Sei sulla pagina 1di 8

Modello a strati

Usato per caratterizzazione traffico e QoS Livello di Chiamata

Controllo del traffico in reti ATM


Livello di Burst

Gruppo Reti TLC nome.cognome@polito.it http://www.telematica.polito.it/


QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 1

Livello di Cella
t
QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 2

Livello di chiamata
Dinamiche temporali lunghe Il traffico occupa le risorse per tutta la durata della chiamata Caratterizzazione traffico
Attributi di chiamata Modello di chiamata

Livello di chiamata
Attributi di chiamata
modalit di richiesta (on demand, permanente, semi-permanente) configurazione (punto-punto, multipunto, broadcast) numero di connessioni nelle due direzioni VPC / VCC elementi di contratto di traffico di ogni connessione protocollo di segnalazione di accesso servizi supplementari

Caratterizzazione traffico
processo degli arrivi in termini stocastici durata della connessione in termini stocastici

Qualit di servizio

Qualit di servizio
piano di controllo
Ritardo post-selezione Ritardo segnale di risposta Ritardo nel rilascio connessione

probabilit di perdita punto-punto (blocco)


QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 3 QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 4

Livello di burst
Dinamiche temporali di media durata Periodi di ON-OFF
ON BP
K H

Livello di burst H +K Burstiness: = H


BM

OFF

Coefficiente di attivit: = Banda media:

Caratterizzazione traffico:
durata stocastica silenzi durata stocastica burst banda durante ON ( si assume banda di picco)

BM = BP

Varianza banda: 2B=BM(BP - BM)


QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 6

Qualit di servizio non definita


QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 5

Livello di cella
Caratterizzazione traffico:
distribuzione tempo di interarrivo distribuzione del numero di celle generate in un periodo T spesso ci si accontenta di meno informazione
media e varianza tempo interarrivo da tempo interarrivo media deduco banda media

Gli standard
Definito un contratto di traffico
Caratterizzazione del traffico
accurata verificabile in modo univoco semplice per permettere di calcolare risorse impegnate

Qualit di servizio:
affidabilit
probabilit di perdita probabilit di errore probabilit di inserimento di celle spurie

Garanzie di QoS
parametri definiti nella ITU-T I.356

media e varianza del ritardo, ritardo massimo


QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 7 QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 8

Standard: caratterizzazione traffico


Identificazione flussi di celle su una connessione Definizione dei parametri di traffico intrinseci
Caratteristiche nominali del traffico in assenza di interferenza

Standard: caratterizzazione del traffico


Flussi di celle generate dallutente, escludendo quindi celle OAM e RM generate da apparati (insieme di celle soggette a verifica di conformit):
Flusso aggregato Flusso celle dati (no RM e OAM) Flusso celle dati ad alta priorit (CLP=0) Flusso celle OAM Flusso celle RM Flusso celle dati + OAM Flusso celle dati ad alta priorit (CLP=0) + OAM

Tolleranze: scostamenti accettabili rispetto alle caratteristiche nominali


CDVT: Cell Delay Variation Tollerance

Definizione di conformit
Algoritmo GCRA (Generic Cell Rate Algorithm)
QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 9

QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 10

Standard: caratterizzazione traffico


Definizione dei parametri di traffico intrinseci
PCR (Peak Cell Rate)
reciproco del minimo tempo di interarrivo tra due celle contigue

Standard: caratterizzazione del traffico


1/PCR (celle/s) MBS (numero di celle)
t

SCR (Sustainible Cell Rate)


reciproco del tempo medio di interarrivo tra due celle contigue

IBT (Intrinsic Burst Tollerance)


massimo anticipo con cui una cella pu essere trasmessa rispetto al tempo di arrivo nominale determinato da SCR

Durata connessione Inizio connessione Fine connessione

MBS (Maximum Burst Size)


dimensione massima dei burst, gruppo di celle che si possono trasmettere a PCR

SCR = numero di celle / durata connessione

MBS = 1 + IBT/(1/SCR-1/PCR) IBT= (MBS-1)(1/SCR-1/PCR)


QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 11 QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 12

Relazione tra SCR e IBT


Processo arrivi reale IBT t

Lalgoritmo GCRA: Generic Cell Rate Algorithm


Algoritmo standard per la verifica di conformit (e per sagomatura) PARAMETRI:
T = spaziatura temporale relativa al processo nominale di arrivo delle celle = tolleranza o massima variazione ammessa rispetto alla spaziatura nominale

1/SCR

Processo di generazione ideale a SCR, usato come riferimento

VARIABILI:
Ta = tempo reale di arrivo delle celle TAT= tempo teorico di arrivo delle celle
QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 14

QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 13

Lalgoritmo GCRA: diagramma di flusso


Arrivo cella al tempo Ta SI Ta<(TAT- ) NO Cella conforme Cella non conforme (eventuale marcatura) TAT=max(TAT,Ta)+T

Verifica di conformit
Gli stadi di multiplazione statistica alterano caratteristiche originarie del traffico a causa ritardi non predicibili in coda
Cell Delay Variation Tolerance (su SCR e/o su PCR)

CDVT
Massimo anticipo con cui una cella si pu presentare ad una interfaccia rispetto al tempo previsto Simile a IBT, ma per multiplazione, non per variabilit del flusso originario

Se GCRA controlla PCR


T=1/PCR T=1/SCR
QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 15

=CDVTPCR = IBT + CDVTSCR


QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 16

Se GCRA controlla SCR

Qualit di servizio: gli standard ITU-T I.356


CTD (Cell Transfer Delay)
Tempo medio che intercorre tra trasmissione primo bit di una cella e ricezione ultimo bit della cella

Qualit di servizio: gli standard ITU-T I.356


CER (Cell Error Rate)
Rapporto tra celle con errori e celle totali

2-pt CDV (Cell Delay Variation)


Variazione ritardo consegna di una cella Differenza tra i 10-8 quantili inferiore e superiore del CTD

CMR (Cell Misinsertion Rate)


Rapporto tra celle ricevute per errore (appartenenti ad altri VC) e celle totali ricevute

CLR (Cell Loss Ratio)


Probabilit di perdita di una cella Rapporto tra celle perse e celle trasmesse CLR0 e CLR0+1
QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 17

SECBR (Severely Errored Cell Block Ratio)

QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 18

Classi di qualit di servizio


Definite attraverso alcuni parametri:
CLR CDV

Modi di trasferimento
ITU-T: ente di standardizzazione riconosciuto ATM forum: ente di standardizzazione di fatto ITU-T definisce i modi di trasferimento ATC (ATM Transfer Capability), ATM forum li denomina Service Class. I modi di trasferimento si differenziano in base alla definizione di:
flussi di celle su cui sono fornite garanzie parametri per caratterizzare i flussi verifica di conformit applicata ai flussi funzioni di controllo adottate
QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 20

4 classi di QoS standardizzate (ITU-T) per soddisfare 4 principali tipologie di servizio:


1: STRINGENTE (CDV, CLR0+1) 2: TOLLERANTE (CLR0+1) 3: LIMITATA (CLR0) U: BEST EFFORT (non prevede limiti su nessun parametro)
QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 19

Modi di trasferimento
Non definiscono i requisiti di Qos Ogni modo di trasferimento associabile a qualsiasi classe di QoS (quasi) Cinque modi di trasferimento:
CBR/DBR: Constant/Deterministic Bit Rate VBR/SBR: Variable/Statistical Bit Rate UBR: Unspecified Bit Rate ABR: Available Bit Rate ABT: ATM Block Transfer

Modi di trasferimento
Definiscono i servizi di livello ATM e la QoS ad essi associata Ad ogni servizio associato un insieme di possibili valori di QoS Gli operatori possono aggiungere altri valori di QoS oltre a quelli standardizzati

ABT ed ABR usano celle RM per controllare flusso celle


QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 21 QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 22

