Sei sulla pagina 1di 22

SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA

PREVENTIVO COMMERCIALE

Roma, 19/05/2022

RICHIESTA DI PRESTAZIONE TECNICA DI: VOLTURA SU UTENZA NORMALE


N. 8008823895 - DEL 19/05/2022
CODICE POD: IT002E0827777A
TIPOLOGIA D'USO: USO DOMESTICO
UBICAZIONE DEL PUNTO DI PRELIEVO: VIA VALLE BORBERA, 45, 00141, ROMA, RM, IT
INTESTATO A: PERERA CRISTINA NALIKA
Gentile Cliente,
La informiamo che la prestazione da Lei richiesta prevede un importo determinato come di seguito:

CONTRIBUTO IMPONIBILE IVA TOTALE

Contributo per oneri amministrativi dist Euro 25,20 10% Euro 27,72

Contributo per oneri amm.vi Vendita Euro 23,00 10% Euro 25,30

Bollo Contratto Euro 16,00 0% Euro 16,00

TOTALE Euro 69,02

Acea Energia SpA Cap.Soc. Euro 10.000.000,00 i.v. Società con socio unico
Sede legale: P.le Ostiense, 2 CF, P.IVA E ISCRIZIONE REGISTRO Soggetto che esercita la direzione e il
00154 Roma IMPRESE DI ROMA N. 07305361003 coordinamento ai sensi dell’art. 2497 bis c.c.:
REA 1024226 Acea SpA - CF 05394801004
PAGINA 1 DI 2
Modello AF4 – Ver. 2.0 del 01/03/2017
SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA

Al momento della ricezione della documentazione, Acea Energia provvederà a comunicare al


Distributore Locale l'avvio dell'esecuzione dei lavori . In mancanza di un Suo riscontro entro 120
giorni, la pratica verrà annullata.
In seguito all’accettazione del preventivo, le sarà inviata la relativa fattura.
Ai sensi della TIQE - Delibera 646/2015 ARERA Allegato A - tabella 13, il tempo massimo previsto per
l’esecuzione dei lavori risulta pari a 5 giorni lavorativi , calcolato dalla ricezione dell’accettazione
del preventivo e dalla conseguente comunicazione al Distributore, salvo che la prestazione debba
essere eseguita con interventi sulla presa (lavoro semplice, entro 15 gg. lavorativi) oppure con
interventi sulla rete (lavoro complesso, oltre 15 gg. lavorativi). Qualora il Distributore Locale rilevi
l’opportunità di effettuare un sopralluogo, oppure comunichi tempi diversi da quelli sopra indicati,
lei riceverà un preventivo ad integrazione/rettifica di quanto esposto nella presente.
Nella prima fatturazione successiva all'attivazione della fornitura saranno addebitati, ai sensi della
Delibera 301/2012, gli importi relativi al deposito cauzionale, come di seguito illustrato:

VALORE BASE DEL DEPOSITO


TIPOLOGIA CLIENTE POT. CONTRATT. IMPEGNATA
CAUZIONALE PER OGNI KW

DOMESTICO qualsiasi potenza € 11,5

NON DOMESTICO DIVERSO DA ILL. PUB. <= 15 KW € 15,5

NON DOMESTICO DIVERSO DA ILL. PUB. > 15 KW € 17,50

Distinti saluti
Acea Energia SpA

Acea Energia SpA Cap.Soc. Euro 10.000.000,00 i.v. Società con socio unico
Sede legale: P.le Ostiense, 2 CF, P.IVA E ISCRIZIONE REGISTRO Soggetto che esercita la direzione e il
00154 Roma IMPRESE DI ROMA N. 07305361003 coordinamento ai sensi dell’art. 2497 bis c.c.:
REA 1024226 Acea SpA - CF 05394801004
PAGINA 2 DI 2
Modello AF4 – Ver. 2.0 del 01/03/2017
SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA

ALLEGATO A1 - CONDIZIONI PARTICOLARI DI CONTRATTO


ACCORDO COMMERCIALE: POD: IT002E0827777A
210000499322
CODICE FISCALE: PARTITA IVA:
NOMINATIVO/RAGIONE SOCIALE:
PRRCST88S68H501P
CRISTINA NALIKA PERERA

UBICAZIONE UTENZA:
VIA VALLE BORBERA 45 00141 ROMA RM FINE FORNITURA: INDETERMINATO

RECAPITO FATTURAZIONE : DESTINAZIONE D’USO: Usi Abitativi


VIA VALLE BORBERA 45 00141 ROMA RM
FORNITURA: Uso Domestico
INDIRIZZO MAIL DI ACCETTAZIONE TIPO FASE: monofase
ELETTRONICA: TENSIONE: 220
ANGELORUSSO_91@HOTMAIL.IT POTENZA IMPEGNATA: 4.5 KW
TIPO TARIFFA: Domestico Residente
RESIDENTE O NO RESIDENTE: RESIDENTE

Il presente contratto di fornitura di energia elettrica, costituito dalle condizioni particolari e dalle condizioni generali di
contratto, è stato richiesto dal cliente in data 19/05/2022 e potrà essere confermato attraverso la mail sopra indicata
entro 15 giorni dalla data di richiesta.
Inoltre le comunichiamo che:
a) la suddetta mail è riconosciuta da Acea Energia come firma elettronica.
b)La richiesta di attivazione del suo contratto verrà lavorata prima dei 14 giorni a lei riservati per esercitare il Diritto al
Ripensamento
c) Eventuali crediti o debiti saranno ricalcolati in funzione della data indicata nell'Allegato A2 come inizio di validità della
titolarità del punto di fornitura e verranno addebitati o accreditati sulla prima fattura utile";
SPECIFICA APPROVAZIONE PER ISCRITTO DELLE CLAUSOLE CONTRATTUALI
Il Cliente dichiara di aver preso conoscenza delle informazioni pre-contrattuali, nonché delle condizioni di fornitura e di approvare specificatamente, con riferimento agli artt. 1341
e 1342 del codice civile, le seguenti clausole delle Condizioni Generali di Contratto: Art. 5 condizioni per l’attivazione della fornitura); Art. 6 (efficacia del contratto, durata, recesso
e ripensamento); Art.9 (utilizzazione dell'energia); Art. 10 (Interruzioni e Limitazioni della fornitura); Art. 12 (impianti ed apparecchi del Cliente); Art. 13 (impianti ed apparecchi del
distributore - verifiche); Art. 14 (ricostruzione dei consumi in caso di malfunzionamento del gruppo di misura); Art. 16 (corrispettivo); Art. 17 (lettura e fatturazione); Art. 18 (termini
e modalità di pagamento/indennità di mora); Art. 21 (sospensioni della fornitura); Art. 20 (rateizzazione del pagamento dei corrispettivi); Art. 23 (risoluzione del contratto); Art. 24
(cambiamenti di utenza).

MANIFESTAZIONE DI CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI


Preso atto dell'informativa sul trattamento dati personali di cui all'art. 26 delle Condizioni Generali di Contratto, fornita ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 679/2016 da Acea Energia
S.p.A., do il consenso con riferimento al trattamento dei dati personali

- per finalità di marketing da parte di Acea Energia S.p.A. (paragrafo 2, punto c) del citato art. 26:
SI NO
-per finalità di marketing da parte di Società terze (paragrafo 2, punto c) del citato art. 26:
SI NO

Acea Energia SpA Cap.Soc. Euro 10.000.000,00 i.v. Società con socio unico
Sede legale: P.le Ostiense, 2 CF, P.IVA E ISCRIZIONE REGISTRO Soggetto che esercita la direzione e il
00154 Roma IMPRESE DI ROMA N. 07305361003 coordinamento ai sensi dell’art. 2497 bis c.c.:
REA 1024226 Acea SpA - CF 05394801004
PAGINA 1 DI 1
Modello AL1 – Ver. 3.0 del 28/09/2018
SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA

ALLEGATO A2- DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DI ATTO DI NOTORIETÀ RELATIVA AL TITOLO


ATTESTANTE LA PROPRIETÀ, LA DETENZIONE O IL POSSESSO DELL’IMMOBILE PER IL QUALE È RICHIESTA LA
FORNITURA (ARTT. 46 E 47 DPR 28 DICEMBRE 2000 N. 445)
IL/LA SOTTOSCRITTO/A
NOME

C R I S T I N A N A L I K A
COGNOME

P E R E R A
CODICE FISCALE P.IVA

P R R C S T 8 8 S 6 8 H 5 0 1 P
NATO A (COMUNE/STATO ESTERO)
R O M A
IL
2 8 1 1 1 9 8 8
E RESIDENTE IN
R O M A
PROV. CAP
R M 0 0 1 4 1
VIA/VIALE/LARGO/PIAZZA/PIAZZALE

V I A V A L L E B O R B E R A
N. CIVICO SCALA INT.

4 5
RECAPITO TELEFONICO EMAIL/PEC
3 3 3 4 3 8 3 4 8 0 ANGELORUSSO_91@HOTMAIL.IT
DOCUMENTO IDENTITA'
x CARTA IDENTITA' PASSAPORTO PATENTE ALTRO N.
C A 8 4 6 3 0 A G
RILASCIATO DA

IL GG/MM/AAAA SCADENZA GG/MM/AAAA

1 6 0 6 2 0 1 7 2 8 1 1 2 0 2 7
IN PROPRIO/IN QUALITA' DI LEGALE RAPPRESENTANTE/AMMINISTRATORE DELL'AZIENDA CONDOMINIO

CODICE FISCALE P.IVA

CODICE ATECO

DICHIARA
in conformità a quanto prescritto dall'art. 5, comma 1, del D.L. del 28 marzo 2014 n. 47, convertito nella Legge 80/2014,
di essere legittimato a chiedere la fornitura energetica per l'immobile sito

PAGINA 1 DI 3
Modello AM – Ver. 3.0 del 16/05/2019
SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA

COMUNE AMMINISTRATIVO PROVINCIA


R O M A R M
VIA/VIALE/LARGO/PIAZZA/PIAZZALE (SOLO PER IMMOBILI URBANI)
V I A V A L L E B O R B E R A
N. CIVICO CAP EDIFICIO SCALA PIANO INT.
4 5 0 0 1 4 1
DATI CATASTALI DELL'IMMOBILE
TIPO TIPO CATEGORIA
2
UNITA' FOGLIO PARTICELLA SEGUE PART PART3 SEZIONE URBANA SUBALTERNO CATASTALE
F 5 6 4 4 6 9 2 9
1) Indicare uno dei seguenti valori: F = Fabbricati - T = Terreni; 2) Compilare solo per gli immobili di comuni per i quali vige il sistema del Catasto Tavolare. Riportare, in questo caso, il carattere "/"
seguito dai 4 caratteri del denominatore. ; 3) Compilare solo per immobili diversi da quelli urbani siti nelle province di Trento e Bolzano. Può assumere solo i valori F = fondiaria E = edificabile
ATTENZIONE: se la sezione "Dati catastali identificativi dell'immobile" non è stata compilata, deve essere barrata una sola delle seguenti caselle, per segnalare il motivo della mancata comunicazione.
Barrare con X IMMOBILE NON ANCORA ISCRITTO AL CATASTO UTENZA NON RELATIVA AD UN IMMOBILE, OVVERO IMMOBILE NON SCRIVIBILE AL CATASTO
DICHIARA INOLTRE
GG/MM/AAAA
di fruire della fornitura di energia elettrica di cui si chiede voltura/subentro a decorrere dal 0 5 0 5 2 0 2 2
di detenere legittimamente tale immobile in base al titolo di
L O C A Z I O N E
IN VIRTU' DEL SEGUENTE
ATTO (1) DEL
L O C A Z I O N E 0 5 0 5 2 0 2 2
REGISTRATO PRESSO L’AGENZIA DELLE ENTRATE DI

R O M A
(2)
IN DATA NUMERO

0 5 0 5 2 0 2 2 0 0 7 2 8 7 / 3 T

A TAL FINE, IL/LA SOTTOSCRITTO/A,


come già indicato, consapevole delle sanzioni penali previste dall'articolo 76 del D.P.R. n. 445/2000, per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci ivi indicate, dichiara ai
sensi dell’art. 47 D.P.R. n. 445/2000 di essere il titolare della fornitura e che i dati sopra indicati sono veritieri.

PAGINA 2 DI 3
Modello AM – Ver. 3.0 del 16/05/2019
SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA

NOTA INFORMATIVA:

Gentile Cliente,
la dichiarazione dei dati catastali riportata nella presente, è previsto al fine di ottemperare a quanto previsto dalla Legge
Finanziaria 2005 (Legge 30/12/2004 n. 311). Tale legge, all’art. 1, commi 332, 333 e 334, impone alle Società che svolgono
attività di somministrazione di energia elettrica, gas e servizi idrici, di richiedere ai Clienti i dati catastali identificativi
dell’immobile presso cui è attivata la fornitura a loro intestata, anche nel caso in cui non siano proprietari o titolari di un
diritto reale (usufrutto, uso, abitazione, ecc.) sull’immobile stesso, ma ne siano ad esempio conduttori o comodatari.

Sarà cura di Acea Energia S.p.A., una volta ricevuta la dichiarazione, provvedere alla trasmissione dei dati in essa contenuti
all’Anagrafe Tributaria, così come stabilito dalla stessa Legge finanziaria 2005, dal provvedimento dei Direttori delle
Agenzie delle Entrate e del Territorio del 16/03/2005, rimanendo Acea Energia S.p.A. estranea ad ogni responsabilità
nel caso in cui la dichiarazione richiesta non venga prodotta dal Cliente, ovvero venga resa in modo incompleto o con
indicazione di dati non corretti.
Al riguardo La informiamo che, ai sensi dell’art. 13, comma 1, lett. C del D.P.R. 29/09/1973 n. 605 (modificato dall’art. 2
del D.L. 30/09/2005 n. 203, convertito nella L. 02/12/2005 n. 248), qualora venga omessa la dichiarazione dei suddetti dati
da parte del Cliente alla Società che svolge attività di somministrazione di energia elettrica, gas e servizi idrici, ovvero
qualora i dati vengano comunicati in maniera inesatta, è applicabile al Cliente la sanzione amministrativa da 103€a 2.065€.
Inoltre, in base a quanto previsto dalla circolare dell’Agenzia delle Entrate 44/E del 19/10/2005, nell’ipotesi di mancata
comunicazione dei dati catastali, da parte del Cliente, la Società di somministrazione deve farne segnalazione all’Agenzia
delle Entrate, per i controlli fiscali a carico del Cliente stesso.
Per eventuali ulteriori informazioni riguardanti l’obbligo di comunicazione dei suddetti dati, potrà rivolgersi direttamente
al numero dell’Agenzia delle Entrate 848.800.444, oppure consultare il sito Internet dell’Agenzia delle Entrate
(www.agenziaentrate.gov.it).

