Sei sulla pagina 1di 481

Carlo Aime

Maria Grazia Pastorino

TG335NA
101 lezioni
di diritto
ed economia
Carlo Aime
Maria Grazia Pastorino

101 lezioni
di diritto
ed economia
ISBN 978-88-233-0971-5

© 2009 RCS Libri S.p.a. – Milano

Prima edizione: gennaio 2009


Chiuso in redazione il 30 ottobre 2008

Ristampe

2009 2010 2011 2012


1 2 3 4 5 6 7 8

Stampa: La Tipografia Varese S.p.A. (VA)

Hanno collaborato alla realizzazione dell’opera:


Progettazione e realizzazione copertina: Studio Cappellato e Laurent s.r.l., Milano
Illustrazioni: Marco Bolla
Progetto grafico interni: Apotema, Cologno Monzese (MI)
Redazione, ricerca iconografica e coordinamento redazionale: Marina Guglielmi
Fotocomposizione: Apotema, Cologno Monzese (MI)
Coordinamento editoriale: Marina Atteritano

I diritti di traduzione e riproduzione, totali o parziali anche a uso interno e didattico con qualsiasi mezzo, sono riservati per tutti i
Paesi.

Fotocopie per uso personale del lettore possono essere effettuate nei limiti del 15% di ciascun volume dietro pagamento alla SIAE
del compenso previsto dall’art. 68, commi 4 e 5, della legge 22 aprile 1941, n. 633 ovvero dall’accordo stipulato tra SIAE, AIE,
SNS e CNA, CONFARTIGIANATO, CONFESERCENTI il 18 dicembre 2000.

Le riproduzioni per uso differente da quello personale potranno avvenire, per un numero di pagine non superiore al 15% del pre-
sente volume, solo a seguito di specifica autorizzazione rilasciata da AIDRO, Corso di Porta Romana n. 108, 20122 Milano, e-mail
segreteria@aidro.org

La realizzazione di un libro presenta aspetti complessi e richiede particolare attenzione nei controlli: per questo è molto difficile evi-
tare completamente errori e imprecisioni. L’editore ringrazia sin da ora chi vorrà segnalarli alle redazioni.
Per segnalazioni o suggerimenti relativi al presente volume scrivere a:
Direzione Editoriale RCS Libri S.p.A.-Divisione Education – Via Mecenate, n. 91 – 20138 Milano
fax 02 5095 2351

L’editore è presente su Internet all’indirizzo: http://www.tramontana.it


Indicazioni e aggiornamenti relativi al presente volume saranno disponibili sul sito.
Per qualsiasi comunicazione all’editore tramite posta elettronica scrivere a infoline@rcs.it

L’editore è a disposizione degli aventi diritto con i quali non gli è stato possibile comunicare per eventuali involontarie omissioni o
inesattezze nella citazione delle fonti dei brani o delle illustrazioni riprodotte nel volume. L’editore si scusa per i possibili errori di
attribuzione e dichiara la propria disponibilità a regolarizzare.
Le immagini utilizzate in questo libro non vanno interpretate come una scelta di merito da parte dell’Editore, né come invito all’ac-
quisto di prodotti. Le illustrazioni o riproduzioni sono state riportate a scopo esclusivamente didattico, anche nel caso in cui venga-
no nominate imprese o banche esistenti; pertanto non rappresentano situazioni o rapporti reali e non indicano prezzi, tassi, valute
e altre condizioni effettivemente applicati.
Presentazione

Il corso di diritto ed economia è caratterizzato da una struttura in volume unico, suddiviso in lezioni
(ciò permette al docente di individuare e selezionare più facilmente gli argomenti di suo interesse facen-
do un uso più razionale ed efficace del tempo dedicato all’attività didattica) ed è supportato da un for-
te apparato didattico e documentale.
Le lezioni sono raggruppate in 16 moduli (8 di diritto e 8 di economia) precedute da un modulo di
accoglienza per presentare le finalità della disciplina, la strutturazione del volume stesso e a fornire alcu-
ne indicazioni metodologiche agli studenti. Il volume contiene infine due appendici (una sul lavoro
e una sulla sicurezza e l’educazione stradale), un glossario e il testo integrale della Costituzione.
Ogni lezione, dedicata a un preciso argomento, è illustrata da immagini, grafici, schemi e/o tabelle
ed è provvista di un autonomo apparato didattico finalizzato, oltre che a un’immediata e rapida
verifica delle conoscenze dei nessi di base e della terminologia giuridica ed economica, allo sviluppo
delle capacità di riflessione e contestualizzazione dello studente, per il quale è stato predisposto uno
specifico percorso, integrato da casi. Inoltre a volte nelle lezioni è inserita una rubrica denominata “Con-
sigli pratici” per insegnare ai ragazzi a essere operativi oppure “Curiosità” quando è diretta a stimo-
larne l’interesse.
Per aiutare gli studenti a cogliere i collegamenti esistenti tra gli argomenti trattati nelle singole lezioni,
in ogni modulo sono previsti momenti di verifica intermedia (Prendi tempo e ripassa), che rag-
gruppano contenuti tra loro collegati e sono finalizzati al ripasso sistematico dei medesimi con eser-
citazioni di vario tipo (mappe concettuali, quesiti a risposta aperta e chiusa, immagini su cui riflettere,
casi).
Ogni modulo si apre con una rappresentazione visiva molto efficace e immediata del percorso didat-
tico in esso contenuto, corredato di prerequisiti e obiettivi.
Al termine di ogni modulo è presente una verifica finale in autovalutazione contenente quesiti
a risposta chiusa ed esercizi di collegamento e completamento per consentire agli studenti di cono-
scere in modo rapido il livello della loro preparazione.
In tutti i moduli è anche inserito un magazine appositamente concepito per gli studenti, poiché vi sono
trattati argomenti come il bullismo, la riservatezza dei loro dati, la giustizia minorile e così via. Talvolta
nei moduli si trova anche la rubrica documenti che propone materiali originali, sia giuridici sia eco-
nomici, accompagnati da riquadri esplicativi per una migliore comprensione e fruizione dei loro con-
tenuti.

Gli autori
Indice

ACCOGLIENZA 3 LE PERSONE GIURIDICHE E IL RAPPORTO GIURIDICO 62


12 Le organizzazioni collettive 64
0 BENVENUTI – BIENVENUE 13 Le persone giuridiche e gli enti di fatto 66
WELCOME – WILLKOMMEM
Prendi tempo e ripassa Lezioni 12 e 13 68
BIENVENIDOS – BEM-VINDOS 8
14 Il rapporto giuridico 70
15 L’oggetto del diritto 72
Prendi tempo e ripassa Lezioni 14 e 15 74
DIRITTO
D&E Magazine Ma quanti volontari ci sono in Italia? 76
Esercizi in autovalutazione 78
1 IL DIRITTO E LE NORME GIURIDICHE 18
1 Le norme giuridiche 20 4 LO STATO E LA COSTITUZIONE IN GENERALE 80
2 Le sanzioni 22 16 La società e lo Stato 82
DOCUMENTI Il verbale di contravvenzione e il ricorso al 17 Lo Stato e i suoi elementi costitutivi 84
prefetto 24
18 Le origini dello Stato contemporaneo 86
3 Le fonti del diritto 26
19 Lo Stato democratico contemporaneo 88
Prendi tempo e ripassa Lezioni 1, 2 e 3 28
Prendi tempo e ripassa Lezioni 16, 17, 18 e 19 90
4 La gerarchia delle fonti 30
20 Le forme di governo dello Stato contemporaneo 92
5 L’interpretazione delle norme giuridiche 32
21 La Costituzione in generale 94
6 L’efficacia delle norme nel tempo e nello spazio 34
22 Dallo Statuto albertino alla Costituzione italiana 96
Prendi tempo e ripassa Lezioni 4, 5 e 6 36
DOCUMENTI Statuto albertino e Costituzione
D&E Magazine Speciale bullismo 38
della Repubblica italiana: un confronto 98
Esercizi in autovalutazione 40
Prendi tempo e ripassa Lezioni 20, 21 e 22 100
D&E Magazine Speciale cittadino 102
2 LE PERSONE E LA FAMIGLIA 42 Esercizi in autovalutazione 104
7 I soggetti del diritto e le loro capacità 44
8 Le limitazioni alle capacità delle persone fisiche 46 5 LA COSTITUZIONE ITALIANA:
Prendi tempo e ripassa Lezioni 7 e 8 48 PRINCIPI, LIBERTÀ, DIRITTI, DOVERI 106
9 La famiglia e il matrimonio 50 23 I principi fondamentali (artt. 1-3) 108
10 I rapporti tra coniugi e tra genitori e figli 52 24 I principi fondamentali (artt. 4-12) 110
11 La separazione e il divorzio 54 25 I diritti dei cittadini nei rapporti civili (artt. 13-16) 112
Prendi tempo e ripassa Lezioni 9, 10 e 11 56 Prendi tempo e ripassa Lezioni 23, 24 e 25 114
D&E Magazine Che cosa succede alla famiglia italiana? 58 26 I diritti dei cittadini nei rapporti civili (artt. 17-21) 116
Esercizi in autovalutazione 60 27 I diritti dei cittadini nei rapporti etico-sociali (artt. 29-34) 118

4
28 I diritti dei cittadini nei rapporti economici 7 MAGISTRATURA, CORTE COSTITUZIONALE
(artt. 35-40) 120 E AUTONOMIE LOCALI 170
Prendi tempo e ripassa Lezioni 26, 27 e 28 122
40 La Magistratura 172
29 I principi che ispirano il nostro sistema economico
(artt. 41-47) 124
41 Il processo civile, penale e amministrativo 174
30 I diritti politici del cittadino (artt. 48-51) 126 DOCUMENTI Il processo civile e la sentenza
31 I doveri del cittadino (artt. 52-54) 128 del giudice 176

Prendi tempo e ripassa Lezioni 29, 30 e 31 130 Prendi tempo e ripassa Lezioni 40 e 41 178
D&E Magazine Speciale riservatezza 132 42 La Corte costituzionale 180
Esercizi in autovalutazione 134
43 Le funzioni della Corte costituzionale 182

Prendi tempo e ripassa Lezioni 42 e 43 184


6 PARLAMENTO, GOVERNO E PRESIDENTE
44 Dal decentramento amministrativo alle Regioni 186
DELLA REPUBBLICA 136
45 Le Regioni: funzioni, organi e leggi regionali 188
32 Il Parlamento 138
33 La funzione legislativa 140 46 I Comuni e le Province 190
DOCUMENTI Scioglimento anticipato della Camera dei deputati Prendi tempo e ripassa Lezioni 44, 45 e 46 192
e del Senato della Repubblica - La proposta di legge 142
D&E Magazine Minorenni e giustizia 194
34 Le altre competenze del Parlamento e il suo
funzionamento 144 Esercizi in autovalutazione 196

Prendi tempo e ripassa Lezioni 32, 33 e 34 146


35 Il Governo 148 8 GLI ORGANISMI INTERNAZIONALI
DOCUMENTI Nomina del Presidente del Consiglio - E L’UNIONE EUROPEA 198
Nomina dei ministri 150
47 Le relazioni fra gli Stati 200
36 Le funzioni esecutiva e normativa del Governo 152
37 La Pubblica amministrazione 154 48 L’Organizzazione delle Nazioni Unite (Onu) 202
Prendi tempo e ripassa Lezioni 35, 36 e 37 156 Prendi tempo e ripassa Lezioni 47 e 48 204
38 Il Presidente della Repubblica 158 49 L’Unione europea (Ue) 206
DOCUMENTI Nomina di un senatore a vita - Supplenza del
50 Le istituzioni dell’Unione europea 208
Presidente della Repubblica in occasione di un viaggio
all’estero 160 51 Le fonti del diritto dell’Unione europea 210
39 L’elezione e le responsabilità del Presidente della 52 La cittadinanza europea 212
Repubblica 162
Prendi tempo e ripassa Lezioni 49, 50, 51 e 52 214
Prendi tempo e ripassa Lezioni 38 e 39 164
D&E Magazine Tu e il Parlamento italiano 166 D&E Magazine Tu e il Parlamento europeo 216

Esercizi in autovalutazione 168 Esercizi in autovalutazione 218

5
ECONOMIA Prendi tempo e ripassa Lezioni 64, 65 e 66 274
67 I settori produttivi 276
68 I fattori della produzione 278
9 BISOGNI, BENI, SERVIZI 220 69 Lo Stato 280
53 I bisogni 222 70 I cicli economici 282
54 Beni e servizi 224 Prendi tempo e ripassa Lezioni 67, 68, 69 e 70 284
Prendi tempo e ripassa Lezioni 53 e 54 226 D&E Magazine Nanotech e nanofood: nuovi orizzonti
55 Come lavorano gli economisti: metodi e strumenti 228 per le imprese 286
56 I grafici, le tabelle e le informazioni economiche 230 Esercizi in autovalutazione 288

DOCUMENTI I grafici 232


Prendi tempo e ripassa Lezioni 55 e 56 234 12 LA DOMANDA, L’OFFERTA, I MERCATI 290
D&E Magazine I giovani, disinvolti utenti dei media 236 71 Il mercato in generale 292
Esercizi in autovalutazione 238 72 La domanda e i fattori che la influenzano 294
73 La domanda: i fattori soggettivi e l’elasticità 296
10 LE ATTIVITÀ ECONOMICHE E I SISTEMI ECONOMICI 240
74 L’offerta e il prezzo di equilibrio 298
Prendi tempo e ripassa Lezioni 71, 72, 73 e 74 300
57 Le principali attività economiche 242
75 Le diverse forme di mercato: concorrenza perfetta e
58 I soggetti del sistema economico: famiglie e imprese 244
imperfetta 302
59 I soggetti del sistema economico: Stato e resto del 76 Le diverse forme di mercato: oligopolio e monopolio 304
mondo 246
Prendi tempo e ripassa Lezioni 75 e 76 306
Prendi tempo e ripassa Lezioni 57, 58 e 59 248
D&E Magazine Le nuove strategie dei consumatori
60 I principali problemi di un sistema economico 250 nel mondo reale e virtuale 308
61 Il sistema liberista 252 Esercizi in autovalutazione 310
62 Il sistema socialista 254
63 Il sistema a economia mista 256
13 I MERCATI DELLA MONETA E DEL LAVORO 312
Prendi tempo e ripassa Lezioni 60, 61, 62 e 63 258
77 Dal baratto alla moneta 314
D&E Magazine In aumento le monofamiglie 260
78 La moneta in generale e le sue funzioni 316
Esercizi in autovalutazione 262
DOCUMENTI Le banconote e le monete metalliche 318
79 La moneta bancaria e la moneta commerciale 320
11 FAMIGLIE, IMPRESE, STATO 264 DOCUMENTI Le carte di credito, i bancomat e gli assegni 322
64 Le famiglie 266 Prendi tempo e ripassa Lezioni 77, 78 e 79 324
65 I consumi 268 80 L’inflazione 326
DOCUMENTI Carte fedeltà, ultima mania 270 81 L’euro 328
66 Le imprese 272 82 Le banche 330

6
Prendi tempo e ripassa Lezioni 80, 81 e 82 332 16 GLOBALIZZAZIONE E SVILUPPO SOSTENIBILE 386
83 Il mercato del lavoro 334 95 Un Pianeta con enormi differenze 388
84 Occupazione e disoccupazione 336 96 Le principali cause del sottosviluppo 390
Prendi tempo e ripassa Lezioni 83 e 84 338 97 Il circolo vizioso della povertà 392
D&E Magazine Come cambia per i giovani il mercato 98 I Paesi emergenti e l’impero di Cindia 394
del lavoro 340 Prendi tempo e ripassa Lezioni 95, 96, 97 e 98 396
Esercizi in autovalutazione 342 99 Vantaggi e svantaggi della globalizzazione 398
100 Lo sviluppo sostenibile 400
14 REDDITO NAZIONALE E QUALITÀ DELLA VITA 344 101 Le conferenze e i vertici mondiali su ambiente
e sviluppo sostenibile 402
85 Pil (Prodotto interno lordo) e Pnl
Prendi tempo e ripassa Lezioni 99, 100 e 101 404
(Prodotto nazionale lordo) 346
D&E Magazine Miracoli economici in un’economia
86 Il reddito nazionale lordo e la sua redistribuzione 348
globalizzata 406
Prendi tempo e ripassa Lezioni 85 e 86 350
Esercizi in autovalutazione 408
87 La qualità della vita e i suoi principali indicatori 352
88 Riciclaggio, raccolta differenziata, smaltimento:
una responsabilità di tutti 354
TU E IL LAVORO 411

DOCUMENTI La qualità della vita 356


TU E LA SICUREZZA 443
Prendi tempo e ripassa Lezioni 87 e 88 358
D&E Magazine Gli italiani, campioni di longevità 360 LA COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA 457
Esercizi in autovalutazione 362
101 PAROLE DI DIRITTO ED ECONOMIA 473

15 LE RELAZIONI ECONOMICHE INTERNAZIONALI


E I CAMBI 364
89 Le relazioni economiche nell’era della globalizzazione 366
90 Il protezionismo 368
91 Il libero scambio 370
Prendi tempo e ripassa Lezioni 89, 90 e 91 372
92 I cambi 374
93 Cambi ed effetti sul sistema economico degli Stati 376
94 La bilancia dei pagamenti 378
Prendi tempo e ripassa Lezioni 92, 93 e 94 380
D&E Magazine No al protezionismo in un’economia
globalizzata 382
Esercizi in autovalutazione 384

7
0
MODULO

BENVENUTI – BIENVENUE
WELCOME – WILLKOMMEN
BIENVENIDOS – BEM-VINDOS

Proviamo a conoscerci
Prima di “tuffarti” nel mondo del diritto e dell’economia ti consigliamo di fare conoscenza con i tuoi nuovi compagni di scuola
e i tuoi professori.
Per questo ti proponiamo di compilare una sorta di documento di identità che ti sarà utile per socializzare, soprattutto se
scambierai tutte le informazioni raccolte con quelle dei tuoi nuovi amici!

Il tuo nome ……………………………...............................................................…………………


ui la
risci q
Inse a foto Il tuo cognome …………………………….......................................................…………………
tu
La tua cittadinanza ……………………………..............................................…………………

La tua data di nascita ……………………………........................................…………………

Il tuo luogo di nascita ……………………….............................................…………………


0 BENVENUTI – BIENVENUE – WELCOME – WILLKOMMEN – BIENVENIDOS - BEM-VINDOS

I componenti della tua famiglia …….............…………….…………


…………………………........................................................................................…

I tuoi migliori amici …….............…………….…………...........................


Inserisci qui la foto della tua famiglia
…………………………........................................................................................… o dei tuoi amici
I tuoi hobby e interessi …….............…………….…………....................
…………………………........................................................................................…

Le tue materie preferite …….............…………….………….................


…………………………........................................................................................…

8
Un questionario per te
E ora un breve questionario per farti riflettere sulla tua scelta scolastica, sul corso che frequenti e la materia che ti accingi
a conoscere.
Indica, con una crocetta, le affermazioni che condividi

1 Perché hai scelto questo tipo di corso?


Perché mi interessa
Per le materie insegnate
Per comodità, perché la scuola è vicina a casa
Perché la frequentano alcuni miei amici/amiche
Perché me l’hanno consigliato
Perché l’hanno deciso i miei genitori

2 Che cosa ti aspetti dal mondo


della scuola?
Di arricchirmi e fare nuove esperienze
Di conoscere nuovi amici e di poter

0 BENVENUTI – BIENVENUE – WELCOME – WILLKOMMEN – BIENVENIDOS - BEM-VINDOS


socializzare
Di imparare cose interessanti
Di passare il mio tempo senza annoiarmi
Di apprendere facilmente senza dover
trascorrere troppo tempo sui libri

3 Che cosa dovresti sapere a proposito della tua scuola?


Che cos’è e qual è l’offerta formativa della mia scuola
Che cos’è e qual è il regolamento di istituto della mia scuola

4 Che cosa ti aspetti da queste nuove discipline denominate diritto ed economia?


Di imparare il significato di molti termini usati dai giornalisti soprattutto al telegiornale
Di conoscere quali sono i miei diritti e come vengono tutelati
Di sapere come funziona lo Stato e il mondo che mi circonda
Di imparare a tenere comportamenti rispettosi e responsabili soprattutto verso gli altri
Di riuscire a risolvere alcune situazioni o problemi che si verificano nella vita di tutti i giorni

5 Che cosa dovresti sapere prima di iniziare lo studio di queste discipline?


I principali contenuti di queste materie
A che cosa mi servono
Il metodo di studio da adottare
Le caratteristiche del mio libro di testo

9
Benvenuti – Bienvenue
Welcome – Willkommen
Bienvenidos – Bem-vindos

Test d’ingresso
Indica, con una crocetta, la risposta esatta

1 Il diritto è:
A la possibilità di fare qualsiasi cosa in modo libero e
autonomo
B un insieme di moduli da compilare
C un insieme di regole, di diritti e di doveri che
disciplinano il funzionamento della nostra società

2 Per trovare una legge dello Stato italiano cerchi:


A in un libro di testo
B sulla Gazzetta Ufficiale o all’interno di un codice
C presso gli uffici dell’Unione europea

3 La Costituzione italiana è:
A la legge fondamentale dello Stato italiano
B una vecchia legge ormai superata e non più
utilizzata
C una legge come moltissime altre
0 BENVENUTI – BIENVENUE – WELCOME – WILLKOMMEN – BIENVENIDOS - BEM-VINDOS

4 Le leggi italiane sono emanate: 8 L’inflazione è:


A dai partiti politici A un aumento generalizzato dei prezzi
B da gruppi di cittadini B una diminuzione dei prezzi
C dai rappresentanti dei cittadini eletti in Parlamento C l’aumento dei prezzi di alcuni beni

5 Il Presidente della Repubblica italiana è eletto: 9 La retribuzione è:


A dai cittadini con il loro voto A un importo di denaro che viene dato alle persone al
B dal Parlamento e da alcuni rappresentanti delle raggiungimento di una certa età, detta pensionabile
Regioni B un importo di denaro che viene corrisposto dal
C solo dai cittadini con più di 40 anni di età datore di lavoro al lavoratore per il lavoro svolto
C una somma pagata dai lavoratori allo Stato
6 L’economia si occupa:
A solo dello Stato 10 L’euro è:
B solo del risparmio e degli investimenti A una moneta solo italiana
C dell’uomo al fine di studiare e soddisfare i suoi B una moneta italiana e di altri Stati dell’Unione
bisogni europea
C la moneta di tutti gli Stati dell’Unione europea
7 Risparmiare significa:
A spendere in modo indiscriminato il proprio denaro
B aumentare le imposte e le tasse
C accantonare una parte del proprio denaro per
esigenze future o per percepire interessi

10
Prima di cominciare scuola, come si svolge uno scrutinio, le modalità con
cui la scuola rilascia un certificato o un diploma, il
Queste pagine iniziali del volume sono state realiz- numero di studenti per classe e così via.
zate per: Ma anche molti degli oggetti che utilizziamo quoti-
• spiegarti che significato hanno i termini “diritto” ed dianamente, il cibo che
“economia”; mangiamo, le regole che
• aiutarti a comprendere perché queste materie sia- rispettiamo per circolare
no oggi importantissime per tutti; sulla strada sono esempi di
• fornirti alcuni consigli sul “metodo di studio”; applicazione del diritto.
• indicarti come è strutturato il volume e come uti- Tra gli oggetti che utilizzia-
lizzarlo nel modo migliore. mo abitualmente, c’è, per
esempio, il telefono: sia
esso una linea fissa o mobi-
le, può essere usato solo
Lo sapevi che “diritto” dopo che è stato stipulato
ed “economia” sono tra i termini un accordo con il gestore
più utilizzati nella nostra società? del servizio (Telecom Italia,
Vodafone, Wind ecc.) in
Anche se sino a ora non hai mai studiato diritto ed base al quale viene attribui-
economia, è molto probabile che tu abbia già senti- to il numero telefonico,
to queste parole in diverse occasioni: in una discus- definita la tariffa, stabilite le
sione in casa, oppure ascoltando un programma radio- modalità di funzionamento
fonico o televisivo oppure in altre situazioni. del servizio e così via. Que-
Si utilizzano infatti spesso frasi come “è un mio dirit- sto accordo è regolato dal
to” oppure “è un momento di difficoltà economica” diritto. Peraltro l’uso del telefono è soggetto anche ad

0 BENVENUTI – BIENVENUE – WELCOME – WILLKOMMEN – BIENVENIDOS - BEM-VINDOS


o, al contrario, “l’economia va molto bene”. alcuni divieti: per esempio, il cellulare non può esse-
Molti programmi televisivi hanno spazi specifici dedi- re utilizzato sugli aerei, perché può interferire con le
cati all’economia apparecchiature elettroniche di bordo e non può esse-
(per esempio, TG1 re usato in modo tale da disturbare le altre persone.
Economia) o tra- Come sai, anche a scuola è vietato l’uso del telefo-
smettono film in nino durante le lezioni. Questi divieti sono stabiliti
cui si parla di delit- dal diritto.
ti, di rapine, di pro- Ma anche tutto ciò che mangiamo o beviamo e
cessi, tutte situa- la confezione dei prodotti che acquistiamo devono
zioni regolate dal rispondere a precisi requisiti, stabiliti dal diritto, che,
diritto. per esempio, definisce quali caratteristiche devono
avere gli alimenti, oppure obbliga a riportare sugli
Quindi avrai certamente una tua idea del significa- imballaggi una serie di indicazioni come composizio-
to di questi termini: prima però di definirne più esat- ne o contenuto, quantità, scadenze, luogo di produ-
tamente il significato, vediamo altre situazioni che ti zione ecc. Se, infatti, osserviamo con attenzione i pro-
possono riguardare direttamente. dotti alimentari che utilizziamo abitualmente, pos-
siamo leggere queste scritte e informazioni che sono
molto importanti per la nostra salute e sicurezza.
Se consideriamo ora le regole di circolazione nella
Tu e il diritto strada, ci rendiamo subito conto che dobbiamo rispet-
tare in continuazione delle regole (come per esem-
Nella nostra vita di ogni giorno siamo protagonisti di pio indossare il casco in moto o allacciare le cintu-
numerosissime situazioni regolate dal diritto e re di sicurezza a bordo degli autoveicoli, fermarci
dall’economia. Riflettiamoci attentamente! Inizia- quando il semaforo è rosso, rispettare i limiti di velo-
mo a conoscere meglio la parola diritto, partendo dal- cità ecc.) oppure, se utilizziamo dei mezzi pubblici,
la nostra scuola, nella quale siamo tenuti a osser- come l’autobus o il treno, vi possiamo salire solo dopo
vare un insieme di regole fissate dal diritto, che disci- aver acquistato e vidimato (cioè timbrato) un
plinano il modo e i requisiti necessari per iscriverci a biglietto: tutto ciò è imposto dal diritto.

11
Benvenuti – Bienvenue
Welcome – Willkommen
Bienvenidos – Bem-vindos

Scopriamo insieme il significato Tu e l’economia


della parola “diritto”
Come il diritto, l’economia ha un ruolo davvero mol-
to importante nella nostra vita quotidiana.
A questo punto ci siamo resi conto che il diritto rego- Anche per l’economia iniziamo proprio dalle situazio-
la un numero amplissimo di situazioni, ma non abbia- ni che viviamo giornalmente, per comprenderne l’im-
mo ancora dato una risposta a due domande fonda- portanza; riprendiamo l’esempio del telefono e provia-
mentali: Che cos’è il diritto? Qual è la sua fun- mo ad analizzarlo dal punto di vista economico: le due
zione? materie sono infatti, come vedremo, molto collegate
Alla prima domanda possiamo rispondere definendo tra loro. Quando scegliamo un telefono, in realtà com-
il diritto come un insieme di regole dirette a disci- piamo anche molte scelte economiche: per esempio
plinare il funzionamento e l’organizzazione della nostra decidiamo se preferire una linea fissa, mobile o entram-
società. Il diritto indica, quindi, una serie di compor- be, cerchiamo la tariffa più conveniente per le nostre
tamenti, divieti ecc. previsti per assicurare che la esigenze, confrontando tra loro diverse proposte. Oppu-
nostra società funzioni nel modo migliore. re scegliamo un certo modello di telefonino perché è
Se infatti vivessimo in una società senza regole, nella più bello, più alla moda oppure perché costa meno. Tut-
quale ogni persona potesse decidere in piena autono- te scelte economiche.
mia quali sono i comportamenti da tenere, si verreb- In realtà siamo continuamente al centro di stimoli e
be a creare una situazione di vero e proprio caos. proposte economiche.
Per comprendere a che cosa serve il diritto, pro-
viamo per un istante a immaginare che cosa accadreb-
be nella nostra città se la circolazione stradale avve-
nisse senza precise regole, cioè senza
rispettare le precedenze, i semafori, gli
stop, i limiti di velocità: vi sarebbero in
0 BENVENUTI – BIENVENUE – WELCOME – WILLKOMMEN – BIENVENIDOS - BEM-VINDOS

continuazione incidenti e non riuscirem-


mo più né a circolare né a muoverci!
L’uomo, fin dall’antichità, ha cercato di
stabilire delle regole, la cui funzione fon-
damentale è quella di consentire una civi-
le convivenza fra tutte le persone, evitare
comportamenti che danneggino gli altri,
disciplinare nel modo migliore i rapporti tra i conso-
ciati, cioè membri di una società, reprimere i compor-
tamenti ritenuti pericolosi per la collettività.
Via via che la società umana si è sviluppata, è stato La radio e la televisione attraverso gli spot pubblici-
necessario creare nuove regole di condotta e stabi- tari ci creano sempre nuove esigenze o comunque ci
lire nuovi principi. suggeriscono di acquistare prodotti.
Per questo motivo la cono- Quando passeggiamo per le strade della nostra cit-
scenza delle regole che tà, le vetrine dei negozi sono spesso molto cura-
attualmente organizza- te, proprio per attirare la nostra attenzione
no il funzionamento sui prodotti esposti e invogliarci ad acqui-
della nostra società starli. Tuttavia a volte, nonostante le
è divenuta sempre numerosissime e allettanti proposte che
più complessa, ci “bombardano” ovunque, disponendo
ma indispensabile di una somma di denaro, preferiamo
a ognuno di noi. invece accantonarla per evenienze
Nelle pagine suc- future.
cessive imparere- Così accumuliamo i nostri risparmi per
mo a conoscere e le nostre vacanze estive, per effettuare
a comprendere le acquisti particolarmente impegnativi
regole più importan- come quello di una moto, di una autovet-
ti del diritto. tura ecc.

12
Pertanto spendere il proprio denaro per acquistare giungere gli obiettivi ritenuti più importanti dalla socie-
beni di consumo, accumularlo per il futuro, impie- tà e da ciascuno di noi.
garlo per poter intraprendere una attività lavorativa
sono tutti esempi di attività economiche che svolgia-
mo abitualmente e che impareremo a conoscere
meglio studiando l’economia. Perché studiare diritto ed economia
Iniziamo questo percorso che ci por-
terà a conoscere meglio il diritto e
Scopriamo insieme il significato l’economia con grande curiosi-
della parola “economia” tà e interesse, poiché, nella
Anche per l’economia possiamo provare a fornire una vita, esse ci aiuteranno a
prima risposta a due domande fondamentali: Che vivere meglio in un mondo
cos’è l’economia? Qual è la sua funzione? sempre più complesso,
Alla prima domanda possiamo rispondere, come pri- offrendoci un insieme di
ma indicazione, che l’economia è una scienza socia- conoscenze che potremo
le che studia i comportamenti dell’uomo finalizzati mettere a frutto realmen-
a procurarsi i beni e i servizi necessari a soddisfare i te e concretamente.
suoi bisogni. Sono infatti moltissime le
I bisogni dell’uomo possono essere svariati: infatti cia- occasioni della nostra vita
scuno di noi ha necessità di mangiare, vestirsi, ma può nelle quali conoscere il
anche avere l’esigenza di acquistare beni come una diritto e l’economia ci con-
moto, dei videogiochi o un telefonino. L’economia sente di comprendere e risol-
classifica perciò i bisogni in maniera diversa, a secon- vere i nostri problemi, di ope-
da che siano essenziali per la vita dell’uomo (appar- rare scelte migliori e di tutelare
tengono a questa categoria i bisogni cosiddetti pri- meglio i nostri interessi. Lo studio

0 BENVENUTI – BIENVENUE – WELCOME – WILLKOMMEN – BIENVENIDOS - BEM-VINDOS


mari, come per esempio mangiare o bere) oppure sia- di queste due materie è perciò mol-
no diretti a soddisfare esigenze di differente natura, to importante per la nostra formazione
(appartengono a questa categoria i bisogni secon- e per il nostro futuro. In particolare, lo studio del
dari, che sono soddisfatti attraverso beni e servizi che diritto e dell’economia ci permetterà di:
rendono più confortevole e gradevole la nostra vita, • comprendere i mezzi di informazione (giorna-
come una moto o un telefonino, l’iscrizione in pale- li, televisione, radio ecc.), i quali propongono mol-
stra o il biglietto del cinema, oppure che soddisfano tissime notizie che riguardano il diritto e l’econo-
esigenze collegate alle mode, a interessi personali ecc.) mia. La conoscenza dei termini e dei principi di
Passiamo ora alla seconda domanda. queste materie ci permetterà di capire esattamen-
La funzione svolta dall’economia è te le informazioni e di affrontare, con maggior con-
sostanzialmente duplice. sapevolezza e competenza, eventuali discussioni su
Infatti, osserva e studia questi argomenti;
il comportamento del- • tutelare i nostri diritti, in quanto la conoscenza
l’uomo per individua- del diritto e dell’economia ci consente di operare
re quali regole e cri- scelte più corrette e vantaggiose, di evitare i nume-
teri segue per sod- rosi “tranelli” che la vita di ogni giorno ci riserva.
disfare i suoi Studiando questa materia impareremo a essere
bisogni utiliz- consumatori più consapevoli dei nostri diritti, lavo-
zando i mezzi ratori più preparati ad affrontare le situazioni anche
limitati di cui più complesse, studenti meglio informati ecc.;
dispone, ma • capire come funziona l’economia, poiché gra-
cerca anche di zie a questa disciplina, comprenderemo perché i
indicare agli prezzi aumentano, come difendere i nostri rispar-
uomini come mi, le ragioni economiche dell’occupazione e del-
utilizzare al la disoccupazione e così via;
meglio i propri • avere una visione internazionale dei proble-
mezzi in modo mi, infatti ormai da molti decenni i rapporti tra gli
da riuscire a rag- Stati e tra le loro economie sono sempre più stret-

13
Benvenuti – Bienvenue
Welcome – Willkommen
Bienvenidos – Bem-vindos
ti per cui si è intensificata la cooperazione inter- riesci, cerca di individuare ed evidenziare sempre
nazionale tramite organizzazioni internazionali le parole chiave, ossia le più importanti, attraver-
(come l’Unione europea o l’Onu) e appositi accor- so le quali potrai ripassare più rapidamente i con-
di tra gli Stati; cetti appresi. È inoltre consigliabile ricopiare sem-
• conoscere e rispettare l’ambiente pre quello che il docente scrive alla lavagna. Si trat-
e le risorse disponibili, perché il ta infatti dei concetti di maggiore importanza.
rispetto dell’ambiente e la conservazio- È infine essenziale rileggere e ripetere frequen-
ne delle risorse disponibili (dall’acqua temente i propri appunti, e non solo in occasione
alle fonti di energia) dipendono sia dal dell’avvicinarsi delle verifiche.
diritto, che pone regole per limitare • Perché ascoltare con attenzione le lezioni del
l’inquinamento, come, per esempio, docente e le verifiche orali dei tuoi compagni?
l’uso di benzine a basso potere inqui- Ascoltando la spiegazione del docente e rileggen-
nante, sia dall’economia, che si do successivamente gli appunti presi durante la
occupa anche dell’impiego otti- lezione, ricorderai più facilmente i contenuti. Inol-
male delle risorse disponibili. tre durante la lezione, se sei attento, puoi sempre
chiedere al docente i chiarimenti che ti sembrano
necessari per una migliore comprensione. Ricorda-
Come studiare diritto ed economia ti però che i concetti sono solitamente collegati e
quindi, per seguire le lezioni, devi conoscere gli
aspetti fondamentali degli argomenti trattati in pre-
Studiare meglio e più rapidamente: è questa, in estre-
cedenza. Anche l’ascolto delle verifiche orali dei tuoi
ma sintesi, la ragione di queste pagine dedicate al
compagni presenta notevoli vantaggi, poiché ti con-
“come studiare”, in modo più efficace e proficuo. Se
sente di capire meglio il modo in cui il docente for-
consideriamo la giornata di studio di uno studente, pos-
mula le domande, il tipo di risposte che valuta come
siamo suddividerla in due momenti fondamentali:
più corrette, gli aspetti del programma che richie-
• l’attività svolta a scuola; de con maggiore frequenza.
0 BENVENUTI – BIENVENUE – WELCOME – WILLKOMMEN – BIENVENIDOS - BEM-VINDOS

• la lettura e lo studio dei testi scolastici e degli


appunti a casa.
I consigli che ci permettiamo di darti riguardano entram-
bi questi momenti: sono indicazioni molto semplici e La lettura e lo studio
facilmente applicabili, ma che hanno aiutato molti stu- del testo e degli
denti a migliorare il loro apprendimento. appunti a casa
• Dove studiare?
L’attività svolta a scuola Se ti è possibile, abituati a studia-
re sempre nello stesso luogo, o
• Perché prendere appunti e rileggerli spesso? comunque, sempre in alcuni
Prendere nota di quanto viene detto dal docente luoghi, come una biblioteca, la
durante la lezione è molto importante, ma è fon- tua stanza ecc. e cerca di evita-
damentale il modo in cui prendi i tuoi appunti! Se re di tenere vicino a te oggetti o
cose che ti possono facilmente
distrarre (come telefonino, video-
giochi ecc).
Stai anche attento alla provenien-
za della luce: se scrivi con la
mano destra, la luce deve prove-
nire da sinistra; sarà il contrario
se sei mancino.
• Come studiare?
Quando studi un libro, evita di sottolineare intere fra-
si o paragrafi e ricordati di leggere sempre l’inte-
ro paragrafo prima di iniziare a sottolinearlo.
Segna poche parole (che indicherai sul testo in modo
chiaro, sottolineandole o evidenziandole) che riassu-

14
mono concetti domanda, saltala e procedi con i quesiti che cono-
più importanti sci e, successivamente, ritorna sulle domande che
oppure predispo- hai lasciato in sospeso.
ni un tuo rias- • Può essere utile l’uso delle nuove tecnologie?
sunto dei con- L’uso del computer può esserti utile poiché mol-
cetti maggior- ti programmi ti permettono di elaborare testi,
mente signifi- schemi e grafici. Anche Internet ti può aiuta-
cativi. La ragio- re a eseguire ricerche e approfondimenti nel
ne della sele- campo giuridico ed economico: molte informa-
zione di poche zioni sono infatti presenti in rete. Nel testo tro-
parole e con- verai spesso indicazione di siti Internet dai qua-
cetti è semplice: per individuarle sei obbligato a li potrai recuperare informazioni, dati, ricerche
comprendere esattamente il testo. I punti più impor- e anche test. Prova a navigare nei siti che ti ven-
tanti delle lezioni sono comunque evidenziati nel gono via via segnalati: alcuni di questi hanno del-
nostro testo e, per agevolarti nello studio, sono sta- le vere e proprie animazioni per spiegarti con-
ti realizzati degli esercizi studiati per focalizzare la tua cetti economici e giuridici (per esempio,
attenzione sui concetti più importanti. www.parlamento.it).

Il tuo libro 101 lezioni


di diritto ed economia
Questo libro ti accompagnerà nel primo e secondo
anno del tuo corso di studi alla scoperta del diritto
e dell’economia.
Prima che tu inizi a utilizzarlo, vogliamo spiegarti le

0 BENVENUTI – BIENVENUE – WELCOME – WILLKOMMEN – BIENVENIDOS - BEM-VINDOS


sue caratteristiche, che servono soprattutto per aiu-
tarti a studiare nel modo migliore questa materia.
Per questo motivo qui di seguito ti forniamo dappri-
ma una visione d’insieme del libro mentre, nelle pagi-
ne successive, ti spieghiamo nel dettaglio gli appa-
Abituati a ripassare ad alta voce, poiché in que- rati didattici che caratterizzano il volume.
sto modo la tua attenzione sarà maggiore e sarai age-
volato nell’apprendimento. Ricordati che solo
attraverso un ripasso frequente ti sarà più facile Un “colpo d’occhio” sul libro
ricordare le discipline che studi.
• Come e quando preparare le verifiche? 1 Il libro è organizzato in moduli, ciascuno dei quali
Abituati a essere organizzato nello svolgere le tue si apre con una doppia pagina nella quale trovi il tuo
attività scolastiche. Per questo motivo evita di
rimandare le verifiche e cerca invece di essere pre-
parato per le date stabilite dai docenti. Evita inol-
tre di studiare all’ultimo momento, perché i dati
e i concetti così appresi si fisseranno più super-
ficialmente nella tua memoria. Pertanto, organiz-
zati per le verifiche leggendo e rileggendo, nei gior-
ni precedenti, sia i libri sia gli appunti secondo le
modalità sopra descritte.
Per le verifiche scritte ti sarà certamente utile svol-
gere gli esercizi riportati sul libro di testo, che con-
tengono le tipologie di test utilizzate con maggio-
re frequenza. Prima di svolgere i test o rispondere
alle domande, leggi con attenzione ciò che ti vie-
ne richiesto. Se non riesci a rispondere a una

15
1
MODULO

IL DIRITTO
E LE NORME GIURIDICHE
I TUOI OBIETTIVI
Conoscerai il significato di:
• diritto, norma giuridica,
sanzione
PER • fonte del diritto, gerarchia
PARTIRE delle fonti
• efficacia delle norme
nel tempo e nello spazio
• entrata in vigore, abrogazione,
pubblicazione, vacatio legis
• interpretazione delle norme
Dovrai conoscere:
• i contenuti • irretroattività e retroattività
del modulo delle norme
di accoglienza
Saprai distinguere
e confrontare:
• il diritto oggettivo e il diritto
soggettivo
• le norme giuridiche
e le norme non giuridiche
• le tipologie e le funzioni
START delle sanzioni
• le fonti-atto e le fonti-fatto
• le fonti interne e le fonti esterne
• i rami del diritto pubblico
e del diritto privato
• i tipi di interpretazioni
IL DIRITTO E LE NORME GIURIDICHE

e la loro efficacia
L1 • l’abrogazione espressa e tacita
LE NORME
GIURIDICHE

L3
LE FONTI
L2 DEL DIRITTO
1

LE SANZIONI
18
L6 PRENDI
L’EFFICACIA DELLE TEMPO
NORME NEL TEMPO E RIPASSA
E NELLO SPAZIO VERIFICA LEZIONI
4, 5, 6

L5
L’INTERPRE-
TAZIONE DELLE
NORME
GIURIDICHE
IL TUO
TRAGUARDO

L4
LA GERARCHIA
D&E MAGAZINE
DELLE FONTI
Speciale
bullismo

PRENDI ESERCIZI IN
TEMPO AUTO-
E RIPASSA
VERIFICA LEZIONI VALUTAZIONE
1, 2, 3
1
IL DIRITTO E LE NORME GIURIDICHE

19
1
LEZIONE

Le norme giuridiche
Diritto: una parola dai diversi significati
Tra le prime cento parole più utilizzate nella nostra
lingua compare il termine “diritto”: forse non ci
abbiamo mai fatto caso, ma questa parola può esse-
re usata con due differenti significati tra loro mol-
to diversi.
Leggiamo con attenzione queste due frasi: “Le rego-
le sulla circolazione stradale sono contenute nel codi-
ce della strada” oppure “Ho pagato il biglietto ed è
un mio diritto viaggiare sul treno”. Nel primo caso ci
si riferisce al diritto in senso oggettivo, mentre nel
secondo in senso soggettivo.
Quale differenza esiste tra i due significati?
Con il termine diritto in senso oggettivo si intende l’og-
getto del diritto, che è l’insieme delle norme giu- Ma come facciamo a sapere se una regola è giuridi-
ridiche, ossia delle regole di condotta che ogni per- ca o non giuridica, e che differenza c’è tra i due tipi
sona deve rispettare. di regole?
Con il termine diritto in senso soggettivo ci si riferi- Iniziamo dalle regole non giuridiche. Quando prati-
sce, invece, al potere, che la legge attribuisce alle chiamo uno sport, come il calcio o la pallavolo, dob-
persone, di agire o di pretendere che altri ten- biamo necessariamente rispettare numerose regole
gano un certo comportamento. di gioco.
Anche la vita sociale ci impone moltissime regole
di comportamento, che derivano dal galateo o da rego-
IL TERMINE DIRITTO PUÒ SIGNIFICARE
le di buona educazione, dalla nostra adesione a una
religione che prevede di seguire i suoi precetti ecc.
Le norme non giuridiche, pertanto, stabiliscono
Insieme delle
un comportamento che deve essere tenuto, e, in
Potere di agire
norme giuridiche o di pretendere da altri diversi casi, prevedono anche una sanzione, ossia una
un certo comportamento conseguenza sfavorevole che si verifica nel caso in cui
la regola stabilita sia trasgredita; tuttavia queste rego-
le non sono imposte dallo Stato e non si rivolgono a
tutti: così, per esempio, nel settore sportivo l’inosser-
Le norme non giuridiche vanza delle regole del gioco può comportare, come
sanzione, l’attribuzione di punti a vantaggio dell’al-
Se consideriamo i vari momenti della nostra vita quo- tra squadra, oppure il richiamo del giocatore o, nei
tidiana, senza nemmeno rendercene conto osservia- casi più gravi, addirittura la sua espulsione.
mo abitualmente numerose norme, che
non ci sono imposte dal diritto, ma da
ragioni familiari, di appartenenza a una
IL DIRITTO E LE NORME GIURIDICHE

religione, a un gruppo, di pratica di uno


sport e così via.
Ciascuno di noi perciò
rispetta sia norme giuridi-
che, sia altre regole, comu-
nemente dette norme non
giuridiche.
1

20
Le norme giuridiche
1 Nuove parole, nuove idee
Completa le frasi dopo aver ripassato la lezione
Le norme giuridiche sono regole che impongono a
tutti i soggetti destinatari di tenere un certo com- 1. Il diritto in senso oggettivo è .........................................................
portamento: nel loro insieme costituiscono l’ordina-
..................................................................................................................................
mento giuridico, cioè il diritto dello Stato.
Le norme giuridiche hanno tre caratteri fondamen- 2. Il diritto in senso soggettivo è ......................................................
tali: sono obbligatorie, generali e astratte:
..................................................................................................................................
• obbligatorie, poiché tutti i destinatari devono
seguirle e lo Stato ne impone il rispetto anche attra- 3. Le norme non giuridiche sono .......................................................
verso appositi soggetti (come forze dell’ ordine, vigi-
..................................................................................................................................
li urbani ecc.);
• generali, in quanto le norme si rivolgono, non a un 4. Le norme giuridiche sono .................................................................
soggetto in particolare, ma a un numero indetermi-
..................................................................................................................................
nato di soggetti che si trovano nella stessa situazione;
• astratte, perché sono applicabili a un numero pres- 5. L’ordinamento giuridico è .................................................................
soché infinito di situazioni concrete identiche o
..................................................................................................................................
simili tra di loro.

