Sei sulla pagina 1di 50

Matteo Andreozzi

matteo.andreozzi@unimi.it

Letica kantiana a confronto con la questione animale e quella ambientale


Lattualit delletica di Kant
Universit degli Studi di Milano
23 giugno 2011

Inattuale
When [man] first said to the sheep, the pelt which you wear was given to you by nature not for your own use, but for mine and took it from the sheep to wear it himself, he became aware of a prerogative whichhe enjoyed over all the animals; and he now no longer regarded them as fellow creatures, but as means and instruments to be used at will for the attainment of whatever ends he pleased.
Conjectures on the Beginning of Human History, in Kant: Political Writings, 2nd ed. trans. H.B. Nisbet, ed. Hans Reiss. Cambridge: Cambridge University Press, 1991, 8:114, p. 225.

o attuale?
Any action whereby we may torment animals, or let them suffer distress, or otherwise treat them without love, is demeaning to ourselves.
Lectures on Ethics, trans. Peter Heath, ed. Peter Heath and J. B. Schneewind. New York: Cambridge University Press, 1997. These are actually students notes from Kants ethics courses, 27:710, p. 434.

Without man [as a moral being] all of creation would be a mere wasteland, gratuitous and without a final purpose.
Critique of Judgment, trans. Werner S. Pluhar (Indianapolis: Hackett Publishing Co., 1987), 442/331.

An organized product of nature is that in which all the parts are mutually ends and means.
Critik der Urtheilskraft (1799), 296. In William Whewell, History of Scientific Ideas (1858), Vol. 2, 239.

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

1. Kant, gli animali non umani e lambiente 2. Linattualit delletica di Kant, nei confronti della questione animale e di quella ambientale 3. Riattualizzare letica kantiana: proposte 4. Considerazioni conclusive

Contenuti

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

Considerazione kantiana degli animali non umani e degli enti naturali


1. Fortemente antropocentrica 2. Scarsa e poco profonda

Kant, animali e ambiente

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

a) Distinzione tra persona e cosa b) Fondazione della morale c) Applicazione della morale

1. Antropocentrismo

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

Persone
Esseri umani Sensibilit, intelletto e ragione

Cose
Tutto il resto

a. Distinzione persona-cosa

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

Svalorizzazione Ragione empirica pratica (sensibilit)


Massime e imperativi ipotetici

Valorizzazione
Ragione pura pratica (ragione) Imperativo categorico

b. Fondazione della morale

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

Animali non umani Esseri umani


Istinto Felicit Nessuna parte nel fondamento della morale Ragione Riconoscimento del bene Unico fondamento della morale
8

b. Fondazione della morale

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

Persone Unici agenti e pazienti morali


Unici fini in s
1. Dignit e finalit intrinseca 2. Libert e autonomia legislativa 3. Capacit di ragionare in un modo universalmente valido per tutta la comunit

c. Applicazione della morale

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

a) Distinzione tra persona e cosa b) Fondazione della morale c) Applicazione della morale

Centralit della ragione

1. Antropocentrismo

10

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

Animali non umani ed enti di natura a) Valutazione ontologica b) Considerazione morale

2. Insufficiente attenzione

11

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

Cose
Cose materiali soggette a meccanismi Cose dotate di rappresentativit e sensibilit (animali non umani) Cose dotate di una finalit di natura (enti di natura)

a. Valutazione ontologica

12

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

Animali non umani


Automaton spirituali

Enti di natura
Esseri organizzati e auto-organizzanti

a. Valutazione ontologica

13

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

Enti di natura
1. 2. 3. Privi di sensibilit, intelletto e ragione Privi di intelletto e ragione Dotati di sensibilit, intelletto e ragione Persone
Scopi ultimi

Esseri morali
Scopi finali

a. Valutazione ontologica

14

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

Principali opere di riferimento


Lezioni di etica (1775) La metafisica dei costumi (1797)

Presentazione
1. Animali non umani 2. Enti di natura

b. Considerazione morale

15

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

Doveri diretti
Persone come fini in s Rivolti a persone per persone

Doveri indiretti
Cose come semplici mezzi Rivolti a cose per persone

b. Considerazione morale

16

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

1. Animali non umani


a) Termini di liceit dellinterazione b) Condanna delle interazioni non lecite c) Interazioni propedeutiche alla morale

b. Considerazione morale

17

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

a. Liceit
Uccisione Rapida e indolore Non per diletto Sfruttamento Lavoro ed esperimenti Non eccessivo e non se evitabile
GRATITUDINE & RICONOSCENZA