Devono essere indicati i dati rilevabili dal catasto edilizio urbano (per i fabbricati urbani) o del catasto terreni (per tutti
gli altri immobili diversi dai fabbricati urbani, compresi i fabbricati rurali). Tali dati sono riportati nell’atto di acquisto
o nella denuncia di successione (se l’immobile è stato ereditato), in una denuncia o comunicazione ICI presentata in
anni precedenti, ovvero in un certificato catastale. Nel caso di più unità immobiliari con autonomi identificativi catastali,
collegate ad una sola utenza (es. appartamento, cantina, box), occorre indicare solo i dati identificativi catastali dello
stabile condominiale nel suo complesso, per il quale l’utenza è stata attivata unitariamente. Se, invece, nel condominio è
presente l’immobile del portiere ovvero altri vani e locali condominiali non destinati al godimento comune dei condomini
(es. esercizi commerciali, garage, concessi in locazione a terzi), nella dichiarazione vanno indicati anche i dati catastali di
tali immobili, fino al momento in cui il conduttore non acquisisca la titolarità dell’utenza e diventi, per questo, oggetto di
richiesta separata.

PAGINA 3 DI 3
Modello AM – Ver. 3.0 del 16/05/2019
SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA

INFORMAZIONI PRECONTRATTUALI IN CONFORMITA' ALLE


DISPOSIZIONI DEL CODICE DEL CONSUMO (D. LGS. N. 206/2005),
COSI' COME MODIFICATE DA ULTIMO DAL D. LGS. N.21/2014
SEI UN CLIENTE CONSUMATORE?
ECCO COSA SAPERE PRIMA DI SOTTOSCRIVERE UN CONTRATTO DI FORNITURA DI
ENERGIA ELETTRICA CON ACEA ENERGIA SUL SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA

CHI SIAMO È sufficiente sommare le voci che trovi di seguito:


Acea Energia S.p.A 1) I Prezzi dell’ Energia (PE) e del Dispacciamento (PD)
Sede Legale in Piazzale Ostiense, 2 00154 Roma moltiplicati per i consumi di energia elettrica;
cf, p.iva e iscrizione registro imprese di Roma n. 2) I costi di commercializzazione, gli oneri generali e i
07305361003 servizi di trasporto moltiplicati ognuno per la
corrispondente unità di riferimento che può essere
la quantità di energia elettrica consumata, la potenza
Quali sono i canali di contatto impegnata, il mese;
Per maggiori informazioni e chiarimenti puoi: 3) Le imposte ossia l'imposta erariale di consumo
• telefonare al numero verde gratuito 800.199.900 (accisa) e l'imposta sul valore aggiunto (IVA). Se vuoi
• recarti di persona presso i nostri Sportelli: conoscere più in dettaglio la descrizione delle singole
- Roma, Piazzale Ostiense, 2 voci, così come l’attuale incidenza delle stesse sulla
- Ostia, Via Rutilio Namaziano, 26 percentuale della spesa per l'energia elettrica per
• visitare il sito internet www.servizioelettricoroma.it l'utente tipo domestico in maggior tutela, poi visitare il
sito https://www.arera.it/it/dati/ees5.htm
Cosa significa attivare il Servizio di I Prezzi dell’Energia, del Dispacciamento e gli oneri
Maggior Tutela generali di sistema vengono fissati ed aggiornati
trimestralmente dall’Autorità, mentre i costi di
Il Servizio di Maggior Tutela è il servizio di fornitura
commercializzazione e i servizi di trasporto vengono
dell'energia elettrica per i clienti finali domestici e
fissati ed aggiornati annualmente dalla stessa Autorità.
non domestici aventi meno di 10 dipendenti e un
Per maggiori informazioni sulle condizioni economiche
fatturato annuo o un totale di bilancio non superiore a 2
attualmente in vigore puoi consultare il seguente link
milioni di euro (c.d. Microimprese") titolari unicamente
https://www.arera.it/it/dati/condec.htm.
di punti di prelievo in bassa tensione tutti con potenza
contrattualmente impegnata inferiore o pari a 15 kW a
condizioni economiche e contrattuali stabilite Come puoi attivare la fornitura con Acea
dall'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente Energia?
(di seguito “Autorità”). Potrai concludere il Contratto per adesione nel
I clienti che hanno scelto di passare sul Mercato Libero momento in cui, attraverso i diversi canali messi a
possono, comunque, scegliere di tornare al Servizio di disposizione da Acea Energia , ne accetterai
Maggior Tutela, rispettando i termini e le modalità di integralmente i contenuti. In particolare, potrai aderire
recesso dal contratto con il proprio attuale fornitore. al Contratto: a) compilando e sottoscrivendo (sia
attraverso firma autografa, sia attraverso strumenti
Come si determina il Prezzo dell'energia informatici equivalenti quali, a titolo esemplificativo
elettrica sul Servizio di Maggior Tutela? e non esaustivo, la firma digitale, la firma digitale
remota, etc), l’apposito modulo “Condizioni Particolari
Di seguito trovi alcune indicazioni che ti permettono
di Contratto” cui sono allegate le condizioni generali,
di capire come Acea Energia calcola la spesa della tua
unitamente all’ulteriore documentazione che, negli
fornitura di energia elettrica.
specifici casi sia necessaria per la stipula del Contratto,

Acea Energia SpA Cap.Soc. Euro 10.000.000,00 i.v. Società con socio unico
Sede legale: P.le Ostiense, 2 CF, P.IVA E ISCRIZIONE REGISTRO Soggetto che esercita la direzione e il
00154 Roma IMPRESE DI ROMA N. 07305361003 coordinamento ai sensi dell’art. 2497 bis c.c.:
REA 1024226 Acea SpA - CF 05394801004
PAGINA 1 DI 6
Modello AJ – Ver. 1.0 del 14/07/2021
SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA

ai sensi di norme di legge o provvedimenti dell’Autorità; del termine massimo previsto per il recesso dal
b) tramite l’inserimento dei tuoi dati nel modulo precedente contratto di fornitura, come previsto dalla
elettronico (c.d. WEB FORM) disponibile presso il sito normativa di settore. Il cliente domestico sarà fornito da
internet di Acea Energia www.servizioelettricoroma.it; Acea Energia in circa 2 mesi dalla conclusione del
c) tramite accettazione espressa via web attraverso la contratto. In questo caso, sarai soggetto
selezione dell’apposito tasto “ACCETTA”, della esclusivamente al pagamento dei corrispettivi di cui al
documentazione contrattuale messa preventivamente punto 3 e 4 del paragrafo precedente.
a disposizione dal Fornitore al Cliente tramite posta
elettronica.
L’attivazione della fornitura è comunque subordinata
Cosa fare se hai sottoscritto il contratto
alle tempistiche necessarie per le operazioni tecniche
con Acea Energia, ma ci hai ripensato?
all’avvio del servizio da parte del distributore, decorso Se hai sottoscritto il contratto fuori dai locali
il termine per l’esercizio del diritto di ripensamento (14 commerciali di Acea Energia, ovvero a distanza, puoi
giorni successivi al perfezionamento del contratto) nel comunicare il tuo ripensamento entro quattordici giorni
caso in cui la conclusione del Contratto sia avvenuta in dalla conclusione del contratto senza alcuna penalità
luogo diverso dai locali commerciali di Acea Energia. A o motivazione. A tal fine potrai utilizzare il Modulo
tale proposito evidenziamo che la data di conclusione tipo per l’esercizio del diritto di ripensamento allegato
del Contratto corrisponde, nel caso di conclusione alla documentazione contrattuale, oppure una qualsiasi
tramite telefono, al giorno della registrazione della altra dichiarazione esplicita della tua decisione di
telefonata in cui hai accettato di aderire al Contratto recedere dal contratto da inoltrare via mail all’indirizzo
e, nel caso di conclusione tramite web, dal giorno in ripensamenti@aceaenergia.it. Potrai altresì esercitare il
cui hai compilato e inviato la Web Form. Ti ricordiamo tuo ripensamento attraverso canale telefonico
inoltre che l’attivazione della fornitura e l’erogazione di chiamando, entro lo stesso termine, il Numero verde
prestazioni tecnico/contrattuali collegate alla fornitura 800199900. Il diritto di ripensamento è validamente
stessa (quali volture, subentri, nuove attivazioni, esercitato se la comunicazione del ripensamento viene
disattivazione della fornitura a seguito di morosità, inviata entro quattordici giorni dalla conclusione del
riattivazione della fornitura a seguito di morosità, contratto.
variazione di potenza di un punto già attivo su richiesta Le operazioni tecniche necessarie a dare corso
del cliente), sono soggette all’applicazione di 23 euro all’attivazione della fornitura (sia essa voltura, subentro,
secondo quanto stabilito dall’Autorità (art. 11 del TIV). nuova attivazione o cambio venditore) verranno avviate
In particolare, in caso di attivazione di nuova fornitura, solo una volta trascorso il periodo previsto per il diritto
subentro, voltura, salvo eventuali aggiornamenti stabiliti di ripensamento.
dall’Autorità, saranno addebitati i seguenti oneri: Qualora tu non intenda aspettare la decorrenza di tale
1) Contributo in quota fissa a favore del Fornitore di periodo di ripensamento, dovrai, in fase di adesione
Euro 23+IVA; al contratto, richiedere espressamente che le attività
2) Contributo in quota fissa a favore del Distributore di propedeutiche all’avvio della fornitura vengano avviate
Euro 25,20+IVA; prima che sia decorso il termine per il ripensamento.
3) Deposito cauzionale: vedi quanto indicato nella Tale richiesta non determinerà l’avvio immediato della
sezione “Sono previste garanzie o depositi cauzionali?”; fornitura, ma potrà comportare un anticipo della
4) Imposta di bollo di Euro 16; fornitura rispetto alle normali tempistiche previste.
5) Contributo per la quota potenza nella misura base di Anche in questo caso il diritto di ripensamento potrà
Euro 71,32 + IVA, da moltiplicare per ogni kW o frazione essere esercitato entro 14 giorni dalla conclusione del
di kW di potenza disponibile richiesta in aumento. contratto, ma sarai tenuto a corrispondere ad Acea
In caso di richiesta di variazione di potenza, a partire Energia il contributo previsto dal TIV, che per l’anno
dall’1 aprile 2017 si applicano ai clienti domestici le 2020 è di 23 + IVA, eventualmente incrementato degli
agevolazioni stabilite dall’art.8bis dell’allegato C alla oneri addebitati dal Distributore al venditore per la
delibera ARERA 568/2019/R/eel e s.m.i. prestazione effettuata, fissati ai sensi dell’Allegato C alla
Nel caso di switching (passaggio da altro venditore) la delibera 568/2019/R/eel e s.m.i., oltre agli altri importi
richiesta verrà posta in lavorazione, decorso il tempo dovuti fino al momento della cessazione della fornitura,
per esercitare il diritto di ripensamento, e terrà conto se questa nel frattempo è stata attivata.

Acea Energia SpA Cap.Soc. Euro 10.000.000,00 i.v. Società con socio unico
Sede legale: P.le Ostiense, 2 CF, P.IVA E ISCRIZIONE REGISTRO Soggetto che esercita la direzione e il
00154 Roma IMPRESE DI ROMA N. 07305361003 coordinamento ai sensi dell’art. 2497 bis c.c.:
REA 1024226 Acea SpA - CF 05394801004
PAGINA 2 DI 6
Modello AJ – Ver. 1.0 del 14/07/2021
SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA

In caso di esercizio del diritto di ripensamento non corri Potrai comunicare l’autolettura al numero verde
il rischio di restare senza fornitura che sarà comunque 800.199.900 oppure accedendo all’Area Clienti del sito
garantita dal precedente fornitore oppure da Acea internet www.servizioelettricoroma.it. L’eventuale
Energia per il tempo necessario ad eseguire le presa in carico o meno del dato di autolettura, qualora
procedure tecniche che consentono di assolvere la palesemente errato, ti verrà comunicata al momento
volontà da te manifestata. Qualora l’esercizio del diritto stesso dell’acquisizione o entro i quattro giorni lavorativi
di ripensamento sia diretto alla cessazione della successivi nei casi in cui non sia possibile una risposta
fornitura con disattivazione del punto di prelievo, sarai immediata. Una volta preso in carico il dato di
tenuto a inoltrare la richiesta al tuo attuale fornitore. autolettura, Acea Energia lo trasmetterà, entro i quattro
giorni lavorativi successivi, al Distributore che
provvederà a validarlo o meno e a comunicarne l’esito
Come vengono letti i consumi di energia al Fornitore entro i successivi 3 giorni lavorativi. Il dato
elettrica? di autolettura validato dal Distributore verrà utilizzato ai
I consumi di energia elettrica saranno rilevati dal fini della fatturazione.
Distributore, in qualità di responsabile di tale attività, Inoltre se il tuo punto di prelievo non rileva l’energia né
con la periodicità prevista dalla normativa di settore su base oraria né per fasce, sei invitato a comunicare
vigente. Ai fini dell’utilizzo dei dati di misura per la l’autolettura anche in caso di switching (passaggio da
fatturazione, Acea Energia applica le disposizioni altro venditore) o di voltura contattando il numero verde
contenute nel “Testo integrato delle disposizioni 800.199.900. Dovrai comunicare il dato di autolettura
dell’Autorità in materia fatturazione del servizio di entro il terzo giorno lavorativo successivo alla data di
vendita al dettaglio per i clienti di energia elettrica e di attivazione del contratto in caso di switching con Acea
gas naturale”, allegato A alla delibera 463/2016/R/com Energia oppure nel periodo compreso tra il quinto
(di seguito “TIF”). giorno lavorativo precedente ed il terzo giorno
Nello specifico, nei casi in cui i dati effettivi non siano lavorativo successivo alla data di attivazione del
resi disponibili dal Distributore in tempo utile per la contratto in caso di voltura. La lettura da te comunicata
fatturazione, e in mancanza della tua autolettura, Acea verrà inviata da Acea Energia al Distributore che
Energia potrà fatturare sulla base dei dati di misura provvederà a validare e a ricondurre il dato alla data di
stimati forniti dal Distributore oppure effettuare una attivazione del contratto e a comunicarne l’esito d Acea
propria stima sulla base delle informazioni di consumo a Energia. Il dato di autolettura validato e comunicato dal
sua disposizione, per poi conguagliare successivamente Distributore verrà quindi utilizzato da Acea Energia ai
a seguito dell’acquisizione delle misure effettive. Ai fini fini della fatturazione.
del calcolo dei consumi stimati Acea Energia, qualora
non abbia a disposizione uno storico dei consumi,
utilizza il criterio delle ore d’uso (determinate sulla base
Ogni quanto riceverai la bolletta di Acea
dei consumi annui delle utenze tipo definiti dall’Autorità)
Energia?
moltiplicato per la potenza contrattualmente La fatturazione dei consumi avviene con periodicità
impegnata, rapportato al periodo di fatturazione. Nel almeno bimestrale per le seguenti tipologie di clienti:
caso in cui, viceversa, Acea Energia abbia a disposizione clienti domestici e clienti non domestici connessi in
lo storico, il criterio adottato prevede invece la bassa tensione e con potenza inferiore a 16,5 kW.
fissazione di una base di computo annuale che Ciascuna bolletta verrà emessa entro il termine di 45
considera le ultime due letture effettive (a tal fine giorni solari calcolati dall’ultimo giorno di consumo
si considerano anche le autoletture validate). Queste addebitato nella medesima bolletta.
ultime vengono poi rapportate, attraverso un calcolo La bolletta è composta da una parte definita "Bolletta
pro-die, al periodo di fatturazione relativamente al quale sintetica" che conterrà le informazioni principali, come
si calcola la misura stimata. gli importi fatturati, i consumi e i dati di fornitura e
da una seconda parte definita "Elementi di dettaglio"
costituita da tutti gli approfondimenti delle informazioni
Perché è importante fare l'autolettura? presenti nella bolletta sintetica. Gli Elementi di dettaglio
Acea Energia consiglia di comunicare l’autolettura potranno essere richiesti attraverso i vari canali di
secondo le indicazioni e le modalità riportate in bolletta. contatto messi a disposizione da Acea Energia:

