo modo, la
tassa colpirebbe tutta la parte pi benestante
del Paese, ma al suo interno colpirebbe so-
prattutto (dipender dalla detrazioni) quella
che non ha pagato le tasse. Il gioco sarebbe
comunque vantaggioso per i conti pubblici: il
numero degli italiani che ha dichiarato pi di
200 mila euro di reddito annuale (8 volte il
reddito medio) non arriva scandalosamente
allo 0.2 per cento mentre chi ha una ricchez-
za superiore di 8 volte alla media si pu
stimare oltre il 20% circa del totale.
Per il resto, la macroeconomia soffrirebbe
poco (i consumi del 20% pi ricco del Paese
non sarebbero sostanzialmente incisi), l80%
degli italiani assisterebbe compiaciuto al-
levento, e godrebbe come tutti della riduzio-
ne degli interessi sul debito pubblico corri-
spondente alla riduzione dello stesso circa
8 miliardi lanno, permanenti e della recu-
perata fiducia del mercato finanziario. Que-
sto reagirebbe con favore a un Italia per una
volta esemplare, che riducesse di un colpo il
suo debito mostrando il volto di un ceto bene-
stante pensoso degli interessi collettivi, re-
sponsabile, e tassato. Varrebbe almeno un
punto di riduzione di spread che corrisponde
a regime ad altri 20 miliardi. Sono quasi 30
miliardi lanno di vantaggio, da usare per la
crescita e loccupazione. Senza parlare del be-
neficio per le imprese e le banche che stanno
attingendo a cos caro prezzo al mercato inter-
nazionale del credito.
Forse unidea su cui vale la pena ragiona-
re, senza preconcetti, a partire da coloro i qua-
li a questo sacrificio dovrebbero sottoporsi
(compreso ovviamene chi scrive). Che, ade-
rendovi, o addirittura facendosene promoto-
ri una specie di appello alla buona volon-
t avrebbero loccasione di dare una mano
concreta al Paese, allargando i gradi di libert
della sua politica economica con pi spazio
alla crescita, ma contribuendo anche a ridur-
ne i sensi di ingiustizia, a rendere accettabili
sacrifici che comunque dovremo continuare
a fare, e a dare per una volta il senso di vivere
in un luogo in cui lavorare, pagare le tasse e
votare vale la pena.
Presidente della Tassara spa
RIPRODUZIONE RISERVATA
Corriere della Sera SMS

Il progetto di collaborazione tra


Facebook e il leader della telefo-
nia online Skype ha tutta laria di essere
unaltra cattiva notizia per Google, dopo
lindagine per presunto abuso di posizione
dominante a cui il pi grande motore di ri-
cerca del mondo stato sottoposto da par-
te dellAntitrust americano. Laccordo se-
gnala infatti il progressivo
stringersi di una vera e pro-
pria alleanza, non si sa quan-
to organica, tra i suoi avver-
sari, cio il social network di
Mark Zuckerberg e il colos-
so Microsoft, che ha gi un
piede in Facebook con l1,6
per cento del capitale e sta
acquisendo Skype attraver-
so una megaoperazione da
8,5 miliardi di dollari.
I vantaggi di unalleanza del genere sono
abbastanza chiari: per Facebook, grazie ai
servizi Skype, significa attrarre pi utenti
nella sua piazza virtuale e trattenerveli sem-
pre pi a lungo, aumentando la propria for-
za di quasi-monopolio dei social network e
contrastando loffensiva avversaria di Goo-
gle pi sul proprio terreno. Per Microsoft
significa creare le condizioni per una sua
pi ampia partecipazione al dominio delle
comunit virtuali, che sono lodierno cam-
po di battaglia dei giganti del web.
Ma c anche un altro argomento che raf-
forza la convenienza reciproca. Il servizio di
videochat su Skype sar per Zuckerberg
una nuova calamita per fidelizzare i suoi set-
tecentocinquanta milioni di utenti. Una ca-
lamita che diventer ancora pi potente do-
po il passaggio di Skype a Microsoft, quan-
do i social networkers po-
tranno usare i nuovi servizi
come Kinect, un sistema na-
to per i videogiochi, che, gra-
zie a telecamere e sensori,
permette di interagire con
lo schermo senza usare ta-
stiera o altri strumenti.
Tutte cose fantastiche,
ma chi paga il conto di que-
ste meraviglie? Al momento
a sostenere i costi sono solo
le telecom, sulle cui reti passa lintero traffi-
co Internet, comprese le telefonate gratuite
di Skype. Ovvio che in questo meccanismo
ce qualcosa di grosso che non va e che va
cambiato, come chiedono Telecom Italia e
gli altri operatori nazionali. Insomma, ar-
rivato il momento che il conto del web sia
suddiviso tra tutti quelli che ne traggono
profitto.
Edoardo Segantini
esegantini@corriere.it
LA RESPONSABILIT DELLA CLASSE DIRIGENTE
Idee&opinioni
Servizio in abbonamento (3 euro a settimana). Per disattivarlo invia RCSMOBILE OFF al 4898984
Maggiori informazioni su www.corrieremobile.it
di ANTONIO PURI PURINI
DACCORDO, DE ANDR NON ERA UN SANTO
MA NON MERITA LINFERNO DI ROLLINGSTONE
di PIETRO MODIANO

Festeggiare lintesa sul finanzia-


mento delle missioni militari al-
lestero facile, soprattutto per la Lega:
basta rivendicare la met piena del bic-
chiere e dimenticare laltra. Ma a rovinare
un po il giochetto ha pensato ieri Giorgio
Napolitano. Per diventare realt, ha detto
il Presidente, le ipotizzate riduzioni dei
contingenti italiani dovranno essere con-
cordate con gli organismi internazionali.
Lannotazione di cruciale rilievo. Napoli-
tano non ignora lo stato delle nostre fi-
nanze, e sa dunque che risparmi devono
essere compiuti anche nel settore delle
missioni militari. Ma il Quirinale, davanti
alle suggestioni del tutti a casa agitate
dalla Lega, deciso a mantenere fermi al-
meno due punti. Il primo quello di ricor-
dare che le missioni militari non sono fa-
vori resi a qualcuno ma rispondono al
primario interesse dellItalia: che si tratti
di stabilit e di sicurezza regionale, di lot-
ta al terrorismo o di difesa del nostro ran-
go internazionale.
Il secondo punto, che il Presidente ha
ricordato ieri dopo le decisioni governati-
ve, consiste nellescludere iniziative unila-
terali. La credibilit dellItalia si gioca pro-
prio su questo. Ritireremo seicento uomi-
ni dal Libano, stato detto. Lo si pu fa-
re, ma chiaro a tutti, proprio a tutti, che
quella in Libano una missione Onu? E
che dunque prima di ridurre il contingen-
te giusto parlare con i vertici del Palaz-
zo di Vetro, per agire di concerto con lo-
ro?
Poi c la Libia. Sorvoliamo sul massic-
cio taglio di personale che viene contabi-
lizzato spostando una nave. Sorvoliamo
anche sulle singolari dichiarazioni rila-
sciate ieri dal Presidente del Consiglio,
che sarebbe stato trascinato in guerra dal
Parlamento e dal Quirinale (mentre agli
atti risultano sue modifiche di posizione,
semmai patrocinate da inviati Usa). Resta
il fatto che il mandato di cui dispone lAl-
leanza atlantica scade nella seconda met
di settembre, e l si fermano anche i finan-
ziamenti decisi ieri. Bene, tutti sperano
che per allora la guerra sia stata superata,
per via militare o per via diplomatica. In
caso contrario, per, la Nato potrebbe
chiedere un prolungamento, o alcuni Pae-
si potrebbero formare una coalizione dei
volonterosi. LItalia pu certamente defi-
larsi, come far nei prossimi giorni la Nor-
vegia. Tutto sta a scegliere, e a riflettere
per tempo.
Franco Venturini
RIPRODUZIONE RISERVATA
Le news pi importanti in anteprima sul tuo cellulare. Invia un sms con la parola CORRIERE al 4898984
LA VISITA DI WULFF A ROMA
Imposta patrimoniale per chi ha di pi
D
O
R
I
A
N
O
S
O
L
I
N
A
S
SU SKYPE NUOVA OFFENSIVA DI FACEBOOK
E TELECOM NON VUOLE PAGARE IL CONTO

RollingStone, che un mensile


molto trasgressivo, dedica 16
pagine pi copertina a Fabrizio De Andr.
E, siccome RollingStone molto tra-
sgressivo, non gli piacciono i santi e
quindi dichiara nello strillo della cover
di essere in grado di buttare De Andr gi
dallaltare. Operazione legittima, natural-
mente. Se fatta con onest. Invece, provia-
mo a leggere soltanto titoli e sommari cio
tutto quello che in un giornale non il te-
sto dellarticolo ma il modo di presentarlo.
Ci sono 16 sentenze una media di una
per pagina che, abilmente-maliziosa-
mente-capziosamente estrapolate dai pez-
zi, vorrebbero dimostrare che il luogo in
cui vive adesso De Andr non il paradiso
dei divini artisti ma linferno dei meschini
umani.
Ne esce un cocktail velenoso. Gi nel
sommario: Oh se trincava.... Ciucche
tristi, perlopi. Poi: Ambiguo e confuso
culturalmente. Parole strappate a Dori
Ghezzi, che lo ama ancora davvero: Un
cazzaro, orso, che amava provocare, di mo-
di aggressivi, beveva e fumava troppo. Ru-
bate a Paolo Villaggio: Che fosse un bor-
ghese vero. E che bevesse pure. I vicoli
cantati? Tutte balle: emarginati, poveri, put-
tane... eravamo benestanti e quelle erano
tutte sole (nel senso di imbrogli ndr). Pa-
role stuprate a Mauro Pagani, che per De
Andr ha composto Nuvole, la pi poe-
sia delle sue poesie: Pigro, tirchio e con
un ego smisurato. Truffa metafisica: So-
no un bene di consumo attenzione: fat-
to dire a De Andr stesso il mio mestie-
re. Un altro morto che parla: Lucio Batti-
sti: De Andr? Autore di testi goliardici.
Puro gossip: avere una casa in Sardegna, se
sei De Andr, equivale a: Una vita di bagor-
di selvaggi... in una Neverland come quella
di Michael Jackson. Ma il massimo : vole-
te sapere quando De Andr ha perso la ver-
ginit? Leggete a pagina 50: c una didasca-
lia che non si appiccica a nessuna fotogra-
fia, ma messa l giusto per farti capire che
loro saranno pure trasgressivi, ma sono an-
che persone per bene. Dice: A undici anni
(De Andr) perse la verginit con una ca-
pra.... E che male c, caro RollingStone
per te che sei cos trasgressivo?
Francesco Cevasco
RIPRODUZIONE RISERVATA
RIDUZIONE DELLE MISSIONI MILITARI
LA PREOCCUPAZIONE DEL QUIRINALE
52
Venerd 8 Luglio 2011 Corriere della Sera italia: 515050585854

