Sei sulla pagina 1di 23

COMUNE DI CATIGNANO

Provincia di Pescara
Piazza Marconi, 2 C. F. 80001570680 P. IVA 221020688 C. A. P. 65011 TEL. 085/841403 FAX 085/841623

Albo n 116

UFFICIO

TECNICO
BANDO DI GARA

COMUNALE

Appalto per il servizio gestione RR. SS.UU. e igiene urbana

Sezione I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) - Denominazione, indirizzi e punti di contatto: COMUNE DI CATIGNANO Piazza Marconi, 2 65011 CATIGNANO (Pe) - Italia - Punti di contatto: Ufficio Tecnico - Telefono 085 841403 Fax 085 841623 posta elettronica tecnico.catignano@tiscali.it; sito internet: www.comune.catignano.pe.it - Ulteriori informazioni sono disponibili presso: I punti di contatto sopra indicati - Il capitolato doneri e la documentazione complementare sono disponibili presso: I punti di contatto sopra indicati. - Le offerte e le domande di partecipazione vanno inviate a: Comune di Catignano (Pe) I.2) Tipo di amministrazione aggiudicatrice e principali settori di attivit: Autorit locale Servizi generali delle amministrazioni pubbliche. Lamministrazione aggiudicatrice acquista per conto di altre amministrazioni aggiudicatrici: NO Sezione II: OGGETTO DELLAPPALTO II.1) Descrizione; II.1.1) Denominazione conferita allappalto dallamministrazione aggiudicatrice: Servizio gestione RR. SS. UU. e igiene urbana C. I. G. 0531844B8A II.1.2) Tipo di appalto: Servizi Categoria del servizio: allegato IIA del D.to L.vo 163/2006 n. 16 CPV 90511100-3. II.1.3) Luogo di esecuzione: intero territorio del Comune di Catignano (Pe); II.1.4) Lavviso riguarda un appalto pubblico; II.1.5) Breve descrizione dellappalto o degli acquisti: Servizio di raccolta e trasporto differenziato dei rifiuti solidi urbani ed assimilati con sistema del porta a porta; II.1.6) Divisione in lotti: NO II.1.7) Ammissibilit di varianti: NO Lofferta potr contenere proposte migliorative e/o innovative purch conformi alle prescrizioni stabilite nel Capitolato Speciale dAppalto. II.2) Quantitativo o entit dellappalto II.2.1) Quantitativo o entit totale: limporto annuale presunto del servizio ammonta a 96.500,00 euro, I.V.A. esclusa, di cui oneri per la sicurezza di 1.000,00 annuali, non soggetti a ribasso. II.2.2) Opzioni: NO. II.2.3) Obblighi contrattuali: -forte campagna di sensibilizzazione rivolta a tutti i cittadini ed in particolare agli studenti dalla scuola dellinfanzia alla scuola media statale;

- acquisto e ritiro dei cassonetti di propriet comunale; - acquisto dellautocompattatore di propriet comunale. II.3) Durata dellappalto o termine di esecuzione: mesi trentasei - presumibilmente dal 02/11/2010 al 01/11/2013. Il contratto che si andr a stipulare tra la ditta Aggiudicataria e il Comune di Catignano per lespletamento dei servizi municipali di nettezza urbana, dovr intendersi automaticamente risolto non appena lAutorit dAmbito, di cui alla Legge Regione Abruzzo n 45 del 19 dicembre 2007, articolo 7, comma 3, avr individuato il nuovo soggetto gestore senza che la ditta aggiudicatrice abbia a pretendere e/o richiedere compensi a qualsiasi titolo e/o rimborsi per mancati guadagni e/o danni. Resta fatta salva la facolt dellATO nel subentrare al Comune per la prosecuzione del contratto. Sezione III: INFORMAZIONI DI CARATTERE GIURIDICO, ECONOMICO, FINANZIARIO E TECNICO III.1) Condizioni relative allappalto III.1.1) Cauzioni e garanzie richieste: come da Disciplinare di gara e Capitolato Speciale dAppalto. III.1.2) Principali modalit di finanziamento e di pagamento e/o riferimenti alle disposizioni applicabili in materia: lappalto finanziato con fondi propri dellAmministrazione comunale. Pagamenti come da Capitolato Speciale dAppalto. III.1.3) Forma giuridica che dovr assumere il raggruppamento di operatori economici aggiudicatario dellappalto: si rinvia alla disciplina dellart. 37 del D. lgs. 163/2006 e ss. mm. ii.; III.1.4) Altre condizioni particolari cui soggetta la realizzazione dellappalto: NO; III.2) Condizioni di partecipazione III.2.1) Situazione personale degli operatori, inclusi i requisiti relativi alliscrizione nellalbo professionale o nel registro commerciale. Informazioni e formalit necessarie per valutare la conformit ai requisiti: vedi Disciplinare di gara. III.2.2) Capacit economica e finanziaria - Informazioni e formalit necessarie per valutare la conformit ai requisiti: vedi Disciplinare di gara. III.2.3) Capacit tecnica - Informazioni e formalit necessarie per valutare la conformit ai requisiti: vedi Disciplinare di gara. III.2.4) Appalti riservati: NO; III.3) Condizioni relative allappalto di servizi III.3.1) La prestazione del servizio riservata ad una particolare professione: SI Vedi D. lgs n. 152/2006 e ss. mm. ii.; III.3.2) Le persone giuridiche devono indicare il nome e le qualifiche professionali delle persone incaricate della prestazione del servizio: NO. Sezione IV: PROCEDURA IV.1) Tipo di procedura IV.1.1) Tipo di procedura: APERTA IV.2) Criterio di aggiudicazione IV.2.1) Criterio di aggiudicazione: MASSIMO RIBASSO PERCENTUALE SUL PREZZO A BASE DASTA IV.2.2) Ricorso ad unasta elettronica:NO. IV.3) Informazioni di carattere amministrativo IV.3.1) Pubblicazioni precedenti relative allo stesso appalto:SI; IV.3.2) La documentazione di gara resa disponibile per laccesso libero, diretto e completo presso lUfficio Tecnico del Comune di Catignano IV.3.3) Termine per il ricevimento delle offerte e delle domande di partecipazione - Data: 23.09.2010 ore 13.00 IV.3.4) Lingua utilizzabile per la presentazione delle offerte/domande di partecipazione: ITALIANO. IV.3.5) Periodo minimo durante il quale lofferente vincolato alla propria offerta: giorni 180 (dal termine ultimo per il ricevimento delle offerte).

IV.3.6) Modalit di apertura delle offerte - Data 24.09.2010 ora 10,00 Luogo: Sede municipale Comune di Catignano Piazza Marconi, 2 65011 Catignano (Pe). Persone ammesse ad assistere allapertura delle offerte: SI. Sono ammessi ad assistere allapertura delle offerte i Legali Rappresentanti degli offerenti o loro procuratori o rappresentanti, purch muniti di procura o delega scritta e di documento didentit valido. Sezione V: ALTRE INFORMAZIONI V.1) Trattasi di appalto periodico: NO; V2) Appalto connesso ad un progetto e/o programma finanziato con fondi comunitari: NO; V.3) Informazioni complementari: La durata dellappalto fissata in mesi trentasei (36) a decorrere presumibilmente dal 02.11.2010 e comunque dalla eventuale diversa data che verr fissata in sede di conferimento dello stesso. LAmministrazione si riserva: di non procedere allaggiudicazione del servizio qualora nessuna delle offerte presentate venga ritenuta conveniente o idonea in relazione alloggetto del contratto ai sensi dellart. 81, comma 3, del D. Lgs. n.163/2006 e ss. mm. ii., o economicamente congrua o per motivi di pubblico interesse, senza che gli offerenti possano richiedere indennit o compensi di sorta n per il fatto di aver presentato lofferta n per effetto del mancato affidamento; di procedere allaggiudicazione del servizio, anche nel caso di una sola offerta, purch valida e semprech la stessa sia ritenuta congrua e vantaggiosa e risponda ad ogni prescrizioni del Capitolato Speciale d'Appalto. Per quanto non previsto nel presente bando si fa riferimento al Disciplinare di Gara e al Capitolato Speciale dAppalto e relativi allegati. Non saranno ammesse alla gara le offerte nelle quali manchino o risultino incomplete o irregolari anche solo uno dei documenti richiesti, cos come lomissione e/o la carenza sostanziale di una sola delle dichiarazioni o documentazioni richieste comporter lesclusione dalla gara. Non sono ammesse offerte parziali, condizionate e quelle formulate in modo indeterminato o con riferimento ad altra offerta propria o di altri o relativa ad altro appalto. Non sono ammesse offerte in aumento. Laggiudicazione in sede di gara provvisoria e diventer definitiva soltanto dopo le opportune verifiche previste dalla legge e lesecutivit del provvedimento di approvazione delle operazioni di gara. LAmministrazione Comunale si riserva la facolt, nel caso di decadenza e/o revoca dellaggiudicazione, di aggiudicare lappalto alla ditta che segue in graduatoria. Le spese contrattuali, di registrazione ed ogni altro onere fiscale sono a carico della ditta aggiudicataria. Le ditte partecipanti allappalto sono tenute al versamento a favore dellAutorit di Vigilanza sui contratti pubblici cos come disposto dalle normative vigenti. Ai sensi del D.to L.vo n 196/2003 e ss. mm. ii. si informa che i dati forniti dalle imprese partecipanti saranno trattati esclusivamente per lespletamento della gara di che trattasi e saranno archiviati in locali di propriet comunale. Il titolare del trattamento dei dati il Comune di Catignano. Il Responsabile del Procedimento il geom. Rocco Fabio Mariotti. Determinazione a contrarre n. 86 del 23.07.2010. Pubblicato in G. U. R. I. - V Serie Speciale n. 97 del 23.08.2010 e allAlbo pretorio. Catignano, l 23 agosto 2010 IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO geom. Rocco Fabio Mariotti