b. Considerazione morale

18

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

b. Condanna
Uccisione Diletto Vecchi e inutili Sfruttamento Condizioni indecenti Senza amore
CONTRO DIGNITA UMANA & CONTRO ALTRI ESSERI UMANI

b. Considerazione morale

19

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

c. Propedeutica morale
Mancato rispetto di doveri indiretti Vizi Indebolimento simpatia Rispetto di doveri indiretti Virt Allenamento morale
MEMBRI DELLA FAMIGLIA & ANALOGHI ALLE PERSONE

b. Considerazione morale

20

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

2. Enti di natura
a) Valori estetici b) Disponibilit di risorse naturali

b. Considerazione morale

21

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

a. Valori estetici
Non distruggere il bello di natura
Compromissione di una fruizione estetica che giovevole alla moralit (per s e per gli altri)

b. Risorse naturali
Non distruggere le risorse di natura
Compromissione della fruizione delle risorse naturali utili alla sopravvivenza (per s e per gli altri)

b. Considerazione morale

22

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

Considerazione kantiana degli animali non umani e degli enti naturali


1. Fortemente antropocentrica? 2. Scarsa e poco profonda?

Kant, animali e ambiente

23

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

Linattualit delletica kantiana, nei confronti della questione animale e di quella ambientale
1. Scientifici 2. Contestuali

Inattualit delletica di Kant

24

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

Etica kantiana
Specista Antropocentrica Scientificamente infondata Responsabile delle crisi contemporanee

Inattualit delletica di Kant

25

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

Biologia, etologia ed ecologia


a) Gerarchia biologica b) Animalit c) Ambiente

1. Motivazioni scientifiche

26

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

Biologia Gerarchia biologica


a) Non esiste b) Ogni specie ha le proprie peculiarit c) Linguaggio, coscienza o auto-coscienza come forme di adattamento umane
Diversit di strumenti adattativi Nessuna superiorit tra di essi
(Stephen Jay Gould, Niels Eldredge, Ernst Mayr, Jody Hey, Massimo Pigliucci)

a. Gerarchia biologica

27

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

Etologia Animalit
a) Sentimenti e doti rappresentative b) Intelligenza sociale, empatia cognitiva, capacit tecniche sofisticate c) Ragione
Capacit di calcolo economico (ratio) Coscienza o auto-coscienza (Kant)
(Konrad Lorenz, Nikolaas Tinbergen, Frans de Waal, Giorgio Celli, Danilo Mainardi)

b. Animalit

28

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

Ecologia Ambiente
a) Non risorsa o sfondo passivo b) Sistema di forme viventi co-evolute e co-adattate in equilibrio dinamico c) Molteplici servizi emergenti e complessi
Dal benessere di natura a quello umano Dal benessere umano alla libert umana
(Millenium Ecosystem Assestment)

c. Ambiente

29

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

30
Millennium Ecosystem Assessment 2005, Ecosystems and human well-being: synthesis, Island Press, Washington, DC http://www.maweb.org

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

Situazione di crisi contemporanea


a) Crisi ambientale b) Crisi ecologica c) Crisi vitale
RESPONSABILITA UMANA

2. Motivazioni contestuali

31

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

Contro letica kantiana


Potere non significa dovere
Nessuna superiorit umana Ragione in possesso anche di animali non umani
(argomenti animalisti diretti e ambientalisti indiretti)

Contro lequilibrio dinamico del sistema natura


(argomenti ambientalisti diretti e animalisti indiretti)

Inattualit delletica di Kant

32

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

Contro letica kantiana


Nessun bisogno di utilizzare, sfruttare o uccidere animali non umani per affezione, compagnia, vestiario, beni di lusso, caccia, spettacoli, zoo, alimentazione e sperimentazione* Uso cieco delle risorse naturali contro il pianeta e quindi contro lessere umano e la sua libert

Inattualit delletica di Kant

33

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

Reinterpretare letica kantiana


1. Il deontologismo kantiano resta migliore del consequezialismo utilitarista 2. Rivalutare lo specismo e lantropocentrismo forte di Kant

Riattualizzare letica di Kant

34

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

1. Sensio/biodentrismo individualistico
Vita in senso largo Questione animale Christine Korsgaard

2. Ecocentrismo olistico
Dinamiche naturali Questione ambientale Marc Lucht e Sharon Anderson-Gold

Riattualizzare letica di Kant

35

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

Christine Korsgaard
a) b)

Antropocentrismo? Specismo?

"Fellow Creatures: Kantian Ethics and Our Duties to Animals", in The Tanner Lectures on Human Values, edited by Grethe B. Peterson. Salt Lake City: The University of Utah Press, Volume 25/26. "Just Like All the Other Animals of the Earth", The Harvard Divinity Bulletin, Volume 36, No. 3 (Autumn 2008).

