Sei sulla pagina 1di 5

La Grande Promessa del Sacro Cuore di Ges

I primi nove venerd del mese


Nella cittadina francese di Paray-le-Monial, Ges apparve, dal 1671 al 1690, ad una giovane religiosa dellOrdine della Visitazione, Margherita Maria Alacoque (1647-1690), che fu poi beatificata da Pio IX nel 1864 e canonizzata, a 230 anni dalla morte, da Benedetto XV, il 13 maggio 1920. Le apparizioni di Ges a questa santa furono trenta, di cui per solo tre contenenti un messaggio divino per il mondo e perci chiamate grandi apparizioni. Durante la prima, avvenuta il 27 dicembre 1673, giorno della festa di San Giovanni evangelista, Ges fece posare a lungo il capo della religiosa sul suo petto. Poi le svel i segreti inesplicabili del suo Sacro Cuore, che ella contempl su un trono di fiamme, pi luminoso del Sole, con la ferita aperta dalla lancia nel costato, circondato di spine e sormontato da una croce. Il mio Cuore divino le disse Ges cos appassionato damore per gli uomini e per te in modo speciale che, non potendo pi contenere in s le fiamme della sua carit ardente, deve spargerle per tuo mezzo. In quella apparizione, Ges le rivel che la devozione al suo Cuore avrebbe strappato gli uomini dal dominio di satana, dando loro le grazie necessarie per la salvezza. La terza apparizione la pi celebre ed ebbe luogo nel 1675, durante lottava del Corpus Domini. Mentre Suor Margherita Maria era in ginocchio davanti alla grata del coro, con gli occhi fissi sul tabernacolo, improvvisamente il Signore le apparve sullaltare e le present il suo Cuore dicendo: Ecco quel Cuore che ha tanto amato gli uomini da non risparmiare nulla, fino ad esaurire e consumare se stesso per te-stimoniare il suo Amore.

In cambio io ricevo, dalla maggior parte, solo ingratitudine per la loro irriverenza e sacrilegi, per la freddezza e il disprezzo che essi hanno per me nel Sacramento del mio Amore. E ci che pi penoso per me che essi sono cuori a me consacrati. Il Signore poi ordin alla Chiesa di istituire una festa speciale in onore del suo Sacro Cuore. Per questa ragione io ti chiedo disse appunto Ges che il primo venerd dopo lottava del Corpus Domini sia dedicato ad una festa speciale in onore del mio Cuore, con la Comunione in tale giorno e col fare riparazione per lindegnit con cui ricevuto. Ed io ti prometto che il mio Cuore si dilater per riversare abbondantemente le ricchezze del suo amore su quanti gli renderanno questo onore o procureranno che gli sia reso. Rassicurata dal suo direttore spirituale, Padre Claudio de la Colombire, sul carattere soprannaturale delle apparizioni, Suor Maria Margherita Alacoque, il 21 giugno 1675, ottava del Corpus Domini, inginocchiata davanti al Tabernacolo, consacr interamente se stessa al Sacro Cuore di Ges e a questa consacrazione si un anche Padre Claudio, durante quella che pu a ragione essere definita come la prima Festa del Sacro Cuore. Purtroppo, per, la vita della santa non fu facile. Infatti, in un primo momento ella non fu creduta e venne perfino considerata unesaltata dalle sue Superiore. Il suo stesso direttore spirituale fu trasferito. Cos, Suor Maria Margherita, senza aver cessato di ripetere che Cristo laveva incaricata di una missione e che il Cuore adorabile di Ges doveva regnare sul mondo, mor il 17 settembre 1690 a quarantatr anni di et, senza aver potuto vedere il trionfo del culto al quale aveva consacrato lintera sua vita. Ma da allora, pian piano, crebbe sempre pi quel movimento devozionale che, con lapprovazione dei Sommi Pontefici Pio IX, Leone XIII, Pio XI, e Pio XII, divenuto lattuale culto liturgico del Sacro Cuore di Ges, riconosciuto da Papa Paolo VI in conformit col Concilio Vaticano II.

Secondo quanto era il desiderio di Ges stesso, la Chiesa Cattolica celebra ogni anno la solennit del Sacro Cuore di Ges nel venerd successivo allottava del Corpus Domini.
Durante le apparizioni a Santa Margherita Maria, Ges fece le seguenti Promesse per tutti coloro che avessero onorato il suo Sacro Cuore:

1. 2. 3. 4. 5. 6.