il bello della diretta. O forse, stavolta, il brutto. Una


piccola iniziativa, poche migliaia di firme raccolte a
San Francisco per chiedere ai cittadini di votare sulla
liceit della circoncisione dei minori, si trasformata
nelle ultime settimane in una guerra di religione
che infiamma mezza America e pone nuovi dubbi sul ricorso
agli strumenti della democrazia diretta. Non parliamo, infatti,
di televisione, ma di referendum: quelle consultazioni la cui effi-
cacia abbiamo sperimentato appena poche settimane fa, ma sul-
le quali in Italia gli elettori vengono chiamati ad esprimersi di
rado.
Altrove in Europa ad esempio in Svizzera ma soprattut-
to in molti Stati degli Usa, si fa, invece, un ricorso molto pi
frequente ed esteso, soprattutto a livello locale, ai referendum,
con lobiettivo non solo di abrogare, ma soprattutto di introdur-
re nuove norme nelle materie pi disparate e, spesso, delicate:
tasse, immigrazione, questioni etiche.
Pi libert, scelte democratiche fatte direttamente dal popo-
lo: un sistema apprezzato a sinistra come a destra. Ad esempio
in California, culla della democrazia referendaria americana: il
movimento antitasse, quello che ha lanciato Reagan verso la
Casa Bianca, nato proprio da un referendum californiano, la
Proposition 13 del 1978. E daltra
parte San Francisco, capitale del-
lAmerica liberal, ha usato per de-
cenni lo strumento referendario
per adottare misure progressiste
e portarle allattenzione di tutto il
Paese.
Da tempo, per, molti econo-
misti notano che non tutto oro
quello che luccica: se molti Stati
Usa sono sullorlo della bancarot-
ta non dipende solo dallinsipien-
za dei loro amministratori, ma an-
che dallatteggiamento di elettori che hanno continuato a chie-
dere assistenza e servizi pubblici, ma che poi con i referendum
hanno fissato limiti rigidi al prelievo fiscale, spingendo la politi-
ca a ricorrere oltremisura al debito.
Rimasta sottotraccia sui temi fiscali, la discussione sui limiti
del referendum esplode ora che a San Francisco sono bastate
poco pi di settemila firme per dare agli elettori il potere di en-
trare in un terreno fin qui riservato alle famiglie, chiedendo che
la circoncisione (presentata come una mutilazione, sia pure mi-
nima) venga scelta responsabilmente da ognuno in et adulta, e
non demandata a genitori che decidono sulla base di tradizioni
e precetti religiosi. Alla prevedibile rivolta dei leader religiosi
dellebraismo, si sono uniti anche i musulmani (la circoncisione
pratica diffusa in tutto il Medio Oriente fin dallera dei faraoni)
e poi anche le chiese evangeliche e i vescovi cattolici. Una picco-
la iniziativa locale, definita sarcasticamente il referendum del
prepuzio, si cos trasformata in un caso nazionale con pole-
miche feroci. Gli avvocati della citt cercano di uscirne, affer-
mando che, se i medici saranno esentati dallapplicazione del-
leventuale divieto, la norma diventer di fatto incostituzionale.
massimo.gaggi@rcsnewyork.com
RIPRODUZIONE RISERVATA
Si
R
69,3 No
R
30,7
PREZZI DI VENDITA ALL'ESTERO: Albania e 2,00; Argentina $ 6,80 (recargo envio al interior $ 0,50); Austria e 2,00; Belgio e 2,00; Brasile R$ 7,00; Canada CAD 3,50; CH Fr. 3,00;
CH Tic. Fr. 3,30 (con Style Magazine); Cipro e 2,00; Croazia Hrk 15; CZ Czk. 61; Danimarca Kr. 18; Egitto e 2,00; Finlandia e 2,50; Francia e 2,00; Germania e 2,00; Grecia e 2,00;
Irlanda e 2,00; Lux e 2,00; Malta e 2,10; Marocco e 2,20; Monaco P. e 2,00; Norvegia Kr. 22; Olanda e 2,00; Polonia Pln. 9,10; Portogallo/Isole e 2,00; Romania e 2,00; SK Slov. e
2,20; Slovenia e 2,00; Spagna/Isole e 2,00; Svezia Sek 25; Tunisia TD 3,50; Turchia e 2,00; UK Lg. 1,80; Ungheria Huf. 550; U.S.A. USD 3,50. ABBONAMENTI: Per informazioni sugli
abbonamenti nazionali e per l'estero tel. 0039-02-63.79.85.20 fax 02-62.82.81.41 (per gli Stati Uniti tel. 001-718-3610815 fax 001-718-3610815; per il Brasile Numero verde 0800-558503
solo per San Paolo e 00xx11-36410991 per tutte le altre localit). ARRETRATI: Tel. 02-99.04.99.70. SERVIZIO CLIENTI: 02-63797510 (prodotti collaterali e promozioni).
S.p.A.
CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
PRESIDENTE
Piergaetano Marchetti
CONSIGLIERI
Giovanni Bazoli, Luca Cordero di Montezemolo,
Diego Della Valle, Antonello Perricone,
Giampiero Pesenti e Marco Tronchetti Provera
DIRETTORE GENERALE SETTORE QUOTIDIANI ITALIA
Giulio Lattanzi
2011 RCS QUOTIDIANI S.P.A.
Sede legale: Via Angelo Rizzoli, 8 - Milano
Registrazione Tribunale di Milano n. 139 del 30 giugno 1948
Responsabile del trattamento dei dati (D. Lgs. 196/2003): Ferruccio de Bortoli
privacy.corsera@rcs.it - fax 02-6205 8011
COPYRIGHT RCS QUOTIDIANI S.P.A.
Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo quotidiano pu essere riprodotta
con mezzi grafici, meccanici, elettronici o digitali. Ogni violazione sar perseguita a nor-
ma di legge.
DIREZIONE, REDAZIONE E TIPOGRAFIA 20121 Milano - Via Solferino, 28 - Tel. 02-6339
DISTRIBUZIONE m-dis Distribuzione Media S.p.A.
Via Cazzaniga, 19 - 20132 Milano - Tel. 02-2582.1 - Fax 02-2582.5306
PUBBLICIT RCS Pubblicit
Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano - Tel. 02-50956543 - www.rcspubblicita.it
EDIZIONI TELETRASMESSE: Tipografia RCS Quotidiani S.p.A. 20060 Pessano con Borna-
go - Via R. Luxemburg - Tel. 02-95.74.35.85 S RCS Produzioni S.p.A. 00169 Roma - Via
Ciamarra 351/353 - Tel. 06-68.82.8917 S SEPAD S.p.A. 35100 Padova - Corso Stati Uniti 23 -
Tel. 049-87.00.073 S Niber S.r.l. 40057 Cadriano di Granarolo dellEmilia (Bo) - Via Don G.
Minzoni 54 - Tel. 051-76.55.67 S Tipografia SEDIT Servizi Editoriali S.r.l. 70026 Modugno
(Ba) - Via delle Orchidee, 1 Z.I. - Tel. 080-58.57.439 S Societ Tipografica Siciliana S.p.A.
95030 Catania - Strada 5 n. 35 - Tel. 095-59.13.03 S Centro Stampa Unione Sarda S.p.A.
09034 Elmas (Ca) - Via Omodeo - Tel. 070-60.131 S BEA printing bvba - Maanstraat 13, 2800
Mechelen, BelgiumS Sports Publications Production 1300 Metropolitan Ave. Brooklyn, NY
11237 S CTC Coslada - Avenida de Alemania, 12 - 28820 Coslada (Madrid) S La Nacin -
Bouchard 557 - 1106 Buenos Aires S Taiga Grfica e Editora Ltda - Av. Dr. Alberto Jackson
Byington N1808 - Osasco - So Paulo - Brasile S Miller Distributor Limited Miller House,
Airport Way, Tarxien Road Luqa LQA 1814 - Malta S Hellenic Distribution Agency (CY) Ltd
208 Ioanni Kranidioti Avenue, Latsia - 1300 Nicosia - Cyprus
PREZZI: * Non acquistabili separati, il gioved (nella regione Sardegna la domenica) Corriere della
Sera + Sette e 1,50 (Corriere e 1,20 + Sette e 0,30); il sabato Corriere della Sera + IoDonna e 1,50
(Corriere e 1,20 + IoDonna e 0,30) . A Como e prov., non acquistabili separati: m/m/v/d Corsera +
Cor. Como e 1,00 + e 0,20; gio. Corsera + Sette + Cor. Como e 1,00 + e 0,30 + e 0,20; sab. Corsera +
IoDonna + Cor. Como e 1,00 + e 0,30 + e0,20. In Campania, Puglia, Matera e prov., non acquistabi-
li separati: lun. Corsera + CorrierEconomia del CorMez. e 0,80 + e0,40; m/m/v/d Corsera + CorMez.
e 0,80 + e 0,40; gio. Corsera + Sette + CorMez. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40; sab. Corsera + IoDonna +
CorMez. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40. In Veneto, non acquistabili separati: m/m/v/d Corsera + CorVen.
e 0,80 + e 0,40; gio. Corsera + Sette + CorVen. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40; sab. Corsera + IoDonna +
CorVen. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40. In Trentino Alto Adige, non acquistabili separati: m/m/v/d
Corsera + CorTrent. o CorAltoAd. e 0,80 + e 0,40; gio. Corsera + Sette + CorTrent. o CorAltoAd. e
0,80 + e 0,30 + e 0,40; sab. Corsera + IoDonna + CorTrent. o CorAltoAd. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40. A
Bologna e prov. non acquistabili separati: m/m/v/d Corsera + CorBo e 0,53 + e 0,67; gio. Corsera +
Sette + CorBo e 0,53 + e 0,30 + e 0,67; sab. Corsera + Io Donna + CorBo e 0,53 + e 0,30 + e 0,67. A
Firenze e prov. non acquistabili separati: l/m/m/v/d Corsera + CorFi e 0,53 + e 0,67; gio. Corsera +
Sette + CorFi e 0,53 + e 0,30 + e 0,67; sab. Corsera + Io Donna + CorFi e 0,53 + e 0,30 + e 0,67.
ISSN 1120-4982 - Certificato ADS n. 7100 del 21-12-2010
La tiratura di gioved 7 luglio stata di 690.050 copie
I POTENZIALI PERICOLI
Doppi incarichi
Caro Romano, assessore di
una citt e parlamentare: la
concomitanza dei due
incarichi inopportuna per
lesistenza di un conflitto,
anche solo potenziale, di
interessi non personali del
rappresentante, ma degli
enti rappresentati.
Lincompatibilit, ancorch
non prevista dalla legge,
discende dagli interessi
particolari degli enti
locali, mentre lente statale
centrale deve garantire
limparzialit necessaria a
gestire gli interessi generali.
Lart. 67 della Costituzione
assegna al parlamentare il
compito di rappresentare la
Nazione senza vincolo di
mandato: in certi casi
linteresse di una citt pu
essere confliggente con
linteresse nazionale.
Marco Preioni
marcopreioni@libero.it
Anche gli interessi del col-
legio elettorale possono esse-
re diversi da quelli della co-
munit nazionale. Ma il Parla-
mento dovrebbe servire a tro-
vare fra i diversi interessi la
migliore sintesi possibile.
DA PRODI A BERLUSCONI
Le pensioni doro
Spigolature sulla manovra.
Per lEuropa il
provvedimento non
urgente, ma si sceglie il
decreto-legge. La manovra
serve soprattutto nel
2013-2014, ma da subito
scattano solo i tagli sulle
pensioni e gli aumenti sui
bolli dei titoli. II riferimento
allEuropa vale per i costi
della politica, ma non per il
trattamento fiscale delle
pensioni (vedi Germania).
Nella delega fiscale si
indicano come obiettivi della
parte assistenziale il lavoro, i
giovani, la natalit, ma non
gli anziani. In una
precedente manovra di Prodi,
le pensioni doro erano quelle
da oltre 3.800 euro lordi,
oggi, con Berlusconi, sono
diventate doro anche quelle
oltre i 2.400 euro.
Aurelio Guerra
aguerra@fpcida.it
PER GLI YACHT
Niente superbollo
Al di l del fatto che tutta la
manovra stata scaricata
come al solito sui cittadini
(la Casta non fa sacrifici),
mi domando perch, fra i
tanti provvedimenti, non si
pensato a qualche
superbollo per le migliaia
di yacht e superbarche che
nei prossimi giorni
riempiranno i nostri porti.
Renata Carcano
renatac@hotmail.it
FACILI RISPARMI
Medicine monodose
Speriamo che tra le tante
voci di risparmio compaia
finalmente quella dei
farmaci monodose, evitando
che spesso tre quarti dei
medicinali finisca in
discarica.
Lionello Leoni
lionello.leoni@alice.it
RIFIUTI DI NAPOLI
Usare la ferrovia
Alcune regioni accetteranno
rifiuti provenienti da Napoli,
per permettere luscita
dallemergenza. Per
esempio, si parla di 20.000
tonnellate che potrebbero
dirigersi verso la Liguria.
Spero almeno che si usi il
trasporto su ferrovia,
altrimenti ci vorranno
circa 500 camion che
percorreranno centinaia di
chilometri, consumando
uninfinit di gasolio con
relativo inquinamento. Ma
poi, dopo la collaborazione
di diverse regioni, sar finita
davvero?
Giorgio Mazzola
giorgio.mazzola@live.it
PER POLITICI E CITTADINI
Utilit delle Province
Non vero che le Province
sono inutili: sono inutili,
semmai, per i cittadini, ma
per i partiti sono utilissime.
Tra le funzioni cruciali
che svolgono c quella del
parcheggio: offrono infatti
posti a giovani politici in
ascesa e a vecchi politici in
discesa. Infatti, dato che le
Province non si occupano di
nulla, credo siano una
tranquilla palestra per i
rampolli in attesa di
poltrone pi prestigiose e un
quieto luogo di riposo per i
baroni in attesa della
pensione. Siamo in tempo
di crisi? A maggior ragione,
le poltroncine delle province
fanno comodo!
Tommaso Merlo
merlot@iol.it
FONDATO NEL 1876
DIRETTORE RESPONSABILE
Ferruccio de Bortoli
CONDIRETTORE
Luciano Fontana
VICEDIRETTORI
Antonio Macaluso
Daniele Manca
Giangiacomo Schiavi
Barbara Stefanelli
SUL WEB
Risponde
Interventi & Repliche
4
Francesconi
Lettere al Corriere
Per Moody's il debito
portoghese
spazzatura. Temete
un contagio
sulleconomia italiana?
Visti da lontano
La tua opinione
su corriere.it
Risposte alle 19 di ieri
IL COMBATTENTE ANONIMO
E LA GUERRA INVAL DI SUSA
* Con "Sette" e 2,70; con "Io Donna" e 2,70; con "Style Magazine" e 3,20; con "Corriere Enigmistica" e 2,50; con "Storia dItalia" e 9,10; con "La Cucina del Corriere della Sera" e 6,10; con "I Classici dellArte" e 8,10; con "LEuropeo" e 9,10; con "La storia universale Disney" e 9,19; con "Biblioteca della mente" e 11,10; con "Il mio nome Pino
Daniele" e 11,10; con "Supereroi. Le leggende Marvel" e 11,19; con "Capolavori delle grandi Civilt" e 11,19; con "Giovanni Paolo II" e 14,10; con "Io Scrivo" e 14,10; con "Il Mondo" e 4,00; con "Inediti dautore + Sette" e 3,70; con "Inediti dautore + Io Donna" e 3,70
E-mail: lettere@corriere.it
oppure: www.corriere.it
oppure: sromano@rcs.it
di Massimo Gaggi
Sergio Romano
Quel referendum
che divide lAmerica
Murdoch chiude
News of the World
dopo lo scandalo
delle intercettazioni.
Ha fatto bene?
Mi piacerebbe conoscere il
suo parere sugli scontri
avvenuti in Val di Susa,
intorno ai cantieri Tav e sul
modo di agire di quei
comitati appoggiati da frange
violente di antagonisti e falsi
pacifisti. Qui non in gioco
solo la ferrovia, ma
laccettazione delle regole
democratiche di decisione, e
in democrazia la
maggioranza decide e la
minoranza si adegua. Il
peggio che certi pacifisti
vorrebbero tenere sotto scacco
la democrazia del Belpaese e
sono strumentalizzati da
leader, che potrebbero essere
definiti cattivi maestri, che
fomentano odio e violenza.
Impedire al governo di fare
quanto stato deciso in
maggioranza solo eversione,
e purtroppo in Italia non
esistono pi validi
rappresentanti e leader di un
certo colore con idee forti per
il sociale e lambiente, ma
solo violenti che vorrebbero
tenere sotto scacco la
democrazia del nostro
Belpaese.
Pier Pale
Cornaredo (Mi)
Caro Pale,
S
e cercassi di rispondere
alla sua lettera, ripeterei
ci che il Corriere ha gi
scritto sullargomento e in
particolare le considerazioni
di Marco Imarisio (4 luglio).
Il giornale ha descritto gli av-
venimenti, ma non ha mai na-
scosto le sue opinioni sulluti-
lit dellopera e sulla inaccet-
tabile violenza dellala militan-
te dei dimostranti. Mi limite-
r quindi a parlarle di una tra-
smissione ascoltata su Rai Ra-
dio 3, a cui ha partecipato il
rappresentante di un centro
sociale torinese che ha chie-
sto e ottenuto di non dire il
proprio nome. normale che
chi sostiene una causa rifiuti
di rivelare la propria identit?
normale soltanto se la perso-
na si considera un clandesti-
no e si appresta a compiere
azioni che verranno conside-
rate illegali dalle forze contro
le quali intende combattere.
Quella voce anonima mi ha ri-
cordato linquietante cappuc-
cio con cui i militanti dellEta
appaiono di fronte alle teleca-
mere quando vogliono annun-
ciare le decisioni strategiche
del movimento indipendenti-
sta basco.
Allanonimo e a unaltra
persona che prendeva parte al-
la trasmissione stato chie-
sto il motivo della loro ostili-
t alla costruzione della Tav
fra Torino e Lione. Nelle rispo-
ste non ho trovato dati tecni-
ci, considerazioni economi-
che, soluzioni alternative e il
bench minimo tentativo di
controbattere le tesi di coloro
per cui la ferrovia necessa-
ria allintegrazione dellecono-
mia italiana in quella del mer-
cato unico. Ho ascoltato sol-
tanto parole generiche sul-
linutilit del progetto e sul-
lentit dalla spesa. Non ne so-
no sorpreso. Per coloro che ri-
cercano lo scontro e vanno al-
le dimostrazioni armati di tut-
to punto, la Tav soltanto un
pretesto. Hanno idee confuse,
ma rivoluzionarie e utilizzano
qualsiasi protesta nella spe-
ranza di trasformarla in un
moto insurrezionale. Se fossi
un cittadino della Val di Susa
e avessi qualche riserva sulla
Tav, avrei limpressione di es-
sere intollerabilmente usato e
sfruttato.
Unultima nota. A una do-
manda sulla legittimit della
violenza, lanonimo ha rispo-
sto che lassedio del cantiere
si propone di dimostrare allo
Stato che non ne vale la pe-
na. Chi parla di assedio non
vuole affermare un principio,
raccogliere consensi, perse-
guire un obiettivo civile. Vuo-
le la resa dello Stato. In altre
parole questo non il linguag-
gio della politica. il linguag-
gio della guerra.
RIPRODUZIONE RISERVATA
@
Servizi sanitari: controlli del Senato
Ho letto laccorato appello di un lettore
che si chiede come mai i parlamentari,
cos attenti alla situazione dei detenuti
e delle carceri, non si preoccupino delle
condizioni degli ospedali italiani e degli
ammalati che vi vengono curati
Appello ai parlamentari: visitare gli
ospedali, Corriere del 6 luglio.
Il Senato della Repubblica ha istituito
un organismo speciale che ho lonore
di presiedere: la Commissione
parlamentare dinchiesta sullefficacia
e lefficienza del servizio sanitario
nazionale, la cui missione proprio
quella di investigare e valutare la
qualit dei servizi e delle prestazioni
rese nelle nostre strutture sanitarie.
Nel corso di questa legislatura, la
Commissione ha gi dedicato 123
sedute allefficacia dei servizi
sanitari, occupandosi di casi concreti,
di disservizi, di corruzione sanitaria, di
episodi drammatici come quello della
morte di Stefano Cucchi, ma anche,
molto spesso, della valutazione dei
servizi offerti ai pazienti. Ci siamo
anche occupati, con una inchiesta
meticolosa e documentata, degli
ospedali psichiatrici giudiziari, luoghi
spaventosi in cui sono trattenuti in
situazioni di assoluto degrado malati
dimenticati dallo Stato. Ma, soprattutto,
la Commissione ha effettuato 52
sopralluoghi in altrettante strutture
sanitarie in tutta Italia. Abbiamo
trovato realt molto differenti tra loro,
nelle diverse Regioni. Quando ci
siamo imbattuti in situazioni
inadeguate, siamo intervenuti
tempestivamente chiudendo due
strutture in Abruzzo e una in Sicilia. Il
nostro lavoro prosegue. Nel solo mese
di luglio procederemo con altre 7
missioni gi programmate, cosicch
entro fine agosto avremo visitato
complessivamente 70 strutture.
Ogni volta ci preoccupiamo di valutare
con metodo scientifico la qualit del
servizio e delle prestazioni rese al
paziente, secondo parametri oggettivi.
Ad esempio, il numero di giorni di
attesa per lintervento chirurgico dopo
la rottura di un femore. Potrei
continuare citando uninfinit di dati,
tutti comunque disponibili
sul sito del Senato.
Sen. Ignazio Marino, Pd
presidente Commissione inchiesta
servizio sanitario nazionale
La posizione di Strauss-Kahn
Anche in riferimento al quesito posto
da unaltra lettrice (Corriere di ieri),
vorrei esprimere il mio giudizio sul caso
di Dominique Strauss-Kahn. Per me
Strauss-Kahn lunico responsabile
per quello che gli successo. Forse
DSK non colpevole nel senso
giuridico (questo sar deciso in
tribunale), ma sicuramente colpevole
sotto il profilo morale. Un uomo nella
sua posizione, sposato, con il passato
che conosciamo tutti, non doveva
mettersi in nessuna situazione
potenzialmente compromettente. La
vicenda non sarebbe successa se
Strauss-Kahn avesse avuto almeno un
po di senso morale quando gli stata
tesa leventuale trappola.
Daniel Gold, dangold@stny.rr.com
La domanda
di oggi
Le lettere, firmate con nome, cognome e citt, vanno inviate a:
Lettere al Corriere Corriere della Sera
via Solferino, 28 20121 Milano - Fax al numero: 02-62.82.75.79
Il voto sulla
circoncisione
a San Francisco
fa discutere
la nazione intera
53
Corriere della Sera Venerd 8 Luglio 2011 italia: 515050585854
La commedia riscopre
lossessione del bisturi
ROMA Pappi Corsicato affon-
da il bisturi del suo cinema pop-
surrealista sul mondo della chirur-
gi a pl ast i ca. Al Teat ro 1 8 di
Cinecitt stata allestita una sala
operatoria in plexiglass con incasto-
nati piedi, occhi, gambe, nasi. Ma-
dame, alza la gambetta, dice il regi-
sta napoletano a Laura Chiatti, diste-
sa sul lettino mentre Alessandro
Preziosi, le mches bionde e in ca-
mice, la osserva. Racconta Pappi:
Lei una rinomata conduttrice di
un programma di bellezza e di chi-
rurgia estetica a cui partecipa il ma-
rito, Alessandro, chirurgo nonch
proprietario di una clinica. A Laura
capita di avere un incidente strada-
le in cui rimane sfigurata. Quella
che in apparenza sembra una cosa
negativa, le porter notoriet e de-
naro. Pappi allergico a racconta-
re trame, che lui chiama i fattarel-
li. Ma non si pu non dire che sar
il marito a operarla in diretta e che
lei, la moglie, prender le sembian-
ze di unaltra donna.
Il film si intitola Il volto di unal-
tra, a prima vista ricorda La piel que
habito (La pelle in cui vivo), il thril-
ler di Almodvar presentato al Festi-
val di Cannes, con Antonio Bande-
ras chirurgo plastico psicopatico,
che uscir a fine settembre. In realt
basta lo stile di Pappi Corsicato, che
lui stesso genialmente definisce ne-
on-realista, a tracciare il solco della
diversit. La scenografia, per dire,
aiuta la storia in funzione espressio-
nista, ne definisce i contorni. Qui
dice Pappi, alla sua quinta opera,
scritta ben dieci anni fa ho volu-
to colori tenui per dare unatmosfe-
ra morbida al film, evanescente, so-
gnante, niente di violento, ed
unaltra diversit rispetto alla vicen-
da orrifica del regista della Man-
cha, che cambia il sesso allo stupra-
tore della figlia, rendendolo simile
a sua moglie morta in un incidente
dauto.
Il volto di unaltra prodotto da
Tilde Corsi e Gianni Romoli con Rai
Cinema e la Provincia di Bolzano.
LAlto Adige e le sue valli, uno sfon-
do essenziale. I personaggi gireran-
no fasciati come mummie creando
un contrasto con lestetica di un pae-
saggio talmente bello da sembrare
finto, dice il regista che si forma-
to nei video darte; menzionando le
sue fonti di ispirazione cita un film
di Van Dyke del 1936, Luomo om-
bra, oltre a due artisti americani: le
installazioni di Matthew Barney e
le fotografie di Gregory Crewdson.
Il fattarello sulla chirurgia plastica
nasconde in realt lo sguardo di
Corsicato, ironico, estroso, acido,
mai bonario, strettamente perso-
na l e , s u l mo nd o e s u l l a
contemporaneit: Eppure non cre-
do di inventare molto, rielaboro co-
se che ho visto, Fellini, Monicelli, Di-
no Risi, i musical....
La storia riprende il vecchio ada-
gio tra lapparire e lessere, il rap-
porto ribaltato tra realt e finzio-
ne, dove la finzione molto pi
importate della realt, quanto pi
si finti tanto pi si credibili.
Lidea prosegue che si
pronti a tutto pur di affermarsi. I
due protagonisti sono fomentati
dagli spettatori del programma,
il pubblico in studio a dettare
lagenda dellimprevedibilit, i due
diventano vittime di un meccani-
smo pi grande di loro, che travali-
ca la realt.
Il regista ha pensato a certi show
mattutini americani: Va l e ti rifai
in trasmissione. Il rapporto tra
Alessandro Preziosi e Laura Chiatti
era spento, cera competizione, due
fuoriclasse nel loro lavoro. Sembra
quasi che lincidente riaccenda la lo-
ro passione e amore. Una folla si
agita attorno. Iaia Forte la suora
infermiera, una specie di caposala;
un po tedesca, dura ma anche
una che d fregature, chiede offer-
te, soldi; un gruppo di ciccioni del-
la clinica-beauty farm, sono costret-
ti a saltare in un sacco di juta per
raggiungere una mela, un modo di-
vertente per raccontare le diete mo-
struose; poi c Lino Guanciale che
nella clinica fa mille lavoretti ed
lantagonista di Preziosi.
Ad Alessandro il suo chirurgo ri-
corda Marcello Mastroianni di 8
e e George Clooney di Prima ti
sposo, poi ti rovino. Il mio perso-
naggio, che non n furbo n dia-
bolico, ha la leggerezza dellinsen-
satezza.
Laura Chiatti voleva finalmente
uscire da personaggi naturalistici.
Con Pappi si fa una recitazione tea-
trale, enfatizzata. Mi sono messa al-
la prova. Mi sembra di essere in Eva
contro Eva.
Nel film si chiama Bella: Una
donna che vive di apparenza pi
che di sostanza, come se recitasse
sempre una parte. Dopo lincidente
riflette sulle priorit della vita. Ma
qual il suo concetto di bellezza?
Cambia con let. A 15 anni ero os-
sessionata dal seno piccolo o che
non fossi troppo alta. Oggi la bel-
lezza la nascita dei miei nipoti-
ni, la mia parrucchiera che da
30 anni dice amore tutte le matti-
ne al marito. E la chirurgia este-
tica? Io sono abbastanza bigot-
ta. C chi ne fa una questione
di vita o di morte cercando
una compensazione di cose
che ti mancano dentro. E poi
ho visto troppe amiche che si so-
no sfasciate.
Valerio Cappelli
RIPRODUZIONE RISERVATA
Corsicato: affronto i falsi miti con Laura Chiatti
Spettacoli
Altri casi
Lattrice
La trama
A 15 anni
avevo
complessi
ma ho
visto
troppe
amiche
rovinate da
interventi
sbagliati
Riprese
Il regista
Almodvar al cinema
La piel que habito di Pedro Almodvar
racconta le vicende di un chirurgo plastico,
Legard (Antonio Banderas), molto gettonato,
ma con qualche problema psicologico.
In Italia a settembre
Nip/Tuck in tv
la serie televisiva americana basata sulla
vita di due chirurghi plastici di Miami, Sean
McNamara (Dylan Walsh) e Christian Troy
(Julian McMahon), tra successo, donne
e problemi esistenziali