2 Adesso lo sai
LE NORME GIURIDICHE SONO Indica, con una crocetta, se l’affermazione è vera o falsa
1. La parola diritto ha due significati V F

2. Poter lavorare è un diritto in senso soggettivo V F


Obbligatorie Generali Astratte 3. Le regole osservate da un gruppo di amici
non sono giuridiche V F

4. Le norme giuridiche sono obbligatorie,


generali e astratte V F

5. Astratte significa non scritte V F

3 Tu e il diritto
Nella tua vita di tutti i giorni quali regole osservi?
Norme giuridiche Regole familiari SÌ NO

e norme non giuridiche Regole religiose SÌ NO

a confronto Regole sportive SÌ NO

© RCS Libri S.p.A. - Divisione Education, Milano


Regole di gioco SÌ NO
CODICE PENALE ITALIANO (art. 575 omicidio) Regole di buona educazione SÌ NO

Chiunque cagiona la morte di un uomo è punito con la Regole scolastiche SÌ NO


reclusione non inferiore ad anni 21. Regole del Codice della strada SÌ NO

Regole di buon vicinato SÌ NO


“Chiunque” indica che la regola è rivolta a tutti ed è per-
1

tanto generale. La norma è astratta, perché non si rife-


IL DIRITTO E LE NORME GIURIDICHE

risce a un omicidio in particolare ma a qualsiasi omici- 4 Ti potrebbe capitare…


dio e prevede una sanzione, cioè la reclusione che com-
Ti sei appena iscritto in piscina versando la quota di iscrizio-
porta la perdita della libertà personale per almeno 21
ne prevista. Ti hanno detto che per accedervi devi mostrare
anni da trascorrere in carcere.
il tesserino di iscrizione, poi devi depositare i tuoi oggetti per-
sonali in un armadietto e chiuderlo sempre a chiave. In pisci-
BIBBIA (quinto comandamento)
na è vietato giocare a pallone e impedire agli altri di allenar-
si. Un bel giorno però ti accorgi che qualcuno ha manomes-
Non uccidere.
so l’armadietto e ti ha sottratto cellulare, portafoglio ecc. e
tu hai dovuto fare la denunzia alla polizia.
Questa regola non giuridica è di tipo religioso, pertanto
si applica solo a chi aderisce alla religione cattolica che Quali delle regole appena descritte sono giuridiche e quali
considera l’omicidio come un peccato mortale. non lo sono? Perché?

21
2
LEZIONE

Le sanzioni
Perché esistono le sanzioni
È evidente a tutti che le persone possono rispettare
le norme giuridiche, ma possono anche trasgredirle,
vale a dire non rispettarle: per esempio, in Italia è
obbligatorio l’uso delle cinture di sicurezza, ma tut-
ti noi sappiamo che vi sono ancora molte persone che
non osservano questa regola. Allo stesso modo è vie-
tato commettere omicidi, ma ogni giorno la televisio-
ne ci segnala che ne sono stati commessi.
Dunque, le norme giuridiche, pur essendo obbliga-
torie per tutti, vengono spesso violate. Se l’ordinamen-
to giuridico non punisse in qualche modo chi trasgre-
disce le norme, il risultato sarebbe che un numero
altissimo di queste regole non verrebbe rispettato:
invece, con la presenza di sanzioni, chi viola la rego-
la sa che può essere punito e questo limita notevol-
mente la trasgressione delle norme stesse. Per finire, la funzione punitiva consiste nel determi-
Possiamo perciò definire la sanzione come la conse- nare delle conseguenze sfavorevoli, a livello patrimo-
guenza prevista dalla norma giuridica quando qual- niale o sul piano della libertà personale, a carico di
cuno non la rispetta. chi non rispetta le norme.
Per esempio se non indossi il casco obbligatorio, puoi Per esempio, chi commette un omicidio viene con-
essere punito con una multa, cioè con il pagamento dannato alla permanenza per lunghi anni in carcere
di una somma di denaro. (privato quindi della libertà personale), chi non rispet-
ta le regole della circolazione stradale viene punito
con il pagamento di una contravvenzione (che col-
Le funzioni della sanzione pisce invece economicamente il trasgressore).
Le diverse sanzioni, previste dalle norme giuridiche,
Poiché la norma giuridica cerca di imporre ai citta- possono avere una o più funzioni fra quelle che abbia-
dini di tenere o evitare certi comportamenti, la fun- mo appena descritto.
zione della sanzione è strettamente collegata al tipo
di regola violata. Possiamo perciò individuare tre tipi LE SANZIONI HANNO FUNZIONE
di funzioni svolte dalla sanzione: preventiva, ripa-
ratoria, punitiva.
Innanzitutto, ha una funzione preventiva, poiché la pre-
senza di una conseguen- Preventiva Riparatoria Punitiva
za sfavorevole, connessa
alla trasgressione della
norma, induce la mag-
gior parte dei cittadini a
IL DIRITTO E LE NORME GIURIDICHE

rispettare la norma stes- Chi infligge la sanzione


sa, al fine di evitare pro-
prio la sanzione. Trami- Per rendere effettiva l’applicazione delle sanzioni, sono
te la sua funzione ripara- previsti appositi apparati a cui è attribuito il compi-
toria, invece, cerca di to di applicare, in concreto, le diverse sanzioni.
porre rimedio (solita- Pertanto, gli apparati dello Stato sono dei soggetti,
mente attraverso il paga- indicati dalla legge, che applicano concretamente le
mento di una somma di sanzioni quando viene commessa una violazione.
denaro) agli effetti sfavo- Per esempio, in materia di circolazione stradale, i vigi-
revoli che il mancato li urbani, i carabinieri, la polizia stradale ecc. posso-
rispetto della norma ha no infliggere contravvenzioni. Così, se passiamo con
determinato nei con- il rosso oppure se viaggiamo a velocità eccessiva, se non
1

fronti del danneggiato. allacciamo le cinture possiamo ricevere una multa.

22
1 Nuove parole, nuove idee
Ricorso contro una multa Completa le frasi dopo aver ripassato la lezione
CI
PRATI ingiusta 1. La sanzione è ..............................................................................................

Che cosa possiamo fare se la multa che ci hanno inflit- .................................................................................................................................


to è ingiusta?
Se non abbiamo rispettato il Codice della strada e ci è sta- 2. Funzione preventiva significa ........................................................
ta inflitta una multa che riteniamo ingiusta possiamo fare .................................................................................................................................
ricorso al prefetto entro 60 giorni dal ricevimento della
multa stessa, tramite lettera raccomandata. 3. Funzione punitiva significa ..............................................................

.................................................................................................................................
Che cosa dobbiamo indicare nel nostro ricorso?
Se l’errore è solo formale (mancata indicazione del gior- 4. Funzione riparatoria significa .......................................................
no in cui il fatto è avvenuto, mancata o errata indicazio-
.................................................................................................................................
ne dell’articolo del codice violato, mancato rispetto del
termine entro il quale va inviata la multa ecc.) lo dobbia- 5. Gli apparati dello Stato sono .........................................................
mo indicare consultando prima il codice, disponibile anche
.................................................................................................................................
on line (www.aci.it). Se invece è sostanziale, cioè lo svol-
gimento dei fatti riportati nel verbale è avvenuto in modo
diverso rispetto a quanto descritto dall’ufficiale di pub- 2 Adesso lo sai
blica sicurezza (agente di polizia o carabiniere), lo dob- Indica, con una crocetta, se l’affermazione è vera o falsa
biamo contestare con molta attenzione facendo, per
esempio, riferimento a testimoni, foto o riprese effettua- 1.Le norme giuridiche solitamente prevedono
te e allegate ecc. delle sanzioni V F

2. Le sanzioni possono essere inflitte da chiunque V F


Che cosa accadrà?
Se il nostro ricorso sarà accolto la multa verrà annullata dal 3. Le sanzioni si applicano solo se le norme
giuridiche sono trasgredite V F
prefetto altrimenti potremo sempre rivolgerci al giudice di
pace, come ti viene spiegato nelle pagine successive. 4. Le sanzioni hanno solo una funzione punitiva V F

5. Le sanzioni colpiscono la libertà personale


o il patrimonio del trasgressore V F

3 Tu e il diritto
Le regole che conosci prevedono sanzioni?
Le regole della tua famiglia prevedono sanzioni SÌ NO

Le regole sportive prevedono sanzioni SÌ NO

Le regole di buona educazione prevedono sanzioni SÌ NO

Le regole scolastiche prevedono sanzioni SÌ NO

Le regole del Codice della strada prevedono


sanzioni SÌ NO

Ti potrebbe capitare…
1

4
IL DIRITTO E LE NORME GIURIDICHE

Ti sei appena iscritto a un torneo di calcetto e ti hanno


assegnato il ruolo di attaccante. Il tuo allenatore ti ha detto
che sei troppo “falloso” e devi controllarti maggiormente.
Tuttavia per inesperienza ed eccessivo entusiasmo continui
a fare di testa tua finché l’arbitro non ti mostra il “cartellino
gallo”.
Quali sono le conseguenze che il “cartellino giallo”
comporta?
Si può parlare di sanzioni sportive?
Perché?

23
DocumentI
Il verbale di contravvenzione e il ricorso al prefetto
Se hai commesso un’infrazione violando le disposizio-
ni del Codice della strada, la contestazione ti può esse-
re elevata da diversi soggetti: vigili urbani, carabinieri,
polizia di Stato ecc. A titolo di esempio, immagina che
ti abbia fermato la pattuglia della polizia stradale e che
la stessa ti abbia contestato una violazione del Codice
della strada utilizzando un modello di verbale come
quello qui di seguito riprodotto.

Il verbale a lettura ottica


della polizia di Stato
Questo è il facsimile di un verbale a lettura ottica redatto
dalla polizia di Stato, per le violazioni relative alla circo-
lazione stradale.
Oltre a questo, che viene compilato per lo più a mano, esi-
stono anche altri verbali compilati con programmi infor-
matici, che pur presentandosi con una veste grafica diver-
sa, mantengono inalterato sia l’ordine che il con-
tenuto.

Accedendo al sito www.poliziadistato.it e clic-


cando con il mouse sulle varie parti del verba-
le potrai avere le informazioni riferite ai vari
punti.
IL DIRITTO E LE NORME GIURIDICHE
1

24
Il ricorso al prefetto 3) Come si conclude il ricorso?
Se ritieni di avere ricevuto una contravvenzione “ingiu- A questo punto inizia una procedura interna con cui vie-
sta” hai due modi per ricorrere: davanti al prefetto oppu- ne verificata la fondatezza o meno del ricorso che si può
re davanti al giudice di pace. concludere a favore o contro chi lo ha presentato. Il pre-
In questo documento ti spieghiamo come fare ricorso fetto, esaminati i documenti e sentiti gli interessati che
al prefetto, essendo tale procedura più semplice. ne abbiano fatto richiesta, può:
• respingere il ricorso emettendo, entro centoventi gior-
I 3 step del ricorso ni che decorrono dalla data di ricezione degli atti da par-
1) Entro quanto tempo devo presentare il ricorso? te dell’ufficio che ha elevato la multa, un’ordinanza moti-
Il ricorso va presentato entro 60 giorni dalla contesta- vata con la quale ingiunge il pagamento di una somma
zione o notifica della multa. non inferiore al doppio della sanzione minima per la vio-
lazione, più le spese del procedimento;
2) Dove devo presentarlo?
• accogliere il ricorso, nello stesso termine di centoven-
Può essere presentato direttamente (o con lettera rac-
ti giorni, e disporre l’archiviazione degli atti, comunican-
comandata con ricevuta di ritorno) al prefetto del luogo
dola all’ufficio o comando cui appartiene l’organo accer-
in cui è stata commessa la violazione oppure all’ufficio o
tatore, il quale ne dà notizia ai ricorrenti.
al comando che ha elevato la multa (per esempio vigili
L’ordinanza che dispone il pagamento deve essere noti-
urbani, polizia stradale ecc.). È opportuno allegare i docu-
ficata (ossia inviata in modo certo) all’autore della viola-
menti ritenuti idonei a dimostrare la fondatezza del ricor-
zione e alle altre persone che sono tenute al pagamen-
so e può essere richiesta l’audizione personale.
to entro centocinquanta giorni dalla sua adozione; il paga-
mento della somma e delle spese deve essere
AL SIG. PREFETTO DELLA effettuato entro trenta giorni dalla notificazione.
PROVINCIA DI Il ricorso si intende accolto decorsi centoventi
………………………………………………………………..... giorni senza che sia stata adottata l’ordinanza del
tramite (il comando della polizia
municipale, carabinieri, polizia prefetto e comunque decorsi 210 giorni dalla rice-
stradale, completo di indirizzo) zione del ricorso da parte del prefetto (se gli è sta-
to inviato direttamente) o di 180 giorni se il ricor-
OGGETTO: Ricorso ai sensi dell’art. 203 del Codice della strada contro il verbale di so gli è stato inviato attraverso l’ufficio o coman-
accertamento do che ha elevato la multa.
n. ………….…………………………. notificato da ………….…………………………...................................................................................................

Il/la sottoscritto/a ………….…………………………...............................................................................................................................................


Scrivi in questo spazio i motivi per cui pre-
senti ricorso, per esempio:
nato/a………….…………………………........................................................ il ………….…………………………...............................................................
• i dati anagrafici del proprietario del veicolo non cor-
residente a ………….…………………………........................................... via ………….…………………………............................................................ rispondono a quelli della contravvenzione;
• manca l’indicazione di luogo, giorno e ora della com-
RICORRE messa violazione;
• manca l’indicazione dell’agente accertatore (anche
contro il verbale indicato in oggetto per i seguenti motivi solo attraverso il numero di matricola);
• manca l’indicazione della norma violata;
............................................................................................................................................................................................................................................... • notifica fuori termine, se la multa viene notificata
............................................................................................................................................................................................................................................... trascorsi centocinquanta giorni dalla data dell’av-
...............................................................................................................................................................................................................................................
venuta infrazione.
...............................................................................................................................................................................................................................................
1

Oltre a questi motivi “formali”, si possono naturalmen-


IL DIRITTO E LE NORME GIURIDICHE

............................................................................................................................................................................................................................................... te far valere anche motivi sostanziali:


............................................................................................................................................................................................................................................... • mancanza di un segnale;
............................................................................................................................................................................................................................................... • fatto svoltosi diversamente da quanto descritto;
• errore nella lettura della targa in quanto il veicolo in
quel momento si trovava in tutt’altro luogo (eventual-
Ai fini di un’ulteriore illustrazione dei motivi del ricorso, chiede inoltre di essere personalmen- mente allegando dichiarazioni di testimoni o indican-
te convocato, attraverso avviso all’indirizzo di cui sopra. do altre prove).

Allega: È bene però sapere che la descrizione dei fatti risul-


1) fotocopia leggibile del verbale di accertamento tanti dal verbale è protetta dalla fiducia preferen-
2) eventuale documentazione comprovante i motivi del ricorso ziale che le norme stabiliscono a favore degli atti
compilati da pubblici ufficiali.
Data ……… /……… /...................... Firma ………….………………………................................................................
Fonte: Polizia di Stato e Aci 2008, con adattamenti

25
3
LEZIONE

Le fonti del diritto


Le origini delle norme giuridiche Fonti-atto e fonti-fatto
Le norme giuridiche italiane sono moltissime. Ma da Mentre le fonti del diritto, costituite da atti giuridi-
dove provengono? Da chi sono emanate o, in altre ci, cosiddette fonti-atto, sono sempre redatte per
parole, qual è la loro origine o fonte? iscritto, le fonti che derivano da fatti giuridici, cosid-
È fonte del diritto ogni atto o fatto con cui vengono dette fonti-fatto, non sono scritte.
emanate, modificate o eliminate le norme giuridiche. Le fonti-atto sono scritte in quanto sono emanate
In Italia, quasi tutte le nostre norme giuridiche si for- secondo procedure piuttosto complesse che si con-
mano attraverso atti, ossia mediante documenti scrit- cludono con la pubblicazione delle norme stesse su
ti, emanati da alcuni organi ai quali l’ordinamento giu- appositi fascicoli chiamati, a seconda del tipo di nor-
ridico attribuisce l’importante funzione di redigere, me in essi riportato, Gazzetta Ufficiale (G.U.), Bol-
ossia scrivere, le norme giuridiche. lettino regionale ecc.
Il più importante organo con il compito di emanare La pubblicazione è infatti il modo migliore per con-
norme giuridiche è il Parlamento, ma in alcuni casi sentire a tutti di conoscere le leggi e quindi osservar-
anche il Governo e le Regioni hanno tale potere. Infi- ne il contenuto.
ne, un numero molto limitato di norme, derivano da Le norme prodotte tramite fonti-fatto hanno inve-
fatti, ossia da comportamenti tenuti in modo ce un’origine completamente diversa: derivano da
costante e uniforme dalla popolazione del nostro Sta- comportamenti tenuti in modo uniforme e costan-
to. Le fonti che derivano da fatti prendono il nome te da parte di un ampio gruppo di soggetti, nella
di consuetudini o usi. convinzione che, in questo modo, venga rispetta-
ta una regola giuridica.
LE FONTI POSSONO ESSERE
Si tratta pertanto di regole non scritte (consuetu-
dini e usi).

Atti Fatti
IL DIRITTO E LE NORME GIURIDICHE
1

26
Fonti interne e fonti esterne Diversamente da quanto accadeva negli ordinamen-
ti giuridici ottocenteschi, in cui ci si basava su un
Le norme giuridiche precedentemente descritte sono numero abbastanza limitato di norme giuridiche,
tutte adottate all’interno del nostro Stato tramite fon- attualmente è presente un numero elevatissimo di
ti dette interne. Quindi sono fonti interne tutte le leg- fonti interne ed esterne. In Italia sono infatti in vigo-
gi dello Stato italiano, comprese le nostre consuetu- re circa 50.000 leggi, costituite a loro volta da diver-
dini. se norme giuridiche: le leggi, infatti, non sono altro
In Italia sono però presenti anche fonti esterne, ema- che un insieme di norme giuridiche.
nate cioè da organi internazionali a cui il nostro Sta-
to espressamente attribuisce efficacia all’interno del LE FONTI POSSONO ESSERE
nostro territorio. Tra le più importanti fonti esterne
dobbiamo ricordare alcuni atti dell’Unione europea
e i trattati internazionali, ossia accordi tra l’Italia e uno Interne Esterne
o più Stati stranieri.

NE D
ER
I P ’
R SAP

Gazzetta Ufficiale
IU

PE
Le più importanti fonti scritte sono pubblicate biblioteche, oppure acquistarla in certe edicole e librerie
sulla Gazzetta Ufficiale. che distribuiscono i prodotti dell’Istituto Poligrafico del-
È possibile consultarla on line sul sito www.ipzs.it, nelle lo Stato.

3. Le fonti-fatto vengono pubblicate sulla G. U. V F


1 Nuove parole, nuove idee
Completa le frasi dopo aver ripassato la lezione 4. G.U. significa Gazzetta Ufficiale V F

5. Tutte le fonti del diritto sono emanate


1. Fonte del diritto significa ................................................................... V F
da organi di Stato
..................................................................................................................................

2. Fonte-atto significa ................................................................................. 3 Tu e il diritto


Conosci le fonti nel tuo Paese?
..................................................................................................................................
Le fonti che devi rispettare sono tutte emanate
3. Fonte-fatto significa ............................................................................... dal Parlamento? SÌ NO

Le fonti del nostro Stato sono tutte scritte? SÌ NO


..................................................................................................................................
Puoi trovare tutte le fonti del diritto italiano
4. Fonte interna significa ..........................................................................
1

nella G.U.? SÌ NO
IL DIRITTO E LE NORME GIURIDICHE

.................................................................................................................................. Anche tu potresti contribuire a dar vita


a delle fonti-fatto? SÌ NO
5. Fonte esterna significa .........................................................................
.................................................................................................................................. 4 Ti potrebbe capitare…
Il tuo docente ti ha incaricato di ricercare una nuova fonte-
2 Adesso lo sai atto riguardante lo sviluppo delle attività turistiche nella
Indica, con una crocetta, se l’affermazione è vera o falsa Regione in cui vivi, per fare un lavoro di gruppo ed esporlo
in classe insieme ai tuoi compagni.
1. Le norme giuridiche sono originate da fonti V F
Che cos’è una fonte-atto?
2. Le fonti-atto sono dei comportamenti V F Dove è pubblicato il testo di questa fonte?

27
PRENDI TEMPO LEZIONI

E RIPASSA 1 2 3 4 5 6

1 Una mappa per ripassare


Completa lo schema collocando nelle caselle i termini mancanti scegliendoli tra quelli proposti. Tieni presente che sono stati
indicati anche termini errati
un insieme di norme giuridiche; un insieme di sanzioni; astratte; immateriali; riparatoria; ripetitoria; obbligatorie;
facoltative

IL DIRITTO

può essere

il potere di tenere o esigere


............................................. un comportamento

che sono il mancato rispetto


comporta una

.......................... generali .......................... sanzione

la cui funzione
può essere

preventiva .......................... punitiva


IL DIRITTO E LE NORME GIURIDICHE

TRACCIA 1
Collegandoti al sito
www.tramontana.it/101lezioni/mp3/
troverai un valido aiuto al ripasso delle lezioni.
1

Scarica i testi e ripassa.

28
2 Adesso lo sai 3 Le Faq o domande più frequenti
Indica, con una crocetta, la risposta esatta Qui di seguito troverai una serie di domande sugli aspetti più
importanti trattati nelle lezioni 1, 2, e 3 alle quali è oppor-
1. È diritto in senso oggettivo: tuno che tu risponda prima di proseguire nello studio degli
A l’insieme delle cose di una persona altri argomenti.
B tutti i diritti umani Ricordati sempre di fare anche degli esempi: solo così dimo-
C il potere di agire o di pretendere un comportamento strerai di avere veramente capito!
D l’insieme delle norme di uno Stato
1. Che cos’è una norma giuridica?
2. Sono astratte le norme: 2. Qual è la differenza tra norme giuridiche e non giuridiche?
A applicabili solo a situazioni presenti 3. Che cos’è una sanzione?
B applicabili a una serie infinita di situazioni concrete 4. Qual è la differenza tra funzione preventiva, punitiva e ripa-
C non applicabili a situazioni concrete ratoria delle sanzioni?
D non scritte 5. Che cosa si intende per fonte dell’ordinamento giuridico?
6. Qual è la differenza tra fonti-atto e fonti-fatto?
3. Sono generali le norme: 7. Qual è la differenza tra fonti interne ed esterne?
A applicabili a una serie infinita di situazioni concrete
B non applicabili a situazioni concrete
C troppo generiche
4 Un’immagine per riflettere
Dopo aver osservato l’immagine, rispondi alle domande
D applicabili a più soggetti

4. Se non si osservano le norme giuridiche sono previste:


A delle penalizzazioni
B delle conseguenze
C delle sanzioni
D nessuna conseguenza

5. Le sanzioni hanno funzione:


A preventiva, punitiva, riparatoria
B preventiva
C punitiva e preventiva
D accessoria
1. Gli agenti di polizia di Stato come quello nella foto
6. Sono fonti-atto: possono infliggerti delle sanzioni?
A le fonti scritte 2. Di che tipo sono le sanzioni e che funzioni possono
B tutte le fonti avere?
C solo le fonti interne
D le fonti non scritte
5 Ti potrebbe capitare...
7. Sono pubblicate: Decidi di usare un motorino che non ti appartiene. Nel fare
A le fonti-fatto un giro provochi un incidente travolgendo una persona che
B tutte le fonti attraversava la strada sulle strisce pedonali, perché non ti sei
C le fonti-atto fermato per tempo per lasciarla passare. Per tale ragione la
D solo le fonti interne persona da te investita viene portata in ospedale dove subi-
sce un intervento chirurgico al ginocchio ed è in seguito sot-
1

8. Nel nostro Paese si applicano: toposta a delle cure riabilitative.


IL DIRITTO E LE NORME GIURIDICHE

A solo le fonti interne Hai violato delle norme giuridiche o non giuridiche?
B tutti i tipi di fonte Perché?
C le fonti interne e alcune fonti esterne Ti saranno inflitte delle sanzioni?
D solo fonti scritte Che funzioni hanno solitamente le sanzioni?

29
4
LEZIONE

La gerarchia delle fonti


Che cos’è la gerarchia delle fonti ti alla legge, risulterebbe in contrasto con la Costi-
tuzione.
Poiché nel nostro ordinamento sono presenti moltis- Oltre alla Costituzione, il nostro ordinamento prevede
sime fonti, è necessario individuare un criterio che le leggi costituzionali, finalizzate a integrare la Costi-
ci consenta di orientarci. In altre parole, se due fon- tuzione e le leggi di revisione costituzionale con le
ti, poniamo una legge e una consuetudine, discipli- quali il Parlamento modifica il testo costituzionale.
nano in modo diverso lo stesso argomento, dobbia- Le fonti normative dell’Unione europea sono atti
mo innanzitutto stabilire che rapporti esistono tra di emessi da alcuni organi dell’Unione europea (Ue),
esse e quale delle due fonti prevale sull’altra. organizzazione alla quale appartiene anche il nostro
Per tale ragione le fonti sono distinte in base a un ordi- Stato, pertanto alcune fonti normative dell’Ue han-
ne gerarchico, che tiene conto del loro grado di no efficacia nel nostro ordinamento, come osserve-
importanza ed è denominato gerarchia delle fonti. remo nel modulo 8 diritto.
Tradizionalmente la gerarchia delle fonti del diritto Le leggi ordinarie sono invece emanate dal Parlamen-
italiano viene spiegata e illustrata con una figura pira- to italiano, mentre gli atti aventi forza di legge (o decre-
midale, al cui vertice si trova la Costituzione, e via ti) sono emanati dal Governo in casi molto precisi e
via, le fonti di minore importanza. delimitati e hanno la stessa importanza o efficacia del-
Per questa ragione nessuna fonte di grado infe- le leggi ordinarie.
riore può essere in contrasto e modificare una Le leggi regionali sono fonti normative emanate dal-
fonte di grado superiore: così una legge ordina- le Regioni, alle quali è attribuita, in certe specifiche
ria dovrà essere conforme ai principi della Costitu- materie, una competenza di natura legislativa (ossia
zione, mentre un regolamento dovrà rispettare sia i la capacità di emanare leggi). Come osserveremo suc-
principi costituzionali, sia quelli contenuti nelle leg- cessivamente, le funzioni legislative delle Regioni sono
gi ordinarie e così via. destinate a diventare sempre più importanti, a segui-
to della devolution, ossia del progressivo trasferimen-
Costituzione e leggi to di poteri dallo Stato alle Regioni.
di revisione costituzionale I regolamenti sono invece fonti secondarie cioè di gra-
Regolamenti comunitari,
do inferiore (pertanto il loro contenuto deve essere con-
leggi ordinarie, atti aventi forza di legge forme non solo alla Costituzione, ma anche alle leggi
ordinarie) che hanno la funzione di stabilire le moda-
Leggi regionali, regolamenti
lità con cui si deve attuare una legge oppure discipli-
Usi e consuetudini nano materie non trattate dalla legge. I più importan-
ti regolamenti sono del Governo: tuttavia anche altri
soggetti, come Regioni e Comuni, hanno la facoltà di
Le fonti scritte emanare regolamenti.

Analizziamo quindi le fonti scritte comprese nella


gerarchia delle fonti del nostro diritto. Le fonti non scritte
La Costituzione è la fonte più
importante del nostro Stato. Viene Infine, come abbiamo già osservato, nel
anche definita “legge delle leggi”, nostro ordinamento è presente anche una
IL DIRITTO E LE NORME GIURIDICHE

proprio per sottolineare che i suoi fonte non scritta: la consuetudine o uso.
principi devono essere rispettati da La consuetudine è fonte del diritto solo
tutte le altre fonti. quando il comportamento è tenuto in modo
Per esempio, se la Costituzione costante, uniforme ed è generalmente osserva-
stabilisce che tutti i cittadini to dalle persone, le quali sono convinte che, così
sono uguali davanti alla leg- facendo, rispettano una regola giuridica.
ge, nessuna altra fonte può La consuetudine si forma perciò solo quando sus-
prevedere norme in contra- sistono due elementi: il ripetersi in modo costan-
sto con questo principio. te e uniforme di un certo comportamento
Quindi un’eventuale nor- (cosiddetto elemento materiale) da parte di
ma che prevedesse una un ampio numero di soggetti, nella convinzio-
disparità di trattamen- ne (cosiddetto elemento psicologico) che,
così facendo, venga rispettata una norma giu-
1

to tra cittadini, davan-

30
ridica obbligatoria che impone quel comportamento.
La consuetudine è la fonte di minore importanza del 1 Nuove parole, nuove idee
nostro ordinamento, pertanto non può mai contrasta- Completa le frasi dopo aver ripassato la lezione
re con tutte le altre fonti di grado superiore. 1. La gerarchia delle fonti è ..................................................................
In alcuni casi le leggi ordinarie richiamano le con-
suetudini, come nel caso dell’art. 893 del Codice civi- ..................................................................................................................................

le, che, a proposito delle distanze a cui piantare gli 2. La legge ordinaria è ...............................................................................
alberi, stabilisce che “si osservano i regolamenti e, in
mancanza, gli usi locali”. ..................................................................................................................................

3. Atto avente forza di legge significa ...........................................

..................................................................................................................................
I rami del diritto
4. Il regolamento è .......................................................................................

Le diverse fonti del nostro ordinamento giuridico ven- ..................................................................................................................................


gono tradizionalmente suddivise anche in base al loro
contenuto, ossia all’argomento che trattano, in due 5. La consuetudine è ....................................................................................
grandi settori: il diritto pubblico e il diritto privato. ..................................................................................................................................
Il diritto pubblico regola principalmente i rappor-
ti tra le persone e lo Stato, il diritto privato i rap-
porti tra i privati. 2 Adesso lo sai
Indica, con una crocetta, se l’affermazione è vera o falsa

LE FONTI VENGONO
1. Le leggi ordinarie e costituzionali sono emanate
SUDDIVISE IN BASE dal Parlamento V F
AL CONTENUTO
2. Alcune leggi possono essere emanate dalle
Regioni V F

3. Il Governo emana regolamenti e decreti V F

4. Una legge o un decreto possono modificare


Diritto pubblico Diritto privato la Costituzione V F

5. Una consuetudine può modificare una legge V F

Il diritto pubblico e quello privato sono ulteriormen-


te distinti in rami, ossia settori che presentano pro- 3 Tu e il diritto
prie specifiche caratteristiche. Conosci la gerarchia delle fonti del tuo Paese?
Le fonti di grado inferiore alla Costituzione
non devono mai contrastare con essa? SÌ NO
I rami principali del diritto pubblico sono:
• il diritto costituzionale, che riguarda le regole Il tuo Comune può emanare leggi? SÌ NO
fondamentali dell’ordinamento statale, i diritti e i La tua Regione può emanare leggi? SÌ NO
doveri dei cittadini e il funzionamento degli orga- La tua Regione potrebbe emanare leggi
ni più importanti dello Stato; in contrasto con quelle del Parlamento? SÌ NO
• il diritto amministrativo, che disciplina l’attivi-
Le leggi e i regolamenti applicati nella
tà e il funzionamento della Pubblica amministra-
tua scuola non devono mai contrastare
zione;
1

con la Costituzione? SÌ NO
• il diritto penale, che contiene le regole dirette a
IL DIRITTO E LE NORME GIURIDICHE

prevenire e reprimere i vari tipi di reato e indica le


sanzioni applicabili in caso di inosservanza delle 4 Ti potrebbe capitare…
norme penali. Un tuo parente che lavora in Comune ti ha informato che il
sindaco vorrebbe emanare una legge per vietare ai minoren-
I più importanti rami del diritto privato sono: ni di radunarsi nella piazza principale di sera, in quanto distur-
• il diritto civile, che contiene le norme che disci- bano la popolazione con i loro schiamazzi e giochi.
plinano, in modo generale, i rapporti tra soggetti pri- Chi può emanare leggi?
vati (matrimonio, famiglia, proprietà ecc.); Secondo te un sindaco, che è a capo di un Comune, lo può
• il diritto commerciale, che disciplina in modo fare?
specifico l’impresa e l’imprenditore, ossia gli stru-
menti giuridici e l’attività posta in essere dai sog-
getti che operano in campo economico.

31
5
LEZIONE

L’interpretazione delle norme giuridiche


Il significato delle
norme giuridiche
Le norme giuridiche sono
costituite da proposizioni
ossia frasi formate da un
insieme di parole e, per
essere applicate, necessitano
di un’interpretazione che ne
chiarisca in modo esatto il
significato.
Interpretare una norma signi-
fica quindi attribuire il corret-
to significato alle parole di cui
essa si compone, per poterla
applicare a una situazione
concreta.
Per esempio, l’articolo 15 del-
la Costituzione afferma che:
“La libertà e la segretezza del-
la corrispondenza e di ogni
altra forma di comunicazione sono inviolabili. I diversi tipi di interpretazione
La loro limitazione può avvenire soltanto per atto
motivato dell’autorità giudiziaria con le garanzie sta- L’interpretazione delle norme giuridiche può essere
bilite dalla legge”. Interpretare questa norma signi- effettuata da chiunque: tuttavia il nostro ordinamen-
fica comprendere che non solo la corrispondenza tra- to attribuisce una differente efficacia all’interpreta-
dizionale, come le lettere, non può essere control- zione a seconda dei soggetti che la effettuano.
lata, ma neppure ogni altra forma di comunicazio- L’interpretazione può essere vincolante, ossia da segui-
ne come, per esempio, le telefonate o la posta elet- re obbligatoriamente, quando è autentica o giudizia-
tronica. Solo in circostanze eccezionali, come nel le oppure non esserlo, quando è invece dottrinale.
caso di un’indagine giudiziaria, e in modo motivato,
ossia sulla base di ragioni valide e provate, le differen- È autentica quando proviene dallo stesso soggetto che
ti forme di comunicazione possono essere controllate ha emanato la norma giuridica da interpretare. Per
mediante, per esempio, delle intercettazioni telefoniche esempio, se il Parlamento emana una legge, ma que-
autorizzate. L’interpretazione è necessaria per ogni nor- sta non è correttamente compresa dai cittadini, in
ma, sia quando è semplice, come nell’esempio prece- seguito lo stesso Parlamento può emettere un’inter-
dente, sia, a maggior ragione, pretazione autentica, con la quale indica il modo in
quando è più complessa. cui il testo di quella legge deve essere inteso. Poiché
è lo stesso soggetto che ha emanato la legge a chia-
rirne il significato, questa interpretazione è vincolan-
IL DIRITTO E LE NORME GIURIDICHE

te per tutti.
È giudiziale quando viene emessa da un giudice. I giu-
dici, come osserveremo più ampiamente nel modu-
lo 7, sono le persone a cui è affidato il potere giudi-
ziario, ossia il potere di applicare concretamente le
norme giuridiche; quindi l’interpretazione giudizia-
le è effettuata da un giudice durante un processo, nel
quale egli deve stabilire quale soluzione dare appli-
cando correttamente la legge. Per esempio, se una
persona ha commesso un furto, ha cioè sottratto in
modo illecito dei beni ad altri per trarne un profitto
ed è processata per questo fatto, il giudice deve sta-
1

bilire, in base alla legge, che indica un minimo e un

32
massimo di pena, che periodo di reclusione dovrà
essere inflitto all’imputato. L’interpretazione giudizia- 1 Nuove parole, nuove idee
le è vincolante solo all’interno di quel singolo proces- Completa le frasi dopo aver ripassato la lezione
so: ciò significa che, in un caso analogo, lo stesso giu- 1. Interpretare significa ............................................................................
dice o un altro giudice potranno interpretare in
maniera diversa la norma. ..................................................................................................................................

È dottrinale quando proviene dagli studiosi del dirit- 2. Vincolante significa .................................................................................

to o giuristi, nell’ambito della loro attività di studio ..................................................................................................................................


e ricerca. Questa interpretazione non è vincolante per
nessuno, tuttavia è solitamente molto utile per com- 3. Autentica significa ....................................................................................
prendere esattamente il significato delle norme giu- ..................................................................................................................................
ridiche.
4. Giudiziale significa ...................................................................................

..................................................................................................................................

5. Dottrinale significa ..................................................................................


L’INTERPRETAZIONE PUÒ ESSERE
..................................................................................................................................

Autentica Giudiziale Dottrinale


2 Adesso lo sai
Indica, con una crocetta, se l’affermazione è vera o falsa
1. Le leggi sono interpretabili da chiunque V F

2. L’interpretazione dei giudici è vincolante per tutti V F

3. I giuristi sono gli studiosi del diritto V F

4. L’interpretazione dottrinale non è vincolante V F


I criteri di interpretazione 5. Parlamento, Governo e Regioni possono emettere
CI

PRATI interpretazioni autentiche V F

Quali sono i criteri per interpretare le leggi?


Devi sapere che i criteri per interpretare le leggi sono indi- 3 Tu e il diritto
cati nel Codice civile (articolo 12 delle Disposizioni sulla Sai chi si occupa di interpretare le norme?
legge in generale) nel quale si afferma: “nell’applicare la Tu e i tuoi compagni potete interpretare le regole
legge non si può ad essa attribuire altro senso che quel- scolastiche? SÌ NO
lo fatto palese dal significato proprio delle parole secon- Puoi interpretare le regole del Codice
do la connessione di esse, e dalla intenzione del legisla- della strada? SÌ NO
tore”. Pertanto l’interpretazione deve essere innanzitut- Le tue interpretazioni sono più importanti
to letterale, attribuendo cioè alle parole il loro significa- di quelle di un giudice? SÌ NO
to abituale tenendo conto della frase in cui sono inseri-
te, ma deve anche essere logica cioè deve evidenziare le La tua Regione può emettere interpretazioni
autentiche degli atti o leggi che emana? SÌ NO
ragioni per cui il legislatore ha emanato quella legge, e le
finalità che essa deve avere. Le interpretazioni autentiche della tua Regione
sono vincolanti per tutta la popolazione? SÌ NO

E se non esistesse una legge precisa da applicare a una


1

situazione concreta?
IL DIRITTO E LE NORME GIURIDICHE

4 Ti potrebbe capitare…
L’interprete dovrebbe effettuare una interpretazione
analogica, cioè applicare una legge riguardante casi simi- Ti capita di violare una regola del Codice della strada riguar-
li o materie analoghe oppure fare riferimento ai principi dante l’uso dei fari, poiché non hai ben capito come doveva
generali che ispirano il nostro diritto come l’uguaglianza, essere intesa. Pertanto la polizia locale ti infligge una san-
la democrazia, la solidarietà ecc. zione. Ma tu non sei convinto di meritarla.
Se per esempio si verifica una controversia tra due per- Se il Parlamento emanasse una interpretazione del Codice del-
sone che hanno stipulato un contratto di leasing (to lea- la strada che conferma il tuo punto di vista, essa sarebbe vin-
se in inglese significa locare cioè affittare) di un’autovet- colante?
tura, poiché in Italia non esistono leggi che regolano il lea- Perché?
sing, con una interpretazione analogica il giudice appliche-
rà la legge italiana sulla locazione.

33
6
L’efficacia delle norme
LEZIONE

nel tempo e nello spazio


In casi molto particolari la norma giuridica può avere
L’efficacia delle norme nel tempo un’efficacia anche retroattiva, ciò avviene quando:
• è la stessa norma che stabilisce che essa ha effica-
Così come la nostra società si evolve e muta veloce- cia retroattiva;
mente, anche le norme giuridiche, che hanno pro- • la norma interpreta una norma precedente (cosid-
prio il compito di regolare e disciplinare il funziona- dette norme interpretative);
mento della società, possono cambiare. • la norma disciplina la materia penale e prevede del-
Pensiamo per un attimo alle norme che vietano l’uti- le sanzioni più favorevoli per i colpevoli (per esem-
lizzo del telefonino per chi guida un’auto: solo 30 anni pio, riduce la reclusione per un reato da 10 a 5 anni).
fa queste norme erano impensabili, poiché non esi-
steva il telefono cellulare. Con la sua diffusione l’or-
dinamento si è evoluto stabilendo apposite regole per
disciplinarne l’uso: dapprima vietandolo semplice- L’abrogazione delle norme giuridiche
mente, poi prevedendone l’utilizzo con appositi appa-
recchi, come il vivavoce. Le norme giuridiche perdono la loro efficacia a segui-
Infatti le norme giuridiche possono avere un’effica- to dell’abrogazione.
cia più o meno lunga, ma comunque limitata nel tem- Questa può avvenire attraverso due differenti moda-
po, dando origine a un continuo processo di rinno- lità: abrogazione tacita ed espressa.
vamento del diritto. Con efficacia nel tempo di una L’abrogazione tacita si verifica quando una nuova
norma giuridica, pertanto, si indica il periodo tem- norma disciplina la stessa materia regolata dalla nor-
porale in cui una norma produce i suoi effetti. Tale ma precedente in modo differente, senza però affer-
periodo inizia con l’entrata in vigore e si conclude con mare espressamente che le norme precedenti non
l’abrogazione della norma. sono più in vigore. Per esempio, se una legge ordina-
ria del 2009 stabilisse una multa di 100 euro per chi
viaggia senza le cinture di sicurezza allacciate, e una
L’EFFICACIA DELLE NORME nuova legge ordinaria del 2012 prevedesse invece una
GIURIDICHE NEL TEMPO
multa di 200 euro, la norma precedente non sareb-
be più in vigore: verrebbe abrogata tacitamente, anche
se ciò non fosse espressamente scritto nel testo del-
la nuova legge.
Inizia con Termina con
l’entrata in vigore l’abrogazione
L’abrogazione espressa, che nella pratica è più fre-
quente, avviene quando la nuova legge si conclude
con una formula finale, detta “norma di abrogazio-
ne”, nella quale è espressamente precisato che le nor-
me contrarie o incompatibili con la nuova legge sono
L’entrata in vigore delle norme abrogate.
Le norme giuridiche, per poter entrare in vigore e
divenire obbligatorie, devono essere conoscibili dai
soggetti a cui sono destinate. Pertanto, in Italia, ven- L’efficacia delle norme giuridiche
gono pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale o, se si trat- nello spazio
ta di leggi regionali, sul Bollettino regionale e produ-
IL DIRITTO E LE NORME GIURIDICHE

cono solitamente i loro effetti dopo un breve perio- Le norme giuridiche hanno un’efficacia limitata anche
do di tempo chiamato vacatio legis che decorre dal- nello spazio, ossia nella parte del territorio nella qua-
la pubblicazione. Tale periodo è variabile in base al le esse devono essere osservate.
tipo di fonte: per la legge ordinaria l’entrata in vigo- In generale, le norme che provengono dalle fonti inter-
re è il giorno successivo o 15 giorni dopo la sua pub- ne di uno Stato sono efficaci solo all’interno del suo
blicazione, per il decreto legge è lo stesso giorno di territorio (così le norme statali emanate dall’Italia sono
pubblicazione in Gazzetta Ufficiale; per la legge regio- efficaci solamente sul territorio italiano): ciò dipende
nale dopo 15 giorni dalla pubblicazione sul Bolletti- dal fatto che uno Stato è sovrano, cioè emana leggi e
no regionale. ne pretende l’osservanza, solo all’interno del suo terri-
Le norme giuridiche sono destinate a regolare situa- torio (cosiddetto, principio di territorialità).
zioni future, poiché producono i loro effetti solo dal- Questo principio vale obbligatoriamente solo per le
la data della loro entrata in vigore (cosiddetta irre- norme di carattere penale e di polizia (ossia quel-
1

troattività della norma giuridica). le finalizzate a garantire la sicurezza e l’ordine all’in-

34
terno dello Stato) che si applicano anche agli stra-
nieri presenti sul nostro territorio. Per le norme di 1 Nuove parole, nuove idee
diritto privato sono invece previste diverse eccezio- Completa le frasi dopo aver ripassato la lezione
ni, per consentire non solo un migliore sviluppo dei 1. Efficacia nel tempo significa ...........................................................
rapporti di natura economica e commerciale tra sog-
getti appartenenti a Stati differenti, ma anche per ..................................................................................................................................

regolare in modo ottimale situazioni di natura perso- 2. Entrata in vigore significa ..................................................................
nale tra individui di differente nazionalità, come per
esempio due persone, residenti in Stati diversi, che ..................................................................................................................................

contraggono matrimonio. 3. Vacatio legis significa ............................................................................

..................................................................................................................................

4. Abrogazione significa ............................................................................

Che cos’è ..................................................................................................................................


CI

PRATI il referendum abrogativo 5. Efficacia nello spazio significa ......................................................

e come vi si partecipa ..................................................................................................................................

2 Adesso lo sai
Indica, con una crocetta, se l’affermazione è vera o falsa
1. Le leggi si applicano dalla loro abrogazione V F

2. Le norme sono solitamente retroattive V F

3. L’abrogazione può essere espressa o tacita V F

4. L’entrata in vigore avviene dopo la vacatio legis V F

5. L’efficacia delle norme giuridiche è limitata


nel tempo e nello spazio V F

Che cos’ è e a che cosa serve il referendum abrogativo? 3 Tu e il diritto


Il referendum abrogativo è una consultazione popolare che Conosci l’efficacia delle norme?
serve a eliminare in maniera totale o parziale una legge Se un nuovo regolamento scolastico abroga
ordinaria, regionale o un atto con forza di legge dall’ordi- quello precedente lo devi osservare? SÌ NO
namento.
Se il Parlamento emana una nuova legge devi
applicarla dal giorno della sua pubblicazione
Chi può richiederlo? SÌ NO
sulla G.U.?
La richiesta di referendum deve essere accompagnata da
500.000 firme o dalle delibere di cinque consigli regiona- Se la tua Regione emana una nuova legge sul
turismo locale devi osservarla subito? SÌ NO
li ed è sottoposta a un duplice controllo: uno per verifi-
carne la validità (numero e autenticità delle firme ecc.) e Se si tiene un referendum tu puoi partecipare
uno per verificarne l’ammissibilità, ossia che il quesito non per abrogare una legge o un decreto? SÌ NO
riguardi materie che non possono essere oggetto di refe-
1

rendum. Se ammissibile viene indetto con decreto del Pre-


4 Ti potrebbe capitare…
IL DIRITTO E LE NORME GIURIDICHE

sidente della Repubblica e si tiene in una domenica tra il


15 aprile e il 15 giugno. Un amico straniero ti ha detto che si recherà allo stadio per assi-
stere alla partita, ma che quando vi entrerà non sarà sottoposto
Chi vi partecipa e come? ad alcun controllo,perché lui è cittadino di un altro Stato nel qua-
Tutti i cittadini maggiorenni muniti di tessera elettorale le i tifosi che accedono allo stadio non sono mai controllati.
e di documento di identità ai quali verrà data una sche- Il tuo amico potrà essere sottoposto a controlli da parte del-
da referendaria con il testo normativo da abrogare. Se le forze dell’ordine italiane? Perché?
intendono abrogarlo tracceranno una croce sul SÌ se non
vogliono la tracceranno invece sul NO. Il referendum sarà
valido solo se vi parteciperanno il 50% +1 degli elettori.
In caso si vincita dei SÌ il testo verrà abrogato se invece
prevarranno i NO continuerà a essere applicato.

35
PRENDI TEMPO LEZIONI

E RIPASSA 1 2 3 4 5 6

1 Una mappa per ripassare


Completa lo schema collocando nelle caselle i termini mancanti scegliendoli tra quelli proposti. Tieni presente che sono stati
indicati anche termini errati
fonti non scritte; fatti-atto; lista; gerarchia; vera; autentica; nello spazio; nella società

LE FONTI DEL DIRITTO

sono

................................... fonti interne


e fonti-fatto ed esterne

possono avere sono ordinate attraverso una hanno efficacia

.................................. nel tempo ........................


un’interpretazione
delle fonti

.................... giudiziale dottrinale

Costituzione e leggi
di revisione costituzionale

Regolamenti comunitari,
leggi ordinarie, atti aventi forza di legge
Leggi regionali, regolamenti
IL DIRITTO E LE NORME GIURIDICHE

Usi e consuetudini

TRACCIA 2
Collegandoti al sito
www.tramontana.it/101lezioni/mp3/
troverai un valido aiuto al ripasso delle lezioni.
Scarica i testi e ripassa.
1

36
2 Adesso lo sai 3 Le Faq o domande più frequenti
Indica, con una crocetta, la risposta esatta Qui di seguito troverai una serie di domande sugli aspetti più
importanti trattati nelle lezioni 4, 5 e 6 alle quali è oppor-
1. Le fonti sono: tuno che tu risponda prima di proseguire nello studio degli
A atti interni o esterni altri argomenti.
B atti o fatti interni ed esterni Ricordati sempre di fare anche degli esempi: solo così dimo-
C scritte, interne ed esterne strerai di avere veramente capito!
D documenti dello Stato
1. Che cos’è la gerarchia delle fonti?
2. Le leggi ordinarie possono modificare: 2. Quali sono le fonti dell’ordinamento giuridico italiano?
A Costituzione e leggi costituzionali 3. Che cosa si intende per entrata in vigore e abrogazione di
B solo leggi ordinarie e atti con forza di legge una norma giuridica?
C tutte le fonti 4. Dove vengono pubblicate le fonti-atto?
D leggi ordinarie, decreti, regolamenti e consuetudini 5. Che cosa si intende per vacatio legis?
6. Qual è la differenza tra diritto pubblico e diritto privato?
3. Sono fonti-atto: 7. Quali sono i rami del diritto pubblico e di quello privato?
A tutte le fonti interne
B tutte le fonti scritte
C le consuetudini 4 Un’immagine per riflettere
D le fonti interne ed esterne Dopo aver osservato l’immagine, rispondi alle domande

4. Le interpretazioni dottrinali provengono da:


A i giudici e sono vincolanti
B gli studenti e non sono vincolanti
C i giuristi e sono vincolanti
D i giuristi e non sono vincolanti

5. Sono vincolanti per tutti i destinatari:


A le interpretazioni dottrinali
B le interpretazioni giudiziali
C le interpretazioni giuridiche
D le interpretazioni autentiche

6. Una legge produce i suoi effetti con:


A l’abrogazione
B la vacatio legis
C l’entrata in vigore
1. I giudici che vedi possono interpretare le leggi?
D l’emanazione 2. Le loro interpretazioni sono importanti? Perché?

