Sei sulla pagina 1di 3

Universit degli Studi di Roma "La Sapienza" - Facolt di Architettura "L.

Quaroni"

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA QUINQUENNALE IN ARCHITETTURA UE

LABORATORIO DI PROGETTAZIONE URBANISTICA Responsabile Prof. Francesco Ciardini Professore di Urbanistica (ICAR 21) si occupa dei processi di trasformazione della citt e del territorio, insegna Progettazione urbanistica nella Scuola di Specializzazione in Beni naturali e territoriali; Particolare interesse rivolge ai temi della riqualificazione della citt esistente (centri storici, periferie); docente del Master di II livello in Pianificazione, conservazione, gestione dei centri storici minori e dei sistemi paestico-ambientali. Progettazione Urbanistica Prof. Francesco Ciardini email: francesco.ciardini@uniroma1.it Modulo di Progettazione Urbana arch. Amanzio Farris Modulo di Valutazione Economica dei progetti arch. Fabrizio Finucci Le citt grandi e piccole affrontano le questioni della riqualificazione, della riorganizzazione urbana e della riutilizzazione di aree dismesse; ricomporre gli spazi pubblici avvalendosi di opportunit di densificazione, progettare le aree interstiziali e marginali come occasioni strategiche per governare il rinnovo urbano, ricostruire, in sostanza, la citt malcostruita, sono i temi affrontati da chi si occupa del controllo dei processi trasformativi in atto nella citt moderna. Lo strumento adottato sovente il Progetto Urbano finalizzato pi che alla costruzione delloggetto, alla definizione del percorso necessario per pervenire alloggetto stesso, sia esso edificio o pezzo di citt. I temi affrontati riguardano i rapporti fra progetto urbano e strumentazione urbanistica vigente e pi precisamente in quali termini le riflessioni sul progetto urbano e il progredire del dibattito consentano di individuare la strada per superare i limiti manifestati, nella costruzione della citt, dallo strumentario disciplinare urbanistico tradizionale. PROGRAMMA DEL CORSO Obiettivo fondamentale del laboratorio lelaborazione di uno strumento urbanistico finalizzato a prefigurare la struttura formale e organizzativa di un contesto urbano caratterizzato da forti dinamiche trasformative in particolare di uno strumento attuativo di Piano Regolatore Generale. Si lavora pertanto sul Progetto Urbano nella accezione di strumento attuativo del piano cos come definito nel nuovo Piano Regolatore Generale di Roma adottato nel 2003. In questo senso obiettivo specifico del laboratorio la costruzione di un processo di conoscenza, interpretazione e valutazione atto alla formazione del progetto urbano inteso come progetto strategico da elaborare in forma

Universit degli Studi di Roma "La Sapienza" - Facolt di Architettura "L. Quaroni"

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA QUINQUENNALE IN ARCHITETTURA UE di risposta complessa alle modificazioni in atto nellambiente fisico e come progetto disegnato alle varie scale. Il progetto didattico si inquadra nellambito dellUrbanistica di riparazione della citt, rilevando linadeguatezza della strumentazione urbanistica canonica a produrre qualit urbana propone il P.U. come costruzione di un processo atto a controllare la complessit e la sostenibilit delle trasformazioni della citt consolidata, assume il P.U. nelle varie definizioni in rapporto al contesto (progetto ordinatore dellassetto urbano; progetto di riqualificazione e di rigenerazione; progetto di spazi pubblici; progetto ambientale; progetto di centralit; progetto di infrastrutture; progetto di un processo piuttosto che generatore di una singola soluzione architettonica), esplora le diverse concretizzazioni del P.U. in relazione agli specifici contesti e alle finalit pianificatorie. Con riferimento alla pi avanzata casistica europea si propone una applicazione progettuale su una delle centralit urbane previste dal N.P.R.G. di Roma caratterizzata da essere ambito di trasformazione urbana ad elevato contenuto ambientale. Lo strumento progettuale che si ipotizza uno strumento attuativo del P.R.G. Il campo di applicazione del progetto riguarda il SISTEMA AMBIENTALE, il SISTEMA INSEDIATIVO, il SISTEMA DELLE RELAZIONI. Le fasi sono quelle della CONOSCENZA, VALUTAZIONE, SINTESI E PROGETTAZIONE PER OBIETTIVI. Le regole scritte e disegnate costituiscono lossatura e la concatenazione logica del progetto. LAnalisi del contesto e dei principi insediativi consente lindividuazione delle problematiche degli ambiti progettuali alle scale di specifica competenza. Problematiche che potranno in toto o in parte determinare gli obiettivi progettuali. Gli obiettivi progettuali saranno verificati in un quadro di coerenza con il contesto storico, ambientale, insediativo e relazionale. Il laboratorio si avvale dellintegrazione di 30 ore del modulo di Progettazione Urbana. Lintegrazione finalizzata a fornire un contributo all'esperienza progettuale del Laboratorio, supportando lelaborazione del progetto urbanistico con gli strumenti del progetto di architettura. In particolare, il modulo si propone di indagare il tema del rapporto tra architettura e citt fornendo agli studenti alcuni strumenti di riflessione riguardanti le relazioni morfologiche tra la citt e le sue parti, tra progetto di architettura e struttura urbana. Partendo da queste premesse, le considerazioni di carattere teorico verranno supportate dallillustrazione di progetti urbani realizzati od elaborati negli ultimi anni in alcune citt europee, che possano considerarsi terreno di sperimentazione nell'esplorazione delle problematiche legate al ridisegno della citt esistente, con particolare riferimento alla configurazione di nuove centralit urbane. Il laboratorio si avvale, inoltre, dellintegrazione di 30 ore del modulo di Valutazione Economica dei progetti. La finalit dellintegrazione consiste nel fornire gli elementi di base e gli strumenti valutativi del progetto urbano propri della disciplina dellEconomia Urbana.

Universit degli Studi di Roma "La Sapienza" - Facolt di Architettura "L. Quaroni"

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA QUINQUENNALE IN ARCHITETTURA UE

MODALIT DI ESAME Durante il corso si effettueranno valutazioni intermedie sullattivit svolta dai singoli studenti sulla base di programmate scadenze che saranno stabilite allinizio del corso. Previa attestazione di frequenza lesame consister nella discussione sui temi trattati nelle lezioni, nei seminari didattici e sul lavoro progettuale sviluppato durante il semestre. Lattestazione di frequenza subordinata oltre che alle frequenze (non meno del 70% delle ore) anche alla partecipazione attiva allo svolgimento del tema dellanno.

Tema: Centralit Urbana Acilia-Madonnetta - Studente: Cosimo Fabio Lavacca A.A. 2005/2006

BIBLIOGRAFIA Saranno segnalati specifici riferimenti bibliografici relativi ai temi trattati e ai casi di studio illustrati. Si consiglia la consultazione dei seguenti testi: F. Ciardini, Progettare il Progetto, il progetto urbano per una continuit fra ricerca, didattica ed esperienze, Roma 2005; (Libro di testo) F. Ciardini, Il progetto Urbano, uno strumento per trasformazioni urbane pi coerenti ed adeguate in Progetto urbano in Francia, Rassegna di Architettura ed Urbanistica, nn 110, 111, Roma 2003 P. Falini, I territori della riqualificazione, Roma 1997; P. Gabellini, Tecniche urbanistiche, Roma 2001; F. Karrer, M. Moscato, M. Ricci, O. Segnalini, Rinnovo urbano, programmi integrati di riqualificazione e di recupero urbano, Roma 1998; C. Macchi Cassia, Il progetto del territorio urbano, Milano 1998;