Sei sulla pagina 1di 1

mercoled 29 giugno 2011 _ 3

Online www.ilpiccolo.net

In Primo Piano
:
SCONTRI AD ATENE

I fatti del giorno

Protesta per austerit


__La polizia greca ha disperso ieri una manifestazione nel centro di Atene contro le misure di austerit lanciando gas lacrimogeni. I manifestanti, un gruppo di giovani, lanciavano bastoni e bottiglie contro gli agenti in piazza Syntagma. Oggi la Grecia sar di nuovo paralizzata dal primo sciopero generale di 48 ore della sua storia proclamato dai due maggiori sindacati del Paese, lAdedy e la Gsee, che raggruppano rispettivamente i dipendenti del settore pubbli-

co e quelli del settore privato, allo scopo di impedire da parte del Parlamento lapprovazione del Programma Economico a Medio Termine, varato dal governo in collaborazione con i rappresentanti dei creditori, che prevede rigide misure di austerit e sacrifici per tutti i greci. Il solo modo per evitare un immediato default della Grecia lapprovazione del nuovo piano di austerity da parte del Parlamento di Atene. Questo lappello lanciato ieri dal commissario Ue per gli affari economici e monetari, Olli Rehn, in vista del cruciale appuntamento Parlamentare.

RIFIUTI, UE ALL'ITALIA

'Soluzioni oppure multa'


__ Quello che accaduto di recente dimostra che le autorit italiane non hanno ancora fatto quanto necessario per trovare una soluzione adeguata e definitiva al problema. Lo ha detto il commissario Ue allambiente Janez Potocnik, annunciando per i rifiuti in Campania il rischio di incorrere in una nuova procedura dinfrazione che potr portare a sanzioni pecuniarie. La presenza dei rifiuti a Napoli crea una situazione di non benessere e quindi ur-

gente, come ministero della Salute, risolvere il problema, ma soprattutto non ci sono pericoli di epidemie n di infezioni particolari, a parte forse qualche gastroenterite: lo ha detto il ministro della Salute Ferruccio Fazio a margine di una conferenza in Senato. Laumento dei sintomi nei bambini di Napoli dovuto al problema dei rifiuti di circa il 2%. Lo ha detto il ministro della Salute: I dati preliminari prodotti dalliniziative dei pediatri indicherebbero un 10% di aumenti di sintomi in pazienti gi asmatici o allergici, che sono circa il 20% dei pazienti.

SUCCEDE A TETTAMANZI

Scola arcivescovo di Milano


__Il Papa ha nominato lattuale patriarca di Venezia, cardinale Angelo Scola, arcivescovo di Milano, al posto del cardinale Dionigi Tettamanzi che ha guidato la pi grande diocesi del mondo dal 2002. Scola, 70 anni, era stato nominato patriarca di Venezia nel 2002; ed stato rettore della Universit lateranense. Il cardinale Tettamanzi ha raggiunto due anni fa let della pensione e allepoca ha presentato le dimissioni al Papa, secondo le norme

canoniche. Il Papa lo ha lasciato fino ad oggi alla guida di Milano. Gli osservatori attribuiscono inoltre a una scelta personale di Benedetto XVI la designazione del cardinale Scola ad arcivescovo della citt ambrosiana. la prima volta in tempi moderni che un patriarca di Venezia diventa arcivescovo di Milano. Potete capire come non sia facile per me darvi questa notizia. Ho accolto questa decisione del Papa, perch il Papa. Sono state le prime parole del cardinale Angelo Scola non appena ufficializzata dalla santa Sede la sua nomina ad arcivescovo di Milano.