7. Possono abrogare le leggi:


A il Parlamento e i cittadini
5 Ti potrebbe capitare...
Il 1° settembre del 2007 è stata emessa una nuova legge che
B solo il Parlamento
stabilisce, a sedici anni compiuti, l’età minima per potere svol-
C il Presidente della Repubblica
gere un’attività lavorativa. In precedenza la legge italiana fis-
D chiunque
sava invece tale età a 15 anni.
Un tuo amico vorrebbe lasciare la scuola per iniziare a lavo-
1

8. Il periodo di vacatio legis è solitamente di:


IL DIRITTO E LE NORME GIURIDICHE

A 5 giorni rare, ma ha solo 15 anni.


B 25 giorni Potrà farlo?
C 15 giorni Quale delle due leggi si applicherà?
D 30 giorni Perché?

37
ESERCIZI IN
1
MODULO
LEZIONI

AUTOVALUTAZIONE 1 2 3 4 5 6
Svolgi questi esercizi solo dopo aver studiato gli argomenti del modulo 1. Calcola il tuo punteggio
attribuendo a ciascuna risposta esatta due punti e zero punti per ogni risposta errata o omessa.

1 Per aiutarti a ripassare 2 Per arricchire il tuo vocabolario


Completa il testo inserendo negli spazi vuoti i termini Abbina ciascuna espressione del primo gruppo
indicati di seguito con la corrispondente del secondo gruppo

Con il termine diritto in senso ................................... si intende l’og- A. Fonte-atto emessa dal Parlamento italiano
getto del diritto, che è l’insieme delle norme giuridiche, ossia B. Conseguenza sfavorevole per chi viola le norme
delle regole di condotta che ogni persona deve rispettare. giuridiche
Con il termine diritto in senso ................................... ci si riferisce, inve- C. Potere di agire o di pretendere un comportamento
ce, alla potere, che la legge attribuisce alle persone, di agire o
D. Fonte-atto emessa dal Governo italiano
di ................................. che altri tengano un certo .................................. .
E. Regole il cui rispetto è imposto dallo Stato
letterale, oggettivo, soggettivo, personale, sperare, preten- F. Atti e fatti interni ed esterni con cui vengono
dere, oggetto, comportamento emanate, modificate o eliminate le norme giuridiche
1. Fonti del diritto italiano
Le ................................. sono regole che impongono a tutti i sog- 2. Diritto soggettivo
getti destinatari di tenere un certo comportamento: nel loro 3. Sanzione
insieme costituiscono l’ ................................. giuridico, cioè il dirit- 4. Atto avente forza di legge
to dello Stato. 5. Legge ordinaria
Le norme giuridiche hanno tre caratteri fondamentali, ossia 6. Norme giuridiche
sono ................................. , poiché tutti i destinatari devono seguir-
le e lo Stato ne impone il rispetto anche attraverso apposi- A. Fonti secondarie che stabiliscono le modalità con cui
ti soggetti; ................................. , in quanto le norme si rivolgono si deve attuare una legge oppure disciplinano
a un numero indeterminato di soggetti che si trovano nella materie non trattate dalla legge
stessa situazione; ................................. , perché sono applicabili a un B. Significa che le norme giuridiche sono destinate a
numero pressoché infinito di situazioni concrete identiche o regolare situazioni future, poiché producono i loro
simili tra di loro. effetti solo dalla data della loro entrata in vigore
C. È espressa o tacita e serve a eliminare le norme
norme giuridiche, norme religiose, organizzazione, ordina- dall’ordinamento giuridico
mento, facoltative, obbligatorie, generali, particolari, D. Fonte-fatto ossia un comportamento uniforme,
astratte, concrete generale e costante tenuto da una pluralità
di soggetti, convinti che sia obbligatorio
Possiamo individuare tre tipi di funzioni svolte dalla sanzione.
E. Significa che le norme giuridiche si applicano dopo
Innanzitutto, ha una funzione ................................. , poiché la pre-
un periodo di vacatio legis
senza di una conseguenza sfavorevole, connessa alla tra-
sgressione della norma, induce la maggior parte dei citta- F. Periodo di tempo durante il quale l’efficacia delle
dini a rispettare la norma stessa. Tramite la sua funzione leggi è sospesa
................................. , invece cerca di porre rimedio agli effetti sfavo- 1. Entrata in vigore
revoli che il mancato rispetto della norma ha determinato nei 2. Irretroattività della norma
IL DIRITTO E LE NORME GIURIDICHE

confronti del danneggiato. Per finire la funzione ................................. giuridica


consiste nel determinare delle conseguenze sfavorevoli, a livel- 3. Regolamenti
lo patrimoniale o sul piano della libertà personale, a carico di chi 4. Vacatio legis
non rispetta le norme. 5. Consuetudine
6. Abrogazione
preventiva, successiva, riparatoria, restitutoria, sfavorevo-
■ punti: …….........…
le, punitiva
■ punti: …….........… 3 Per verificare che cosa sai
Indica, con una crocetta, se l’affermazione è vera o falsa
1. La parola diritto può essere intesa in senso
oggettivo e soggettivo V F
1

40
2. Inviare e-mail e SMS è un diritto in senso C delle conseguenze
soggettivo V F D nessuna conseguenza
3. Le norme non giuridiche sono obbligatorie, 4. Sono fonti fatto:
generali e astratte e prevedono sanzioni V F A le fonti scritte
4. Le sanzioni hanno una funzione preventiva, B tutte le fonti
punitiva e riparatoria V F C solo le fonti interne
D le fonti non scritte
5. Le sanzioni colpiscono la libertà personale
o il patrimonio del trasgressore V F 5. Il Governo emana:
A decreti e regolamenti
6. Le fonti sono distinte in fonti-atto o non scritte
V F B atti interni o esterni
e fonti-fatto o scritte, interne o esterne
C regolamenti e consuetudini
7. Le fonti-atto sono dei comportamenti D leggi costituzionali
costanti, uniformi e generali V F
6. Gli atti con forza di legge possono modificare:
8. Le fonti-atto sono tutte emesse A Costituzione e leggi costituzionali
dal Parlamento V F
B solo leggi ordinarie e atti con forza di legge
9. Il Parlamento emana leggi ordinarie, C leggi ordinarie, decreti, regolamenti e consuetudini
costituzionali e atti con forza di legge V F
D tutte le fonti atto
10.Le leggi ordinarie possono essere modificate 7. Le interpretazioni autentiche provengono da:
dai decreti, da altre leggi, dalla Costituzione A i giudici e sono vincolanti
e dai regolamenti V F
B gli stessi organi che hanno emesso le norme
11.Alcune leggi sono emanate dalle Regioni V F C i giuristi e sono vincolanti
12.L’interpretazione dei giudici è vincolante D i giuristi e non sono vincolanti
solo per le parti coinvolte nei processi V F 8. Una legge non ha più effetto con la sua:
13.L’ interpretazione dottrinale proviene A abrogazione
dai giudici e non è vincolante V F B vacatio legis
C entrata in vigore
14.Parlamento, Governo e Regioni possono
D pubblicazione
emettere interpretazioni autentiche V F
■ punti: …….........…
15.Le leggi sono efficaci dalla loro entrata
in vigore V F
Facciamo i conti
16.Le norme penali più favorevoli ai colpevoli Dopo aver inserito il punteggio negli spazi predisposti,
sono retroattive V F
barra con una crocetta il quadratino corrispondente
17.Il referendum abrogativo è un tipo al tuo punteggio complessivo.
di abrogazione tacita V F
1 Per aiutarti a ripassare Punti ……..... +
18.Le leggi ordinarie e i decreti sono soggetti
2 Per arricchire il tuo vocabolario Punti ……..... +
a un periodo di vacatio legis prima di essere
applicati V F 3 Per verificare che cosa sai Punti ……..... +
■ punti: …….........… 4 Per verificare che cosa hai compreso Punti ……..... =
Totale Punti …….....
4 Per verificare che cosa hai compreso
Indica, con una crocetta, la risposta esatta da 0 a 35 punti
devo studiare con più impegno e attenzione
1. È diritto in senso soggettivo:
A l’insieme delle regole scolastiche da 36 a 59 punti
1

B tutte le regole personali e familiari è meglio che studi ancora tutte le lezioni
IL DIRITTO E LE NORME GIURIDICHE

C il potere di agire o di pretendere un comportamento


D l’insieme delle regole di un soggetto da 60 a 75 punti
2. Sono astratte e generali le norme: ho raggiunto la sufficienza,
A applicabili solo a situazioni presenti ma se voglio risultati migliori devo ripassare
B non applicabili a situazioni concrete
da 76 a 90 punti
C non scritte e generiche
bene! I miei sforzi hanno dato buoni risultati
D applicabili a una serie infinita di situazioni concrete
riguardanti più soggetti da 91 a 100 punti
3. Se non si osservano le norme giuridiche sono previste: sono andato molto bene,
A delle penalizzazioni posso uscire con gli amici
B delle sanzioni pecuniarie o personali

41
2
MODULO

LE PERSONE
E LA FAMIGLIA
I TUOI OBIETTIVI
Conoscerai il significato di:
• persona fisica
• capacità giuridica, di agire
PER e naturale
PARTIRE • incapace assoluto e relativo
• tutore e curatore
• famiglia, separazione
e divorzio

Dovrai conoscere:
Saprai distinguere
• la parola diritto e confrontare:
• la parola norma • i limiti alla capacità di agire
• gli atti di ordinaria e
straordinaria amministrazione
• i ruoli del tutore e del curatore
• gli interdetti legali e giudiziali
• i minorenni e i minori emancipati
• gli inabilitati
START • i riti matrimoniali e i loro effetti
• i diritti e gli obblighi dei coniugi
tra di loro e verso i figli
• la separazione di fatto, legale,
consensuale e giudiziale
• gli effetti della separazione
L7 e del divorzio
I SOGGETTI DEL
DIRITTO E LE LORO
CAPACITÀ
LE PERSONE E LA FAMIGLIA

PRENDI
L8 TEMPO
LE LIMITAZIONI ALLE E RIPASSA
CAPACITÀ DELLE VERIFICA
LEZIONI
PERSONE FISICHE
2

7, 8

42
PRENDI
L11 TEMPO
E RIPASSA
LA SEPARAZIONE VERIFICA
E IL DIVORZIO LEZIONI
9, 10,11

L10
I RAPPORTI
TRA CONIUGI E IL TUO
TRA GENITORI TRAGUARDO
E FIGLI

D&E MAGAZINE
Che cosa succede
alla famiglia
L9 italiana?
LA FAMIGLIA E
IL MATRIMONIO
ESERCIZI IN
AUTO-
VALUTAZIONE
2
LE PERSONE E LA FAMIGLIA

43
7
LEZIONE

I soggetti del diritto e le loro capacità


I soggetti del diritto prare o vendere una casa,
oppure possono assumer-
La nostra società è formata sia da persone fisiche, si l’obbligo di effettuare
ossia da ciascun essere umano vivente, sia da mol- un pagamento a favore di
tissimi altri soggetti le cui attività sono sottoposte una persona, votare alle
a regole giuridiche: pensiamo, per esempio, alla elezioni, contrarre matri-
nostra scuola, alla fabbrica che ha prodotto i vesti- monio ecc.
ti che indossiamo, ai negozi e ai supermercati che
vediamo passeggiando per la strada, alle numero-
se associazioni sportive, culturali o ambientali
presenti nella nostra città. Anch’essi sono destina-
tari di norme giuridiche e, per distinguerli dalle
persone fisiche, sono definiti organizzazioni col- LE CAPACITÀ DELLA PERSONA FISICA SONO
lettive.
I soggetti del diritto sono quindi sia le persone
fisiche, sia le organizzazioni collettive.
Capacità giuridica Capacità di agire

I SOGGETTI DEL DIRITTO SONO


I diritti fondamentali
delle persone fisiche

Persone fisiche Organizzazioni collettive Sono moltissimi i diritti che una persona fisica ha sin
dalla nascita, tra i più importanti ricordiamo:
• il diritto alla vita e all’integrità fisica, con cui
Le persone fisiche viene garantito, a ogni essere umano, il diritto di vive-
re e viene altresì tutelato il suo corpo da atti che ne
diminuiscano le capacità (pensiamo, per esempio,
L’articolo 1 del Codice civile attribuisce a ogni
a un incidente che determini dei danni fisici);
persona, dal momento della nascita fino al
• il diritto al nome, all’identità personale e all’im-
momento della morte, la capacità giuridica, ossia
magine. Ogni essere umano è identificato, all’ana-
la possibilità di essere titolare di diritti e obblighi
grafe, da un nome e un cognome, che lo individua-
giuridici; per esempio, di essere proprietari di una
no. La legge garantisce il diritto, sia di utilizzare il
casa, oppure avere diritto al proprio nome, alla
proprio nome, sia di impedire che altri utilizzino in
tutela della propria immagine ecc.
modo improprio il nome altrui o riproducano l’im-
L’articolo 2 del Codice civile prevede che, con la mag- magine di una persona senza il suo consenso;
giore età, cioè con il compimento del diciottesimo anno, • il diritto alla riservatezza, il quale prevede che l’uti-
le persone acquistino anche la capacità di agire. lizzo e il trattamento dei dati di una persona (nome,
Ciò significa che possono compiere autonomamen- cognome, età, indirizzo, opinioni politiche, situazio-
te atti giuridici, cioè tutte quelle azioni e comporta- ne di salute ecc.) possa avvenire solo con il suo spe-
menti regolati dal diritto, possono eserci- cifico consenso e osservando apposite procedure.
LE PERSONE E LA FAMIGLIA

tare diritti e assumersi obblighi come,


per esempio, com-
Residenza, domicilio e dimora
Per il diritto riveste una particolare impor-
tanza anche il luogo geografico in cui una
persona vive, lavora, oppure si trova per
altri motivi, per esempio, perché è in vacan-
za. Tali luoghi sono la residenza, il domicilio
2

e la dimora.

44
La residenza è il luogo in cui la persona fisica vive in
modo continuativo; il domicilio è il luogo in cui una 1 Nuove parole, nuove idee
persona ha la sede principale dei propri affari o inte- Completa le frasi dopo aver ripassato la lezione
ressi, per esempio, un professionista ha il domicilio 1. La capacità giuridica è .........................................................................
nel proprio ufficio, un impiegato presso la società per
la quale lavora ecc.; la dimora è, il luogo in cui una ..................................................................................................................................

persona si trova, in un certo momento, in modo tem- 2. La capacità di agire è ..........................................................................


poraneo, per esempio, il luogo in cui è in vacanza
oppure il luogo in cui partecipa a un convegno ecc. ..................................................................................................................................

3. La residenza è ..........................................................................................

LE SEDI DELLA PERSONA FISICA SONO ..................................................................................................................................

4. Il domicilio è ................................................................................................

..................................................................................................................................
Residenza Domicilio Dimora
5. La dimora è ...................................................................................................

..................................................................................................................................

2 Adesso lo sai
Il patentino Indica, con una crocetta, se l’affermazione è vera o falsa
CI

PRATI
1. La capacità giuridica consente di compiere atti
L’articolo 52, comma 1, del Codice della strada definisce giuridici V F
i ciclomotori (ovvero i “motorini”) come veicoli con le
seguenti caratteristiche: 2. A diciotto anni si acquista la capacità di agire
e dalla nascita quella giuridica V F
• motore di cilindrata non superiore a 50 cm3;
• capacità di sviluppare una velocità fino a 45 km/h. 3. Perdiamo la capacità giuridica solo con la morte V F

4. Se siamo minorenni i nostri amici possono


Che cosa serve per guidare il motorino? usare il nostro nome senza il nostro consenso V F
• Il certificato di circolazione. V F
5. La dimora è il luogo dove si vive abitualmente
È rilasciato ai ciclomotori in circolazione dal 14 luglio
2006. I motorini più vecchi utilizzano il certificato di
idoneità tecnica. 3 Tu e il diritto
• Il patentino. Alla tua età quali atti giuridici puoi compiere da solo
Per conseguire il patentino è necessario sostenere un e quali no?
esame presso il competente Ufficio periferico del Acquistare un appartamento? SÌ NO

© RCS Libri S.p.A. - Divisione Education, Milano


Dipartimento per i trasporti terrestri del ministero dei Votare per i rappresentanti di classe e di istituto? SÌ NO
Trasporti. Chi ha raggiunto la maggiore età entro il 30 Firmare le giustificazioni di assenze e ritardi? SÌ NO
settembre 2005 può ottenere il patentino frequentan- Gestire un negozio? SÌ NO
do un corso di aggiornamento, mentre gli altri, dopo il Acquistare il biglietto del bus? SÌ NO
corso, devono anche superare un esame. Stipulare contratti con la banca? SÌ NO
Prendere il patentino della moto? SÌ NO
• Il certificato di assicurazione.
Dal 1° ottobre 1993 tutti i motorini devono essere
muniti di un’assicurazione. 4 Ti potrebbe capitare…
• La targa. Hai appena preso il patentino e, siccome hai sedici anni, hai
2

I veicoli in circolazione prima del 14 luglio 2006 utiliz- anche deciso di usare il denaro risparmiato sino a ora per
LE PERSONE E LA FAMIGLIA

zano il contrassegno di identificazione composto da acquistare un bel motorino nuovo.


cinque caratteri alfanumerici. I veicoli in circo- Per tale ragione ti rechi con il tuo migliore amico, della tua
lazione dopo il 14 luglio 2006 sono stessa età, presso un concessionario di moto per effettuare
individuati dalla targa composta da l’acquisto, senza dire nulla ai tuoi genitori.
sei numeri alfanumerici riportata
Sei sicuro di poter fare l’acquisto da solo e senza il loro con-
sul certificato di circolazione.
senso?
Fonte: Polizia di Stato, Hai la capacità necessaria per compiere atti giuridici auto-
con adattamenti nomamente?

45
8
Le limitazioni alle capacità
LEZIONE

delle persone fisiche


Quando la capacità di agire è limitata Gli incapaci assoluti
Sono limiti alla capacità di agire tutte quelle cause Sono incapaci assoluti: i minorenni, gli interdetti
che impediscono al soggetto di agire autonomamen- giudiziali e legali.
te come la minore età, le infermità mentali, alcu- I minorenni sono tutti i giovani fino al compimen-
ne malattie e certe condanne penali decise dai to del diciottesimo anno.
giudici. In tali circostanze il soggetto viene definito Essi non hanno capacità di agire, pertanto i loro atti giu-
incapace di agire. ridici sono compiuti dai genitori o, in casi particolari, per
Per esempio, a diciotto anni, per poter compiere atti esempio, in mancanza di entrambi i genitori, da un tuto-
giuridici validi, oltre alla capacità giuridica e di agire re nominato dal giudice del Tribunale per i minorenni.
bisogna anche avere la capacità naturale, cioè Gli interdetti giudiziali sono quelle persone che, sep-
essere in grado di intendere e volere. Può tuttavia pur maggiorenni, si trovano in una situazione di abitua-
accadere che, nonostante la maggiore età, non si sia le e grave infermità mentale, accertata dal giudice tute-
in grado di agire autonomamente, perché, per esem- lare, con una sentenza di interdizione, decisione
pio, si è stati colpiti da una malattia mentale che ha con la quale il giudice dichiara una persona interdetta.
alterato le capacità intellettive. In queste situazioni Per garantire loro un’adeguata tutela, il giudice nomina
la legge prevede che dopo l’accertamento della causa un tutore, per compiere qualsiasi atto giuridico.
che limita la capacità di agire, il soggetto possa esse- Gli interdetti legali sono tutte quelle persone con-
re dichiarato dal giudice incapace di agire. dannate con una sentenza penale a pene molto gravi
L’incapacità può essere assoluta o relativa. come, per esempio, l’ergastolo, oppure la reclusione
È incapace assoluto chi non può compiere personal- superiore ai 5 anni.
mente alcun atto giuridico, mentre è incapace relati- In questi casi il giudice, se lo ritiene, può togliere la
vo chi può compiere personalmente solo alcuni tipi di capacità di agire al condannato per i soli atti di
atti. Per gli incapaci assoluti il giudice solitamente natura patrimoniale, i quali saranno compiuti da
nomina un tutore, che li rappresenta compiendo atti di un tutore, nominato dallo stesso giudice.
ordinaria e straordinaria amministrazione nel loro inte- L’interdetto legale può però compiere atti persona-
resse, mentre per gli incapaci relativi nomina un cura- li come, per esempio, contrarre matrimonio o fare
tore per i soli atti di straordinaria amministrazione. testamento, ossia redigere un atto nel quale indica a
Gli atti di ordinaria amministrazione sono gli atti chi intende lasciare i suoi beni, dopo la sua morte.
più semplici, come per esempio, riscuotere un affit-
to o lo stipendio, mentre gli atti di straordinaria
amministrazione sono più complessi e importanti, GLI INCAPACI ASSOLUTI
come per esempio, vendere una casa. SI SUDDIVIDONO IN
Tutti gli atti di straordinaria amministrazione com-
piuti da tutori e curatori devono comunque essere
autorizzati dal giudice tutelare, cioè l’organo giu-
Minorenni Interdetti giudiziali Interdetti legali
diziario che si occupa della tutela degli incapaci.
LE PERSONE E LA FAMIGLIA
2

46
Gli incapaci relativi
1 Nuove parole, nuove idee
Completa le frasi dopo aver ripassato la lezione
Sono invece incapaci relativi: i minori emancipa-
ti e gli inabilitati. 1. L’incapace di agire è ...............................................................................
I minori emancipati sono coloro che hanno già com-
piuto sedici anni di età e sono stati autorizzati dal ..................................................................................................................................

Tribunale per i minorenni a contrarre matrimonio. 2. L’interdetto giudiziale è ....................................................................


In Italia l’età minima per contrarre matrimonio è di
18 anni, ma se si verificano dei gravi motivi, per ..................................................................................................................................

esempio, lo stato di gravidanza di una minorenne, il 3. L’interdetto legale è ...............................................................................


Tribunale per i minorenni può autorizzare il matri-
monio nominando un curatore. ..................................................................................................................................

Gli inabilitati sono quelle persone che, seppur mag- 4. Il minore emancipato è .......................................................................
giorenni, si trovano in una situazione di abituale
infermità, ma non così grave da portare all’interdi- ..................................................................................................................................

zione. Tale inabilità viene accertata dal giudice tute- 5. L’inabilitato è ................................................................................................
lare, con una sentenza di inabilitazione. Possono
essere inabilitati il non vedente e il sordomuto privi ..................................................................................................................................

di un’adeguata educazione e
istruzione; chi fa uso abi- 2 Adesso lo sai
tuale di sostanze stupe- Indica, con una crocetta, se l’affermazione è vera o falsa
facenti oppure è alco-
lista, o infine, il pro- 1. Gli incapaci assoluti non hanno
digo, ossia chi, capacità giuridica V F
spendendo il proprio 2. Alcuni soggetti sono dichiarati interdetti
denaro in maniera dal giudice V F
eccessiva e ingiusti- 3. Gli inabilitati sono i gravi infermi di mente V F
ficata, può compro- V F
4. I minori emancipati sono incapaci relativi
mettere seriamente la
5. Il tutore rappresenta gli incapaci assoluti V F
sua situazione economi-
ca e quella della sua fami-
glia. Anche in tali casi il giu- 3 Tu e il diritto
dice tutelare nomina un curatore. Alla tua età la tua capacità di agire è limitata?
La disciplina dell’interdizione e della inabilitazio- Sei minorenne? SÌ NO
ne è stata in parte modificata introducendo una Sei un minore emancipato? SÌ NO
nuova figura intermedia, l’amministratore di Hai la capacità di agire? SÌ NO
sostegno (legge 9 gennaio 2004, n. 6), il cui SÌ NO
Oppure sei un incapace?
compito è di intervenire, previa nomina da parte
Sei incapace assoluto? SÌ NO
del giudice tutelare, nei casi in cui un soggetto si
trovi in una situazione, anche parziale o tempora- Sei un incapace relativo? SÌ NO
nea, di infermità psichica o fisica, al fine di prov- Puoi compiere da solo atti giuridici? SÌ NO
vedere ai suoi interessi. Per esempio, si può trat-
tare di anziani con problemi di salute gravi, per-
sone in coma ecc. che altrimenti si troverebbero 4 Ti potrebbe capitare…
in difficoltà o impossibilitati a gestire personal- Sei venuto a sapere dal tuo medico di famiglia che la nonna
2

mente i propri interessi. ha perso totalmente la memoria e non ragiona proprio più.
LE PERSONE E LA FAMIGLIA

Sei molto preoccupato, perché sai che vive da sola e non è


più in grado di badare a se stessa e di amministrare il suo
patrimonio, che rischia di essere sperperato a favore di alcu-
GLI INCAPACI RELATIVI ni vicini senza scrupoli.
SI SUDDIVIDONO IN
Che cosa potresti suggerire ai tuoi genitori per consentirle
una esistenza più serena?
Potrebbe essere dichiarata incapace?
Perché?
Minori emancipati Inabilitati
Chi potrebbe aiutarla ad amministrare i propri beni?

47
PRENDI TEMPO LEZIONI

E RIPASSA 7 8 9 10 11

1 Una mappa per ripassare


Completa lo schema collocando nelle caselle i termini mancanti scegliendoli tra quelli proposti. Tieni presente che sono stati
indicati anche termini errati
persone fisiche; maggiorenni; capa-
cità di intendere e di volere; capaci- I SOGGETTI
tà giuridica; parziale; assoluta DEL DIRITTO

sono

organizzazioni
............................... collettive

le cui capacità sono

CAPACITÀ
............................... DI AGIRE

contrapposta alla quale vi è

INCAPACITÀ
DI AGIRE

che può essere

relativa
...............................

che riguarda che riguarda

minori
minorenni interdetti inabilitati
emancipati
LE PERSONE E LA FAMIGLIA

TRACCIA 3
Collegandoti al sito
www.tramontana.it/101lezioni/mp3/
troverai un valido aiuto al ripasso delle lezioni.
2

Scarica i testi e ripassa.

48
2 Adesso lo sai 3 Le Faq o domande più frequenti
Indica, con una crocetta, la risposta esatta Qui di seguito troverai una serie di domande sugli aspetti più
importanti trattati nelle lezioni 7 e 8 alle quali è opportuno
1. Hanno capacità giuridica: che tu risponda prima di proseguire nello studio degli altri
A tutti dalla nascita argomenti.
B solo i cittadini italiani Ricordati sempre di fare anche degli esempi: solo così dimo-
C tutti dalla maggiore età strerai di avere veramente capito!
D i neonati
1. Chi sono i soggetti del diritto?
2. Non l’ha mai il minorenne: 2. Quali sono i principali diritti fondamentali della persona
A capacità naturale fisica?
B capacità di agire 3. Quali sono le sedi della persona fisica?
C capacità giuridica 4. Qual è la differenza tra capacità giuridica, di agire e natu-
D capacità di intendere e di volere rale?
5. Chi sono gli incapaci assoluti? Possono compiere atti giu-
3. Ci consente di compiere da soli atti giuridici: ridici da soli?
A capacità naturale 6. Chi sono gli incapaci relativi? Possono compiere atti giu-
B capacità giuridica ridici da soli?
C capacità di intendere e di volere 7. Qual è la differenza tra atti di ordinaria e di straordinaria
D capacità di agire amministrazione?

4. Non possono essere utilizzati senza il nostro


4 Un’immagine per riflettere
consenso:
Dopo aver osservato l’immagine, rispondi alle domande
A i beni dei nostri genitori
B le circolari scolastiche
C i beni amministrati da un tutore
D nome, dati personali e immagine

5. È la sede dei nostri interessi e affari:


A la dimora
B il domicilio
C la residenza
D la casa dove si vive

6. Sono interdetti legali:


A i gravi infermi di mente
B i condannati a pene gravi
C i minorenni
D tutti gli incapaci assoluti

7. Sono rappresentati da un curatore:


A gli incapaci assoluti
B gli incapaci relativi
C i minorenni e i minori emancipati
D gli interdetti 1. Che tipo di capacità ha un minorenne?
2. Quali atti può compiere da solo?
8. Non possono compiere da soli atti giuridici:
A minorenni e minori emancipati
2

B inabilitati e minori emancipati Ti potrebbe capitare...


LE PERSONE E LA FAMIGLIA

5
C interdetti e minorenni Nel tuo quartiere abita un ragazzo ventenne diversamente
D interdetti e inabilitati abile colpito da una grave forma di malattia psichica, per cui
ha del tutto perso la sua capacità naturale e non può com-
9. I sedicenni possono: piere autonomamente atti giuridici.
A contrarre matrimonio con autorizzazione Che cosa si intende per capacità naturale?
del Tribunale per i minorenni Il ragazzo in questione avrà ancora la capacità giuridica e quel-
B contrarre matrimonio la di agire?
C compiere tutti gli atti giuridici Perché?
D compiere atti di straordinaria amministrazione Chi compirà atti giuridici nel suo interesse?

49
9
LEZIONE

La famiglia e il matrimonio
L’evoluzione della famiglia Il matrimonio e i diversi riti
La famiglia è il più antico nucleo sociale, per tale Il matrimonio è un atto giuridico, cioè un accor-
ragione ha subito nel tempo profonde modificazioni. do volontario, libero e incondizionato tra due per-
Oggi la famiglia tradizionale è di tipo mononuclea- sone, dal quale nasce un complesso rapporto che fa
re, ossia formata da un unico gruppo familiare di cui sorgere una serie di diritti e obblighi tra i due coniu-
fanno parte un uomo, una donna e i loro figli. Tutta- gi e tra questi e i loro figli.
via, in ragione di un notevole incremento delle sepa- A seconda del rito, cioè delle modalità con cui il matri-
razioni e dei divorzi, a volte si può parlare anche di monio viene celebrato, esso si distingue principalmen-
famiglia allargata, di cui fanno parte i figli di un te in: matrimonio concordatario e matrimonio civile.
coniuge divorziato o separato e quelli di un altro, a sua Esiste anche un matrimonio esclusivamente religio-
volta separato o divorziato. so, che però non ha effetti per l’ordinamento italia-
In epoca prein- no. Il matrimonio religioso cattolico, per esempio, è
dustriale, invece, quello regolato dal diritto canonico, ossia dall’ordi-
quando l’econo- namento della Chiesa cattolica. La celebrazione pura-
mia era pretta- mente religiosa non ha alcuna rilevanza giuridica e,
mente agricola, pertanto, per la legge italiana è come se i due sposi
la famiglia era non fossero coniugati.
di tipo patriar- Il matrimonio concordatario è regolato
cale, cioè consi- da un patto internazionale, detto
steva nell’unione Concordato, stipulato tra lo Sta-
di vari gruppi to italiano e la Chiesa cattoli-
familiari, sotto- ca nel lontano 1929 e rinnovato
posti all’autorità di un capostipite, ossia del membro nel 1984.
più anziano. Si trattava, pertanto, di nuclei familia- La celebrazione di tale matrimo-
ri piuttosto numerosi, che rispondevano all’esigenza nio (che costituisce la modalità
di mantenere indivise le proprietà terriere e di garan- scelta con maggiore frequenza dagli
tire forza lavoro sufficiente allo svolgimento delle fati- italiani) avviene in chiesa, da parte di
cose attività nei campi. un sacerdote, che ufficia il culto cattoli-
L’articolo 29 della Costituzione definisce la famiglia co, cioè conferisce il sacramento matrimoniale.
come una società naturale fondata sul matrimonio. In questa occasione il sacerdote assume anche le
Ciò significa che l’unica famiglia che l’ordinamento funzioni di ufficiale dello stato civile, proprio
italiano riconosce e tutela è quella che sorge in vir- come se celebrasse un matrimonio regolato dal dirit-
tù dell’atto matrimoniale. to civile italiano: prima della cerimonia provvede
La famiglia di fatto, costituita da un uomo e una don- all’affissione delle pubblicazioni, atti affissi all’albo
na che convivono, diversamente che in altri Paesi pretorio del Comune di residenza e in chiesa con-
europei, non ha rilevanza giuridica, salvo che dalla tenenti le generalità dei futuri sposi; durante la cele-
coppia non siano nati dei figli. Per il nostro ordina- brazione dà lettura degli articoli 143, 144 e 147 del
mento, infatti, due conviventi non hanno quei dirit- Codice civile e compila, per poi trasmetterla al
ti e obblighi (di assistenza morale e materiale, di fedel- Comune, una copia dell’atto matrimoniale, destina-
tà ecc.) che hanno invece due coniugi, ma i loro figli ta a essere registrata presso l’ufficio dello stato civi-
sono del tutto equiparati ai figli legittimi, cioè nati da le del municipio.
un uomo e una donna regolarmente coniugati tra loro. Il matrimonio esclusivamente civile è disciplinato dal-
LE PERSONE E LA FAMIGLIA

La famiglia di fatto, proprio per la sua ampia diffusio- la sola legge statale (art. 106 c.c. e segg.). Esso vie-
ne, è oggi al centro di numerose proposte legislative ne celebrato da un laico: un ufficiale dello stato civi-
dirette a regolamentare i rapporti tra i conviventi. le (il sindaco del luogo della celebrazione, oppure un
assessore comunale), che procede alla lettura delle
TIPI DI FAMIGLIA
formule di rito e degli articoli del Codice civile alla
presenza di due testimoni e, dopo che entrambi gli
sposi hanno manifestato la loro volontà di contrarre
il matrimonio, li dichiara marito e moglie.
Mononucleare Patriarcale Allargata Il matrimonio religioso non cattolico (art. 83 c.c.)
2

viene celebrato tra coppie di coniugi appartenenti a

50
religioni diverse da quella cattolica (per esempio, val-
desi, ebrei ecc.). 1 Nuove parole, nuove idee
Esso è, a tutti gli effetti, un matrimonio civile, poiché Completa le frasi dopo aver ripassato la lezione
è regolato dalla legge italiana: viene celebrato da un 1. La famiglia per la Costituzione è .....................................................
ministro del culto, il quale è tenuto alla trascrizione
dell’atto matrimoniale nel registro dello stato civile. ..................................................................................................................................

..................................................................................................................................

Concordatario 2. La famiglia di fatto è ..............................................................................

..................................................................................................................................

Civile ..................................................................................................................................

RITI MATRIMONIALI 3. Il matrimonio religioso cattolico è ............................................


..................................................................................................................................
Religioso cattolico
..................................................................................................................................

4. Il matrimonio concordatario è ......................................................


Religioso non cattolico ..................................................................................................................................

..................................................................................................................................

5. Il matrimonio civile è ............................................................................


Presupposti e impedimenti ..................................................................................................................................
del matrimonio ..................................................................................................................................

L’ordinamento giuridico italiano richiede alcuni par-


ticolari presupposti per la celebrazione del matrimo- 2 Adesso lo sai
nio, ovvero: la maggiore età (con l’unica eccezione Indica, con una crocetta, se l’affermazione è vera o falsa
dei minori emancipati); la capacità di intendere
1. La Costituzione italiana riconosce le famiglie
e volere; la libertà di stato, che consiste nel fat- V F
di fatto
to che la persona che contrae matrimonio sia libera
2. Il matrimonio è un atto e un rapporto V F
da qualsiasi vincolo matrimoniale anteriore, oppure,
che siano cessati, a seguito di divorzio, gli eventuali 3. Il matrimonio concordatario ha effetti
civili e religiosi V F
effetti civili di un matrimonio precedente; l’inesisten-
za di particolari impedimenti tra i coniugi, rappresen- 4. I matrimoni civili e concordatari sono preceduti
tati principalmente da stretti vincoli di parentela e dalle pubblicazioni V F
affinità tra essi. 5. Il matrimonio civile è celebrato dal sindaco
o da un assessore V F
La parentela è quel rapporto che indica i legami di
sangue tra persone che discendono da una stessa per-
sona, detta stipite. Sono parenti: padre e figlio, fra- 3 Tu e il diritto
tello e sorella, zio e nipote ecc. Alla tua età puoi sposarti?
Sei minorenne? SÌ NO
L’affinità indica, invece, i legami tra un coniuge e Sei capace di intendere e di volere? SÌ NO
i parenti dell’altro. Sono affini: genero e suocero, Devi scegliere un unico rito per sposarti? SÌ NO
cognato e cognata ecc.
Potresti far celebrare da un sacerdote cattolico
Per quanto riguarda i rapporti di adozione è, per esem- SÌ NO
un matrimonio con effetti civili?
pio, vietato il matrimonio tra l’adottato e l’adottante
2

In tal caso dovresti fare le pubblicazioni? SÌ NO


o il suo coniuge ecc.
LE PERSONE E LA FAMIGLIA

Anche se decidi di sposarti in Comune? SÌ NO

4 Ti potrebbe capitare…
Vorresti dare qualche consiglio a un’amica minorenne che
vuole sposarsi in Italia con un compagno di classe extraco-
munitario, ma non ha le idee molto chiare in merito.
Quali sono i presupposti che la legge italiana stabilisce per poter-
si sposare? Che tipi di rito potrebbe seguire? Con quali effetti?

51
10
I rapporti tra coniugi
LEZIONE

e tra genitori e figli


I rapporti tra i coniugi
I rapporti tra i coniugi sono di natura persona-
le e patrimoniale: i primi riguardano la sfera mora-
le e i secondi la sfera economica.
I rapporti tra i coniugi, secondo il Codice civile, devo-
no essere di assoluta parità.
Dal rapporto matrimoniale, per entrambi i coniugi
sorgono i seguenti obblighi: fedeltà, coabitazio-
ne, assistenza morale e materiale, collaborazio-
ne nell’interesse della famiglia.
Tutte le decisioni relative all’indirizzo familiare (scel-
te in campo economico, sociale, culturale, educati-
vo ecc.) e all’individuazione della residenza familia-
re vengono prese dai coniugi di comune accordo: per
quanto riguarda la collaborazione materiale, entram-
bi i coniugi sono tenuti, in relazione alle proprie
sostanze (reddito) e capacità di lavoro, compreso
quello casalingo, a contribuire alle spese necessarie il patrimonio fino al compimento della maggiore età.
per far fronte ai bisogni familiari. Il mantenimento è un obbligo patrimoniale e con-
siste nel provvedere alle esigenze dei propri figli, in
RAPPORTI TRA CONIUGI base alle disponibilità economiche della famiglia.
L’educazione dei figli dipende da scelte comuni da par-
te dei due coniugi, che individuano quei principi
morali ai quali i figli devono attenersi.
Personali Obblighi coniugali Patrimoniali L’istruzione comporta l’obbligo di iscrivere i figli
alle scuole dell’istruzione obbligatoria, mentre il pro-
seguimento degli studi, presso la scuola non dell’ob-
• Fedeltà bligo, dipende da decisioni indubbiamente condi-
• Coabitazione zionate dalle possibilità economiche della famiglia,
• Assistenza ma per le quali l’ordinamento impone di tener con-
• Collaborazione to delle capacità, delle inclinazioni e delle aspira-
zioni dei figli.
I figli sono tenuti a rispettare i propri genitori e, fino
I rapporti tra genitori e figli a quando convivono nella residenza familiare, sono
anche obbligati a contribuire al mantenimento del-
Entrambi i genitori sono tenuti a esercitare la pote- la famiglia, proporzionalmente al proprio reddito o a
stà nei confronti dei loro figli minori. La potestà dei qualsiasi altra fonte patrimoniale.
genitori è un insieme di diritti e di doveri che i geni-
tori esercitano nell’interesse esclusivo dei figli.
Il Codice civile stabilisce che ognuno dei due geni-
tori è obbligato a mantenere, istruire ed educare i figli, POTESTÀ DEI GENITORI
sia legittimi, sia naturali, in proporzione alle sue
LE PERSONE E LA FAMIGLIA

sostanze e capacità di lavoro professionale o casalin-


go: tale obbligo non viene meno in caso di separazio-
ne o divorzio. Solo il giudice può, per gravi motivi Mantenimento Educazione Istruzione
(maltrattamenti, abusi, costante negligenza verso i
figli), privare uno o entrambi i genitori della potestà
e, in quest’ultimo caso, conferirla a un tutore. È importante osservare, infine, che la legge equipa-
I genitori o l’eventuale tutore hanno anche la rappre- ra completamente i figli legittimi cioè nati da perso-
sentanza legale dei minori e compiono tutta una serie ne tra loro sposate, con i figli naturali, ossia nati al
di atti finalizzati al mantenimento, all’educazione e di fuori del matrimonio: entrambi hanno gli stessi
all’istruzione dei minorenni, di cui gestiscono altresì diritti e doveri.
2

52
1 Nuove parole, nuove idee 4. I genitori potrebbero essere privati della potestà
dal giudice V F
Completa le frasi dopo aver ripassato la lezione
5. I minorenni sono soggetti alla potestà
1. La potestà dei genitori è ...................................................................
del genitore con cui vivono V F

..................................................................................................................................

2. Rappresentanza legale dei minori significa ...................... 3 Tu e il diritto


Alla tua età chi ha la potestà nei tuoi confronti?
..................................................................................................................................
Sei minorenne? SÌ NO
3. L’educazione dei figli comporta ....................................................
SÌ NO
I tuoi genitori sono tenuti a mantenerti?
.................................................................................................................................. I tuoi genitori hanno la tua rappresentanza legale? SÌ NO

4. I figli legittimi sono ................................................................................. I tuoi genitori possono amministrare i tuoi beni? SÌ NO

Devi coabitare con i tuoi genitori? SÌ NO


..................................................................................................................................
Devi anche tu contribuire a mantenere
5. I figli naturali sono ................................................................................... la tua famiglia? SÌ NO

..................................................................................................................................

4 Ti potrebbe capitare…
2 Adesso lo sai Hai recentemente deciso di fare qualche lavoretto per rag-
Indica, con una crocetta, se l’affermazione è vera o falsa granellare un po’ di soldi ed essere così più indipendente sen-
za però andartene ancora di casa.Vorresti tenere per te tut-
1. Fedeltà e coabitazione sono obblighi giuridici to quanto guadagni, ma i tuoi genitori ti hanno detto che
per i coniugati V F
dovresti aiutare la famiglia, che è in difficoltà economiche
2. Anche il lavoro casalingo è una forma anche se non gravi, ma tu ti opponi.
di collaborazione materiale V F
Sei sicuro di averne diritto? Perché?
3. La residenza della famiglia viene decisa dal padre V F E se decidessi di vivere da solo? Potresti rifiutarti di aiutarli?

Su che cosa si litiga di più tra coniugi?

Riguardo agli argomenti di discussione con il part- dichiara di essere in disaccordo con il proprio partner su
ner i motivi più segnalati dalle donne che vivono in cop- quanto dialogano all’interno della coppia (51,7%), sul modo
pia sono il modo di spendere i soldi (57%) e il modo in cui di impiegare il tempo libero (49,2%) e sui rapporti con la
educare i figli (54,2%). Circa la metà delle donne inoltre parentela (48,4%).
Le occasioni di disaccordo sulla divisio-
ne del lavoro domestico sono più fre-
quenti nelle coppie in cui la donna è
occupata rispetto a quelle in cui lei è
casalinga (30,6% contro 18,3%).
Le occasioni di disaccordo sono meno
frequenti all’aumentare dell’età della
donna.
Le occasioni di disaccordo sono invece
2

più frequenti nelle coppie non coniuga-


LE PERSONE E LA FAMIGLIA

te rispetto alle coppie coniugate: discu-


te sull’avere o meno figli il 19,7% delle
coppie non coniugate (rispetto al 12,1%
delle coniugate) e sul peso del lavoro di
entrambi i partner nel rapporto di cop-
pia il 23,8% (rispetto al 18,9% delle
coniugate).

Fonte: Istat 2007, con adattamenti

53
11
LEZIONE

La separazione e il divorzio
La separazione
La separazione personale di due coniugi
si verifica quando essi decidono di non
protrarre ulteriormente la loro vita in
comune. La separazione personale può
essere di fatto o legale.
La separazione di fatto avviene sempli-
cemente quando uno o entrambi i coniu-
gi pongono, di fatto, fine alla loro convi-
venza, senza però procedere a legalizzare
tale situazione.
La separazione legale è invece soggetta ad
alcune formalità previste dalla legge: può
essere consensuale o giudiziale.
La separazione consensuale rappresenta
la soluzione più adottata ed è frutto di un
accordo tra i coniugi, che decidono
insieme le conseguenze derivanti dallo
scioglimento del loro rapporto: affidamento dei figli minori: fa venir meno i rapporti personali tra i
figli, spartizione del patrimonio ecc. Questo tipo di coniugi (fedeltà, coabitazione, assistenza, collabora-
separazione è soggetto a omologazione, ossia a un zione); determina lo scioglimento di un’eventuale
provvedimento del giudice del tribunale, con il qua- comunione legale, ossia quel particolare regime
le la separazione produce i suoi effetti per il diritto. patrimoniale per cui tutti i beni acquistati anche sepa-
In tal caso il giudice, dopo aver tentato la concilia- ratamente dai coniugi, dopo il matrimonio, sono di
zione dei coniugi, constata la loro volontà di sepa- entrambi; dispone in relazione all’affidamento dei
rarsi e si accerta che le condizioni da loro previste figli minori a entrambi i coniugi, eccezionalmente
non contrastino con l’interesse dei figli e siano con- a un solo genitore fermo restando in ogni caso l’ob-
formi alla legge. bligo di entrambi di provvedere alla loro educazione,
I coniugi fanno invece ricorso alla separazione giu- al loro mantenimento ecc.; prevede un eventuale
diziale soprattutto quando non riescono ad accordar- assegno personale di mantenimento a favore di uno
si sulle condizioni della separazione consensuale. dei coniugi.
In questo caso il tribunale, dopo aver sentito i coniu-
gi nel tentativo di riconciliarli, accerta l’esistenza di
situazioni tali da rendere intollerabile la prosecuzio- Il divorzio
ne della loro convivenza o da pregiudicare gravemen-
te l’educazione dei figli ed emette una sentenza con
Il divorzio è una causa di scioglimento del matrimo-
la quale i coniugi sono autorizzati a vivere sepa-
nio civile e di cessazione degli effetti civili del matri-
ratamente, alle condizioni stabilite dal
monio concordatario, il quale, però, continua a sus-
giudice stesso. La sentenza di separazio-
sistere come vincolo religioso.
ne legale produce effetti nei confron-
Il matrimonio concordatario, infatti, fa sorgere un vin-
ti dei coniugi e dei
colo indissolubile per la Chiesa cattolica, la quale non
ammette il divorzio e non consente quindi una secon-
LE PERSONE E LA FAMIGLIA

da cerimonia religiosa in modo da unire in matrimo-


nio le persone divorziate.
Ognuno dei due coniugi può chiedere il divorzio,
quando si verifica una delle seguenti condizioni: sepa-
razione consensuale o giudiziale ininterrotta per alme-
no tre anni; divorzio o annullamento del matrimonio
ottenuto all’estero dall’altro coniuge; rettifica, cioè
cambiamento del sesso di uno dei due coniugi; sen-
tenza di condanna del coniuge per reati gravi, com-
2

piuti anche prima del matrimonio (ergastolo, reati ses-

54
suali contro il coniuge o i discendenti ecc.); manca-
ta consumazione del matrimonio. 1 Nuove parole, nuove idee
Il tribunale pronuncia il divorzio con sentenza, dopo aver Completa le frasi dopo aver ripassato la lezione
effettuato un tentativo di conciliazione tra i due coniu- 1. La separazione personale è ..........................................................
gi. In caso di avvenuta conciliazione non si dà luogo al
divorzio e cessano anche gli effetti della separazione. A ..................................................................................................................................

differenza della sentenza di separazione, quella di divor- 2. La separazione legale è ......................................................................


zio produce lo scioglimento del vincolo matrimo-
niale. Il divorzio comporta, infatti, la definitiva cessa- ..................................................................................................................................

zione dei rapporti personali tra i coniugi, l’ottenimento 3. La separazione consensuale è ......................................................
della libertà di stato da parte dei coniugi, che potran-
no contrarre un nuovo matrimonio civile; l’affidamen- ..................................................................................................................................

to dei figli minori e l’eventuale versamento di un asse- 4. La separazione giudiziale è ..............................................................


gno periodico a favore di uno dei coniugi.
..................................................................................................................................

