Sei sulla pagina 1di 5

Romanticismo e Idealismo all’antichità classica, la seconda legata all’armonia con

la natura e il Romanticismo)
I caratteri generali
 Rivalutazione della spiritualità, ritorno alla
religione tradizionale, e aspirazione al divino
 Esaltazione del sentimento, dell’irrazionale, del Il Romanticismo in Germania: La scuola di Jena
sogno e della follia In Germana gli sviluppi di tale corrente
 Nuova concezione del rapporto uomo-natura: la continueranno con la scuola di Jena di cui faranno
Natura non è solo fonte di studio ma fonte di parte i fratelli Schlegel, Schelling e Novalis, che
contatto con l’Assoluto; da questa concezione utilizzarono la rivista “Athenaeum” come loro organo
nasce il panismo, il sentimento dell’uomo a principale
sentirsi parte di un tutto organico e spirituale Novalis viene ricordato per il suo idealismo magico
Da ricordare è come la natura venga vista anche influenzato da Fichte, oltre per la sua visione di poesia
come forza selvaggia e ostile come mezzo dell’uomo per cogliere l’infinito
I fratelli Schlegel vengono ricordati per il concetto di
 Aspirazione all’infinito o Assoluto, il Sehnsucht
poesia romantica atta a cogliere l’infinito, e di ironia
che si manifesta come volontà inappagata ad
come disposizione dello spirito umano a non
andare oltre la dimensione materiale
adeguarsi alla realtà, ma ad elevarsi all’Assoluto
 Desiderio di fuga verso luoghi lontani nello spazio
(esotismo) o nel tempo (rivalutazione del
Il Romanticismo in Germania: gli sviluppi
Medioevo)
Altre importante scuola fu quella di Heidelberg e
 Attrazione per la morte (vista anche come fine di
Berlino, animata da un profondo nazionalismo e un
tutte le sofferenze) e il lugubre
recupero del Medioevo tedesco, tra gli scrittori che
 Celebrazione dell’eroe ribelle, che odia vivere nel
aderirono: von Chamisso, Brentano e i fratelli Grimm
mediocre e aspira a vivere fuori da ogni
A chiudere la stagione romantica fu la scuola Sveva, i
convenzione aspirando a mete irraggiungibili
quali autori proposero scritti animati da un profondo
(titanismo) oppure si isola nel proprio dolore
patriottismo e da una celebrazione del popolo tedesco
(vittimismo)
Appartenente a nessuna delle scuole elencate, sono
 Aspirazione nazionale, tramite riscoperta del
infine Hölderlin (che riconosceva l’ideale di bellezza e
Medioevo come tempo di specificazione culturale,
armonia classica come unico mezzo per la poesia di
e sentimento di patriottismo
cogliere l’Assoluto) e Heine (legato alla sfera del vero
 Arte come espressione spontanea del genio
è considerato il maggior rappresentante del periodo di
individuale, portato a rifiutare regole e modelli
transazione tra Romanticismo e Realismo)
 Sublime come sentimento di terrore e impotenza
che si prova di fronte l’infinito
Il Romanticismo in Europa
Inghilterra:
Il Romanticismo in Germania: Sturm und Drang
 Blake: temi preromantici, simbolismo
Il Romanticismo nasce in Germania, dove già nella
 Wordsworth, Coleridge: ispirazione al quotidiano,
seconda metà del 700’, si erano sviluppati tendenze
forti sentimenti, esaltazione del popolare,
preromantiche nell’ambito del circolo letterario dello
dell’onirico e del simbolismo
Sturm und Drang, i cui principali esponenti furono
 Byron, Shelley, Keats: ansia di libertà, conflitto con
Goethe e Schiller
la società, culto della bellezza, esplorazione
Goethe viene ricordato per il suo naturalismo
dell’interiorità
panteistico, in opposizione al meccanicismo
Francia:
illuminista
 Madame de Staël: divulgazione del Romanticismo,
Schiller viene ricordato per l’elaborazione dei
rifiuto delle regole, celebrazione del sentimento,
concetti di: anima bella (unione tra passione e
predilezione della poesia popolare, concezione di
imperativo morale), poesia ingenua e poesia
arte non più elitaria
sentimentale (la prima legata alla spontaneità e
 Chateaubriand, Hugo, Stendhal, Balzac: rifiuto  Humboldt: creazione artistica come totalità
