Sei sulla pagina 1di 12

F.P.S.

Finger Permutation System


metodo per sviluppare l’indipendenza delle dita

iNTRODUZIONE

Alla base di una corretta tecnica chitarristica ci sono due skill: l’indipendenza delle dita
della mano sinistra e la loro coordinazione con la mano che plettra.

Esistono molti esercizi finalizzati a sviluppare una totale e corretta indipendenza delle
dita sulla tastiera. Il problema, però, è trovare un percorso che ci permetta di lavorare in
maniera precisa ed efficiente, un metodo dai risultati certi e provati.

Per questo ho organizzato il Finger Permutation System, una serie di esercizi pensati per
lavorare sistematicamente su tutte e quattro le dita sulla tastiera, senza trascurare le dita
meno utilizzate (per es. il mignolo).

Non è niente di rivoluzionario: alla base del metodo c’è il “ragno”, il classico esercizio
cromatico tramandato da generazioni di chitarristi (es. 1).

Attraverso l’FPS, dall’esercizio del ragno otterremo 23 nuove permutazioni e esercizi.


Applicheremo poi le permutazioni a delle sequenze melodiche, esplorando tutte le possibili
combinazioni tra le dita della mano sinistra e i movimenti sulla tastiera.

Alla fine di questo percorso avremo allenato tutte le dita in tutte le combinazioni
possibili, sviluppando al contempo la coordinazione tra le due mani e la pennata alternata.

1
1. L’esercizio del ragno

Ti presento il “ragno”, il classico esercizio utilizzato per approcciare la tecnica della


chitarra. Lo useremo come punto di partenza per sperimentare le varie sequenze, per poi
ricavare tutte le 23 permutazioni previste dal metodo.

Partendo dalla sesta corda, suoniamo il primo tasto con l’indice, il secondo con il medio,
il terzo con l’anulare, il quarto con il mignolo. Procediamo poi cambiando corda fino alla
prima, e torniamo indietro in senso in verso.

Nell’esecuzione di questo esercizio (e di tutti quelli che verrano) fai attenzione ai


seguenti aspetti:

2
CONSIGLI PER LA MANO SINISTRA

- tieni il pollice della mano sinistra dietro la tastiera (non deve spuntare sopra il
manico);

- premi i tasti in maniera perfettamente perpendicolare (tenendo le dita “a


martelletto”);

- eseguendo il ragno in senso ascendente, continua a premere con le dita che hanno
appena suonato man mano che si aggiungono le altre (solleva le dita solamente quando devi
cambiare corda).

CONSIGLI PER LA PLETTRATA

- utilizza la pennata alternata;

- dai stabilità alla mano destra tenendo alcune dita (almeno il mignolo) appoggiate sul
battipenna;

- a velocità basse, muovere il pollice per controllare il plettro ti darà sicurezza e maggior
controllo sulla qualità del suono;

- a velocità elevate, sarai costretto a tenere il pollice bloccato muovendo il plettro di


polso.

CONSIGLI PER ESERCITARSI

- esegui l’esercizio a loop, per un minimo di due volte di seguito;

- esercitati con il metronomo o una backing track.

A tal proposito, comincia eseguendolo ad ottavi (due note ogni quarto), partendo da
60bpm. Quando sei confortevole aumenta i bpm, di 5 in 5.

Arrivato a 120 bpm, passa ad eseguirlo a sedicesimi (quattro note ogni quarto), e
continua ad aumentare. Con molto, molto esercizio, potrai arrivare ai 160 bpm in sedicesimi e
persino superarli.

3
2. Ragno con ripetizioni interne

A questo punto possiamo cominciare a modificare il ragno, per ottenere nuovi esercizi.
Memorizza questi pattern ed allenati, perché nella seconda parte del percorso applicheremo
le sequenze imparate alle nuove diteggiature, cuore del sistema FPS!

La prima variazione prevede semplicemente la ripetizione delle corde appena suonate

(es. 2).

L’impostazione e le difficoltà tecniche rimangono le stesse del ragno normale, puoi


quindi concentrarti sull’aumentare la velocità.

Ciò non significa esercitarsi subito a velocità elevate. La velocità si ottiene partendo ai
bpm più bassi, aumentandoli pian piano senza perdere la pulizia del suono e la precisione dei
movimenti. L’obiettivo non è allenare il “muscolo della velocità” (che non esiste), ma ridurre
l’ampiezza dei movimenti che devono compiere le dita e la loro precisione: in questo modo le
dita e il plettro dovranno percorrere meno strada e potrai andare più veloce.