Acea Energia SpA Cap.Soc. Euro 10.000.000,00 i.v. Società con socio unico
Sede legale: P.le Ostiense, 2 CF, P.IVA E ISCRIZIONE REGISTRO Soggetto che esercita la direzione e il
00154 Roma IMPRESE DI ROMA N. 07305361003 coordinamento ai sensi dell’art. 2497 bis c.c.:
REA 1024226 Acea SpA - CF 05394801004
PAGINA 3 DI 6
Modello AJ – Ver. 1.0 del 14/07/2021
SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA

registrandosi sul sito www.servizioelettricoroma.it


chiamando il numero verde o presso gli Sportelli di P.le
Ostiense, 2 – Roma e Via Rutilio Namaziano, 24 - Ostia
Lido.
Successivamente a tale richiesta e fino a tua diversa Sono previste garanzie o depositi
comunicazione, Acea Energia fornirà sempre gli cauzionali?
Elementi di dettaglio contestualmente all’emissione Salvo il caso in cui la modalità di pagamento che hai
periodica della Bolletta sintetica. In tutti i casi di scelto sia la domiciliazione, ti verrà richiesto, all’atto
modalità di emissione della fattura nel solo formato della stipula, il versamento in un’unica soluzione di
elettronico, e solo per i Clienti che abbiano scelto un deposito cauzionale o di un’altra forma di garanzia
una modalità di addebito automatico dei pagamenti equivalente al deposito cauzionale a garanzia della
relativi alla fattura medesima, Acea Energia applicherà fornitura da te attivata contrattualmente.
agli stessi, a decorrere dalla prima bolletta emessa in L'ammontare del deposito cauzionale è determinato in
formato elettronico, uno sconto il cui livello è indicato conformità ai livelli stabiliti dalla normativa, in
nella Tabella 3 dell’Allegato A alla Delibera 501/2014/ particolare all’articolo 12 del TIV (allegato A alla delibera
R/ com e s.m.i. L’importo di tale sconto è stato fissato, 301/2012/R/eel) e s.m.i. aggiornati con cadenza
in sede di prima applicazione, pari a 6,00 euro/punto biennale ed attualmente pari a:
di prelievo/anno per i clienti domestici, e a 6,60 euro / a) 11,5 euro per ogni kW di potenza contrattualmente
punto di prelievo/anno per i clienti non domestici, salve impegnata per i clienti domestici;
eventuali successive variazioni stabilite dall’Autorità. b) 15,5 euro per ogni kW di potenza contrattualmente
impegnata per i clienti non domestici, con potenza
Come puoi pagare le bollette di Acea disponibile non superiore a 16,5 kW;
Energia? Tali importi sono raddoppiati in caso di morosità.
Potrai pagare le bollette: I clienti aventi diritto al bonus sociale pagheranno il
- on-line tramite carta di credito nella tua Area Clienti deposito in misura pari a 5,2 euro per ogni kW di potenza
sul sito www.servizioelettricoroma.it (senza spese o contrattualmente impegnata.
commissioni); L’importo del deposito cauzionale, se non trattenuto in
- MyBank per pagare con bonifico bancario on-line nella tutto o in parte a saldo di eventuali fatture insolute, ti
tua Area Clienti (con eventuali commissioni previste dal verrà restituito al momento della cessazione degli effetti
tuo istituto di credito); del Contratto, maggiorato in base al tasso di interesse
- domiciliazione della bolletta su conto corrente legale, senza necessità che tu debba presentare alcun
bancario o postale (con addebito di eventuali documento attestante l’avvenuto versamento dello
commissioni da parte degli istituti bancari o postali, ove stesso.
previsti);
- bollettino postale premarcato allegato alla bolletta, Perché pagare la bolletta entro la data
presso gli uffici di Poste o degli istituti bancari che di scadenza?
svolgono tale servizio, o presso i soggetti autorizzati La bolletta andrà pagata per l’intero importo indicato e
da Poste (Reti Terze Poste Italiane), con relativi costi di nel termine ivi previsto. Nel caso in cui tali tempistiche
commissione; non vengano rispettate Acea Energia applicherà
- ricevitorie e tabaccherie PUNTOLIS e Mooney: per interessi di mora (pari al Tasso ufficiale di Riferimento
pagamenti in contanti, con carte prepagate o con carte fissato dalla Banca Centrale Europea maggiorato di 3,5
di credito (con relativi costi di commissione); punti percentuali). Se hai pagato in maniera regolare
- sportelli Acea Energia p.le Ostiense, 2 a Roma e Via tutte le bollette nell’ultimo biennio, in caso di ritardo
Rutilio Namaziano, 24 a Ostia Lido (senza spese, con nel pagamento, sarai tenuto al pagamento del solo
bancomat o carte di credito Visa o Mastercad); interesse legale per i primi dieci giorni di ritardo.
- CBILL, per pagare la bolletta accedendo al tuo Internet In caso di persistente mancato pagamento, Acea
Banking. Energia potrà chiedere la sospensione della fornitura
Eventuali variazioni circa le modalità di pagamento dopo averti inoltrato apposita comunicazione di messa
saranno comunicate direttamente in bolletta.

Acea Energia SpA Cap.Soc. Euro 10.000.000,00 i.v. Società con socio unico
Sede legale: P.le Ostiense, 2 CF, P.IVA E ISCRIZIONE REGISTRO Soggetto che esercita la direzione e il
00154 Roma IMPRESE DI ROMA N. 07305361003 coordinamento ai sensi dell’art. 2497 bis c.c.:
REA 1024226 Acea SpA - CF 05394801004
PAGINA 4 DI 6
Modello AJ – Ver. 1.0 del 14/07/2021
SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA

in mora e preavviso di distacco come indicato nelle


condizioni generali di contratto. Saranno a tuo carico
le spese di sollecito e i corrispettivi di sospensione
Come attivare un processo di
ed eventuale riattivazione della fornitura, in base alla
conciliazione? Procedure di
normativa vigente. conciliazione
Acea Energia, costantemente attenta al rapporto con i
propri Clienti, ha attivato una procedura di ADR
Come puoi recedere dal Contratto? “Alternative Dispute Resolution” (di seguito “Procedura
Il contratto è a tempo indeterminato e potrai recedere
ADR”), ossia una procedura di conciliazione gratuita per
in ogni momento. Se decidi di recedere dal contratto, al
la risoluzione stragiudiziale delle controversie insorte
fine di disattivare la fornitura, dovrai comunicare la tua
con il cliente consumatore riguardanti il contratto di
volontà di esercitare il diritto di recesso dal contratto,
fornitura. La Procedura ADR si svolge secondo la
con preavviso di un mese, attraverso uno dei seguenti
disciplina dettata dal Regolamento della procedura ADR
canali: i) accedendo al sito web
disponibile sul sito internet della capogruppo Acea
www.servizioelettricoroma.it, all'interno dell'Area
S.p.A. Inoltre, i Clienti potranno anche esperire
Clienti /Contratti/I miei contratti/Recesso e compilando
gratuitamente il tentativo obbligatorio di conciliazione
l’apposita Web-form, oppure, ii) contattando il nostro
presso il Sevizio Conciliazione dell’Autorità,
Servizio Clienti al numero 800199900 gratuito da rete
presentando la relativa domanda direttamente o
fissa o 06 45698250 da cellulare, oppure, iii) recandoti
mediante un delegato, anche appartenente alle
presso gli sportelli di P.le Ostiense, 2 - Roma (per gli
associazioni dei consumatori o di categoria, solo dopo
orari consultare il sito). In caso di cambio venditore
aver inviato il reclamo ad Acea Energia al quale sia
non sarà necessario inviare alcuna comunicazione di
stata data una risposta ritenuta insoddisfacente o siano
recesso.
decorsi 40 giorni dall’invio del predetto reclamo.

Come puoi reclamare? Quali sono i diritti dei consumatori?


Acea Energia mette a disposizione dei propri clienti una
Consulta il sito www.servizioelettricoroma.it se vuoi
modalità telematica per l’inoltro dei reclami, tramite
conoscere i livelli di qualità commerciale che Acea
la compilazione dell’apposita form presente sul sito
Energia deve rispettare nei confronti dei Clienti e gli
www.servizioelettricoroma.it . Qualora tu decida di non
eventuali importi da corrispondere a titolo di
avvalerti di tale modalità telematica, potrai utilizzare
indennizzo, se previsti, nel caso in cui tali livelli non
il modulo disponibile presso gli sportelli al pubblico di
siano rispettati. Sempre sul sito troverai inoltre riportata
Piazzale Ostiense n. 2, Roma.
la composizione del mix di fonti energetiche primarie
Le comunicazioni di reclamo verranno trattate anche
utilizzate per la produzione di energia elettrica fornita
se non è presentate con il citato modulo, e dovranno
dagli esercenti il servizio di maggior tutela.
essere indirizzate al seguente indirizzo: Acea Energia -
Servizio di Maggior Tutela - Casella Postale 5126 - 00154
Roma
Il reclamo dovrà contenere i seguenti requisiti minimi
necessari per l’identificazione del cliente e la gestione
della relativa risposta motivata scritta:
- nome e cognome
- indirizzo di fornitura
- indirizzo postale (se diverso da quello di fornitura) o
telematico
- servizio di riferimento
- codice POD
- una breve descrizione dei fatti contestati.

Acea Energia SpA Cap.Soc. Euro 10.000.000,00 i.v. Società con socio unico
Sede legale: P.le Ostiense, 2 CF, P.IVA E ISCRIZIONE REGISTRO Soggetto che esercita la direzione e il
00154 Roma IMPRESE DI ROMA N. 07305361003 coordinamento ai sensi dell’art. 2497 bis c.c.:
REA 1024226 Acea SpA - CF 05394801004
PAGINA 5 DI 6
Modello AJ – Ver. 1.0 del 14/07/2021
SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA

CONTRATTO DI FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA PER I CLIENTI REGOLATI DAL SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO


Art. 1 DEFINIZIONI a) alla richiesta del Cliente al Fornitore;
- ARERA o “Autorità”: l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente; b) all’ottenimento da parte del Cliente del consenso del proprietario dell’immobile
- Cliente/i: il/i cliente/i finale/i domestico/i ovvero il/i cliente/i finale/i non ove si effettuerà la fornitura, per l’eventuale esecuzione, da parte del
domestico/i connesso/i in bassa tensione, avente/i meno di 10 dipendenti e Distributore, di interventi necessari per l’alloggiamento degli impianti e dei GDM;
un fatturato annuo o un totale di bilancio non superiore a 2 milioni di euro (c.d. c) all’ottenimento, a cura e spese del Cliente, dei consensi formali, ove necessari,
Microimprese") titolari unicamente di punti di prelievo in bassa tensione tutti all’esecuzione, alla posa ed al mantenimento degli impianti occorrenti nonché,
con potenza contrattualmente impegnata inferiore o pari a 15 kW, aventi diritto se necessario, all’uso di idoneo locale cabina da utilizzare anche per forniture
al servizio di maggior tutela di cui all’articolo 1, comma 2, del Decreto Legge fuori dell’immobile;
18 giugno 2007 n. 73 convertito con la legge 3 agosto 2007, n. 125 (Servizio di d) al versamento a cura del Cliente di contributi ed oneri previsti dalla vigente
maggior tutela); normativa oltre a quanto dovuto dal Fornitore al Distributore a titolo di rimborso
- Cliente Consumatore: il Cliente Domestico come definito dall’art. 3, comma 1, delle spese per l’esecuzione degli eventuali interventi di cui al punto b;
lettera a) del decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206 - Cliente Domestico: e) all’ottenimento ed alla permanenza delle autorizzazioni e servitù necessarie.
il Cliente titolare dei punti di prelievo di cui all’art. 2.3 lett. a) dell'Allegato A alla Il Fornitore dovrà in ogni caso essere tenuto indenne da eventuali esborsi
delibera 301/2012/R/eel dell'Autorità e ss.mm.ii. (di seguito TIV) conseguenti ad azioni resesi necessarie per il riconoscimento di tali
- Microimprese sono i clienti finali diversi dai clienti domestici aventi meno di 10 autorizzazioni e diritti di servitù a favore di Clienti, i quali sono comunque tenuti
dipendenti ed un fatturato annuo o un totale di bilancio non superiore a 2 milioni ad agevolare il Fornitore per il miglior esercizio della fornitura;
di euro; f) nei confronti del Cliente con situazioni di morosità pregressa, al (i) pagamento
- Cliente non Domestico: il Cliente titolare dei punti di prelievo di cui all’art. 2.3 da parte del Cliente degli importi ancora dovuti a titolo di corrispettivo per
lett. b) o c) del TIV l’erogazione del servizio di maggior tutela in relazione ai precedenti rapporti
- Contratto: le condizioni generali e particolari del contratto di fornitura di energia contrattuali, (ii) versamento da parte del Cliente del deposito cauzionale di
elettrica per i Clienti e i relativi allegati; ammontare pari al doppio del relativo valore indicato all’art. 12 del TIV.
- Contratto a Distanza: qualsiasi contratto concluso tra il Fornitore e il Cliente g) Qualora il Fornitore riscontri la presenza di fatture insolute sul punto di prelievo
Consumatore nel quadro di un regime organizzato di vendita o di prestazione oggetto del contratto ovvero relativamente al quale il Cliente abbia richiesto
di servizi a distanza senza la presenza fisica e simultanea del professionista e l’attivazione di una nuova fornitura attraverso richiesta di voltura e/o subentro
del consumatore, mediante l'uso esclusivo di uno o più mezzi di comunicazione contrattuale, il Fornitore stesso si riserva la facoltà di richiedere al Cliente la
a distanza (quali a titolo esemplificativo e non esaustivo, mediante posta,per messa a disposizione della documentazione idonea a dimostrare l’estraneità del
telefono, web, etc… ) fino alla conclusione del contratto, compresa la richiedente rispetto alla morosità riscontrata e/o a quota parte della stessa.
conclusione del contratto stesso; h) Nei casi in cui, a valle della valutazione descritta all’art. 5 lettera
- Fornitore o Acea Energia: Acea Energia S.p.A. in qualità di esercente il Servizio g) che precede, il Fornitore riscontri la riconducibilità della morosità o di parte
di maggior tutela ai sensi dell'art., 1 commi 2 e 3, del Decreto Legge 18 giugno della stessa al Cliente richiedente l’attivazione della nuova fornitura, il Fornitore
2007 n. 73 convertito con la legge 3 agosto 2007, n. 125; richiederà allo stesso il pagamento degli importi insoluti.
- Distributore: areti S.p.A., ossia il soggetto che svolge il servizio di distribuzione
di energia elettrica in concessione ai sensi dell'art. 9 del D. Lgs. n. 79/99; Art. 6 EFFICACIA DEL CONTRATTO, DURATA, RECESSO E RIPENSAMENTO
- GDM: Gruppo di Misura dell’energia elettrica; 6.1 Il Contratto si conclude per adesione nel momento in cui il Cliente, attraverso
- Switching: è la successione di un fornitore ad un altro sullo stesso punto di i diversi canali messi a disposizione dal Fornitore, accetta integralmente i
prelievo attivo. contenuti. In particolare, il Cliente può aderire al Contratto: a) compilando e
- Sistema Informativo Integrato (SII): Sistema istituito presso l’Acquirente Unico sottoscrivendo (sia attraverso firma autografa, sia attraverso strumenti
S.p.A. dalla legge n. 129 del 13 agosto 2010 per la gestione dei flussi informativi informatici equivalenti quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, la firma
relativi ai mercati dell’energia elettrica e del gas. digitale, la firma digitale remota, etc), l’apposito modulo “Condizioni Particolari
- Voltura: è la variazione del cliente titolare di un punto di prelievo, senza di Contratto” cui le presenti condizioni generali sono allegate, unitamente
disalimentazione del punto stesso, allorché il nuovo cliente sia controparte di un all’ulteriore documentazione che, negli specifici casi sia necessaria per la stipula
contratto di fornitura. del Contratto, ai sensi di norme di legge o provvedimenti dell’Autorità; b)
tramite l’inserimento dei propri dati e delle indicazioni richieste nel modulo
Art. 2 NORME APPLICABILI elettronico (c.d. WEB FORM) disponibile presso il sito internet del Fornitore
2.1 Le condizioni che regolano il presente Contratto potranno modificarsi per www.servizioelettricoroma.it; c) con accettazione espressa via web attraverso
adeguamento a provvedimenti normativi e delibere delle competenti Autorità. la selezione dell’apposito tasto “ACCETTA”, della documentazione contrattuale
A tal fine, tutti riferimenti normativi citati nel Contratto sono da intendersi messa preventivamente a disposizione dal Fornitore al Cliente attraverso posta
aggiornati alle eventuali successive modifiche ed integrazioni e sono pubblicati elettronica. Nei casi di adesione al Contratto tramite canale Web, all’interno di
sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana. Tutte le delibere dell’Autorità tutta la documentazione contrattuale per “sottoscrizione” da parte del Cliente
sono consultabili sul sito https://www.arera.it/it/index.htm, sito nel quale sono s’intende la selezione del pulsante di “Conferma” e/o “Accetta” da parte
presenti i riferimenti dello “Sportello del Consumatore”, “l’Atlante dei diritti del Cliente stesso. Resta comunque inteso che l’attivazione della fornitura è
delconsumatore di energia” ed il “Glossario della bolletta”. subordinata ai vincoli tecnici relativi al servizio di trasporto tra Fornitore e
Distributore per il punto di prelievo oggetto del Contratto.
Art. 3 OGGETTO 6.2 Relativamente ai Contratti a Distanza il Cliente Consumatore ha diritto
3.1 L’oggetto del presente Contratto è la fornitura dell’energia elettrica ai Clienti di recedere dal Contratto senza dover fornire alcuna motivazione e senza
regolata ai sensi del TIV. dover ostenere costi ulteriori (di seguito “Diritto di Ripensamento”). Il Diritto
3.2 Gli allegati “Informazioni Precontrattuali”, e “Modulo Ripensamento” formano di Ripensamento può essere esercitato con le seguenti modalità: (i) utilizzando
parte integrante del Contratto a Distanza. l’allegato “Modulo Tipo per l’esercizio del Ripensamento” da inviarsi tramite
E-mail all’indirizzo “ripensamenti@aceaenergia.it”; (ii) e con una dichiarazione
Art. 4 COMUNICAZIONI esplicita contenente la volontà del Cliente di recedere dal Contratto da inviare
Le comunicazioni dirette individualmente al Cliente verranno effettuate al Fornitore tramite E-mail al medesimo indirizzo sopra indicato o, in alternativa,
all’indirizzo di fornitura o presso il domicilio eletto dallo stesso o per via (iii) telefonando al Numero verde 800199900.
informatica o con messaggi riportati sulle bollette o ad esse allegati. Nei casi di cui al comma che precede, il termine di quattordici (14) giorni di
calendario per l’esercizio del Diritto di Ripensamento (di seguito “Periodo di
Art. 5 CONDIZIONI PER L’ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA Ripensamento”) decorre dal giorno della conclusione del Contratto a Distanza
L’attivazione della fornitura è subordinata: che, nel caso di conclusione tramite telefono, corrisponde al giorno

Acea Energia SpA Cap.Soc. Euro 10.000.000,00 i.v. Società con socio unico
Sede legale: P.le Ostiense, 2 CF, P.IVA E ISCRIZIONE REGISTRO Soggetto che esercita la direzione e il
00154 Roma IMPRESE DI ROMA N. 07305361003 coordinamento ai sensi dell’art. 2497 bis c.c.:
REA 1024226 Acea SpA - CF 05394801004
PAGINA 1 DI 8
Modello AK – Ver. 1.0 del 14/07/2021
SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA

dellaregistrazione della telefonata in cui il Cliente ha accettato di aderire al CEI EN 50160 :


Contratto, nel caso di conclusione tramite web decorre dal giorno in cui il • Corrente alternata.
Cliente ha compilato e inviato la Web Form e/o ha accettato integralmentele • Tensione e fasi: come specificato nel Contratto.
condizioni contrattuali inviate tramite posta elettronica attraverso la selezione • Frequenza: 50 Hz. +/- 1%.
del tasto “Accetta” e/o “Conferma". Qualora il Fornitore non abbia fornito al • Tolleranza di tensione: +/-10% del valore nominale.
Consumatore le informazioni sul Diritto di Ripensamento, il periodo previsto • Potenza contrattuale e potenza disponibile: come specificato nelle condizioni
per l’esercizio dello stesso terminerà dodici mesi dopo la fine del Periodo particolari. Non sono consentiti prelievi di potenza oltre quella massima a
di Ripensamento come appena individuato. Nel caso di Contratto a Distanza disposizione. Il Distributore ha facoltà di installare apposito limitatore di potenza.
l’attivazione della fornitura è sospensivamente condizionata all’inutile decorso 8.2 Qualora il Cliente finale abbia bisogno di effettuare in maniera sistematica
del Periodo di Ripensamento. Qualora il Cliente Consumatore desideri che prelievi di potenza in eccedenza al valore della potenza disponibile deve
l’esecuzione del Contratto a Distanza abbia inizio prima della decorrenza del presentare una richiesta al Distributore per l’adeguamento della potenza
Periodo di Ripensamento, questi dovrà procedere a farne esplicita richiesta disponibile. Qualora, in relazione alla capacità degli impianti del Distributore,
al Fornitore. Tale richiesta non comporterà l’avvio della fornitura durante il l’aumento della potenza disponibile non fosse possibile, il Distributore ne dà
Periodo di Ripensamento, ma potrà comunque comportare un anticipo della comunicazione all’Esercente.
fornitura rispetto alle normali tempistiche previste dalla normativa vigente. 8.3 Il Distributore, in caso di sistematici prelievi di potenza eccedenti il livello
In tal caso il Cliente Consumatore potrà comunque esercitare il Diritto di della potenza disponibile, può procedere d’ufficio all’addebito dei contributi per
Ripensamento durante il Periodo di Ripensamento, ma dovrà corrispondere l’adeguamento della medesima potenza disponibile. Di norma si considera come
al Fornitore il pagamento di un importo proporzionale al servizio da questi sistematico il superamento del livello della potenza disponibile effettuato in
fornito fino alla data di comunicazione del ripensamento, ai sensi dell’articolo almeno due distinti mesi nell’anno solare. In ogni caso, il cliente risponde di
57, comma 3 del decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206. Qualora non tutti gli eventuali danni arrecati al Distributore o ai terzi in conseguenza di un
sia stata avviata la fornitura, il Fornitore applicherà un corrispettivo massimo prelievo eccedente la potenza disponibile, compresi quelli associati alla qualità
non superiore al corrispettivo applicato nei casi di cui all’articolo 11 del TIV, del servizio di trasporto erogato in termini di continuità della fornitura e qualità
eventualmente incrementato degli oneri addebitati dal distributore al venditore della tensione.
per la prestazione effettuata, fissati ai sensi dell’Allegato C alla delibera ARERA 8.4 Con riferimento all’energia reattiva , in coerenza con quanto stabilito
568/2019/R/eele s.m.i.; viceversa nel caso in cui la fornitura sia stata avviata, dall’Autorità, il valore del fattore di potenza istantaneo in corrispondenza del
il Cliente Consumatore sarà tenuto al pagamento dei corrispettivi previsti dal massimo carico non deve essere inferiore a 0,90 e quello medio riferito a periodi
Contratto fino al momento della cessazione della fornitura. In caso di esercizio di consumo compresi tra due letture consecutive dei misuratori non deve essere
del Diritto di Ripensamento, la fornitura potrebbe: inferiore a 0,70. Se il fattore di potenza risulta inferiore a 0,70, il Cliente è tenuto,
1. essere avviata dal Fornitore per il tempo necessario a permettere un cambio pena la sospensione del servizio di fornitura, a modificare i propri impianti in
fornitore o la chiusura del punto sulla base della volontà manifestata dal Cliente modo da riportarlo almeno a tale valore.
Consumatore; 8.5 Alle utenze con potenza disponibile superiore a 16,5 kW, per i quantitativi di
2. nei casi in cui non fosse avviata dal Fornitore, essere erogata dal precedente energia reattiva induttiva prelevati, espressi in kVArh, numericamente eccedenti
esercente la vendita, qualora il relativo Contratto non risulti essere stato i limiti imposti dall’Autorità con riferimento al corrispondente prelievo di energia
sciolto, per il tempo necessario a permettere un nuovo cambio fornitore o attiva, espresso in kWh, si applicano i corrispettivi approvati dall’Autorità.
la chiusura del punto sulla base della manifestazione di volontà del Cliente 8.6 In nessun caso l’impianto del Cliente deve erogare energia reattiva induttiva
Consumatore. Qualora l’esercizio del Diritto di Ripensamento sia diretto alla verso la rete del Distributore.
cessazione con disattivazione della fornitura, il Cliente Consumatore sarà tenuto
a inoltrare la richiesta all’attuale fornitore, che provvederà ai sensi di quanto Art. 9 UTILIZZAZIONE DELL’ENERGIA
previsto dall’articolo 81, comma 81.7, dell’allegato A alla delibera 646/2015/R/ 9.1 L’energia elettrica non può essere utilizzata in luoghi e per usi diversi da
EEL e ss.mm.ii., Testo integrato della regolazione output-based dei servizi di quelli convenuti né ceduta a terzi a nessun titolo.
distribuzione e misura dell’energia elettrica (di seguito “TIQE”). 9.2 Nei casi di inosservanza di quanto esposto nel presente articolo, il Distributore
6.3 Salvo quanto diversamente previsto nelle Condizioni Particolari di Contratto, può, fatto salvo l’esperimento delle azioni civili o penali, sospendere il servizio
il Contratto ha durata indeterminata. con riferimento al punto di consegna del Cliente e chiedere il ripristino della
6.4 Secondo quanto previsto dalla delibera dell’Autorità n. 302/2016/R/com e condizione di regolarità nell’utilizzo dell’energia.
ss.mm.ii., il Cliente ha facoltà di recedere in qualsiasi momento dal presente 9.3 Nel caso di persistente irregolarità nell’utilizzo di cui al comma 9.2, il
Contratto. Qualora il Cliente eserciti il diritto di recesso, al fine di disattivare la Distributore può, fatta salva la facoltà di richiedere il risarcimento di eventuali
fornitura, il termine di preavviso è stabilito in un mese decorrente dalla data di danni, rifiutare l’erogazione del servizio di trasporto.
ricevimento da parte di Acea Energia della comunicazione del Cliente che dovrà
pervenire attraverso i seguenti canali: sul sito web Art. 10 INTERRUZIONI E LIMITAZIONI DELLA FORNITURA
www.servizioelettricoroma.it,accedendo all'interno dell'Area Clienti Contratti/I 10.1 L’energia elettrica è fornita con continuità. Eventuali interruzioni e limitazioni
miei contratti/Recesso e compilando l’apposita Web-form; contattando il nostro della fornitura dipendono dall’erogazione del servizio di trasporto, fornito dal
Servizio Clienti al numero 800199900 gratuito da rete fissa o 06 45698250 da Distributore.
cellulare; presso gli sportelli di P.le Ostiense, 2 - Roma (vedi orari sul sito). Qualora 10.2 Il servizio di trasporto è fornito con continuità, salvo patti speciali, casi
il Cliente concluda un contratto di fornitura con un venditore sul mercato libero di forza maggiore o cause esterne non imputabili al Distributore, quali guasti
non è tenuto ad inviare alcuna comunicazione di recesso al Fornitore. provocati dai clienti, danni provocati da terzi, mancata alimentazione da
6.5 Contestualmente alla conclusione del Contratto, il Cliente conferisce, a titolo interconnessione con altri esercenti o disposizioni del Gestore della Rete di
gratuito, mandato con rappresentanza al Fornitore perché proceda in suo nome Trasporto Nazionale (Terna S.p.A.) che comportino disalimentazioni totali o
e per suo conto a sottoscrivere la comunicazione di recesso dal contratto di parziali delle rete alla quale il Cliente è connesso.
fornitura di energia elettrica attualmente in essere e ad inviarla al fornitore 10.3 Il Distributore può interrompere la consegna dell’energia elettrica
uscente. disalimentando il punto di prelievo o limitare il servizio di trasporto per esigenze
di manutenzione e di servizio (quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo
Art. 7 PUNTO DI CONSEGNA – per manutenzione, per riparazione dei guasti sugli impianti elettrici, per
7.1 L’energia elettrica è consegnata al Cliente al punto di uscita delle ampliamento, miglioramento o avanzamento tecnologico degli impianti stessi o
apparecchiature di consegna (ossia del GDM) installate dal Distributore. per motivi di sicurezza anche connessi all’espletamento di altri servizi di pubblica
7.2 Avuto riguardo delle esigenze manifestate dal Cliente, il Distributore utilità o per consentire l’effettuazione dei lavori da parte di terzi), anche riguardo
individuerà la posizione più idonea ove installare il GDM che, in ogni caso, dovrà all’installazione delle apparecchiature necessarie per l’esecuzione del servizio di
essere posizionato nelle immediate vicinanze del punto di consegna in posizione trasporto e della relative misura dell’energia elettrica o per ragioni di sicurezza,
accessibile per il Distributore anche in assenza del Cliente. di oggettivo pericolo, arrecando, compatibilmente con tali esigenze, il minimo
disagio alla Clientela.
Art. 8 CARATTERISTICHE DELL’ENERGIA FORNITA 10.4 Le interruzioni o limitazioni del servizio per cause accidentali, causo fortuito,
8.1 L’energia elettrica fornita avrà le seguenti caratteristiche definite dalle norme forza maggiore (quali a titolo esemplificativo e non esaustivo – perturbazioni