5. Il divorzio è......................................................................................................
GLI EFFETTI DEL DIVORZIO
..................................................................................................................................

2 Adesso lo sai
o

Indica, con una crocetta, se l’affermazione è vera o falsa


dic
ato
im to
io

mi nto
ri
atr en
on

rio
no

i st
i fi me

1. La separazione legale può essere consensuale


l m im

pe
àd
de ffida
de ciogl

o giudiziale V F
gli

o
ert

gn
A

se
Lib
S

2. Il matrimonio può essere sciolto con


As

la separazione legale e non di fatto V F

3. La separazione consensuale deve essere


omologata dal giudice V F

4. Con il divorzio l’affidamento dei figli può avvenire


Separazione giudiziale a favore di uno dei coniugi o di entrambi V F

o consensuale? 5. La libertà di stato si ottiene con la separazione V F

La legge italiana prevede due differenti possibilità di separa-


zione per i coniugi: la separazione consensuale e giudiziale. 3 Tu e il diritto
Ma il procedimento più comunemente scelto dai coniugi è Alla tua età i tuoi genitori hanno ancora il tuo affidamento?
la separazione consensuale: nel 2005 si sono chiuse consen- Sei minorenne? SÌ NO
sualmente l’85,5% delle separazioni e il 77,6% dei divorzi. SÌ NO
I tuoi genitori si occupano di te?
Circa l’82% delle separazioni giudiziali avviene per intol-
lerabilità della convivenza, il 14,6% con addebito al mari- Se si separassero avrebbero ancora il tuo
affidamento? SÌ NO
to e il 3,5% con addebito alla moglie.
Le coppie che risiedono al Nord ricorrono al rito consen- E se divorziassero? SÌ NO
suale più frequentemente di quelle residenti nell’Italia meri- E se tu fossi maggiorenne? SÌ NO
dionale.
La scelta del tipo di procedimento è condizionata anche
dalla diversità della durata della causa e dei costi. La pro- 4 Ti potrebbe capitare…
cedura che porta alla separazione consensuale o al divor- Il tuo più caro amico ti ha recentemente confidato di esse-
zio congiunto è più semplice, meno costosa e si conclu- re molto rattristato, perché i suoi genitori, dopo l’ennesimo
2

de in minore tempo. Un procedimento consensuale di litigio, hanno deciso di divorziare, data l’incompatibilità del
LE PERSONE E LA FAMIGLIA

separazione e divorzio si esaurisce mediamente in circa loro carattere.


150 giorni, mentre se si chiude con il rito contenzioso Possono farlo immediatamente oppure no? Per quale ragio-
occorrono in media 886 giorni per una sentenza di sepa- ne? Che cosa gli consiglieresti?
razione e 634 giorni per quella di divorzio.
A intraprendere più frequentemente l’iniziativa della
separazione è la donna, mentre è l’uomo separato a chie-
dere maggiormente il divorzio.
Fonte: Istat 2007, con adattamenti

55
PRENDI TEMPO LEZIONI

E RIPASSA 7 8 9 10 11

1 Una mappa per ripassare


Completa lo schema collocando nelle caselle i termini mancanti scegliendoli tra quelli proposti. Tieni presente che sono stati
indicati anche termini errati
matrimonio religioso non cattolico; famiglia di fatto; concordatario; annullamento del matrimonio; consensuale;
divorzio; convivenza; extragiudiziale; separazione di fatto; i parenti; i figli

LA FAMIGLIA

ha origine da

determina
matrimonio
...................................

può essere celebrato con rito

obblighi e diritti
civile religioso
................................... verso

può sciogliersi attraverso


un processo che inizia con la
l’altro coniuge
...................................

separazione

che può essere

giudiziale
...................................

e può concludersi
LE PERSONE E LA FAMIGLIA

con il

...................................

TRACCIA 4
Collegandoti al sito
www.tramontana.it/101lezioni/mp3/
troverai un valido aiuto al ripasso delle lezioni.
2

Scarica i testi e ripassa.

56
2 Adesso lo sai 3 Le Faq o domande più frequenti
Indica, con una crocetta, la risposta esatta Qui di seguito troverai una serie di domande sugli aspetti più
importanti trattati nelle lezioni 9, 10 e11 alle quali è oppor-
1. Per la Costituzione italiana la famiglia è: tuno che tu risponda prima di proseguire nello studio degli
A una società naturale fondata sul matrimonio altri argomenti.
B un nucleo di persone conviventi Ricordati sempre di fare anche degli esempi: solo così dimo-
C un gruppo di parenti strerai di avere veramente capito!
D una società naturale fondata sugli affetti
1. Che cos’è il matrimonio?
2. Sono presupposti per potersi validamente sposare: 2. Come può essere celebrato e da chi?
A la maggiore età o l’emancipazione ottenuta dal 3. Quali sono i diritti e gli obblighi che sorgono per i coniu-
tribunale; la libertà di stato e la capacità di intendere gi dal matrimonio?
e di volere 4. E quelli che sorgono per i coniugi verso i figli?
B la libertà di stato, la separazione e la maggiore età 5. Qual è la differenza tra separazione consensuale e giudi-
C la capacità giuridica e di agire ziale?
D la maggiore età, la libertà di stato e la capacità di 6. Che cos’è l’omologazione?
intendere e di volere 7. Quali sono gli effetti della separazione legale?
8. Quali sono quelli del divorzio?
3. Il rito matrimoniale può essere:
A civile, religioso
B civile, legale, religioso 4 Un’immagine per riflettere
C civile, religioso e concordatario Dopo aver osservato l’immagine, rispondi alle domande
D comunale ed ecclesiastico

4. Per legge entrambi i coniugi hanno i seguenti obblighi:


A assistenza morale e materiale, collaborazione
B fedeltà, coabitazione, assistenza morale e materiale,
collaborazione
C lealtà, fedeltà, rispetto reciproco
D assistenza morale e materiale

5. Entrambi i coniugi hanno:


A la potestà sui figli maggiorenni e minorenni
B la potestà sui figli minorenni
C la rappresentanza legale dei figli
D la rappresentanza legale e la potestà dei loro figli
minori

6. Il divorzio si ottiene dopo: 1. Che tipo di rito è celebrato nella foto?


A la separazione di fatto ininterrotta per 2 anni
2. Che effetti può avere questo tipo di matrimonio?
B la separazione legale ininterrotta per 3 anni
C la separazione di fatto ininterrotta per 3 anni
D 2 anni dall’omologazione
5 Ti potrebbe capitare...
Una coppia di amici dei tuoi si è prima separata solo di fatto
7. La separazione consensuale: e poi legalmente. In presenza del giudice hanno però deciso
A è soggetta a omologazione
di riconciliarsi e di non procedere al divorzio.
B non è soggetta a omologazione
C è illegale
Che cosa si intende per separazione di fatto, legale e divor-
zio?
2

D non ha effetti legali


Il loro vincolo matrimoniale comunque sarà sciolto?
LE PERSONE E LA FAMIGLIA

Continueranno ad avere gli stessi diritti e obblighi recipro-


8. Determina lo scioglimento del matrimonio:
A la separazione di fatto
ci?
B la separazione giudiziale
C il divorzio
D la separazione consensuale omologata

57
ESERCIZI IN
2
MODULO
LEZIONI

AUTOVALUTAZIONE 7 8 9 10 11
Svolgi questi esercizi solo dopo aver studiato gli argomenti del modulo 2. Calcola il tuo punteggio
attribuendo a ciascuna risposta esatta due punti e zero punti per ogni risposta errata o omessa.

1 Per aiutarti a ripassare D. Viene celebrato da un sacerdote che in tale circostanza


Completa il testo inserendo negli spazi vuoti i termini assume anche il ruolo di ufficiale di stato civile
indicati di seguito E. Situazione in cui una persona non è in grado di
compiere autonomamente atti giuridici
I soggetti la cui capacità di agire è limitata si distinguono in F. Domicilio
................................... (minorenni e interdetti) e ...................................
(minori emancipati e inabilitati). 1. Capacità giuridica
È ...................................chi non può compiere personalmente alcun atto 2. Incapacità di agire
giuridico, ed è pertanto rappresentato da un ................................... , 3. Matrimonio concordatario
mentre è ................................... chi può compiere personalmente solo 4. Potestà dei genitori
alcuni tipi di atti (di ordinaria amministrazione) ed è invece assi- 5. Divorzio
stito da un ................................... per gli atti di straordinaria ammi- 6. Sede dei propri interessi
nistrazione. e affari

A. È causa di scioglimento del matrimonio con effetti


capacità naturale, incapaci relativi, incapaci assoluti, incapace civili
naturale, incapace assoluto, tutore, incapace relativo, curatore B. Può essere di fatto o legale e questa si distingue in
consensuale e giudiziale
Le persone fisiche spesso costituiscono una ................................... C. Sono incapaci relativi e possono compiere
che, per il diritto è una ................................... naturale fondata sul autonomamente solo atti di ordinaria
matrimonio. amministrazione
Il ................................... è un atto e un rapporto giuridico con effet- D. È un provvedimento del tribunale con il quale la
ti civili (matrimonio civile) se la cerimonia è celebrata in separazione consensuale produce i suoi effetti per il diritto
comune o in una chiesa cattolica con ................................... oppu- E. Sono incapaci assoluti e non possono compiere
re con soli effetti religiosi (matrimonio religioso cattolico o da soli né atti di ordinaria né di straordinaria
non). amministrazione
Dal matrimonio sorgono diritti e obblighi per i coniugi tra di
loro e verso i loro figli. F. Luogo in cui si vive abitualmente
1. Inabilitati e minori emancipati
famiglia di fatto, comunità, famiglia, rito concordatario, rito 2. Omologazione
giudiziario, società, matrimonio, effetti civili 3. Residenza
4. Interdetti e minorenni
La ................................... di due coniugi si verifica quando essi deci- 5. Separazione
dono di non protrarre ulteriormente la loro vita in comune: 6. Divorzio
può essere di fatto o legale. ■ punti: …….........…
La separazione legale è soggetta ad alcune formalità previ-
ste dalla legge: può essere ................................... 3 Per verificare che cosa sai
Indica, con una crocetta, se l’affermazione è vera o falsa
separazione personale, separazione legale, consensuale o
giudiziale, di fatto 1. I soggetti del diritto sono le persone fisiche
e le organizzazioni collettive V F
■ punti: …….........…
2. La capacità giuridica si acquista con
LE PERSONE E LA FAMIGLIA

la maggiore età e si perde con la morte V F


2 Per arricchire il tuo vocabolario
Abbina ciascuna espressione del primo gruppo 3. La capacità di agire si perde solo
con la morte V F
con la corrispondente del secondo gruppo
4. La dimora è il luogo in cui una persona
A. Insieme di diritti e doveri che i genitori esercitano fisica vive abitualmente V F
nell’interesse dei figli 5. La capacità di agire può essere limitata
B. Scioglimento del matrimonio civile e cessazione degli da infermità mentale e da altre cause V F
effetti civili del matrimonio concordato 6. Gli incapaci assoluti sono rappresentati
C. Possibilità di essere titolare di diritti e obblighi giuridici da un tutore V F
2

60
7. I curatori assistono gli incapaci relativi 5. Sono incapaci relativi:
per gli atti di ordinaria amministrazione V F A inabilitati e minori emancipati
8. Gli interdetti legali e giudiziali non possono B minorenni e minori emancipati
compiere atti giuridici V F C minorenni e interdetti
D minorenni e inabilitati
9. Per la Costituzione italiana la famiglia
è una comunità di fatto V F 6. Il matrimonio concordatario è celebrato da:
A il sindaco
10.Il matrimonio è un atto e un rapporto
B il sindaco o un assessore comunale
regolato dall’ordinamento giuridico V F
C il sacerdote cattolico
11.Il matrimonio religioso cattolico, regolato D il ministro di un culto religioso
dal solo diritto canonico, non ha
V F
7. Entrambi i coniugi hanno i seguenti obblighi verso i
effetti civili
loro figli legittimi e naturali:
12.Solo i genitori che convivono con i loro figli A istruzione, educazione e mantenimento
hanno la potestà e la rappresentanza legale B fedeltà, coabitazione, assistenza morale e
dei loro figli minori V F
materiale, collaborazione
13.Anche i figli, che convivono con la propria C lealtà, fedeltà, rispetto reciproco
famiglia, devono contribuire D assistenza reciproca morale e materiale
a mantenerla V F 8. La separazione legale è:
14.I beni dei figli minorenni vengono A solo giudiziale
amministrati dai genitori V F B consensuale o giudiziale
C una separazione di fatto
15.Il divorzio si può ottenere per separazione
V F D consensuale o giuridica
legale ininterrotta per almeno tre anni
■ punti: …….........…
16.Con il divorzio i genitori perdono
l’ affidamento dei figli minorenni V F

17.L’omologazione riguarda la separazione


consensuale V F

18.In caso di divorzio i figli minorenni sono


sempre affidati alla madre V F

■ punti: …….........… Facciamo i conti


Dopo aver inserito il punteggio negli spazi predisposti,
barra con una crocetta il quadratino corrispondente
4 Per verificare che cosa hai compreso al tuo punteggio complessivo.
Indica, con una crocetta, la risposta esatta
1 Per aiutarti a ripassare Punti ……..... +
1. La capacità giuridica si acquista:
2 Per arricchire il tuo vocabolario Punti ……..... +
A con il passaporto
B con una sentenza del giudice 3 Per verificare che cosa sai Punti ……..... +
C con la nascita 4 Per verificare che cosa hai compreso Punti ……..... =
D con la maggiore età Totale Punti …….....
2. La capacità di agire può essere limitata con:
A un atto del Sindaco da 0 a 35 punti
B un atto dell’assistente sociale devo studiare con più impegno e attenzione
C un atto dell’ospedale
D una sentenza del giudice da 36 a 59 punti
è meglio che studi ancora tutte le lezioni
3. È il luogo dove si vive abitualmente:
A dimora da 60 a 75 punti
2

B domicilio ho raggiunto la sufficienza,


LE PERSONE E LA FAMIGLIA

C residenza ma se voglio risultati migliori devo ripassare


D seconda casa
da 76 a 90 punti
4. Possono compiere da soli atti di ordinaria
bene! I miei sforzi hanno dato buoni risultati
amministrazione:
A minorenni e minori emancipati da 91 a 100 punti
B inabilitati e interdetti sono andato molto bene,
C inabilitati e minori emancipati posso uscire con gli amici
D minorenni e interdetti

61
3
MODULO

LE PERSONE GIURIDICHE
E IL RAPPORTO GIURIDICO
I TUOI OBIETTIVI
Conoscerai il significato di:
• organizzazione collettiva
• persona giuridica
PER • ente di fatto
PARTIRE • patrimonio e
autonomiapatrimoniale
• organo e conferimento
• rapporto giuridico
• diritto, obbligo, parte, contratto
• bene libero e bene giuridico
Dovrai conoscere:
• le parole diritto
e norma Saprai distinguere
• la nozione e confrontare:
di persona fisica
• le organizzazioni collettive
• l’autonomia patrimoniale
perfetta e l’autonomia
patrimoniale imperfetta
• i vari tipi di persona giuridica
e di enti di fatto
• il rapporto giuridico e il contratto
• le situazioni giuridiche attive
LE PERSONE GIURIDICHE E IL RAPPORTO GIURIDICO

START e passive
• i beni liberi e i beni giuridici

L12
LE ORGANIZZAZIONI
COLLETTIVE

L13 PRENDI
TEMPO
LE PERSONE E RIPASSA
GIURIDICHE VERIFICA
LEZIONI
E GLI ENTI DI FATTO
3

12, 13

62
PRENDI
L15 TEMPO
E RIPASSA
L’OGGETTO VERIFICA
DEL DIRITTO LEZIONI
14,15

IL TUO
TRAGUARDO

D&E MAGAZINE
L14 Ma quanti
IL RAPPORTO volontari ci sono
GIURIDICO in Italia?

ESERCIZI IN
3
LE PERSONE GIURIDICHE E IL RAPPORTO GIURIDICO
AUTO-
VALUTAZIONE

63
12
LEZIONE

Le organizzazioni collettive
I caratteri delle organizzazioni collettive parte al momento dell’adesione o successivamente,
oppure ricevendo beni da donatori o, ancora, chie-
L’organizzazione collettiva è un soggetto del diritto dendo dei prestiti alle banche e così via.
solitamente costituito da più persone e/o da un insie-
me di beni, finalizzati al raggiungimento di uno sco-
po comune. L’autonomia patrimoniale
Tale scopo può essere economico, come per esem-
pio, arricchire gli aderenti all’organizzazione (pensa alle Ma che rapporti vi sono tra il patrimonio dell’organiz-
società commerciali che si occupano di produrre o zazione collettiva e quello dei suoi componenti? In altre
scambiare beni, di trasporti ecc.) oppure non eco- parole, se un’organizzazione ha dei debiti (ossia deve
nomico, ossia di tipo benefico, culturale, sportivo, pagare delle somme ad altri soggetti), di questi rispon-
politico ecc. (pensa invece a un circo- de solo l’organizzazione con il suo patrimonio oppure
lo culturale o a un’associazione come ne rispondono anche i singoli componenti?
il WWF, l’Aido – Associazione italiana Per rispondere a questa domanda, dobbiamo premet-
donatori organi – Legambiente ecc.). tere che le organizzazioni collettive si distinguono tra
L’attività svolta dalle organizzazioni col- loro in base all’autonomia patrimoniale: perfetta o
lettive può essere quanto mai varia, per imperfetta.
esempio, possono commercializzare o Quando l’autonomia patrimoniale è perfetta si verifi-
produrre beni e servizi, erogare servizi nel ca la completa separazione del patrimonio dell’or-
settore sanitario, culturale, della forma- ganizzazione rispetto a quello delle persone che vi fan-
zione ecc. Nello svolgimento di tali atti- no parte (per esempio, soci o associati), ed è solo l’or-
vità esse devono compiere in continua- ganizzazione a rispondere dei debiti sociali.
zione atti di natura giuridica: per esempio, possono Pertanto, i creditori dell’organizzazione, per esempio,
acquistare beni e gestirli, chiedere prestiti, organizzare chi le ha prestato del denaro, come le banche, pos-
ed effettuare lavori, stare in giudizio in controversie giu- sono rifarsi esclusivamente sul patrimonio sociale,
diziarie ecc. Per realizzare i loro fini necessitano quin- ossia dell’organizzazione.
di di un patrimonio e di appositi organi, ossia di per- Le organizzazioni dotate di autonomia patrimoniale
sone fisiche che realizzano concretamente gli scopi perfetta si chiamano persone giuridiche.
dell’organizzazione, ne gestiscono il patrimonio, ne Autonomia patrimoniale imperfetta significa invece
decidono e svolgono le singole attività ecc. non completa separazione del patrimonio sociale
Il patrimonio può essere formato da beni mobili, rispetto a quello delle persone che fanno parte del-
immobili o mobili registrati, denaro ecc. l’organizzazione. In tal caso dei debiti sociali rispon-
Le organizzazioni si procurano spesso il proprio patri- dono anche gli aderenti.
monio raccogliendo delle quote o dei conferimenti da Pertanto i creditori dell’organizzazione, se il patrimo-
parte degli interessati, ossia somme in denaro o beni nio sociale risulta insufficiente, potranno rifarsi su
LE PERSONE GIURIDICHE E IL RAPPORTO GIURIDICO

che ogni aderente porta all’organizzazione di cui fa quello dei membri dell’organizzazione.
Le organizzazioni dotate di autonomia patrimoniale
imperfetta sono prive di personalità giuridica, e ven-
ORGANIZZAZIONI COLLETTIVE gono anche definite enti di fatto.

ORGANIZZAZIONI COLLETTIVE

Patrimonio Organi

Autonomia patrimoniale Autonomia patrimoniale


Beni, denaro, crediti perfetta imperfetta
e debiti

Dei debiti sociali Dei debiti sociali


Scopo economico Scopo non economico risponde solo rispondono
(per esempio, (per esempio, l’organizzazione l’organizzazione
società commerciali) associazioni varie ecc.) con il suo patrimonio e i suoi membri
3

64
Un esempio può aiutarci a comprendere la differen-
za tra autonomia patrimoniale perfetta e imperfetta: 1 Nuove parole, nuove idee
se una società ha autonomia patrimoniale perfetta e Completa le frasi dopo aver ripassato la lezione
ha 100.000 euro di debiti, ma può pagarne solo 1. L’organizzazione collettiva è ...........................................................
50.000, i creditori non potranno chiedere la somma
mancante ai soci. Diversamente, se ha l’autonomia ..................................................................................................................................

patrimoniale imperfetta, i creditori potranno chiede- 2. Il patrimonio è ............................................................................................


re la differenza ai soci, che dovranno provvedere al
pagamento con il loro patrimonio personale. ..................................................................................................................................

3. Il conferimento è ......................................................................................
ORGANIZZAZIONI COLLETTIVE
..................................................................................................................................

4. Autonomia patrimoniale perfetta significa ........................

..................................................................................................................................
Persone giuridiche Enti di fatto
5. Autonoma patrimoniale imperfetta significa ...................

..................................................................................................................................
Dotate personalità Prive di personalità
giuridica giuridica
2 Adesso lo sai
Indica, con una crocetta, se l’affermazione è vera o falsa
Autonomia patrimoniale Autonomia patrimoniale 1. Le organizzazioni collettive hanno scopo
perfetta imperfetta V F
economico o non economico
2. Le organizzazioni collettive sono tutte persone
giuridiche V F

3. Le organizzazioni collettive si avvalgono di organi V F


Costituire un’associazione 4. Gli organi sono formati da beni V F
CI

PRATI
5. Si aderisce a una organizzazione collettiva
Come si costituisce un’associazione priva di persona- tramite dei conferimenti V F
lità giuridica?
Innanzitutto non occorre recarsi da un notaio, ma i soci
fondatori devono accordarsi e predisporre una scrittura pri- 3 Tu e il diritto
vata, cioè un atto scritto da loro stessi, che in questo caso Quali organizzazioni conosci?
consiste in un atto costitutivo e uno statuto che riguar- Conosci delle organizzazioni collettive
da il funzionamento dell’organizzazione. È preferibile pre- per giovani? SÌ NO

© RCS Libri S.p.A. - Divisione Education, Milano


sentare gli atti così predisposti all’Agenzia delle entrate SÌ NO
Fai parte di una organizzazione collettiva?
che procederà alla loro registrazione con un costo com-

3
Ha uno scopo non economico? SÌ NO
plessivo non superiore a 200 euro. Inoltre devono essere
LE PERSONE GIURIDICHE E IL RAPPORTO GIURIDICO
versate delle quote associative anche simboliche. Hai effettuato un conferimento per aderirvi? SÌ NO

Ha un suo patrimonio? SÌ NO
Che cosa deve contenere l’atto costitutivo? SÌ NO
Fai parte di un organo dell’organizzazione?
La data di costituzione e la sede dell’associazione; le gene-
ralità e il codice fiscale dei soci fondatori; la denomina-
zione sociale, cioè il nome dell’associazione, la sua finali- 4 Ti potrebbe capitare…
tà (per esempio, associazione/società sportiva dilettanti-
stica); l’indicazione “associazione senza finalità di lucro” Con alcuni amici vorresti dare vita a una piccola organizza-
e la nomina dei primi organismi dirigenti (presidente, vice- zione tra ragazzi amanti dei giochi elettronici per scambiar-
presidenti, tesoriere, segretario ecc.). vi materiali, informazioni, consigli, organizzare tornei e rea-
lizzare anche un sito con un blog.
Come si provvede invece al suo riconoscimento? Gli scambi sarebbero gratuiti, ma per i tornei occorrerà pro-
Il riconoscimento avviene in seguito all’iscrizione nel Regi- curarsi qualche premio per i primi in classifica.
stro delle persone giuridiche istituito presso le prefetture, Che tipo di scopo avrebbe la tua organizzazione?
oppure presso le Regioni per le persone giuridiche che ope- Sarebbe dotata di un patrimonio?
rano nelle materie attribuite alla competenza delle Regioni. Come potrebbe raccogliere fondi per i premi e per realizza-
Per saperne di più consulta i siti: re il suo sito?
www.cesvot.it oppure www.psglombardia.it

65
13
LEZIONE

Le persone giuridiche e gli enti di fatto


Le persone giuridiche Gli enti di fatto
Le persone giuridiche sono organizzazioni collettive, Gli enti di fatto sono organizzazioni collettive, dotate
dotate di autonomia patrimoniale perfetta, che si di autonomia patrimoniale imperfetta, che si suddivi-
distinguono in: associazioni riconosciute, fonda- dono in: associazioni non riconosciute, comitati
zioni, società di capitali. e società di persone.
Le associazioni riconosciute sono organizzazioni costi- Si tratta di organizzazioni sempre più diffuse nella
tuite da un insieme di persone (associati) che, trami- nostra società.
te un determinato patrimonio, perseguono un fine non Le associazioni non riconosciute sono organiz-
lucrativo, che non comporta cioè alcun vantaggio di zazioni del tutto simili (per struttura e fini) a quelle
tipo economico per gli aderenti. Lo scopo può esse- riconosciute, ma diversamente da esse non hanno
re culturale, religioso, sportivo, umanitario ecc. chiesto o ottenuto il riconoscimento.
Le fondazioni sono organizza- Tra le più importanti a livello socio-politico possia-
zioni formate da un patrimo- mo ricordare i sindacati, che tutelano gli interessi
nio finalizzato a uno scopo non dei lavoratori, e i partiti politici, i cui membri soli-
lucrativo. Sono molto diffuse tamente partecipano alle competizioni elettorali e si
in ambito culturale (si occupa- occupano degli interessi della collettività.
no, per esempio, di erogare bor- I comitati sono organizzazioni a carattere tempora-
se di studio, di ricerca scienti- neo che vengono solitamente costituite per la raccol-
fica e di studi in determinati set- ta di fondi destinati a fini non lucrativi (per esempio,
tori, come, per esempio, la fondazio- per soccorrere soggetti in difficoltà).
ne Giovanni Agnelli di Torino nel Le società di persone (società semplice, società in
campo economico e sociale) e assi- nome collettivo, società in accomandita semplice)
stenziale (si occupano, per esempio, di assistere deter- sono, come le società di capitali, delle organizzazio-
minate categorie di soggetti). Sorgono solitamente per ni che svolgono un’attività economica imprenditoria-
volontà di un fondatore che decide di destinare una par- le, ma sono sempre prive di personalità giuridica.
te o tutto ciò che possiede a uno scopo umanitario.
GLI ENTI DI FATTO
Le società di capitali
Le società di capitali (società a responsabilità limita-
ta, società per azioni e società in accomandita per Associazioni Comitati Società di
non persone
azioni) sono delle organizzazioni che svolgono un’at- riuscite
tività economica imprenditoriale, che consiste nel-
LE PERSONE GIURIDICHE E IL RAPPORTO GIURIDICO

la produzione e nello scambio di beni o servizi e che,


quindi, ha un fine di tipo solitamente lucrativo. s.s, s.n.c.,
Le persone giuridiche appena descritte acquistano s.a.s.
la personalità giuridica in modi assai diversi (per
esempio, le associazioni e le fondazioni tramite un
apposito riconoscimento dello Stato o delle Regioni,
le società tramite una registrazione).

Associazioni
riconosciute

LE PERSONE
Fondazioni
GIURIDICHE

Società di capitali
(s.p.a., s.a.p.a., s.r.l.)
3

66
1 Nuove parole, nuove idee 4. Sono persone giuridiche le fondazioni, le società
di capitali e le associazioni riconosciute V F
Completa le frasi dopo aver ripassato la lezione
5. Associazioni e fondazioni non hanno
1. La persona giuridica è ......................................................................... V F
scopo di lucro
..................................................................................................................................

2. L’associazione riconosciuta è ....................................................... 3 Tu e il diritto


..................................................................................................................................
Conosci o fai parte di persone giuridiche?
Conosci qualche tipo di persona giuridica? SÌ NO
3. La fondazione è .......................................................................................... SÌ NO
Hanno tutte scopo non lucrativo?
.................................................................................................................................. Sono tutte dotate di un patrimonio? SÌ NO

4. La società di capitali è .......................................................................... Sono tutte dotate di organi? SÌ NO

Nella tua famiglia qualcuno fa parte


..................................................................................................................................
di una persona giuridica come socio o associato? SÌ NO
5. L’ente di fatto è Ha scopo lucrativo? SÌ NO

..................................................................................................................................

4 Ti potrebbe capitare…
2 Adesso lo sai Un tuo parente molto ricco ha deciso di destinare una parte
Indica, con una crocetta, se l’affermazione è vera o falsa del suo patrimonio per costituire una organizzazione, non
lucrativa, finalizzata ad assistere tutti i ragazzi colpiti da
1. Le persone giuridiche hanno autonomia malattie molto rare realizzando appositi spazi all’interno di
patrimoniale imperfetta V F
alcuni ospedali locali.
2. Le persone giuridiche sono riconosciute Secondo te, dovrebbe dar vita a una società, una associazio-
o registrate V F
ne o una fondazione?
3. Tutte le associazioni sono persone giuridiche V F Per quali ragioni?

Le fondazioni in Italia: un soggetto in crescita

In Italia vi sono circa 5000 fondazioni: è importante nota- zate al raggiungimento dello scopo statutario (lo statu-
re che il numero di fondazioni costituite negli ultimi anni to è un atto che indica finalità, organi e funzionamento
è in forte crescita, come si rileva dal grafico sottostante. dell’organizzazione che lo ha adottato);
Lo sapevi? • erogative: erogano sussidi e contributi ad altri soggetti
In base al tipo di oggetto sociale che perseguono, le fon- (tipicamente persone o altre istituzioni non profit, cioè

3
dazioni sono state così distinte: senza fini lucrativi) realizzando, quindi, indirettamente
LE PERSONE GIURIDICHE E IL RAPPORTO GIURIDICO
• operative: realizzano direttamente servizi di pubblica lo scopo statutario;
utilità gestendo una o più strutture (case di cura, case • miste: svolgono entrambe le funzioni ricoperte sia dalle
di riposo, scuole, biblioteche, musei, teatri ecc.) finaliz- fondazioni operative sia erogative.

Fondazioni per periodo di costituzione - Anno 2005 (valori percentuali totale = 100)

1996-2005 54,6

1986-1995 20,0

1976-1985 10,8

Prima del 1976 14,6

0 10 20 30 40 50 60
Fonte: Istat, con adattamenti

67
PRENDI TEMPO LEZIONI

E RIPASSA 12 13 14 15

1 Una mappa per ripassare


Completa lo schema collocando nelle caselle i termini mancanti scegliendoli tra quelli proposti. Tieni presente
che sono stati indicati anche termini errati
autonomia patrimoniale incompleta; autonomia patrimoniale imperfetta; comitati; associazioni auto-
rizzate; società economiche; società di capitali; fondazioni; associazioni non riconosciute; s.n.c., s.a.s.,
s.s.; scopo non economico; persone giuridiche; circoli; scopo non produttivo; persone fisiche

ORGANIZZAZIONI
COLLETTIVE

hanno

patrimonio organi

costituito da

beni, denaro,
crediti e debiti

possono avere

scopo ..........................
economico ..........................

sono

..........................
LE PERSONE GIURIDICHE E IL RAPPORTO GIURIDICO

enti di fatto
..........................

autonomia ................................
patrimoniale perfetta hanno hanno ................................

associazioni
.......................... riconosciute ..........................

s.p.a.
società di persone
s.a.p.a. .......................... ..........................
s.r.l.

TRACCIA 5 ..........................
Collegandoti al sito ..........................
3

www.tramontana.it/101lezioni/mp3/
troverai un valido aiuto al ripasso delle lezioni.
68 Scarica i testi e ripassa.
2 Adesso lo sai 3 Le Faq o domande più frequenti
Indica, con una crocetta, la risposta esatta Qui di seguito troverai una serie di domande sugli aspetti più
importanti trattati nelle lezioni 12 e 13 alle quali è oppor-
1. Il patrimonio è formato da: tuno che tu risponda prima di proseguire nello studio degli
A beni altri argomenti.
B debiti e crediti Ricordati sempre di fare anche degli esempi: solo così dimo-
C debiti strerai di avere veramente capito! !
D beni, denaro, crediti, debiti
1. Che cosa sono le organizzazioni collettive?
2. Come si classificano?
2. Se l’autonomia patrimoniale di un’organizzazione
3. Qual è la differenza tra autonomia patrimoniale perfetta
collettiva è perfetta:
e imperfetta?
A dei debiti sociali rispondono i suoi membri
4. Qual è la differenza tra persona giuridica ed ente di fat-
B dei debiti sociali rispondono i suoi amministratori
to?
C dei debiti sociali risponde la stessa con il suo
5. Quali sono le persone giuridiche?
patrimonio
6. Quali sono gli enti di fatto?
D dei debiti sociali rispondono i suoi fondatori
7. Quali sono le società di capitali e quali le società di per-
sone?
3. Le persone giuridiche hanno:
A organi e autonomia patrimoniale perfetta
B solo organi 4 Un’immagine per riflettere
C solo beni e persone Dopo aver osservato le immagini, rispondi alle domande
D organi e autonomia patrimoniale imperfetta

4. Gli enti di fatto:


A sono persone giuridiche
B hanno autonomia patrimoniale perfetta
C non hanno autonomia patrimoniale
D hanno autonomia patrimoniale imperfetta

5. Le associazioni sono:
A società lucrative
B organizzazioni costituite da una pluralità di persone
con uno scopo non lucrativo in comune
C gruppi politici e organizzazioni sindacali
D organizzazioni costituite da un patrimonio destinato
a uno scopo lucrativo

6. Hanno personalità giuridica:


A società di capitali, associazioni non riconosciute e

3
fondazioni 1. Si tratta dei loghi di alcune
B associazioni non riconosciute, comitati e società di associazioni: che cos’è LE PERSONE GIURIDICHE E IL RAPPORTO GIURIDICO
persone un’associazione?
C associazioni riconosciute, fondazioni e società di
capitali 2. Di che tipo sono?
D società di persone e di capitali 3. Le associazioni hanno scopo
economico o non economico?
7. Svolgono attività economiche produttive o di scambio:
A le associazioni
B le associazioni e le fondazioni
C i comitati
D le società 5 Ti potrebbe capitare...
Con degli amici sportivi amanti della canoa decidi di dar vita
8. Non hanno mai scopo lucrativo: a un’organizzazione collettiva di piccole dimensioni, che orga-
A associazioni e società nizzi incontri, corsi di formazione e gare periodiche.
B associazioni, fondazioni e comitati Di che tipo di organizzazione collettiva potrebbe trattarsi?
C società, fondazioni e comitati Avrà personalità giuridica?
D associazioni Che cosa significa avere personalità giuridica?

69
14
LEZIONE

Il rapporto giuridico
Il rapporto giuridico in generale La principale situazione giuridica attiva è il diritto
soggettivo: esso consente al suo titolare di agire nei
I soggetti del diritto, sia le persone fisiche sia le orga- confronti di altri per la tutela del suo interesse. Pos-
nizzazioni collettive, nella realtà danno vita a continui siamo perciò definire il diritto soggettivo un interes-
rapporti tra di loro. se giuridicamente tutelato. Per esempio, il credito-
In certi casi si tratta di situazioni che non riguardano re ha il diritto di obbligare il debitore a restituire la
il diritto, in altri casi si tratta invece di situazioni che somma che gli ha prestato.
hanno rilevanza per il diritto. La principale situazione giuridica passiva è l’obbli-
I nostri comportamenti, infatti, possono dare origi- go giuridico: esso consiste nel tenere un certo com-
ne sia a rapporti di natura personale, non disciplina- portamento nei confronti di altri (uno o più sogget-
ti dall’ordinamento giuridico (per esempio, amicizia, ti determinati). Per esempio, chi ha ricevuto un bene
affetto tra genitori e figli ecc.), sia a rapporti che in prestito deve restituirlo al proprietario alla scaden-
sono presi in considerazione, quindi rego- za del prestito.
lati, dal diritto (per esempio, La legge prevede che, nel caso in cui una persona non
acquisto di beni, presti- tenga il comportamento a cui è obbligata, possa esse-
ti ecc.). re costretta, su iniziativa della parte interessata, a fare
In questa se- quanto le è imposto dalla legge, anche con l’uso del-
conda ipotesi, la forza. Per fare ciò è però necessario chiedere l’in-
noi diamo vita tervento dell’autorità giudiziaria, la quale può
a un rapporto costringere la persona a tenere il comportamento che
giuridico. le viene imposto.
Possiamo definire il Per esempio, se è obbligata a lasciare libero un appar-
rapporto giuridico come qualsiasi relazione tra due o tamento e non vi provvede, la forza pubblica può
più soggetti o, più correttamente, parti, regolata dal intervenire per sgombrare i locali e allontanare la per-
diritto oggettivo, ossia da norme giuridiche. sona (cosiddetto sfratto).
I rapporti giuridici determinano, a carico delle parti,
rispettivamente degli obblighi e dei diritti.
Così, quando ti rechi in un negozio e comperi un vesti- Il contratto
to hai il diritto di ottenere il vestito e, contempora-
neamente, hai l’obbligo di pagarlo. Allo stesso modo, Il principale strumento giuridico con cui le parti dan-
se presti l’auto a un amico, hai il diritto di pretende- no vita a un rapporto giuridico è il contratto.
re che il tuo amico te la restituisca e, pertanto, que- All’articolo 1321 del Codice civile il contratto viene
st’ultimo ha l’obbligo di riconsegnarti l’auto. definito come l’accordo di due o più parti per costi-
tuire, regolare o estinguere tra loro un rapporto giu-
ridico patrimoniale.
LE PERSONE GIURIDICHE E IL RAPPORTO GIURIDICO

RAPPORTO GIURIDICO Il contratto può essere un accordo bilaterale oppu-


re plurilaterale, cioè tra due o più parti, che inten-
dono conciliare i loro opposti interessi oppure rea-
lizzare uno scopo, a volte comune.
Obblighi Diritti Nel contratto di lavoro, per esempio, il lavoratore si
impegna a cedere una prestazione di lavoro in cam-
bio della retribuzione, mentre il suo datore di lavo-
ro è interessato a ottenere un’attività lavorativa svol-
ta con professionalità e diligenza. Con il contratto
costitutivo di una associazione sportiva, invece, gli
Le situazioni giuridiche soggettive associati intendono dare vita a una organizzazione col-
lettiva che si occupi, per esempio, di calcio.
Nel rapporto giuridico quindi un soggetto può trovar- Il contratto è fonte di un’obbligazione, cioè di un
si in una situazione giuridica, detta situazione atti- rapporto giuridico di natura patrimoniale, poiché ha
va, per cui può tenere o pretendere che altre persone per oggetto un bene, una prestazione o un diritto,
tengano un certo comportamento a lui favorevole o, al che hanno una valutazione economica.
contrario, può essere tenuto a un determinato compor- Ha la finalità di costituire, regolare o estingue-
tamento a favore di altri, cosiddetta situazione passiva. re i rapporti giuridici obbligatori. Si pensi a un con-
3

70
tratto di lavoro a tempo determinato, finalizzato a costi-
tuire, regolare ed estinguere il rapporto di lavoro con 1 Nuove parole, nuove idee
un dipendente per un periodo di tempo predetermi- Completa le frasi dopo aver ripassato la lezione
nato (per esempio, dal 1° gennaio al 31 maggio). 1. Il rapporto giuridico è ..........................................................................
Ha, infine, la finalità di costituire o trasferire dei
diritti. Ne è un esempio la compravendita con la qua- ..................................................................................................................................

le un soggetto, detto venditore, trasferisce ............................................................................................................................


il suo diritto di proprietà su un bene a
2. Parte significa
un soggetto, detto compratore. ......................................................................

..........................................................................................................

CONTRATTO ......................................................................................................

3. La situazione giuridica attiva è


.....................................................................................................
Rapporto ......................................................................................................
giuridico
patrimoniale 4. La situazione giuridica passiva è
..................................................................................................................

...............................................................................................................................

Obblighi Diritti 5. Il contratto è ...............................................................................................

..................................................................................................................................

..................................................................................................................................

Acquistare beni e servizi 2 Adesso lo sai


CI

PRATI on line Indica, con una crocetta, se l’affermazione è vera o falsa


1. Il rapporto giuridico è sempre regolato dal diritto
Come si stipula un contratto on line? V F
soggettivo
Quando decidi di acquistare on line un servizio, come il
biglietto di un concerto, di un volo aereo oppure un pro- 2. Dal rapporto giuridico sorgono diritti e obblighi
per le parti V F
dotto che ti piace, stipuli un contratto anche se non hai
l’occasione di contattare personalmente il venditore. Per 3. Tutti i rapporti umani sono giuridici V F
tale ragione è consigliabile accedere ai siti ufficiali degli 4. Il contratto è un accordo tra due o più parti V F
operatori più seri e maggiormente utilizzati! Dovrai sele- V F
5. Tutti gli accordi sono dei contratti
zionare i beni o i servizi che ti interessano seguendo atten-
tamente le indicazioni per l’acquisto, scegliere le moda-
lità di consegna e di pagamento dei prodotti acquistati e 3 Tu e il diritto

3
leggere con estrema attenzione le condizioni di vendita Alla tua età puoi essere parte di rapporti giuridici
LE PERSONE GIURIDICHE E IL RAPPORTO GIURIDICO
del venditore. e contratti?
Sei minorenne? SÌ NO
Come pagherai?
Potrai decidere di pagare con la carta di credito oppure con Sei parte di rapporti giuridici? SÌ NO
bonifico bancario o alla consegna, dipenderà dalle moda- Sei solo titolare di diritti? SÌ NO
lità previste dal venditore. Hai anche degli obblighi giuridici? SÌ NO

Puoi essere parte di un contratto di trasporto? SÌ NO


Che cosa non dovrai dimenticare?
Ricordati inoltre di stampare sempre il modulo di preno- Puoi anche stipulare alcuni contratti? SÌ NO
tazione o acquisto con l’indicazione del numero o codice
di acquisto/prenotazione, delle tue generalità, degli estre-
mi del prodotto acquistato, del suo prezzo ecc. E non dimen- 4 Ti potrebbe capitare…
ticare che potrai sempre recedere dal contratto ossia deci- Ogni mattina ti rechi alla fermata dell’autobus e segnali all’au-
dere di scioglierlo comunicando per iscritto al venditore, tista di fermarsi per farti salire a bordo. Gli mostri il tuo abbo-
entro 10 giorni dal ricevimento della merce, che intendi namento oppure timbri il tuo biglietto e ti rechi così a scuola.
esercitare il tuo diritto di recesso. In tal caso dovrai resti- Hai dato vita a un rapporto giuridico o non giuridico?
tuire il bene che ti è stato consegnato e riotterrai la som- Chi sono le parti e quali sono i loro diritti e obblighi? Per caso
ma di denaro corrispondente al prezzo pagato. quello che hai stipulato è un contratto?

71
15
LEZIONE

L’oggetto del diritto


I beni giuridici Accanto ai beni materiali (ossia che esistono fisi-
camente, come un vestito, un’auto, un libro) il dirit-
Il rapporto giuridico può avere come oggetto sia dei to si occupa di tutelare anche un’ampia serie di beni
beni sia dei servizi. Per esempio sono beni una moto, che sono detti immateriali, poiché, pur non esisten-
un computer, una casa, mentre sono servizi la con- do materialmente, possono costituire oggetto di dirit-
sulenza di un professionista, come un avvocato o un ti. Tra i beni immateriali possiamo ricordare il dirit-
notaio, l’attività svolta da una banca o da una assi- to dell’autore (come per esempio il testo di una can-
curazione e così via. zone) o dell’inventore sulle opere o sulle invenzioni
La nozione di bene è contenuta nel Codice civile che che egli ha realizzato (come per esempio un nuovo
all’articolo 810 definisce beni le cose che possono for- prodotto).
mare oggetto di diritti.
Si tratta quindi di cose di cui l’uomo si può appro-
priare, che può utilizzare, trasformare, cedere e così La principale classificazione dei beni
via a seconda cioè del diritto che ha su di esse.
Sono pertanto beni l’appar- Nel nostro ordinamento esistono diverse norme dedi-
tamento in cui vivi con cate ai beni, al fine di offrirne una classificazione più
tutto il suo arreda- dettagliata.
mento, gli alimen- Una delle classificazioni più importanti distingue i
ti che consumi, il beni in: mobili, immobili o beni mobili registrati.
collegamento a I beni immobili sono costituiti dal
Internet, il cellulare, suolo e da tutti i beni a esso incor-
i giochi elettronici, porati naturalmente o artificial-
l’iPod ecc. mente(per esempio, un edificio,
un ponte): tutti gli altri beni sono
mobili (per esempio, un libro, un
Le caratteristiche dei beni computer, un armadio).
Tra i beni mobili, alcuni sono sot-
I beni, in senso giuridico, sono in numero più limi- toposti a un particolare regime di
tato rispetto a tutte le cose che ci circondano. Infat- registrazione, e sono pertanto det-
ti, per il diritto, sono considerati beni solo le cose che ti beni mobili registrati: le auto, le
sono: utili (ossia possono soddisfare un bisogno, vero navi, gli aerei, i quali, come sappiamo, hanno dei dati
o presunto, dell’uomo); accessibili (ossia possono esse- di identificazione (la targa per le auto, una determi-
re utilizzati dall’uomo in base alle attuali conoscenze); nata sigla per gli aerei ecc.).
limitati (ossia disponibili in quantità ridotta). Ciò che rende diversi tra loro questi beni è il loro
differente sistema di circolazione (ossia di trasferi-
LE PERSONE GIURIDICHE E IL RAPPORTO GIURIDICO

Di conseguenza, per il diritto, non possono essere


considerati beni sia le cose inaccessibili (come, per mento della proprietà): infatti, mentre i beni mobi-
esempio le stelle o il sole), sia le cose che, per loro li possono essere trasferiti senza forme particolari,
natura, sono illimitate (come, per esempio, l’aria che i beni immobili e quelli registrati devono necessa-
respiriamo, il calore solare ecc.), questi vengono infat- riamente essere trasferiti mediante atti redatti in for-
ti definiti beni liberi. ma scritta.
Mobili (per
esempio, iPod)

I BENI GIURIDICI
Gli entidifatt
PRINCIPALE o Immobili
CLASSIFICAZIONE (per esempio,
DEI BENI GIURIDICI casa)
Materiali Immateriali

Mobili registrati
(per esempio,
Utili Accessibili Limitati autoveicolo)
3

72
1 Nuove parole, nuove idee
La registrazione Completa le frasi dopo aver ripassato la lezione
degli autoveicoli 1. Il bene è ............................................................................................................
Le auto sono beni mobili registrati, pertanto, per il loro ..................................................................................................................................
trasferimento sono richieste particolari procedure: il
2. Il bene accessibile è ..............................................................................
certificato di proprietà riporta i dati identificativi dell’auto
e del suo proprietario. ..................................................................................................................................

3. Il bene immateriale è ...........................................................................

..................................................................................................................................

4. Il bene immobile è ..................................................................................

..................................................................................................................................

5. Il bene mobile registrato è ..............................................................


..................................................................................................................................

2 Adesso lo sai
Indica, con una crocetta, se l’affermazione è vera o falsa
1. Sono beni liberi le cose che possono formare
oggetto di diritti V F

2. I beni giuridici sono utili, limitati e accessibili V F

3. Sono beni mobili registrati le moto e le auto V F

4. Sono beni solo le cose materiali V F

5. Le invenzioni non sono beni perché non sono cose V F

3 Tu e il diritto
Quali beni possiedi personalmente?
Un motorino? SÌ NO

Un’abitazione? SÌ NO

I testi scolastici? SÌ NO

Alcune invenzioni? SÌ NO

Un’autovettura? SÌ NO

3
LE PERSONE GIURIDICHE E IL RAPPORTO GIURIDICO
Un cellulare? SÌ NO

Un collegamento a Internet? SÌ NO

4 Ti potrebbe capitare…
Hai acquistato il libro di testo e vorresti fotocopiarlo inte-
gralmente per i tuoi compagni nell’ufficio di tuo padre, il qua-
le però ti ha detto che non è possibile! Ma, come? Ti chiedi,
eppure il libro ti appartiene perché te lo hanno comperato i
tuoi genitori.
Il libro di testo è un bene giuridico?
Materiale o immateriale?
A chi appartiene di solito?
E il suo contenuto è anch’esso un bene?
Di che tipo?
E a chi appartiene per legge?
Per quale ragione non è pertanto possibile riprodurlo inte-
gralmente?