Modi di trasferimento: DBR


Caratterizzazione:
PCR sul flusso aggregato (dati+OAM+RM) PCR sul flusso (dati+OAM) Non usa bit CLP

Modi di trasferimento: SBR


Caratterizzazione (3 varianti):
SBR1: PCR, SCR e MBS sul flusso aggregato SBR2: PCR su flusso dati (0+1), SCR (0), MBS (0). No tagging sulle celle non conformi SBR3: come SBR2, ma permette tagging su celle non conformi

Offre banda statica pari al PCR negoziato Servizi isocroni o servizi a banda costante CAC su BP Associato a classe di servizio 1
QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 23

Offre banda variabile tra PCR e SCR per seguire esigenze della sorgente, non della rete Usa sempre due istanze GCRA Servizi isocroni o dati a banda variabile CAC su: BP, BM, Beq
QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 24

Modi di trasferimento: UBR


Standardizzato solo da ATM Forum ITU-T: DBR in classe di servizio U Caratterizzazione:
PCR sul flusso aggregato

Scarto selettivo delle celle


Selective Packet Discarding:
eliminazione delle celle di un messaggio per il quale si gi eliminata una cella resta traffico inutile dovuto alle teste di pacchetto (celle gi trasmesse)

Non esiste definzione di conformit Non alloca banda, non fornisce garanzie di QdS su ritardi e probabilit di perdita Si usano tecniche scarto selettivo di celle
rimediare ad effetti negativi segmentazione priorit di perdita nei buffer
QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 25

Early Packet Discarding:


eliminazione di messaggi che giungono in una memoria dove si superata una soglia prefissata i pacchetti vengono trasferiti interamente (se si supera la soglia e arrivano celle appartenenti ad un pacchetto in parte gi trasmesso, esse vengono ancora memorizzate e trasmesse)
QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 26

Meccanismo di scarto aggiuntivo


Uso del bit EFCI nel PT della cella:
serve per indicare ai livelli superiori al livello ATM che c congestione prevede che i livelli applicativi siano in grado di reagire

Modi di trasferimento: ABR


Offre banda allocata variabile tra PCR e MCR in funzione della disponibilit di risorse di rete con obiettivi
Piena utilizzazione banda Equa ripartizione risorse

Scarto di celle basato su priorit:


se il buffer in condizioni critiche (es: buffer pieno o sopra soglia) scarta le celle a priorit bassa (CLP=1) si dividono in due categorie:
protettivo (netta divisione tra alta e bassa priorit) non protettivo

Rete indica velocit di trasmissione alle sorgenti Permette di garantire bassa CLR se le sorgenti adattano velocit alle indicazioni della rete
QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 28

QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 27

Modi di trasferimento: ABR


Caratterizzazione:
PCR sul flusso aggregato (dati+OAM+RM) MCR (Minimum Cell Rate) sul flusso aggregato (dati+OAM+RM)

Modi di trasferimento: ABR


Usa celle RM (forward e backward) in banda per effettuare con continuit controllo della velocit di emissione delle celle da parte di sorgenti cooperative
RM RM RM

Definizione di conformit si basa si GCRA con parametro T regolato sulla base delle banda allocata dalla rete Comportamento sorgenti completamente specificato
QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 29

S: genera

N1

Ni

Nk

D: riceve e ritrasmette Ni: (legge) e scrive

QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 30

ABR: comportamento sorgente


Inizia a trasmettere a velocit concordata Inserisce periodicamente celle RM forward nel flusso Quando riceve cella RM backward adatta la velocit al minimo valore contenuto Se non riceve pi celle RM backward rallenta fino a fermarsi Quando ricomincia dopo certo tempo riparte dallinizio
QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 31

ABR: comportamento nodi


Tre modalit di controllo della velocit nei nodi:
EFCI (Explicit Forward Congestion Indication):
equivalente alla modalit congestion controll di frame relay 1 bit di controllo per segnalare la congestione la modalit meno efficiente

