Sei sulla pagina 1di 2

RIASSUNTO LA RINASCITA DELLE FARFALLE

Nadia: è diventata anoressica a inizio anni 90’, a 13 anni ha perso tanto


peso; quindi, la madre la minaccio di mangiare sennò la portava in
ospedale. Da quel momento a ricominciare abbastanza a mangiare per non
far preoccupare la madre ma meno del fabbisogno energetico.
Giulia: il padre ha scoperto la sua malattia grazie all’istruttore di ciclismo
che l’ha chiamato per dirgli che la vedeva visibilmente più magra. Alcune
volte pensava di non essere malata perché non pesava 40 kg, l’ha aiutata
Instagram ad uscire da questa situazione.
Agnese: a 9 anni ha iniziato a perdere peso, il primo ricovero l’ha fatto a
Napoli, all’inizio si continuava a chiedere cosa ci facesse lì. Il giorno dopo
la sua comunione quando si alzò dal letto crollò subito. Dopo ci è stato il
ricovero a Bologna, lì ha iniziato a cambiare visione sui DCA, è ancora in
terapia, ha ancora delle crisi, momenti in cui vuole mollare tutto
Nicole: la malattia è iniziata perché doveva trasferirsi per studiare danza,
un giorno si è pesata, pesava 49 kg, solo che quando l’ha visto le sembrava
troppo. Pensava che con il ritorno si sarebbe sistemato tutto, ma non è
stato così, lei non mangiava ma cucinava per tutti. Ha iniziato ad avere
giramenti di testa, nausea
Beatrice: è stata condizionata dalla prof di scienze che dice che i legumi
sostituiscono i carboidrati e di mangiare sempre sano senza sgarrare, si è
ammalata a 12 anni. Si era isolata, così tutti l’avevano abbandonata, ha
perso 16 kg in 2 mesi
Claudia: alla festa mangiavo diverse fette di torta, andavo in bagno,
vomitavo e mi risistemavo il trucco e poi tornavo e parlavo
tranquillamente con altre persone, le dava una sensazione di essere una
cosa facile perché poteva mangiare quello che voleva senza ingrassare e
che le piaceva, doveva essere solo una cosa di rado, quando sgarrava ma è
diventato tutti i giorni fino a quando la madre non l’ha sentita vomitare in
bagno.
Alessandra: voleva snellirsi, poi è subentrata la morte del padre e si è
ammalata di bulimia, non aveva problemi a mangiare ma aveva problemi a
non vomitare, dopo la malattia non aveva più forze per fare niente.
Micaela: Instagram influenza sulla vita con modelle che mangiano solo
insalata, snelle quindi fa pensare che bisogna comportarsi così, continuava
a negare di avere un problema.
Emma: era appena uscita dalla doccia, si è guardata allo specchio e si è
odiata, un cibo sicuro è quando sai che quel cibo non ti fa nulla, mentre il
cibo fobico è l’esatto contrario, ha alternato periodi in cui annusava i cibi
fobici e altri periodi no. Il suo cibo fobico è la zucchina e il suo cibo sicuro
è il maxibon
Camilla: i DCA sono dei problemi psicologici, un giorno sono arrivata a
pesare 38 kg e una mia amica ha detto che non ero anoressica perché non
pesavo 30 kg quindi gli ho detto che non era vero e lei mi ha bloccata
Chiara: non sono riuscita a sostenere i digiuni e sono sfociata nella
bulimia. Per dei problemi in casa fu messa in una casa famiglia, ha avuto il
supporto di tantissime persone

Potrebbero piacerti anche