73
PRENDI TEMPO LEZIONI

E RIPASSA 12 13 14 15

1 Una mappa per ripassare


Completa lo schema collocando nelle caselle i termini mancanti scegliendoli tra quelli proposti. Tieni presente che sono stati
indicati anche termini errati
beni giuridici; immateriali; astratti; mobili, immobili e mobili registrati; accessibili; limitati; illimitati

I BENI

possono essere

beni liberi ..................................

possono essere

materiali ..................................

per esempio per esempio

................................ diritto di autore,


................................ invenzioni ecc.

sono
LE PERSONE GIURIDICHE E IL RAPPORTO GIURIDICO

.................................. utili ..................................

TRACCIA 6
Collegandoti al sito
www.tramontana.it/101lezioni/mp3/
troverai un valido aiuto al ripasso delle lezioni.
3

Scarica i testi e ripassa.

74
2 Adesso lo sai 3. Qual è la differenza tra situazioni giuridiche attive e pas-
Indica, con una crocetta, la risposta esatta sive?
4. Qual è la differenza tra bene libero e bene giuridico?
1. È parte di un rapporto giuridico: 5. Che cosa sono i beni immobili, mobili e mobili registrati?
A una persona
B una persona fisica o una organizzazione collettiva
C una cosa 4 Un’immagine per riflettere
D un bene Dopo aver osservato le immagini, rispondi alle domande
2. Il contratto costituisce, regola o estingue:
A delle relazioni umane
B un rapporto giuridico
C un accordo
D un rapporto giuridico patrimoniale

3. Il rapporto giuridico è:
A regolato dal diritto oggettivo
B regolato dal diritto soggettivo
C non regolato dal diritto
D una relazione libera

4. Il contratto è:
A un rapporto giuridico
B un atto plurilaterale
C un accordo tra due o più parti
D un documento scritto

5. Sono beni liberi:


A strade, autostrade, ferrovie, porti
B strade, acqua, sole
C farfalle, api, aria
D sole, aria, luna, astri

6. Sono beni giuridici:


A i raggi solari
B il vento
C l’energia elettrica e quella idrica
D gli oceani

7. Devono essere registrati:


A edifici e vetture
B immobili, imbarcazioni, aerei e veicoli vari
C invenzioni varie

3
D tutti i beni di un certo valore
LE PERSONE GIURIDICHE E IL RAPPORTO GIURIDICO
8. Sono beni giuridici:
A i diritti sulle cose
B tutte le cose
C le cose che possono formare oggetto di diritti
D tutti i beni materiali e immateriali

1. Che tipi di beni sono presenti nelle foto?


3 Le Faq o domande più frequenti 2. Sono giuridici o non giuridici?
Qui di seguito troverai una serie di domande sugli aspetti più 3. Come si possono classificare i vari beni delle foto?
importanti trattati nelle lezioni 14 e15 alle quali è opportu-
no che tu risponda prima di proseguire nello studio degli altri
argomenti. 5 Ti potrebbe capitare...
Ricordati sempre di fare anche degli esempi: solo così dimo- Di solito ti rechi a scuola ogni giorno ad assistere alle lezio-
strerai di avere veramente capito! ni tenute da diversi professori che si alternano in base a un
orario preciso.
1. Che cos’è il rapporto giuridico? La relazione tra i professori e la tua classe è di tipo giuridico?
2. Che cos’è il contratto? È regolata da un contratto?

75
ESERCIZI IN
3
MODULO
LEZIONI

AUTOVALUTAZIONE 12 13 14 15
Svolgi questi esercizi solo dopo aver studiato gli argomenti del modulo 3. Calcola il tuo punteggio
attribuendo a ciascuna risposta esatta due punti e zero punti per ogni risposta errata o omessa.

1 Per aiutarti a ripassare D. Organizzazioni che svolgono un’attività economica


Completa il testo inserendo negli spazi vuoti i termini di produzione o di scambio di beni o di servizi
indicati di seguito E. Organizzazioni, prive di personalità giuridica, che
svolgono un’attività economica consistente nella
L’organizzazione ................................. è un soggetto del diritto soli- produzione o nello scambio di beni o di servizi
tamente costituito da più ................................. e/o da un insieme F. È formato dai conferimenti di chi aderisce a
di beni, finalizzati al raggiungimento di uno scopo comune. un’organizzazione collettiva
Tale scopo può essere ................................. oppure ................................. .
1. Organi
singola, collettiva, persone, cose, economico, giuridico, non 2. Società
economico, non giuridico 3. Ente di fatto
4. Patrimonio sociale
Se l’autonomia patrimoniale è ................................. si verifica la 5. Fondazioni
................................. del patrimonio dell’organizzazione rispetto a 6. Società di persone
quello delle persone che vi fanno parte: è perciò solo l’orga-
A. Sono cose che possono formare oggetto di diritti
nizzazione a rispondere dei debiti sociali.
B. Sono illimitati, inaccessibili, utili, privi di un valore
Pertanto, i ................................. dell’organizzazione possono rifar-
economico e non possono formare oggetto di diritti
si esclusivamente sul patrimonio sociale. Le organizzazioni
dotate di autonomia patrimoniale perfetta si chiamano C. È una relazione regolata dal diritto che fa sorgere
................................. . situazioni giuridiche attive e passive
D. È un accordo bilaterale o plurilaterale per costituire,
perfetta, imperfetta, separazione incompleta, separazio- regolare o estinguere un rapporto giuridico
ne completa, creditori, debitori, persone giuridiche, per- patrimoniale
sone fisiche E. Situazione passiva consistente nel tenere un dato
comportamento verso uno o più soggetti determinati
I ................................. sono costituiti dal suolo e da tutti i beni a
F. Sono privi di un corpo o incorporali, ma possono
esso incorporati naturalmente o artificialmente(ad esempio
formare oggetto di diritti
un edificio, un ponte): tutti gli altri beni sono ................................. .
Tra questi ultimi, alcuni sono sottoposti a un particolare regi- 1. Obbligo giuridico
me di ................................. , e sono pertanto detti beni mobili regi- 2. Contratto
strati: ad esempio le auto, le navi, gli aerei. 3. Beni giuridici
I beni mobili possono essere trasferiti senza forme partico- 4. Beni immateriali
lari, i beni immobili e quelli registrati devono necessariamen- 5. Beni liberi
LE PERSONE GIURIDICHE E IL RAPPORTO GIURIDICO

te essere trasferiti mediante atti redatti in ................................. . 6. Rapporto giuridico


■ punti: …….........…
beni immobili, beni fissi, mobili, immobiliari, registrazio-
ne, selezione, forma scritta, forma libera 3 Per verificare che cosa sai
■ punti: …….........… Indica, con una crocetta, se l’affermazione è vera o falsa
1. L’organizzazione collettiva è una persona
giuridica dotata di un patrimonio V F
2 Per arricchire il tuo vocabolario
Abbina ciascuna espressione del primo gruppo 2. L’organizzazione collettiva è una persona
giuridica o un ente di fatto con un patrimonio V F
con la corrispondente del secondo gruppo
3. I soggetti del diritto sono persone fisiche
A. È un soggetto del diritto, una organizzazione e organizzazioni collettive con o senza
collettiva priva di personalità giuridica personalità giuridica V F
B. Organizzazioni formate da un patrimonio finalizzato 4. L’autonomia patrimoniale è perfetta
a conseguire uno scopo non lucrativo quando la separazione tra il patrimonio
C. Persone di cui si avvalgono le organizzazioni dell’organizzazione e quello dei suoi
collettive per realizzare i propri fini appartenenti è totale V F
3

78
5. L’autonomia patrimoniale è imperfetta quando C società non lucrative
dei debiti sociali rispondono anche i membri D organizzazioni costituite da persone e da un
dell’organizzazione con il loro patrimonio V F patrimonio destinato a uno scopo lucrativo
6. Le persone giuridiche hanno autonomia 5. Hanno personalità giuridica:
patrimoniale imperfetta V F A società di capitali, associazioni non riconosciute e
7. Le persone giuridiche hanno autonomia fondazioni
patrimoniale perfetta e organi propri V F B associazioni non riconosciute, comitati e società di
persone
8. Le associazioni riconosciute possono avere
V F C associazioni riconosciute, fondazioni e società di capitali
scopo di lucro
D società di persone e di capitali
9. Gli enti di fatto non hanno scopo di lucro V F
6. Sono beni liberi:
10.Le associazioni possono essere A strade, autostrade, ferrovie, porti
non riconosciute e quindi sono illegali V F
B strade, acqua, sole
11.Le associazioni, i comitati e le società di capitali C farfalle, api, aria
sono enti di fatto V F D sole, aria, luna, astri, oceani
12.Tutti i rapporti umani sono di tipo giuridico V F 7. Sono beni mobili registrati::
13.Il rapporto giuridico è una relazione regolata A arredamento e quadri
dal diritto oggettivo V F B motociclette e biciclette
C autovetture, motociclette, aerei e imbarcazioni
14.Il diritto soggettivo è una situazione D treni e tram
soggettiva attiva V F
8. Sono beni giuridici::
15.I beni giuridici non possono essere A aereo, elicottero, bicicletta
immateriali V F
B casa, aereo, sole
16. Internet è un bene giuridico immateriale V F C casa, telefono, aria
17. Gli oceani sono beni liberi V F D sole, aria, terreno

18. Le autovetture sono beni mobili V F ■ punti: …….........…

■ punti: …….........…

4 Per verificare che cosa hai compreso Facciamo i conti


Indica, con una crocetta, la risposta esatta
Dopo aver inserito il punteggio negli spazi predisposti,
1. Se l’autonomia patrimoniale di un’organizzazione è barra con una crocetta il quadratino corrispondente
al tuo punteggio complessivo.
perfetta dei debiti sociali risponde:
A chiunque ne faccia parte
1 Per aiutarti a ripassare Punti ……..... +
B solo l’organizzazione
2 Per arricchire il tuo vocabolario Punti ……..... +
C l’organizzazione e i suoi membri
D i suoi amministratori 3 Per verificare che cosa sai Punti ……..... +
2. Le fondazioni sono: 4 Per verificare che cosa hai compreso Punti ……..... =

3
A organizzazioni costituite da un patrimonio destinato
LE PERSONE GIURIDICHE E IL RAPPORTO GIURIDICO
Totale Punti …….....
a uno scopo non lucrativo
B società lucrative da 0 a 35 punti
C organizzazioni costituite da una pluralità di persone devo studiare con più impegno e attenzione
con uno scopo in comune
D gruppi politici e organizzazioni sindacali da 36 a 59 punti
3. Sono prive di personalità giuridica:: è meglio che studi ancora tutte le lezioni
A società di capitali, associazioni e fondazioni
da 60 a 75 punti
B associazioni non riconosciute, comitati e società di
ho raggiunto la sufficienza,
persone
ma se voglio risultati migliori devo ripassare
C associazioni non riconosciute, comitati e società di
capitali da 76 a 90 punti
D associazioni non riconosciute e fondazioni bene! I miei sforzi hanno dato buoni risultati
4. Le associazioni sono::
da 91 a 100 punti
A società lucrative
sono andato molto bene,
B organizzazioni costituite da una pluralità di persone
posso uscire con gli amici
con uno scopo non lucrativo in comune

79
LO STATO
4
MODULO

E LA COSTITUZIONE
IN GENERALE
I TUOI OBIETTIVI
Conoscerai il significato di:
• Stato
• nazione
PER • popolo e popolazione
PARTIRE • cittadino, apolide e straniero
• territorio statale, territorio
flottante
• sovranità
• costituzione
Dovrai conoscere:
• il diritto Saprai distinguere
in senso oggettivo e confrontare:
e soggettivo
• le fonti
• gli elementi costitutivi
dell’ordinamento dello Stato
giudico • le caratteristiche delle varie
• i soggetti del diritto costituzioni
• le origini e le caratteristiche
dello Statuto albertino
e della Costituzione italiana
• le diverse forme di Stato
e di governo

START
LO STATO E LA COSTITUZIONE IN GENERALE

L16
LA SOCIETÀ
E LO STATO

L17
LO STATO L18
E I SUOI ELEMENTI LE ORIGINI
COSTITUTIVI DELLO STATO
CONTEMPORANEO
4

80
L22
DALLO STATUTO PRENDI
TEMPO
ALBERTINO ALLA E RIPASSA
COSTITUZIONE ITALIANA VERIFICA
LEZIONI
20, 21, 22
L21
LA COSTITUZIONE
IN GENERALE

L20
LE FORME IL TUO
DI GOVERNO TRAGUARDO
DELLO STATO
CONTEMPO-
RANEO

D&E MAGAZINE
PRENDI Speciale
TEMPO
E RIPASSA cittadino
VERIFICA LEZIONI
16, 17, 18, 19

ESERCIZI IN
L19 AUTO-
LO STATO VALUTAZIONE
4

DEMOCRATICO
LO STATO E LA COSTITUZIONE IN GENERALE

CONTEMPORANEO

81
16
LEZIONE

La società e lo Stato
La società e le regole
La presenza di norme giuridiche, come già sappia-
mo, garantisce, in qualsiasi società, la convivenza
civile e pacifica tra le persone. Una società sen-
za regole sarebbe, infatti, caotica e disordinata, con-
flittuale.
Proviamo a immaginare per un attimo di
essere alla guida di una potente moto
senza avere l’obbligo di osservare del-
le regole: potremmo provare l’ebbrez-
za di viaggiare a qualsiasi velocità; di
effettuare sorpassi da “brivido”, di par-
cheggiare ovunque e così via. Di con-
seguenza, però, aumenterebbero note-
volmente i rischi per la nostra e l’altrui
sicurezza e diventerebbe impossibile Per tale ragione occorre individuare qualcuno cui spet-
circolare. L’esistenza di regole in mate- ti il compito di verificare che le regole siano corret-
ria di circolazione rende più scorrevole tamente osservate e di applicare sanzioni, nel caso in
il traffico, limita il numero di inciden- cui siano violate. Per esempio, nella famiglia questo
ti e così via. compito è svolto dai genitori, nelle società sportive dal
La presenza di regole è perciò alla presidente della squadra o da altri organismi ecc.
base del funzionamento sia di una Più la comunità è ampia e articolata, più si avverte
piccola comunità, come la famiglia, la necessità che chi stabilisce e applica le regole,
che adotta proprie regole interne rela- infatti, abbia una maggiore autorità sugli altri, cioè
tive, per esempio, all’uso di beni comu- detenga un potere nei confronti degli altri compo-
ni, a orari ecc., sia di comunità di dimen- nenti della comunità.
sioni maggiori come una squadra di calcio, Solo in questo modo, infatti, le sue decisioni saran-
anch’essa con sue regole riguardanti i ruoli dei no rispettate. Se tale potere è esercitato da uno Sta-
giocatori, gli orari di allenamento ecc., sia di forma- to nei confronti dei suoi cittadini, prende il nome di
zioni ancora più ampie, come, per esempio, lo Sta- potere politico (in greco, polites significa, infatti, cit-
to nel quale viviamo. tadino).
Tuttavia avere delle regole non è di per sé sufficien-
te a garantirne il rispetto, perché, come ben sappia-
mo, le regole sono spesso trasgredite.
La società più complessa: lo Stato
Tra le forme di società organizzata quella più com-
LO STATO E LA COSTITUZIONE IN GENERALE

plessa è lo Stato, la cui struttura si è fortemente evo-


luta nel tempo.
In tutte le forme di Stato, che si sono succedute nel
tempo, vi sono comunque sempre tre elementi che
la caratterizzano: popolo, territorio e governo.
Il popolo è una comunità di persone nei cui confron-
ti viene esercitata l’attività di governo.
Il territorio è lo spazio nel quale vengono applica-
te le regole, ma al di fuori del quale esistono altre
comunità con altre regole.
Il governo è un organo formato da uno o più sogget-
ti ai quali è riconosciuta l’autorità di stabilire rego-
le, applicarle e punire chi non le rispetta.
Chi governa esercita il potere politico nei confron-
ti della comunità avvalendosi, soprattutto se la comu-
4

82
nità è ampia, di appositi apparati, per assicurare con-
cretamente l’esercizio del potere (per esempio, le for- 1 Nuove parole, nuove idee
ze di polizia, i vigili urbani ecc.). Completa le frasi dopo aver ripassato la lezione
Ogni società caratterizzata da un potere politico, eser- 1. Il potere politico è ...................................................................................
citato in un preciso territorio nei confronti di un popo-
lo, può essere definita Stato. ..................................................................................................................................

Per il diritto lo Stato è quindi un ente territoriale 2. Il popolo è .......................................................................................................


sovrano (ossia titolare del potere di stabilire le rego-
le e di farle rispettare), costituito da un popolo, stan- ..................................................................................................................................

ziato in maniera stabile su un territorio e sottoposto 3. Il governo di uno Stato è .....................................................................


all’autorità di un governo.
La parola Stato è un termine molto utilizzato. Spesso ..................................................................................................................................

in sua sostituzione viene usato il termine nazione, nel- 4. Lo Stato è ........................................................................................................


l’errata convinzione che si tratti di un sinonimo.
In senso giuridico, questi due termini hanno, però, ..................................................................................................................................

significati differenti e dobbiamo imparare a utilizzar- 5. La nazione è ..................................................................................................


li in maniera corretta.
La nazione, infatti, è l’insieme di quelle persone che ..................................................................................................................................

hanno tra di loro legami di tipo linguistico, storico,


culturale, religioso, o appartenenti a una stessa etnia. 2 Adesso lo sai
Indica, con una crocetta, se l’affermazione è vera o falsa
1. Il potere politico consiste nello stabilire regole
Per viaggiare da uno e farle rispettare V F
CI

PRATI Stato all’altro 2. Gli elementi costitutivi di uno Stato sono la sua
popolazione e il suo governo V F
Come può un minorenne 3. La comunità sulla quale il governo esercita
viaggiare e ottenere il passa- il suo potere è il popolo V F
porto?
4. Ogni Stato applica le sue regole sul proprio
Innanzitutto devi sapere che V F
territorio
un minorenne può viaggiare
con un certificato o un estrat- 5. Politico deriva dal latino polites e significa
cittadino V F
to di nascita, rilasciato dal Comune di residenza e vidima-
to dal questore (cosiddetto lasciapassare), fino a 15 anni,
con l’iscrizione sul passaporto di un genitore o di chi ne
fa le veci, fino a 16 anni, e con il passaporto individuale, 3 Tu e il diritto
che diventa obbligatorio al compimento del sedicesimo Tu appartieni allo Stato e alla nazione italiana?

© RCS Libri S.p.A. - Divisione Education, Milano


anno d’età. Se viaggia nei Paesi dell’Unione europea è suf- Vivi in uno Stato? SÌ NO
ficiente la carta di identità valida per l’espatrio (anche que- SÌ NO
Fai parte di uno Stato?
sta rilasciata dal Comune di residenza).
Fai parte di una nazione? SÌ NO

Che cosa occorre a un minorenne per ottenere il pas- Sei cittadino italiano? SÌ NO
4

saporto?
LO STATO E LA COSTITUZIONE IN GENERALE

Fai parte del popolo italiano? SÌ NO


Per richiedere il passaporto è necessario l’assenso
di entrambi i genitori (coniugati, conviventi, sepa-
rati o divorziati). In mancanza dell’assenso viene 4 Ti potrebbe capitare…
richiesto il nulla osta del giudice tutelare. I mino- Hai notato che in molte classi delle scuole materna e
ri di 10 anni che utilizzano il passaporto indivi- primaria sono stati inseriti bambini appartenenti a comu-
duale devono viaggiare con uno dei genitori nità nomadi.
o con chi ne fa le veci. Diversamente, deve Si tratta di persone che parlano la stessa lingua e han-
essere riportato il nome della persona o del- no stesse tradizioni, stili di vita ecc. e che si spostano con-
l’ente cui il minore viene affidato sullo stes- tinuamente da un territorio a un altro svolgendo lavori
so passaporto o in una dichiarazione di saltuari.
accompagno, sottoscritta da chi esercita sul Secondo te, fanno parte di una nazione?
minore la potestà e vistata dagli organi com- Se si trovano sul nostro territorio sono soggetti alle
petenti al rilascio del passaporto. regole del nostro Stato?

83
17
LEZIONE

Lo Stato e i suoi elementi costitutivi


Il popolo In base a convenzioni internazionali, è parte integran-
te del territorio di uno Stato anche il cosiddetto ter-
Inizieremo soffermandoci su uno dei tre elementi ritorio flottante, costituito dalle navi e dagli aerei che
costitutivi dello Stato: il popolo. battono la bandiera dello Stato. Questa regola si appli-
La società in cui viviamo è sempre più caratterizza- ca in maniera rigorosa per le navi e gli aerei milita-
ta dalla presenza sia di italiani sia di stranieri: a que- ri, mentre prevede alcune eccezioni per le navi e gli
sto proposito si dice che la nostra è una società mul- aerei civili: così, per esempio, se una nave da guer-
tietnica, proprio perché le persone che vi fanno par- ra si trova in mare aperto e a bordo di essa viene com-
te hanno origini, storie, lingue e costumi differenti. messo un reato, come un furto, si applicherà la leg-
Tutte le persone che risiedono in uno Stato forma- ge dello Stato di cui la nave batte bandiera.
no la sua popolazione. La popolazione pertanto com- Alcune parti della Terra sono, invece, comuni a tut-
prende cittadini, stranieri e apolidi residenti. ti, poiché nessuno Stato può vantare diritti su di esse:
I cittadini sono coloro che hanno la cittadinanza di si tratta delle acque internazionali, del cosmo (ossia
uno Stato, ossia godono di un particolare status giu- quella parte di cielo soprastante l’atmosfera) e del-
ridico che prevede determinati diritti e doveri; inve- l’Antartide.
ce gli apolidi sono persone
private della loro cittadinan- IL TERRITORIO DI UNO STATO COMPRENDE
za dal loro Paese di apparte-
nenza, per ragioni politiche
o religiose.
Diversamente, il popolo di

nte
olo

li
uno Stato è formato solo

ria

tta
su

a
ito

fer
tto

dai suoi cittadini, indi-

flo
err

os
so

rio
pendentemente dal fatto
et

Atm
e

rito
qu
olo

che, in un certo momento,

Ter
Ac
Su

si trovino sul suo territorio.


Così, se un cittadino italiano vive e studia per due
anni a Londra, resta comunque parte del popolo ita-
liano e nel contempo fa anche parte della popolazio- Il governo e la sovranità
ne inglese. Allo stesso modo se un inglese vive per
tre anni in Italia per ragioni di lavoro, farà parte del- All’interno del proprio territorio uno Stato è sovrano,
la popolazione italiana, ma non del popolo italiano. cioè titolare del potere di stabilire regole e di farle
applicare. Per esercitare concretamente questa fun-
zione, ogni Stato si avvale di appositi organi fonda-
Il territorio mentali (come Parlamento, Governo ecc.) ai quali è
affidato il compito di governare lo Stato.
Il territorio è il luogo all’interno del quale lo Stato può Negli Stati moderni la sovranità appartiene al popo-
LO STATO E LA COSTITUZIONE IN GENERALE

esercitare il proprio potere. lo, per cui sono gli stessi cittadini che, attraverso par-
Esso comprende la terraferma (incluse tutte le acque ticolari modalità, scelgono, in modo diretto o indiret-
interne, come fiumi e laghi), lo spazio aereo sovra- to, una parte delle persone che compongono gli orga-
stante, denominato atmosfera, e il sottosuolo. Inol- ni a cui è affidato il compito di dirigere lo Stato.
tre, se lo Stato confina con il mare (come, per esem- L’articolo 1, secondo comma, della nostra legge fon-
pio, l’Italia) anche quest’ultimo, sino a damentale, la Costituzione, stabilisce che “La sovra-
12 miglia marine dalla costa, è nità appartiene al popolo, che la esercita nei
considerato territorio dello Stato, modi e nei limiti della Costituzione”.
mentre fino a 200 miglia marine In epoche più antiche la sovranità era inve-
dalla costa lo Stato costiero ha il ce spesso conquistata con la forza, senza
diritto di sfruttare economicamen- quindi il consenso dei cittadini, sottomessi
te il mare (cosiddetta zona econo- pertanto alla volontà di persone non scelte da
mica esclusiva). Tale zona può loro.
essere sfruttata economicamente per È inoltre opportuno osservare che, attualmen-
pescare, svolgere ricerche, trivellare il fon- te, i rapporti tra gli Stati sono molto frequenti:
4

do marino per estrarre petrolio e così via. in certi casi, gli Stati possono stabilire anche limi-

84
tazioni alla propria sovranità, con il fine di rea-
lizzare accordi con altri Stati. 1 Nuove parole, nuove idee
Per il nostro Stato le limitazioni principali alla pro- Completa le frasi dopo aver ripassato la lezione
pria sovranità sono avvenute, per esempio, per ade- 1. La popolazione è .......................................................................................
rire all’Unione europea.
..................................................................................................................................

2. Il cittadino è ..................................................................................................

..................................................................................................................................

Come si ottiene 3. L’apolide è ......................................................................................................


CI

PRATI la cittadinanza italiana? ..................................................................................................................................

4. Il territorio è ................................................................................................
Puoi ottenere la cittadinanza in vari modi, cioè in base a leg-
gi speciali, al principio del legame con il sangue o con suo- ..................................................................................................................................
lo, per matrimonio o per residenza in Italia. Pertanto la puoi
5. Sovrano significa .......................................................................................
acquistare se:
• sei straniero o apolide coniugato con cittadino italiano da ..................................................................................................................................
almeno 6 mesi e hai la residenza in Italia da almeno 6 mesi
dalla data di matrimonio oppure dopo 3 anni se non sei
residente (in tal caso puoi presentare domanda al com- 2 Adesso lo sai
petente consolato); Indica, con una crocetta, se l’affermazione è vera o falsa
• sei cittadino non comunitario e risiedi legalmente in Ita- 1. Tutte le persone hanno la cittadinanza V F
lia da almeno 10 anni;
• sei cittadino comunitario e risiedi legalmente in Italia da 2. Il popolo di uno Stato comprende cittadini
e apolidi V F
almeno 4 anni;
• sei apolide o rifugiato politico e risiedi legalmente in Ita- 3. Ogni Stato è sovrano, ma può limitare la sua
lia da almeno 5 anni; sovranità V F
• sei figlio o nipote in linea retta di secondo grado di cittadi- 4. Il territorio flottante comprende solo
ni italiani per nascita, e risiedi legalmente in Italia da 3 anni; le imbarcazioni V F
• sei nato in Italia e risiedi legalmente in Italia da 3 anni; V F
5. L’atmosfera non appartiene a nessuno Stato
• sei maggiorenne, adottato da cittadino italiano, e risiedi
legalmente in Italia da 5 anni, successivi all’adozione;
• hai prestato servizio, anche all’estero, per almeno 5 anni 3 Tu e il diritto
alle dipendenze dello Stato Italiano (puoi presentare Tu fai parte del popolo e della popolazione italiana?
domanda al competente consolato).
Hai la residenza italiana? SÌ NO

Quali documenti occorrono? Hai la cittadinanza italiana? SÌ NO


L’estratto dell’atto di nascita e il certificato penale del Pae- Sei straniero? SÌ NO
se di origine. Puoi autocertificare, compilando i riquadri pre- Appartieni alla popolazione italiana? SÌ NO
disposti nello stesso modello di domanda, i seguenti docu-
Appartieni al popolo italiano? SÌ NO
menti: residenza anagrafica; composizione del nucleo fami-
liare; posizione giudiziaria sul territorio italiano; reddito degli La tua famiglia appartiene al popolo italiano? SÌ NO
4

ultimi tre anni.


LO STATO E LA COSTITUZIONE IN GENERALE

A chi ti devi rivolgere per ottenerla?


4 Ti potrebbe capitare…
La domanda va presentata alla prefettura del luogo di resi- Hai appena conosciuto una nuovo vicino che si è trasferito a
denza compilata sull’apposito modello (disponibile anche Roma con la sua famiglia, dove ha ottenuto la residenza pro-
on line nel sito www.interno.it), ove va apposta una mar- prio nel tuo condominio. Hai però saputo che sia lui sia i suoi
ca da bollo. Il termine per ottenere la cittadinanza è di 730 genitori sono francesi, poiché hanno la cittadinanza francese.
giorni dalla data di presentazione della domanda. Il Presi- Il tuo nuovo amico fa parte del popolo e della popolazione
dente della Repubblica, su proposta del ministro dell’Inter- italiana?
no, firma il decreto di concessione della cittadinanza italia- Perché?
na. Il decreto ti verrà notificato dalla prefettura di compe-
tenza. Entro 6 mesi dalla notifica dovrai prestare giuramen-
to presso il Comune di residenza.Acquisterai la cittadinan-
za italiana dal giorno successivo al giuramento.
Fonte: www.interno.it, con adattamenti

85
18
LEZIONE

Le origini dello Stato contemporaneo


Alle origini dello Stato francese (1789) ebbe un ruolo determinante nella dif-
fusione di quei principi democratici a livello europeo.
Lo Stato nel quale oggi viviamo è il risultato di una La realizzazione, da un lato, della divisione dei pote-
serie di trasformazioni sociali, politiche ed economi- ri politici tra più soggetti e, dall’altro, della partecipa-
che avvenute nel corso della storia. In epoche diffe- zione effettiva del popolo alla vita politica dello Stato
renti è pertanto possibile individuare forme di Sta- richiese tempi piuttosto lunghi e fu favorita dalle idee
to, cioè di rapporti tra chi governa e chi è invece di alcuni grandi pensatori e filosofi del Settecento.
governato, profondamente diverse tra di loro: lo Sta- Una delle figure più importanti del Settecento illu-
to assoluto, lo Stato liberale e lo Stato democratico. minista francese fu Montesquieu (1689-1755),
Sebbene la storia dell’uomo sia molto più antica, si è famoso soprattutto per il principio della divisione dei
soliti individuare le origini dello Stato moderno dal- poteri, ancor oggi applicato negli Stati democratici.
la fine del XV secolo, periodo in cui si sono formate Con tale principio egli sosteneva che la gestione del
le prime grandi monarchie nazionali. potere politico dovesse essere organizzata e suddivi-
sa in tre grandi aree distinte e indipendenti tra loro:
• il potere legislativo, cioè stabilire regole dello Sta-
LE FORME DI STATO SONO
to emanando leggi;
• il potere esecutivo, cioè applicare concretamente le
leggi;
• il potere giudiziario, ovvero interpretare e far osser-
Stato assoluto Stato liberale Stato
democratico vare le leggi.

LA DIVISIONE DEL POTERE POLITICO


Dallo Stato assoluto allo Stato liberale
Le monarchie assolute, tipiche dell’Europa dei seco-
li XVI-XVII, erano Stati retti da un sovrano, come il Legislativo Esecutivo Giudiziario
(Parlamento) (Governo) (Magistratura,
Re Sole, che era solito dichiarare: “Lo Stato sono io”. cioè i giudici)
Il loro potere era del tutto indipendente da autorità
superiori come il papato o l’impero che, in epoche pre-
cedenti, conferivano invece il potere di amministrare Lo Stato liberale, affermatosi in Europa dopo la Rivo-
territori più o meno ampi ai loro feudatari. Tale pote- luzione francese, attuava in concreto il principio del-
re si fondava sulla convinzione che derivasse diretta- la separazione dei poteri e della partecipazione di una
mente da Dio e solo a Dio il sovrano doveva rendere parte del popolo alla vita politica, adottando una leg-
conto del proprio operato politico. ge fondamentale, la Costituzione, che stabiliva liber-
Nello Stato assoluto tutte le funzioni proprie di uno tà, diritti e doveri dei cittadini unitamente all’orga-
Stato, come emanare le leggi, farle rispettare, ammi- nizzazione degli organi di vertice dello Stato.
nistrare la giustizia, organizzare lo Stato e difender- Lo Stato liberale era inoltre caratterizzato da:
LO STATO E LA COSTITUZIONE IN GENERALE

lo, spettavano esclusivamente al sovrano. Il patrimo- • riconoscimento e tutela degli interessi di ceti
nio e le ricchezze dello Stato appartenevano in via sociali limitati (per votare era necessario avere un
esclusiva al sovrano. certo reddito e saper leggere e scrivere, con esclu-
Il popolo era formato da sudditi, individui totalmen- sione quindi delle fasce economiche più deboli);
te sottomessi a cui il sovrano non riconosceva né dirit- • limitato intervento in ambito sociale, poiché
ti né libertà fondamentali tranne la possibilità di eser- lo Stato si occupava solo di garantire ordine e sicu-
citare i commerci. Nello Stato assoluto la maggior par- rezza, tralasciando la tutela dei soggetti più debo-
te del popolo non partecipava in alcun modo alla vita li (poveri, orfani, disoccupati ecc.);
politica dello Stato: non votava, era spesso gravata dal • intervento ridotto anche in campo economico
pagamento di tasse elevate e sottoposta a qualsiasi tipo (cosiddetto laissez faire), in quanto lasciava libere le
di sopruso e prepotenza da parte del re e dei suoi fun- persone di operare secondo le regole del mercato, sen-
zionari. Proprio per tali ragioni in alcuni momenti sto- za adottare misure dirette a regolare le attività eco-
rici l’insoddisfazione popolare causò insurrezioni, nomiche o a tutelare i lavoratori.
rivoluzioni, o guerre civili, finalizzate a rivendicare il
diritto di partecipare, direttamente o con i propri rap- Tra la fine dell’Ottocento e i primi anni del Novecen-
presentanti, alla gestione del potere. La Rivoluzione
4

to il modello di Stato liberale entrò in crisi ed eviden-

86
ziò diversi limiti: per esempio, non era stato in gra-
1 Nuove parole, nuove idee
do di soddisfare le richieste dei lavoratori per il rico-
Completa le frasi dopo aver ripassato la lezione
noscimento dei loro diritti, tra cui quello di voto, limi-
tandosi a rappresentare solo gli interessi di una par- 1. Lo Stato assoluto è .................................................................................
te minoritaria della popolazione. Inoltre non teneva
..................................................................................................................................
in debita considerazione i mutamenti sociali, come
la nascita delle organizzazioni sindacali, ossia movi- 2. Potere legislativo significa ...............................................................
menti operai con l’obiettivo di assicurare migliori con-
..................................................................................................................................
dizioni ai lavoratori, vessati da orari di lavoro disuma-
ni e spesso impiegati in lavori pericolosi e faticosi. 3. Potere esecutivo significa .................................................................

..................................................................................................................................

Lo Stato fascista e socialista 4. Potere giudiziario significa ...............................................................


..................................................................................................................................
In seguito al declino dello Stato liberale emersero 5. Lo Stato liberale è ...................................................................................
nuovi modelli di Stato, quali lo Stato (o regime)
fascista e lo Stato (o regime) socialista. ..................................................................................................................................

Lo Stato fascista si affermò in Italia, Germania, Spa-


gna e Portogallo, in seguito alla crisi dello Stato libe- 2 Adesso lo sai
rale con il progressivo accentramento del potere poli- Indica, con una crocetta, se l’affermazione è vera o falsa
tico in alcune figure di leader politici (fra cui Mus-
solini in Italia e Hitler in Germania). 1. Il potere assoluto è indipendente, esclusivo,
Esso si caratterizzò per i seguenti aspetti: accentrato V F
• una significativa limitazione delle libertà fon- 2. Nello Stato assoluto il potere politico del sovrano
damentali come la libertà di voto e di manifesta- viene concesso dall’imperatore V F
zione del pensiero, soggetta a forme di controllo, 3. La divisione del potere è un principio applicato
dette censure, sulle pubblicazioni e sui mezzi di nello Stato assoluto V F
informazione; 4. Montesquieu divise il potere politico in tre aree
• un apparato statale fortemente centralizzato spettanti a organi differenti e indipendenti V F
e autoritario.
5. Lo Stato liberale applicò la divisione del potere
L’esperienza fascista in Europa si concluse, in Italia V F
e adottò una legge fondamentale
e in Germania, con la fine della Seconda guerra mon-
diale, mentre in Portogallo e in Spagna proseguì sino
agli anni Settanta. 3 Tu e il diritto
Lo Stato socialista si affermò invece in molti Pae- In quale forma di Stato vorresti vivere?
si dell’Est europeo (tra cui l’Unione Sovietica, la
Romania ecc.) e li caratterizzò fino agli anni Ottan- Ti piacerebbe essere suddito di una monarchia
assoluta? SÌ NO
ta. Ancora oggi però Stati a regime socialista sono pre-
senti in alcune parti del mondo come, per esempio, Preferiresti vivere in uno Stato liberale? SÌ NO

la Cambogia e Cuba. Preferisci l’accentramento del potere? SÌ NO


Esso si caratterizza per i seguenti aspetti:
4
Condividi le idee di Montesquieu? SÌ NO
• l’uguaglianza economica e sociale tra i cittadi-
LO STATO E LA COSTITUZIONE IN GENERALE

Preferisci vivere in uno Stato democratico? SÌ NO


ni, sostenuta da alcuni pensatori nel corso dell’Ot-
tocento, come Karl Marx;
• l’abolizione della proprietà privata e dei mez- 4 Ti potrebbe capitare…
zi di produzione, che appartengono allo Stato; Se in uno Stato una persona sola si identifica con il potere
• un sistema economico e sociale controllato e politico, nominando tutti i suoi funzionari destinati a stabi-
gestito dallo Stato; lire regole, farle rispettare, amministrare la giustizia ecc., di
• limitazioni a molte libertà, fra cui quella di stam- che tipo di Stato si potrebbe trattare?
pa e quella politica. In quali epoche storiche erano presenti forme di Stato di que-
I sistemi socialisti hanno però presentato molte distor- sto tipo?
sioni e degenerazioni (gravi dissesti economici, arricchi- Potrebbero esistere ancora?
menti personali di alti funzionari, repressione violenta Secondo te in quali condizioni vivrebbe la popolazione?
degli oppositori al regime), con conseguenti mutamen-
ti politici verso forme di Stato più democratiche, come
è avvenuto, seppure tra mille difficoltà, nell’Est europeo.

87
19
LEZIONE

Lo Stato democratico contemporaneo


Lo Stato democratico tà di esprimere il proprio pensiero ecc.), sia per il
singolo cittadino sia per le organizzazioni alle qua-
Lo Stato democratico (democratico deriva dalle paro- li egli aderisce per far meglio valere i propri diritti
le démos e krátos e letteralmente significa “governo del e le proprie idee. Tra queste organizzazioni, possia-
popolo”) è la forma di Stato oggi maggiormente dif- mo ricordare, per esempio, quelle dei lavoratori
fusa e rappresenta un compromesso tra le diverse clas- (dette sindacati), quelle dei datori di lavoro
si sociali, in quanto tutela le idee e le culture di ogni (come, per esempio, le associazioni industriali) oltre
formazione sociale, incluse le minoranze. alle numerosissime associazioni culturali, sportive,
In questo tipo di Stato è proprio la legge fondamen- professionali, religiose, sociali e di consumatori,
tale, ossia la Costituzione, a garantire e riconoscere attraverso le quali i cittadini esprimono e tutelano
le regole principali indispensabili al corretto funzio- le loro idee e i loro interessi;
namento dello Stato. • l’interventismo statale nel settore sociale ed
economico. Diversamente dallo Stato liberale, nel
quale le funzioni del governo si limitavano a garan-
tire sicurezza, difesa e ordine pubblico, lo Stato
democratico interviene in maniera molto ampia
nella società al fine di attenuare le diseguaglian-
ze sociali e di garantire alla popolazione i servizi
più utili.

LO STATO DEMOCRATICO RICONOSCE

e
le

tal
li
tic
rsa

nta

sta
oli
ive

me
op

mo
un

da
sm

tis
on
io

Le principali caratteristiche

ven
rag

ali

ti f
lur

dello Stato democratico


irit

ter
uff

Il p

Id
Il s

L’in

Tra gli aspetti fondamentali che contraddistinguono


questo tipo di Stato possiamo evidenziare:
• il suffragio universale diretto, con il quale tutti i
cittadini, uomini e donne, al raggiungimento di una
certa età, hanno il diritto di votare i componenti
di alcuni organi (per esempio, il parlamento, com- Lo Stato sociale
LO STATO E LA COSTITUZIONE IN GENERALE

posto da persone scelte liberamente e democrati-


camente dai cittadini) e il diritto di candidarsi alle In molti Stati democratici l’allargamento dei compi-
elezioni; ti, in ambito sociale ed economico, è stato così ampio
• il pluralismo politico, cioè il diritto di costituire e per cui si è coniato il termine welfare State, o Sta-
di iscriversi a partiti politici, associazioni con il com- to sociale, per indicare quei sistemi, come il nostro,
pito di rappresentare gli interessi degli aderenti nei quali si assiste a un notevole intervento dello Sta-
all’interno degli organi fondamentali dello Stato; to nel campo sociale ed economico. Il progressivo
• la tutela dei diritti fondamentali (come la liber- allargamento dei compiti e dei servizi erogati dallo
Stato ha però determinato un forte aumento della
spesa pubblica giustificato dalla necessità di offrire
a tutti i cittadini un numero molto ampio di servizi,
che variano in maniera consistente da Stato a Stato
(dalla scuola pubblica alla sanità, dalle pensioni per
le persone anziane e invalide sino ai servizi di traspor-
to ecc.). L’espansione della spesa pubblica ha però
4

degli effetti indesiderati come l’aumento dei tributi

88
(ossia delle somme di denaro che i cittadini versano
allo Stato per consentire la realizzazione dei servizi 1 Nuove parole, nuove idee
pubblici) e il frequente ricorso, da parte dello Stato, Completa le frasi dopo aver ripassato la lezione
a forme di indebitamento. 1. Lo Stato democratico è .......................................................................
Negli ultimi anni l’interventismo sociale ha eviden-
ziato parecchi limiti come, per esempio, il costo ..................................................................................................................................

eccessivo dei servizi a fronte di una qualità spesso non 2. Suffragio universale diretto significa ......................................
adeguata degli stessi; per questo motivo lo Stato
democratico è destinato a evolversi ancora, in base ..................................................................................................................................

alle nuove aspettative della popolazione, verso forme 3. Pluralismo politico significa ............................................................
che possano meglio conciliare le diverse esigenze
sociali ed economiche di un mondo sempre più inter- ..................................................................................................................................

dipendente e globalizzato. 4. Interventismo statale significa .....................................................

..................................................................................................................................

5. Lo Stato sociale è .....................................................................................

Un fondo speciale ..................................................................................................................................

per le famiglie italiane


2 Adesso lo sai
Nel 2007 il Consiglio dei ministri italiano ha effettuato Indica, con una crocetta, se l’affermazione è vera o falsa
una ripartizione, a livello regionale, del Fondo per le poli-
tiche per la famiglia pari a 97 milioni di euro (si veda la 1. Lo Stato sociale si afferma dopo quello liberale V F
tabella riportata nel documento riprodotto). 2. Lo Stato democratico si evolve in Stato sociale V F
Si tratta di cifre erogate per misure a sostegno delle fami- 3. Il suffragio universale diretto riguarda solo
glie numerose (con numero di figli pari o superiore a 4), certe fasce della popolazione V F
per riorganizzare i consultori familiari e per la qualifica- 4. Pluralismo politico significa molteplicità
zione degli assistenti familiari. In questo modo lo Stato, di associazioni politiche come i partiti V F
tramite le Regioni, fornisce tutta una serie di servizi a favo-
5. Lo Stato sociale è entrato in crisi V F
re di quei nuclei familiari che ne hanno particolarmente
bisogno.
3 Tu e il diritto
In quale forma di Stato vivi?
Consideri il tuo Paese uno Stato democratico? SÌ NO

In Italia esiste il pluralismo? SÌ NO

Ritieni giusto il suffragio universale diretto? SÌ NO

L’Italia è uno Stato sociale? SÌ NO

Lo Stato dovrebbe intervenire maggiormente


in ambito economico e sociale? SÌ NO
4

Ti potrebbe capitare…
LO STATO E LA COSTITUZIONE IN GENERALE

4
Hai saputo che dove risiedi i servizi per la collettività, come
i parcheggi pubblici, lo smaltimento dei rifiuti, l’assegnazio-
ne delle case popolari, le mense scolastiche, gli ospedali e le
case di cura locali non funzionano affatto: disservizi, tempi
troppo lunghi, code, qualità scadente, errori umani e così via.
Tutti si lamentano e nulla o poco cambia.
Puoi classificare uno Stato in questa situazione come Stato del
benessere o sociale?
Che cosa si intende per Stato sociale?

89
PRENDI TEMPO LEZIONI

E RIPASSA 16 17 18 19 20 21 22

1 Una mappa per ripassare


Completa lo schema collocando nelle caselle i termini mancanti scegliendoli tra quelli proposti. Tieni presente che sono stati
indicati anche termini errati
Stato assoluto; Stato democratico; cittadini; territorio; legislativo; giudiziario; giuridico; spazio; monarchico; popo-
lazione; residenti;

LO STATO

assume diverse
forme come è costituito
da tre elementi
fondamentali

..................... Stato .....................


..................... liberale .....................

popolo .................... governo

costituito da costituito da costituito da

suolo, potere
.................... sottosuolo, politico
acque
territoriali,
atmosfera
ecc.
nello Stato
democratico
il potere politico
si divide in
LO STATO E LA COSTITUZIONE IN GENERALE

.................... esecutivo ....................

TRACCIA 7
Collegandoti al sito
www.tramontana.it/101lezioni/mp3/
troverai un valido aiuto al ripasso delle lezioni.
4

Scarica i testi e ripassa.

90
2 Adesso lo sai 3 Le Faq o domande più frequenti
Indica, con una crocetta, la risposta esatta Qui di seguito troverai una serie di domande sugli aspetti più
importanti trattati nelle lezioni 16, 17, 18 e 19 alle quali è
1. La nazione è:
opportuno che tu risponda prima di proseguire nello studio
A un ente territoriale sovrano
degli altri argomenti.
B una comunità di cittadini
Ricordati sempre di fare anche degli esempi: solo così dimo-
C un insieme di persone con legami linguistici,
strerai di avere veramente capito!
culturali ecc.
D una comunità di cittadini e di stranieri
1. Che cos’è lo Stato?
2. E la nazione?
2. Lo Stato esercita il potere politico:
3. Quali sono gli elementi costitutivi dello Stato?
A sul proprio territorio e sul proprio popolo
4. Qual è la differenza tra popolo e popolazione?
B sulla propria popolazione
5. Che cosa comprende il territorio statale?
C su chiunque
6. Che cosa significa sovranità?
D sulla propria nazione
7. Quali sono le forme storiche dello Stato?
8. Quali sono le principali caratteristiche dello Stato asso-
3. Il territorio flottante:
luto?
A comprende navi e aerei
9. Quali sono le principali caratteristiche dello Stato liberale?
B comprende tutti i beni mobili registrati
10.Quali sono le principali caratteristiche dello Stato demo-
C si estende sino a 12 miglia dalla costa
cratico?
D comprende l’atmosfera

4. Le origini dei primi Stati risalgono: 4 Un’immagine per riflettere


A al secolo XIV Dopo aver osservato l’immagine, rispondi alle domande
B al secolo XVIII
C al secolo XVII
D alla fine del secolo XV

5. Lo Stato assoluto era:


A democratico
B decentrato
C accentrato
D interventista in campo sociale

6. Lo Stato liberale riconosce:


A ampie libertà a tutto il popolo
B il suffragio universale diretto
C ampia libertà in campo economico
D scarsa libertà in campo economico

7. Lo Stato democratico riconosce per primo:


A la divisione dei poteri
B il suffragio universale diretto
4
C gli interessi di pochi ceti
LO STATO E LA COSTITUZIONE IN GENERALE

D scarsa libertà in campo economico

8. Lo Stato sociale: 1. Che cosa comprende il territorio italiano?


A prevede limitati servizi 2. Quali sono i suoi confini?
B prevede una spesa pubblica ridotta 3. Ha delle acque territoriali?
C non esiste
D prevede numerosi servizi per la collettività
5 Ti potrebbe capitare...
A bordo di un aereo che sorvola il territorio del nostro Sta-
to avviene un dirottamento. I dirottatori feriscono dei mem-
bri dell’equipaggio e obbligano il pilota della compagnia bri-
tannica a cui l’aereo appartiene ad atterrare in una località
diversa dalla destinazione prevista, ossia in Iran.
Quale legge si applicherà in questa situazione?
Perché?