Acea Energia SpA Cap.Soc. Euro 10.000.000,00 i.v. Società con socio unico
Sede legale: P.le Ostiense, 2 CF, P.IVA E ISCRIZIONE REGISTRO Soggetto che esercita la direzione e il
00154 Roma IMPRESE DI ROMA N. 07305361003 coordinamento ai sensi dell’art. 2497 bis c.c.:
REA 1024226 Acea SpA - CF 05394801004
PAGINA 2 DI 8
Modello AK – Ver. 1.0 del 14/07/2021
SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA

atmosferiche, fatto di terzi, scioperi, ragioni di servizio, ordini dell’Autorità, le l’accesso al personale incaricato dal Distributore ai locali del Cliente ove sono
variazioni di frequenza o di tensione per causa accidentali) e, in generale, per collocati gli impianti ed apparecchi del Distributore. Qualora il Cliente si opponga
qualsiasi altra causa non direttamente imputabile al Distributore, unitamente alle verifiche o l’accesso venga in qualche modo impedito, il Distributore
a quella di cui al precedente comma 10.3, non danno luogo a risarcimento può, previa diffida formale, sospendere la fornitura disalimentando il punto di
danni, né a riduzioni di corrispettivi in favore del Distributore né a risoluzione del consegna. La necessaria trasformazione degli impianti ed apparecchi avrà luogo
contratto di trasporto. a cura e spese del Distributore e del Cliente finale per quanto di rispettiva
10.5 Il Distributore non è tenuto ad indennizzo o risarcimento per i danni alle proprietà.
apparecchiature dotate di motore trifase derivanti da mancanza di fase nella 13.3 Per le esigenze di cui al precedente comma il Distributore potrà inoltre,
rete a seguito di guasto, in quanto detti apparati dovranno essere provvisti, a previa approvazione delle Autorità competenti, modificare le caratteristiche della
cura e spese del Cliente, di apparecchi di protezione atti ad assicurare il distacco fornitura. Di tale modifica sarà dato avviso scritto al Cliente anche in fattura o
dell’impianto dalla rete in caso di mancanza di fase. mediante avviso pubblico.
13.4 Il Cliente è tenuto a comunicare tempestivamente al Fornitore eventuali
Art. 11 PROPRIETA’ DEGLI IMPIANTI irregolarità rilevate nelle apparecchiature del Distributore o nelle proprie
Gli impianti, sino al GDM incluso, restano di proprietà del Distributore che potrà apparecchiature.
utilizzarli anche nell’interesse di terzi, nel rispetto delle norme vigenti. 13.5 Il Cliente può chiedere al Distributore, tramite il Fornitore, la verifica della
corretta funzionalità del GDM o dei parametri di qualità dell’energia erogata. Sono
Art. 12 IMPIANTI ED APPARECCHI DEL CLIENTE a carico del Cliente gli oneri previsti dal Distributore solo qualora la funzionalità
12.1 Sono impianti e apparecchi del Cliente quelli situati a valle del punto di del GDM o la qualità dell’energia erogata risultino compresi entro i limiti di errore
consegna, ossia quelli situati oltre il GDM installato dal Distributore. Essi debbono e/o tolleranza ammissibili ai sensi della normativa vigente.
corrispondere alle norme di legge e del Comitato Elettrotecnico Italiano (CEI) ed 13.6 Le spese sostenute dal Distributore per guasti e manutenzione e/o
il loro uso non deve provocare disturbi alla rete del Distributore. In particolare: sostituzione delle apparecchiature di consegna sono a suo carico, purché i guasti
a) gli impianti del Cliente sono progettati tenendo presente che, con la non siano imputabili al Cliente o a terzi o siano causati da difetti degli impianti
connessione, l’impianto stesso non deve influenzare negativamente il utilizzati dal Cliente stesso.
funzionamento della rete alla quale è connesso né deve danneggiare gli altri 13.7 Se in sede di verifica si riscontrano alterazioni o manomissioni del GDM,
Clienti; nonché dei sigilli, il Distributore potrà procedere innanzi all’Autorità Giudiziaria
b) gli impianti del Cliente devono essere progettati e realizzati nel rispetto competente, oltre che gli eventuali profili penali, per conseguire il ristoro
della normativa vigente in materia di sicurezza e tutela dell’incolumità delle dei danni subiti e delle spese sostenute, informando altresì il Fornitore in
persone e cose. L’esecuzione degli impianti deve avvenire utilizzando materiali relazione ai consumi successivamente ricostruiti; contestualmente il Fornitore
e componenti realizzati ed installati a regola d’arte; potrà altresì procedere innanzi all’Autorità giudiziaria competente per il recupero
c)gli impianti ed apparecchi del Cliente non devono immettere disturbi sulla delle somme non pagate, ivi inclusi i danni e le spese sostenute, relative alla
rete alla quale sono connessi, eccedendo i limiti previsti dalle vigenti norme fornitura di energia elettrica quantificate anche in via presuntiva in conformità
sulla compatibilità elettromagnetica; in particolare, i disturbi generati dagli alla normativa vigente.
impianti ed apparecchi del Cliente devono essere contenuti, in conformità alle
stesse prescrizioni e limitazioni adottate dal Gestore della Rete di Trasmissione Art. 14 RICOSTRUZIONE DEI CONSUMI IN CASO DI MALFUNZIONAMENTO DEL
nazionale (Terna) nei confronti delle reti di distribuzione ad essa connesse di pari GRUPPO DI MISURA
tensione; 14.1 La ricostruzione dei consumi in caso di malfunzionamento del GDM è attività
d) le protezioni contro i guasti interni devono provvedere ad isolare svolta dal Distributore.
tempestivamente e selettivamente la sola parte coinvolta dell’impianto del 14.2 Qualora il GDM installato presso il Cliente, a seguito di verifica effettuata
Cliente, compatibilmente con lo schema di connessione adottato, senza su richiesta del Cliente medesimo, ovvero di ordinari controlli effettuati dal
coinvolgere la rete alla quale è connesso il medesimo impianto ovvero quelli di Distributore, evidenzi un errore, in eccesso o in difetto, nella registrazione
altri Clienti; dei consumi superiore a quello previsto dalla normativa tecnica vigente, il
e) in caso di connessione alla rete con impianto trifase, il Cliente deve mantenere Distributore, al termine della verifica procederà alla consegna, al Cliente
equilibrati, sulle fasi, i prelievi di potenza attiva e reattiva; medesimo, della copia della “Comunicazione di Esito Verifica” dal personale
f) i circuiti del Cliente alimentati da altre disponibilità di energia elettrica devono preposto. Il Distributore procederà pertanto, alla ricostruzione dei consumi
essere predisposti - salvo diversa specifica pattuizione - in modo che gli stessi effettivi del Cliente dandone comunicazione al Fornitore il quale determinerà il
risultino completamente distinti e separati da quelli alimentati dal Distributore, relativo conguaglio.
cosicché in nessun caso sussista possibilità di parallelo (elettrico o meccanico), 14.3 La ricostruzione dei consumi ha come periodo di riferimento l'intervallo di
né di commutazione dei circuiti stessi nelle diverse alimentazioni. tempo compreso tra il momento in cui si è verificato il guasto o la rottura del
12.2 Il Distributore può verificare gli impianti e gli apparecchi del Cliente GDM, se determinabile con certezza, ed il momento in cui si è provveduto alla
e sospendere la fornitura, in caso di irregolarità, per il tempo occorrente sostituzione o riparazione del GDM medesimo.
all’adeguamento degli stessi, da realizzarsi a cura e spese del Cliente. Resta 14.4 Se il momento in cui si è verificato il guasto o la rottura del GDM non
salvo il diritto per il Distributore di richiedere al Cliente il risarcimento di qualsiasi è determinabile con certezza, il periodo con riferimento al quale si procede
danno conseguente al mancato adeguamento. alla ricostruzione dei consumi non può superare i trecentosessantacinque giorni
12.3 Qualora, per comprovate esigenze di economicità e/o di servizio, nonché precedenti la data in cui è stata effettuata la verifica del GDM e può comprendere
per adeguare i propri impianti alle norme di legge e/o al progresso tecnologico, l'eventuale ulteriore periodo compreso tra la data di effettuazione della verifica
il Distributore modifichi le caratteristiche della fornitura, dovrà darne avviso e quella di sostituzione o riparazione del GDM medesimo.
al Cliente con congruo anticipo, anche mediante avviso pubblico. Restano a 14.5 Per il periodo di ricostruzione individuato, i consumi sono ricostruiti
carico del Cliente gli oneri per l’adeguamento dei suoi impianti ed apparecchi in sulla base dell'errore di misurazione accertato in sede di verifica del GDM,
conseguenza delle eventuali modifiche delle modalità di fornitura. eventualmente corretto sulla base delle rilevazioni di un secondo GDM di
12.4 In nessun caso sarà corrisposto risarcimento per i danni causati dall’energia controllo, installato in parallelo al GDM principale per iniziativa del Distributore.
a valle del punto di consegna, salvo che per comprovate cause direttamente 14.6 Qualora il tipo di guasto o di rottura non consenta di rilevare la percentuale
imputabili al Distributore. di errore, la ricostruzione prende a riferimento i consumi del Cliente riferiti agli
ultimi due periodi corrispondenti a quello ricostruito e precedenti il guasto o la
Art. 13 IMPIANTI ED APPARECCHI DEL DISTRIBUTORE -VERIFICHE rottura. In tal caso, il Cliente può comunque portare a conoscenza del Fornitore
13.1 Il Cliente risponde della conservazione ed integrità GDM di proprietà del elementi documentali che dimostrino, con riferimento al periodo oggetto di
Distributore posti nella sua disponibilità per l’effettuazione della fornitura e dei ricostruzione, eventuali variazioni del profilo dei suoi consumi rispetto a quelli
quali ha l’obbligo di custodia. storici utilizzati come riferimento dal Distributore.
13.2 Il Distributore, per esigenze di servizio nonché per adeguare i propri impianti 14.7 L'importo dovuto in base agli esiti della ricostruzione dei consumi e la
alle norme di legge e/o al progresso tecnologico, può effettuare verifiche sugli documentazione giustificativa di tale importo, comprensiva delle modalità di
impianti e sul GDM e se necessario modificare e/o sostituire i medesimi impianti o determinazione del momento del guasto o della rottura, delle stime dettagliate
GDM. Per quanto sopra, il Cliente si impegna a consentire, in qualsiasi momento, della ricostruzione e della metodologia di stima utilizzata, sarà reso noto al

Acea Energia SpA Cap.Soc. Euro 10.000.000,00 i.v. Società con socio unico
Sede legale: P.le Ostiense, 2 CF, P.IVA E ISCRIZIONE REGISTRO Soggetto che esercita la direzione e il
00154 Roma IMPRESE DI ROMA N. 07305361003 coordinamento ai sensi dell’art. 2497 bis c.c.:
REA 1024226 Acea SpA - CF 05394801004
PAGINA 3 DI 8
Modello AK – Ver. 1.0 del 14/07/2021
SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA

Cliente. prima dell'eventuale sostituzione del gruppo di misura guasto e, salvo vendita al dettaglio per i clienti di energia elettrica e di gas naturale”, allegato A
documentabili ragioni tecniche, non più tardi di due mesi dalla data di alla delibera 463/2016/R/com (di seguito “TIF”).
effettuazione della verifica del gruppo di misura. Nel caso in cui il guasto richieda 17.3 Il Fornitore, relativamente ai clienti titolari di un punto di misura trattato
la sostituzione del GDM, la sostituzione sarà eseguita e sarà consegnata al Cliente monorario ai sensi del TIS, rende disponibile la possibilità di comunicare l’autolde
finale la copia del verbale di sostituzione che il Cliente stesso controfirmerà 800.199.900 oppure accedendo al sito internet www.servizioelettricoroma.it
presa visione dei consumi registrati dal GDM al momento della sua sostituzione. nell’arco della finestra temporale indicata in fattura. L’eventuale presa in carico
14.8 Il Cliente ha trenta giorni di tempo dal ricevimento della comunicazione o meno del dato di autolettura, qualora palesemente errato, verrà comunicata
scritta dei risultati della ricostruzione dei consumi per presentare le proprie al momento stesso dell’acquisizione o entro i quattro giorni lavorativi successivi
osservazioni scritte, adeguatamente documentate e contestare la ricostruzione nei casi in cui non sia possibile una risposta immediata. Una volta preso in carico
dei consumi effettuata dal Distributore. il dato di autolettura, il Fornitore lo trasmetterà, entro i quattro giorni lavorativi
14.9 Nelle more della risoluzione di una controversia relativa alla ricostruzione successivi, al Distributore che provvederà a validarlo o meno e a comunicarne
dei consumi non sarà sospesa la fornitura dell'energia elettrica al Cliente per il l’esito al Fornitore entro i successivi 3 giorni lavorativi. Il dato di autolettura
debito relativo alla ricostruzione dei consumi. validato dal Distributore verrà utilizzato ai fini della fatturazione.
17.4 Relativamente ai clienti titolari di un punto di misura trattato per fasce ai
Art. 15 DEPOSITO CAUZIONALE sensi del TIS, il Fornitore rende disponibile la modalità di autolettura dei consumi
15.1 All'atto della stipulazione del Contratto di fornitura il Cliente effettua il nel caso in cui siano state emesse una o più fatture contabilizzanti dati di
versamento di un deposito cauzionale. misura stimati per almeno due mesi consecutivi. L’autolettura comunicata dal
15.2 L'ammontare del deposito cauzionale è determinato tenendo conto dei cliente tramite i canali di contatto (numero verde 800.199.900 oppure accedendo
criteri in proposito dettati dall’Autorità nella Delibera n. 200/99 e nel TIV e all’Area Clienti del sito internet www.servizioelettricoroma.it) verrà gestita e
ss.mm.ii, aggiornati con cadenza biennale ed attualmente pari a: (i) per i clienti utilizzata dal Fornitore secondo le modalità indicate al comma che precede.
domestici a 11,5 € al kW di potenza prevista dal contratto; (ii) per i clienti non 17.5 Il Fornitore utilizza ai fini della fatturazione i dati di misura nel rispetto
domestici a 15,5 € al kW per potenze disponibili fino a 16,5 kW. Per i clienti a del seguente ordine di priorità: 1) dati misura effettivi messi a disposizione dal
cui è stato riconosciuto il bonus sociale, l’ammontare del deposito cauzionale Distributore; 2) autoletture comunicate dal Cliente e validate dal Distributore; 3)
sarebbe invece fissato pari a 5,2 € al kW di potenza prevista dal contratto. dati di misura stimati, dal Distributore ovvero dal Fornitore.
15.3 Il deposito cauzionale viene restituito al momento della cessazione degli 17.6 Ai fini del calcolo dei consumi stimati il Fornitore, qualora non abbia
effetti del Contratto di fornitura, maggiorato in base al tasso di interesse legale. Il a disposizione uno storico dei consumi, utilizza il criterio delle ore d’uso
cliente con situazione di morosità pregressa è tenuto al versamento del deposito (determinate sulla base dei consumi annui delle utenze tipo definiti dall’Autorità)
cauzionale per un ammontare pari al doppio rispetto ai valori fissati da ARERA. moltiplicato per la potenza contrattualmente impegnata, rapportato al periodo
La maggiorazione sarà è restituita al cliente finale che al termine dei primi dodici di fatturazione. Nel caso in cui, viceversa, il Fornitore abbia a disposizione lo
mesi di erogazione del servizio, ancora servito in maggior tutela, risulti cliente storico, il criterio adottato prevede invece la fissazione di una base di computo
buon pagatore. La restituzione avviene mediante accredito dell’importo dovuto annuale che considera le ultime due letture effettive (a tal fine si considerano
nella prima bolletta utile successiva. anche le autoletture validate). Queste ultime vengono poi rapportate, attraverso
15.4 Il Fornitore può anche indicare altri strumenti come forme di garanzia un calcolo pro-die, al periodo di fatturazione relativamente al quale si calcola la
equivalenti al deposito cauzionale che assicurino circa l'esatto adempimento da misura stimata.
parte del Cliente. 17.7 La fatturazione dei consumi avviene con periodicità almeno bimestrale per
15.5Le modalità di pagamento delle bollette tramite domiciliazione bancaria/ le seguenti tipologie di clienti: Clienti Domestici e Clienti non Domestici connessi
postale sono considerate una forma di garanzia equivalente al deposito in bassa tensione e con potenza inferiore a 16,5 kW. Ciascuna fattura verrà
cauzionale. emessa entro il termine di 45 giorni solari calcolati dall’ultimo giorno di consumo
addebitato nella medesima fattura.
Art. 16 CORRISPETTIVI 17.8 Eventuali variazioni tariffarie sono imputate su base giornaliera e
16.1 I corrispettivi dovuti sono quelli stabiliti dalle disposizioni di legge limitatamente ai consumi attribuibili al periodo successivo alla data della loro
succedutesi nel tempo, nonché dai provvedimenti dell’Autorità aggiornati entrata in vigore, ai sensi dei quanto disposto dalla delibera Autorità n. 200/99
periodicamente. s.m.i.
16.2 Sono inoltre dovuti gli oneri fiscali o di altra natura, imposti dalla normativa 17.9 Il Fornitore procede al ricalcolo di importi precedentemente determinati
vigente a carico del Cliente. sulla base di dati di misura stimati solo in caso di successiva disponibilità di dati
16.3 L’attivazione di nuova fornitura, il subentro, la voltura, la disattivazione di misura effettivi messi a disposizione dal Distributore, comprese le autoletture.
della fornitura a seguito di morosità, la riattivazione della fornitura a seguito di 17.10 La bolletta è composta da una parte definita “Bolletta sintetica”, che
morosità, la variazione di potenza di un punto già attivo su richiesta del cliente, contiene le informazioni principali, tra cui, gli importi fatturati, i consumi e
sono soggette all’applicazione di appositi corrispettivi così come stabiliti dal TIV. i dati di fornitura e da una seconda parte, definita “Elementi di dettaglio”,
16.4 In particolare, in caso di attivazione di nuova fornitura, subentro, voltura, costituita da tutti gli approfondimenti delle informazioni presenti nella Bolletta
saranno addebitati i seguenti oneri: sintetica. Gli Elementi di dettaglio potranno essere richiesti attraverso i vari
i. il contributo in misura fissa previsto dall’art. 11 del TIV; canali di contatto messi a disposizione dal Fornitore, ossia: attraverso la
ii. il deposito cauzionale come descritto all’art. 15 del presente Contratto; registrazione sul sito www.servizioelettricoroma.it, chiamando il numero verde,
iii. i contributi previsti dall’allegato C alla delibera ARERA 568/2019/R/eel e ovvero presso gli sportelli del Fornitore siti in Roma, Piazzale Ostiense, 2
s.m.i.;“Testo integrato delle condizioni economiche per l’erogazione del servizio e Ostia, in Via Rutilio Namaziano, 26. Successivamente a tale richiesta, e
di connessione” e ss.mm.ii. (di seguito anche TIC); fino a diversa comunicazione del Cliente, il Fornitore fornirà gli Elementi di
dettaglio contestualmente all’emissione periodica della Bolletta sintetica. Inoltre,
Art. 17 LETTURA E FATTURAZIONE il Fornitore applicherà uno sconto in bolletta a tutti i clienti che attiveranno una
17.1 La misura dell’energia elettrica consumata è rilevata dal Distributore, in modalità di addebito automatica per il pagamento delle bollette e sceglieranno
qualità di responsabile di tale attività, con la periodicità prevista dalla normativa come modalità di emissione delle bollette il formato elettronico. L’importo di
di settore vigente: i) relativamente ai clienti titolari di un punto di misura trattato tale sconto è indicato nella Tabella 3 dell’Allegato A alla Delibera 501/2014/R/
monorario ai sensi del Testo Integrato Settlement di cui all’Allegato A alla Delibera com e s.m.i ed è differenziato in base alla tipologia di cliente. Sul sito internet
dell’Autorità n. 107/2009 (di seguito “TIS”), il Distributore è tenuto ad effettuare www.servizioelettricoroma.it è possibile consultare una Guida alla lettura delle
un tentativo di rilevazione dei dati di misura di energia elettrica, almeno una voci di spesa per i clienti serviti in regime di tutela, contenente una descrizione
volta ogni quattro mesi, per i punti di connessione con potenza disponibile non completa delle singole voci che compongono gli importi fatturati. ( https://
superiore a 16,5 kW e, almeno una volta al mese, per i punti di connessione www.servizioelettricoroma.it/guida-alla-lettura-della-bolletta )
con potenza disponibile superiore a 16,5 kW; ii) relativamente ai clienti titolari di 17.11 In caso di Switching o di Voltura, con riferimento ai punti di prelievo trattati
un punto di misura trattato per fasce ai sensi del TIS, il Distributore è tenuto a monorari ai sensi dell’allegato A del TIS il Cliente può comunicare l’autolettura
effettuare la rilevazione mensile delle misure di energia elettrica. al numero verde 800.199.900. L’eventuale presa in carico o meno del dato di
17.2.Il Fornitore applica interamente le disposizioni contenute nel “Testo autolettura, qualora palesemente errato, verrà comunicata al momento stesso
integrato delle disposizioni dell’Autorità in materia fatturazione del servizio di dell’acquisizione o entro i quattro giorni lavorativi successivi. In caso di Switching

Acea Energia SpA Cap.Soc. Euro 10.000.000,00 i.v. Società con socio unico
Sede legale: P.le Ostiense, 2 CF, P.IVA E ISCRIZIONE REGISTRO Soggetto che esercita la direzione e il
00154 Roma IMPRESE DI ROMA N. 07305361003 coordinamento ai sensi dell’art. 2497 bis c.c.:
REA 1024226 Acea SpA - CF 05394801004
PAGINA 4 DI 8
Modello AK – Ver. 1.0 del 14/07/2021
SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA

con Acea Energia, l’autolettura può essere comunicata entro il terzo giorno a) per i Clienti Domestici qualora la bolletta contenente ricalcoli relativi a casi
lavorativo successivo alla data di attivazione della fornitura. In caso di Switching diversi di cui alla successiva lettera c) sia superiore al centocinquanta per cento
con altro venditore l’autolettura può essere comunicata ad Acea Energia fino al dell'addebito medio delle bollette emesse sulla base di consumi stimati ricevute
giorno precedente la data di attivazione della fornitura, a partire dal quinto giorno successivamente alla precedente bolletta contenente ricalcoli;
lavorativo precedente la suddetta data. Viceversa, in caso di Voltura, l’autolettura b) per i Clienti non Domestici di cui all’art. 2.3 lett. c) del TIV, trattati monorari
potrà essere comunicata nel periodo compreso tra il quinto giorno lavorativo ai sensi del TIS, qualora la bolletta contenente ricalcoli relativi a casi diversi
precedente ed il terzo giorno lavorativo successivo alla data di decorrenza della di cui alla successiva lettera c) sia superiore al duecentocinquanta per cento
Voltura. Una volta acquisito il dato di autolettura, questo verrà trasmesso dal dell'addebito medio delle bollette emesse sulla base di consumi stimati ricevute
Fornitore al Distributore che provvederà a validare e a ricondurre il dato alla successivamente alla precedente bolletta di conguaglio;
data di attivazione del contratto e a comunicarne l’esito al Fornitore. Il dato di c) per tutti i punti di prelievo ai quali, a seguito di malfunzionamento del GDM
autolettura validato e comunicato dal Distributore verrà utilizzato ai fini della per causa non imputabile al Cliente, venga richiesto il pagamento di corrispettivi
fatturazione. per consumi non registrati dal GDM;
d) per i Clienti di cui alle lettere a) e b) del presente comma, nei casi di mancato
rispetto, anche episodico, della periodicità di fatturazione di cui al comma 8.7;
Art. 18 TERMINI E MODALITA’ DI PAGAMENTO/INDENNITA’ DI MORA e) per i Clienti di cui alle lettere a) e b) del presente comma, nei casi di fatturazione
18.1 La data di emissione e quella di scadenza della bolletta sono riportate nella di importi anomali, di cui all’art. 9 comma 9.1 del TIQV non già previsti dalle
bolletta stessa. precedenti lettere del presente comma.
18.2 Il Cliente dovrà provvedere al pagamento dell’intero importo indicato in 20.3 La rateizzazione può essere richiesta solo per corrispettivi il cui importo
ciascuna fattura nel termine ivi previsto che, in ogni caso, non potrà essere superi 50 euro (cinquanta).
inferiore a venti giorni dalla data di emissione della fattura medesima. 20.4 La richiesta di rateizzazione dei corrispettivi effettuata dal Cliente deve
18.3 Il pagamento delle fatture potrà essere eseguito (i) on-line tramite carta di essere formulata con le modalità indicate nella bolletta dal Fornitore ed entro i
credito Visa e Mastercard nell’Area Clienti sul sito www.servizioelettricoroma.it dieci (10) giorni successivi al termine fissato per il pagamento della medesima
(senza spese o commissioni); (ii) con modalità MyBank per pagare mediante bolletta. In assenza di richiesta di rateizzazione dei corrispettivi entro tale
bonifico bancario on-line nell'Area Clienti (con eventuali commissioni previste termine, il Cliente perde il diritto alla rateizzazione.
dagli istituti di credito); (iii) con domiciliazione della bolletta in via continuativa 20.5 Le somme relative ai pagamenti rateali sono maggiorate del Tasso Ufficiale
su conto corrente bancario o postale (con addebito di eventuali commissioni di Riferimento fissato dalla Banca Centrale Europea calcolato dal giorno di
da parte degli istituti bancari o postali, ove previsti); ai clienti domestici che scadenza del termine fissato per il pagamento della bolletta. Il corrispettivo
utilizzano la domiciliazione, verrà restituito il deposito cauzionale versato in dovuto è suddiviso in un numero di rate successive di ammontare costante pari
occasione della stipula del contratto; (iv) con bollettino postale premarcato almeno al numero di bollette di acconto o stimate ricevute successivamente alla
allegato alla bolletta (presso gli uffici postali o le sedi ed agenzie degli istituti precedente bolletta contenente ricalcoli e comunque non inferiore a due. Le rate,
bancari che svolgono tale servizio o presso i soggetti autorizzati da Poste - Reti non cumulabili, hanno una periodicità corrispondente a quella di fatturazione,
Terze Poste Italiane - con relative spese, tasse o commissioni); (v) presso le fatta salva la facoltà per il Fornitore di imputare le rate a mezzo di documenti
ricevitorie e tabaccherie PUNTOLIS e Mooney per un importo massimo pari a diversi dai documenti di fatturazione e di inviarle separatamente da questi ultimi.
999,99€ comprensivo dei costi della commissione per i pagamenti in contanti Il Fornitore ha la facoltà di richiedere il pagamento della prima rata entro 30
(o per un importo massimo di 1.500€ per PUNTOLIS e 4.999,99€ per Mooney giorni dal ricevimento della richiesta del Cliente, oppure entro la scadenza del
comprensivi dei costi di commissione in caso di pagamento con carte di termine per richiedere la rateizzazione; in tale ultimo caso, il Fornitore allega alla
pagamento); (vi) presso gli sportelli di Acea Energia in Piazzale Ostiense, 2 a fattura oggetto di rateizzazione la documentazione che permette il pagamento
Roma e in Via Rutilio Namaziano, 24 a Ostia Lido (vedi orari sul sito), dove, della prima rata; il pagamento della suddetta rata equivale ad accettazione della
senza spese, sarà possibile pagare con bancomat e carta di credito Visa o rateizzazione in accordo a quanto previsto dal presente articolo.
Mastercard; (vii) CBILL, per pagare la bolletta accedendo al proprio Internet 20.6 In deroga all’articolo che precede il Cliente può negoziare con il proprio
Banking. Eventuali variazioni delle citate modalità di pagamento saranno indicate Fornitore un diverso accordo. In tali casi, la volontà del Cliente deve essere
direttamente in fattura; (viii) tramite PostePay per pagare con la carta Postepay manifestata espressamente.
o carta Bancoposta o App Postepay. 20.7 L'informazione sulla possibilità di ottenere una rateizzazione è fornita al
18.4 Il Cliente è tenuto al pagamento della bolletta nel termine in essa indicato. Cliente interessato sulla bolletta relativa al pagamento rateizzabile.
In caso di omesso, parziale o ritardato pagamento entro il termine di scadenza 20.8 Nel caso di cambio del fornitore, il Fornitore ha la facoltà di richiedere al
indicato in fattura, il Fornitore potrà richiedere al Cliente medesimo, oltre Cliente il pagamento dell’importo relativo alle rate non ancora scadute secondo
al corrispettivo dovuto, la corresponsione degli interessi di mora calcolati su una periodicità mensile.
base annua e pari al Tasso di riferimento fissato dalla Banca Centrale Europea 20.9 I Clienti a cui sia stato riconosciuto il bonus sociale, per ragioni di disagio
maggiorato del tre e mezzo per cento. economico e/o di disagio fisico, possono, inoltre, chiedere la rateizzazione della/
18.5 Il Cliente domestico buon pagatore è tenuto al pagamento del solo interesse e fattura/e oggetto di costituzione in mora secondo i termini e le modalità
legale per i primi dieci giorni di ritardo. Si considera "buon pagatore", il Cliente disciplinati dalla delibera dell’Autorità 584/2015/R/com
domestico che abbia regolarmente e puntualmente pagato tutte le bollette 20.10 Sul sito internet www.servizioelettricoroma.it sono disponibili le
nell'ultimo biennio. informazioni circa le modalità di richiesta da parte del Cliente ed erogazione da
18.6 Sono a carico del Cliente le spese postali relative al sollecito di pagamento parte del Fornitore di eventuali rimborsi cui il Cliente abbia diritto.
della bolletta effettuato dal Fornitore.
18.7 Inoltre sono a carico del Cliente e vengono inclusi in bolletta gli oneri fiscali
relativi al Contratto e alla fornitura e a tutte le altre somme che il Fornitore Art. 21 SOSPENSIONI DELLA FORNITURA PER MOROSITA’
sia obbligato ad addebitare ai suoi Clienti per effetto di leggi, regolamenti, 21.1 In caso di omesso o parziale pagamento delle fatture, decorso un termine
disposizioni e altri atti adottati dalle Autorità competenti. non inferiore a 5 (cinque) giorni solari dal termine di pagamento riportato nella
fattura stessa, in costanza di mora, il Fornitore potrà inviare al Cliente una
Art. 19 CESSIONE DEI CREDITI comunicazione scritta recante formale diffida ad adempiere e messa in mora
19.1 Il Fornitore può cedere i crediti derivanti dal presente Contratto ad altra a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento o PEC conformemente
impresa. a quanto previsto dall’allegato A alla delibera 258/2015 dell’Autorità (“Testo
integrato morosità elettrica”, di seguito anche “TIMOE”) come successivamente
Art. 20 RATEIZZAZIONE DEL PAGAMENTO DEI CORRISPETTIVI E RIMBORSI modificata e integrata. Qualora l'omesso o parziale pagamento riguardi fatture
20.1 Il Cliente è tenuto al pagamento della bolletta nei termini e con le modalità relative a forniture cessate, il termine per l'invio da parte del Fornitore della
stabilite dal Fornitore. raccomandata contenente formale diffida ad adempiere e messa in mora sarà il
20.2 In deroga a tale previsione, con le modalità stabilite dal TIV e richiamate dal medesimo indicato al periodo precedente.
presente articolo, a seguito di espressa richiesta del Cliente, il Fornitore offre al 21.2 Decorsi venticinque (25) giorni solari dalla data di notifica al Cliente
Cliente medesimo la possibilità di rateizzare i corrispettivi dovuti per la fornitura disalimentabile della comunicazione di cui al comma precedente, e trascorsi non
di energia elettrica nei seguenti casi: meno di ulteriori 3 (tre) giorni lavorativi dalla scadenza del termine di pagamento,