COMUNE DI CATIGNANO
Provincia di Pescara
Piazza Marconi, 2 C. F. 80001570680 C. A. P. 65011 TEL. 085/841403

P. IVA 221020688 FAX 085/841623

UFFICIO TECNICO COMUNALE


CAPITOLATO SPECIALE DAPPALTO PER IL SERVIZIO DI

GESTIONE RIFIUTI
TITOLO 1 DISPOSIZIONI GENERALI PREMESSA I servizi oggetto dellappalto devono essere svolti su tutto il territorio di Catignano con la massima cura e tempestivit per assicurare le migliori condizioni di igiene, pulizia ed aspetto decoroso. Lintero ciclo dei rifiuti, nelle sue varie fasi, costituisce attivit di pubblico interesse, sottoposto allosservanza dei seguenti principi generali: a) deve essere evitato ogni danno e pericolo alla salute, allincolumit, al benessere ed alla sicurezza della collettivit e dei singoli; b) deve essere garantito il rispetto delle esigenze igenico-sanitarie ed evitato ogni rischio di inquinamento dellaria, dellacqua, del suolo e del sottosuolo, nonch ogni inconveniente derivante da rumori e odori; c) devono essere evitati degradi al verde pubblico e allarredo urbano; d) devono essere rispettate le esigenze di pianificazione economica e territoriale; e) devono essere promossi, con losservanza dei criteri di economicit e di efficienza, sistemi tendenti a riciclare, riutilizzare i rifiuti o recuperare da essi materiali ed energia. ART. 1 ASSUNZIONE, CARATTERE ESERCIZIO E MODALITA DI AFFIDAMENTO DEI SERVIZI I servizi di igiene urbana specificati nel presente capitolato (raccolta, trasporto e conferimento e/o smaltimento dei rifiuti urbani) sono assunti con diritto di privativa ai sensi di legge dellAmministrazione Comunale. Il servizio verr affidato mediante procedura aperta. Laggiudicazione avverr unicamente al prezzo pi basso rispetto a quello posto a base di gara (art. 82 del D. Lgs. 163/2006). Eventuali offerte anomale verranno valutate conformemente a quanto indicato agli artt. 86, 87 e 88 del D. Lgs. 163/2006. I servizi oggetto del presente appalto sono da considerare ad ogni effetto servizi pubblici.

Pertanto per nessuna ragione potranno essere sospesi o abbandonati, salvo casi provati di forza maggiore, previsti dalla L. 45/07.

In caso di abbandono o sospensione ed in genere per ogni inosservanza degli obblighi e delle condizioni del presente Capitolato, il Comune potr sostituirsi allAppaltatore per lesecuzione dufficio dei servizi, con spese a carico dellAppaltatore stesso, fatte salve le sanzioni applicabili allAppaltatore. Per lesecuzione dufficio, il Comune potr indicare altra Ditta, oppure provvedervi direttamente. ART. 2 OGGETTO DELLAPPALTO Il presente capitolato doneri ha per oggetto il servizio di igiene urbana dellintero territorio del Comune di Catignano. I servizi da assicurare sono: 1. le raccolte differenziate finalizzate al recupero ed al riutilizzo, nonch il trasporto presso i relativi impianti di trattamento/smaltimento: del materiale organico, costituito da avanzi di cibo e sfalci e potature del verde pubblico e privato (art. 4.1); dei rifiuti secchi e riciclabili quali: carta e cartone, multi materiale (vetro, plastica, lattine) (art. 4.2) dei rifiuti urbani pericolosi: accumulatori esausti delle automobili, prodotti e contenitori etichettati con i simboli T e/o F (tossici e/o infiammabili), pile batterie esaurite farmaci scaduti e loro contenitori (art. 4.3); del materiale ingombrante, dei RAEE, dei pneumatici usurati (art. 4.4) 2. La raccolta ed il trasporto (art. 4.5) presso degli impianti autorizzati; 3. il servizio di raccolta, trasporto materiale di risulta nei cimiteri comunali e nelle aree verdi pubbliche; 4. Raccolta con successivo trasporto finalizzato al conferimento dei rifiuti nei contenitori esistenti nei cestini getta carte presenti nel centro urbano e nelle frazioni di Catignano; 5. le forniture dettagliatamente descritte allart. 15 e allart. 4.3 a cui si rimanda integralmente. 6. campagna di sensibilizzazione ei confronti della popolazione e alunni delle scuole di Catignano da realizzarsi attraverso appositi incontri informativi/esplicativi e attraverso la realizzazione e distribuzione di materiale informativo e calendari alla cittadinanza. 7. acquisto al prezzo di 5.000,00 del mezzo auto compattatore di propriet comunale Fiat Iveco 65E12 targato PE 349285. 8. acquisto e ritiro di n. 70 cassonetti attualmente presenti sul territorio di Catignano al prezzo di 4.000,00. 9. ulteriori servizi aggiuntivi descritti dagli art. successivi. Lo svolgimento dei servizi sopra descritti dovr essere effettuato nel pieno rispetto: del regolamento comunale peri i servizi di raccolta dei rifiuti solidi urbani e assimilati e per raccolta differenziata, comprese eventuali variazioni che dovessero essere approvate successivamente allaffidamento del servizio; delle norme del D .Lgs. 152/2006 e ss. mm. e ii.; delle leggi regionali che regolano la materia (L. R. 19.12.2007 nr. 45) delle ordinanze sindacali relative e comunque incidenti sullo svolgimento dei servizi affidati e di ogni ulteriore norma che regola la materia. LAppaltatore si impegna altres ad osservare e far osservare tutte le leggi e le norme relative ai servizi appaltati che fossero emanate dalle competenti Autorit o entrassero in vigore durante lappalto, come pure ad osservare e far osservare tutte le prescrizioni che di volta in volta fossero emanate per iscritto dellAmministratore Comunale. ART. 3 NORME GENERALI CHE REGOLANO LO SVOLGIMENTO DEI SERVIZI Lappaltatore pu redigere un programma attuativo annuale e/o pluriennale.

Il programma dovr essere presentato prima dellinizio di ogni anno (entro 31 dicembre dellanno procedente). Esso potr comprendere piani attuativi gestionali per ogni servizio con i criteri operativi e gestionali da utilizzarsi da parte dellappaltatore. Il programma attuativo di cui al comma 1 potr altres comprendere un piano specifico dei servizi resi agli operatori economici (centri commerciali di vicinato, punti di ristoro, ditte artigianali,.. ecc.) per la raccolta differenziata dei rifiuti di cui agli artt. 4.1 e 4.2. per la redazione di detto specifico piano dovr essere svolta unindagine su tutto il territorio comunale concordata con il Comune. Ogni programma attuativo sar comunque preventivamente definito tra le parti interessate e, successivamente alla sua approvazione e formalizzazione da parte dellEnte entro e non oltre trenta giorni dalla presentazione da parte del Comune, dovr essere scrupolosamente rispettato dalla stessa in ogni sua parte secondo le modalit ed i termini previsti dagli articoli successivi. Per finalit indicate nellart. 2 dal capitolato il Comune potr apportare modifiche alle modalit raccolte indicate nellart. 4 e seguenti secondo le annotazioni riportate negli articoli ovvero secondo diverse modalit sulla base di analisi dettagliate del sistema. Le modifiche suddette non dovranno comportare alcun aggravio economico per il Comune in quanto determinanti ai fini dellaffidamento stesso. Ogni modifica e/o variazione ai sevizi, anche in relazione allentrata in vigore di modifiche normative sar oggetto di verifica tecnica ed economica prima della relativa attuazione. ART. 4 MODALITA DI ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA I servizi di cui allart. 2 del presente capitolato dovranno essere eseguiti entro il limite dellintero territorio comunale di estensione pari a kmq.17,04, nulla escluso, su strade pubbliche e/o di uso pubblico o anche su aree private per servizi di raccolta resi a operatori economici o per particolari situazioni verificate e concordate con il Comune, per la popolazione servita di 1508 abitanti residente oltre la quota di popolazione fluttuante (utenze domestiche nr. 680 circa; utenze non domestiche nr. 87 circa). punti di raccolta n. 767, circa. a carico dellaggiudicatario lobbligo di acquisto al prezzo di cui allart. 2 ritiro e smaltimento dei cassonetti attualmente presenti sul territorio comunale. Il servizio di igiene urbana comprende: 4.1 RACCOLTA E TRASPORTO RIFIUTI ORGANICI per rifiuti organici si intendono: A) gli avanzi di cibo organici, biodegradabili e compostabili; B) gli scarti verdi prodotti in piccole quantit (fiori recisi, rametti) provenienti dagli ambienti domestici; C) rifiuti di cui alla lettera A) prodotti da attivit commerciali, artigianali e ristoratori. Il conferimento dei rifiuti organici di cui alle lett. A) e B) da parte degli utenti verr effettuato mediante sacchetti in materiale biodegradabile del tipo Mater B, comunque compatibile con limpianto di compostaggio, e per il tramite degli appositi contenitori (forniti entrambi dalla ditta aggiudicataria) di cui allart 15. Le modalit generali di raccolta differenziata dei rifiuti organici sono le seguenti: i materiali indicati ai punti A) e B), saranno raccolti congiuntamente mediante il ritiro a domicilio; i materiali di cui alla lettera C) saranno raccolti con svuotamento dei contenitoribidoni/cassonetti correlati messi a disposizione dalla ditta affidataria con le modalit dal piano attuativo del servizio particolare di cui allart. 3. la raccolta differenziata dei rifiuti organici di cui alle lettere A), B) avverr due giorni a settimana nel periodo invernale e tre giorni a settimana nel periodo estivo, con le modalit porta a porta. La raccolta differenziata dei rifiuti organici di cui alla lettera C), avverr. due giorni a settimana nel periodo invernale e tre giorni a settimana nel periodo estivo.