Campioni se si gioca. Dazzardo


primati per la nostra provincia In un anno, il fenomeno si impennato
Alessandria
_ Quella di Alessandria la seconda provincia del Piemonte per spese in gioco dazzardo legale; seconda anche nella classifica della spesa pro capite e guida la graduatoria sullincremento dei soldi investiti nel gioco, dal 2009 al 2010: ol- I pi ricchi giocano meno tre 189 milioni di euro si investiro- Interessante anche il confronto tra no due anni fa, oltre 282 quelli ver- i redditi pro capite e i soldi spesi per sati nel 2010: un aumento vicino al il gioco in Piemonte, con dati incro49 per cento. Nessuno ha fatto co- ciati tra Unioncamere e Agicos. Ed s tanto, anzi: in regione, solo No- ecco la conferma di quello che si sovara ha un saldo positivo, mentre u- spettava: le province a pi alto redna realt di (ex) giocatori accaniti dito medio (Biella, Cuneo e Vercelcome Verbania scesa li) sono anche quelle in addirittura dell83 per cui si gioca di meno. In cento. cima alla classifica del I numeri sono stati gioco dazzardo legale presentati ieri, a Torisi trova Verbania, peno, nel corso di una nultima nella graduaconferenza durante la toria dei redditi pro caquale lOsservatorio repite, dove il fanalino di gionale sul fenomeno coda invece Novara, dellusura e lAssociaterza provincia piezione Libera hanno montese per quantitapresentato i dati relatitivo di soldi spesi nel vi al gioco dazzardo in gioco. Alessandria Piemonte. quarta in Piemonte con Nella nostra regioDon Luigi Ciotti un reddito pro capite di ne, Alessandria fa eccepresiede Libera. 20.405 euro, ma sezione dal momento C un legame tra conda nella spesa a teche, altrove, la spesa bische e criminialit sta per i giochi. per i giochi legali C un ulteriore daorganizzata complessivamente dito che merita attenziominuita, anche se si registra un considerevole aumento delle newslot, le cosiddette macchinette dei bar. Tra il 2008 e il 2009, si registr un aumento del 31,75%, a cui seguita, nel 2010, una riduzione del 3,19%.

Contributi a sostegno dei trasporti


l

l Tristi

ne: le province confinanti con la Lombardia sono quelle pi interessate dal fenomeno. Don Luigi Ciotti, presidente di Libera, ieri ha spiegato che il gioco dazzardo colpisce una fascia di persone che spazia tra i 15 e gli 80 anni, per un fatturato di oltre 1,26 miliardi di euro. Un plauso allattivit del gruppo, guidato dal celebre sacerdote, arriva anche dal Movimento 5 Stelle che chiede con urgenza, alla Regione di attuare misure restrittive in materia di apertura di nuove case di gioco, accantonando, invece, il provvedimento di Marco Botta che vorrebbe lampliamento smisurato di sale gioco su tutto il territorio piemontese. Nelle mani della ndrangheta Lincontro di ieri stato anche loccasione per parlare di delinquenza perch le bische clandestine, che pescano le proprie vittime tra i giocatori dazzardo legali, sono totalmente in mano alla criminalit organizzata. E, grazie alle operazioni Gioco duro del 2006 e Minotauro del 2011, stata provata la grande portata del dominio della ndrangheta sulle operazione illegali in Piemonte. La situazione si aggrava se si considera che il gioco dazzardo la terza causa della diffusione del fenomeno dellusura, anchessa gestita in maggioranza dalla malavita. Massimo Brusasco

Il gioco dazzardo provincia per provincia


2008
VERBANIA ALESSANDRIA TORINO BIELLA NOVARA VERCELLI ASTI CUNEO PIEMONTE 517.521.000 179.716.000 815.862.000 48.237.000 102.466.000 46.559.000 66.946.000 207.856.000 1.985.163.000

2009
502.135.000 189.481.000 1.743.870.000 51.365.000 95.963.000 76.585.000 143.127.000 227.234.000 3.029.760.000

2008-2009
VARIAZIONE PERCENTUALE

2010
83.587.743 282.225.933 763.114.858 49.789.818 129.650.644 55.313.651 67.786.405 151.327.252 1.582.796.304

2009-2010
VARIAZIONE PERCENTUALE

Regione, ad Alessandria risorse aggiuntive per 366mila euro

Torino
_ Nellambito dellaccordo di programma della Regione Piemonte con le istituzioni locali per il finanziamento dei servizi e degli investimenti nel settore del trasporto Pubblico Locale, la Giunta regionale ha autorizzato lo stanziamento delle risorse aggiuntive per lanno 2009 ai comuni di Alessandria, Asti e Cuneo per limporto complessivo di oltre 1 milione di euro. Ad Alessandria sono state assegnate risorse aggiuntive per 366.660 euro. Il compito della Regione di garantire i servizi qualitativamente e quantitativamente sufficienti a soddisfare la domanda di mobilit mettendo a disposizione le risorse aggiuntive al fine di migliorare i servizi di trasporto presenti sul territorio - sottolinea il vice presidente della Regione Piemonte Ugo Cavallera - Il contributo riservato al Comune di Alessandria, rappresenta un riconoscimento per le azioni positive messe in campo e per limpegno nella gestione del servizio pubblico.

