Sei sulla pagina 1di 23

L’ambiente esterno

1
Agenda
 L’ambiente dell’organizzazione
 L’ambiente di riferimento
 L’ambiente generale
 L’ambiente internazionale
 L’ambiente che cambia
 Un modello di valutazione
 Incertezza e struttura organizzativa
 Costruire relazioni
 Differenziazione e integrazione
 Processi di management organico e meccanico
 Influenzare le risorse esterne
 Influenzare i settori chiave
 Stabilire relazioni
 Ambiente e organizzazione
2
L’ambiente dell’organizzazione
L’ambiente organizzativo è costituito da tutti gli
elementi esterni ai confini dell’organizzazione che
influiscono su di essa o parte di essa.

L’ambiente di riferimento copre i settori con i quali


l’organizzazione interagisce in modo diretto e che hanno un
impatto immediato sulla sua efficienza organizzativa.

L’ambiente generale comprende quei settori che non


hanno un impatto diretto sulle attività quotidiane di
un’azienda, ma che possono influenzarle indirettamente.

3
L’ambiente dell’organizzazione
L’area di influenza di
un’organizzazione è il
campo d’azione che essa
sceglie nell’ambiente in
termini di prodotti, servizi
e mercati, definendo così
la nicchia in cui operare e
i settori esterni con cui
interagire.

L’ambiente è suddivisibile
in settori accumunati da
elementi simili.

4
L’ambiente di riferimento
L’ambiente di riferimento (task environment)
copre i settori con i quali l’organizzazione
interagisce in modo diretto e che hanno un
impatto immediato sulla capacità
dell’organizzazione di raggiungere i suoi obiettivi.
Comprende
• settore di appartenenza
• settore delle materie prime
• settore del mercato
• settore delle risorse umane
• settore internazionale.

5
L’ambiente generale
L’ambiente generale comprende quei settori
che non hanno un impatto diretto sulle attività
quotidiane di un’azienda, ma che possono
influenzarle indirettamente
Comprende:
 settore del governo
 settore naturale
 settore socio-culturale
 condizioni economiche
 settore della tecnologia
 risorse finanziarie

6
L’ambiente internazionale
 Il settore internazionale può riguardare in modo diretto
molte organizzazioni ed è diventato di estrema importanza
negli ultimi anni.
 Ogni organizzazione è soggetta a un’enorme incertezza
quando entra nell’ambiente internazionale.
 Paesi e organizzazioni di tutto il mondo sono legati come
mai prima d’ora e i cambiamenti economici, politici e
socioculturali in una zona del mondo finiscono per
ripercuotersi su altre aree.
 Tutte le organizzazioni devono adattarsi ai cambiamenti
lievi o marcati nell’ambiente.

7
L’ambiente che cambia
 Nella misura in cui l’ambiente diventa più complesso, gli
eventi meno stabili e le risorse finanziarie meno
disponibili, aumenta il livello di incertezza.

 L’ambiente influenza le organizzazioni secondo due


modalità principali:
 il bisogno di ottenere informazioni sul cambiamento
dell’ambiente
 il bisogno di ottenere risorse dall’ambiente.

 Le condizioni ambientali di complessità e dinamismo


creano un maggiore bisogno di raccogliere informazioni e
di rispondere al cambiamento in base a tali informazioni

8
L’ambiente che cambia
 Le linee evolutive e gli eventi che si sviluppano nei settori
ambientali possono essere descritti in base a tre
dimensioni principali:
 dinamismo (se gli eventi nell’ambiente sono stabili o
instabili),
 complessità (se l’ambiente è semplice o complesso)
 munificenza (quantità di risorse finanziarie disponibili a
supporto della crescita dell’organizzazione)

 Le organizzazioni devono affrontare e gestire l’incertezza


per essere efficaci.
 Incertezza significa che i decision maker non hanno
sufficienti informazioni riguardo ai fattori ambientali e
risulta loro difficile prevedere i cambiamenti esterni.

9
L’ambiente che cambia

Fattori fonte
di incertezza
per le
organizzazioni

10
Un modello di valutazione

11
Incertezza e struttura organizzativa

Le organizzazioni hanno la necessità di avere


una giusta corrispondenza tra struttura
interna e ambiente esterno.