4.2 RACCOLTA E TRASPORTO DEI RIFIUTI SECCHI RICICLABILI per rifiuti secchi si intendono: A) carta e cartone B) muli materiale (vetro plastica lattine) C) rifiuti di cui alle lettere A) e B) prodotti da attivit economiche commerciali e ristoratori. Il conferimento da parte degli utenti dei rifiuti di cui ai punti A) e B) verr effettuato tramite mastelli da litri 40 forniti e distribuiti dalla ditta aggiudicataria, di cui allart. 15. La raccolta differenziata dei rifiuti secchi riciclabili di cui al punto A) e B) avverr una volta a settimana con le modalit porta a porta. I materiali di cui alla lettera C) saranno raccolti con svuotamento dei contenitori-bidoni /cassonetti correlati - forniti dalla ditta affidataria una volta a settimana con le modalit del piano attuativo del servizio di cui allart. 3. 4.3 RACCOLTA DEI RIFIUTI URBANI PERICOLOSI peri rifiuti urbani pericolosi si intendono: A) prodotti e contenitori etichettati T e/o F (tossici e/o infiammabili); B) pile e batterie esaurite; C) farmaci scaduti e loro contenitori; la raccolta dei rifiuti su indicati, sar effettuata mediante appositi contenitori forniti dalla ditta appaltatrice (nr, 5 per pile esauste; nr. 5 per farmaci scaduti; nr.5 per prodotti etichettati T e/o F), recanti chiare e inequivocabili diciture del tipo di rifiuto che deve essere in esso conferito (pile, farmaci scaduti, T e/o F -tossici e/o infiammabili-) e alcune norme basilari per il coretto conferimento. I contenitori verranno posizionati nei punti di raccolta prescelti dallAmministrazione Comunale. La Ditta dovr provvedere alle operazioni di svuotamento e di successivo trasporto con cadenza minima bimestrale e comunque ogni qualvolta i contenitori risultino stipati, su semplice richiesta scritta o verbale dellamministratore comunale. Il materiale raccolto verr trasportato a cura e spese della ditta appaltatrice agli impianti di smaltimento reperito dalla stessa ditta Appaltatrice in accordo con lAmministrazione Comunale. Restano a carico del Comune i soli oneri di smaltimento. 4.4 RACCOLTA E TRASPORTO DEL MATERIALE INGOMBRANTE, DEI RAEE E DEI PNEUMATICI DISMESSI il servizio da espletarsi col sistema porta a porta almeno una volta al mese. I rifiuti ingombranti dovranno essere lasciati fuori dallingresso delle vari utenze (abitazioni e/o attivit ecc.) almeno una volta al mese nei giorni indicati nellapposito Calendario ritiro rifiuti. La Ditta aggiudicataria dovr garantire il ritiro del materiale ingombrante segnalato nellarco della giornata di cui al su indicato calendario. La Ditta aggiudicataria del Servizio dovr provvedere alla raccolta ed al conseguente trasporto finalizzato ai fini dello smaltimento presso centri autorizzati, mediante cassoni scarrabili a norma di Legge, dei rifiuti ingombranti prodotti nei centri urbani, consistenti in: - frigoriferi; - televisori; - computer; - lavatrici; - elettrodomestici ingombranti; - materassi; - pneumatici; - scaldabagni; - batterie auto esauste, - materie plastiche ingombranti; - rifiuti ferrosi ingombranti in generale; - e comunque tutto il materiale rientrante nellelenco ufficiale emesso dal Ministero dellAmbiente; - etc. Sono a carico della ditta aggiudicataria tutte le pratiche amministrative (formulari ecc.) dimostranti il conferimento dei rifiuti nei centri specializzati, ed ogni altro adempimento previsto dalle normative di Legge in materia. La documentazione (formulari, con indicata la pesatura dei rifiuti) dovr essere

consegnata in n. 1 copia allAmministrazione Comunale. Resta a carico dellAmministrazione i soli costi relativi allo smaltimento dei rifiuti speciali di cui sopra presso i centri autorizzati. 4.5 RACCOLTA E TRASPORTO DEI RIFIUTI SECCHI RESIDUI NON RICICLABILI per i rifiuti secchi residui non riciclabili si intendono: i rifiuti prodotti dalle utenze domestiche e non differenziabili; i rifiuti non differenziabili provenienti dallo spazzamento delle strade e piazze pubbliche; i rifiuti secchi indifferenziati provenienti dal ritiro a domicilio delle utenze domestiche; La raccolta dei su indicati materiali deve essere svolta una volta a settimana, con le modalit porta a porta. previsto un servizio integrativo per la raccolta di pannolini/oni, che verr realizzato mediante la dislocazione di cassonetti dedicati con chiusura. Le chiavi dei suddetti cassonetti verranno consegnate agli utenti che ne faranno documentata richiesta. La accolta per questo servizio integrativo coincider con la raccolta settimanale dei rifiuti di cui al presente punto. ART. 5 FESTE POPOLARI E SAGRE-MERCATO SETTIMANALE SVUOTAMENTO CESTINI GETTACARTE. 1. in caso di mercato settimanale, feste popolari organizzate da associazioni, partiti, centri culturali e altre manifestazioni, comunque autorizzate dallAmministrazione Comunale, lappaltatore dovr provvedere, previa comunicazione scritta del Comune, per lintera durata delle manifestazioni, alla raccolta dei rifiuti che verranno prodotti, concordando le modalit di espletamento del servizio con lUfficio competente del Comune. Questultimo potr richiedere il posizionamento e lo svuotamento di contenitori di varia volumetria in alcune zone del territorio comunale 2. la fornitura ed il posizionamento di detti contenitori dovr avvenire in tempo utile per lo svolgimento delle manifestazioni stesse; eventuali spostamenti per necessit contingenti, saranno comunicati dalla Ditta Appaltatrice in tempo utile onde effettuare i nuovi posizionamenti occorrenti.Gli stessi andranno svuotati giornalmente al termine di ogni evento. Lofferta presentata dalla ditta comprende comunque gli interventi relativi alle seguenti manifestazioni : - mercato settimanale del luned e manifestazioni varie che saranno organizzate sul territorio di Catignano durante lanno. La Ditta aggiudicataria dovr provvedere alla raccolta, con successivo trasporto finalizzato allo smaltimento, dei rifiuti esistenti nei cestini getta carte presenti nel centro abitato e/o nelle frazioni, (presenti nelle principali vie urbane) con la sola esclusione degli oneri di smaltimento nella discarica. Il ritiro dei rifiuti dei cestini gettacarte dovr avvenire una volta a settimana. ART. 6 SERVIZIO DI RACCOLTA E TRASPORTO RESIDUI URBANI CIMITERIALI Lazienda appaltatrice provveder al ritiro e trasporto presso impianto abilitato dei residui solidi urbani del Cimitero Comunale. Gli operatori cimiteriali e gli utenti provvederanno a conferire in cassonetti forniti dallimpresa i rifiuti separati in frazione verde (fiori e materiale verde in genere ad esclusione delle corone), frazione residua da smaltire (carte, ceri, plastiche, corone, ecc.). Limpresa provveder a liberare i cassonetti con frequenza settimanale o su chiamata. La frequenza di questo servizio dovr essere adeguatamente intensificata in corrispondenza delle ricorrenze che comportano un incremento dei rifiuti, quali le festivit dei Morti, Pasqua, Natale, ecc.. ART. 7 INFORMAZIONE E SENSIBILIZZAZIONE Lappaltatore dovr effettuare una campagna di sensibilizzazione alla raccolta differenziata:

