Sei sulla pagina 1di 2

Diritto privato 29-10-2021

La modificazione dell’obbligazione non è tanto la novazione, la modificazione


riguarda la modificazione soggettiva, cambia il soggetto, che può portare quindi ad
una novazione soggettiva.
Possiamo averla sia sul lato attivo che passivo, e nelle modificazioni sul fatto passivo,
può cambiare in due modi.
-effetto cumulativo
-effetto privativo
Se non espresso, si tratta di effetto cumulativo, la dove il titolo o le parti stabiliscono
diversamente ne abbiamo uno privativo.
Modificazione soggettiva su lato attivo, quando abbiamo sostituzione del creditore,
modificazione soggettiva su lato passivo, quando abbiamo la sostituzione del debitore
per effetto cumulativo.
Sia la modificazione su lato attivo, sia passivo, sono molto diverde fra loro.
La modificazione soggettiva su lato attivo la abbiamo su cessione del credito e il
pagamento su surrogazione.
Il diritto di credito è un diritto soggettivo relativo,al creditore in questo caso spetta un
vantaggio, ovvero il poter porre in essere delle azioni.
A seconda di che diritto di credito è, può essere facilmente trasferito ad altri.
Alcuni per natura sono però incedibili, se io stipulo un contratto per curare una
determinata malattia, non posso trasferirlo, oppure per ordinamento giuridico.
Un contratto ha effetti reali (effetti costitutivi, applicativi, traslativi ecc.) e con la
traslazione, che è un effetto reale, si ha il passaggio della res fra due persone tramite
consenso traslativo (consenso tramite il quale si perfeziona il contratto, ma al
contempo trasferisce il diritto.
Se io vendo un cellulare, la vicenda contrattuale ha una sua linearità, col diritto di
credito deve avere qualcuno che adempie.
Il problema del debitore ceduto è sapere quale parte deve essere pagata e a quale
parte deve essere adempiuta.

Dal punto di vista del rapporto giuridico, il debitore che deve sempre adempiere in
favore del creditore, dovrà adempierre in favore a colui il quale è creditore.
La cassione del credito è un contratto bilaterale da creditore cedente e creditore
ceduto.
Secondo la disciplina, il contratto di cessione del credito produce effetti nei confronti
del debitore quando ne viene informato.
Il contratto però produce effetti fra le parti, il debitore ceduto non fa parte del
contratto, è un problema di opponibilità.
Posso oppore al debitore la cessione, quando questa viene conosciuta e abbiamo due
casi:
-Quando la notifico
-Quando ne viene a conoscenza
Il pagamento con surrogazione, un pagamento che dovrebbe estinguere il pagamento
ma come dice una dottrina autorevole, è un estinzione relativa.
Dopo il pagamento infatti continua la vicenda.
Io sono obbligato con Tizio, perché abbiamo fatto un danno, nel diritto privato se uno
o due soggetti hanno commesso un danno, deve esserci il pagamento per intero.
Se io mi assumo un sacrificio per altri, ho il diritto di tornare indietro e riprendermi il
mio (diritto di recesso)
Surrogazione ≠ regresso

Potrebbero piacerti anche