1. Sensio/biocentrismo

36

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

1. Lessere umano non si distingue dagli animali non umani in quanto unico connesso a un ordine trascendente e razionale
Si distingue in quanto unico costretto a costruire un ordine trascendentale e razionale

2. Molti dei fini cui connessa questa costruzione sono condivisi dagli animali non umani
Lessere umano lunico essere razionale e morale, ma ci implica soltanto che le altre forme di vita non abbiano doveri verso di lui

a. Antropocentrismo?

37

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

1. Distinzione tra persone e cose


Condizione morale, non ontologica

2. Fondamento della morale


La legge morale tutela sempre anche chi non partecipa alla sua fondazione (donne, bambini, casi marginali)

3. Applicazione della morale


I doveri verso lessere animale si antepongono a quelli verso lessere morale e sono a essi indispensabili

b. Specismo?

38

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

Dovere significa potere?


possibile trattare gli altri come mezzi
Se acconsentono Se sono in condizioni di mutuale e onesto beneficio

possibile dovere fare ci che non si pu fare


Non delegittima limperativo categorico Non toglie valore morale al tentativo e non priva di immoralit lomissione del tentativo

1. Sensio/biocentrismo

39

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

Marc Lucht
Does Kant Have Anything to Teach Us about Environmental Ethics?, in American Journal of Economics and Sociology, Vol. 66, No. 1 (January, 2007).

Sharon Anderson-Gold
The Purposiveness of Nature: Kant and Environmental Ethics, Submitted for session 3: Kants practical philosophy, International Kant Congress.

2. Ecocentrismo

40

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

Giudizio estetico
Unica via per coltivare la propensione morale a considerare seriamente tutte le forme di vita (animali o vegetali) con rispetto

Rivedere la connessione tra i concetti kantiani di fine in s, dignit, prezzo e scopo finale
Tutti gli enti di natura sono insostituibili, quindi senza prezzo, quindi dignitosi, quindi fini in s, e contribuiscono (in modo pi o meno cosciente) alla massima armonia di natura e libert

2. Ecocentrismo

41

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

Doveri e rispetto verso il sistema natura


Sentirsi parte della natura
Senza bisogno di comprenderla appieno

Cercare per di comprenderla


Contribuire al mantenimento dellequilibro dinamico

2. Ecocentrismo

42

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

Reinterpretare letica kantiana, senza lasciare Kant


1. Ridiscutere lantropocentrismo specista 2. Animalismo e ambientalismo kantiani 3. Punti aperti

Considerazioni conclusive

43

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

Dallantropocentrismo forte e specista a un antroposcopismo da contestualizzare


Antropocentrismo debole o rivisitato
Da dominatore ad amministratore Da un etica umana alla bioetica animale e ambientale

1. Antropocentrismo specista 44

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

Etica relazionale e formale


Riattualizzazione in base a conoscenze contemporanee e contesto odierno
a) Animalismo kantiano b) Ambientalismo kantiano

2. Animali e ambiente

45

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

I.

Contro caccia, attivit di diletto e sperimentazione

II. Vestiario e alimentazione? No simpatia, sensibilit o razionalit Diritto di uccidere, non dovere
Tutela degli animali utilizzati anche quanto possibile raggiungere lo stesso fine con altri mezzi

a. Questione animale

46

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

I.

Essere umano ente di natura attivamente, anche senza comprenderlo appieno Tutelare il bello di natura
Tutela di specie ed ecosistemi

II. In natura esiste un progetto cui luomo partecipa

Tutelare le risorse naturali


Tutela del diritto degli altri ad accedere alle risorse

b. Questione ambientale

47

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

Kant era sia animalista sia ambientalista


Oggi andrebbe oltre la bioetica Non andrebbe per oltre lantroposcopismo abbastanza?
Biocentrismo individualistico Ecocentrismo olistico

3. Punti aperti

48

Struttura

Sezione 1

Sezione 2

Sezione 3

Sezione 4

Non sempre lecito abbattere un albero o sfruttare un animale non umano Alle volte bisogna lasciare l lalbero affinch altri ne possano godere o utilizzare altri mezzi per perseguire i nostri fini

Ma lalbero e lanimale non umano andrebbero forse tutelati perch hanno un valore allinterno di una comunit morale in cui siamo noi che dobbiamo ancora imparare a entrare? Qual il mio posto in natura?

3. Punti aperti

49

Matteo Andreozzi
matteo.andreozzi@unimi.it

Letica kantiana a confronto con la questione animale e quella ambientale

GRAZIE