I contenuti minimi della stessa dovranno essere: a) manifestazioni murali, che dovranno indicare dettagliatamente il calendario di raccolta; b) depliants illustrativi che dovranno indicare dettagliatamente il calendario di raccolta; c) coinvolgimento delle istituzioni scolastiche; d) coinvolgimento delle associazioni locali. Lappaltatore dovr dettagliare nel programma di cui allart. 3 le attivit che intende effettuare. Linformazione e la sensibilizzazione dovranno essere effettuate tramite una prima campagna allavvio del servizio. In caso di modifiche anche temporanee del sevizio lappaltatore predisporr idonee forme di informazione immediata ai cittadini anche al di fuori delle campagne annuali. Il materiale informativo e divulgativo dovr contenere il logo del Comune di Catignano e dellappaltatore e ogni manifestazione dovr comprendere la presenza dellAmministrazione comunale. Annualmente lappaltatore verificher la quantit del servizio svolto tramite il monitoraggio di gradimento presso i cittadino con modalit da prevedere nel programma attuativo di cui allart. 3. ART. 8 INDICAZIONI INTEGRATIVE DEI PRECEDENTI PUNTI Lorario di raccolta da parte della Societ affidataria dovr essere contenuto: entro le ore 9,00 salvo diversi accordi con lEnte appaltante. fatto obbligo alla dita appaltatrice di astenersi dal raccogliere i rifiuti qualora gli stessi non siano conformi per natura e confezionamento a quanto previsto nel presente Capitolato ed a quanto eventualmente indicato dallUfficio Tecnico del Comune. In tali casi sar cura degli addetti alla raccolta di apporre sui rifiuti conferiti irregolarmente etichetta che riporti la scritta materiale non conforme. Inoltre lappaltatore, tenuto a comunicare alla fine della giornata lavorativa, la quantit di sacchi di rifiuto non conformi e possibilmente la toponomastica delle utenze interessate. Nel caso di coincidenza dei giorni di servizio con quelli festivi il servizio sar effettuato il primo giorno utile antecedente o successivo non festivo, ad eccezione dei giorni festivi successivi a manifestazioni varie comunque autorizzate dallAmministrazione Comunale. Resta comunque inteso che i giorni in cui il servizio verr sospeso dovr essere tempestivamente comunicato allutenza tramite affissione di manifesti informativi autorizzati dallAmministrazione Comunale. Il servizio dovr essere garantito su tutto il territorio comunale incluse case isolate. Gli automezzi utilizzati dovranno avere dimensioni commisurate alle caratteristiche della rete viaria, essere dotati di appositi segnalatori luminosi e di scritte identificative ben visibili. Sar compito degli addetti al servizio provvedere alla pulizia dellarea circostante il punto di conferimento ed alla raccolta di tutti i rifiuti che per qualsivoglia motivo si trovassero sparsi sul suolo pubblico. Il materiale raccolto verr avviato agli impianti di recupero o di smaltimento reperiti dallimpresa appaltatrice in accordo con lAmministrazione Comunale. fatto espresso divieto alla Ditta Appaltatrice di miscelare i rifiuti indifferenziati con i rifiuti provenienti da raccolta differenziata delle frazioni valorizzabili o provenienti da raccolta selettiva dei rifiuti pericolosi; pertanto, nel caso in cui dovesse verificarsi il fatto, limpresa appaltatrice sar riconosciuta quale responsabile e le penali eventualmente applicate dallimpianto sulla non conformit dei rifiuti conferiti saranno ad essa addebitate. Tuttavia la propriet dei rifiuti rimane a carico dellAmministrazione Comunale la quale provveder a produrre idonea delega alla Ditta Appaltatrice ai fini del convenzionamento con i Consorzi di Filiera rientranti nellAccordo Quadro ANCI CONAI, nel rispetto del medesimo Accordo, onde la stessa Ditta possa ricevere corrispettivi previsti, che rimangono di sua spettanza. Lamministrazione comunale si riserva comunque il diritto di variare le modalit di raccolta dei materiali sul territorio durante larco di validit del contratto dappalto, secondo scadenze, tempi e modi concordati con lImpresa Appaltatrice.

ART. 9 TRASPORTO RIFIUTI La raccolta e il Trasporto di tutti i rifiuti raccolti, compresi quelli provenienti dal Cimitero, presso gli impianti autorizzati a totale carico dellimpresa appaltatrice. I materiali raccolti dovranno essere inviati, previo assenso del Comune ai seguenti impianti: a) sezioni indifferenziate: presso impianti autorizzati nel raggio di km. 50,00; b) sezioni differenziate (multimateriale); presso impianti autorizzati nel raggio di km. 70,00. Il multimateriale deve essere conferito presso limpianto di destinazione previa cernita e/o separazione delle sezioni vetro, alluminio e plastica, da effettuarsi a carico dellappaltatore presso un impianto di selezione autorizzato. c) sezioni differenziate (umido): presso impianti autorizzati nel raggio di km. 100,00. Qualora dovesse essere inviato a impianto pi distante non dovuto un incremento del prezzo in favore della ditta aggiudicataria: LEnte appaltante, a mezzo di proprio personale, pu effettuare le verifiche, i controlli, le ispezioni che ritiene opportuno p necessario effettuare in qualunque momento ed in qualunque modo, senza necessit di preavviso di sorta. ART. 10 DURATA DELLAPPALTO Lappalto avr durata di mesi trentasei (36) con decorrenza presunta dal 2 novembre 2010 con la condizione che il Comune di Catignano potr recedere anticipatamente dal contratto, senza che lappaltatore possa pretendere o richiedere compensi a qualsiasi titolo e rimborso per mancati guadagni o danni, nel momento in cui lATO rifiuti, competente di zona, individui, ai sensi del Capo III della parte IV d. lgs.vo n. 152/2006 codice ambiente, il Gestore Unico per il subentro nella gestione integrate del servizio. Resta salva la facolt dellATO nel subentrare al Comune per la prosecuzione del contratto. Qualora, dopo la scadenza del contratto, fosse necessario un lasso di tempo per esperire una nuova gara dappalto, lImpresa Appaltatrice, previa richiesta dellAmministrazione Comunale sar tenuta alla prosecuzione del servizio nel limite massimo di un anno, al medesimo corrispettivo annuale. espressamente vietato il rinnovo dellappalto. La scadenza opera in pieno diritto, senza bisogno di disdetta, preavviso, diffida o costituzione in mora. ART. 11 DIVIETO DI CESSIONE DEL CONTRATTO E DI SUBAPPALTO assolutamente vietata sotto pena di immediata risoluzione del contratto di cessione e il subappalto del contratto stesso. ART. 12 FORMULAZIONE DELLOFFERTA a carico dellimpresa partecipante la autonoma valutazione dei costi complessivi da sostenere per il servizio e le forniture senza che la stessa possa accampare alcuna riserva, pretesa ed altro in merito allimporto complessivo offerto ivi compreso errori di valutazione e quantaltro. Pertanto per quanto riguarda la ditta aggiudicataria, atteso quanto test riportato, si evidenzia che nulla potr eccepire in merito al servizio da espletare considerato che in sede di offerta ha operato secondo propri calcoli, nella corretta valutazione della propria capacit dimpresa ed ha ritenuto il prezzo offerto assolutamente remunerativo per lespletamento dei servizi complessivi indicati nel presente capitolato speciale dappalto. TITOLO II

FORNITURE, PERSONALE, ATTREZZATURE E MEZZI ART. 13 PERSONALE IN SERVIZIO Per assicurare lesatto adempimento degli obblighi derivanti dal presente Capitolato, limpresa appaltatrice dovr avere alle proprie dipendenze personale in numero sufficiente ed idoneo a garantire la regolare esecuzione dei servizi previsti. Il servizio dovr essere garantito con prestazioni regolari anche su pi turni giornalieri onde evitare ritardi o fermi. Il personale, che dipender ad ogni effetto dallimpresa appaltatrice, dovr essere capace e fisicamente idoneo. Limpresa appaltatrice tenuta: - ad osservare integralmente nei riguardi del personale il trattamento economico stabilito nei contratti collettivi nazionali e territoriali in vigore per il settore e la zona nella quale si svolgono i servizi; - a trasmettere periodicamente allAmministrazione Comunale copia dei versamenti contributivi, previdenziali, assicurativi, nonch quelli dovuti agli organismi paritetici previsti dalla contrattazione collettiva; nonch a trasmettere allAmministrazione Comunale, prima dellinizio del servizio, la documentazione di avvenuta denunzia agli Enti previdenziali, assicurativi e antinfortunistici; - a depositare entro 30 giorni alla data di aggiudicazione dellappalto il piano delle misure adottate per la sicurezza fisica dei lavori; - a provvedere immediatamente, qualora la carenza o lindisponibilit momentanea di personale non consentissero il normale espletamento dei servizi, con personale proveniente da altri cantieri oppure assunto a termine, senza alcun onere per il Comune; - a vestire e calzare il personale in maniera decorosa secondo quanto previsto dal contratto collettivo nazionale; - a dotare il personale di apposito tesserino di riconoscimento; - ad assicurare che siano rispettate le disposizioni previste dal Testo unico in materia di sicurezza sul lavoro Decreto Legislativo, 09.04.2008 n 81; - ad ottemperare alle norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili. Tutto il personale addetto ai servizi deve essere fisicamente idoneo e deve tenere un contegno corretto e riguardoso sia nei confronti della cittadinanza sia nei confronti dei funzionari o agenti municipali; esso soggetto nei casi di inadempienza alla procedura disciplinare prevista dai contratti di lavoro. Eventuali mancanze e comportamenti non accettabili del personale possono essere oggetto di segnalazioni del Comune alla Ditta appaltatrice. LAppaltatore ha lobbligo di osservare e far osservare ai propri dipendenti le disposizioni di legge ed i regolamenti in vigore emanati nel corso del contratto, comprese le norme regolamentari e le ordinanze municipali, con particolare riferimento a quelle riguardanti ligiene e la salute pubblica e il decoro, aventi rapporto diretto con i servizi oggetto dellappalto. LAppaltatore tenuto ad osservare le disposizioni emanate dallASL e da ogni altra autorit competente, in ordine alla dotazione di mezzi di protezione sanitaria ed igienica degli operatori e del personale in genere, alle modalit di esercizio dellattivit ed ai necessari controlli sanitari. LAffidatario, inoltre, responsabile in solido allosservanza delle norme anzidette da parte di eventuali subappaltatori nei confronti dei loro dipendenti per le prestazioni rese nellambito del subappalto. In caso di aggiudicazione dellappalto ad una Associazione Temporanea dImpresa (ATI) le disposizioni sopra indicate dovranno essere rispettate da tutte le Aziende facenti parte di tale raggruppamento. ART. 14 MEZZI ATTREZZATURE E CONTENITORI