4
3. Ragno con salti di corda

La seconda variazione del ragno consiste nei salti di corda. Il movimento sulle singole
corde rimane lo stesso, ma il salto di corda aggiunge nuove difficoltà.

Per questo esercizio concentrati sulla precisione e la pulizia. Il rischio è che, a causa del
salto, si sentano rumori e risonanze indesiderate. Puoi esercitarti davanti lo specchio per
controllare l’impostazione della mano sinistra e l’eleganza dei movimenti.

4. Ragno su una corda

In questa variazione cominciamo a spostarci lungo la tastiera. Per fare questo,


eseguiamo le quattro note del ragno sul MI cantino, partendo dal primo tasto. Avanziamo poi
di tasto in tasto fino ad arrivare al dodicesimo. A questo punto ci spostiamo sulla corda
superiore e torniamo indietro fino al primo.

5
La difficoltà maggiore riguarda il momento dello spostamento. Aiutati sottolineando
l’accento sul primo sedicesimo di ogni gruppo. Questo trucchetto mentale ti aiuterà a non
perderti durante il viaggio dal primo tasto al dodicesimo.

5. Ragno con spostamenti di corda

A questo punto possiamo prendere il ragno completo e spostarlo lungo tutto il manico.
La tecnica e i movimenti rimangono gli stessi; la difficoltà non sarà tanto nello spostamento
quanto nella resistenza. Dovrai infatti partire dal primo tasto ed arrivare fino al dodicesimo,
mantenendo costanti il timing e la qualità del suono.

6
6. Ragno in diagonale (esercizio facoltativo)

Per i più coraggiosi propongo questo esercizio, facoltativo, che consiste nell’eseguire il
ragno cambiando corda ad ogni nota.

Questo esercizio richiede la massima precisione di entrambe le mani, per questo


concentrati sulla pulizia del suono a velocità ridotte prima di sperimentarlo (perché no) in
velocità.

Padroneggiato l’esercizio sui primi 4 tasti, puoi spostarlo lungo il manico fino ad arrivare
al quinto o al dodicesimo tasto.

7
IL SISTEMA FPS

A questo punto è possibile presentare il sistema, ovvero tutte le permutazioni possibili


tra le quattro dita della mano destra:

1234 2341 3412 4123

1243 2431 4312 3124

1324 3241 2413 4132

1342 3421 4213 2134

1423 4231 2314 3142

1432 4321 3214 2143

Come puoi vedere, ricavando tutte le possibili combinazioni si ottengono 24 esercizi o


“ragni”.

Applicando ad ogni sequenza le 6 variazioni sopra studiate, si ottengono quindi 24x6 =


144 esercizi totali. Un bel po’ di lavoro, non è vero?

Per guidarti nello studio, ecco per esempio la permutazione numero 2, applicata a tutte
le sequenze studiate.

8
7. Prima permutazione - Ragno normale

8. Prima permutazione - Ragno con ripetizioni

9. Prima permutazione - Ragno con salti di corda

10. Prima permutazione - Ragno su una corda

9
11. Prima permutazione - Ragno con spostamenti

A questo punto ti potresti sentire un po’ perso: come studiare ed elaborare questa
incredibile mole di informazioni?

Il mio consiglio è, innanzitutto, di ricavare 20-30 minuti al giorno da dedicare all’FPS.


Fatti poi un piano di 23 giorni: il giorno 1 lavora sul ragno normale, il giorno 2 sulla
permutazione n.2, etc.

In questo modo, in poco più di tre settimane avrai sperimentato tutte le combinazioni
possibili, migliorando al contempo la pennata e la tecnica generale.

In ogni caso, l’obiettivo è arrivare ad eseguire i sei mega esercizi finali che ora ti
presento.

10
8. I 6 mega esercizi

Questi studi finali consistono nel ricavare sei esercizi dallo schema FPS, uno da ogni riga.

1234 2341 3412 4123

1243 2431 4312 3124 In

1324 3241 2413 4132

1342 3421 4213 2134

1423 4231 2314 3142

1432 4321 3214 2143

Il primo mega-esercizio consiste nell’eseguire tutte le permutazioni della prima riga:


parti dalla prima eseguendola in senso ascendente e discendente, poi passa alla seconda
etc.

In ogni caso, affronta questo studio alla fine del percorso: soltanto lavorando in maniera
corretta sulle singole permutazioni potrai sviluppare la tecnica e la resistenza necessarie ad
affrontarlo.

11
12. Mega esercizio 1 - Prima riga

A questo punto puoi ricavare da solo gli altri 5 mega-esercizi, eseguendo


consecutivamente tutte le permutazioni di ogni riga.

12

Potrebbero piacerti anche