Sei sulla pagina 1di 3

CERCHIO CLUEDO

-Ambientazione:
Manicomio
-Personaggi:
Christine (morta nel 1930, non va interpretata), detective (Flavio), amico di Christine (Tommaso,
assassino), cuoco (Gabriele), medico del manicomio (Gabriel), suora (Giorgio), cubo mietitore
(Giovanni).
-Svolgimento del cerchio:
Il detective Flavio entra nel cerchio, si presenta e racconta che il suo compito è quello di indagare
sugli omicidi irrisolti accaduti nel passato con l’aiuto delle anime delle persone indagate.
Quindi passano dal cerchio anche tutti gli altri personaggi senza dire niente.
Flavio spiega a tutti i partecipanti che lo dovranno aiutare nell’indagare e che alla fine dovranno
decidere insieme chi è il colpevole a decisione unanime (Flavio deve lasciar decidere ai partecipanti
del cerchio anche se dovessero sbagliare). Deve spiegare anche che più di un personaggio potrebbe
avere i suoi segreti e che per risalire alla verità sull’omicidio sarà necessario richiamare più volte un
personaggio.
In seguito tutti i personaggi, uno alla volta, si presenteranno al cerchio raccontando ciò che sanno, e
rispondendo alle domande dei partecipanti che lo interrogheranno, ma non devono dire subito alla
presentazione tutta la verità, poiché ogni personaggio avrà i suoi segreti. Però per interrogare un
personaggio si dovrà prima fare il suo ban (quindi ogni personaggio avrà un alibi e un ban).
Dopo le presentazioni i partecipanti del cerchio potranno richiamare qualsiasi personaggio per
continuare l’interrogatorio e ogni volta che un personaggio viene richiamato dovrà dire qualcosa di
più.
Quindi ogni personaggio avrà più di un indizio da dire uno alla volta man mano che viene
richiamato.
I personaggi non devono parlare e svelare l’alibi o gli indizi liberamente, facilmente, ma possono
solo rispondere alle domande che gli vengono poste. Quindi cercate di rendere difficile ricavare
informazioni. Solo la presentazione si può dire liberamente. Comunque per ogni interrogatorio
limitate le informazioni per numero di indizio (es. se mi hanno chiamato per la seconda volta il
massimo delle informazioni che posso dare sono quelle contenute nell’alibi, la presentazione,
l’indizio 1, che si possono dire già dalla prima volta, e in più l’indizio 2.)
Ovviamente tutti i personaggi devono negare fino alla fine di essere colpevoli.
Il cubo mietitore, essendo un essere sovrannaturale, è l’unico a conoscenza del vero colpevole e
quindi in caso il cerchio dovesse sbagliare nella decisione del colpevole, sarà lui a svelare la verità.
Nel caso in cui il cerchio indovinasse il personaggio, Tommaso, sarà lo stesso colpevole che
confesserà tutto.
Il detective non deve facilitare il cerchio nei ragionamenti, ma deve fare in modo che il cerchio
ascolti il più possibile TUTTI i personaggi.

-Trama della storia:


Christine e Tommaso sono migliori amici, ma in segreto Tommaso è follemente innamorato di
Christine.
Ogni giorno, i due bambini, rubano dalla cucina dei cucchiaini e dello zucchero e Christine deve
prendere degli psicofarmaci, poiché è malata. Tommaso nel giorno dell’omicidio, quando Christine
è chiamata dalla suora per prendere le medicine, l’accompagna in infermeria, dove la suora e il
medico si vedono di nascosto poiché hanno una relazione segreta, e ruba degli psicofarmaci molto
forti.
È abitudine dei due bambini prendere ogni giorno il tè insieme nel cortile durante il loro tempo
libero, ma nei giorni seguenti Christine sarebbe stata trasferita in un’altra casa di cura.
Tommaso, allora, volendo stare per sempre con la sua amata, decide di avvelenare il tè della
bambina per poter mantenere il suo corpo con sé.
Tommaso uccide Christine il pomeriggio.
*alibi/Copione/Indizi e ban di ogni personaggio in ordine di presentazione:
la suora Giorgia:
Presentazione: saluta e racconta che lei più di qualunque suora conosce Christine, la descrive come
una bambina cattiva, dispettosa e irrequieta.
Ban: se con me tu vuoi pregare
Testo:
Se con me tu vuoi pregare eo è tanto facile imparare eo
1: vai in Chiesa come un santo ti inginocchi intoni un canto
rit: se con me tu vorrai a pregare imparerai
intro
1 + 2: fai un segno della croce preghi molto e a bassa voce
rit.-Intro
1 + 2+ 3:vai a terra col ginocchio e poi ti alzi su di botto
rit.-Intro
1 + 2+ 3+ 4: fai un giro di rosario, un padre nostro fai un po' il vario
rit.-Intro
1 + 2+ 3+ 4 + 5: benedici le acquasantiere e i bambini vai a vedere
rit.
Alibi: quel giorno, la mattina ha pregato e dopo pranzo ha chiamato Christine per prendere i
farmaci.
Indizi: 1 lei vedeva spesso Christine e Tommaso insieme, anche il giorno dell’omicidio, e reputava
Christine una brutta bambina poiché si impicciava troppo di fatti che non le riguardavano…
2 rivela che aveva paura che Christine potesse dire in giro del rapporto tra lei ed il medico di cui era
venuta a conoscenza la bambina, per questo la reputava cattiva e impicciona. ( a questo punto il
detective non deve far notare in modo esplicito che tutti i personaggi hanno parlato 2 volte tranne il
cuoco, che potrebbe dare l’indizio che porta alla corretta soluzione del caso.)