91
20
Le forme di governo
LEZIONE

dello Stato contemporaneo


Le forme di governo: Questa forma di governo è presente sia in Stati
come si organizza il potere politico monarchici dove dà vita a monarchie parlamentari
(nei quali il capo dello Stato è un sovrano), sia in Sta-
Con l’espressione forma di governo si indica il modo ti repubblicani.
in cui è organizzato e gestito il potere politico. Nelle monarchie parlamentari la funzione di capo
Un aspetto fondamentale dello Stato democratico è dello Stato è svolta da un sovrano. La sua designa-
la presenza di più organi a cui sono assegnati i com- zione avviene attraverso particolari meccanismi,
piti di esercitare i poteri fondamentali: legislativo, ese- basati su rapporti di tipo ereditario o dinastico. I
cutivo e giudiziario. poteri effettivamente svolti dal sovrano, che resta nel
I differenti rapporti esistenti tra due organi a cui sono suo incarico a tempo indeterminato, sono solita-
affidati il potere esecutivo (governo) e legislativo (par- mente assai limitati, e comunque di tipo formale.
lamento) danno vita a due diverse forme di governo: Nelle repubbliche parlamentari l’incarico di Capo
quella presidenziale e quella parlamentare. dello Stato è attribuito al Presidente della Repub-
blica, che svolge questa funzione per un periodo di
tempo prefissato (in Italia, la durata dell’incari-
co è di sette anni). L’elezione del Capo dello Stato
LE FORME DI GOVERNO SONO
è solitamente una competenza del Parlamento
(anche se, in certi Stati, viene scelto direttamente
dal popolo).
In questa forma di governo (diversamente dalla for-
Presidenziali Parlamentari
ma di governo presidenziale, in cui la figura di mag-
giore importanza è il Presidente), il ruolo di mag-
giore rilievo è affidato al Parlamento, composto da
persone elette direttamente dal popolo.
La forma di governo presidenziale Il Parlamento, infatti, oltre a esercitare la funzio-
ne legislativa, ha il compito di esprimere la fidu-
La forma di governo presidenziale si basa su una net- cia al programma presentato dal Governo e di con-
ta separazione tra potere esecutivo e potere legisla- trollarne, in vari modi, l’operato. Il Governo che,
tivo ed è adottata negli Usa e in alcuni Stati del Sud come sappiamo, è titolare della funzione esecuti-
America. va, deve avere, sia all’inizio del suo mandato, sia
Il potere esecutivo è affidato al presidente eletto dal durante lo svolgimento del suo incarico, la fiducia
popolo (che riveste sia il ruolo di capo dello Stato sia del Parlamento e, nel caso in cui quest’ultimo la
quello di capo del Governo); il potere legislativo è inve- revochi (attraverso un voto di sfiducia), si deve
ce affidato al Parlamento, anch’esso eletto dal popolo. dimettere.
Salvo in casi eccezionali di comportamenti illegali, Nei sistemi parlamentari il Governo e il Parla-
attraverso una complessa procedura denominata mento sono espressione di una stessa maggioran-
impeachment (procedura per mettere sotto accusa za, formata dai partiti o dalle coalizioni, cioè unio-
il Presidente della Repubblica), il Parlamento non può ni di partiti, che hanno ottenuto il maggiore nume-
LO STATO E LA COSTITUZIONE IN GENERALE

obbligare il Presidente o il suo Governo alle dimissio- ro di voti durante le elezioni politiche. Nei siste-
ni; inoltre i ministri, scelti e revocati dall’incarico dal mi presidenziali è invece possibile che il Capo
presidente, rispondono del loro operato solo a lui. dello Stato e il Parlamento siano espressioni di dif-
In Europa non esistono forme di Governo presidenzia- ferenti forze politiche, poiché sono entrambi elet-
li: in Francia, in Grecia e in Portogallo sono però pre- ti dal popolo il quale può decidere di operare scel-
senti forme di Governo dette semipresidenziali, carat- te diverse.
terizzate da una separazione meno netta tra potere legi-
slativo ed esecutivo rispetto al sistema americano.
LE FORME DI GOVERNO
PARLAMENTARI SI DISTINGUONO IN
La forma di governo parlamentare
La forma di governo parlamentare è la più diffusa
Monarchie Repubbliche
in Europa e caratterizza moltissimi Stati di altri parlamentari parlamentari
continenti.
4

92
1 Nuove parole, nuove idee
Le forme di governo Completa le frasi dopo aver ripassato la lezione
in alcuni Stati 1. La forma di governo è ..........................................................................
dell’Unione europea
..................................................................................................................................

2. La forma di governo presidenziale è ......................................

..................................................................................................................................

3. La forma di governo parlamentare è .....................................

..................................................................................................................................

4. La monarchia parlamentare è ......................................................

..................................................................................................................................

5. La repubblica parlamentare è ......................................................

..................................................................................................................................

2 Adesso lo sai
Indica, con una crocetta, se l’affermazione è vera o falsa
1. Nelle forme di governo presidenziali esiste un
rapporto di fiducia tra Presidente e Parlamento V F

2. Nelle forme di governo parlamentari l’esecutivo


può essere sfiduciato dal legislativo V F

3. Tutte le forme di governo parlamentari sono rette


da un Presidente V F
Austria Repubblica parlamentare 4. Nelle forme di governo parlamentari Governo
Belgio Monarchia parlamentare e Parlamento rappresentano la stessa
maggioranza politica V F
Danimarca Monarchia parlamentare
Finlandia Repubblica semipresidenziale 5. Nelle forme di governo presidenziali Presidente
Francia Repubblica semipresidenziale e Parlamento rappresentano la stessa
maggioranza politica V F
Germania Repubblica parlamentare
Grecia Repubblica semipresidenziale
Irlanda (Eire) Repubblica parlamentare 3 Tu e il diritto
Italia Repubblica parlamentare Quale forma di governo ha il Paese in cui vivi?
Lussemburgo Monarchia parlamentare Il tuo Paese ha una forma di governo parlamentare? SÌ NO
Paesi Bassi Monarchia parlamentare Il Paese dove vivi ha una forma di governo
Portogallo Repubblica parlamentare presidenziale? SÌ NO
4

Regno Unito Monarchia parlamentare


LO STATO E LA COSTITUZIONE IN GENERALE

Il Paese in cui vivi è una Repubblica parlamentare? SÌ NO


Spagna Monarchia parlamentare Il Paese dove vivi è una monarchia parlamentare? SÌ NO
Svezia Monarchia parlamentare
Il Presidente della Repubblica del tuo Paese
è eletto dal popolo? SÌ NO

Il Parlamento del tuo Paese è eletto dal popolo? SÌ NO

4 Ti potrebbe capitare…
Stai per recarti in Spagna in gita scolastica e vuoi sapere anche
la forma di governo presente in quel Paese. Hai pertanto let-
to dei libri e scoperto che il ruolo di capo dello Stato è svolto
dal Re Juan Carlos, ma che esiste un Parlamento (Le “Cortes”).
Quale forma di governo caratterizza la Spagna?
Perché?

93
21
LEZIONE

La Costituzione in generale
La “legge delle leggi” A seconda delle modalità di emanazione, le costi-
tuzioni possono essere ottriate o votate.
Abbiamo già incontrato il termine Costituzione tra le Le costituzioni ottriate (la parola deriva dal verbo fran-
fonti del diritto italiano: si tratta, infatti, della nostra cese octroyer, che significa “concedere”), tipiche del-
fonte più importante, al punto che per indicarla si uti- l’Ottocento, venivano predisposte e concesse dal
lizza l’espressione “legge delle leggi”. sovrano al suo popolo. Diversamente, le costituzio-
Non dobbiamo però pensare che solo in Italia sia pre- ni moderne sono votate, poiché il loro testo è predi-
sente una costituzione; nella realtà ogni Stato ha la sposto e votato democraticamente dai rappresentan-
sua costituzione. ti dei cittadini.
Il contenuto della costitu- In base alle differenti modalità di modificazione,
zione nei diversi Paesi è le costituzioni si distinguono in rigide o flessibili.
ovviamente diverso, anche Le costituzioni flessibili possono essere modificate
se, di solito, riguarda le con le stesse procedure adottate per modificare una
norme che stabiliscono le legge ordinaria, mentre le costituzioni rigide sono sot-
libertà fondamentali e i toposte a procedure di modifica molto più comples-
diritti e i doveri dei cittadi- se rispetto alle leggi ordinarie.
ni, le funzioni e la struttu- Per il contenuto delle norme in esse presenti le costi-
ra degli organi più impor- tuzioni possono essere brevi o lunghe.
tanti dello Stato e le moda- Le costituzioni brevi contengono di solito solo le rego-
lità per modificare il testo le generali relative agli organi e al funzionamento del-
della costituzione stessa. lo Stato, mentre le seconde disciplinano ampliamen-
Prima di analizzare il testo della nostra Costituzio- te la parte relativa ai diritti e ai doveri dei cittadini.
ne e il percorso storico relativo alla sua formazione, Un ultimo aspetto riguarda infine la forma. Quasi
è importante conoscere le principali differenze esi- tutte le costituzioni, compresa quella italiana, sono
stenti fra i testi costituzionali. scritte: è infatti questo il modo più semplice e imme-
diato per permettere alle persone di conoscerle.
Esiste però un’importantissima eccezione: la Costi-
tuzione inglese, che è considerata una costituzio-
Le differenze fondamentali ne non scritta, poiché è formata non da un unico
tra le costituzioni testo, ma da un insieme di antichi atti e consuetu-
dini le cui origini risalgono addirittura all’anno 1215
Le costituzioni sono solitamente distinte tra loro in quando, in pieno Medioevo, venne concessa la
base a tre requisiti (o caratteri) fondamentali: Magna Charta, documento che stabiliva i diritti dei
modalità di emanazione, modalità di modificazione nobili, del clero e dei cittadini liberi, limitando al con-
e contenuto. tempo alcuni poteri del sovrano.
LO STATO E LA COSTITUZIONE IN GENERALE

LE DIFFERENZE TRA COSTITUZIONI

Scritte Non scritte

Modalità di Modalità di
Contenuto
emanazione modificazione

Ottriate Votate Flessibili Rigide Brevi Lunghe


4

94
1 Nuove parole, nuove idee 2 Adesso lo sai
Completa le frasi dopo aver ripassato la lezione Indica, con una crocetta, se l’affermazione è vera o falsa
1. Tutti gli Stati hanno una costituzione V F
1. La Costituzione è ......................................................................................
2. La costituzione è sempre una fonte scritta V F
..................................................................................................................................
3. Tutte le costituzioni sono votate dal parlamento V F
.................................................................................................................................. 4. Le costituzioni possono essere ottriate o votate V F

.................................................................................................................................. 5. Se una costituzione è flessibile si può modificare


più facilmente V F
2. Ottriata significa ........................................................................................

..................................................................................................................................
3 Tu e il diritto
.................................................................................................................................. Conosci la costituzione del tuo Paese?
Il tuo Paese ha una costituzione? SÌ NO
..................................................................................................................................
La Costituzione del tuo Paese è scritta? SÌ NO
3. Votata significa ............................................................................................
SÌ NO
La Costituzione italiana è stata votata?
.................................................................................................................................. La Costituzione del tuo Paese è breve? SÌ NO

.................................................................................................................................. Conosci il contenuto della Costituzione


del tuo Paese? SÌ NO
..................................................................................................................................

4. Flessibile significa ...................................................................................


4 Ti potrebbe capitare…
.................................................................................................................................. Recandoti in viaggio a Londra decidi di visitare la British Libra-
ry dove sono conservate due copie della Magna Charta. Si
..................................................................................................................................
tratta di un documento profondamente diverso rispetto alla
5. Rigida significa ............................................................................................ Costituzione italiana.
Quali differenze esistono tra le varie costituzioni?
..................................................................................................................................
Quali sono le principali caratteristiche della Costituzione
.................................................................................................................................. inglese?

La Magna Charta

La Magna Charta è il
primo documento
costituzionale bri-
tannico. Fu concessa
dal re Giovanni det-
4
to “senza Terra” ai
LO STATO E LA COSTITUZIONE IN GENERALE

suoi baroni, che lo


costrinsero a rico-
noscere una serie di diritti ai nobili, al clero e ai cittadini libe-
ri del suo regno, limitando in tal modo il potere dello stes-
so monarca. Il testo, scritto a mano in latino su fogli di car-
ta pergamena, è tuttora custodito presso la British Library
di Londra che ne possiede due copie, mentre altre due sono
conservate presso gli archivi delle cattedrali di Lincoln e Sali-
sbury. Le cronache del tempo narrano infatti che il re ne
avesse fatte distribuire numerose copie ai vescovi e agli sce-
riffi del regno per diffondere i principi in esse dichiarati.Tut-
tavia oggigiorno ne sono rimaste solo quattro copie, e solo Navigando in Internet nel sito della British Library potrai
tre dei principi contenuti nella Magna Charta sono ancora trovare numerosi materiali finalizzati a spiegare la storia
rispettati nel Regno Unito. e il contenuto della Magna Charta.

95
22
Dallo Statuto albertino
LEZIONE

alla Costituzione italiana


Le leggi fondamentali RE
dello Stato italiano
La breve storia dello Stato italiano, iniziata nel 1861 con
la sua unificazione, è stata contraddistinta dalla presen- Potere Potere Potere
za di due testi costituzionali profondamente diffe- esecutivo legislativo giudiziario
renti tra loro: dapprima lo Statuto albertino (che è
rimasto in vigore, seppure con significative modifiche,
dall’unificazione dell’Italia sino all’avvento della Repub- Ministri Giudici
blica, nel 1946) e, successivamente, la Costituzione (nomina regia) (nomina regia)
della Repubblica italiana che, entrata in vigore nel
1948, è tuttora vigente, cioè attualmente in vigore.
Si tratta di due costituzioni profondamente diverse: Camera dei deputati Senato
l’attuale Costituzione è votata, lunga e rigida, men- (nomina elettiva) (nomina regia)
tre il precedente testo costituzionale era ottriato, bre-
ve e flessibile.
La Camera dei deputati, pur essendo di nomina elet-
tiva, era, in realtà, eletta da una parte molto limitata del
popolo. Infatti, dall’elettorato attivo erano escluse tut-
Lo Statuto albertino te le donne e gli uomini che non possedevano tre par-
ticolari requisiti: compimento del venticinquesimo anno
Durante la prima metà del XIX secolo in Italia si veri- di età, capacità di leggere e scrivere e pagamento di un
ficarono insurrezioni popolari che spinsero alcuni certo censo (ossia un tributo pagato dai cittadini allo
sovrani a concedere le prime costituzioni, denomi- Stato) annuo. Alle prime elezioni del Regno d’Italia
nate semplicemente statuti. (1861) presentavano i requisiti di elettorato attivo (ossia
Fra questi statuti, il più importante per la storia italia- potevano esprimere il loro voto) meno di 500.000 per-
na è lo Statuto albertino, così chiamato perché fu con- sone. Le statistiche di allora ci segnalano che solo la
cesso dal re di Sardegna Carlo Alberto, il 4 marzo 1848. metà degli aventi diritto si presentò a votare per sce-
Questo Statuto venne progressivamente applicato ai gliere i 443 deputati da eleggere.
vari territori conquistati dalle truppe del Regno di Sar- Il potere esecutivo era attribuito al re, che lo eser-
degna e dai volontari garibaldini e divenne la legge citava tramite ministri da lui nominati e revocati. Il
fondamentale del Regno d’Italia, a partire dalla sua sovrano non era, comunque, responsabile degli atti del
proclamazione, avvenuta nel 1861. governo, cioè dell’organo esecutivo, la cui responsa-
Come abbiamo osservato in precedenza, lo Statuto bilità veniva attribuita ai ministri.
albertino è una costituzione ottriata, breve, e flessi- Il potere giudiziario era anch’esso attribuito al re,
bile. Quest’ultimo carattere ha consentito di modi- che lo esercitava mediante giudici da lui stesso nomi-
ficarne il testo con facilità, in occasione dei rilevan- nati. Nella realtà i giudici erano pubblici funziona-
ti cambiamenti sociali e politici che hanno caratte- ri, dotati di un’indipendenza piuttosto limitata. Secon-
LO STATO E LA COSTITUZIONE IN GENERALE

rizzato la storia italiana dal 1861 fino alla fine della do lo Statuto, al sovrano erano attribuiti tutti e tre i
seconda guerra mondiale, periodo durante il quale lo poteri fondamentali dello Stato.
Statuto albertino è sempre rimasto in vigore. È però opportuno osservare che lo Statuto veniva
Esso è composto di 84 articoli e contiene l’indica- applicato in chiave liberale, nel senso che il potere
zione dei poteri e del ruolo del re, il riconoscimento di del re era attenuato dalla presenza del parlamento,
alcuni diritti e doveri dei cittadini (riportati in 9 arti- formato dai rappresentanti di una parte del popolo.
coli) e le modalità di formazione e di funzionamento Pertanto la forma di governo italiana, aveva caratte-
degli organi costituzionali dello Stato. re monarchico-parlamentare, anziché essere una vera
I poteri fondamentali dello Stato previsti nello Sta- e propria monarchia costituzionale pura.
tuto albertino erano distinti e attribuiti a organi dif-
ferenti.
Il potere legislativo era esercitato collegialmente dal
re e dalle due camere, una di nomina elettiva, detta Il referendum e l’Assemblea costituente
Camera dei deputati (o Camera bassa), e una di nomi-
na regia, detta Senato, i cui componenti venivano scel- Alla fine della seconda guerra mondiale si decise di
4

ti e nominati a vita, nell’incarico, dal sovrano. delegare la scelta tra repubblica o monarchia diret-

96
tamente al popolo, consultandolo mediante un refe- le molto diverso da quello precedente. La nostra
rendum, cioè una votazione popolare, alla quale per Costituzione rappresenta quindi il punto di incontro
la prima volta parteciparono anche le donne. o, più correttamente, di compromesso istituzionale,
I risultati del referendum istituzionale del 2 giugno fra diverse visioni sociali (quella comunista e socia-
1946 furono i seguenti: a favore della monarchia lista, quella liberale e quella cattolica).
10.719.284 voti (45,7%) e della repubblica 12.717.923 Il risultato ottenuto è davvero ragguardevole, se si
voti (54,3%). considera che l’Assemblea approvò il testo della
Per l’esito del referendum a favore della repubbli- Costituzione a larghissima maggioranza: ben 453 voti
ca fu pertanto necessario nominare un capo prov- a favore sui 515 componenti presenti alla votazione.
visorio dello Stato (Enrico De Nicola) e provvede- La Costituzione italiana vigente è composta da 139
re alla redazione materiale di un testo costituziona- articoli, nei quali sono descritti i principi fondamen-
le sulla base del quale costruire la nuova repubbli- tali che ispirano il nostro Stato, i diritti e i doveri dei
ca: a questo fine, con particolari modalità, venne cittadini, la struttura e il funzionamento degli orga-
istituita una Assemblea costituente. ni più importanti dello Stato. Essa si conclude con
L’Assemblea costituente era composta da 556 mem- l’articolo 138, che descrive le particolari modalità pre-
bri, che rappresentavano forze politiche tra loro ideo- viste per modificare le norme costituzionali, e l’arti-
logicamente molto differenti, ma accomunate dal- colo 139, che prescrive che la forma repubblicana
l’idea di dare vita a un sistema politico e istituziona- dello Stato italiano è immodificabile.

DIFFERENZE TRA STATUTO ALBERTINO E COSTITUZIONE ITALIANA

Statuto albertino (1848) Costituzione italiana (1948)

Ottriato Breve (84 articoli) Flessibile Votata Lunga (139 articoli) Rigida

1 Nuove parole, nuove idee 3. Nel 1946 ci fu un referendum istituzionale


e votarono anche le donne V F
Completa le frasi dopo aver ripassato la lezione
4. Nel 1861 nacque la Repubblica italiana V F
1. Lo Statuto albertino era ...................................................................... 5. Il primo presidente italiano fu Carlo Alberto V F

..................................................................................................................................

2. Carlo Alberto fu ........................................................................................ 3 Tu e il diritto


Conosci le vicende costituzionali del tuo Paese?
..................................................................................................................................
Lo Statuto albertino fu il primo documento
3. Il censo è ......................................................................................................... costituzionale del Regno d’Italia? SÌ NO

Lo Statuto albertino era una costituzione ottriata? SÌ NO


4
..................................................................................................................................
LO STATO E LA COSTITUZIONE IN GENERALE

Lo Statuto albertino prevedeva una forma


4. Il referendum istituzionale è ......................................................... SÌ NO
di governo monarchico costituzionale pura?
.................................................................................................................................. La Costituzione italiana del 1948 prevedeva
una forma di governo repubblicana? SÌ NO
5. L’Assemblea costituente era ..........................................................
Il popolo italiano decise di adottare la forma
.................................................................................................................................. di governo repubblicana? SÌ NO

2 Adesso lo sai 4 Ti potrebbe capitare…


Indica, con una crocetta, se l’affermazione è vera o falsa Immagina di dovere spiegare ad altri studenti perché nel
1946 fu necessario adottare una nuova Costituzione per
1. Lo Stato albertino fu votato dall’Assemblea l’Italia e perché essa fu il risultato di un vero e proprio
costituente V F
compromesso. Da chi fu votata e con quale esito? Quali
2. Lo Statuto albertino era scritto, flessibile e breve V F novità comportò rispetto al passato?

97
DocumentI
LO STATUTO Statuto albertino e Costituzione
ALBERTINO
un confronto
Fin dai primi articoli è evidente la grande differenza tra
i due testi che hanno caratterizzato la nostra storia
costituzionale: lo Statuto albertino fu concesso dal re
mentre la Costituzione vigente venne elaborata da un
apposito organo, detto Assemblea costituente.
Nello Statuto vengono, fin dall’inizio, descritti il ruolo
e la funzione del re; nella Costituzione viene invece

CARLO ALBERTO Art. 3


per la grazia di Dio RE DI SARDEGNA, DI CIPRO E DI GERU- Il potere legislativo sarà collettivamente esercitato dal
SALEMME […] Re e da due Camere: il Senato, e quella dei Deputati.

Con lealtà di Re e con affetto di Padre Noi veniamo oggi a Art. 4


compiere quanto avevamo annunziato ai Nostri amatissi- La persona del Re è sacra ed inviolabile.
mi sudditi col Nostro proclama dell’8 dell’ultimo scorso feb-
Art. 5
braio, con cui abbiamo voluto dimostrare, in mezzo agli
Al Re solo appartiene il potere esecutivo. Egli è il Capo Supre-
eventi straordinarii che circondavano il paese, come la
mo dello Stato: comanda tutte le forze di terra e di mare;
Nostra confidenza in loro crescesse colla gravità delle cir-
dichiara la guerra: fa i trattati di pace, d’alleanza, di commer-
costanze, e come prendendo unicamente consiglio dagli
cio ed altri, dandone notizia alle Camere tosto che l’interes-
impulsi del Nostro cuore fosse ferma Nostra intenzione di
se e la sicurezza dello Stato il permettano, ed unendovi le
conformare le loro sorti alla ragione dei tempi, agli inte-
comunicazioni opportune. I trattati che importassero un one-
ressi ed alla dignità della Nazione.
re alle finanze, o variazione di territorio dello Stato, non avran-
no effetto se non dopo ottenuto l’assenso delle Camere.
Considerando Noi le larghe e forti istituzioni rappresen-
tative contenute nel presente Statuto Fondamentale Art. 6
come un mezzo il più sicuro di raddoppiare coi vincoli Il Re nomina a tutte le cariche dello Stato; e fa i decre-
d’indissolubile affetto che stringono all’Italia Nostra Coro- ti e regolamenti necessarii per l’esecuzione delle leggi,
na un Popolo, che tante prove Ci ha dato di fede, d’ob- senza sospenderne l’osservanza, o dispensarne.
bedienza e d’amore, abbiamo determinato di sancirlo e
promulgarlo, nella fiducia che Iddio benedire le pure Art. 7
Nostre intenzioni, e che la Nazione libera, forte e feli- Il Re solo sanziona le leggi e le promulga.
LO STATO E LA COSTITUZIONE IN GENERALE

ce si mostrerà sempre più degna dell’antica fama, e saprà […]


meritarsi un glorioso avvenire. Perciò di Nostra certa
scienza, Regia autorità, avuto il parere del Nostro Con- Art. 24
siglio, abbiamo ordinato ed ordiniamo in forza di Statu- Tutti i regnicoli, qualunque sia il loro titolo o grado, sono
to e Legge fondamentale, perpetua ed irrevocabile del- eguali dinanzi alla legge. Tutti godono egualmente i dirit-
la Monarchia, quanto segue: ti civili e politici, e sono ammissibili alle cariche civili, e
militari, salve le eccezioni determinate dalle Leggi.
Art. 1. […]
La Religione Cattolica, Apostolica e Romana è la sola Reli-
gione dello Stato. Gli altri culti ora esistenti sono tolle- Art. 26
rati conformemente alle leggi. La libertà individuale è guarentita.
Art. 2
Lo Stato è retto da un Governo Monarchico Rappresen-
tativo. Il Trono è ereditario secondo la legge salica.
4

98
della Repubblica Italiana: LA COSTITUZIONE
DELLA REPUBBLICA
ITALIANA

immediatamente posta l’attenzione sui valori


fondamentali che ispirano lo Stato, fra i quali l’egua-
glianza e la solidarietà.
Nel sito della Presidenza della Repubblica
(www.quirinale.it) potrai reperire le versioni integrali
del testo dello Statuto albertino e della Costituzione
italiana per un confronto più approfondito.

Approvata dall’Assemblea Costituente il 22 dicembre Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie
1947, promulgata dal Capo provvisorio dello Stato il 27 possibilità e la propria scelta, un'attività o una funzione che
dicembre 1947 (G. U. n. 298 del 27 dicembre 1947 – Edi- concorra al progresso materiale o spirituale della società.
zione straordinaria) […]

Art. 1 Art. 7.
L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. Lo Stato e la Chiesa cattolica sono, ciascuno nel proprio
La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle ordine, indipendenti e sovrani.
forme e nei limiti della Costituzione. I loro rapporti sono regolati dai Patti Lateranensi. Le
modificazioni dei Patti accettate dalle due parti, non
Art. 2 richiedono procedimento di revisione costituzionale.
La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili
dell'uomo, sia come singolo sia nelle formazioni socia- Art. 8.
li ove si svolge la sua personalità, e richiede l'adempi- Tutte le confessioni religiose sono egualmente libere
mento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, eco- davanti alla legge.
nomica e sociale. Le confessioni religiose diverse dalla cattolica hanno dirit-
to di organizzarsi secondo i propri statuti, in quanto non
Art. 3 contrastino con l'ordinamento giuridico italiano.
Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono egua- I loro rapporti con lo Stato sono regolati per legge sul-
li davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di raz- la base di intese con le relative rappresentanze.
za, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di con-
dizioni personali e sociali.
È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordi-
4
ne economico e sociale, che, limitando di fatto la liber-
LO STATO E LA COSTITUZIONE IN GENERALE

tà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno svi-


luppo della persona umana e l'effettiva partecipazione
di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economi-
ca e sociale del Paese.

Art. 4
La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavo-
ro e promuove le condizioni che rendano effettivo que-
sto diritto.

99
PRENDI TEMPO LEZIONI

E RIPASSA 16 17 18 19 20 21 22

1 Una mappa per ripassare


Completa lo schema collocando nelle caselle i termini mancanti scegliendoli tra quelli proposti. Tieni presente che sono stati
indicati anche termini errati
annullamento; brevi; concesse; immodificabili; modificazione; ottriate; limitate; rigide

LE COSTITUZIONI

possono essere

scritte non scritte

e si distinguono e si distinguono
per la modalità di per il loro

......................
emanazione contenuto
......................

in

.................... votate .................... flessibili .................... lunghe

come lo come la come la come lo come lo come la

Statuto Costituzione Costituzione Statuto Statuto Costituzione


albertino italiana italiana albertino albertino italiana
LO STATO E LA COSTITUZIONE IN GENERALE

TRACCIA 8
Collegandoti al sito
www.tramontana.it/101lezioni/mp3/
troverai un valido aiuto al ripasso delle lezioni.
4

Scarica i testi e ripassa.

100
2 Adesso lo sai 3 Le Faq o domande più frequenti
Indica, con una crocetta, la risposta esatta Qui di seguito troverai una serie di domande sugli aspetti più
importanti trattati nelle lezioni 20, 21 e 22 alle quali è oppor-
1. Le forme di governo democratiche sono:
tuno che tu risponda prima di proseguire nello studio degli
A liberali e parlamentari
altri argomenti.
B socialiste e presidenziali
Ricordati sempre di fare anche degli esempi: solo così dimo-
C socialiste e fasciste
strerai di avere veramente capito!
D parlamentari e presidenziali

1. Quali sono le principali forme di governo?


2. Le repubbliche possono essere:
2. Quali sono le caratteristiche delle differenti forme di gover-
A presidenziali, semipresidenziali e parlamentari
no?
B presidenziali e semipresidenziali
3. Che cos’è una costituzione?
C monarchiche
4. Come si distinguono tra loro le costituzioni?
D assolute o socialiste
5. Che cos’è e quando è stato adottato lo Statuto albertino?
6. Quali sono le sue principali caratteristiche?
3. Lo Statuto albertino fu:
7. Che cos’è e quando è stata adottata la Costituzione ita-
A concesso da Carlo Alberto re d’Italia
liana?
B votato dal parlamento
8. Quali sono le sue principali caratteristiche?
C concesso da Carlo Alberto re di Sardegna
D votato dall’Assemblea costituente
4 Un’immagine per riflettere
4. Nel 1948: Dopo aver osservato l’immagine, rispondi alle domande
A entrò in vigore lo Statuto albertino
B entrò in vigore la Costituzione italiana
C votarono le donne
D si tenne il referendum

5. La Costituzione italiana è:
A scritta, breve, rigida e votata
B scritta, lunga, flessibile e ottriata
C scritta, lunga, rigida e votata
D scritta, lunga, flessibile e votata

6. La Costituzione italiana fu:


A concessa dal Re d’Italia
B votata dal Parlamento
C concessa da De Nicola
D votata dall’Assemblea costituente

7. La Costituzione italiana contiene:


A 84 articoli
B 189 articoli
C 139 articoli
4
D 1948 articoli
LO STATO E LA COSTITUZIONE IN GENERALE

1. Chi è, secondo te il sovrano raffigurato nell’immagine?


8. Lo Statuto albertino era: 2. Perché è importante per la nostra storia costituzionale?
A scritto, breve, flessibile e ottriato
3. A che tipo di governo era a capo?
B scritto, lungo, flessibile e ottriato
C scritto, breve, rigido e ottriato
D scritto, breve, flessibile e votato
5 Ti potrebbe capitare...
Mentre sei in visita a un Paese straniero con una forma di
governo repubblicana di tipo parlamentare viene modifica-
ta la Costituzione per adottare una forma di governo in cui
il capo dello Stato è anche capo dell’esecutivo.
Di che forma di governo si tratta? Perché?
Quali differenze esistono tra la nuova forma di governo e la
precedente?

101
ESERCIZI IN
4
MODULO
LEZIONI

AUTOVALUTAZIONE 16 17 18 19 20 21 22
Svolgi questi esercizi solo dopo aver studiato gli argomenti del modulo 4. Calcola il tuo punteggio
attribuendo a ciascuna risposta esatta due punti e zero punti per ogni risposta errata o omessa.

1 Per aiutarti a ripassare


F. Forma di Stato in cui il potere è accentrato nelle
Completa il testo inserendo negli spazi vuoti i termini
mani di un sovrano
indicati di seguito
1. Nazione
Tutti gli Stati adottano una legge fondamentale, detta 2. Sovranità
................................... , che stabilisce libertà, diritti e doveri dei cit-
3. Monarchia assoluta
tadini e l’aspetto istituzionale dello Stato. Le costituzioni pos- 4. Ottriato
sono essere scritte o non scritte, votate o ..................................., bre- 5. Monarchia parlamentare
vi o lunghe e rigide o ................................... . Lo ................................... , con- 6. Acque territoriali
cesso nel 1848 dal ................................... Carlo Alberto, era scritto,
A. Organo che votò e adottò la Costituzione italiana
breve, ottriato e flessibile, mentre la ................................... , entra-
ta in vigore nel 1948, fu votata dall’ ................................... , è scrit- B. Persona privata della cittadinanza dal suo Paese di
origine solitamente per motivi religiosi o politici
ta, lunga e rigida, cioè modificabile con una procedura com-
plessa. C. Documento costituzionale di tipo flessibile, ottriato
e breve
costituzione, ottriate, Assemblea parlamentare, flessibili, D. Sono forme di governo
re di Sardegna, Statuto albertino, Costituzione italiana, E. È formata da cittadini, stranieri e apolidi
Assemblea costituente, presidente F. Documento costituzionale di tipo rigido, votato
e lungo
Il ................................... è il luogo all’interno del quale lo Stato può 1. Monarchie e repubbliche
esercitare il proprio potere. 2. Statuto albertino
Esso comprende la terraferma, lo spazio aereo sovrastante 3. Costituzione italiana
e il ................................... . Inoltre, se lo Stato confina con il mare 4. Popolazione
anche quest’ultimo, sino a ................................... dalla costa, è con- 5. Assemblea costituente
siderato territorio dello Stato. 6. Apolide

territorio, popolo, atmosfera, sottosuolo, 200 miglia mari- ■ punti:…….........…


ne, 12 miglia marine
3 Per verificare che cosa sai
Tra gli aspetti fondamentali dello Stato ................................... ricor- Indica, con una crocetta, se l’affermazione è vera o falsa
diamo il suffragio universale diretto, il pluralismo politico, la
1. La nazione è l’insieme di quelle persone che hanno
tutela dei valori fondamentali, l’intervento ................................... nel
tra di loro legami di tipo linguistico, storico,
settore sociale ed economico
culturale, religioso o che appartengono a una
stessa etnia V F
democratico, liberista, dei privati, statale
2. Lo Stato è un ente territoriale sovrano V F
LO STATO E LA COSTITUZIONE IN GENERALE

■ punti: …….........… 3. Il territorio dello Stato costiero si estende fino


a 200 miglia dalla costa comprendendo
2 Per arricchire il tuo vocabolario V F
la cosiddetta zona economica
Abbina ciascuna espressione del primo gruppo
4. La popolazione è formata dai cittadini
con la corrispondente del secondo gruppo V F
di uno Stato
5. Gli apolidi sono cittadini che vivono all’estero V F
A. Significa concesso
B. Forma di governo in cui il sovrano è posto a capo 6. La sovranità è il potere di stabilire regole
e farle rispettare V F
dello Stato, ma ha limitati poteri di tipo soprattutto
formale 7. Il territorio statale comprende anche l’atmosfera
C. Insieme di persone accomunate da legami etnici, e il sottosuolo V F
linguistici, culturali ecc. 8. Lo Stato liberale interviene in campo sociale
D. Acque marine di uno Stato che si estendono per ed economico V F
dodici miglia dalle sue coste 9. Lo Stato liberale adotta il principio
E. Potere di stabilire regole e di pretenderne il rispetto della divisione dei poteri di Montesquieu V F
4

104
10.Lo Stato democratico si afferma nel XX secolo 6. Le costituzioni sono:
e riconosce il suffragio universale diretto V F A sempre scritte e lunghe
11. Lo Stato democratico adotta una legge B scritte e non scritte, brevi o lunghe, rigide o flessibili
fondamentale detta Costituzione e riconosce C non scritte, lunghe, rigide
l’uguaglianza e le libertà fondamentali V F D scritte, lunghe e flessibili

12. Lo Stato democratico assume progressivamente 7. Lo Statuto albertino fu concesso:


V F A dal re d’Italia Carlo Alberto ed era ottriato, breve e rigido
un carattere sociale diventando welfare state
B dal re di Sicilia Carlo Alberto ed era ottriato, breve e
13. Nelle forme di governo parlamentari esiste flessibile
una netta separazione tra potere esecutivo C da Mussolini ed era ottriato, breve e flessibile
e legislativo V F
D dal re di Sardegna Carlo Alberto ed era ottriato, breve
14. Monarchia e repubblica possono essere e flessibile
parlamentari V F
8. La Costituzione italiana è:
15. Costituzione rigida significa concessa da un A ottriata, breve e scritta
sovrano e non modificabile V F B non scritta, lunga e votata
C breve, votata, flessibile e scritta
16. Le costituzioni flessibili sono modificabili
D scritta, votata, rigida e lunga
con una procedura prevista anche
per le leggi ordinarie V F
■ punti: …….........…
17. La Costituzione italiana è entrata in vigore
nel 1946 V F

18. Lo Statuto albertino è stato concesso nel 1848


ed è diventato Costituzione del Regno di Italia
nel 1861 V F

■ punti: …….........…

4 Per verificare che cosa hai compreso


Indica, con una crocetta, la risposta esatta
1. Lo Stato è: Facciamo i conti
A una società Dopo aver inserito il punteggio negli spazi predisposti,
barra con una crocetta il quadratino corrispondente
B una nazione al tuo punteggio complessivo.
C una comunità politica
D un ente territoriale sovrano 1 Per aiutarti a ripassare Punti ……..... +
2. La popolazione di uno Stato è formata: 2 Per arricchire il tuo vocabolario Punti ……..... +
A dai suoi cittadini 3 Per verificare che cosa sai Punti ……..... +
B dai cittadini, stranieri e apolidi
4 Per verificare che cosa hai compreso Punti ……..... =
C da coloro che vi lavorano
D dai suoi cittadini che vi risiedono e lavorano Totale Punti …….....

3. Il principio di divisione dei poteri si afferma con lo:


da 0 a 35 punti
4
A Stato assoluto
devo studiare con più impegno e attenzione
LO STATO E LA COSTITUZIONE IN GENERALE

B Stato liberale
C Stato sociale da 36 a 59 punti
D Stato democratico è meglio che studi ancora tutte le lezioni
4. Le forme di governo democratiche sono:
da 60 a 75 punti
A socialiste e presidenziali
ho raggiunto la sufficienza,
B socialiste e fasciste
ma se voglio risultati migliori devo ripassare
C liberali e parlamentari
D parlamentari e presidenziali da 76 a 90 punti
5. Le repubbliche possono essere: bene! I miei sforzi hanno dato buoni risultati
A presidenziali e semipresidenziali
da 91 a 100 punti
B monarchiche
sono andato molto bene,
C presidenziali, semipresidenziali e parlamentari
posso uscire con gli amici
D assolute o socialiste

105
LA COSTITUZIONE ITALIANA:
5
MODULO

PRINCIPI, LIBERTÀ,
DIRITTI, DOVERI
I TUOI OBIETTIVI
Conoscerai il significato di:
PER • sovranità popolare
PARTIRE • principi fondamentali
della Costituzione
• diritti inviolabili e uguaglianza
Dovrai conoscere: • libertà individuali e collettive
• le parole norma • asilo politico, estradizione
e diritto
• le fonti del diritto • petizione, elettorato attivo
• il rapporto e le e passivo, lavoro, sciopero,
situazioni giuridiche libertà sindacale e contratti
• i soggetti del diritto collettivi di lavoro
• libera iniziativa economica
privata, proprietà pubblica
e risparmio
• espropriazione

START Saprai distinguere


e confrontare:
LA COSTITUZIONE ITALIANA: PRINCIPI, LIBERTÀ, DIRITTI, DOVERI

• l’uguaglianza formale
e sostanziale, la libertà personale
fisica e morale, la libertà
di soggiorno e di circolazione
L23 • la libertà di riunione
I PRINCIPI e di associazione, la libertà
di pensiero e di corrispondenza
FONDAMENTALI
• i diritti in ambito civile,
(artt. 1-3) etico-sociale, politico
• i principi ispiratori del nostro
sistema economico
L24 • i doveri del cittadino
I PRINCIPI
FONDAMENTALI
(artt. 4-12) L25
I DIRITTI PRENDI
TEMPO
DEI CITTADINI NEI E RIPASSA
RAPPORTI CIVILI VERIFICA LEZIONI
5

(artt. 13-16) 23, 24, 25

106
L30 L31
I DOVERI DEL
I DIRITTI
CITTADINO
POLITICI
(artt. 52-54)
DEL CITTADINO
(artt. 48-51)
L29 PRENDI
TEMPO
I PRINCIPI CHE E RIPASSA
ISPIRANO VERIFICA
LEZIONI
IL NOSTRO 29, 30, 31
SISTEMA
ECONOMICO
(artt. 41-47)

PRENDI
TEMPO IL TUO
E RIPASSA TRAGUARDO
VERIFICA
LEZIONI
26, 27, 28

L28 D&E MAGAZINE


I DIRITTI Speciale
DEI CITTADINI riservatezza
NEI RAPPORTI

5
ECONOMICI

LA COSTITUZIONE ITALIANA: PRINCIPI, LIBERTÀ, DIRITTI, DOVERI


(artt. 35-40)

ESERCIZI IN
AUTO-
VALUTAZIONE
L27
I DIRITTI DEI
CITTADINI
NEI RAPPORTI
ETICO-SOCIALI
(artt. 29-34)
L26
I DIRITTI DEI
CITTADINI NEI
RAPPORTI CIVILI
(artt. 17-21)

107
23
LEZIONE

I principi fondamentali (artt. 1-3)


La struttura della Costituzione vi si afferma che, nel nostro Stato, la sovranità appar-
tiene al popolo, il quale esercita concretamente que-
Il testo più importante del nostro sistema normati- sto suo potere soprattutto partecipando alle elezioni.
vo è la Costituzione. Se la prima norma della Costituzione afferma che l’Ita-
In essa sono indicate le libertà, i diritti fondamenta- lia è una Repubblica democratica, l’ultima norma, l’ar-
li e i doveri riconosciuti a ciascuno di noi ed è quin- ticolo 139, vieta in modo esplicito che la forma repub-
di molto importante conoscerne il contenuto. blicana possa essere in alcun modo modificata, nean-
La nostra Costituzione si compone di 139 articoli che attraverso una modifica della stessa Costituzione.
ed è suddivisa in due parti, precedute da una par- Infine, l’articolo 1 evidenzia il valore del lavoro, inte-
te introduttiva denominata “Principi fondamenta- so come fondamento della crescita e dello sviluppo del-
li” e seguite da una parte finale chiamata “Dispo- la nostra società, nella quale l’impegno lavorativo di cia-
sizioni transitorie e finali”. scuno contribuisce a migliorare l’intera collettività.
Conosceremo la Costituzione (il cui testo integrale è
riportato alla fine del volume) seguendo la successio-
art. 2 L’articolo 2 della Costituzione garantisce i dirit-
ne degli articoli. ti inviolabili dell’uomo: si tratta di un’espressione, pre-
sente in molte costituzioni, che indica la tutela di alcu-
ni valori importantissimi come la vita, l’integrità fisica,
la riservatezza ecc. Il nostro Stato li riconosce sia a ogni
I principi fondamentali individuo sia alle formazioni sociali (come la famiglia,
le associazioni, i partiti politici ecc.) nelle quali si svol-
Quando si costruisce una casa prima si realizzano le ge concretamente la vita di ciascuno. Infatti, la cresci-
fondamenta e i pilastri portanti e poi i muri, pavimen- ta delle persone e, conseguentemente, della società
ti, tetto ecc. La stessa cosa è avvenuta con la Costi- moderna e democratica, nasce dal confronto di idee,
tuzione: prima sono stati redatti i principi fondamen- opinioni, culture che si sviluppano soprattutto nelle
tali, ossia i suoi pilastri, e poi è stato via via scritto il organizzazioni sociali, all’interno delle quali vengono
resto del testo. Per tale ragione nei primi 12 arti- garantite le libertà fondamentali (come riunirsi, discu-
coli sono contenuti i principi di maggiore rilevanza tere, rendere pubbliche le proprie opinioni ecc.).
di tutta la Costituzione italiana. Infatti, in molti casi, Tuttavia, la libertà di ciascuno non deve significare vive-
per esempio a proposito del lavoro, i principi fonda- re in maniera egoistica, ma deve essere ispirata alla
mentali, enunciati nei primi articoli, vengono poi solidarietà sociale, poiché ognuno di noi dovrebbe
ripresi e ulteriormente regolati da altre norme, inse- cercare di aiutare e favorire i soggetti più deboli e meno
LA COSTITUZIONE ITALIANA: PRINCIPI, LIBERTÀ, DIRITTI, DOVERI

rite nella parte denominata “Diritti e doveri dei cit- fortunati, al fine di creare una società nella quale vi
tadini” (artt. 13-54). sia collaborazione effettiva e aiuto tra le persone. In
I principi fondamentali sono quindi garanzie e obiet- Italia la solidarietà si manifesta concretamente in tan-
tivi che devono ispirare l’attività sia dello Stato sia dei tissimi modi soprattutto attraverso il volontariato,
cittadini. ossia persone e associazioni che svolgono la loro atti-
vità a favore dei soggetti più bisognosi (ammalati, per-
sone svantaggiate ecc.) al solo fine di aiutarli nel modo
Forma di governo migliore, senza l’obiettivo di conseguire un vantaggio
e diritti inviolabili (artt. 1-2) di natura economica per loro stessi.

art. 1 La Costituzione si apre con l’articolo 1, nel qua-


le i costituenti hanno cercato di evidenziare alcuni aspet- L’uguaglianza (art. 3)
ti di grande importanza. Infatti il primo comma stabi-
lisce che “L’Italia è una Repubblica democratica, fon- art. 3 L’articolo 3 stabilisce il principio dell’ugua-
data sul lavoro”. Viene quindi indicata la forma di gover- glianza che, nel nostro ordinamento, ha un dupli-
no del nostro Stato: una Repubblica democratica. ce significato: formale e sostanziale.
Democrazia, come sappiamo, letteralmente signifi- Uguaglianza formale significa che tutti i cittadini sono
ca governo del popolo: pertanto i cittadini, attraver- uguali davanti alla legge, senza distinzioni di sesso,
so le elezioni, possono scegliere le persone a cui è affi- razza, lingua, religione, opinioni politiche, condizio-
dato il compito di governare il nostro Paese. ni economiche, personali o sociali.
Nel comma successivo, questo principio, detto Uguaglianza sostanziale significa invece creare le con-
democratico, viene ulteriormente rafforzato, poiché dizioni affinché ciascuna persona possa essere effet-
5

108
tivamente uguale alle altre. Per realizzarla la Costitu-
zione afferma che è necessario rimuovere gli ostaco- 1 Nuove parole, nuove idee
li sociali ed economici che impediscono il pieno svi- Completa le frasi dopo aver ripassato la lezione
luppo della persona umana. 1. I principi fondamentali sono ..........................................................
Si tratta di un obiettivo molto difficile da consegui-
re: tuttavia, lo Stato ha cercato di raggiungerlo con ..................................................................................................................................

alcune scelte importanti, per esempio favorendo 2. I diritti inviolabili dell’uomo sono ..............................................
l’istruzione dei cittadini, cercando di creare condizio-
ni di sviluppo per l’economia e per l’occupazione, rea- ..................................................................................................................................

lizzando un’ampia rete di protezione sociale a favo- 3. Le libertà fondamentali sono .........................................................
re dei soggetti più deboli (per esempio assistenza
medica gratuita, pensioni ecc.). ..................................................................................................................................

Un’attenzione particolare è stata inoltre dedicata al 4. Uguaglianza formale significa .......................................................


tema della parità effettiva tra uomo e donna,
attraverso l’emanazione di molte leggi dirette a rea- ..................................................................................................................................

lizzarla concretamente nell’ambito familiare, lavora- 5. Uguaglianza sostanziale significa ..............................................


tivo, politico ecc.
..................................................................................................................................