LImpresa si impegna a far entrare in servizio i mezzi e le attrezzature in perfetto stato di efficienza e di decoro, necessari a garantire leffettuazione dei servizi mediante frequenti ad attente manutenzioni. LImpresa appaltatrice si impegna inoltre a provvedere alla pulizia giornaliera dei mezzi impiegati e alla loro disinfestazione con periodicit almeno mensile; tutti i mezzi dovranno rispettare le norme relative agli scarichi ed emissioni gassose, nonch allinquinamento acustico, in vigore o che potranno essere emanate durante il corso del contratto. LImpresa si impegna a comunicare alla amministrazioni lavvenuta pulizia e disinfestazione dei mezzi impiegati al servizio di raccolta rifiuti. Tutti i mezzi dovranno essere collaudati a norma di legge, assicurati e revisionati, sostituendo immediatamente quelli che per natura o avaria fossero deteriorati o mal funzionanti. Nel caso di guasto di un mezzo, lAppaltatore dovr garantire comunque la regolare esecuzione del servizio provvedendo, se del caso, alla sostituzione immediata. Inoltre lImpresa appaltatrice si impegna a fornire i contenitori, le attrezzature ed i kit per la singola utenza domestica e non domestica oggetto dei servizi in perfetto stato di efficienza e di decoro. Ogni contenitore adibito alla raccolta differenziata stradale dei rifiuti deve essere provvisto da adeguate strisce catarifrangenti bianche e rosse secondo le modalit indicate dalle normative vigenti in materia. Dovr essere predisposto, a totale cura dellAppaltatore, un adesivo da apporre sui contenitori recante le indicazioni dei rifiuti da conferire ed alcune norme basilari per un corretto conferimento dei rifiuti da parte dellutenza. LAppaltatore tenuto, inoltre, a rimuovere e/o sostituire tutti i contenitori che, a giudizio insindacabile dellAmministrazione Comunale, per motivi legali, tecnici, di funzionalit e di decoro ambientale non siano conformi alle norme e raccomandazioni vigenti e future entro e non oltre 15 giorni dalla richiesta. Lappaltatore tenuto infine, ad effettuare le operazioni di manutenzione dei contenitori ogni qualvolta risultasse necessario procedere alla pulizia e disinfestazione con cadenza quadrimestrale. LAppaltatore tenuto, infine, a fornire, almeno un mese prima della scadenza annua, il calendario dei servizi previsti dal capitolato per lanno successivo. ART. 15 FORNITURA MATERIALI ED ATTREZZATURE Limpresa deve fornire e distribuire a propria cura e spese, agli utenti quanto segue: 1) n. 750, circa, mastelli da 25 litri per conferimento organico; - n. 750 circa, mastelli areati da litri 10 sotto lavello; - n. 750, circa, mastelli da 40 litri per conferimento Carta + cartone; - n. 750, circa, mastelli da 40 litri per conferimento di Multimateriale, - n. 750, circa, mastelli da 40 litri per conferimento di Secco residuo non riciclabile; 2) contenitori specifici (nelle quantit appresso indicate) per le utenze non domestiche per il conferimento di: - Carta + cartone (n. 100, circa, contenitori) da litri 240/360; - Multimateriale (n. 100, circa, contenitori) da litri 240/360; - Organico (n. 100, circa, contenitori) 240/360; - N. 180/anno buste per ogni utenza in MATER B - biodegradabili e compostabili di grammatura non inferiore a 25 gr/mq utilizzabili per mastelli da litri 25, per conferimento organico. ART. 16 OBBLIGO DI PESATURA DEI RIFIUTI SOLIDI, INGOMABRANTI E DA RACCOLTA DIFFERENZIATA, URBANI E ASSIMILATI La Ditta appaltatrice deve effettuare le operazioni di pesatura di tutte le tipologie dei rifiuti e dei materiali raccolti in modo differenziato presso la pesa dei rispettivi impianti, e deve inviare

mensilmente copia di tutte le pesature allUfficio Tecnico del Comune. LImpresa Appaltatrice ha inoltre lobbligo di predisporre i formulari didentificazione per tutti i rifiuti in uscita dal territorio comunali, consegnandoli presso il settore tecnico. ART. 17 CONTROLLO DELLAMMINISTRAZIONE COMUNALE E OBBLIGO DI COOPERAZIONE LAmministrazione comunale provveder alla vigilanza ed al controllo dei servizi avvalendosi del proprio Ufficio competente, dal quale lImpresa dipender direttamente per tutte le disposizioni che lAmministrazione Comunale potr emanare nei riguardi dei servizi oggetto dellappalto. LAmministrazione Comunale, ha la facolt di effettuare, in qualsiasi momento, opportune verifiche volte ad accertare losservanza delle condizioni contrattuali da parte dellImpresa appaltatrice. fatto obbligo al personale dipendente della Affidataria di segnalare al competente ufficio comunale quelle circostanze e fatti che, rilevanti nellespletamento del loro compito, possono impedire il regolare adempimento del servizio. fatto altres obbligo di denunciare immediatamente agli uffici competenti qualsivoglia irregolarit, coadiuvando lopera del personale comunale ed offrendo tutte le indicazioni possibili per lindividuazione del contravventore. ART. 18 ATTIVAZIONE NUMERO VERDE La Ditta Appaltatrice tenuta allattivazione di un numero verde telefonico a disposizione delle utenze per tutti i casi previsti dal presente Capitolato. Questo recapito dovr essere attivo almeno dal luned al sabato dalle ore 9.00 alle ore 12.00 (anche con segreteria telefonica). TITOLO III ONERI E RESPONSABILIT DELLIMPRESA APPALTATRICE ART. 19 ONERI ED OBBLIGHI DI DIVERSI A CARICO DELLAPPALTATORE LAppaltatore tenuto al rispetto delle seguanti prescrizioni: 1. indicare il nominativo di un responsabile, con recapito telefonico, cui lAmministratore Comunale potr far riferimento per qualsiasi motivo, tutti i giorni, dalle ore 7.00 alle ore 18.30; 2. apporre apposite scritte e/o disegni sui mezzi che li identifichi come destinati al servizio di nettezza urbana; 3. predisporre la carta dei servizi con la quale lAppaltatore assume nei confronti dellutente (cittadinanza) impegni diretti a garantire predeterminati e controllabili livelli di qualit delle prestazioni. Essa deve prevedere in particolare: leguaglianza e imparzialit di trattamento degli utenti; le condizioni specifiche riservate alle zone e ai soggetti svantaggiati; laccessibilit, la continuit, la sicurezza e lefficacia del servizio; gli standard di qualit relativi alla prestazione; le condizioni del rapporto contrattuale con lutente; la garanzie del flusso di informazioni allutente, per le quali questultimo esercita il diritto di accesso; le modalit di rilevazione del grado di soddisfazione dellutente;