A sinistra, Laura
Chiatti (famosa
conduttrice tv)
e Alessandro
Preziosi (chirurgo
e proprietario
di una clinica)
nel film Il volto
di unaltra diretto
dal regista Pappi
Corsicato (a
destra in unaltra
scena del film)
Bionda
Laura
Chiatti,
29 anni
tra una
settimana
Laura Chiatti nel film la
rinomata conduttrice di un
programma di bellezza a cui
partecipa il marito, Alessandro
Preziosi, chirurgo. A Laura
capita di avere un incidente
stradale in cui rimane sfigurata.
Quella che in apparenza
sembra una cosa negativa
le porter notoriet e denaro.
Lidea che si pronti
a tutto pur di affermarsi.
I due protagonisti sono
fomentati dagli spettatori
Il set
Il volto di
unaltra
la storia
di uno show
televisivo
sulla chirurgia
54
Venerd 8 Luglio 2011 Corriere della Sera italia: 515050585854
La rivale
Barbara DUrso, 54 anni: a
settembre condurr su Canale 5
il programma Baila!, format
sudamericano
MILANO Nell agosto
2008 la Corte suprema della Ca-
lifornia decide che Krieger e
Manzarek non possono pi usa-
re il nome The Doors in esibi-
zioni e concerti dal vivo. Nel
febbraio 2009 Ray e Robby de-
cidono di andare in tour usan-
do il nome Ray Manzarek e
Robby Krieger of The Doors. E
si mette in moto una macchina
rievocativa legata soprattutto
alla figura di Jim Morrison,
morto prematuramen-
te a Parigi il 3 luglio
del 1971, che compren-
de concerti, dischi,
film, mostre.
Il duo atteso in
uno speciale concerto
commemorativo do-
mani al Pistoia Blues
(altro concerto dome-
nica a Grado, Riva
Nazario Sauro). A
cantare, nel ruolo
che fu di JimMorri-
s o n , c D a v e
Brock, vocalist dei
Wild Child, la tribu-
te band dei Doors.
Quarantanni dal-
la scomparsa di uno
dei pi grandi male-
detti del rock: la reu-
nion legata a questo anniver-
sario? Assolutamente s
spiega Robby Krieger da Los
Angeles e a Pistoia offrire-
mo un grande show durante il
quale eseguiremo per la mag-
gior parte i classici dei Doors
assieme ad altre canzoni meno
conosciute. Ruolo comples-
so, quello di Dave Brock. Oltre
ad avere una somiglianza fisica
impressionante, si muove dav-
vero come se fosse la reincarna-
zione di Jim Morrison. Non
esageriamo interviene Krie-
ger -. un grande fan dei Do-
ors e cerca di cantare proprio
come lui. il migliore che pote-
vamo scegliere fra i tanti, il pi
adatto a cantare con noi. In-
somma, una scelta obbligata.
Nella biografia Light My
Fire La mia vita con Jim
Morrison (pubblicata in Italia
da Editori Riuniti con la tradu-
zione di Giulio Nannini), Ray
Manzarek descrive Jim Morri-
son come un leader carismati-
co, a volte autoritario. Ma chi
era veramente? Un ragazzo
dalla personalit forte, ma an-
che difficile. Guardando il
fi l m-documentari o When
Youre Strange, che possiamo
considerare lanti-film di Oli-
ver Stone, evidente che era
un po strano. Cerano due Mor-
rison: una persona vera e un ge-
nio, ma anche uno str.... Dac-
cordo, ma pi poeta o pi divo
del palco? Era un creativo. Gli
piaceva scrivere e amava la poe-
sia. E grazie a lui i Doors sono
diventati lunione di rock, jazz
e poesia. Una leggenda vuole
che Morrison sia ancora vivo:
se fosse vero, come lo immagi-
nerebbe oggi? Malgrado let,
amerebbe stare sul palcosceni-
co. Lo so che molti dei suoi fan
lo vogliono credere ancora vi-
vo, purtroppo sono sicuro che
non cos e che morto quella
notte a Parigi. Anche se il suo
spirito rimane ben presente.
Ma Krieger pensa che le sostan-
ze stupefacenti possano aiuta-
re la creativit? S, ba-
sta che non diventino
devastanti. Ammetto
che fumare marijuana
spesso aiutava a creare
canzoni.
I Doors sono stati la
col onna sonora di
unepoca, la California
anni Sessanta, il movi-
mento hippy. Di tutto
questo quanto ritrovia-
mo nei Doors? Tantis-
simo. Era quasi impos-
sibile sottrarsi alla cul-
tura hippy. La mag-
gior parte dei musici-
sti si rispecchiavano
in quel movimento,
ma noi abbiamo cerca-
to di fare la nostra mu-
sica senza seguire troppo lon-
da. Cercavamo di avere una no-
stra linea musicale che influen-
zasse la gente al di l della mo-
da dominante. Cosa cambia-
to musicalmente dagli anni Ses-
santa a oggi? Adesso la musi-
ca quasi tutta computerizza-
ta, mentre ai nostri tempi cer-
cavamo di essere diversi da tut-
ti gli altri, rendendo particolari
gli arrangiamenti. Oggi chiun-
que con un computer pu fare
musica.
Mario Luzzatto Fegiz
RIPRODUZIONE RISERVATA
Nostalgie rock Concerto della storica band al Pistoia Blues
Woody Allen e Soon Yi
ricevuti da Napolitano
Azione legale contro Baila! con Barbara DUrso
Lampedusa in Festival
Apre Il volo di Wenders
Brevi
Ieri Woody Allen e la moglie Soon Yi
sono stati ricevuti dal presidente della
Repubblica Giorgio Napolitano.
Intanto Penlope Cruz, protagonista
del film di Allen, arrivata a Roma.
Ballando
con le stelle
Il programma
condotto da
Milly Carlucci,
va in onda su
Rai1 dal 2005.
In aprile si
conclusa la
settima
edizione, vinta
da Kaspar
Capparoni e
Yulia
Musikhina. Il
suo format
di propriet
della Bbc e si
chiama
Strictly come
dancing
Baila!
Il nuovo
programma di
Mediaset si
basa sul
format
sudamericano
Bailando por
un sueo
della societ
Televisa
Cinema e immigrazione. Ad aprire la
terza edizione di Lampedusa in
Festival diretta da Luca Vullo sar il
19 luglio Il volo di Wim Wenders, con
Ben Gazzara e Luca Zingaretti. Tra gli
altri titoli, Il colore del vento di Bigoni,
Giallo a Milano di Sergio Basso. E un
concorso per filmakers, 150 opere per
raccontare di quegli stranieri che da
noi sono riusciti a trovare una
normalit oltre lemergenza.
Eroe romantico, vulnerabile e
sensuale. Cos il Mail on Sunday,
domenicale del tabloid inglese Daily
Mail, ha definito Andrea Bocelli cui
ha dedicato la copertina dellultimo
numero con una foto del tenore
impegnato a suonare il sax. Il fatto
che io sia cieco non quello che
definisce la mia vita. E non c
nemmeno una connessione tra
quello e il mio modo di cantare,
dice nellintervista.
Ritornano i Doors, sul palco
c il sosia di Jim Morrison
LINCONTRO
MILANOVa bene esser si-
gnore, ma c un limite. Milly
Carlucci, dopo settimane di
preoccupazioni e allarmi,
passata alle vie di fatto: ha da-
to mandato al suo legale, avvo-
cato Giorgio Assumma, di ini-
ziare unazione legale nei con-
fronti di Canale 5, per preveni-
re la messa in onda del pro-
gramma Baila! che andr in
onda a settembre, condotto da
Barbara DUrso.
Dunque sar proprio la con-
duttrice storica di Ballando
con le stelle insieme a tutti
gli autori (lei stessa autrice
del programma) a intentare
una causa contro la concorren-
za che, a suo avviso, sta chiara-
mente preparando un pro-
gramma identico, con un tito-
lo diverso. Nei prossimi giorni
anche la Rai dovrebbe scende-
re in campo per tutelare un for-
mat che per viale Mazzini in
questi anni stato una vera e
propria manna dal cielo. Di
pi: per Milly Ballando con le
stelle una propria creatura
e quando ha cominciato a sen-
tir parlare di una trasmissione
analoga pensata da Mediaset
andata in fibrillazione.
Lei sa bene che usurare
unidea in tv deleterio. Dun-
que si affannata a dire, senza
giri di parole, che la Rai avreb-
be dovuto fare qualcosa per di-
fendere il format. Milly si spa-
ventata e innervosita anche
perch ha saputo che Media-
set avrebbe contattato i balleri-
ni di Ballando chiedendo lo-
ro di passare alla concorrenza
(per la verit pare che Samuel
Peron abbia gi deciso di dan-
zare tra le braccia della DUr-
so). Stesso discorso sarebbe av-
venuto per i costumi e le sceno-
grafie. Tanto che Rodolfo De
Laurentiis, consigliere dammi-
nistrazione Rai (Udc) ha pi
volte parlato di rischio di pla-
gio chiedendo alla Rai di in-
tervenire.
La ciliegina sulla torta che
avrebbe assai ferito la Carlucci
che non ha alcun problema,
n astio con Barbara DUrso
stata la presentazione dei pa-
linsesti Mediaset a fine giu-
gno. In quelloccasione Pier Sil-
vio Berlusconi, riferendosi al
presunto plagio aveva dichiara-
to: un format sudamerica-
no, si tratta di far ballare perso-
ne normali e vip. La tv di oggi
destinata a seguire program-
mi gi esistenti. Tante trasmis-
sioni si somigliano, che do-
vremmo fare noi quando ci co-
piano?. Dichiarazioni che
avrebbero offeso Milly, decisa
cos a ricorrere alle vie legali.
Vero che Mediaset ha rego-
larmente acquistato il format
dalla casa di produzione Televi-
sa: si chiama Dancing for a
dream (chiamato in altri Pae-
si anche Bailando por un
sueo). Mentre il format di
Raiuno della Bbc e si chiama
Strictly come dancing (ac-
quistato in Italia da Bibi Ballan-
di, un cognome, una garan-
zia). Ma la Bbc aveva gi man-
dato una diffida alla Televisa
poich aveva ravvisato gli estre-
mi di plagio. E di recente la
Bbc ha scritto una lettera a via-
le Mazzini chiedendo di moni-
torare la situazione. Dunque la
copiatura sarebbe avvenuta
a monte. E ora? La storia (della
tv) ci insegna che alla fine non
succede nulla. Si fa zapping tra
cloni con buona pace di chi
arrivato prima.
Maria Volpe
RIPRODUZIONE RISERVATA
Milly fa causa a Mediaset:
no al clone di Ballando
DAL 19 LUGLIO
Bocelli, eroe romantico
vulnerabile e sensuale
Coppia
Milly Carlucci,
56 anni, e
Paolo Belli (49)
durante una
puntata di
Ballando con
le stelle che
va in onda
su Raiuno.
Oltre a
condurlo, la
Carlucci
anche autrice
del programma
che considera
una propria
creatura
Voce
Dave Brock (nel
ruolo che fu di
Jim Morrison) e
Robby Krieger; a
sinistra, il vero
Jim Morrison
Confronto
Polemiche La scelta della conduttrice e di altri autori del programma Rai
IL MAIL ON SUNDAY
55 Spettacoli
Corriere della Sera Venerd 8 Luglio 2011 italia: 515050585854
Anche per i diritti tv
il caso di trovare
una soluzione:
il limite superato
Le bandiere della pace

Mercato l| c|ub |a||orosso prova a ch|udcrc con |Ajar pcr || por||crc S|c|c|cnbur. !uvc. Ross| |n van|a|o su Acro
vero, non rivesto ruoli in Federa-
zione, se nononorifici, ma nel calcioso-
no stato tante cose, e me lo conceda:
provounsentimentodi grande amarez-
za. FrancoCarraro stato davverotan-
te cose, nel calcio (e non solo): presi-
dente del Milan, presidente della Lega,
presidente della Figc, presidente del Co-
ni, commissario straordinario di Lega e
Federcalcio, membro dellesecutivoUe-
fa e del Cio. Ma prima di tutto grande
appassionato.
E da grande appassionato
sono molto preoccupato per
la piega che sta prendendo
il nostro pallone.
Si riferisce alla lite tra
Inter e Juventus?
Per cominciare.
Parliamone. Che si faal-
lora con questo scudetto
2006?
Guardi, in tempi non
sospetti dichiarai che as-
segnare quel titolo era
un errore di politica
sportiva.
Errore di Guido
Rossi?
Rossi stato uno
straordinario commis-
sario. Ha gestitoCalcio-
poli in modo corretto,
ha chiuso una partita
complicata in tempi rapidi. Ma forse
sullassegnazione del titolo stato mal
consigliato dai suoi esperti.
Si riferisce ai cosiddetti tre saggi
Aigner, Coccia e Pardolesi.
Non conoscevano il calcio. O me-
glio, dei tre solo Gerhard Aigner lo co-
nosce, ma non ha grande sensibilit
nella politica sportiva.
Lei quello scudetto non lo avrebbe
assegnato?
Dico solo che storicamente il cal-
cio, quandocerano problemi, nonasse-
gnava il titolo. Candido Cannav, di
cui non si pu dire che non avesse un
buon rapporto con Massimo Moratti,
scrisse di uno "scudetto di carta". Non
aveva torto.
Allora ha ragione la Juventus a
chiedere la restituzione del titolo?
Alt! La Juve non pupensare di ria-
vere il suo scudetto perch allepoca ha
conciliato la sua pena.
Quindi ha ragione lInter a volerse-
lo tenere?
LInter lo ha avuto troppo in fretta.
Mentre era giusto chiudere in fretta il
resto delle questioni, la fretta nellasse-
gnazione del titolo era meno giustifica-
ta.
Laccusa che Rossi e Nicoletti fos-
sero interisti e questoabbia aiutato...
Chi dice cos, dice cose miserrime.
Il bilancio di Rossi come commissario
strapositivo. Gli solo mancata un
po di conoscenza della storia della Fe-
dercalcio.
Inter e Juve non litigano da oggi.
E come no. Ricordo la vicenda di
quella famosa partita del 1961....
Si riferisce a Juventus-Inter 9-1, i
nerazzurri schierarono per protesta
la Primavera, laddio al calcio di Boni-
perti, il debuttoinAdi SandroMazzo-
la.
Esatto. Prima ci fu la partita sospe-
sa, poi il 2-0 a tavolino per lInter, poi la
decisione di rigiocare. Presidente della
Federcalcioera UmbertoAgnelli. Quan-
te polemiche... Per mentre accadeva-
no quelle cose l, Gian Marco Moratti e
Umberto Agnelli erano coetanei e ami-
ci, Angelo Moratti aveva buoni rappor-
ti con i dirigenti della Juve. Ora inve-
ce....
Si litiga senza esclusione di colpi.
Gi, e credo sia arrivato il momen-
todi finirla. Inter e Juve devono trovare
il modo di chiudere questa cosa. Sono
avversari storici, e tali devono rimane-
re, ma forse il caso di trovare una so-
luzione comune a questa situazione.
Nemmeno GiacintoFacchetti sta-
to risparmiato dalle polemiche...
E io sono convinto che nessuno,
neppure il pi"trinariciuto" anti-interi-
sta, possa avere dubbi sulla moralit di
Facchetti: anzi, se proprio devo trovar-
gli un difetto, gli mancava quel cini-
smonecessario per fare il dirigente a li-
vello ottimale.
Quindi Facchetti immacolato.
S, e dir di pi: anche la Juve ha
una bandiera che lo equivale. Gaeta-
no Scirea. Bene, le due societ trovino
il modo di fare uniniziativa comune
nel nome di Facchetti e Scirea, due
grandi gentiluomini, per dare il senso
che s, si pu anche provare rabbia, ma
si deve andare avanti.
Agnelli e Moratti dicono di voler tu-
telare i propri tifosi.
Li capisco. Andrea Agnelli cerca giu-
stamente di difendere la storia della Ju-
ve, una storia fantastica. Massimo Mo-
ratti sostiene che gli interessa soprattut-
to che venga sancito che Facchetti era
un gentiluomo, e ci gli fa onore. Ma
non questo il punto.
E qual ?
Il punto che Agnelli e Moratti so-
nodirigenti. Eundirigente nonpues-
Arb||r|. 8rasch|
rcs|a a||a Can d| A
Hcss|na pcr |a 8

Smettetela
ROMA Tutto come previsto per i
designatori arbitrali per il
2011-2012. Stefano Braschi
stato confermato alla guida della
Can di A (Bazzoli sar il vice al
posto di Borriello); Domenico
Messina ha preso il posto di Rosetti
( a Mosca, contratto quadriennale
per preparare i fischietti russi) alla
guida della Can B (era il vice, ruolo
che ora tocca a Morganti); Stefano
Farina resta alla Can Pro, per il
secondo anno consecutivo, cos
come Serena alla Can D.
Le tappe
Sport
Le due societ
facciano uniniziativa
comune nel nome
di Facchetti e Scirea
di litigare
MILANO In attesa di ap-
prendere marted pomeriggio
da Silvio Berlusconi le strategie
societarie future del Milan (che
aspetta larrivo di mister Xdopo
essersi gi accaparrato inantici-
poMexes e Taiwoe i giovani Pa-
loschi, El Sharaawi e Ricardo
Ferreira), Allegri si appresta a
iniziare la sua seconda stagione
da tecnico rossonero senza sei
elementi. Quattro sono impe-
gnati in Coppa America (Pato,
Robinho, Thiago Silva e Yepes,
che probabilmente si riposeran-
nodopo la Supercoppa di Pechi-
no), mentre due potrannogode-
re di qualche giorno di vacanza
supplementare, considerando
gli impegni con le nazionali di
giugno. Uno Zlatan Ibrahimo-
vic, reduce da problemi a un le-
gamentodella caviglia (che han-
noindottoil dottor Tavana, nuo-
vo responsabile dellarea medi-
ca milanista, a far visita al cen-
travanti nel ritiro della naziona-
le svedese), laltro Antonio
Cassano: per lorolappuntamen-
to in ritiro rimandato al 18 lu-
glio. Preoccupato allidea di per-
dere la maglia azzurra, chiama-
to a Firenze nei giorni scorsi da
Gilardino, Fantantonio ha vissu-
to unestate di dubbi: chiss se
al suorientro a Milanellolattac-
cante avr messo da parte le sue
incertezze (incasocontrariopo-
trebbe decollare la trattativa
con il club viola sulla base di
uno scambio con Montolivo).
Tango argentino. In mattina-
ta lInter accoglie il trequartista
ventitreenne del Velez Ricardo
lvarez, inserata il legale del Ri-
ver Plate Daniel Crespo, avvoca-
todel club argentino appena re-
trocesso, ha trovato laccordo
conWalter Sabatini per il trasfe-
rimento di Erik Lamela alla Ro-
ma. Il talento diciannovenne,
vecchio pallino di Ariedo Brai-
da, corteggiato anche dallInter,
dal Palermo e dal Napoli, ha se-
guito levoluzione della trattati-
va da una stanza di un hotel di
Milano e in serata ha raggiunto
Roma in treno. Oggi con larri-
vo del presidente Daniel Passa-
rella si chiude. C grande otti-
mismo, ha confermato lavvo-
cato Crespo. Vendiamo Lame-
la per risanare la societ, ha in-
vece spiegato Daniel Bravo, diri-
gente dei Millonarios. Il club
deve risalire immediatamente.
Dopo aver ceduto Riise al
Fulham per 2,5 milioni di euro,
Sabatini nelle prossime ore pro-
ver a chiudere con lAjax per il
portiere Stekelenburg e a perfe-
zionare la cessione di Doni al Li-
verpool.
Attivissima la Lazio di Lotito
che ieri ha messo a segno il
quinto colpo dellestate. Il club
capitolinoha acquistatodai gre-
ci del Panathinaikos, il centra-
vanti francese Djibril Ciss: la
squadra di Atene incasser 5,8
milioni di eurointre anni, men-
tre il giocatore guadagner 2 mi-
lioni di euro lanno pi bonus
per tre anni. Capitolo Juve: lesi-
genza primaria sfoltire la rosa
(Sissoko, Giandonato, Grosso),
poi potr concentrarsi sullac-
quisto del top player. Pepito
Rossi in vantaggio sul Kun
Agero(e il padre Leo ieri ha di-
chiarato: Resta a Madrid). Pa-
store, sempre nei piani di De
Laurentiis, viene seguito anche
dai magnati del Daghestan,
pronti a offrire 6 milioni lanno.
Dopo laccordo trovato fra Sie-
na e Udinese, manca solo il s di
DAgostino. Beppe Bergomi sa-
r lallenatore della squadra Ber-
retti dellAtalanta, Zinedine Zi-
dane sostituir Valdano come
ds del Real Madrid.
Monica Colombo
RIPRODUZIONE RISERVATA
Lamela alla Roma, la Lazio risponde con Ciss
10 maggio 2010
la !uvc prcscn|a un cspos|o
a||a l|c. dopo a|cunc
|n|crcc||a/|on| usc||c da|
|r|buna|c d| lapo||. To||c|c
|o scudc||o 2OOG a||ln|cr.
Rcp||ca d| Hora|||.
una r|spos|a a| |oro |||os|
c || cap|sco. pcr non so
||no a chc pun|o c| crcdano
29 gennaio 2011
Anc|||. la d||csa d| Hora|||
dc||o scudc||o 2OOG
com|nc|a ad anno|arm|.
Hora|||. H| sp|acc anno|arc
|| |ov|n s|norc
22 maggio 2011
Anc|||. la l|c non
r|spondc a| nos|ro cspos|o.
oua|cuno ha |a cosc|cn/a
sporca. Hora|||. un
prob|cma |ra |oro c |a l|c
6 luglio 2011
0uc |orn| dopo |a rc|a/|onc
d| Pa|a//| chc co|nvo|c
lacchc||| c |ln|cr. Anc|||
d|cc. Vo||o r|spc||o da||c
|s|||u/|on|. || |||o|o va |o||o
a||ln|cr. c dc||a !uvc. Pron||
a usarc on| mc//o. Hora|||.
la||acco a lacchc|||
c vo|arc c sba||a|o.
lo scudc||o c sccondar|o
Lintervista lcr prcs|dcn|c d| l|c c lca |nv||a a un accordo !uvc c ln|cr
Lappello di Carraro: Agnelli e Moratti
sono dirigenti, non ultr: devono ricordarselo
Biancoceleste Djibril Ciss dal Panathinaikos alla Roma (A|p)
56
Venerd 8 Luglio 2011 Corriere della Sera
#
italia: 515050585854
Il Malaga vuole Sneijder: 35 milioni
Non ho tradito lInter
e sono un uomo libero
Moratti come un pap, Milano la mia vita
sere un ultr. Non deve solo ascoltare
la pancia. Agnelli e Moratti si devono
ricordare nei loro comportamenti che
sonoclasse dirigente, ripeto, classe diri-
gente del Paese, nonsolo del calcio. De-
vonoassumere atteggiamenti che tran-
quillizzano, non che gettano benzina
sul fuoco. Ed entrambi hanno lo stan-
ding per fare quello che giusto fare.
Ovvero?
Fare pace per salvaguardare la cre-
dibilit del calcio. Qui ormai stanno liti-
gando tutti.
Si riferisce ai diritti tv?
A quelli. Mi sembra insensato que-
sto modo di fare. Tutti gli azionisti del
calciosono imprenditori a livellonazio-
nale e internazionale. Si facciano prepa-
rare la documentazione dettagliata, pre-
cisa e inconfutabile di ci che avviene
inFrancia, Germania, Inghilterra e Spa-
gna, si chiudano in una stanza, loro,
non qualche delegato ma proprio loro,
discutano una, due, tre, sette ore, ma
escano di l solo dopo aver trovato un
accordo. Perch mi sembra che il limi-
te sia stato superato.
Vede pericoli allorizzonte?
Tanti. I dirigenti non possono pen-
sare: "Il calcio roba mia": s, una co-
sa privatissima, ma con unimplicazio-
ne pubblica grandissima. E tutti questi
litigi, le scommesse, le inchieste, fanno
perdere credibilit a questo sport. Ha
presente il pugilato?.
In che senso?
Il pugilato 40 anni fa era uno sport
popolare, poi la malavita organizzata
se ne impossessata. Oggi il pugilato
"era" unosport. Equandovedoche nel-
le inchieste delle varie Procure sulle
squadre di calcio cominciano a compa-
rire sempre pi spesso le parole "mala-
vita organizzata", mi preoccupo. Servi-
rebbe prevenzione.
Che genere di prevenzione?
Bisognerebbe usare i mezzi che ha
a disposizione la polizia giudiziaria per
controllare a campione tutti coloro che
gravitano intorno al calcio, dai giocato-
ri agli arbitri ai dirigenti.
Per mezzi che cosa intende?
Intendo intercettazioni, pedina-
menti. Ogni sistema che possa dissua-
dere dal compiere illegalit nel pallo-
ne.
Una posizione molto forte...
Anche lantidoping usa lo stesso si-
stema. Controlli casuali.
In conclusione, che ne facciamo
dello scudetto 2006?
Quello stato un anno disgraziato.
Ma Moratti e Agnelli trovino la quadra
il prima possibile. Per il bene del cal-
cio.
Roberto De Ponti
RIPRODUZIONE RISERVATA
MILANO arrivato lvarez, forse
partir Sneijder. Vite parallele
nellInter, che fra 48 ore si ritrova a
Pinzolo (Trento), per il primo
giorno di allenamenti con
Gasperini. A met pomeriggio, ha
fatto irruzione sul mercato lo
sceicco Abdullah ben Nasser Al
Thani, proprietario del Malaga dal
10 giugno 2010. Prima ha
prolungato fino al 30 giugno 2015 il
contratto dellallenatore Manuel
Pellegrini; poi partito lassalto a
Wesley Sneijder. Il club pronto a
offrire 35 milioni di euro in contanti
per lolandese. Il secondo atto
stata la cena, avvenuta nella notte
con Lerby, lagente di Sneijder: il
problema (anche) legato al fatto
che il Malaga non fa la Champions
League, essendo arrivato
undicesimo nella Liga. Ma il
modello di riferimento per gli
andalusi resta il Manchester City:
pesanti investimenti per sfondare in
Europa. Sullolandese, acquistato
dallInter il 27 agosto 2009, c
anche il Manchester United, ma
dellofferta dei club inglesi (si dice
di 39 milioni) non c traccia nella
sede interista. Alle 10.30 di ieri,
sbarcato a Linate Ricardo Gabriel
lvarez, centrocampista argentino
di passaporto italiano, classe 88,
acquistato dal Velez Sarsfield di
Buenos Aires. Un mancino naturale,
considerato il miglior talento
potenziale dellArgentina. Al collo
aveva una sciarpa nerazzurra, che,
per una volta, non ha rappresentato
lomaggio rituale alla squadra del
futuro, ma il segnale di una
passione vera, ereditata dal padre,
Carlos, da sempre tifoso nerazzurro,
che lo ha accompagnato nel viaggio
e che apparso pi emozionato del
figlio. Ha detto lvarez: Questo
un sogno che si realizza e sono
pronto per questa bellissima
avventura. Alvarez ha firmato un
contratto di cinque anni a 1,8
milioni di euro a stagione. Sono
pronto a sacrificarmi per trovare
posto in questa squadra che ha
avuto fiducia in me. Sono un
centrocampista offensivo; il
paragone con Kak mi impressiona,
perch un calciatore incredibile,
mi piace essere paragonato a lui; ho
molto ammirato Zidane. Sono da
sempre interista e non un modo
di dire; anche per questo davvero
un sogno essere qui. Mi piacerebbe
vincere tutto, sarebbe molto
importante per me e la squadra.
lvarez ha ringraziato Zanetti, che
gli ha dato il benvenuto. Da
capitano.
f. pis.
RIPRODUZIONE RISERVATA
MILANO Ci vuole coraggio
anche per arrampicarsi sugli
specchi. Leonardo ha il fegato di
convocare una conferenza stam-
pa nel suo due volte ex stadio di
San Siro per provare a dire un
ciao migliore agli interisti, pri-
ma di prendere la strada di Pari-
gi. Ma le sue parole per quan-
to gentili e appassionate rie-
scono solo ad alimentare ul-
teriore confusione e perfi-
no qualche perplessit.
Non so che andare a
fare in Francia, non ho
firmato niente, non ho
mai ricevuto nessuna
proposta concreta dal
Psg e non ho mai trat-
tato. Alla fine potrei
essere anche libero,
giura il brasiliano
che sfoggia un look
da modello, ed solo
un caso nella settima-
na dellalta moda di Parigi.
Ma la verit che laccordo
gi fatto, mancano solo detta-
gli da niente con i nuovi pro-
prietari del club parigino, gli
arabi della Qatar Invest-
ment: finch non appone
la firma, Leonardo preferi-
sce negare, ma pugi esse-
re considerato il nuovo direttore
generale della squadra dove gio-
c quando aveva 27 anni (ora va
per i 42). Ma pi che conoscere
il destino di Leo, a San Siro sono
pi curiosi di sapere cosa diavo-
lo successo con lInter. Lui cer-
ca di spiegare, affastellando pro-
ve, date, spiegazioni, come fosse
imputato in un processo. Non
ho tradito lInter. Moratti mi ha
trattato come un figlio. Ma non
sono stato io a creare questa si-
tuazione. Allora stato Morat-
ti? Quando ha saputo che il Psg
mi cercava, mi ha autorizzato a
parlare conloro. Cos sonoanda-
to a Doha l11 giugno e mi han-
no proposto un ruolo, ma io ho
risposto che era impossibile:
non volevo lasciare lInter.
Qualcosa cambia dopo i contatti
del club con Bielsa. Ha fatto
scattare un casino della m... Io
non ero a Milano, sono lunico
coinvolto che non ha mai detto
nulla. Daltronde cosa dovevofa-
re: mandare un comunicato? Io
non avevo niente da dire. Anche
quando era stato scritto che Biel-
sa era ormai il nuovo allenatore
dellInter, io ho continuato a pia-
nificare il mio lavoro. Fino a po-
chi giorni fa non avevo mai par-
lato con il Psg. Sono sempre sta-
to a disposizione dellInter fino
alla firma di Gasperini, ma mi
sembrato che la mia permanen-
za fosse impossibile. Ho capito
che non era la situazione miglio-
re per lInter: stato un massa-
croe forse la cosa giusta era cam-
biare allenatore.
La verit che Leonardo parla
un linguaggio diverso e in que-
stoambiente quasi incomprensi-
bile: lui unanima libera, un fa-
talista, ha bisogno di cambiare
aria in continuazione, di fare
esperienze sempre diverse. EMo-
ratti lo ha capito: Non ti voglio
mettere in una centrifuga, gli
aveva detto. E Leo scappato.
Ma non stato tradimento, solo
voglia di nuovo. Quando a 24
anni decisi di andare a giocare in
Giappone, tutti dicevano che ero
matto. Sonostati due anni mera-
vigliosi. Ho fatto il giocatore, lal-
lenatore, il dirigente, lopinioni-
sta alla Bbc: possosolo dire di es-
sere una persona fortunata e
non cambierei niente della mia
vita. Unombra di nostalgia af-
fiora gi: Rester sempre lega-
to a Milano, qui c la mia vita:
hosentitotutti i giocatori dellIn-
ter, tranne Nagatomo, Pandev e
Mariga che non mi hanno rispo-
sto. C stato un contatto con
Galliani: Mi ha chiamatoper sa-
pere se stavo bene. E con Mou-
rinho: Ha scherzatosulla mia vi-
cenda. Conil suo successore pe-
r non parler: Niente da dire a
Gasperini, lui ha molta piespe-
rienza di me come allenatore. E
poi voglio tenerlo fuori da que-
sto casino.
Federico Pistone
RIPRODUZIONE RISERVATA
Non
chiamer
il mio
successore:
ha molta pi
esperienza
di me come
allenatore
Fino
alla firma
di Gasperini
io sono
rimasto a
disposizione
della societ
nerazzurra
Crolla lo stadio
2 morti, 13 feriti
Il richiamo
ai tifosi:
state calmi