Acea Energia SpA Cap.Soc. Euro 10.000.000,00 i.v. Società con socio unico
Sede legale: P.le Ostiense, 2 CF, P.IVA E ISCRIZIONE REGISTRO Soggetto che esercita la direzione e il
00154 Roma IMPRESE DI ROMA N. 07305361003 coordinamento ai sensi dell’art. 2497 bis c.c.:
REA 1024226 Acea SpA - CF 05394801004
PAGINA 5 DI 8
Modello AK – Ver. 1.0 del 14/07/2021
SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA

in costanza di mora, il Fornitore, fatte salve le fattispecie indicate nell’articolo 4.3 dell’Autorità (“Testo integrato delle modalità applicative dei regimi di
del TIMOE, può inviare la richiesta di sospensione della Fornitura al Distributore compensazione della spesa sostenuta dai clienti domestici disagiati per le
Locale per uno o più punti di prelievo nella titolarità del medesimo Cliente. forniture di energia elettrica e gas naturale”, di seguito anche “TIBEG”) ai quali
Qualora sussistano le condizioni tecniche del misuratore, il Distributore Locale, è stata riconosciuta la compensazione della spesa per la fornitura di energia
prima di procedere alla sospensione della Fornitura, dovrà effettuare una elettrica di cui al comma 2.1 della medesima deliberazione che non sono
riduzione della potenza portandola ad un livello pari al 15% (quindicipercento) identificati come interrompibili ai sensi del precedente comma;
del suo valore per un periodo di 15 giorni. Resta fermo che, indipendentemente c) altri Clienti diversi da quelli identificati ai precedenti punti a) e b), per i quali,
dalle condizioni tecniche del misuratore, decorsi 15 giorni dal ricevimento della fino a quando sono rimasti serviti dall’impresa distributrice, non è stata prevista
richiesta di sospensione, il Distributore Locale, in costanza di mora, provvederà da parte della medesima impresa distributrice la sospensione della fornitura in
a sospendere la Fornitura. relazione alla funzioni di pubblica utilità svolta dai medesimi.
21.3 L’eventuale pagamento da parte del Cliente a seguito di sollecito o della
costituzione in mora di cui sopra, dovrà essere comunicato dallo stesso al Art. 22 RECLAMI E CONCILIAZIONE
Fornitore tramite il sito internet del Fornitore www.servizioelettricoroma.it 22.1 Ai sensi di quanto previsto dal TIQV il Cliente può presentare reclamo in via
nell’Area Clienti, sezione Fatture e Pagamenti > Dimostrazione avvenuto telematica, compilando l’apposita form presente sul sito
pagamento ovvero tramite eventuali diverse modalità riportate nelle citate www.servizioelettricoroma.it, oppure a mezzo posta indirizzando la
comunicazioni. comunicazione scritta ad Acea Energia - Servizio di Maggior Tutela - Casella
21.4 Saranno a carico del Cliente disalimentabile i corrispettivi di sospensione Postale 5126 - 00154 Roma. Le richieste scritte di informazioni dovranno essere
e di riattivazione della fornitura nel limite dell’ammontare previsto dall’Autorità. inviate al medesimo indirizzo postale.
Il mancato rispetto della regolazione in materia di costituzione in mora e 22.2 Il reclamo scritto può essere presentato tramite l’apposito modulo messo a
sospensione della fornitura darà luogo all’erogazione degli indennizzi automatici disposizione dal Fornitore sul proprio sito internet www.servizioelettricoroma.it
previsti dal TIMOE nei seguenti casi: o presso lo sportello fisico. È fatta salva la possibilità per il Cliente di inviare
1. sospensione della fornitura o riduzione di potenza effettuata senza avere ad Acea Energia un reclamo scritto senza utilizzare il citato modulo, purché la
inviato la comunicazione di costituzione in mora darà luogo ad un indennizzo comunicazione contenga almeno gli elementi minimi indicati dal TIQV, necessari
automatico di 30 euro; a consentire l’identificazione del Cliente che sporge reclamo e l’invio al
2.sospensione della fornitura o riduzione di potenza effettuata (i) prima del medesimo di motivata risposta scritta:
termine ultimo cui il cliente è tenuto a effettuare il pagamento, ovvero (ii) a) nome e cognome;
nonostante il mancato rispetto del termine minimo tra la data di scadenza del b) l’indirizzo di fornitura;
termine ultimo per il pagamento e la data di richiesta al Distributore locale, per la c) l’indirizzo postale, se diverso dall’indirizzo di fornitura, o telematico;
sospensione della fornitura o riduzione della potenza , darà luogo all’erogazione d) il servizio a cui si riferisce il reclamo scritto (elettrico servizio di maggior
dell’indennizzo automatico di € 20. tutela).
Nei casi suddetti non sarà richiesto al Cliente il pagamento di alcun corrispettivo e) codice POD ove disponibile o, qualora non disponibile, il codice cliente;
relativo alla sospensione o alla riattivazione della fornitura. f) una breve descrizione dei fatti contestati.
21.5 La sospensione della fornitura non potrà essere effettuata nei seguenti casi: 22.4 Ai fini dell’esperimento del tentativo obbligatorio di conciliazione
a) non sia stata effettuata la comunicazione di messa in mora di cui all’articolo dell’Allegato A alla delibera Autorità n. 209/2016/E/com il Fornitore ha attivato
21.1 nei modi ivi stabiliti e non siano state rispettate le tempistiche di cui una procedura di ADR “Alternative Dispute Resolution” (di seguito “Procedura
all’articolo 21.2; ADR”), ossia una procedura di conciliazione gratuita per la risoluzione
b) il Cliente abbia comunicato al Fornitore l’avvenuto pagamento secondo una stragiudiziale delle controversie insorte con il Cliente Consumatore riguardanti
delle modalità di cui all’articolo 21.3; il Contratto. La Procedura ADR si svolge secondo la disciplina dettata dal
c) l’importo del mancato pagamento sia inferiore o eguale all’ammontare del Regolamento della procedura ADR disponibile sul sito internet della capogruppo
deposito cauzionale o della fideiussione rilasciata dal Cliente e comunque Acea S.p.A. La Procedura ADR è attivabile, su richiesta del Cliente, da
inferiore ad un ammontare equivalente all’importo medio stimato relativo ad un un’Associazione dei consumatori firmataria del Protocollo con Acea Energia
ciclo di fatturazione; S.p.A. o direttamente dal Cliente stesso, attraverso la compilazione dell’apposito
d) la morosità del Cliente sia relativa al mancato pagamento di corrispettivi per modulo presente nel sito della capogruppo Acea S.p.A., nonché mediante
servizi diversi dalla fornitura di energia elettrica; l’invio del suddetto modulo all’indirizzo e-mail conciliazione@aceaspa.it o tramite
e) il Fornitore non abbia provveduto a fornire una risposta motivata ad un raccomandata A/R da indirizzare al seguente indirizzo: ACEA Spa/ORGANISMO
eventuale reclamo scritto, relativo alla ricostruzione dei consumi a seguito di ADR, Segreteria di Conciliazione, p.le Ostiense 2, cap. 00154 Roma. Inoltre,
malfunzionamento del GDM accertato dal Distributore o relativo alla fatturazione ai sensi dell’Allegato A alla delibera Autorità n. 209/2016/E/com, il Cliente
di importi anomali, come definiti ai sensi del TIMOE e dell’allegato A alla delibera può, altresì, esperire gratuitamente il tentativo obbligatorio di conciliazione
413/2016/R/com e ss.mm.ii. dell’Autorità (“Testo integrato della regolazione della presso il Sevizio Conciliazione dell’Autorità, presentando la relativa domanda
qualità dei servizi di vendita di energia elettrica e di gas naturale”, di seguito direttamente o mediante un delegato, anche appartenente alle associazioni dei
anche “TIQV”); la prescrizione di cui alla presente lettera non trova applicazione consumatori o di categoria, dal quale decida di farsi rappresentare, solo dopo
nei seguenti casi: aver inviato il reclamo al Fornitore e dopo che questi abbia riscontrato con
1. l’importo anomalo sia inferiore o uguale a 50 Euro; una risposta ritenuta insoddisfacente ovvero siano decorsi 40 giorni dall’invio
2. il reclamo sia stato inviato dal Cliente oltre i dieci giorni successivi al termine del predetto reclamo. La domanda di conciliazione è presentata in modalità
fissato per il pagamento della fattura di importo anomalo. telematica sul sito web del Servizio Conciliazione, previa registrazione online. La
f) la morosità non riguardi pagamenti espressamente contemplati nel contratto Parte che si registra individua una username ed una password personali. Il
di vendita. Servizio Conciliazione rilascia apposita ricevuta telematica dell’avvenuta
g) durante i giorni indicati come festivi dal calendario comune, i giorni del sabato registrazione. Il Cliente, nel caso in cui non utilizzi la modalità telematica, può
ed i giorni che precedono il sabato o i giorni festivi; presentare la domanda di conciliazione in modalità offline, mediante posta, fax
h) nel caso in cui il Cliente appartenga alla categoria dei clienti non disalimentabili, o eventuali ulteriori canali indicati sul sito web del Servizio Conciliazione, ferma
come definiti ai sensi del TIMOE restando la gestione online della procedura..
21.7 In deroga a quanto stabilito dal comma che precede, il Fornitore può
sospendere la fornitura anche senza preavviso nei seguenti casi:(i) per cause Art. 23 RISOLUZIONE DEL CONTRATTO
oggettive di pericolo; (ii) per appropriazione fraudolenta di energia elettrica, ivi 23.1 Il Fornitore potrà risolvere il Contratto, ai sensi dell’art. 1456 c.c., con
compresa la riattivazione non autorizzata della fornitura sospesa per mancato addebito dei corrispettivi dovuti sino alla cessazione della fornitura e salvo il
pagamento della bolletta. risarcimento di eventuali maggiori danni, in caso di inadempimento, da parte
21.8 Ai sensi TIMOE, non sono disalimentabili i clienti che appartengono ad una del Cliente, delle obbligazioni previste dagli artt. 5, 9, 12, 13, 18, del presente
delle seguenti categorie: Contratto nonché per prelievo fraudolento dell’energia elettrica e comunque
a) i Clienti identificati ai sensi del Piano di emergenza per la sicurezza del servizio ogni qualvolta il Fornitore venga a conoscenza, successivamente alla stipula del
elettrico della delibera CIPE n. 91 del 6 novembre 1979 e s.m.i.; Contratto, che il Cliente abbia presentato una dichiarazione falsa, alterata, non
b) i Clienti di cui al comma 2.2, lettera b) dell’allegato A alla delibera 402/2013 veritiera.