delle regole, mescolanza dei generi organica di tutte le facoltà umane,
 Lamartine, Vigny, Musset: sentimentalismo, contrapposizione tra nazione (incarnazione del
visione pessimistica della vita, missione sociale e popolo) e Stato (poteri circoscritti per garantire lo
morale del poeta sviluppo), lingua come espressione vivente dello
Russia: spirito nazionale, linguistica comparativa come
 Puskin e Lermontov: vicini al realismo studio delle analogie tra le lingue.
Italia:  Schleiermacher: affermazione dell’originalità della
 Berchet: uso di fantasia e cuore, linguaggio usato religione rispetto etica e metafisica come
e compreso dalla borghesia sentimento e intuizione dell’infinito, definizione di
 Di Breme e Borsieri: aperti al moderno europeo, ermeneutica come scienza dell’interpretazione dei
importanza della creatività significati impliciti dei testi.
 Leopardi e Giordani: schierati con i difensori del Altri importanti sviluppi della filosofia romantica si
classicismo, impronta pessimistica, ispirazione hanno in Francia con i pensatori postilluministi detti
all’Assoluto idéologues
 Manzoni: poetica dell’utile e del vero,
valorizzazione del cristianesimo L’Idealismo
In periodo romantico, in Germania (in particola r
Il Romanticismo nelle arti modo a Jena e Berlino), si sviluppa una corrente
Architettura: Walpole, Barry, Eclettismo, recupero filosofica detta Idealismo
del Medioevo e di altre epoche Al centro della loro discussione vi è il superamento
Arti visive: David, Ingres, Delacroix, Gericault, Goya, del dualismo kantiano tra fenomeno e noumeno
Friedrich, Constable, Turner, Blake, Füssli, Hayez, L’idealismo prenderà nomi diversi a secondo della
Preraffaelliti, fotografia e cinema concezione dei diversi pensatori
Musica: Schubert, Schumann, Chopin, Liszt,  Idealismo soggettivo: la realtà intera diviene
Paganini, Berlioz, Melodramma, Rossini, Bellini, rappresentazione del soggetto, Fichte
Donzinetti, Verdi, Meyerbeer, Wagner  Idealismo oggettivo: l’Assoluto risulta dall’unità
indifferenziata di soggetto e oggetto, Schelling
Il Romanticismo in filosofia  Idealismo assoluto: l’Idealismo raggiunge la sua
Caratteri generali massima espressione nell’identità tra ragione e
 Rivalutazione del sentimento, della fede, e realtà, Hegel
dell’arte in funzione conoscitiva
 Abbandono dello spirito rivoluzionario
 Nuova importanza data alla tradizione, alla storia
e alla lingua del popolo
Il dibattito
Pensatori di area tedesca:
 Hamman: rivalutazione della fede e della 4.1 Kant attraverso Fichte
rivelazione, superiorità del linguaggio poetico sul Gli idealisti leggono Kant attraverso l’interpretazione
discorso razionale che ne fa Fichte
 Herder: panteismo di ispirazione spinoziana, Il soggetto (io penso) è conoscente, e artefice della
filosofia della storia per cui l’umanità realizza un realtà stessa che poi va a conoscere: non si parla più
progresso armonico, concezione del linguaggio di conoscenza ma di produzione di realtà
come espressione di forza interiore Una volta consapevole di essere l’intera realtà, l’io
non può far altro che conoscere sé stesso: conoscere
 Jacobi: reinterpretazione della credenza di Hume
la realtà = conoscere sé stessi
per giustificare la fede, critica del razionalismo e
Ogni conoscenza della realtà esterna deriva dalla
del determinismo che non lasciano spazio alla
conoscenza di sé stessi e dei propri meccanismi
libertà umana, ragione come sintesi tra intuizione
Soggetto conoscente (io penso) e oggetto
razionale e sentimento spirituale
conosciuto (Natura) sono due aspetti della stessa
realtà, che si differenziano solo per il fatto che il
soggetto, a differenza dell’oggetto, è consapevole di Fichte fin dall’inizio predica le sue dottrine,
sé stesso, ovvero è autocosciente scrivendo Lezioni sulla missione del dotto, e
Mentre la Natura esiste e opera inconsciamente, definendosi come sacerdote della verità
l’uomo esiste e opera avendo consapevolezza di ciò