In Olanda
lvarez felice
MILANO Massimo Moratti lo
aveva detto luned sera, unora
dopo la pubblicazione della
relazione di Stefano Palazzi:
Che cosa far lInter? Si
muover con molta
tranquillit. Lo ha ripetuto
ieri, a met giornata, attraverso
le parole apparse sullhome
page del sito nerazzurro,
accanto alla foto gigante di
Facchetti. Per Giacinto,
ricordiamoci il suo carattere
dolce, leale e mai violento. A
quello che successo avrebbe
reagito con la sua serena calma.
Per Giacinto, comportiamoci
come se ognuno di noi fosse
una parte di lui, la nostra
bandiera. Nessuna reazione
eccessiva, solo calma, pazienza
e fiducia nella nostra integrit.
Il coinvolgimento di Facchetti
ha avviato una inattesa
mobilitazione anche da parte di
quei tifosi interisti che ormai
avevano archiviato la vicenda
dello scudetto 2006. E allora il
presidente ha ritenuto
opportuno un richiamo a tutti,
per mostrare equilibrio e senso
della misura. Il tutto anche in
previsione della manifestazione
annunciata a Milano per luned
18 luglio, il giorno della
decisione del Consiglio federale
e di quello che sarebbe stato il
69 compleanno del presidente
interista dal 30 gennaio 2004 al
4 settembre 2006.

Presidente
MILANO Due morti e 13 feriti, uno
dei quali grave: il bilancio provvisorio
dellincidente di ieri allo stadio di
Enschede, in Olanda, vicino al confine
con la Germania. Gran parte della
copertura crollata (foto Afp)
travolgendo gli operai impegnati nella
ristrutturazione. Quando successo
eravamo al terzo anello ha spiegato
uno degli addetti ai lavori . A un certo
punto il tetto venuto gi e molti sono
rimasti intrappolati. Per la polizia, a
causare il disastro sarebbero stati
proprio i lavori di ampliamento (da 24
mila a 30 mila posti), che dovevano
terminare il 1 agosto, per lapertura
della nuova stagione. Nello stadio gioca
il Twente, secondo nellultimo
campionato della massima divisione
olandese e vincitore nel 2009-10.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Lofferta per lolandese stupisce anche lInter (se vera)
arrivato largentino del
Velez: Sono sempre stato
interista per merito di pap
Il presidente
Franco Carraro, 71 anni, uno
tra i pi titolati dirigenti dello sport
italiano: dopo essere stato per 3 volte
campione europeo di sci nautico,
diventato presidente della Fisn,
poi del Milan, della Lega, della Figc.
Membro Cio, stato sindaco di Roma
e per 3 volte ministro. presidente
di Mediocredito (Imagoeconomica)
In Italia Ricky lvarez (Photoviews)
Spiegazioni Leonardo durante la conferenza stampa di ieri (Reuters)
La verit di Leonardo Lex allenatore nega il contratto con il Psg, ma questione di ore
LE SCOMMESSE VICINO A TE
C Ca al l c ci i o o: : C Co op pp pa a A Am me er ri i c ca a
Lasciati coinvolgere e gioca anche tu!
Quote aggiornate e altre scommesse su www.snai.it
gioco legale
e responsabile
Uruguay - Cile
Risultato Finale
1 2,40
X 3,20
2 2,75
stanotte ore 00.15
Under/Over 2,5
Under 1,60
Over 2,15
Per - Messico
Risultato Finale
1 2,40
X 3,20
2 2,75
stanotte ore 02.45
Under/Over 2,5
Under 1,60
Over 2,15
Doppie Chances
1/X 1,34
X/2 1,45
1/2 1,26
Doppie Chances
1/X 1,34
X/2 1,45
1/2 1,26
57 Sport
Corriere della Sera Venerd 8 Luglio 2011
#
italia: 515050585854
C
o
m
m
i
t
t
e
n
t
e
:
D
o
c
t
o
r