Acea Energia SpA Cap.Soc. Euro 10.000.000,00 i.v. Società con socio unico
Sede legale: P.le Ostiense, 2 CF, P.IVA E ISCRIZIONE REGISTRO Soggetto che esercita la direzione e il
00154 Roma IMPRESE DI ROMA N. 07305361003 coordinamento ai sensi dell’art. 2497 bis c.c.:
REA 1024226 Acea SpA - CF 05394801004
PAGINA 6 DI 8
Modello AK – Ver. 1.0 del 14/07/2021
SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA

pertanto, non sarà necessario il Suo consenso in quanto esso è da considerarsi


Art. 24 CAMBIAMENTI DI UTENZA obbligatorio. Di conseguenza, un Suo rifiuto a conferire i Dati ovvero una Sua
24.1 Il Cliente che vende, cede, affitta ad altri o cessa comunque di utilizzare i successiva richiesta di cancellazione degli stessi non consentirà al Titolare di
locali serviti dalla fornitura di energia elettrica dal Fornitore deve darne formale instaurare o proseguire alcun rapporto contrattuale e, pertanto, Acea Energia
ed immediata comunicazione all’esercente mediante raccomandata A.R. ovvero S.p.A. sarà impossibilitata ad erogare il servizio di fornitura da Lei richiesto.
presso i locali destinati al pubblico messi a disposizione dal Fornitore ai propri La base giuridica per effettuare il trattamento descritto alla lettera c) consiste
Clienti. nel Suo previo consenso. Il conferimento dei Dati per il perseguimento di tali
24.2 In caso contrario il Cliente rimarrà responsabile del pagamento dei consumi finalità è quindi facoltativo e il Suo rifiuto non comporterà conseguenze circa
di energia elettrica effettuati dai suoi successori e dei canoni relativi nonché di l’esecuzione del rapporto contrattuale. Il Suo consenso dovrà essere libero,
qualunque danno che potrebbe essere arrecato ai gruppi di consegna e misura specifico, informato ed inequivocabile, e potrà essere revocato in qualsiasi
e agli impianti di proprietà del Distributore. momento.
26.3 Il trattamento dei Dati raccolti sarà effettuato, con o senza l’ausilio di
Art. 25 FORO COMPETENTE mezzi elettronici o comunque automatizzati, da Acea Energia S.p.A. e/o da terzi
Per le controversie inerenti il presente Contratto è esclusivamente competente di cui il Titolare potrà avvalersi in qualità di Responsabili del trattamento, per
il Foro del luogo di residenza o del domicilio elettivo del Cliente. il tempo strettamente necessario al raggiungimento delle finalità elencate al
paragrafo 2 che precede. I Dati saranno conservati in modalità cartacea e/o
Art. 26 INFORMATIVA DEL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI informatica presso locali nella disponibilità del Titolare. I Dati raccolti potranno
26.1 Con la presente informativa, resa ai sensi dell'art. 13 del Regolamento essere conservati mediante l’utilizzo di piattaforme cloud, con server collocati
UE 2016/679 (di seguito, “GDPR”), Acea Energia illustra la propria politica sulla all’interno dell’Unione Europea, gestite da fornitori terzi nominati dal Titolare
privacy al fine di renderLa edotta sulle modalità di gestione delle informazioni quali Responsabili del trattamento. I Dati trattati saranno conservati per il
personali da Lei fornite affinché, in qualità di interessato (di seguito tempo strettamente necessario a consentire l’esecuzione del contratto, al fine
“Interessato”), possa prestare un consenso libero, specifico ed informato al di rispettare gli obblighi di legge e per consentire al Titolare e all’Interessato
trattamento dei Suoi dati personali. Il trattamento avverrà nel pieno rispetto del l’esercizio dei rispettivi diritti in giudizio. In particolare, i Dati raccolti saranno
GDPR, nonché di ogni altra normativa di attuazione e di ogni altro provvedimento conservati per un tempo massimo pari a 24 mesi per i dati trattati per finalità di
applicabile adottato dall’Autorità Garante per la protezione dei dati personali marketing, 10 anni per i dati di fatturazione.
(complessivamente di seguito, la “Normativa Privacy”). Acea ENERGIA S.p.A. in 26.4 Per il perseguimento delle finalità indicate al paragrafo 2 che precede, il
qualità di Titolare del trattamento (di seguito il “Titolare”), con sede Piazzale Titolare del trattamento potrà comunicare e far trattare i Dati a soggetti terzi che
Ostiense, n, 2, 000154 Roma, Codice fiscale e partiva I.V.A. 07305361003 nella forniscono servizi ad Acea Energia S.p.A. In particolare, i Dati potranno essere
persona del suo Rappresentante Legale pro-tempore, ai sensi e per gli effetti comunicati a società del Gruppo Acea o a società terze selezionate dal Titolare
dell’art. 13 del GDPR, La informa sulle tipologie di dati raccolti, sulle modalità e fra società di comprovata affidabilità, operanti nei settori creditizi, assicurativi,
finalità dei trattamenti svolti. I dati personali da Lei conferiti (i) ai fini della stipula finanziari, commerciali o della consulenza, che agiranno in qualità di Responsabili
di un contratto di fornitura di energia elettrica nell’ambito del Servizio di maggior del Trattamento all’uopo nominati da Acea Energia S.p.A. Più specificatamente,
tutela attraverso firma autografa ovvero strumenti informatici equivalenti quali, (i) per la conclusione e\o esecuzione del Contratto, i Dati saranno comunicati, per
a titolo esemplificativo e non esaustivo, la firma digitale, la firma digitale remota, la gestione dei necessari rapporti, al Distributore Locale dell’Energia Elettrica e
ovvero tramite richiesta telefonica o conferma telematica via web, ovvero (ii) ai a Terna S.p.A. sulla base dei rispettivi contratti di Trasporto e di Dispacciamento
fini della registrazione sul portale web di Acea Energia S.p.A. per fruire dei servizi nonché, relativamente alla Fornitura di gas naturale, al Distributore del gas sulla
online ivi disponibili, saranno trattati dal Titolare utilizzando misure tecniche ed base del Codice di Rete; ai sensi dell’art. 1, commi 332, 333 e 334, della Legge
organizzative adeguate a garantire i un livello di sicurezza proporzionato al rischio n. 311/2004 (c.d. Legge Finanziaria 2005), per le comunicazioni all’Anagrafe
correlato al trattamento degli stessi, in conformità con quanto previsto dalla Tributaria; (ii) per verificare la veridicità dei Dati forniti, gli stessi potranno essere
Normativa Privacy. In particolare i dati personali raccolti (i “Dati”) consisteranno in trasmessi al sistema SCIPAFI, così come previsto dalla Legge n. 124/2017, (iii)
dati anagrafici (Es. nome, cognome, ecc.), dati identificativi (Es. CF, P.IVA, ecc..), per finalità di promozione commerciale e/o di vendita i Suoi dati potranno essere
dati relativi al/ai contratti di fornitura (Es. codice cliente), dati di contatto (Es. comunicati a società terze situate in ambito UE che agiscono nell’interesse
Indirizzo, e-mail, n° telefonico, ecc..) ovvero dati relativi ai mezzi di pagamento. di Acea Energia S.p.A. Inoltre, previo Suo consenso, i dati potranno essere
26.2 I Dati forniti e raccolti saranno trattati per le seguenti finalità: a) gestione del comunicati a società terze operanti nel medesimo settore di riferimento di Acea
rapporto contrattuale ovvero esecuzione di misure precontrattuali adottate su Energia S.p.A. per proprie finalità di promozione commerciale e/o di vendita di
richiesta dell’Interessato, quali (i) lo svolgimento di servizi correlati all’esecuzione prodotti e servizi. Nell’ambito dell’attività di trattamento, i Suoi dati personali
del contratto stesso svolti dal Titolare o da società terze da questi incaricate per potranno essere portati a conoscenza di persone autorizzate al trattamento alle
l’espletamento di attività di consulenza, servizi di pagamento ed esattoria, quali saranno fornite specifiche istruzioni al riguardo. I dati non saranno oggetto
domiciliazione bancaria, controllo frodi, recupero crediti, gestione della di diffusione.
corrispondenza con la clientela, lettura dei contatori, revisione contabile, 26.5 In qualità di Interessato, ai sensi degli artt. 15 e ss del GDPR, Lei potrà
archiviazione, gestione dei crediti ed altre attività comunque connesse alla esercitare i Suoi diritti tra i quali rientrano: (i) il diritto di accesso ai Suoi
gestione del rapporto contrattuale, ovvero (ii) l’individuazione dell’intestatario Dati; (ii) il diritto di chiedere la loro rettifica, cancellazione o la limitazione
del canone di abbonamento TV al fine di consentire il relativo addebito in del trattamento che La riguarda; (iii) il diritto di opporsi al loro trattamento
bolletta, che, in caso di clienti rientranti nelle tipologia “residenti”, avverrà in qualsiasi momento anche rispetto all’attività di marketing; (iv) il diritto alla
in modo automatico; b) per finalità connesse all’identificazione del cliente e portabilità dei Dati nei casi previsti dalla Normativa Privacy; (v) il diritto di proporre
l’esperimento di verifiche atte ad accertare la veridicità dei Dati forniti; c) per reclamo all’Autorità Garante per la Protezione dei dati personali. Al fine di
finalità di promozione commerciale e/o di vendita, da parte di Acea Energia S.p.A. esercitare i suddetti diritti potrà contattare Acea Energia tramite raccomandata
o di Società terze operanti nel medesimo settore energetico, con riferimento a A/R all'indirizzo P.le Ostiense, 2 ovvero, rivolgersi direttamente al Data Protection
prodotti e/o servizi di vario genere legati, a titolo esemplificativo e non esaustivo, Officer raggiungibile all’indirizzo: privacy@aceaspa.it.
alla tecnologia, alla domotica e/o all'efficienza energetica. La base giuridica per
effettuare il trattamento e perseguire le finalità di cui alla lettera a) risiede nel Art. 27 OBBLIGHI DELLE PARTI RELATIVI ALLA TRACCIABILITÀ DEI FLUSSI
contratto di Fornitura di energia elettrica nell’ambito del Servizio di Maggior FINANZIARI
tutela da Lei stipulato o nelle richieste precontrattuali da Lei avanzate. Rispetto Le parti assumono tutti gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui
a tali finalità, pertanto, non sarà necessario il Suo consenso in quanto esso è da all’articolo 3 della legge 13 agosto 2010, n. 136 e successive modifiche, qualora
considerarsi obbligatorio. Di conseguenza, un Suo eventuale rifiuto a conferire applicabile alla presente Fornitura.
i Dati ovvero una Sua successiva richiesta di cancellazione degli stessi non Il Fornitore si impegna ad inserire negli eventuali contratti di filiera un’apposita
consentirà al Titolare di instaurare o proseguire alcun rapporto contrattuale clausola con la quale gli eventuali subappaltatori e i subcontraenti della filiera
e, pertanto, Acea Energia S.p.A. sarà impossibilitata ad erogare il servizio di delle imprese a qualsiasi titolo interessate alla fornitura summenzionata
fornitura da Lei richiesto. La base giuridica per effettuare il trattamento e assumono, a pena di nullità assoluta del Contratto stesso, gli obblighi di
realizzare le finalità di cui alla lettera b) risiede nel legittimo interesse del Titolare tracciabilità dei flussi finanziari di cui alla legge 136/2010 e ad inviarne copia al
rinvenibile la veridicità dei dati forniti dai propri clienti. Rispetto a tale finalità, Cliente, in qualità di Stazione appaltante, al fine di consentire le relative verifiche.

Acea Energia SpA Cap.Soc. Euro 10.000.000,00 i.v. Società con socio unico
Sede legale: P.le Ostiense, 2 CF, P.IVA E ISCRIZIONE REGISTRO Soggetto che esercita la direzione e il
00154 Roma IMPRESE DI ROMA N. 07305361003 coordinamento ai sensi dell’art. 2497 bis c.c.:
REA 1024226 Acea SpA - CF 05394801004
PAGINA 7 DI 8
Modello AK – Ver. 1.0 del 14/07/2021
SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA

Il Fornitore si impegna a dare immediata comunicazione al Cliente Stazione


appaltante ed alla prefettura-ufficio territoriale del Governo della provincia ove
ha sede il Cliente, Stazione Appaltante, della notizia dell’inadempimento della
propria controparte (subappaltatore/subcontraente) agli obblighi di tracciabilità
finanziaria.

Acea Energia SpA Cap.Soc. Euro 10.000.000,00 i.v. Società con socio unico
Sede legale: P.le Ostiense, 2 CF, P.IVA E ISCRIZIONE REGISTRO Soggetto che esercita la direzione e il
00154 Roma IMPRESE DI ROMA N. 07305361003 coordinamento ai sensi dell’art. 2497 bis c.c.:
REA 1024226 Acea SpA - CF 05394801004
PAGINA 8 DI 8
Modello AK – Ver. 1.0 del 14/07/2021
SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA

MODULO TIPO PER L'ESERCIZIO DEL RIPENSAMENTO

Gentile Cliente,

nel caso in cui intenda RECEDERE DAL CONTRATTO ai sensi di quanto previsto dall’art. 52 del D.Lgs. 206/2005 (cosiddetto
“Ripensamento”), le ricordiamo che potrà comunicarlo entro 14 giorni dalla data di accettazione del Contratto cui il
Ripensamento si riferisce, con le seguenti modalità:

• contattando il NUMERO VERDE 800.199.900

o in alternativa

• inviando una mail all’indirizzo ripensamenti@aceaenergia.it contenente il testo di seguito riportato:

Nuovo messaggio

A: ripensamenti@aceaenergia.it

Oggetto: Recesso per diritto di ripensamento SR XXXXXXXXXXXXXXXXXX*

Io sottoscritto NOME e COGNOME, CF, comunico di voler esercitare il Ripensamento di


cui all’art. 52 del D.Lgs. 206/2005 e smi (cosiddetto Codice del Consumo) con riferimento
al Contratto di fornitura di energia elettrica/gas da me stipulato in data gg/mm/aaaa e
relativo alla fornitura identificata dal numero di presa/POD/PDR ……………………….

Doc. Identità Invia

Le ricordiamo che, ai fini della valida lavorazione del Ripensamento da Lei comunicato, è NECESSARIO ALLEGARE copia
del DOCUMENTO DI IDENTITÀ.

(*) numero richiesta reperibile all’interno del plico contrattuale

Acea Energia SpA Cap.Soc. Euro 10.000.000,00 i.v. Società con socio unico
Sede legale: P.le Ostiense, 2 CF, P.IVA E ISCRIZIONE REGISTRO Soggetto che esercita la direzione e il
00154 Roma IMPRESE DI ROMA N. 07305361003 coordinamento ai sensi dell’art. 2497 bis c.c.:
REA 1024226 Acea SpA - CF 05394801004
PAGINA 1 DI 2
Modello AN1 – Ver. 1.0 del 05/12/2016

Potrebbero piacerti anche