la tutela per la violazione dei principi e degli standard fissati, con conseguente rimborso forfetario per il mancato rispetto degli impegni assunti. Lappaltatore, inoltre, provvede alla predisposizione e distribuzione capillare della carte dei servizi agli utenti (cittadinanza). comunicare tempestivamente le difficolt incontrate nello svolgimento dei servizi (es: il mancato rispetto da parte degli utenti nelle norme sul conferimento); effettuare le operazioni di pesatura di tutte le tipologie dei rifiuti raccolti; comunicare mensilmente (entro il giorno 10 del mese successivo) allA. C. i dati relativi ai quantitativi di tutte le raccolte attivate sul territorio (report) differenziato per codice CER e con indicato il luogo di smaltimento/recupero e ci al fine di consentire la tempestiva comunicazione da parte del Comune per via telematica allOsservatorio dei Rifiuti. A tale report dovr essere allegata copia delle ricevute di pesatura e/o delle bolle di consegna o altro documento equivalente che attesti quantit e destinazione del rifiuto; compilazione dei formulari didentificazione e dei registri di carico e scarico o altra documentazione prevista dalle norme vigenti; predisporre e stampare annualmente e per tutta la durata del contratto, ad ogni utenza un opuscolo a colori informativo corredato di calendario annuale con lindicazione dei giorni di svolgimento dei vari servizi; rendersi disponibile a partecipare a lezioni informative nelle scuole del comune. La Ditta Appaltatrice, inoltre, responsabile della qualit dei materiali raccolti, secondo quanto specificato nel presente Capitolato. Le penali eventualmente applicate dagli impianti di smaltimento/trattamento/recupero, connessi alla non idoneit nel rifiuto ad essi conferito, saranno a totale carico della Ditta Appaltatrice. In caso di necessit, il personale della Ditta dovr segnalare alle utenze interessate le corrette modalit di conferimento. Inoltre la Ditta Appaltatrice dovr fornire lelenco del personale in servizio nel Comune. Nel caso di rinvenimento o di segnalazione della presenza di rifiuti di qualsiasi genere sul suolo pubblico o ad uso privato, lAppaltatore dovr darne tempestiva comunicazione allA. C. ART. 20 RESPONSABILIT LImpresa Appaltatrice responsabile verso lAmministrazione Comunale del perfetto andamento e svolgimento dei servizi assunti. Sar comunque, sempre, considerata come unica ed esclusiva responsabile verso lamministrazione comunale e verso i terzi per qualunque danno arrecato alle propriet ed alle persone, siano o meno addette ai servizi, in dipendenza degli obblighi derivanti dallaffidamento. Lappaltatore allatto della stipula del contratto con il Comune dovr consegnare idonea polizza assicurativa per rischi diversi di responsabilit civile verso terzi e verso prestatori di lavoro in causa del contratto per sinistri verso persone, animali o cose. ART. 21 DEPOSITO CAUZIONALE A garanzia dei patti contrattuali lImpresa appaltatrice dovr costituire cauzione commisurata al 10% (dieci per cento) del valore del contratto. Essa potr essere costituita mediante fideiussione bancaria o polizza assicurativa valida per tutto il periodo dellappalto. In caso di aggiudicazione con ribasso dasta superiore al 10%, la garanzia fidejussoria aumentata di tanti punti percentuali quanti sono quelli eccedenti il 10%. In caso di ribasso dasta superiore al 20%, laumento di due punti percentuali per ogni punto di ribasso superiore al 20%.

Tale garanzia deve prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione dal debitore principale, la rinuncia alleccezione di cui allart. 1957 comma 2 del Codice Civile, nonch loperativit della garanzia medesima entro 15 giorni a semplice richiesta scritta della stazione appaltante. La garanzia fidejussoria progressivamente svincolata a misura dellavanzamento dellesecuzione del contratto, nel limite massimo del 75% delliniziale importo garantito. Nel caso di anticipata risoluzione del contratto per inadempienza dellImpresa appaltatrice, la cauzione di cui sopra sar incamerata dal Comune, in via parziale o totale, fino a copertura dei danni ed indennizzi dovuti allImpresa Appaltatrice. Qualora limporto della cauzione medesima non fosse sufficiente a coprire lindennizzo dei danni, lAmministrazione Comunale avr facolt di sequestrare macchine ed automezzi di propriet dellImpresa nelle necessarie quantit, con riserva di avvalersi di ogni mezzo di tutela del credito secondo la legislazione in materia di riscossione dei crediti delle amministrazioni pubbliche. TITOLO IV CORRISPETTIVO, PENALITA E RISOLUZIONE ART. 22 CORRISPETTIVO, ADEGUAMENTI E PAGAMENTI Per lesecuzione dei servizi oggetto dellappalto, lAmministrazione Comunale corrisponder allImpresa appaltatrice un corrispettivo comprensivo di 289.500,00 (che verr depurato del ribasso dasta) oltre IVA. Resta inteso che tale corrispettivo comprensivo di tutte le spese ed oneri inerenti e conseguenti la gestione dei servizi oggetto dellaffidamento. Tutto incluso, nulla escluso. Sono espressamente escluse rivalutazioni a qualsiasi titolo del prezzo delappalto pertanto limporto dappalto fisso e invariabile. Il corrispettivo verr versato in rate mensili posticipate, da pagarsi entro 60 (sessanta) giorni dalla data di ricevimento della fattura da parte dellAmministrazione Comunale. Le fatture dovranno essere redatte i maniera completa ed esaustiva, descrittive di ogni servizio e del costo relativo a ciascun servizio. In caso di ritardo nei pagamenti a decorrere dalla scadenza del termine come sopra fissato saranno dovuti su tutti gli importi maturati, interessi legali dal committente costituito in mora. Nel caso di pagamenti che risultassero non dovuti, gli stessi interessi verranno applicati sugli importi da restituire o da compensare per il periodo che intercorre tra il pagamento e la restituzione o la compensazione. ART. 23 PENALIT In caso di inadempimento degli obblighi contrattuali, limpresa, oltre allobbligo di ovviare nel pi breve tempo possibile e comunque entro e non oltre il giorno successivo a quello di contestazione dellinfrazione, sar passibile di sanzioni amministrative da applicarsi mediante provvedimento a firma del Responsabile del competente Servizio Comunale. Lapplicazione sar preceduta da formale contestazione di inadempienza, alla quale limpresa avr facolt di presentare contro deduzioni entro 7 giorni dalla notifica della contestazione inviata a mezzo raccomandata A. R.. Le sanzioni verranno applicate allImpresa anche per irregolarit commesse dal personale dipendente dalla stessa e/o per comportamenti scorretti verso il pubblico e/o per indisciplina nello svolgimento delle mansioni assegnate, purch debitamente documentate. Nessuna controversia potr in alcun caso, per qualsivoglia motivo o fatto, determinare la sospensione neppure parziale o temporanea del pubblico servizio.

Fermo restando quanto sopra, viene riportato qui di seguito un elenco non esaustivo di possibili inadempienze e relative sanzioni: Per mancato servizio per unintera giornata si applicher la trattenuta pari a 1/40 (un quarantesimo) del corrispettivo annuo previsto per il servizio; Per dimenticanza di effettuazione di parti del servizio (es: alcune vie o zone) si applicher la trattenuta di Euro 50,00 per utenza non servita; Per omessa manutenzione di contenitori danneggiati o mal funzionanti cos pure come per lomesso lavaggio e disinfestazione si applicher la sanzione di Euro 50,00 per ogni contenitore; Per il mancato avviamento a corretta destinazione dei rifiuti oggetto delle raccolte differenziate attivate sul territorio, limpresa sar tenuta al versamento di una sanzione di Euro 2.500,00 per ogni episodio; tali fatti costituiscono grave inadempienza contrattuale e possono condurre alla rescissione del contratto; Per ritardi relativi alla consegna dei sacchetti, contenitori, o altro materiale compreso nel presente capitolato, si applicher una sanzione pari a Euro 25,00 per ogni giorno di ritardo rispetto a quanto previsto nel presente Capitolato o a documenti scritti concordati tra le parti, applicativi del presente Capitolato; altri disservizi saranno considerati e suddivisi a seconda della loro gravit e al disagio arrecato alle utenze, in 3 categorie: a rilevanza lieve media grave. Per lievi si intendono disservizi che arrecano disagio a meno di 20 utenze. Per medi si intendono quei disservizi che arrecano disagio a pi di 20 utenze e fino a 100 utenze. Per gravi si intendono quei disservizi che arrecano disagio a pi di 100 utenze. La sanzione per inadempienze lievi viene stabilita in Euro 100,00. La sanzione per inadempienze medie viene stabilita in Euro 200,00. La sanzione per inadempienze gravi viene stabilita da Euro 600,00 a Euro 2.000,00. Lapplicazione della sanzione sar comunque preceduta da formale contestazione allImpresa, la quale avr la facolt di presentare contro deduzioni entro 3 giorni dalla notifica della contestazione inviata tramite raccomandata con ricevuta di ritorno attraverso fax. Non si applicher alcuna penale per disservizi avvenuti per cause di forza maggiore, che comunque andranno documentate. Ferma restando lapplicazione delle penalit sopra descritte, qualora lImpresa non ottemperi ai propri obblighi entro il tramite intimato dallAmministrazione Comunale questultima, a spese della Ditta stessa e senza bisogno di messa in mora n di alcun altro provvedimento, provveder dufficio per lesecuzione di quanto necessario secondo quanto previsto al precedente art. 20. Lammontare delle sanzioni e limporto delle spese per il servizio per le forniture eventualmente eseguite dufficio saranno trattenute dallA. C. sul primo rateo di pagamento in scadenza. Nelleventualit che la rata non offra margine sufficiente, lA. C. avr diritto di rivalersi delle somme dovutegli sullimporto cauzionale. In questo caso, pena la decadenza dellappalto, limporto cauzionale dovr essere ricostituito nella sua integrit entro 15 giorni. Le eventuali giustificazioni dellimpresa saranno sottoposte al Responsabile del Servizio competente, il quale decider leventuale applicazione della penalit da notificarsi mediante raccomandata R. R. al domicilio dellImpresa. In caso di recidiva le sanzioni saranno raddoppiate. ART. 24 ESECUTIVO DUFFICIO In caso di inadempimento agli obblighi contrattuali concernenti lesecuzione dei servizi lAmministrazione Comunale potr, trascorso il termine previsto dalla propria diffida, ordinare e far eseguire dufficio, a spese dellImpresa, gli interventi necessari per il regolare andamento del servizio. Resta salvo, per lAmministrazione Comunale, il diritto alla rifusione dei danni e lapplicazione di tutto quanto previsto dal presente capitolato. Il recupero delle somme di cui al primo capoverso, aumentate della maggiorazione del 15% a titolo di rimborso spese generali, sar operato dallAmministrazione Comunale con rivalsa sui ratei di canoni

