Sei sulla pagina 1di 2

LEZIONE 5

DINAMICA
La dinamica si occupa dello studio delle cause del moto, che viene indicato con FORZA. Secondo gli studiosi,
lo stato naturale delle cose è quello i quiete, ma spesso interviene un agente esterno, che modifica lo stato
di quiete, che è la forza.

1° LEGGE DI NEWTON, dice che: “se su un corpo non agisce aluna orza, la velocità del corpo non può
accelerare”, cioè se il corpo è in uno stato di quiete o moto costante, non lo modifica, ma continuerà a
mantenere quello stato. Questo è stato definito come PRINCIPIO DI INERZIA.
L’agente esterno che potrebbe modificare questo stato è la FORZA.

La forza è una grandezza vettoriale, con modulo, direzione e verso; misurata in N (newton). Possiamo dire
che un corpo di massa pari a m=1kg che subisce un’accelerazione a=m/s 2 è soggetto ad una forza di F=1N.
 Possiamo riformulare la 1° legge di newton: “quando la forza netta agente su un corpo è nulla, la
velocità del corpo non può cambiare, ossia il corpo non può accelerare”.
Questa legge non è verificata in tutti i sistemi di riferimento, ma solo in quelli inerziali.

Un altro fattore importante è la MASSA, infatti se applichiamo la stessa forza a due corpi con massa diversa,
le due accelerazioni risultanti saranno diverse.
Infatti, l’accelerazione è inversamente proporzionale alla massa.

2° LEGGE DI NEWTON, dice che le forza netta agente su un corpo è data dal prodotto della sua massa per
l’accelerazione del corpo.
F ( net )=ma
Che è la somma vettoriale di tutte le forze che agiscono sul corpo (F net,x, Fnet,y, Fnet,z).

Anche la terra è soggetta ad una forza da parte dei corpi, che è la FORZA PESO, in cui l’accelerazione
considerata è quella gravitazionale (g).

- Quando un corpo preme contro una superficie, la superficie si deforma e spinge il corpo con una
forza normale perpendicolare alla superficie stessa. (REAZIONE NORMALE)
- Se facciamo scivolare un corpo su una superficie, si stabilisce una resistenza tra il corpo e la
superficie. Questa resistenza è detta forza di attrito, o semplicemente attrito, che agisce nel verso
opposto alla direzione.
- Quando un filo è fissato ad un corpo ed è tirato, si dice che è in tensione. Esso esercita sul corpo
una forza di trazione T. I fili sono generalmente considerati senza massa e inestensibili.

3° LEGGE DI NEWTON, afferma che quando due corpi interagiscono, le forze esercitate da un corpo
sull’altro sono uguali in modulo e direzione, ma opposte in verso.
Le due forze agenti sono coppie di forze AZIONE-REAZIONE.
LEZIONE 6
LE FORZA DI ATTRITO, si dividono in:
- STATICO;
- DINAMICO;

Proprietà della forza d’attrito:


1. Se il corpo non è in moto, la forza di attrito statico e la componente di F parallela alla superficie
hanno la stessa intensità e direzione, ma verso opposto.
2. L’intensità di fs può raggiungere un valore massimo fs,max dato da:

se l’intensità di F supera fs, il corpo inizia a scivolare.


3. Se il corpo comincia a scivolare lungo la superficie, l’intensità della forza di attrito diventa f k dato
da:

I due coefficienti di attrito sono adimensionali e si determinano sperimentalmente.


Sono:

Potrebbero piacerti anche