s
E
q
u
i
p
e
s
r
l
,
v
i
a
C
a
r
d
u
c
c
i
1
9
,
2
0
1
2
3
M
i
l
a
n
o
.
F
o
t
o
c
lin
ic
h
e
d
i
p
a
z
ie
n
t
i
t
r
a
t
t
a
t
i
d
a
l
d
o
t
t
.
G
o
is
is
,
g
i
o
g
g
e
t
t
o
d
i
c
o
m
u
n
ic
a
z
io
n
e
s
c
ie
n
t
if
ic
a
a
liv
e
llo
in
t
e
r
n
a
z
io
n
a
le
,
q
u
in
d
i
r
e
a
liz
z
a
t
e
in
m
o
d
o
o
m
o
g
e
n
e
o
e
c
o
m
p
a
r
a
b
ile
e
n
o
n
s
o
t
t
o
p
o
s
t
e
a
f
o
t
o
r
it
o
c
o
.
C
o
m
e
in
t
u
t
t
i
g
li
a
t
t
i
m
e
d
ic
i,
i
r
is
u
lt
a
t
i
p
o
s
s
o
n
o
v
a
r
ia
r
e
d
a
p
a
z
ie
n
t
e
a
p
a
z
ie
n
t
e
.
Radiofrequenza per le rughe
NOVITA
S E N Z A CHIRURGIA
,
PRE POST
PRE POST
PRE POST ECOGRAFIA
Ingrandimento del seno
senza chirurgia
con acido ialuronico
800 98 52 92
CHIAMATA GRATUITA
CONSULENZA GRATUITA
02.33610799 02.87396280 0371 565528 347 6655596
mariogoisis@yahoo.it
UNA SOCIET COSTITUITA UNICAMENTE DA MEDICI
CHE HA COME FOCUS IL RAGGIUNGIMENTO DEL-
LECCELLENZA NELLA MEDICINA, CHIRURGIA ED
ODONTOIATRIA ESTETICA. Foto Dott. Mario Goisis
Goisis M, Yoshimura K, Heden P.
Breast augmentation after macrolane filler injection.
Aesth Plast Surg, 2011; in press
Goisis M.
Macrolane complications after breast augmentantion:
treatment and prevention.
Eur J Plast Surg, 2011 in press
1. 2.
I L FUTURO
DELLA MEDI CI NA ESTETI CA
GI I NI ZI ATO
INFORMAZIONE PUBBLICITARIA
Onde durto
per cellulite e grasso localizzato
Il Dottor Goisis e i Professionisti di Doctors Equipe visitano nelle seguenti citt
Milano Lodi Monza Torino Asti Genova Sanremo Catania Palermo Roma Londra
Questo Doctors Equipe, la giovane e dinamica New Company nata dal-
lintuizione del dottor Mario Goisis la nostra divisione scientifica si pone
allavanguardia nello studio di metodiche alternative alla chirurgia sempre pi
avanzate e sicure. Negli ultimi mesi abbiamo pubblicato i nostri risultati su
alcune delle pi prestigiose riviste scientifiche del settore (1-2), e presentiamo
le nostre tecniche nei pi importanti convegni internazionali. Doctors Equipe
favorisce dunque il costante aggiornamento professionale, ma rappresenta
anche un modello organizzativo manageriale molto moderno. Dalla disponibilit
di un unico numero verde che fa da riferimento a tutti gli studi, alle politiche di
marketing dellattivit, lEquipe offre tutta la gamma di servizi che permettono
ai medici di lavorare in tutta tranquillit concentrandosi solo sui loro pazienti.
La filosofia di Doctors Equipe, incentrata sui medici per il soddisfacimento dei
pazienti, ha ottenuto un eccellente successo. In Italia sono pienamente attive le
sedi di Milano, Lodi, Monza, Torino, Asti, Genova, Sanremo, Catania, Palermo, e
Roma. E lo sviluppo in continua espansione: Apriamo di mese in mese nuove
sedi in tutta Italia - conclude il dottor Goisis - in un campo di attivit in continua
crescita. Sin dalla sua nascita, Doctors Equipe sempre alla ricerca di nuovi
collaboratori. Offre borse di studio per giovani medici
www.mariogoisis.net/it/borse-di-studio.html
Inoltre, organizza corsi di aggiornamento e di integrazione al network per Medici
ed Odontoiatri che gi lavorano nellambito dellestetica
www.mariogoisis.net/it/corsi-di-aggiornamento-dr-equipe.html
58
Venerd 8 Luglio 2011 Corriere della Sera italia: 515050585854
DAL NOSTRO INVIATO
LISIEUX Adriano Malori si
arrende dopo 218 km di fuga,
gli ultimi 16 da solo contro la
marea montante del gruppo:
una cronometro impossibile an-
che per lui, che campione ita-
liano della specialit.
Per i francesi, il gesto del
23enne di Traversetolo (Parma)
vale il premio di combattivo
del giorno nella tappa pi lun-
ga e il dorsale rosso, da esibire
oggi. Un giovane italiano sul po-
diodi giornata del Tour, nella cit-
t di Santa Teresina tanto cara a
Gino Bartali, una bella notizia:
Malori un anno fa arriv ultimo
a Parigi, ma fece unimpresa an-
cora pi notevole, correndo per
due settimane conferite e contu-
sioni di cui porta ancora le cica-
trici addosso: Salire sul podio
una grande emozione. Ci hopro-
vato fino alla fine, perch sape-
voche la pioggia poteva cambia-
re le cose. Sono un passista cro-
nomanche spera di poter diven-
tare un corridore da corse a tap-
pe, almeno quelle brevi. Non ho
un procuratore perch non mi
piace lidea che qualcunosi occu-
pi del mio futuro: se uno va for-
te non ne ha bisogno.
Malori, assieme a Oss, Ulissi,
Viviani, Guardini, Appollonio e
Guarnieri una delle grandi spe-
ranze azzurre. Il problema che
per gli altri il futuro gi ades-
so. Cos, mentre lunico (oltre a
Oss, al servizio di Basso) dei no-
stri prospetti presenti al Tour ci
prova con una fuga coraggiosa,
EdvaldBoassonHagen, norvege-
se come la maglia gialla Husho-
vd, batte allo sprint laustraliano
Matthew Goss: tutti e due han-
no24anni, hannovinto una tap-
pa al Giroe una classica, rispetti-
vamente Gand Wevelgem e Mi-
lano-Sanremo. Mica pizza e fi-
chi, come dicono a Oslo e Sid-
ney. I migliori giovani del mon-
do magari abitano da noi (come
Cavendish) ma non hanno av-
versari azzurri allaltezza: Se
propongo qualche italiano inte-
ressante spiega Valerio Piva,
d.s. dellamericana Htc di Caven-
dishvengo a mala pena ascol-
tato. C un pregiudizio, dovuto
soprattutto a un fatto: il nostro
dilettantismo troppo logoran-
te.
Uno dei problemi il giganti-
smodel ciclismogiovanile italia-
no: una sorta di semiprofes-
sionismo riconosce Roberto
Amadio team manager della Li-
quigas . Ma il nostro ciclismo
vivo, anche se corridori pronti
per vincere le tappe in Francia
non ce ne sono ancora. Per noi
per conta molto anche il Giro
mentre non dimentichiamo che
anglosassoni, scandinavi o russi
puntano quasi tutta la stagione
proprio sul Tour.
Dove ci sono tutti i migliori e
noi, privi anche di cacciatori di
tappe come Pozzatoe Ballanfati-
chiamoa vedere palla, conPetac-
chi, 37 anni e mezzo, unica spe-
ranza almeno inpianura: Quel-
lo italiano un sistema vecchio
sottolinea Max Sciandri, men-
tore di Cavendish ora al servizio
di Tylor Phinney, stella 20enne
made in Usa . Si pensa solo al
risultato e non alla costruzione
dei corridori. Gli inglesi hanno
le scuole di ciclismoe uncollega-
mento totale con la nazionale.
C uno spreco di risorse tecni-
che chiude Dario Broccardo
ex tecnico azzurro . Lo spar-
tiacque a 17 anni, quando tan-
ti lasciano la bici. Ma per forma-
re un professionista ci vogliono
metodo, pazienza e fame: nel ci-
clismo globalizzato ormai ci su-
perano in tanti. Oggi a chi toc-
ca?
Paolo Tomaselli
RIPRODUZIONE RISERVATA
Arriva Nando
Fernando Alonso fa il suo
ingresso sul circuito
di Silverstone
(Epa)
Il flop dellArgentina pu far crollare il prezzo dei suoi campioni
Alonso ci crede poco: Non mi illudo
Tradizionale vetrina estiva di
talenti sudamericani, la Coppa
America da poco iniziata in
Argentina rischia questanno
di influire in negativo sulle
trattative di mercato, in Italia e
non solo. Motivo, la pessima
partenza della nazionale di
casa reduce da due tirati
pareggi contro Bolivia e
Colombia e la possibilit
che facciano un buco
nell'acqua anche i nuovi
fenomeni brasiliani oggetto
dei desideri europei. proprio
sicuro, per esempio, che
lAtletico Madrid continuer a
rifiutare 32 milioni di euro per
Aguero (sarebbe lofferta della
Juve)? Vero che lautore
dellunico gol finora messo a
segno dai biancocelesti nel
torneo, ma il genero di
Maradona non nemmeno
partito titolare. Il c.t. Batista
gli ha preferito finora Tevez,
Lavezzi e naturalmente Lionel
Messi. Tridente che ha finora
deluso. La Pulce di Barcellona,
ovviamente, non sul
mercato; ma dalla cessione di
Carlitos Tevez (Inter? Juve?), il
Manchester City sogna di
ricavare 56 milioni, per
investirli, in parte, sul
napoletano Lavezzi. Che i due
si muovano dalle rispettive
squadre, e a questi prezzi, ora
lecito dubitare. Il dilemma
sul valore di Ricky Alvarez,
appena ufficializzato dallInter,
non sar nemmeno risolto con
la Coppa America: il
trequartista non ha mai
giocato in nazionale. E lo
stesso si pu dire di Lamela, a
un passo dalla Roma: atteso
come un giovane fenomeno
non stato preso in
considerazione da Batista, e in
pi il River Plate costretto a
venderlo dopo la retrocessione
in B. Davvero vale cos tanto?
Un altro nome pesante da
mercato che in Argentina
nemmeno gioca titolare il
palermitano Pastore, che il
Napoli potrebbe prendere se
dovesse perdere Lavezzi.
DallArgentina al Brasile. Qui
ancora presto per parlare di
delusione, la Seleao ha
giocato appena una partita,
con il Venezuela,
pareggiandola. Ma per i
gioielli del Santos Neymar e
Ganso che ancora non hanno
preso la strada dellEuropa le
prossime partite saranno
importanti. Soprattutto per il
primo, che il Brasile gi
paragona a Pel: deve
convincere il Real Madrid a
sganciare lo stratosferico
ingaggio richiesto dopo che il
Santos ha gi accettato di
incassare la rescissione. Al
19enne con i capelli da
mohicano gli spagnoli offrono
5 milioni di euro allanno, lui
ne chiede il doppio.
r. co.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Cos in campo
Fotofinish
Eurolega, Milano
trova Real e Maccabi
La situazione
World League,
battuta la Polonia
Oggi le libere
Davis, Italia-Slovenia
Torna Fognini
Il re della velocit Usain Bolt
contro il giovane Christophe
Lemaitre sui 200 metri. il
clou, stasera (RaiSport1 dalle
20) del meeting di Parigi. La
sfida appare impari (quasi un
secondo di ritardo, 2016, per
il francese sul giamaicano,
1919) ma Bolt non ha
ancora ritrovato il passo
migliore dopo il Mondiale
2009. Negli ostacoli Robles
contro Oliver. Unica italiana:
La Mantia nel triplo. gi
finita la stagione di Tyson
Gay, lo sprinter americano
dovr infatti operarsi.
DAL NOSTRO INVIATO
SILVERSTONE Quanto al
giro, ragazzo? La domanda pi
frequente che risuona nel nuo-
vo paddock del nuovo circuito
di Silverstone ( cambiata la
partenza, con la curva 3 che
promette spettacolo, ed cam-
biata la pit lane, con due effet-
ti: essendo interrata, il pubbli-
co in tribuna e pure quello vip
che spende 3 mila euro non ve-
dr lo straccio di un cambio
gomme, ed essendo corta fa-
cile che i team optino per mol-
te soste, forse tre), dicevamo
la domanda quanto le nuove
regole faranno perdere o gua-
dagnare. Tutti si buttano sui
calcoli, Fernando Alonso che
con i numeri in genere forte,
dice la sua: Noi perderemo at-
torno ai 4 decimi al giro. Che
potrebbe rivelarsi un mini van-
taggio, se la Red Bull fosse dan-
neggiata di pi. Quel geniac-
cio di Adrian Newey ha agita-
to la vigilia: Mi aspetto che la
Red Bull sia pesantemente col-
pita. Avevamo disegnato la
macchina intorno a questo
principio.
Stanno parlando degli scari-
chi soffiati, ovvero le mappatu-
re del motore che permetteva-
no ai gas di incanalarsi negli
scarichi anche con laccelerato-
re alzato, per ottenere un effet-
to aerodinamico. Da questa ga-
ra sono banditi. Andremo tut-
ti pi piano in curva spiega
Felipe Massa , ma impossi-
bile dire chi sar pi danneg-
giato.
Tutto cambiato perch, al-
la fine, nulla (o quasi) cambi?
Probabile che alla Fia si siano
chiesti come fermare la mac-
china pi dominante della sto-
ria della F1, come Alonso ha
ribattezzato la Red Bull.
E quindi sia questa la ragio-
ne per cui hanno deciso di
cambiare la regola a met sta-
gione. Ma altrettanto proba-
bile che, se questo poi era dav-
vero il disegno, non raggiunga
lo scopo. Il dibattito sar aper-
to fino alle qualifiche di doma-
ni. Sul fronte degli ottimisti ci
sono i piloti McLaren, Jenson
Button che nella gara di casa
non mai salito sul podio (Si
aperta una chance per noi.
Vedremo quanto grande) e
Lewis Hamilton (I pi dan-
neggiati saranno i motori Re-
nault e Ferrari).
Alla Rossa sono pi cauti:
Newey gioca in difesa il pa-
rere di Fernando : non cam-
bier molto, tutto il pacchet-
to Red Bull che funziona. Ri-
cordiamoci che senza due erro-
ri (in Cina e in Canada) avreb-
bero vinto otto gare su otto. I
tifosi sperano che nella serie
di novit portate dalla Rossa
(nuova sospensione, nuovo
fondo, nuovo ala posteriore)
ci sia lasso nella manica, ma
la verit che quella di Alon-
so, se non la resa che la politi-
ca aziendale non prevede,
unanalisi spietata: Questo
un circuito di sole curve velo-
ci, dove noi negli ultimi anni
abbiamo sofferto. Ma la pres-
sione tutta su Vettel, noi non
abbiamo opzioni: dobbiamo
vincerle tutte, attaccare e spe-
rare che sbaglino qualcosa.
Vettel, il gufato, fa spalluc-
ce: Non voglio neanche sape-
re quanti punti di vantaggio
ho. Lottimismo ad Alonso
torna quando si parla di futu-
ro, come conviene a uno che
ha un contratto fino al 2016:
Non ho dubbi che tutto an-
dr bene, prima o poi. Solo un
team come questo poteva ri-
montare 3 mesi di dati sbaglia-
ti della galleria del vento. Per
ora, c da arginare un domi-
nio.
Arianna Ravelli
RIPRODUZIONE RISERVATA
Cambiano le regole
Red Bull in ansia
Impresa
Gironi insidiosi per Cant e
Siena, durissimo per Milano
nei sorteggi di Eurolega.
LArmani, che ha preso il
posto di Roma con una wild
card, nel girone C con Real
Madrid, Partizan Belgrado,
Maccabi Tel Aviv, Efes
Istanbul e una qualificata dai
preliminari, (probabilmente il
Galatasaray). Per la Bennet ci
sono Olympiakos, Fenerbahe,
Vitoria, Bilbao e Nancy,
mentre Siena trova Barcellona,
Unics Kazan, Prokom, Olimpia
Lubiana e la seconda
qualificata dai preliminari.
Dopo la sconfitta nel match
del debutto con lArgentina,
riscatto per gli azzurri nella
Final Eight di World League.
LItalia di Berruto ha battuto
3-0 la Polonia di Anastasi,
padrona di casa (25-15,
25-20, 25-20). Oggi ancora in
campo contro la Bulgaria.
SUPERBIKE Domenica
ottavo round del Mondiale a
Brno, in Repubblica Ceca
dove Biaggi (Aprilia) ha gi
trionfato 3 volte. Oggi libere e
qualifiche. Classifica: Checa
261, Biaggi 218, Melandri 195.
Tour Lazzurro, ripreso dopo 218 km di fuga, vince il premio combattivo del giorno ma la tappa di Boasson Hagen
Torna Fabio Fognini, dopo
linfortunio che gli imped di
giocare i quarti a Parigi con
Djokovic. Sar lui, contro
Grega Zemlja, ad Arzachena,
a aprire le ostilit tra Italia e
Slovenia di Coppa Davis,
incontro valido per laccesso
ai playoff di settembre che
decideranno il nuovo Gruppo
Mondiale. LItalia manca dalla
serie A dal 2000. A seguire
Potito Starace contro Blaz
Kavcic. Domani il doppio:
Bracciali-Bolelli contro
Gregorc-Zemlja.
Ciclista
BASKET
VOLLEY
Coppa America e mercato
Malori d spettacolo ma lItalia resta a zero
TENNIS
ATLETICA
Bolt stasera nei 200
Gay, stagione finita
Cos oggi
ore 11 e ore 15: prove libere
Cos domani
ore 11: prove libere
ore 14: qualifiche
Tv: ore 14 diretta Raidue
Cos domenica
ore 14: Gp di Gran Bretagna
Tv: ore 14 diretta Raiuno
Classifica piloti
1. Vettel (Ger) 186
2. Button (Gbr) 109
3. Webber (Aus) 109
4. Hamilton (Gbr) 97
5. Alonso (Spa) 87
6. Massa (Bra) 42
7. Rosberg (Ger) 32
8. Petrov (Rus) 31
9. Heidfeld (Ger) 30
10. Schumacher (Ger) 26
Classifica costruttori
1. Red Bull 295
2. McLaren 206
3. Ferrari 129
Queste le partite
in programma
Cos domani
ore 0.15
Uruguay-Cile
ore 2.45
Messico-Per
Cos in tv
Diretta SkySport1
Formula 1 A Silverstone tante novit e qualche speranza
Felipe Massa ispeziona
in bicicletta il rinnovato
circuito di Silverstone
sul quale domenica
si disputer la nona
prova della stagione,
il Gp di Gran Bretagna
(LaPresse)
Svalutato Carlitos Tevez (Afp)
Adriano Malori,
a sinistra,
in fuga con
il colombiano
Leonardo
Duque
e lolandese
Lieuwe Westra.
Per 16 km
lazzurro si
trovato in testa
da solo (Afp)
Ordine darrivo
6 tappa, Dinan-
Liseux di 226,5 km
1. Hagen (Nor)
in 5.1337
2. Goss (Aus) s.t.
3. Hushovd (Nor) s.t.
4. Feillu (Fra) s.t.
5. Rojas (Spa) s.t.
9. Marcato (Ita) s.t.
Classifica generale
1. Hushovd (Nor)
in 22.5034
2. Evans (Aus) a 1
3. Schleck F. (Lus)
a 4
4. Millard (Gbr) a 8
5. Klden (Ger) a 10
20. Basso (Ita) a 103
24. Cunego (Ita)
a 112
Cos oggi e in tv
7 tappa, Le Mans-
Chteauroux di 218
km. Diretta dalle
14 su RaiSport2
ed Eurosport;
dalle 15 su Raitre
59 Sport
Corriere della Sera Venerd 8 Luglio 2011 italia: 515050585854
serenamente mancato all'affetto dei suoi cari
il tanto amato
Christopher DavidNeedham
Lo annunciano la moglie Marina, i figli Armyne
con Carlo, e Francis; i fratelli Richard e Jonathan
con le loro rispettive famiglie.- Un grande ringra-
ziamento va ai medici e infermieri della Rianima-
zione II dell'Ospedale Le Scotte di Siena per le
amorevoli e professionali cure prestate.- I fune-
rali avranno luogo a Firenze marted 12 luglio
alle ore 15 nella chiesa di Saint Mark via Maggio
18. - Siena, 7 luglio 2011.
Partecipano al lutto:
Paolo e Anna, Luca e Carolina, Marco e Laura
Lazzaroni Andina.
Giancarlo Valerio.
Febo e Luisa Borromeo d'Adda con Federico,
Isabella con Aldo, Laura con Marco sono vicini
con affetto a Marina, Francis, Armyne e Carlo in
questo momento di grande tristezza per la scom-
parsa di
Chris Needham
- Milano, 7 luglio 2011.
Claudia Malvezzi, Ilaria con Vittorio abbraccia-
no forte Marina, Armyne e Francis nel ricordo del
carissimo genero e cognato
Chris Needham
- Milano, 7 luglio 2011.
Chris
Marina cara ti siamo vicini con tutto il cuore.- Cri-
stina Gianfranco Alessia Delfina.
- Asolo, 7 luglio 2011.
Chris
Cara Marina con profondo affetto ti siamo vicini.-
Mariuccia Amedeo Giovanni.
- Asolo, 7 luglio 2011.
Siamo vicini alla famiglia in questo momento
di grande tristezza, sapendo per che il sorriso di
Chris
non vi lascer mai.- Diego, Mem, Priscilla e Giu-
seppe. - Milano, 7 luglio 2011.
Monica Kuster con grande tristezza e commo-
zione si stringe con affetto a Marina, Armine e
Francis nel ricordo del caro amico
Chris Needham
- Milano, 7 luglio 2011.
Amatissima Armyne, ricordiamo con molta no-
stalgia il tuo meraviglioso padre
Chris Needham
e ti stringiamo forte insieme a Marina e Francis
con tutto il nostro affetto e la nostra speciale ami-
cizia di sempre.- Giulia e Andrea, Giacinta e Lu-
chino, Chiara e Giacomo, Gaia e Marco, Viki e
Alberto, Sissi e Federico, Ally e Francesco, Am-
brogio. - Milano, 8 luglio 2011.
Franco, Elena, Alberto, Eliana, Azzurra e Cohn
& Wolfe tutta si stringono attorno a Marina e ai
figli per la perdita dell'adorato
Chris Needham
- Milano, 7 luglio 2011.
Fabrizio e Nicoletta del Balzo con Ricciarda e
Andrea Bruno abbracciano affettuosamente Ma-
rina, Armyne con Carlo e Francis nel ricordo di
Chris Needham
- Olgiate Molgora, 7 luglio 2011.
Gli amici di (h) films sono vicini a Francis e alla
sua famiglia per la scomparsa del pap
Christopher Needham
con tutto il nostro affetto.- Daniela, Silvia, Stella,
Tommaso, Federica, Heng, Marta, Beatrice, Cat-
herine, Marcella, Manuela, Pietro, Paolo, Rocco,
Katia, Matteo, Riccardo, Federica, Riccardo, Ste-
fano, Eleonora, Titta, Giorgio.
- Milano, 7 luglio 2011.
Carlo e Cristina sono vicini a Marina Armin
Francis per la perdita del caro
Chris
un amico vero. - Milano, 7 luglio 2011.
Clotilde e Federico con Eugenio abbracciano
forte Armyne, Marina e Francis per la scomparsa
di
Christopher
- Milano, 7 luglio 2011.
Claudio e Floppi con Uru e Olli abbracciano
affettuosamente Marina, Armyne con Carlo,
Francis rimpiangendo l'amico
Chris
marito e padre amatissimo.
- Milano, 7 luglio 2011.
Hendrik e Giacinta con le figlie Valentina, Fe-
derica, Leticia e Sabine commossi si stringono
forte, forte a Marina, Armyne e Carlo, Francis ri-
cordando l'amico di sempre
Chris
- Roma, 7 luglio 2011.
Roberto e Luciana, Marco e Nilda profonda-
mente commossi per la scomparsa di
Chris Needham
partecipano al grande dolore di Marina e dei fi-
gli. - Menorca, 7 luglio 2011.
Alessandro Invernizzi e famiglia partecipano al
dolore di Francis e dei suoi cari per la scomparsa
di
Chris
- Milano, 7 luglio 2011.
Giampaolo e Giulia con Giacomo e Gianmar-
co si stringono con tanto affetto a Marina, Army-
ne e Francis nel ricordo del caro
Chris
- Milano, 7 luglio 2011.
Enrico e Laura, commossi, ricordando
Chris
e la sua straordinaria simpatia, partecipano al
grande dolore di Marina, Armyne e Francis.
- Milano, 7 luglio 2011.