4.2 Assoluto
Idealisti  il loro fine è cogliere l’Assoluto 4.4 Schelling
Kant  afferma che si può cogliere solo il fenomeno Schelling afferma che Fichte ha portato avanti e
Fichte  afferma che se è la ragione stessa a porre declinato in modo idealistico, i principi di Kant circa il
dei limiti, significa che in realtà questi non la possono rapporto tra Io pratico (volontà, libertà) e Io teoretico
condizionare (conoscenza dei fenomeni), questa filosofa presenta
Il nostro pensiero, dietro ogni fenomeno (oggetto però dei problemi per Schelling:
finito), deve sapere cogliere il noumeno (oggetto Aver accordato all’Io pratico il primato, ha posto la
infinito),che è il vero fine della conoscenza Natura, il Non-Io, in secondo piano, mantenendo
Novalis scrive che: come unico scopo quello di permettere all’uomo il
 Cerchiamo l’Assoluto: l’infinito, l’illimitato, cuso cammino verso la realizzazione morale.
l’incondizionato, la totalità delle cose, il principio Lo scopo che si pone Schelling è quello di superare
primo della realtà da cui tutto scaturisce questo dualismo con una “filosofia dell’identità” o
 Ma troviamo solo cose: il relativo, il limitato, il “idealismo trascendentale”
parziale, il finito. Secondo Spinoza la realtà è una sola, ma si
L’Assoluto, non è qualcosa di raggiungibile, ma è un manifesta in infiniti modi; Schelling, recupera questa
principio a cui si tende idea, affermando che Natura e Io, sono la stessa cosa,
L’Assoluto non è presente nel singolo, né nel tutto, o per meglio dire, due manifestazioni della stessa
ma lo è nel sistema che rende vivo il tutto realtà, anche qui, una cosciente e l’altra inconscia
Nella vita troviamo cose determinate, ma sappiamo Né la conoscenza scientifica/filosofica, né l’attività
che fanno parte dell’Assoluto, e sappiamo che esse morale sono in grado di cogliere l’identità tra Natura e
sono necessarie all’Assoluto per manifestarsi nella sua Io; Solo la filosofia dell’arte, l’intuizione estetica, è
pienezza capace di cogliere questa identità; viene superato
La realtà per i romantici, si presenta come un quindi sia l’approccio teoretico di Kant, sia quello
sistema in cui tutto è connesso in un insieme coerente pratico di Fichte