Come è strutturata 2 Adesso lo sai


Indica, con una crocetta, se l’affermazione è vera o falsa
la Costituzione?
1. Nella parte introduttiva, la Costituzione
L’intero testo costituzionale è suddiviso in più parti. contiene i principi fondamentali. V F
Ogni parte, a eccezione dei Principi fondamentali e del-
2. L’articolo 1 riconosce la forma di governo,
le Disposizioni transitorie e finali, è a sua volta suddivi-
la sovranità del popolo italiano e il lavoro
sa in Titoli, in cui sono raggruppate norme che regolano V F
come valori fondamentali
uno stesso argomento. All’interno di alcuni Titoli sono
presenti sezioni in cui sono ulteriormente aggregate le 3. Le libertà fondamentali sono riconosciute all’uomo
anche nelle formazioni sociali di cui fa parte V F
norme che riguardano un singolo aspetto trattato. Per
capirlo leggi con attenzione lo schema sotto riprodotto! 4. L’articolo 3 riguarda i diritti inviolabili dell’uomo V F

5. La Costituzione tutela l’uguaglianza formale


Articoli Parte/Titoli V F
e sostanziale
1-12 Principi fondamentali
13-54 Parte prima

5
Diritti e doveri dei cittadini 3 Tu e il diritto

LA COSTITUZIONE ITALIANA: PRINCIPI, LIBERTÀ, DIRITTI, DOVERI


Titolo I Rapporti civili (artt. 13-28) Nella tua vita di tutti i giorni quali regole osservi?
Titolo II Rapporti etico-sociali

© RCS Libri S.p.A. - Divisione Education, Milano


(artt. 29-34) I diritti inviolabili? SÌ NO
Titolo III Rapporti economici SÌ NO
(artt. 35-47) L’integrità fisica?
Titolo IV Rapporti politici La riservatezza dei dati personali ecc.? SÌ NO
(artt. 48-54) Le libertà fondamentali? SÌ NO
55-139 Parte seconda La libertà di pensiero? SÌ NO
Ordinamento della Repubblica
Titolo I Il Parlamento (artt. 55-82) L’uguaglianza formale e sostanziale? SÌ NO
Titolo II Il Presidente della La parità tra uomo e donna? SÌ NO
Repubblica (artt. 83-91)
Titolo III Il Governo (artt. 92-100)
Titolo IV La Magistratura 4 Ti potrebbe capitare…
(artt. 101-113)
Titolo V Le Regioni, le Province, Sei venuto a sapere, consultando i dati statistici dell’Onu, che
i Comuni (artt. 114-133) nel mondo, in alcuni Paesi poverissimi, esistono bambini non
Titolo VI Garanzie costituzionali registrati all’anagrafe, cioè presso gli uffici che tengono il regi-
(artt. 134-139) stro delle nascite. Questi bimbi sono privi di identità, posso-
I-XVIII Disposizioni transitorie e finali no facilmente essere venduti, sfruttati e mutilati per vende-
re i loro organi a chi ha bisogno di trapianti.
Dopo l’articolo 139 sono presenti alcune norme, indi- Secondo te, tale situazione sarebbe possibile nel nostro
cate con i numeri romani da I a XVIII, riguardanti l’en- Paese? Perché?
trata in vigore della Costituzione e alcuni divieti

109
24
LEZIONE

I principi fondamentali (artt. 4-12)


Artt. 4-6 Come è noto a tutti, l’Italia ha un patrimonio storico
e artistico senza pari al mondo: in ogni città sono infat-
art. 4 Questo articolo garantisce il diritto-dovere al ti presenti monumenti, edifici, chiese e opere d’arte di
lavoro, che è perciò considerato sia un diritto del cit- notevole pregio. Si tratta perciò di un insieme di risor-
tadino (lo Stato deve quindi impegnarsi al fine di pro- se di grande importanza non solo culturale, ma anche
muovere le condizioni che consentano a tutti di poter economica per lo Stato, strettamente connesse all’eser-
svolgere un’attività lavorativa) sia un dovere. Il lavoro cizio di alcune attività, come il turismo.
rappresenta infatti il mezzo concreto attraverso il qua- La Costituzione ha perciò ritenuto importante valo-
le ciascuno, secondo le proprie scelte, le proprie capa- rizzare e conservare il nostro immenso patrimonio,
cità e professionalità, contribuisce al progresso, mate- oltre che tutelare il paesaggio.
riale e spirituale, dell’intera società. Torneremo più
ampiamente su questi aspetti in altre lezioni..
Artt. 10-12
art. 5 La Costituzione stabilisce che l’Italia è una e
indivisibile: si tratta di un aspetto molto importante Il nostro Stato intrattiene moltissime relazioni con
della carta costituzionale, con cui si vuole evitare che, la comunità internazionale, mediante la stipulazio-
dopo la lunga avventura storica che ha portato all’uni- ne di accordi e trattati. L’Italia ha infatti rapporti poli-
ficazione dello Stato italiano nel 1861, si verifichi- tici ed economici con gli altri Paesi e con le maggio-
no situazioni di divisione del territorio. ri organizzazioni internazionali, come l’Onu, l’Or-
Nel nostro Paese sono tuttavia presenti aree territo- ganizzazione delle Nazioni Unite, con sede a New
riali molto diverse tra di loro; pertanto vengono rico- York, che ha quali scopi principali il mantenimento
nosciuti ampi compiti e poteri agli enti locali (Comu- della pace internazionale e la cooperazione e solida-
ni, Province e Regioni) per soddisfare, in maniera più rietà tra gli Stati.
adeguata, le loro differenti esigenze. Negli ultimi anni contingenti italiani hanno parteci-
pato, tra non poche polemiche, ad atti-
art. 6 La Costituzione tutela altresì le minoran- vità di tipo militare in Bosnia, Afghani-
ze linguistiche presenti in Valle d’Aosta e in stan e Iraq. Tali interventi
Trentino-Alto Adige, sia consentendo l’uso sono stati espressamen-
delle rispettive lingue d’origine (francese e te autorizzati dal Parla-
tedesco), accanto alla lingua italiana, negli mento e rientrano in attivi-
uffici pubblici e nelle scuole (cosiddetto tà di peacekeeping, sono
LA COSTITUZIONE ITALIANA: PRINCIPI, LIBERTÀ, DIRITTI, DOVERI

bilinguismo), sia prevedendo particolari cioè diretti al mantenimen-


norme dirette a garantire maggiore auto- to della pace in aree a rischio
nomia amministrativa in quelle zone. di guerra. Il nostro Stato si
impegna inoltre ad aiutare le
persone che provengono da altri Paesi nei quali non
Artt. 7-9 sono garantite e riconosciute le libertà democratiche.

Il nostro Stato riconosce la libertà religiosa,


artt. 7-8
art. 10 L’aiuto a queste persone viene accordato sia
cioè la possibilità di professare una religione. Le nor- mediante la concessione dell’asilo politico, ossia la pos-
me contenute negli articoli 7 e 8 sono dirette a rego- sibilità di soggiornare nel nostro territorio, sia median-
lare i rapporti tra lo Stato e le confessioni reli-
giose. L’articolo 7 è dedicato espressamente ai rap-
porti tra Stato e Chiesa cattolica, mentre l’articolo 8
regola i rapporti con tutte le altre confessioni religio-
se, garantendo la libertà di professarle.
art. 9 È l’articolo che prevede sia il rispetto e la valo-
rizzazione della cultura, intesa come ricerca
scientifica, tecnica, letteraria ecc., poiché ciò rappre-
senta un requisito essenziale per la crescita di uno Sta-
to, sia la tutela del paesaggio e del patrimonio sto-
5

rico e artistico del Paese.

110
te l’impegno dello Stato a non estradare gli stranieri che
vi si trovano e sono perseguitati per motivi politici. 1 Nuove parole, nuove idee
L’estradizione, infatti, è un atto con il quale l’autori- Completa le frasi dopo aver ripassato la lezione
tà giudiziaria di uno Stato chiede a un altro Stato che 1. Diritto-dovere al lavoro significa ................................................
una persona, che si trova sul suo territorio, le sia con-
segnata per poterla sottoporre a un processo oppure per ..................................................................................................................................

eseguire una condanna nei suoi confronti. ..................................................................................................................................

Il nostro Stato ripudia la guerra come stru-


art. 11 2. L’Italia è una e indivisibile significa ...........................................

mento di offesa. ..................................................................................................................................

È l’articolo che descrive la forma e il colore del


art. 12 ..................................................................................................................................

tricolore italiano, simbolo ideale del nostro Stato. 3. Le minoranze linguistiche in Italia sono ................................

..................................................................................................................................

..................................................................................................................................
Come si riconosce 4. L’asilo politico è .........................................................................................
la bandiera italiana?
..................................................................................................................................

Il tricolore ..................................................................................................................................
La bandiera italiana è stata spesso
riprodotta con tonalità assai diverse. 5. Peacekeeping significa .........................................................................
Nel corso del 2004 è stata creata ..................................................................................................................................
un’apposita commissione con il
compito di definire esattamente i ..................................................................................................................................
colori, le misure e le modalità di
esposizione della bandiera.
2 Adesso lo sai
Le dimensioni Indica, con una crocetta, se l’affermazione è vera o falsa
1. Il territorio italiano è indivisibile, ma si compone
200 cm

Per esterno: 300 x 200 cm di enti locali V F


o 450 x 300 cm.
2. La Costituzione tutela il paesaggio e il patrimonio
L’asta del balcone deve essere lunga V F
storico e artistico
300 cm 4 m e l’asta da terra 8 m.
3. L’Italia concede l’estradizione per motivi politici V F

5
100 cm

LA COSTITUZIONE ITALIANA: PRINCIPI, LIBERTÀ, DIRITTI, DOVERI


Per l’interno: 150 x 100 cm. 4. In Italia si può professare solo la religione cattolica V F
L’asta deve essere alta 250 cm. 5. L’Italia ripudia la guerra come strumento
150 cm di difesa e di offesa V F

I colori
Vanno disposti nell’ordine: verde, bianco, rosso, con il ver- 3 Tu e il diritto
de adiacente all’asta; se viene esposta verticalmente, il ros- Secondo te in Italia sono rispettati gli artt. 4-12 della
so è in basso. Costituzione? E tu li rispetti?
Il diritto al lavoro? SÌ NO
La storia
Poter professare qualsiasi religione? SÌ NO
1797 A Reggio Emilia il tricolore in bande orizzontali vie-
ne acclamato bandiera della Repubblica Cispadana. La tutela del paesaggio e del patrimonio storico
1805 Napoleone accetta di adottarla come bandiera del e artistico? SÌ NO
Regno d’Italia, con i colori in bande verticali. La tutela delle minoranze linguistiche? SÌ NO
1848 Diventa bandiera del Regno di Sardegna, con lo scu- Ripudio della guerra come strumento di offesa? SÌ NO
do sabaudo.
1861 Diventa la bandiera italiana.
1946 Con la nascita delle Repubblica, scompare lo scu- 4 Ti potrebbe capitare…
do sabaudo. Hai appena visto un filmato televisivo sul conflitto in Afgha-
1948 La Costituzione dispone che la bandiera naziona- nistan, dove sono in atto operazioni militari alle quali par-
le sia il tricolore italiano, verde, bianco e rosso a tre tecipa anche l’esercito italiano.
bande verticali di eguali dimensioni.
Come è possibile tale situazione se l’Italia ripudia la guerra?

111
25
I diritti dei cittadini nei rapporti civili
LEZIONE

(artt. 13-16)
I diritti e i doveri La persona nei cui confronti è stato emesso un atto
dei cittadini in generale che ne limiti la libertà personale ha diritto di difender-
si per sostenere le proprie ragioni.
La prima parte della Costituzione italiana è dedi- Nella realtà può però accadere che una persona sia
cata ai diritti e ai doveri dei cittadini. colta sul fatto di commettere un omicidio o un gra-
In essa sono ripresi e specificati alcuni principi fonda- ve reato, ossia una violazione di una norma di carat-
mentali, già delineati nei primi 12 articoli, e sono garan- tere penale per cui l’ordinamento prevede una pena:
tite le forme di libertà più importanti per un cittadino. se la garanzia che abbiamo appena letto non preve-
Sono altresì sanciti i diritti e doveri dei cittadini sud- desse delle eccezioni, la persona potrebbe commet-
divisi in quattro aree fondamentali: civili (artt. 13- tere il reato e allontanarsi indisturbata. La Costitu-
28), etico-sociali (29-34), economici (artt. 35-47) e zione ha perciò previsto che, in casi eccezionali come
politici (artt. 48-54), comprendenti il diritto di voto e quello appena descritto, l’autorità di pubblica sicu-
di partecipazione dei cittadini alla vita istituzionale. rezza possa fermare le persone, senza provvedimen-
ti giudiziari preventivi, ma solo in ipotesi particola-
LA PRIMA PARTE DELLA COSTITUZIONE COMPRENDE ri. In ogni caso entro un tempo brevissimo il giudi-
ce deve convalidare il fermo dell’autorità che l’ha
effettuato.
È inoltre vietata qualsiasi forma di violenza fisica e
morale, cioè minacce nei confronti delle persone sot-
4)

)
-47
9-3

4)

toposte a forme di restrizione della libertà personale.


8)

8-5
35
.2
3-2

rtt

.4
tt.
.1

i (a

(ar

rtt

art. 14La Costituzione garantisce anche la libertà di


rtt

i (a
ial

ci
i (a

domicilio della persona, intendendo con questa espres-


mi
oc

tic
ivil

sione l’inviolabilità di qualsiasi luogo in cui essa viva


no
o-s

oli
ic

co

ip
tic

oppure svolga la sua attività professionale (quindi l’abi-


ort

ie

ort
ie

ort

tazione, l’ufficio ecc.). Tali luoghi non possono esse-


pp

ort

pp
I ra

pp

I ra

re ispezionati o perquisiti, salvo che in limitate ipo-


pp

I ra
I ra

tesi come nel caso di provvedimenti del giudice o


ispezioni della Guardia di finanza.
artt. 13-18Iniziamo a conoscere il Titolo dedicato ai rap-
LA COSTITUZIONE ITALIANA: PRINCIPI, LIBERTÀ, DIRITTI, DOVERI

art. 15 La libertà di corrispondenza, che include


porti civili, che contiene le norme costituzionali che anche la sua segretezza, garantisce i cittadini stabi-
garantiscono le forme di libertà poste alla base di una lendo il divieto di forme di controllo non solo sul-
moderna democrazia (come la libertà personale, reli- le comunicazioni tramite lettera, ma anche su tutti
giosa e di pensiero) e ritenute fondamentali dai diver- i mezzi oggi abitualmente utilizzati per comunicare
si accordi internazionali che tutelano l’individuo. (dal telefono, al fax, alla posta elettronica).
Solo in casi particolari, come, per esempio, nell’am-
bito di un’indagine giudiziaria, il giudice può, con
Le libertà fondamentali della persona provvedimento motivato nei casi previsti dalla leg-
(artt. 13-16) ge, autorizzare l’intercettazione delle comunica-
zioni.
Gli articoli 13-16 riguardano la tutela di quattro liber-
tà fondamentali della persona: la libertà persona- art. 16 La libertà di circolazione e di soggiorno garan-
le, di domicilio, di corrispondenza e di circolazione. tisce a tutti i cittadini di circolare liberamente nel ter-
ritorio dello Stato e di recarsi in altri Stati, di soggior-
art. 13La libertà personale viene tutelata innanzitut- nare nei luoghi preferiti e di stabilirvi liberamente la
to come libertà fisica e morale della persona da propria residenza o dimora.
arbitrarie limitazioni da parte dell’autorità giudiziaria In alcuni casi eccezionali, ma mai per ragioni di tipo
o delle forze dell’ordine, garantendo alle persone che politico, ai cittadini può essere vietato di circolare o
qualsiasi provvedimento che riduca la loro libertà soggiornare in determinati luoghi: pensa a una fuga
(come, per esempio, la detenzione in un carcere) pos- di sostanze inquinanti, a una pericolosa epidemia che
sa essere inflitto solo dopo l’emanazione di un atto renda rischioso avvicinarsi alle località colpite, al
5

motivato emesso da un giudice. divieto di accedere a zone militari, radioattive ecc.

112
1 Nuove parole, nuove idee 3. La libertà di corrispondenza comprende ogni tipo
di comunicazione, anche telefonica e telematica V F
Completa le frasi dopo aver ripassato la lezione
4. La libertà di corrispondenza è soggetta a controlli V F
1. I rapporti civili comprendono ..........................................................
5. La libertà di soggiorno e circolazione può essere
.................................................................................................................................. limitata per ragioni di sicurezza, di igiene, militari V F

2. Libertà personale significa ...............................................................


..................................................................................................................................
3 Tu e il diritto
Alla tua età ritieni che le tue libertà fondamentali siano
3. Libertà di domicilio significa ........................................................... rispettate?
.................................................................................................................................. Sei minorenne? SÌ NO

La tua corrispondenza è controllata? SÌ NO


4. Libertà di corrispondenza significa ..........................................
Puoi circolare liberamente nel territorio dello
.................................................................................................................................. SÌ NO
Stato italiano?
5. Libertà di circolazione e di soggiorno significa .............. Puoi soggiornare liberamente nel territorio dello
Stato italiano? SÌ NO
..................................................................................................................................
La tua libertà personale può essere limitata? SÌ NO

2 Adesso lo sai 4 Ti potrebbe capitare…


Indica, con una crocetta, se l’affermazione è vera o falsa
Le forze dell’ordine potrebbero fermarti e contestare che hai
1. La prima parte della Costituzione riguarda appena commesso una infrazione del Codice delle strada.
la libertà, i diritti e i doveri raggruppati in quattro
aree fondamentali V F Oltre a farti il verbale e infliggerti una contravvenzione,
potrebbero anche arrestarti per una settimana perché hai
2. La libertà personale può essere limitata tagliato loro la strada facendoli spaventare?
con provvedimenti del Governo V F
Perché?

Soggetti detenuti per età negli istituti penitenziari (in %)

5
LA COSTITUZIONE ITALIANA: PRINCIPI, LIBERTÀ, DIRITTI, DOVERI
Dati riferiti al 31 dicembre 2007
%
20
18 17,6
16,5 16,4
16
14 13,1
12
10,4
10 9,3 9,4

8
6
4 3,3 3,2
2
0,6 0,2
0
anni 18-20 21-24 25-29 30-34 35-39 40-44 45-49 50-59 60-69 oltre 70 n.r.

Fasce d’età
Fonte: www.giustizia.it

113
PRENDI TEMPO LEZIONI

E RIPASSA 23 24 25 26 27 28 29 30 31

1 Una mappa per ripassare


Completa lo schema collocando nelle caselle i termini mancanti scegliendoli tra quelli proposti. Tieni presente che sono stati
indicati anche termini errati
libertà personale (art. 13); libertà di corrispondenza (art. 15); i principi fondamentali (artt. 1-10); le relazioni
economiche e sociali (artt. 29-34); libertà fisica (art. 13); libertà di comunicazione (art. 15); i rapporti etico-sociali
(artt. 29-34); i rapporti politici (artt. 48-54); i principi fondamentali (artt. 1-12)

LA COSTITUZIONE

riconosce
.............................................. i diritti e i doveri dei cittadini
(artt.13-54)
..............................................
che comprendono

i rapporti civili i rapporti economici


(artt. 13-28) .......................... (artt. 35-47) ..........................
.......................... ..........................
.......................... ..........................
che includono
(artt. 13-16)

..........................
LA COSTITUZIONE ITALIANA: PRINCIPI, LIBERTÀ, DIRITTI, DOVERI

..........................
..........................

libertà di domicilio
(art. 14)

..........................
..........................
..........................

libertà TRACCIA 9
di circolazione
e di soggiorno Collegandoti al sito
(art. 16) www.tramontana.it/101lezioni/mp3/
troverai un valido aiuto al ripasso delle lezioni.
5

Scarica i testi e ripassa.

114
2 Adesso lo sai 3 Le Faq o domande più frequenti
Indica, con una crocetta, la risposta esatta Qui di seguito troverai una serie di domande sugli aspetti più
importanti trattati nelle lezioni 23, 24 e 25 alle quali è oppor-
1. La Costituzione italiana si compone di:
tuno che tu risponda prima di proseguire nello studio degli
A due parti precedute da una parte introduttiva e una
altri argomenti.
finale
Ricordati sempre di fare anche degli esempi: solo così dimo-
B due parti precedute da una parte introduttiva
strerai di avere veramente capito!
C tre parti precedute da una parte introduttiva
D tre parti precedute da una parte introduttiva e una
1. Com’è strutturata la Costituzione italiana?
finale
2. Che cosa si intende per principi fondamentali?
3. E per diritti inviolabili dell’uomo?
2. La Costituzione italiana riconosce:
4. Quali sono questi diritti?
A l’uguaglianza solo formale
5. Che cosa si intende per uguaglianza formale e sostanziale?
B l’uguaglianza solo sostanziale
6. Che cosa si intende per libertà personale e quando può
C le disuguaglianze economiche, culturali e sociali
essere limitata?
D l’uguaglianza formale e sostanziale

3. La Repubblica italiana è: 4 Un’immagine per riflettere


A divisibile Dopo aver osservato l’immagine, rispondi alle domande
B indivisibile e non tutela le minoranze linguistiche
C divisibile e tutela le minoranze linguistiche
D indivisibile e tutela le minoranze linguistiche

4. Gli stranieri non possono essere estradati per:


A motivi religiosi
B reati politici
C motivi giudiziari
D motivi linguistici

5. Le libertà fondamentali della persona possono essere


limitate:
A con atto motivato delle forze dell’ordine
B con atto motivato del giudice
C con atto motivato del Governo
D con atto del giudice

5
6. Le intercettazioni possono essere predisposte:

LA COSTITUZIONE ITALIANA: PRINCIPI, LIBERTÀ, DIRITTI, DOVERI


A dall’autorità di pubblica sicurezza
B dai datori di lavoro
C dai soggetti molestati
D dall’autorità giudiziaria
1. Se la ragazza della foto scambia e-mail o chatta con
7. La libertà personale è intesa come: altre persone, le sue comunicazioni possono essere
A libertà fisica controllate?
B libertà morale 2. Quale tipo di libertà verrebbe eventualmente limitata?
C libertà spirituale e intellettuale
D libertà fisica e morale
5 Ti potrebbe capitare...
8. La libertà di circolazione e di soggiorno è limitabile In un grande magazzino il direttore chiama la polizia, in quan-
per motivi: to il personale ha individuato un ladro nell’atto di rubare alcu-
A di ogni tipo ni prodotti esposti.
B politici, religiosi, militari Il ladro può essere trattenuto in questura senza limiti di tem-
C di sicurezza, di ordine pubblico, igienici, sanitari ecc. po? Che cosa occorre per poter limitare la sua libertà per-
D economici e politici sonale?

115
26
I diritti dei cittadini nei rapporti civili
LEZIONE

(artt. 17-21)
Le libertà collettive (artt. 17-18) in maniera sia individuale sia collettiva, la propria fede
religiosa, di propagandarne i valori e di svolgerne il cul-
La vita di ogni individuo è caratterizzata dall’esisten- to in forma privata o pubblica, con l’unico limite che
za di moltissime relazioni con altre persone: la Costi- non si deve trattare di riti contrari al buon costume.
tuzione, pertanto, ha previsto un’ampia gamma di Il fine ecclesiastico o religioso di un’associazione o
libertà collettive, cioè libertà che possono essere eser- di un’organizzazione non può inoltre essere causa di
citate solo in presenza di più persone. aggravamenti fiscali o giuridici diretti a renderne dif-
ficoltosa la costituzione o il funzionamento.
In questo articolo viene garantita la libertà di
art. 17 Lo Stato italiano ha stipulato appositi accordi con la
riunione, che consente alle persone di potersi libe- Santa sede, ossia lo Stato del Vaticano (noti come
ramente incontrare in qualsiasi luogo (dalle abitazio- Patti concordatari), e con altre organizzazioni reli-
ni ai locali come bar, discoteche ecc.) con l’unico giose per regolare, in maniera più dettagliata, i reci-
divieto che esse non portino con sé armi. proci rapporti.

La libertà di manifestazione
del pensiero (art. 21)
art. 21 Lo scambio di idee e di informazioni è di gran-
de importanza per garantire la libertà dei cittadini: per
questo motivo la Costituzione ha sancito la libertà di
manifestare liberamente il proprio pensiero, sen-
za subire censure (cioè forme di controllo preven-
tivo) o restrizioni, fatti salvi alcuni limiti connessi al
rispetto e alla dignità della persona, alla tutela della
privacy (ossia della riservatezza) e al divieto di pub-
blicazioni e spettacoli contrari al buon costume.
I principali strumenti con cui è possibile diffondere
le proprie idee e il proprio pensiero sono i mezzi di
comunicazione di massa: stampa, televisione e
art. 18È l’articolo che garantisce la libertà di asso-
LA COSTITUZIONE ITALIANA: PRINCIPI, LIBERTÀ, DIRITTI, DOVERI

radio, accanto ai quali da alcuni anni si sta ampia-


ciazione, che, diversamente dalla libertà di riunione, mente diffondendo un nuovo media: Internet. I mez-
è caratterizzata da strutture e vincoli tra gli aderen- zi di informazione non sono soggetti a divieti parti-
ti destinati a durare nel tempo (pensa, per esempio, colari: tuttavia si è cercato di evitare che i grandi edi-
a un’associazione sportiva che ha una sede, attrezza- tori o i grandi gruppi televisivi avessero una presen-
ture sportive ecc.). za eccessiva nel campo dell’informazione.
Nella società sono presenti numerosissime forme di Per assicurare ciò e attuare quindi il pluralismo del-
associazionismo tra le persone: associazioni cultura- l’informazione sono stati introdotti alcuni limiti
li, umanitarie, ecologiche e così via. affinché nessun soggetto raggiunga sul mercato una
Gli unici divieti in materia di libertà di associazio- posizione dominante. Tali limiti sono stati oggetto di
ne riguardano quelle forme di associazionismo che diversi interventi legislativi; recentemente, con la
hanno come oggetto la violazione di norme penali
(pensa a un’associazione finalizzata a commettere atti-
vità criminali), le associazioni segrete e le associazio-
ni che perseguono, anche indirettamente, scopi poli-
tici mediante organizzazioni di carattere militare.

La libertà religiosa (artt. 19-20)


La Costituzione garantisce a tutti i cittadi-
artt. 19-20

ni la libertà religiosa. La tutela è molto ampia, poi-


5

ché consente a ciascuno di professare liberamente,

116
cosiddetta Legge Gasparri, si è altresì cercato di per-
mettere una migliore integrazione tra diversi mezzi 1 Nuove parole, nuove idee
(carta stampata, radio, telefonia, Internet) regolamen- Completa le frasi dopo aver ripassato la lezione
tando possibili forme di accordi nel rispetto del plu- 1. Le libertà collettive sono ...................................................................
ralismo e della concorrenza. Al fine di assicurare una
costante vigilanza e regolamentazione del settore del- ..................................................................................................................................

le comunicazione è stata altresì creata un’autorità 2. Libertà di riunione significa .............................................................


indipendente, l’Agcom (Autorità per le garanzie del-
le comunicazioni). ..................................................................................................................................

3. Libertà di associazione significa .................................................

..................................................................................................................................

Come navigare in 4. Libertà religiosa significa ..................................................................


CI

PRATI Internet senza problemi


..................................................................................................................................

Internet permette di fare viaggi affascinanti, ma richiede 5. Libertà di pensiero significa ............................................................
consapevolezza e attenzione, perchè può riservare anche
sorprese spiacevoli. È allora fondamentale che tu non per- ..................................................................................................................................
da mai l’orientamento, per evitare che nell’esplorazione
della rete si intromettano persone o soggetti che voglio-
no curiosare nella tua vita privata o che non hanno inten-
2 Adesso lo sai
Indica, con una crocetta, se l’affermazione è vera o falsa
zioni chiare.
Per navigare sicuri, è utile seguire questi semplici consigli: 1. Alcune libertà sono individuali, altre collettive V F
• non dare mai informazioni su te stesso o sulla tua fami- 2. Esercitare la libertà religiosa significa
glia senza chiedere prima il permesso ai tuoi genitori; professarne una fede, celebrarne il culto V F
• stai attento agli sconosciuti incontrati in rete: non tut-
te le persone che incontri sono sempre ciò che dicono 3. La libertà di riunione prevede strutture stabili
nel tempo V F
di essere;
• se ti arriva un messaggio che ti mette a disagio o, navi- 4. La censura è una forma di controllo successiva V F
gando, trovi qualcosa che ti causa imbarazzo o turbamen- 5. I media devono attuare il pluralismo
to, non rispondere: annota il sito, lascialo subito e dillo dell’informazione V F
ai tuoi genitori;
• non accettare mai di incontrare una persona conosciu-
ta in rete; 3 Tu e il diritto
• non accettare nulla che ti arrivi via Internet da persone Ritieni che le tue libertà di riunione, di pensiero e la tua

5
che non conosci o di cui non ti fidi; riservatezza siano garantite?

LA COSTITUZIONE ITALIANA: PRINCIPI, LIBERTÀ, DIRITTI, DOVERI


• non dare mai la parola chiave (password) a nessuno e non
Ti riunisci liberamente con i tuoi compagni
fidarti di chi dice di essere addetto ai servizi di Internet; SÌ NO
e amici?
• informa sempre i tuoi genitori di quello che fai e vedi in
Internet e non dare mai ascolto a chi ti chiede di man- Riesci a manifestare liberamente le tue idee
in famiglia? SÌ NO
tenere un segreto.
Riesci a manifestare liberamente le tue idee
Per tutelare i ragazzi che utilizzano Internet, e allo stesso in classe? SÌ NO
tempo garantire il loro diritto all’informazione, è possibi- Riesci a manifestare liberamente le tue idee
le utilizzare alcuni programmi filtro in grado di seleziona- con i tuoi amici? SÌ NO
re le pagine web e bloccare quelle non adatte ai minori. SÌ NO
I tuoi genitori e fratelli rispettano la tua privacy?
Per saperne di più, puoi visitare questi siti:
I tuoi amici e compagni rispettano la tua privacy? SÌ NO
www.netnanny.com
www.surfwatch.com
www.cyberpatrol.com 4 Ti potrebbe capitare…
www.italia.gov.it
Potresti decidere di passare una giornata in compagnia del
È stato inoltre attivato www.davide.it, un sito che offre un tuo ragazzo o della tua ragazza e poi venire a sapere che alcu-
servizio (gratuito per i privati, a pagamento per le azien- ni amici, scoprendoti in compagnia, hanno deciso di ripren-
de) di connessione filtrata a Internet per tutelare i mino- derti di nascosto con il videofonino e pubblicare le riprese in
ri da violenza e pornografia in rete. Internet affinché i tuoi genitori lo vengano a sapere.
Quanto hanno fatto è corretto?
Fonte: www.interno.it con adattamenti Secondo te hanno rispettato la Costituzione? Perché?

117
27
I diritti dei cittadini nei rapporti
LEZIONE

etico-sociali (artt. 29-34)


I rapporti etico-sociali in generale la collettività, e si impegna ad assicurare alle perso-
ne indigenti cure gratuite.
artt. 29-34I rapporti etico-sociali comprendono tutte le Come è noto, attualmente il Servizio sanitario
relazioni umane e tutti i diritti che una persona ha in nazionale eroga, a favore di tutti i cittadini, presta-
ambito sociale, cioè in quanto appartenente a un zioni molto spesso gratuite (o comunque con spese
ambiente familiare, scolastico o, in generale, a qualsia- contenute): tale situazione ha però determinato costi
si altro contesto in cui interagisce con gli altri. economici alti per lo Stato e un servizio che, in mol-
In questa lezione però non approfondiremo l’argo- ti casi, non risulta adeguato.
mento famiglia, al quale abbiamo dedicato in parti- Infine, la Costituzione precisa che nessuno può esse-
colare le lezioni 9, 10 e 11 del modulo 2. re obbligato a un certo trattamento medico, salvo
che ciò sia imposto espressamente dalla legge (per esem-
pio, per evitare il propagarsi di una pericolosa epidemia).
In ogni caso, nello svolgimento delle terapie, la perso-
La tutela della famiglia na umana deve sempre essere rispettata e informata
e della salute (artt. 29-32) (consenso informato).

I più importanti principi in materia di famiglia sono


contenuti negli articoli 29, 30 e 31 della Costituzio- L’istruzione (artt. 33-34)
ne, che sanciscono la parità tra uomo e donna.
artt. 29-31L’articolo 29, oltre a definire la famiglia
artt. 33-34 Il tema dell’istruzione è trattato negli arti-
come “società naturale fondata sul matrimonio”, attri- coli 33 e 34, in cui viene tutelata la libertà d’insegna-
buisce anche una posizione di parità tra marito e mento, la parità scolastica tra scuole pubbliche e pri-
moglie, mentre l’articolo 30 riguarda i rapporti tra vate e il diritto all’istruzione, garantito anche ai meno
genitori e figli, e impone ai genitori l’obbligo di man- abbienti.
tenere, istruire ed educare i propri figli. Il diritto all’istruzione viene realizzato attraverso la
Infine, l’articolo 31 prevede un impegno dello Sta- possibilità di frequentare gratuitamente i corsi sco-
to diretto ad agevolare sia la formazione delle fami- lastici della scuola dell’obbligo e, successivamente,
glie e la tutela di quelle più numerose, sia la predi- di poter proseguire gli studi, mediante la correspon-
sposizione di norme a favore della maternità e del- sione di forme di sussidio (per esempio, borse di stu-
l’infanzia. dio) a favore degli studenti che, pur essendo capaci
e meritevoli, non hanno le possibilità economiche per
LA COSTITUZIONE ITALIANA: PRINCIPI, LIBERTÀ, DIRITTI, DOVERI

art. 32Il diritto alla salute viene sempre più percepi- continuare a studiare.
to come un aspetto fondamentale nella vita di una per- La libertà di insegnamento è diretta a garantire al
sona e viene inteso in un significato molto ampio, cioè docente di poter svolgere e sviluppare gli argomen-
non limitato alla semplice cura delle malattie e alla ti delle discipline insegnate nei modi che egli ritie-
loro prevenzione, ma ne più idonei, senza alcun vincolo di natura ideolo-
anche come ricerca di gica, politica o religiosa.
una migliore qualità Viene altresì garantita la possibilità di istituire scuo-
della vita per tutti. le private, al fine di permettere agli studenti di sce-
Purtroppo oggi la nostra gliere il tipo di scuola più adeguato alle loro esigen-
società è caratterizzata, ze formative: i titoli di studio rilasciati dalle scuole
in molte aree, da livelli private, qualora siano rispettati alcuni requisiti sta-
molto alti di inquina- biliti dalla legge, sono equiparati a quelli rilasciati dal-
mento: automobili, in- le scuole pubbliche.
dustrie, riscaldamento,
inquinamento delle
acque sono solo alcuni
dei molti fattori di
potenziale rischio per la
nostra salute.
La Costituzione consi-
dera la salute un diritto,
5

sia del cittadino sia del-

118
Come ottenere una borsa di studio
PRATI CI

Come si può venire a sapere dell’esistenza di borse di stu- vede all’inoltro della documentazione che attesti l’entità del
dio per gli studenti delle scuole superiori? reddito familiare, unitamente alla domanda di partecipa-
Di solito è la tua stessa scuola a ricevere una copia dei ban- zione, entro la data indicata nel bando di concorso.
di di concorso per l’assegnazione di borse di studio eroga-
te dal Comune, dalla Provincia o dalla Regione in cui risie-
di oppure da fondazioni o associazioni. Il dirigente scolasti-
co avverte gli studenti tramite apposita circolare a cui alle-
ga una copia del bando. In alternativa lo puoi sapere colle-
gandoti ai siti degli stessi enti che di solito pubblicano i ban-
di on line.

A chi rivolgesi?
Per una copia del bando rivolgiti alla segreteria didattica del
tuo istituto e attieniti alle istruzioni in esso contenute, che
di solito prevedono la consegna alla stessa scuola che prov-

1 Nuove parole, nuove idee 3. Tutelare la salute significa anche garantire


una migliore qualità della vita V F
Completa le frasi dopo aver ripassato la lezione
4. Il malato può essere costretto a trattamenti
1. I rapporti etico-sociali riguardano .............................................. medici anche contro la sua volontà V F
.................................................................................................................................. 5. I docenti hanno libertà di insegnamento V F

..................................................................................................................................

2. La famiglia è .................................................................................................
3 Tu e il diritto
I tuoi diritti alla salute e all’istruzione sono tutelati
.................................................................................................................................. e rispettati?
.................................................................................................................................. Hai scelto liberamente il tuo percorso scolastico? SÌ NO

3. Diritto alla salute significa ................................................................ Sei stato adeguatamente orientato e consigliato

5
nella tua scelta? SÌ NO

LA COSTITUZIONE ITALIANA: PRINCIPI, LIBERTÀ, DIRITTI, DOVERI


.................................................................................................................................. Sei stato informato dei sussidi e delle
agevolazioni che ti riguardano? SÌ NO
..................................................................................................................................
Il Servizio sanitario nazionale nel tuo Comune
4. Diritto all’istruzione significa .........................................................
ti garantisce strutture efficienti e interventi
in tempi brevi? SÌ NO
..................................................................................................................................
Il Servizio sanitario nazionale nel tuo Comune
.................................................................................................................................. SÌ NO
informa i cittadini e offre misure preventive?
5. Libertà di insegnamento significa .............................................. Nel tuo Comune l’ambiente è particolarmente
tutelato? SÌ NO
..................................................................................................................................

..................................................................................................................................
4 Ti potrebbe capitare…
Sei venuto a sapere che la mamma del tuo migliore amico
2 Adesso lo sai è gravemente malata, ma ha deciso di non sottoporsi alla tera-
Indica, con una crocetta, se l’affermazione è vera o falsa pia prevista in quanto la sua malattia è troppo avanzata e,
da quanto le hanno detto, non risolverebbe definitivamen-
1. In famiglia il marito e la moglie sono posti
te il suo problema, anche se contribuirebbe a protrarre la sua
su piani differenti V F esistenza.
2. Lo studente ha diritto di scegliere il proprio Ritieni che possa opporsi alle cure che le hanno proposto i
percorso formativo tra scuole pubbliche e private V F medici? O dovrebbe in ogni caso sottoporvisi? Perché?

119
28
I diritti dei cittadini
LEZIONE

nei rapporti economici (artt. 35-40)


I rapporti economici in generale Si parla di lavoro subordinato quando il rapporto inter-
corre tra un lavoratore e un datore di lavoro (per
artt. 35-47 I Rapporti economici, anch’essi contenuti esempio, un imprenditore) e comporta un vincolo di
nella Parte I della Costituzione, regolano alcuni aspet- subordinazione, per cui il lavoratore si obbliga,
ti relativi all’economia. La maggior parte di questi arti- mediante una retribuzione, a prestare il proprio lavo-
coli, dal 35 al 40 e gli articoli 45 e 46, è dedicata alla ro manuale e/o intellettuale alle sue dipendenze e sot-
tutela del lavoro (argomento approfondito nell’appen- to la sua direzione (come, per esempio, un operaio
dice “Tu e il lavoro”), mentre i rimanenti articoli 41- o un impiegato).
44 stabiliscono alcuni dei principi fondamentali del La scelta di offrire un’ampia tutela costituzionale al
nostro sistema economico. lavoro dipendente è dovuta alla situazione di maggio-
re debolezza che questi lavoratori hanno rispetto agli
imprenditori: le norme sono dirette ad assicurare una
Il diritto al lavoro (artt. 35-40) maggiore uguaglianza sostanziale, cioè effettiva, tra
imprenditori e lavoratori. Oggetto della tutela sono
gli aspetti più importanti dell’attività lavorativa dipen-
Leggendo la Costituzione abbiamo già incontrato, più dente, quali retribuzione, orario di lavoro, ferie, ripo-
volte, il termine lavoro: basterà ricordare che l’artico- si settimanali, lavoro dei minori, assistenza sanitaria
lo 1 afferma che l’Italia è “una Repubblica fondata sul e pensionistica e forme di sussidio in caso di disoc-
lavoro”, che l’articolo 3 stabilisce che la nostra Repub- cupazione. Norme specifiche sono inoltre dirette ad
blica si impegna a “rimuovere gli ostacoli di ordine eco- assicurare parità di trattamento tra lavoratori e
nomico e sociale impediscono [...] l’effettiva parteci- lavoratrici e a facilitare l’inserimento dei lavorato-
pazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, ri diversamente abili nel mondo del lavoro.
economica e sociale del Paese”, o, ancora, che l’arti-
colo 4 impegna esplicitamente lo Stato a garantire ai
cittadini il diritto al lavoro, attraverso la promozione
delle condizioni “che rendano effettivo questo diritto”. I sindacati e il diritto di sciopero
(artt. 39-40)
artt. 35-40Le norme relative al lavoro sono inoltre
contenute negli articoli compresi fra il 35 e il 40. Si La tutela del lavoro non è solamente un insieme di
tratta di norme che offrono garanzie prevalentemen- garanzie dirette a proteggere il lavoratore, ma
te ai lavoratori subordinati, anche se vi sono arti- prevede anche il diritto dei lavoratori di organizzarsi
LA COSTITUZIONE ITALIANA: PRINCIPI, LIBERTÀ, DIRITTI, DOVERI

coli dedicati ad altre figure di lavoratori (è il caso, per in modo collettivo, attraverso i sindacati (art. 39),
esempio, dell’articolo 45, che tutela gli artigiani). per migliorare le loro condizioni economico-lavorati-
Il lavoro è qualsiasi prestazione umana, di tipo ve e tutelare i loro interessi nei confronti dei datori
manuale e/o intellettuale, svolta nell’ambito di un rap- di lavoro esercitando il diritto di sciopero (art. 40).
porto di collaborazione. Il rapporto di lavoro può
essere autonomo o subordinato. Si parla di lavo- art. 39In particolare l’articolo 39 disciplina la liber-
ro autonomo se tale rapporto intercorre tra un lavo- tà sindacale, ossia la possibilità per i lavoratori di dar
ratore e un committente non legati da alcun vinco- vita a organizzazioni sindacali oppure di iscriversi o
lo di subordinazione (come, per esempio, il lavoro di meno a un sindacato.
un avvocato, di un consulente ecc.). I sindacati sono associazioni di lavoratori il cui com-

IL RAPPORTO DI LAVORO PUÒ ESSERE

Subordinato Autonomo

Dipendente Datore di lavoro Lavoratore Committente


(operaio, impiegato) (imprenditore, società) (avvocato, consulente ecc.) (famiglia, società ecc.)
5

120
pito principale è la difesa degli interessi dei lavora-
tori stessi (per esempio, retribuzioni, orari di lavoro, 1 Nuove parole, nuove idee
sicurezza ecc.). In particolare essi partecipano alla Completa le frasi dopo aver ripassato la lezione
redazione dei contratti collettivi nazionali di lavo- 1. Lavoro autonomo significa ................................................................
ro, che disciplinano i rapporti tra datori di lavoro e
lavoratori di un determinato settore (per esempio chi- ..................................................................................................................................

mico, metalmeccanico, tessile ecc.) e organizzano gli 2. Lavoro subordinato significa ...........................................................
scioperi dei lavoratori. I sindacati più rappresenta-
tivi, ossia con il maggior numero di iscritti (Cgil, Cisl, ..................................................................................................................................

Uil ecc.) svolgono anche funzioni consultive soprat- 3. La libertà sindacale è ...........................................................................
tutto nei confronti del Governo, che tiene in consi-
derazione le loro esigenze e richieste quando pro- ..................................................................................................................................

gramma e decide i suoi interventi in campo econo- 4. I sindacati sono ..........................................................................................


mico (come i provvedimenti per incrementare l’oc-
cupazione, per sviluppare certe aree ecc.). ..................................................................................................................................

5. Il diritto di sciopero prevede ............................................................


art. 40Il diritto di sciopero è previsto dall’articolo
40; in esso viene riconosciuta ai lavoratori la ..................................................................................................................................

facoltà di astenersi collettivamente dal lavoro.


Al fine di sensibilizzare i datori di lavoro e l’opinio- 2 Adesso lo sai
ne pubblica sulle problematiche lavorative, la norma Indica, con una crocetta, se l’affermazione è vera o falsa
stabilisce che tale diritto venga esercitato “nell’am-
bito delle leggi che lo regolano”, le quali prevedono 1. Il lavoro è regolato da pochi articoli
alcune limitazioni particolari per alcuni servizi pub- della Costituzione V F
blici, detti essenziali (scuole, trasporti, sanità ecc). 2. La libertà sindacale riguarda solo gli iscritti
a un sindacato V F

3. Gli scioperi sono organizzati dai sindacati


soprattutto per ragioni di protesta V F

4. I sindacati sono delle imprese di lavoratori V F

5. Lo sciopero è libero e non disciplinato dalla legge V F

3 Tu e il diritto
Ti interessi agli scioperi?

5
LA COSTITUZIONE ITALIANA: PRINCIPI, LIBERTÀ, DIRITTI, DOVERI
La Costituzione prevede il diritto di sciopero
per gli studenti? SÌ NO

© RCS Libri S.p.A. - Divisione Education, Milano


Conosci qualcuno che ha scioperato? SÌ NO

Sai esattamente per quali motivi scioperava? SÌ NO

Ti risulta che scioperare possa servire a tutelarsi


Come ci si iscrive meglio? SÌ NO
CI

PRATI a un sindacato Se partecipi a uno sciopero potresti perdere


il lavoro o essere discriminato? SÌ NO
L’iscrizione a un sindacato è un’operazione molto sempli-
ce. Il lavoratore, dopo aver valutato tra le diverse associa-
zioni sindacali quella che risponde maggiormente alle sue 4 Ti potrebbe capitare…
esigenze, deve compilare un’apposita richiesta. Successiva- Alcuni ragazzi di una scuola vicino alla tua hanno deciso di
mente, a seconda del sindacato scelto, pagherà una quota organizzare una forma di protesta per sensibilizzare le auto-
di iscrizione che può essere o un importo fisso annuale oppu- rità competenti a ristrutturare l’edificio scolastico e
re un prelievo che viene effettuato mensilmente sulla sua costruirvi nuovi laboratori informatici e una moderna pale-
busta paga. Qualora il lavoratore successivamente decides- stra.Alla data prestabilita tutti gli studenti interessati si reca-
se di non rinnovare la sua iscrizione al sindacato o di cam- no davanti alla sede delle autorità competenti scandendo
biarlo, dovrà dare una comunicazione di disdetta scritta. slogan di protesta.
Su internet puoi consultare i siti di molti sindacati, come
Secondo te si tratta di uno sciopero?
per esempio, www.cgil,it, www.cisl.it, www.uil.it, www.uni-
Perché?
cobas.it ecc.

121
PRENDI TEMPO LEZIONI

E RIPASSA 23 24 25 26 27 28 29 30 31

1 Una mappa per ripassare


Completa lo schema collocando nelle caselle i termini mancanti scegliendoli tra quelli proposti. Tieni presente che sono stati
indicati anche termini errati
a livello lavorativo (artt. 35-40); a livello scolastico (artt. 33-34); le libertà collettive (di riunione e di associazione);
a livello imprenditoriale (artt. 35-40); scegliere una formazione nella scuola pubblica o privata; libertà parziali

LA COSTITUZIONE

riconosce
ai cittadini
le libertà individuali
(di pensiero, .....................................
religiosa) .....................................
che trovano
espressione

a livello a livello
familiare ................................ ................................ ambientale
(artt. 29-30) ................................ ................................ (art. 32)

consentendo di garantendo assicurando

contrarre matrimo- il diritto


permettendo di la libertà sindacale
nio e formare alla salute e a un
e di sciopero
una famiglia ambiente salubre
LA COSTITUZIONE ITALIANA: PRINCIPI, LIBERTÀ, DIRITTI, DOVERI

................................
esercitare la libertà
................................ di insegnamento

TRACCIA 10
Collegandoti al sito
www.tramontana.it/101lezioni/mp3/
troverai un valido aiuto al ripasso delle lezioni.
Scarica i testi e ripassa.
5

122
2 Adesso lo sai 3 Le Faq o domande più frequenti
Indica, con una crocetta, la risposta esatta Qui di seguito troverai una serie di domande sugli aspetti più
importanti trattati nelle lezioni 26, 27 e 28 alle quali è oppor-
1. Le libertà collettive sono: tuno che tu risponda prima di proseguire nello studio degli
A quella di pensiero e della riservatezza altri argomenti.
B quella di riunione e di associazione Ricordati sempre di fare anche degli esempi: solo così dimo-
C quella politica e sindacale strerai di avere veramente capito!
D quella scolastica e religiosa
1. Quali sono le libertà collettive riconosciute e tutelate dal-
2. La libertà di pensiero è soggetta a: la Costituzione?
A censure preventive e successive 2. Qual è la differenza tra libertà di riunione e libertà di asso-
B censure preventive ciazione?
C nessun tipo di censura 3. Che cosa si intende per libertà di pensiero?
D censure successive 4. Che cosa si intende per libertà di insegnamento e per dirit-
to all’istruzione?
3. Il diritto alla salute viene garantito tutelando: 5. Il lavoro è disciplinato dalla Costituzione? Come?
A le persone e l’ambiente in cui vivono 6. Lo sciopero e i sindacati sono riconosciuti e regolati dal-
B solo le persone con cure e prevenzione la Costituzione? Come?
C solo le persone con il Servizio sanitario nazionale
D solo l’ambiente
4 Un’immagine per riflettere
4. La libertà di insegnamento riguarda: Dopo aver osservato l’immagine, rispondi alle domande
A tutti i docenti
B i soli docenti della scuola pubblica
C gli studenti
D i soli docenti della scuola privata

5. I sindacati tutelano i lavoratori tramite:


A i contratti collettivi nazionali
B le manifestazioni
C i contratti collettivi nazionali, le consulenze
e gli scioperi
D gli scioperi

6. Libertà sindacale significa potere:

5
A costituire sindacati

LA COSTITUZIONE ITALIANA: PRINCIPI, LIBERTÀ, DIRITTI, DOVERI


B costituire sindacati e iscriversi a essi
C iscriversi ai sindacati Che cos’è uno sciopero?
D lavorare per i sindacati
Chi proclama e organizza gli scioperi?
7. I contratti collettivi nazionali si applicano: A che cosa servono?
A agli aderenti al sindacato che li ha stipulati
B su tutto il territorio nazionale ai datori di lavoro di
5 Ti potrebbe capitare...
un settore
Accedendo a un sito Internet ti sei accorto che qualcuno ha
C su tutto il territorio nazionale ai lavoratori di un
pubblicato dei brani del tuo diario senza la tua autorizzazio-
settore
ne e ha riportato anche alcune frasi scritte da te in alcune
D su parti del territorio nazionale
chat registrate a tua insaputa.
8. Il rapporto di lavoro regolato dalla Costituzione è Quali dei tuoi diritti sono stati violati?
soprattutto: Si tratta di diritti inviolabili?
A quello subordinato
B quello pubblico
C quello privato
D quello autonomo

123
29
I principi che ispirano il nostro sistema
LEZIONE

economico (artt. 41-47)


I principi economici in generale
Gli articoli dal 41 al 47 contengono i principi ispira-
tori del nostro sistema economico, che è a economia
mista. Ciò significa che sia i privati sia lo Stato svol-
gono un importante ruolo nell’economia, poiché col-
laborano a programmare e svolgere le differenti atti-
vità produttive e di scambio indispensabili a soddi-
sfare i bisogni della popolazione.