dovuti allimpresa, a partire dal primo in scadenza e fino a completa estinzione della pendenza pecuniaria. ART. 25 RISOLUZIONE DEL CONTRATTO LAmministrazione Comunale fatto salvo il diritto di chiedere in ogni caso il risarcimento dei danni, pu risolvere il contratto nei seguenti casi: per liquidazione, cessazione o fallimento della ditta; quando lappaltatore si rende colpevole di frode; arbitrario abbandono da parte dellAppaltatore del servizio oggetto dellAppalto; quando lAppaltatore ceda tutto o in parte gli obblighi derivanti dallappalto; per mancanza, anche parziale, dei requisiti richiesti dalla legge (nazionale e/o regionale) per lesercizio delle attivit oggetto dellappalto (iscrizione allAlbo Nazionale delle imprese esercenti servizio di smaltimento dei rifiuti, ecc..); per violazione delle norme in materia di sicurezza; in tutti gli altri casi previsti dal Capitolato e dalle norme vigenti. La risoluzione comporta lincameramento della cauzione e la facolt per il Comune di Catignano di affidare a terzi lappalto, in tal caso la Ditta tenuta a risarcire il Comune di Catignano della maggior spesa sostenuta per far eseguire il servizio a terzi. ART. 26 CLAUSOLA RISOLUTIVA ESPRESSA Fermo restando quanto previsto allarticolo 25, il contratto sar risolto di diritto, ai sensi dellart. 1456 C. C., dopo tre contestazioni scritte debitamente motivate e documentate relative a carenze che pregiudichino il regolare svolgimento del servizio. La risoluzione operer a decorrere dal 15 giorno dalla comunicazione di risoluzione allappaltatore da parte della Stazione Appaltante. La Stazione Appaltante, nel caso in cui vi siano ragioni di pubblico interesse, pu dare un termine superiore a quello previsto al precedente comma, e sino e non oltre i 60 giorni, a decorrere dei quali il contratto si intender risolto. In pendenza del termine per rendere operativa la risoluzione, lappaltatore ha lobbligo di adempiere puntualmente a tutte le obbligazioni assunte. In tal caso, la Stazione Appaltante avr il diritto di servirsi presso altre ditte, a suo insindacabile giudizio, e di incamerare il deposito cauzionale, ponendo a carico della ditta aggiudicataria inadempiente a tutte le spese e gli eventuali danni conseguenti. In caso di risoluzione del rapporto contrattuale, la Stazione appaltante si riserva la facolt di aggiudicare il servizio alla ditta che segue nella graduatoria in merito. TITOLO V DISPOSIZIONI FINALI ART. 27 SPESE Tutte le spese per lorganizzazione dei servizi nessuna eccettuata sono a carico dellImpressa appaltatrice. Sono altres a suo carico e spese, imposte e tasse inerenti la stipulazione del contratto, bolli, diritti, ecc., lIVA, in quanto dovuta, a carico dellA. C..

Qualora in futuro venissero emanate leggi, regolamenti o comunque disposizioni aventi riflessi, sia diretti che indiretti, sul regime fiscale del contratto e/o delle prestazioni in esso previste, le parti stabiliranno di comune accordo le conseguenti variazioni anche economiche. ART. 28 CONTROVERSIE Per ogni controversia che dovesse sorgere in dipendenza dellesecuzione e interpretazione del contratto di appalto competente il foro di Pescara. ART. 29 DOCUMENTI CONTRATTUALI Sono documenti contrattuali: 1. il Capitolato Speciale dAppalto; 2. il Bando di gara, con relativi allegati; Qualora si riscontrassero eventuali divergenze fra i vari documenti contrattuali, tali divergenze devono essere interpretate nel senso pi favorevole allA. C. e, comunque, in quel modo che la stessa A. C. riterr pi conveniente ai suoi interessi. Nessuna eccezione pu essere comunque sollevata dalla Ditta appaltatrice qualora, nello sviluppo del servizio, ritenga di non aver sufficientemente valutato gli oneri derivanti dal presente Capitolato ed in genere dai documenti contrattuali e di non aver tenuto conto di quanto risultasse necessario per compiere e realizzare il servizio, anche sotto pretesto di insufficienza dei dati del Capitolato Speciale dAppalto. ART. 30 TASSA/TARIFFA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI URBANI E ASSIMILATI Il provvedimento della tassa/tariffa per lo smaltimento dei rifiuti urbani e assimilati di pertinenza del Comune. Le fatture dovranno essere dettagliate in base al codice CER di ogni rifiuti ritirato dallImpresa Appaltatrice. ART. 31 OSSERVANZA DELLE LEGGI E REGOLAMENTI Oltre allosservanza di tutte le norme specifiche del presente capitolato, limpresa avr lobbligo di osservare e far osservare dai propri dipendenti tutte le disposizioni contenute nelle leggi e nei regolamenti in vigore e in quelli che dovessero essere emanati durante il periodo di validit dellaffidamento. ART. 32 CONTROLLO DELLAMMINISTRAZIONE COMUNALE Il Comune provveder alla vigilanza ed al controllo della gestione dei servizi avvalendosi dellUfficio Tecnico Comunale, dal quale limpresa dipender direttamente per tutte le disposizioni che lAmministrazione potr emanare nei riguardi dei servizi oggetto del presente capitolato. I funzionari incaricati dallAmministrazione Comunale potranno impartire disposizioni verbali in caso di urgenza, salvo formalizzazione con ordine scritto entro il terzo giorno successivo. facolt dellAmministrazione Comunale effettuare verifiche volte ad accertare losservanza delle condizioni contrattuali da parte dellimpresa, sia mediante controlli in loco, sia attraverso verifiche sulla documentazione presente negli uffici dellimpresa.

Entro il 10 giorno di ogni mese, limpresa ha lobbligo di trasmettere la quantit dei rifiuti asportati nel corso del precedente mese, suddivisi per tipologia, ed entro il 10/1 di ogni anno un riepilogo annuale idoneo per la compilazione del Modello Unico di Dichiarazione ambientale (MUD). I servizi contrattualmente previsti che limpresa non potesse espletare per causa di forza maggiore saranno proporzionalmente quantificati e dedotti in sede di liquidazione dei corrispettivi. I servizi non espletati dallimpresa e non recuperati saranno proporzionalmente quantificati e dedotti in sede di liquidazione dei corrispettivi, ferma restando la rifusione dei danni e quanto disposto negli artt. 19 e 20 del presente capitolato. ART. 33 DOMICILIO Limpresa, allatto della stipulazione del contratto dovr eleggere il proprio domicilio, a tutti gli effetti del contratto stesso, nel Comune di Catignano. Il domicilio sar eletto, in ottemperanza a quanto previsto dalle norme di legge. ART. 34 STIPULA DEL CONTRATTO Laggiudicazione sar vincolante per limpresa mentre sar impegnativa per il Comune solo dopo che latto di aggiudicazione sar divenuto esecutivo. Limpresa dovr essere disponibile alla stipulazione del contratto entro 20 giorni dal ricevimento della comunicazione di esecutivit dellatto di aggiudicazione. Il presente capitolato former parte integrante e sostanziale del contratto. ART. 35 RIFERIMENTO ALLA LEGGE Per quanto non previsto dal presente capitolato si far riferimento alle disposizioni di legge vigenti in materia. ALLEGATO A NORME SULLA SICUREZZA ART. 36 PRESCRIZIONI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA LAmministrazione Comunale considera la sicurezza sul lavoro un valore irrinunciabile e prioritario e ci per ragioni di ordine morale, sociale, giuridico e di immagine e pongono quindi la tutela dellintegrit fisica e della salute dei lavoratori come obiettivo prioritario. Il presente documento stabilisce quindi come prima regola per lAppaltatore quella che le lavorazioni che sono oggetto dellappalto dovranno essere svolte nel pieno rispetto di tutte le norme vigenti in materia di sicurezza ed igiene del lavoro nonch di tutela dellambiente. LAppaltatore , nei confronti dellA. C. committente, unico responsabile per quanto concerne la conformit del servizio alle norme di legge e a quanto contenuto e prescritto nel Piano di Sicurezza di cui dopo, da consegnare allA. C. entro 30 giorni dalla data di aggiudicazione, da questa visto, esaminato ed eventualmente revisionato sentito il parere dellImpresa Appaltatrice. Determinazioni del corrispettivo. Le parti si danno reciprocamente atto che la determinazione del corrispettivo e lo studio delle sue componenti (con particolare riferimento alle misure e agli apprestamenti di sicurezza da prevedere per lesecuzione del servizio) sono stati eseguiti dallAppaltatore sulla scorta di un attento ed approfondito esame dei servizi da eseguire e, nei casi in cui ci sia stato ritenuto necessario, di tutta la documentazione di cui esso Appaltatore ha avuto la