- 2,97 5,43 113,75 6,48 - 6,35 64,49 113,79 9,32 52,62

- 83,35 48,95 - 56,24 - 3,07 35,10 - 27,77 - 52,64 - 33,40 - 47,76


(Rielaborazione dellAgicos)

Nelle province di Biella e Vercelli mancano le sale Bingo

LA TESTIMONIANZA DI UN ESPERTO DEL SETTORE: SE NON C QUALCOSA IN PALIO, NON FACCIO NEPPURE LA SCOPETTA

Il giocatore: Quando si vince la prima volta linizio della fine


__Come nasce la passione per il gioco? Basta poco: anche la semplice tombola in famiglia pu essere fatale. Se uno comincia a vincere qualcosetta pu essere indotto a guadagnare sempre di pi. E allora comincia la fine. Il racconto di un alessandrino che gioca a qualunque cosa fin da quandera ragazzo. Ora di anni ne ha 70. Ha vinto molto, perso di pi e ha le idee chiare: Vincere, talvolta, una sfortuna. sufficiente una piccola cifra incassata per indurti a continuare a giocare. C un detto ligure emblematico: quando uno odia un altro, gli augura di realizzare un ambo, proprio perch sa che sar quella vincita a portarlo alla rovina. Il fenomeno nuovo si chiama videopoker: Cera gente che non ne conosceva neanche lesistenza. Poi ha messo un euro o due e magari ne ha vinti 50. E allora cominciato il dramma, per la brama di incassare sempre di pi. Va a finire, per, che presto pi che per vincere si gioca per recuperare i soldi perduti. Questa, ovviamente, una pratica diffusa. Anchio sono un videopokerista, ma mi pongo limiti... Comunque non gioco se manca un interesse: anche quando faccio la scopetta con gli amici, deve esserci in palio almeno un caff o un aperitivo. Questione di brividi ed emozioni? A un anziano appassionato di cavalli chiesi quanto avesse perso nella sua vita: mi disse: Circa 500 milioni di lire, specificando per che se non avesse giocato non sarebbe vissuto bene come avrebbe voluto. (M.B.)

La prima delle feste rivaltesi una


festeggiamenti estivi alzano il sipario nel Fosse del Pallone, storica culla di manifestazioni sportive, culturali, enogastronomiche dellombelico altomonferrino, quale Rivalta Bormida si pu definire. La prima stagionale riserva gi una chicca, che fa onore alla festa e al paese: Casabruni scende in piazza lintercalare di presentazione e fa cappello a una vera e propria serata di gala che regala allantico sferisterio il men di Giorgio Malvicino, lo chef di Casabruni, il ristorante che da due anni la perla del centro storico e il vanto dei rivaltesi. Sabato sera, previa prenotazione, siete attesi per una cena sotto le stelle, con sequenza di cinque indimenticabili portate, al prezzo di 25 euro (vini esclusi) decisamente abbordabile. Per i pi piccoli previsto un men personalizzato a 15 euro. Il Comitato dei Festeggiamenti Rivaltesi vi aspetta allouvertur della stagione.

SERATA DI GALA
CASABRUNI SCENDE IN PIAZZA
IL COMITATO FESTEGGIAMENTI IN COLLABORAZIONE CON IL RISTORANTE CASABRUNI
ORGANIZZA:

E...state a Rivalta 2011 Cena di gala

Sabato 2 luglio 2011 alle ore 20,30 Rivalta Bormida Fosso del Pallone
ANTICHI SAPORI DEL NOSTRO PIEMONTE PER UNA SERATA UNICA, INTIMA ED ELEGANTE SOTTO LE STELLE CON IL MEN DELLO CHEF GIORGIO MALVICINO
Aperitivo Spuma di caprino di Roccaverano con gherigli di noci e crostino croccante alla paprika Antica ricetta del tonno di coniglio nel cestino di pasta fillo e misticanza dellorto

Prezzo 25 (bevande escluse) Men bambini 15 Posti limitati Prenotazione obbligatoria Per informazioni e prenotazione: 0144 372839

Fagottini di crespelle con farina di grano saraceno con brunoise di verdure stufate e seirass su fonduta di toma Cosciotto di suino alle erbe fini crogiolato al forno con vellutata di mele e patate alla pancetta Cremino di nocciole delle langhe con caramello e cialda al profumo di limone