Gabriella Crespi, Betty e Gherardo commossi
si stringono con immenso affetto a Marina e ai
figli Armyne e Francis per la perdita dell'amatis-
simo pap
Chris
- Milano, 7 luglio 2011.
I figli Andrea con Beatrice e Anna Silvia con
Roberto e Giovanni annunciano con dolore a pa-
renti e amici la scomparsa del loro padre
Vittorio Fellegara
e ne ricordano con affetto il talento artistico, la
vivacit e la grande allegria.
- Milano - Roma, 7 luglio 2011.
Aurelio e Grazia con Giovanni e Licia ricordano
con rimpianto e gratitudine il Maestro
Vittorio Fellegara
e abbracciano nella sua memoria Tiziana, Mima
e Sandra. - Bergamo, 7 luglio 2011.
Affranto dal dolore, Gabriele vicino a Tiziana
e Mima per la perdita di
Vittorio Fellegara
impareggiabile Maestro di musica e di vita, ricor-
dandolo con infinita gratitudine.
- Bergamo, 7 luglio 2011.
La Societ Italiana di Musica Contemporanea
piange la scomparsa di
Vittorio Fellegara
luminosa figura di uomo e di musicista, a lungo
prezioso Segretario della societ.- Il Presidente,
il Consiglio Direttivo e tutti i soci esprimono il loro
profondo cordoglio e sono vicini alla famiglia.
- Milano, 7 luglio 2011.
E' mancato all'affetto dei suoi cari il
conte
Lanfranco
dellaTorre di Lavagna
Lo piangono con immenso dolore: la sua com-
pagna Rita, il fratello Fulco, la sorella Maria Ala-
gia, la cognata Eugenia, i nipoti.- I funerali
avranno luogo sabato 9 luglio alle ore 10 nella
chiesa di San Giacomo di Rupinaro in Chiavari.-
La tumulazione avr luogo nella tomba di fami-
glia nel cimitero dei Boschetti in La Spezia.
- Chiavari, 8 luglio 2011.
Il giorno 7 luglio mancata all'affetto dei suoi
cari la
Professoressa
MariaRitaSaulle Durante
Lo annunciano con infinito dolore il marito Fran-
cesco, i figli Domenico e Maria Adelaide, la nuo-
ra Paola, i nipoti Francesca e Giorgio e la con-
suocera Ingrid.- Un particolare ringraziamento a
Clorinda per l'affettuosa assistenza.- Le esequie
avranno luogo oggi alle ore 11 presso la chiesa
di S. Gregorio Barbarigo in via delle Montagne
Rocciose 14. - Roma, 8 luglio 2011.
Il Presidente, i Vice Presidenti Ivana Santoro e
Francesca Arganelli, il Direttivo, i soci della
Goodwill Italia onlus partecipano commossi al
dolore della famiglia per la scomparsa dell'amica
MariaRitaSaulle
da sempre autorevole esponente nella difesa dei
diritti delle persone disabili.
- Roma, 7 luglio 2011.
Il Presidente, i Vice Presidenti e i Giudici costi-
tuzionali, unitamente ai Giudici Emeriti, parteci-
pano con profonda e sincera commozione al do-
lore della famiglia per la scomparsa della
Professoressa
MariaRitaSaulle
Giudice dellaCorte costituzionale
e rimpiangono le straordinarie doti professionali
ed umane della collega, ricordandone l'impegno
profuso in prestigiose sedi scientifiche ed istitu-
zionali italiane ed internazionali in difesa dei di-
ritti umani, delle minoranze e dei disabili, nonch
il preziosissimo contributo di dottrina e di espe-
rienza dato alla formazione della giurisprudenza
della Corte costituzionale, la fermezza dei con-
vincimenti, la sobria mitezza che ha sempre con-
traddistinto il suo agire.
- Roma, 7 luglio 2011.
Il Segretario Generale, il Vice Segretario Ge-
nerale, gli assistenti di studio, unitamente ai Di-
rettori ed al personale tutto della Corte costitu-
zionale, partecipano al profondo dolore della
famiglia per la perdita della
Professoressa
MariaRitaSaulle
Giudice dellaCorte costituzionale
della quale ricordano le eccezionali doti di insi-
gne giurista e l'esemplare umanit.
- Roma, 7 luglio 2011.
Il Soroptimist International d'Italia partecipa
con commozione la scomparsa di
MariaRitaSaulle Durante
Giudice Costituzionale, gi socia del Soroptimist
club di Roma e ne ricorda l'elevato profilo pro-
fessionale e l'impegno volto all'affermazione dei
diritti umani. - Milano, 7 luglio 2011.
Il personale tutto della Segreteria Particolare
Valter Carradori, Alessandro Coccia, Manuela
Coluzzi, Francesco Leoni, Luigino Manca, Eleo-
nora Masci, Stefano Pepe, Lucia Tria partecipa
con affetto al profondo dolore della famiglia Du-
rante per la scomparsa della
Professoressa
MariaRitaSaulle
Giudice dellaCorte Costituzionale
- Roma, 8 luglio 2011.
La Presidente e le socie tutte del S.I. Club di
Roma annunciano con profondo dolore la scom-
parsa dell'amica e gi socia
MariaRitaSaulle Durante
donna di profonda cultura e umanit.
- Roma, 7 luglio 2011.
Il Presidente Alfredo Arpaia, i vicepresidenti
Eugenio Ficorilli e Ruggero Ferrara e il segretario
generale Riccardo Scarpa ed i soci tutti della Lega
Italiana dei Diritti dell'Uomo esprimono il pi sen-
tito cordoglio per la scomparsa della illustre socia
e dirigente
Professoressa
MariaRitaSaulle
Giudice Costituzionale
sempre presente nelle tante battaglie per il bene
dell'umanit e la difesa dei diritti dell'uomo in Ita-
lia e nel mondo. - Roma, 7 luglio 2011.
Lucia Giudetti Quarta e tutti gli amici della Fon-
dazione Giancarlo Quarta Onlus partecipano
commossi al dolore del dottor Folco Fiacchino e
di tutta la sua famiglia per la scomparsa, dopo
lunga sofferenza, della sorella
dott.ssaFrancaFiacchino
- Milano, 7 luglio 2011.
Gianroberto ed Elisabetta Villa prendono parte
al lutto per la scomparsa del
Prof. Giorgio Luraschi
e ne rimpiangono l'umanit, la cultura, la simpa-
tia. - Milano, 7 luglio 2011.
Giorgio
senza di te mi sentir pi solo.- Mauro.
- Milano, 7 luglio 2011.
Fusetti Adriano, con Lory unito al dolore di
Simona, dei piccoli Cesare, Lucio Pio, e di Licia
per l'improvvisa scomparsa di un amico vero di
una intera vita
prof. Giorgio Luraschi
- Como, 8 luglio 2011.
Partecipano al lutto:
Sarah col marito Paolo e i bimbi Giovanni
Amedeo e Lorenza Maria.
Sergio Lazzarini, Margherita Ariatta, Massimi-
liano Lai, Massimo Miglietta, Ilaria Monti, Chiara
Pontonio e Cecilia Ruggerini ricordano con affet-
to il loro maestro
prof. Giorgio Luraschi
grati degli insegnamenti di vita ricevuti e del per-
sorso condotto insieme a lui.
- Milano, 7 luglio 2011.
Francesco Venosta ricorda con ammirazione e
gratitudine l'illustre collega
Giorgio Luraschi
Ordinario della Facolt di giurisprudenza Univer-
sit dell'Insubria di Como.
- Sondrio, 7 luglio 2011.
Gli amici degli anni milanesi rimpiangono il
prof. Giorgio Luraschi
al quale sono rimasti legati con profondo affetto
e del quale ricorderanno sempre le qualit uma-
ne e scientifiche.- Marcella Balestri, Mariagrazia
Bianchini, Eva Cantarella, Sergio Fabrizi, Sergio
Lazzarini, Giovanni Negri.
- Milano, 7 luglio 2011.
Il Rettore dell'Universit degli Studi dell'Insu-
bria Professor Renzo Dionigi, il Rettore Vicario
Professor Giorgio Conetti, il Senato Accademico
ed il Consiglio di Amministrazione esprimono il
pi profondo cordoglio per la scomparsa del
Prof. Giorgio Luraschi
insigne studioso, Direttore del Dipartimento di
Diritto Romano, Storia e Filosofia del Diritto ed
apprezzato membro del Consiglio di Amministra-
zione. - Varese, 7 luglio 2011.
Il Preside e i docenti della Facolt di Giurispru-
denza dell'Universit Cattolica di Milano si uni-
scono con viva commozione al dolore della fami-
glia per la scomparsa del
prof. Giorgio Luraschi
ricordandone con riconoscenza l'alto magistero
di studioso del diritto romano, le brillanti capacit
didattiche, la profonda cultura, l'intensa e vivace
umanit. - Milano, 7 luglio 2011.
Maria Francesca Ghirga e Francesca Ferrari,
con tutti i collaboratori della cattedra di diritto
processuale civile dell'Universit dell'Insubria,
piangono la morte del
Prof. Giorgio Luraschi
nel ricordo della sua opera instancabile a favore
della facolt e degli studenti e si stringono nel
dolore alla famiglia. - Milano, 7 luglio 2011.
Profondamente addolorati annunciano la mor-
te del loro caro pap
Ing. Romolo Alfredo Boldrini
i figli Marcello con Lia, Cecilia, Edoardo e Beatri-
ce con Roberto, Jacopo, Camilla.- Sabato 9 luglio
alle ore 10 verr data la benedizione all'interno
della cappella dell'Istituto Pio Albergo Trivulzio, e
i funerali si svolgeranno a Cerro di Laveno (VA)
alle ore 14.30. - Milano, 6 luglio 2011.
Luigi e Elvi con Andrea e Silvia partecipano con
affetto al dolore di Marcello e Beatrice per la per-
dita del pap
Lolli Boldrini
- Milano, 7 luglio 2011.
Il Centro di Vulnologia degli Istituti Clinici Zuc-
chi vicino alla dottoressa Marisa nel momento
di lutto per la perdita del padre
Giuseppe Camassa
- Monza, 8 luglio 2011.
Alla vigilia del suo centunesimo compleanno,
dopo una vita dedicata alla famiglia, la nostra
mamma
CarolinaFormenti Seveso
ci ha lasciati.- La piangono con infinita tristezza
le figlie Marisa e Gabriella con Angelo, i nipoti
Ruggero e Sibilla con Jean Franois e i pronipoti
Stefano e Lavinia.- Si ringrazia vivamente il Dot-
tor Barabino e l'unit di cure palliative dell'Ospe-
dale San Paolo in particolare la Dottoressa Boz-
zoni e la signora Marino per le amorevoli e
competenti cure.- I funerali avranno luogo in
Santa Maria della Passione sabato 9 luglio alle
ore 9. - Milano, 7 luglio 2011.
Partecipano al lutto:
Valeria e Roberto Lucca.
Gianni e Teresita De Filippi con Giovanna e
Pietro.
Ciao
nonninaLina
ti ricorderemo sempre.- Stefano e Lavinia.
- Milano, 7 luglio 2011.
Daniela, Federica ed Edoardo sono vicini con
tanto affetto a Marisa, Gabriella, Angelo, Rugge-
ro e Sibilla per la perdita della carissima
ziaLina
- Roma, 8 luglio 2011.
Nanni commosso rimpiange la cara
ziaLina
- Varese, 7 luglio 2011.
Partecipano al lutto:
Pupa, Stefania e Cristina con tristezza.
Cesare, Daniela ed Alessandro partecipano al
dolore della famiglia per la perdita della cara
ziaLina
- Milano, 8 luglio 2011.
Mario Chirico con i figli Mariateresa e Giusep-
pe Maria con le rispettive famiglie vicino con
tanto affetto a Marisa e Gabriella e alla loro fa-
miglia per la perdita della cara zia
LinaSeveso
- Milano, 7 luglio 2011.
Vittorio e Giovanna Macchi abbracciano Mari-
sa e Gabriella in questo momento di profondo
dolore per la scomparsa della
ziaLina
- Cavaria, 7 luglio 2011.
Le amiche di sempre Rossana, Lebana, Maria-
franca partecipano al dolore di Marisa per la
scomparsa della mamma
CarolinaSeveso
- Milano, 7 luglio 2011.
Adelmo Paganini con gli amici della III B sono
affettuosamente vicini a Marisa per la scomparsa
della mamma
sig.raCarolinaSeveso
- Milano, 7 luglio 2011.
Philippe, Elena e Sebastiano Daverio abbrac-
ciano forte Cristina e le figlie nel ricordo delle
giornate maremmane con
Enrico Manca
- Milano, 7 luglio 2011.
La moglie Milena e il figlio Marco con i nipoti
Enrico e Filippo, la nuora Anna Claudia, il nipote
Mauro e la sua famiglia annunciano la scompar-
sa del caro
Gian Carlo Grignani
I funerali avranno luogo nella Basilica di San Na-
zaro in Brolo, piazza San Nazaro in Brolo, il 9
luglio alle ore 11. - Milano, 7 luglio 2011.
I condomini e l'Amministratore di via Francesco
Sforza n. 48 - Milano, venuti a conoscenza, par-
tecipano al dolore della famiglia per la scompar-
sa del signor
Gian Carlo Grignani
- Milano, 7 luglio 2011.
Alberto ed Alessandra si uniscono con affetto
al dolore dell'amico Giorgio per la scomparsa
della cara mamma
sig.raMargheritaSeretti
- Milano, 7 luglio 2011.
I figli Mariateresa con Riccardo, Alberico con
Simona, Aimone e i nipoti Gabrio Greta e Tur-
chese annunciano con immenso dolore e tristez-
za che la loro mamma e nonna
N.D.
LydiaLoveradi MariaCetti
Serbelloni di San Gabrio
li ha lasciati.- Un particolare ringraziamento al
Dottor Monzani e a tutto il personale della Me-
dicina d'Urgenza del Policlinico e alla cara Marta
che l'ha amorevolmente assistita in tutti questi
anni.- La Messa sar celebrata alle ore 14.45
presso la chiesa del Redentore in via Pier Luigi da
Palestrina 5 oggi 8 luglio.
- Milano, 7 luglio 2011.
Partecipano al lutto:
Italo e Maddalena.
Carla Nicodemi Forni con Umberto e Ornella
prende parte al dolore di Deda, Chicco e Aimone
per la perdita della loro mamma e ricorda con
affetto
Lilla
- Marina di Massa, 7 luglio 2011.
Ciro, Maria e Gaetano sono affettuosamente
vicini a Deda per la perdita della mamma
N.D.
LydiaCetti Serbelloni
di San Gabrio
- San Martino Siccomario, 7 luglio 2011.
Giorgia Gualco, Ciro Romaniello e tutti i colla-
boratori dell'agenzia Solo Affitti di Milano Centro
partecipano al cordoglio della famiglia e della
Dottoressa Mariateresa Canciani per la perdita
della madre
N.D.
LydiaCetti Serbelloni
di San Gabrio
- Milano, 7 luglio 2011.
Abbracciamo con tanto affetto Deda e Riccardo
ricordando la mamma
N.D.
LillaLoveradi Maria
gli amici Giulia e Massimo, Muriel e Marco, Isa-
bella e Lorenzo, Barbara e Bettino, Maria e Al-
berto. - Milano, 7 luglio 2011.
Maja e Christopher ricordano con rimpianto
Luigi
e sono vicini a Liliana. - Milano, 7 luglio 2011.
All of us in TCP Petcoke Corporation - NewYork
are extending our deepest sympathy and condo-
lences to the family as well as to Unicoal organi-
zation for the loss of our dear friend and business
associate
mr. Luigi Moscheri
- New York, 6 luglio 2011.
We, as Oral family, and Odak Group of Com-
panies, would like to express our sincere sympat-
hy to friends and family of Unicoal in their heavy
affliction.- We share your sorrow for having lost
mr. Luigi Moscheri
a dear friend and colleague.
- Istanbul, 6 luglio 2011.
Marted 5 luglio 2011 alle ore 23.30 ci ha la-
sciato
Carlo Noce
uomo sensibile, onesto e sincero vivr per sem-
pre nei nostri cuori.- Con affetto lo ricordano i
figli, i familiari e gli amici.
- Milano, 7 luglio 2011.
I condomini di via Albani 5 Milano profonda-
mente partecipi al lutto dei famigliari per la per-
dita del
Dott. Carlo Noce
esprimono le pi sentite condoglianze.
- Milano, 7 luglio 2011.
Ci ha lasciato dopo una vita intensa spesa tra
la Germania e l'Italia
Gisbert Freiherr von
HammersteinGesmold
ne danno commosso annuncio i familiari, gli ami-
ci ed i parenti tutti.- I funerali avranno luogo mar-
ted 12 luglio alle ore 14 nel cimitero antico sul
Lago di Stamberg in localit Tutzing (Baviera).
- Roma - Monaco di Baviera, 5 luglio 2011.
Con inconsolabile dolore la moglie Maria, i fi-
gli Walter e Diego, le nuore Elisabetta e Manuela
annunciano l'improvvisa scomparsa di
Antonio Colico
Sarai sempre con noi.- I funerali avranno luogo
sabato 9 luglio alle ore 14 presso la parrocchia
di SS. Pietro e Paolo di Varedo.
- Varedo, 7 luglio 2011.
Riccardo, Lorenzo e Ilaria mandano un bacio e
dicono ciao al loro caro
nonno Antonio
sempre mite, affettuoso e generoso.- Ci manche-
rai. - Varedo, 7 luglio 2011.
L'EURAC - Accademia europea di Bolzano, il
suo Presidente e il Direttore, e in special modo i
ricercatori degli Istituti per lo Studio del Federa-
lismo e del Regionalismo e per i Diritti delle Mi-
noranze, partecipano con dolore al lutto della fa-
miglia per la scomparsa del gi Direttore
dell'Area Minoranze e Autonomie
Prof. Sergio Ortino
- Bolzano - Firenze, 7 luglio 2011.
10 luglio 1996 - 10 luglio 2011
Cavaliere del Lavoro
e di Gran Croce
dott. Edilio Rusconi
Con sentimenti di immutato affetto e grande no-
stalgia il figlio Alberto ed i nipoti, nell'anniversa-
rio della scomparsa, rivolgono il loro pi caro
pensiero all'amato pap e nonno.- Una Santa
Messa in suffragio sar celebrata oggi, venerd 8
luglio 2011, alle ore 18.30, nella Basilica di San
Babila a Milano. - Milano, 8 luglio 2011.
Trentasei anni sono passati in un soffio.- Il no-
stro padre e nonno non ci ha mai lasciate sole.-
La sua forza, intelligenza, grinta e voglia di vivere
ancora nei pensieri di chi lo ha conosciuto.-
Ciao pap, ciao nonno.- La tua presenza in
noi.- Grazie.- Cos Emma e Babila ricordano il
loro
Gran Ufficiale
Emanuele Rossetti
- Milano, 8 luglio 2011.
Nel ventitreesimo anniversario della scompar-
sa del
Dott. Antonio Vallardi
e nel terzo della sorella
Ida
il figlio Carlo, Alessandra e Mariapia, li ricordano
sempre con immenso affetto.
- Milano, 8 luglio 2011.
1990 - 2011
"Il Signore veglia sul cammino dei giu-
sti."
Clemente Papi
I suoi cari lo ricordano con immutato amore.-
Una Messa sar celebrata luned 11 luglio alle
ore 18 in San Giovanni in Laterano, Milano.
- Milano, 8 luglio 2011.
Fabio ed Enzo con Palma e Renza ricordano
affettuosamente i cari genitori
LuigiaCerutti
e
Primo Bonucci
- Milano, 8 luglio 2011.
1981 - 2011
Umberto Biancamano
Il tuo ricordo indelebile, il nostro amore im-
mutato.- Sei sempre la nostra splendida guida.-
Lorenza, Fabrizio, Raffaella.
- Milano, 8 luglio 2011.
8 luglio 2001 - 8 luglio 2011
Alessandro Brusco
Per tutti noi un amore grande.- Un grande esem-
pio di dedizione e impegno nel lavoro.- Lucia,
Simona, Ilaria, con Giulio e Alessandro.
- Roma, 8 luglio 2011.
Nel tredicesimo doloroso anniversario della
sua scomparsa Franco e Rossella Janni con Gia-
nandrea e Margherita ricordano la loro cara
AlessandraJanni Gennari
- Milano, 8 luglio 2011.
60
Venerd 8 Luglio 2011 Corriere della Sera italia: 515050585854
10eLotto I numeri vincenti Lotto
Estrazioni di gioved 7 luglio 2011
Superenalotto
Combinazione vincente
Ai 5 stella: nessuno
Ai 4 stella: 36.758,00
Ai 3 stella: 1.769,00
Ai 2 stella: 100,00
Agli 1 stella: 10,00
Agli 0 stella: 5,00
Ai 6: nessuno
Ai 5+ nessuno
Ai 5: 26.343,86
Ai 4: 367,58
Ai 3: 17,69
53 Numero SuperStar 45 Numero Jolly
Jackpot indicativo prossimo concorso: 39.800.000,00
88
Video / 1
Parola di Scilipoti
Le curiosit del deputato ex idv
alla presentazione del suo libro
insieme a Berlusconi.
Video / 2
Miracoli da calciatori
Il backstage del nuovo spot di
Sky calcio: le lacrime di San
Totti, la parabola di Pirlo...
Motori
Coup alla tedesca
Arriva la nuova Bmw Serie 6,
pi lunga e spaziosa: le
immagini e la scheda.
79
Sound&Summer
La fine degli Oasis
Noel Gallagher rompe il silenzio
sulla rottura della band. E il
fratello lo insulta su Twitter.
Classica
Figaro allArena
A Verona il Barbiere di Siviglia
con il maestro Battistoni nella
sua citt natale: il video.
Ambiente
Calcola il tuo CO
2
Uno strumento online per
quantificare le emissioni
generate dal vostro stile di vita.
54 34
6 4
2 1 9 4 5
3 7
3 1 8 7
9 1
5 4 9 2
4 9
1 3 6 7 4
3 1
2
3 8 6 7 2 5 4 1 9
2 7 4 3 1 9 5 6 8
1 9 5 4 8 6 7 2 3
6 4 8 1 9 2 3 5 7
9 3 1 8 5 7 6 4 2
5 2 7 6 4 3 8 9 1
8 1 2 5 7 4 9 3 6
7 5 3 9 6 1 2 8 4
4 6 9 2 3 8 1 7 5
Giochi e pronostici
1
Ogni giorno le PREVISIONI della tua citt sempre con te
Digita: mobile.corriere.it nel browser del telefonino
Il servizio gratuito salvo i costi di connessione internet previsti dal piano tariffario del proprio operatore
Maggiori informazioni su www.corriere.it/mobile
Sudoku Difficile
Il Tempo
Oggi su www.corriere.it
www.corriere.it/giochiepronostici
Come si gioca
Bisogna riempire la
griglia in modo che
ogni riga, colonna e
riquadro contengano
una sola volta i
numeri da 1 a 9
Cinema
LA SOLUZIONE DI IERI
Altri giochi su www.corriere.it
5
P
u
z
z
le
s
b
y
P
a
p
p
o
c
o
m
3 5 11 12 28 30 31 32 41 43
54 64 69 75 78 83 85 86 87 90
La prima
dellepisodio
finale di Harry
Potter: foto e
video della
festa in piazza
a Londra.
BARI 43 30 79 37 73
CAGLIARI 5 64 15 28 73
FIRENZE 54 11 84 12 70
GENOVA 12 87 10 35 4
MILANO 86 32 16 5 40
NAPOLI 90 69 42 72 33
PALERMO 85 3 54 40 32
ROMA 83 78 29 42 14
TORINO 41 31 61 26 3
VENEZIA 28 75 1 57 69
NAZIONALE 69 80 29 53 42
Sole Nuvolo Coperto Pioggia Rovesci Temporali Neve Nebbia Debole Moderato Forte Molto forte Calmo Mosso Agitato
MARE VENTO
Nuova Ultimo quarto Primo quarto Piena
Sorge alle
Tramonta alle
OGGI
LE PREVISIONI
a cura del Centro Epson Meteo
IL SOLE LA LUNA
LE TEMPERATURE DI OGGI
IN EUROPA
IN ITALIA
Bari Palermo Bologna Firenze Torino Napoli Roma Milano Genova Venezia
DOMANI
DOMENICA
LUNED
MARTED
R. Calabria
Catania
Palermo
Alghero
Cagliari
Olbia
Aosta
Torino
Milano
Trento
Venezia
Trieste
Genova
Bologna
Firenze
Perugia
Ancona
LAquila
Roma
Campobasso
Napoli
Bari
Potenza
Catanzaro
Aosta
Milano
Torino
Genova
Bologna
Trento
Venezia
Firenze
Trieste
Ancona
Perugia
LAquila
ROMA
Campobasso
Napoli
Potenza
Bari