materiale disponibilit nonch lesito della diretta e congiunta ricognizione di luoghi ove il servizio dovr avvenire. Oneri dellAppaltatore. Lappaltare dovr porre in essere nei confronti dei propri dipendenti tutti i comportamenti dovuti in forza dalle normative disposte a tutela della sicurezza e igiene del lavoro e dirette alla prevenzione dei rischi. Tutto il personale dovr essere formato e informato in materia di salute e sicurezza ed, in particolare, dovr essere informato dei rischi relativi a tutte le attivit da espletare. Nellesecuzione del servizio appaltato lAppaltatore curer che le materie inquinanti di qualsiasi genere non vengano scaricate nella rete fognaria e che ogni eventuale rifiuto che possa in qualche modo rientrare nel novero dei prodotti/merci soggetti a regolamentazione particolare venga trattato nel rispetto delle norme in materia. Lappaltatore si impegna ad eseguire un attento e approfondito sopralluogo nelle zone dove dovr svolgersi il servizio al fine di verificare, mediante la diretta conoscenza soprattutto delle condizioni di viabilit e accesso, i rischi connessi alla sicurezza nellarea interessata al servizio stesso, onde preordinare ogni necessario o utile presidio o protezione e renderne edotti i propri lavoratori. LAppaltatore non potr, quindi, eccepire durante lesecuzione dei servizi la mancata conoscenza di elementi non valutati, tranne che tali elementi non configurino come causa di forza maggiore contemplate nel Codice Civile (e non escluse da altre norme contemplate nel presente Capitolato o si riferiscano a condizioni soggette a possibili modifiche espressamente previste nel contratto) Personale dellAppaltatore responsabilit dellAppaltatore assicurarsi che i lavoratori operano sotto la sua direzione e controllo, siano addestrati e informati sui tempi della sicurezza e salute dei lavoratori e dellambiente. Il personale utilizzato dovr avere padronanza della lingua italiana e conoscenza delle segnaletica in uso, e dovr soddisfare i requisiti di idoneit lavorativa specifica del settore. LAppaltatore dovr dotare il proprio personale, oltre che dei dispositivi di protezione individuale (D. P. I.), necessari per lesecuzione del servizio di cui al contratto, anche di quelli che potranno essere prescritti dallA. C. in relazione a condizioni di rischio specifiche; di tale ulteriore obbligo verr, se del caso, data comunicazione scritta di volta in volta. LAppaltatore imporr al proprio personale il rispetto della normativa di sicurezza ed ai propri preposti di controllare ed esigere tale rispetto. fatto obbligo ai dipendenti di indossare un capo di vestiario o altro segno che identifichi lAppaltatore. LA. C. si riserva di pretendere lallontanamento del personale dellAppaltatore incapace o inadempiente ai propri doveri di sicurezza o che non rispetti norme, procedure, regolamenti, ordinanze aziendali. Norme generali di comportamento LAppaltatore dovr organizzare i lavori coinvolgendo, oltre alle proprie maestranze, gli eventuali subappaltatori nel rispetto delle norme di sicurezza previste nel Piano e nei documenti di valutazione dei rischi, nonch previste da norme di legge tra le quali: 1. assolutamente vietato eseguire indebitamente lavori che esulino dalla propria competenza; 2. durante lesecuzione dei servizi dovranno essere rispettate tutte le norme di circolazione; 3. assolutamente vietato consumare alcolici o fare uso di sostanze stupefacenti durante il lavoro. Stato delle macchine Le macchine, attrezzature e mezzi dopera che lAppaltatore intender usare nellesecuzione dei lavori di cui al contratto dovranno essere conformi alle vigenti prescrizioni di legge e trovarsi nelle necessarie condizioni di efficienza ai fini della sicurezza. I mezzi soggetti a collaudo o verifica periodica da parte di Enti pubblici dovranno risultare in regola con tali controlli. Custodia ed identificabilit delle attrezzature Le macchine, le attrezzature ed i mezzi dopera necessari per lesecuzione delle opere di cui al contratto saranno custoditi a cura dallAppaltatore e dovranno essere contrassegnati con targhette che ne identificano la propriet. Infortuni o incidenti In caso di infortunio o incidente ovvero di accertamento da parte dellAppaltatore di situazioni di pericolo, questultimo, oltre a dare immediata esecuzione a quanto eventualmente previsto dalle

norme che regolano la materia, dovr senza indugio informare lA. C. per metterla eventualmente in grado di verificare le cause che li hanno determinati. Sanzioni LA. C. potr adottare nei confronti dellAppaltatore le seguenti sanzioni: - contestazione; - richiamo scritto; - allontanamento del personale alle dipendenze sotto qualsiasi titolo; - sospensione dei lavori; - rescissine del contratto, ritenute necessarie considerate la gravit delle violazioni ed il numero delle stesse. ART. 37 - PIANI DI SICUREZZA Con la presentazione dellofferta la Ditta aggiudicataria ha assunto lonore completo a proprio carico di adottare, nellesecuzione di tutti i sevizi, i procedimenti e le cautele necessarie per garantire la vita e lincolumit degli operai, delle persone addette ai servizi stessi e dei terzi, nonch per evitare danni ai beni pubblici e privati, con particolare riguardo a quanto previsto dal D. Lgs. 81/08. Sono equiparati tutti gli addetti ai lavori. Ogni pi ampia responsabilit, in caso di infortuni, ricadr pertanto sullImpresa, restandone sollevate l A. C. indipendentemente dalla ragione a cui debba imputarsi lincidente. LAppaltatore rimane obbligato ad osservare e far osservare a tutto il personale e ad eventuali subappaltatori autorizzati,tutte le norme in materia antinfortunistica. LAppaltatore , tenuto al rispetto del D. Lgs. 81/08 e, quindi, entro 30 giorni dalla data di aggiudicazione, lImpresa aggiudicataria dovr presentare la propria valutazione dei rischi con relativo piano di sicurezza, nonch leventuale piano di coordinamento ai sensi dellart. 7 del D. Lgs. 81/08. Tali documenti, qualora ritenuti lacunosi da parte dellA. C. devono essere aggiornati senza alcun maggior onore per lA. C.. In caso di mancato adempimento di tale obbligo lA. C. potr richiedere di risolvere il rapporto contrattuale. In ossequio a quanto previsto dal D. Lgs. 81/08 e successive modifiche e integrazioni l A. C. avverte che nellesecuzione del servizio potr rendersi necessario mettere a disposizione attrezzature di protezione individuale indicativamente per le seguenti tipologie di attivit (elenco non esaustiva ): - movimentazioni o stoccaggi (DPI 81/08: scarpe di sicurezza con suola imperforabile), - manipolazioni di oggetti con spigoli vivi (DPI 81/08: bracciali), - lavori in cui necessario percepire in tempo la presenza dei lavori (DPI 81/08: indumenti fosforescenti). Quanto previsto nel presente articolo va esteso senza riserva alcuna e a completo carico dellAggiudicatario per tutti i prestatori dopera, nessuno escluso, siano essi artigiani, professionisti, ditte in subappalto od esecutore di opere a qualsiasi titolo e merito entro lo stesso luogo di lavoro. Ai sensi dellart. 131 del D.Lgvo.163/06, il piano di sicurezza forma parte integrante del contratto dappalto. Le gravi o ripetute violazioni del piano stesso da parte dellappaltatore, previa formale costituzione in mora dellinteressato, costituiscono causa di risoluzione del contratto. Contenuti minimi del Piano di Sicurezza Anagrafica dell Impresa Organigramma dellImpresa sia sul versante funzionale sia per la sicurezza e la prevenzione infortuni Elenco del n. lavoratori dipendenti dellImpresa e dedicati ai servizi di cui al presente Capitolato e degli eventuali prestatori dopera o subappaltatori Elenco dei documenti di competenza dellAppaltatore inerenti la sicurezza, le autorizzazioni, le conformit, le segnalazioni, le denunce, ecc. Dati inerenti lorganizzazione interna dellAppaltatore in merito al sistema di sicurezza previsto dal D. Lgs. 81/08;

Indicazioni sulla natura dei rischi di tipo professionale a cui sono sottoposti i lavoratori nello svolgimento di servizi di igiene urbana; Indicazione sulla gestione dei rifiuti da asportare Indicazioni e procedure sulle emergenze previste durante lesecuzione dei servizi Indicazioni tecniche sulla movimentazione manuale dei carichi Indicazione sulla segnaletica di sicurezza da prevedere sugli automezzi Indicazione sui requisiti tecnico-organizzativi subappaltati Verifica degli adempimenti in merito agli obblighi del D. Lgs. 81/08 dei subappaltatori Modalit di informazione dei lavoratori sui contenuti del Piano di Sicurezza Elenco dei DPI specifici, oltre a quelli di normale uso per lavorazioni specifiche. Oltre quanto indicato sopra il Piano di Sicurezza deve contenere tutto quanto previsto dal D. Lgs. 09.04.2008, n.81.