4.3 Fichte
Sviluppa il tema del primato della volontà sulla 4.5 Natura
conoscenza, dell’agire sul conoscere, della libertà sulla Natura non è contrapposta a Spirito, entrambe sono
necessità, dell’uomo sulla Natura due manifestazioni della stessa realtà
Ciò che lo preoccupa è l’agire etico, l’insieme di La Natura non ha consapevolezza di sé, mentre lo
volontà e libertà umana Spirito si rivela nel suo cammino di autocoscienza
L’uomo è considerato come il centro della realtà la L’uomo è la manifestazione più alta della Natura,
cui natura è essenzialmente etica/spirituale (Io), perché è la natura che ha consapevolezza di sé
tuttavia la sua natura non cancella la sua sfera La Natura non è vista come un tutto regolato da
materiale (corpo) e naturale (impulsi), ma afferma il leggi meccaniche (meccanicismo, visione della
suo primato nel suo essere pienamente scienza/fisica moderna), ma come un organismo
incondizionato animato da una forza propria e leggi imminenti
L’intera vita umana, individuale o in società, ha (organicismo)
come scopo il superamento della sfera degli impulsi Tutto è in divenire, continua trasformazione, e
(Non-Io) per realizzare al massimo la sfera di volontà e animato da una forza inarrestabile; anche l’uomo è
libertà manifestazione di questa forza
L’Io deve realizzarsi come “Io morale” nella lotta L’artista attinge a questa forza per creare le proprie
contro il Non-Io opere, mettendosi in continuità con la Natura
Dato che la Natura è in divenire ed è mossa da una  Spirito, a sua volta come soggettivo (singolo
forza inarrestabile, essa si può identificare come Dio essere umano), oggettivo (spirito sociale) e
stesso assoluto (come l manifestazioni culturali di arte,
religione, e filosofia), trattato in Filosofia dello
Spirito
Questo schema generale comprende tutta la storia
ideale, naturale e culturale del mondo, della totalità
5.1 Hegel: la storia e il nuovo sistema del reale
Hegel pone la ragione, intesa come totalità del reale, Hegel vuole dimostrare che la storia della
al centro della sua filosofia Ragione/Idea/Spirito non è qualcosa di casuale,
L’identità tra ragione e realtà è il cuore del suo accidentale, o governato da Provvidenza divina
pensiero, non è qualcosa di astratto, ma si mostra nel La storia della totalità del reale è un processo che ha
divenire concreto e reale degli eventi in sé un fine intrinseco: la libertà dell’umanità
Per Hegel anche la storia è molto importante, essa fa (autocoscienza definitiva) attraverso la forma più alta,
ingresso nella filosofia, non come una serie di eventi la filosofia (Spirito assoluto)
casuali, ma come un processo necessario e razionale Autocoscienza e libertà significa che il filosofo:
La filosofia a sua volta, è la “nottola di Minerva”, la  Si riconosce come momento finale di tutta la
civetta che giunge al crepuscolo e prende atto di ciò storia precedente
che si è realizzato, ovvero del divenire della realtà.  Riconosce in tutta la storia del mondo, nient’altro
La funzione della filosofia non è quella di dire ciò che che la storia dello Spirito/Ragione/Idea
avverrà o si dovrebbe fare, ma di esprimere ciò che Il processo di liberazione che non ci fa raggiungere il
è/che sta avvenendo, facendo così coincidere realtà punto più alto del nostro cammino, ovvero la filosofia,
con razionalità è un processo dialettico: ovvero conflittuale, nella
La filosofia deve tradurre la realtà in quale la realtà si afferma negando un momento
concetti/pensiero, per farlo si deve avvalere un precedente, come la pianta che si afferma negando il
particolare sistema filosofico seme da cui è nata, o i tanti tipi di esperienza
Nel sistema filosofico di Hegel trovano spazio: (individuale, collettiva, umana) si affermano negando
vicende storiche, istituzioni, manifestazioni artistiche, le altre
religiose e culturali Inoltre la filosofia si afferma negando la religione, il
L’eredità kantiana trova in Hegel un superamento momento precedente, a sua volta nato negando una
con la costruzione di un sistema filosofico nuovo situazione precedente
Questa nuova filosofia viene descritta nella
Fenomenologia dello Spirito, e viene chiamata
Idealismo, che diversamente da quello di Fichte e
Schelling, si differenzia per la presenza della storia e
del concreto, e per la mancanza di trascendentale/al
di là del reale

5.2 Hegel: il processo di liberazione


Idea = Ragione = Spirito
Questo ente si presenta secondo una storia cosmica
su tre livelli successivi:
 Idea, simile a un Dio prima della creazione, tratta
in Scienza della Logica
 Natura, dai suo aspetti più astratti (spazio,
tempo) a quelli più concreti (regno animale,
vegetale, minerale, umano), trattata nella
Filosofia della Natura

Potrebbero piacerti anche