RRM (Relative Rate Marking): nodo invia alla sorgente su flusso RM Backward informazione ternaria (aumenta, mantieni, diminuisci) ER (Explicit Rate): nodo invia alla sorgente su flusso RM backward informazione con indicazione esplicita della velocit

QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 32

ABR: comportamento nodi


EFCI e RRM: i nodi controllano di norma la congestione esaminando stato riempimento memorie. Meccanismo a soglia:
posizionale derivativo integrativo

ABR: campi cella RM


Protocol type (ABR, ABT) Direction (Forwad, Backward) No-Increase, Congestion Indication bits ECR: Explicit Cell Rate CCR: Current Cell Rate MCR: Minimum Cell Rate

ER: i nodi controllano la congestione misurando livelli di traffico (background, ABR) e contando numero di connessioni ABR attive
QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 33

QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 34

ABR: alcuni parametri


Parametri negoziati allinstaurazione delle connessione PCR: Peak Cell Rate MCR: Minimum Cell Rate ICR: Initial Cell Rate
Velocit con cui si inizia a trasmettere. Compresa tra PCR e MCR

ABR: modalit RRM


Prevede due bit di controllo :
CI (Congestion Indication) NI (Not Increase)
CI 0 0 1 NI 0 1 Aumenta Mantieni Riduci rispetto al CRR (Current Cell Ratio)

RIF: Rate Increase Factor


Potenze negativa di 2 riferita rispetto a PCR

RDF: Rate Decrease Factor


Potenza negativa di 2 riferita a CCR

TBE: Transient Buffer Exposure


Dati inviabili senza riceve cella RM backward

Due parametri negoziabili: RDF e RIF (Rate Decrease/Increase Factor) Per aumentare il rate: CCR=CCR+PCRRIF Per diminuire il rate: CCR=CCR(1-RDF)
QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 36

QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 35

ABR: esempio algoritmo RRM


Misuro Q, lunghezza coda Si definiscono due soglie: H, L, con L<H Controllo posizionale
Q<L L<Q<H H<Q NI=O,CI=0 NI=1, CI=0 CI=1

ABR: modalit ER
Esempio algoritmo studiato (non standardizzato): ERICA
DATI:
Banda disponibile: C Banda target: RT =0.98C

OUTPUT:
Banda di fair share: BFSi

Esistono anche controlli derivativi

QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 37

QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 38

ABR: modalit ER
Definisce livello occupazione target: RT=0.95 C Misura numero di connessioni ABR attive (NABR), traffico di background (LB ), carico della connessione ABRi (LABRi) Calcola:
banda disponibile per ABR: BABR= RT LB BFS= BABR/ NABR LABR=LABRi BVCi= BABR LABRi/LABR BFSi=max {BFS, BVCi}
QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 39

ABR
Comprtamento nodi

QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 40

Modi di trasferimento: ABT


Standardizzato solo da ITU-T Definisce blocco di celle come gruppo di celle dati preceduto e seguito da una cella RM

Modi di trasferimento: ABT


Caratterizzazione:
BCR per la durata del blocco di celle

Servizio a banda variabile con negoziazione rapida risorse Presuppone trasmissione a banda costante per tutta la durata del blocco
QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 41

BURST

RM

Banda allocata in modo variabile blocco per blocco con prenotazione mediante celle RM I nodi prendono decisioni indipendenti: il burst arriva a destinazione solo se tutti i nodi hanno deciso di accettarlo

QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 42

Modi di trasferimento: ABT


Due modalit:
IT (Immediate Transmission):
invio blocco celle a velocit costante, pari a BCR ogni nodo o scarta tutto il blocco o accetta tutto il blocco inefficiente sfrutta piccole porzioni di banda per brevi periodi

DT (Delayed Transmission):
attendo risposta dalla rete per trasmettere blocco a velocit richiesta fatto per negoziare in continuazione la banda senza sfruttare le risorse di segnalazione in modo ISTANTANEO in modo RITARDATO
QUALIT DI SERVIZIO NELLE RETI ATM - 43