Sei sulla pagina 1di 3

Istituzioni di diritto privato 05/10/2021

Nozione di norma-Nozione di fatto


Rapporto fra norma e fatto
Un fatto produce effetti giuridici in quanto il fatto fa riferimento alla norma, e tali
effetti sono riconosciuti dalla norma.
Modifiche normative fanno in modo che tali fatti abbia un risultato diverso.
Il fatto rimane tale, a cambiare è l’effetto giuridico.
Se non si compie il fatto, l’effetto è nullo, in quanto non si infrange la norma.
Il fatto
Cosa è il fatto, qualificazione e quantificazione del fatto
Il fatto è condizionato dalla norma, e quindi il fatto produce effetti (norma
sanzionatoria)
Un fatto può essere rilevante giuridicamente ma non efficace (quasi sempre
efficace) , ma se è efficace, esso è sempre rilevante.
Quando parliamo di un fatto condizionato dalla norma e che viene definito
giuridicamente efficace, esso è un fatto giuridico.
Il fatto è giuridico quando è rilevante, per l’ordinamento giuridico.
Ovvero quando incide sugli interessi dell’ordinamento giuridico (quando incide sugli
interessi pubblici o altrui)
Il fatto è da intendersi giuridico quando incide sull’ordinamento giuridico e hanno
potenziale collegamento con norme.
NON E’ FATTO GIURIDICO, QUANDO E’ UN FATTO NATURALE.
Se piove, non è un fatto giuridico ma un fatto naturale
Se c’è un uragano, è un fatto naturale che va a rendersi un fatto giuridico in linea
generale, in quanto incide sul comportamento dell’uomo, poiché può determinare
l’inesegibilità.
Nella sfera del fatto giuridico, abbiamo l’atto giuridico.
L’atto giuridico è caratterizzato dalla volontà dell’uomo, incide la condotta volontaria
del soggetto (rileva le volontà del soggetto).
Il fatto accade poiché la persona lo ha voluto (Condotta volontaria del soggetto,
caratterizzato dalla volontà del soggetto).
Il fatto che voglia rompere un vaso e il fatto che io camminando rompa un vaso,
hanno lo stesso valore.
L’atto giuridico è quindi voluto.
All’interno della categoria dell’atto giuridico, troviamo la sezione degli atti giuridici
caratterizzati dagli effetti giuridici.
Quando oltre la volontà dell’azione abbiamo anche la volontà dell’effetto giuridico,
abbiamo il negozio giuridico.
(esempio, testamento)
All’interno di questa categoria, abbiamo la categoria del contratto.
Il contratto è il negozio giuridico, in cui la volontà degli effetti è di tipo bilaterale o
plurilaterale.
Quando le due volontà sono conformi, abbiamo un negozio giuridico ovvero il
contratto.
Soggetti di diritto
Il diritto privato si fonda sulla disciplina dei rapporti sociali e socio economici, che
quindi regolamenta rapporti fra soggetti.
Nel momento in cui abbiamo assunto un effetto giuridico, abbiamo un rapporto
stretto fra fatto e norma che porta all’effetto, e fra effetto e soggetto.
L’effetto giuridico è ciò che modifica il mondo giuridico (diverso dal mondo reale)
Il mondo giuridico è fatto dagli effetti giuridici, dettati dai fatti e dal comportamento
delle persone.
Il diritto privato senza soggetto (debitore, creditore, rapporti sociali) non può esistere
I soggetti sono coloro che hanno all’interno della loro sfera economico giuridica,
giuridico sociale e nella sfera giuridica in generale, hanno un diritto giuridico.
I primi soggetti di diritto sono le persone fisiche.
Normativamente (dal punto di vista del diritto privato) siamo tutti uguali.
Il soggetto di diritto, non è solo la persona fisica.
L’associazione, è una solo persona giuridicamente, in quanto ha il valore di un
soggetto di diritto.
Tra i soggetti di diritto privato abbiamo anche l’ente pubblico, niente esclude (è
invece previsto sia da leggi speciali sia dal codice civ.) che esso si comporti come
ente privato.
Il soggetto, in linea generale, è il centro/capo di imputazione giuridica.
E’ quindi un’entità, soggettiva, a cui spetta la posizione giuridica (debito, credito,
proprietà) ovvero un effetto.
Quando parliamo di soggetto giuridico, andiamo oltre la fisicità della persona.
Un soggetto di diritto quindi, racchiude la persona fisica, ma anche entità associative
(pubbliche comprese).
Quando parliamo di soggetti di diritto, parliamo di capo di imputazione giuridica, a
cui si riconosce la capacità di essere titolare di posizione giuridica attiva o passica, sia
esso una persona fisica,sia esso convenzionale (una società, un’entità pubblica e così
via).
Determinabilità del soggetto, esso deve essere determinabile, dopo di cui è ammessa
la giacenza (vacanza).
Ci sono anche strumenti, che fanno in modo che non ci si possa approfittare dello
stato di vacanza.
Ultimo contrattore della titolarità è lo stato, quindi un soggetto è sempre
determinabile.

Potrebbero piacerti anche