Tommaso:
presentazione: saluta e racconta che lui e Christine erano migliori amici e passavano molto tempo
insieme. Dice anche che nel manicomio molte persone non vedevano di buon occhio la sua amica
(Christine), perché ne combinava di tutte i colori.
Ban: Christine cara Christine

Testo: CHRISTINE, cara CHRISTINE mia, quand'è che staremo di nuovo insiem
il lunedì! Ah se fosse già lunedì e avessi la mia CHRISTINE, CHRISTINE mia.
CHRISTINE, cara CHRISTINE mia, quand'è che staremo di nuovo insiem il martedì!
Ah se fosse già lune-martedì e avessi la mia CHRISTINE, CHRISTINE mia.
(si continua con i giorni della settimana...Lune-marte-mercol-giove-saba-domenica!)
Alibi: la mattina ha fatto le attività obbligatorie con gli altri bambini del manicomio, il pomeriggio
è stato sempre con Christine, ma non sa come è morta, poiché dice che Christine si era allontanata
da sola all’improvviso (questa è una bugia).
Indizi: 1 il pomeriggio ha accompagnato Christine in infermeria, ma quando se ne sono andati ha
sentito discutere il medico con la suora.
2: dice che il medico e la suora discutevano del fatto che Christine li aveva visti insieme e aveva
scoperto della loro relazione e che il pomeriggio ha preso il tè con Christine come a suo solito (a
questo punto è preferibile che il detective faccia interrogare il medico)

Medico:
Presentazione: è il medico del manicomio, dice che ogni giorno deve somministrare medicine a tutti
i pazienti e a Christine.
Ban: una pillola, due pillole
Testo: unaa pillola (ogni a capo devi aspettare che gli altri ripetano la frase)
Dueee pillole
Sono state prese
Daaa un paziente
Malaaato di mente
E adesso lo ripete….
Alibi: è stato tutto il giorno in infermeria ed ha incontrato Christine il pomeriggio. A riguardo la
discussione con la suora, dice che hanno discusso solo della salute di Christine….
Indizi: 1 sa che il cuoco era molto arrabbiato con Christine e Tommaso per via di alcuni furti.
2 rivela che quel giorno sono spariti dei medicinali e che tra lui e la suora c’è qualcosa e che suora
Giorgia ha saputo che Christine era a conoscenza del loro rapporto. (a questo punto è preferibile che
il detective faccia interrogare la suora)
Cuoco:
presentazione: dice di essere il cuoco del manicomio e anche lui parla male di Christine perché dice
che fa sempre dispetti e racconta che ogni giorno i due bambini gli rubano 2 cucchiaini 2 zollette di
zucchero e 2 bustine di tè
Ban: sono una teiera pazza si
Testo: classico
Alibi: la mattina è stato indaffarato nella cucina per preparare il pranzo e il pomeriggio è andato a
casa passando per il cortile per andare a prendere la macchina
Indizi: 1passando per il cortile ha visto Tommaso e Christine prendere il tè insieme e dalla finestra
dell’infermeria il medico e la suora che parlavano (a questo punto è preferibile che il detective
faccia interrogare Tommaso per sapere di più sul medico e la suora)
2 quel giorno è stata rubata una sola zolletta di zucchero

Cubo mietitore:
Presentazione: dice di essere il cubo mietitore e che il suo compito è quello di portare nell’aldilà le
anime dei deceduti. Dice che lui sa già chi è il colpevole, ma che non lo può dire, bensì può dare un
indizio che potrà essere utile nella risoluzione del caso.
Messaggio in codice: anche un semplice tè può essere fatale.

Criptato: CPEJG IB BNVYURLN GR pfuofò rffrer rzhzxq

Chiavi: 8 / 6 / 9 / 3 / 2 -…- …- ?? – ?? – a=n / m – y= n / l / m /p / t

FINE

Ordine ottimale di interrogatori (il detective deve cercare di convincere il cerchio, senza farlo notare
troppo, di seguire quest’ordine man mano che si va avanti):

1 presentazione (con ban) + indizio1 suora Giorgia


2 presentazione (con ban) + indizio1 Tommaso
3 presentazione (con ban) + indizio1 medico
4 presentazione (con ban) + indizio1 cuoco
5 presentazione + messaggio in codice cubo mietitore
6 indizio2 Tommaso
7 indizio2 medico
8 indizio2 suora
+ bonus se ci pensano da soli
9 indizio2 cuoco

Potrebbero piacerti anche