Sei sulla pagina 1di 1

Noi siamo i Tre Re

bb 2 ‰. r ‰. j
&b b 4 r œ
j
œ . œr œ
j
œ . œr œ
r j r j r
œ œ .œ œ . œ œ œ . œr
œ œ œ
Noi sia - mo i tre re noi sia - mo i tre re ve - nu - ti da l’O-rien - te ad

bb
& b b œj . œr œj . œr ‰ j j r j r ‰ . r j . r j . r œj . r j r
œ œ.œ
œ œ œ .œ œ .œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
a - do-rar Ge - sù ad a - do - rar Ge - sù. Do - v’è quel bam-bi - nel - lo gra - zio - so e bel - lo in
˘

bb ‰.
&b b j r j r j
œ . œr œj . œ œ . œr œ r j r j r
œ œ. œ œ œ œ. œ œ.œ œ
brac - cio e Ma - ri - a che l’è ma - dre di lui che l’è ma - dre di lui.
˘

1. Noi siamo i tre re 4. In dono abbiam portato


noi siamo i tre re incenso adorato
venuti dall'Oriente e mirra e oro
ad adorar Gesù in dono al re divin
ad adorar Gesù in dono al re divin

2. Dov'è quel bambinello 5. Dei Re superiori


grazioso e bello e tutti i maggiori
in braccio a Maria e quanti al mondo
che l'è madre di lui non furono giammai
che l'è madre di lui non furono giammai

3. Ei fu che ci chiamò 6. Or noi ce ne andiam


ei fu che ci chiamò or noi ce ne andiam
guardando la stella ai nostri paesi
che ci condusse qui da cui venuti siam
Titolo originale: Noi siamo i Tre Re che ci condusse qui da cui venuti siam.
Incipit: Noi siamo i tre re
Tonalità alla fonte: Lab maggiore
Luogo e data di raccolta. Javrè, Val Rendena (TN), 1993
Informatori: Stellari di Javrè
Raccoglitore: Renato Morelli
Trascirttori: Roberto Gianotti e Ignazio Macchiarella
Note: QLa melodia è contenuta in: Morelli, Renato: Stelle, Gelindi, tre re.
Tradizione orale e fonti scritte nei canti di questua natalizio-epifanici
dell’arco alpino dalla Controriforma alla globalizzazione, Nota, Udine 2014, pp. 240-1.
Morelli ci informa che la fonte a stampa antica di questo canto è la Cantata per i personaggi
rappresentanti LI TRE RE MAGI, composta dal reverendo Giuseppe Maria Isotta, tra il 1759 ed il 1774.
L’armonizzazione è stata effettuata tenendo conto dell’impianto sostanzialmente modale del canto,
in modo frigio trasportato sul DO.
Per questo motivo si è preferito utilizzare l’armatura di chiave di DO minore e non quella di LAb maggiore,
mentre il REb, tipico del modo frigio, compare nel corso del brano come alterazione transitoria.

Potrebbero piacerti anche