?
Quale approccio utilizzare per scegliere la
configurazione organizzativa più adatta e
coerente alla situazione ambientale in cui
l’organizzazione è inserita?

©2021 Maggioli spa


Costruire relazioni
Costruire relazioni
 L’approccio tradizionale nell’affrontare l’incertezza
ambientale è stato quello di istituire unità organizzative
che facessero da cuscinetto.
 Il ruolo delle unità cuscinetto consiste nell’assorbire
l’incertezza proveniente dall’ambiente.
 I ruoli di confine collegano e coordinano
un’organizzazione con gli elementi chiave dell’ambiente
esterno.
 La business intelligence si basa sull’analisi, effettuata
con mezzi ad alta tecnologia, di grandi quantità di dati
interni ed esterni per evidenziare modelli e relazioni che
potrebbero essere significativi.
 team di intelligence
13
Differenziazione ed integrazione
Differenziazione: diversità negli orientamenti cognitivi ed
emotivi tra i manager di differenti unità funzionali e nella
diversità della struttura formale tra tali unità.
Differenziazione ed integrazione
 Un effetto negativo dell’alta differenziazione è che il
coordinamento e la collaborazione tra le unità diventano
difficoltosi.

 Integrazione: consiste nella qualità del coordinamento


tra le diverse unità che, in caso di elevato livello di
incertezza, richiedono ruoli formali di integrazione.

15
Differenziazione ed integrazione

Differenze negli obiettivi e negli orientamenti tra unità organizzative

Incertezza ambientale e integratori organizzativi


16
Processi di management organico
e meccanico
Il modello di Burns e Stalker: la struttura di management
interna è collegata all’ambiente esterno.

SISTEMA
AMBIENTE STABILE ORGANIZZATIVO
MECCANICO

SISTEMA
AMBIENTE DINAMICO ORGANIZZATIVO
ORGANICO

17
Incertezza e struttura organizzativa: modello
contingente

18
Dipendenza dalle risorse finanziarie

Dipendenza dalle risorse significa che le


organizzazioni dipendono dall’ambiente, ma cercano di
ottenere il controllo sulle risorse per minimizzare tale loro
dipendenza sviluppando collegamenti con altre
organizzazioni.

Le relazioni interorganizzative
rappresentano quindi un trade-
off tra risorse e autonomia

19
Influenzare le risorse esterne
• In risposta al fabbisogno di risorse, le organizzazioni cercano
di mantenere un equilibrio tra la dipendenza da altre
organizzazioni e la conservazione della propria indipendenza.
• Due strategie per influenzare le risorse nell’ambiente esterno:
1. Stabilire relazioni favorevoli con altre organizzazioni
2. Influenzare l’ambiente dell’organizzazione

20
Stabilire relazioni formali

Acquisizione di una quota di proprietà acquisire parte di


un’altra azienda o una partecipazione di controllo
(Fusioni – acquisizioni)

Joint venture (creazione di una nuova organizzazione indipendente)


e partnership (alleanze strategiche)

Contatti con persone chiave. Cooptazione (quando i leader di


importanti settori dell’ambiente entrano a far parte di un’organizzazione)
e CdA concatenati (un membro del CdA di un’azienda siede nel
CdA di un’altra). Concatenazione diretta – Concatenazione indiretta

Recruitment dei dirigenti trasferimento o lo scambio di dirigenti fra


organizzazioni

Raccontare la propria versione dei fatti (pubblicità e pubbliche


relazioni
21
Influenzare i settori chiave

Cambiare area di influenza cercare nuove relazioni


ambientali

Usare la politica tecniche per influenzare la legislazione e


le regolamentazioni statali.

L’unione fa la forza attività di condizionamento


dell’ambiente esterno svolta da organizzazioni che hanno
interessi comuni

Evitare le attività illecite metodo ultimo che le aziende


talvolta utilizzano per controllare il proprio ambiente di riferimento
(tangenti, corruzione, ecc.)

22
Ambiente e organizzazione

Collegamenti
tra caratteristiche
ambientali e azioni
organizzative

23

Potrebbero piacerti anche