Catanzaro
Palermo
Cagliari
LE TEMPERATURE DI IERI IN ITALIA
min max
Ancona
Aosta
Bari
Bologna
Bolzano
Brescia
Cagliari
min max
Campobasso
Catania
Crotone
Cuneo
Firenze
Genova
Imperia
LAquila
Lecce
Messina
Milano
Napoli
Olbia
Palermo
Parma
Perugia
Pescara
Pisa
Potenza
R. Calabria
Rimini
Roma
Torino
Trento
Trieste
Udine
Venezia
Verona
min max min max min max
S = Sereno P = Pioggia N= Nuvoloso T = Temporale C= Coperto V = Neve R = Rovesci B = Nebbia
S
S
S
N
S
N
N
30 Luglio 8 Luglio 15 Luglio 23 Luglio
Maltempo sulle Isole Britanniche,
per alcune perturbazioni che inve-
stono anche il Nord di Francia
e Spagna, no al Mare del
Nord, alla Norvegia e alla
Svezia meridionale.
Instabile tra Polonia
e Slovacchia. Sole
e molto caldo
nellarea medi-
terranea e nei
Balcani.
28
27
30
30
29
31
27
34
34
35
33
33
33
31
33
32
30
33
33
33
31
36
33
33
5.29
20.28
5.51
20.32
5.39
21.01
5.42
20.58
5.51
21.18
5.40
20.36
5.44
20.47
5.44
21.13
5.50
21.11
5.31
21.00
+19 +32
+20 +28
+18 +30
+20 +33
+20 +29
+20 +29
+19 +27
+20 +29
+18 +29
+20 +30
+18 +27
+18 +33
+23 +26
+21 +25
+14 +30
+18 +31
+24 +30
+21 +29
+21 +30
+19 +33
+22 +29
+20 +31
+17 +33
+18 +31
+18 +31
+19 +28
+24 +30
+19 +29
S
P
S
S
N
N
S
S
S
S
N
N
S
S
N
N
N
S
S
S
S
+20 +31
+20 +25
+20 +27
+21 +30
+20 +30
+21 +27
+20 +30
S
T
N
S
S
N
N
Prima vera ondata di calore in arrivo: sar pi intensa al Centrosud,
dove potrebbe durare molti giorni e con punte gi oggi di 34-35
gradi, mentre nel weekend si potranno sorare i 40 C. Su Val
dAosta, Piemonte, alta Lombardia e Trentino tempo in-
stabile, con rovesci o temporali soprattutto nel po-
meriggio; qualche nuvola in transito nel resto
del Nord, in prevalenza sereno altrove.
Ultimo atto
Bft Metri Bft Metri
Sabato Domenica
Bollettino Vento & Onde fornito da www.windfinder.com
ABRUZZO
Giulianova
Pescara
Vasto
Capo Colonna
Capo Rizzuto
Capo Spartivento
Punta Alice
Reggio Calabria Lido
Amantea
Capo Palinuro
Capri
Castel Volturno
Ischia Maronti
Paestum
Procida
Sorrento
Bellaria
Cattolica
Cervia
Cesenatico
Milano Marittima
Riccione
Rimini
Marina di Ravenna
Grado
Lignano Sabbiadoro
Trieste
Anzio
Capo Linaro
Fregene
Lido di Fondi
Sabaudia
Torvaianica
Albenga
Andora
Arma di Taggia
Lavagna
Levanto
Porto Venere
Sanremo
Colico
Desenzano
Civitanova Marche
Fano
Marina Palmense
Numana
Passetto Ancona
Porto Recanati
Porto S. Giorgio
S. Benedetto del Tronto
Senigallia
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Barletta
Brindisi
Capo Vieste
Rodi Garganico
Marina di Ginosa
Molinella
Otranto
S. Maria di Leuca
Taranto
Torre Mileto
CalaSetta
Capo Carbonara
Capo Ferrato
Capo Mannu
Carloforte
Chia
Platamona
Porto Botte
Porto Cervo
Porto Pino
Porto Pollo
San Teodoro
Tortol
Licata
Marzamemi
Mazara del Vallo
Mondello
Porto Palo
Pozzallo
San Vito Lo Capo
Taormina
Castiglioncello
Follonica
Marina di Grosseto
Marciana Marina
Pietrasanta
Rosignano
San Vincenzo
Riva del Garda
Torbole
Bibione
Caorle
Eraclea
Jesolo
Lido di Venezia
Peschiera
Sottomarina
Bft Metri Bft Metri
3
3
3
3
2
3
3
3
2
3
2
3
3
2
2
2
3
2
2
2
2
2
2
4
3
4
3
3
3
3
1
2
3
4
4
3
2
3
2
2
3
3
3
3
3
2
2
ENE
NNE
E
E
S
E
N
N
S
S
SSE
SE
SE
W
SSE
ESE
NW
SSE
E
SSE
E
E
SSE
WSW
SW
SSW
NNE
SW
SW
SSW
N
S
S
SSE
SSE
SSW
S
SSE
S
S
S
S
S
SE
SE
SSW
E
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
1
1
1
1
1
1
2
2
1
2
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
2
1
0
1
1
1
1
2
3
3
1
1
3
1
1
1
1
1
1
1
1
1
3
3
3
3
2
3
3
3
2
2
2
3
2
3
2
3
3
2
3
2
3
3
2
4
3
3
3
3
3
2
3
2
2
2
2
3
2
2
2
2
2
2
2
1
1
2
3
NNE
N
N
N
ENE
N
N
N
ENE
SW
SE
ENE
ESE
W
SE
E
NE
SE
E
SE
E
E
ESE
WSW
WSW
SW
NNE
WSW
WSW
WSW
N
WSW
WSW
SW
S
SW
WSW
SW
S
S
WSW
WSW
WSW
SW
SW
WSW
E
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
1
1
1
1
1
1
2
2
1
0
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
2
1
1
1
2
1
2
1
0
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
0.0
0.0
0.2
0.2
0.0
0.2
np
0.1
0.0
0.9
np
1.1
0.6
0.2
0.3
0.9
np
0.3
0.7
np
np
0.9
np
0.1
0.1
0.2
np
np
0.1
0.2
0.3
0.6
0.9
0.6
0.6
np
0.6
np
np
np
np
0.4
0.6
0.6
0.4
np
0.5
ENE
N
WNW
NW
SSE
WNW
np
W
SSW
SSW
np
SSE
SSE
WSW
WSW
ESE
np
SSW
SE
np
np
SSE
np
SE
ESE
SW
np
np
ESE
WSW
NNW
SSW
S
S
S
np
SSW
np
np
np
np
SSE
SE
SE
SE
np
E
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
0.0
0.0
0.1
0.0
0.0
0.1
np
0.0
0.0
0.6
np
0.6
0.6
0.1
0.2
0.4
np
0.3
0.3
np
np
0.4
np
0.0
0.1
0.0
np
np
0.0
0.0
0.0
0.1
0.5
0.3
0.2
np
0.1
np
np
np
np
0.1
0.1
0.1
0.1
np
0.1
0.0
0.0
0.0
0.0
0.0
0.0
np
0.0
0.0
0.5
np
0.7
0.7
0.3
0.3
0.7
np
0.4
0.4
np
np
0.5
np
0.0
0.1
0.3
0.1
np
0.1
0.1
0.1
0.3
0.4
0.2
0.1
np
0.3
np
np
np
np
0.1
0.1
0.1
0.1
np
0.1
NE
NNE
N
NNE
SE
N
np
W
S
S
np
SE
SE
WSW
W
SE
np
SW
np
np
np
np
np
SSE
E
SW
np
np
E
WSW
NNW
SSW
S
S
SSE
np
SSW
np
np
np
np
SSE
SE
np
np
np
SE
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
0.0
0.0
0.0
0.0
0.0
0.0
np
0.0
0.0
0.4
np
0.5
0.5
0.2
0.2
0.5
np
0.3
0.3
np
np
0.4
np
0.0
0.1
0.2
0.1
np
0.1
0.1
0.1
0.2
0.3
0.1
0.1
np
0.2
np
np
np
np
0.1
0.1
0.1
0.1
np
0.1
Abruzzo Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino
Veneto
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Sabato Domenica
Meteo sport acquatici
SW
WSW
W
WNW
NW
NNW
Sud-Ovest
Ovest-Sud-Ovest
Ovest
Ovest-Nord-Ovest
Nord-Ovest
Nord-Nord-Ovest
np
N
NNE
NE
ENE
LEGENDA E
ESE
SE
SSE
S
SSW
Non pervenuto
Nord
Nord-Nord-Est
Nord-Est
Est-Nord-Est
Est
Est-Sud-Est
Sud-Est
Sud-Sud-Est
Sud
Sud-Sud-Ovest
3
3
2
2
2
2
3
1
3
3
2
2
2
2
2
2
3
3
3
3
3
3
3
3
3
3
3
3
3
3
2
2
3
2
2
2
2
4
3
2
2
2
2
3
3
2
2
2
3
3
2
ENE
ENE
ENE
ESE
ESE
W
ENE
N
WNW
WSW
SW
WSW
SW
W
WSW
W
E
E
E
E
ENE
E
E
ENE
SSW
S
SW
S
S
S
SSW
SSW
S
E
E
E
S
S
SSW
E
SSW
SSW
ENE
SSW
ENE
ENE
ENE
ENE
ENE
ENE
E
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
2
2
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
0.1
0.1
np
0.1
0.1
0.2
0.0
np
0.1
0.2
0.2
np
0.1
0.1
0.1
0.1
0.3
0.4
0.3
0.3
0.3
np
0.4
0.3
0.3
0.3
0.0
0.5
0.9
0.7
0.2
0.3
0.6
0.6
0.6
0.3
0.7
np
0.9
0.3
np
np
0.3
0.9
0.2
0.3
0.3
0.3
np
0.2
0.3
0.1
0.0
np
0.0
0.0
0.0
0.0
np
0.0
0.1
0.0
np
0.0
0.0
0.0
0.0
0.1
0.1
0.1
0.1
0.1
np
0.1
0.1
0.1
0.1
0.0
0.3
0.6
0.5
0.0
0.2
0.5
0.2
0.2
0.2
0.2
np
0.3
0.2
np
np
0.1
0.3
0.1
0.1
0.1
0.1
np
0.1
0.1
E
E
np
NE
ESE
W
NNE
np
W
N
SW
np
SW
WSW
SW
SW
ESE
ESE
ESE
ESE
ESE
np
ESE
ESE
S
SSE
SW
SW
SSW
SSW
SW
SW
SSW
ENE
ENE
SE
S
np
SSW
SE
np
np
ESE
SSW
ESE
ESE
ESE
ESE
np
ESE
ESE
3
3
3
3
3
3
3
3
3
2
3
3
3
2
3
3
2
2
2
2
3
2
2
3
1
2
2
3
2
2
2
2
3
2
2
2
2
3
3
2
2
2
2
3
3
2
2
2
3
3
2
NE
ENE
NE
ENE
ENE
NW
NNE
N
WNW
W
WNW
W
WNW
W
W
WNW
NE
NE
NE
NE
NE
NE
NE
NE
WSW
WSW
WSW
SW
SSW
SSW
SW
SW
SW
SSE
SSE
SSE
SSW
SSW
SW
SSE
SSW
WSW
NNE
SW
NE
NNE
NNE
NNE
NE
NE
NNW
1
1
1
1
1
2
1
2
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
0
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
2
1
1
2
2
2
1
1
1
0.1
0.1
np
0.0
0.1
0.0
0.0
np
0.0
0.1
0.3
np
0.1
0.1
0.1
0.1
0.1
0.1
0.1
0.1
0.1
np
0.1
0.1
0.0
0.0
0.0
0.4
0.5
0.5
0.3
0.3
0.5
0.1
0.1
0.1
0.3
np
0.4
0.1
np
np
0.1
0.4
0.1
0.1
0.1
0.1
np
0.1
0.1
E
ENE
np
NW
NW
NE
WNW
np
W
WSW
SW
np
SW
SW
SW
SW
ESE
E
ESE
ESE
ESE
np
E
ESE
np
SSE
np
SSW
SSW
SSW
SW
SW
SSW
SSE
SSE
S
S
np
S
S
np
np
E
S
E
E
E
E
np
E
E
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
0.1
0.1
np
0.0
0.1
0.0
0.0
np
0.0
0.1
0.2
np
0.1
0.1
0.1
0.1
0.1
0.1
0.1
0.1
0.1
np
0.1
0.1
0.0
0.0
0.0
0.3
0.4
0.4
0.2
0.2
0.4
0.1
0.1
0.1
0.2
np
0.3
0.1
np
np
0.1
0.3
0.1
0.1
0.1
0.1
np
0.1
0.1
61
Corriere della Sera Venerd 8 Luglio 2011 italia: 515050585854
Teleraccomando
Mussolini, Soldi, Sesso
e Segreti: cos si apre
il nuovo ciclo della Grande
Storia, molto seguita anche
a luglio, a dispetto delle
solite dicerie. uninedita
storia del regime, declinata
in tre parole chiave: Soldi,
Sesso, Segreti. Tesa
soprattutto a far cadere il
luogo comune secondo cui
in mezzo a tanti difetti
per i fascisti non rubavano
e non erano corrotti.
Questo film-documento
dimostrerebbe il contrario:
un continuo malaffare sotto
gli occhi di Mussolini (foto).
Non solo soldi, ma anche
sesso come strumento
di potere.
PER CONOSCERE
di Maria Volpe
Quella pianista
incantava Stalin
La grande Storia
Rai3, ore 21.05
Sesso e segreti
nellera del Duce
Certo che a evocare Caruso
nella splendida cornice
di Sorrento, son capaci
tutti Musica, sogno,
estate, mare. Una prima
serata di evasione, uno
spettacolo (coreografie del
talentuoso italo-africano
Mvula Sungani) per
celebrare gli autori dei
testi delle musiche italiane
dallOttocento ad oggi. A
Enrico Caruso intitolato
il premio assegnato ogni
anno da Sorrento ad
un artista che abbia
contribuito a diffondere la
cultura italiana nel mondo.
Quest'anno tocca a Giulio
Rapetti, alias Mogol (foto).
Tanti gli ospiti musicali.
PER DISTRARSI
Storia e delitti
della Magliana
Il quinto Speciale del Tg5
dedicato a Marija Judina,
una celebre pianista russa del
900, apprezzata da Stalin e
perseguitata perch cristiana.
Speciale Tg5 - La pianista
che commosse Stalin
Canale 5, ore 23.30
Una notte per Caruso
Rai1, ore 21.10
Da Sorrento
premio a Mogol
Film e programmi
Carlo Lucarelli ripercorre
la storia criminale della banda
della Magliana, attiva a Roma
negli anni 80. Omicidi,
sequestri, rapine e legami con
altre organizzazioni malavitose.
Blu notte - Misteri italiani
Rai3, ore 0.10
Melvin Udall (Jack Nicholson,
nella foto con Helen Hunt)
uno scrittore di mezza et,
scontroso e con disturbi
ossessivi. Solo la cameriera
Carol calma le sue nevrosi.
Qualcosa cambiato
Rete 4, ore 21.10
Da Lucca Lorena Bianchetti
(foto) conduce il Premio
Internazionale alla Libert.
Tra gli ospiti i Nomadi, il
pianista Roberto Cacciapaglia
e lattore Vincenzo Bocciarelli.
Serata per la Libert
Rai2, ore 23.40
Tv in chiaro
Una cameriera
salva Nicholson
Bianchetti a Lucca
per la Libert
Rai1
rai.it
Rai2
rai.it
Rai3
rai.it
Rete4
mediaset.it/rete4
Italia1
mediaset.it/italia1
Canale5
mediaset.it/canale5
La7
la7.it
MTv
mtv.it
20.00 TELEGIORNALE.
20.30 DA DA DA.
Videoframmenti
21.10 UNA NOTTE PER
CARUSO. Musicale.
Con S. Grey, L. Ward
TG1 60 SECONDI.
23.20 TV7. Attualit
0.25 LAPPUNTAMENTO.
Attualit
20.30 TG 2 20.30.
21.05 N.C.I.S. Telefilm. Con
Mark Harmon,
Michael Weatherly,
Pauley Perrette
23.25 TG 2.
23.40 SERATA PER LA
LIBERT. Attualit.
Con Lorena
Bianchetti
20.00 BLOB. Attualit
20.15 SABRINA - VITA DA
STREGA. Telefilm
20.35 UN POSTO AL SOLE.
Soap
21.05 LA GRANDE STORIA.
Documenti
23.15 TG REGIONE.
23.20 SPECIALE TG3.
METEO 3.
20.30 RENEGADE. Telefilm
21.10 FILMQUALCOSA
CAMBIATO. (Comm.,
Usa, 1997). Regia di
James L. Brooks.
Con Jack
Nicholson, Helen
Hunt, Greg Kinnear.
Nel prog.: Tgcom;
Meteo
20.00 TG 5.
20.40 PAPERISSIMA
SPRINT. Variet.
Con G. Palmas,
V. Brumott, Gabibbo
21.20 LONORE E IL
RISPETTO. Miniserie.
Con Gabriel Garko,
Cosima Coppola,
Serena Autieri
20.20 THE MENTALIST.
Telefilm
21.10 FILMFAST AND
FURIOUS. (Azione,
Germania/Usa,
2001). Regia di Rob
Cohen. Con Paul
Walker, Vin Diesel,
Rick Yune. Nel progr.:
Tgcom; Meteo
20.00 TG LA7.
20.30 IN ONDA. Talk show.
Con Luisella
Costamagna, Luca
Telese
21.10 FRATELLI E SORELLE
DITALIA. Variet.
Con Veronica Pivetti
23.30 TG LA7.
23.40 MOVIE FLASH. Att.
16.00 TEEN MOM. Variet
17.00 MADE. Variet
18.00 MTV MOBILE CHAT.
Musica
19.00 MTV NEWS.
19.05 FULL METAL
ALCHEMIST
BROTHERHOOD.
Cartoni
19.30 FULL METAL
ALCHEMIST
BROTHERHOOD.
Cartoni
20.00 16 AND PREGNANT.
Variet
21.00 HARD TIMES.
Telefilm
21.30 HARD TIMES.
Telefilm
22.00 BLUE MOUNTAIN
STATE. Telefilm
SERA
17.00 SUMMER HITS.
Musicale
18.00 ROCK DEEJAY.
Musicale
18.45 BEST OF BELIEVERS.
Musicale
19.00 BEST OF VACANZE
ROMAGNE. Attualit
20.00 JACK OSBOURNE: NO
LIMITS. Attualit
21.00 FINO ALLA FINE DEL
MONDO.
Documentario
22.00 BEST OF VACANZE
ROMAGNE. Attualit
23.00 NIENTOLOGY IL
PEGGIO DI... Variet
Deejay TV
Rai4
rai.it
Rai5
rai.it
Rai
Storia
rai.it
Rai
Movie
rai.it
Rai
YoYo
rai.it
Rai
Gulp
rai.it
Boing
mediaset.it
La7d
la7.it
12.40 INVISIBLE MAN I.
Serie
13.25 WATCH OVER ME.
Serie
14.10 FLASHPOINT. Serie
14.55 SANCTUARY II. Serie
15.40 STREGHE V. Serie
16.20 INVISIBLE MAN I.
Serie
17.05 BEING ERICA III.
Serie
17.50 STAR TREK I. Serie
18.50 WAREHOUSE13 II.
Serie
19.35 SANCTUARY II. Serie
20.20 FLASHPOINT. Serie
21.10 FILMRIGHT AT YOUR
DOOR. (Thriller).
Regia di Chris
Gorak.
22.40 WONDERLAND.
Attualit
22.55 FILMTHE
HAMILTONS.
(Horror). Regia di
Mitchell Altieri, Phil
Flores.
0.25 FILMWOLF CREEK.
(Horror). Regia di
Greg McLean.
17.05 ANTHONY BOURDAIN:
IL VIAGGIO DI UN
CUOCO.
Documentario
17.35 Q.B. OVVERO
QUANTO BASTA PER
UN GASTRO-VIAGGIO.
Documentario
18.05 TOUS LES HABITS DU
MONDE.
Documentario
18.35 COOL TOUR. Attualit
19.05 GORDON RAMSAY,
DIAVOLO DI UNO
CHEF! Documentario
20.00 OGGI QU DOMANI
LL. Attualit
20.35 PASSEPARTOUT.
Attualit
21.05 MICHAEL PALINS
NEW EUROPE.
Reportage
22.05 LONELY PLANET. LE
VIE
DELLAVVENTURA.
Reportage
23.00 MEGLIO UN UOMO
OGGI CHE UN
MARITO DOMANI.
Teatro
17.40 AL CAPONE E IL
PROIBIZIONISMO.
Attualit
17.45 LAVORO. Attualit
18.00 FALQUI SHOW.
Attualit
19.00 RES GESTAE FATTI.
Attualit
19.05 SOTTO LA MOLE.
Attualit
19.25 SPECIALE SANDRO
PERTINI. Attualit
19.45 LE CITT DEL JAZZ.
Attualit
20.00 QUESTA NOSTRA
ITALIA. Documenti
20.10 FRIULI VENEZIA
GIULIA. Documenti
20.30 COMUNIT IN
TRASFORMAZIONE.
Documenti
20.40 CANTO DEL
MOVIMENTO 1968-
1977. Attualit
21.00 DIXIT FILM. Attualit
22.35 DIXIT FILM. Attualit
23.45 P.D.D. Attualit
24.00 MILLE PAPAVERI
ROSSI. Attualit
6.30 FILMFATTI DI GENTE
PER BENE.
8.25 FILMIL TESORO
SOMMERSO.
10.00 FILMIL FIGLIO DI
SPARTACUS.
11.40 FILMHO VISTO LE
STELLE!
13.15 FILMCHARLOT.
15.40 FILMECCE BOMBO.
17.25 FILMCAMERA CON
VISTA.
19.25 FILMCRAZY IN LOVE.
21.00 FILMEVEN MONEY.
(Drammatico). Regia
di Mark Rydell.
22.55 FILMBREAKING
NEWS. (Thriller).
Regia di Johnnie To.
0.25 FILMFILMPER NON
DORMIRE: SPETTRO.
(Horror). Regia di
Mateo Gil.
1.50 FILMIL SOLITARIO.
(Noir). Regia di F.
Campanini.
3.20 FILMLES DENTS DE
LA NUIT. (Commedia).
Regia di Stephen C.,
Vincent Lobelle.
19.30 DOUBLE TROUBLE.
Telefilm
19.55 GULP FORWARD.
Ragazzi
20.00 SKIPPI IL CANGURO.
Telefilm
20.30 KARKU III. Telefilm
21.00 SCREECH OWLS.
Telefilm
21.25 LA LEGGENDA DEL
DRAGO. Cartoni
20.20 BOOME REDS. Cartoni
20.25 BOOME REDS.
Cartoni
20.30 GLI INDOVINELLI DI
RANOCCHIETTA.
Cartoni
20.35 LALBERO AZZURRO.
Attualit
20.50 DISEGNAMI UNA
STORIA 2. Cartoni
21.00 CUCCIOLI. Cartoni
18.50 LEONE CANE FIFONE.
Cartoni
19.00 LE NUOVE
AVVENTURE DI
SCOOBY DOO.
Cartoni
19.50 SPONGEBOB. Cartoni
20.40 THE GARFIELD SHOW.
Cartoni
21.10 GLI INCORREGGIBILI.
Telefilm
17.55 CUORE E BATTICUORE.
Telefilm
18.50 LE INTERVISTE
BARBARICHE. Talk
show
19.40 S.O.S. TATA. Variet
20.40 TG LA7.
21.10 UNA NUOVA VITA PER
ZOE. Telefilm
23.55 MOVIE FLASH.
Attualit
Tv
2000
tv2000.it
20.50 TGTG -
TELEGIORNALI A
CONFRONTO.
21.15 THE FLYING
DOCTORS.
Telefilm
22.05 NOVECENTO
CONTROLUCE.
Talk show
23.05 CARO DOMANI.
24.00 NOTTURNO - TV2000.
La5
mediaset.it
18.30 LA FIGLIA DI ELISA -
RITORNO A
RIVOMBROSA. Soap
20.30 EXTREME
MAKEOVER HOME
EDITION. Reality
21.10 FILMIL MIO PRIMO
BACIO.
23.05 UOMINI E DONNE
STORY. Talk show
0.15 ANICA FLASH.
Cielo
cielo.it
18.15 PROJECT RUNWAY -
TAGLIA, CUCI E...
Variet
19.10 UNO PSICOLOGO DA
CANI - DOG
WHISPERER. Doc.
20.05 TOP CHEF. Variet
21.00 DEXTER. Telefilm
23.00 STRANO MA VERO:
INDIANA JONES.
Documentario
Iris
iris.it
17.14 FILMFLIGHT 93.
18.54 ANICA FLASH.
18.57 IRIS LA SETTIMANA -
LE NOVIT IN SCENA.
Attualit
19.20 THE UNIT I.
Telefilm
20.08 BOSTON LEGAL III.
Telefilm
20.57 FILMIL TEMPO DEI
CANI PAZZI.
6.45 UNOMATTINA
ESTATE. Attualit.
10.00 TG 1.
10.45 UN CICLONE IN
CONVENTO. Telefilm
11.30 DON MATTEO 6.
Miniserie
13.30 TELEGIORNALE.
14.00 TG 1 ECONOMIA.
Attualit
14.10 VERDETTO FINALE.
Attualit
15.00 FILMVIAGGIO DI
NOZZE IN ARIZONA.
16.50 TG PARLAMENTO.
Attualit
PREVISIONI SULLA
VIABILIT.
17.00 TG 1.
17.10 CHE TEMPO FA.
17.15 LE SORELLE
MCLEOD. Telefilm
17.55 IL COMMISSARIO
REX. Telefilm. Con
Gideon Burkahard,
Wolf Bachofner
18.50 REAZIONE A CATENA.
Variet
7.00 CARTOON FLAKES.
Ragazzi
9.55 AMERICAN DREAMS.
Telefilm
10.35 TG 2.
11.25 IL NOSTRO AMICO
CHARLY. Telefilm
12.10 LA NOSTRA AMICA
ROBBIE. Telefilm
13.00 TG 2 GIORNO.
13.30 TG 2 E...STATE CON
COSTUME. Attualit
13.50 EAT PARADE. Att.
14.00 GHOST WHISPERER.
Telefilm
14.50 ARMY WIVES. Telefilm
15.35 SQUADRA SPECIALE
COLONIA. Telefilm
16.20 LAS VEGAS. Telefilm
17.05 ONE TREE HILL.
Telefilm
17.45 TG 2 FLASH L.I.S.
17.50 RAI TG SPORT.
18.15 TG 2.
18.45 COLD CASE - DELITTI
IRRISOLTI. Telefilm
19.35 SENZA TRACCIA.
Telefilm
8.00 RAI 150 ANNI. LA
STORIA SIAMO NOI.
Attualit
9.00 DIECI MINUTI DI...
PROGRAMMI
DELLACCESSO. Att.
9.10 FILMIL MONACO DI
MONZA.
11.00 COMINCIAMO BENE.
Attualit
12.00 TG 3.
12.15 COMINCIAMO BENE.
Attualit
13.00 COMINCIAMO BENE -
CONDOMINIO TERRA.
Attualit
13.10 LA STRADA PER LA
FELICIT. Telefilm
14.00 TG R. TG R METEO.
14.20 TG 3. METEO 3.
14.45 FIGU. Attualit
14.55 TG 3 L.I.S.
15.00 TOUR DE FRANCE -
7 TAPPA: LE MANS -
CHTEAUROUX.
Ciclismo
19.00 TG 3.
19.30 TG R. TG R METEO.
7.20 VITA DA STREGA.
Serie
7.50 MIAMI VICE. Telefilm
8.40 NIKITA. Telefilm
9.55 GIUDICE AMY.
Telefilm
10.50 RICETTE DI
FAMIGLIA. Attualit
11.20 BENESSERE - IL
RITRATTO DELLA
SALUTE. Attualit
11.30 TG 4 - TELEGIORNALE.
12.00 PI FORTE RAGAZZI.
Telefilm
13.00 DISTRETTO DI
POLIZIA. Telefilm
13.50 IL TRIBUNALE DI
FORUM -
ANTEPRIMA. Att.
14.05 IL TRIBUNALE DI
FORUM. Attualit
15.35 SENTIERI. Soap
16.15 FILMLA NAVE
MATTA DI MR.
ROBERTS.
18.55 TG 4 - TELEGIORNALE.
19.35 TEMPESTA DAMORE.
Soap
6.00 TG 5 PRIMA PAGINA.
Attualit
8.00 TG 5 MATTINA.
8.35 FINALMENTE SOLI.
Serie
9.05 FILMVITUS.
11.00 FORUM. Attualit
13.00 TG 5.
13.40 BEAUTIFUL. Soap
14.10 CENTOVETRINE. Soap
14.45 FILMLOVE.COM.
(Commedia,
Germania, 2009).
Regia di Oliver
Dommenget. Con
Annette Frier, Ren
Steinke, Teresa
Harder. Nel
programma: Tgcom;
Navigare informati
16.35 POMERIGGIO
CINQUE.
Variet
18.50 CHI VUOL ESSERE
MILIONARIO. Quiz.
Con Gerry Scotti.
Nel programma: Tg
5 - Anticipazione
6.40 BAYWATCH. Telefilm
8.20 CARTONI ANIMATI
10.25 NIN. Telenovela
11.25 UNA MAMMA PER
AMICA. Telefilm
12.25 STUDIO APERTO. Nel
programma: Meteo
13.00 STUDIO SPORT.
13.40 CARTONI ANIMATI
15.00 E ALLA FINE ARRIVA
MAMMA! Serie
15.30 GOSSIP GIRL.
Telefilm. Con Blake
Lively, Leighton
Meester, Penn
Badgley
16.20 O.C. Telefilm. Con
Peter Gallagher,
Adam Brody, Rachel
Bilson
17.10 HANNAH MONTANA.
Serie
18.05 LOVE BUGS. Serie
18.30 STUDIO APERTO. Nel
programma: Meteo
19.00 STUDIO SPORT.
19.25 C.S.I. MIAMI.
Telefilm
6.00 TG LA7.
7.00 OMNIBUS. Attualit
9.45 COFFEE BREAK.
Attualit
10.30 (AH)IPIROSO.
Attualit
11.25 CHICAGO HOPE.
Telefilm
12.30 DUE SOUTH - DUE
POLIZIOTTI A
CHICAGO. Telefilm
13.30 TG LA7.
13.55 FILMZ MEN.
(Azione, Australia,
1982). Regia di Tim
Burstall. Con John
Phillip Law, Sam
Neill, Mel Gibson.
16.05 ATLANTIDE - STORIE
DI UOMINI E DI
MONDI.
Documentario
17.20 CHIAMATA
DEMERGENZA.
Telefilm
18.25 CUOCHI E FIAMME.
Attualit
19.35 G DAY. Tg Satirico
0.55 TG 1 - NOTTE.
1.25 CHE TEMPO FA.
1.30 APPUNTAMENTO AL
CINEMA. Attualit
1.35 SOTTOVOCE.
Attualit
1.00 TG PARLAMENTO.
Attualit
1.10 3 LIBBRE. Telefilm.
Con Ken Wharton,
Mark Feuerstein,
Armando Riesco
0.10 BLU NOTTE -
MISTERI ITALIANI.
Attualit. Con Carlo
Lucarelli
1.10 APPUNTAMENTO AL
CINEMA. Attualit
23.45 CINEMA DESTATE.
Attualit
23.50 FILMRISCHIO TOTALE.
(Thriller, Usa, 1990).
Di P. Hyams.
Con G. Hackman
23.30 SPECIALE TG5 - LA
PIANISTA CHE
COMMOSSE STALIN.
Attualit
0.30 TG 5 NOTTE. Nel
progr.: Meteo 5
23.20 FILMLULTIMA CASA
A SINISTRA. (Horror,
Usa, 2009). Regia di
Dennis Iliadis. Con
Garret Dillahunt,
Michael Bowen
23.45 FILMSTARGATE -
CONTINUUM.
(Azione, Canada/
Usa, 2008). Regia di
Martin Wood. Con
Ben Browder
DATI DI PROGRAMMAZIONE
FORNITI DA COMPUTIME
LUGLIO SU MGM, LUGLIO DI GRANDI MUSICAL
S
u
M
G
M
u
n
c
o
n
c
o
r
s
o
D
E
G
N
O
S
u
M
G
M
u
n
c
o
n
c
o
r
s
o
D
E
G
N
O
Ogni venerd di luglio, in prima serata,
i musical pi belli li trovi su MGM.
E non dimenticare il MusiQuiz,
per vincere un favoloso viaggio a Londra
e vedere un grande musical teatrale.
*
C
o
n
c
o
r
s
o
a
p
r
e
m
i
v
a
l
i
d
o
d
a
l
l