Io dar loro tutte le grazie necessarie al loro stato. Metter e conserver la pace nelle loro famiglie. Li consoler in tutte le loro pene. Sar loro sicuro rifugio in vita e specialmente in punto di morte. Spander copiose benedizioni su ogni loro impresa. I peccatori troveranno nel mio Cuore la sorgente e loceano infinito della Misericordia. 7. Le anime tiepide si infervoreranno. 8. Le anime fervorose giungeranno in breve tempo a grande perfezione. 9. La mia benedizione si poser anche sulle case dove sar esposta ed onorata limmagine del mio Sacro Cuore. 10. Ai sacerdoti io dar la grazia di commuovere i cuori pi induriti. 11. Le persone che zelano questa devozione avranno il loro nome scritto nel mio Cuore e non ne sar mai cancellato. 12. Io prometto, nelleccesso della Misericordia del mio Cuore, che il suo amore onnipotente accorder a tutti coloro che si comunicheranno il primo venerd del mese, per nove mesi consecutivi, la grazia della penitenza finale e non morranno in mia disgrazia, n senza ricevere i Sacramenti e il mio Cuore sar per essi un asilo sicuro negli ultimi momenti.
Da questa dodicesima Promessa del Sacro Cuore nata la pratica dei Primi Nove Venerd del mese, approvata dalla Santa Sede. Tale Promessa definita Grande perch assicura davvero il massimo dei doni: la perseveranza fina-le, cio la morte in stato di grazia e, quindi, la salvezza eterna dellanima.

La Grande Promessa venne sottoposta ad un rigoroso esame da parte di numerosi teologi. Il loro giudizio fu cos favorevole che Papa Benedetto XV volle dare egli stesso la pi bella ed autorevole testimonianza sullautenticit di questa Promessa, riportandone testualmente le parole nella Bolla Apostolica con cui Suor Margherita Maria Alacoque fu dichiarata santa. Per la Grande Promessa del Sacro Cuore di Ges si richiedono le seguenti condizioni: 1. Confessarsi entro gli otto giorni precedenti il 1 venerd di ogni mese. E possibile confessarsi anche entro otto giorni dopo, ma solo se non ci si deve accusare di uno o pi peccati mortali. 2. Accostarsi alla S. Comunione per nove mesi consecutivi, ogni primo venerd del mese, in grazia di Dio, con spirito di amore e di riparazione per le ingratitu-dini, le freddezze e il disprezzo con cui gli uomini ripagano lAmore del Sacro Cuore di Ges. 3. Le Comunioni devono essere fatte nei primi venerd del mese, e non in un altro giorno della settimana. Nemmeno il confessore pu commutare il giorno, poich la Chiesa non ha concesso a nessuno questa facolt. Neppure gli ammalati posso-no essere dispensati dallosservare questa condizione. 4. La pia pratica si pu iniziare in qualsiasi mese dellanno; la confessione e la Comunione devono ripetersi per nove mesi consecutivi, senza interruzione a causa di dimenticanza, malattia, ecc., altrimenti si Questa promessa ci assicura la vittoria pi importante, la vittoria ultima e decisiva: quella negli ultimi istanti della nostra vita terrena, da cui dipende leternit. deve ricominciare da capo. ALCUNI DUBBI
Se, dopo aver terminato i nove Primi Venerd con le debite disposizioni, si cadesse in peccato mortale, e poi si morisse allimprovviso, come ci si potrebbe salvare? Ges ha promesso, senza eccezione alcuna, la grazia della perseveranza finale a tutti coloro che avranno fatto bene la S. Comunione nel primo venerd di ogni mese per nove mesi consecutivi; quindi si deve credere che, nelleccesso della sua Misericordia, Ges dia

a quel peccatore moribondo la grazia di emettere un atto di contrizione perfetta prima di morire, grazia che gli otterr la salvezza eterna dellanima. Chi facesse i nove Primi Venerd con lintenzione di proseguire poi pi tranquillamente a peccare, potrebbe sperare nella Grande Promessa? No di certo, anzi, chi facesse queste nove Comunioni per potersi poi abbandonare liberamente ad una vita di peccato dimostrerebbe di essere attaccato al male e le sue Comunioni sarebbero, pertanto, tutte sacrileghe. Non potrebbe, dunque, illudersi di potersi salvare negli ultimi istanti di vita, dopo aver perseverato volutamente nellimmoralit e nel vizio.