L’iniziativa economica privata (art. 41)


art. 41 Il primo comma di questo articolo stabilisce
che l’iniziativa economica privata è libera, cioè che i
soggetti privati possono intraprendere e svolgere qual-
siasi attività economica.
Si tratta di un principio che, in un passato ormai lon-
tano (XVIII, XIX e inizi del XX secolo), caratterizza-
va i sistemi economici liberisti. La grande crisi eco-
nomica del 1929 portò alla caduta di tali sistemi rive-
landone i limiti. Il principio liberista è però sopravis-
suto nei sistemi a economia mista, ma con alcune ti di disporre e di godere (cioè usufruire) delle cose,
limitazioni che anche la nostra carta costituziona- rispetto al passato non più considerata come un dirit-
le (art. 41, comma 2), fa proprie, laddove si legge che to inviolabile, assoluto o, addirittura, sacro dell’indi-
la libera iniziativa viduo, poiché è la legge “che ne determina i modi di
economica “Non può acquisto, di godimento e i limiti allo scopo di assi-
svolgersi in contrasto curarne la funzione sociale e di renderla accessibile
con l’utilità sociale o a tutti” (art. 42, comma 2).
in modo da recare Inoltre il terzo comma dell’art. 42 prevede che “La
proprietà privata può essere, nei casi preveduti dal-
LA COSTITUZIONE ITALIANA: PRINCIPI, LIBERTÀ, DIRITTI, DOVERI

danno alla sicurezza,


alla libertà, alla digni- la legge, [...], espropriata per motivi d’interesse gene-
tà umana”. In attua- rale”.
zione di questi princi- L’espropriazione è atto con il quale si trasferisce la
pi sono state intro- proprietà di un bene da un privato allo Stato, anche
dotte molte norme contro la sua volontà. Per esempio, ciò può accade-
per tutelare la sicu- re quando una strada deve passare su un terreno di
rezza dei lavoratori, proprietà privata: in questo caso, tra il diritto di pro-
dell’ambiente ecc. prietà del privato e l’interesse generale e collettivo al
passaggio della strada prevale il secondo. Tuttavia, per
evitare abusi o comportamenti arbitrari da parte del-
lo Stato, sono stati previsti particolari limiti: deve
La proprietà pubblica e privata (art. 42) esserci una legge che conferisca tale potere, vi deve
essere un interesse di carattere generale e, in ogni
art. 42L’articolo 42 si riferisce alla proprietà. Esso caso, il proprietario ha diritto a un indennizzo, ossia
indica due tipi di proprietà, quella pubblica e quel- una somma di denaro.
la privata. Diversamente dal sistema economico libe-
rista, che ammette solo la proprietà privata, il siste-
ma a economia mista prevede anche la proprietà pub-
blica, in quanto lo Stato e gli enti pubblici posseg- Il risparmio (art. 47)
gono numerosi beni e gestiscono direttamente o indi-
rettamente alcune imprese dette pubbliche.
art. 47La parte della Costituzione dedicata ai rap-
La proprietà privata, cioè il diritto dei soggetti priva- porti economici si conclude con l’articolo 47 che
5

124
riguarda la tutela del risparmio (cioè il denaro non
speso) in tutte le sue forme e stabilisce che la nostra 1 Nuove parole, nuove idee
Repubblica disciplina e controlla l’esercizio del cre- Completa le frasi dopo aver ripassato la lezione
dito, attività tipica del sistema bancario. 1. Economia mista significa ....................................................................
..................................................................................................................................
I PRINCIPI ECONOMICI DELLO STATO ITALIANO
..................................................................................................................................

2. Libera iniziativa economica privata significa ...................

Libera iniziati- Tutela della ..................................................................................................................................


Tutela del
va economica proprietà pub-
risparmio ..................................................................................................................................
privata blica e privata
3. Proprietà privata significa .................................................................
..................................................................................................................................

..................................................................................................................................

4. Espropriazione significa .....................................................................


Come gestire i tuoi
CI

risparmi in sicurezza
PRATI ..................................................................................................................................

..................................................................................................................................
Per non rischiare truffe oppure furti, quando ti rechi a pre-
5. Il risparmio è ...............................................................................................
levare i tuoi risparmi in posta o in banca osserva qualche
regola: ..................................................................................................................................
• quando fai operazioni di prelievo o versamento non anda-
..................................................................................................................................
re da solo;
• segui attentamente l’operato del cassiere in modo da evi-
tare di appartarti per ricontare il denaro; 2 Adesso lo sai
• metti il denaro in una tasca interna dell’abito e tieni un Indica, con una crocetta, se l’affermazione è vera o falsa
portamonete con pochi spiccioli a portata di mano;
• se hai il dubbio di essere osservato fermati all’interno del- 1. La Costituzione riconosce la libera iniziativa
la banca o dell’ufficio postale e parlane con chi effettua economica privata V F
il servizio di vigilanza. Se que- 2. L’iniziativa economica non può essere limitata V F
sto dubbio ti assale per stra- 3. La proprietà riconosciuta dalla Costituzione
da entra in un negozio, è solo privata V F

5
cerca un poliziotto o

LA COSTITUZIONE ITALIANA: PRINCIPI, LIBERTÀ, DIRITTI, DOVERI


4. La Costituzione tutela il risparmio V F
una compagnia sicu-
ra; 5. Espropriare un bene significa trasferirne
• durante il tragit- la proprietà a un privato V F
to di andata e
ritorno, con i sol-
3 Tu e il diritto
di in tasca, evita
Alla tua età puoi avere beni e risparmi?
di fermarti e di
farti distrarre; Sei minorenne? SÌ NO
• quando utilizzi Puoi svolgere qualsiasi attività economica? SÌ NO
il bancomat usa SÌ NO
Puoi essere proprietario di beni?
prudenza ed evi-
Puoi gestirli liberamente? SÌ NO
ta di operare se ti
senti osservato; Puoi avere dei risparmi? SÌ NO
• sono gli anziani e
le loro pensioni che,
in particolare, finisco- 4 Ti potrebbe capitare…
no sotto il tiro dei mal- Il Comune dove risiedi vorrebbe aprire un parco pubblico in
viventi, pertanto sii felice di una zona centrale e, non avendo terreni per realizzarlo, deci-
poter accompagnare i nonni! de di appropriarsi di una parte del giardino di tua zia, la qua-
le non è assolutamente intenzionata a cederlo.
Fonte: www.interno.it, con adattamenti Secondo te tua zia potrà opporsi al Comune? Perché? In qua-
le modo il Comune può diventarne proprietario?

125
30
I diritti politici
LEZIONE

del cittadino (artt. 48-51)


I diritti e i doveri politici (artt. 48-54) zo comma che recita:
“La legge stabilisce requisiti e modalità per l’eserci-
zio del diritto di voto dei cittadini residenti all’este-
Gli articoli 48-54 trattano due temi molto importan-
ro e ne assicura l’effettività. A tale fine è istituita una
ti: i primi 4 articoli (48-51) riguardano il diritto di voto
circoscrizione Estero per l’elezione delle Camere, alla
e i partiti politici e l’accesso agli incarichi pubblici,
quale sono assegnati seggi nel numero stabilito da
mentre gli ultimi tre (52-54) indicano quali sono i
norma costituzionale e secondo criteri determinati
doveri dei cittadini.
dalla legge”.
A partire dalle elezioni del 2006, tale norma ha tro-
vato piena attuazione e pertanto alcuni senatori e
Il diritto di voto (art. 48) deputati presenti oggi in Parlamento sono stati elet-
ti dai cosiddetti “italiani all’estero”.
art. 48 Il diritto di voto è essenziale in uno Stato
democratico: infatti in una “democrazia” i cittadini
non solo possono esprimere il loro voto (elettorato I partiti politici (art. 49)
attivo), ma, se lo desiderano, possono anche presen-
tarsi come candidati alle elezioni (elettorato passivo). art. 49 Questo articolo garantisce a ogni cittadino la
possibilità di potersi iscrivere liberamente a un par-
tito politico.
I partiti politici sono associazioni il cui scopo princi-
pale è quello di influire sulle scelte politiche dello Sta-
to, poiché sono il mezzo con il quale la società civile
porta a conoscenza delle istituzioni le proprie neces-
sità e i propri interessi. La loro influenza effettiva nel-
la realtà italiana è davvero considerevole, perché gli
esponenti più rappresentativi dei partiti svolgono spes-
so anche funzioni di ministro o di Presidente del Con-
siglio e possono quindi condizionare concretamente
le scelte più importanti prese dal nostro Stato.
La Costituzione garantisce a tutti i partiti di poter
svolgere le loro attività e perseguire, in modo demo-
LA COSTITUZIONE ITALIANA: PRINCIPI, LIBERTÀ, DIRITTI, DOVERI

Per candidarsi alle elezioni in certi casi sono richie-


cratico, gli obiettivi che ritengono più opportuni per
sti requisiti diversi rispetto a quelli necessari per l’elet-
il miglioramento della società. Gli unici limiti previ-
torato attivo: così, per esempio, per candidarsi alle
sti per i partiti politici sono il divieto di riorganizza-
elezioni per la Camera dei deputati è richiesto il com-
re, sotto qualsiasi forma, il partito fascista (artico-
pimento di 25 anni, per candidarsi al Senato della
lo XII delle Disposizioni transitorie e finali della Costi-
Repubblica 40 anni, mentre per le elezioni comuna-
tuzione); il divieto di formare associazioni politi-
li è sufficiente il raggiungimento del diciottesimo
che segrete o che perseguano, anche indirettamen-
anno di età.
te, scopi politici attraverso organizzazioni di caratte-
Per garantire che l’esercizio del diritto di voto avven-
re militare; il divieto di iscriversi ai partiti per alcu-
ga in maniera democratica, la Costituzione afferma che
ne categorie di funzionari pubblici (per esempio
deve essere personale (può essere esercitato personal-
magistrati militari di carriera) al fine di assicurare una
mente solo dal votante, senza possibilità di farsi sosti-
maggiore imparzialità al loro operato.
tuire), uguale (ogni persona può esprimere un solo
voto), libero (ciascuno può votare secondo le proprie
convinzioni personali), segreto (chi vota ha diritto che
nessun’altra persona venga a conoscenza della sua scel- Le petizioni (art. 50)
ta). Sono previste eccezionali limitazioni al diritto di
voto nel caso di chi versa in situazioni particolari (inca- art. 50Le petizioni sono richieste avanzate dai citta-
paci di agire) che impediscano l’ esercizio di tale dirit- dini alle Camere per sollecitare l’emanazione di prov-
to, per effetto di una sentenza penale irrevocabile (per vedimenti oppure esporre necessità comuni. Si trat-
gravi reati) o in particolari casi di indegnità morale. ta di semplici richieste, predisposte su un foglio al
La legge costituzionale n. 1 del 17 gennaio 2000 ha cui fondo il cittadino (o un gruppo di cittadini) appo-
5

introdotto nell’articolo 48 della Costituzione un ter- ne la propria firma autenticata.

126
Nella pratica, le petizioni non sono però considera-
te con la dovuta attenzione da parte del Parlamento 1 Nuove parole, nuove idee
e questo spiega lo scarso ricorso all’istituto da parte Completa le frasi dopo aver ripassato la lezione
dei cittadini (sono infatti solo alcune centinaia le peti- 1. L’elettorato attivo è ................................................................................
zioni inviate annualmente al Parlamento).
..................................................................................................................................

2. L’elettorato passivo è ...........................................................................


Accesso agli uffici pubblici ..................................................................................................................................
e alle cariche elettive (art. 51)
3. Voto personale e uguale significa ...............................................
art. 51 L’articolo 51 garantisce a tutti i cittadini il ..................................................................................................................................
diritto di accedere agli uffici e agli incarichi pubbli-
ci con pari opportunità tra uomini e donne (cosiddet- 4. I partiti politici sono ...............................................................................

te pari opportunità). La norma prevede altresì che chi ..................................................................................................................................


svolge incarichi pubblici ha diritto al tempo neces-
sario per l’espletamento dell’incarico e alla conserva- 5. Le petizioni sono ........................................................................................
zione del proprio posto di lavoro. ..................................................................................................................................

2 Adesso lo sai
Indica, con una crocetta, se l’affermazione è vera o falsa
I requisiti e i documenti
CI

1. L’ elettorato passivo è l’età minima per votare V F


PRATI per votare
2. I cittadini italiani residenti all’estero possono
votare per il Parlamento italiano V F
Quali sono i requisiti per poter votare?
Avere l’elettorato attivo previsto dalla legge a seconda del 3. Il voto è uguale, libero, segreto e delegabile V F
tipo di votazione (la maggiore età, tranne che per l’ele- 4. È vietato organizzare associazioni politiche
zione del Senato, il cui requisito è aver compiuto il 25° segrete V F
anno d’età) e la capacità di agire. V F
5. Le petizioni popolari sono molto numerose
Che cosa occorre per poter votare?
Occorre avere un documento di identità (carta di identi- 3 Tu e il diritto
tà o passaporto validi) e la tessera elettorale, personale e Alla tua età puoi votare?
permanente, rilasciata dal Comune di residenza. Essa con-
Sei minorenne? SÌ NO

5
tiene le generalità dell’elettore, l’indirizzo e il numero del-

LA COSTITUZIONE ITALIANA: PRINCIPI, LIBERTÀ, DIRITTI, DOVERI


la sezione elettorale dove ci si deve recare per votare e Hai l’elettorato attivo per la Camera
diciotto spazi in cui, se l’elettore vota effettivamente, si dei deputati? SÌ NO
appone la data dell’elezione e il bollo della sezione. Hai l’elettorato passivo per la Camera
dei deputati? SÌ NO
E se si perde la tessera elettorale? Hai l’elettorato attivo per il Senato
In caso di smarrimento o di furto occorre richiederne un della Repubblica? SÌ NO
duplicato al Comune, presentando una domanda correda-
Puoi votare tramite un tutore? SÌ NO
ta della denuncia di perdita o di furto agli uffici di pubbli-
ca sicurezza.
4 Ti potrebbe capitare…
Sei a conoscenza del fatto che si terranno le elezioni politi-
che per votare i parlamentari italiani e tua nonna ti ha chie-
sto se l’ accompagni ai seggi e le dai una mano a votare, per-
ché ci vede poco.
Secondo te il presidente del seggio, cioè del luogo in cui ci
si reca a votare, ti consentirà di assisterla ossia di entrare con
lei nella cabina elettorale?
Perché?

127
31
LEZIONE

I doveri del cittadino (artt. 52-54)


I doveri del cittadino Gli obblighi tributari (art. 53)
nella Costituzione (artt. 52-54)
art. 53 Tutti i cittadini sono tenuti ad adempiere agli
Finora abbiamo analizzato i diritti del cittadino, men- obblighi tributari.
tre gli artt. 52-54 si riferiscono a una serie di dove- Lo Stato offre ai cittadini moltissimi servizi e, per tale
ri. La presenza di un numero davvero esiguo di dove- motivo, deve sostenere costi decisamente elevati. È
ri, rispetto a moltissimi diritti, è tipica delle Costi- sufficiente considerare i costi di servizi come l’istru-
tuzioni moderne, la cui funzione è soprattutto quel- zione, la sanità, la difesa e la tutela del territorio, la
la di offrire tutela e garanzie ai cittadini, mentre i costruzione di strade, autostrade ecc. per rendersi con-
doveri sono solitamente stabiliti dalle leggi ordinarie. to di quali enormi costi vengono periodicamente soste-
I doveri indicati nella Costituzione sono però di gran- nuti dallo Stato (si pensi alle spese per gli immobili,
de importanza. il personale, le attrezzature necessari).
Per consentire ciò, tutti i cittadini devono contribui-
re alle spese dello Stato attraverso il pagamento di
tributi, ossia somme di denaro che devono essere cor-
La difesa della patria (art. 52) risposte dai cittadini e dalle imprese allo Stato o ad
altri soggetti pubblici.
art. 52Questa norma sancisce il dovere, per ogni cit-
tadino, di difendere la propria patria e prevedeva,
per i cittadini maschi, lo svolgimento del cosiddetto
servizio di leva obbligatorio presso le forze armate.
L’obbligo del servizio di leva è venuto meno a segui-
to di una profonda revisione delle modalità di reclu-
tamento e funzionamento delle forze armate.
LA COSTITUZIONE ITALIANA: PRINCIPI, LIBERTÀ, DIRITTI, DOVERI

Esercito italiano Marina militare La Costituzione, al fine di realizzare una maggiore


equità, ha però stabilito che ciascuno debba contri-
buire a queste spese in base alle proprie capacità eco-
nomiche e ha improntato il sistema tributario a cri-
teri di progressività. In applicazione di questo crite-
rio ogni persona contribuisce in base alla propria ric-
chezza, in modo tale che chi ha maggiori disponibi-
lità economiche sia tenuto a contribuire in maniera
Aeronautica militare Carabinieri maggiore, mentre chi dispone di redditi più bassi ver-
si tributi minori.

Oggi il sistema di difesa della patria è affidato a un La fedeltà alla Rebubblica (art. 54)
esercito di professionisti, composto da uomini e
donne. art. 54La fedeltà alla Repubblica e la difesa della
È tuttavia previsto che i giovani che intendono, di pro- Costituzione consistono nell’obbligo, per ogni cit-
pria volontà, far parte dell’esercito per un periodo di tadino, di rispettare e difendere i valori della Costi-
tempo limitato (che varia solitamente tra 1 e 4 anni) tuzione nella normale vita di cittadini.
possano chiedere di partecipare alla cosiddetta fer- Infatti la nascita della nostra Repubblica è stato il
ma temporanea, durante la quale possono partecipa- punto di arrivo di un lungo e travagliato percorso sto-
re alla vita militare e alle attività dell’esercito, rice- rico che ha comportato molti sacrifici per le genera-
vendo un’apposita formazione e una retribuzione.
5

zioni precedenti: con questa norma si è voluto ricor-

128
dare ai cittadini di essere fedeli sia ai valori repub-
blicani sia ai principi contenuti nella Costituzione. 1 Nuove parole, nuove idee
Il secondo comma prevede espressamente che i cit- Completa le frasi dopo aver ripassato la lezione
tadini a cui sono affidate funzioni pubbliche debba- 1. La ferma temporanea è ......................................................................
no adempierle con “disciplina ed onore”: i frequenti
scandali che hanno caratterizzato la storia politica ..................................................................................................................................

repubblicana lasciano tuttavia intravedere l’effettiva ..................................................................................................................................


difficoltà nell’ottenere il rispetto di questa norma.
2. Adempiere agli obblighi tributari significa .............................
..................................................................................................................................

..................................................................................................................................

3. I tributi sono .................................................................................................

..................................................................................................................................

..................................................................................................................................

4. Criterio di progressività significa ...............................................

..................................................................................................................................

..................................................................................................................................

5. Fedeltà alla Repubblica significa ................................................

..................................................................................................................................

Come si diventa ..................................................................................................................................


CI

PRATI volontario
in ferma prefissata 1 2 Adesso lo sai
Indica, con una crocetta, se l’affermazione è vera o falsa
Come si diventa VFP1 (volontario in ferma prefissata 1)
nell’esercito? 1. La difesa della patria avviene tramite un esercito
di professionisti V F
Diventare VFP1, cioè per un solo anno, è semplice. Non ci
sono concorsi da affrontare e lunghe attese per sapere 2. I giovani possono servire la patria per un periodo
come è andata. da 1 a 4 anni V F

5
3. Il sistema tributario si ispira al criterio
Dove si presenta la domanda?

LA COSTITUZIONE ITALIANA: PRINCIPI, LIBERTÀ, DIRITTI, DOVERI


della regressività V F
La domanda di arruolamento potrà essere presentata a un 4. Chi paga i tributi contribuisce alle spese
qualunque distretto militare, ovvero il più vicino alla pro- dello Stato V F
pria città; nella domanda si potrà indicare la Regione in cui
si vorrebbe essere impiegati, la disponibilità all’assegna- 5. Chi svolge funzioni pubbliche deve farlo
con disciplina e onore V F
zione ai paracadutisti, l’accettazione della specializzazio-
ne assegnata e dell’impiego in Italia e all’estero. Tutta la
procedura si concluderà in quattro mesi circa. 3 Tu e il diritto
Alla tua età hai degli obblighi verso il tuo Paese?
Ma quali vantaggi comporta diventare VFP1?
I volontari in ferma prefissata per un anno riceveranno una Sei minorenne? SÌ NO
retribuzione mensile di circa 800 euro, con la promozio- Sei tenuto al servizio di leva? SÌ NO
ne a caporale e una maggiorazione di 50 euro mensili per Devi partecipare alla ferma temporanea? SÌ NO
i VFP1 che sceglieranno di prestare servizio nei reparti alpi- SÌ NO
Devi pagare i tributi?
ni. Il VFP1 è l’unico soggetto ad avere la possibilità di par-
tecipare ai concorsi per la ferma quadriennale nelle forze
armate (VFP4) e per le carriere iniziali delle forze di poli- 4 Ti potrebbe capitare…
zia. Inoltre i VFP1 sono anche destinatari del progetto Un tuo amico ti ha detto che, terminati gli studi, vorrebbe
“euroformazione”, che si conclude con l’acquisizione di capire meglio che cosa significa la vita militare, senza però
un’abilitazione riconosciuta dall’Unione europea per impegnarsi a entrare stabilmente nell’Esercito italiano.
l’utilizzo del computer e per la lingua inglese.
Esiste la possibilità di svolgere attività militari per un perio-
Fonte: www.esercito.difesa.it, con adattamenti
do limitato oppure no? Glielo sapresti spiegare?

129
PRENDI TEMPO LEZIONI

E RIPASSA 23 24 25 26 27 28 29 30 31

1 Una mappa per ripassare


Completa lo schema collocando nelle caselle i termini mancanti scegliendoli tra quelli proposti. Tieni presente che sono stati
indicati anche termini errati
libera iniziativa economica pubblica; libera iniziativa economica privata; tutela della proprietà privata; tutela della
proprietà pubblica e privata; diritti pubblici; diritti politici; difesa del territorio; difesa della patria; candidarsi; eleggersi;
presentare petizioni al Parlamento; presentare petizioni al Governo; tutela del consumo; tutela del risparmio

I PRINCIPI ECONOMICI
DELLO STATO

........................................ ........................................ ........................................


........................................ ........................................ ........................................

IL CITTADINO HA

.......................... doveri
LA COSTITUZIONE ITALIANA: PRINCIPI, LIBERTÀ, DIRITTI, DOVERI

votare ..........................

fedeltà alla
..........................
Repubblica

............................ pagamento
............................ tributi

TRACCIA 11
Collegandoti al sito
www.tramontana.it/101lezioni/mp3/
troverai un valido aiuto al ripasso delle lezioni.
5

Scarica i testi e ripassa.

130
2 Adesso lo sai 3 Le Faq o domande più frequenti
Indica, con una crocetta, la risposta esatta Qui di seguito troverai una serie di domande sugli aspetti più
importanti trattati nelle lezioni 29, 30 e 31 alle quali è oppor-
1. Il sistema economico previsto dalla Costituzione è: tuno che tu risponda prima di proseguire nello studio degli
A socialista altri argomenti.
B comunista Ricordati sempre di fare anche degli esempi: solo così dimo-
C liberista strerai di avere veramente capito!
D a economia mista
1. Che tipo di sistema economico è previsto dalla nostra
2. L’iniziativa economica privata è: Costituzione?
A libera, ma limitabile 2. Che cosa si intende per libera iniziativa economica privata?
B non libera 3. Quale tipo di proprietà è riconosciuta dalla Costituzione?
C non prevista 4. Come viene tutelato il risparmio?
D limitata 5. Quali sono i diritti politici del cittadino?
6. Qual è la differenza tra elettorato attivo e passivo?
3. La Costituzione riconosce la proprietà: 7. Che cosa sono i partiti politici?
A personale e collettiva 8. Quali sono i doveri del cittadino?
B solo pubblica
C pubblica e privata
D solo privata 4 Un’immagine per riflettere
Dopo aver osservato l’immagine, rispondi alle domande
4. Il voto è:
A personale, segreto, uguale
B personale, segreto, uguale, libero
C delegabile, segreto, uguale
D personale, uguale, libero

5. Le petizioni sono presentate:


A al Parlamento
B ai giudici
C al Governo
D al presidente della Repubblica

6. Sono vietati i partiti politici di tipo:


A estremista e fascista

5
B religiosi e fascista

LA COSTITUZIONE ITALIANA: PRINCIPI, LIBERTÀ, DIRITTI, DOVERI


C segreto, militare e fascista
D militare e fascista
1. I militari sono dei professionisti?
7. La difesa della patria: 2. Possono iscriversi liberamente ai partiti politici?
A è un dovere dei cittadini
B è un diritto dei cittadini
C non è più un dovere 5 Ti potrebbe capitare...
D è un dovere di tutti i residenti Vorresti segnalare al Parlamento la necessità di un sistema
rigoroso di classificazione delle strutture ricettive turistiche
8. Il sistema tributario si ispira a criteri di: come alberghi, agriturismo ecc. perché viaggiando e soggior-
A regressività nando in Italia durante le tue vacanze hai notato che, a vol-
B uguaglianza te, a parità di classificazione non sono garantiti servizi e qua-
C proporzionalità lità equivalenti.
D progressività Di quale strumento dovresti avvalerti per inoltrare questa
segnalazione al Parlamento?
Si tratta di uno strumento previsto dalla nostra Costituzione?

131
D&AZE
INE Speciale riservatezza
MAG
Nessuno, senza il nostro preventivo consenso, può importunarci con quella
fastidiosissima attività nota come spamming, cioè l’invio di sms, mms, fax, e-mail
indesiderati!
Nessuno può divulgare i nostri dati o le nostre immagini senza il nostro
preventivo consenso!
Eppure a volte sono proprio i più giovani a non rendersi conto che, pubblicando
storie, foto o addirittura filmati e i loro dati personali su Internet (per esempio
su You Tube, Facebook e Myspace) lasciano delle tracce elettroniche indelebili
di cui altri si avvalgono per attività più o meno lecite.
Da un lato datori di lavoro e università raccolgono così informazioni preziose
sui candidati: i loro potenziali dipendenti o studenti! Dall’altro personaggi senza
scrupoli se ne appropriano per pubblicazioni non autorizzate, per telefonate di
disturbo, attività di spamming, per attuare veri e propri ricatti e così via. Purtroppo
ancora pochi sanno che esiste un vero e proprio codice della privacy e una Autorità
Garante della protezione dei dati personali alla quale possiamo segnalare tutte le violazioni
riguardanti il nostro diritto alla riservatezza!

Spam telefonico: basta pubblicitari (sms, mms, e-mail) solo zi inglesi di età compresa tra i 14 e i
disturbare gli utenti! dopo aver acquisito il consenso infor- 21 anni risulta che il 60% pubblica la
Un gestore continuava a inviare sms e mato degli interessati; prescrive inol- propria data di nascita, il 25% il tipo
mms pubblicitari anche dopo la revo- tre che i dati devono essere esatti e, se di lavoro svolto e quasi il 10% l’indi-
ca del consenso da parte degli interes- necessario, aggiornati. Dagli accerta- rizzo di casa. Sono proprio queste le
sati. E loro non ne potevano più dei menti era emerso invece che i dati per- informazioni personali più ambite dai
continui sms e mms pubblicitari che sonali di coloro che stipulavano un con- “ladri di identità” per creare password.
ricevevano anche dopo aver detto e tratto telefonico con la società – ed Dalle interviste emerge anche che i
scritto per mesi alla loro società tele- avevano inizialmente manifestato il due terzi dei giovani, oltre a non pen-
fonica di cessare quegli invii che per loro consenso a ricevere pubblicità – sare alle conseguenze di ciò che pub-
loro erano solo fonte di disturbo e dopo confluivano in una banca dati che pro- blicano sul web, accettano gli scono-
aver espressamente revocato il consen- prio riguardo al consenso non veniva sciuti come “amici” e più della metà
dice di lasciare intenzionalmente indi-
LA COSTITUZIONE ITALIANA: PRINCIPI, LIBERTÀ, DIRITTI, DOVERI

so all’uso dei propri dati. Stanchi del- mai di fatto aggiornata. “Il consenso
la pubblicità e di inutili rassicurazioni, per questi messaggi pubblicitari o zi del proprio profilo personale per
due clienti hanno segnalato la vicenda promozionali deve essere sempre infor- attrarre nuove persone. Il 75% degli
al Garante della privacy, il quale al ter- mato, specifico e preventivo”– affer- intervistati non sembra comunque
mine di una serie di accertamenti, con- mava il Garante, relatore del provvedi- preoccupato del fatto che il proprio
dotti anche presso la società, ha vieta- mento – altrimenti l’attività è illecita. profilo pubblico possa essere visto da
to l’uso dei dati personali di tutti gli Anche quando il consenso è dato può estranei, anzi un 7% di loro pensa che
abbonati a un determinato servizio comunque essere sempre liberamente la riservatezza non sia importante e
telefonico perché trattati in modo ille- revocato. Il provvedimento di divieto preferisce così mostrare a chiunque il
cito. L’Autorità ha prescritto, cioè ordi- del Garante è, peraltro, accompagna- proprio profilo. Ben sei ragazzi su die-
nato, al gestore l’adozione di misure ci non si rendono conto che i loro dati
to dall’espressa avvertenza che l’inos-
organizzative e tecniche tali da assicu- personali immessi su Internet saranno
servanza è punita con la reclusione da
rare a coloro che revocano il consen- disponibili in maniera permanente
tre mesi a due anni. Un messaggio ai
so di non ricevere più messaggi pubbli- anche in futuro! Eppure il prezzo da
disturbatori: “Non disturbateci con i
citari. Per il servizio in questione, la pagare in termini di carriera potrebbe
messaggi”.
società non aveva tenuto conto della essere molto alto se si scoprissero cer-
revoca del consenso dei propri clienti te aspetti o situazioni indesiderabili o
e continuava a inviare sms e mms pub- Attenti a non lasciare tracce compromettenti che li riguardano! Al
blicitari incorrendo così in un sistema- elettroniche! fine si sensibilizzare i cittadini sui dirit-
tico trattamento illecito di dati nei con- Da una ricerca dell’Information Commis- ti fondamentali che garantiscono una
fronti di una molteplicità di abbonati. sioner’s Office (http://www.ico.gov.uk/), piena e completa tutela della vita pri-
La normativa stabilisce invece che si l’Autorità britannica per la protezione vata e sui rischi, oltre che sulle oppor-
possano inviare lecitamente messaggi dei dati personali, condotta sui ragaz- tunità legate all’uso delle nuove tec-
5

132
ESERCIZI IN
5
MODULO
LEZIONI

AUTOVALUTAZIONE 23 24 25 26 27 28 29 30 31
Svolgi questi esercizi solo dopo aver studiato gli argomenti del modulo 5. Calcola il tuo punteggio
attribuendo a ciascuna risposta esatta due punti e zero punti per ogni risposta errata o omessa.

1 Per aiutarti a ripassare 2 Per arricchire il tuo vocabolario


Completa il testo inserendo negli spazi vuoti i termini Abbina ciascuna espressione del primo gruppo
indicati di seguito con la corrispondente del secondo gruppo

La ................................... della Costituzione italiana è dedicata ai A. Diritto e dovere consistente nello svolgere
diritti e ai doveri dei ................................... (artt. 13-54) sono sud- un’attività manuale o intellettuale
divisi in quattro aree fondamentali: ................................... , etico- B. Atto con il quale un bene di proprietà privata viene
sociali, economici e politici. trasferito allo Stato o a un ente pubblico
C. Astensione collettiva dal lavoro
seconda parte, prima parte, cittadini, consumatori, civili, D. Associazioni di lavoratori
penali E. Geometri, avvocati, commercialisti
F. È sia formale sia sostanziale
Il diritto all’................................... viene realizzato attraverso la possi-
bilità di frequentare gratuitamente i corsi scolastici della 1. Diritto di sciopero
................................... e, successivamente, di poter proseguire gli stu-
2. Lavoro
di, mediante la corresponsione di forme di sussidio a favore 3. Lavoratori autonomi
degli studenti che, pur essendo ..................................., non hanno le pos- 4. Espropriazione
sibilità economiche per continuare a studiare. 5. Sindacati
La libertà di ................................... garantisce al docente di svolgere e 6. Uguaglianza
sviluppare gli argomenti delle discipline insegnate nei modi
A. È un diritto di tipo personale, uguale, libero e segreto
che ritiene più idonei, senza alcun vincolo di natura ideolo-
gica, ................................... . B. Controllo preventivo finalizzato a vietare
pubblicazioni, filmati e altre forme di comunicazione
Viene altresì garantita la possibilità di istituire scuole priva-
te : i titoli di studio rilasciati dalle scuole private, qualora sia- C. Richieste sottoposte dai cittadini alle Camere per
no rispettati alcuni requisiti stabiliti dalla legge, sono sollecitare il loro intervento
................................... a quelli rilasciati dalle scuole pubbliche. D. Riguarda gli stranieri condannati per reati politici
presenti nel nostro Paese
informazione, istruzione, capaci e meritevoli, preparati e E. Sono organizzazioni collettive riconosciute o non con
studiosi, insegnamento, apprendimento, politica o religio- una struttura stabile e scopo non lucrativo
LA COSTITUZIONE ITALIANA: PRINCIPI, LIBERTÀ, DIRITTI, DOVERI

sa, legale o sociale, differenziati, equiparati, scuola dell’ob- F. Libertà personale, domicilio, nome, immagine
bligo 1. Censura
2. Diritti inviolabili dell’uomo
Per garantire che l’esercizio del diritto di voto avvenga in 3. Associazioni
maniera democratica, la Costituzione afferma che deve esse- 4. Voto
re: ................................... (può essere esercitato solo dal votante, sen- 5. Petizioni
za possibilità di farsi sostituire), ................................... (ogni perso- 6. Divieto di estradizione
na può esprimere un solo voto), ................................... (ciascuno può
votare secondo le proprie convinzioni personali), segreto (chi ■ punti:…….........…
vota ha diritto che nessun’altra persona venga a conoscen-
za della sua scelta). Sono previste eccezionali limitazioni al 3 Per verificare che cosa sai
diritto di voto nel caso di chi versa in situazioni particolari Indica, con una crocetta, se l’affermazione è vera o falsa
che impediscano l’esercizio di tale diritto oppure di chi si tro-
1. La Costituzione è formata da 139 articoli
vi in situazioni di ................................... . V F
ed è divisa in due parti
personale, generico, plurimo, uguale, indegnità morale, 2. L’art. 1 Cost. indica la forma di Governo
del nostro Stato, che è una Repubblica sociale V F
indegnità economica, libero, condizionato
3. Uguaglianza sostanziale significa creare
■ punti: …….........… le condizioni affinché ciascuna persona possa
essere effettivamente uguale alle altre V F

4. L’Italia è divisibile e tutela le minoranze V F


5

134
5. L’ Italia ripudia la guerra come strumento 4. Sono vietate le associazioni:
di offesa V F A criminali
6. L’ Italia concede l’ asilo politico agli stranieri B sindacali
per reati comuni V F C politiche
D criminali, segrete e politico-militari
7. La libertà personale può essere limitata solo
da provvedimenti motivati del giudice V F 5. Libertà sindacale significa:
A poter scioperare
8. La libertà e la segretezza di corrispondenza
B lavorare per i sindacati
riguarda tutti i mezzi di comunicazione V F
C costituire sindacati e iscriversi a essi
9. La libertà di riunione comporta strutture D sottoscrivere i contratti collettivi nazionali
e vincoli duraturi nel tempo V F
6. La Costituzione riconosce la proprietà:
10.I Patti concordatari sono stipulati tra A personale e collettiva
lo Stato italiano e la Chiesa cattolica V F
B solo pubblica
11.La libertà di pensiero è soggetta a censure V F C pubblica e privata
12.La Costituzione tutela la famiglia e la salute, D solo privata
specificando che nessuno può essere obbligato 7. È personale, libero, segreto e uguale:
a sottoporsi a trattamenti medici V F A il diritto di proprietà
13.Nei rapporti economici si disciplinano il lavoro, B il diritto di voto
la libertà sindacale e lo sciopero V F C il diritto di sciopero
D il diritto di petizione
14.Con l’ espropriazione lo Stato trasferisce
beni ai privati più bisognosi V F 8. Sono doveri del cittadino:
A fedeltà, difesa della patria e adempiere agli obblighi
15.L’iniziativa economica privata è libera e non
può essere limitata V F tributari
B difesa della patria e adempimento degli obblighi
16.La petizione è un diritto politico che serve tributari
a sollecitare provvedimenti e a esporre C segretezza, riservatezza e difesa della Patria
necessità comuni al Parlamento V F
D adempimento degli obblighi tributari
17.L’elettorato passivo è l’età minima per votare
e quello attivo per essere votati V F ■ punti: …….........…
18.Il sistema tributario si ispira al criterio
V F Facciamo i conti
della progressività
Dopo aver inserito il punteggio negli spazi predisposti,
■ punti: …….........… barra con una crocetta il quadratino corrispondente
al tuo punteggio complessivo.

4 Per verificare che cosa hai compreso

5
1 Per aiutarti a ripassare Punti ……..... +
Indica, con una crocetta, la risposta esatta

LA COSTITUZIONE ITALIANA: PRINCIPI, LIBERTÀ, DIRITTI, DOVERI


2 Per arricchire il tuo vocabolario Punti ……..... +
1. I principi fondamentali sono: 3 Per verificare che cosa sai Punti ……..... +
A regole per i rapporti tra lo Stato e altri Stati
4 Per verificare che cosa hai compreso Punti ……..... =
B obiettivi per i soli cittadini
C regole applicate ai rapporti tra lo Stato e la Chiesa Totale Punti …….....
D garanzie e obiettivi che devono ispirare l’attività
sia dello Stato sia dei cittadini da 0 a 35 punti
devo studiare con più impegno e attenzione
2. Il lavoro deve concorrere al:
A progresso scientifico della società da 36 a 59 punti
B progresso scientifico e tecnologico della società è meglio che studi ancora tutte le lezioni
C progresso materiale e spirituale della società
D progresso economico da 60 a 75 punti
ho raggiunto la sufficienza,
3. La libertà personale è limitabile con atti:
A delle autorità di pubblica sicurezza
ma se voglio risultati migliori devo ripassare
B del Parlamento da 76 a 90 punti
C del Governo bene! I miei sforzi hanno dato buoni risultati
D dei giudici
da 91 a 100 punti
sono andato molto bene,
posso uscire con gli amici

135
PARLAMENTO,
6
MODULO

GOVERNO E PRESIDENTE
DELLA REPUBBLICA
I TUOI OBIETTIVI
Conoscerai il significato di:
PER • Parlamento
PARTIRE • elezioni politiche e sistema
elettorale
Dovrai • deputato, senatore, senatore
conoscere:
• le fonti del diritto a vita
• i principi • mandato e immunità
fondamentali parlamentari
della Costituzione
• le forme di Stato
• iter legislativo e promulgazione
e le forme di governo • Governo (Consiglio dei ministri,
Presidente del Consiglio
e Ministri)
• Pubblica amministrazione
• Authority

Saprai distinguere
START e confrontare:
• il bicameralismo perfetto
e imperfetto
PARLAMENTO, GOVERNO E PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

• il sistema maggioritario
e proporzionale
• la procedura ordinaria
L32 e di revisione costituzionale
di emanazione delle leggi
IL PARLAMENTO • i decreti legge e i decreti legislativi
• le crisi parlamentari
ed extraparlamentari
• i vari tipi di amministrazione
L33 pubblica
LA FUNZIONE
LEGISLATIVA
L34
LE ALTRE COMPETENZE PRENDI
DEL PARLAMENTO E IL TEMPO
SUO FUNZIONAMENTO E RIPASSA
VERIFICA LEZIONI
6

32, 33, 34

136
L39
L’ELEZIONE E LE RESPONSABILITÀ
DEL PRESIDENTE
DELLA REPUBBLICA
PRENDI
L38 TEMPO
E RIPASSA
IL PRESIDENTE VERIFICA
DELLA LEZIONI
38, 39
REPUBBLICA

PRENDI
TEMPO IL TUO
E RIPASSA TRAGUARDO
VERIFICA
LEZIONI
35, 36, 37

L37
D&E MAGAZINE
LA PUBBLICA
Tu
AMMINISTRA-
e il Parlamento
ZIONE

6
PARLAMENTO, GOVERNO E PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
ESERCIZI IN
L36 AUTO-
LE FUNZIONI VALUTAZIONE
ESECUTIVA
E NORMATIVA
DEL GOVERNO

L35
IL GOVERNO

137
32
LEZIONE

Il Parlamento
Gli organi costituzionali in generale elettori e dei candidati, il numero dei componenti e
il modo con cui vengono scelti i parlamentari.
La Parte II della Costituzione riguarda l’ordinamento In particolare del Senato fanno parte anche alcuni
della Repubblica e comprende gli articoli dal 55 al 139, parlamentari non eletti dai cittadini: i senatori a vita
che disciplinano l’organizzazione e il funzionamento del (art. 59 Cost.). Sono gli ex Presidenti della Repub-
nostro Stato. In particolare vi sono descritti i cinque blica, che alla cessazione del loro incarico assumo-
“protagonisti” del nostro sistema costituzionale: Parla- no questo ruolo, e altre persone, fino a un massimo
mento (artt. 55-82); Presidente della Repubblica (artt. di 5, nominate dal capo dello Stato perché si sono
83-91), Governo (artt. 92-100), Magistratura (101-113) distinte per particolari meriti in campo sociale, scien-
e Corte costituzionale (artt. 134-139) che analizzere- tifico, letterario, artistico.
mo in questo modulo e nel successivo.
PRINCIPALI DIFFERENZE TRA CAMERA
DEI DEPUTATI E SENATO DELLA REPUBBLICA
Il Parlamento e le due Camere Camera Senato della
(artt. 55-69) dei deputati Repubblica
Elettorato attivo 18 anni 25 anni
(età minima per votare)
Il Parlamento è l’organo costituzionale al quale com-
pete la funzione legislativa, che si realizza con l’ema- Elettorato passivo
(età minima per 25 anni 40 anni
nazione di leggi. candidarsi alle elezioni)
È l’unico organo costituzionale i cui componenti sono
315 e alcuni
scelti direttamente dai cittadini attraverso libe- Numero dei componenti 630 senatori a vita
re elezioni, che solitamente si tengono ogni cin-
que anni: questo periodo di tempo vie-
ne chiamato legislatura.
Il Parlamento italiano è composto da I parlamentari
due distinte assemblee: la Camera dei
deputati, con sede a palazzo Monteci- I parlamentari si distinguono in deputati, se appar-
torio, e il Senato della Repubblica, tengono alla Camera dei deputati, e senatori, se fan-
con sede a Palazzo Madama in Roma.
Entrambe le Camere hanno gli stessi
compiti, le stesse funzioni e gli stessi LE IMMUNITÀ PARLAMENTARI
poteri, poiché il nostro sistema parla- Immunità per le opinioni espresse e i voti dati
PARLAMENTO, GOVERNO E PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

mentare è un bicameralismo perfetto.


Caratteristiche

I sistemi parlamentari possono infatti essere di tre Consente al parlamentare di esprimere liberamen-
tipi: monocamerali, quando vi è un’unica Camera, te sia il proprio voto sia le proprie opinioni in rela-
bicamerali perfetti, quando vi sono due Camere con gli zione all’esercizio delle sue funzioni.
stessi identici poteri, e bicamerali imperfetti, quan-
do le due Camere hanno poteri e compiti diversi. Un parlamentare può intervenire in assemblea soste-
Esempio

nendo le sue opinioni e votando come meglio crede,


senza che per tale fatto possa essere perseguito.
I SISTEMI PARLAMENTARI SONO
Immunità penale
Impedisce che un parlamentare possa essere arre-
Caratteristiche

stato, privato della libertà personale, perquisito, sot-


toposto a intercettazioni ambientali.Tali atti posso-
li

no essere eseguiti nei suoi confornti solo se auto-


era

tti li

rfe i
pe ral
pe mera

tti

rizzati dalla Camera di appartenenza (tramite la giun-


cam

im ame
rfe

ta per le autorizzazioni a procedere).


a
no

Bic
Bic
Mo

L’abitazione di un parlamentare non può essere per-


quisita, oppure il suo telefono non può essere mes-
Esempio

so sotto controllo da parte dell’autorità giudiziaria,


senza un’apposita autorizzazione preventiva della
La Costituzione ha previsto alcune differenze tra le giunta per le autorizzazioni a procedere.
6

due Camere, che per esempio riguardano l’età degli

138
no parte del Senato della Repubblica. La Costituzio-
ne attribuisce a tutti i parlamentari determinate 1 Nuove parole, nuove idee
garanzie, chiamate immunità parlamentari, tali da Completa le frasi dopo aver ripassato la lezione
assicurare che la loro attività sia svolta del tutto libe- 1. Il Parlamento è ..........................................................................................
ramente e non subisca pressioni esterne. Le immu-
nità dei parlamentari comprendono le opinioni ..................................................................................................................................

espresse e i voti dati nell’esercizio delle proprie fun- 2. Il sistema bicamerale perfetto è ..................................................
zioni, le immunità penali, il divieto di mandato
imperativo (art. 68 Cost.). ..................................................................................................................................

3. I senatori a vita sono .............................................................................


Divieto di mandato imperativo
..................................................................................................................................
Caratteristiche

Garantisce che il parlamentare non sia sottoposto,


nell’espletamento della sua attività, ad alcun vinco- 4. Il sistema elettorale è ..........................................................................
lo, sia con gli elettori che lo hanno scelto sia con il ..................................................................................................................................
partito di appartenenza.
5. Il collegio plurinominale è ...............................................................
Un parlamentare può impegnarsi, davanti ai suoi elet-
Esempio

tori, a sostenere una determinata legge e, successi- ..................................................................................................................................


vamente, in assemblea votare in maniera diversa.
2 Adesso lo sai
Per l’intera durata del loro incarico i parlamentari per- Indica, con una crocetta, se l’affermazione è vera o falsa
cepiscono un’indennità (art. 69 Cost.).
1. Le Camere hanno un ugual numero di componenti
ed emanano leggi V F

2. Il bicameralismo italiano è imperfetto V F


Le elezioni del Parlamento
3. Ci si può candidare alla carica di deputato
a 25 anni