1
a
l
3
1
l
u
g
l
i
o
2
0
1
1
.
E
s
t
r
a
z
i
o
n
e

n
a
l
e
e
n
t
r
o
l

1
1
.
0
8
.
2
0
1
1
.
M
o
n
t
e
p
r
e
m
i
E
u
r
o
1
.
8
5
5
,
0
0
.
R
e
g
o
l
a
m
e
n
t
o
c
o
m
p
l
e
t
o
s
u
w
w
w
.
m
g
m
c
h
a
n
n
e
l
.
i
t

W
E
S
T
S
I
D
E
S
T
O
R
Y
(
)
su www.mgmchannel.it
RISPONDI AL
M
U
SIQ
U
IZ
E VOLA A LONDRA*
Viaggio di 3 gg. e 2 notti organizzato da CartOrange
Scopri tutti i dettagli su www.cartorange.com/londra
D
I
N
O
T
A
.
D
I
N
O
T
A
.
TM
CANALE 26
Dexter Collection.
Stasera alle 21 in esclusiva su Cielo.
www.cielotv.it
T
M
&

2
0
0
7
C
B
S
S
t
u
d
io
s
I
n
c
.
presenta presenta
62
Venerd 8 Luglio 2011 Corriere della Sera italia: 515050585854
M
olto toccante il ritratto di Alessandra Borgono-
vo, figlia di Stefano, lex calciatore ammalato-
si di sclerosi laterale amiotrofica (la terribile
Sla). Il dramma del padre lha fatta crescere in
fretta, lha messa in contatto con la paura pi antica, ma
le ha dato anche la forza di non perdersi danimo: Per
me essere donna vuol dire crescere accanto ai propri af-
fetti senza mai arrendersi.
Nella malattia c un ribal-
tamento di ruoli che mette i
brividi: il padre diventa un fi-
glio e la figlia si comporta da
madre, con rara tenerezza. Di-
ce Alessandra: Inizialmente
mostrare le condizioni di mio
padre mi metteva a disagio,
mi ci sono voluti quattro o
cinque mesi prima di parlar-
ne. Il rapporto con lui cam-
biato col progredire della ma-
lattia specialmente da quan-
do ha perso luso della paro-
la... Per quanto sia utile il co-
municatore artificiale, lo dete-
sto. Non sopporto di dover
parlare con una macchina.
Prima era toccato a Mara
Maionchi, in Storie di don-
ne di Mario Giordano e Al-
berto DAmico (Canale 5,
mercoled, ore 23.30), raccon-
tare frammenti della sua vita
e del suo sodalizio con Alber-
to Salerno: Quando io e mio
marito decidemmo di sposar-
ci, lui aveva 26 anni e io 35,
per lepoca una grande diffe-
renza det, e io dicevo a me
stessa che proprio non ho
let. Mia madre mi disse allo-
ra "cosa timporta, lui che
la prende vecchia". Lo spiri-
to sarcastico della madre diventato la bandiera espres-
siva della figlia! E prima ancora era toccato a Eleonora
Pedron confessarsi e parlare della perdita del padre,
morto in un incidente stradale, della vittoria a Miss Ita-
lia, del rapporto con Max Biaggi.
Speriamo che Giordano non si ammali di minolite (il
direttore che firma tutti i programmi della sua struttura,
come Minoli) e la smetta, ora che direttore di NewsMe-
diaset, di scrivere fantomatici attacchi contro la Rai, lui
che deve accendere tutta la vita un cero a Gad Lerner.
RIPRODUZIONE RISERVATA
A fil di rete
Pay Tv
Zellweger difende
la bimba maltrattata
Lassistente sociale Emily Jenkins
(Rene Zellweger, foto) ospita una
bambina di 10 anni, Lilith, vittima
di maltrattamenti. E si accorge
che i genitori di Lilith stanno
tentando di uccidere la bimba.
Case 39
Sky Cinema Max, ore 21
Hollywood viziosa
con Stephen Dorff
Shrek e la nostalgia
del suo passato
Augusto
Minzolini
Il Tg1 di
Augusto
Minzolini
superato dal Tg5.
Ascolti estivi per le
news delle 20, ma la
notizia che il Tg1
raccoglie 3.642.000
spettatori, per uno
share del 20,7%,
ed il secondo tg.
Frammenti di vita
nelle storie di donne
Clemente
Mimun
Il Tg5 di
Clemente
Mimun
supera il Tg1 di
Minzolini. Ascolti estivi
per i notiziari delle 20,
ma la notizia
che il Tg5 raccoglie
3.691.000 spettatori,
per uno share
del 20,9%,
ed il primo tg.
di Aldo Grasso
Johnny (Stephen Dorff, foto)
vive a Hollywood in un
residence di lusso e la sua vita
scorre tra sesso e pasticche.
Fino a quando lo raggiunge
la figlia undicenne Cleo.
Somewhere
Premium Cinema, ore 21.15
Shrek (foto) diventato
un perfetto uomo di casa, ma
ha nostalgia di quando era
un vero orco. Cos stringe
un patto con uno gnomo
e si ritrova in unaltra realt.
Shrek e vissero felici e contenti
Sky Cinema 1, ore 21.10
17.40 ASTRO BOY Lo scienziato Tenma crea
Atro Boy, robot dai poteri eccezionali
somigliante al figlio perduto tempo fa...
Sky Cinema Family
17.50 PUZZOLE ALLA RISCOSSA Un
imprenditore vorrebbe mandare avanti
un progetto edile ma sulla sua strada
trova delle creature del bosco a fargli
opposizione. Sky Cinema 1 HD
19.00 LUOMO NERO Per la morte del padre,
Gabriele torna al suo paese natale e
con loccasione ricorda la sua
travagliata infanzia. Sky Cinema
Passion HD
19.10 LUDIENZA Satira contro un certo di
potere incarnato metaforicamente dalla
Chiesa cattolica. Regia di M. Ferreri,
con C. Cardinale e U. Tognazzi. Sky
Cinema Classics
19.20 GENITORI IN OSTAGGIO Tre coppie di
genitori si coalizzano per dare una
lezione ai rispettivi, scapestratissimi
figli. Sky Cinema Family
BANGKOK DANGEROUS - IL CODICE
DELLASSASSINO Il killer Joe si trova
a Bangkok per un lavoro ma il suo
giovane aiutante e una bellissima
commessa lo metteranno in crisi.
Sky Cinema Max HD
19.25 HOUSEBROKEN - UNA CASA
SOTTOSOPRA Un vigile del fuoco in
pensione (D. De Vito) deve vedersela
con i figli affetti dalla sindrome di Peter
Pan. Sky Cinema 1 HD
TRIAGE Dal premio oscar Tanovic, un
filmche racconto il ritorno traumatico
di un fotoreporter dalla guerra in
Kurdistan. Sky Cinema Hits HD
20.55 WEST SIDE STORY Il musical diretto
da R. Wise e J. Robbins ha conquistato
dieci premi Oscar, tra cui quello per il
miglior filme miglior regia. MGM
21.00 DILLINGER La storia di John Dillinger
(W. Oates), uno dei banditi pi decisi e
sanguinari degli anni Trenta, in
America. Pellicola del 1973. Sky
Cinema Classics
CASE 39 Oltre ogni deontologia
professionale, lassistente sociale Emily
(R. Zellweger) cerca di salvare Lilith,
seviziata dai genitori.
Sky Cinema Max HD
BABY BLUES Non riuscendo ad avere
figli, Alex e Fabrizio (S. Accorsi) si
rivolgono a uno psicanalista che, senza
saperlo, lo stesso...
Sky Cinema Passion HD
21.10 SHREK - E VISSERO FELICI E
CONTENTI Dopo aver messo su
famiglia, Shrek sente la nostalgia della
sua vita da orco e si fa ingannare dal
nano Tremotino... Sky Cinema 1 HD
FOUR BROTHERS Mark Wahlberg, con
altri tre fratelli, giura vendetta dopo la
morte della madre.
Sky Cinema Hits HD
22.35 NATIVITY - LA RECITA DI NATALE Un
maestro elementare frustrato si rimette
Cinema Sport
14.00 DOUBLE TROUBLE Rai Gulp
15.00 H2O Nickelodeon
16.00 INCINTA PER CASO Fox Life
17.00 KARKU III Rai Gulp
17.50 GLEE Fox HD
18.15 DESPERATE HOUSEWIVES Fox
Life
19.00 GRANI DI PEPE IV Rai Gulp
20.00 SKIPPI IL CANGURO Rai Gulp
20.30 BUONA FORTUNA CHARLIE!
Disney Channel
21.00 CRIMINAL MINDS Fox Crime HD
22.10 CYBERGIRL Disney Channel
22.30 I-CARLY Nickelodeon
22.45 FALLING SKIES Fox HD
23.00 LE SORELLE FANTASMA Disney
Channel
H2O Nickelodeon
23.15 THE BIG C Fox Life
14.10 CAMP ORANGE Nickelodeon
15.10 CHEF PER UN GIORNO LEI
16.05 CASE DA INCUBO LEI
17.00 TOUGH LOVE E!
18.00 LA FAVOLOSA VITA DI KIMORA E!
18.40 KORNGOLD - MUSICA DA
CAMERA E LIEDER Classica
19.05 JERSEYLICIOUS E!
20.00 KHLOE AND LAMAR E!
21.00 TAKESHIS CASTLE Cartoon
Network
21.30 INCONTRI CONTEMPORANEI -
FABIO NIEDER Classica
22.00 MARRIED TO ROCK E!
22.15 WIPEOUT - PRONTI A TUTTO K2
22.55 PIOGGIA DI FUOCO Sky Cinema
Max HD
23.00 STALK RADIO Sky Uno
23.05 I ROBINSON K2
18.00 FISH HOOKS - VITA DA PESCI
Disney Channel
18.30 ADVENTURE TIME Cartoon
Network
19.00 ANGELINA BALLERINA DeAkids
19.30 LA PANTERA ROSA & CO.
Boomerang
19.55 GULP FORWARD Rai Gulp
20.00 PIPPI CALZELUNGHE DeAkids
20.30 SPANK TENERO RUBACUORI
Nickelodeon
21.00 VIKY TV DeAkids
21.25 SYM-BIONIC TITAN Cartoon
Network
PIPPI CALZELUNGHE DeAkids
AVVENTURA DA PAURA!
Nickelodeon
LA LEGGENDA DEL DRAGO
Rai Gulp
14.00 MITI DA SFATARE
Discovery Channel HD
15.00 TOP GEAR Discovery Channel HD
16.00 DEADLIEST CATCH
Discovery Channel HD
17.00 IL GARAGE PI PAZZO DEL
MONDO Discovery Channel HD
18.00 MAN, WOMAN AND WILD
Discovery Channel HD
19.00 FACTORY MADE
Discovery Channel HD
20.00 TOP GEAR Discovery Channel HD
21.00 RIVER MONSTERS
Discovery Channel HD
22.00 A CACCIA DI VELENI
Discovery Channel HD
23.00 AI CONFINI DELLA
SOPRAVVIVENZA
Discovery Channel HD
Serie Tv Intrattenimento Ragazzi Documentari
in gioco cercando di vincere una gara
di recita contro una scuola rivale.
Sky Cinema Family
22.45 BACIAMI ANCORA Seguito de
Lultimo bacio, racconta la vita di
Giulia e Carlo alla soglia dei
quarantanni.
Sky Cinema Passion HD
22.50 BLINDNESS - CECIT Tratto
dallomonimo romanzo di Jos
Saramago. Una nazione devastata da
una terribile epidemia che provoca la
completa cecit. Sky Cinema 1 HD
22.55 JULES E JIM Romantico e struggente
filmdiretto da F. Truffaut nel 1962. Il
triangolo amoroso tra due uomini e una
donna, G. Moreau.
Sky Cinema Classics
23.05 IL RISCATTO Dopo 8 anni di prigione, il
pugile Joey Nardone torna nel suo
quartiere di Philadelphia dove deve
riappropriarsi della sua vita...
Sky Cinema Hits HD
23.30 DICE LUI, DICE LEI Una coppia
conduce un programma in tv che
esprime i diversi punti di vista
sullamore. La crisi in diretta
inevitabile. MGM
0.35 THE WARLORDS - LA BATTAGLIA
DEI TRE GUERRIERI Campione
dincassi e vincitore di numerosi premi
in patria, la storia di tre fratelli guerrieri
nella Cina del 1860.
Sky Cinema Max HD
14.00 CICLISMO: TAPPA 7 Tour de
France. Diretta Eurosport
15.20 AUTOMOBILISMO: EP. 4 Grand Prix
Story ESPN
15.30 GOLF: BARCLAYS SCOTTISH
OPEN, 2 GIORNATA PGA European
Tour. Diretta Sky Sport 2 HD
16.00 CALCIO: NAPOLI - BOLOGNA Serie
A Sky Sport 1 HD
17.00 CALCIO: JUVENTUS - CESENA
Serie A Sky Sport 1 HD
17.45 ATLETICA: CAMPIONATO DEL
MONDO GIOVANILE Diretta
Eurosport
18.15 CALCIO: JUVENTUS - TORINO
03/12/95 Serie A Story ESPN
19.00 AUTOMOBILISMO: EP. 5 Grand Prix
Story ESPN
19.30 BEACH SOCCER: GERMANIA -
ANDORRA Euro League. Diretta
Eurosport
20.00 MOTOCICLISMO: BRNO 22/07/07
Superbike Highlights ESPN
20.30 MOTOCICLISMO: BRNO 26/07/09
Superbike Highlights ESPN
20.45 CALCIO: BUENAS TARDES COPA
AMERICA Diretta Sky Sport 1 HD
21.30 WRESTLING: EP.2 WWE Domestic
Smackdown! Sky Sport 2 HD
22.15 GARE DI FORZA: CHAMPIONS
LEAGUE Differita Eurosport
23.00 CALCIO: 1970. GERMANIA -
INGHILTERRA FIFA World Cup
Classic ESPN
Sky
Quattro fratelli
a caccia dellomicida
Forum Televisioni: www.corriere.it/grasso
Videorubrica Televisioni: www.corriere.tv
Vincitori e vinti
Dopo luccisione della madre
durante una rapina, i fratelli
Mercer scoprono che la donna
non morta per caso. Insieme
decidono dindagare per potersi
vendicare.
Four Brothers - Quattro fratelli
Sky Cinema Hits, ore 21.10
Film
e programmi
14.05 I RAGAZZI IRRESISTIBILI. Film
Studio Universal
14.19 THE MIDDLE II. Telefilm JOI
14.43 THE MIDDLE II. Telefilm JOI
15.12 APPUNTAMENTO CON LAMORE.
Film Premium Cinema
15.30 UNA MAMMA PER AMICA VI.
Telefilm MYA
15.51 MONK I. Telefilm JOI
15.55 WAREHOUSE 13 I. Telefilm STEEL
16.10 AMORI E AMICIZIE. Film Studio
Universal
16.21 UNA MAMMA PER AMICA VI.
Telefilm MYA
16.41 THE MENTALIST III. Telefilm JOI
16.45 STUDIO 60 ON THE SUNSET STRIP.
Telefilm STEEL
17.05 MYA MAG. Rubrica MYA
17.22 SAINT ANGE. Film Premium
Cinema
17.40 LA VERA STORIA DI MORK E
MINDY. Film Tv MYA
18.30 R.I.S. ROMA DELITTI IMPERFETTI.
Telefilm STEEL
18.40 CERCO IL MIO AMORE. Film
Studio Universal
18.48 WEST WING - TUTTI GLI UOMINI
DEL PRESIDENTE VII. Telefilm JOI
19.07 GIOCO DI DONNA. Film Premium
Cinema
19.25 R.I.S. ROMA DELITTI IMPERFETTI.
Telefilm STEEL
19.37 ER - MEDICI IN PRIMA LINEA XI.
Telefilm JOI
19.38 THE VAMPIRE DIARIES I. Telefilm
MYA
20.25 STUDIO 60 ON THE SUNSET STRIP.
Telefilm STEEL
20.26 THE VAMPIRE DIARIES I. Telefilm
MYA
20.27 MIAMI MEDICAL. Telefilm JOI
21.15 SOMEWHERE. Film Premium
Cinema
21.15 THE MIDDLE II. Telefilm JOI
21.15 COVERT AFFAIRS I. Telefilm MYA
21.15 SUPERNATURAL I. Telefilm STEEL
21.15 ALBA ROSSA. Film Studio
Universal
21.40 THE MIDDLE II. Telefilm JOI
22.00 SUPERNATURAL I. Telefilm STEEL
22.02 CLOSE TO HOME II - GIUSTIZIA AD
OGNI COSTO. Telefilm MYA
22.07 ELI STONE II. Telefilm JOI
22.50 LA COSA. Film STEEL
22.52 UNA PAZZA GIORNATA A NEW
YORK. Film MYA
22.56 LINEA DOMBRA I. Documentario
JOI
23.01 LITTLE CHILDREN. Film
Premium Cinema
Mediaset Premium
Un vero bagno dautore con sanitari POZZI-GINORI,
vasca TEUCO, rubinetteria GROHE, rivestimenti
CERAMICA BARDELLI. Scopri le altre incredibili offerte
degli specialisti del bagno in Italia su casabagno.com 999,00
Prezzo IVA esclusa
*L
e
o
ffe
rte
C
A
S
A
B
A
G
N
O
s
o
n
o
p
u
b
b
lic
a
te
s
u
l
s
ito
w
w
w
.c
a
s
a
b
a
g
n
o
.c
o
m
-
o
p
e
ra
z
io
n
e
v
a
lid
a
d
a
l
1
6
m
a
g
g
io
a
l
3
0
s
e
tte
m
b
re
2
0
1
1
BAGNI UNITI DITALIA!
I MIGLIORI MARCHI DELLARREDOBAGNO UNITI
IN UNOFFERTA SENZA CONFRONTI!
IL BAGNO COMPLETO*
Scopri tutte le offerte nei nostri Showroom: 175A De Angelis F.lli Sgrevi Gruppo Borea Hydross Idrocentro Idrosanitaria Beltrami Idroterm Paolo Scoppettuolo Vito Laruccia
63
Corriere della Sera Venerd 8 Luglio 2011 italia: 515050585854
64
Venerd 8 Luglio 2011 Corriere della Sera italia: 515050585854